Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Perquisizioni casa per casa a Terzigno


discarica_terzignomini.jpg
A Terzigno è partito il rallestramento casa per casa alla ricerca di nonsisacosa. E' una forma di intimidazione. Chiunque può essere perquisito. Come direbbe il grande Totò: "Voi perquisite a scopo intimidatorio? E io non mi intimidisco!".
"La denuncia, partita da Facebook, è stata confermata a CNRmedia dai manifestanti. “Le forze dell’ordine stanno perquisendo le nostre case, senza mandato. Sfruttano l’articolo 41 sul possesso di armi e droga per intimidirci”. Dalla questura di Napoli confermano le perquisizioni parlando però di “operazioni di routine” “Si presentano a casa e perquisiscono tutto, creando dei problemi con i genitori e con le mogli”. Con queste parole ai microfoni di CNRmedia un manifestante di Terzigno denuncia l’operato delle forze dell’ordine che starebbero perquisendo le case di alcuni manifestanti in base all’articolo 41, quello relativo al possesso di armi e droga.“L’articolo 41 – spiega ancora il manifestante – è un metodo usato dalla polizia quando vuole entrarti in casa, perché non ha bisogno di alcun mandato. Ti perquisiscono alla ricerca di armi e droga e se non trovano nulla ti rilasciano un foglio con gli estremi della perquisizione e l’esito negativo. Altrimenti ti arrestano”.Fino a questo momento, sempre secondo i cittadini anti-discarica, tutte le perquisizioni sono state negative. “Stiamo parlando di persone senza precedenti, completamente incensurate. Sono stati perquisiti circa quindici giovani manifestanti: qualcuno è stato rilasciato immediatamente, altri sono stati portati in questura di Napoli per poi essere liberato senza che sia stato trovato nulla”. Gennaro Giugliano, Napoli

26 Ott 2010, 22:15 | Scrivi | Commenti (61) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mi rimotto al contenuto del bloog
http://www.dirittipertutti.it/pages/posts/i-bambini-di-pompei-rivendicano-il-loro-futuro-39.php
Tremila bambini delle scuole pompeiane hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per chiedergli di "non costruire una seconda discarica a Terzigno".

Accompagnati dal primo cittadino, dai docenti e dai genitori, i piccoli manifestanti "anti-discarica" hanno raggiunto piazza Bartolo Longo e consegnato le letterine ai responsabili della Protezione Civile che le hanno raccolte nel furgone di servizio e poi consegnate al personale dell'ufficio postale di via Sacra.

Loro che sanno ciò che vogliono, non chiedeno soli, rivendicano solamente il loro futuro.

Tufino, Pianura, Terzigno, ed altre terre storicamente ricordate per la loro fertilità, sono state martoriate negli ultimi decenni e con esse i loro abitanti.

Le falde acquifere sono totalmente compromesse, la diossina regna sovrana. Dai carotaggi eseguiti è stata accertata la presenza rifiuti speciali, qualche volta addirittura radioattivi.

La nostra salute è già compromessa, pazienza, aiutiamo però i nostri figli a difendere le loro vite e il territorio martoriato che gli consegnamo.

cittadino campano 01.11.10 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Judith Merkies, l'eurodeputata olandese che era ieri ad Annozero in collegamento da Bruxelles, ha postato questo video su youtube sulla crisi dei rifiuti in Campania: http://www.youtube.com/watch?v=9xEgcDa8TUs

Antifascista71 Napolitano () Commentatore certificato 29.10.10 18:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e cercare le discariche abusive????
ma non ci sono le discarche abusive!!!! è la solita menzogna dei Comunisti!!!!! e di tutta la sinistra di essi prigioniera!!!!!
questi non sanno + dove sbatter la testa e probabilmente le cose sono destinate a peggiorare

stefano p 28.10.10 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me ci sono i presupposti per una azione di denuncia nei confronti della Questura.
Tutte le persone coinvolte in questa perquisizione illegittima comincino a stilare una petizione regolarmente firmata e ingaggiare un buon avvocato! Di solito queste azioni arbitrarie vengono intraprese dai capetti della polizia che si sentono traballare la poltrona quindi così facendo dimostrano ai loro padroni di essere all'altezza della situazone senza curarsi se quello che stanno facendo è lecito oppure no! saluti

Maurizio B., Torino Commentatore certificato 27.10.10 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Cito testualmente da Altalex:

Il domicilio è inviolabile: la perquisizione deve essere supportata da elementi indiziari circa la sussistenza di un illecito.
E’ quanto hanno precisato i giudici della Suprema Corte con la sentenza 48552/2009, precisando, altresì, che la perquisizione eseguita al di fuori dei sopra menzionati presupposti non solo è illegittima, ma obiettivamente arbitraria, sconfinando, perciò, nella indebita incisione della libertà domiciliare tutelata dalla nostra Carta Costituzionale.
La polizia giudiziaria non può procedere d’iniziativa alla perquisizione finalizzata alla ricerca di armi e munizioni (ex art. 41 r.d. 773/1931), sulla base di un semplice sospetto, ma esclusivamente in presenza di un dato oggettivo certo.
La resistenza del cittadino alla perquisizione non può pertanto definirsi “resistenza a pubblico ufficiale”: il suo comportamento non è, quindi, perseguibile dalla legge.

Per farla breve tali perquisizioni NON SOLO sono TUTTE ASSOLUTAMENTE ILLEGITTIME, ma ci si può opporre addirittura con la forza ad esse !

Maurizio Molinari 27.10.10 16:14| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ma se cercano i camorristi

Perché non fanno le perquisizioni nei palazzi

Invece che nelle case

????????????

Alberto Magarelli (magestic) Commentatore certificato 27.10.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Il Sud America dei tempi di Videla e Pinochet è più vicino di quanto pensiamo.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.10.10 14:44| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Lo dicevo io che bossi come molti della lega frequentavano gente che va con le minorenni.
Come volevasi dimostrare.
Bravi scemi padani continuate così bravi...........depravati.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/26/%E2%80%9Cio-e-berlusconi%E2%80%9D-una-ragazza-accusa/73640/
http://www.ilfattoquotidiano.it/


Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.10.10 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Gita a Roma!

Beppe dorme.

gennaro fu 27.10.10 14:02| 
 |
Rispondi al commento

CHE EFFICENZA!

CERCANO ARMI E DROGA A CASA DI ONESTI CITTADINI CHE MANIFESTANO CONTRO UNA DISCARICA CHE GLI ROVINEREBBE LA VITA...

...E GIA' PERCHE' UNA PERSONA SANA DI MENTE COME FA A NON VOLERE UNA DISCARICA SOTTO LA PROPRIA CASA, DEV'ESSERE PER LO MENO UN DROGATO O UN FOLLE CON ARMI!!

CHISSA SE QUESTA STESSA EFFICENZA CI SAREBBE SE DOVESSERO ANDARE A CERCARLE A CASA DEI BOSS DELLA CAMORRA.

Carmine Crocco Donatelli (vive) Commentatore certificato 27.10.10 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Eehhh!.......ma veramente.....Non c'è cazzi....qui bisogna organizzare UN MEGA SCIOPERO NAZIONALE...tutti fermi.....ad oltranza....fuori tutti dal Parlamento....strappare le tessere sindacali....
sono 16 anni che c'è il problema rifiuti...e si perquisisce le abitazioni.........mah...roba da matti...dove sono i chiaccheroni dei sindacalisti Bonnanni,Angeletti,Epifani.........tutti zitti....FEZ e Manganello.....così si tacita chi si oppone....SCIOPERO, SCIOPERO, BLOCCHIAMO TUTTO......

roby f., Livorno Commentatore certificato 27.10.10 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao ragazzi...
Ieri ho scritto un commento riguardante la crescente negazione di "libertà" che sta dilagando nei vari settori del nostro paese. Mi riferivo alla studentessa universitaria alla quale le forze dell'ordine hanno impedito di leggere e di rendere pubblico un suo pensiero.
Oggi ho letto delle perquisizioni a stralcio che stanno facendo nelle case dei cittadini campani.
CI DOBBIAMO SVEGLIARE E REAGIRE, siamo quotidianamente abusati da uno stato che vuole soltanto controllarci, manipolarci e zittirci, per dar tranquillamente spazio ai loro progetti di potere.
In questo caso specifico un libero e innocente cittadino che si trova un BUCO nella propria città, per essere riempito da veleni, che provocheranno problemi all'eco-ambiente circostante, comprese vite umane e bambini, secondo loro dovrebbe starsene zitto. E' vietato protestare pacificamente o ribellarsi ad un enorme manovra ILLEGALE (contro la legge) che lo stato sta compiendo fregandosene dei cittadini, dell'Europa della salute.
Questa finta democrazia che sbandiera la sua finta libertà di pensiero e di opinione è, a mio avviso, una "dittatura bianca" che , con strumenti democratici, ci tiene tutti sotto scacco. Ragazzi i fatti parlano, basta avere 2 occhi non per guardare ma per osservare e renderci tutti conto che il cittadino, popolo sovrano, non decide assolutamente nulla, serve soltanto per consumare, ecco il nostro scopo. Tutti i nobili "poteri" che i nostri padri hanno conquistato per noi figli, per molti sono inutili trasparenti e non efficaci. Io decido io dove e come vivere e se ciò mi è impedito da dei poteri forti, vi ricordo che siamo 60 milioni ti teste pensanti, siamo tanti, o sufficienti per ottenere una società giusta e migliore basta crederci e fare qualcosa, qualunque cosa PURCHè SI REAGISCA (vi prego).

Simone Gozzi, Roma Commentatore certificato 27.10.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cnn da strada sugli scontri a terzigno... notizie in musica e rime
http://www.youtube.com/watch?v=0xSQJ0puGk0

Davide Borri 27.10.10 12:07| 
 |
Rispondi al commento

da quelle parti manifestavano già 4 anni fa'

proprio lì vicino c'è una strada con decine di ristoranti dove si fanno i festeggiamenti di matrimoni, comunioni, etc etc ... ci andai per lavoro

la strada era bloccata da cassonetti bruciati, in pien luglio o agosto e si doveva deviare per strade interne

ma la situazione non venne a galla , solo DOPO ci fu la prima famosa 'emergenza rifiuti" ... che emergenza NON era, in quanto la situazione era già ampiamente conosciuta dai poteri forti

quando "il silvio nazionale" dovette fare bella figura ... fu solo allora che l'emergenza fu fatta scoppiare ad arte

questa è la verità

ci sono e c'erano interessi forti che vogliono/volevano che le cose accadessero in una certa sucecssione temporale : dare un senso all'inceneritore di acerra che , in realtà , non ha senso alcuno

dato che TUTTI gli esperti del settore affermano da dieci anni che la raccolta differenziata "porta a porta" ( mai nome più azzeccato per l'omonima trasmissione televisiva ;-))
è l'unico tipo di raccolta che fa raggiungere risultati altissimi di difefrenziata

ma così facendo si toglierebbero soldi alle mafie, a cui , invece, il silvio e quelli che l'hanno preceduto non vuole pestare i piedi

questa è la verità che TUTTI sanno, ma nessuno vuole ammettere pubblicamente

ci vorrebbe un magistrao "con le palle"

o , magari, un Tommaso Sodano che sta portando avanti una battaglia contro questi poteri forti, con tenacia, somemssamente, ma con continuità per far venire a galla la assoluta inutilità per la collettività dell'inceneritore di acerra, che sta tanto a cuore ad agnelli che l'ha costruito anche per dare elettricità a basso costo alla fiat di pomigliano che è ad uno schiocco di dita ), alle mafie ( per i trasporti e pechè vi miscelano anche rifiuti tossici)

chi non vede queste cose è in malafede o è un quaccquaraqua che non ha le palle per fare il politico

la guardie del corpo le dessero a chi davvero le se merita ...

Antonio P. Commentatore certificato 27.10.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non lasciamo soli gli abitanti campani.
Diamo sempre visibilità ai soprusi che sono costretti a subire.
Che almeno li subiscano alla luce del sole.
Governo Gomorra.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 27.10.10 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Il Regime ha paura di cadere e cerca di perpetuarsi con quello che ha a disposizione. Le leggi fatte da questo Regime non valgono un fico secco perchè appunto sono leggi del Regime per il Regime e non accettate dal Popolo.

giorgio peruffo 27.10.10 11:46| 
 |
Rispondi al commento

CITTADINI DI TERZIGNO...DENUNCIATE IN MASSA LE FORZE DELL'ORDINE PER ABUSO DI POTERE E VIOLAZIONE DI DOMICILIO...E PER QUANTI ALTRI REATI RITERRETE DI DOVERE DENUNCIARE. MA DENUNCIATE ALLA PROCURA DI NAPOLI.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 27.10.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

La cosa su cui mi soffermerei è questa:
NOI in provincia di Pisa abbiamo una discarica bella grande nel comune di Peccioli e nessuno alla sua apertura ha avuto nulla da dire.
Laggiù producono spazzatura, non fanno la raccolta differenziata, quindi impossibile riciclare alluminio, vetro e cartone (dove ci si può anche guadagnare)e non vogliono aumentare il numero delle discariche?? Se produci immondizia dove dovrebbe andare?bisogna pagare i tedeschi? oppure ogni discarica d'Italia si deve accollare ciò che producano in un'altra regione??C'è da dire che la protesta sotto forma di guerriglia è sicuramente stata organizzata da chi ha interesse a non avere discariche legali, perchè si sa che con le discariche abusive c'è chi ci fa fior di milioni di euro...poi è risaputo che lasciando un posto nel degrado è facilmente condizionabile a invertire i ruoli dei buoni con i cattivi. Lo Stato dovrebbe essere visto come buono, invece viene visto come il male e ciò mi lascia senza parole...Senza tralasciare il problema che nell'area vesuviana ci sono 500.000 persone a "rischio" ma anche li chissene fotte, tanto se il vesuvio erutterà ci sarà da fare lutto nazionale per tutte le povere persone che hanno costruito su un vulcano, stanziare miliardi di euro per le ricostruzioni e al solito chi ci guadagnerà??il problema base è quello della cultura personale e di conseguenza il modo di pensare, fino a che tutto rimarrà uguale nulla cambierà e lo schifo dei rifiuti andrà ad inquinare la natura unica e speciale di quella regione..Rimango sempre di più senza parole..Adesso la denuncia di perquisizioni porta a porta cerca di far sviare l'occhio sul problema più grande, gente armata contro le forze dell'ordine..Roba da dita in c...

Alberto Manfredi 27.10.10 11:30| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=7fvWvHfPRwo

fabio alberio 27.10.10 10:46| 
 |
Rispondi al commento

E certo...lo Stato e' debole con i forti e forte con i deboli...ora fossi in voi andrei io a casa dei poliziotti a vedere se hanno armi o droga avvalendomi dell'art. 3 della Costituzione...tutti cittadini sono uguali davanti alla legge senza distinzione di..etc etc
Poi, invece, hanno paura di andare a casa dei camorristi quelli veri...
Cari abitanti di Terzigno, cosa posso dirvi? Prima di tutto non fatevi intimidire da un legaiolo (Maroni)...si sa che i legaioli odiano i meridionali in genere e i napoletani in particlare. Se lo Stato non mantiene le promesse combattete per i vostri diritti, la vostra salute, la vostra vita.
Tanta tanta solidarietà e rispetto a voi.
In bocca al lupo.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 27.10.10 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, non è un mistero che quelle sono zone infiltrate dalla camorra. Se uno non ha nulla da nascondere che problemi ha? Dovrebbe aver paura di farsi intimidire dalla Camorra, non dalle forze dell'ordine! A me se frugano in casa o intercettano le telefonate non me ne può fregà de meno!

Libertà è legalità 27.10.10 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovrebbero applicare lo stesso principio a tutto il territorio nazionale. Magari scoprirerebbero Miccichè che sniffa al ministero e qualche altro stronzo a letto con qualche minorenne. Invece usando in modo cosi sciatto il potere dimostrano solo la loro debolezza nella gestione delle problematiche sociali e rafforzano la camorra. Troppo comodo maltrattare la povera gente onesta che lavora e protesta per non morire e non veder morire i propri figli nascosti dietro articoli e simboli di uno stato che ormai non rappresenta più niente e nessuno, oltre agli interessi molto personlai di un migliaio di lerci che vi si sono asserragliati dentro. Ho comprensione anche per i poveri operatori delle forze dell'ordine, sicuramente umiliati da un compito cosi schifoso e degradante. Inoltre questo modo di fare disinvolto e fascista (dico a Maroni), non fa altro che creare altri presupposti di violenza, magari più allargati e viste le reiterate minacce di uso delle armi da parte del suo partito di ignoranti, a ragion veduta dovrebbe usare lo stesso trattamento alla ricerca dei famosi trecentomila fucili.

Hulk Esposito 27.10.10 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi e Mussolini,sapete trovarmi la differenza?
Napolitano la città in cui sei nato sta soffrendo si può sapere cosa cazzo (scusate per il termine)stai facendo? fai finta di non vedere?
a tutta la nuova generazione italiana e a tutti i stranieri,benvenuti nel'italia fascista

Giuliano Antignano (spazzatour), giugliano in campania (NA) Commentatore certificato 27.10.10 07:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAPOLITANOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!! MA DOVE CAZZO STAI????????

camilla c. Commentatore certificato 27.10.10 07:23| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

la polizia, senza il filtro della magistratura, agisce cosi'.
ecco un altro motivo per cui la controriforma della giustizia non deve passare.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 27.10.10 05:41| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

LE PERQUISIZIONI?
QUANTO STA' SUCCEDENDO E' SOLO L'INIZIO...

il bello (o meglio il brutto) avverrà quando cominceranno a trovarvi in casa qualcosa di compromettente (messo da loro) e vi arresteranno tutti.

FABBRI A. 27.10.10 05:37| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI NON SCHERZATE NON SONO FESSO : IL GIOCHINO DELLE MAIL TENETEVELO PURE.........
HO 2 LAUREE E SONO UNO TRA LE "ECCELLENZE MORTIFIATE " COME DICE BEPPE.
BEPPE TANTO LE PROVE LE PORTERO' LO STESSO.
TI RIPETO : NON TI ADDENTRARE IN UN CAMPO MINATO......NON TI CONVIENE......ORMAI E' TROPPO TARDI...MENTRE TU E CASALEGGIO FATE I "GIOCHINI" QUI CI SPARANO AD ALTEZZA UOMO....
TANTO "TU NON MOLLI" E NEANCHE IO : POSSIAMO STARE QUI PER ANNI.
LA MIA FORZ A'E LA DISPERAZIONE DI UNO CHE STA INA GUERRA CIVILE .
RIPRETO A TUTTI QUELLI CHE MI ASCOLTANO : HO LE PROVE DI EMAIL E FILMATI CHE BEPPE E' UN VERO BLUFF E CHE NON GLI IMPORTA UN CAZZO DELLA GENTE COME NOI.
A VOI CHE ANCORA CI CREDETE : BEPPE E' STATO CAPACE DI DISTRUGGERMI UN SOGNO.
PRENDETE LE MIE PAROLE CON BENEFICIO DEL DUBBIO : PRESTO AVRETE LE PROVE.
BEPPE O CHI PER TE ) SMETTILA TANTO HO IL COLTELLO DALLA PARTE DEL MANICO.
L'UNICA SOLA COSA CH ETI CHIEDO E' UN PCO PIU' DI RISPETTO PER LA GENTE DI TERZIGNO.
TI CHIEDO DI NON CAVALCARE L'ONDA : TANTO QUELLO CHE HAI IN MENTE NON SI AVVERA' MAI.
QUESTO TUO COMPORTAMENTO NON TI PORTERA' MAI DA NESSUNA PARTE .
E' LA GENTE COME ME IL VERO ANTICORPO DELLA DEMOCRAZIA.
TI FACCIO IO IL GIOCHINO DELLE MAIL........
TIC-TAC-TIC-TAC--------
BASTA !
ABBI PIU' RISPETTO PER I TUOI INTERLOCUTORI.
RAGAZZI BEPPE VI TRATTA COME "MASSA".
1 VALE 1 CHE CACATA........
CI AVETE FATTO CASO CHE NON CAMBIA MAI GLI SPOT E CHE MARTELLA SOTTO OGNI VIDEO "OGNUNO VALE UNO"........USO SPOT...IO CI HO PENSATO SOLO ADESSO.....PENSA A QUANTO CI HA MARTELLATO.
RAGAZZI QUANDO VI SVEGLIERETE DAL SONNO SARO' QUI AD ASPETTARVI........
A CHI MI CRITICA IN BUONA FEDE DICO : TI AUGURO DI SVEGLIARTI PRESTO
A CHI INVECE E' IN CATTIVA FEDE DICO UN BEL VAFFANCULO CIRCOLARE.....
RAGAZZI TANTO NON CI FATE NULLA TRA POCO INONDERO' IL BLOG DI PROVE CHE CONFERMANO LE MIE TESI......
ADESSO CAPISCO QUELLO SGUARDO TUO "PENSOSO"QUANDO TI INCONTRAI..... IO PARLAVO COL CUORE E TU SAPEVI DI MENTIRE.
NON TI PERODONERO' MAI.


RAGAZZI : POTRETE NON CREDERMI MA SONO LA PROVA VIVENTE CHE SU QUESTO BLOG ESISTE CENSURA.........
HO DOVUTO CAMBIARE EMAIL PER POTER COMPARIRE NUOVAMENTE .
IL TUTTO SEMPLICEMETE PERCHE' HO DETTTO LA VERITA' : IO RESIDENTE IN UN PAESE VICINO TERZIGNO E GRILLINO (PRATICANTE) VI DICO .......
OGGI HO LE PROVE CHE BEPEP NON E' QUELLLO CHE SEMBRA.
VI PORTERO' DEI VIDEO E DELLE MAIL CHE DIMOSTRANO CHE BEPPE E' STATO INFORMATO DECINE E DECINE DI VOLTE SULLA QUESTIONE TERZINGO E' CHE NON SI E' MAI DEGNATO DI RISPONDERE NEANCHE UNA VOLTA , E LUI NE LE 5 STELLE......
MI HANNO BANATO SOLO PERCHE' HODETTO L AVERITA' : CH ELUI NON SE NE FREGA DAVVERO UN CAZZO DI NOI POVERI CRISTI CH E'E TUTTA UNA MONTATURA...
SE NO NMI CREDETE SCRIVETE VOI STESSI QUI http://vesuvioinlotta.blogspot.com/ CHE SONO I COMITATI CITTADINI CHE DA ANNI SONO IMPEGNATI EPR LA LOTTA A TERZIGNO : NON HANNO MAI VISTO NE BEPPE NE QUELI DELLE 5 STELEL DI NAPOLI.
NESUSNO SI E' MAI VISTO OD ABBIA DATO MAI SEGNI DI ADESIONE : SI LIMITANO A CAVALCARE L'ONDA ....NIENTE DI PIU' ,COSI'COME HA FATTO MINZOLINI.
BEPPE SEI UN BLUFF : OGGI NE HO LE PROVE .
A TUTTI QUELLI CHE MI LEGGONO LO SO CHE E' DIFFICILE CREDERLO MA VI PREGO : PRENDETE QUESTE MIE PAROLE CON IL BENEFICIO DEL DUBBIO.
TANTO A BREVE PORTERO' EMAIL E VIDEO A SUPPORTO DI QUESTA TESI.
RINNOVO L'INVITO A BEPPE : SMETTILA ORMAI TI HO SGAMATO......
E' INUTILE!
E' TUTTO INUTILE!
PURE ALLE 5 STELLE : RAGAZZI FATE BENE A NON FARVI VEDERE QUI IN ZONA .......NON AVRETE MAI PIU' UN SOLO VOTO.
STO SVEGLIANDO DAVVERO LA GENTE SUL TERRITORIO : A TUTTI QUELLI CHE LEGGONO......
NESSUNO DI LORO SI E' MAI FATTO VEDERE.......SOLO SOTOT ELEZIONI.......
MA QUESTA VOLTA E' DIVERSO : ABBIAMO CAPITO TUTTI QUI A TERZIGNO.
BEPPE NON TE NE FOTTE UN CAZZO.
VA BENE MA ALMENO STAI ZITTO.
BRAVO FAI COME IN QUESTO POST : ATTIENITI A GIRARE LA NOTIZIA E BASTA.
TI HO GIA' DETTO CHE TIS TAI MUOVENDO SU DI UN CAMPO MINATO: LA QUESTIONE TERZIGNO ED IL TUO MARCIARCI OLTREMODO TI SI RITORCERA'


Rifiuti, centinaia di cittadini si rivolgono alla procura e ai lettori del Fatto


26 ottobre 2010

Rifiuti, centinaia di cittadini si rivolgono alla procura e ai lettori del Fatto
Il fronte della protesta si sposta dalle piazze alle procure. Della discarica Sari, del suo utilizzo o eventuale sequestro, presto dovrà occuparsi la procura di Nola: 718 cittadini dei comuni di Boscoreale, Terzigno, Boscotrecase, Trecase, Pompei, San Giuseppe Vesuviano, Torre Annunziata e Scafati, hanno firmato una denuncia che sarà presentata al procuratore di Nola. Nell’esposto – curato dagli avvocati Teresa Onesto, Alfonso Annunziata e Daniele Rossetti – si denuncia “il disagio procurato dalla apertura della discarica S.A.R.I. nel Comune di Terzigno e dalla sua pessima gestione”. “Decine di migliaia di persone – si legge nel documento – vivono una quotidiana preoccupazione riguardo i seri pericoli che alla loro salute possono derivare – e verosimilmente deriveranno – dall’inquinamento delle falde acquifere, dell’aria, delle terre coltivabili nelle zone circostanti la discarica; circostanze queste tutte documentate dai numerosi rilievi effettuati”. Nella denuncia si legge di “strade insudiciate dal percolato, perso da camion non a norma, lungo il percorso verso la discarica”, dello sversamento in discarica di “rifiuti altamente pericolosi, che l’impianto non è deputato a raccogliere”, del sequestro di un “camion contenente rifiuti radioattivi”. I manifestanti, in queste ore, stanno raccogliendo ulteriori firme da aggiungere all’esposto presentato in procura, e capire se è configurato il reato previsto dall’art. 674 c.p. (getto pericoloso di cose [...], chiunque getta o versa, provoca emissioni di gas, di vapori o di fumo, atti a cagionare tali effetti, è punito con l’arresto fino a un mese [...]),..

continua:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/26/rifiuti-centinaia-di-cittadini-dei-comuni-vesuviani-si-rivolgono-alla-procura/73674/

manuela bellandi Commentatore certificato 27.10.10 02:28| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema è lo stesso usato nel ventennio,in sud america e in tutti i regimi totalitari per reprimere il dissenso.
Le SS sono in mezzo a noi combatterle è un dovere civile. Stanno usando i gas cs, noti ai genovesi nel 2001.
Fermiamoli senza se e senza ma!

Pierugo Bertolino 27.10.10 01:57| 
 |
Rispondi al commento

Fa bene ricordare le ragioni della protesta:

Riassumo semplicemente il comunicato stampa del Coordinamento Regionale Rifiuti Campania (http://www.rifiuticampania.org/)

La legge emergenziale n.123/08 autorizza a bruciare anche i rifiuti indifferenziati, consentendo ai gestori di tali impianti di intasare i soldi dei contribuenti italiani derivanti dai CIP6: soldi pubblici.

In questi anni il governo ha varato un’interminabile catena di ordinanze e leggi emergenziali “in deroga” ad interi settori della normativa italiana ed europea, calpestando anche i diritti fondamentali dei cittadini campani, come il diritto alla salute e ad un ambiente salubre che consenta una vita dignitosa senza la continua e fondata paura di vedere i propri cari ammalarsi gravemente.

La gestione commissariale ha imposto per anni l’apertura di nuove discariche di tal-quale, quasi sempre fuori norma e quasi sempre realizzate in luoghi inadeguati per le loro caratteristiche idrogeologiche, spesso servite al duplice scopo di “risolvere” in modo grossolano una “emergenza rifiuti” creata ad arte (anche grazie all’appoggio di media compiacenti o superficiali) e di coprire con una montagna di rifiuti urbani indifferenziati ogni tipo di sversamento illecito, sovrapponendo ad uno strato di rifiuti tossici uno strato di “monnezza” ordinaria.

L’emergenza di questi giorni potrebbe essere fronteggiata immediatamente con una separazione della frazione umida dei rifiuti (scarti alimentari e vegetali) da quella secca (carta, plastiche, vetro…): la frazione umida, recuperata attraverso una raccolta differenziata porta a porta, potrebbe essere subito trasformata in sostanza nutriente per i suoli, evitando in tal modo il pericolo sanitario delle sostanze organiche in putrefazione per strada o del percolato prodotto nelle discariche di tal-quale.

Inoltre gli impianti di CDR potrebbero essere riadeguati in modo tale da separare le diverse frazioni secche e recuperare i flussi di ma

Marco Paladini 27.10.10 01:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scoperta nuova discarica abusiva.

Spazio: Iss 'scansa' oggetto sconosciuto

Riuscita manovra per evitare collisione con spazzatura spaziale.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 27.10.10 00:55| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE L'art 41 del t.u.l.p.s. parla esclusivamente di armi, munizioni e materiali esplodenti, e non di droga, per essere effettuata la P.G. deve avere notizia (oggettiva) anche per indizio, che nei locali che verranno perquisiti vi siano le armi. Ripeto, la notizia deve essere oggettiva, non soggettiva, il mero sospetto o convincimento personale, non basta. Le perquisizioni effettuate senza oggettività sono delle perquisizioni arbitrarie e si rientra nei casi previsti dall'art. 609 del codice penale.!!!!

raffele tornello 27.10.10 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Maroni:-”Faccio un invito a tutti a deporre le armi, altrimenti sarà necessario intervenire in modo più duro di quanto non si è fatto finora.” –
Signor Maroni, dove stanno e quali sono le armi.??
Forse ha scambiato il.…rosario per pallottole e P38.??
Lei ed il SUO governo può mettere in campo le armi che preferisce.-
Noi ...qua stiamo, ci faccia sapere.!! –
Ma ancora non è nato il “leghista” che possa intimorirci.—---
Ma se crede che il suo governo può fare qualcosa per questo territorio devastato e martoriato,(terra felix da tempo immemorabile) è quello di provvedere a bonificare in profondità e completamente tutti i siti, legali e non, dell’intera Campania.-
Questo ad iniziare da oggi e non già ai….vostri comodi.!!
Di armi poi, se vuole, ne possiamo sempre riparlarne.- Come si diceva:- Noi qua stiamo.!

michele p., battipaglia Commentatore certificato 27.10.10 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Lontano dai riflettori e dai microfoni il governo sta lavorando per trovare un'alternativa concreta all'apertura di cava Vitiello, poche centinaia di metri da quella della discordia, cava Sari, a Terzigno, su cui da ieri e' in atto una serie di controlli e di analisi. La soluzione - secondo quanto Asca apprende da autorevoli fonti - sarebbe quella di aprire la discarica di Andretta, in provincia di Avellino. Il sito viene indicato nell'art. 9 del decreto legge poi convertito dal Parlamento (legge 120 del 2008) fra quelli eventualmente utilizzabili come discariche in attesa della costruzione dei tre termovalorizzatori della Campania (oggi e' attivo solo quello di Acerra, nel napoletano, mentre dovrebbero partire presto i bandi per la costruzione di quello di Salerno e Napoli est). Nel comune irpino del Formicoso, l'area indicata come possibile discarica e' una grande pianura non urbanizzata. Negli anni scorsi furono fatti i primi sopralluoghi e la zona venne anche recintata con filo spinato. Attualmente in Campania sono operative le discariche di Chiaiano (Napoli citta'), Terzigno, Savignano Irpino (Avellino), Sabnt'Arcangelo Trimonte (Benevento), San Tammaro (Caserta), Massa - Cava Soprana (Salerno) Due sere fa, in prefettura a Napoli, Bertolaso ha ricordato che l'elenco dei siti da adibire a discarica stilato nel 2008 e previsto dalla legge prevedeva discariche ''che non sono state aperte ma che rappresentano una 'riserva' da utilizzare in caso di necessita'''. Per rendere l'idea Bertolaso ha tracciato un parallelo con la ruota di scorta di un'auto: ''se tutto va a dovere non la uso, ma devo averla, perche' se buco la cambio e posso proseguire. Se non l'avessi dovrei andare a piedi''. E sulla reiterata richiesta dei sindaci del Vesuviano di cancellare cava Vitiello (ribadita oggi dopo un'altra riunione in prefettura) il capo della protezione civile ha rilevato ''ci sono altre tre ruote di scorta in altre province''.

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 27.10.10 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Una folta manifestazione, con la partecipazione di circa tremila persone, secondo gli organizzatori, e' in corso sulla rotonda di via Panoramica, la strada di accesso alla discarica Sari di Terzigno (Napoli). Al presidio formato dai residenti della zona vesuviana, si e' aggiunto il corteo proveniente dalla vicina citta' di Pompei e cui partecipano anche i cittadini di altri comuni, come Scafati. In corteo anche il sindaco di Pompei, Claudio D'Alessio e il sindaco di Boscotrecase, Agnese Borrelli. I manifestanti ribadiscono il no alla discarica nel Parco Nazionale del Vesuvio, evidenziano il carattere pacifico della protesta e intonano l'inno di Mameli.

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 27.10.10 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...Regime...

gianni f. Commentatore certificato 27.10.10 00:01| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

BASTA!!!! Basta soprusi! basta intimidazioni! Basta abusi di potere! Basta botte a chi difende la salute, propria e della collettività, a chi esercita il proprio diritto a manifestare! Basta denigrare, insultare, offendere la dignità di chi osa non sottomersi ai poteri forti, spesso collusi con la criminalità organizzata! Basta far passare per delinquenti chi lotta per i propri diritti! Bisogna denunciare! Denunciare tutto all'Europa, all' ONU... Basta prendersela coi più deboli e farla passare liscia ai veri delinquenti!!!

Piera Pareti 27.10.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci sono i Cesaroni
l'aria è pulita e profumata

guardate la tv

la tv fa bene

(polizia in casa? ...ma danno Carabinieri stasera?)

Roberto Foglino Commentatore certificato 26.10.10 23:31| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SIAMO PASSATI AI RASTRELLAMENTI COME FACEVANO NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE,ANZI SECONDA SEMPRE PEGGIO DEI NAZISTI NEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 26.10.10 23:24| 
 |
Rispondi al commento

e menomale che l'italia doveva essere un paese democratico, a me mi sa tanto che qui siamo arrivati ha una vera e propria dittatura. anche se a noi ci vogliono far credere che nn è per nulla una dittatura ma che siamo sempre in una democrazia. perchè loro nn possono entrarti in casa e perquisirtela così di punto in bianco.

daniele Batignani, firenze Commentatore certificato 26.10.10 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma Porco di unlasciamoperdere: un Magistrato con le palle c'è o sono tutti SCOGLIONATI da quelle parti?
UN CAZZO DI MAGISTRATO C'E' OPPURE NO?
Devo essere io, da privato cittadino, a fare un esposto sperando che qualcuno si degni (in barba all'art. 114 della Costituzione) a fare qualcosa?

PEZZI DI MMMERDAAAAA

Antonio C. 26.10.10 22:30| 
 |
Rispondi al commento

siamo in un regime totalitario oramai.
i governanti mangiano e rubano dappertutto e la povera gente che muore di tumori non può neanche aprire bocca.
capisco benissimo che le forze dell'ordine obbedicano agli ordini ma....il vecchio motto: SERVI DELLO STATO, a questo punto calza a pennello.
diamo il mancato impedimento anche agli abitanti di Terzigno: sono impegnati a manifestare e non possono presentarsi altrove.

massimo abbruzzetti 26.10.10 22:28| 
 |
Rispondi al commento

V E R G O G N A !!!!!!!


L'Aquila...i NO_TAV...Terzigno...


Ma che diavolo di democrazia è questa?

La nostra Costituzione è la migliore al mondo, ma CHI è che deve farla rispettare???


NAPOLITANOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

manuela bellandi Commentatore certificato 26.10.10 22:27| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Da Terzigno al Cile del Pinochet! Le strade non portano più a Roma.

vitaliano g., verona Commentatore certificato 26.10.10 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Fate la cacca nelle custodie di violino, si stancheranno presto di cercare mitra.

Giacomo Guzzoni 26.10.10 22:25| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori