L'Italia e lo zio di Sarah

L'Italia e lo zio di Sarah
(1:30)
zio-sarah.jpg


Disoccupata, precaria, troia, vergine stuprata, ministro promosso per l'aspetto, per il culo, ma anche la bocca aiuta, costretta ad accettare avances sul lavoro, preda delle voglie di parenti e delinquenti, uccisa da zii, mariti, amanti, ex compagni, buttata sulla strada da magnaccia, introdotta nei letti dei potenti come una regalia per acquisirne la condiscendenza. Extracomunitaria e minorenne, a migliaia, quasi bambine, carne fresca sui viali di tutte le città, facile conquista di padri di merda e di famiglia nell'indifferenza totale. Miss Italia che mostrano la loro mercanzia in prima serata, ragazze di cui non si ricorderà il sorriso, lo sguardo, ma soltanto il seno, i lombi, l'incavo delle cosce, vallette con i fili interdentali nelle chiappe in tutti i programmi televisivi, seminude anche nella notte di Natale, merce gratta e fotti, a disposizione degli italiani, inconsapevoli aspiranti puttane del piccolo schermo. Sottopagata, quota rosa, residuale, marginale, esclusa dalle scelte, dalla politica, senza diritti civili se non benedetta dalla sacralità del matrimonio, senza una pensione anche se moglie di fatto per una vita, senza asili, senza spazi verdi per i suoi figli, perché i figli sono delle donne, quasi sempre. Corpo e non persona, buco e non spirito. Oggetto di modernariato con labbra a canotto e zigomi da lupa, in vecchiaia simile a una maitresse di antichi bordelli. Plasmata dalle necessità e dal trionfo del membro maschile, signore e padrone della sua vita. Non più persona, ma oggetto, che si può usare, prestare, strangolare, possedere. Un transfert di massa l'ha trasformata da essere vivente a cosa di comune disponibilità, accessibile, che non può negarsi, non ne ha più il diritto. Proprietà privata, ma anche pubblica, da strangolare in caso di rifiuto, nella scala sociale appena al di sopra una bambola gonfiabile, da possedere anche dopo la morte, perché una cosa non è viva e non è morta. E' solo una cosa, una donna, nient'altro che una donna.

DVD: Woodstock 5 Stelle

E' possibile acquistare in pre-vendita il DVD "Woodstock 5 Stelle".
Per chi di voi c'era e per chi di voi avrebbe voluto esserci ecco il DVD di Woodstock 5 Stelle.
Acquista oggi la tua copia a prezzo libero.

Postato il 7 Ottobre 2010 alle 14:10 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1286) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: donne, Italia, Michele Misseri, Sarah Scazzi

Commenti piu' votati


Non mi unisco al coro dei finti sconvolti che utilizzano questa storia solo per farsi belli, mentre in realtà sono identici alla conduttrice della trasmissione in cui ieri è stato commesso l'abominio di dare ad una madre la notizia della morte delle figlia in diretta, davanti al popolo italiano. Un popolo talmente volgare e voyerista che gode anche a guardare lo show della sua fine e del suo annichilimento da parte del sistema. Il mio sdegno lo manifesto con il silenzio su questa storia, senza commentare il caso specifico, l'uno su un milione che non servirà a cambiare la rotta perché nessuno ha interesse a cambiarla davvero, potere in prims.

Oggi però è il 7 ottobre, ed allora ai saccenti del blog voglio ricordare una DONNA che le cose le voleva cambiare davvero. Una che le cose accadute a Sara le ha viste dal vivo sui territori di guerra in Cecnia e non solo.

Una DONNA che non si limitava a digitare dei tasti su una tastiera paventando finto sdegno per poi andare all'happy hour delle 18...


Quattro anni fa, il 7 ottobre 2006, veniva assassinata Anna Stepanovna Politkovskaja. Curioso, ma neanche troppo, il fatto che oggi nessun giornale la ricordi. Troppi gli interessi economico/politici che Anna aveva tirato in ballo. Quattro anni fa Putin si fece il regalo di compleanno da solo (compie gli anni oggi), ordinando l'assassinio di questa grande giornalista che più volte ha denunciato il suo regime sanguinario. Oggi ci pensa Repubblica, sempre più giornalaccio a farle un "regalo", dimenticandosi dell'assassinio di questa grande Donna e Giornalista e ricordando, con questo bel calendario, il compleanno dell'assassino e terrorista Putin (con la complicità di tutti gli stati "demcratici" occidentali). Tanti auguri Vladimir...

Dedicato ad Anna.

Il vomito:
http://www.repubblica.it/persone/2010/10/06/foto/buon_compleanno_putin_la_ragazza_calendario-7788611/

ⓁⓄⓇⒹ ⓄⒻ Ⓦ, White House Commentatore certificato 07.10.10 14:42| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 130)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto per caso il fratello di SARA SCAZZI in quel programma ignobile di Sposini su rai uno. Tutto bello in posa, nessun segno di dolore, cappelino con visiera alla eminem, gambe accavallate. Un vero pezzettino di merda, insomma.
Non so se mi più schifo quel merdoso che ha ammazzato la ragazzina o questo giovane esibizionista fallito che fa lo sparapose in tv sfruttando la morte della sorella, giuro.
Non si capisce come si può fare, ma che ci sta nella testa vuota di questo stronzetto...MERDA?
E si vergognasse pure chi lo ha invitato per fare qualche spettatore in più.

Votate questo commento, a che lo possano leggere i diretti interessati, con la speranza che si vergognino.

Tonj Coccjo 07.10.10 18:01| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 94)
 |
Rispondi al commento
Discussione

..non guardiamo programmi che riguardano questa
triste storia..
..non diamo audience..
..NON NUTRIAMO..GLI AVVOLTOI DELLA TV!!

anib roma Commentatore certificato 07.10.10 18:26| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 79)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ODIO LE MAMME
CHE SE NE FOTTONO DELLA POLITICA

CHE NON GLI INTERESSA IL MONDO IN CUI VIVONO

CHE NON SAPRANNO MAI CHE IL LORO FIGLIO SI E' AMMALATO PERHCE' NON HANNO VOLUTO CONOSCERE L'ALTERNATIVA AD UN INCENERITORE

CHE CONTINUANO A VOTARE
CON MENO INTERESSE DI QUANDO VANNO DAL PARRUCCHIERE

CHE NON CAPISCONO CHE SE IL LORO MODO DI VIVERE E' FATTO SOLO DI EVITARE LE COSE COMPLESSE
IL MONDO DEI LORO FIGLI SARA' FATTO SOLO DI PROBLEMI IRRISOLVIBILI

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 15:41| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 68)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARADOSSO ALL'ITALIANA
I VERI E CORAGGIOSI GIORNALISTI DI REGGIO CALABRIA
SENZA SCORTA..........
UNO COME BELPIETRO CON LA SCORTA.
LECCACULO DI MERDA
ASSIEME ALLA POMPINARA SANTANCHE'
VAI A BATTERE PER STRADA ZOCCOLA !
MA COME SI FA A FARSI GOVERNARE DA QUESTE PERSONE,
DOV'E' LA RABBIA CITTADINA ?
DOVREMMO ESSERE PER STRADA UN GIORNO SI
E L'ALTRO PURE SINO A QUANDO NON LI CACCIAMO
A CALCI NEL CULO DAI LORO LURIDI SCRANNI
SOLO IL POPOLO PUO' CAMBIARE LE SORTI DELLA PROPRIA STORIA.....E NON LO FARA' CERTO ANDANDO
A VOTARE

W LA FRANCIA DELLE GHIGLIOTTINE
W I POPOLI CHE COMBATTONO PER LA PROPRIA LIBERTA'
DEMOCRAZIA E GIUSTIZIA

ALTRO CHE NAPOLITANO
IL VERO MORFEO E' IL POPOLO OTALIANI

Marek H. Commentatore certificato 07.10.10 23:46| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 57)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPONGO DI RISPEDIRE AL MITTENTE IL LIBRO CHE IL GOVERNO DEL FARE INVIERA A MILIONI DI FAMIGLIE

CI FAREMO UN PO DI RISATE SE L INIZIATIVA AVRA SUCCESSO!
EVVIVA LA DONNA

ANTONIO IEFALO, ventimiglia(im) Commentatore certificato 07.10.10 20:44| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 54)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A SARA

Ci sono giorni
che sono stanca
di essere una donna
Ci sono giorni
che tutte le donne del mondo
mi pesano e mi portano a fondo
col loro dolore
Ci sono giorni che vorrei stringere le mani
di tutte queste donne
vive, morte, felici, sventurate
passate, future,
mani bianche, nere, colorate, mani
fresche, avizzite
mani di fanciulle ignare, di vecchie
pensose
in una catena strettissima
e tenerle tutte con me
Ci sono giorni che il mio esere donna
è uno spasimo e un tormento
perché hanno detto che donna
non si nasce
si diventa
nella furia cieca maschile
reagendo in un mondo distrutto
che non finiamo mai di ricucire

viviana v., Bologna Commentatore certificato 07.10.10 14:33| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 41)
 |
Rispondi al commento

Secondo me il titolo corretto del post dovrebbe essere: "L'Italia è lo zio di Sara".

Chicco Uggè 07.10.10 14:41| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è poco, pochissimo da aggiungere a questo post!

C'è solo da riflettere, molto da riflettere su questa cosiddetta società in cui tutti, indistintamente tutti, crediamo di... vivere.

Plinio Il VECCHIO Commentatore certificato 07.10.10 15:43| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 30)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRAZIE PER QUESTO BLOG.
silvie suddenly . UNA DONNA

Silvie S., roma Commentatore certificato 07.10.10 16:58| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SARAH: UN’ALTRA VITTIMA DI VIOLENZA MASCHILE


Hanno trattato il tema con toni da reality dall’inizio fino all’ultimo, quando hanno annunciato la morte della ragazzina.
In un modo che potremmo chiamare la Morte in Diretta tanto per richiamare uno dei tanti programmi trash della Rai.
Mentre la ragazzina giaceva dentro un pozzo i mass-media e l’opinione pubblica hanno colpevolizzato la madre, la vittima e la cugina in modo spietato e vergognoso.
Nessuno ha mai sospettato sullo zio.
Questo svela che nella nostra società sono le donne ad essere colpevoli.

Insomma, un’altra vittima di violenza maschile prodotta dalla nostra cultura che promuove il controllo dei nostri corpi, la colpevolizzazione delle vittime e la mercificazione continua dei corpi femminili e infantili.
E’ proprio questa cultura che ha ucciso Sarah.
E’ lei la responsabile di questo degrado.
Una cultura che non ti consente nemmeno di denunciare i soprusi perchè sono pronti a non crederti.
Ci insegnano ancora che il mostro viene sempre da fuori, ed è "straniero" impedendo che i bambini e le donne possano difendersi e riconoscere una violenza.
Da qui tutta l’attenzione del Governo da parte di reati contro donne e bambine compiuti da stranieri.

Mi viene da ridere se penso che il Governo vorrebbe dare lezioni di civiltà a certi paesi, se poi assolvono gli stupratori della famiglia giustificando il gesto come fosse un tentativo di riconciliazione.


Non possiamo insegnare nulla di buono a nessuna cultura: se poi abbiamo il primato per discriminazione contro le donne, per violenze contro quest’ultime e per molestie sul lavoro.
Se poi abbiamo una cultura mediatica che veicola messaggi brutti e zeppi di stereotipi sessisti.


http://comunicazionedigenere.wordpress.com

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 15:45| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia gli sbirri ammazzano di botte gente con le piante di canapa in casa, ma si guardano bene dal fare altrettanto con uno stupratore assasino o un boss mafioso.

In Italia è stato eseguito un trapianto record di 6 organi, mentre c'è chi muore di cancrena per una ciste al culo.

In Italia i politici fanno la vita da re mentre un giovane su quattro non ha il lavoro.

In Val di Susa stanno per riaprire i cantieri della TAV.

E intanto il fango tossico eiacula fuori dal culo dell'industriale di turno e avvelana il Danubio (quindi mezza europa).

Fate una bella cosa: invece che stare tutto il giorno davanti al PC postando cazzate, andate a cercare tutti questi rappresentanti della merda umana che fanno scempio del mio pianeta, poi legateli con lo scotch da pacchi e portateli a me.
Dopodichè se avete lo stomaco debole giratevi dall'altra parte mentre io li eviro e li soffoco coi loro stessi genitali.



DE MAGISTRIS UNICO !!!!!!!!!!!

santadachè = R I D I C O L A

Stanco_ Mavoglio (dallatoscana) Commentatore certificato 07.10.10 23:27| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento

La Santanchè ha detto che ad annozero fu aggredita con una tirata di capelli.

Sputerei in un occhio a chi lo ha fatto.

Perchè io l'avrei presa a calci in culo!

Aldo F., napoli Commentatore certificato 07.10.10 22:42| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dove la religione impera, l'abuso e la legge del più forte, dilaga.
Il cattolicesimo, indica la donna, come fonte del peccato, e la sottomette all'uomo " ..ovunque egli stabilisca la sua dimora..."
L'inquisizione, ne ha bruciate oltre sei milioni.
Ha sempre visto i coministi, con un'avversione pari quasi a quella di 1816.
Quando i sovietici erano in Afganistan la propaganda dell'occidente per aizzare contro di loro i talebani, era che "..sono dei senza dio, e vorrebbero le donne pari agli uomini.."
Ed il bello è che le donne continuano a mangiare ostie, a farsi insultare dai Portatori di Pace, a vendersi per scimmiottare gli uomini di potere.
Ecco perché, uomini ignoranti ma religiosissimi, considerano la donna, Cosa Loro.
Non c'è differenza, tra fanatismo cattolico, e fanatismo islamico.
Donne, ribellatevi, voi, siete vostre.

antonio d., carrara Commentatore certificato 07.10.10 15:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensate un pò, il fratello di Sarah Scazzi è adesso in televisione alla vita in diretta! Ma come si può?????!!!!
Queste sono mostruosità nelle mostruosità ed in studio si parla di irrazionalità e di follia!! Ma di che parliamo, di che parliamo?

Federico Hohenstaufen 07.10.10 17:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SANTADECHE' rappresenta l'italiano che vota il PDL
ignorante, arrogante, insignificante, nauseante, lecca culo, poco cervello, superficiale, egoista e mignotta.
Ma che cazzo la invitano a fare in TV?
Dopo una giornata stressante di lavoro , uno arriva a casa si vuole acculturare e chi ti vede?
SANTADECHE'?
Cosi' ti rovina anche la serata te fa veni na rabbia che se domani la incontri nun te la inculi( perchè je fai un favore ) ma la prenderesti a calci in culo.
Ma vaffanculo SANTADECHE' te so rimaste du scuregge de vita e ancora rompi er cazzo alla gente?

franco f. Commentatore certificato 08.10.10 00:15| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ha abusato di lei dopo averla uccisa... esattamente come berlusconi con l'italia...

rob m., como Commentatore certificato 07.10.10 20:45| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Santanchè dal profondo del mio più profondo del profondo:

ma vaffanculo!!!

P.s.: Belpietro: ma vaffanculo!!!

Stefano di Salvius 07.10.10 23:30| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione


LA PAURA

Ci sono vittime che suscitano lacrime , compassione , rabbia , commozione , disgusto , paura "finta" del marciume dentro il nostro micro-mondo. Dentro le case , dentro..i parenti , nei porcili della sfortuna e delle barbarie . Ci colpiscono , ci toccano , fanno riflettere ma indicano a volte un finto nemico che si puo' toccare , che si puo' intravedere , che si puo' forse prevenire nell'immaginario collettivo . Fatti dove tutti noi ci accomuniamo in una comunità . Vera o ipocrita che sia.
.....
MA ...nascondono , occupano spazio , servono anche ai media per distrarre , insinuare nuove paure ....LA PAURA ....simbolica ,spettrale, fantasia , fetisismo, sporcizia deviata un po' malsana di valori sporchi , smerdati , nulli.
.....
Eppure LA PAURA del mostro ovunque ci devia o offusca LA MENTE .
Perchè mentre penso a quella povera bambina :
vedo al giorno tre moto per terra
in media un incidente al giorno tra le auto.
Gli incidenti stradali sono la causa di morte principale per giovani tra i 5-29 anni.
XAZZO! UNA GUERRA MONDIALE OGNI GIORNO....

vedo 2-3 morti di lavoro al giorno

vedo 10 morti al giorno di inquinamento ambientale

vedo centinaia di ammalati che si rovinano l'esigua salute per IL NON LAVORO...

vedo che domani la corte dei conti si riunisce perchè le slot machine non HANNO PRESENTATO I RENDICONTI DEGLI INCASSI PUBBLICI!!!!!!!! , E Lunedi' 11 ottobre si discuterà in udienza la faccenda dei 98 miliardi. Zero mobilitazione popolare...mentre si inneggiano a manifestazioni , convegli eventi di regime o partitici.

vedo che tra puttanate , bocchini , elezioni , nani , puttane , froci e LADRONI ...DI MILIARDI E MILIARDI DI EURO ....la causa prima del debito pubblico = BANCHE E POLITICI.....il popolino beota , l'italiano medio / mediocre , plebe continuerà a farsi sempre e solo i xazzetti suoi ...meschini , luridi....e poi indignandosi perchè esistono certi fatti...mentre si ingozzano con cappuccino e cornetto al bar.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 15:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bel Pietro e Santanchè

siete stati l'espressione massima di questo governucolo che non arriverà alla prossima estate, un governo tutto impegnato a fare i cazzi propri.

Santoro scegli meglio gli ospiti la prossima volta la Santanchè va bene nel salotto di porta a porta dove si fanno le autopsie ai cadaveri in diretta per la gioia dei malati di minzolinite acuta.

sandro s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 23:46| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti colpevoli di questo assasinio. Stiamo ore ad ascoltare il nulla dei nostri politici ma non siamo capaci di ascoltare il grido di disperazione dei nostri figli.
Che Dio abbia misericordia di noi poveri esseri insulsi.

sergio l., fabriano Commentatore certificato 07.10.10 15:08| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con buona pace di chi va ad annusare le pagine di FB di una ragazzina che AVEVA CHIESTO AIUTO e che NESSUNO HA VOLUTO ASCOLTARE http://www.corriere.it/cronache/10_ottobre_07/sarah-avances-zio_b43681d6-d1d2-11df-93c4-00144f02aabc.shtml

Purtroppo per lei non era stata molestata da un extracomunitario altrimenti il governo tutto si sarebbe mosso.
Invece era "lo zio". Il patriarca maschio che porta a casa la pagnotta. Quindi tutte zitte. A gambe aperte e in silenzio. Eccola qua la FAMIGLIA NATURALE BASATA SUL MATRIMONIO.

E CHE VADANO A ZAPPARE quei giornalisti che hanno avuto il coraggio di scrivere che "tutto sta in quella H che lei aggiungeva alla fine del suo nome" suggerendo che una che su FB si firma Sarah con l'h, un po' mignotta deve esserlo per forza...

Silvia R 07.10.10 14:35| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per rispetto di Sarah

FERMATE QUESTO VOLGARE CIRCO MEDIATICO

col fratello in tv e la sorella all'obitorio,

Vespa e i vari crepet seduti in poltrona (ne avessero azzeccata una),

le bande di giornalisti inviati sotto casa,

le foto di Sara che girano il mondo,

la cugina falsa col piercing,

PER RISPETTO DI SARAH

che vorrebbe, almeno adesso, essere lasciata in pace.

Maurizio Dati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 17:58| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento

A daniela santanchè auguro il peggio possibile. Mi fa schifo la sua malafede

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 23:25| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

questo post dice già tutto, ma vorrei comunque aggiungere un paio di considerazioni.

Di fronte a questo tipo di fatti di cronaca, mi rattristo e mi preoccupo sempre molto quando vado a leggere i commenti dell'italiano medio agli articoli di giornale o ai post dei blog.
Gente che inneggia alla pena di morte, a torture varie, a castrazioni, a giustizia sommaria e personale, a lapidazioni pubbliche.

Tipici comportamenti irrazionali di chi vuole dissociarsi da un crimine orribile, auto convincendosi che "il mostro è fuori e va disintegrato".

Non ci si accorge, invece, che questi delitti nascono in seno alla società "civile", e dovremmo ritenerci tutti un po' responsabili di quello che accade. Oltre che constatare che, ahinoi, il "mostro" è potenzialmente dentro tutti.

Non sto difendendo l'assassino, gli eventuali complici, eccetera. Mi disgusta però vedere come la gente cerchi di esorcizzare i propri demoni scaricando violentemente le responsabilità dell'accaduto su un unico individuo. In questo senso, quello che sta succedendo nei confronti dello zio di Sarah non è molto diverso dalla caccia alle streghe del Medioevo.

Credo fermamente che questa società sessista, moralistica, in perenne conflitto e tensione tra tabù sessuali e zoccole in tv non faccia che alimentare le pulsioni che portano poi a questi epiloghi. Buttiamoci dentro anche la cultura maschilista, omertosa e mafiosa tipica del Sud e della provincia in generale. Una serie di fattori che, sommati magari ad una personalità già instabile, creano mostri. Mostri che non sono da epurare, ma da tener ben presenti per capire in che direzione stiamo andando. E cercare di migliorarci, tutti.

Altra considerazione riguarda il razzismo dilagante. Fortunatamente vivo all'estero e in una democrazia molto aperta e tollerante. Da qui, l'Italia appare un paese xenofobo. La badante romena subito al centro dei sospetti, e come sempre il tutto evidenziato nei titoli dei giornali. Un'altra vittima.

Francesco C. 07.10.10 16:35| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei che sulla triste e mostruosa morte della piccola Sarah, la tv, i media in genere rispettassero il dolore terribile di questa famiglia.

Basta con gli speciali, basta con i plastici e soprattutto basta con gli esperti chiamati a delineare profili psicologici e analisi sui fatti che fanno rizzare i capelli in testa per la freddezza e l’indifferenza con cui queste vengono espresse.

E ancora basta con i particolari agghiaccianti sulla dinamica della sua morte per acuire la morbosità del telespettatore, laddove al contempo è sempre lo share su cui si fa assegnamento, mentre il sentimento e la sensibilità personale ormai non ha più importanza.

Basta per favore, fate silenzio!

silvanetta* . Commentatore certificato 07.10.10 16:34| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Santachè ha due labbra da bocchinara da Dio.

vito. farina Commentatore certificato 07.10.10 22:37| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate,sono un amante delle donne,le rispetto,non mi ritengo maschilista,però,ascoltando la Santanchè...è proprio una zoc....
Mi scuso con le signore del Blog

Lovigio (na) Commentatore certificato 07.10.10 23:13| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo e' una brutta epoca...e l'epoca della violenza del piu' forte sul piu' debole. E' l'epoca della violenza cieca e bieca dei parenti sui parenti, dei padri sui figli e dei figli sui padri. Non c'e' piu' alcun valore morale da difendere, da custodire gelosamente. Non c'e' piu' alcun limite. Non c'e' soprattutto piu' ritegno ed a nulla serve lo sdegno. Non si ha piu' quella sana sensazione di provare almeno vergogna quando si sbaglia, anzi si continua a mentire consapevolmente continuando a dire ed a dirsi che si e' agito correttamente o che e' colpa altrui.
Di chi la colpa di questa realtà?
Chi e' il responsabile della perdita della sensazione del limite da non superare?
Certo, si potrebbe addossare la colpa ai politici che insegnano l'odio, alla televisione che lo diffonde questo odio. Che sui media di tutti i tipi ormai impera incontrastata la mancanza di rispetto per il prossimo. Ma poi alla fine noi siamo noi, e non tutti perdono il senso del rispetto o il senso del limite da non superare. Ognuno di noi dovrebbe avere la capacità di tenere separata la realtà da quello che viene rappresentato dalla tv che e' pur sempre "fiction", anche e soprattutto quando si parla di politica. Vedi le magistrali recite di Berlusconi, Bossi e (af)Fini. Tralasciando il teatrino sinistro della sinistra inesistente.
Recuperiamo prima di tutto il senso del pudore e magari alla sera spegniamo piu' spesso la tv e parliamo coi nostri familiari, genitori o figli e mariti e mogli. Sarà sempre piu' interessante di un Matrix o di un Ballaro', o di Amici o della Pupa e il Secchione. O della Talpa o del Grande Fratello. Stiamo piu' insieme almeno con le persone che diciamo di amare e amiamole davvero.
Questo mi sento di dire davanti a tanto scempio.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 07.10.10 16:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quella lurida zoccola nominata dallo psiconano della Santanchè s'è permessa di dare del "mafioso" a De Magistris!!!

MA COME SI FA AD AVERE UNA TALE FACCIA DA CULO??????

Mak 89 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.10.10 01:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso la dittatura è completa. Con la scusa della mafia a Reggio Calabria hanno cominciato a piazzare i militari. Questo è solo l'inizio.

oreste soria 07.10.10 20:46| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

Due commenti rapidi:
1. che strano, non era un rumeno o un ROM, ma uno della famiglia?
2. con i soldi pubblici della RAI, intanto, vengono premiate due "zoccole doc", tanto per dare un segnale educativo alle nostre figlie

maurizio bertinelli 07.10.10 17:56| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

“Veramente la scoperta che c'è un'Italia berlusconiana mi colpisce molto: è la peggiore delle Italie che io ho mai visto, e dire che di Italie brutte nella mia lunga vita ne ho viste moltissime. L'Italia della marcia su Roma, becera e violenta, animata però forse anche da belle speranze. L'Italia del 25 luglio, l'Italia dell'8 settembre, e anche l'Italia di piazzale Loreto, animata dalla voglia di vendetta.
Però la volgarità, la bassezza di questa Italia qui non l'avevo vista né sentita mai. Il berlusconismo è veramente la feccia che risale il pozzo”.
Indro Montanelli (Intervista a Repubblica, 26 Marzo 2001)
Repetita iuvant.
Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.10.10 09:39| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Questo Paese è pieno di teste di cazzo senza cultura ed è scontata, fisiologica la propensione a considerare la donna come oggetto di piacere, un prodotto che "tira", buono per smerciare qualunque cosa ed arricchire la nano-TV commerciale, che su culi e tette, gatte bianche e nere, troiame vario, ha costruito la propria fortuna. Anche le battute grevi, le orge in villa, le escort, le donne affittate per compiacere il dittatore di turno sono il risultato di uno sciagurato ventennio di vuoto morale, l'esempio da seguire. Mi sono silenziosamente dimesso da Itagliano molti anni fa, cercando di vivere come un finlandese, ma il buon esempio, qui, non attecchisce: Itagliani, brutta gente......

harry haller Commentatore certificato 07.10.10 22:10| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Ho abusato di lei dopo che era già morta".
------------------
Questo dice molto.
Prima ti annullo, ti rendo oggetto (cadavere), ti riporto alla "naturale" condizione femminile, poi ti consumo, poi "trionfa" la volontà unica, il puro potere.
Non c'è nulla di sessuale in tutto ciò.
Solo una sconfinata affermazione di sè, nell'annullamento dell'altro.

E nemmeno che l'uccisione stia in un meccanismo di difesa delirante come nascondere le prove del misfatto, annullare la vergogna, cancellare il fatto dalla coscienza.
Nessuna attenuante.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 16:41| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Eventi come questo stimolano in modo diverso le varie sensibilità personali dei lettori, più è forte lo stimolo, più le reazioni sono disparate.

A parte i "soliti ignoti" che accusano beppe di strumentalizzare la notizia su Sarah, mentre sono invece LORO a strumentalizzarla solo per postare le solite trite e ritrite critiche sterili a Beppe e al movimento che lui rappresenta, tutte le altre opinioni sono legittime e spesso condivisibili.

Personalmente trovo questo post molto intelligente e simbolico.

Non vedo differenza tra i parenti di sara che hanno taciuto sulle avances che la ragazza aveva subito dal loro padre e quei cittadini che restano inermi di fronte alle denunce degli onesti.

Se le avessero dato ascolto, anzichè voler scegliere l'omertà per nascondere il marcio che c'è nella loro casa, forse Sarah sarebbe ancora viva.

La stessa cosa vale per chi non denuncia un reato pernicioso,per chi in parlamento non denuncia il mercato di corpi e di voti, i corrotti,i collusi, i ricattati... per chi non difende i magistrati minacciati, i commercianti che denunciano il pizzo, i giornalisti che fanno il loro mestiere onestamente...e così via.

Italia terra di ignavi...l'informazione imbavagliata fa comodo anche a loro, non solo ai potenti.



Ho paura di scrivere, di dire stupidità, di scrivere stupidità...di fare la stupida. La stupida che è venuta in questo paese di merda, più di 17 anni fa, piena di buoni propositi, di poesia, di purezza, di sincerità e di rara, immensa ed inguaribile onestà. E, per opera chissà di cosa...del demone, di un destino infame, di qualche fattura...non so...forse della sfortuna e basta (ne ho avuto sempre, dalla nascita) ha conosciuto un tipico esemplare di questa razza di gente decadente, sporca e putrefata con il naso sempre puntato verso l'alto. Ed eccomi qui, più di 17 anni dopo, senza lavoro (mi sono licenziata dal mio lavoro sicuro nel mio paese di origine, per...."amore" di uno psicopatico italiano), senza soldi, senza una pensione, azzannata da un tipico, anche questo (tanto per cambiare), bastardo ed evasore italiano, proprietario della casa dove "vivo"...che vuole buttarmi fuori di casa per proseguire la sua opera di delinquente avoltoio, rubando soldi "silenziosamente" dagli studenti-vittime che vengono a Roma credendo di diventare qualcosa o qualcuno perdendo il loro tempo frequentando una università in un "paese"(???)assolutamente e completamente fallito come questo. Mi sono distrutta la vita. Non, meglio, mi hanno distrutto la vita. Il bastardo con cui mi sono "unita in matrimonio" (chi l'ha inventata questa roba???), che è uno dei più assidui, vanitosi, ammirati e dedicati volontari della CRI (Croce di sangue sporco italiana), la sua "famiglia", gente fatta di pura merda doc, tutta italiana, squatrinati con il naso all'insu, da brava gente, da una terra che puzza di marcio ed è fettente, ignobile e decadente nel suo più profondo. Non so più che ne sia rimasto di me, della ragazza bella, intelligente, creativa, allegra e vitale. Sono morta dentro, a causa di tanta sofferenza subita in questo inferno chiamato Italia. Ho perso la mia vita, ho perso me stessa, ingannata, usata e buttata nel nulla da uno dei peggiori esemplari di questa fogna, detta Italia. Bravi!

Ana Pinheiro 08.10.10 11:51| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

So già che mi attirerò molte critiche per quello che sto per dire ma, poichè lo penso, lo dirò ugualmente.

Anche questo problema è stato creato dal piduista, si, avete capito bene, per me la colpa è di Berlusconi.

Prima dell'avvento delle tv di Berlusconi la donna era ritenuta la sacralità, il focolare domestico, il punto di riferimento della famiglia.

Con l'avvento delle tv del piduista, affarista senza scrupoli e mentalmente affetto dalla malattia del sesso, si mostrò un nuovo aspetto della donna, quello muliebre.

Quello che prima si poteva gustare soltanto a cinema o nei tabarin a pagamento per soli uomini, ora lo si poteva gustare anche a casa attraverso la televisione e comodamente seduti in poltrona.

La donna, poco per volta, ha perso la sua dignità di persona ed è diventata oggetto di piacere, più raggiungibile, anche grazie alla disponibilità di alcune di esse.

Ciò ha destabilizzato l'uomo che ha acquisito vari tipi di comportamento nei confronti della donna: in alcuni ha generato timidezza e conseguente impotenza, in altri la necessità di prevaricazione a volte violenta, per non sentirsene sopraffatti.

L'uso che il piduista fa delle donne che hanno, a seconda dei punti di vista, la sfortuna o la fortuna di averlo conosciuto, ha completato l'opera di distruzione della dignità delle donne.

Ciò che bisognerebbe ristabilire è il giusto senso delle cose: non tutte le donne sono uguali, ma tutte hanno il diritto di vivere la propria vita come meglio credono.

L'uomo, da eterno bambino cresciuto con il culto del "pisello" è, in realtà, un "mentalmente labile" abituato a prendere ciò che non è suo con l'uso della violenza.

Se si eliminassero alcuni stereotipi e si punissero a dovere gli stupratori e gli assassini, forse si potrebbe auspicare un mondo migliore, in cui la donna riacquistasse il ruolo che le compete.

Come sempre, è la società carente a creare i mostri.

cettina. .., isola Commentatore certificato 08.10.10 11:27| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un fattore culturale, che non è stato superato dal femminismo, e che porta le donne a subordinare i propri desideri a quelli maschili. Cioè solo il maschio desidera direttamente, la femmina desidera il desiderio del maschio. E' questa l'origine del problema. Finchè è così, le trasmissioni televisive saranno piene di ragazze scosciate, seminude, e di intelligenza ininfluente, perchè questo è il desiderio medio del maschio, E QUINDI anche quello della femmina (perchè lei desidera solo il desiderio del maschio).

Ciò che voglio dire è che è perfettamente inutile
attaccare le trasmissioni televisive dove è il corpo della donna a essere mostrato: nessuna donna se ne sentirà OFFESA... anzi, assumerà quello come modello. Aspirante puttana? Certo, perchè lei desidera il desiderio del maschio...
Se ciò che desidera è piacere ai maschi, sarà al contrario INTERESSATISSIMA alle trasmissioni con veline, culi esposti etc., proprio perchè è interessata a vedere ciò che piace ai maschi.

Nessuna donna dicevo, tranne naturalmente le femministe, che però non ci sono più, come gran parte delle cose 'di sinistra'.
Ma le femministe percepiscono l'OFFESA a un livello più profondo: precisamente percepiscono la subordinazione del desiderio femminile a quello maschile.

Percepire questa subordinazione è dello stesso ordine di difficoltà di percepire da parte della classe operaia la propria subordinazione al capitale...
Finchè la cultura dominante è di destra, e l'operaio vede comunque solo il capitalismo come ambito in cui porre le proprie rivendicazioni,
I capitalisti potranno stare tranquilli...
ciò che rischiano è, al più, solo qualche euro in più da concedere in busta paga..

Allo stesso modo, finchè la cultura è di destra, il maschio può stare tranquillo.. la femmina non percepirà MAI l'offesa.. e al più rischierà di andare in bianco qualche volta, ma mai di dover mettere il suo desiderio sullo stesso piano di quello femminile.


Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 07.10.10 16:31| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo Tutti, una doppia Morale, quella Feriale ed una per il giorno di Festa.
Se laviamo ferite col sangue di Altri, sputandoci sopra ne facciam Cicatrice.
Spesso si Ama per partito preso, a volte perchè lo si perde, con il Senno scivolato nell'Ottundimento.
A volte l'Amore è un Paravento, antico mestiere che campa su d'una Stampella posticcia, magari d'Accatto.
In fondo alla nostra Caverna, gocciolan Stalattiti a Bagnar Stalagmiti, destino di mondi Antagonisti.
Pensavo fosse un'Attribuzione piu' Seria, il connotare la Vita.
Mio malgrado, ne alimento il Disgusto.
Troppa ignoranza fa male e Brucia l'Autenticita' degli Animi, colpita a Sfregio da individui che per loro Oscure ragioni, Mentono e Vendono, Consapevoli di emular Giuda.
E' l'Essere a Servizio.
Io, vi Porgo il Collo.
Troveranno il Segno, dopo.
Dei vostri Denti, Cani....

enrico w., novara Commentatore certificato 07.10.10 20:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Santanchè:
brutto esempio di donna!

six six Commentatore certificato 07.10.10 23:40| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SARAH,
fiore in boccio reciso
e calpestato dalla bestialità umana
di chi considera la donna
come un oggetto da usare.

Figlia bellissima, ti hanno rubato
il futuro.

Il volto pietrificato
della tua Mamma, mentre la telecamera
vojeristica e l'informazione morbosa
rigiravano impietosamente il coltello
nel suo cuore ferito,
rimarranno impressi nella
mia mente come immagini orribili
e vergognose.

Addio, dolce, eterna fanciulla,
che la terra ti sia lieve.

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 15:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

credo che fino a quando l'italiano medio vedra' con tanto interesse trasmissioni dove te la sbattono in faccia sara' dura con i nostri figli.
ogni giorno alla radio di carattere nazionale parlano di sesso ,di tradimenti,come se fosse uno sport nazionale,non dicendo che tradire vuol dire mettere in discussioni legami affettivi che durano da tempo oppure il sesso non è fottere con la prima donna che vedi.non sono un moralista ma di famiglie serene distrutte per una scappatella ne conosco alcune.

luigi pignataro, br Commentatore certificato 08.10.10 08:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Inneggiare alla pena di morte equivale abbassarsi al livello bestiale dell'assassino.

KOBAYASHI ISSA (una tazza di tè) Commentatore certificato 07.10.10 21:40| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione


cazzo però Grillo & c, arrivare fino al punto di strumentalizzare una simile vicenda, solo per associare certe similitudini sulla condizione del nostro già sventurato paese: MI SEMBRA VERAMENTE QULCOSA D’INOPPORTUNO ED ECCESSIVO!! Per non usare altre terminologie molto più pesanti….va bene cavalcare ogni genere d'evento ma: QUANDO S’ESAGERA S’ESAGERA!!


E CHE DIAMINE, E UN PO’ DI RISPETTO CAZZO!!!

Roberto S., milano Commentatore certificato 07.10.10 19:48| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me lo zio assassino vota per il PDL.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 18:49| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento
Discussione

noi ed i giovani....troppo spesso inneschiamo conflitti generazionali pur se lo scarto temporale non eccede il decennio...ormai rincorriamo la quotidianità...la banalità..

come sempre ...il pane ai gabbiani ( il pane è sacro non si cestina MAI)....a due fanciulline incuriosite/divertite...consigliai di recuperare e leggere Il gabbiano Jonathan Livingston di Richard Bach.

dopo alcuni giorni...tornai sulla scogliera...e trovai le due fanciulline che "mollavano" del pane onde offrire ghiotta pastura ai pennuti....

non mi salutarono ma mi sorrisero col guardo evidentemente complice come se volessero ringraziarmi.....

Jonathan Livingston....una piccola lezione di vita per divenire protagonisti della propria vita
..per uscire dal coro...per scrollarsi di dosso il macigno del conformismo sapientemente imbastito e cucito affinchè i poveri di spitito indossino ignari... le vesti della mediocrità..

fare i figli...un attimo....i topi lo sanno fare meglio di noi ( otto per volta senza cesareo)....ma la vera sfida...per un genitore è che i propri figli ...comprendano ..apprezzino..e si identifichino nel gabbiano Jonathan Livingston

....altrimenti...non rimane altro che..lo stormo buonappetito e l'ipocrisia del gran consiglio degli anziani.....

....la natura ci offre scorci di saggezza....sappiamo interpretarne i messaggi ?

pippo ghaibald, casa mia Commentatore certificato 07.10.10 20:54| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

Beppe,
fonda una città esclusivamente per noi grillini, ovvero, per chi desidera vivere una vita sana e integrata nella natura. Con te primo cittadino.

Sempr e., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.10.10 15:02| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che carini... siete commoventi.
Specialmente dopo quello che è successo qui per mesi, poi dopo la storia di Alex-Hissa (virtuale o no poco conta) c'è poco da parlare di donne qui dentro, si rischia la rissa.
Mi pare che soprattutto le signorine grilline sostenevano lo Scantalmassi, il gandiano, il pannellliano, il non violento e tante altre belle amenità, spalleggiate dai duri e puri del blog, i rivoluzionari onesti lindi e pinti... roba da libro cuore!?!
I nick al femminile qui si sono prodotti in performances da cabaret per volgarità, oscenità e ipocrisia... beh, leggere tutte ste poesiole è come essere sbarcati su un altro pianeta, mi vengono le lacrime agli occhi.
Il libro cuore sulle belle vostre anime commosse e commoventi ce l'abbiamo negli hard disk, vero sudditi?
Io penso che a Grillo poco gliene fotteva di postare sta ruffianata (infatti avrebbe fatto meglio a evitare), ma è stato "costretto" per far recuperare la faccia ai macchinisti dl vapore... ma è inutile, non solo continuano essi a "sviare" le indagini ma si esibiscono in un crescendo di ipocriti post da vomito... si sente proprio quando si scrivono cose che non t'appartengono.

P.S. Cancellate pure, ma ho già detto che non voglio che mi nominiate, direttamente o indirettamente... capito Marzapà-Alé?

G..... Sodano, mail n. 61 Commentatore certificato 08.10.10 09:19| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo so la Santanchè è una donna,
ma ieri sera un bel calcio in culo a lei ed al suo padrone glielo avrei dato volentieri.

Anche se poi sarei stato accusato di violenza sulle donne e di lesa maestà...nel secondo caso.

peppe s., giugliano Commentatore certificato 08.10.10 11:26| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aspettando la donna!
Fin dall'antichita', la mitologia, la chiesa, la storia e la letteratura
ci hanno "consegnato" il mito dell'uomo:
L'eroe, il punto di riferimento; intelligenza e forza, elementi questi imprescindibili e, senza i quali, fondare una comunita' era utopico.

I movimenti, il voto, una maggiore laicita', la richiesta delle donne di essere meglio e piu' rappresentate nella scena politica e sociale.

Anche se ancora lontani da standard di eguaglianza, si puo' tranquillamente dire che in molti settori, politica compresa, vi sono molte donne in posti strategici da dove, si potrebbe influenzare e dare un concreto contributo sociale.

Poi all'improvviso scopri che, quell'universo femminile fatto di sensibilita', moralita', etica e onesta'; qualita' molto piu' presente che negli uomini...diventa merce che si autoricicla, si vende, si svende, scende a compromessi...divorate anch'esse dal consumismo, l'apparire, l'arrivismo e il successo a tutti i costi!

Donne rappresentate da puttane, zoccole, infami e serve!

Donne leghiste che chiamano puttane le comuniste...quelle dipietriste che chiamano puttane le finiane...le grille quelle del pdl...e viceversa!
Il frammentato mondo femminile, vittima e adesso anche artefice di questo degrado!

Abbiamo scoperto, insomma che non esiste, socialmente, l'universo femminile o quello maschile, ma persone, individui, che rimangono ligi, pii e onesti fino a che non gli si presenta l'occasione per sconfessare e rinnegare il tutto!

Con cio' lungi da me l'"assolvere" l'uomo che e' di gran lunga peggiore, ma la delusione e' tanta!

anthony c. Commentatore certificato 07.10.10 17:55| 
 
  • Currently 2.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco qua, 5 minuti ed e' il delirio.
Cataldi, ti classifichi per quello che sei, da solo: un emerito STRONZO non di Frattamaggiore ma di Portici se non sbaglio vero?
Portici, il paese dove le donne come Teresa Buonocore sono massacrate per aver osato denunciare lo stupro di una figlia.
Questa societa' non e' maschilista soltanto mi sono sbagliata, e' disumana e' basta.

Adesso me ne torno su FACEBOOK, e' meglio.
Non so come mi e' venuto in mente oggi di fare una capatina su questo DEMOCRATICISSIMO blog, in cui si crede di intimidire una donna o forzarla a cambiare opinione, urlandole insulti.
E per tua norma e regola, IO SCOPO e anche tanto, COGLIONE!

MONICA C. fRATTAMAGGIORE.


*°*°*°*°*°*°*°*°*


Brava, facebook è il posto migliore per te....

Vorrei ricordare che uno dei mandanti dell'omicidio di Teresa Buonocore è la moglie del pedofilo.


Uno dei mandanti è una donna, una radiologa, ed anche in questo caso IL FEMMINISMO NON CENTRA UN CAZZ. !!!


Altra bella figura di MERDA !


Capisc'a me

PS. Sono esenti da risposta stronzetti "sinistrati" che non ragionano, ma a seconda del tema (ANIMALISMO, FEMMINISMO,COMUNISMO ecc.) reagisocono al comando come cani addestrati. BAU !

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 08.10.10 12:02| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori