Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I pannoloni dei parlamentari


Francesco_Colucci.jpg
La Camera è chiusa e i nostri dipendenti hanno l'opportunità di rendersi utili per cambiare pannoloni e passare notti alzati ad assistere i disabili. Ma forse, data l'età media, hanno LORO bisogno di una badante.
"Leggo sui giornali di questa mattina, della “Settimana Bianca” - regolarmente retribuita – della quale i nostri Parlamentari godranno dal prossimo lunedi’ ed avrei una proposta per occuparli in un lavoro “socialmente utile”. Sono l’unico mezzo di sostentamento della mia famiglia di tre persone, di cui due (mia figlia e il mio compagno) gravemente disabili. Lunedì 6 dicembre il centro di riabilitazione che frequenta mia figlia, e che mi permette di recarmi al lavoro, chiuderà fino ai primi di Gennaio a causa dei tagli – dicono – che le Regioni stanno operando in questo settore.S ono 15 anni che il nostro Parlamento – tra mille va e vieni ma senza nessun risultato concreto (la Legge è passata alla Camera ma è di nuovo bloccata in Senato) - discute sul Prepensionamento per i lavoratori che in ambito familiare assistono disabili gravi, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, impegno senza ferie né festività.Cosa farò da lunedì prossimo? Rischierò il licenziamento assentandomi dal lavoro? Simulerò una malattia che non c’è? Io la soluzione ce l’avrei... Visto che i nostri parlamentari sono a riposo perchè non vengono nelle nostre case a cambiare pannoloni, introdurre cateteri, somministrare pappine, fare nottate di assistenza.... Per le miglialia di euro che percepiscono ogni mese potrebbe essere una buona occupazione, non credete? Noi accetteremo l’aiuto di tutti: di ministri (specie del ministro Tremonti, che ne sa veramente pocco di disabilità grave!), Sottosegretari, del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio. La nostra disperazione non ci consente di fare distinguo! Potremo contare sulla loro collaborazione, che ne dite? Noi, che solleviamo il nostro Paese di ingenti costi sociali senza alcun riconoscimento e nella totale invisibilità, in fondo lo facciamo gratis! Aspettiamo candidature..." M.Simona Bellini Presidente Nazionale Famiglie di Disabili Gravi e Gravissimi
Seguimi su Facebook
segnalazione di Estrellita *.

3 Dic 2010, 19:08 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

L’Umbria, la Toscana,la Campania e la Calabria si ostinano ancora a non riconoscere ai disabili gravi e alle famiglie che si occupano della loro assistenza nessun tipo di supporto economico. Solo la Toscana prevede un esiguo contributo badante di appena 150-200 euro al mese!
L’assegno di cura, previsto dalla legge di riforma del settore sociale 328/2000, tuttora in uso in molte regione del nord e sud italia, rappresenta uno strumento piu’ che idoneo per coprire almeno in parte le necessita’dei propri cari che vivono in condizioni di grave handicap. Non a caso l’ultimo tentativo di regolarizzazione delle badanti in Umbria e Toscana si e’ rivelata un vero flop!.
Molte delle famiglie che ospitano persone non autosufficienti non hanno certo i mezzi per pagare tra 1200-1400 euro al mese,inoltre chi assiste congiunti non autonomi ha ovviamente ulteriori difficolta’ a conseguire un reddito.
Tutto cio’ favorisce la condizione estrema di ricorrere a residenze, case famiglia o ospizi con conseguente decadimento della qualita’ di vita della persona non autonoma,sia disabile giovane che anziano non autosufficente.
Accompagnare le famiglie con adeguati servizi domiciliari e assegni di cura comporta risparmi dei costi sia per lo stato che per le amministrazioni locali.
Le integrazioni delle rette delle residenze per ciascun singolo utente sono ben piu’ onerose che un assegno di cura corrisposto al nucleo familiare e per legge, queste integrazioni, sono comunque dovute anche se il ricoverato ha un patrimonio di milioni di euro !e’ scandaloso!
Vi sono regioni che pur di favorire l’emersione del “badantato” in nero, offrono un cifra, per chi ha un certo livello di reddito Isee, finalizzata alla copertura degli oneri previdenziali e Inail delle badanti medesime.

Conti Francesco 28.12.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta ci ritroviamo a parlare del tema, tra i tanti che ci pesano sulle spalle, riguardante il prepensionamento dei genitori di ragazzi disabili gravi.
E' vero, i nostri governanti -indipendentemente dal colore della bandiera che sventolano- sono totalmente assenti ed invisibili. Probabilmente perché non sono interessati al tema: la maggior parte dei ragazzi disabili gravi non vota e quindi non porta benefici ai politici. Cosa ci dobbiamo aspettare dai politici che vanno dicendo che l'Italia non è competitiva perché ci sono troppi disabili? E cosa dire delle assurde visite di accertamento che l'Inps sta effettuando per scovare i falsi invalidi? Stanno chiamando alla visita i ragazzi che vivono le loro giornate all'interno dei CDD (Centri Diurni Disabili) che, per loro scopo, danno assistenza diurna alle persone con una gravità già accertata da precedenti visite di commissioni appositamente “preparate”. Non è in questo modo che si stanano i falsi invalidi. Siamo tutti curiosi di sapere quanto lo Stato ha risparmiato pizzicando falsi invalidi e, soprattutto, quanto lo Stato ha speso per gestire queste nuove visite calvario (per i disabili). Ma torniamo alla legge sul prepensionamento. Anch’io, come tutte le persone che si trovano nel mio stesso stato di genitore di un figlio disabile grave, continuo a sperare che prima o poi qualcuno si accorga di noi e ci dia una mano. Auguriamocelo e non perdiamo i contatti tra di noi: sarebbe un regalo troppo grosso che faremmo ai politici. Mi piacerebbe anche iniziare una discussione sul tema “Con noi e dopo di noi”. Io sono disponibile. Per ora Grazie.

Emilio Conca 21.12.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un saluto e i miei sinceri auguri di buone feste a te Estrelita, e a tutte quelle persone che soffrono, che sono in stato di necessità; e a tutti quegli invisibili che li assistono, infermieri, medici, volontari, parenti...gente che fà il proprio dovere con passione e amore, xchè aiutare il prossimo è una dote che solo chi ce l'ha può esprimere.Auguri a tutti coloro che, come mia madre , si sono annullati la vita per assistere entrambe gli anziani genitori, i propri cari.....e a noi giovani e in forze chiedo: ma cosa aspettiamo a andare a prendere i dittatorelli che governano questa indifferenza , e renderli sensibili a calci nel culo ?????

tina ghigliot 07.12.10 13:33| 
 |
Rispondi al commento

I nostri politicanti non sarebbero all'altezza neanche ad assistere dei malati o dei disabili perchè a loro oltre che la competenza e l'intelligenza manca l'umanità.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 04.12.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Non so se la signora alla quala va tutta la mia stima e solidarità ha detto quelle cose solo come sfogo ma io credo che la proposta non sia da prendere con leggerezza, si potrebbe promuovere una petizione online su questa proposta di impegnare gli scaldapoltrone dei vari cinsigli regionali e parlamento in lavori socialmente utili, andrebbe a vantaggio anche loro visto che sono così preoccupati dell'allontanamento della politica dal Paese reale! Facciamo una petizione da questo sito!

andrea venturi 04.12.10 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,
volevo scrivere una cosina su quello che ha detto
uno di FLI attore e regista etc. etc.. Luca barba-
reschi ha infatti affermato che la Polizia fa bene
a bloccare le proteste dei ragazzi formando dei
cordoni intorno ai Palazzi del governo, come negli altri paesi democratici.
Allora voglio ricordare a questo fascista democratico se non si vergogna di non presentarsi
al lavoro quando gira i suoi film, questo non si può fare nei paesi democratici di cui lui parla.
Queste cose che passano per simpatiche dette magari
nella trasmissione di Fazio fanno incazzare la
gente. L'arroganza di palazzo o dell'intellettuale
di turno è molto peggio di quella dei ragazzi che
scuotono le camionette della Polizia, esasperati
di essere stati presi in giro per anni e del fatto
che prima di loro i genitori sono stati presi in
giro. Ora il tappo è venuto via .... temo ma au-spico una rivoluzione. Al Dott. Barbareschi dico
di essere più clemente nel giudicare la prossima
volta, e di non guardare alla pagliuzza negli
occhi degli altri ma alla trave che ha nei suoi
di occhi. Soprattutto non si vanti in televisione
di non andare in Parlamento per girare i suoi film. Questi parlamentari si divertono un
mondo alle nostre spalle, fanno politica fine a
sè stessa, e noi stiamo qui sotto a stipendiarli
anche per andare in settimana bianca.
Ho finito le parole.

Presenti Laura

laura presenti, anghiari Commentatore certificato 04.12.10 11:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

esprimo piena solidarietà, intanto se siete anche a Milano mi posso offrire per dare un aiuto gratis ovviamente, dato che sono a casa disoccupato almeno mi rendo utile per qualcosa.
Purtroppo i nostri politici sono troppo egoisti per pensare al sociale, importante che stiano bene loro e le loro famiglie.

angelo fragomeni 03.12.10 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Roma : Generi, nipoti e mogli di politici Atac, la carica dei nuovi assunti .... Bufera sull´azienda dai conti in rosso, tra i dipendenti anche una cubista. Il record tocca all'ex ad Bertucci Ma ci sono pure le consorti di deputati e assessori

Generi, nuore, nipoti, segretarie e mogli di assessori, dirigenti, sindacalisti. Persino una splendida cubista mora, protagonista delle notti romane. C’è un po’ di tutto fra le 854 assunzioni per chiamata diretta disposte negli ultimi due anni, fra Trambus e Atac, dall’ex amministratore delegato Adalberto Bertucci. Una pletora di gente dal curriculum incerto, spesso improvvisata, ma quasi sempre piazzata in posti di comando. Per la quale l’azienda del trasporto pubblico, secondo quanto emerso dalla verifica sui conti, impegna qualcosa come 50 milioni di euro l’anno. Una delle cause, non certo l’unica, del tracollo finanziario della società, documentato giovedì scorso da Repubblica. Spulciando l’elenco dei dipendenti più recenti è possibile ricostruire alberi genealogici e stati di famiglia, legami di sangue, matrimonio o più banalmente politici. Recordman, senza dubbio, l’ineffabile Bertucci, che fra i suoi primi atti sulla tolda di Atac annovera il reclutamento del marito della figlia, Patrizio Cristofari, un trascorso da fioraio a Guidonia, il paesone alle porte di Roma miracolato dall’illustre concittadino, divenuto in breve responsabile del Mantenimento opere civili e impianti; seguito a stretto giro da tale Fabio Giangreco, stavolta nipote dell’instancabile Adalberto. Il quale, non contento, ha pure sponsorizzato la scalata di quella che un tempo fu la sua segretaria, Francesca Romana Zadotti, da tutti in azienda soprannominata la “zarina”: prima capo Conformità, rischio e certificazioni di Atac; da luglio addirittura consigliere delegato di Trambus Open. E siccome la spintarella è contagiosa, la Zadotti s’è tirata dentro pure la nuora, Carla Marchi, al Marketing.

http://roma.repubblica.it/cronaca 28 Nove

marcello gramiccia 03.12.10 22:07| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE, davvero GRAZIE
per la sensibilità che hai dimostrato
evidenziando la mia segnalazione.

Le famiglie dei disabili gravi
e gravissimi chiedono inutilmente
da 15 anni
di essere equiparati, ai fini
pensionistici, a coloro che svolgono
lavori usuranti.

Sono state raccolte migliaia di firme,
sono stati fatti appelli e manifestazioni
nell'indifferenza generale, nel silenzio
della stampa.

I nostri Parlamentari, che hanno diritto
alla pensione dopo due anni e mezzo,
non ritengono abbastanza grave questo problema.

Le parole di Simona Bellini
esprimono alla perfezione quella che
è la realtà quotidiana di chi lotta ogni
giorno, 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno
con questi problemi.

Chi chiede il pensionamento anticipato
non lo fa per riposarsi o girare il mondo
ma per poter assistere meglio il proprio
familiare.

Lo Stato è assente, non ci sono
strutture nè figure professionali adeguate.

"I POLITICI HAN BEN ALTRO A CUI PENSARE"
(cit. Guccini)

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.12.10 21:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente!

Angela N. 03.12.10 20:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori