Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La censura preventiva dei Moratti


fratelli_Moratti.jpg
I Moratti hanno inaugurato la censura preventiva sull'informazione minacciando di azioni legali chi darà notizia del libro "Il Paese dei Moratti". Nessuno, che io sappia, era mai arrivato a tanto. Lorenzo Fazio, direttore di Chiarelettere, la casa editrice che ha pubblicato il libro, mi ha inviato una lettera.
"Stupore e incredulità ha suscitato il comunicato che l’Ansa ha diffuso il 13 dicembre con il quale Gian Marco e Massimo Moratti hanno dichiarato che intendono agire non solo nei confronti dell’autore e dell’editore del libro "Nel paese dei Moratti" di Giorgio Meletti pubblicato da Chiarettere, “stante i contenuti non veritieri del medesimo libro”, ma anche nei confronti dei “massmedia che in qualsiasi forma e sede, allo stesso abbiano dato o diano spazio e risalto”. La minaccia di far processare chi parlerà del libro, favorendone la diffusione, è inusuale e grave poiché penalizza l’attività imprenditoriale dell’editore e la libera circolazione delle informazioni su una vicenda della quale si è parlato davvero troppo poco. Anche la Fnsi, la Federazione della stampa, ha criticato le parole e l’iniziativa dei Moratti (“Fnsi e Asr non possono che ribadire che il diritto di cronaca e quello dei cittadini a essere correttamente informati sono le basi stesse di una società democratica”), che hanno replicato in una lettera recapitata al Fatto, riformulando la loro posizione. Tutto ciò si aggiunge alle pressioni esercitate sugli stessi operai e sul sindaco in occasione del dibattito pubblico organizzato a Sarroch per presentare il volume. Forse un giudice potrebbe essere chiamato a decidere sulla legittimità di queste iniziative. Il libro è stato pubblicato con lo scopo di far conoscere quella vicenda e porre domande su come siano andate le cose quel tragico giorno del 2009, quando morirono tre operai della Saras. I massimi responsabili della raffineria, nel totale silenzio dei mass media, hanno ricevuto una richiesta di rinvio a giudizio per omicidio colposo plurimo (l’udienza preliminare è fissata per il prossimo 17 febbraio) per i fatti ricostruiti da Meletti. Chiarelettere e l’autore continueranno a difendere la scelta di trattare un problema così importante e difficile proprio per onorare la memoria dei tre operai morti, per tenere desta l’attenzione sul tema della sicurezza sul lavoro, e per difendere il diritto di informazione, nonostante tutto. Basta Sarroch, basta Thyssen." Lorenzo Fazio

25 Dic 2010, 17:32 | Scrivi | Commenti (56) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Adesso siete contenti di vincere con una squadra che si permette una folle perdita in bilancio di 154 milioni di euro? Alcuni di Voi mi dira’ senz’altro di si. In barba ai milioni di italiani che faticano ad arrivare a fine mese. Perche’ sicuramente molti in Italia e’ piu’ importante vincere uno scudetto di molte altre cose.
PERO' molti dimenticano che la famiglia moratti fonda la sua ricchezza nella distribuzione dei petroli ed e’ ben facile capire da dove vengono tutti I milioni buttati al vento allegramente, quando la benzina non cala quanto dovrebbe o aumenta piu’ del dovuto, oppure RISPARMIANDO ALLEGRAMENTE SULLA SICUREZZA DEI PROPRI LAVORATORI. Ma forse per gli interisti questi problemi non toccano anche se alla fine i "loro" scudetti pesano sulle spalle di tutti gli italiani, interisti e non. RICORDIAMOCI che alcuni anni fa' il signorotto di cui sopra ha buttato via 20 milioni per cambiare allenatore(mancini)!!! e questa'anno si e' ripetuto.
Nessuno se lo ricorda piu'? e' incredibile che per il calcio siamo disposti a sopportare questi schiavisti moderni. Soprattutto quando anche personaggi di un certo intelletto come beppe sevregnini si dimenticano o fanno finta di non vedere tutto cio' pur di vincere lo scudetto.
Nostro Beppe gli mandi un vaff dei tuoi da parte di tutti noi?? Io mi sono trasferito in USA. Forza MOVIMENTO 5 Stelle hai tutto il mio appoggio.

Max Calevino 30.12.10 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, ricordate i filmetti di Robin Hood?
"Per ordine del principe Giovanni tutti coloro che daranno aiuto al bandito Robin Hood verranno messi a morte"
Dov'è la differenza?
Mi sa che qualcuno ha messo indietro il calendario di 800 anni e non ci siamo accorti di nulla!!!

Domenico G., Padova Commentatore certificato 27.12.10 16:04| 
 |
Rispondi al commento

SE POTESSERO, CI ANNIENTEREBBERO IN UN SOLO COLPO E NON COME STANNO FACENDO, A POCO A POCO!!!!!! (questa "elitte di superiori illuminati"non ha più bisogno di tante bestie da carico,ci sono già fabbriche in cui delle macchine fanno altre macchine)MA NON LO FANNO PER UNA SOLA RAGIONE,LA PAURA,"PAURA NUMERICA",L'UNICA VERA ARMA CHE NOI POSSEDIAMO MA DI CUI NON SIAMO COSCIENTI, E DI CUI NON VALUTIAMO IL POTERE.QUESTA PAURA E'IL LORO INCUBO,QUINDI USANO LA STRATEGIA DELL'INGANNO ,DEL VIGLIACCO,(a poco a poco e alle spalle) PER ANNIENTARCI;MA "QUASI" SENZA CHE CE NE ACCORGIAMO E NON SOLO TOGLIENDOCI DIRITI O LAVORO MA SU TUTTI I PIANI DELLA NOSTRA ESISTENZA,CON VERI E PROPRI ATTENTATI ANCHE ALLA NOSTRA SALUTE.APRIAMO GLI OCCHI ED AGIAMO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI, E RISTABILIREMO UN PO DI ARMONIA SU QUESTA TERRA.

lilli r. Commentatore certificato 27.12.10 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Amici del blog non mischiate il calcio con queste storie,altrimenti non ci dovremmo vergognare di esseri tifosi dell'Inter,del Milan,della Juve ecc. ecc. perchè se andiamo ad analizzare a fondo cosa c'è dietro le società calcistiche,allora ci dovremmo vergognare di essere tifosi di calcio,di questo calcio che dovrebbe essere ridimensionato tanto e non poco,non è giusto che un calciatore guadagni in un mese un milione di euro ed io e la maggioranza delle persone con uno stipendio di 1200/1300 euro,quando lo si riesce a prendere,ci deve fare una vita di lavoro. Honil

Annamaria I. Commentatore certificato 26.12.10 22:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardatevi , per chi ha Sky , il film "OIL" , su Sarroch e le Raffinerie dei Moratti lo stanno programmando su CURRENT TV.

roberto poianella 26.12.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Si si ora le imprese stanno facendo dei corsi sulla sicurezza,ma resta il fatto che molte regole sulla sicurezza per esigenze di tempi vengono disattese,al momento che occorre fare determinati lavori dove si devono eseguire delle procedure...( per evitare incidenti) si baipassano dei passaggi essenziali per garantire la sicurezza del lavoratore.Morale con questi corsi si vogliono deresponsabilizzare le imprese a danno dei lavoratori in modo tale che ad incidente avvenuto possano dire che il lavoratore era consapevole dei rischi che correva eseguendo un determinato lavoro pericoloso,ma la realtà e che il lavoratore in definitiva per paura di perdere il lavoro rischia quotidianamente la vita ogni giorno della sua vita.

F.N. 26.12.10 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Come ho sentito questa notizia, ho comprato subito il libro su amazon !!!
Ecco come bisogna reagire di fronte alla vergogna di queste persone !!!
Questi sono stati i promotori di Calciopoli (Farsopoli) per distrugggere la Juve e per far vincere l'Inter, adesso vogliono nascondere le loro malefatte così !!!
Questa gente si nasconde dietro ad una falsa parvenza di onestà per fare i loro porci comodi alla faccia nostra !!!
Sono petrolieri ed ambientalisti, sono di destra e di sinistra !!! Roba da matti !!!

Marco Piumi (marcopiumi), Torino Commentatore certificato 26.12.10 18:22| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Petrolieri di merda, andate a coltivare la terra.

KOWALSKI (first name unknow) 26.12.10 18:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

meno male che non sono dell'Inter o del Milan, mi evito di vomitare!

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.12.10 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi fan più paura i tanti silenzi di Casini,Buttiglione, Fassino & co. anziché il ghigno dei Moratti. E' più difficile combattere l'infido che una intera armata.

diFranco Vatteroni 26.12.10 16:56| 
 |
Rispondi al commento

che schifo vivere in un paese con delle persone che hanno potere come i moratti...

sergio como, castellammare del golfo Commentatore certificato 26.12.10 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh no, e io che ho già comprato il libro e l'ho pure consigliato...

Danilo S. Commentatore certificato 26.12.10 16:28| 
 |
Rispondi al commento

non ce niente da fare questi imprenditori hanno in mano il nostro paese (astensionismo e legge elettorale gli e lo permettono)il tentativo e di strapparci tutti i diritti e ridurci in una specie di schiavitù modello orientale!la strada e quella inboccata da marchion ma presto tutti la seguiranno le imprese dovranno fare utili a tutti i costi i menager si riempiranno le tasche e i poveri diveranno sempre più poveri!la domanda e questa quanto durera questa catena di sant antonio perche se un operaio non puo comprare una machina perche guadagna troppo poco cosa cavolo la fanno a fare?il paradosso!

franco malatesta 26.12.10 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Grave l'episodio della morte dei lavoratori, grave il silenzio che ne è seguito. Mi permetto di fare l'avvocato del diavolo (o delle cause perse, se volete). Strano questo silenzio stampa. Strano che si venga comunque a sapere di determinate censure e anatemi. Come se si volesse accrescere una certa curiosità attorno a un libro. Acquistando il quale, certamente si premia il paziente lavoro dello scrittore, dell'editore, dell'agente letterario... qualcosa andrà anche alle famiglie dei lavoratori, cui certamente sarà mancato ogni sostegno dalle "istituzioni"? fabio

fabio zannini 26.12.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento

A cosa servono i Social Network? Pubblicjìhiamo tutti sulla nostra bacheca una foto del libro e facciamola circolare ai nostri amici.Ci denunceranno tutti??

Sergio Zunino 26.12.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me, più che comprare il libro (che forse sarà anche di difficile reperimento) bisognerebbe trasformarlo in ebook e distribuirlo gratuitamente.
Parere personale.
Franco

Franco Ferdori 26.12.10 15:09| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

e che problema c'è...... diffondiamo a tappeto tramite tutti i siti web che abbiamo, i social network e tutto quello che ci viene in mente l'esistenza di questo libro e vediamo se riescono a querelarci tutti...... ma poi xche non si fa un bel referendum per approvare una legge che preveda l'applicazione del concetto ' se hai torto in giudizio e mi hai querelato allora oltre a pagarmi le spese legali mi devi anche indennizzare con una cifra adeguata alla tua richiesta ??"

roberto anoardo 26.12.10 14:56| 
 |
Rispondi al commento

voglio quel libro
voglio quel libro
voglio quel libro
voglio quel libro
voglio quel libro

MOSE MARCHESAN 26.12.10 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tirate troppo per le lunghe! cosa vogliono i moratti? sisenzio stampa ? se è una notizia discutibile , con tutti discutiamone ,altrimenti lasciamo perdere ci sono altri argomenti in "commercio"
Claudio Manini

claudio Manini 26.12.10 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Bene, finalmente qualcuno diffonde la verità riguardo la disgustosa famiglia Moratti, parata politicamente sia a destra che a sinistra, che continua impunemente a percepire i contributi del CIP6 destinati alle energie pulite, che ha truffato i sottoscrittori delle azioni SARAS vendute almeno 3/4 volte il loro reale valore (infatti il giorno dopo la quotazione in borsa avevano già perso più della metà del loro valore), che avvelena quotidianamente una parte di Sardegna bellissima, causando morti sul lavoro ma anche centinaia di casi di tumore e mutazioni genetiche tra la popolazione di Sarroch e dintorni, ovviamente tutto nel silenzio dei media di destra e sinistra.

Fabio G. 26.12.10 12:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

il petrolio non è nè buono nè cattivo, anzi,lo trovo meraviglioso, è l'uso che se ne fa discutibile: è solo uno specchio degli appetiti e bisogni di milioni di uomini e donne ordinarie che avallano tutto con opere e/o acquiescenza;
Fottetevi, Moratti, i vostri alter ego locali non sono diversi da voi e i più vorrebbero essere al vostro posto per essere come voi o forse peggio. Ci vogliono Uomini, non quaqquaraquà che s'ingrassano il culo con la miseria materiale, morale ed intellettuale altrui...

K.S. Von Stauffenberg 26.12.10 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo o Grillo Beppe, io non riesco a capacitarmi quando sti signori MEZZE CALZETTE ma pieni di soldi danno ordini da DIO, nella loro mente si è formato uno strato di vuoto sociale occoputa da un potere assoluto: Tutto quello che esiste è mio. Riescono a comprare tutto, a coprire qualsiasi cosa che a loro non va a genio, sono degli esseri infernali; senza sogni, senza mani, gente che non sa farsi neanche un panino, che vivono in case dove possono vivere 100 famiglie di senza tetto, e non sanno fare niente, senza inservienti. Questa gente dovrebbe far pena, perchè è gente senza amore, e si creano amori fasulli come l'Inter, come il Milan. Il Vice Presidente di mediaset quando si comprò il canotto da 10 milioni di euro, e dei fotografo lo ripresero in compagnia, minacciò i fotografi di denunciarli. La gente così non è gente normale, eppure la gente normale ci va dietro. Gente che rovinano la società, l'intero pianetà con il loro fare, con il loro arricchirsi perchè vivono solo per questo. La gente si stupisce che un Moratti, o un Berluscone, o qualche altro megalomane " mezza calzetta di uomo " Spende 100. milioni per un giocatore. Come li devono spendere i loro soldi? Ne hanno così tanti, e aumentano ogni giorno che passa da far schifo. Perchè sono degli uomini schifosi, mezze calzette che rubano. rubano diciamo anche con le leggi a favore; ma sanno che mentre la loro ricchezza aumenta, molti uomini come loro, bambini, soffrono la fame, e muoiono di fame. Allora, a chi vogliamo paragonarli questi signori? La ricchezza è un REATO? No! Non è un reato, ma lo divrebbe essere quando delle persone si arricchiscono all'infinito a danno di altri. E siccome diciamo che l'uomo è l'essere più intelligente della terra. Devo pensare diversamente; l'essere più intelligente della terra può essere un tipo come il gatto, che la sua vita e la sua libertà la mette davanti a tutti e non va a danno di nessuno. Petroliere puzzadi merda. Con amore e con democrazia Peter Pan

Vito Volpicella, bari Commentatore certificato 26.12.10 11:24| 
 |
Rispondi al commento

il vero problema è che alla "massa", virgoletto per sottolineare l'aspetto più negativo della parola, poco le frega di quanto viene investito sulla sicurezza,
del futuro dei figli, della propria vita, di come arrivare in fondo al mese, di come vengono curati, di come vengono sprecati i nostri soldi e le nostre energia.
Grillo ricorda che Sabin, quello del vaccino, pochi sanno chi era, che era morto non lo sapevo neppure io.
Eppure aveva rinunciato al brevetto per salvare più bambini.
Eppure quasi tutti conoscono i portieri di Moratti, i personaggi del grande fratello. Maradona è stato addirittura usato come testimonial di voto. Grande giocatore, ma come esempio di vita...
Della thyssen si è parlato molto perché la "disgrazia" è stata collettiva. Ora ci stiamo dimenticando pure di loro. Di tutta la gente che muore tutti i giorni sul lavoro ce ne dimentichiamo subito.
Anzi se ne parliamo rompiamo i coglioni. Uso di rado brutte parole ma quando è troppo, mi escono dal cuore.
Anzi anche su questo blog frequentato da gente sensibile alle questioni sociali si sono visti solo una ventina di commenti.
Se vogliamo un vero rinnovamento dobbiamo, per prima cosa, prendere coscienza che siamo condizionati dai padroni del circo.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 26.12.10 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Io non sapevo niente di questo libro. Ma lo comprerò non perché me lo ha reso noto Beppe tramite il suo blog,, ma perché' i Moratti con il loro comportamento ne hanno fatto una propaganda meravigliosa. Non capiscono proprio niente. E lo si vede nel calcio: quanti allenatori in pochi anni?

Pietro Greco 26.12.10 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Questa gente s'arricchisce e basta..alla spalle dei paesi da cui prendono la materia prima e dove la commercializzano.
Prima ci liberiamo dal Petrolio e prima ci liberiamo dal tumore che esso rappresenta...
Vorrò vedere cosa faranno questi signori, quando finirà...
Sciopero Genrale ad oltranza...in tutta europa...

roby f., Livorno Commentatore certificato 26.12.10 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Prima si legge e poi si contesta...ma dopo...ma ormai l'italia scopre la Querela Preventiva...(come la Guerra)della serie:penso che tu pensi male di me..e ti fo causa...!!!
Basta Vedere gli USA..con Assange...bisogna "incriminarlo" inventiamoci un capo s'imputazione..dimenticandosi che non è: ne un cittadino statunitense;ne che lui si è appropriato in modo illecito dei documenti;e che è un suo diritto sulla libera d'informazione, lui pubblica ma non commentà...
Beppe bisogna introdurre un articolo nel codice Penale di questo tipo:...chiunque sia oggetto di indagini giornalistiche e proponga querela per le notizie diffuse riguardanti fatti o notizie riconducibili alla sua persona-qual'ora l'autorità giudiziaria-ritenga legittima la pubblicazione-il querelante verrà incriminato Civilmente e Penalmente.
Il Reato Penale dovrebbe riguardare:l'Intimidazione-e attentato contro la Libertà d'informazione-diritto riconosciuto dalla Costituzione-dal punto di vista Civile invece: condanna al risarcimento triplo rispetto a quanto richiesto dal querelante.
ANche perchè chi paga è sempre che diffonde le notizie, mai chi perde...e comunque tenta sempre di nascondere i fatti, anche se ha torto.

roby f., Livorno Commentatore certificato 26.12.10 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Forse Moratti non vuole perdere tempo in tribunale e spendere soldi per avvocati:I SOLDI GLI SERVONO PER INGAGGIARE LEGIONI STRANIERE DI CALCIATORI E FARGLI CONTRATTI PRINCIPESCHI!!
MORATTI:ASSUMITI LE TUE RESPONSABILITA'!

zio billy Commentatore certificato 26.12.10 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forse hanno la coda di paglia e la puzza al naso dei ricchi.ma e' natale, siamo buoni.....

aldo abbazia 26.12.10 09:39| 
 |
Rispondi al commento

UN GOVERNO CORROTTO E CORRUTTORE,CON I CONTINUI ANATEMI LANCIATI DA BERLUSCONI CONTRO MAGISTRATURA E LE ALTRE ISTITUZIONI DELLO STATO,PERFINO LA MINACCIA ALLA CONSULTA CHE SE NON DOVESSE APPROVARE IL LEGITTIMO IMPEDIMENTO IL POPOLO DEI PEONES BERLUSCONIANI SCENDERANNO IN PIAZZA PER UNA RIVOLTA CONTRO LA VERA GIUSTIZIA,SCATENEREBBE IL SUO IMPERO MEDIATICO TELEVISIVO-STAMPA,ASSOLDEREBBE 100/1000 GHEDINI PRONTI A DIFENDERLO IN TUTTI I TRIBUNALI,INSOMMA UN CAPO DI GOVERNO CHE PROMETTE LA GUERRA TOTALE AD ALTRI ORGANI DELLO STATO SE NON SI DOVESSERO PIEGARE E SOTTOMETTERE AI SUOI VOLERI.APPARE CHIARO CHE IN QUESTO CLIMA DI COMPLETO SOVVERTIMENTO DELLE REGOLE DEMOCRATICHE LA TRACOTANZA DEI POTENTI NON ABBIA PIU' LIMITI.SI ARRIVA ADDIRITTURA A VOLER VIETARE LA DIFFUSIONE E LA LETTURA DI UN LIBRO.SIAMO ALLA PURA FOLLIA DI CHI SI CREDE PADRONE ASSOLUTO DELL'ITALIA E DEGLI ITALIANI.DI QUEL POPOLO TANTO INVOCATO QUANDO SI TRATTA DI FARE IL PROPRIO COMODO ED AFFARI.SIAMO TORNATI ALL'EPOCA DELL'INQUISIZIONE DOVE TUTTI GLI INNOCENTI DISSIDENTI VENIVANO MANDATI AL ROGO.PERFINO LA CHIESA HA TOLTO IL DIVIETO A LEGGERE I LIBRI MESSI ALL'INDICE.TUTTO QUESTO SI CHIAMA, A CHIARE LETTERE, SOVVERTIMENTO DELLE REGOLE DEMOCRATICHE ED ATTENTATO AI FONDAMENTI DALLA NOSTRA COSTITUZIONE CHE TUTELA LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE E DI STAMPA.PURA FOLLIA DI UNA CLASSE PADRONALE ORMAI DESTINATA ALL'ESTINZIONE.IL FUTURO E' DEI GIOVANI E NON DI QUESTI OTTUSI MATUSALEMME.UMBERTOSKY

umberto capoccia 26.12.10 09:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Questi signori vista la loro potenza economica dovrebbero conoscere il significato della parola lealtà ed applicarla anche quando potrebbe costargli una cattiva reputazione. Purtroppo a loro interessano solo i soldi i profitti ed il potere e difficile fargli capire altro perciò da loro bisogna aspettarci di tutto.

di motta 26.12.10 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Censurare un libro mi sembra questo si un comportamento censurabile , tuttavia vorrei fare alcune considerazioni sui 3 morti della Saras.
Mi sembra assai ipocrita parare di questi 3 morti nel libro , mi sembra piu che altro che le critiche siano mosse solo perchè riconducibili a Moratti.
Ci sono molti piu morti tutti i giorni , ad esempio sulle strade , e magari sono morti bianche pure quelle di gente che si stava recando al lavoro oppure che usa il mezzo per lavorare , ma perchè fanno meno notizia dei 3 morti descritti in questo libro?
Probabilmente perchè dietro alle morti sulle strade non c'è un petroliere un un magnate , perchè magari a noi ci fa comodo continuare a superare i libiti di velocità e non vorremmo mai che qualcuno regolasse questo meccanismo magari mettendo un fermo meccanico per la velocità dei mezzi , oppure facendo ripetere l'esame della patente ad ogni scadenza in modo da rinfrescarsi tutti la memoria sul significato dei segnali stradali , una prevenzione che risparmierebbe molte vite tutti i giorni , ma queste morti non fanno notizia.
A mio avviso , Moratti è da "inquisire" per altri motivi , senza enfatizzare con un libro questi morti.
Ai petrolieri ad esempio andrebbe chiesto perchè stanno impovendo il pianeta tirando in superficie miliardi di barili di petrolio , ben sapendo che tra 100 anni la tecnologia che avremmo a disposizione farebbe durare quelle risorse per altri 10'000 anni , mentre a questo ritmo dureranno meno di 30.
Ma questa stessa domanda andrebbe fatta a chi tira su metano e lo porta in superficie , o anche l'acqua.
I terremoti sono causati da spostamenti della crosta terrestre , questo fenomeno di certo aumenterà se nel sottosuolo manca la dovuta resistenza che oggi viene esercitata da queste fonti , in questo modo i terremoti saranno sempre piu frequenti e di maggiore intensita. Per il capitalismo le energie rinnovabili costano di piu , ma nella realtà costano meno sia alla società che al pianeta.

Giampaolo S., Belluno Commentatore certificato 26.12.10 05:42| 
 |
Rispondi al commento

andando a spulciare bene tutte le leggi italiane credo che abbiano commesso quache reato grave questi moratti con questa uscita stravagante.

ma in italia la legge è diventata un quiz?

bruno bassi 26.12.10 02:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che c'è da aggiungere se non la celebre contumelia
del famoso Generale Cambronne"MERDA" semmai che emana vapori rutilanti e ributtanti sempre più invasivi e asfissianti.
Siamo sull'orlo di una crisi sociale che monta giorno dopo giorno e che ci potrebbe portare fuori dall'Europa entrando in una fase di regresso economico e sociale di dimensioni abbissali e irreversibilmente collocarci tra i Paesi emergenti
e senza aiuti dall'esterno, perché lo Zio SAM non ci foraggia più, anzi ci chiede ancora pegno a 70 anni anni dalla sconfitta subita nell'ultimo conflitto Mondiale, e noi ne paghiamo drammaticamente le conseguenze.

Giorgio di giacomo 26.12.10 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Per caso vogliono agire legalmente anche verso chi ha comprato il libro?
Vendono petrolio e poi si presentano sempre con questa faccina pulita.....

Massimo 25.12.10 21:54| 
 |
Rispondi al commento

D'altronde stiamo parlando dei DIVERSAMENTE ONESTI!!!!!!!

MANUELA BERTOLDO 25.12.10 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè Marco Travaglio che è un paladino non lascia un po' "tranquillo" il cav. e non si occupa dei Moratti, oltre che sul suo giornale anche anche su sky canale 130 CULT????

PRESTA NOME, firenze Commentatore certificato 25.12.10 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi usano la gente per le loro ditte poi li uccidono e non si deve sapere nulla. Mentre tu se rubi una banana perchè hai fame vieni sputtanato sul giornale con nome cognome età e indirizzo di casa. Siccome per natale mangerò alla caritas, se mi date 5 minuti di colloqui coi Moratti mi preparo la cena del 25...

Ale 25.12.10 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte dell'ANPI di Anzola Emilia (BO) ed ho già raggiunto un accordo con l'autore Giorgio Meletti per la presentazione del suo libro "Nel Paese dei Moratti" proprio nel nostro paese per il 25 febbraio p.v.
Invito tutti i membri delle sezioni ANPI di tutta Italia a fare lo stesso!

Marco De Angelis 25.12.10 20:27| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ci meravigliamo per queste cose..l'italia ormai è un paese d merda e la colpa è nostra che stiamo ancora con il culo sulla sedia a scrivere.. quindi non ci lamentiamo... anzi siamo veramente dei testa di cazzo che permettiamo questo.

franco f. Commentatore certificato 25.12.10 20:13| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questo punto non rimane che comprare il libro.

alex c 25.12.10 20:09| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

I Moratti sono brutta gente e lo si vede da come cercano di governare Milano.

Carlo Carli 25.12.10 19:49| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
E' MEGLIO PER I MORATTI CHE SI FACCINO L'ESAME DI COASCIENZA,PRIMA DI ATTACCARE IL LIBRO CHE DICE LE VERE VERITA' SU DI LORO
ALVISE

alvise fossa 25.12.10 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Questi signori non possono arrivare a mettersi sotto i piedi le libertà costituzionali, non ne hanno il diritto, non ne hanno il potere, non ne hanno la veste! Bisogna andare al contrattacco finché si è in tempo: penso che il Presidente Napolitano, nella sua veste di capo della Magistratura, dovrebbe avere le prerogative necessarie per mettere in riga questi due signori, i quali altro non sono che due comuni cittadini. Pieni di soldi, sissignori, ma pur sempre comuni cittadini, sottoposti all'imperio della legge. Questa loro pretesa è un attentato alla Costituzione, reato penale, non possono passarla liscia, dobbiamo reclamare presso il Presidente affinché intervenga di persona. E' ora di finirla, siamo arrivati al punto che qualunque scalzacane che si alza dal letto col piede sbagliato, crede di essere diventato Caligola in persona. Dobbiamo cominciare a reagire. Tagliamogli le unghie!!!

domenico maniscalco, ficarazzi (PA) Commentatore certificato 25.12.10 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per forza ...finchè bruciamo benzina e gasolio...quei ladri diventano sempre più forti.
Bisognerebbe boicottare i consumo così i moratti ,i garrone,ed altri dovrebbero andare a raccogliere gli stracci!
Vergogna petrolieri del...cazzo!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 25.12.10 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Vorrà dire che in cambio, come legittima difesa PREVENTIVA, dovremmo castrare chimicamente tutti i petrolieri del mondo, a me sta bene, alla famiglia Moratti invece?


Dopo anni passati a crearsi l'immagine del "buon presidente" dell'inter che tratta i giocatori come dei figli, una persona per bene, finalmente si comincia a capire che persone sono realmente i Moratti

Alessandro I. Commentatore certificato 25.12.10 17:59| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori