Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I ragazzi di Roma


studenti_Roma_22_12_10.jpg
Qualcuno mi ha chiesto perché non ero "con i ragazzi" a Roma. Rispondo che io ero con loro nelle piazze anche se non presente. Le loro richieste sono in gran parte le stesse del MoVimento 5 Stelle riportate per anni nel blog. Non ho voluto mettere il cappello su una manifestazione che appartiene solo ai giovani come invece hanno fatto molti politici, nessuno escluso, per il loro tornaconto elettorale e alcuni giornali per vendere una copia in più. Il riserbo, che non va confuso con la mancanza di appoggio, è la mia forma migliore di sostegno. Sono gli universitari, i liceali l'assicurazione del futuro del Paese, è giusto che la scena sia occupata interamente da loro. Salire sui tetti per carpirne la solidarietà o scrivere infiammati e interessati articoli di giornata è qualcosa di rivoltante. I partiti da un miliardo di euro di finanziamenti pubblici sottratti alla Scuola non hanno diritto di parola in questi casi. L'Italia, per fortuna, è destinata a cambiare per ragioni anagrafiche. Il tempo sarà galantuomo.

22 Dic 2010, 17:59 | Scrivi | Commenti (75) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro beppe grillo hai fatto bene a NON PARTECIPARE A ROMA ma non dovresti
neppure mostrare simpatia per loro

perche quei manifestanti avevano
la bandiera rossa E DEL PD ed erano di sinistra
GIA QUELLA SINISTRA CHE QUANDO AVEVI
TENTATO DEMOCRATICAMENTE DI ENTRARE IN LISTA DEL PARTITO DEMOCRATICO ...LORO DEMOCRATICAMENTE TI HANNO RIFIUTATO.....
per poi accusarti della loro sconfitta....
perche lo scopo della sinistra non e di
operare per la democrazia ma di SOSTITUIRSI AL BERLUSCA PER CONTINUARE I LOSCHI AFFARI DEL BERLUSCA .. MA A PROPRIO VANTAGGIO
quella sinistra che ci ha regalato altri anni con berlusca ...gia perche ERA il berlusca IL MENO PEGGIO
non e vero che la sinistra a gli stessi programmi del movimento a 5 stelle
BASTA GUARDARE VENDOLA CHE A PAROLE PARLA DI OPENSURCE E POI FA ACCORDI CON LA MICROSOFT
una sinistra che parla di risanamento del debito pubblico e lotta al evasione fiscale ...(detto da chi ha condonato un evasione di 98 miliardi di euro) ai propri amici
che ha aumentato le tasse (ma chi paga le tasse in italia i ricchi o i
pochi lavotratori in busta paga ...)e solo per mantenersi i loro privilegi
che ha mantenuto i privilegi delle banche e mantenuto una legge sul precariato che avevano giurato di abolirla,,,,,ndr
IL VERO CAMBIAMENTO LO AVREMO SOLO
QUANDO OGNIUNO DI NOI CAMBIERA SE STESSO IN MEGLIO E SMETTERA DI CREDERE AL VECCHIO SISTEMA POLITICO MARCIUME
LA DESTRA E SINISTRA E MORTA
NON MESCOLARTI ASSIEME A LORO

stefano b., rovato Commentatore certificato 24.12.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Il buon senso:
in una manifestazione con 100000 persone e' prevedibile che ci siano piccoli gruppi di agitatori. Sarebbe bastato fare un buon uso delle forze speciali della polizia in borghese per sventare in anticipo gli atti vandalici, e permettere lo svolgimento dei cortei pacifici
Conclusione:
I politici sono dei pagliacci bugiardi e berlusconi e' il capo delle merde. Se c'e' qualche poliziotto onesto che legge dovete ribellarvi ai ricchi padroni e difendere il popolo italino. Obiettate

Filippo Cestaro 24.12.10 06:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe noi siamo quello che facciamo ripetutamente, l'eccellenza quindi, non è un azione, ma un abitudine. Nessuno può dimenticarsi di quello che hai fatto e che continui a fare ripetutamente... con un grazie pieno di significato, che tu possa passare un natale sereno, con le persone a te care....buon natale Beppe e spero che un giorno possa vederti per la prima volta di persona.....buon natale a tutti...plinschi

fabrizio p., anzio Commentatore certificato 23.12.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
nell'aria della manifestazione si sentiva spesso il tuo nome.
Soprattutto per quanto riguarda l'incoraggiamento alla non violenza.

carlo buozzo 23.12.10 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe Grillo,
sei l'unico a vedere le cose come stanno
Ti mando tanti auguri affettuosi di Buon Natale,

la mano morta vuol dire che l'editoria è affetta da colesterolo per aver ricevuto troppo parmigiano nella minestra, come premio da chi vuole sviolinate a tutto spiano, ed evitare critiche portatrici di mal di testa. Bisogna aver pietà per questa gente, ma bisogna superare questa mano morta passiva che è la nostra classe dirigente.

Vedi "Ore decisive per la Giustizia e la democrazia italiana"

La "mignottocrazia parlamentare di Caosa Nostra"

e "La Giostra di Silvano Pulcinella" e se ritieni utile
darmi una mano te ne sono grato, di poter raggiungere la tua gente con la mia idea della Rivoluzione al Miele, attraverso la ragione, che non è di moda, ma è pur sempre bella.

Se credi opportuno
fai anche tu un bel regalo di natale
a www.mondonostro.com
Facendolo conoscere anche ai tuoi fans.

Salvatore G. Crisafi
Plaisirdevivre International Club
www. mondonostro.com

salvatore Giuseppe Crisafi, roma Commentatore certificato 23.12.10 16:13| 
 |
Rispondi al commento

...se però i giornai non ne parlano allora sono di regime. Te ne andasse mai bene una, caro Beppe! Sempre solo contro tutti, sta diventando un vezzo.

silvana pintozzi 23.12.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Infatti sono anni che lo dico, purtroppo quando ti viene l'influenza, ce poco da fare, nonostante aspirine e mucolitici, bisogna portare pazienza, passerà. Così come questo periodo storico, che definirlo di diarrea e flatulenza è essere buoni. Ancora un po di tempo e l'istinto di sopravvivenza ci aiuterà a guarire e di nuovo respirare aria pulita.
Date tempo al tempo state alla finestra ed osservate con calma.

robertoarmando g. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.12.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Giusto!!! e neanche c'era bisogno di dirlo ne di chiederlo. . . . mi sarei meravigliato del contrario!!!!!!

Massimo Cerroni 23.12.10 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Però il cappello sul vituperato PD ha provato a mettercelo...

paolo moretti, roma Commentatore certificato 23.12.10 12:49| 
 |
Rispondi al commento

aveva paura di beccarsi qualche manganellata.

pistola reale, sioux city, iowa Commentatore certificato 23.12.10 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solidarietà a tutti i ragazzi di tutte le scuole!

Ascoltando i tg (falsi e oscurantisti) dicono che con questa legge si faranno dei tagli agli sprechi.
Agli SPRECHI!

Io ho parlato con la madre di un mio amico che è professoressa alle scuole superiori: Hanno tolto ancora finanziamenti (non è una novità, lo so) a tal punto che le scuole hanno chiuso i laboratori!!

Un esempio? Io abito a Recoaro Terme, provincia di Vicenza, l'unico comune in chilometri e chilometri di distanza che ospita un istituto alberghiero.
Per l'appunto, il mio amico (figlio della prof) studia cucina, è in classe 3^, e da quest'anno NON VANNO PIU' IN LABORATORIO PERCHE' E' CHIUSO, in pratica non vanno più in cucina!!!
UN CUOCO CHE NON VA IN CUCINA!
Ed è così anche per gli altri: geometri, elettricisti, meccanici, periti, tecnici.... TUTTI NON VANNO PIU' IN LABORATORIO!!!!

Fanno tutto sui libri niente di pratico!

CI TROVEREMMO CON PROFESSIONISTI CHE SANNO FARE IL LORO LAVORO SOLO IN TEORIA, IN PRATICA NO!!!!


E poi quel COGLIONE, TESTA DI CAZZO e FASCISTA, IPOCRITA, FALSO, VERME di IGNAZIO LA RUSSA in trasmissione da Santoro dice che la legge serve per TAGLIARE GLI SPRECHI!!!!!

Ma vaffaculo!

Continuate a rompere i coglioni ragazzi! Sono con voi!
PS: La prossima volta organizzatevi, sfondate le barriere della polizia, entrate nei palazzi del potere e SFOGATEVI LA'! Prendeli a calci quei pancioni malati di bulimia dei soldi.

Roberto Cailotto, Recoaro Terme Commentatore certificato 23.12.10 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Invito i frequentatori occasionali e non a non dimenticare che questo è GRILLO !!!
Grazie Beppe

Fiorella B., Milano Commentatore certificato 23.12.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa chiedo ai ragazzi (anche perchè anch'io ovviamente come loro lo sono stato).
Giusto manifestare! Giusto essere consapevoli del diritto ad esprimersi! Giusto non rimanere indifferenti di fronte alle ingiustizie!

Però... informatevi, non andate a manifestare solo perchè vi dicono di farlo... E non vi dico di non manifestare, vi dico solo INFORMATEVI PRIMA! Non seguite la massa solo perchè fa fico festire una bandana, mettersi la maglietta del Che ed andare ad urlare in centro. Davvero tutti conoscete cosa dice il ministro Gelmini? Davvero tutti siete consapevolmente certi che non siete daccordo con quello che c'è scritto?
Io non credo. Non ci credo perchè probabilmente molti di voi hanno scoperto ieri che esisteva il "Ministero dell'istruzione dell'università e della ricerca" e probabilmente che faceva a capo di una signora di nome Mariastella Gelmini.
Lo so questo perchè ci sono passato pure io da anni di manifestazioni studentesche dove l'unico interesse era bigiare la scuola.
Ora...non sprecate il vostro tempo a gridare slogan al vento se nemmeno sapete di cosa state parlando. Rifletteteci bene! Potreste anche trovarvi paradossalmente nella situazione di urlare contro il migliore dei decreti mai prodotti in Italia senza saperlo e solo perchè VI HANNO DETTO DI FARLO.
Chiaramente le mie parole sono puramente provocatorie ma... lo dico proprio per gli studenti che come me, spesso per la pigrizia di cercare informazioni e di documentarsi personalmente (cosa assai difficile peraltro in Italia), spesso si sono fatti trascinare dalla massa solo perchè, chiaramente, offriva qualcosa di più "divertente e meno rischioso" che rimanere in classe a rischiare un'interrogazione.
L'Italia ha bisogno di gente che impari a RAGIONARE, che USI LA PROPRIA TESTA e non sempre e solo quella degli altri, che FACCIA SCELTE CONSAPEVOLI e che SI ASSUMA LA RESPONSABILITÀ DELLE STESSE.

Davide Maggi (dadinux), davide.maggi@gmail.com Commentatore certificato 23.12.10 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Il tempo è galantuomo, si, ma questi signori si perpetuano come la serva del parroco, come le dinastie e se non stiamo attenti ci mettono i figli, e poi i figli dei figli...il rischio c'è.

leonardo forleo 23.12.10 10:53| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più penosa... è che i vari Bersani, e tutti quelli che hanno USATO le manifestazioni studentesche per apparire in TV (e la TV infatti li ha subito intercettati perchè sono dei LECCACULO) sono parte della CASTA contro la quale i giovani si stanno scagliando. Con che faccia vanno a manifestare coi giovani quando hanno le mani che ancora "grondano sangue"??? Ma non si fanno schifo da soli? Ma non hanno il minimo senso del pudore?
Beppe, io approvo in pieno le tue parole e sono sicuro che oltre a non aver rubato la piazza ai giovani che protestavano, eri pure a casa tua a produrre materiale e articoli a loro sostegno. Non posso dire di essere daccordo sempre e comunque con quello che dici/fai ma ALMENO TU CI PROVI! Produci del materiale! Dai idee TUE!!! e... come si dice da me a Milano... (e mi scuso per la grammatica forse non proprio da dizionario della crusca...:-) ) "Piutost che gnint, le mej piutost"...
Grazie Beppe perchè almeno fai vedere che se si vuole si può cambiare o... almeno ci si deve provare!

Davide Maggi (dadinux), davide.maggi@gmail.com Commentatore certificato 23.12.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento


Si , ma parliamo dei giovani , dei ragazzi.

Una classe vecchia , logora e corrotta di vecchi pensionati , mantenuti , espressione di un parlamento eletto da 5 persone , tra ripicche , zoccolette e varie , risentimenti e regali da parlamentare da 800 a 1500 Euro ....in una stransatlantico sporco di condannati definitivi , non vuole capire , non puo' capire . La corte di Nano XVI e dei suoi compari TUTTI o quasi , i partiti.
.......
Non si tratta solo di manifestare pacificamente , rivendicando la costituzione ; rispetto al passato c'è una fase nuova , non ideologica , non sfruttata dalle corti politiche , la capacità della società dei giovani di aggregarsi , prepararsi e fare PROPOSTE.

Come quella che ha dato la delegazione di studenti a NAPOLITANO che spero di rintracciare in rete .

Pertanto I GIOVANI diventano anch'essi movimento politico esprimendo idee , progetti per IL LORO FUTURO, senza bandiere e con poche infiltrazioni partitiche.

Nascono dalla RETE e dall'aggregazione comune in un luogo chiave LA SCUOLA / L'UNIVERSITA' che con la totalew disgregazione dell'impresa/ lavoro è diventato uno dei pochi luoghi dove di crea una coscenza collettiva.

Gli obiettivi sono I NOSTRI , I VALORI SONO LE IDEE DI SVILUPPO , LA RIQUALIFICAZIONE DI SE STESSI PER ESSERE PRONTI AD AFFRONTARE CON PIU' ARMI IL NON FUTUTO.

E Napolitano non pensi CHE BASTI ricevere una delegazione , dargli ascolto , coccolare un cagnolino arrabbiato , dall'alto delle NON istituzioni che non danno nessuna garanzia del futuro.

I RAGAZZI SI ASPETTANO SOLO UN GESTO , UN ATTO SEMPLICE , LA RESTITUZIONE DELLA LEGGE GELMINI AL PARLAMENTO NON FIRMATA CON LA RICHIESTA DI ACCOGLIERE ALCUNI PUNTI RILEVANTI SOLLEVATI DAI RAGAZZI.

Solo cosi' e parzialmente si riconcilia un mondo escluso da un mondo di MERONVINGI MANTENUTI DA SE STESSI , CASTA AUTOREFERENZIALE ILLEGGITTIMA.

Oppure si perpetua LA PRESA PER IL CULO DEL CARDINAL STATO CON ANNESSA BENEDIZIONE FALSA , FUORI CORSO.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.12.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Questi ragazzi sono l'orgoglio e la speranza dell'Italia che vuole crescere. Noi della generazione precedente non abbiamo avuto il coraggio di sostituirci ai nostri padri. Mi auguro che loro riescano a sostituirsi ai loro nonni.
Grande Beppe! Un abbraccio e un augurio di Buon Natale a tutti

Anto N. Commentatore certificato 23.12.10 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Imbroglione!
Imbroglioni!

Il cappello lo mettete appena potete!

Cheyenne in-Faust (cheyco), Reggio Calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.12.10 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto, ben fatto Beppe!
Gli alberi non crescono mai troppo vicini.
Questi ragazzi sosteniamoli con lo sguardo, con quello che possiamo fare da conto nostro. Non sostituiamoci a loro. Loro sono il futuro.
Che ognuno abbia il suo spazio e il suo tempo per costruire il nuovo.
Questi ragazzi mi hanno commosso.

Filo 23.12.10 09:33| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE SE C'E' UNA PERSONA CHE PIU' INCARNA LA FRASE DI ARTHUR SCHOPENHAUER:"Tutte le verità passano attraverso tre stadi. Primo: vengono ridicolizzate; secondo: vengono violentemente contestate; terzo: vengono accettate dandole come evidenti."QUELLA PERSONA SEI TU GRAZIE PER TUTTO QUEL CHE SO'TRAMITE TE

ciarniello michele 23.12.10 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

questa è la prima volta che scrivo qui e lo faccio per appoggiare in toto ciò che hai detto. Sono uno studente anche io, e anche io come tanti altri, mi trovavo a manifestare pacificamente contro il delitto compiuto ai danni della società, altrimenti chiamato "riforma Gelmini".

Ti scrivo perchè non c'è stato niente di più patetico che vedere Bersani e Vendola sfilare davanti alle telecamere, strumentalizzando e violando così l'intento - completamente e naturalmente apolitico- della protesta di migliaia di giovani dal futuro compromesso.

Ti rispetto e TI RINGRAZIO per la tua decisione di esserci/non esserci stato. Ciò ti fa ancora più onore.

Michele 23.12.10 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lasciare lo spazio è un concetto fondamentale per contrastare la dittatura
baci e abbracci

canglia de medici 23.12.10 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente Beppe...hanno le gambe per camminare da se...del resto tutte le strade portano a Roma....
In Questo MOVIMENTO, TROVO IDEE CHE SONO FRUTTO DI UNA FILOSOFIA DI VITA....."UN NEW DEAL".
QUESTO SPIRITO PER NUOVO PATTO SOCIALE-DEVE RIMETTERE AL CENTRO DELLA SOCIETA' LA "PERSONA".
OGGI QUESTE PERSONE CHE MANIFESTANO- RAPPRESENTANO L'AVANGUARDIA DI QUESTO "NEW DEAL"-RECLAMANO IL DIRITTO DI POTER SCEGLIERE IL LORO FUTURO-E NON QUELLO PROPOSTO DA UNA MASSA DI STARCCIONI POLITICI DISTINTI E DISTANTI DAL POPOLO-GENTE CHE HA SAPUTO SOLTANTO CREARE UN PAESE DI CASTE E FEUDI,CONDANNANDOLLO AD UN PROCESSO DI ARRETRATEZZA CULTURALE,SOCIALE E ECONOMICA.
PER QUALCUNO PRETENDONO-PER ME RECLAMANO-RECLAMANO IL DIRITTO DI VOLERE UNA SOCIETA' MIGLIORE-E NO FATTA DI RACCOMANDATI,INDUSTRIALOTTI DEL CAZZO,O DI PROGRAMMI TV, ORDINI PROFESSIONALI,BENEDIZIONI VARIE, ECC....
QUESTI SONO GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA'...

roby f., Livorno Commentatore certificato 23.12.10 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao amici
oggi in radio ho avuto conferma della notizia sui sistemi di imballaggio e confezionamento - pare che molto si trasformi, "via i sacchetti" "si al riutilizzo dei contenitori" "basta usa e getta" ..... ma sbaglio se dico il sig. Grillo ha cominciato a predicare (ricordo una doppia serata in Rai) vent' anni fa o poco più sulla questione?? Beh la cosa allora è più semplice di quello che sembra ..... occorre partire prima o presto. Visto che è solo questione di tempo (in Italia su molte cose è così...) chi ha un' idea o una proposta non esiti a condividerla, perchè poi i tempi tecnici sono questi .... eh certo... bisogna verificare, testare, non lasciarsi prendere dal panico, occorre vedere bene perchè la plastica, il rifiuto non biodegradabile, magari serve o può essere utile alla comunità, quindi un po' di tempo passa; è necessario molto tempo per verificare se il riciclo è più conveniente o meno invasivo del riutilizzo etc. etc.
Il tempo è tiranno - ma è tiranno nostro perchè dobbiamo sempre aspettare le decisioni di tutti quelli che dormono in piedi e che aspettano e aspettano che i tempi siano maturi, ma maturi per cosa????? e noi attendiamo e attendiamo....
..... Se guardassimo un po' fuori confine (dico sempre) e prendessimo esempio (subito).
un caro saluto a tutti ed un Sereno Natale - Ilario

Ilario Calì 23.12.10 08:27| 
 |
Rispondi al commento

splendido Beppe!
il tempo sarà galantuomo!

Fabiano Cabrini 23.12.10 08:27| 
 |
Rispondi al commento

I ragazzi di Roma hanno dato una grande lezione di civiltà, un corteo che ha sfilato salutando la gente che applaudiva, un corteo sorridente di mani bianche e aperte. Questo intendevo io quando sentivo dire la frase " una risata vi seppellirà"!

flavio bonvicini 23.12.10 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Non immagini nemmeno quanto mi facciano piacere queste tue parole di oggi.
Scusa se te lo dico ma la saggezza che dimostri agendo così fa di te un grande!
Anche quando non sono daccordo con te (ma non succede spesso) non vengo mai deluso dal tuo spessore umano.
Scusa la sviolinata come direbbe Tex Willer ma con questo post te la sei davvero meritata!

Fulvio Valsecchi Commentatore certificato 23.12.10 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Grillo, alla faccia del tuo riserbo! Non fare come il Berlusca quando parla di moderazione.
Partecipare alla manifestazioni dovrebbe essere un dovere di tutti i più o meno anziani per sostenere le ragioni di quelli ai quali anche noi abbiamo contribuito a evaporare il futuro. Io lo faccio e non mi sento di mettere il cappello su niente.

maddalena piccolo 23.12.10 07:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il post più saggio, il post più politico che potessi scrivere e credo che nessuno si sia stupito della tua assenza perchè era la cosa più giusta da fare
la politica del non dire, la politica de lnon fare

sciamano isterico Commentatore certificato 23.12.10 06:39| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che in italia il 70% della popolazione è vecchia decrepita e vota spesso berlusconi e il 30% sono giovani ai quali questi vecchiacci hanno rubato il futuro.

C'è da avere paura se si dovesse arrivare ad una guerra vera e propria tra la generazione dei vecchiacci e quella dei giovani.

La storia ha sempre fatto vincere i giovani pur con dei sanguinosissimi disastri per l'umanità tutta ......perciò vecchiacci state attenti a quel che fate che la pensione il nano non ve la continuerà a pagare per molto tempo!

bruno bassi 23.12.10 04:57| 
 |
Rispondi al commento

L'ENNESIMO "OMICIDIO" SUL LAVORO.
Roma, 22 dic. - Un operaio e' morto in un cantiere schiacciato da una ruspa vicino la facolta' La Sapienza. alcuni studenti hanno manifestato anche contro questo ennesimo crimine ai danni di persone oneste che per un lavoro di merda perdono la vita.
L'UNIONE FA LA FORZA, RAGAZZI: SE L'ASSASSINO SI SENTE BRACCATO DAL GRUPPO SI CAGA ADDOSSO E SGANCIA IL GRANO

gabra s. 23.12.10 03:10| 
 |
Rispondi al commento

p.s. Il video messo in testa a questo mini post è veramente loffio... Eccone qui un altro che dà veramente l'idea di ciò che è successo ieri.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/22/gelmini-studenti-in-corteo-tra-gli-applausi-a-roma/83339/

Luca Forcolini 23.12.10 02:59| 
 |
Rispondi al commento

1/2

Perfetto Beppe, nelle azioni e nelle parole. Questo movimento di studenti riassume ed esprime la caratteristica più dolorosa della nostra società italiana, che non riguarda solo i più giovani. La privazione del futuro, cioè della possibilità di scegliere, di partecipare e di esprimersi. Libertà, cittadinanza e democrazia. Le basi della nostra costutuzione sono negate in tutti gli aspetti fondamentali. I diritti sono carta straccia in questo stato burocratico, classista, razzista, mafioso e autoritario. Molti sono i temi fondamentali da affrontare, ma questa, nel bene o nel male è quella repubblica che fu definita “fondata sul lavoro”.

1-Il lavoro è considerato una merce, i lavoratori idem. Anche i lavoratori intellettuali.
2-Il “mercato” del lavoro si basa sul ricatto e sulla competizione al ribasso tra i lavoratori.
3-Il lavoro è diventato un totem, un santino. Ma l’obiettivo condiviso dalla stragrande maggioranza dei cittadini è di uscire dalla schiavitù del lavoro, lavorare meglio e secondo le proprie inclinazioni.
4-L’automazione e la razionalizzazione della produzione vanno proprio in quella direzione, ma causano disoccupazione a fronte di un aumento della stessa produzione.
5-Produciamo il doppio del cibo necessario a sfamare tutto il mondo e metà della popolazione muore di fame. Produciamo un numero sempre crescente di prodotti inutili, progettati per diventare obsoleti, da gettare e ricomprare.

Luca Forcolini 23.12.10 02:46| 
 |
Rispondi al commento

2/2

6-Il reddito è ciò che ci permette di vivere ed è equiparato al lavoro. Le tasse infatti sono principalmente sul reddito da lavoro. Il salariato non scappa. Per tutto il resto c’è visa…
7-Tassare il lavoro non è solo ingiusto, in una società con sempre maggiore disoccupazione è puro suicidio economico.
8-Per questo motivo tutte le conquiste di welfare ottenute con le lotte dei lavoratori durante il secolo scorso stanno andando a farsi benedire. La legge 30 ha solo dato la mazzata finale. L’unico che ne ha pagato le conseguenze è stato Marco Biagi (e i lavoratori, si intende).
9-C’è da chiedersi quale ruolo il sindacato italiano abbia mai svolto nel chiarire la natura del lavoro salariato. La FIOM appare in questo scenario un covo di pericolosi sovversivi.
10-Il diritto al lavoro. Ma non vi suona paradossale questo luogo comune? Avere diritto a un obbligo, a una necessità… C’è qualcosa che non va. E’ evidente che questo sistema non funziona.

Consiglio caldamente di vedere il film Grundeinkommen (Reddito di base) di Enno Schmidt & Daniel Häni del 2008 (http://dotsub.com/view/26520150-1acc-4fd0-9acd-169d95c9abe1 lingua tedesca con sottotitoli in italiano) in cui, con estrema chiarezza, si analizzano le opportunità di un cambiamento radicale del sistema, combinando gli effetti di un reddito di cittadinanza slegato dal lavoro (che assume lo staus di diritto incondizionato e per tutti), sufficiente a garantire la sussistenza dignitosa di ognuno, con la tassazione concentrata esclusivamente sull’acquisto finale di beni e servizi, analogamente all’IVA.

Luca Forcolini 23.12.10 02:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono, da poche ore, reduce da UNA FEROCE LOTTA per ottenere una misera busta paga stagionale che il "padrone" non voleva assolutamente pagare nonostante fossero scaduti i termini da mesi: ebbene è bastato coinvolgere tutti gli interessati a "far la voce grossa" in un gruppo unito e solidale perché lo stronzo sganciasse ciò che doveva. L'UNIONE FA LA FORZA, RAGAZZI! E' VERO! NE'PAURA, NE' OMERTA': TUTTI INSIEME SOLIDALI A RIVENDICARE GLI UMANI DIRITTI E A PRETENDERE CIO' CHE CI ASPETTA. SE IL CODARDO SI SENTE BRACCATO DAL GRUPPO SI CAGA ADDOSSO E SGANCIA IL QUATTRINO.

gabra s. 23.12.10 02:39| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
HAI DETTO MOLTO BENE,BEPPE,I NONNI LI' FARA FUORI SOLO IL TEMPO E LE GIOVANI GENERAZIONI AVANZERANNO E SPERO DI POTERLO FARE PRESTO ANCH'IO PER TORNARMENE AL MIO CORSO DI TECNOLOGIE FORESTALI ED AMBIENTALI IL PRIMA POSSIBILE
ALVISE

alviseafossa 23.12.10 01:52| 
 |
Rispondi al commento

Sulla possibilità che la semplice pressione demografica avrà ragione di chi detiene il potere in Italia non ci metterei la mano sul fuoco. Le cose non cambiano da sole. Per questo mi sento di appoggiare in pieno le mobilitazioni dei ragazzi, delle ragazze, dei giovani uomini e delle giovani donne di questo paese. Ognuno fa la propria lotta, nel proprio tempo, vivendo una vita normale, senza per forza essere un pezzo (magari anonimo) di un partito politico. Buona fortuna

Nicolo' Vincenti 23.12.10 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Dovunque si vada, dovunque si resti, infinitamente Grazie!

Emiliano Bombardieri 23.12.10 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Eh, sì,il Grillo parlante era con loro nelle piazze, la sua presenza era percepibile.Il tempo, da gran galantuomo, ha fatto il suo dovere. Ora i giovani hanno imparato e cammineranno con le loro gambe sulle orme tracciate. E se diventeranno più bravi, nessuno sarà più contento dello stesso Grillo.I frutti non cadono lontani dall'albero.


...ora gli studenti(giovani),poi i lavoratori e precari(giovani),poi restano i pensionati(70%)(anziani e giovani)...cosa si aspetta a scendere tutti insieme e facciamo prima? La gelmini anke se lei ne sembra inconsapevole data la sua ingenuita' fa parte sempre del medesimo piano dei globalizzatori(massoni,petrolieri,trafficanti di droga e armi e bankieri+ il vaticano bank spa)...anke il grande fratello fa parte dello stesso piano sicurezza insieme all'esercito globale in kosovo(6000 unita'),le basi nucleari a Vicenza schermate in basi militari...controllo e sicurezza futura sono gli skemi mentali ke ci vogliono inkulkare per poterci inglobare meglio ...manca solo il bluff degli ufo e dell'invasione extraterrestre e siamo a posto...i microchips sotto pelle inseriti gia' da tempo agli animali domestici e ai tifosi un po' incontrollabili,a bambini programmati sessualmente,trasmissioni televisive ossessionanti a riguardo di scomparse misteriose di bambini...dovremmo nascere senza paura e senso di colpa e invece il nostro dna ce l'hanno gia' programmato in modo divino ad avere paura e senso di colpa da loro controllabile con il senso della sicurezza e pace grazie ad un controllo ke sa molto di galera!

TESI VS ANTITESI= (sin.tesi), Atlantide Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 23:11| 
 |
Rispondi al commento

forza grillo! approvo quanto hai scritto.

Efstathios Varvarigos Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Che il tempo sia realmente galantuomo è un luogo comune che dovrebbe far riflettere più d'una persona, almeno in Italia.
Che i ragazzi abbiano ricevuto oggi un contentino, come esprime Dagospia, dal Presidente Napolitano, potrebbe essere anche questo un concetto discutibile.
La giornata di oggi potrebbe essere invece accolta come un piccolo passo di un lungo pellegrinaggio : i palazzi del potere sono molti.
La scelta sembra invece assolutamente poco felice e potrebbe essere fonte di numerose riflessioni e perplessità : il Quirinale non è il luogo dal quale si governa l'Italia ed al "povero" Presidente Napolitano non si possono certamente addossare le stesse responsabilità di un berlusconi.
Quindi : chi ha indicato il Quirinale ai ragazzi e per quale motivo ???
Se esiste davvero qualcuno che ha indicato il Quirinale ai ragazzi come meta della manifestazione, bene, per me si tratta di una persona sprovveduta o peggio in mala fede per il motivo espresso precedentemente.
Palazzo Chigi, Palazzo Madama sono i luoghi dove, a mio avviso, i ragazzi potranno trovare gli interlocutori più idonei, coloro che li rappresentano (sic) e che effettuano, che hanno effettuato e che effettueranno le scelte migliori (sic) nel loro, ma anche nel nostro, interesse (!) .

(Quanto precede rappresenta esclusivamente la mia opinione)

francesco cims 22.12.10 21:49| 
 |
Rispondi al commento

non ce giorno chi no mi sorprendi gratamente beppe ti saluto

giovanni tieso 22.12.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Approvo in pieno quanto hai scritto...parole di lealtà verso un movimento che guarda ad un futuro privo di lavoro e prospettive e con fini ben diversi da quelli meramente elettoralistici dei partiti

Massimo 22.12.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sindaco
Mi presento sono Paola, la mamma di Emanuela, una ragazza disabile grave, e per questo lotto da una vita per far valere i suoi diritti, ed è per questo che ho formato nel mio Municipio un Comitato per i disabili e e le loro famiglie, per essere voce anche di quelli che non ce la fanno a gridare..che Vivere dignitosamente è solo un diritto!Per questo sono entrata nella Consulta dell’ handicap, del mio Municipio, e da poco ne sono Presidente.
C’è da parte mia, tanto entusiasmo, voglia di fare, di partecipare, proporre, informare, creare reti con tutti i soggetti interessati, per aiutare i più deboli, i più fragili..
Essendo Presidente sono entrata a far parte del Coordinamento delle Consulte di Roma, ed il mio entusiasmo si è fatto se possibile ancora più forte, il condividere, esperienze, modi di fare, di vedere, per lavorare ancora di più, e ancora meglio.
Il nostro lavoro è puramente volontario, il nostro interesse, è solo ed esclusivamente a favore dei disabili e delle loro famiglie, vogliamo che siano trattati tutti in egual misura a prescindere da che zona essi provengano, che abbiano le stesse opportunità di tutti gli altri Suoi cittadini.
Il Suo Assessore Sveva Belviso, con l’assenso del Suo Delegato all’ handicap, Prof. On. Antonio Guidi, condividendo il giusto fine, ha presentato in Giunta la delibera per la costituzione della Consulta cittadina, lo scorso 8 gennaio 2010, Consulta rappresentata dai Presidenti delle Consulte dei Municipi.
Dopo uno sciopero della fame del nostro portavoce, a 11 mesi da quel lontano 8 gennaio, il capogruppo della maggioranza calendarizzava la delibera…oggi dopo ben 8 sedute di Consiglio, l’ennesimo rinvio…a mercoledì …forse!!!
Mi dispiace scriverLe, che in queste sedute alle quali ho partecipato, come pubblico, le scene sono state a dir poco “stomachevoli”, uno parla, gli altri ognuno fa qualche altra cosa, poi tutt’ad un tratto suona il campanello, c’è un corri corri, Gramazio urla no, Marroni sì, o il contrario,

paola fanzini 22.12.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe bel post, basterebbe tagliare un poco gli stipendi della miriade di dirigenti che svolgono funzioni da impiegati, ma che grazie al loro protettore pd guadagnano stipendi da nababbi lavorando part-time.
Invece la proposta del PD qual'è la patrimoniale!!
Mi piacerebbe sapere se in questa patrimoniale sarà inclusa anche la prima casa?? per costruirmi la mia prima casa di proprietà mi hanno tassato come oneri di urbanizzazione 60.000 mila euro, che magari adesso considerano nel valore del mio patrimonio per tassarmelo!!!

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 22.12.10 20:56| 
 |
Rispondi al commento

...è vero Grillo non ha bisogno di scendere in piazza con i giovani...da anni va dicendo ovunque più o meno le stesse cose per le quali questo movimento studentesco si sta battendo...è inutile perdere tempo Grillo su questo punto è inattacabile...

Loredana Mazzone 22.12.10 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Avanti così giovane generazione, per ora, ma solo per ora, siete gli unici che si stanno ribellando.
Un consiglio: se non verrete ascoltati ed esausiti bloccate l'Italia intera pacificamente sedendovi dovunque come avevano fatto in belgio per oltre una settimana

Sabina M. 22.12.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

I signori della politica, soprattutto quelli di “sinistra”, gli ex comunisti e socialisti ora convertiti al liberalismo e al liberismo, «vogliono le condizioni di vita della società moderna senza le lotte e i pericoli che necessariamente ne derivano.
Vogliono la società attuale senza gli elementi che la rivoluzionano e la dissolvono. Vogliono la borghesia senza proletariato.
È naturale che la borghesia si rappresenti il mondo dov’essa domina come il migliore dei mondi».
È naturale quindi che questi signori dimostrino tanta cura nel conservare il LORO MONDO così com’è. Tutt’al più con qualche ritocchino, con la speranza che i gadget elettronici e l’intrattenimento spettacolare vi tengano lontani da certe idee.

Questo sistema politico e mediatico incalza quindi gli studenti a non farsi irretire dai “cattivi maestri” e a non indulgere verso forme di protesta violenta. Se proprio volete manifestare autonomamente, cari studenti, fatelo passeggiando per le vie di Roma o di Milano, di Parigi o di Londra, gridate pure i vostri slogan (che tanto non giungono alle nostre orecchie) e soprattutto state lontani dai palazzi del potere e della quotidiana corruzione e mistificazione. Di voi hanno paura come della peste, soprattutto delle vostre domande, perché ad esse non sanno rispondere se non con frasi scontate e risibili, perché voi rappresentate il nuovo e il futuro, loro invece rappresentano solo una vecchia società morente, un moloch che ha bisogno del vostro sudore e del vostro sangue per sopravvivere. Imparate a distinguere ciò che vale della vostra vita da ciò che la uccide, fatela finita con la paura e la menzogna che ne deriva, con la LORO violenza. Ma soprattutto ricordate che l’entusiasmo non può sostituire l’organizzazione. Voi disponete già di tutte le posizioni strategiche, loro solo di trincee attorno ai propri lussuosi covi.
http://diciottobrumaio.blogspot.com/2010/12/cari-studenti-e-giovani-proletari-se.html

Lovigio II (na) Commentatore certificato 22.12.10 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Studenti, se Bersani o Vendola vengono a trovarvi sui tetti... buttateli sotto! :D (ma con rispetto, eh!)

Giancarlo gv, messina NO PONTE 22.12.10 20:04| 
 |
Rispondi al commento

RIVOLTO A TUTTI COLORO CHE HANNO ANCORA FIATO NEI POLMONI:

La scintilla (finalmente) è scattata.
Per ora si vede solo un pò di fumo.
CHIUNQUE ha un pò di fiato nei polmoni ha L'OBBLIGO MORALE di alimentare le fiamme per far partire l'incendio e BRUCIARE questa foresta MALATA che da più di un decennio ci sta succhiando il sangue.

-SENZA COLORI POLITICI-
Il tempo per le Ideologie è ormai passato e tutti hanno visto che effetti hanno avuto, ora è arrivato il momento per le IDEE.


RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO PAESE

Andrea B. Commentatore certificato 22.12.10 19:59| 
 |
Rispondi al commento

2/di/2
«Voi inorridite perché vogliamo abolire la proprietà privata. Ma nella vostra società attuale la proprietà privata è abolita per i nove decimi dei suoi membri;la proprietà privata esiste proprio per il fatto che per nove decimi non esiste.
Dunque voi ci rimproverate di voler abolire una proprietà che presuppone come condizione necessaria la privazione della proprietà dell’enorme maggioranza della società. In una parola, voi ci rimproverate di volere abolire la vostra proprietà».
Qual era dunque la posizione di Marx ed Engels in proposito?
«Quel che contraddistingue il comunismo non è l’abolizione della proprietà in generale, bensì l’abolizione della proprietà borghese.
Ma la proprietà privata borghese moderna è l’ultima e la più perfetta espressione della produzione e dell’appropriazione dei prodotti che poggia su antagonismi di classe, sullo sfruttamento degli uni da parte degli altri.
In questo senso i comunisti possono riassumere la loro teoria nella frase:abolizione della proprietà privata. Ci si è rinfacciato,a noi comunisti che vogliamo abolire la proprietà acquistata personalmente, frutto del lavoro diretto e personale;la proprietà che costituirebbe il fondamento di ogni libertà, attività e autonomia personale.
Proprietà frutto del proprio lavoro, acquistata, guadagnata con le proprie forze!
Parlate della proprietà del minuto cittadino, del piccolo contadino che ha preceduto la proprietà borghese?
Non c’è bisogno che l’aboliamo noi, l’ha abolita e la va abolendo di giorno in giorno lo sviluppo dell’industria».
___
Come chiunque può constatare, lo stalinismo e il maoismo non hanno tenuto in nessun conto quanto è scritto nel Manifesto del partito comunista.
Così come hanno tenuto in non cale tutto il resto.
(continua al link)
http://diciottobrumaio.blogspot.com/2010/12/cari-studenti-e-giovani-proletari-se.html

Lovigio II (na) Commentatore certificato 22.12.10 19:59| 
 |
Rispondi al commento

1/di/2
Cari studenti e giovani proletari,se non sapremo rispondere alla vecchia domanda(che fare?)ci fotteranno un’altra volta.
La domanda è sempre la stessa,inesausta e inevasa:che fare?
Le nuove generazioni di proletari non potranno rispondere realmente a questa domanda se prima non avranno chiaro chi e cosa li costringe in questa situazione d’incertezza,marginalità e precarietà. Bisognerà che essi prendano in esame le forme e i modi di quel grande processo di ristrutturazione capitalistica in atto che accompagna la cosiddetta globalizzazione,quindi quel movimento internazionale di reazione borghese che mira,più o meno confessatamente,a costruire forme di autoritarismo classista sul terreno economico e anche sul terreno politico,come sta accadendo specie nei paesi più “instabili”,ma non solo in questi.
C’è una parola che ormai è stata a tal punto espunta dal pubblico dibattito che nessuno s’azzarda a pronunciare se non con un sottinteso vituperio:Comunismo!
E per comunismo s’intende anzitutto il totalitarismo stalinista e maoista delle esperienze novecentesche.Quelle società del “socialismo reale” in effetti rappresentavano solo un sistema capitalistico di Stato. Sarebbe troppo lungo in questa sede analizzare la reale natura di quei sistemi e le condizioni storiche nelle quali essi presero forma e degenerarono in gulag a cielo aperto.
Molti ritengono che il comunismo significhi la soppressione,sic et simpliciter,della proprietà privata e con essa delle libertà individuali.
Comunismo vuol dire ben altro;ma soffermiamoci un momento su tale concetto,quello di “proprietà privata”. Ma di quale proprietà privata stiamo parlando?
Già nel lontano 1847-48 Marx ed Engels mettevano in chiaro questa questione strumentalmente agitata dalla propaganda borghese:«Voi inorridite perché vogliamo abolire la proprietà privata.

Lovigio II (na) Commentatore certificato 22.12.10 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono anch'io solidale con gli studenti, e voglio dar loro qualche consiglio utile:
Le proteste, violente o non, non hanno alcun effetto sui detentori attuali del Potere.
Consiglierei dunque l'attuazione immediata delle seguenti forme di protesta:

1) Microsoft go home!
Imporre alla propria Università, qualora non lo faccia, l'utilizzo di software libero, e bandire l'intromissione della Microsoft nella Scuola Italiana, come invece promosso in maniera bipartisan dai signori Brunetta e Vendola.

2) Staccare le antenne!
Visto che la soluzione violenta di staccare la antenne che trasmettono la Propaganda di Regime non è nè attuabile, nè incruenta, è però sempre possibile staccare l'antenna dalla propria televisione e consigliare tale pratica a tutti i conoscenti, locali pubblici etc etc.
Un palliativo potrebbe essere anche quello di attivare metodicamente il tasto "mute" ogni qual volta sia trasmessa pubblicità, sì da scoraggiare le industrie ed i produttori a finanziare la Propaganda.

3) Università o CEPU?
Sento ogni giorno parlare, magari a sproposito, di Ricerca: ma la Didattica? Chi la dovrebbe fare, il CEPU? O l'Università Cusmano?
In realtà moltissimi Ricercatori affiancano, (o dovrebbero affiancare) i docenti nella Didattica.
Visto che dai risultati della Ricerca beneficia l'Industria, non vedo per quale motivo i soldi delle Tasse Universitarie degli Studenti debbano servire ad aiutare una Industria che delocalizza all'Estero.

Pier Capponi 22.12.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento

GASPARRI VUOLE FARE OPERA PREVENTIVA ELIMINANDO GLI STUDENTI INCAZZATI DALLE STRADE .... PERCHÉ PREFERISCE TENERSI I MAFIOSI IN PARLAMENTO!!

Uno dei tanti 22.12.10 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non potevi trovare parole migliori. Condivido in pieno la tua scelta e il tuo post.

Vincenzo R. Commentatore certificato 22.12.10 19:00| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE IO ERO CON LORO IN PIAZZA,...LOTTANO PER IL FUTURO DEI NS. FIGLI

MASSIMILIANO 22.12.10 18:59| 
 |
Rispondi al commento

un plauso a tutti i ragazzi che hanno manifestato a roma . Grande lezione di civilta'e maturita'.Avanti cosi,l'intelligenza li seppellira'

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Il riserbo, che non va confuso con la mancanza di appoggio, è la mia forma migliore di sostegno.
--------------------
Sicuro ?
Certo metterci sopra il cappello no di certo.
Ma mettersi a disposizione ?
I figli sostanzialmente si educano da soli.
Ma non è una buona ragione per non occuparsene.
Senza imporre la propria visione del mondo tuttavia capirne le scelte e promuoverle se del caso sarebbe meglio.
Soli si è comunque quando si devono fare delle scelte, ma non isolati ... non isolati.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 18:36| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

la protesta degli studenti è produttiva proprio perchè spontanea, autorganizzata e quindi LIBERA dal leaderismo!

Noi diffondiamo virus, di applausi Beppe in vita sua ne ha fatto indigestione...è di giustizia sociale che lui e noi abbiamo sete, ma ognuno deve procurarsela in proprio e su misura, nel rispetto degli altri.

manuela bellandi Commentatore certificato 22.12.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Beppe.

Mi fa piacere perche' e' proprio quello che pensavo e avevo scritto io.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 18:30| 
 |
Rispondi al commento

bravo beppe hai ragione

riccardo negromanti 22.12.10 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante, come il Natale.
La solidarietà agli stundenti la dai ogni giorno Beppe, non c'è bisogno di andare di persona sui tetti, come fanno i vari Mister Miliardo (di contributi che ricevono da noi).

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 18:23| 
 |
Rispondi al commento

SON D'ACCORDO BEPPE, ANCHE IO HO LETTO CHE TANTA GENTE CHIEDEVA IL TUO APPOGGIO, MA POI SAI COSA SAREBBE VENUTO FUORI, CHE SE TU ERI LI AVREBBERO COMINCIATO A DIRE CHE ERA UNA SCUSA PER ROMPERE I COGLIONI AL GOVERNO, E CHE IN REALTA' NON TE NE FREGA NIENTE DEGLI UNIVERSITARI......CON QUESTO NON VUOLE DIRE CHE TU,IO E L'ITALIA TUTTA LI DEBBA LASCIARE DA SOLI STI RAGAZZI, TRA I QUALI MIO FRATELLO CHE TRA POCO SI LAUREA E HA GIA DECISO DI ANDARE ALL'ESTERO, PERCHE' QUI CHE CAZZO DEVE FARE ?????

MATTEO GIGLIOTTI 22.12.10 18:14| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE GRILLO.

Grazie perchè hai dato una risposta "immediata" alle richieste del blog.

Questo ti fa onore e siamo sempre più convinti nell'appoggiare le tue iniziative.

Manca solo il click di Uno conta Uno.

Ciao Grillo.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 18:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori