Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ben Alì e Berlusconì


Ben_Ali_Berlusconi.jpg
Le fortune nella vita capitano sempre agli altri. Lo stellone italico ci ha abbandonato. Nella notte mi hanno informato che un settantaquattrenne, con il nome che iniziava per B., salvato a suo tempo da Craxi, erede del Partito Socialista, padrone delle televisioni del suo Paese, da circa vent'anni al potere, era su un aereo in Sardegna, pronto alla fuga. E l'identikit sputato dello psiconano pronto a decollare da Villa Certosa, ma a bordo c'era Ben Ali, presidente della Tunisia, non Berlusconi. Ben Alì è poi volato verso l'Arabia Felix e il nostro ce lo abbiamo ancora tra i piedi.

15 Gen 2011, 15:45 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

grazie a B stiamo andando di gran passo allo sfacelo
Ma anche grazie ad A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z .

criscuoli alberto 29.01.11 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Il drago nano

Allupato, il drago fece la richiesta:
“Tu, noioso ruffiano, chiama Lele,
stasera in villa noi faremo festa,
decine ne voglio; vai, cane fedele”.

Il ghigno s’allargò, del tele-cameriere:
“Oggi chiudo in bellezza, soldi e sesso
gratis, fottere tutti è mio mestiere,
escort, Lele, il mio ricco drago fesso”.

“Organizza, è in gran forma, ha pagato,
due parti a te per il tuo disturbo,
una parte a me per il mio, è scontato
sia così, sono cameriere tele-furbo”.

Vergini furono solo nella mente
pudibonda della dragonessa consorte,
quando a tutti lo disse pubblicamente,
poi, delusa, da lui separò sua sorte.

Ad allestire il loro girovagare
fu chiamata un'igienista dentale.
Nasce il sospetto, per loro insegnare
come dare il meglio nel rapporto orale?

Fosse stata una colonproctologa,
per dare sollievo dopo quello anale?
Spontaneo chieder, forse è in voga
pure l’igiene della dentiera regionale.

Conosciuti i compagni di merenda
ora ci toccano quelli di bordello,
anche se ora è cambiata la prebenda
e solo del drago è ricco il borsello.

Di sua dimora fece di malaffare
casa e di sua bocca arma letale,
quando a sua difesa, iroso e volgare
diede segno di tenue salute mentale.

Come il re nudo s’aggira nel mondo
il nostro drago di barzellette; e vano
è fare capire al garrulo giocondo,
che sua lingua sputa veleno ed è nano.

Gioite cittadini di rive italiche,
il vostro drago è testardo come mulo,
le vostre figlie copre di onta falliche,
a voi, divertendosi, lo mette in culo.

pgd

pgd 22.01.11 21:38| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè in italia non sappiamo organizzarci e unirci come hanno fatto in tunisia???????????? ma che razza di paese siamo????????????andiamo a arcore piantiamo le tende e leviamole quando lo psiconano si sarà levato dai coglioni è tanto difficile ???????'

tommaso RABITI Commentatore certificato 20.01.11 18:55| 
 |
Rispondi al commento

sono gemelli!

Cambia che quello la poteva permettersi di più perché la situazione sociale ed economica è diversa.

Penso che il nano nello stesso ambiente sarebbe identico e viceversa quell'altro qui.

bruno bassi 20.01.11 17:26| 
 |
Rispondi al commento

MENTRE NOI DISQUISIAMO SE BERLUSCONI SE LA E' FATTA RUBY O NON SE L'E' FATTA, IN TUNISIA,ALGERIA E GIORDANIA C'E' LA RIVOLUZIONE PERCHE' IL POPOLO E' ALLA FAME.IL GOVERNO,DESPOTA E CORROTTO, DI BEN ALI E' STATO SPAZZATO VIA IN POCHI GIORNI.QUANDO GLI ITALIANI DECIDERANNO DI PRENDERE A CALCI IN CULO BERLUSCONI E MANDARLO AD ANTIGUA O IN SIBERIA DA PUTIN ? L'ITALIA E' UNA NAZIONE FALLITA SENZA PIU' FUTUTO ED IN OSTAGGIO DI UNA CLASSE POLITICA CORROTTA ED INTRALLAZZATRICE.LO STATO DI DIRITTO E' STATO SOSTITUITO CON QUELLO DELLA CORRUZIONE E DEI VARI CLAN POLITICO-MAFIOSI. I MASS MEDIA SONO NELLE MANI DI BERLUSCONI CHE LI USA A SUO USO E CONSUMO.UNA BANDA DI LACCHE' E CORTIGIANE CIRCONDANO IL SOVRANO CHE SPUDORATAMENTE MENTE E VUOLE SOTTRARSI AI GIUDICI.IL POPOLO LANGUE E NESSUNO SE NE FREGA : IL METODO DI CONSIDERARE LA POLITICA ALLA CETTO LAQUALUNQUE DI ALBANESE E' STATO REALIZZATO IN ITALIA DA BERLUSCONI SENZA COLPO FERIRE.MARCHIONNE HA SPAZZATO VIA OGNI DIRITTO DELLA CLASSE OPERAIA.QUESTA GENTAGLIA STIA BENE ATTENTA PERCHE' CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA. UMBERTOSKY

umberto capoccia 17.01.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

La Tunisia è un paese di Giovani,il 50% della popolazione ha un'età media che non supera i 20 anni.
Molti sono laureati, come il giovane che si è dato fuoco..perchè la famiglia era finita sul lastrico e li stavano pignorando tutti i propri averi.
Da qui la rivolta,uno stato "sanguisuga" che l'unica cosa che sapeva fare era tagliggiare i propri cittadini, per i propri affari, incapace di rispondere alle necessità del popolo.
Una Classe Dirigente al potere da 20 anni...(ma guarda che combinazione!!)vecchia..intenta solo a perseguire i propri intrallazzi, ha lasciato un paese nel caos.
L'anologie della situazione Tunisina, con il nostro paese è estremente vicina..oserei dire uguale.
Giovani e meno govani che ormai non intravedono più un futuro economico "equo e solidale", mancanza di progetti economici e sociali sostenebili.
Siamo allo "sbando" e con un debito pubblico di 1871 miliardi, ed ogni giorno gonfia sempre di più.
Una Classe Politica e Partitocratica,ha affondato i propri artigli in tutte le istituzioni,succhiando soldi pubblici e basta e intenta a gestire i propri feudi.
Opposizione e Maggioranza non fanno nessuna differenza,(gli affari sono affari)come spartirsi la torta dei Rimborsi Elettorali e i Varii compensi di mandato.
Basta vedere Torino..lo "Zombi" Frassino politico si candida..il PD..mette il suo carico sul tavolo per guidare la città..un'altro morto che cammina..
A Bologna non hanno il Sindaco..(sono sicuro che la gente non si ricordava più che mancava!).
lA DOMANDA CHE MI FACCIO E' QUESTA:se scoppierà il caos anche qui..quanti aerei ci vorranno per levaselli tutti dalle palle?
Beppe, fai due conti..non vorrei che ci trovassimo impreparati..

roby f., Livorno Commentatore certificato 17.01.11 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono i miei amici tunisini che mi prendono in giro, loro sono stati più bravi. Sigh!!!

pierluigi rovagnati 16.01.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

TUNISIA :
"DICESI" FORSE DI POPOLO CON "ATTRIBUTI" VERI ...

ITALIA :
"DICESI" DI POPOLO A " 90° " ????????
MDs

MDs 16.01.11 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l' ora di presentarmi davani ai giudici, ha detto il vecchio verme quanche giorno fa. E infatti ora i suoi avvocati han detto CHE NON SI PRESENTERÀ DAVANTI AI GIUDICI. Ovvio e scontato.
Non se ne può più di questa banda di VERMI che ha ucciso il Paese. Vanno fatti fuori e cacciati dall' Italia con le loro troie al seguito.

Mr. Hyde 16.01.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento

ma ve li vedete gli italiani rischiare la vita come i tunisini per rivendicare sacrosanti diritti come lavoro senza ricatti,libertà della politica dal vaticano,diritto all'informazione libera,diritto ad avere un governo ed un parlamento( pagati con soldi pubblici )che si preoccupino a tempo pieno di risolvere i problemi dei cittadini che con una croce hanno potuto solo ratificare la scelta fatta dalle segreterie di partito (o peggio là dove il partito ha una fisionomia proprietaria)ad approvare scelte del Padrone che sappiamo con quali criteri avvengano!Gli eletti donne possibilmente belle ed incapaci, gli uomini mezze calzette della politica obbligatoriamente servili.Vedi Bondi, Larussa,Gasparri ecc.Gli Italiani sono cresciuti con i reality della ditta berlusconiana e da 15 anni anche della rai.Cosa ci si puo' aspettare?

annamaria lelii 16.01.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento

I tunisini hanno dimostrato coraggio e determinazione. Noi in Italia, siamo troppo ottusi dalla ricchezza e dagli agi. Panem et circensens funziona ancora benissimo. Forse quando mancherà il pane...qualcosa succederà. Ma non adesso.

Antonio Barone 16.01.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE SONO TORNATO DALL'ESTERO. PER QUANTO CONCERNE IL FATTO DELLA GIORNATA,SIAMO MOLTO FELICI DELLA SCELTA DI MARCHIONNE PEA MODO DI DIRE, DOPO POCHI GIORNI DAL CAPODANNO COMINCIAMO BENE, CHE BELLO VIVERE IN ITALIA TRA SPAGHETTI E PERSONE CHE NON LAVORANO PIU E MILIONI CHE NON HANNO MAI LAVORATO. SIAMO NATI PER ESSERE RICCHIO E LIBERI PER CREARE CON LA NOSTRA MENTE CIO' CHE VOGLIAMO , USCITE DAGLI SCHEMI E TROVATE LA VERITA' IN VOI....NON COMPRATE PIU I GIORNALI. CHE RAZZA D'INFORMAZIONE E' QUESTA, NON SI LEGGE UNA BELLA NOTIZIA DA ANNI, PERCHE' NON CREDIAMO NELLE BELLE NOTIZIA DA ANNI..SI SCIOPERO TOTALE DI TUTTO. MEGLIO FARSI UN REGFALO WWW.DILANRICH.GIGACENTER.IT OOPURE VIAGGIARE NELLA LUCE E NELLA FELICITA. IO VI AMO E VI BENEDICO TUTTI...SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE PER UNA CONSULENZA MONDIALE DI RICCHEZZA E VERITA'...BUOINA DOMENICA MIEI CARI GUERRIERI DELLA LUCE...CON FORZA E CORAGGIO ....VIVA LA NUOVA ITALIA CHE NASCERA' DALLE CENERI DI QUESTA..DAI PENSIRI POSITIVI E DALLA RICERCA DI COMUNIONE NAZIONALE. DILAN RICH

dilan d., FIRENZE Commentatore certificato 16.01.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il presidente tunisino scappa dal suo paese!!!!
Che bella visione sarebbe vedere anche il nano che scappa con i suoi leccapiedi per sempre.

simone roncalli 16.01.11 14:01| 
 |
Rispondi al commento

SILVIOOOOOOOOOO !!!! Hai visto come si fa? Con stile, dignità e classe .... La strada è aperta, SEGUI L'ESEMPIO !!

Ennio R., Roma Commentatore certificato 16.01.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che gli Italiani si ribellino come i Tunisini a caccino a CALCI IN CULO Berlusconi e la sua banda di complici e di troje messi tutti a nostro libro paga.

dr. Jekill 16.01.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento

tutto il mondo si sta dimostrando più democratico che il nostro paese,è meglio quello che ha fatto Ben Ali che se ne è andato cosi si può ricostruire il paese che fare come Berlusconi che insiste,sapendo che la sinistra tanto non ha forza,di restare per poter coprire le sue malefatte.Non sarà innocente su tutto,qualcosa di vero c'è sempre.

Aldo Zandarin 16.01.11 11:14| 
 |
Rispondi al commento

seguito "Berlusconi imperatore di Antigua"

Un’altra iniziativa, impossibile da realizzare nell’Italia dei giudici, di grande respiro internazionale, potrebbe offrire a tutti i dittatori (che notoriamente hanno all’estero molti “risparmi”), un paradiso fiscale, senza estradizioni, che renda sereni e piacevoli gli anni dell’esilio.
Pensiamo solo al povero Craxi che non ha avuto questa opportunità e si è dovuto accontentare della Tunisia.

La fraterna amicizia con Don Verzè permetterebbe all’imperatore B. di impiantare un modernissimo servizio sanitario, riservato però solo alla corte e alle fanciulle con meno di 18 anni, per selezionare nel tempo una razza superiore di strafiche.
C’è solo da immaginare quali successi il nostro imperatore potrebbe realizzare nel campo della libera comunicazione, magari sottraendo all’Italia professionisti del calibro di Minzolini, Sallusti, Ferrara, Fede.
In breve Antigua diventerebbe lo Stato più ricco del mondo, un paradiso fiscale e sessuale senza pari, uno Stato che finalmente riconosca le enormi qualità del suo sovrano, a cui offrire lo “jus primae noctis” di tutte le fanciulle, naturalmente selezionate da Lele Mora.

Qui in Italia sei incompreso e non hai futuro, parti alla conquista di Antigua, qui persino Signorini ti vuole imbalsamare!
Paolo De Gregorio


paolo de gregorio 16.01.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Silvio, se fossi in te licenzierei immediatamente Alfonso Signorini che ha divulgato nella sua rivista una immagine di anziano patriarca, nella pace dei sensi, con nipotini in braccio,sperando di portarti un po’ di voti dei cattolici, ma offuscando la tua immagine di gagliardo amatore di giovani virgulti.
Per nessun motivo devi rinunciare alle tue pulsioni giovanili (magari aiutato dalle pilloline che ti fornisce Don Verzè),ma qui in Italia sei circondato da invidiosi giudici comunisti, che vogliono impedire il libero svolgersi della tua sana sessualità. Per non andare in galera devi mentire, frequentare persone squallide come Ghedini, Bossi, Scilipoti, Cicchitto, Verdini, Fede, Bondi, Schifani, Borghezio, previti, Dell’Utri e alla fine quella libertà, su cui hai costruito il tuo potere, risulta una libertà provvisoria e condizionata.

Qui ci vuole un salto di qualità, un colpo d’ala che ti metta in condizione di non nasconderti più, anzi di ostentare la tua vera personalità, degna solo di un re, ma dico di più, di un imperatore.
Tu già possiedi una buona parte dell’isola caraibica di Antigua. Con i tuoi sudati risparmi, inguattati in mezzo mondo, puoi comprartene il resto, e corrompendo legalmente gli attuali governanti puoi farti nominare facilmente imperatore di Antigua.

Il primo atto di buon governo, intitolato: più pilu per tutti, dovrebbe essere quello di abrogare le antiquate leggi sulla minore età e rendere totalmente liberi i rapporti sessuali.
Sarebbe prevedibile un grande incremento del flusso turistico, un forte balzo del PIL, e un aiuto a tutti i pedofili e maniaci sessuali ad uscire dalle persecuzioni giudiziarie.
Un’altra iniziativa, impossibile da realizzare nell’Italia dei giudici, di grande respiro internazionale, potrebbe offrire a tutti i dittatori (che notoriamente hanno all’estero molti “risparmi”), un paradiso fiscale, senza estradizioni, che renda sereni e piacevoli gli anni dell’esilio.
Pensiamo solo al povero Craxi che non ha avuto

paolo de gregorio 16.01.11 10:18| 
 |
Rispondi al commento

PUNTARE IL DITO solo su una persona è il solito errore...Ben Alì..è stato l'effetto e non la causa...
Sbaglia chi dice che se venisse spodestato in italia il premier, le cose andrebbero meglio...non cambierebbe nulla..
La stessa cosa è successa nel 92 con Craxi..lui fuggi..perchè fu uno dei pochi ad essere accusato...
Qui non è la persona che ci manda a rotoli..è un sistema politico partitocratico che ogni giorno mina la credibilità dello Stato, attraverso l'oligarchia e l'autoreferenzialismo di un sistema di intermediazione politica fine a se stesso.
Occorre un Reset Generale...a tutti i livelli..ormai è tutto intossicato...
L'esercito poi..figuriamoci...guadagnano troppo e non fanno nulla...figuriamoci se sosterrebebro una insurrezione.
Meglio un mega Sciopero Generale...ad oltranza..fuori tutti..o si ferma tutto...

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.01.11 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Non penso che si possa parlare di fortuna. Ben Ali é partito perché il popolo tunisino mosso dalla disperazione e dalla esasperazione si é rivoltato ed é sceso in piazza per dimostrare il suo dissenso ad un regime che subisce da pltre 20 anni, ed ha pagato col sangue e con oltre 50 vite questo atto di coraggio. Il popolo tunisino non ha piu paura il loro fututo é incerto, ma sono sicura che le nuove generazioni sapranno portare le risposte ai vari interrogativi. Uomini pagati da Ben Ali stanno disruggendo, rubando, uccidendo e violentando il paese. Il popolo si organizza per difendersi da questi attacchi, appoggiato dall'esercito. E in Italia? Quanto ancora siamo disposti a sopportare B. e quelli come lui? Quando il popolo italiano si ribbellera e invadera le piazze per cacciare il "dittatore" e cambiare l'attuale sistema? Il popolo tunisino ci sta dando una grande lezione, cerchiamo di non essere sordi e ciechi! Viva la Tunisia e la rivolta popolare!!

Marialucia Picciano 16.01.11 09:32| 
 |
Rispondi al commento

il nostro è molto, molto piu furbo , spudorato , manipolatore dai suoi primi inizi ,di disonesti politicanti , di mezziuomini e quaquaraquà,e protetto da leggi immaginate da uomini seri che vedevano il mondo con gli occhi che avevano in fronte !
Sono i suoi gli inizi che andrebbero spulciati , e secondo me è di quel periodo che ha paura ed ecco perchè ci butta il fumo negli occhi e ci distrae con insensati ed illogici comportamenti!

Eugenio Pellegrino 16.01.11 07:54| 
 |
Rispondi al commento

..situazione tragica... con o senza sbocchi pacifici?

alma gemme 16.01.11 07:28| 
 |
Rispondi al commento

sei grande beppe non riesco a commentare i tuoi post senza che mi venga in mente una parola che non sia offensiva verso questi nani che ci perseguitano tutti i giorni.sono molto preoccupato per quello che sta succedendo nel mondo del lavoro,piano piano destra e sinistra ci stanno trapanando in tutti i fronti.ho paura perche'in giro vedo indifferenza verso quei ladri che ci stanno mandando al macello.un saluto da andrea da felino pr.

andrea pessina 16.01.11 04:13| 
 |
Rispondi al commento

Anche se brucia la piccola corruzione – scriveva l'ambasciatore americano - sono gli eccessi della famiglia del presidente che oltraggiano i tunisini. Spesso citata come una quasi-mafia, dire 'La Famiglia' basta per intendere a chi ti riferisci. La corruzione - annotava ancora il diplomatico - qui è l'elefante nella stanza: nessuno puo' dirlo pubblicamente, ma tutti sanno che questo è il problema».

Il documento finisce in rete il 7 dicembre (insieme ad altri tre dello stesso tenore spediti nei mesi precedenti), e sebbene il regime applichi da anni la censura sul web rendendo irraggiungibili i siti ritenuti ostili, il clamoroso contenuto dei cablo americani diventa rapidamente di pubblico dominio. Dopo sei giorni Wikileaks pubblica altri tre dispacci americani in uno dei quali vengono anticipati i contenuti di un libro che contiene le prove sulla corruzione di Ben Ali. Tempo un paio di giorni e i più attenti analisti notano il primo, sorprendente, effetto.

Dopo 2.428 cablogrammi pubblicati sui 251.287 carpiti dagli archivi segreti del Dipartimento di Stato americano ma non ancora resi noti, Wikileaks rovescia già il primo regime. Senza armate o bombardieri né alcuna invasione corazzata: semplicemente con la forza del web. Perché se il popolo tunisino è sceso in piazza con tale dirompente determinazione da costringere il suo potentissimo presidente-dittatore Ben Ali a mollare lo scettro del potere e a fuggire, lo si deve in gran parte all’effetto prodotto nell’opinione pubblica e nella stessa opposizione tunisina dalla diffusione delle informative partite dall’ambasciata americana a Tunisi in direzione di Washington. Cioè esattamente ai documenti pubblicati nei primi giorni di dicembre da Wikileaks.

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDCategoria=273&IDNotizia=396567

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.01.11 01:02| 
 |
Rispondi al commento

la dura realtà della Comunità Economica Europea la cambi dall'oggi al domani: basta avere i coglioni per farlo, essere un popolo forte, intelligente e unito. certo che se parti in partenza con rassegnazione e timore, allora lascia pure che le cose vadano così: probabilmente hai un ottimo reddito, una buona posizione sociale, un benessere di stampo medio-borghese a cui non vuoi rinunciare... eh beh, ti capisco... ma non tutti sono così fortunati, sai. vai a dirglielo agli operai FIAT, ai lavoratori in nero nei cantieri abusivi, ai disoccupati giovani e non giovani che non trovano lavoro (e non perché non ce n'è ma perché non sono raccomandati dal mafioncello di turno)... vai a parlare con ESSERI UMANI che dormono per strada a 10 gradi sotto zero, ESSERI UMANI che vengono lasciati morire per indigenza nelle nostre belle "città economiche europee", guardati intorno...

gabra 16.01.11 00:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'attuale crisi tunisina e piu' paragonabile a quella egiziana e di altri paesi della regione nord africana, piuttosto che a quella italiana. L'unica similitudine della societa' tunisina con quella italiana, in un contesto di crisi politica ed economica, e' la corruzione e l'illegalita che regnano in entrambi i paesi. Comunque cose non di poco conto, ma in due societa' molto differenti tra loro.
Inoltre la disfatta del governo di Ben Ali e' stata usata come modello verso quei paesi arabi con regime dittatoriale e repressivo, come fosse un monito e per un avvio di cambiamento in clima democratico.
Se Berlusconi dovesse essere detronizzato come Ben Ali, sarebbe un guaio per l'intera Comunita' Europea, non solo per l'Italia e ci si ritroverebbe in una situazione ancora piu' drammatica di adesso. Non che l'Italia risulti essere il paese leader in Europa (per carita'!), ma ha comunque le sue responsabilita' sia nel suo territorio italiano che in quello della CEE.
La Tunisia ha la "fortuna" di far parte della Lega Araba e dell'Unione Africana. Cose molto ben differenti dalla dura realta' economica della Comunita' Europea.

Roberto C 16.01.11 00:36| 
 |
Rispondi al commento

POPOLO ITALIANO!
CHE ASPETTI?!
SE LO FANNO I TUNISINI LO PUOI FARE ANCHE TU.
LO POSSONO FARE TUTTI.
COSA ASPETTIAMO?

gabra 16.01.11 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In effetti combaciavano sin troppe cose per non sperare! Però gli italiani hanno una capacità di sopportazione che mi sorprende ogni giorno di più. "Usque tandem..." si chiedeva qualcuno. Io è da un pezzo che non me lo chiedo più...

Carlo Guadagno Commentatore certificato 16.01.11 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Caso Ruby, l'ira di Berlusconi: "Contro di me solo fango"

Cosa significa? Si lamenta che è .. troppo poco ?
Al posto suo non mi lamenterei. Cosa vuol dire, che preferiva i "duomi"?

rosario v. Commentatore certificato 16.01.11 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Che significa questo post?
Io non lo capisco!
Potreste parlare con un linguaggio comprensibile a noi ignoranti per favore!!!

Gianluca L., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo caro Beppe , non parlei di "Fortune" queste sono tragedie...come dico sempre io..qualcuno poi si fa male...
La vera Forza, son le "Rivoluzioni" che si fanno prendendo il Potere Legalmente...e cambiare il sstema, questo sitema marcio...morto.....che fa solo danni al Popolo Italiano.
L'italiani hanno le chivi in mano..devano decidere a chi "consegnare le chiavi delle Istituzioni"...
Noi facciamo il n/s percorso...e diciamo come la pensiamo e cosa vogliamo fare..da grandi...
Fare casino..per cambiare Padrone...mhh..non ci penso proprio.
Come si dice dalle mie parti: Corna e Quaini sono di chi ce la.......

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.01.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I tunisini sono sempre stata gente seria.
Oppressi, ma seri.

E poi quando ci si inc.. za o lo si fa seriamente o è meglio lasciare perdere.

Da noi non servono le br.
Fanno solo danno e probabilmente sono anche false.
Magari ce le organizzano da oltre oceano, chissà..

In Italia si finisce sempre a tarallucci e vino.
A meno che non ci aiutano dall'esterno.
Il fascismo infatti crollò, diciamo "presto", (per un popolo venti anni sono "presto") proprio per la instabilità creata dal fascismo stesso con la guerra.
Ma se non venivano quelli che (poi) chiamammo gli "alleati" avremmo tranquillamente atteso gli eventi, cullandoci nel nostro (loro) sogno di impero e attendendo che i tedeschi ci schiavizzassero e (prima o poi) uccidessero tutti, come "soluzione finale-finale" pro-razza-ariana!

Figurarsi se quelli non si sarebbero presi tutto il cucuzzaro ! Erano già pronti ! L'8 settembre, mentre i nostri governanti erano ancora in fuga, i tedeschi avevano già occupato tutto e disarmato tutti quelli a portata di mano !

Che poi i nostri "dux" di allora erano una massa di semi ignoranti (e razzisti) al potere, ma almeno rispetto agli attuali erano dei giganti.
Stron.. ma, a confronto, "paradiso" rispetto alle attuali schifezze delle schifezze delle schifezze umane di oggi.
Ci rodono dietro i Bantù!

Comunque la villa del boss tunisino sembra sia stata saccheggiata.
Lo stesso i suoi supermercati. Non so per le altre aziende.
Da noi, nel caso di Arcore e simili, ci sarebbe il rischio di beccarsi l'AIDS..
Non so se ne varrebbe la pena. Non credo.
Forse raderle al suolo con le ruspe e passarci sopra il sale, come facevano nell'antichità, come i romani con Cartagine, sarebbe più igienico e di maggiore praticità.
Tanto più che quella di Harcore ha un passato - presente veramente da dimenticare, anche perchè ormai sanno tutti come è stata portata via al precedente proprietario.
Ad essere superstiziosi, non è un posto, mi sa porti, molto bene. Quindi propendo per .. il sale..

rosario v. Commentatore certificato 15.01.11 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Bella battuta, ma avete visto l' iradiddio che è successa in Tunisia? Decine di morti, proclamato lo stato d'assedio...
Senza contare che Russia, America e Cina son rimaste alla finestra: farebbero lo stesso con noi?
Non credo, e, se succedesse qualcosa di lontanamente paragonabile anche da noi, ci troveremo con un bel burattino comandato dall'esterno(Vichy)...

A.Bahn 15.01.11 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Non solo anche il nostro B se ne deve andare, ma prima di farlo deve svuotare le sue casse in quelle del paese che ha portato a oltre 1800 miliardi di debito, mentre i fatturati delle sue imprese decuplicavano, che coincidenza !

Serena d'Agostino 15.01.11 19:24| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
PROPIO CHE SENZA O CON BEN ALI',IL NOSTRO PSICONANO ED I SUOI LECCAPIEDI,INIZIANI A PREPARARSI L'ELICOTTERO,PRIMA CHE ARRIVI L'IRA DEGLI ITALIANI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 15.01.11 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AH ! AH ! AH! AH!
Pensa se si rifugiasse in italia!
Così ne avremmo due!

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 15.01.11 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Si pero', al contrario degli italiani, i tunisini si sono arrabbiati veramente...

Alberto Giannetto Commentatore certificato 15.01.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

internet ha giocato un ruolo importante nella rivoluzione in Tunisia. Vedi per es;
http://www.bbc.co.uk/news/world-africa-12180954


Cio' significa che Beppe non e' un pazzo visionario, ma le sue idee sono valide.

Libero Italico 15.01.11 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe stato troppo bello se sua bassezza fosse stato su quell'aereo. Che delusione, comunque sia la speranza non muore mai. Se a naia si dice la và a pochi, a Berlusconi dico che prenda una aereo , una nave, una macchina, una bicicletta o a piedi , basta che vada fuori dalle palle.
Aspetto fiducioso notizie confortanti.

Pier A. Commentatore certificato 15.01.11 17:28| 
 |
Rispondi al commento

le vie della Boccassini , Forno e Sangermano

sono infinite....

Abbiate FEDE....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.11 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il nano fosse in fuga nel PD farebbero a gara per nasconderlo a casa loro. Anche se lui alla fine sceglierebbe quella del rottamatore Renzi, suo servetto preferito.

Tonj Coccjo 15.01.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Ok, mandiamo via Berlusconi...poi chi ci mettiamo?

Luciano Nonnari 15.01.11 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERONICA X CORTESIA FAI QUALCOSA..........FALLO X I TUOI FIGLI E X L' ORGOGLIO DI ESSERE ITALIANA.......GRAZIE.

eugenio zimmaro 15.01.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma beppe grillo non aveva detto che se non discutevano le leggi dei VDAY riuniva a Roma i firmatari??


Il "nostro" avrà un futuro simile, quando sarà costretto all'esilio in Libia o Russia

Giuseppe Ciaramella 15.01.11 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori