Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La peste delle banche


Grillo_banche.jpg
I Comuni si indebitano con le banche per opere inutili, ma i Comuni siamo noi e quindi noi veniamo indebitati. Chi autorizza i Comuni a indebitarci? Se un Comune va in rosso per debiti deve essere il sindaco a pagare con il suo patrimonio personale.
"Perché qualcuno non fa un'indagine su quanti comuni d'Italia hanno sindaci e/o assessori riconducibili alle banche? Il dato che ho, realizzato in base a ciò che "vedo" è che 8-9 su 10 degli amministratori che il "popolo sovrano" elegge, hanno a che fare con le banche. La cosa che più spaventa è che tutti lo sanno e nessuno fa niente! Così "questi figuri" continuano ad indebitare le popolazioni dei loro paesi e città costruendo ogni assurdità (nel mio paese di 2500 anime abbiamo rischiato di avere 4 campi di calcio! ma sono "solo" 3). Ho visto aggiustare una proprietà del vescovo con 750 mila euro di denaro pubblico! 250 mila dati dalla Regione e 500 mila... tenetevi forte, PRESTATI dalla banca! Finiremo di pagare la proprietà del vescovo nel 2037! E' uno stillicidio! Se ogni Comune d'Italia fa questi favori alle banche... QUANTO DOBBIAMO ALLE BANCHE?!?? Qualcuno indaghi! Perlomeno se siamo in una dittatura bancaria, che la cosa venga fuori! Ma guardatevi attorno? Sportelli bancari dappertutto!!! E chi paga? Nel mio paese di 2500 abitanti (bambini e anziani compresi) ci sono 5 banche! E' come se vi dicessero che nella sola metropoli di Tokyo ci sono 50.000 banche! E' vergognoso...". Franco Muzzi

20 Ott 2010, 22:49 | Scrivi | Commenti (36) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

(((((((((( - ^_* - )))))))))))))))

Sionista Predone (thank-usa) Commentatore certificato 25.10.10 22:41| 
 |
Rispondi al commento

I Sindaci rappresentano solo se stessi e le "cricche" che li votano, tutti e di tutti i Partiti.....
Poi se valutamiamo i numeri di votanti, ci accorgiamo che la maggioranza vera è quasi sempre rappresentata dai non votanti....media 30-40%.
Questa forbice si allarga in modo irreversebile ad ogni votazione....sintomo che ormai la gente non ritiene più affidabile e credibile, questa classe politica.
Ogni volta che una Persona decide di non votare, toglie la fiducia in modo definitivo..
Noto che la classe che può "sfondare" questo sistema è rappresentata da giovani e meno giovani, compresi in un età che va da 18-50 anni, diciamo padri madri e figli/e.
Questo rappresenta un humus sociale, per portare avanti una Battaglia come la nostra.....
Beppe potrebbe fare degli spettacoli a basso costo, per i Ragazzi,chiedendoli:
perchè non potete votare al Senato...?
perchè potete votare ma se non avete 25 anni non potete essere eletti come deputati?
Perchè bisogna tenerci questa massa di incartapeoriti a decidere per noi,gente che è li da anni e anni è non c'è verso di schidarcerli...
Voglio vedere se anche il "profeta Niki" si porrà queste domande....bisogna parlare anche con i grillini...occhio ci sono anche i Grilloni...
Megli soli che male accompagnati!

roby f., Livorno Commentatore certificato 25.10.10 08:23| 
 |
Rispondi al commento

I sindaci non pagano. Sanno di poterlo fare. Hanno avuto la fiducia dei cittadini.

GIGLIOLA MAZZALI Commentatore certificato 24.10.10 03:25| 
 |
Rispondi al commento

Gente sono reduce da un'avventura stile Banana Repabblic......è una settimana che sto combattendo per un esenzione TICKET SANITARIO PER UNA PATOLOGIA RARA....fogli,fogli,fogli e ancora fogli....timbri..uffici...stamani o dato di matto...poi dicono perchè una persona spara....
Lunedì mattino scorso vado all'asl di competenza, presento la lettera di dimissione emessa dall'ospedale, al medico del distretto...mi dice:...no non va bene, occorre un documento diverso...va bene...chiamo l'ospedale e spiego l'accaduto,mi rispondono che il day hospital non può certificare la cosa, ma che lo deve fare l'ambulatorio che si occupa delle malattie rare..bhò...chiamo l'ambulatorio il quale mi fornisce la certificazione...ritorno all'asl..il medico mette il timbro e mi dice ora vada allo sportello per la registrazione...va bè!....
Ora viene il bello: l'impiegato mi da un documento con il codice esenzione e mi ritira il certificato registro malattia rara, nel quale era indicato il Piano terapeutico......(i medicinali da prendere)ehhh...fortunatamente stoppo l'impiegato(come se avessi un presagio) e li dico.nooonnoo...fatti una copia....Pronti...no..
Telefono al mio medico pensando che debba essere lui incaricato della prescrizione...no si no...bò..intanto che lui indagava..chiamo la farmacia dell'ospedale...espongo il problema e chiedo istruzioni su come ritirare i farmaci:...mi viene detto si presenti con il p.terapeutico...gli forniremo i farmaci..la mattina seguente mi presento allo sportello consegno il documento, il tizio mi guarda e dice..udite udite..ci vuole la ricetta...altrimenti le matrici dove l'attacco?..secondo voi ho fatto male ad incazzarmi come una bestia, oppure no? domanda.
Ho uralto che c'hanno rotto ir cazzo con questa Burocrazia di Merda e che non se ne può più..Basta..l'ho detto: faccia che cazzo li pare l'attacchi al muro i tagliandini..inventate qualcosa, ma non vi potete nascondere dietro la burocrazia..altrimenti salto il banco e mi servo da me....

roby f., Livorno Commentatore certificato 23.10.10 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi scusi signor Grillo, ma lei i suoi milioni di euro dove li tiene nel materasso?! Forse ha una super cassaforte in villa? Oppure, li tiene in qualche banca "per bene" in qualche paradiso fiscale?

Volatile pn 22.10.10 13:02| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Tutto questo finirà se e quando si attuerà il federalismo "totale" e non solo quello fiscale! I Comuni, le Province e le Regioni spenderanno i propri soldi e non anche quelli degli altri e controlleranno che tutti i loro cittadini paghino le tasse. Quindi ognuno degli Enti sopracitati spenderanno se hanno soldi e faranno debiti se potranno onorarli. I bilanci dei sopraddetti saranno affissi agli albi pretori e controllati dalle Autorità centrali. Chi sbaglierà pagherà e non sarà più una pacchia fare i sindaco, il presidente provinciale o il governatore regionale!

Volatile pn 22.10.10 12:56| 
 |
Rispondi al commento

e proprio così .. le banche ci stanno togliendo anche quel poco di dignità che ci era rimasta , il nostro sistema monetario mondiale è al capolinea , in quanto fondato sui debiti . per chiunque volesse approfondire la cosa Vi invito a visionare www.zeitgeistitalia.org e scaricare il video gratuito zeitgeist addendum , dopo la visione Vi invito a riflettere e ad agire.... la terra è satura dei veleni che gli stiamo propinando ogni giorno ... ed il sistema monetario attuale ci porterà alla distruzione di massa.... quindi o si cambia registro o per l'umanità non c'è futuro e faremo la fine dei Dinosauri...

Fabio G., Nola Commentatore certificato 22.10.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio comune si sono visti sperperi di ogni tipo e sono risaputi e pubblicati sui giornali locali dell'opposizione... mai negati dal sindaco che da VENTI ANNI governa nel mio comune...
(rotonde e riqualificazioni ridicole da centinaia di migliaia di euro - opere private coi soldi del comune - favoritismi palesi a parenti e amici - ecc... un piccolo parlamento italiano in miniatua insomma... il sindaco barzellettiere compreso..)

cosa fare?
basta non votarlo?

no! non basta!

la legge elettorale non permette democrazie !!!!

DUE TERZI NON HANNO votato per il sindaco
eppure lui comanda

il sistema è errato dal basso ma nn interessa a nessuno
non siamo de facto in una democrazia ma noninteressa a nessuno

http://my.opera.com/aid85/blog/2009/07/01/strana-matematica-strana-democrazia

SIAMO DI FATTO UNA MONARCHIA ELETTIVA !!
Chi ha la maggioranza relativa di un gruppo di partiti ha automaticamente TUTTO il potere assoluto!

Vada per il posto del sindaco... ma il consiglio comunale non dovrebbe essere democraticamente logicamente composto per due terzi da altri schieramenti cosi come i cittadini si sono espressi?
No... son solo 5 seggi su 16 ...
Quale sia questa fantmatica democrazia io che ho studiato matematica alle elementari ankora non la ho compresa... non sussiste una rappresentazione realistica tra chi governa e volere della popolazione...

Quale altro potere di scelta ci resta?

ai a. Commentatore certificato 22.10.10 00:23| 
 |
Rispondi al commento

il problema sono i politici locali che vogliono a tutti i costi creare sviluppo cioè economia con la politica e per questo si idebitano con le banche per sviluppare dei progetti molto spesso inutili, perchè lo fanno? Per i voti, per qualche falso posto di lavoro in più, i politici creano spesa e quindi indebitamento soprattutto verso le banche, si pagano interesssi mostruosi per fare delle cose che non servono a nessuno

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.10 23:55| 
 |
Rispondi al commento

questi politici italiani sono tutti corrotti e la polizia che usa il manganello è corrotta, approfttatrice e vigliacca.
li voglio vedere tutti morti ammazzati tutti politici e poliziotti senza morale morti loro e tutta la loro progenite.
BASTA BASTA LE PAROLE SONO ARIA E UN GIORNO O L'ALTRO IN PIAZZA CI VADO CON LA FALCE DA GRANO E POI LI MIETO TUTTI, POI MI AMMAZZERANNO MA TANTI TANTI VERRANNO CON ME. BASTA

cesare muneghina (golpe), ladispoli Commentatore certificato 21.10.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso ci sono stati 2 grandi errori. 1 causato dalle banche, il 2° causato dai politici. Il primo é che la banca ha rotto la tradizione di presta soldi per mettersi ella stessa a giocare in borsa e sui mercati delle valute (FOREX), dove la possibilità di giocare in LEVA ha causato semplicemente una strage.

L'unico che può fare sto lavoro é il Casinò che sa bene che non deve metterci MAI i propri soldi. Infatti i Casinò non falliscono mai.

Le banche non avendo esperienza in speculazione, si sono ammazzate da sole. Avrebbero potuto fare questo discorso, ma avrebbero dovuto lasciare unicamente il cliente a speculare e non loro stessi, come fanno appunto rigorosamente i Casinò. Sono stati avidi e MOLTO irresponsabili.

Il secondo é stato quello di coprire l'ammanco creando liquidità dal nulla nel tentativo di fare un reset e partire da 0, addirittura salvando gli stessi protagonisti e senza cambiare le regole, facendo credere che erano riserve. Balle. Perché le banche centrali hanno giocato alla leva e ai subprime come tutti gli atri.

… Come vedete NON funziona. L'economia é in una situazione strana, e il calcolo "più gente c'é meglio é, così si vende di più" (che é l'unica procedura possibile in un sistema capitalistico iper produttivo come il nostro) non funziona più tanto bene.

Jettero H 21.10.10 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Allora!
Gli enti locali non debbono sforare
i patti di stabilità,
La scuola pubblica ha subito tagli
alle risorse ed al personale,
L'università e la ricerca, idem,
Molti enti sono stati soppressi,
L'età pensionabile è stata alzata,
sia per gli uomini che per le donne,
la giustizia ha subito pesanti tagli,
sia di personale che di risorse,
le forze dell'ordine sono a corto di risorse
e di personale,
la polizia penitenziaria è a corto di personale, i rinnovi deli contratti pubblici
sono stati bloccati,
insieme agli scatti di anzianità,
tutto questo, solo negli ultimi anni.
Vi risparmio tutte le privatizzazioni e gli altri tagli ,enormi, fatti negli ultimi 20 anni.
Bene, vediamo ora i risultati:
Rapporto debito/pil = 118% con tendenza in aumento.
debito pubblico = 1800 miliardi di euro, in aumento.
Rapporto deficit/pil = 5%
spesa pubblica + 5,4%
Queste sono le cifre,
ora, è evidente che la situazione è paradossale,
in quanto si assiste ad un peggioramento
dei conti pur in presenza
di corposi tagli di spesa.
La spiegazione?
Ognuno può provare a trovarla,
l'importante è rendersi almeno conto del paradosso.
Per quanto mi riguarda penso che la risposta stia in una parola:
CORRUZIONE!!

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 21.10.10 20:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Io ho un attività con 2 soci e 8 dipendenti. Facciamo un fatturato di circa 2 mln €. Circa la metà viene fatto in opere pubbliche (specialmente comuni)... La cosa più assurda che da un po' di tempo i comuni sono soggetti al patto di stabilità, pertanto se non rientrano nei parametri imposti per far quadrare i conti, i comuni non pagano i fornitori, e nemeno sanno quando li potranno pagare... Così, se vuoi continuare a lavorare e a dare lavoro, sei costretto a ricorrere al credito delle banche. L'anno scorso, abbiamo pagaato la bellezza di 42.000 € di interessi per anticipazioni di fatture (circa tre anni di stipendio della ragazza impiegata!!!!!)... Ma non è finita, se al 16 di ogni mese non versi i contributi allo Stato, non viene rilasciato più il DURC (Documento unico di regolarità contributiva) che è un documento necessario, richiesto dai comuni per poter saldare le fatture(quando non si sa)..... E' un circolo vizioso da fare schifo!!! e le Banche ci sguazzano....


Beppe
Io non ho nessun debito: il debito è dei politici, dei loro figli, dei loro nipoti, dei loro parenti e dei loro amichetti.

Il diritto prevede l'obbligo della "diligenza del buon padre di famiglia"; ebbene tutti questi furfanti (perchè si sono arricchiti, non dicano balle mostruose) devono risponderne personalmente.
Se non con i soldi con la pelle loro e dei loro cari.
Vaffanculo, eccheccazzo!

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.10 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Se vado ha fare il contadino come 100 anni fà , cioè senza uso di meccanica e il mio capitale è il grano , sarò comunque ricco e in più avrò internet per comunicare con l'esterno , finanziamoci e mandiamo a rotoli il capitalismo .

salvino roma (com) Commentatore certificato 21.10.10 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Io abito a Trastevere: ebbene, su viale Trastevere ci sono 10 (dieci!) filiali di banche:

-Banca Intesa Sanpaolo

-Banca Intesa Sanpaolo (seconda filiale)

-Banca Intesa Sanpaolo (terza filiale DENTRO il Ministero della Gelmini)

-Unicredit Banca di Roma (ex Banco di Sicilia)

-Unicredit Banca di Roma (ex Banca di Roma)

-Banca delle Generali (non 'assicurazioni': banca!)

-Monte dei Paschi di Siena

-Banca delle Marche SpA

-Banca Popolare Commercio e Industria SpA (BPCI)

-Banca popolare di Sondrio (filiale in allestimento nei locali ceduti da un McDonald's)

P.S: Nelle traverse ce ne sono almeno altre 6!!!

Fabio Aprea, Roma Commentatore certificato 21.10.10 11:51| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Segnalo questo film che uscirà negli States:

"Inside Job", il film che rivela chi ci ha rubato il futuro
Il milionario Charles Ferguson diventa regista e firma il documentario che va a caccia dei colpevoli e di quelli che hanno provocato la crisi finanziaria mondiale. Con molte reticenze: da Greenspan a Bernanke. Lo strepitoso documentario racconta lo scandalo della Grande Recessione e ha una lista che lega in un unico "file" destra e sinistra: nel nome di Wall Street. Inside Job, espressione inglese per indicare appunto il crimine commesso da chi ha mani in pasta, racconta l'assassinio dell'economia mondiale come se fosse un giallo. E indicando da subito un sospetto: la deregulation voluta da Reagan.

adatt. da Repubblica.it

rolla lorenzo 21.10.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

a Ventimiglia (im) han fatto di meglio. Non avendo più possibilità di accendere mutui, per eccesso di indebitamento hanno creato una Municipalizzata, La Civitas srl, nel cui consiglio di amministrazione ci sono, retribuiti, gli stessi dirigenti comunali ed il Sindaco, la quale opera contraendo debiti con le banche per realizzare marciapiedi inutili, smantellando quelli preesistenti ed ancora utilizzabili, comprando strutture fatiscienti, con il programma di farle ristrutturare alle ditte dei loro "amici"

alex boni 21.10.10 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Leggo in questo blog, che molti criticano il capitalismo, ma poi non sanno precisamente nè cosa stanno criticando, nè con cosa vogliono sostituirlo.
"Capitalismo", è solo una parola, dietro la quale c'è il concetto fondamentale di "profitto" ,da cui non si può prescindere.
Queste persone sono degli ingenui ottimisti, che pensano in buona fede di rendere il capitalismo meno duro, o meno rapace, semplicemente votando partiti riformisti, o di centro sinistra, o ecologisti.
Sono degli illusi, naturalmente.
Il capitalismo per sua natura non può nè autolimitarsi, ne essere limitato dall'esterno.
Si possono, certo imporre delle regole, ma molto blande, altrimenti il sistema va in crisi, quasi immediatamente.
Non può essere altrimenti, in quanto ogni limitazione imposta per legge va a collidere
con il concetto fondamentale che costituisce l'essenza stessa del capitalismo, e cioe:
La massimizzazione del profitto.
Se non può massimizzare il profitto, il sistema,come ho detto, va in crisi, e comincia a richiedere più libertà di agire:
Costi del lavoro più bassi,
possibilità di licenziare liberamente,
mercato del lavoro più flessibile,
tassazione ridotta,
contratti di lavoro meno vincolanti,
sistema pensionistico meno oneroso ,
etc...etc.....
ed in generale,
meno tutele e diritti per i lavoratori.
Per gli stessi motivi, è pura illusione in un sistema capitaliatico riuscire a limitare la produziome e di conseguenza, i consumi.
Quindi ogni sistema economico che preveda la proprietà privata dei mezzi di produzione è
"capitalismo", non c'è verso, ed ogni tentativo di riformarlo è destinato a fallire.

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 21.10.10 10:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissimo Franco Muzzi che hai postato il tuo sfogo, secondo me l'errore lo stai già compiendo tu. Perchè chiedi a qualche anima pia di indagare....Muovi il culo TUO e datti da fare. Sei l'emblema dell'italiano tipo. Deleghi ad altri. TROPPO FACILE. O ti impegni di persona o zitto e mosca. E continuerai a pagare le case ai vescovi.
Vieni nel Movimento 5 Stelle e datti da fare.
ciao
Giuseppe

i 21.10.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

POL - Orenove/8. Fisco, Tremonti: La famiglia è una priorità ..
------
...LA SUA!!!!!....

anib roma Commentatore certificato 21.10.10 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Era così difficile capire chi fossero Fiorani e gli altri “furbetti” prima dell’intervento della magistratura? Forse no, ma chi sapeva ha fatto finta di niente. I tifosi di entrambi gli schieramenti politici, la Consob, la Banca d’Italia, gran parte dei media, gli organi di controllo bancari non hanno visto quel che era sotto gli occhi di una stagista venticinquenne della Banca Popolare di Lodi.
A gennaio 2003 una giovane neo-laureata scrisse una lettera anonima al Corriere della Sera, per denunciare la corruzione della banda Fiorani. La lettera fu archiviata. Due anni dopo scoppiò lo scandalo e lo scritto riemerse da un faldone. I cronisti Gerevini, Biondani e Malagutti ne hanno pubblicato alcuni stralci nel libro “Capitalismo di rapina”. Mi è stata girata in versione (quasi) integrale. Gli omissis sono relativi a nomi di persone che sono fuori dall’inchiesta. Ma rivolgo un appello a tutte le stagiste in ascolto: trasformatevi in autorità di garanzia, denunciate il marciume che vedete intorno a voi! L’Italia è nelle vostre mani.
Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.10 09:31| 
 |
Rispondi al commento

L'INCHIESTA
Banca Arner multata da Bankitalia
operazioni sospette per 32 milioni
Fino a 16 milioni di euro le possibili sanzioni contro l'istituto bancario svizzero al centro dell'inchiesta di "Report". Indaga anche Giuffrida, il dirigente che transò con Berlusconi di WALTER GALBIATI

http://www.repubblica.it/politica/2010/10/21/news/sospetti_banca_arner-8282609/?rss

Uno dei tanti 21.10.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

E' pieno di questa gente a mezzo servizio tra lavoro in banca e carica istituzionale.......Leggete il sole 24 ore di stamani...Draghi:CHIEDE DI RIDURRE LA DIPENDENZA DALLE AGENZIE DI RATING...troppo comodo chiederlo ora...che stanno facendo il loro lavoro....in realtà questi hanno paura che all'italia venga abbassato il Rating, un declassamento significherebbe un aumento dei tassi d'interessi sul DB...
Probabilmente non si fidano nemmeno di 3monti, il quale si affanna a dire che comunque il debito è garantito dai depositi a risparmio..
Giusto Beppe chi sono costoro che fanno debiti per nome e per conto n/s?.
I consumi interni sono bloccati, ma nonostante tutto questi annunciano la ripresa...ooooò...intanto l'€ si è attestato nuovamente ad 1,39>$ ciò vuol dire che l'economia subirà un'altro colpo e sicuramente aumenterà il Greggio.
Ormai siamo immersi nei debiti e nessuno ferma questa spirale, i sindacati cazzeggiano tra di loro...
In altri Post ho evidenziato come i media stanno focalizzando in modo esagerato l'attenzione su dei fatti di cronaca nera..per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dagli altri problemi..e ci stanno riuscendo.
Guardate la Francia sta scioperando,questa è gente con le palle....Strappate le tessere del sindacato....

roby f., Livorno Commentatore certificato 21.10.10 08:46| 
 |
Rispondi al commento

@Lovigio...dici bene, non è possibile nessuna mediazione semplicemente perchè è lungi dai LORO pensieri la mediazione, è una manovra ben precisa dai tempi di Lewis Powell. Si tratta di 30-40 anni di piani sul controllo di massa da parte del capitalismo di destra. L'unico provvedimento è informare il più possibile il popolo, e una volta che ne ha preso coscienza bisogna ristrutturare a partire dalla Democrazia, che non c'è mai stata. Purtroppo però ci vuole qualcuno finalmente sano in Parlamento che dica una volta per tutte le cose come stanno, TUTTO, non le mezze verità. La gente è stufa delle menzogne della politica, la pazienza è finita. Alle banche bisogna pagare il lavoro di tipografia, e possono essere concepiti solo i prestiti privati, ma non entro troppo nel tecnico. Sulla questione Europa e Trattato di Lisbona bisogna essere chiari perché finora così non è stato. Poi si devono combattere le cause dell'evasione fiscale piuttosto che l'evasione stessa e vanno tassate adeguatamente le rendite, altrimenti si fa come D'Alema con le concessioni, ed è ora di finirla con la bilancia che pende solo da una parte, e di fare politica solo per avere la poltrona ed i privilegi! I partiti: se non sono in grado di svolgere il loro ruolo, è meglio lasciar spazio alle PERSONE, diminuendo decisamente il numero di parlamentari. E' bene giudicare singolarmente le persone anzichè considerare alla stessa stregua tutti i membri di un partito, e spesso accade, quindi anche altri che non hanno colpe verrebbero penalizzati. Una preferenza diretta in toto. Dobbiamo aver voglia di cambiare, ma in Parlamento queste cose non le dice nessuno, e non perché non ci hanno mai pensato ma perché pensano di perdere potere, anche se in parte. Io sono sempre dell'idea che la Democrazia rappresentativa non basta, non mi piace assolutamente, sono gli altri a decidere della mia vita.

Alessio Monizza 21.10.10 03:49| 
 |
Rispondi al commento

Il capitalismo, l’imperialismo dietro la facciata “civile e democratica” dei periodi pacifici dell’abbondanza, nascondono il più spietato sfruttamento. Licenziamenti, morti sul lavoro e di lavoro, precarietà, fame e guerra stanno nuovamente portando il mondo verso la catastrofe, e la crisi dimostra che nessuna mediazione è possibile fra sfruttati e sfruttatori.
I partiti rappresentanti delle varie frazioni della classe borghese (sia di centrodestra che di centro sinistra) e i sindacati confederali, facendosi sostenitori della logica del profitto e della concorrenza capitalista, dividono i lavoratori mettendoli gli uni contro gli altri, disposti ad accettarne tutte le conseguenze, compresi i licenziamenti di massa che a parole dicono di voler combattere.
Solo l’azione organizzata e cosciente della classe operaia e proletaria può mettere un argine a questa deriva. Solo distruggendo quel cancro dell’umanità che si chiama capitalismo, eliminando lo sfruttamento capitalistico dell’uomo sull’uomo, è possibile eliminare la fame, la sete, le guerre e avanzare verso l’emancipazione dei lavoratori e di tutta l’umanità.

http://wwwmondolibero.blogspot.com/2009/02/crisi-del-capitalismo-chi-paga.html

Lovigio (na) Commentatore certificato 21.10.10 01:34| 
 |
Rispondi al commento

di Michele Michelino.

Dopo che il governo USA ha stanziato 700 miliardi di dollari per salvare dalla bancarotta le banche di Wall Street e l’economia americana, anche i governi europei hanno varato un piano anti-crisi di 200 miliardi di euro. 170 miliardi saranno però messi dai governi dei singoli paesi membri a seconda delle loro possibilità. I 27 paesi della UE potranno anche sforare lievemente i limiti di Maastricht per un anno senza subire la procedura di infrazione, che però sarà pesante per i singoli paesi nel caso non venga rispettato il vincolo deficit/pil del 3%.
Dai primi dati gli aiuti stanziati dal governo Italiano sarebbero così divisi: 16 miliardi per infrastrutture, cioè ai padroni-costruttori, 10 miliardi alle banche e alla finanza, 0,45 miliardi ai pensionati sotto i 500 euro. E’ stata inoltre istituita la “social card” per coloro che non ce la fanno ad arrivare a fine mese e muoiono di fame, un contributo aggiuntivo di 40 euro al mese, pari a 1 euro e 33 centesimi al giorno.
Più che nelle parole, in queste cifre è già evidente il carattere di classe del governo e quali interessi sostiene.

P.S.
Questi rincoglioniti lavoratori e pensionati,subiscono una spietata lotta di classe,e loro cosa fanno?

http://wwwmondolibero.blogspot.com/2009/02/crisi-del-capitalismo-chi-paga.html

Lovigio (na) Commentatore certificato 21.10.10 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Se siamo una dittatura bancaria?
Lo siamo,lo siamo.
E non solo semplicemente i Comuni,sindaci e assessori,ma...interi governi.

http://www.youtube.com/watch?v=xUjEz-_bMcQ&feature=related
Sistema di creazione del debito.

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=33429
Il governo delle Banche.

Saluti.

Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi...
(Karl Marx, Il Capitale, 1885)

Lovigio (na) Commentatore certificato 21.10.10 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Io ho kiuso il mio conto corrente da un anno e ho restituito bancomat , carta di credito e assegni e... Sorpresa sono sopravvissuto ! Chiunque ha un cuore che ancora pulsa e un cervello ke funziona mandi a fanculo la propria banca!

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 20.10.10 23:40| 
 |
Rispondi al commento

a cosa servono le banche? Teoricamente a prestare, in pratica a stampare...

Francesco P. 20.10.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
STATO CON IL BUCO
REGIONE CON IL BUCO
PROVINCIA CON IL BUCO (CHE NON DOVREBBE ESISTERE)
COMUNE CON IL BUCO
CITTADINI ITALIANI POVERI,AVANTI COSI' ALLA CATASTROFE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 20.10.10 23:16| 
 |
Rispondi al commento

se lo sono venduti il paese... ed i suoi abitanti.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 20.10.10 22:55| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori