Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il crollo dell'edilizia

  • 835


costruzioni_investimenti.jpg

L'Italia del cemento che ogni settimana fa scomparire ettari di terra è in crisi. Dalla bolla del 2008 l'edilizia ha perso 210.000 occupati che arriveranno a 290.000 nel 2011 considerando i settori collegati. Spiace per i posti lavoro perduti e che si perderanno, ma è una buona notizia per l'Italia cementificata. Negli ultimi dieci anni l'Italia si è deindustrializzata, con la chiusura di centinaia di aziende, per la loro contrazione, come è avvenuto per Telecom (con 50.000 dipendenti in meno), Olivetti, Alitalia, Italtel, e per lo spostamento all'estero di società storiche come Omsa e Bialetti (che continuano però a usare il marchio made in Italy). Nello stesso periodo i terreni coltivabili si sono trasformati in palazzi, strade, capannoni industriali, ipermercati. L'agricoltura ha perso quote di mercato e occupazione. Nel frattempo, in controtendenza, l'edilizia ha avuto un orgasmo cosmico con una curva di crescita portentosa. Dai 90 miliardi di euro del 1998 si è arrivati al picco di 120 miliardi di euro del 2007. Il grafico dell'Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) sembra un'erezione fallica con un'improvviso coitus interruptus nel 2008 quando il mercato è crollato in verticale ritornando indietro di un decennio in soli tre anni.
L'Italia deindustrializzata e con un'agricoltura in agonia per mancanza di una politica nazionale e di una vera classe imprenditoriale, si è gettata nel business più semplice, la distruzione del territorio, delle città, del paesaggio, del turismo. Il riciclaggio del denaro della criminalità organizzata, le tangenti istituzionalizzate, il concetto di "lavoro, lavoro, lavoro" (per dirla alla Fassino) senza un'idea del futuro, l'utilizzo delle aree edificabili per lo smaltimento di rifiuti tossici (come Santa Giulia e Bisceglie a Milano), le cooperative rosse-nere-bianche collegate ai partiti come nel caso della Tav in Val di Susa, i comuni asserviti ai grandi costruttori, i prestiti alla ca..o delle banche, le Grandi e Piccole Opere Inutili, tutto questo ha creato una corsa all'oro grigio.
Nonostante questa orgia di edilizia e un'offerta superiore alla domanda i prezzi sono aumentati in modo indiscriminato, con solo una leggera contrazione nell'ultimo periodo (solo lo 0,3% nel primo semestre 2010). Per comprare un bilocale in città bisogna pagare un mutuo per vent'anni, peggio degli schiavi dei Faraoni. Il valore delle case, per la legge del mercato, dovrebbe essere almeno la metà. Nei grandi centri il numero degli uffici e degli appartamenti vuoti, spesso interi edifici, è altissimo. E' sufficiente percorrere una via a piedi per trovare avvisi affissi più o meno in ogni portone. E' chiaro che esiste un cartello che controlla i prezzi che può essere riferito alle banche, che hanno erogato prestiti miliardari, e ai costruttori, che dovrebbero rivedere il loro bilancio e forse portare i libri in tribunale se dovessero svalutare gli immobili.
Dal documento "Osservatorio congiunturale sull'industria delle costruzioni" dell'ANCE: "La contrazione del numero di abitazioni compravendute negli ultimi tre anni (2006-2009) non è stata accompagnata da una significativa diminuzione dei prezzi medi. I valori degli immobili hanno manifestato le prime variazioni negative solo a partire dal primo semestre 2009 e risultano comunque di piccola entità." Nessuno compra, nessuno affitta, i prezzi non scendono e vogliono continuare a costruire. Quanto può durare?

Calendario dei Santi Laici 2011

Il calendario dei Santi Laici 2011
Centinaia di omicidi e decine di stragi dal dopoguerra non hanno ancora un mandante. Quanti sanno e rimangono in silenzio?
E' questo che nutre il Potere, l'indifferenza degli italiani.

Acquista oggi la tua copia a prezzo libero.

lasettimanabanner.jpg

19 Nov 2010, 15:21 | Scrivi | Commenti (835) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 835


Tags: affitti, Ance, Bisceglie, crisi, edilizia, Santa Giulia, tangenti

Commenti

 

Anche io sono nel campo dell'edilizia mi occupo di noleggio piattaforme aeree, mezzi movimento terra, noleggio furgoni e veicoli commerciali. Il periodo è difficile a causa del calo di lavoro, purtroppo il mercato è quasi immobilizzato, ma la causa è dovuta sopratutto alla nostra politica, che non mira al rinnovamento, puntando all'adeguamento delle strutture esistenti a nuovi standard sia per il consumo energetico che per la solidità, ma continua a investire e a chiudere un'occhio su meccanismi ormai noti dei grossi ma inutili appalti delle opere cementizie, che stanno invadendo il paese, per il 70% interminate, inutili e spesso a danno del nostro territorio.
Mai ci sarà una politica sana e mai il nostro paese riuscira a ripartire.

http://www.giffinoleggi.com

francesco giffi 25.09.15 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Articolo molto interessante, grazie. Padova architetti.

paolo boscolo 21.02.12 14:22| 
 |
Rispondi al commento

E davvero deplorabile quello che succede!

Pavimenti cemento spatolato 07.11.11 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Nel panorama attuale dell’edilizia, la costruzione rappresenta una quota relativamente bassa rispetto a qualche anno.
Sicuramente dovremmo attribuire la colpa alla crisi.
Ma credo che dovremmo andare oltre, senza fermarci a puntare il dito verso un "qualcuno o qualcosa" che forse non c'è.
Iniziamo a pensare al futuro, a nuove tipologie di costruzione. Per esempio potremmo dare sfogo alla bio edilizia, al green bulding, insomma a nuove forme, che potrebbere suscitare interesse di gente che la crisi ancora non l'ha conosciuta.
Nuove forme che pensano all'ambiente e allo stesso tempo portarebbero in incremento di risorse e di occupazione.

resp marketing edilcimini
dott Mastropierro

edilcimini 26.10.11 10:55| 
 |
Rispondi al commento

******** PARTE 2 di 2
Quel valore immobiliare figura nel mio conto conto patrimoniale. Posso quindi accedere a credito finanziario e persino trasformarlo in liquidità, perchè coperto dalla garanzia di quegli immobili (invenduti). Questa liquidità la reinvesto altrove o copre miei debiti. Ho creato un valore dal nulla. Consideriamo anche le banche. Queste concedono mutui . La loro garanzia è proprio l'immobile che ipotechiamo. Ovvero la casa ipotecata è della banca, è un suo valore, che fa parte del suo patrimonio. Anche la banca quindi ha buona parte del suo capitale in quegli immobili.
I proprietari di questi immobili "gonfiati" sono pochi potenti (immobiliaristi, banche, ecc) : facile capire quanto sia semplice pompare i valori, avendo una cerchia così ristretta da coordinare. L'interesse non è vendere, ma tenere elevato il finto valore, che continua a figurare come reale nei conti di questi soggetti.
Aggiungete una rete creata ad arte di grandi case di mediazione immobiliare (PS: guardatevi i CdA), che hanno diffuso un'armata di piccole agenzie distribuite capillarmente nel territorio. Ognuno di questi agenti è una pedina inconsapevole, imprigionato nel proprio ruolo parassita che necessariamente lo vedrà adoperarsi instancabilmente per mantenere il valore sul mercato all’apice. Infatti egli ne ha un interesse diretto (provvigione), e non lavora piuttosto per il servizio effettivamente reso, bensì con un guadagno proporzionale alla cifra di vendita (NB: paradosso - l’acquirente paga l’AI per un servizio e più pagherà la casa - cioè peggiore per lui il sevizio – e più pagherà il mediatore ! ). E’ la fanteria che lavora ogni giorno gratuitamente per i burattinai invisibili e con il massimo impegno sul territorio, per il gioco dei grandi poteri. Alla fine il 95% degli attori converge verso gli stessi valori folli, irreali e inconsistenti. I restanti (privati) si adegueranno al valore visto sul mercato, ritenendo un'ingiustizia valutare meno il proprio immobile.

Fabio A., Roma Commentatore certificato 30.03.11 04:03| 
 |
Rispondi al commento

Giusto per farvi capire, di seguito vi riporto quanto ho scritto sullo stesso tema in un altro blog (occhio che aggiungo anche una nota interessante sulle agenzie immobiliari, che sfugge a molti). Vorrei solo puntualizzare che sono conclusioni cui sono arrivato da solo, spontaneamente: questo testimonia l'oggettività dell'argomentazione (siamo arrivati tutti, indipendentemente, alle stesse conclusioni).

******** PARTE 1 di 2
I costi in questo mercato non sono legati alla legge domanda-offerta del mercato libero. Da un pezzo che sarebbero calati altrimenti : l'ambiente è stato devastato (senza un piano regolatore, saccheggio puro) con milioni di metri cubi di cemento che sopprimono le nostre vite, sufficienti a soddisfare 10 - 20 volte la reale domanda (che comunque sarebbe una domanda di qualità maggiore, non domanda di dormitori fatiscenti !). Il fatto è che il settore edilizio ("il mattone") è da sempre stato il terreno fertile per il riciclaggio e la moltiplicazione artificiale (speculazione, bolla) dei patrimoni delle organizzazioni criminali, delle "cricche", delle banche. Immobiliare (i.e. costruttori e/o semplici immobiliaristi) e Finanza (e.g. banche) sono sempre andate a braccetto (vedi Caltagirone, costruttore e #2 in Monte dei Paschi; per non parlare di Berlusconi...)e hanno sempre costituito (oggi più che mai) il potere reale, il forte potere economico (e dunque politico) nel paese, che infatti è un paese al collasso, perchè produce sempre meno, capitalizza soltanto.

Il gioco è questo (possibile giusto in Italia) : compro terreno agricolo a 1, contratto con il comune la modifica di destinazione d'uso per renderlo edificabile (costruisco due strade, un asilo, pago un po di quattrini contanti, spendo diciamo 10). Il valore sale a 100. Costruisco (spendo altri 20) e il valore nominale (con il mercato attuale) sale a 200. Finora ho speso 32 e guadagnato 200: netto 168 di guadagno.

Fabio A., Roma Commentatore certificato 30.03.11 03:43| 
 |
Rispondi al commento

Accidenti, CHE AFFINITA' DI IDEE, che assonanza di ragionamenti (è il bello della logica: si arriva tutti alla stessa conclusione). Voglio assolutamente partecipare ad un incontro collettivo di questo movimento, parlare e scambiare idee con voi,di persona ! Dove/come/quando ? Qulacuno mi può dire see è prevista una manifestazione, un'assemblea pubblica a Roma ?
HANNO DEVASTATO IL NOSTRO TERRITORIO, LO HANNO CEMENTIFICATO SELVAGGIAMENTE E SENZA NEANCHE UN MINIMO DI RAZIONALITA'. CI HANNO ESPROPRIATO DELLANOSTRA TERRA, DELLA RESPUBLICA!

Fabio A., Roma Commentatore certificato 30.03.11 03:35| 
 |
Rispondi al commento

da addetto ai lavori faccio una proposta per non cementificare più: realizzare un piano casa con reali possibilità di applicazione a tutti quegli edifici a cavallo della nascita dall'era del cemento armato fino ai primi anni 2000 dando la possibilità di riedificare con tutti i materiali reperiti in zona (questo significa sostenibilità!)e che abbiano la possibilità di essere riciclati con basso consumo energetico alla fine del ciclo di vita dell'edificio. ovviamente i nuovi edifici dovrebbero avere eccellenti caratteristiche energetiche. in questa maniera si può generare un volano fisco-lavorativo interessante e sostenibile nel tempo in termini affidabili e che darebbe lavoro per decenni visti gli scempi edilizi realizzati negli ultimi 60 anni. e ci sarebbe lavoro per tanta, tanta, tanta gente tenendo d'occhio il piccolo particolare che risparmieremmo "qualcosina" in termini fabbisogno energetico........forza ragazzi!!!!!! non mollate mai!!!!!!!!!

aldo pastore 29.11.10 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Immagino la Camera dei deputati ed il Senato come un grande sacchetto di immondizia... se proprio si vuole fare la differenziata, lascio a te Beppe di capire "cosa" è rinnovabile.. Una cosa è sicura purtoppo.. A pagare siamo sempre NOI!

Angelo D'Apice 25.11.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole il Denaro NON avrebbe alcun VALORE.
Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole i dossieraggi NON esisterebbero...

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole Ilaria Alpi Sarebbe ANCORA VIVA (e troppi ALTRI ancora).

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... L'economia NON determinerebbe la Politica.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... I "Poteri Forti" NON esisterebbero.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... I $ervizi segreti NON si occuperebbero prevalentemente di ECONOMIA.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... I $egreti di STATO non collimerebbero con... "Segreto Industriale". http://www.nunvereggaecchiu.net/

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole: Il Potere Economico NON DETERMINEREBBE il "potere politico".
Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... I morti sul lavoro NON esisterebbero.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole Il "corrotto" conterebbe piu' del CORRUTTORE...
Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole il CORRUTTORE NON avrebbe POTERE d'Acquisto.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... I magistrati NON salterebbero in ARIA indagando sul mondo delle IMPRESE....


Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole: Un mutuo per la casa sarebbe sostenibile.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... L'"ANTITRUST"... avrebbe un senso.
Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... La democrazia NON sarebbe una superstizione.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... Le STRAGI NON resterebbero IMPUNITE.

Se la mafia fosse soltanto un fatto di coppole..il Salto di Quirra sarebbe un luogo ameno.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... La Thyssenkrupp NON avrebbe diritto di cittadinanza.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... NON esisterebbe la censura.

Se La Mafia Fosse soltanto un Fatto di Coppole... Le FINTE opposizioni" NON avrebbero ragion d'esistere

Massimo Greco, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.11.10 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Tutto chiaro. Aggiungo che in questo momento molti imprenditori si stanno avvalendo di incentivi alle imprese edili in difficoltà. Semplificando: dichiarano di non lavorare e prendono i soldi. Ed invece lavorano senza dichiarare. Così guadagnano due volte. In più alcuni operai li mandano a casa davvero. Chi ci rimette sono gli operai. Chi ci guadagna il capo dell' azienda. Ovviamente a spese del contribuente. E ciliegina sulla torta, i prezzi delle case non scendono...chi ci guadagna? Gli imprenditori. Chi ci perde? Tutti gli altri, anche chi pensava che agevolazioni alla ditta nella quale si lavorava potessero significare più lavoro ed invece si ritrova a casa...licenziato senza motivo...anzi no, per incentivi alle imprese. Incentivi che non vengono dati alle ditte in crisi. Piuttosto, fanno dichiarare alle ditte lo stato di crisi.
Abbassiamo il prezzo degli immobili. Ed a differenza di B. smettiamola di dare incentivi a costruttori ed ingegneri e relativo ordine. E facciamo delle banche come la JAK che c'è in Svezia...libere da interesse. Ciao

Enzo C.- 23.11.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento

o che bel ce-mento
o che bel ce-mento,
una colata di cemento è proprio quello che ci vuole.
O che bel ce-mento
o che bel ce-mento.
Ma secondo voi le BANCHE non sono RESPONSABILI per aver illuso migliaia di persone? Per aver guadagnato un bel pò di INTERESSI su valori di mutuo assurdi?
Secondo me hanno RUBATO i soldi alla gente cavalcando il sogno della casa oltre che essere responsabili delle conseguenze psico-fisiche causate a queste persone illuse.
Qui ci vorrebbe una CIVIL-ACTION anche se la ns magistratura non è quella statunitense, con la quale tutti coloro che sono stati "TRUFFATI" attraverso il "sogno casa", perché è di questo che si tratta, facciano causa alle banche chiedendo la RESTITUZIONE DEGLI INTERESSI PAGATI, I DANNI PSICO-MORALI e gli INTERESSI LEGALI su questi valori.
La moratoria non serve di certo a chi ha il mutuo da pagare, perché il problema si ripresenterà a breve, ma serve alle banche che si assicurano maggiori introiti da interessi e spostano nel tempo la gestione del patrimonio immobiliare.
Invece il governo vuole farci credere che con la moratoria ci ha aiutato...FALSO!!! Il governo sta posticipando il problema che ricadrà sui prossimi governi.
Continuo a pensare che siamo un Paese di escort, è così che ora si chiamano le prostitute, no?
Qualcuno a TV ha proposto di fucilare gli sciacalli...mmmah

Gianpietro Colla 23.11.10 15:39| 
 |
Rispondi al commento

E visto ke il mercato dell'edilizia è in crisi aziende cementiere come Cementir si stanno lanciando nel business dell'incenerimento dei rifiuti. Un esempio è l'impianto di Maddaloni in provincia di caserta dove per circa 50 anni è stato deturpato il panorama antistante la Reggia dei Borboni e oggi le amministrazioni locali (Comune di Maddaloni) contro il volere dei cittadini stanno per dare l'assenso all'ampliamento dell'attività estrattiva e con essa la possibilità di smaltire i rifiuti nei loro forni.
E' la fine...i cittadini hanno espresso il loro volere, hanno fatto denunce, manifestazioni ma questi pezzi di m...a vinceranno ancora.

A V 23.11.10 11:55| 
 |
Rispondi al commento

La bolla dell'edilizia ha colpito L'irlanda, di fatto molte banche si sono esposte dando soldi che di fatto non hanno...ehhh...(giochino della riserva frazionata)poi quando la gente non può pagare i mutui..le case tornano in "collo alle banche".
Così è accaduto in america, portogallo, spagna, grecia....quindi per avere soldi in cassa hanno incominciato a vendere i Titoli di Stato...ma come accade tappi un buco e se ne riapre un'altro..ehhh...ora la bce da i soldi all'Irlanda...quindi le banche che detengo il Deb/publ, lo sacricano sui governi e sui cittadini....sapendo bene che comunque guadagneranno anche da queste operazioni, con i famosi CDS.......

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.11.10 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Grillo,ce lo porteresti un disoccupato in Parlamento?
Bruno

bruno d'alessandro 22.11.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

gli edili non abbassano i prezzi perchè hanno fatto profitti impressionanti dal 2002 (avvento dell'euro = prezzi delle case + 100%) al 2008. molti hanno la forza finanziaria per resistere ancora. questa è la triste realtà

corrado de lorenzo 22.11.10 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Per invertire la tendenza bisognerebbe tartassare le cubature non utilizzate!! Soprattutto edilizia civile abitativa dovrebbe riprendere a pagare ICI,certamente non in misura identica come prima,ma con criteri adottati nel resto dell'Europa..ma purtroppo l'Italia governata dalla mafia anzi dalle mafie (perché noi giustamente non ci si fa mancare nulla) se ne guarda bene dal fare un passo del genere!!

dina f. Commentatore certificato 22.11.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Gentili responsabili del Blog,
devo precisare che un settore come quello edilizio ha dinamiche lentissime: vuoi perche' i beni sono per loro natura "immobili", cioe' illiquidi, vuoi perche' tutti i partecipanti sono estremamente riluttanti a deprezzare il valore di una casa o un palazzo o perfino di un capannone quando il mercato gira.
Questo mercato ha riflessi elefantiaci, anzi, da brontosauro.
Quando un settore come quello edilizio entra in recessione, ci mette come minimo dieci anni per arrestare il declino e risalire.
E questo quando siamo in un momento economico di crescita generale.

Adesso pero', causa crisi energetica, economica e finanziaria mondiali, siamo entrati in una fase storica di recessione semipermanente, quindi i prezzi degli immobili cominceranno a scendere gradualmente per una quantita' di anni smodata.

Dimenticatevi per sempre i prezzi medi del 2007, non torneranno mai piu'.

Saluti

Pierluigi Di Pietro 22.11.10 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo chi ha il danaro e sono ancora in molti, non hanno che da "buttarlo/lavarlo" nell'edilizia poichè la borsa è diventata troppo pericolosa perfino per loro ... tutto quì. Gli investimenti che tengono su i valori degli immobili non sono fatti per ottenerne un equo compenso, ma per parcheggiare al minor costo possibile i capitali speculativi che in questo momento non sanno dove andare ...
Questi investitori non hanno a cuore nulla, figuriamoci il rispetto in generale per gli altri, proprio nulla da nessun punto di vista.
I loro meri interessi sono la moltiplicazione dei capitali non importa come, non importa chi ne paga le conseguenze ... ma sta gente ... cosa insegna ai loro figli ????

Giuseppe Mistroni 22.11.10 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Questa è l'edilizia schifosa, che cementifica, distrugge paesaggio ed economia.
Troppe cose so io che ci lavoro.
Ma c'è un'edilizia fatta di persone serie che lavorano per ristrutturare, con attenzione al vecchio.La crisi ha fatto un po' di piazza pulita di improvvisatori, speriamo non spazzi via anche le imprese serie che comunque faticano a farsi fare prestiti di soli 10.000 euro per tamponare...
Banche di merda!

MARGHERITA SANTICCHIA 22.11.10 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
è da molto tempo che sto lavorando ad un piano di recupero di efficienza dei quartieri costruiti dagli anni 50 agli anni 70. Questo piano permetterà, se applicato, di costruire nuove abitazioni, al posto delle vecchie, rispondenti alle attuali norme di antisismicità ed efficienza energetica senza esborso per gli attuali proprietari. L'idea mi è venuta perchè non posso più vedere che il territorio venga ferito continuamente per la costruzione di nuovi quartieri ghetto. L'unico fine delle amministrazioni è quello di incassare gli oneri urbanistici.
L'esempio che porto è quello di Città di Castello (PG) la mia città.

Ti allego il link dal quale scaricare la presentazione in pdf.

www.luigibacchi.it/dreamcity.pdf

L'idea è aperta e senza padri e senza alcun fine se non quello della salvaguardia del territorio, se mi dessi dei consigli o il tuo parere te ne sarei grato.

Un caro saluto
Camillo Bacchi


p.s. III invio

CAMILLO BACCHI, Perugia Commentatore certificato 22.11.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che la bolla speculativa sia stata legata a più fattori.
La parte del leone la haano fatta sicuramente le immobiliari, pagando le impresse pochissimo (ed ecco che gli edifici sono scesi a qualità infime) e rivendendo a moltissimo (conosco imprese che costruivano il finito a 450€/mq. quando l'immobiliare vendeva a 3.000/3.500).
Poi si sono agginti i privati (e molti lo fanno ancora) acquistando la casa e pensando già alla speculazione da fare quando la venderanno.
Ora questi privati vogliono vendere ciò che hanno acuistato "intascando" un "congruo" guadagno.
Ciò comporta che non si vendono immobili "vecchi" perchè fuori mercato, non ci sono passaggi di mano con aumenti di categoria d'immobile (da appartamento a villetta a schiera ad es.) ed il mercato sdi muove solo sul nuova tramite i pochi che non sono proprietari.
Paradossalmente oggi costa meno un edificio nuova, magari anche certificato, che un edificio "vecchi" incertificabile... e continuiamo a tenerci edifici ecologivamente ed energeticamente distruttivi.
Poi spingiamo sulle rinnovabili, sul sole, sull'eolico; se investissimo gli stessi importi nell'efficenza otterremmo 10 volte tanto e per sempre ... con molte meno speculazioni.
Io almeno la penso così.

Andrea Valentino 22.11.10 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Il caso Genova.
Genova é una bellissima citta, estremamente scomoda a causa della sua espansione forzatamente collinare.
La scelta degli amministratori dei decenni d'oro dell'edilizia é stata appunto quella di devastare prima le colline limitrofe al centro storico, poi quelle periferiche, con mostruosi quartieri dormitorio privi di ogni servizio.
Tardivamente si é pensato di intervenire sul centro storico, il più grande d'Europa, ma il tessuto sociale era già stato disperso nei quartieri periferici, per cui il progetto é in parte fallito, e lo si può facilmente vedere passando per via Pré o la Maddalena, perchè quando un quartiere diventa un ghetto, o un enclave, non si può certo parlare di successo.
E adesso?
E adesso i cittadini pagano le scelte di chi non ha saputo progettare il futuro. A causa dell'insufficiente rete di trasporti pubblici (che sta peggiorando per mancanza di soldi) anche gli anziani sono costretti ad avere una vettura, per cui si costruiscono grandi parcheggi sotterranei collinari per sottrarre le macchine alla superficie e consentire la viabilità.
Prima le colline sono state cementificate, adesso si sventrano per costruire box.
Cemento, cemento, o sopra o sotto, ma sempre cemento.

antonella g. Commentatore certificato 21.11.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni anni fa ad una extracomunitaria dipendente di una cooperativa del terzo settore, con conseguente basso reddito dipendente, l'Unicredit concedeva un mutuo, per l'acquisto di un appartamento, superiore al valore dell'immobile (già abbondantemente gonfiato).
Il ragionamento era: per pagare 450 euro di affitto, tanto vale pagare la stessa cifra per acquistarlo.
Dopo circa un anno e mezzo, la rata era passata da 450 euro a 690 ed era diventata insostenibile. Insolvenza e ritorno dell'immobile alla banca, per ora con la famiglia dentro, che ha comunque perso parecchi soldi. La casa é in vendita, ad un prezzo inferiore di almeno un 30%, ma rimane invenduta, perché evidentemente non ancora appetibile.
Mi chiedo: a che cifra é iscritto questo appartamento nel bilancio Unicredit?
Quanti casi simili ci sono stati?
Quante banche hanno fatto la stessa cosa?
Chi controlla i bilanci delle banche?

antonella g. Commentatore certificato 21.11.10 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come sempre, o quasi, Beppe dice il vero. Non concordo su di un punto, il seguente, marginale:
" E' questo che nutre il Potere, l'indifferenza degli Italiani.
Nel "potere"bisogna aggiungervi oltre al politico quello del Vaticano. Non essendo interamente anti Berlusconi, pure avendone il motivo, in passato ho avuto scarsa udienza, preferendo commentare argomenti poco riportati pure essendo interessanti, quali il possibile futuro della nostra repubblica per farla veramente laica. Le tanto vantate radici cristiane, non radici, ma golosi polloni, che inoltre di veramente cristiano hanno poco e ancora meno di "semitico", ritardano il nostro allineamento con l’ evoluzione mondiale. Gli Italiani non sono indifferenti; non posseggono più le cognizioni necessarie per capire e discutere di certe materie scientifiche- industriali nelle quali alcune delle nostre sono al top delle migliori. Colpa della RAI, che propina spot pubblicitari a ripetizioni, spettacoli per stordire il colto, che pare preferire quelle esplicitamente denigratorie, ‘ e l’inclita classe politica che predilige lo scontro alla discussione.. Come tutti e ciascuno, il rendimento finanziario finisce per giugulare la RAI. Spero che Beppe comprenda la necessità di una svolta a novanta gradi e conceda maggior spazio sul blog ad argomenti svolti a migliorare l’evoluzione generale e laica.

Ernest Ameglio, Monaco principato Commentatore certificato 21.11.10 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Nell'articolo, a mio avviso, si fanno affermazioni inesatte : ad es. il valore degli immobili negli ultimo 3 anni è diminuito nelle città venete che io conosco e frequento, anche del 25 - 30% :: non mi pare poco; le transazioni si sono ridotte del 20-30% e anche più ; i tempi necessari per trovare un acquirente si sono anche triplicati. Questo vale sia per gli immobili di nuova costruzione che per l'usato.
Chi ha subito perdite consistenti di valore dell'investimento sono principalmente i piccoli risparmiatori che hanno acquistato casa con i soldi della liquidazione o con i risparmi sudati di una vita, per proteggersi dagli effetti dell'inflazione abbinati alle basse pensioni.
Si consideri poi che il piccolo proprietario deve pagare senza poterle recuperare - soprattutto se l'appartamento è sfitto - le spese condominiali ordinarie e straordinarie , Ici , Irpef , che sommate valgono anche il 50 -60 % del reddito. Ciò significa che con un investimento , ad es. , di 150.000 euro si ricavano al netto , se l'immobile è affittato, 2..500 - 3.000 euro all'anno, cioè circa un misero 2%.
Desideravo fare queste mie precisazioni per chiarezza. Per il resto concordo che ormai il numero degli immobili abitativi (perchè poi per quelli industriali è anche peggio) è di gran lunga superiore al fabbisogno e che cio' nonostante sio continua a costruire !
IO penso che una vera svolta dev'essere quella di BLOCCARE le nuove costruzioni di abitativo e di AVVIARE UN GRANDE PROGRAMMA DI RISTRUTTURAZIONE-RICOSTRUZIONE EDILIZIA che salvi dalla distruzione il territorio ed anzi rivalorizzi il patrimonio abitativo esistente, talvolta ai limiti della inabitabilità.
Ma i nostri governanti e la pseudo-opposizione non arrivano ad immaginare mai niente di pragmatico, semplice ed efficace? evidentemente la mentalità mafiosa ìmpera e le decisioni si fanno per arricchire i cla(politici,clericali,dei ptentati, etc.), non certo per il "bene comune" !
POvera italietta. Dovremmo importare la classe p

luis carra 21.11.10 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Nell' ultima tavola ISTAT delle interdipendenze strutturali dell'economia italiana si rilevare che i settori con il maggior utile sono quello energetico (prossimo al 100% dei costi) e quello delle costruzioni (prossimo al 80% dei costi). Non ci sono solo i palazzinari a tosare coloro che per vivere hanno bisogno di una casa, ci sono pure i fornitori di energia elettrica e gas (ENI ed ENEL, principalmente). Con buona pace del libero mercato e delle Authority competenti che sembra non sappiano leggere i dati ISTAT.

Armando Palma, Roma Commentatore certificato 21.11.10 01:12| 
 |
Rispondi al commento


LA RIFORMA FISCALE PENSATA DA HENRY GEOGE

Henry George 120 anni fa proponeva, inascoltato, di sostituire tutte le altre tasse con un’unica tassa sul valore d’uso del suolo, con queste parole:

“Noi proponiamo di abolire tutte le tasse eccetto una singola imposta che colpisca il valore del suolo, indipendentemente dal valore dei miglioramenti su o in esso apportati.

Ciò che noi proponiamo non è un’imposta immobiliare, perché un’imposta immobiliare colpirebbe anche i miglioramenti.
Né è un’imposta sul terreni perché non si tratta di tassare tutti i terreni, bensì solo quelli che hanno un valore indipendentemente dei loro miglioramenti, e verrebbero tassati in proporzione a quel valore. Vorremmo lasciare solo quella parte di imposta che riguarda il nudo suolo, incrementandola in misura tale da ottenere quasi quanto sarebbe il valore economico del sua affitto, ovvero ciò che si potrebbe definire come il >.
Non vi è dubbio che il valore del suolo basterebbe da solo a fornire tutto il fabbisogno di reddito pubblico: del comune, della provincia, della regione, e dello stato.
Per mostrare brevemente perchè premiamo per questo cambiamento, mi sia consentito di trattare (1) dei suoi vantaggi, e (2) della sua giustizia.

Il seguito è reperibile sul seguente link
http://www.systemicfiscalreform.org/

roberto falcone 20.11.10 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena inviato un commento critico nei confronti di Grillo e non l'avete pubblicato. Complimenti per la democrazia e la libertà di parola

Giorgio Foresti 20.11.10 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe conoscere nomi e cognomi delle aziende del nord che, tramite la criminalità organizzata, e per spendere meno hanno mandato rifiuti d'ogni genere al sud, ma presumo che non c'è un archivio........

anna maria 20.11.10 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito L’occidentale:
Salvare Dell’Utri per salvare lo Stato di diritto

Marcello Dell’Utri, ormai tutta l’Italia dovrebbe averlo capito, è un gentiluomo. Ma questa è e resta un’opinione personale, su cui è difficile svolgere un dibattito pubblico. Mi piace tuttavia iniziare cominciare questa riflessione a partire da un’attestazione di stima e considerazione verso un uomo che – per evidenti ragioni di ordine politico – è oggi perseguitato da una congiura giudiziaria. Con questo non intendo fare di Marcello Dell’Utri un eroe o un martire: è solo un cittadino come tutti gli altri, la cui vicenda diventa facilmente il paradigma di quanto rischioso sia stato (e sarà?) opporsi alla marcia trionfale della sinistra italiana verso il potere……………..

A voi il resto
IO non ci posso credere!!!!!!!

Luther Blisset 20.11.10 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Beppe pone un problema serio:
perché tutti lavorano per B,
perché lo ingrassano?

E' come se prendessero i soldi dalle sue mani;
è come se mettessero soldi nelle sue mani.

Saranno e sono brave persone Benigni e Saviano,
ma non compro libri Mondadori, non guardo trasmissioni prodotte da endemol.

Non prendo soldi da B., non porto soldi a B.

Lupo

Lupo 20.11.10 20:25| 
 |
Rispondi al commento

I prezzi degli immobili sono sopravvalutati circa tre volte del loro valore, non c'è compravendita ed i prezzi rimangono alti e pressochè inalterati. Questo significa che banche, costruttori, speculatori etc stanno facendo un gioco di forza, un gioco psicologico in attesa che la gente ricominci ad acquistare. Mi rivolgo a tutti voi che leggete il blog, non acquistate nulla, dobbiamo tenere duro e non cedere. Solo così il loro gioco di forza dovrà mollare per causa maggiore e se il valore degli immobili dovesse scendere di un 10% non cedete alla tentazione di acquistare. Dobbiamo cominciare a ricompare solo quando il valore sarà almeno la metà di quello attuale che comunque sarebbe ancora maggiore di quello oggettivo.

Angelo Risi 20.11.10 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I PREZZI DELLE ABITAZIONI NON SCENDONO PERCHE' ALTRIMENTI GLI ISTITUTI BANCARI NON POTREBBERO SOPRAVVIVERE SENZA RISCUOTERE I TASSI DEI MUTUI.
APPENA CI SARA' UN'ACCENNO DI RIPRESA I PREZZI DEGLI IMMOBILI RISALIRANNO, COSI' I CITTADINI ITALIANI DOPO IL CAMBIO SFAVORAVOLISSIMO PER ENTRARE NELL'EURO, I BASSI SALARI E STIPENDI, LA CRISI CHE GLI HA IMMOBILIZZATI SENZA LAVORO PER ANNI SI TROVERANNO GLI IMMOBILI A PREZZI PROIBITIVI.
TUTTO QUESTO PERCHE' NEL PAESE ITALIA IL CITTADINO E' VISTO COME ESSERE DA SFRUTTARE.
COME SE NON BASTASSE LE COSTRUZIONI HANNO OCCUPATO SELVAGGIAMENTE IL TERRITORIO SENZA CRITERIO, PROVOCANDO ALLUVIONI, GUERRA DEI RIFIUTI E DISASTRI ECOLOGICI ANNUNCIATI.
SVEGLIATEVI IN ITALIA NON FUNZIONA NULLA, NON VI E' SENSO DEL COMUNE VIVERE, NON VI E' PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO, NON VI E' NULLA DI NULLA CHE SIA RISPONDENTE ALLE ASPETTATIVE DI UNA SOCIETA' CIVILE.
NON SI AIUTANO LE FAMIGLIE, MA SI FANNO SOLO CHIACCHIERE, NON SI INCENTIVA IL LAVORO PER I GIOVANI, NON SI COSTRUISCE COME IN GERMANIA E IN FRANCIA MA SI COSTRUISCE MALE E SOPRATTUTTO SI E' COSTRUITO NEI TERRENI GOLENARI DEI FIUMI E SOTTO COLLINE CON PERICOLO DI SMOTTAMENTO FRANA.
CLASSE DIRIGENTE ITALIANA E, POLITICI ITALIANI VERGOGNA, SIETE I PIU' PAGATI DEL MONDO E RENDETE UN TERZO DI QUELLI TEDESCHI,FATE SEMPRE E SOLO DANNO, IPOTECANDO PESANTEMENTE IL FUTURO DI TUTTI.

AL - 2012 20.11.10 18:47| 
 |
Rispondi al commento

IL GRANDE IMBROGLIO DELL'INVESTIMENTO SUL MATTONE.
TUTTI PALAZZINARI E TUTTI PROPRIETARI DI CASA.
I PRIMI A SUCCHIARE DENARO, I SECONDI A FARE DEBITI PER SENTIRSI PROPRIETARI DEL MATTONE PER SENTIRSI e FARE PARTE DEI RICCHI.
UN BLEFF FATTO DI VALUTAZIONI IMMAGINARIE,ARTIFICIALMENTE GONFIATE,SENZA NESSUNA BASE REALISTICA, TUTTO PER MANTENERE IN PIEDI UNA SPECULAZIONE DI MASSA PER UN IMBROGLIO
COLLETTIVO DOVE AD ARRICCHIRSI SONO SOLO IN POCHI
E SEMPRE GLI STESSI.
NEGLI USA LA BOLLA E' PARTITA PROPRIO DA QUESTA
ILLUSIONE DI CUI SI SONO AFFASCINATI IN MASSA.
IL RISULTATO SI E' VISTO......
TENETEVI L'ILLUSIONE.

giacinto ciminello 20.11.10 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Esempio di uomo politico odierno.....CAPEZZONEEX DI EX DI Là EX .. EX ATTENTATO SUBITO? .
Queste sono le frasi rivolte da Capezzone al PDL prima che ne facesse parte:
" Vi chiamate popolo della libertà, ma vi resta solo la libertà vigilata; Siete tutti divorziati e vi proclamate contro il divorzio; Dite che volete la famiglia e avete almeno due famiglie a testa; Dite che volete mandare i ragazzi in galera per sei o sette spinelli e se viene un cane poliziotto a Montecitorio s'arrende il cane."

LUCIANO-B.C. 20.11.10 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VAI APPENNINO MUOVITI CON FORZA E SPIANA TUTTO E TUTTI, DAI TERRA LIBERATI DEL VIRUS UOMO,FORZA NON TE NE PENTIRAI.

giuseppe genovesi, Pisa Commentatore certificato 20.11.10 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Leghisti ecco come avete ridotto l'italia con la collaborazione del nano, e della P2 (1816) e con la vostra e piena approvazione di leggi inique e mafiose perchè voi in verità siete la mafia personificata presente al nord.

http://elnino.blog.tiscali.it/2010/11/16/non-solo-mafia-la-lega-nord-partito-di-favori-sprechi-e-ruberie/

http://tv.repubblica.it/edizione/milano/le-bestemmie-in-chiesa-dei-consiglieri-di-pdl-e-lega/56856?video

La lega nord è di fatto un partito MAFIOSO, è il suo nome di "battesimo" basta controllare cosa fanno oggi cosa facevano ieri e cosa hanno fatto sin dalla nascita, il tutto si traduce in MAFIA, basta conoscere la vita del fondatore
http://fidarelibri.blogspot.com/2010/11/di-inganno-padano-la-vera-storia-della.html
i suoi collaboratori non sono da meno.
Per gli allocchi babbei nordisti padani ecco come vi guadagnate i voti razza di disgraziati mafiosi allo stato puro del termine, voi non siete meglio delle cosche mafiose del sud, voi siete di fatto molto peggio e siete responsabili di aver distrutto una nazione in 20 anni di governo.
Vi è rimasta una sola speranza, che i babbei padani e molti ignoranti del nord non aprano gli occhi altrimenti per voi sarà la fine.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riprendo i concetti espressi dal post:
"Il valore delle case, per la legge del mercato, dovrebbe essere almeno la metà. Nei grandi centri il numero degli uffici e degli appartamenti vuoti, spesso interi edifici, è altissimo....."

Concordo sul parere che il "cartello" serve alle imprese per mascherare gli introiti.

NON comprano i precari: non possono farlo e sarebbe stolto da parte di molti farlo;
NON comprano i licenziati: non possono più farlo;
NON comprano molti immigrati;
NON comprano ormai molti pubblici dipendenti, se non sono nell'olimpo dei "super ministeriali" che per lo più lavorano a Roma e, sovente, si prostituiscono ai partiti (basta sentirli parlare per farsi questa idea).

Comprano i super manager che "spolpano" le aziende (e gli azionisti) dall'interno. E quanto più sono grandi, più il mercato è monopolistico, tanto più la loro fetta è grande.

Compra chi ha una impresa "sicura", meglio se artigianale, meglio se può operare in "nero": ha UN REDDITO SICURO e MEDIAMENTE RILEVANTE: quello che NON VERSERA' MAI al FISCO!

Trovatemi un idraulico, un imbianchino, un .. ecc.. che (anche nelle professioni !!) versa tutto al fisco.
Questi continueranno a votare chi garantisce loro l'impunità, cosicchè gli ALTRI pagheranno anche per loro le tasse anche in futuro.

Eppure il metodo sicuro ci sarebbe.
- Abbassare certe aliquote
- Mettere in conflitto (ma in maniera SERIA) il pagatore di iva e l'acquirente del servizio;
Vanno fatte insieme, perché la mancanza di una delle due vanifica comunque l'altra!

Una delle scelte giuste era stata fatta: quella che le anche dovevano tracciare tutti i bonifici e transazioni superiori a un importo (mi pare) di mille euro.
Ora le regole sono cambiate e la fregatura l'hanno ripresa i "paganti", oltre quelli che pagano (per convenienza "indotta") senza ricevuta o fattura.

E ovviamente anche le mafie, che sono le più dirette interessate che NON SI SAPPIA L'AMMONTARE ESATTO DEI SOLDI che TRANSITANO, per avere campo libero.

rosario v. Commentatore certificato 20.11.10 16:14| 
 |
Rispondi al commento

al presidente della camera cerca di essere te stesso ci stai deludento

vincenzo pola 20.11.10 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito http://www.polito.it

Il Rettore, Il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione del Politecnico di Torino

sono consapevoli che le condizioni economiche del Paese, aggravate dalla recente crisi finanziaria, richiedano alle Università di contribuire al contenimento della spesa pubblica, con un modello di governo più efficiente, una razionalizzazione dell'offerta formativa e una maggiore capacità di competere sul piano delle risorse per la ricerca e per la formazione con le migliori Università italiane ed europee.

Non possono però esimersi dall'esprimere la profonda preoccupazione dell'Ateneo perché le persistenti e reiterate politiche di tagli alle risorse destinate al sistema universitario potrebbero non consentire di mantenere gli attuali livelli qualitativi della ricerca e della formazione.

L'Ateneo ha espresso la propria solidarietà ai ricercatori e condiviso le ragioni che hanno condotto una buona parte di essi a non accettare la titolarità di insegnamenti nell'anno accademico 2010/2011.

Per quanto riguarda gli insegnamenti precedentemente coperti da ricercatori di ruolo, il Senato Accademico ha autorizzato le Facoltà ad emettere bandi pubblici soltanto per quegli insegnamenti essenziali per l'attivazione della prima parte del primo semestre dall'Anno Accademico, procedendo eventualmente, laddove fosse strettamente necessario, a una parziale e limitata revisione dell'offerta formativa.

Gli organi dell'Ateneo chiedono di approvare al più presto il rifinanziamento dell'università, lo sblocco del turnover e dei concorsi nonché il ripristino delle risorse per il diritto allo studio.


Premier e governo, crollo di fiducia gli italiani sperano nei "piccoli".Ma non mi dire non posso crederci.
Dopo Saviano guarda caso maroni dice che è una bella giornata "colpo al cuore dei Casalesi
arrestato Antonio Iovine", che coincidenza è proprio vero se stai con uno dal nome di 1816, che vuol dire propaganda, impari subito a farla proprio come il nano vero marroni ? a proposito dove sono le ronde padane babbeo !

In verità.

Sono gli italiani a essere piccoli spero nel default è il minimo che ci meritiamo come popolo ignorante e cafone, un paese normale una società che si dice civile avrebbe come minimo già preso a calci nel sedere bossi berlusconi ghedini la trota fini maroni e coglioni come molti padani al nord!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 15:58| 
 |
Rispondi al commento

IL MIO NEMICO. il mio vero nemico me lo porto con me ogni giorno, poi esiste il nemico da sbaragliare e oggi è impersonato dal politico -cetto la qualunque - di albanese caricato di significati e metafore che dovrebbero aprire gli occhi a chiunque dotato di minima capacità critica. il " nostro" politico che profilo possiede? , ben vestito ,curato nei particolari, fondo tinta se necessita, barba e capelli di fresco sciampo, per sconfinare in ridicoli trapianti e parrucche del 700. il "nostro" ciancia di politica come in un bar si ciancia di gossip avendo a disposizione salotti televisivi, tutto recita fuor che del dramma del paese inchiodato ai conticini della spesa mentre nella sua di spesa; conti e marchesi e ducati mai a sufficienza compaiono e scompaiono come nel gioco delle tre carte. riveriti osannati dai loro giornaletti delle fiabe, scorazzano per il pianeta e il paese come nel giardino di casa per discutere dei ritardi dei pendolare e dei trasporti fatti sparire. magnanimi con le corti e viscidi con le istanze dei più a cui scivolamenti improvvisi non sfuggono mai, si esaltano furenti per lese maestà se la richiesta è –dateci, si dateci, si dateci un esempio - richiesta folle chiusi come sono nelle loro auto blu, autista blu scorte blu, e blu notte per noi tutti.

LUCIANO-B.C. 20.11.10 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boom in Italia di dignosi errate tumori.

Nell'ultimo anno crescono le segnalazioni di presunti errori medici, soprattutto in oncologia ed ortopedia; liste di attesa lunghe, soprattutto per le ecografie e TAC. Non accennano a diminuire le dimissioni improprie dagli ospedali. E poi mancano residenze sanitarie e lungodegenze.

A dare la fotografia dei servizi sanitari del nostro Paese dal punto di vista dei cittadini è il Rapporto PIT Salute 2010, dal titolo “Diritti: non solo sulla carta”, presentato al Senato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. Il Rapporto è stato presentato in occasione dell'evento conclusivo del trentennale del Tribunale per i diritti del malato e, per la prima volta, si è scelto di fare il punto sulle segnalazioni ricevute dal servizio di consulenza, informazione e tutela PIT Salute dal 1996, suo primo anno di attività, ad oggi. Dal 1996 al 2009 Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha raccolto complessivamente circa 228.000 segnalazioni in tema di sanità, in media 16.000 l'anno.

Il Rapporto 2010 ne analizza 66.712 che sono state lette alla luce di cinque diritti: diritto alla sicurezza (al primo posto nei 14 anni con il 28% delle segnalazioni, in diminuzione nel 2009 con il 24%), diritto all'informazione (25% nel periodo 1996-2009, 22% nel 2009), diritto all'accesso (20% nel periodo 1996-2009, 21% nell'ultimo anno) diritto al tempo (10% nel trend 1996-2009, in crescita nel 2009 che fa registrare il 15%) e diritto all'umanizzazione (8% nel periodo 1996-2009, 9% nell'ultimo anno).

A preoccupare soprattutto la sicurezza dei servizi sanitari: di nuovo in crescita le segnalazioni di malpractice soprattutto in oncologia ed ortopedia, mentre le infezioni ospedaliere non accennano a diminuire. Al triste vertice della classifica della insicurezza vi sono le segnalazioni sui presunti errori che nel 2009 hanno raccolto il 74% delle segnalazioni, suddivisi in terapeutici

Segue.

Salvatore. G.

salvatore g., Manchester/UK Commentatore certificato 20.11.10 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“I FIORI NEI MURI”

Avete mai fatto caso a quei fiori
che crescono nelle crepe dei muri,
a quei fiori che sembrano esistere - e resistere
soltanto per scommessa…
a quei fiori che s’attaccano alla vita
con ogni loro fibra,
succhiando con caparbia avidità
ogni più miserevole goccia d’acqua
e di umidità?
Li avete mai osservati da vicino
quei fiori
che aggrappati ai sassi
resistono alle più violente intemperie,
al gelo delle notti
e ai raggi brucianti di un sole spietato
con straordinaria, ammirevole forza?
Ebbene…
certe persone sono come quei fiori.

(e.b.)


Un po' di poesia 'ffan...
e che li mandasse a casa quei mascalzones!

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 15:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Il Ministero degli Interni italiano può accedere liberamente a tutti i profili di Facebook.

Senza dirlo a nessuno il ministero degli Interni italiano ha ottenuto dai vertici di Facebook le chiavi per entrare nei profili degli utenti anche senza mandato della magistratura. Una violazione della privacy che farà molto discutere.

Negli Stati Uniti, tra mille polemiche, è allo studio un disegno di legge che, se sarà approvato dal Congresso, permetterà alle agenzie investigative federali di irrompere senza mandato nelle piattaforme tecnologiche tipo Facebook e acquisire tutti i loro dati riservati.

In Italia senza clamore, lo hanno già fatto.

Segue:http://www.ecplanet.com/node/1908

Salvatore. G.

salvatore g., Manchester/UK Commentatore certificato 20.11.10 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORNUTO E MAZZIATO

Con gli stipendi da scandalo di un pippo baudo,di un bruno vespa,di un maurizio costanzo,di un emanuele filiberto, e di altri personaggi inutili della televisione ora il problema sono i 50 mila euro a puntata di Saviano contro i milioni di euro degli altri.
E questi bravissimi presentatori cosa rischiano?
Ma cosa credete che le minaccie dei casalesi siano lettere d'amore?
I casalesi ti trivellano di proiettili,ti sciolgono nell'acido,ti cementano nei pilastri ti uccidono i figli e pisciano sulla tua tomba.
Il loro orribile regno si estende in tutto il mondo:controllano droga,armi,estorsione,rifiuti,prostituzione e tutto ciò che respira sulla terra che può aumentare i loro proventi.
Si alleano facilmente con le altre mafie come la drangheta che controlla il traffico della droga columbiana.
Ma pensate sia un flm?
Volete guadagnare anche voi 50.000 euro a puntata e vivere sotto scorta per tutta la vita mettendo a repentaglio la propria vita,quella dei familiari degli amici e di tutti quelli che ti avvicinano?
Volete vivere sempre col gelido soffio della morte sul collo quando uscite a passeggiare,se andate al bar,al ristorante, al cinema o semplicemente scendendo in garage?
Allora se volete guadagnare soldi che definite facili fatevi sotto:armatevi di telecamere e microfoni e fatevi un giro in tutte le discariche campane di notte e scrivete un bell'articolo di tutto ciò che avete visto.
Varrebbe di più la taglia che metterebbero sulla vostra testa che quello che guadagnereste.
E' facile parlare col c..o degli altri.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 20.11.10 15:24| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pur essendo superscortato saviano tutte le notizie, o la quasi totalità delle notizie che poi divulga su libri e giornali le prende da dove potrebbero prenderle tutti, compreso qualche saputello dell'ultima ora che scrive su questo blog.
Dalle procure e dai tribunali di mezza italia, tutto ciò che scrive non è coperto da nessun segreto di stato, sono solo dei pubblicissimi atti giudiziari.
Ogni tanto però salta fuori il solito scienziato che dopo essersi narcotizzato con grandi fratelli, minzolate, produzioni defilippine isole di famosi o di teste di c......,si fa la domanda da un milione di dollari alla Maroni "come fa uno come Saviano a sapere di mafia e di malaffare? solo chi ne fa parte ne conosce i segreti"
La risposta è quella che di solito si da in questi casi:PROVATE A SPALARE UN PO' DELLA MERDA CHE VI SOFFOCA IL CERVELLO ED ANNEBBIA LA VISTA,e chissà che non cominciate capire e vedere anche voi.

pasquale r., napoli Commentatore certificato 20.11.10 15:14| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per esposito, sedanino, giulie varie e altri tizi demenziali che si esibiscono come comunisti e che vengono qui a sbeffeggiare i bloggher e ad insultare Saviano, come fossero del Feltri senza ritegno

si ripete:
Saviano partecipa alle 4 puntate di Vieni via con me
A TITOLO GRATUITO !!!!!!!!!

comunque, se intendono portare avanti quel massacro di Roberto Saviano che piace loro tanto, possomo sempre aggiungere il loro nome alla raccolta di firme che Feltri fa contro di lui, insieme ai cari compagni della mafia, camorra, 'ndrangheta, corruzione varia e mondo berlusconiano!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito della Salerno-R.Calabria!!

Cina,in 6 giorni costruito un hotel!

Tutto il cantiere filmato ora per ora e su youtube!

Mercoledì 6 ottobre, all’alba, nel centro della città cinese di Changsha, c’era un’area edificabile destinata ad ospitare un albergo. Martedì 12 ottobre, al tramonto, nel centro della città cinese di Changsha non c’era più l’area edificabile: in compenso c’era e c’è un albergo, l’Ark Hotel. Sin troppo facile fare i conti: un team di lavoro dagli occhi a mandorla ha costruito in sei giorni un albergo di quindici piani. Non una stamberga da quattro soldi: si tratta di una struttura antisismica (capace di reggere una scossa fino al nono grado della scala Richter), isolata termicamente e acusticamente, dotata di ogni tipo di comfort, palestra e piscina comprese.

Se qualcuno avesse ancora qualche timido dubbio sulla produttività cinese questa storia forse potrebbe fugarlo. Sei giorni per costruire un albergo da venire i brividi se si pensa alle lungaggini di casa nostra, vincoli spesso arcaici contro la consegna in ritardo di edifici programmati da tempo.

A Changsha, cittadina della Cina meridionale, si sono organizzati per bene: l’Ark Hotel è un prefabbricato di alta qualità: gli "esterni" hanno fatto trovare in cantiere tutti "i pezzi" necessari alle squadre di assemblaggio che, rimboccate le maniche, non hanno fatto altro che saldare il tutto. Così l’hotel ha preso forma e a una settimana dall’inizio dei lavori ha preso anche vita, visto che era, di fatto, terminato.

anthony* d. Commentatore certificato 20.11.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

poker al buio.
METTERMI NEI PANNI ALTRUI . cosa farei nei panni di un dirigente del PD o IDV? alcune considerazioni consigliano : lo scenario del paese non migliorerà nel breve tutt'altro, la fusione --crisi economica e globalizzazione-- sono per l'economie occidentali un'autentica pandemia di lunga degenza, ove i paesi nutriti a carne di volpe pagheranno il prezzo maggiore, vedi l'Irlanda (dei celtici) ( paga ti i to tass ?) . il paesaggio nostrano ben si presta per covare volpi di vari colori, quindi i nodi vengono prima o poi al pettine e al pettine si attende anche l'alitalia ai francesi. un colpo che il nanetto non riuscirà a far digerire nemmeno con tonnellate di malox televisivo , aggiungervi una stagione impervia metereologicamente . al maltempo si lega l'incuria di anni per il territorio con scene da brivido per chi comunque governi .Attendere che le sorti sfiniscano i cittadini Pdl ?ricordandoci sempre;quanti armi dispone il pifferaio magico e con quale risultati . non possiamo uscirne dalla lotta come negli anni del dopo duce , in un paese corroso dall'odio e dal livore, in un paese di stragisti .l'altra possibilità risiede e ristagna nell'azzardo di andare ad elezioni ,spingendo il paese con la stessa legge attuale, la porcata ,dove il premio enorme concede poteri enormi .abbiamo la possibilità di farcela ? è la domanda, cambiare in corsa la legge e governi tecnici di un anno ridaranno fiato al trombone e con quali risultati?si gioca una partita a poker al buio su di noi.

LUCIANO-B.C. 20.11.10 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=Kge1AqrSbek

GUARDATE ! è URGENTE E DIFFONDETE !!!

mattia t., roma Commentatore certificato 20.11.10 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflessione sulla giustizia:

ogiuno cerca di fare ciò che gli pare giusto per lui stesso e vorrebbe che tutti facessero quel che è giusto per lui e che può essere definito come egoismo personale.

Uno stato non può essere infinitamente giusto da accontentare gli egoismi di tutti ma può mediare gli egoismi di tutti e fare delle regole che accontentano i più e qesto viene definito come "comune senso della giustezza".

Questo è il massimo che può fare uno stato perfetto ed è avvantaggiato se gli individui che compongono lo stato riescono a condividere il più possibile questo comune senso di giustizia cioè ci si omologano (conformismo) e lo rispettano.

Quando fai entrare in uno stato persone di altre culture e portatrici di novità non è vero che c'è senz'altro un accresimento come teorizzano alcuni ma può esserci un accrescimento solo se la cultura degli immigrati è più evoluta mentre c'è una regressione se la cultura che portano è meno evoluta.

c'è da vedere se l'egoismo ( senso comune di giustizia) degli italiani è consapevole dei pericoli e dei vantaggi che può provocare in tempi troppo rapidi una invasione di soggetti portatori di culture le piu disparate e che contrastano con la cultura italiana.

Non so proprio come andrà a finire ma secondo il mio egoismo credo che in questo periodo di transumanza essere prudenti e agire con cautela sia la soluzione piu conveniente.

bruno bassi 20.11.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1200 euro a botta di culo non sono tantissimi per alcuni.
Se considerate i materiali di consumo..che in diversi casi sono molto più necessari come anche altrove...

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 20.11.10 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Nulla di personale, ma solo per rispondere ad un'offesa:

per una questione di parità tra uomini e donne e normale che:
ad un vecchio come Silvio, piaccia la più giovane Ruby e che alla vecchia Viviana piaccia un bel giovane come Roberto...

attenzione alle risposte siamo sempre sul blog del COMICO Beppe

esposito g. Commentatore certificato 20.11.10 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo, vincenzo scalise, che penso al suicidio, certo.

Reven Enge Commentatore certificato 20.11.10 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rosario Amico Roxas manda a Masada

Un fuggi-fuggi generale
Le minacce di dimissioni di Mara Carfagna diventano un fatto politico di prioritaria importanza, seconde solo all’attesa sentenza della Consulta sul legittimo impedimento che spoglierà il cavaliere di ogni protezione, costringendolo a presentarsi ai magistrati per beccarsi la giusta condanna per i suoi reati.
La defaillance di Mara sarebbe uno schiaffo al governo, accusato di farsi dominare dagli affaristi, ma anche una ginocchiata nei denti (o anche altrove) al cavaliere che al governo l’ha promossa sollevandola dagli oneri calendaristici.
Seguiranno altre dimissioni o minacce di dimissioni, perché si scopre che, in questo momento, il cavaliere è disposto a concedere tutto pur di non perdere consensi; escludo che possa dimettersi Bondi, ma solo perché le sue dimissioni sarebbero le sole tempestivamente accettate, tanto il suo voto è sicuro ugualmente. In predicato Frattini e, potenzialmente, anche Gelmini (costretta da 3monti a legiferare, accaparrandosi il disprezzo della classe insegnante e degli alunni di ogni ordine e grado, con l’adesione dei ricercatori, dei precari e anche dei bidelli).
Ci sarebbe anche la Prestigiacomo in odore di fuga in avanti, per le note vicende siciliane.
Vanificata così la estenuante campagna-acquisti scatenata dal cavaliere: uno ne compra e due minacciamo di andarsene, con un ritmo esponenziale destinato a svuotare quel sacco riempito grazie alla raccolta indifferenziata dei rifiuti di manipulite.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Bla,bla,bla,bla!!! Soluzioni, soluzioni non aria fritta! Ops, scusate. Mi sono sbagliato! Per salvare l'Italia dobbiamo aspettare che Grillo diventi capo del governo (va bene anche Presidente della Repubblica) ed il movimento 5 stelle il primo partito del Paese! Quando ciò accadrà (facciamo prima a morire) tutti gli altri (se ce ne saranno) saranno all'opposizione...non perchè serva, per carità, così tanto per passare il tempo!!

Volatile pn 20.11.10 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Non mi pare che Vendola abbia mai attaccato Saviano.
Ho visto invece tutti i mafiosi attaccare Saviano, tutti i corrotti e tutti i berlusconiani, tutte le lingue biforcute, i camorristi, i nemici dell'Italia, i secessionisti, i parolai e i mentitori, e ho visto pure pure Grillo attaccare Saviano. E questa a Grillo non gliela perdono.

Una volta ad una manifestazione di sx ci dettero una pettorina su cui c'erano scritti dei versi di un poeta indiano che ancora conservo sotto vetro in una cornicina e la tengo sempre davanti agli occhi:

"Il corpo del povero cadrebbe a pezzi se non fosse legato ben stretto dal filo dei sogni"

Saviano è un'icona, fa parte di un sogno. E' un sogno di pulizia e di libertà. E non permetteremo attentati a questo sogno perché sarebbero attentati alla nostra anima. Saviano è un eroe vivente e noi abbiamo bisogno anche di eroi viventi, non solo di eroi cadaveri. E nessuno e nemmeno Grillo puuò permettersi di insultarlo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un giornalista che lo faccia nel tempo libero prende 1200 euro per ogni botta di culo.


IL VOLANO...MA DE CHE!?
Sentiamo continuamente parlare gli amministratori pubblici locali indebitati fino al collo, che parlano di far partire lo sviluppo, il VOLANO dell'economia, invece di gestire al meglio l'amministrazione pubblica, vogliono continuare a pensare in grande caldeggiati dalle varie lobby anche mafiose, che bisogna creare sviluppo, economia, posti di lavoro, vogliono essere tutti Keynesiani sia a destra che a sinisitra, formulano progetti di sviluppo a tutto spiano, che poi si rivelano essere solo costruzioni per distruggere il territorio, creano falsi posti di lavoro, finti maneger, una finta economia per costruire megagalattiche strutture in cemento che una volta passata la manifestazione sportiva o altro (Expo 2015 ad es.) diventano luoghi tristi abbadonati al degrado, che senso ha tutto ciò, è questa l'economia? Arrivano alla demenzialità di dire che bisogna costruire outlet per attirare il turismo, concentrazioni commerciali mostruose, invece di privilegiare un'economia dal basso, il recupero dei lavori artigianali, e produzioni biologiche in agricolutura, l'agricoltura di qualità, l'economia sostenibile, si vuole creare il volano ma de che? forse perchè girano soldi pubblici e bustarelle da usare da parte degli amministratori per far carriera politica? Vedi il degrado del sud, con il voto di scambio e l'allocazione dlle risorse pubbliche peraltro inefficienti per creare potere solo alla politica. Ne abbiamo piene le scatole basta! Odio Keynes, fa male all'ambiente. E' ora di finirla! ITAliani non fate gli alieni.

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 14:20| 
 |
Rispondi al commento

...Rotondo, Mara patrimonio di tutto il PDL...

...Bondo occhio ai crolli...............

anib roma Commentatore certificato 20.11.10 14:18| 
 |
Rispondi al commento

A proposito, sempre in tema, che fine ha fatto qullo che andava a Trans?
Come sta?
E la moglie? S'è separata o resiste?
Non è per fare del gossip, è solo per sapere di che morte si va a morire se la prossima volta le elezioni le rivince il PD.

http://www.romaregione.net/redazione/

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 20.11.10 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Think Again, Peter Amico, Paolo T. hanno scritto cose sacrosante. Invito a tornare in tema e leggerli sotto.

In una congiuntura economica come questa, normalmente i capitalisti comprano oro. Una cosa c'è da dire su questi capitalisti: c'è chi è peggio di loro. Sono i capitalisti di merda italiani.
Almeno i primi si comprano l'oro e non distruggono il territorio.
Invece questa FECCIA nauseabonda dell'umanita, i capitalisti italioti, i quali suscitano schifo e ribrezzo persino nei loro colleghi stranieri,
cosa fanno? Invece di comprare oro, costruiscono case, che hanno esattamente la stessa funzione dell'oro. Solo leggermente più ingombranti...

Quando scoppierà di nuovo la rivoluzione socialista (che prima o poi scoppierà: si può solo scegliere se sperare di essere ancora in vita per vederla oppure sperare di essere già morto...) ebbene la sottoclasse di capitalisti da STERMINARE senza pietà dal primo all'ultimo saranno proprio i capitalisti italiani.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 20.11.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAI tre
ambiente italia

la vergogna

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 20.11.10 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi della sx comunista
Io non dico che sbagli
Posso solo dire, secondo me, che tra un sistema che tende a una dittatura e uno che tende a una democrazia, scelgo il 2°, perché preferisco un popolo che sbaglia in proprio a un popolo retto da un dispotismo fosse pure un dispotismo illuminato come quello delle Repubblica platonica o cinese
Obietto poi su 2 punti:
-come mai il marxismo nelle sue realizzazioni storiche ha realizzato solo fallimenti (popoli che stanno male e assenza di democrazia)? E ha messo insieme condizioni di illibertà identiche a quelle delle peggiori dittature fasciste?
-cosa intenderesti fare oggi in Italia? Una lotta armata spero di no. Col sistema democratico mi pare che la sx estrema più extraparlamentare di così non potrebbe essere e marcia verso la propria estinzione. Anche alle prossime elezioni resterà sotto la soglia del 4% e infine sparirà Le alleanxe le escludete a priori. I candidati come Vendola non li sopportate e le brave persone come Ferrero hanno quel piccolo difetto (secondo voi) di credere in Dio, come pure Vendola, che crede pure nel Papa e si allea al vergognoso Pd A me questa cosa di Dio non dà noia come non mi dava noia che ci credessero Francesco Caruso o Don Vitaliano della Sala o che ci credano Don Gallo a padre Zanotelli. Ma voi? Ateismo coatto? Diliberto è liquidato e Bertinotti, dopo l'esperienza al Senato, è uscito dalla storia di Rifondazione. Sansonetti è una nullità. Dove sono oggi i capi della sx? Ferrando? Cosa dicono e fanno? Quali sono i loro programmi? Io vedo il deserto. Anzi vedo solo attacchi a Grillo
La rivoluzione proletaria dovrebbero farla Norma Rangeri e Conchita de Gregorio? Io tanti rivoluzionari non ne vedo e se ci sono stati non hanno fatto storia. E dunque?
Non è per cattiveria, ma per praticità. Io non so cosa riuscirà a fare il M5S, ma vedo che l'esperienza della sx radicale è finita. Non possiamo star qui a parlare di rimpianti, di ciò che potrebbe essere e non è. Siete finiti. Chiuso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON C'E' NIENTE DA FARE LA MARA E' ATTRATTA DAL BOCCHINO........IN TUTTE LE SUE FORME....

aniello r., milano Commentatore certificato 20.11.10 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sento solo.

Reven Enge Commentatore certificato 20.11.10 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi L'Aquila manifesta.
E Mezza Italia è con loro (quella informata!). Le loro macerie, ancora tutte qui, saranno il simbolo delle macerie dell'Italia intera. La televisione di regime non ne parla. Quella finta di sinistra neanche. Il solito Santoro ci ha voluti, giovedì, scenografia per il suo programma di intrattenimento, senza dare appuntamenti. Demolendo persino l'iniziativa della legge popolare, scritta e presentata in parlamento dai cittadini terremotati, per la loro emergenza e per tutte le emergenze d'Italia. Il piacione Fazio, con il bellimbusto Saviano, li hanno ignorati, troppo presi a compiacersi di se stessi. E dallo share televisivo. L'Italia che resiste, fra dolore e distruzione, l'Italia solidale, non fanno audience. Ma loro, l'Italia vera, quella che soffre e lotta, quella che non si compiace davanti alla televisione inutile, saranno oggi in piazza. Le adesioni sono tantissime: questo testimonia che la società civile c'è. E risponde. Un piccolo gruppo di cittadini dell'assemblea di piazza Duomo, riuniti in presidio, ha organizzato, con ammirevole sforzo e spirito di abnegazione, la grande manifestazione di oggi. E la città ed il territorio hanno risposto. Si sono astenuti i sindaci berlusconiani: otto. E la Provincia, berlusconiana anch'essa. Non gradiscono la presenza di Vendola e Di Pietro e dei comitati di cittadini provenienti da tutta l'Italia. Quelli che vivono un'emergenza. Ritengono che la manifestazione sia troppo connotata dalla sinistra. Come se le disgrazie, quelle naturali e quelle compiute dall'uomo, avessero colori. E partiti. Il vescovo aderisce, non potendosi astenere di fronte alla risposta massiccia della città, ma rivolge un invito agli Aquilani "migliori" a non farsi strumentalizzare. Non so a chi si rivolga con quel "migliori". Vorrà, forse, compilare l'elenco dei buoni e dei cattivi, su una lavagnetta. Alla faccia del pastore di anime.
Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento

TG5 ore 13.15***************
"Marcello Dell'Utri non è colpevole" questo il commento del commentatore.
"Marcello Dell'Utri è il protettore di Berlusconi":
commento successivo!
Belin il Nano è la più grande bagascia che l?italia abbia avuto da 150 anni!
Hahahaha...tutto da ridere,d'altra parte una TV privata e finanziata dal Nano di Corleone cosa poteva dire?

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 20.11.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

berlusconi chiede la fiducia!

Se la mia politica e le riforme dovessero fallire,
dal prossimo patto di stabilita'
mi impegnero' personalmente
a risarcire tutte le famiglie italiane
di 15.000 euri a testa:
Per avere tale risarcimento bastera'
iscriversi al pdl
dare il ncc e il pin segreto per accedere al conto.

anthony* d. Commentatore certificato 20.11.10 13:17| 
 |
Rispondi al commento

La favola del colibrì

Durante un incendio nella foresta,
mentre tutti gli animali fuggivano,
un colibrì volava in senso contrario
con una goccia d’acqua nel becco.
“Cosa credi di fare?”
gli chiese il leone.
“Vado a spegnere l’incendio!”
rispose il piccolo volatile.
“Con una goccia d’acqua?”
disse il leone con un sogghigno di irrisione.
Ed il colibrì, proseguendo il volo,
rispose: “Io faccio la mia parte!”

http://www.romaregione.net/chi-siamo/


UNA BLOGGER E AVVOCATO CINESE

In carcere per 140 caratteri

di Federico Mello

Mentre è concreto il rischio che quest’anno nessuno ritiri il premio Nobel per la Pace 2010 (il vincitore, il dissidente cinese Liu Xiaobo, è in carcere, a sua moglie Liu Xia viene impedito di di lasciare il paese), un’altra brutta storia arriva in Occidente dallo sterminato paese del turbocapitalismo senza libertà.

Una blogger di 46 anni, Cheng Jianping, è stata condannata a un anno di lavori forzati per aver diffuso un suo pensiero su Twitter, il social network da 140 caratteri.

Chen, come spiega Renee Xia, direttore dell’organizzazione “Chinese Human Right Defenders” è una “Weiguan”, uno degli avvocati free lance che in tutta la Cina seguono i processi in cui sono implicati dissidenti.

Il fidanzato della donna, Hu Chunhui, ha spiegato di aver segnalato a Chen un “tweet” nel quale si prendeva gioco dei nazionalisti cinesi che avevano organizzato delle manifestazioni contro il Giappone.

Chen ha inoltrato il messaggio a un terzo amico aggiungendo:
“Forza giovani arrabbiati!”.

Il fermo di polizia è scattato immediatamente, ma mentre l’uomo è stato liberato dopo cinque giorni, Chen è stata condannata a un anno di detenzione nei campi di lavoro.

In Cina sono vietati YouTube, Facebook, Twitter e oltre 45 mila funzionari comunisti vigilano sulla sconfinata websfera.

Ma cittadini e dissidenti bucano il muro della censura usando dei “proxy server” che rendono anonime le loro navigazioni.

Le reazioni alla notizia dell’arresto sono numerose e tutte sdegnate.

La vicenda, secondo il direttore regionale di Amnesty International, mostra “il livello della repressione contro la libertà di espressione su Internet esercitato in Cina”.

Dick Costolo, amministratore delegato del social network, ha invece scritto una lettera aperta:

“Caro governo cinese, lunghe detenzioni per un tweet non possono essere il futuro del vostro grande popolo”.

da IFQ di oggi

silvanetta* . Commentatore certificato 20.11.10 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Sciacalli:
I leghisti, chiedono la fucilazione per gli albanesi che hanno rubato nelle case alluvionate.
Quelli, che, subito dopo il terremoto dell'Aquila, quando ancora gli studenti erano sepolti, morti, dalle macerie di un palazzo taroccato,legati a doppio filo con il potere di cui la lega è parte fondamentale, si fregava le mani, sghignazzando al pensiero dei futuri profitti che avrebbero fatto, grazie ai sicuri appalti per la ricostruzione, che avrebbero ricevuto, in virtù dei loro agganci politici.
Questi, cari leghisti, come li chiamate voi?
Quali provvedimenti avete preso, v isto che siete nella stanza dei bottoni?
A quale pena vorrebbero condannati, fatte le debite proporzioni con i sciacalli albanesi?
forse, la fucilazioneavitamedianteimpiccagionesullasediaelettricadentrolacameragas?

antonio d., carrara Commentatore certificato 20.11.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano: "Scongiurare il rischio
di distacco da istituzioni e politica"
Il rischio non è più tale , p diventato una certezza, uno stato di fatto, dura da anni come il berlusconismo iniziato con il craxismo e con la morte di Berlinguer, Napolitano svegliati e fai il tuo dovere con più coraggio.

cesare beccaria Commentatore certificato 20.11.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

L'Unità propone una raccolta di firme a favore di Saviano, contro quella proposta dalla mafia di governo e di informazione contro lo scrittore.

Facciamoci sentire.

http://www.unita.it/firme_saviano/

Franco F. Commentatore certificato 20.11.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se approfitto dello spazio sul bolg ma riguarda un tema caro a tutti i frequentatori. Grazie


Se anche tu pensi che l’'unica strada sostenibile in materia di energia sia quella del risparmio, dall'’efficienza energetica e dello sviluppo coerente delle fonti rinnovabili e pulite, allora sei il benvenuto

Domenica 21 Novembre
a Vimercate(MB) in Piazza Roma
dalle 14.30 alle 18.30

presso lo stand del WWF Vimercatese, dove stiamo raccogliendo le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare in favore delle energie rinnovabili.

Ti aspettiamo!

http://www.wwfvimercatese.it/

Cerca le piazze vicino alla città dove si raccolgono le firme.
http://www.oltreilnucleare.it/

Davide B. Commentatore certificato 20.11.10 12:53| 
 |
Rispondi al commento

E allora mi chiedo:
MA PERCHE' NONOSTANTE IL CALCESTRUZZO...SIA SCESO DI PREZZO LE NUOVE COSTRUZIONI COSTANO ANCORA L'IRA DI DIO????

Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 20.11.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

B pagava i mafiosi da vent’anni e Dell’Utri era il mediatore tra lui e la mafia.

Questo nelle motivazioni della sentenza della Corte d’Appello di Palermo nel processo contro Dell’Utri.

Quando Bossi diceva che B era mafioso quindi sapeva bene di cosa stava parlando.

Maroni sarà ospite di Saviano, potrebbe allora gentilmente spiegare ai telespettatori come mai il suo capo Bossi rivolse le famose 10 domande a B e subito dopo, come se niente fosse, iniziò un sodalizio con lui?

http://www.youtube.com/watch?v=xBbDthMDUoc

Anche in considerazione del fatto che nei giorni scorsi si indignò moltissimo con Saviano asserendo che la ‘mafia al nord non esiste’.

Ci sono parecchie contraddizioni in essere caro Maroni:

- le dichiarazioni pubbliche di Bossi sui legami di B con la mafia.

- La successiva alleanza della lega con il partito di B.

- L’indignazione sua sulle dichiarazioni di Saviano con conseguente presa di posizione perché ‘non esiste mafia al nord’.

- In ultimo le motivazioni della sentenza Dell’Utri che conferma i rapporti tra B e la mafia già negli anni.

Domanda:

Siete voi leghisti pienamente consapevoli con CHI vi siete alleati e CHI state sostenendo?

silvanetta* . Commentatore certificato 20.11.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’edilizia ha avuto un orgasmo cosmico con una curva di crescita portentosa.
Dai 90 miliardi di euro del 1998 si è arrivati al picco di 120 miliardi di euro del 2007.
Il grafico dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) sembra un’erezione fallica con un’improvviso coitus interruptus nel 2008 quando il mercato è crollato in verticale ritornando indietro di un decennio in soli tre anni.

’Italia deindustrializzata e con un’agricoltura in agonia per mancanza di una politica nazionale e di una vera classe imprenditoriale, si è gettata nel business più semplice, la distruzione del territorio, delle città, del paesaggio, del turismo. Il riciclaggio del denaro della criminalità organizzata, le tangenti istituzionalizzate, il concetto di “lavoro, lavoro, lavoro” (per dirla alla Fassino) senza un’idea del futuro, l’utilizzo delle aree edificabili per lo smaltimento di rifiuti tossici (come Santa Giulia e Bisceglie a Milano), le cooperative rosse-nere-bianche collegate ai partiti come nel caso della Tav in Val di Susa, i comuni asserviti ai grandi costruttori, i prestiti alla ca..o delle banche, le Grandi e Piccole Opere Inutili, tutto questo ha creato una corsa all’oro grigio.Nonostante questa orgia di edilizia e un’offerta superiore alla domanda i prezzi sono aumentati in modo indiscriminato, con solo una leggera contrazione nell’ultimo periodo (solo lo 0,3% nel primo semestre 2010). Per comprare un bilocale in città bisogna pagare un mutuo per vent’anni, peggio degli schiavi dei Faraoni....

http://www.romaregione.net/2010/11/20/litalia-del-cemento-che-ogni-settimana-fa-scomparire-ettari-di-terra-e-in-crisi/

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 20.11.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

La telefonata e le risa dei due delinquenti per il terremoto dell'Aquila e' emblematico e ha di fatto indignato tutti,
politici compresi!

Ma io mi chiedo spesso del come mai, questo comitato d'affari che sborsa miliardi per le opere...
non si preoccupi poi di "realizzare" in loco, sul posto, la cifra sborsata e le opere compiute, e, se queste corrispondano alla cifra.

Dai disastri e dalle macerie, cio' che sempre emerge e' un assestamento del degrado sociale e urbano, imprese e politici che si arricchiscono e la mafia che si espande!

Il vero picco di espansione la camorra l'ha avuto dal terremoto dell'irpinia;
s'e' infiltrata nei fondi, nelle imprese, corrotto e colluso coi politici,
accresciuto il suo potere economico-politico-finanziario e reso il "modello" esportabile oltre i confini campani!

Pagheranno una pena irrisoria (in confronto a questi "crimini contro l'umanita' e l'ambiente"...questo il vero capo d'accusa)
i vari Paolo Cirino Pomicino, in compagnia dei fratelli costruttori Lucio e Antonio, il "solito" quartetto De Lorenzo-Di Donato-Scotti-Gava, allo storico patron del Napoli Calcio, Corrado Ferlaino, all’ex ministro Carmelo Conte e altri piccoli protagonisti!

Una torta da 60mila miliardi: Sessantamilamiliardi!
Costi che lievitavano a dismisura:
l’ampliamento dello stadio San Paolo; preventivo 12 miliardi, spesa finale 150 MILIARDI.

Chi vigilava e chi dava spiegazioni sull'utilizzo del denaro?
Migliaia di famiglie ne pagano ancora le conseguenze, e...
il potere camorristico che si e' esteso, "grazie" a quella disgrazia,
e' una resa dello stato, nonche' complicita', difficilmente confutabile!

Per me, le dimissioni del politico delinquente equivalgono all'arresto del mafioso...e' gossip!
E' gia' pronto il prossimo per prenderne il posto!
Senza scalfire l'apparato, la struttura...la famigghia!

anthony* d. Commentatore certificato 20.11.10 12:19| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_20/il-nipote-del-boss-all-universita-giovanni-bianconi_25779fd8-f474-11df-b9c7-00144f02aabc.shtml

il problema è che poi diventano anche ministri

panino A. 20.11.10 12:16| 
 |
Rispondi al commento

IL CROLLO DELL'ECONOMIA non fate investimenti POSTEVITA vi fregano non vi pagano le cedole e nessuno si prende la responsabilita' di rispondervi qualcosa si fanno padroni dei vostri risparmi e non vi rendono niente se chiamate l'ISVAP che dovrebbe tutelare i piccoli risparmiatori vi passano un call center che non sa'nulla nessuno che da' una spiegazione caro TREMORTI cosi' siamo capaci tutti ridate i soldi "CEDOLE" ai loro padroni NON SONO VOSTRI.

luca luca 20.11.10 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L italia va male propio perche da una informazione che Grillo annuncia,leggere i commenti della gente,si somma un tasso del 99% di IDIOTI!!!!!!!
Come puo andare bene questa societa di sifilide????
Ci sono commenti che non hanno a che vedere dell informazione interessata.
Come siete messi???
E vero si che c e un detto che dice;
SONO RESPONSABILE DI QUELLO CHE IO DICO
MA NON DI QUELLO CHE CAPISCI TU!
ma qui si parla di un sondaggio e i commenti parlano di altro!!!
Grillo parla un po di figa a vedere se la gente capisce!!!!

Roberto Venturi 20.11.10 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflessione sulle donne:

quando una donna giovane ha contemporaneamente alemeno 3 di quste cose:

A)le unghie finte con le decorazioni

B)il percing sulla lingua

C)il tatuaggio sul fondoschiena

D)le labbra gonfie (rifatte)

E)le tette finte

F) i capelli vistosamente ritinti

I casi sono 2 o trattasi di demente o di puttana!

in entrambi i casi dategli una botta e via ma non confondetevi troppo con quella roba li!

Se ha una certa età manco per una botta e via e state alla larga!

bruno bassi 20.11.10 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COALIZIONE CRIMINALE

Ora nessuno lancia più proclami ma in vista delle prossime elezioni comunali a Napoli tutti a cercare soluzioni.
Berlusconi per l'ennesima volta fa un passo indietro con cosentino che tiene tutte le fila degli affari dei rifiuti campani.
Non è la prima volta.Nel febbraio 2010 berlusconi ha respinto le dimissioni dagli incarichi da parte di cosentino.
La camera dei deputati ha respinto per ben 2 volte l'autorizzazione a procedere da parte della magistratura nei confronti di cosentino,rispettivamente nel 2009 e nel 2010.
L'ennesima esigenza rifiuti creata ad hoc sotto elezioni con improvvise catture di latitanti al tempo giusto.
Nessuno può nulla contro cosentino:ne berlusconi,ne maroni,ne la protezione di bertolaso,ne impregilo,ne la commissione europea.
L'uomo che riesce a bypassare tutti le leggi del federalismo della 'pulita' lega,tutte le intenzioni(buone o cattive) del nuovo governatore della regione,che tiene sotto scacco i presidenti di provincia, a cui ubbidisce larussa,verdini,landolfi.
Qual'è il reale potere di cosentino e da dove viene la sua forza?
Maroni una domanda:ma dove sei stato fino ad ora?
La tua coalizione puzza di patti di mafia e vieni a sbandierare le tue vittorie al sud?
Bossi che vuole andare alle elezioni perchè vuole zittire tutto il marcio che sta venendo alla luce,berlusconi trincerato per il suo partito che cade a pezzi e la paura che una volta caduto il governo vada a processo.
C'è del marcio in Campania e puzza molto di più della spazzatura che fermenta in strada.
C'è un agglomerato di interessi che ha un valore nazionale,che è colluso con i governi,le amministrazioni,le imprese e le mafie.
Gli interessi in ballo hanno toccato ogni regione d'Italia:i Napoletani non hanno ancora capito che la Campania è il centro degli affari di tutta la politica dagli anni 50 ad oggi.
Se la Campania crolla molte persone perderanno lavoro in tutta Italia e all'estero.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 20.11.10 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Le motivazioni della sentenza della condanna di Dell'Utri disgustano a dir poco.
Pero', in prima pagina di tutti i giornali, sono messe in risalto le probabili dimissioni di Mara Carfagna.
Mi pare una giusta preoccupazione: l'Italia, senza Mara Carfagna, potrebbe non farcela e diventare come il Congo belga. Ed è ben piu' importante dell'osservare il fatto che, la mafia, sta gestendo le nostre vite.
A quello, ormai, ci siamo abituati. Sentenza pleonastica.

Buongiorno Blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 20.11.10 11:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rovigo 20 novembre. Firme false e di persone morte:
bufera su Lega, Udc e Forza Nuova.
Sarebbero queste le irregolarità in alcune liste elettorali presentate alle ultime regionali, sulle quali sta indagando il sostituto procuratore di Rovigo Manuela Fasolato.

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=127459&sez=NORDEST

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Libro-intervista del Papa: nazismo e marxismo rivolti contro la verità.

***

Chi meglio di lui, che ha fatto parte di un esercito nazista, può spiegare che le estremizzazioni producono solo danni.

Il fanatismo nazista ha prodotto gravissimi danni all'umanità.

In quanto al marxismo, sappiamo tutti che cosa ha prodotto in Russia ed in Cina, tanto per fare semplici esempi.

Lo stesso papa, infatti, non è in grado di tradurre in pratica la teoria comunista, attinta dal cristianesimo, vivendo lui stesso un regime egemonico capitalista.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 20.11.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI TEMA

CONSIGLIO A TUTTI : "LA LIBERTA' DEI SERVI" DI MAURIZIO VIROLI - ed. ANTICORPI LATERZA

Mario ., Cesena Commentatore certificato 20.11.10 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Il mercato della casa si è fermato perché chi compra non vuole pagare un prezzo che è palesemente finto e, dall'altra parte, i costruttori non sbracano perché le case garantiscono i fastantilioni di debito che hanno contratto con le banche. I primi si tengono i soldi in banca (se li hanno), gli altri si tengono gli immobili che fintamente garantiscono alle banche i soldi dei primi. Tutti restano ricchi, felici e contenti in un mercato fermo. Andando oltre l'immobiliare, quante sono in Italia le imprese tecnicamente fallite ma tenute in vita come zombie dalla cassa integrazione e da strani affitti di ramo d'azienda? Quanto può ancora restare nel congelatore il mercato prima di squagliarsi?

Peter Amico 20.11.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento

http://intermarketandmore.finanza.com/scricchiola-il-mercato-immobiliare-americano-19834.html

Nell'articolo 3 bei diagrammi su permessi di costruzioni, cantieri avviati e case completate negli usa nell'ultimo decennio. Evidente la crescita della bolla fino al 2005-2006 e lo sprofondo nel 2009-2010 a livelli mai visti.

------------------------------------

http://intermarketandmore.investireoggi.it/mercato-immobiliare-ripresa-a-colabrodo-11217.html

Grafico vendita nuove case, case esistenti, tasso di insolvenza sui mutui (usa)

E se gli usa spesso sono anticipatori di quello che avviene in italia, c'e' poco da stare allegri..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Era evidente già da qualche anno (7/8) che l'edilizia in italia era l'unico motore importante dell'economia e del PIL italiano. E l'edilizia è stata fatto ripartire sia dai governi di destra che di sinistra, perché appunto, essa ha un forte impatto positivo sul PIL e più si cerca di tenere su il PIL più il governo può fare debiti cercando di non violare i vari vincoli di stabilità europea.
Come al solito hanno distrutto per sempre aree verdi e coltivabili per un vantaggio di breve durata. Anche l'immigrazione secondo me potrebbe essere stata voluta per una questione di PIL. Si fanno venire qui un sacco di persone che hannoo bisogno di tutto e che hanno poco e nulla. Ma quello non è un problema, danno loro agevolazioni nel lavoro e anche aiuti economici (distruggendo il mercato del lavoro e mettendo nei guai quelli che invece hanno un lavoro regolare), queste persone comprano case (e i prezzi si mantengono elevati) e beni di consumo e il PIL aumenta.
Tutto questo è stato pensato da qualche gruppo di potere desideroso di incrementare i propri affari avallato soprattutto dai governi di destra dell'innominabile.
Quello che voglio evidenziare è che senza l'edilizia, un tipo di "produzione" anomalo rispetto a quello delle fabbriche e della terra, in quanto basato sulla produzione di beni e la distruzione definitiva di altri, il nostro PIL sarebbe ben più basso di quello pure striminzito cdi cui i politici cianciano. Inoltre bisogna tenere presente che tutto quanto costruito ha costi di manutenzione. Saranno capaci le generazioni future, visto l'andazzo, di mantenerlo o non cadrà tutto a pezzi?

Think Again 20.11.10 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto meglio il post!
Di fronte a un crollo dell'edilizia come quello del grafico sotto al titolo.
Il minimo che si possa fare è di incrociare le dita.
Che io un pò superstizioso lo sono.
E tu che mi leggi?

Ciao

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 20.11.10 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

sono alcuni anni che sto' cercando casa nella mia zona e comuni limitrofi,ci sono centinaia di case in vendita vuote nuoveeeeeeeeeeee,
ma il prezzo non cala e' uno scandalo.
ancora cantieri aperti prezzi alle stelle.
la domanda mi sorge spontanea,ma gli operai vengono pagati? ma le imprese edili quanto vogliono guadagnare? si saranno accorti che gli stipendi sono sotto la media europea,anche Africana.
E' possibile che nessuno prenda provvedimenti in merito?
Senza parlare delle banche,che nonostante tutto non ti danno il mutuo anche con due stipendi fissi
(fortunatamente) Ma in che Merdaio siamo entrati?
(scusate la parola )

Paolo.T

paolot1 20.11.10 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Si continua a costruire la cosa sbagliata! Enormi casermoni dormitori privi di servizi e collegamenti. Ci sono miliardi di ore di lavoro disponibili in settori completamente dimenticati come strade, linee ferroviarie, ponti (quelli normali e NECESSARI), opere publiche e storiche, musei, teatri, interi centri storici che stanno cadendo a pezzi.
Ma anche una costruzione civile a misura d'uomo. Se ci fossero collegamenti ragionevoli e funzionanti a basso costo, si potrebbero costruire piccole case unifamiliari lontano dai centri di lavoro dove i bambini potrebbero crescere molto meglio. Questo non e' un disegno utopistico, basta guardarsi intorno in Olanda, Belgio Inghilterra per vedere queste cose nella piena NORMALITA'. Le case sono valutate secondo parametri di tranquillita', sicurezza per i bimbi, vicinanza a buone scuole.
Questi centri soo normalmente collegati PRIMA di cominciare a costruire. Ma certo le speculazioni sono quelle finanziarie non quelle politico-mafiose.
datevi uno sguardo in giro in Europa.
Ricordatevene la prossima volta che andate a votare, perche' il vero potere e' quello. A cui gli Italiani hanno abdicato da decenni!

Rosario Romano 20.11.10 11:07| 
 |
Rispondi al commento


Tagli alla ricerca...ancora!
I tagli alla ricerca mi sembrano comunque adeguati
alla linea del governo e la riforma gelmini:
Ancora un paio d'anni di berlusconi e un'altra riforma
gelmini...e ci saranno talmente cosi' pochi cervelli in giro,
che la "voce" scomparira' dalla finanziaria!

Imprese in fuga, cervelli in figa...
le gru...i tetti...l'asinara..la monnezza...
la protesta civile in un paese incivile...
Saviano...maroni...raccolte firme...manda na' mail..
e ti mando na' mail...la coscienza di Zeno...e del vaticano...
e berlusconi...e l'endemol...e lo share...
50.000 a botta...ma ci verrei aggratissss...
nun ve' regghe' piu'!

anthony* d. Commentatore certificato 20.11.10 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E QUESTA SAREBBE LA NUOVA ARIA?

E' bastata la dichiarazione dello sblocco di 150 milioni di euro dei fondi fas per la gestione dei rifiuti in Campania a far agitare gli avvoltoi oltre ai gabbiani sulle montagne di spazzatura.
Ma qual'è la questione?
Il nocciolo del parapigia è a chi affidare la gestione dei termovalorizzatori in Campania.
La carfagna vorrebbe affidarli ai comuni e non ai presidenti delle province cesaro(gigino a purpetta Napoli) e cirielli(Salerno) i quali accusano la carfagna di voler affidare la gestione ai comuni di sinistra.
Tutti i vertici Campani sono in subbuglio capeggiati dal potente cosentino che tira fuori dal cassetto la candidatura della sagoma martusciello,sconfitto alle precedente elezioni a Napoli, mentre cirielli propone a Salerno ferrazzano collaboratrice di carfagna tutto a sua insaputa.
Daltronde il pdl non è nuovo al motto 'a sua insaputa'.
La campagna elettorale è già iniziata e la carfagna attacca cirielli che propone delle deputate veline contro il ministro delle pari opportunità.
Mi domando cosa ci sia di così scandaloso se non fosse altro che se ne lamenta la carfagna.
Son tutti bravi a criticare, ad accusare i Napoletani di inciviltà e la lega a lanciare anatemi contro i Campani.
Dove ci sono soldi c'è la protezione civile e lo show delle amministrazioni.
Credete che ci sia veramente la volontà di risolvere i problemi dell'acqua alta nel Veneto o il problema dei rifiuti a Napoli?
I Veneti si sono rimboccati le maniche e gli addetti in Campania si fanno in 4 per cercare di smaltire un po di quintali su tonnellate di rifiuti tra una giungla di problemi.
Non c'è mai stato un piano di smaltimento dei rifiuti in Campania e le nuove amministrazioni che avanzano sono allo sbando più completo con un governo che è a pezzi dove si evidenzia ancora una volta che le lotte di potere sono lotte di danaro e tutta la politica se ne frega altamente dei Napoletani sommersi da tonnellate di rifiuti.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 20.11.10 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Non si vende, non si affitta e si continua a costruire, fino a quando può durare? Anche perl'eternità, dipende dalla quantità di denaro di provenienza illecita, ivi comprese le entrate del recente e benemerito (per le cosche e non solo), scudo fiscale e dalla massa di denaro frutto di evasione che viene riportato alla luce del sole e ripulito nel cemento.

ferdinando tessari 20.11.10 10:27| 
 |
Rispondi al commento

FASCISTI ALL'ARREMBAGGIOOOOOO...

I golpisti esigono più appoggio
dagli USA

Jean-Guy Allard

“Adesso più che mai, è il momento per gli USA di appoggiare i suoi amici” ha proclamato ieri la parlamentare repubblicana Ileana Ros-Lehtinen nel comunicato letto in pieno Campidoglio a Washington, di fronte a una sala piena di golpisti, terroristi e cospiratori che avevano aspettato il suo arrivo per iniziare la propria sessione di attacchi contro l’America Latina progressista.

Gli Stati Uniti devono cooperare con i “loro soci nella regione” per affrontare il “declino delle libertà democratiche e dei diritti umani” che portano avanti i Governi del Venezuela, Bolivia, Nicaragua ed Ecuador, ha affermato la donna che ha applaudito il golpe in Honduras.

L’appello ad appoggiare “gli amici” e “i soci” la cui identità non è stata meglio precisata, ha provocato espressioni di soddisfazione sui volti di molti dei presenti, tra i quali c’era il golpista ecuadoriano Lucio Gutiérrez, associato al recente tentativo di Golpe a Quito. “Gli Stati Uniti devono lavorare da vicino con i nostri soci responsabili per affrontare questa calamità”, ha insistito la politicante chiamata la Lupa Feroce, che dirigerà nel prossimo Congresso l’influente Commissione di Relazioni Estere della Camera dei Rappresentanti, adesso dominata dai repubblicani.

La sua collega Connie Mack, che si incaricherà dell’America Latina nel nuovo dispositivo repubblicano nella Camera, ha commentato “Spero che adesso, con questa nuova maggioranza (…) finalmente potremo affrontare Hugo Chávez. (Traduzione Granma Int.)
Venezuela e Bolivia rifiutano l’appoggio degli USA all’estrema destra latino americana

Il Venezuela e la Bolivia hanno manifestato il proprio aperto rifiuto alle posizioni assunte dai settori dell’estrema destra dell’America Latina, che hanno partecipato ad un incontro nel Consiglio degli Stati Uniti...

Jean-Guy Allard 20.11.10 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sosteniamo Fini!!
ha un'infinità di colpe, ma forse si è reso conto del male fatto e sta reagendo allo scopo di migliorare la situazione,e certamente non ne ricaverà benefici:
Sosteniamolo, è il solo che ha qualche possibilità di mettere in crisi il berlusconismo, di evitare di avere un presidente della repubblica amico di dell'utri e di mangano.
aiutiamolo, facciamo sentire il nostro appoggio a tutte le iniziative finalizzate alla eliminazione
di berlusconi, al ridimensionamento dell'osteria leghista. se fini raggiungerà un posto di comando per quanto alto, se sbaglierà se lo potremo togliere di mezzo, berlusconi se rimane sarà presidente della repubblica,tipo america latina.
se ho torto non lapidatemi
tiziano

tiziano zamperini 20.11.10 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Un capo del governo che, nella sua avventura imprenditoriale, è stato accompagnato - per lo meno fino al 1992 - dalla presenza degli uomini di Cosa Nostra e, oggi, per proteggere la maggioranza che sostiene il governo deve chinare il capo dinanzi alle pretese del politico considerato dalla magistratura il più compromesso con gli interessi dei Casalesi. È uno stato di dipendenza, di oscurità, di minorità politica che nessun arresto di latitante, confisca di bene miliardario, statistica e classifica di successi dello Stato potrà ribaltare. Le vittorie dello Stato contro le mafie non riescono a diventare il riscatto personale di Berlusconi - e della sua storia - da quei poteri criminali con cui egli si è intrattenuto negli anni della sua impresa economica e ancora oggi si deve tener vicino per sopravvivere nel suo crepuscolo politico.
Giuseppe D'Avanzo, La Repubblica ( che non è uguale a Il Giornale di Feltri, a buon intenditor poche parole)

(20 novembre 2010)

cesare beccaria Commentatore certificato 20.11.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Due o tre anni fa LUI disse che se non fosse stato sposato avrebbe preso in moglie Mara Carfagna....bene testa d'asfalto, ora che Veronica non e' piu' un ostacolo sposatela. E fate tanti piccoli Carfasconi

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 20.11.10 10:04| 
 |
Rispondi al commento

finalmente si scopre il miracolo dei rifiuti a Napoli, la camorra e Cosentino sono i santi e berlusconi il dio fasullo, è stato scoperto e perfino la Carfagna si ribella.
Berlusconi ricattato dalla camorra di cosentino, dalla mafia di Dell'Utri, dalla 'ndrangheta di....?

cesare beccaria Commentatore certificato 20.11.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Do un consiglio al nanetto... e vedrai che lo coglierà... La pantomima (forse involontaria) delle dimissioni della mara, permetteranno al noto tifoso del milan di fare il predellino 2 e con una bella tabula rasa annientare i La Russa e i Verdini e tutto il pd con elle che tanto gli sanno di vecchio e poco trasparente per proporsi lindo e puro come un puttino davanti al popolo con al fianco la mara come minimo proposta alla vice presidenza se non addirittura oltre per la felicità degli italiani che ben felici voteranno il nuovo che avanza dando il loro voto ad una bella gnocca (ammettiamolo)
Vedrete...

Reven Enge Commentatore certificato 20.11.10 09:52| 
 |
Rispondi al commento

AnicaFlash - Intervallo pubblicitario cinematografico.

Dopo Tiger Woods, anche Silvio Berlusconi avrà un film porno dedicato a lui. E’ in arrivo, infatti, la parodia porno ispirata alla vicenda escort tra Silvio Berlusconi, Ruby Rubacuori e Lele Mora. Si intitola “Bunga Bunga Presidente”, è diretto da Andy Casanova ed uscirà nelle migliori videoteche hard il prossimo gennaio.
Nel film porno Bunga Bunga presidente si avvarrà di Rocco Siffredi nei panni del presidente Rokko, il presidente di uno Stato di “fantasia”. Proprio a Rokko l’amico Lele procura le ragazze per soddisfare la sua malattia di sesso.
La ragazza del bunga-bunga diventa però la Selenadova, liberata dalla Questura su ordine del Presidente. Proprio come è avvenuto con Ruby.
Sulla copertina del Dvd compare “ogni riferimento a fatti o cose è puramente casuale”. Ma non ci crede nessuno.

http://infosannio.wordpress.com/2010/11/19/%E2%80%9Cbunga-bunga-presidente%E2%80%9D-il-film-porno-ispirato-alla-vicenda-escort-tra-ruby-e-berlusconi/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 09:50| 
 |
Rispondi al commento

In Italia i prezzi delle case non scendono come è avvenuto in tutti i paesi dell'occidente,per un fatto molto semplice,sono il bene rifugio del riciclaggio di tutti i capitali guadagnati illecitamente.Non mi riferisco ai piccoli risparmiatori che ne posseggono una o due pagate col sudore,ma al riciclaggio di denaro di mafie,a tutti gli evasori fiscali che ne posseggono decine se non centinaia con redditi da fame.La guardia di finanza,oltre a controllare i mari in cerca di yacht farebbe bene a frequentare un po più assiduamente gli uffici del catasto.

sergio s 20.11.10 09:49| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio Greggio
Mi permetto, se la cosa non ti offende, di copiaincollare un tuo post MOLTO IMPORTANTE, affinche' tutti possano il piu' possibile prenderne visione.
Intanto ti rongrazio personalmente per avere diffuso questa possibilità di solidarizzare con ROBERTO SAVIANO attraverso il sito di FRANCA RAME.

(((((((IO STO CON SAVIANO. SE SEI DACCORDO FIRMA QUI PER SOSTENERLO!)))))))

SAVIANO COMABATTE LA MAFIA.
IL CENTRODESTRA LO DETESTA.
E' UNA RISPOSTA CONCRETA.

SOSTIENI SAVIANO E FIRMA QUI:

http://www.francarame.it/node/1359

FAI CIRCOLARE IN WEB!!!!!!!

GRAZIE BEPPE!

E aggiungo io, ancora grazie Fabio.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 20.11.10 09:47| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno:nando pensa se lo avessero
fatto i lavoratori dell'Alitalia,
la carfagna impazzita tira fuori le palle
e sputa tutti i peli,il fisichella del vaticano
laicità ha comando la deve contestualizzare lui,
padani offesi si parla troppo mentre noi lavoriamo
poi se ce qualche birbaccione ce lo avete mandato,
il birbaccione preso in quel di principe ride
e lo credo al 41 bis mangia pasti caldi e invia
messaggini,dell'utri nulla di nuovo e ci credo
è roba vecchia ma lui ancora gira tranquillo,
oggi mi sento vergassola,a il serpico della bassa
lunedi va a recitare e subito è partito un tamtam
appena appare intrasmissione si spengo le televisioni lasciando il requiem ai padani.


claudio galletti 20.11.10 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Feltri sospeso per tre mesi dallo scrivere sul Giornale, firma per primo contro Saviano. Questi soni i mezzi di Berlusconi, con la mafia e per la mafia, il tutto per se stesso, soldi , potere, minorenni, gomorra.
Il male dell'Italia è Berlusconi, uniti contro lui e poi si vedrà come ricostruire dalle macerie e del fango.

cesare beccaria Commentatore certificato 20.11.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Il NANO suscita pena...

Sembra un Bibliotecario con le mani piene di libri che quando gle ne cade uno si china per raccoglerlo...e nel frattempo gle ne cadono 3!!!

Pure Pezzi da 90 come la Garfagna si sono rotti i coglioni!!!
Il governo Del fare affari...GRAZIE alla crisi economica e' uscito allo scoperto!

Il RICERCATO cosentino non vuole mollare la TORTA degli inceneritori nella sua provincia (chissa' chi si piglia i soldi), e mentre viene commissariato un sindaco che si RIFIUTA di cedere i rifiuti alla gestione (inquisita) provinciale, l'inceneritore a consentino gle lo lasciano...magari lo useranno per la lupara bianca.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 09:43| 
 |
Rispondi al commento

L'edlizia della mafia non crolla, ma cresce, prende tutto e soprattutto in lombardia ed Emilia.
Il servitore dello Stato che viene lasciato solo dallo stato viene ucciso dalla mafia, perchè vuene lascuato solo dal potere pubblico, Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino, Chinnici, Ninni Cassarà, oggi, sotto il berlusconismo, tocca a Saviano. Feltri fa parte della bvanda dei collaboratori di mafia, il fine ultimo, eliminare Saviano.
Ha cominciato Sgarbi, un essere spregevole e disturbato mentale a cui viene dato spazio in tyutte le TV. Il critico di mamma.

cesare beccaria Commentatore certificato 20.11.10 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Scopro con orrore che il blog é diventato il muro del pianto di molti che vorrebbero "aiuti" perché rovinati? Non voglio fare il difensore d'ufficio ma a differenza del pedonano non mi risulta che Beppe sia nei primi 100 più ricchi di Fortune? Comunque che c'azzecca col post Boh?
Ho letto la polemica con Saviano sul Fatto e volevo mostrare la mia solidarietà a Beppe, uno sforzo sia Fazio che Saviano di trovare un'altro produttore rispetto alla Endemol potevano certamente farlo, forse un pò di COERENZA in questo paese martoriato dal conflitto d'interessi, aiuterebbe ad avere una coscienza più pulita. Nulla toglie alla credibilità di Saviano ma certo e lo abbiamo visto, la sua libertà di manovra é proprio marginale, si rimpiangono i tempi di Luttazzi, e di vere BOMBE fatte esplodere, non di pugnette che diventano roboanti perché i soliti analfabeti, dementi, priapici verdi s'inalberino, a voglia a fargli capire qualcosa, ma così srarnno costretti ancor più al ribasso quando avevano appena appena sollevato la capoccella?
Conflitto d'interessi e coerenza questa é già di per se un segnale positivo e di civiltà, e la colpa per l'inevitabile polemica é solo di Fazio e Saviano, che fa strano non sappiano far bene i conti con una certa coerenza (Mondadori).. cos'é abbiamo il portafoglio a destra ed il cuore a sinistra eh Fazio?

Jan R., Gallarate Commentatore certificato 20.11.10 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la censura l'ha cancellato lo ripropongo...(uno vale uno e'...mi raccomando!)...

DIEGO FUSARO

Chi oggi dice che "Marx è morto" lo fa per metterlo a morte, perché sa quanto è ancora vivo e scomodo. "Marx è morto" - questa insopportabile litania - non è allora la presa d'atto di un decesso, ma l'esorcismo volto a mettere a morte un vivo, la cui capacità critica resta, ad oggi, fortissima. Nessuno si sogna di ricordarci ossessivamente che Platone, Hegel o Kant sono morti...

8) Non si può tornare a Marx, ma solo ripartire da lui: dalle sue teorie, dalle sue illuminazioni. Da Marx si dipartono molti sentieri che, a seconda di quello imboccato, permettono di addentrarsi nella selva o di perdersi in essa. Proprio perché Marx non ha coerentizzato alcun sistema (Engels) o alcuna religione di stato atea e monopolistica (Stalin), occorre ripartire dal suo "cantiere aperto" per sviluppare nuove teorie critiche in grado di denunciare le contraddizioni di cui è intessuto il nostro oggi.

9) Marx è il più grande critico della società capitalistica (che è ancora la nostra società): chi pretende di spiegare l'attualità usando le sole lenti interpretative marxiane, è certo votato alla miopia; ma chi rinuncia del tutto a indossare le lenti interpretative di Marx, è destinato alla totale cecità. La critica dell'oggi non può non ereditare il codice originario marxiano. Alienazione, feticismo delle merci, produzione fine a se stessa, svalorizzazione del mondo umano: sono tutte categorie che restano valide ancora oggi e che permettono di sottoporre a critica il paesaggio capitalistico odierno.

10) Marx ha svelato che la schiavitù nel mondo moderno è una schiavitù economica, non politica: gli operai, chi lavora nei call-centers, ecc, sono "schiavi del salario", soggetti all'estorsione di "pluslavoro". La nostra non è l'epoca della libertà - come ripete pomposamente la tradizione liberale, da Smith a Popper - ma è semmai una nuova fase della lunga "preistoria" dell'umanità...

Filiberto Laccabue_Ferrara_ 20.11.10 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con alitalia hanno scaricato i debiti sui soliti pantaloni,cioe' noi, e si sono comprati la societa' "pulita".
Questo e' un trucco che si puo' fare anche con l'azienda Italia:
i debiti li cediamo a chi si sono comprati i buoni emessi dai nostr grandissimi economi e ripartiamo da zero.

SENZA ECONOMI !

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 20.11.10 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Cari tutti,
ecco due ricette per fare dimenticare le merendine
ai vostri figli.
Per prima cosa dovete fingere di dimenicarvi
di comprare merendine e affini e arrivare al
momento della merenda con la dispensa vuota o
quasi.
Dopo proponetegli delle crepes che si possono fare anche senza una precisa ricetta, mescolando
latte zucchero olio e farina, basta assaggiare!
Ma forse quello che li incuriusirà di più è il
latte di gallina, basta la parola a farli incurio-
sire. Sbattere un tuorlo di uovo a testa con alcuni cucchiaini di zucchero, basta che il tutto
monti un pochino, aggiungere poi latte a temperatura ambiente e presentate ai vostri figli
un bicchiere a testa di questa roba. Al massimo
ci potranno inzuppare dei biscotti, ma anche da
sola è una bevanda nutriente, naturale e non pro-
duce rifiuti. Gli albumi delle uova si possono
frullare con 100 gr. di zucchero ogni albume,
cuocere per 2/3 ore in forno a 90 gradi. Altra
merenda alternativa. Poi ci sarebbero tutti i
normali dolci casalinghi, che però stimolano di
meno la fantasia dei ragazzi!

Presenti laura

presenti laura 20.11.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dell'Utri, subito SANTO!

gennaro fu 20.11.10 09:06| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, mi trovo in un momento molto delicato della mia vita e chiedo a te e a tutti voi un consiglio...il mio compagno è da poco
venuto a sapere che il suo piu caro amico, nonche collaboratore e cliente , lo ha fregato lasciandolo mella m.... piu nera, anzi, lasciandoci nella m ... quindi di punto in bianco ci siamo ritrovato a dover vendere casa, e forse anche qualcosaltro, x cercare di rimediare a questo enorme danno economico. ora bisoga cosiderare che i tempi sono quelli che sono e che mai abbiamo vissuto nello spreco, siamo una famiglia con forti valori e forte temperamento. ma quello che mi viene da pensare è.. è giusto che questo bastardo che ci ha procurato notti insonni lacrimme e disperazione, debba passarla liscia e noi lavoratori pagatori fino all ultimo di tasse genitori di 4 figli, dobbiamo rimetterci tutto vendere se possibile il poco che ci rimane e accavallarci un mutuo con le banche? come posso fare x ridare una parvenza di sereneta ai miei figli e a tutti quelli che con noi hanno lavorato ed ora si vedono mancare soldi e lavoro? sento parlare, non so se sono cose vere o meno, di una futura crisi monetaria, sento gente che investe non piu in edilizia ma in oro, vedo il panico dei miei genitori ormai anziani e nei miei suoceri che hanno lavorato una vita x assicurarsi u8n briciolo di tranquillita... insomma un consiglio....un aiuto morale ... con affetto e stima...

nicoletta rossi 20.11.10 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mara carfagna si e' offesa.

Pensare che ve lo avevo detto di smetterla di chiamarla puttana.

Adesso si dice ESCORT...La volete capire ?

Invece voi impavidi continuare a chiamarla puttana,bocchinara,troia e via discorrendo.

Dovete chiamare le "cose",ripeto cose, col nome giusto altrimenti fanno bene ad'arrabbiarsi.

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 20.11.10 09:04| 
 |
Rispondi al commento

il fisco ha beccato 55.ooo lavoratori dipendenti evasori per una evasione di ben 93o mila euro... a far bene i conti sono meno di 2o euro a testa!
Quanto sono costate le ispezioni... e se avessero cercato da un'altra parte?

Maurizio Matteini 20.11.10 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi ripeto:

“POVERO SILVIO, NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”

Il senatore Marcello Dell'Utri avrebbe svolto un’attività di “MEDIAZIONE” e si sarebbe posto quindi “COME SPECIFICO CANALE DI COLLEGAMENTO TRA COSA NOSTRA E SILVIO BERLUSCONI”. Lo scrivono i giudici della Corte d'Appello di Palermo nelle motivazioni, depositate oggi, nella sentenza Dell'Utri.

“POVERO SILVIO”, “NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”, “NONNO GIORGIO” gli aveva procurato un’insperata tregua, dal diabolico “GIANFRANCO”, nell'attesa del giorno del giudizio universale, il 14 Dicembre, tanto che i suoi “ASCARI” avevano iniziato farneticare di un nuovo miracolo, avevano iniziato a distribuire pacchi dono per riportare nell’ovile le pecorelle smarrite, gli storpi iniziavano a rimettersi a correre, le acque a ritirarsi, la spazzatura a volatilizzarsi, le prostitute a sparire (dalle strade) e sugli occhi degli italiani a piovere fette di prosciutto.

Che ecco, un’ordalia di magistrati sovversivi, in combutta con quella feccia della stampa Komunista, fanno uscire della Corte d'Appello di Palermo le motivazioni, della sentenza Dell'Utri, mandando in malora le meravigliose “FESTE DANZANTI” che i suoi giullari e ballerine avevano intenzione di mandare in onda, per allietare le lunghe e fredde notti d’inverno dei sudditi Italiani, secondo il collaudato rito, cattolico, apostolico, minzoliniano.

E pensare che “L'OMETTO” poteva anche salvarsi, raccontano i seguaci “DELL'ALLEVATORE DI TROTE”, “Bossi gli aveva trovato il modo di accontentarlo: un bel salvacondotto giudiziario e un accordo con Gianfranco Fini per portare Roberto Maroni a Palazzo Chigi, con la promessa di eleggere Fini al Quirinale nel 2013”.

Ma “L'OMETTO”, testardo, non c'è stato.

Ed ora ai seguaci “DELL'ALLEVATORE DI TROTE” gli tocca restargli accanto almeno fino all'apertura ufficiale della crisi.

“E L'OMETTO, VOLEVA SCONFIGGERE LE MAFIE, ERA IL SUO COMPARIELLO”.

Paolo R. Commentatore certificato 20.11.10 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il "cacio"mercato parlamentare continua!
comè giusto che sia....
in fondo a coloro che aggirano nei palazzi governativi, lautamente pagati dai coglioni italiani che manco li hanno votati, non interessa minimamente il bene del popolo, ma semplicemente arrivare ad avere quella piccola pensioncina che lo stato passa ai suoi fedeli servitori!

occorre levare il privilegio dei pochi anni di "lavoro" che garantisce la pensione a questi parassiti!

se non ci fosse, il governo sarebbe già andato a casa da un pezzo, ma siccome c'è, molti aspettano la "maturazione", anche andando contro il loro "onore" ed alla loro "morale"!

mentre io, loro datore di lavoro, aspetto che passino 40 e passa anni, per poter godere un decimo di loro.
e poi ci trifolano i coglioni con la carfagna e dell'utri!
tutti al muro!!!!!

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!

il Mandi Commentatore certificato 20.11.10 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i post, ho letto che molti di voi parlano di affitto decente, ma non spiegano bene dove vada messa "l'asticella" del canone. Chiedo, se possibile, di indicarmelo in questo modo: fatto 1000 il reddito mensile, la quota per l'affitto è 500, 100, 350 ecc. Personalmente avrei questa proposta sull'affitto: stabilire dei canoni più bassi a patto di una fiscalità più bassa.

Un lieve fuori tema. Lo stato possiede molti immobili: (vedere l'interessantissimo sito http://benidellostato.agenziademanio.it/BeniPatrimoniali/index.php) perché non creare delle società quotate con capitale diffuso per l'housing sociale che rilevino questi immobili e li riqualifichino mettendo a disposizione di tutti gli alloggi ricavati. Lieto di leggere qualche commento...

rolla lorenzo 20.11.10 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Caro Beppe, sei la voce delle persone di buon senso, grazie di esistere.
Quello che dici sul crollo dell'edilizia è la grande verità che i ladri di
destra, di sinistra, di centro nascondono con cura.
Vorrei aggiungere una cosa. La cementificazione selvaggia alloa quale è
sottoposta la nostra nazione, è la causa delle sempre più frequenti
alluvioni. Propongo un problemino, se un ettaro di terreno in un tempo x
assorbe 100 centimetri di pioggi, lo stesso ettaro cementificato al 50% In
un tempo x quanto quanti centimetri asssorbe?
Saluti Giuseppe"

Giuseppe Balsamo 20.11.10 08:23| 
 |
Rispondi al commento

Il signor Pietro Fontanini, esponente della Lega Nord e presidente della Provincia di Udine,IN un convegno sulla disabilità a Palmanova, organizzato da un consorzio friulano per l’assistenza medico-pedagogica. ha preso la parola e ha lasciato di stucco il suo uditorio. I disabili? “Ritardano lo svolgimento dei programmi scolastici”. Rallentano i ritmi d’apprendimento degli altri ragazzi e frenano il lavoro di studio e d’approfondimento. Dunque è “più utile metterli su percorsi differenziati”.

-------------------------------------------------
è giusto applicare questo metodo delle corsie preferenziali per i disabili,ma si deve cominciare dal governo.

mettiamo BOSSI in un ospedale psichiatrico.

al casula, cagliari Commentatore certificato 20.11.10 08:20| 
 |
Rispondi al commento

abbonarsi al "fatto quotidiano" on line costa circa 40 centesimi al giorno.
abboniamoci al "fatto".

al casula, cagliari Commentatore certificato 20.11.10 08:13| 
 |
Rispondi al commento

"La Speranza non nasce da una visione del mondo rassicurante e ottimista, bensì dalla lacerazione dell'esistenza vissuta e patita senza veli, che crea un'insopprimibile necessità di riscatto"
(Claudio Magris: Utopia e disincanto).

Buona giornata.
Aldo

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 08:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.agcm.it/agcm_ita/BOLL/BOLLETT.NSF/0/c49c35eff3850122c1257646003870d2/$FILE/37-09.pdf

MONRADIO....del presidente del consiglio

ai posteri l'ardua sentenza...

radio maria radio 101 jerri scotti mediaset vaticano

Marco Costantino Commentatore certificato 20.11.10 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Per l’anno 2010, anno europeo dedicato alla lotta all’esclusione alla povertà, i 27 stati UE (e incredibilmente anche il nostro !) si sono impegnati a:
1) Eliminare la povertà infantile in Europa entro il 2015
2) Garantire a tutti un livello minimo di protezione sociale, in modo tale che , entro il 2015 i sistemi di protezione sociale assicurino a tutti uno standard di vita decoroso: pensioni decorose, assegni per gli ammalati, e un reddito minimo adeguato a chi non dispone di risorse sufficienti
3) Aumentare la fornitura di servizi sociali e sanitari, garantendone l’accesso paritario a tutti , e aumentare del 50% la disponibilità degli alloggi popolari in Europa, riconoscendo le cure domestiche come servizio sociale a tutti gli effetti
4) Garantire un lavoro decoroso a tutti e far scendere la disoccupazione sotto il livello del 5% entro il 2015
Inoltre: un accesso positivo alla formazione professionale;all’apprendimento permanente
Dare un’attenzione di riguardo: migranti; minoranze etniche; malati di HIV AIDS;disabili.
Aiutare e favorire il volontariato
Non so nemmeno a sottolineare quanto il programma di Pdl e Lega siano antitetici a tutto questo e quanto di tutto questo la finanziaria di Tremonti o il governo di Berlusconi se ne freghino.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia nessuno lo dice ma il 2010 è l'anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale
E' meglio non parlare nemmeno dell'esclusione sociale che ormai non colpisce più solo gay, stranieri, migranti e donne, ma anche poveri, studenti, disoccupati, precari, lavoratori dipendenti, vecchi e malati e tutte gli onesti, privilegiando la disonestà che viene sempre premiata e la furbizia delinquenziale che raccola tutto quello che vuole, senza che questo sciagurato governo faccia qualcosa per frenare la nostra caduta a picco in tutte le classifiche mondiali. Stiamo ormai diventando uno dei paesi più corrotti e peggio governati del mondo e se qualcuno finge ancora di ognorarlo, o è pazzo o è dissennato! Su questo punto non c'è maggioranza numerica che ci salvi, anzi i neoacquisti non faranno, con la loro immoralità, che aumentare il peggio in corso.
Se guardiamo al trend delle finanziarie di Tremonti, sembra piuttosto che questo sia l'anno degli sgravi illegittimi ai ricchi, dei patteggiamenti fiscali vergognosi agli evasori, dei favori indegni ai clienti e agli amici di cricca, dei tagli ai servizi sociali di tutti, dei rialzi ingiustificati di costi, prezzi, bollette e balzelli mentre le tasse continuano a crescere per la parte più povera del paese e per le imprese, molto oltre qualsiai soglia massima europea, e i lavoratori dipendenti sono martirizzati o costrteti per favorire una cricca
di ricchi e di fubi sempre più ampia e meschina.
I padri fondatori dell'Europa forse sognarono un continente dove la povertà e l'esclusione fossero estinte. Hanno ottenuto un'unione rissosa di stati, basata sulla prevaricazione del sistema bancario e sull'invasione di multinazionali avide e ciniche a cui degli scopi collettivi europei non può importare di meno e che sono pronte ad allargare la crisi per far trionfare quegli interessi azionistici che sono i soli che il neoliberismo rispetta: l'accumulo contingente del capitale a fronte della distruzione del mondo

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 07:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo di fronte due catastrofi immense: quella dei rifiuti e quella del degrado del tessuto idrogeologico italiano
Le due cose sono connesse e hanno entrambe a che fare con la cura e la tutela del territorio. Il fatto che una abbia colpito di preferenza il Veneto e l’altra la Campania è solo contingente, e non ci servono amministratori che le usino per propagande politiche becere come Zaia, in parallelo a Ministri che per scopi elettorali negano la mafia, o i due problemi non faranno che ripetersi allargandosi a tutto il territorio nazionale se non subentra una classe politica responsabile.
Di fronte a queste due tragedie nazionali, qualunque governo serio sarebbe immediatamente intervenuto con delle riunioni di emergenza che tracciassero con l’aiuto di validissimi esperti dei piani di difesa ‘nazionali’ del territorio validi per sempre: un piano globale di riciclo dei rifiuti, un piano globale di difesa del territorio. Non delle toppe provvisorie o delle dichiarazioni vergognose da parte di un governo che non fa che dismettere i problemi ambientali rimandandoli ad autorità minori, tagliando addirittura ad un terzo i fondi per il territorio, ma dei veri e civili e progrediti piani TOTALI: Come ha qualunque paese civile che ha governi che governano e che non pensano solo a salvarsi il culo e a razziare sulle necessità fondamentali.
Edilizia pubblica e privata, piano dei fiumi e dei torrenti, piano per mettere in sicurezza i terreni a rischio, rimboschimenti, parchi e discariche, ciclo integrato dei rifiuti, mobilità, strade e autostrade, ferrovie e TAV, sorgenti e canali, urbanistica e geologia... tutto si lega in un territorio fragilissimo e devastato che è arrivato a un punto di non ritorno.
Inutile dire che ci devono pensare gli enti locali. Se questo governo non governa deve andarsene! Non può reggersi solo in virtù di voti comprati o di intrallazzi vergognosi con le forze peggiori del paese!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 07:37| 
 |
Rispondi al commento

Immaginiamo quartieri e città intere fatti rispettando i criteri di risparmio energetico e minore impatto ambientale. L'ambiente e la qualità della vita che migliorano. Case finalmmente passive, che onsumano meno energia di quel che producono.
Costi ammortizzati in dieci anni.
Ma in Italia no. I nostri governi sono anticaglie e poi pensano a tutto fuorché ai cittadini.
Qua il progresso edilizio non è mai arrivato. Non si affidano le licenze edilizie in base alla qualità ma in base alle amicizie. E seguendo le cricca di amici battimo i record del peggio.
Siamo il primo Paese in Europa per emissioni di anidride carbonica dalle abitazioni, con 86 milioni di tonnellate l’anno
Siamo primi per perdita di energia totale all’anno con il 17,5% del totale europeo.
Siamo primi per perdita di energia dai tetti.
Si ignorano i criteri per l’isolamento termico e l’applicazione delle nuove tecnologie per il risparmio energetico e l’utilizzo di energie alternative, Non mancano solo gli incentivi, i piani e le direttive. Mancano addirittura le leggi!
Eppure non mancherebbero i costruttori, gli inventori, gli innovatori
Siamo un paese pieno di geni e di gente in gamba, affossato da governi da buttare. IL primo motivo di inquinamento e di degrado urbanistico di questo paese sono loro. E poi, in un paese, che procede in base a progressivi condoni persino sull'illecito che cosa ti vuoi aspettare?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 07:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per 20 anni ho girato da una casa di affitto all'altra per i continui trasferimenti di mio marito da una città all'altra
Ho subito angherie di ogni tipo dai padroni Appartamenti fatiscenti, non imbiancati, con esasperanti disfunzioni, l'ascensore rotto, senza acquaio o scaldabagno, con tappezzerie che cadevano a pezzi, o moquette vecchie e putride, con padroni di casa che chiedevano servizi extra oltre l'affitto, si divertivano a farci dispetti e cattiverie o si rifiutavano di provvedere a guasti strutturali
E, via via, che cambiavamo casa, le possibilità erano sempre più scarse, la ricerca spasmodica e gli affitti sempre più esosi,
finché oggi siamo nelle condizioni che una coppia o una famiglia che cerchino qualcosa in affitto nelle città più grandi non trovano nulla e sono alla disperazione, devono andare in campagna o lontanissimo dal posto di lavoro o restare con le famiglie originarie
La sofferenza per la mancanza di casa è stata tra le mie sofferenze più grandi, il senso di umiliazione e succubanza, la precarietà, la dipendenza da cattivi padroni che si facevano pagare spesso in nero e sempre troppo
Appena sposati, ci sarebbero bastati i pochi milioni di lire chiesti di caparra per un appartamento modesto a Milano e avremmo fatto i salti mortali per pagarci un mutuo, ma non li avevamo, non avevamo una lira e facevamo fatica ad arrivare alla 3a settimana, e poi è stata una via crucis
Poi finalmente all'età di 50 anni, grazie a una piccolissima eredità, siamo stati in grado di comprare casa con un mutuo. Ricordo il 1°giorno in cui battevo i piedi sul pavimento gridando: "E' mio! E' mio!"
In nessuna parte d'Europa il problema della casa è grave come in Italia. Si continuano a costruire appartamenti residenziali costosi. Si ignorano i bisogni dei single, dei pensionati, degli anziani, degli studenti, dei lavoratori in trasferta. Basterebbero case popolari in affitto o in vendita di uno stato che si mette in concorrenza coi privati e il problema sarebbe risolto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 20.11.10 07:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"e di che altrimenti?

gente che parla per sentito dire perché provare a vedere se una cosa è vera
o falsa costa fatica mentre a catturare e recitare a pappagallo la prima
stronzata che gira nell'aria è facile."

poi qualcuno si stufa di correggere le stronzate degli altri e comincia a ragionare alla nanosystem e se li incula tutti........ e sotto certi aspetti vien quasi da dire che fa bene perche se la sono voluta.

questione di coscienza!

bruno bassi 20.11.10 04:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Portiamo l'italia in tribunale. Non si riparte finché l'ingombrante, fetida carogna non verrà rimossa dalla sede stradale.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 20.11.10 04:14| 
 |
Rispondi al commento

L'edilizia è una bolla, così come lo sono tutte quelle attività imprenditoriali ferme al palo, ormai da 10 anni. Si son consumate. I famigerati "Imprenditori" (quelli che ti trattano da scemo se sei appena arrivato e hanno tutto il nugolo di *oglioni attorno a loro, molto più bravi e capaci nel mobbing, rispetto al trovare idee innovative), han visto il soldo facile e se ne sono sbattuti. Stanno facendo così anche ora. Dove sono i nuovi imprenditori? Hanno rifiutato di studiare, perchè era meglio cazzeggiare. Hanno il paparino-sgancia-50-€-o'matic-ogni-weekend e si preoccupano di gasarsi dell'aria, con la puttanella di turno, invece che formarsi seriamente. Hanno pensato ad andare all'università così per gioco, tanto per passare il tempo e tirarla lunga, per poi tirarsela come dei maiali dopo la laurea, PRETENDENDO il posto tranquillo e ben pagato. Perchè? Eh ciò.. loro han studiato, il mondo ora deve stendere il velo sotto i piedi a loro. Tutti fanno i fascisti, fancazzisti, comunisti. Qualcuno, in tutti questi anni, se era tanto bravo, perchè non s'è presentato a fungere da valida alternativa alla classe di parassiti-pappa-fuffa che ora sono LA PRINCIPALE CAUSA della scomparsa dell'etica e del parassitismo seriale?

Se l'Italia va male, è colpa degli Italiani.

Maxi F., Vicenza Commentatore certificato 20.11.10 03:55| 
 |
Rispondi al commento

è un poco fuori tema ma siccime viene citata spesso la legge bossifini e magari chi la cita non ha mai letta, vi posso assicurare che tra la bossi-fini e la turc-napolitano c'è la stessa differenza che c'è tra una puto dell'ultima serie e una della penultima cioè è la solita solfa con un po di lifting.

provare a leggerle entrambe per credere!

e poi basta vedere il numero di immigrati regolari per capire se lo scopo era di frenare l'immograzione non ha funzionato e anzi ha favorito.

ma qui usa molto parlare senza sapere come quel tizio che ha detto che le monete da 1 euro sono amagnetiche senza provare.

ma le volete verificare si o no le cose prima di parlare a vanvera?

altrimenti chi pensate che lo voterà il M5S?

bruno bassi 20.11.10 03:50| 
 |
Rispondi al commento

Veramente l'ho detto almeno cento volte ma sono leita di ripeterlo
Io sono una no global da 30 anni, non voglio nessuna rivoluzione proletaria armata per mettere al potere una nomenclatura che me la metterà in culo esattamente come la casta capitalista di adesso
Rispetto ai marxisti, la lotta al capitale è la stessa
la critica allo sfruttamento è identica
il linguaggio è più moderno di quello per slogan obsoleto marxista
c'è una valutazione migliore dei problemi ambientali
dei problemi finanziari, delle borse e delle banche
una fede superiore nell'autconsapevolezza popolare

ma lo scopo finale è esattamente l'opposto di quello che si è avuto con le rivoluzioni marxiste
Con quelle si è sempre ricostruita una piramide di potere con una testa strettissima di potenti (burocrati) che mantengono nelle loro mani tutto il potere e tutti i diritti, mentre al popolo non viene dato nulla (ed è quello che è successo in URSS), con zero democrazia e zero possibilità di scalzare dal potere i burocrati che abusano
I no global aspirano al contrario ad una piramide rovesciata dove in alto ci sia una democrazia il più possibile allargata e diretta, con rafforzamento del controllo, divieto di rendere professionale il lavoro dei rappresentanti, consultazioni continue della gente e vincolanti
E questo è stato sperimentato a Port Royal ed è in parte quello che sta costruendo Grillo
La rivoluzione proletaria marxista oggi in Italia è impossibile
L'allargamento della democrazia dal basso è difficile ma non impossibile

viviana v., Bologna 19.*11*.10* 21*:31*
****************************************


condivido e quindi ripropongo


Si parla spesso di Milano ma Torino e la sua provincia sono distrutte. Stanno espandendo la città verso ovest (valle di susa) distruggendo prati bellissimi d'estate. Case , enormi centri commerciali come se già non ce ne fossero abbastanza. Non conosco un rumeno che non lavori nell'edilizia, poveracci , se non compaiono come documenti figurati da morti sotto ad un ponteggio. Il centro città ed in particolare S.Salvario, con la scusa della metropolitana che prima o poi ci arriverà a servirlo bene, ci sono più agenzie immobiliari di panetterie. Tengo a precisare che S.Salvario è vicino al fiume e pochi palazzi, tutti d'epoca, hanno avuto una seria manutenzione. Alcuni si sono succhiati l'acqua fino al secondo piano tramite i pilastri. Affittano, o peggio ancora vendono, alloggi nei quali dopo appena un anno si stacca l'intonaco dai muri. Totalmente insalubri. Allora rivendono, o riaffittano, finché non si stacca di nuovo. Non c'è nessun controllo. Non esiste. I prezzi sono alle stelle. Impiegate di agenzia che dopo averti mostrato l'alloggio fatiscente ti avvertono che le bollette dovrai intestarle a lei. Banche dati che prendono la quota di iscrizione e non si fanno più sentire, oppure danno il numero di un ulteriore intermediario che chiede altri soldi (illegale). Ma se non ne parla Report sembra non cambiare mai nulla.

Andrea c. 20.11.10 02:49| 
 |
Rispondi al commento

CAPORALATO NELL'EDILIZIA,UNA REALTA' TUTTA LOMBARDA

«Un’altissima percentuale di lavoro nell’edilizia lombarda avviene tramite caporalato».

Non lasciano adito a dubbi le parole di Alessandro De Lisi, responsabile del Progetto San Francesco, il programma antimafia della Cisl, e consulente nella Commissione Parlamentare antimafia: l’edilizia lombarda si basa sullo sfruttamento dei lavoratori nei cantieri. Una realtà niente affatto nuova, portata alla luce anche dai recenti episodi di Brescia, dove alcuni lavoratori stranieri hanno per giorni portati avanti la loro protesta dalla cima di una gru.

E se alla menzione della parola ‘caporalato’ la mente corre subito al Sud Italia e alle varie Rosarno, De Lisi ci tiene a specificare che il fenomeno riguarda fin dalle sue origini in particolare il Nord. «Quando si parla di raccolta pomodori o raccolta di aranci – spiega - ci si riferisce in realtà ad espressioni dirette della criminalità organizzata. Il caporalato vero e proprio nasce cinquant’anni fa in Lombardia, e precisamente in Stazione Centrale a Milano, dove le associazioni di caporali ‘cammellavano’ i migranti che dal Sud facevano rotta verso Nord alla ricerca di un lavoro. Ecco perché – continua – in Lombardia c’è anche oggi una sorta di giustificazione del caporalato come pratica diffusa tradizionalmente»...

continua:

http://ilpuntorosso.webnode.com/news/caporalato-nelledilizia-una-realta-tutta-lombarda/

manuela bellandi Commentatore certificato 20.11.10 01:52| 
 |
Rispondi al commento

- Per i SIGG. dello STAFF del BLOG:

...Mi viene impedito già da qualche giorno
di postare commenti "certificati".
Quindi "posto" da non certificato.

Di conseguenza mi sono nuovamente registrato,
ma mi si risponde automaticamente che
sono già registrato con certificazione.

Allora ? Che dobbiamo fare ?

Non è che ci tenga particolarmente
ad essere "commentatore certificato",
i "titoli" in generale non mi interessano.
E' solo più comodo.

La cosa non è grave, ma è dal 2005 che
sono certificato, prego quindi,chi di
competenza a provvedere al disservizio.

E se c'è qualcuno nelle stesse condizioni
lo faccia sapere.Grazie !
Maurizio Tesei

maurizio tesei 20.11.10 01:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'italia ha un delle più alte percentuali di case di proprietà, quindi il mercato si regge ora in maggior parte su chi vende per riacquistare un casa diversa, più grande, più piccola, più bella, più modesta, in un luogo diverso. tutte motivazioni che possiamo permetterci di rimandare a tempi migliori.
il boom c'è stato quando il ceto medio, ora in gran parte scomparso, ha raggiunto livelli di reddito che permettevano di comprare una seconda casa, magari per investimento, o per il futuro dei figli, o per le vacanze.
si costruiva forsennatamente perchè si comprava forsennatamente, sembrava una crescita senza fine.
ma la saturazione prima o poi arriva.
ora l'italia ha una delle più alte percentuali di case di proprietà, quindi il mercato si regge in maggior parte su chi vende per riacquistare un casa diversa, più grande, più piccola, più bella, più modesta, in un luogo diverso. tutte motivazioni che possiamo permetterci di rimandare a tempi migliori.
mi chiedo se nessuna agenzia abbia mai pensato di metter su un servizio di scambio casa.

liliana g., roma Commentatore certificato 20.11.10 01:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per dio dopo quanto detto da Saviano (cose tra l'altro risapute) quel faccia di merda di Maroni è sempre in TV!!!

Lega di merda.

luca m., bassatuscia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 01:09| 
 |
Rispondi al commento

In questo post ci sono cose che apparentemente non si spiegano, ad esempio la triplicazione del prezzo degli allogi in meno di 10 anni, situazione anomala venutasi a creare a causa di una serie di eventi pilotati.

In realtà il mercato immobiliare ha iniziato ad essere "drogato" da molto prima delle varie bolle, quando ci sono state una serie di speculazioni cominciate con l'istituzione dell' "onere di urbanizzazione" sul nuovo testo unico dell'edilizia, leggere: http://www.beppegrillo.it/2008/03/2001_odissea_ne/index.html

Negli stessi anni iniziarono le svendite del patrimonio immobiliare Telecom a Pirelli RE (Tronchetti che vendeva a se stesso), ma soprattutto iniziarono i vari decreti per i rientri dei capitali dall'estero (2002) con delle tassazioni ridicole (2,5%).
Dove pensate siano finiti tutti quei soldi rientrati dall'estero se non investiti nel capitale immobiliare facendo così di nuovo salire il prezzo degli immobili?
Come se non bastasse, qua a Milano (ma anche in tante altre città d'Italia) decine di migliaia di appartamenti popolari di proprietà del comune e degli enti venivano tenuti appositamente sfitti dagli amministratori nonostante la richiesta sempre più pressante di edilizia convenzionata, favorendo in questo modo non solo gli speculatori edilizi, ma anche quelli finanziari considerato che chi necessitava di una casa era costretto a fare un mutuo (e lasciamo perdere la TRUFFA dei tassi variabili) incravattandosi con gli usurai legalizzati.

I comuni, oltre a favorire gli amici, ci guadagnavano due volte nelle cementificazioni: oneri e positività di bilancio creata dagli alloggi seppur sfitti, mascherando così anche i buchi.
Non mi bastano i caratteri, ma in pratica si può dire che anche questa situazione è addebitabile 100% alla nostra classe imprenditoriale e non è finita: prima o poi si pagherà anche il conto degli immobili che mascherano i buchi a bilancio, ma in realtà creano perdite fisse.
Domanda: Chi glielo dice adesso agli italioti?


Una proposta per una nuova politica dell’abitazione

(03.11.2010 - Franco Cefalota, Rossana Benevelli)

Considerazioni preliminari per il reperimento delle risorse finanziarie per acquistare abitazioni non occupate da destinare all’affitto sociale.

Premessa
Nei sistemi di welfare, in particolare in Europa, le politiche pubbliche nel settore delle abitazioni hanno svolto e tuttora svolgono un ruolo fondamentale.

Mediamente nei paesi Europei il patrimonio abitativo pubblico, gestito dagli enti locali o da agenzie a hoc, rappresenta il 20 – 25% del totale dello stock d’abitazioni esistenti, con la rilevante eccezione dei Paesi del Mediterraneo.
Nel nostro Paese il patrimonio pubblico può essere stimato attorno al 3 – 4% del totale. Una percentuale risibile. (1)

Va detto tuttavia che in Italia, come in Spagna e in Grecia, questo dato trova una parziale spiegazione nel fatto che il 70 – 80% delle famiglie sono proprietarie dell’abitazione, mentre di norma negli altri Paesi europei non si supera il 50%

segue

http://www.eddyburg.it/article/articleview/16101/0/257/

***

un'altra anomalia tutta italiana: COSTRETTI ad impiccarsi con un mutuo per comprare una casa perché NON SI TROVANO abitazioni ad affitto decente!!
per non parlare della scarsezza di CASE POPOLARI
per i meno a abbienti, la mancata manutenzione ecc.

Avere un TETTO sulla testa
a prezzi variabili a seconda delle possibilità individuali, questa per me è una PRIORITA!!
(molto meno per chi di case ne ha venti ovviamente.....)

Paola Bassi Commentatore certificato 20.11.10 00:55| 
 |
Rispondi al commento

“POVERO SILVIO, NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”

Il senatore Marcello Dell'Utri avrebbe svolto un’attività di “MEDIAZIONE” e si sarebbe posto quindi “COME SPECIFICO CANALE DI COLLEGAMENTO TRA COSA NOSTRA E SILVIO BERLUSCONI”. Lo scrivono i giudici della Corte d'Appello di Palermo nelle motivazioni, depositate oggi, nella sentenza Dell'Utri.

“POVERO SILVIO”, “NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”, “NONNO GIORGIO” gli aveva procurato un’insperata tregua, dal diabolico “GIANFRANCO”, nell'attesa del giorno del giudizio universale, il 14 Dicembre, tanto che i suoi “ASCARI” avevano iniziato farneticare di un nuovo miracolo, avevano iniziato a distribuire pacchi dono per riportare nell’ovile le pecorelle smarrite, gli storpi iniziavano a rimettersi a correre, le acque a ritirarsi, la spazzatura a volatilizzarsi, le prostitute a sparire (dalle strade) e sugli occhi degli italiani a piovere fette di prosciutto.

Che ecco, un’ordalia di magistrati sovversivi, in combutta con quella feccia della stampa Komunista, fanno uscire della Corte d'Appello di Palermo le motivazioni, della sentenza Dell'Utri, mandando in malora le meravigliose “FESTE DANZANTI” che i suoi giullari e ballerine avevano intenzione di mandare in onda, per allietare le lunghe e fredde notti d’inverno dei sudditi Italiani, secondo il collaudato rito, cattolico, apostolico, minzoliniano.

E pensare che “L'OMETTO” poteva anche salvarsi, raccontano i seguaci “DELL'ALLEVATORE DI TROTE”, “Bossi gli aveva trovato il modo di accontentarlo: un bel salvacondotto giudiziario e un accordo con Gianfranco Fini per portare Roberto Maroni a Palazzo Chigi, con la promessa di eleggere Fini al Quirinale nel 2013”.

Ma “L'OMETTO”, testardo, non c'è stato.

Ed ora ai seguaci “DELL'ALLEVATORE DI TROTE” gli tocca restargli accanto almeno fino all'apertura ufficiale della crisi.

“E L'OMETTO, VOLEVA SCONFIGGERE LE MAFIE, ERA IL SUO COMPARIELLO”.

Paolo R. Commentatore certificato 20.11.10 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Sto crollando pure io, dall'emozione.

Ciao Paola
Ciao Tony

Notte a tutti


Alemanno: ‘più tasse per single e coppie non sposate’. La reazione dei movimenti femministi e gay
Redazione Radio Città Aperta

19-11-2010/19:26 --- «Bisogna sfuggire alla tentazione di voler dare tutto a tutti, e quindi ai gay e ai single, altrimenti non faremo mai politiche familiari. Bisogna concentrarsi sulla famiglia della Costituzione formata da un uomo e una donna che fanno figli”. Lo ha detto la scorsa settimana il sindaco di Roma Gianni Alemanno, intervenendo alla Conferenza Nazionale della Famiglia.
Una dichiarazione sconcertante e discriminatoria nei confronti di diverse categorie sociali, oltre che intrisa di una ideologia reazionaria che fa a cazzotti con una realtà ben lontana dalla visione schematica improntata all’ideologia cattolica. Una dichiarazione che non è affato piaciuta al movimento gay: “Siamo in molti ad essere stanchi di questa politica che si ricorda di tirare fuori i valori tradizionali in vista di crisi politiche – ha risposto Imma Battaglia, presidente di Gay Project. - La famiglia tradizionale, le famiglie tutte meritano rispetto e politiche serie, non demagogia». Era chiaro infatti che la conferenza nazionale della famiglia sarebbe stata segnata da un’impronta ideologica ben precisa, come ha spiegato Graziella Bertozzo, del coordinamento nazionale ‘Facciamo breccia’, ai microfoni di Radio Città Aperta: “La conferenza è stata indetta e pagata dal governo ma di fatto è stata gestita dal forum delle associazioni familiari che aveva già organizzato nel 2007 il Family Day. Era dunque evidente che si sarebbe trattato di una conferenza ideologica che tornava a proporre la famiglia intesa come famiglia ‘naturale’”. “Già la precedente conferenza del 2007 organizzata dall’esponente del PD Rosi Bindi (presente anche quest’anno), seguì la medesima traccia con una grande presenza di vescovi e cardinali - ricorda la Bertozzo. -Inoltre la tassa sul celibato di cui parla Alemanno, che tante polemiche ha scatenato, fa anche capire come que

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 20.11.10 00:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Piani casa”. Bilancio negativo, eppure vogliono peggiorare ancora

(14.11.2010 - Bruno Pastorino)

Indifferente alla ragionevolezza e all’interesse comune, c’è chi vuole proseguire nell’errore bipartisan del “piano casa”.

Sarebbero dunque appena poco più di 2 mila le domande inoltrate ai Comuni per ottenere gli ampliamenti di volume previsti dai cosiddetti piani casa. Più della metà nelle sole Veneto e Sardegna; regioni ahimè non sempre nella fascia d'eccellenza nelle politiche di tutela del territorio (è possibile dimenticare che Zaia ha dovuto aspettare le alluvioni per ammettere che la maggioranza delle campagne è stata divorata dai capannoni?).

segue

http://www.eddyburg.it/article/articleview/16187/0/257/

Paola Bassi Commentatore certificato 20.11.10 00:42| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI E PER NESSUNO

Conosco gente con uno stipendio appena sufficiente per una vita decorosa, che per comperarsi un paio di scarpe ti fa impazzire i commessi di 4 o 5 negozi prima di decidersi che scarpe comperare, che si compra la casa senza guardare l'orientamento della stessa; se e quante finestre ha rivolte verso nord; senza consultare i verbali delle ultime assemblee condominiali, senza indagare con che metododo e materiali sono stati eretti i muri maestri; ecc. ecc.

Conosco dei poveri cristi che si rubano dalle mani appartamenti di merda a dei prezzi superiori del 40/50 % del loro valore effettivo.

Oltre a lezioni di educazione civica, bisognerebbe rieducare una gran quantità di persone a dare il giusto valore agli immobili, senza con questo volere trasformare dei cittadini in architetti.

Se gli immobili ora scendono di prezzo perché sono invenduti, significa che anche 10 anni fa potevano scendere di prezzo se la gente fosse stata in grado di valutarne il giusto valore, lasciando invenduti gli immobili sopravvalutati: chi non vuole fallire deve per forza calare il prezzo.

Possibile che la soluzione ai problemi deve sempre portarla una situazione tragica e mai l'uso della ragione?

Max Stirner


QUANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !?!?!?!?!?!?!?!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.10 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Ed il Silvio prese le mazzette,le distribuì ai suoi discepoli e disse:"prendete e beneficiatene tutti,questo è soltanto un antipasto per la vostra eterna fedeltà".
Allo stesso modo prese le schede elettorali,ne stampò all'infinito le distribuì ai suoi discepoli e disse:"prendete e votatemi tutti,questo è il governo dei miracoli offerto per voi e per tutti,in remissione dei miei peccati.Fate questo in memoria di me"

Gino B. Commentatore certificato 20.11.10 00:29| 
 |
Rispondi al commento


Il Ministro delle Piccole Opere si alza presto, la mattina. Il suo è un lavoro meticoloso, che richiede tempo, ombra, silenzio.

Il suo ufficio è una sala comune, dove costruisce giorno per giorno, insieme ai suoi collaboratori, i cantieri delle tante idee a cui daranno gambe, passo dopo passo.

Il Ministro delle Piccole Opere viaggia in bicicletta, per le strade di Roma, e quando si sposta lungo lo Stivale sceglie sempre i mezzi pubblici, possibilmente affollati.

Il suo primo compito è osservare, il secondo ascoltare, il terzo condividere.

Parla anche molto, s’intende. Ma con la gente, non con le televisioni… I comitati per lui sono validi interlocutori con cui confrontarsi, volta per volta: sono come sentinelle sperse nei bastioni del vasto territorio che ha il compito di amministrare, proprio per loro.

Il Ministro delle Piccole Opere in realtà di cose grandi ne ha da fare: sistemare l’intera rete idrica nazionale, curare i boschi e le golene dei fiumi, riqualificare stanza per stanza ogni edificio pubblico ed evitarne gli sprechi energetici…

Per questo non lo vedrete in giro a caccia di interviste su una qualche auto blu ministeriale, anche per questo non lo farà per professione piazzando un’altra tenda nel campeggio più lussuoso d’Italia che è diventato il nostro Parlamento…

Il Ministro delle Piccole Opere non inaugura, aggiusta. Non collauda, ripristina.

E’ ciò di cui avremmo più bisogno in questo Paese che uccide ogni giorno, anche oggi, per due stramaledette gocce di pioggia…

***

e video con Domenico Finguerra,
sindaco di Cassinetta di Lugagnano (MI)

http://www.marcoboschini.it/

Paola Bassi Commentatore certificato 20.11.10 00:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it
http://www.stopalconsumoditerritorio.it


Insomma la bolla immobiliare in Italia non è ancora scoppiata. Naturalmente Trecarte dirà che questo dimostra che la situazione finanziaria dell'Italia è solida.

Minchia, c'è da rabbrividire..
Mi piacerebbe essere un cittadino del XXII secolo che legge queste cose sui libri di storia.
Invece ce le dovremo vivere tutte queste cose, fino all'ultimo...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 20.11.10 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

- OT -

.. e l'aereo di Berlusconi fermo all'aeroporto, cerimoniale saltato, perché lui doveva telefonare alla Carfagna???

ma da qui al 14 dicembre
che altro può succedere?
non ho abbastanza fantasia

Paola Bassi Commentatore certificato 20.11.10 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPEEE!!

pensavo.. in questi giorni sei in tour..
magari le sere che lavori in teatro
non potresti sostituire un post angosciante con qualcosa di poco poco più leggero?..

io non so per quanto reggerò ancora
:-|

ho anche il giornale ancora da leggere
e il tg3 alle spalle che parla del "caso Carfagna"
e Maroni che andrà da Fazio

e t'ho detto quasi tutto

Paola Bassi Commentatore certificato 20.11.10 00:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque anche su questi accordi di cartello bancari di cui parla Beppe ci vedo un fondo di verità.
I prezzi non li abbassano per non svalutare gli immobili e intanto sperano che passi a piedi sul marciapiede un tonto che se li compra al prezzo che dicono loro.

Qualcuno che ci casca si trova sempre.
Basta aspettare.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 19.11.10 23:54| 
 |
Rispondi al commento

STOP al consumo di territorio!!
****

e mi spiace per i cementificatori

e mi sanguina il cuore per i PALAZZINARI che a Roma si sono arricchiti devastando le periferie e hanno iniziato ad attaccare l'Agro Romano

i Comitati di lotta per la casa si stanno mobilitando da parecchio, certo che non hanno incontrato un orecchio molto disponibile in Alemanno(l'ottuso che vuole il circuito di FORMULA UNO!!!)

e che è così sollecito a sgomberare i CENTRI SOCIALI dai locali abbandonati e "okkupati", guarda un po'...

RECUPERO degli edifici vecchi!

Destinare a case POPOLARI i palazzi rimasti invenduti!! (in alcune zone pare si aggirino sul 30%)

http://www.stopalconsumoditerritorio.it/

Paola Bassi Commentatore certificato 19.11.10 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

little boxes

pete seeger

http://www.youtube.com/watch?v=ONEYGU_7EqU

liliana g., roma Commentatore certificato 19.11.10 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io penso che si dovrebbero quasi abolire gli inutili e spesso surreali progetti di lavori pubblici e dedicarsi solo alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, in secondo luogo bisogna puntare su una edilizia di restauro e di recupero abitativo in maniera da non consumare altro territorio, qui a Roma adesso si son inventati la mania di buttare giù interi quartieri e di ricostruirli, peggio del terremoto, non sanno più cosa fare pur di speculare, l'importante è che non usino soldi pubblici perchè sarebbe una beffa, e comunque è il concetto di sviluppo che dovrebbe essere rivisto,bisogna puntare sull'economia verde, poi ridurre gli uffici, la burocrazia, ridurre i ministeri solo per i bisogni pubblici essenziali: scuola, sanità, difesa, finanze e per il resto solo agenzie incoraggiando lo sviluppo di cooperative di servizi, ridurre il peso della politica rispetto alla società civile, più autnomia sociale e più comunità

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Perdono vorrei chiedere

per il grigio intorno

che spinge all'esilio

ogni verde vita

Perdono per pensieri

cattivi e soli

come ferite dell'anima

che non si riesce a guarire

Perdono per troppe parole

rimaste in gola

e altre

risuonate fuori luogo

come risa di scherno

Perdono a quello sguardo

stanco e dolorante

che cerca nei miei gesti

un pò di speranza.....

Perdono.....

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 19.11.10 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(((((((IO STO CON SAVIANO. SE SEI DACCORDO FIRMA QUI PER SOSTENERLO!)))))))

SAVIANO COMABATTE LA MAFIA.
IL CENTRODESTRA LO DETESTA.
E' UNA RISPOSTA CONCRETA.

SOSTIENI SAVIANO E FIRMA QUI:

http://www.francarame.it/node/1359

FAI CIRCOLARE IN WEB!!!!!!!

GRAZIE BEPPE!

.

Fabio Greggio Commentatore certificato 19.11.10 23:24| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Il lungo elenco dei risultati del "proprio operato" presso il Ministero degli Interni che Maroni sta preparando per leggerlo a "Vieni Via con me" ......
..comprenderà anche il conseguimento degli eccellenti risultati della Magistratura in merito alle motivazioni della sentenza di condanna a 7 anni da parte della Corte d'appello nei confronti di Marcello Dell'Utri quale "MEDIATORE tra la Mafia e Berlusconi" ... fino ad addebitarsene tutto il merito....

...pur restando per anni ed anni sostenitore e collaboratore del Super-Mafioso per eccellenza , "sua bassezza-silvio I°".

Speriamo che l'elenco di Maroni comprenda anche Marcello dell'Utri così da fargli concludere :
-"Marcello Dell'UTRI, Vieni via con me! Ti porto in cella!"
-"Domani ti raggiungerà il tuo maestro silvio I°"
Andiamo tutti all'OPERA!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Tutti gli Stati si stanno evolvendo in meglio.

L'Italia invece è ferma perchè i nostri governanti pensano solo a sè stessi.

Guardiamo la Germania con la Merkel:
è una superpotenza economica che viaggia
come un moderno potente locomotore.

Le ideologie a cosa servono?

Ci vogliono solo le persone
giuste al posto giusto:
la Germania li ha, l'Italia se li sogna.

Sempr e., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le cose strane della nostra Italia. Si cementificano le terre coltivabili, fanno palazzi capannoni etc.ma chi li compera? Allora bisogna pensare che è un affare d'oro delle Banche e delle mafie che praticamente prestano denaro ai costruttori collusi e poi sbiancano il denaro. Quindi le mafie sono una risorsa eh,eh,eh,eh

renato farina 19.11.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Il presidente del Consiglio sarebbe colto in queste ore dalla tentazione di «rottamare» il Pdl e di creare un nuovo partito, per «dare vita a qualcosa di innovativo». Il Berluska avrebbe già incaricato una società di marketing di disegnare un nuovo logo e un nuovo nome per il sempre più probabile ex Pdl. Quel che è certo è che al premier Popolo della libertà non piace più.
Lo trova poco diretto, poco efficace, poco immediato.
Un nome ormai noioso, insomma, poco stimolante.

Ma dammi retta, diventa rivoluzionario.
Chiamalo:
"Movimento per la Rivoluzione Liberale"

Che io ci sto!


Certo che per un destro - anti - è già troppo accettare la cazzata di complicità con un NANO-MAFIOSO, Fini-docet

Immagino quanto sia pesante ammettere per una certa tipologìa di elettore di essere "complici" nelle urne di tale ciarpame! Si fà presto e meglio strillare alle ideologìe morte!

Due anni fa ed oltre scrivevo che una volta eliminato il nano-mafioso e manager che ha fatto diventare la politica un affare aziendale, tutto
ritornerà come prima! Meglio, molto meglio di prima . La novità dovremmo essere noialtri.
Senza abiurare nulla di positivo che abbiamo dentro come VALORE , senza usare nessun foglietto
per ricordarsene !

Percorrere la strada che già fu del NANO , che già fu dello SPASTICO-VIAGRATO , non porterà da nessuna parte. Solo figure di merda!

o...solo una gran confusione!


"Silvio Berlusconi negli anni '70 e '80 preferiva accordarsi con la mafia piuttosto che denunciare le estorsioni alle autorità".

E' una delle conclusioni a cui sono arrivati i giudici della Corte d'Appello di Palermo, presieduta da Claudio Dall'Acqua, nelle motivazioni della sentenza di condanna in secondo grado di Marcello Dell'Utri.

"Vi è – scrivono i giudici in un capitolo delle motivazioni – un'indiretta conferma del fatto che anche Silvio Berlusconi in quegli anni lontani, pur di risolvere quel tipo di problemi, non esitava a ricorrere alle amicizie "particolari" dell'amico siciliano che gli garantiva la possibilità di fronteggiare le ricorrenti richieste criminali riacquistando la serenità perduta ad un costo per lui tollerabile in termini economici".

Attività di "mediazione", "canale di collegamento tra l'associazione mafiosa cosa nostra, in persona di Stefano Bontate, all'epoca uno dei suoi più autorevoli esponenti, e Silvio Berlusconi".

Nelle motivazioni si chiarisce anche il ruolo di Vittorio Mangano.

Il mafioso fu assunto, sempre su intervento di Marcello Dell'Utri, come stalliere nella villa di Arcore non per accudire i cavalli ma "per garantire l'incolumità di Silvio Berlusconi" [...]


http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/19/palermo-corte-dappello-dellutri-mediatore-tra-boss-e-b/77791/

silvanetta* . Commentatore certificato 19.11.10 23:01| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

1816 in Portogallo !?

Cazzo fare ?????????

OPS....Che fighe ci sono Portogallo ?

Costano poco ?

...Come sono i trans ?

Domandine che solo in futuro la storia ci svelera'.

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 19.11.10 23:00| 
 |
Rispondi al commento

la bolla immobiliare è stata gonfiata da troppe bocche rapaci. i proprietari dei terreni, gli amministratori che fanno i piani regolatori, la mafia del cemento, la burocrazia che impone bolli e gabelle sulle cose più astruse, gli agenti immobiliari, i notai, e, ultime ma più importanti, le banche.
tutto un esercito di avvoltoi, iene, zombi che succhiano il sangue dei malcapitati compratori, e realizzano profitti enormi e ingiustificati sfruttando il bisogno primario dell'uomo di avere un tetto sulla testa.
una volta il prezzo di una casa rappresentava il suo valore oggettivo, una casa nuova costava più di una vecchia, una in un bel quartiere costava più di una in un quartiere malfamato, una bella costava più di una brutta, e ognuno poteva sceglierla secondo le sue possibilità.
ora c'è un generale livellamento verso l'alto dei prezzi, e, tolti gli immobili di extralusso in pieno centro inarrivabili per i comuni mortali, anche uno scantinato in periferia hanno il coraggio di metterlo in vendita allo stesso prezzo di tutte le altre case.

liliana g., roma Commentatore certificato 19.11.10 22:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CROLLO DELL'EDILIZIA...

CARISSIMO BEPPE,
"ASSAI COPERTO SONO DI CEMENTO FUI"...ERA PROPRIO IL 2008, COSTRETTO A CHIUDERE LA MIA ATTIVITA' PERCHE' PROPRIO A 500 METRI COSTRUIRONO, E TUTT'ORA ESISTE, UNA MEGASTRUTTURA DI CEMENTO E COLATA DI ASFALTO!
SEGUE SEMPRE L'ASFALTO AL CEMENTO, CHISSA' COME MAI SI TROVANO SEMPRE INSIEME 'STI DUE. BENE, IL BEL TERRENO AGRICOLO SCOMPARVE, IL MANTO VERDE E' SPARITO INSIEME A TUTTI I FRUTTETTI, AL LORO POSTO UNA PORCHERIA ABNORME STRARICCA DI "AUTO-DIVANI" E I SOLITI REPLICANTI DI ATTIVITA': L'IPERMERCATO DELLA SOLITA DITTA, IL NEGOZIO DI ELETTRONICA DELL'ALTRA SOLITA DITTA, IL MULTI-BRICO ESPERTO NEL FAI-DA-TE REPLICANTE ANCHE QUESTO, E COSI' VIA. ESATTAMENTE COPIE DELLE COPIE, E SONO SEMPRE GLI STESSI PROPRIETARI CHE SI MOLTIPLICANO E A VOLTE MI VIENE IL DUBBIO: MA CHE HANNO, FANNO CIO' PER COMPENSARE LA PAURA DI NON ESSERNE ALL'ALTEZZA?
PURTROPPO QUESTO MALESSERE DISTRUGGE CHI ONESTAMENTE LAVORA, CHI SI ACCONTENTA DI SOPRAVVIVERE, E INVECE COSTORO SCHIACCIANO TUTTO E TUTTI COSI' COME SI FA CON GLI INSETTI. SAI BEPPE NON ERO DISTRUTTO DA QUESTO, MA DALLA NATURA, DAL VERDE CHE NON POSSO PIU' RIVEDERE, AL LORO POSTO DEGLI ECOMOSTRI E COSI' DA QUEL MOMENTO HO CHIESTO UNA GIUSTIZIA DIVINA: "SIGNORE MIO,PADRE ONNIPOTENTE, AN'VEDI N'ATTIMO QUA SOTTO! MO QUESTI CE CONTINUANO A TURBAR L'ANIMO, NO TANTO PEL LAVORO CHE AVEMO PERSO, MA PE I FRUTTI, LI CAMPI E L'ARIA CHE TANTO BELLA ERA, E DACCE 'N TAGLIO...NOO?!?
E COSI' FU!
PROPRIO TU BEPPE RIPORTI QUESTA NOTIZIA SUL BLOG: "CROLLO DELL'EDILIZIA"!
VEDI SE IMPOSTI IL GIUSTO, NELL'ANNO DELLA DELLA GIUSTIZIA, ANCHE DALL'ALTO TI ASCOLTANO, ED E' COSI' CHE LA TERRA SI STA RIBELLANDO A 'STO SCHIFO DI CEMENTO, L'UOMO DEL CEMENTO SI STA INCAPRETANDO DA SOLO, SOLO IN VENETO SE ACCENDI UN NAVIGATORE SATELLITARE, VEDI SOLO STRISCIE E STRISCIE, STRADE ASSURDE CHE SI DUPLICANO SENZA MOTIVO, TERRENI DILANIATI DA ESSE E TUTTO PER IL PROFITTO. L'ESSERE UMANO HA BISOGNO ANCHE DI RESPIRARE OSSIGENO!!!

cristian bortignon 19.11.10 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parole sante! E lo dico contro i miei interessi perchè sono un architetto, uno dei 136.000 iscritti agli Ordini italiani, senza contare gli ingegneri e i geometri che, caso unico in Europa, possono costruire interi quartieri senza nemmeno una laurea.
Non possiamo più permetterci di usare un solo metro quadro in più, lo sappiamo da tempo, eppure la nuova costruzione è la prima ipotesi che ricorre, anche laddove si parla di edifici passivi e di basso impatto energetico. Avete idea di quanta energia occorre per realizzare un edificio nuovo? Tutti sembrano ignorare che la vera sfida oggi è riutilizzare, ottenere il miglior risultato in termini di comfort impiegando la minor quantità di materia e energia e generando la minor quantità di materiale di scarto. Eppure gli archistar non diventano certo famosi per interventi di recupero. Eppure si continua a non fare manutenzione programmata, si continua a dire che costruire dal nuovo costa meno. Cominciamo a decuplicare gli oneri della nuova costruzione rispetto alla ristrutturazione e vediamo se le cose cambiano un pò!

Alessandra Annoni 19.11.10 22:43| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento


GLI AVVOLTOI

Uno dei punti della legge finanziaria che andrà presto in Parlamento pone un tetto di 100 milioni per il "5 per mille", la quota delle tasse che i cittadini possono devolvere per la ricerca o per gli aiuti umanitari.

http://www.antimafiaduemila.com/content/view/31609/48/
****************************************
ORA VOGLIONO SCIPPARE
anche una parte dei soldi
che i cittadini devolvono
volontariamente alle
associazioni umanitarie e alla ricerca.
Nel mio caso, per esempio,
tutti gli anni devolvo il 5 per mille del mio reddito ad Emergency.

Ora non so se quel pur piccolo aiuto
andrà ad un'associazione per la quale
ho una grande stima e fiducia
o se andrà ad aumentare gli introiti
di questa classe dirigente corrotta.

Questi non hanno freni inibitori.

Corrotti, mafiosi, evasori fiscali, non si fanno scrupoli a impoverire ulteriormente i più poveri.

OVVIAMENTE, INVECE, L'8 X 1000 ALLA CHIESA
CATTOLICA NON SI TOCCA!

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 22:43| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo lo slogan nazista dell’aeroclub di Treviso
in cui si "cita" Auschwitz è accaduto anche questo:

Un cane morde una bimba macedone.

La padrona agli agenti intervenuti:

"Volete credere ad una straniera bugiarda e non dar retta a me che sono trevigiana?"

Razzismo e xenofobia diffusi a piene mani da legaioli e berlusconani hanno attecchito meglio di un virus.

silvanetta* . Commentatore certificato 19.11.10 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo peró non giustifica tutti gli orrori successivi al colpo di stato di lenin, i massacri di oppositori e di presunti oppositori e la schiavizzazione di un popolo intero.

----------------------------------------------------
chi lo dice?

è questo il problema alla radice di tutte le MAFIE!

è QUESTO IL PROBLEMA PER CUI UN POVERO DISGRAZIATO
VIENE PRESO A CALCI A BRESCIA mentre lo Iovine se la ride con gli sbirri intorno!

chilodice che non siano stati GIUSTIFICABILISSIMI
LO STERMINIO DI CERTA FECCIA ?????

BANDITI- in genere , ladri comuni!
INVASORI - misti tra tedeschi e polacchi
PROPRIETARI TERRIERI - finti leninisti in attesa
di uno zar differente !
Cosacchi - della steppa
Sbandati in cerca di sangue fresco e fortune varie

....cosa erano davvero i "controrivoluzionari" bolscevici ??

ERANO LE BASI DI UNA GRANDE MAFIA - RUSSA !
che oggi è una realtà !

grazie alla democrazia occidentale e a un papa
troppo ficcanaso!

OGGI LA GROSSA MAFIA RUSSA SCHIAVIZZA ANCORA DI PIU' dello stesso bolscevismo di Lenin!
In più è una propaganda vera delle altre mafie
occidentali !!!

GRAZIE - FECCIA DELLA TERRA!
rimane solo da aspettare la fine della fine !
coglioni!


"Mediatore tra mafiosi e Berlusconi"ecco le motivazioni dei giudici di Palermo sulla condanna a dell'Utri....a una simile notizia qualunque persona con un minimo di cervello pretenderebbe le dimissioni immediate di Berlusconi.....ma il cervello, quella strana materia grigia all'interno del cranio, purtroppo manca, oltre che alla classe politica italiana, anche alla maggior parte degli italiani....

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 19.11.10 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Depositate le motivazioni con cui i giudici di Palermo hanno condannato a 7 anni il senatore Pdl per concorso esterno in associazione mafiosa. Era uno "specifico canale di collegamento" tra Cosa nostra e il premier. "Ma non è stato provato il patto di scambio". E la notizia non compare nei titoli di TG1 e Tg5

Fantastico, eh? Questa notizia sta gia' facendo il giro del pianeta.
Son queste le nuove ideologie che ci fanno guardare al futuro con speranza e gioia?
Era meglio il '900. Ci si vergognava di meno.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 19.11.10 22:26| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il comune, o ente che sia, dovrebbe riappropriarsi dei terreni dove sorgono questi aborti edilizi, abbatterli e lasciare che comunitá di cittadini recuperino il suolo per coltivare la terra a loro uso e consumo!

Amedeo Ravina Commentatore certificato 19.11.10 22:23| 
 |
Rispondi al commento

UNO SPETTACOLO DAVVERO EDIFICANTE:
(il vero volto del leghista buzzurro)


Roma, 19 nov. (Apcom) - Imprecazioni, rutti, bestemmie e battute di pessimo gusto. Un gruppo di esponenti lombardi di Pdl e Lega Nord, in trasferta a Monaco, è stato ripreso mentre entra, birra alla mano, nella cattedrale della città bavarese dando vita a una scena "da osteria", che ha immediatamente spopolato su Internet.
************************************
Eccoli qua gli strenui difensori del crocifisso
nelle aule scolastiche e negli uffici pubblici.
Questa è la loro vera, ipocrita natura!
Io, da anticlericale convinta, non oserei MAI mancare di rispetto a un luogo che per tante persone è sacro.

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 22:16| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi tutti abbiamo un sogno nel cuore...
dell'utri marcello a San Vittore.

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 22:12| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sosteniamo questi ragazzi. Nessuna alleanza coi partiti! Continuate così, la gente poi capirà e vi seguirà!! Non si vinceranno subito le elezioni comunali ma chissà che un giorno... FORZA RAGAZZI!

http://www.muovipalermo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=146:la-sfida-dei-movimenti-al-centro-sinistra&catid=40:cittadinanza-attiva&Itemid=70

Antonio P. 19.11.10 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è qualcuno che ha ancora vecchie ideologie
del diciannovesimo secolo tutte dimostratosi fallimentari e disastrose e la storia
e lì che ce lo insegna.

Non riescono proprio a guardare
avanti verso il futuro?

Le lezioni di Beppe non sono
state sufficienti per tutti?

Sempr e., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“NEWS DALLO STIVALE DEI MAIALI”.

Il senatore Marcello Dell'Utri avrebbe svolto un’attività di “MEDIAZIONE” e si sarebbe posto quindi “COME SPECIFICO CANALE DI COLLEGAMENTO TRA COSA NOSTRA E SILVIO BERLUSCONI”. Lo scrivono i giudici della Corte d'Appello di Palermo nelle motivazioni, depositate oggi, nella sentenza Dell'Utri.

“POVERO SILVIO”, “NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”, “NONNO GIORGIO” gli aveva procurato un’insperata tregua, dal diabolico “GIANFRANCO”, nell'attesa del giorno del giudizio universale, il 14 Dicembre, tanto che i suoi “ASCARI” avevano iniziato farneticare di un nuovo miracolo, avevano iniziato a distribuire pacchi dono per riportare nell’ovile le pecorelle smarrite, gli storpi iniziavano a rimettersi a correre, le acque a ritirarsi, la spazzatura a volatilizzarsi, le prostitute a sparire (dalle strade) e sugli occhi degli italiani a piovere fette di prosciutto.

Che ecco, un’ordalia di magistrati sovversivi, in combutta con quella feccia della stampa Komunista, fanno uscire della Corte d'Appello di Palermo le motivazioni, della sentenza Dell'Utri, mandando in malora le meravigliose “FESTE DANZANTI” che i suoi giullari e ballerine avevano intenzione di mandare in onda, per allietare le lunghe e fredde notti d’inverno dei sudditi Italiani, secondo il collaudato rito, cattolico, apostolico, minzoliniano.

E pensare che l'Ometto poteva anche salvarsi, raccontano i seguaci dell'Allevatore di Trote, “Bossi gli aveva trovato il modo di accontentarlo: un bel salvacondotto giudiziario e un accordo con Gianfranco Fini per portare Roberto Maroni a Palazzo Chigi, con la promessa di eleggere Gianfranco Fini al Quirinale nel 2013”.

Ma lui non c'è stato. Ed ora ai seguaci d’Alberto da Giussano gli tocca restargli accanto almeno fino all'apertura ufficiale della crisi.

“ALLELUJA, SBULLONATO POPOLO DELLA RETE, L’HOTEL RAPHAËL S’AVVICINA”.

Paolo R. Commentatore certificato 19.11.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nato:

Obama, accordo sullo scudo antimissile

Berlusconi, accordo sullo scudo antimissini

il Mandi Commentatore certificato 19.11.10 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Domanda finale:Quanto puo durare?
Fino al prossimo terremoto!!!

Pavan Giorgio 19.11.10 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A domanda gentilmente rispondo: che cosa vorrei io?

L'ho detto almeno cento volte ma sono leita di ripeterlo.
Io sono una no global da 30 anni, non voglio nessuna rivoluzione proletaria armata per mettere al potere una nomenclatura che me la metterà in culo esattamente come la casta capitalista di adesso.
Rispetto ai marxisti, la lotta al capitale è la stessa,
la critica contro lo sfruttamento delle multinazionali e dei grandi organismi economici e finanziari mondiali è identica,
il linguaggio è più moderno di quello per slogan ormai obsoleto marxista,
c'è una valutazione migliore dei problemi ambientali, dei problemi finanziari, delle borse e delle banc,e
e una fede superiore nell'autoconsapevolezza del singolo e nella forza dicoesione ed evoluzione della rete globale

ma lo scopo finale è esattamente l'opposto di quello che si è avuto con le rivoluzioni marxiste.
Con quelle si è sempre ricostruita una piramide di potere con una testa strettissima di potenti (burocrati) che mantengono nelle loro mani tutto il potere e tutti i diritti, mentre al popolo non viene dato nulla (ed è quello che è successo in URSS), con zero democrazia e zero possibilità di scalzare dal potere i burocrati che abusano, senza contare ch ei no global sono pacifisti e rifiutano quasliasi lotta armata.
I no global aspirano ad una piramide rovesciata dove in alto ci sia una democrazia il più possibile allargata e diretta, con rafforzamento del controllo, divieto di rendere professionale il lavoro dei rappresentanti, consultazioni continue della gente e vincolanti ..
E questo è stato sperimentato a Port Royal ed è in parte quello che sta costruendo Grillo, in prate viene sperimentato nelle consultazioni svizere ed è stato realizzato nei Nuovo Municipi che hanno aumentato la partecipazioni dei cttadini alla gestione della cosa pubblica.
La rivoluzione proletaria marxista oggi in Italia è totalmente impossibile.
L'allargamento della democrazia dal basso è difficile ma non impossibile.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da

http://www.agi.it/news/notizie/201011191820-cro-rt10340-governo_a_mussolini_carfagna_poveretta_ma_si_dimettesse_pure

...la Carfagna secondo la Mussolini:

"Noi in questo momento dobbiamo fare quadrato attorno a Silvio Berlusconi- spiega la Mussolini- e non dobbiamo fare i doppi giochi. Anche lei vuole attirare l'attenzione sulle sue presunte dimissioni per drammatizzare la situazione. Lo facesse pure... Fini se ne e' andato dal Pdl e Bocchino, che voleva fare il coordinatore nazionale del Popolo della Liberta', ora e' il piu' grande avversario del premier.
In questo contesto la signora delle Pari Oportunita' ha rapporti politici proprio con il primo nemico di Berlusconi? Ci vuole rigore anche da parte sua, non puo' fare tutto quello che le passa per il cervellino. Vabbe', diciamo cervello. Comunque la Carfagna continua a stare con una gamba di qua e con l'altra gamba di la'".

Non mi pare una gran novità che la Carfagna stia spesso a gambe DIVARICATE...

Forse forse che la Mussolini abbia una certa gelosia?

(Scusate la battuta grassa)

Fernando Vehanen 19.11.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Qual'è la cosa che si nota subito entrando in italia dall'estero. E' il giallo italia, un pò sbiadito e logorato al tempo. Piccole casette a uno massimo due piani con quartieri che occupano spazi sterminati che vengono così tolti alla natura e agli animali. Meglio sarebbe abitare un grattacielo che però tutto intorno abbia tanti parchi naturali e tanti spazi giochi per i bimbi.

Alessandro Pelagatta Commentatore certificato 19.11.10 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Anni fà la Lega gridava in piazza "Berlusconi mafioso"

-Oggi invece per loro è pulito ed è il miglior alleato della Lega

La Lega gridava in piazza "la mafia non c'è, non esiste a Nord!

-Oggi invece dicono "la mafia a Nord ha paura di noi"

La lega gridava "noi non abbiamo mafiosi nella Lega"

Non appena hanno beccato degli amministratori leghisti a parlare nelle intercettazioni con la mafia per degli appalti hanno arrestato il giorno dopo un capo mafia...........
----------------------------------------------


Se la mafia non c'e a Nord allora io ho abitato per tutto questo tempo in un altro paese


Davide Cordella Commentatore certificato 19.11.10 21:27| 
 |
Rispondi al commento

andee tuti in mona.
ogni popolo ha lo stato che si merita.

tormena sergioi 19.11.10 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Nato:

Obama, abbiamo un portoghese in famiglia, il cane Bo

Berlusconi, avevamo un portamafia in famiglia, il cavallo Mangano


non so se avete assistito alla 7 il dibatitto
urso mussolini,questa gente e vera non falsa

ce da innorridire, ripendiamoci questo paese.

claudio galletti 19.11.10 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo intorno lago di garda questa crisi non è ancora giunta. Nonostante le decine di "vendesi",assistiamo quotidianamente all'apertura di nuovi cantieri per la costruzione di seconde (terze e quarte) brutte case, che a loro volta restano invendute.
I campi e i terreni che qui da noi sono coltivati a oliveti vengono abbandonati per essere venduti a cifre stratosferiche ! Aiutateci a fermare questa catastrofe, che sembra non avere fine, visti i nuovi Piani di Governo del Territorio

zio hardy 19.11.10 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Grassano: diventato deputato dopo l’elezione a governatore del Piemonte di Roberto Cota, l’ex leghista, ex presidente del consiglio comunale di Alessandria, inquisito per truffa al suo stesso comune, oggi ha manifestato l’intenzione di votare per B. Grassano è stato arruolato.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.10 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Staino

Berlusconi insiste: non vuole lo staff di Fazio in RAI
Ha ragione: molto meglio al governo!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 21:11| 
 |
Rispondi al commento

... ma la cosa più deammatica di questa bolla immobiliare è che la qualità delle costruzioni in italia è da terzo mondo (estetica esclusa)...

Mentre in tutta l'europa i governi hanno messo regole molto restrittive per i parametri energetici degli edifici nuovi nella vostra penisola si continua a costruire con concetti dell'ottocento, pretendendo però compensi da terzo millennio...


Mi sa che la bolla scoppierà anche solo per questo: immaginate quando la comunità europea IMPORRÀ degli standard e nessuno avrà i soldi per ristrutturare e/o nessuno vorrà comprare oggetti vecchi anche se nuovi.

Saluti elvetici

Fernando Vehanen 19.11.10 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vignetta de l'Unità

I poliziotti festeggiano l'arresto in Campania
Poveretti! Chissà quanto tempo era che aspettavano l'autorizzazione!

ripresa da Masada
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Pio
Fucilare gli sciacalli dell'alluvione?
E quelli dell'Aquila li lasciamo stare?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta cemento,io abito in un comune di 10000 anime circa,e la nuova amministrazione(pdl/lega)avevano promesso in campagna elettorale,basta cemento non bisogna più costruire,la sinistra a rovinato il territorio(purtroppo vero),ma dopo le parole quali sono stati i fatti?nessuna differenza ognuno costruisce alla sua maniera,poi con la scusa che sono gli unici soldi che riescono a prendere,ci marciano sopra,come prima e più di prima,alla faccia nostra.

Una vera nazione farebbe serie politiche di costruzione,e se non ne servono non si costruisce più niente.

Solo nel mio comune(ripeto 10000 persone circa)alla data delle ultime elezioni c'erano circa 500 alloggi vuoti(non riesco ad immaginare una cifra in una città come Milano o Roma),senza contare quelli in costruzione e quelli in proggetto,cosa cavolo continuano a costruire che cosa?per chì?

Simone Perego 19.11.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera,
Sono un 31enne, con fidanzata che tra poco mi vuole mollare...perchè sono un mammone come lei mi definisce.
Invece come le ho spiegato più volte io mi rifiuto di dare più di metà della mia vita lavorativa per comprare casa. mutui di 30 anni per comprare un bilocale, in un condominio, e non sentirsi realizzato.
Non pùo valere 250 mila euro un appartamento di 70 metri quadri!!! ma come si fa! una villetta singola li può valere! questo vuol dire rendersi SCHIAVI.......ditemi come fare sono disperato.

Daniele DP 19.11.10 21:02| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ha detto anche Fini da fascio liberale furrrrrrbo :
" esistono tante 'mafie' non c'è ne una sola"

Ebbene, Mafia , intesa come PREVARICAZIONE DELL'UOMO SULL'UOMO è anche questa "della casa , dei fabbricati, delle costruzioni senza senso"

- LA CLASSICA MAFIA DAL COLLETTO BIANCO
quella che non spara, quella che non mette bombe

QUELLA CHE UCCIDE LENTAMENTE in modo DIVERSO !
quella che finge di aumentare il "lavoro" attraverso gli aumenti fittizi di capitale ma manda per strada migliaia di lavoratori !

QUELLA DELLE BANCHE che non rinunciano alla fetta della torta!
Non vogliono che "poveri cristi" normali si permettano una propria CASA!
Mantengono il "valore" alto, non interessa l'accesso di massa per LA CASA, bene primario dell'uomo e dell'ideologìa socialista !

Basta questo per capire chi sono i veri MAFIOSI!
Basta questo per capire che i latifondisti di un tempo sono i "palazzinari" di oggi!
Basta questo CAPIRE PERCHE' I LATIFONDISTI RUSSI (KULAKI) sono stati sterminati da LENIN , prima, da STALIN , dopo !

- da kruscev , no! (trovo una somiglianza con Bondi)


La Mussolini attacca la Carfagna
Urso insinua: "Tutta invidia! Perché lei ha preso 56.000 voti, e tu solo 11.000!"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Duemila 560 domande, 1564 candidati alla prova preselettiva, zero ammessi alla selezione per i 20 posti da vigile urbano di Manfredonia. Sarà che la preselezione è stata fatta, in quattro tranche, in una birreria della cittadina, ma è certo che la commissione, dopo aver visionato i test di cultura generale (60 domande a risposta multipla), non è riuscita a promuovere neanche un candidato: nessuno, infatti, ha superato il punteggio minimo (21 su 30).
I questionari distribuiti, a quanto si è appreso, erano stati predisposti da un'azienda leader del settore in Italia e rientravano nella media.

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 19.11.10 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la vacca sandra nipote della piu' grande merda della storia italiana,chiede rigore.faccia di merda che non sei altro battevi il marciapiede ricordi?

al quadrato 19.11.10 20:58| 
 |
Rispondi al commento

C’è un presidente che si muove seguito a vista dalla polizia, nel timore di possibili aggressioni, tifosi che lo aspettano al campo d’allenamento con uno striscione e insulti, una squadra che non ha ancora preso uno stipendio e verrà penalizzata in classifica. È il quadro desolante del Bologna, il giorno dopo il giovedì nero che ha smascherato l’ultimo bluff del suo proprietario, Sergio Porcedda. Deferito ieri insieme al club e all'amministratrore delegato Marras per non aver pagato l’Irpef un mese fa, ed è il problema minore in questo momento: perché nel frattempo la società non ha versato neanche gli stipendi del primo trimestre, i giocatori non hanno preso un euro e questo comporterà nuove, pesanti sanzioni in classifica. Il primo spettro è la B. Il secondo, il fallimento.

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 19.11.10 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Dopo i 1.307 voti contro, anche Minzolini chiede la raccolta di firme su Libero

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.11.10 20:56|