Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Mani Sporche a Milano


Lavaggio_delle_mani.jpg
A Milano era destino che a Mani Pulite seguisse Mani Sporche. Negli anni '90 si trattava di tangenti, adesso di batteri.
"La clinica Mangiagalli di Milano, dove nascono i bambini, dà un premio di 3.000 euro all'anno alle infermiere e agli infermieri che si lavano "bene" le mani per evitare infezioni ai neonati. 70 hanno accettato e si sono fatti riprendere per provare l'atto. Dopo un anno le infezioni sono diminuite del 30%. Si può affermare quindi che almeno il 30% delle infezioni era causato da mani piene di germi. Altro che 3.000 euro, io darei 3.000 calci nel culo a chi non si lava le mani." Paolo R.

30 Dic 2010, 22:59 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non condividendo l'articolo del Corriere sull'iniziativa della Clinica Mangiagalli,ho inviato un commento alla giornalista Ravizza, che però non mi ha dato alcuna risposta. Avendo letto con piacere i commenti su questo blog ho ritenuto opportuno inviare una sintesi di quella lettera.L'elemento basilare per il buon lavoro assistenziale è il rapporto collaborativo tra medici e infermieri.Nell'assistenza intensiva neonatale è fondamentale che ciascun operatore sanitario svolga il suo lavoro con il massimo impegno,la maggiore efficacia ed efficienza delle cure,il rispetto reciproco sull'attività individuale.La scelta dell'attività sanitaria sui neonati prematuri da parte di tutti gli operatori sanitari non è indotta dal denaro ma dalla volontà e dalla passione per la salvaguardia della vita. Condivido le numerose opinioni riportate in questo interessante e utile blog sull'assurdità degli incentivi economici per favorire esclusivamente un migliore lavaggio delle mani.Dare dei soldi in più per incentivare solo questo tipo di prevenzione delle infezioni non è un provvedimento corretto.Secondo la nostra esperienza, la migliore prevenzione deriva da un incremento del numero degli infermieri,in modo da ottimizzare il rapporto infermieri-neonati,secondo la seguente regola: 1 infermiere ogni 2 neonati in assistenza intensiva e 1 infermiere ogni 4 neonati in assistenza semi-intensiva.L'altro fattore importante sono i Corsi di formazione per tutti gli operatori sanitari sulle metodiche per ridurre le infezioni ospedaliere nei neonati prematuri.Con questi due provvedimenti abbiamo ottenuto una notevole diminuzione delle infezioni nei neonati con peso inferiore a 1500 grammi;su 100 di questi bambini, nel 2010 abbiamo avuto una percentuale di sepsi inferiore al 12% e una sopravvivenza molto elevata . E'sulla base di questi risultati che sarebbe giusto incentivare lo stipendio di tutti gli operatori sanitari non per uno specifico obbiettivo ma per l'attività sanitaria globale.

Prof. Giovanni Serra già primario dell'Unità Operativa di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale d 03.01.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

è un'altra barzelletta...

paolo 02.01.11 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, mai stato così daccordo con te. Dare un premio a questi zozzoni per farli lavare è un assurdo.

luigi ercolini, civita castellana Commentatore certificato 01.01.11 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Good Morning...M5STARS..!
Non passa giorno che bisogna "sorbirci" e "digerire" STronzate...pensate e studiate da gestori di ASL che prendano migliaia di euro al mese..
Ad oggi molti medici e ricercatori infermieri, fanno quello che possano,con pochi mezzi, infratrutture inadeguate,spesso obsolete, dove i pazienti si trovano in gironi danteschi..tant'è che molti presidi danno piante topografiche per orientarsi..non parliamo poi dei reparti/camerate..modello caserma...la praivacy e l'igene lascia a desiderare..
Gli esempi si sprecano e non c'è che l'imbarazzo della scelta, nonostante questo, abbiamo molti Bravi medici e paramedici che s'impegnano e mandano avanti la "baracca" tutti i giorni..
L'unica cosa certa è che si taglia,su tutto nella sanità e le famiglie sono costrette a cambiare mestiere, diventare infermieri professionali, dovendo saper fare inizieoni,flebo,ossigeno terapia..e la cosa è molto più triste quando devi assitere malati terminali...(compreso l'allestimento di una stanza ad ambiente sanitario con tanto di letto e accessori)..così oltre che ti girà le palle devi votarti i coglioni nel svolgere attività che non sono proprie..anzi che richiedono una laurea breve di 3 anni.
Purtroppo..proprio in questi giorni, ne sono testimone oculare..è un calvario per i parenti e per l'ammalato..
Questa è l'italia che queste "spazzature" di politici ci propinano da 20 anni a questa parte..continuandoci caldamente a prenderci per il culo ogni giorno...

roby f., Livorno Commentatore certificato 01.01.11 09:53| 
 |
Rispondi al commento

La sanita' italiana fa schifo, altro che la migliore al mondo ! Andate in qualsiasi struttura pubblica e vi sorprenderete di quanto sono fatiscenti. Le molinette di torino sono ridicole, la differenza la fanno qualche persona volenterosa, la struttura fa cagare, i fondi sono pochissimi. Se capiti nelle mani sbagliate devi essere morto perchè si accorgano che stai male ! Per avere una diagnosi bisogna sentire 2 o tre pareri diversi perchè se il primo ti dice che sei malato terminale, il secondo ti dice che hai solo un'infezione e cosi via ! E un paese ridicolo mandato avanti da quattro poche persone volenterose gli altri non fanno un cacchio !

Giovanni Coa 01.01.11 03:29| 
 |
Rispondi al commento

Questi "signori" laureati in medicina e tecniche infermieristiche conoscono bene i meccanismi che sono alla bese del contagio.
Infatti si lavano bene le mani DOPO che hanno visitato un paziente, naturalmente per non contagiarsi eventualmente loro.

Giuseppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.10 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Se serve a migliorare le condizioni igienico sanitarie dell'ospedale, ben venga l'iniziativa del premio.
Sperando che venga finanziato con le multe messe a chi le mani non se le lava bene o non se le lava affatto.

Alessandro De Sanctis 31.12.10 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

continuate a pagare quattro soldi gli infermieri,i medici specializzandi e specializzati...vedrete che arriverà un giorno in cui al posto degli infermieri vedrete dei gorilla col camicie che si gratteranno il sedere prima di visitarvi.

Bingo Bongo 31.12.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene da pensare che PRIMA avevano TUTTI LE MANI "ZOZZE!"

ma non sono spesso questi "nordisti" che inveiscono contro il meridione sporcaccione?

la realtà invece è tutt'altra , eh !

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 31.12.10 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna che non si lavano le mani mentre si prendono cura dei malati!

a volte (ritornano) Commentatore certificato 31.12.10 09:50| 
 |
Rispondi al commento

UNITA' D'ITALIA...
Nel 2011 si "FESTEGGERA'" il 150° anniversario della (cosidetta) "UNITA'" d'Italia.
Bene.
Noi di EMERGENZA DEMOCRATICA proponiamo che i "CITTADINI" italiani in "BUONAFEDE" la "FESTEGGINO" scendendo a "MILIONI" in piazza, "UNITI" senza bandiere e senza fazioni, utilizzando un "UNICO" argomento (i "TROPPI SOLDI" dei "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE") e contro un "UNICO" nemico (i "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI")...

... oppure (secondo noi) è meglio lasciar perdere...

EMERGENZA DEMOCRATICA 31.12.10 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Qui si vede benissimo che PDl e PD-L sono la stessa cosa.

W M5S

Uno dei tanti 31.12.10 08:13| 
 |
Rispondi al commento


Vero, però voglio spendere una buona parola per il
Reparto di neonatologia patologica della Mangiagalli
e del Centro aiuto alla vita che dispensa gratuitamente generi di prima necessità, per giovani madri e padri in situazioni di difficoltà economica.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.10 01:15| 
 |
Rispondi al commento

ma bisogna non solo lavarsele BENE, ma anche SPESSO.

ed inoltre TUTTI e non solo gli infermieri che spesso usano i guanti.

ivan m. Commentatore certificato 31.12.10 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Dici una sciocchezza: almeno il 30% era causato da mani piene di germi. Non difendo la categoria, pur essendo un infermiere che ci pensa. Dico soltanto che dire "almeno il 30%" senza calcolare tutte le variabili in quel campo è un'autentica sciocchezza. Prima di muovere la lingua, pensare, attivare le sinapsi!

Gabriele Piardi 30.12.10 23:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori