Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Pesticidi negli asili


diserbante_a_domicilio.jpg
Asili senza insetti, ma irrorati dai pesticidi. Dopo l'aria inquinata arrivano i campi giochi avvelenati.
"Ciao sono la mamma di un bambino di 4 anni che frequenta un asilo in un comune vicino a Montecatini Terme, la settimana scorsa in questo asilo, mentre i bambini erano nelle aule senza nessun avviso, è stato dato del veleno in tutto il giardino e sopra i giochi, la motivazione perchè c'era sotto un'albero un nido di vespe.... mi chiedo e normale questo uso indiscriminato di disinfestanti pesticidi, veleni... sopratutto dove ci sono i bambini, mio figlio, sale sulla giostra e poi si mette le mani in bocca ha 4 anni... Questa non è nemmeno la prima volta l'anno scorso c'erano le formiche, é regolare disinfestare nelle scuole con i bimbi dentro? Mi sono lamentata solo io...almeno gli ho chiesto "avvertite prima con un'avviso" e poi non credo che per levare un nido di vespe sia necessario dare del veleno, è come tagliarsi la testa per togliersi i pidocchi... Vi prego rispondetemi, mi sono sentita sola." Monica G.

14 Ott 2010, 19:26 | Scrivi | Commenti (61) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La durata nell'ambiente dipende dal tipo di prodotto. Molti prodotti considerati innocui hanno alta durata nell'ambiente. Altri si accumulano nei tessuti adiposi
Segnalo il seguente appuntamento:

http://retedellereti.blogspot.it/2014/02/roma-cnr-7-marzo-2014-insetticidi-loro.html

E il seguente approfondimento:
http://www.mieliditalia.it/index.php/api-agricoltura-ambiente/notizie-api-e-pesticidi/81395-francia-i-pesticidi-riconosciuti-causa-dei-tumori-del-sangue

pietro massimiliano bianco 03.03.14 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Salve,ho lavorato come disinferstatore per circa 6 mesi..
per le vespe basta il fumo e il liquido direttamente sul nido.
per quanto riguarda i pesticidi si dividono in 2 categorie: larvicida e adulticida durata 20 giorni. mi sembra che l adulticida sia piu pericoloso per la salute dell uomo. signora tenga conto che alla mattina presto mentre tutti dormono passa il furgone della disinfestazione lungo le strade della citta con un atomizzatore cha viene acceso alla partenza e spento alla fine di ogni via ogni venti giorno per tutta l estate....l insetticida finisce su tutto (sebbene atomizzato e quindi un quantitativo minimo), sugli orti confinanti con la strada..sulle pareti delle case confinanti con la strada sulle finestre sulle siepi dei marciapiedi.. percio "non abbia paura" i bambini che toccano con le mani tutto e le mettono in bocca sono "esposti al rischio" anche fuori dell asilo...e sopratutto nei parchi giochi dove la sera alle 23 viene spruzzato il pesticida.
quando ho eseguito la disinfestazione in un asilo non c era nessuno... ero comunque preoccupato.Comunque l importante é non inalarlo e comunque una ditta seria avrebbe dovuto avvisare e soprattutto limitarsi alle vespe.per diffondere pesticidi cerdo ci voglia l autorizzazione delle asl. i pesticidi non uccidono solo le zanzare e i parassiti ma moltissimi altri insetti utili.i rospi mangiano 10.000 larve di zanzare al giorno.
purtroppo la zanzara tigre si sta sostituendo a quella comune ma in italia e innocua.La zanzara se colpita da un quantitativo non sufficiente di pasticida e resiste ,muta , e le sue uova quindi i figli diventano resistenti allo stesso,percio si rende necessario inventarne sempre di nuovi.
I PESTICIDI SONO SOLO UN BUSINNES!!!
UN MULTINAZIONALE CHE PRIMA PRODUCEVA PAESTICIDI (DDT) ORA PRODUCE FARMACI....NO COMMENT
vedi video su youtube http://www.youtube.com/watch?v=eabgJArmDrE

lucalucaluca c., revine Commentatore certificato 18.10.10 12:29| 
 |
Rispondi al commento

prima premessa, faccio il disinfestatore
Ora solitamente il disinfestatore è l'ultima ruota del carro, il mero esecutore di una prassi consolidata esso sta tra l'incudine ed il martello da una parte si prende la denuncia da maestre e genitori tipo "A" se a seguito richesta intervento il famoso bambino allergico viene punto, dall'altra si prende querela da maestre e genitori "tipo B" per attentato all'ambiente ecc.
Sappiate anche che per eliminare nidi di vespe i prodotti che si usano sono dei PMC quindi NON etichettati come pesticidi e non soggetti a regole sulla vendita ne sui tempi di carenza del prodotto come i fitosanitari...ammesso che vengano controllati!!
L'intervento viene effettuato in pochi minuti e salvo eccezzionali circostanze basta davvero poco prodotto ve lo dico onestamente a mio avviso inquina molto di più il furgone dell'operatore che raggiunge la scuola che quello che viene rilasciato.
Poi per esperienza c'è da dire che insegnanti e genitori tante volte vivono in un mondo tutto particolare...ad esempio è capitato che un topolino entrasse in una dispensa di un asilo...intervenuti si è posizionato del vischio su supporti in cartone quindi nessun prodotto velenoso. Ste persona han poi scritto in giro che era un modo cruento e diseducativo...poi le stese persone quando hanno gli scarafaggi per casa usano dapprima litri di varecchina e spray nella vana speranza di liberersene e poi chiedo interventi radicali. Le più belle invece si hanno quando dicono "..ma usate veleno?" e che pensa la gente che con acqua calda e sapone si eliminino parassiti molto più adattabili di noi? Cominciamo magari a costruire e a vivere meglio tanti problemi potrebbero essere evitati con la prevenzione. Ad ogni azione corrisponde una reazione...la raccolta dell'umido e i composter domestici portano ad un proliferare di roditori così come lo zucchero in terra attrae le formiche. Comportamenti ecologici richiedono attenzione e tempo ma si guarda solo a prestigio ed estetic

filippo angeli 18.10.10 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Pericoloso o meno la sostanza usata (oggi si usano principi attivi veramente innocui per l'uomo) la lamentela è più che doverosa...

...solo che non essere lobotomizzati oggi in italia fa sentire veramente soli

Tranquilla non tutti sono così sono pochi e sono altrove ma la tua azione è stata normale anzi ECCEZIONALE vista il menefreghismo altrui...

è dura ma fregatene se ti prendono per "bastian contrario" perchè non sene renderanno mai conto forse ma sono loro a essere menefreghisti non tu a esser rognosa...

ai a. Commentatore certificato 16.10.10 10:56| 
 |
Rispondi al commento

A volte la chimica fa paura in realtà è doveroso informarsi di che cosa si utilizza.
La coca cola era un medicinale per l'acidità di stomaco, fa un male cane perchè ricca di acido fosforico e caffeina e chi la propina ad un bambino o adolescente sotto i 14-15 anni è un delinquente! L'aspartame "dolcificante" è nato come insetticida ed è cancerogeno però lo utilizziamo, la margarina è un grasso idrogenato pericolosissimo.

Quel che LEI deve per forza richiedere è che venga avvisata quando vengono utilizzati questi chimici perchè è meglio non essere in zona per circa 10-15 minuti dopo averli sparsi. Le api si rimuovono con fumo di carta bruciata perchè le stordiscono, le vespe non si stordiscono e non essendo utili come le api in passato si bruciavano, solo che può essere più pericoloso per l'uso di alcool o derivati, le formiche in casa sua utilizza un veleno tossico, i repellenti sono meglio anche se la cenere e l'aglio può dare ottimi risultati.

Ho 3 bimbi e non mi preoccupo eccessivamente di certi chimici l'importante è non essere in zona per i successivi 10-15 minuti, la stessa cosa che c'è scritta sulle piastrine delle zanzare VIPE!! Per la sfortuna di centinaia di cavie peruviane sono prodotti testati seriamente non come le attuali leggi! Si preoccupi di più dei metalli, dell'aluminio che usa per i cibi, della benzina che brucia ricca di benzene, deklla coca cola, della margarina dei dolcificanti, della lacca per i capelli, dei campi elettromagnetici dell'alta tensione, dei cellulari, dei cartoni animati moderni con troppi luci flash di esplosioni, delle vernici dei giocattoli economici, dei surgelati, degli antiossidanti dei prodotti a lunga conservazione, delle merendine e dell'olio del Mc Donald, delle carni rosse ormai gonfiate anche in Italia da anabolizzanti e proteine animali... ah dimenticavo DI BERLUSCONI & Co:!!!

Michele D 16.10.10 05:08| 
 |
Rispondi al commento

@Toffoletto
" Detto questo, è doveroso ricordare che, fortunatamente, ormai ci sono modi molto più sicuri ed efficaci d'agire, con preparati assolutamente selettivi ed a bassissimo impatto, tranquillamente utilizzabili anche negli asili!"

eh no! questo non lo puoi affermare, perchè falso!
Un insetticida selettivo? Me lo metti un link per favore? Non esiste!
Gli insetticidi sono tutti per forza NON selettivi. I più sicuri attualmente sono i piretoridi, che usano cose come cipertremine e tetrametrina, sono comunque prodotti chimici e non naturali, NON SELETTIVI come descritto nella scheda dei prodotti stessi, in cui c'è scritto anche di fare attenzione e non respirarli.
E comunque la sicurezza dei piretroidi è solo dovuta al loro recente utilizzo. In poche parole non ci sono molti studi ancora per essere sicuri. Uno studio del giugno 2010 mette già in relazione la cipermetrina con i tumori nelle mammelle nelle cagne! E anche in leucemia infantile:
"Association between prenatal pesticide exposures and the generation of leukemia-associated T(8;21)."
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17610268
"Malignant mammary tumor in female dogs: environmental contaminants."
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20587072
La sicurezza è solo una, con i prodotti chimici: non usarli.
Gente, state parlando di un nido di vespe COME SE FOSSE UNA BOMBA CHE STA PER ESPLODERE!! Oh! Sono vespe! Si distrugge il nido e fine. Ma non abita più nessuno in campagna a contatto con un pò di realtà?

Nicola Ulivieri, www.nicolaulivieri.com Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Monica, capisco il tuo timore e ritengo le tue perplessità assolutamente legittime, com'è ovvio succeda davanti a qualcosa che non si conosce. Indubbiamente hai fatto bene a protestare per l'omessa informazione, e mi stupisco che dall'istituto frequentato da tuo figlio nessuno si sia sentito in dovere di avvisare e spiegare. Ciò detto, ritengo sia il caso di riportare la discussione entro il limite dato dai fatti, senza sottovalutare nulla, per carità, ma anche senza catastrofismi. Se, come tu affermi, sotto un albero vi era un nido di vespe, vista la gravità del rischio, personalmente considero la decisione di operare una disinfestazione assolutamente sensata. Magari si può discutere sulle modalità con cui questa è stata fatta, ma certamente non sulla sua necessità. Peraltro, senza voler polemizzare, visto il contesto, nulla cambia se trattasi di vespe o di api, dato che i rischi connessi alla loro presenza non cambiano di molto. Ora, se chi ha operato la disinfestazione è legalmente autorizzato ed ha agito correttamente, certamente ha fornito alla direzione dell'asilo le schede tecniche e di sicurezza dei formulati usati, ed è tuo diritto chiederne copia. Sappi comunque che, al di là degli improbabili rimedi "fai da te" suggeriti dagli "alchimisti per caso", per le disinfestazioni in ambito civile non si possono utilizzare gli "agrofarmaci" (ex "Presidi Fitosanitari" detti anche "pesticidi"), ma si devono usare dei Presidi Medico Chirurgici autorizzati allo specifico impiego. Pertanto, dato che si parla di 1 (uno) solo intervento, se si è agito secondo i "santi crismi", considerando i formulati utilizzabili ed i loro dosaggi, (salvo non ci siano delle particolari sensibilità), direi che il rischio d'avvelenamento è piuttosto remoto. Detto questo, è doveroso ricordare che, fortunatamente, ormai ci sono modi molto più sicuri ed efficaci d'agire, con preparati assolutamente selettivi ed a bassissimo impatto, tranquillamente utilizzabili anche negli asili!

Lorenzo Toffoletto 15.10.10 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma di che ci lamentiamo, cari signori? 20 anni fa ve la ricordate la pubblicità dell'Ajax? quella con le donne che cantavano le lodi di questo prodotto con un'aria da opera lirica? Beh, all'epoca la pubblicità stava convincendo con successo le massaie che la casa doveva diventare come Mastrolindo ci diceva. Con mio stupore vidi che anche i maschi, ragazzi dico, canticchiavano quell'aria che era tipo 'Ajax sì ed è già finita'. Beh, oramai i signori della CHIMICA hanno già vinto la battaglia delle coscienze. Ora ti verrebbero a convincere anche di usare sostanze radioattive pur di sterminare i pericolosi nidi di vespa (strano come le vespe siano così tante, mentre le api siano sparite, nevvero?). Oramai siamo in loro balia. Informatevi, mentre loro ci addormentano le coscienze con i medicinali, i disinfettanti, i disincrostanti, i detergenti ecc. ecc. oramai ci hanno anche lavato il cervello. Volete di più? Beh, pare che 'big pharma' stia trovando il modo di far chiudere le erboristerie. Nel mentre gli OGM inquinano le piantagioni biologiche. Per questo sembra normale che davanti ai bambini di un asilo, già appestati da merendine conservate, cibi tossici, gas di scarico, nanoparticelle, vaccini vari e prevalentemente inutili (suina ecc), adesso sembra normale dico io anche di spargere queste schifezze chimiche sotto il naso dei bambini. E no che non lo è: una denuncia, per quanto inutile, sarebbe sempre il caso di farla.

A proposito, anche nei vs paesi stanno spuntando come funghi le ROTONDE, mentre l'asfalto tutt'attorno viene lasciato al degrado e al deterioramento? FACCIAMOCI SENTIRE, perché stanno sputtanando soldi nostri, mica loro!

S.m. 15.10.10 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Forse la signora preferiva il rischio di morte dei bambini dovuto alle punture delle vespe. O forse preferiva che spruzzassero insetticida quando i bambini erano fuori.

Vins la paz 15.10.10 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che cazzo! adesso che mangio solo verdure????????

giovanni miceli jesi 15.10.10 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace che i pesticidi siano stati trovati a Montecatini Terme...era meglio trovarli nell'asilo di (l)Adro, almeno si sarebbe fatto fuori qualche parassita legaiolo.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 15.10.10 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente ci sono delle formiche e altri piccoli insetti nocivi nell'ufficio del sindaco.........ma che pesticida usare?
Non molli Monica

Renzo Dalla Valle 15.10.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Signora Monica, ascolti una volta tanto una voce fuori dal coro: quì in Sardegna, nei giorni a cavallo tra settembre e ottobre, ci sono stati quattro casi d'aggressione da parte di sciami di vespe a persone che se ne andavano tranquillamente per la campagna. In due casi (un pastore di Sassari il primo d'ottobre e una signora anziana di Teulada il 28 settembre) c'è scappato il morto. Se fosse capitato a sua figlia ora lei starebbe a strepitare contro l'amministrazione comunale che NON ha disinfestato il parco della scuola... o sbaglio?

Pierangelo Tendas, Tempio Pausania (OT) Commentatore certificato 15.10.10 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Monica G.,
siamo in tanti a combattere contro questo rimbambimento collettivo da pesticidi.
Nel nostro comune abbiamo iniziato questa battaglia:
http://www.facebook.com/pages/No-alla-disinfestazione-contro-le-zanzare-presso-le-abitazioni/138447642856236
Se qualcuno vuole può scaricare da questa pagina FB il nostro modulo per raccolta firme ed adattarlo al suo Comune.
Inoltre vi trovate diverse informazioni su studi scientifici su questi prodotti e altre cose.

Direi che questa gente, prima di tutto, dovrebbe disinfestarsi il cervello.

Nicola Ulivieri, www.nicolaulivieri.com Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"mi sono lamentata solo io"...

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 10:24| 
 |
Rispondi al commento

non sentirti sola, hai perfettamente ragione, siamo arrivati al punto che gente assolutamente ignorante fa un uso indiscriminato di insetticiti con assoluta noncuranza.
Sono i tempi moderni governati da una maggioranza di ignoranti che ritroviamo in ogni settore ed in ogni strato sociale.
Occorre vigilare sempre piu', purtroppo per noi e' una fatica assoluta! Ma non abbiamo alternative, come denunci, ci troviamo praticamente sotto attacco ! ... vigilare e denunciare proprio come hai fatto tu e' a mio parere l'unica reazione valida! ... dopo, altri ci seguiranno vedrai !


Marco Sala, Sesto San Giovanni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, intanto inizio col dire che queste lamentele da bar non dovrebbero essere pubblicate...abbiamo cose piu serie di cui discutere.
Primo perchè non si sa neache cosa spruzzano in questo asilo...si parla subito di veleno..pesticidi.. e cose tossiche ... e magari sono banali dissuasori di insetti, che a volte possono essere anche naturali. Poi se sei l'unica che si lamenta ci sarà un motivo... non è che per caso hai esagerato e sei la solita mamma apprensiva che cerca di proteggere e tenere sempre con se il figlioletto indifeso?? Vi dico una cosa: I giardini delgi asili vanno disinfestati!!! Allora ci sono si le vespe..le zanzare..qualcuno potrebbe acnhe essere allergico alle vespe e rischiare di morire... vostro figlio se il giardino dell asilo non è trattato anti zanzara in 5 minuti che è fuori viene butterato di punture..poi quando lo portiamo a casa ci lamantiamo... poi comunque ci sono una serie di PARASSITI... per esempio i vermi della sabbia.. ma anche nelle feci dei cani e gatti che magari di sera usano il giardino dell asilo come lettiera, che sono pericolossimi!! Questi parassiti ataccano in rari casi ma quando li presni restano per anni nel tuo organismo e ti danneggiano dall interno e si rischia di perdere la vista o avere danni permaenti. E facile parlare appena si vede qualcuno spruzzare qualcosa sui girdini delgi asili... primo informarsi su cos'è e perchè lo spruzzano... mettereste a rischio la vita di vostro fgilio per un principio?? Forse questa mamma si .. infatti è SOLA!! E spero che cosi rimanga.. gente di metalita chiusa e bighotta che poi a casa magari mangino solo cose confezzionate con conservanti che fanno il triplo peggio! Se poi tuo figlio prende un parassita o viene punto da una vespa e scopri che ha un shock annafilattico non venire a dire come mai non hanno dato qualcosa per allontare le vespe...

daniele l., modena Commentatore certificato 15.10.10 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come tutti sanno le api sono protette...e per non incorrere a problemi spesso i "Disinfestatori" dicono che trattasi di vespe...non serve una laurea in entomologia.

Comunque un pericoloso nido di vespe puo' essere tranquillamente annientato con in "Ghiaccio"...esistono bombolette anche in commercio.
I poveri insetti a sangue freddo cadono aterra stecchiti con il getto a basse temperature.

E' noto inoltre che le vespe una volta rimosso il nido non tornano nella zona, basta nel caso usare l'insetticida solo nella parte occupata dalle vespe stesse.

Puo' succedere che le stesse usino anfratti di vario tipo per il loro nido, ma se esiste la necessita' di irrorare una parte rilevante di un giardino pubblicon con un disinfettante...per prima cosa bisognerebbe sapere quale principio attivo hanno usato e la persistenza dello stesso, per cosi' imperide l'accesso del giardino spece ai bambini per il periodo di persistenza dell'insetticida.

Una bel esposto ai carabinieri per attentato alla salute pubblica non guasta.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 15.10.10 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto il rispetto per la signora e del bimbo (anche io ne ho due)
credo che una lettera del genere potesse essere pubblicata anche su "gioia" o "grazia". Non credo che il blog di grillo sia la panacea a tutte le sfighe d'italia. Quindi dobbiamo imparare noi stessi a frantumare gli zebedei agli amministratori, locali in questo caso.

andrea rizzi 15.10.10 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Raccolga le firme di altri genitori o andate insieme a denunciarli, questo catto-pedofilo di paese, che difende la vita solo dell'embrione, si vede solo per bieco opportunismo ideologico e poi lascia le madri, DONNE senza lavoro, come abbiamo visto ieri le signore dell'OMSA e considera i suoi figli solo carne da macello, cosa vuole che si preoccupi dei pesticidi, é una vergogna, li denunci.......

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Lei non deve avere la sensazione di sentirsi sola.
DEVE AVERNE LA CERTEZZA.

Lei è sola.
Come tutti .

Paolo Piconi Piconi paolo (m.a.d.r.e.i.t.a.l.i.a.n.a.), Roma Commentatore certificato 15.10.10 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Monica, capita spesso a chi usa il cervello di sentirsi solo in qs paese: prima però accertati di quanto sostieni, a me sembra assurdo che in un luogo frequentato da maestre che studiano pedagogia e balle varie succeda questo senza che nessuno lo faccia notare, di solito le mamme si interessano di qs cose, poi fai una lettera al comune, assessore di competenza e cc la asl, sindaco e rappresentante dell'opposizione , e aspetti una risposta scritta.Al limite informa pure i medici del paese.

PS:Il M5S stà preparando un politicida per i parassiti che infestano il paese ?????

capitan harlock 15.10.10 07:45| 
 |
Rispondi al commento

...poi tutti con le allergie....e via dal farmacista

roberto scuro (uccello scalciante) Commentatore certificato 15.10.10 03:14| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo all'irrorazione di pesticidi nell'ambito urbano o abitativo esiste una legge ben precisa che lo vieta, con pesanti sanzioni per chi non si attiene. Questo ovviamente i comuni lo devono sapere. Inoltre irrorare pesticidi per un nido di vespe è veramente da idioti. Resto a tua disposizione. Bruno

bruno bianchi 15.10.10 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Dovresti denunciarli e sollecitare anche le altre mamme a farlo.Almeno una lettera firmata da tutte le mamme perchè la cosa non si ripeta ancora.Ciao e in bocca al lupo

Giovanni C., terni Commentatore certificato 15.10.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Hai visto qualcuno con la maschera che nebulizzava qualcosa ed hai tratto apprensive conclusioni. Se tu andassi ad informarti nel tuo Comune ( e sottolineo TUO perchè ti appartiene), scoprirai, molto probabilmente, che tutti i comuni sono provvisti di accessori per produrre fumo, poichè pare sia il metodo migliore e più salubre per scacciare gli intrusi pungigliuti. C'è anche chi consiglia, ma questo più a livello domestico, di far bruciare qualche chicco di caffè in prossimità della tapparella, persiana o sottotetto invaso da questi insetti. Chiaramente i chicchi di caffè vanno messi in un piccolo contenitore metallico e lontano da tendaggi o cose non ignifughe... pare proprio che il metodo sia efficace e certamente non eccessivamente dannoso per le vie respiratorie. Informati nel tuo Comune e se hanno usato metodi "forti e tossici" vai da un giudice civile e denunciali. Giorgio Gaber diceva che la libertà non è star sopra un albero o occupando un'area ma la libertà è partecipazione. Partecipa... vai in Comune e educatamente chiedi delucidazioni... e molto probabilmente ti parleranno di fumo e non di chimica. Lo spero...

franco Muzzi 15.10.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/MAPPASITO.HTM

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 14.10.10 23:24| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LASCIATE LASCIATE GLI ASILI FUORI DAI PESTICIDI,I PESTICIDI PULTROPPO UCCIDONO INSETTI BUONI E CATTIVI NON I BAMBINI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 14.10.10 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Monica,nn sei tu la strana ma loro.Io ho una figlia di 5 anni e nel suo asilo le disinfestazioni in giardino nn si fanno.Per un nido di vespe hanno kiamato i pompieri quando i bimbi nn c'erano.Delle piante ke avevano dei pidocchi sono state potate.Devi farti sentire,nn credo ke la legge lo consenta

trisha king 14.10.10 22:01| 
 |
Rispondi al commento

PRONTO NUOVO ATTACCO ALLA COSTITUZIONE DA PARTE DEL PDL(PARTITO DEI LADRI) E DEI LECCHINI DEL NORD

Consulta, ipotesi del Pdl: per bocciare
una legge necessari i due terzi dei voti
La bozza prevede una maggioranza più ampia
per ogni pronuncia su leggi esistenti o da approvare

Consulta, ipotesi del Pdl: per bocciare
una legge necessari i due terzi dei voti

La bozza prevede una maggioranza più ampia
per ogni pronuncia su leggi esistenti o da approvare

ROMA - Per bocciare una legge o un atto avente forza di legge la Corte Costituzionale dovrebbe deliberare a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti. È questa una delle novità dell'ultima ora entrate a far parte - secondo quanto si è appreso da fonti qualificate - della riforma della giustizia per via costituzionale. Si tratta di una delle più recenti versioni di bozze su cui i tecnici del Pdl sono al lavoro e su cui però è ancora aperto il confronto con Fli e Lega per tentare di arrivare a una sintesi in vista del Cdm della prossima settimana. Le bozze prevedono, tra l'altro, la separazione delle carriere di giudici e pm e la creazione di due distinti Csm.

Uno dei tanti 14.10.10 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Salve Monica

Io di lavoro studio le malattie nervose e sul Parkinson in particolare (manco a dirlo vivo e lavoro all'estero da diversi anni...). Ci sono evidenze assolutamente solide e fondate che dimostrano come l'esposizione ai pesticidi sia associata - e INDUCA - il morbo di Parkinson. Se ti serve, saro' felice di fornirti articoli scientifici in merito.
Nel frattempo, protesterei con l'asilo.

Ciao
Pietro

Pietro Bernardi Commentatore certificato 14.10.10 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sei sola, solo che gli altri non sanno perchè ti lamenti,
è un mmondo pieno di idioti.
solo un malato mentale può ordinare quello che ha fatto fare senza neanche avisare.

al casula, cagliari Commentatore certificato 14.10.10 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione: è come prendere il mitra per cacciare le mosche.
Forza, non mollare.

Alberto Carissimi 14.10.10 20:53| 
 |
Rispondi al commento

robe dell'altro mondo
robe da italiani

Simone90 P. Commentatore certificato 14.10.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Due revisioni sistematiche hanno analizzato gli articoli pubblicati tra il 1950 ed il 2009 relativi alla comparsa di leucemia nei figli di genitori esposti ai pesticidi professionalmente (Wigle DT, Turner MC, Krewski D. A sistematic review and meta-analysis of childhood leukemia and parental occupational pesticide exposure - Environ Health Perspect, 2009;117: 1505-1513) o per uso domestico (Turner,Wigle,Krewski Residential pesticides and childhood leukemia:a systematic review and meta-analysis - Environ Health Perspect, 2010;118:33-41). La prima revisione riporta i risultati di 31 studi, di cui 26 studi caso-controllo e 5 studi di corte. Le leucemie infantili non erano associate ad esposizione occupazionale paterna ai pesticidi in generale; al contrario l’esposizione occupazionale materna prenatale ad ogni tipo di pesticida era associata ad un aumentato rischio di leucemie infantili (OR = 2.09; 95% CI, 1.51–2.88). Il secondo lavoro ha analizzato 17 studi caso controllo, 2 mostravano una correlazione positiva tra uso preconcezionale di pesticidi domestici e leucemie (OR = 1.92; 95% CI, 1.34–2.74); 11 documentavano una correlazione significativamente positiva tra esposizione in gravidanza e leucemie (OR = 1.54; 95% CI, 1.13–2.11). La leucemia infantile è associata a polimorfismi genetici in geni che codificano enzimi responsabili del metabolismo dei contaminanti chimici. I soggetti portatori di queste mutazioni avrebbero una minore capacità di eliminare i suddetti contaminanti, i quali potrebbero avere un ruolo cancerogenico. Per questo motivo, quindi, l’esposizione parentale ai pesticidi, in soggetti geneticamente predisposti, potrebbe essere causa di leucemia. Infine un terzo studio caso controllo (Nielsen S, McKean-Cowdin R, Farin FM et al. Childhood brain tumors, residential insecticide exposure, and pesticide metabolism genes - Environ Health Perspect 2010;118:144-49) si è posto l’obiettivo di verificare se alcuni polimorfismi dei geni implicati nel metabolis

giuseppe gagliardo 14.10.10 20:38| 
 |
Rispondi al commento

siamo governati da incompetenti che perseguono fini di dubbia utilità.

alessandro mucci 14.10.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

E' l'inarrestabile assenza di professionalità che invade il mondo e specialmente l'Italia.
Sicuramente ci sono indicazioni precise per l'uso del prodotto ma tanto "ho sempre fatto così ed è sempre andato bene" o "va bene lo stesso".
Senza contare che come hai detto te, perché dare un insetticida se gli insetti li rimuovi?
E tutti zitti ovviamente.

antonio marcheselli, Signa (FI) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.10.10 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta si usavano i gatti per i topi,gli uccelli per le vespe etc. etc. invece di questi prodotti con cui i soliti noti ci guadagnano e noi prendiamo malattie di ogni tipo(tumori,asma,riniti etc.etc.).Ogni insetto ha chi lo mangia in natura,ogni animale ha il suo predatore che ne controlla la proliferazione,noi invece per colpa di qualcuno ci ammaliamo.

angelo c 14.10.10 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace che eri sola a lamentarti! Io mi ci trovo spesso sola in situazioni come la tua, sembra che la scuola non sia di competenza dei genitori, per molti credo che la scuola (tutta) sia un parcheggio!
Non mollare e fai una richiesta scritta in comune per capire il perche di una tale scelta!

Emma P., perugia Commentatore certificato 14.10.10 20:01| 
 |
Rispondi al commento

x un nido di vespe si fa una disinfestazione? che comune che avete!! io lavoro in un nido e si fanno solo le deratizzazioni il venerdì a struttura chiusa noi però rompiamo tanto come personale

silvana m. Commentatore certificato 14.10.10 19:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori