Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le novelle montagnole fetide di Napoli


spazzatura_scuola_Napoli.jpg
"Vedi Napoli e poi muori", ieri per la bellezza, oggi per la spazzatura.
"Ieri sono andato insieme ai miei figli nel centro storico di Napoli (patrimonio UNESCO dell'umanità), poiché avevo intenzione di condurli in alcuni luoghi di inestimabile valore artistico e storico, come la Cappella di San Severo, la chiesa di S. Domenico maggiore, ed altri. Un po' di timore per l'eccessiva folla, vista la vicinanza dei luoghi con San Gregorio Armeno, la strada dei presepi, lo avevo, ma credevo di cavarmela, anche perché la giornata 'culturale' volevamo chiuderla con un finale culinario, visitando una delle pizzerie storiche di via Tribunali. Bell'illuso! Il centro storico era, sì invaso, ma dai cumuli in via di putrefazione dell'immondizia mai raccolta delle ultime settimane. E' la morte di una città, ciò che non son riusciti a fare i romani, le invasioni barbariche, gli arabi ed i saraceni, gli francesi o gli spagnoli, è riuscito al governo italiano! I numerosi - incredibile -, turisti che girovagavano per i vicoli, rimanevano interdetti quando il passaggio era completamente occluso dalle 'novelle montagnole fetide', le guardavano per un po' e ritornavano sui propri passi. Siamo ritornati a casa carichi di delusione e rabbia, sconfitti nella nostra dignità e sanguinanti per la ferita che, stavolta, difficilmente potrà rimarginarsi. Grazie Italia, nazione di merda." Sereno Despero, Nuova Città

22 Nov 2010, 15:31 | Scrivi | Commenti (81) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

andatevi a guardare questo breve documentario:
http://www.youtube.com/user/travelfilmarchive#p/search/11/GcIiwHpBRYs
sembrano passati 5000 anni, e invece sono solo 50.
si fa presto a finire nelle merda, specie con i delinquenti che abbiamo oggi nelle amministrazioni

renato medini 25.11.10 06:32| 
 |
Rispondi al commento

la spazzatura x napoli e l esempio della spazzatura che ci governa ma nessuno li condanna , con una condanna esemplare

dello i., napoli Commentatore certificato 23.11.10 21:51| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA A NAPOLITANO:
CHE FANNO SCHIFO, TERRONI,PUZZONI, NON SONO
I NAPOLETANI.
SONO L'AUTORITA' COMUNALE,PROVINCIALE.REGIONALE.
E SOPRATUTTO LA CLASSE POLITICA DI ROMA LADRONA!
IN COMBUTTA CON LA CAMORRA.
ORFEO.

orfeo nitrebla Commentatore certificato 23.11.10 19:38| 
 |
Rispondi al commento

dai che schifo terroni puzzoni pulite le strade del centro almeno.
ma non vi vergognate?

Napolitano Munnezz 23.11.10 18:45| 
 |
Rispondi al commento

DOPO ANNI E ANNI CHE VADO E VENGO DALLA CAMPANIA, MI TOCCA ANCORA SENTIRE GOVERNO ITALIANO/MAFIOSO DI MERDA!(CHE POI è LA STESSA COSA) PERCHè NN C'è 1 DICO 1 CAMPANO CHE DICE: " Sì è VERO DAGLI ANNI 80 LA SITUAZIONE CI è SCAPPATA DI MANO... NN AVREI MAI PENSATO CHE QUEL CAMMORRISTA DEL MIO VICINO DI CASA ARRIVASSE A TANTO!!!"
PROBABILMENTE SE UN GIORNO ARRIVERANNO GLI ALIENI QUALCUNO SAPRà CHI ADDITARE..
L'ITALIANO è OPPORTUNISTA E INDIVIDUALISTA. è SCRITTO NEL DNA.

gaetano c. 23.11.10 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma i Napoletani cosa stanno facendo per loro stessi?Io non vivo quella situazione,vedo solo il servizio al tg e vedo carta plastica e via discorrendo tutto insieme...Ricordatevi che siete voi che permettete questo scempio,voi che votate amministratori incapaci e a voi tocca risolvere la situazione!Tra poco ci saranno le elezioni,vedete un po' voi cosa fare.

Davide Sechi 23.11.10 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So che tutti i giorni in Italia ne succedono talmente tante che non c'e' il
tempo materiale per discutere di tutte le schifezze a cui dobbiamo
sopportare, ma non dimentichiamoci di Piazza della Loggia. non
dimentichiamoci !!!!

16 Novembre 2010 - TUTTI ASSOLTI

Il 16 novembre 2010 la Corte D'Assise ha emesso la sentenza di primo grado
della terza istruttoria, assolvendo tutti gli imputati con la formula
dubitativa di cui all'art. 530 comma 2 c.p.p., corrispondente alla vecchia
formula dell'insufficienza di prove. Oltre alle assoluzioni di Carlo Maria
Maggi, Francesco Delfino e Pino Rauti, i giudici hanno disposto il non
luogo a procedere per Maurizio Tramonte, per intervenuta prescrizione in
relazione al reato di calunnia, e revocato la misura cautelare nei
confronti dell'ex militante di Ordine Nuovo Delfo Zorzi.

D M 23.11.10 17:06| 
 |
Rispondi al commento

La spazzatura per le strade di Napoli è la conseguenza della spazzatura tossica delle fabbriche del nord che ha riempito ogni discarica ed buco possibile ed immaginabile delle campagne intorno a Napoli
Quindi dire semplicemente che i Napoletani dovrebbero odiare la camorra come se non la odiassero è da incoscienti.
Ridurre tutto ad una questione tra cittadini Napoletani e camorra come se non ci fossero uno Stato, un imprenditoria disonesta del nord italia e dell'europa che mandano i rifiuti tossici in Campania è da ignoranti.

Il palazzo Reale di Napoli è stato costruito dai Borbone, i Savoia si sono limitati a sostituire lo stemma dei Borbone con il loro ed è questo il simbolo di una falsificazione storica che si protrae da 150 anni:

L'Italia non ha portato nulla di buono al sud anzi se il sud è nella situazione attuale si deve proprio all'aggressione del nord di 150 anni fa, aggressione che continua ancora oggi con i rifiuti tossici.

Carmine Crocco Donatelli (vive) Commentatore certificato 23.11.10 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HAI PROPRIO RAGIONE DESPERO

QUANDO PORTI I BAMBINI IN GIRO PER NAPOLI SPIEGA BENE A LORO CHE QUEL PALAZZO REALE, QUELLA CAPPELLA, QUEL MUSEO, QUEL PARCO APPARTENEVANO A NAPOLI CAPITALE, AD UN EPOCA IN CUI NAPOLI ERA UNA DELLE CAPITALI EUROPEE PIU' IMPORTANTI, CAPITALE DI UN REGNO E DI UN RE CHE GOVERNAVA PER IL BENE DEL SUO POPOLO SOPRATTUTTO NEL MOMENTO IN CUI I NAPOLETANI SONO STATI AGGREDITI DAI MILLE E DAI PIEMONTESI

Carmine Crocco Donatelli (vive) Commentatore certificato 23.11.10 15:55| 
 |
Rispondi al commento

riflesione su spazzatura e camorra!

forse che il popolo campano costrettoa a rotolarsi nella immondizia non prenda a odiare la camorra così tanto da debellarla?

credo proprio che questa volta i malavitosi abbiano fatto autogol!

chi vivrà vedrà.

bruno bassi 23.11.10 15:42| 
 |
Rispondi al commento

LA SPAZZATURA DI NAPOLI-
Napoli è la metafora dell'Italia di oggi.E l'Italia è il paese DELLA CATASTROFE GENERALIZZATA.La spazzatura di Napoli ci coinvolge tutti.E' la sintesi del fallimento di tutte le classi dirigenti.In Campania per anni sono stati sversati rifiuti di tutti i tipi provenienti da tutta l'ITALIA. Coloro che cercano di CRIMINALIZZARE NAPOLI e i Campani sono chiaramente in mala fede. Il Sig. B. non poteva fare "il miracolo"...ma questo è diventato coscienza solo con le lotte e le barricate di TERZIGNO . Così come all'AQUILA, del resto...le carriole hanno rotto l'incantesimo.Quindi il rapporto MAFIE (camorra!) politica è il punto cruciale . Con B. LA MAFIA si è fatta stato..così la P2 le cricche gli evasori il vaticano i manager incapaci e ladri.. Ecco perchè NAPOLI è problema nazionale in senso materiale e simbolico. Il problema però ora...è che a NAPOLI si rischia di nuovo il COLERA . Perchè LORSIGNORI non vogliono e non sanno come uscirne . Per questo credo che coloro che hanno coscienza e consapevolezza, cioè i movimenti e la società civile..devono fare e praticare una proposta capace di disinnescare LA CATASTROFE napoletana . Ciò è possibile solo se IL RESTO D'ITALIA si fa carico del problema. Serve un movimento generalizzato fondato su due punti : 1) bisogna chiedere-imporre che il resto d'Italia "prenda una parte" della spazzatura sedimentata e in formazione quotidiana..2) Lanciando contemporaneamente in tutta l'Italia in tutti i mercati e super-mercati...una pratica diffusa e "immediata" di riduzione-differenziazione...sia per compensare i nuovi arrivi...sia per innestare UNA CRITICA concreta all'usa e getta al consumismo alla mercificazione totale....cioè uNA PRATICA CULTURALE di uscita dal liberismo che in questi anni ci ha invaso la vita l'immaginario i desideri i sensi la percezione ...UN'OPERA DI DECONTAMINAZIONE quindi...da tutte le classi dirigenti e dalla loro simbiosi mafiosa,,,RIUSO-RICICLO ecc. SUBITO! siamo coinvolti tutti..g.s

gaetano stella, empoli (fi) Commentatore certificato 23.11.10 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=-H1baKCpohI

BEPPE QUELLO CHE NON HAI CAPITO E' QUESTO : SONO GLI STESSI POLITICANTI LOCALI CHE HANNO FATTO IMBROGLI PER ANNI...........SONO LORO CHE ATTUALMENTE STANNO CERCANDO DI DRENARE I TUOI VOTI.
L'INTERESSAMENTE SU DI TE SI E' SPOSTATO DOPO CHE IN QUESTE ZONE (PROVINCIA DI NAPOLI) HAI AVUTO QUASI 1000 VOTI SENZA NENACHE AVERE UN CANDIDATO.
QUEI VOTI, COME IL MIO, ERANO VOTI DI "PROTESTA" ......IL DISCORSO E' CHE IN QUESTA MACCHINA PERFETTAMENTE CORROTTA DEL SISTEMA DEL VOTO DI SCABIO DI CUI PARLI TU........
IN QUESTO SISTEMA PERFETTAMENTE IMMUTABILE TI STANNO TRATTANDO COME LA PEDINA IN UN GIOCO PIU' GRANDE DI TE.
HANNO IN PRATICA CAPITO CHE CI VUOLE LA FORMA "LISTA CIVICA" PE RLE PROSSIME ELEZIONI PROPRIO PERCHE' NESSUNO SI FIDA PIU' DEI PARTITI.
LE LISTE CON CUI TI TROVERAI A CHE FARE SONO SEMPLICEMENTE GLI STESSI POLITICANTI DI SEMPRE TRAVESTITI.
NON SO PIU' COME SPIEGARTELO : LA REALTA' FATTA DI RAGAZZI COME FICO & COMPANY NON E' UN CAMPIONE STATISTICAMENTE SIGNIFICATIVAO DELLA PROVINCIA.
NAPOLI , PURTROPPO, E' DIVISA IN COMPARTI STAGNI.
BASTA SPOSTARSI DI TIPO 5 Km PER PASSARE DA POSSILLIPO A SCAMPIA......
QUESTO E' QUELLO CHE NON TI ENTRA : BASTA CHE TI SPOSTI DI POCHISSIMO PER AVERE UN UN UDITORIO COMPLETAMENTE DIVERSO.
NON PUOI ANDARE A TERZIGNO E DIRE SEMPRE LA STORIELLA DEL COGNATO : IL TUO ERRORE E' CHE , COME OGNI BRAVO ATTORE, UTILIZZI DEI CLICHE'.
ACCIO PLAUTO,TERENZIO, LI HO STUDIATI ANCHE'IO : ADESSO,BEPPE, NON E'MOMENTO DI BATTUTE.
E' MOMENTO DI CAMBIARE DAVVERO LE COSE : NON TI CREDERE CHE LA STRADA CHE STAI PRENDENDO TI PORTERA' DOVE INTENDI.
SONO LORO CHE UTILIZZANO TE : NON TU LORO.
IL VOTO DI SCAMBIO FA PARTE DEL DNA DI QUESTA CITTA' DA SECOLI.
NON SO SE APOLI SIA CONDANNATA O MENO ALLA MORTE MA L'IDEA CHE HAI DI "SOCIETA' NUOVA" AL MOMENTO NON E' ATTUIABILE IN QUESTA PARTE D'ITALIA.
UN SOLO CONSIGLIO : VEDI CHI E' IL TUO INTERLOCUTORE.UNA VOLTA CHE TI HANNO PRESO NON TI LASCIANO PIU'.

CON AFFETTO

ANTONIO

ANTONIO CHINI 23.11.10 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Sereno Despero puzza di monnezza e di casalesi.

Borboni straccioni 23.11.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè postare questo scritto di un becero personaggio che insulta tutti quelli che scrivono post su questo blog?
Ma li legge i commenti Grillo o il suo staff?

Questo personaggio che ha scritto il post,non appena legge dei commenti in cui si citano le responsabilità delle amministrazioni locali di Napoli e della Campania inizia ad insultare additando come unici responsabili gli inquinatori del Nord ( il tipico discorso del neoborbonico tanto di moda oggi che addita tutte le colpe dei problemi del mezzogiorno a Cavour).
Uè uè cà nissun è fess!.
Chiagni e fotti.

Grillo Fessacchiotto 23.11.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nazione di merda???

cerchiamo di non avere i paraocchi nè in un senso nè in un altro, nè essere beceri e leghisti nè pensare che il sud sia il paradiso e il nord l'inferno che lo ha rovinato.

le montagne di immondizia che ci sono a napoli e i cumuli di pneumatici e rifiuti di ogni tipo lunghe le strade chi li ha prodotti? il governo? i milanesi? i palermitani?....no...sono gli abitanti di napoli che conoscono un pò troppo poco la raccolta differenziata e che hanno l'abitudine di aspettare che qualcuno gli risolva i problemi...

poi chiaro che le responsabilità sono di tanti, per prima la classe politica e dirigente che è spesso collusa con la camorra..

xò cerchiamo di non saltare a conclusione affrettare e non cadiamo nei soliti luoghi comuni che ci fanno tornare indietro di 30 anni..

Manuel Marengo 23.11.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari politici(ovviamente per il costo)come sapete e fate finta di non sapere, anche la discarica di Roma,Malagrotta, è satura da tre anni, da TRE ANNI!
A Roma succederà quello che è successo a Napoli perchè impediremo di sversare ulteriormente immondizia.Sappiate, ma lo sapete già,che a Malagrotta esiste un Inceneritore che fabbrica cancro,una Sottostazione Enel che produce inquinamento elettromagnetico,una Raffineria che fabbrica particelle cancerogene,un Deposito di bombole di gas che in caso di esplosione può fare una strage.
E SUFFICIENTE PERCHE' INTERVENIATE O MEGLIO ASPETTARE LA CATASTROFE?

alberto valle 23.11.10 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Non è una nazione di merda, come dice l'estensore dell'articolo, ma un GOVERNO di merda e merde sono coloro che si sono fatti abbindolare dall'incantatore di serpenti per più di una volta e che, forse, ancora lo faranno grazie anche ad un'opposizione che "bela" (eccezion fatta per Di Pietro e Grillo, ovviamente)
Siamo la vergogna delle vergogne!!!!

nataniele m., stresa Commentatore certificato 23.11.10 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Io l'ho sempre detto: un popolo ignorante e' un popolo sottomesso.

Ed e' esattamente questo, quello che questo governo sta facendo.

Bisognerebbe rifletterci un po e poi decidere se continuare a tenere le braccia conserte o meno.

Ciao Sereno, ciao Napoli

PolloMannaro

Pollo Mannaro (pollomannaro), Milano Commentatore certificato 23.11.10 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Io sono talmente settentrionale che nemmeno andando a ritroso di mille annni si trova nulla di diverso se non antenati austroungarici...

MA io sono SOPRATTUTTO ITALIANA e A SERENO DESPERO non mi limito a dargli ragione su ciò che dice sui rifiuti di Napoli (ieri 22 nov. Saviano ha dato altre delucidazioni, compresa quella su CHI per primo ha iniziato la raccolta differenziata...Napoli) ma aggiungo che l'ignoranza dei settentrionali è lo specchio dell'ignoranza in cui hanno messo i meridionali con l'unione dell'Italia.
I re piemontesi, i peggiori d'Europa, i più grezzoni che ci siano mai stati (a parte qualche eccezione), avevano BISOGNO DI NUOVA ENERGIA e come abbiamo fatto nel corso dei secoli noi, homo insapiens, SI INVADE UN NUOVO TERRITORIO.
Sostenuti dagli inglesi che volevano qualcosa di grosso sul Mediterraneo per rompere le palle a Francia e Germania.

In biologia l'essere meno complesso vince su quello più complesso (i batteri sulle creature pluricellulari), e a quell'epoca di meno complesso e di più ritardato era, in sommatoria, il nord (purtroppo la repubblica di Venezia era stata sconfitta, la prima vera democrazia laica d'Italia...peccato), mentre il sud era ben organizzato da uno stato unitario e non da mille litigiosi comunetti. Ricco, pieno di industrie, pieno di scuole università e teatri.
E COSA HA BEN PENSATO IL RE IGNORANTE?
....
CHIUDERE LE SCUOLE DEL SUD PER 15 ANNI.

rovinare le future generazione, immiserire, impaurire....

cazzo ma non ricorda nulla questo atteggiamento??
anche a voi "concittadini razzisti e ignoranti" del nord così tanto ben sviluppato????

E GUARDATEVI QUESTO NORDICI!
http://www.youtube.com/user/h1voda1h?feature=mhum#p/f/20/pXQibFU3Qbg

Da. P. (principessa sissi), UD Commentatore certificato 23.11.10 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se le cose stanno effettivamente come le ha raccontate Saviano a "Vieni via con me", la soluzione del problema rifiuti non può essere affidata alla gestione delle regioni.
Qui bisogna agire accentrando (esatto contrario del federalismo) la gestione dei rifiuti.
Non servono fondi a pioggia alle regioni (soldi che si spartiscono le clientele politiche, che creano apposta il problema per averne sempre di più!) serve, invece, un Organismo sovranazionale.
Un Agenzia dell'Unione Europea con poteri esclusivi (anche di tipo militare) in materia.
Perchè il giocattolo-rifiuti va sottratto dalle mani della criminalità organizzata che gode di una rendita di posizione ricattando con l'arma del pregiudizio alla salute pubblica.

M. Mazzini 23.11.10 10:17| 
 |
Rispondi al commento

I napoletani non cantano abbastanza!
Ecco perchè non gli passa sta storia.

A NAPOLI NON CI SONO PIU' I CANTANTI DI UNA VOLTA!

http://www.youtube.com/watch?v=Nuk8Ie8i3Pw

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 23.11.10 08:45| 
 |
Rispondi al commento

La Ue boccia la richiesta dell'italia per la deroga dei valori d'arsenico presenti nell'acqua POTABILE, richiesti per alcune Regioni.....fonte(adnKronos).......
Quindi niente deroga,oltretutto con quello che paghiamo l'acqua potabile(ciclo idrico)pure l'acqua con sostanze chimiche velenoso e che possano provocare il cancro..
Pare che il problema sia di natura geologica(e ti pareva...)ecco cosa rispondano i capetti italiani...non affrontano il problema...trovano una giustificazione, per legittimare il loro operato...ideem per la spazzatura...fanno una buca e si butta tutto dentro, chiedendo anche i soldi alla gente....mah!...mi chiedo caro Beppe,quanto dovrà continuare questa tragicomica tutta italiana.....

roby f., Livorno Commentatore certificato 23.11.10 08:22| 
 |
Rispondi al commento

dalla Redazione del"giornale di siracusa". Venosi: "Il legislatore fa tutto il contrario di ciò che serve per risanare"
"Accordi transattivi" con le industrie, per cancellare i danni causati all'ambiente"

Lunedì 22 Novembre 2010 - 23:30
Augusta – “Il Ministro dell’Ambiente avrebbe pronto un decreto sugli “Accordi transattivi” con le industrie, fra cui quelle siciliane di Priolo e Gela, per cancellare in un sol colpo tutti i gravi disastri ambientali da esse causati. Mentre proprio lo scorso marzo, la Corte di Giustizia Europea ha prodotto una sentenza che stabilisce la responsabilità degli gli operatori del polo petrolchimico nell’inquinamento dei suoli e della rada di Augusta anche se non hanno commesso illeciti”. A sostenerlo sono le associazioni “AugusAmbiente e Decontaminazione Sicilia”.

Si tratterebbe, secondo gli ambientalisti, “di un colossale condono tombale ambientale" sui danni all’ambiente ed alla salute nelle aree industriali. Le industrie interessate si starebbero confezionando all’uopo un “Protocollo Transattivo” che dovrebbe metterle al riparo da ogni contestazione. Questo protocollo potrebbe essere siglato a breve con il Ministero dell’Ambiente”.

Nel caso Augusta, Priolo e Melilli l’Accordo di Programma Quadro, del giugno 2004 tra i Ministeri dell’Ambiente, dell’Economia e la Regione Siciliana prevedeva un costo complessivo dell’intervento di bonifica pari a 774 milioni di euro di cui 219,7 milioni a carico dei privati.

Con l’applicazione degli Accordi Transattivi il Gruppo Erg, successore dell’Eni a Priolo, secondo quanto riportato nel “Parere Pro Veritate” reso alla Erg da Vincenzo Roppo, se la dovrebbe poter cavare indennizzando 70-90 milioni di euro. Queste somme, per di più sarebbero dilazionate in 10 anni senza interessi e con la possibilità di effettuare compensazioni con eventuali investimenti di Erg Med sul sito inquinato.
Erasmo Venosi, professore universitario di Fisica Nucleare

luigi 23.11.10 07:54| 
 |
Rispondi al commento

...è colpa di Cavour !!!.......Grillo....mavaffanculova!!!!!..e te lo dice uno del m5s !!!!

tina ghigliot 23.11.10 06:08| 
 |
Rispondi al commento

Chi è causa del suo mal pianga se stesso....i vostri amministratori li avete votati voi o sbaglio? e adesso teneteveli....monnezza compresa...
o sperate che i rifiuti si mettano a camminare e prendano da soli la via della discarica? Siete gli ultimi in Italia per la raccolta differenziata....ma anche questo è colpa del governo centrale? Svegliatevi e piantatela di piangervi addosso o dare la colpa ad un fantomatico "altro"....e cambiate i vostri politici locali che quelli si sono una massa di m..da...non l'Italia che qui non c'entra proprio niente

Fabio P., Kyoto Commentatore certificato 23.11.10 05:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personalmente ho inziato a collezionare immagini e video di queste montagnole di rifiuti, per ora solo di napoli ma mi interessano anche quelle di altre città, noto un certo talento nell’accumulo e in alcuni casi anche una certa creatività nel creare forme sempre nuove. Se qualcuno ha avuto la fortuna di passare di persona per quei luoghi e ha immagini inedite delle montagnole sarei grato se me le inviasse al seguente indirizzo:
pelagatta@yahoo.it
Inviatemi per favore qualsiasi immagine, tanto non esiste una montagnola identica all’altra e la mia collezione è solo all’inizio. con le migliori pensavo di crearmi un’account e di pubblicarle anche su you tube.

Intanto ringrazio per la fantastica immagine della Montagnola di questo post che mancava nella mia collezione. Non trovate anche voi che ci troviamo di fronte ad un capolavoro dell'Arte Pop?

Alessandro Pelagatta Commentatore certificato 22.11.10 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma la monnezza non mi risulta che la getti per le strade di Napoli lo stato italiano.
Al contrario lo Stato (cioè tutti noi compresi i napoletani) paga un conto salato per tutto quello che sta succedendo.

NOn sarebbe meglio porre la questione in questi termini e cioè che gli spazzini di Napoli riescono dove "i romani, le invasioni barbariche, gli arabi ed i saraceni, i francesi o gli spagnoli" hanno fallito? Oppure sei uno di quelli che pensa che domani mattina viene mister B. in persona a toglierti la spazzatura da sotto casa tua (come dire che Babbo Natale fra i suoi doni di Natale porti via anche la tua monnezza).

Fausto Piazza 22.11.10 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Io penso che sia lecito criticare con i dovuti modi certo, senza essere tacciati peò di razzizmo, pero si dice - come è vero - che le discariche sono piene dei rifiuti tossici del nord, ma la colpa è soprattutto della camorra che ha difatto distrutto il mercato dello smaltimento vero vincendo la possibile conorrenza a prezzi bassi, di chi erano i camion che hanno fatto gli sversamenti? Come mai nessuno ha protestato facendo chiudere queste imprese finte ecologiche, perchè la spazzatura invece di essere trattato come bene pubblico è diventato un business e gli amministratori locali si sono mangiati un sacco di soldi anche con le consulenze? Perchè quando ci sono stati gli sversamenti di questi camion nelle discariche nessuno ha protestato?


Caro Beppe, sono Piera Iovine.
Sono nata a Napoli 24 anni fa..sono una napoletana che si commuove tutt'oggi nel vedere la bellezza di una città eccezionale..e che si sente ferita nel profondo..ugualmente..ogni giorno.
Ti prego di aiutarmi perchè, nel mio piccolo, ho intenzione di smuovere gli animi dei napoletani "medi"..quelli che non abbiamo visto nei telegiornali..quelli che non vivono a Terzigno..quelli che sono ancora in silenzio a subire.
Io non so come sia possibile..di quale maleficio è vittima il mio popolo impassibile..è umano tollerare tutto ciò?!
Vedere i bambini che si fanno spazio assonnati tra cumuli di veleno ogni mattina è quello che mi fa più tristezza.
Sono una studentessa della facoltà di ingegneria della Federico II, facoltà che vanta docenti molto inseriti nel campo della politica. Ho aspettato invano loro segnali che non sono arrivati.
Vorrei che tu mi consigliassi cosa potrei fare per cambiare qualcosa..so che è una grande pretesa..ma rimanere in silenzio e subire questa situazione mi sembra ancora più svilente per noi cittadini. La nostra dignità, il nostro essere "civili" dove sono finiti agli occhi di tutti e nei nostri cuori?!
Aspetto tue notizie.
So che domani sarai a Napoli. Avrai tu stesso..con i tuoi occhi..l'opportunità di constatare questa nostra condizione.
Ti abbraccio e ti ringrazio per tutto quello che fai.
Piera

Piera Iovine, napoli Commentatore certificato 22.11.10 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace dirlo, ma qui si parla di Camorra, e di gente che protesta contro ogni soluzione possibile perche' manovrata dalla Camorra. Perche' lo smaltimento, vuoi con inceniritori, vuoi con altri metodi, viene fatto ovunque, nel mondo, compreso il Nord Italia, e in maniera pulita e civile.
Bruciare immondizia libera DIOSSINA. Piu' di quanta ne viene prodotta in un ciclo di un inceneritore!!!

Ora c'e' chi scrive "Italia Nazione di Merda" e tutti come i Pecoroni a dire, si', mi piace!
Vaffanculo! A chi lo scrive e a tutti quelli che protestano contro ogni soluzione, perche' sanno che cosi' fanno un favore alla Camorra, che continua a lucrare su questo disastro ecologico!

E' ovvio che si e' in questo stato per la Camorra.
Andate a gridare contro loro FARABUTTI E PORCI!

Camorristi, dovete morire ammazzati!
Tutti quanti!

Luca 22.11.10 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOPO ANNI CHE VENGO IN CAMPANIA PER VACANZE E LAVORO, MI TOCCA ANCORA SENTIRE GOVERNO ITALIANO DI MERDA!(CHE POI è LA STESSA COSA) PERCHè NN C'è 1 DICO 1 CAMPANO CHE DICE: " Sì è VERO DAGLI ANNI 80 LA SITUAZIONE CI è SCAPPATA DI MANO... NN AVREI MAI PENSATO CHE QUEL CAMMORRISTA DEL MIO VICINO DI CASA ARRIVASSE A TANTO!!!"
PROBABILMENTE SE UN GIORNO ARRIVERANNO GLI ALIENI QUALCUNO SAPRà CHI ADDITARE..
L'ITALIANO è OPPORTUNISTA E INDIVIDUALISTA. è SCRITTO NEL DNA.

gaetano c. 22.11.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

mentre ascolto saviano, vorrei scrivere un messaggio al cane capezzone, ma non figura tra i parlamentari...

dove cazzo se lo è ficcatto berlusconI!

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 22.11.10 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo!? ma cosa aspettano i Napoletani a rimboccarsi le maniche ed in primis imparare a produrre meno spazzatura poi ovviamente a differenziarla....è la sola soluzione ...per tutti i comuni d'italia

marino c., corropoli Commentatore certificato 22.11.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il codardo "ghe pensimi" ha risolto per caso il problema in 3 giorni?

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 22.11.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco alcune cose:
1) Per quale motivo gli amministratori di Napoli dopo questi scandali della MUNNEZZ nel centro storico e in altri lugo che si ripetono da anni non si dimettono o non vengono dimessi dai napoletani?
2) parlare di governo centrale e di Beruskoni qui è errato...sono i dirigenti locali che o sono incapaci o sono collusi con le aziende illegali che smaltiscono i rifiuti
3) Leggo i commenti di gente che addita le colpe al Nord...continuiamo pure con la storiella del nord contro il sud e vedrete che nel frattempo l'Italia andrà a picco. E poi mi dovete spiegare cosa c'entrano le aziende del Nord con i cumuli di monnezza e sacchetti di plastica che sono nel centro di Napoli...
4) Ai napoletani... trovate una soluzione senza cercare aiuti dall'alto... forse vi siete assuefatti a questa situazione ma vista dall'esterno è una vergogna per Napoli e per l'Italia intera.

Beppe Katzaro 22.11.10 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
O LA' A NAPOLI FATE LA DIFFERENZAZIONE DEI RIFIUTI SERIA,OPPURE LI PORTATE,O LI FATE PORTARE AL CENTRO DI RICICLO DI VEDELAGO,SENZA CHE FACCIANO TROPPI GIRI ALL'ESTERO E COSI' NON VI TROVERETE CUMULI E CUMULI DI IMMONDIZIA NELLE VOSTRE BELLE PIAZZE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 22.11.10 18:32| 
 |
Rispondi al commento

non ti preoccupare......
in 10gg tutto a posto ci pensa SILVIO....

PS alle prossime elezioni vota a destra o a sinistra
e se sei in dubbio vota al centro. MAI IN ALTO E AVANTI pensataci furboni

mario pontecorvi 22.11.10 17:50| 
 |
Rispondi al commento

è vero che molta della spazzatura che c'è in Campania viene dal resto d'Italia, ma per le strade di Napoli ce ne sarebbe comunque molta di meno se i Napoletani SMETTESSERO di comprare tanta spazzatura ogni giorno, vedi:

http://stop.zona-m.net/it/2010/11/domanda-ai-napoletani-ma-perche-comprate-tanta-spazzatura/

(non solo e non tanto l'articolo, quanto i commenti ad esso aggiunti da cittadini napoletani)


Napoli s'è liberata da sola dall'occupazione dei tedeschi alla fine della seconda guerra mondiale e oggi non sa liberarsi da quattro cacciaballe politici e dalla spazzatura che essa stessa produce? Non ci posso credere. Ci saranno pure forme di auto organizzazione nell'emergenza. Io riporterei la spazzatura al supermercato (sono loro che ci riempiono di imballi inutili), e l'umido in campagna dove esisterà pure qualcuno che ha ancora un maiale. Se una situazione simile non è in grado di spingere la gente a cambiare le cose, ahimé, significa che i napoletani si sono proprio rammolliti.

Peter Amico 22.11.10 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Molti di voi non conoscono minimamente i fatti, ma ciò nonostante non riescono a trattenersi dallo scrivere spropositate inesattezze, condite con sfarzose avvisaglie di un razzismo mai sopito.
Le discariche in provincia di Napoli (per limitarmi a problematiche che conosco ed approfondisco da qualche anno), sono state riempite, per oltre il 60% della loro capienza originaria, da rifiuti regolarmente sversati provenienti dal nord e da 'rifiuti illeciti' di cui non si può quantizzare la percentuale, ovviamente; questi rifiuti pericolosi, venivano e vengono contrabbandati dalle cosche malavitose che crescono in abbondanza nei territori settentrionali e che provvedono, a costi sostanzialmente più bassi di quelli legali, all'eliminazione coatta di quei veleni, costituiti da scarti industriali di fabbriche esistenti UNICAMENTE nei territori del nord. Non è fantasia, poiché le prove sono ancora ben in mostra nelle nostre discariche, ma è assai difficile risalire all'industria emittente.
Questa è una storia cominciata circa 30 anni or sono e cioé da quando lo Stato centrale commissariò la gestione rifiuti al comune di Napoli, provvedendo in gran segreto, alla 'spartizione' dell'immondizia ed a movimentazioni dannosissime per i nostri territori.
Quella descritta è una verità inconfutabile poiché ci sono svariati provvedimenti legali in corso (per la sola Campania), che hanno già da tempo provveduto a raccogliere dati e prove depositate, con tanto di perizie correlate.
Le colpe fondanti sono, quindi, da imputare alle istituzioni centrali che da oltre un trentennio gestiscono il tutto: forse ignorate anche che, ad esempio, il sindaco di Napoli può solo intimare l'Asia (azienda che gestisce la raccolta dell'immondizia nel comune partenopeo), a far uscire i camion per la raccolta, ma se questi ultimi sono da settimane pieni, diviene inutile anche l'utlizzo di tale, limitato, potere esecutivo.
In voi l'ignoranza si accoppia con la stupidità e partorisce opinioni focomeliche.

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 22.11.10 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napoletani, mai farvi un esame di coscienza su di voi....no mai! siete voi la rovina di voi stessi. Se non volete voi bene a napoli, vuoi che ne voglia uno del nord?

angelo divi 22.11.10 16:59| 
 |
Rispondi al commento

come si dice…. chi rompe paga…
berlusconi-bertolaso-prestigiacomo-iervolino-bassolino-de luca-cosentino-caldoro-
e tanti tanti altri, sindaci, politici, cittadini, malavitosi ecc. hanno la totale responsabilità della catastrofe-monnezza della campania.
Anche nella migliore delle ipotesi, i primi in lista andrebbero rimossi per sempre da qualsiasi incarico.
Tutto il resto sono chiacchiere, solo e sempre chiacchiere.

A Clockwork Orange 22.11.10 16:38| 
 |
Rispondi al commento

una proposta per risolvere il problema della MONNEZZA A NAPOLI E CAMPANIA.

Comune - Regione -. Provincia

stabilite un prezzo al KG x PLASTICA - CARTA - VETRO - ALLUMINIO - LEGNO.

OGNI CITTADINO PORTA LA SUA SPAZZATURA IN CENTRI DI RACCOLTA E VIENE PAGATA CASH PER QUELLO CHE PORTA . SECONDO ME A NAPOLI E DINTORNI NON SI TROVEREBBE NEMMENO UNA CICCA DI SIGARETTE PER STRADA . QUINDI INCENERITORI APPALTI POLITICI LADRI , CAMORRISTI E STRONZI VARI LA PRENDEREBBERO IN QUEL POSTO ...

DOMANDA DI QUALCUNO .. CHI PAGA ?
RISPOSTA : LE AZIENDE CHE CERCANO MATERIE PRIME

SABATINO

sabatino petrosino 22.11.10 16:35| 
 |
Rispondi al commento

non devi dare addosso all'italia ma in primis MMINISTRATORI LOCALI - PROVINCIALI - REGIONALI CHE NON SANNO IL LORO MESTIERE O MEGLIO " NON SANNO DOVE PASSANO " . E poi con i cittadini che non fanno differenziata e pensano ... "che me ne fotte a mè ". Senzo civico non esiste lì in quella città. Nel 90 ho fatto militare a Secondigliano e ti assicuro che la monnezza c'era per le strade ( non a questi livelli ) ma c'era.

VIA LA MONNEZZA CON TUTTI I POLITICI

SABATINO

sabatino petrosino 22.11.10 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente allucinante, prima si parla di Italia unita poi al dunque sono solo cazzi tuoi, ma quando le discariche in Campania venivano riempite con i liquami delle fabbriche del Nord, l'Italia c'era? e i responsabili sono ancora a piede libero?

Vincenzo Russo, Terni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.11.10 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa diavolo c'entra il governo italiano con le immondizie di napoli? il solito populismo da 4 soldi. e la iervolino che ci sta a fare? e i 20 anni di bassolino? è possibile che debba essere il governo ad intervenire? se tutte le città di'italia si comportassero come napoli...

giancarlo fontò 22.11.10 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a quando la raccolta PORTA a PORTA?

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.11.10 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori