Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La messa da requiem del Sole 24 Ore


crisi_Argentina.jpg
La Confidustria è rassicurante come una tomba il giorno del tuo funerale. Il suo giornale, il Sole 24 Ore, è una camomilla quotidiana contro il logorio della disoccupazione, del debito pubblico e del default prossimo venturo. Da tempo Tremorti ha messo gli occhi sui risparmi delle famiglie. Gli è così affezionato che li considera quasi suoi. E allora vai con l'elogio dei patrimoni familiari. Il titolo del Sole di oggi è dedicato ai risparmi delle famiglie: "Nelle case metà della ricchezza privata (pari a 8.600 miliardi)". Il messaggio sottinteso è che l'italiano è ricco perché investe nel mattone, una benedizione al rilancio del settore immobiliare. La realtà è che le case valgono la metà di quanto viene dichiarato. Ogni grande città italiana contiene al suo interno una media città fantasma di appartamenti sfitti o in vendita. Alla presunta ricchezza andrebbero tolti quindi 2.150 miliardi per pura prudenza contabile (quanti di questi sono presenti nei bilanci delle banche?). Ne rimangono però a sufficienza per coprire il debito pubblico che sta per giungere all'Everest dei 2.000 miliardi. Il Sole è così contento del patrimonio degli italiani che salverà lo Stato da dedicargli l'editoriale: "Un primato che Obama ci invidia". Siamo i migliori e non lo sapevamo.

21 Dic 2010, 16:31 | Scrivi | Commenti (41) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

a proposito dell'articolo del sole 24 ore "Beppe Grillo, il suo blog, la sua ricchezza" c'è da chiedersi come mai questo autorevole giornale non ha mai fatto inchieste sui tesori accumulati dai partiti in tanti anni di Repubblica...e visto che siamo in tema, sarebbe il caso di rammentare al sole 24 ore se riceve o meno contributi di finanziamento pubblico ( specie quelli cd. indiretti) per l'editoria. Sembra che nel 2004 il sole 24 ora abbia percepito 25 milioni di euro ....facciamo un po la somma per decine di anni di finanziamento e diremmo come Totò.."e io pago ! "

enrico parola 19.03.13 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Evviva, evviva: siamo felici .. caro Tremorti. Peccato che stiamo al freddo e fame: è un vero Natale del bambinello per tanti milioni di italiani, ma da voi si sta bene... eccomeh, come testimoniano le cronache delle vostre vite: evviva, evviva l'Italia giulivia. Quelle povera non esiste. Basta cancellarla da TV. ma voi andate avanti fino a che l'osso non sia spolpato...

alma gemme 23.12.10 06:53| 
 |
Rispondi al commento

La finanza del mattone ha devastato il paesaggio e l'ambiente.
E vogliamo ricordare anche la truffa tutta italiana dei capannoni industriali, vuoti e mai utilizzati, che monopolizzano il nostro sguardo mentre attraversiamo in auto il territorio dell'ex Bel Paese?

antonella g. Commentatore certificato 22.12.10 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno imposto contratti da fame,come se non bastasse ci hanno congelato il rinnovo contrattuale per 3 anni,si sono impadroniti tramite un furto in associazione con i sindacati dei nostri TFR,le tasse del governo che non "vuole mettere la mani in tasca agli italiani" sono aumentate di circa 2 punti in %,cosicchè dal 42% si è passati al 44%, che se viene sommato alle tasse ed imposte locali:regioni,province,comuni si supera comodamente il 50%,quindi non avendo altro da tartassare si pensa a come rendere monetizzabile i patrimoni privati senza contare che quello pubblico dello stato,dell'INA,degli enti previdenziali è stato svenduto a prezzi ridicoli.Ora si cerca di attaccare il patrimonio privato frutto di risparmi di più generazioni ed anche questo se gestito nello stesso modo sarà un pannicello caldo.Loro, quando li cacceremo se ne andranno dall'italia col nostro bottino,noi saremo costretti a restare qua,anche perchè senza soldi nei paradisi fiscali non ti lasciano entrare anzi ti sbattono in galera.

IL SICILIANO 22.12.10 16:05| 
 |
Rispondi al commento

a che punto sono le firme raccolte nel vday????

hugh grant Commentatore certificato 22.12.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete mai ascoltato Radio24, la voce del padrone?

Vittorio nepoti 22.12.10 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O Jugoslavia o Grecia, è questo il nostro destino!
In ogni caso l'Italia in cui vivrà mio figlio, ed in cui vivrò anch'io( ho 20 anni) non sarà mai come quella dei nostri padri...
:-\

A.Bahn 22.12.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento

TREMONTI RITIENE CHE I RISPARMI DEGLI ITALIANI SIA UN FONDO A SUA DISPOSIZIONE NELL'EVENUALITA',NEPPURE COSI LONTANA, DOVE POTER ATTINGERE A PIENE MANI. NON VORREI CHE SI RIPETESSE IL DRAMMA DEL CONSOLIDAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO COME GIA' E' AVVENUTO IN PASSATO.IN QUESTO CASO GLI ITALIANI SI RITROVEREBBERO SENZA PIU' LA POSSIBILITA' DI USUFRUIRE DEI PROPRI RISPARMI PER AIUTARI I FIGLI OPPURE PER COMPRARSI UNA CASA O ALTRO.SIAMO ALLA DILAPIDAZIONE DELLE RISORSE PUBBLICHE E PRIVATE PER L'INCOMPETENZA DI UN MINISTRO CHE SI RITIENE UN ""GURU DELLA FINANZA CREATIVA"" UMBERTOSKY

umberto capoccia 22.12.10 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Certo: la stampa "embedded" deve fare il suo mestiere, che somiglia a quello "più antico del mondo" (con tutto il rispetto per le libere lavoratrici a cui alludo, s'intende!): compiacere i vizi del padrone, assecondarli. Come? Mentendo. "Tutto va bene, Madama la Marchesa!"
Attenzione, però (e questo ce lo insegna anche il grande Eduardo): il consenso ai tiranni dura finchè "sono le nove e tutto va bene" (vedi: "Mia famiglia", di Eduardo). Stiamo precipitando, è verissimo: ma ancora non abbiamo sbattuto le chiappe al suolo fino a farci male, ed è perciò che si reagisce poco e male. Ma (sebbene mi dispiaccia dirlo....) l'Argentina si avvicina. E allora, quando l'ultimo euro sarà uscito dalle nostre tasche per l'ultimo panino, e poi sarà il "si salvi chi può", forse ci sveglieremo dal malefico sonno ipnotico in cui ci hanno gettato le televisioni subliminali del "Piccolo Cesare"....("piccolo" in senso metrico, s'intende!) e speriamo che non sia troppo tardi.
In ogni caso, teniamoci sveglio il cervello (anche brontolare serve a questo: è pur sempre uno sforzo di analisi!) e pronti a fare qualcosa di costruttivo "dopo". E soprattutto, niente sconti, perdonismi e lacrime sul viso: ricordiamoci che cosa ha prodotto l'amnistia di Togliatti e facciamoci una sana iniezione di anticorpi preventiva.
Un buon Natale laico a tutti.

domenico maniscalco, ficarazzi (PA) Commentatore certificato 22.12.10 10:07| 
 |
Rispondi al commento

via i soldi dalle banche
via i soldi dalle assicurazioni vita
via i soldi dai fondi pensione truffa
usate il contante appena vi è possibile.
facciamo fallire chi guadagna dal semplice passaggio dei nostri soldi e potrebbe addirittura un giorno(vicino) trattenersene una parte per decreto legge.

ragionate !! le leggi sulla limitazione del contante non sono fatte contro i delinquenti, a quelli si fanno gli scudi fiscali ed i condoni tombali alla modica percentuale del 5%.
mica come agli onesti al 47% che paghiamo sullo stipendio...

queste leggi sono fatte per limitare il nostro libero arbitrio e controllare la nostra vita attraverso l'uso che facciamo delle nostre disponibilità finanziarie.

Inoltre:
staccate/bruciate tutte le etichette RFID che trovate, non acquistate prodotti che le contengono. ne avete già molte addosso e vi stanno monitorando a vs insaputa.
no grande distribuzione
no tv, solo PC
uso minimo indispendabile del cellulare
chi può cambi residenza e ne assuma una fittizia.

quando verranno a cercarci, noi e soprattutto i ns soldi, non facciamoci trovare.

paolo m. Bologna 22.12.10 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno, credo che DOVREMMO impegnarci per far capire a tutti che questi POLITICI AVVOLTOI vogliono mettere le mani sulla nostra ricchezza (sul patrimonio) il frutto di lavoro onesto. Quello che non riescono a fare e che non vogliono fare è recuperare le imposte sul lavoro disonesto e sull'evasione. La situazione è molto grave. Attiviamoci.
ciao

Luca Gari, Treviso Commentatore certificato 22.12.10 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Fratelli miei
sono Alessandro
La chiesa ci ha mentito per 2000 anni perche
Lo spirito che è in ognuno di noi ,dalla nascita fino alla morte è innocente.. ma per trovare la pace .. e l'amore vero verso il prossimo.. dobbiamo ammettere le nostre colpe e, attraverso il riconoscimento dei nostri peccati.. troveremo la vera fiducia in noi stessi..e automaticamente negli altri....
Nel momento in cui percepiamo che dentro di noi ,(innocenti) , sono gia presenti alla nascita i nostri "sensi di colpa" (7 pene capitali ), e che quindi ci sono stati trasmessi attraverso il sangue ( per questo siamo innocenti visto che nasciamo gia "difettosi")..in quel momento attiviamo le connessioni necessarie ( quella scintilla che ci illumina) che collega cervello e anima e che fa funzionare il nostro cervello in modo giusto e con un livello di intelligenza superiore e con una visione della vita sia nel nome dell amore e della pace e della fiducia reciproca.quando capiremo questo e lo metteremo in atto, saremo pronti ad unirci con il resto delle civilta del cosmo (disegno divino).. Alcuni hanno scoperto questo trucco gia da secoli (massoni e Illuminati), ma hanno preferito tenerselo per loro in modo da governare senza paure il mondo.La Bibbia è un Manuale d'istruzione per attivare le connessioni giuste .. La chiesa cosi come la conosciamo non ha piu motivo di esistere... La chiesa ci ha nascosto che è nel sangue che avviene la trasmissione del difetto e che nel ventre materno si evolve..
Molti Geni del passato hanno cercato di avvertirci . come ad esempio Leonardo con i suoi dipinti o Dante che ci fa capire che inferno paradiso e purgatorio sono stati interiori.
Nasciamo "difettosi" e Dio ci ha dato il manuale d'istruzione per correggere il difetto .. (la chiesa lo ha interpretato male.)
Il difetto è trasmesso con il sangue,la chiave per "vedere realmente" è l'intelletto unito all anima , va solamente attivata una parte del cervello.
Fidatevi di me

alessandro 22.12.10 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ORA STAI A VEDERE CHE IL DEBITO PUBBLICO DERIVATO DALL'INCAPACITA' CONGENITA NONCHE' NELLA SUA ABILITA' NEL RUBARE E REGALARSI COSTOSISSIMI PRIVILEGI, LO DEVONO PAGARE LE FAMIGLIE ITALIANE!
IN FIN DEI CONTI NON SARA' UNA DIFFICILE OPERAZIONE, GIA' VEDO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO A RETI UNIFICATE COMPRESO LE SUE, CHE ANNUNCIA AGLI ITALIANI CHE "LA CRISI MONDIALE + L'IMPOSSIBILE EREDITA' CHE ABBIAMO TROVATO NEI CONTI PUBBLICI, CI RENDE IMPOSSIBILE IL RISANAMENTO NECESSARIO A MANTENERE IL PAESE "APERTO". PER NON FAR FALLIRE L'ITALIA, GLI ITALIANI ED I VOSTRI FIGLI, TUTTI INSIEME, IO PER PRIMO (E CHI CI CREDERA'), UNA VOLTA PER TUTTE DOBBIAMO UNIRCI PER SALVARE LA PATRIA. iN FIN DEI CONTI SONO SUFFICENTI SOLO 20.000 EURO A TESTA, NIENTE DI PIU'!QUESTO PER AZZERARE IL DEBITO MA A NOI, PERCHE' SIAMO BRAVI, BASTERANNO SOLO 2000 EURO A TESTA E FAREMO RIPRENDERE A VOLARE ALTO AL NOSTRO AMATO PAESE!" GROSSO MODO LE COSE ANDRANNO COSI', MAGARI BLOCCHERANNO TUTTI I CONTI CORRENTI COME FECERO IN BRASILE 20 ANNI FA QUANDO L'INFLAZIONE IN QUEL PAESE ERA DEL 30% AL MESE!!TORNIAMO A NOI. METTETEVI BENE IN TESTA TUTTI CHE L'ITALIA E' TUTT'ALTRO CHE UN PAESE POVERO! NOI SIAMO CAPACI DI PRODURRE UNA ENORME RICCHEZZA NAZIONALE CHE SE BEN GESTITA, DOPO CHE I TANTI LADRI SARANNO STATI MESSI IN GALERA, FAREMMO BEN PRESTO A RISANARE CON LE NOSTRE FORZE IL DEBITO. BASTEREBBE: ELIMINARE I LADRI E GLI SPRECHI, AZZERARE O QUASI L'EVASIONE FISCALE, TASSARE LE GTRANDI RENDITE ED IN GENERALE CHI E' PIU' RICCO, IN ALTRE PAROLE IN PRIMIS SPOSTARE UNA BUONA PARTE DI RICCHEZZA DAI RICCHI AI POVERI. COSI' FACENDO I CONSUMI INTERNI VOLEREBBERO E L'ECONOMIA RIPRENDEREBBE A CRESCERE A 2 CIFRE. CON POCHI NORMALISSIMI PROVVFEDIMENTI CHE FAREBBERO DELL'ITALIA NON UN PAESE SUPER, UN PAESE NORMALE, E LE COSE IN POCHI ANNI ANDREBBERO A POSTO COME D'INCANTO. IL PROBLEMA E' CHE PER FARE DELL'ITALIA UN PAESE NORMALE, OCCORREREBBERO AMMINISTRATORI ANCH'ESSI NORMALI, COSA DA CUI SIAMO BEN LUNGI..FEDE DA LIVORNO

federico fauci 22.12.10 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Lo dissi tempo fa, in un Post..3morti annovera come garanzia sul debito pubblico, non solo il risparmio privato(massa monetaria costituita anche da liquidità di aziende, per le loro attività e titoli vari)ma molto furbescamente ci mette dentro anche "l beni immobiliari" e ecco cosa ne esce...
Comunque cari amici del movimento, noi l'abbiamo capita come andrà a finire...ma tanti no!!come dicono a Roma:..mo so' de coccio!!....
Nel 2011 finiranno i fondi per la cassa integrazione in deroga della UE....e come dice Benetazzo non siamo solo che all'inizio....gli anni a venire saranno ancora più bui.
Intanto la quotazioni del Petrolio è in rialzo..questo comporterà un ulteriore battuta di arresto all'economia...
Prima o poi la botta arriva...e si estenderà a tappeto,l'importante è sapere subito cosa fare:
1-Nazionalizzare le Banche;
2-battere Moneta;
3-nazionalizzazione di tutte le industrie strategiche;
4-azzeramento del debito;(applicando la clausola chi a dato a dato, scurdiamoci lu passato)..
5-programma di scambi commerciali oil-for-food,
abolizione di tutte le quote di produzione agroalimentare,industriali,
6-non riconoscere Brevetti;
7-ripristinare le frontiere;
8-organizzazione di un piano energetico Nazionale;
9-ristrutturazione dello stato;
10-revisione della Costituzione;
Se non facciamo così non ne usciremo mai..la matematica non è un opinione..

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.12.10 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che Tremorti ribadisca ad ogni piè sospinto che noi stiamo meglio di altri perchè le famiglie italiane sono delle grandi risparmiatrici è altamente inqiuetante. Ho il sospetto che il nostro ineffabile stia seriamente pensando di appropriarsi dei nostri sudatissimi risparmi. Per esempio..... ad aprile quando scadranno un bel po' di mliardi di BOT li si congelano e poi si fa marameo ai disgraziati che li detengono. Semplicemente lo Stato si rifiuterà di rimborsare i titoli del suo debito e intere famiglie si ritroveranno in braghe di tela....

SANDRA PIERACCI 22.12.10 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che, la maggior parte degli edifici, oggi come oggi, abbiano un valore "adulterato". Costruiti male, con materiali infimi, rifiniti peggio. Senza poi parlare di quelle che dovrebbero essere i normali parametri ecologici inerenti all'approvvigionamento dell'energia, dell'acqua, smaltimento degli scarichi ecc. ecc. Costruiti su aree che non rispettano la naturale forma della città, estensioni di periferie che costringono all'uso della macchina. quando il centro urbano pullula di aree riedificabili o di edifici inutilizzati. E' l'area che vale, l'edificio è una ricchezza effimera, andrebbero rivisti tutti i parametri di valutazione. Ma quale politico se la sente di far scoppiare questa bolla di sapone? Tolta la casa... davvero non ci resterebbe che piangere!

robinat63@yahoo.it 22.12.10 08:28| 
 |
Rispondi al commento

ormai vedo solo confusione nelle notizie, non riesco a credere più a nulla, vedo notizie che potrebbero essere vere ma poi... mi chiedo dov'è il trucco, poi vedo notizie che offendono l'intelligenza perchè davvero tanto banali quanto assurde, e notizie tanto possibili quanto false...
cosa succede?
succede che ci stanno confondendo tutto per fare in modo di avere campo libero per quel che davvero vogliono fare che è il ritorno di tutto nelle mani di pochi, e non centrano poco i soldi, quelli ce li hanno già più che a sufficienza, è solo una questione di potere.
si stanno prendendo tutto e alla fine si prenderanno anche il nostro cul., e ce lo faranno così(o)...
torneremo all'era in cui c'èra il padrone di un paese e tutti gli altri erano suoi sudditi, nemmeno i tempi del re, proprio semplicemente il padrone del paesino o della città e tutti gli altri solo sudditi.
se mi sbaglio...

giuseppe lembo 22.12.10 01:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ho deciso di non pagare piu' la tassa di propieta' sul televisore finke' non vedro' e non sentiro' il bel faciun di Beppe...di non pagare piu' la tassa di propieta' dell'auto finke' non vedro' zizzare in strada macchine elettrike o altro al di fuori del petrolio...di non pagare piu' la tassa di propieta' sulla casa finke' non vedro' i miei tetti costellati di pannelli solari installati gratuitamente dal mio comune di residenza...di non pagare piu' nessuna tassa sinistroide finke' non vedro' in Italia la nascita di una vera organizzazione politica formata da Noi!!!

TESI VS ANTITESI= (sin.tesi), Atlantide Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento

"""V TAX non è mai troppo tardi"""
questo si che è uno slogan

corrado f., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.12.10 00:05| 
 |
Rispondi al commento

I risparmi dei privati, sono semplicemente,
l'altra faccia del debito pubblico.
Non dipendono dalla virtuosità dei cittadini italiani,(figuriamoci).
E' una normale legge economica,
se spende lo stato, non pendono i cittadini, così il debito aumenta, ed il risparmio privato pure.
Alla fine,naturalmente ,
arriva "the payback time",
la resa dei conti.

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 21.12.10 23:58| 
 |
Rispondi al commento

I soldi rimasti nei conti dei privati, sono i risparmi antecedenti all'entrata in vigore dell'euro, e antecedenti al passaggio della sovranità monetaria... tolti quelli (e da tempo che lo stanno intaccando, quel capitale), rimarrà solo debito eterno... una schiavitù perpetua

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.12.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

RIVOLUZIONE PRIMA DELLE MANGANELLATE:
1-SBATTEZZARSI
2-RITIRARE IL DANARO DALLE BANCHE
3-VIA L' AUTO
4-SMETTERE LE ASSICURAZIONI
5-SMETTERE COL MICROONDE ANZI IL CELLULARE
6-NIENTE CIBO DALLA GRANDE DISTRIBUZIONE
7-NIENTE CALCIO, FORMULA UNO, GRANDE FRATELLO E FANATISMI

Se fai la metà delle cose scritte e o ne aggiungi di rinunce Ribelli, e se diffondui, le caste, il nano e i maledetti come lui, i malpendanti, finiscono sul lastrico in fretta.
Lo prometto.
Abbasso il Consumismo del nulla.

Emanuele Cerri (), Patong Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.12.10 22:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, mi chiedo da sprovveduto quale sono, ma il debito pubblico che sale, sale, sale e ancora sale,... perchè non cominciano a farlo scendere (dimezzando) il numero dei parlamentari e a ridurre loro privilegi e stipendi (ad esempio fino a 1000 € al mese).... sarebbe un bel risparmio, e il debito pubblico respirerebbe.... Vedo tanti che con 1000 € al mese lordi devono, e non so come riescono (da nobel per economia) ,a soddisfare le esigenze di una famiglia. I nostri parlamentari sarebbero capaci????

rocco antonio martella 21.12.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
L'UNICO PRIMATO,CHE DOVREBBE SCRIVERE CONFINDUSTRIA E' QUELLO DEL DEFAULT E DEI PEGGIORI POLITCI/DIPENDETI DELL'ULTIMO SECOLO
ALVISE

alviseafossa 21.12.10 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Firenze: GDF SEQUESTRA IN UNA BANCA 22 MILIONI DI EURO DI DERIVATI DELLA REGIONE TOSCANA E 4 COMUNI......
CRICK,CROCK,CRAAAACK.....
IL GIORONO CHE SCAPPERANNO TUTTI CON GLI ELICOTTERI..IL CIELO SI OSCURERA'....FARA' MOLTO SAIGON IL MOMENTO DELLA FUGA DEGLI AMERICANI DAL VIETNAM....QUEL GIORNO DAREMO L'AUTORIZZAZIONE AI CACCIATORI A SPARE A TUTTO QUEL CHE VOLA ....
BARBARINA B. HA DETTO CHE VOTEREBBE "RENZINO SPENDACCINO..."OGNI GIORNO RISCONO SEMPRE A STUPIRCI...DEVE ESSERE UN VIZIO DI FAMIGLIA...

roby f., Livorno Commentatore certificato 21.12.10 19:23| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

SAPPIATE CHE QUESTA E' LA CONFERMA CHE VIVIAMO DI PUBBLICITA'!!! VE LO DIMOSTRO!! SONO LAUREATO IN ECONOMIA E FINANZA E QUALCOSA, FORSE, UMILMENTE , LA CAPISCO!! E' UN LUOGO COMUNE CHE IN ITALIA, SE SI VUOL FAR "PARTIRE" L'ECONOMIA, SI DEBBA INVESTIRE SUL MATTONE E QUINDI DARE AIUTI AL SETTORE DELL'EDILIZIA. AL DI LA' DEL FATTO CHE ORMAI ABBIAMO CEMENTIFICATO ANCHE I CORSI DEI FIUMI(!!!!) VI PONGO UN PROBLEMA: SECONDO VOI LE CASE SI POSSONO ESPORTARE??? CON COSA VOLETE PAGARE I BENI MATERIALI IMPORTATI DALLA CINA E DAL RESTO DEL MONDO?? L'EDILIZIA E' ECONOMIA DA MASTURBAZIONE INTERNA NAZIONALE!!! E' ORA DI FINIRLA CON LE CASE, CASE, CASE. ABITO A IESOLO, PER QUEL SIGNORE CHE DICEVA CHE RIMINI E' IL PARADISO DEGLI EVASORI, SE LO SIA ANCHE IESOLO NON LO SO MA DI SICURO ASSISTO AD UNA TRASFORMAZIONE DEL TERRITORIO CHE FA SCHIFO, CON BUONA PACE DEL PIANO REGOLATORE!!! DOBBIAMO FAR CRESCERE ALTRI TIPI DI ECONOMIA, NON ECONOMIA PESANTE, BASATA SUL TRASPORTO SU GOMMA CHE INQUINA, SU AUTOMOBILI A CARBURANTI TRADIZIONALI, DOBBIAMO PASSARE ALLA VERA GREEN ECONOMY!!! NE AVREI ANCORA DA DIRE, MA...

Alessandro Coghetto, Jesolo Commentatore certificato 21.12.10 18:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

dal momento che un parlamentare non viene votato dal popolo ma è il partito a sceglierlo... che diritto ha di restare in parlamento se cambia partito??

Alessandro N., Anagni Commentatore certificato 21.12.10 18:36| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Aree Fabbricabili:Nuova Tassa Permanente Effettiva!!
Tanti Comuni del Veneto,hanno destinato sulle Varianti del P.R.G.molte zone agricole a residenziali.
Dopo le alluvioni del 2007-2008 è intervenuta la Regione Veneto che Impone a tutti i comuni che vogliono edificare su una superficie superiore a metri quadrati 1000 delle vasche di laminazione ,raccolta acque piovane.
Inevitabilmente la volumetria del presunto da costruire viene diminuita da un 15% a un 40%.
Il Comune di Venezia non ci sente e applica al massimo la stima dei prezzi degli immobili senza possibilità di modifica in relazione alle indicazioni del Commissario Regionale Ing.Mariano Carraro,con le Ordinanze del 22 gennaio 2008.

Bujatti 21.12.10 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Secondo i Dati di Bankitalia alla fine del 2008 l'ammontare dei debiti delle famiglie italiane era stato pari al 78% del reddito disponibile lordo. Secondo questi dati, e secondo il TG1, siamo addirittura messi meglio della Germania. Dati alquanto positivi, se non che il minor indebitamento delle famiglie italiane sia indice di un economia stagnante in cui nessuno spende perche di fatto soldi non ce ne sono. La paura di avere ancora di meno di quel che si ha ci fa insomma risparmiare di più.
Buon Natale

Gaetano Indignato 21.12.10 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non è che possiamo tutti prendere case in svizzera. Te che hai qlche milioncino, dacci qualche dritta !!!!!

tina ghigliot 21.12.10 17:17| 
 |
Rispondi al commento

penso si possa dire che più o meno tutti gli italiani abbiano una idea chiara di quella che è la situazione reale, ma penso che siano attenti e intelligenti per capire che l'alternativa all'oblio sia per ora il nulla, cioè quello che propongono gli avversari politici del nano. Mentre la politica è impegnata ad una guerra di semplice contrapposizione potresti, tu che hai i mezzi, comunicare un programma, spiegando punto per punto, noi, ad iniziare da me, possiamo fare in modo che arrivi al maggior numero di persone. Chissà forse un giorno questa classe politica sparirà!
Cordialmente
Andrea

andrea fresu 21.12.10 16:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori