Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Che Lula ci dichiari guerra...


Cesare_Battisti.jpg
Il blog intervistò a suo tempo Alberto Torregiani, rimasto semiparalizzato durante un attentato nel quale fu ucciso il padre Pier Luigi. Uno degli attentatori era Cesare Battisti, condannato per quattro omicidi. Il video intervista risale al 30 marzo 2007. Si chiese allora che Battisti venisse consegnato alla giustizia italiana. Nulla è avvenuto in quasi quattro anni di governi Prodi e Berlusconi. Perché il caso Battisti esplode solo adesso, diventa un evento di rilevanza mondiale e i giornali gli dedicano da una settimana la prima pagina? Dopo l'appartamento del cognato di Fini, la morte di Sara e il bunga bunga, l'ennesima notizia di distrazione di massa. Importante quanto si vuole, ma meno delle fabbriche che chiudono, della crisi economica, della presenza in Parlamento di senatori condannati in secondo grado per mafia. Una notizia che ripetuta per giorni e giorni diventa l'unico vero problema degli italiani, la maggior parte dei quali non sa neppure chi è Battisti. Che Lula ci dichiari guerra e così sia.

2 Gen 2011, 23:52 | Scrivi | Commenti (99) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mi auguro che i politici italiani e brasiliani possano fare del loro meglio per consentire l'estradizione in Italia di questo assassino che e' riuscito fino ad oggi ad approfittarsi di cavilli legali e corruttele per imboscarsi. Per lui i politici ed i giudici italiani, di destra e di sinistra, sono alla pari pur di garantirsi l'impunita'.

Prego quindi il Dott. Gherardo La Francesca (Ambasciatore Italiano in Brasile) affinché possa inaugurare la sala della biblioteca della nostra ambasciata ad una delle vittime del criminale Battisti: Antonio Santoro 52 anni guardia carceraria di Avigliano (PZ) assassinato ad Udine il 6 Giugno 1979.

Sarebbe significativo inoltre che il Dott. La Francesca possa
 formalizzare presso l'ufficio toponomastico della città di Brasilia la richiesta di modificare la via dove ha sede la nostra ambasciata, 

da:

Ambasciata di Italia
S.E.S. Avenida das Nações, Quadra 807 Lote 30
70.420 - 900 Brasilia-DF

a:

Ambasciata di Italia
S.E.S. Avenida Andrea Campagna, Quadra 807 Lote 30
70.420 - 900 Brasilia-DF

[Andrea Campagna agente di polizia italiano di 25 anni, Medaglia d'Oro al merito civile alla memoria, assassinato a Milano il 19 Aprile 1979 dal criminale Battisti]

Scrivi una email a supporto di questa richiesta a: ambasciata.brasilia@esteri.it


Mi permetto di farti notare che i "froci sieropositivi brasiliani" vengono in Italia perché qui c'è tanta richiesta. Troppi italiani si dichiarano "maschi latini" e poi sanno solo prenderla dietro. Questo non solo nel senso figurato.

Giorgio C., Alessandria Commentatore certificato 20.01.11 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno ha il governo che si merita!!!!

MARCO PACINI, firenze Commentatore certificato 05.01.11 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Forse privare una persona della propria libertà meriterebbe almeno un po' di approfondimento, continuate a ripetere come pappagalli quello che sentite da gornalisti che offendono il diritto all'informazione(assassino, criminale,ecc...)

Volete cascare dalle nuvole?
Vi aiuterò: per esempio a ferire il Torreggiani è stato il padre prima di morire.
Uh, oh, ma dai! Ecc...ecc...

enzo langella 05.01.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe, mi piacerebbe collaborare con te attivamente. Come posso fare?
Grazie Pino

pino carella 04.01.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Un assassino rimane sempre un assassino e deve pagare per quello che ha fatto. Ma se il nano vuole rimanere in buoni rapporti con il brasile allora si vada a fare i suoi festini là e ci rimanga. Cominciamo ad essere un paese con un pò di palle e basta tutte le volte farsi mettere i piedi in testa da tutti arabi, russi, francesi.

gabriele gnoli, cartoceto Commentatore certificato 04.01.11 22:58| 
 |
Rispondi al commento

COnfesso che sulla questione dell'estradizione di Battisti non ho certezze, però ho sicuramente due dubbi:
Il Milan che "molla" Ronaldinho è forse il primo atto del boicottaggio di prodotti brasiliani da parte di Berlusconi ?
E Berlusconi rinuncerà alle sue escort brasiliane ?

Cesare Castelli 04.01.11 22:30| 
 |
Rispondi al commento

E ALLORA IO DO UN CONSIGLIO A TUTTI GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA',VISTO CHE SI CONTINUA A GRIDARE ALL'ASSASSINO SIATE UOMINI E DIMOSTRATE DI ESSERLO....TUTTI QUEI PEZZI DI MERDA CHE HANNO ASSOLTO E SCARCERATO IN 30 ANNI TUTTI I CRIMINALI TERRORISTI DI DESTRA DELLE STRAGI ...PIAZZA DELLA LOGGIA,BOLOGNA,L'ITALICUS IL TRENO ETCC.AVENDO TUTTI I NOMI DEI COLPEVOLI INQUISITI TRA LE MANI E GLIELA HANNO FATTO PASSARE LISCIA.....IN BARBA AL SANGUE CADUTO DI TANTA GENTE INNOCENTE CHE GRIDA ANCORA VENDETTA DALLA TERRA DOVE E' STATO SPARSO...ADESSO PORTATELI IN PIAZZA E FATE RIAPRIRE I PROCESSI DI QUESTI BASTARDI CHE ..INSIEME A SERVIZI SEGRETI ETCC.HANNO PRIMA SPIETATAMENTE E SPAVALDAMENTE UCCISO E POI SE LA SONO PASSATA PER IL ROTTO DELLA CUFFIA GRAZIE AI LORO LULA.....ADESSO USATE SE VERAMENBTE SIETE IN BUONA FEDE LO STESSO COMPORTAMENTO E VOGLIA DI GIUSTIZIA ANCHE CON QUESTI MORTI QUI....SE VERAMENTE FATE SUL SERIO E DITE COME DITE DI ESSERE" FRATELLI D'ITALIA"SENNO' NON ROMPETE PIù IL CAZZO E SE SIETE SENZA PECCATO SCAGLI PER PRIMO QUALCUNO LA PRIMA PIETRA OPPURE FACCIA LA PERSONA EDUCATA E RISPETTOSA E ...COME RISPETTA LE "SENTENZE"ITALIANE ..RISPETTI ANCHE QUELLE DI ALTRI UOMINI ,POPOLI E STATI LEGITTIMI E SOVRANI E NON DICA DI ANDARE ANCHE ALL'ONU SE HA UN MINIMO DI SENSO DELLE PROPORZIONI E DEL LIMITE.....OLTRE CHE DI DECENZA E FACCIA MENO IL PERRY MASON....C'E' BEN ALTRO CHE GRIDA VENDETTA AL COSPETTO DI DIO,..ANCHE NEL NOSTRO PAESE...DOVE ..INNOCENTI SI NAsce PARTORITI DALLA NASCITA.....ALTRO CHE CESARE BATTISTI...SIETE UN POPOLO SENZA STORIA ALTRIMENTI SE NON PROPRIO LA REALTA' STESSA RISPETTERESTE ALMENO I NOMI DICO SOLO.I NOMI. DI CHI E' CADUTO PER LA PATRIA.QUESTO INVECE DEL POPOLO DI EROI,NAVIGANTI E POETI E' RIMASTA SOLO L'IDOLATRIA NOSTRA DEL DENARO SPORCO E CORRUTTORE CHE TUTTO DISTRUGGE. E' ....

luigi morelli 04.01.11 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito questa mattina alla radio (penso Rai Radio 1) una parte di un'intervista della ministra Giorgia Meloni sul caso Cesare Battisti.
Non voglio entrare nel merito delle responsabilita' o meno di Cesare Battisti negli omicidi che gli vengono imputati (in particolare gli omicidi del gioielliere Torregiani e del Macellaio Sabbadin, avvenuti contemporaneamente il 16 febbraio 1979 in due diversi luoghi distanti tra loro 300Km. Ma non posso certo associarmi alla ministra Meloni (tra l'altro, nel 1979, aveva appena 2 anni) che vuole solo approfittare del caso Battisti per "distrarre" gli italiani dai problemi reali.
D'altronde, non posso che capire la mancata estradizione di Battisti da parte di Lula.
Come possiamo infatti pretendere che il Brasile si fidi della Giustizia Italiana, quando il presidente del Consiglio italiano insulta e denigra ogni giorno i Magistrati italiani? La ministra Meloni, prima di attaccare il Brasile, farebbe bene a dissociarsi dalle intemerate quotidiane di Berlusconi.
Inoltre se i pentiti sono andati bene per accusare Cesare Battisti (le condanne di Battisti derivano solo da dichiarazioni di pentiti), perche' non dobbiamo credere ai pentiti che invece accusano Berlusconi? La solita Giustizia che deve essere valida per gli altri, ma non puo' essere valida per il premier della Meloni!

Lorenzo Filippi 04.01.11 19:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un film "Lula o filho do Brasil" (Lula il figlio del Brasile) che non è stato "importato" e doppiato in Italia. La ragione ? A vedere la sua storia (VERA) ci vergogneremmo troppo della nostra classe politica. Vorrei vedere processato Battisti in Italia per rendere giustizia alle fiamiglie delle sue vittime, vorrei anche vedere tutti i Berlusconi d'Italia (i Cetto La Qualunque) presentarsi davanti ad un giudice e confessare. C'è speranza solo per il primo desiderio.

Paolo Mazzoni 04.01.11 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non ho nessuna simpatia per Cesare Battisti. Mi domando però come mai non c'è mai stata nessuna sollevazione paragonabile, per qualche terrorista nero nascosto all'estero. Non sarà che la differenza la faccia il colore ROSSO???

Pietro G., La Spezia Commentatore certificato 04.01.11 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono del 1944 e, purtroppo ,ho vissuto in prima persona gli anni di piombo a Torino e vorrei dire ,a tutti coloro che non hanno provato la paura ad uscire di casa, a coloro che, insegnanti e colleghi di un parente prossimo del brigatista figlio di Donat Cattin si è trovato volantini di minacce nei cassetti professori, di vergognarsi di mettere, anche solo minimamente, in dubbio le responsabilità del DELINQUENTE, per usare un eufemismo, cesare battisti.Parlate delle cose che conoscete e non usate ogni atto inutilmente terroristico, non esistevano infatti i presupposti per queste azioni infami,per farne proclami politici!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Margherita Cardone 04.01.11 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Lula non vuole estradare battisti perchè ha paura che diventi il prossimo portavoce di berlusconi e che in cambio gli mandiamo Capezzone.
E avrei paura anch'io cazzo!!

Stefano citterio 04.01.11 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Non succederà nulla oltre le pubbliche rimostranze perchè gli italiani hanno tanti interessi economici in Brasile da non mettere in pericolo. A chi vuoi che interessino i morti di terrorismo di fronte al profitto? E' la stessa lociga che ci impedisce di agire verso la Cina che manda a morte 3000 persone l'anno o gli USA che anche praticano la pena di morte ma nessuno li contesta (però gli iraniani si possono contestare per lo stesso motivo e purtroppo hanno ragione a rinfacciarlo in sede ONU il diverso trattamento).

Massimo Antonini 04.01.11 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente di difficile in questa vicenda. Battisti non è un ex criminale rifugiato all'estero e solo tardivamente reclamato in Patria e pertanto perseguitato. Battisti è un criminale assassino, giudicato colpevole in tutti i gradi di giudizio di uno stato sovrano. Deve pagare la sua pena. E' facile da capire. Non presenta difficoltà. Che non si sia fatto altrettanto in altri casi, che se ne parli troppo, che se ne parli in un momento in cui è più o meno appropriato, NON mi interessa. Sono solo scuse e un inutile svolazzo di polverone alzato di proposito per far sembrare la vicenda più nebulosa e nebbiosa di quanto sia in realtà.

Sandra C 04.01.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se fosse stato un problema ebraico allora sarebbe partito un commando di agenti segreti che avrebbe preso il "tipo" e lo avrebbe portato sulla terra di david pe processarol e condannarlo probabilmente a morte certa.

Chiaramente con il bensestare degli USA!

bruno bassi 04.01.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
sono perfettamente d'accordo con questo post. Sono aquilano e dopo il terremoto ho notato con estrema amarezza quanto sia pilotata l'informazione. Purtroppo il merito di coloro che dovrebbero rappresentarci è quello di essere degli astuti pubblicitari e di distogliere l'attenzione del popolo dai veri problemi (vedi il caso Scazzi che ha completamente monopolizzato il palinsesto televisivo e quasi tutti i giornali per settimane intere). Ho deciso di smettere di avere notizie dalla tv e dai maggiori quotidiani e di trovare da solo le informazioni su cosa mi succede intorno.
Se lo facessimo tutti il sistema "crasherebbe" in maniera irreversibile e forse si riuscirebbe a VIVERE invece di sopravvivere.

marco giordano 04.01.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento

SONO GUERRE STELLARI,CORTI SUPREME QUA,CORTI COSTITUZIONALI LA' GOVERNI PARLAMENTI PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA,ADDIRITTURA I PONTEFICI ROMANI COL TRIREGNO......IL PIù STRONZO E' UN AMBASCIATORE MINIMO DEGLI STATI UNITI O ITALICO...ADESSO NOI COME CONTRACCOLPO ANDREMO AL TRIBUNALE DI NORIMBERGA...DPODICHE' CI RICOVERERANNO TUTTI IN UN GRANDE GULAG DOVRE AVREMO MODO DI PENTIRCI DEL PECCATO CHE GRIDA VENDETTA AL COSPETTO DI DIO CHE STIAMO COMMETTENDO

luigi morelli 04.01.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che la manipolazione dell'opinione pubblica Italiana viene scandita come il canovaccio di antica opera lirica magari suddivisa in atti ridondanti e disegnati da pompose scenografie,alle quali il pubblico rivolge tutta la propria attenzione.Questo non aveva certo riscontro nell'operato passionale e mitico del "rivoluzionario rosso" come veniva etichettato il celebre ma perdente Curcio.Molti ricorderanno la celebre frase : basta una scintilla per incendiare la prateria.La prateria non si e' incendiata perche la laurea in sociologia Curcio l'ha "rubata" e questo non ha dato modo alla parvenza di rivoluzione promossa dalle Brigate Rosse di consolidarsi.

enrico marziani 04.01.11 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo un barlume di quello che altri hanno chiamato Ragione in questo post di Grillo. Tutto è riportato con le omissioni dei media mainstream e un mucchio di gente invelenita senza conoscere un solo fatto vero blatera di rapporti internazionali, di vendette personali, di castigo e dannazione eterna per il bene della patria ferita e offesa.
Tanto per cominciare almeno un punto fermo: Torregiani, non fu ucciso da Battisti che è estraneo almeno all'esecuzione del delitto che è stato per ammissione dello stesso pentito Mutti eseguito dal pentito medesimo (TRATTASI DI VERITA GIUDIZIARIA). Occorre altresì ricordare che gli accertati autori materiali del delitto Torregiani hanno tutti pagato il loro conto con la giustizia grazie anche a corposi sconti di pena ottenuti grazie al "pentimento" contemplato dalle leggi speciali in vigore all'epoca. Il pentimento neanche a dirlo riguardava proprio Cesare Battisti al quale fu inizialmente attribuito anche l'omicidio Torregiani a Milano e quello avvenuto nella stessa ora a Padova di Sabbadin! Le uniche prove a carico di Cesare Battisti per gli altri omicidi di cui è ritenuto responsabile (Santoro e Campagna) sono le accuse del pentito Mutti (il quale è stato più volte dichiarato inattendibile nei vari dispositivi di sentenza). Riporto quello che so e ricordo di quegli anni, e ricordo che il pentimento andava un tanto al chilo (tu mi dai un colpevole e io ti condono 10 anni 2 colpevoli 15 etc etc). La prova che la legge era cattiva è che è stata abrogata (dopo il caso Tortora ) Non ho alcuna simpatia per Battisti e per i PACS ma caricare oggi questo ex criminale comune dei mali dei cosiddetti anni di piombo e della storia d'Italia mi sembra del tutto fuori luogo. Su quest'ultimo punto e solo su quello sono d'accordo con Grillo: serviva una storia riesumata per dimenticare il presente e far sfogare gli assetati di vendetta
P.S. il figlio del Torregiani fu colpito dalla pistola del padre per difendersi

Ulderico G 03.01.11 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE POST DEL CAZZO!!!!! VOI VI MERITATE PUTIN, ALTRO CHE BERLUSCONI..MA PERCHE NN VE NE ANDATE A FANCULO IN SIBERIA O A CUBA, LI SI CHE C'E' LA DEMOCRAZIA!!!!

marco pacini 03.01.11 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Che la stragrande maggioranza degli interventi nel blog vogliano giustificare la criminale decisione brasiliana di proteggere e non estradare un delinquente (condannato in tutti i gradi di giudizio con sentenza passata in giudicato ed asseverata dalla Corte Europea) oltre che dare il livello di senso civico dei partecipanti indica anche la curva statistica dell'adesione che troverà nella popolazione il "Movimento 5 Stelle": GRAFICO TENDENTE A ZERO.
Peccato!

Doriano M., Verona Commentatore certificato 03.01.11 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giuro che poche volte come nella Battisti affair ho avuto le idee confuse.
Le versioni sono talmente discordanti e le posizioni politiche così contrapposte che scegliere a quale aderire sembra difficile. Quel che è certo comunque è che Battisti non è certamente una brava persona, che il figlio di Torreggiani fu gravemente ferito dal padre che purtroppo sparando con una certa disinvoltrura aveva già ucciso un altro rapinatore ed infine, e di questo mi spiace, che Torreggiani figlio si faccia gestire dalla Santanchè aderendo anche ad un suo movimento...tutto il resto è avvolto dalla nebbia più fitta!

Alain Lacroix 03.01.11 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Valerio Evangelisti ha segnalato il 17 giugno 2007 su http://www.carmillaonline.com/archives/2007/06/002277.html#002277 con il titolo un "abbaglio" del Blog di Grillo Beppe, motivato - crede Evangelisti - dalla disinformazione. Grillo Beppe Blog è incorreggibile. Addirittura riporta “uno degli attentatori era Cesare Battisti, condannato per quattro omicidi”... Conviene andare su carmillaonline o su http://www.wumingfoundation.com/italiano/outtakes/cesare_battisti_2.htm e informarsi meglio. Quanto a “Lula ci dichiare guerra” vorrei fare alcune considerazioni: non esiste un altro paese al mondo che sia più amico dell'Italia come lo é -da sempre- il Brasile. Il Brasile non ha mai e poi mai creato distruzione o coinvolto l'Italia o gli italiani in avvenimenti drammatici. Cosa abbia mai fatto il Brasile (e i brasiliani), che si sappia, contro l'Italia e gli italiani per non meritare il massimo rispetto da qualunque governo italiano? Lula ha concesso l'asilo a Battisti. Per questo motivo deve essere trattato con la più assoluta mancanza di rispetto, con parole di disprezzo e senso in-com-pren-si-bi-le di superiorità da parte del governo e dalla stampa italiana? Sono parole indirizzate a un pubblico interno? Allora esistono cittadini italiani (oltre a quelli che le pronunziano) ai quali questi discorsi vanno bene?? E invece, da 60 anni, è un avvicendarsi di governi italiani servili agli Stati Uniti d'America che da sempre condizionano la vita economica, sociale e politica del paese. Gli USA uccidono un agente inviato in Iraq e i massimi uomini di governo non fanno altro che insabbiare - per ordine degli statunitensi - una inchiesta della magistratura italiana che avrebbe portato alla verità : ucciso deliberatamente perchè disturbava il manovratore americano. Si seguiranno dichiarazioni di fiducia e di amicizia nei confronti del paese che ha liberato gli italiani (da loro stessi. Grande Lula. Grande Brasile.

Eliseu Leão 03.01.11 21:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, io ho condiviso spesso le tue opioni, ma questa volta vorrei che leggessi questo sito:
http://www.carmillaonline.com/archives/2009/01/002924.html#002924 prima di dire come Minzolini e Fede che Battisti ha ucciso Pier Luigi Torreggiani e far credere che abbia sparato anche al figlio rendendolo disbile. Questo è quello che traspare dalle tue e loro dichiarazioni e non certamente la verità della quale rimane ancora molto da accertare.

Bruno Aguiari 03.01.11 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Come può uno stato come il Brasile rimpatriare Cesare Battisti ex terrorista di sinistra in uno stato dove ai vertici dello stesso ci sono condannati di ogni tipo fra cui anche vicino a mafie varie e apparati
deviati dello stato ( p2,p3 ecc.). Piuttosto che rimpatriare lui dovremmo noi cacciare loro. (ma chi li vuole!)

Emenuele Capo 03.01.11 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Battisti avrebbe dovuto presentarsi in giudizio e pagare come hanno fatto altri prima di lui.
Tutto ciò premesso non sembra che i governi italiani abbiano messo altrettanta foga nel ricercare le verità nascoste sui desaparecidos in argentina, moltissimi con il passaporto italiano e sui legami dei fascisti argentini con la politica italiana...

francesco mantero (frank54), roma Commentatore certificato 03.01.11 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

battisti é un pezzo di merda tanto quanto quella manica di stronzi che stanno al governo.
Al patibolo tutti!

Angelica E. Commentatore certificato 03.01.11 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per le vittime ma:

1,10,100,1000,…………,1000000, “CASI BATTISTI”,
SE LA COSA SERVE A FERMARE IL COMMERCIO INTERNAZIONALE D’ARMI.

Battisti, governo al contrattacco "Congelato il Trattato strategico"

Farnesina: no alla ratifica della partnership militare. Un accordo da 5 miliardi per la fornitura a Brasilia di navi, missili e radar.

Paolo R. Commentatore certificato 03.01.11 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
NON CRDO CHE LULA CI MANDI MOLTO VOLENTIRI CESARE BATTISTI CON UN GOVERNO DI CONDANNATI COME IL NOSTRO
ALVISE

alvise fossa 03.01.11 18:52| 
 |
Rispondi al commento

cari amici, è patetico vedere torreggiani e tutti i parenti delle ciseddette vittime del terrorismo, ovviamente rosso, a trent'anni da fatti che non si è mai potuto accertare la veridicità stare lì a chiedere l'arresto di questo poveraccio, come se questo potesse risolvere i loro problemi. caro torreggiani cerca di vivere nel presente, cerca di dimenticare il passato, lascia stare i politicanti che ti strumentalizzano per fatti loro, tu sei stato vittima di eventi storici che per fortuna sono passati. vi sono state vittime da ambo le parti si vuole chiudere o no il libro una volta per tutte? che ci guadagni tu se questa persona viene arrestata? ti sentirai meglio? lA tua infelicità non dipende nè da battisti nè da altri, guarda dentro di te e rifletti, medita, fatti una preghiere, l'odio il rancore tutto qel negativi di cui sei pieno ti fa solo male vi crea solo sofferenza.non fatevi strumentalizzare dai veri responsabili del terrorismo che vi terrorizzano ancora oggi molto più subdolamente dei pac dei pic e scempaggini simili.
con affetto e simpatia
sathya

giovanni bortone 03.01.11 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo siamo noi a dichiarare guerra a lui con ripicche, stupidi ricatti e mancanza di rispetto per le decisioni altrui anche se non condivise. La nostra insistenza e arroganza è la nostra perdita di affidabilità. Di stragi ne abbiamo avute a dismisura e quasi tutte ancora senza colpevoli.

fiorenzo florenzi 03.01.11 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Perchè negli anni scorsi nessuno ha sollevato il caso di Cesare Battisti? perché proprio ora? perché non viene chiesta l'estradizione di Delfo Zorzi colpevole della strage di Piazza Fontana?
Dovremmo domandarci perché la Francia (che non è certo un regime dittatoriale ed ora il Brasile si rifiutino di consegnarci Battisti? C'è un complotto contro l'Italia, valiamo così poco sul piano internazionale o forse ci sono seri dubbi su come in Italia è amministrata la giustizia? Siamo sicuri che le nostre carceri siano sicure e le nostre forze di polizia democratiche?
E' bene sentire altri pareri:
http://www.wumingfoundation.com/italiano/outtakes/cesare_battisti_2.htm

Giuseppe Strazzeri (beppevicenza), Vicenza Commentatore certificato 03.01.11 17:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Chissà che ritorni in Italia con un altro nome e che prosegua il suo lavoro... meglio non illudersi.

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 03.01.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nuova presidente del Brasile che segue le orme di Lula non darà l'estradizione.

Il Brasile non dà l'estradizione ad un assassino italiano, che ha ucciso italiani in Italia.

E' talmete logico che noi italiani non contiamo più nulla!

Ed è colpa nostra!

Vero Vero 03.01.11 17:32| 
 |
Rispondi al commento

In questa storia è strana anche posizione presa dal nostro ministro Frattini, se fosse stato così solerte nelle dichiarazioni, anche durante l'arresto dei nostri connazionali, volontari di "emergency" in Afganistan avrebbe fatto il suo dovere, ma manca di nerbo...!

Corrado Alessandri 03.01.11 16:43| 
 |
Rispondi al commento

per dovere di cronaca
TORREGIANI figlio fu colpito da un proiettile esploso dalla pistola del padre, che peraltro aveva il grilletto facile.
nell'omicidio TORREGIANI, BATTISTI fu condannato per essere stato il mandante.
proprio come sofri per calabresi. però SOFRI è un "martire" da sempre, battsti un aguzzino, da sempre pure lui.
comunque ha ragione beppe, questa notizia è l'ennesima arma di distrazione di massa.
e a parte questo resto sempre dell'avviso che LULA, considerando lo spessore morale (mafiosi, ladri, corrotti, assassini, avvelenatori, massoni) del nostro goversno (si fa per dire) e la situazione carceraria itaGliana, ha fatto i suoi conti e ha preso la decisione giusta, in culo a B. e FRATTINI.
fermo restando che quanto suddetto ovviamente prescinde dalle vicende personali in cui hanno voce in capitolo solo i parenti delle vittime.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 03.01.11 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo che il problema battisti è un problema, ma non è un problema da prima pagina in una nazione dove non abbiamo trovato nessuno degli stragisti.
C'e' qualcosa che non si deve sapere ed allora mettiamo in prima pagina un problema di secondo piano.
Quello che si dice in Italia è sicuramente vero, vorrei però sapere cosa si dice in Brasile, o come dice qualcuno che la politica delle pacche sulle spalle del nostro primo ministro ha come risposta un calcio nel sedere.

alberto valtorta 03.01.11 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Perchè sono cosi tanti rifugiati politici italiani??? Non ho mai sentito parlare di rifugiati politici e non, tedeschi,francesi,statunitesi,inglesi,spagnoli,svedesi.........Non voglio difendere Battisti, ma i procesi non si fanno in contumacia in nessun paese democratico. Ogni persona ha diritto di difendersi! Conosco anche personalmente persone che sono state condanate senza neanche sapere che processo era in corsa??

Dino Ricci 03.01.11 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il francesismo:

CHE COG.IONI.

Elia Rizzuti 03.01.11 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Mah mi pare un post un tantino coglione....sarà anche una notizia di distrazione di massa.....ma in ogni notizia chi non si fa distrarre può riuscire a sollevare il velo di maya.....anche in te beppe.... purtroppo è un po' radicata l'italianità dell'assistenzialismo....se uno si distrae è perchè vuole distrarsi....e se non vuole aprire gli occhi son cazzi suoi e non li aprirà finchè nn deciderà sul serio di aprirli.... si può distrarre solo chi può essere distratto.... detto questo la vicenda battisti è molto semplice... un governo democratico, non vuole consegnare un prigioniero politico in mano ad un regime....

Arjuna 03.01.11 13:16| 
 |
Rispondi al commento

tengo a far presente che battisti non è uno degli attentatori di torregiani come si legge nel post perchè è provato che a quell'ora era , se non ricordo male, in friuli a compiere lassasinio del macellaio lino sabbadin

giorgio mangili 03.01.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano ha detto che gli appare incomprensibile la decisione del governo brasiliano di non concedere l'estradizione di Battisti all'Italia.
Concordo.
Veltrone e Bocchino parlano d'uno schiaffo alla politica italiana del governo.
Dubito che così sia.
Rosi Bindi e Fassino parlano di "perdita di credibilità internazionale"
Concordo.
Per quali ragioni la richiesta italiana è stata respinta?
I giornali ci dicono che sono le seguenti:
1°- che in Italia il carcere per Battisti può diventare molto pericoloso, insinuando il rischio che possa essere ucciso.
2°- che le sue condanne sono state emesse in stato di latitanza quindi sono discutibili.
3°- che l'applicazione della pena, a distanza di oltre trent'anni dai fatti avvenuti è altrettanto discutibile.
Sembra che queste considerazioni si possano applicare meglio al potere giudiziario che a quello esecutivo.
Il Brasile non si fida delle carceri e della giustizia italiane, contesta la magistratura non la politica.
Pare evidente che le vere motivazioni del diniego siano altre ma, se così fosse, sono occulte quindi, in mancanza di altre informazioni, basandoci su ciò che è stato detto ( e insinuato) non credo sia possibile arrivare ad altre conclusioni.
Vito Pallotti

pallotti.vito 03.01.11 12:26| 
 |
Rispondi al commento

con lula si fa presto ......

basta rimandargli indetro tutta la "FECCIA" brasiliana presente in italy che tanto a marrazzo non serve più!

Serviranno un sacco di aerei speciali ma ne vale la pena di fare un po di pulizia qui di quel popolo di froci sieropositivi.

bruno bassi 03.01.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sport preferito in questi giorni dai mass media è stato sbattere il mostro in prima pagina con risalto dato agli isterismi pelosi di molti politici, come quelli di un picchiatore fascistello qualunque come La Russa. Inoltre nessuno spazio all’intervista fatta al ministro brasiliano Tarso Genro o alla ricostruzione della vicenda di Battisti fatta nel sito Carmillaonline.
Si sa che negli anni 70 indagini e processi su esponenti dell’estrema sinistra venivano svolti con molte distorsioni. Basta citare i casi di:
- Giuseppe Pinelli, volato giù dalla finestra della questura di Milano senza accertare la responsabilità di nessun poliziotto;
- Pietro Valpreda, ritenuto per anni autore della strage di piazza Fontana (ricordate lo scoop del sempre obiettivo Bruno Vespa?);
- Toni Negri, condannato ad un numero spropositato di anni senza l’imputazione di fatti di sangue;
- Peppino Impastato, assassinato nel 1978 –qui è necessaria la visione del film I cento passi– che è stato per anni ritenuto un terrorista, morto sui binari ferroviari durante il tentativo di piazzare dell’esplosivo per un attentato. Solo nel 2001 ci sono state le condanne di mafiosi autori del delitto;
- Massimo Carlotto, la cui vicenda -narrata anche nel film Il Fuggiasco- è simile a quella di Battisti (entrambi scrittori, riparati prima in Francia e poi in America Latina), ha subito dei processi chiaramente alterati che lo hanno portato a condanne definitive tra i 15 ed i 20 anni. Alla fine solo la grazia concessa dall’allora Presidente della Repubblica Scalfaro lo ha salvato da un ingiusto carcere.
Se aggiungiamo poi che i politici brasiliani attualmente al governo provengono da esperienze di dittature militari di destra e che sono quindi diffidenti verso governi che, a parte quella macchietta del Berlusca, annoverano tra le loro fila fascistelli da quattro soldi e mai pentiti come La Russa, Gasparri, Storace, Alemanno (ah scusate quello è solo sindaco) il quadro che ne esce è più chiaro.

Sandro Leone 03.01.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono perfettamente daccordo con te, hanno trovato l'ennesima notizia che distrae dai veri problemi. Nessuno si preoccupa dei 60 suicidi nelle carceri italiane nel 2010,del fatto che tengono oltre 60000 persone nell'inedia totale, di una classe politica che produce leggi che criminalizzano gratis migliaia di persone. dei centri di identificazione ed espulsione che tengono migliaia di persone nell'indigenza e nella sporcizia. Ci manderei quelli che vogliono fare il federalismo!

PierFilippo Obber, Vicenza Commentatore certificato 03.01.11 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due paesi, di cui uno governato dalla destra,
hanno rifiutato l'estradizione di battisti,
adducendo il fatto che in italia quest'ultimo correrebbe rischi per la propria incolumità.
Questo vorrà pur dire qualcosa, e ci deve far riflettere sulla qualità della democrazia del
nostro paese, e sull'immagine
che esso ha all'estero.

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 03.01.11 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Post SACROSANTO!

Patrick D. Commentatore certificato 03.01.11 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Battisti, come molti terroristi, è un fottuto agente.
Per chi lavora? CIA? Mossad? MI5? SIFAR? SISMI? SID?
Indipendente? Cazzo ne so? Fa qualche differenza?
Provate voi ad ammazzare 4/5 persone, poi vedete se riuscite ad andare in Francia e a rimanervi impunito per 20 anni.
Poi in Francia si rompono il cazzo di tenervi, ma voi fate in tempo ad andare in Brasile, da dove non vi estradano perchè il presidente in persona teme per la vostra incolumità una volta giunto in Italia.


Per Battisti è pronto l'incarico di ministro degli interni. Adesso che Bossi denuncia gli spioni di Berlusca, per giustificare l'uscita dal PdL al fallimento e correre le politiche da solo, il nano si fa sempre più s-pregiudicato e ricorre all'esperienza dei latitanti politici più famosi. Gli servono consulenze mirate.

Giorgio Bosoni, caravate Commentatore certificato 03.01.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

forse che Ber(lu)sK/a si sente un poco Battisti e rivive un epopea che spera in futuro similmente a finale positivo per LuI?

ciccia 03.01.11 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma, il mondo è piccolo, magari Cesare sa qualcosa che riguarda gli sporchi affari Italiani e "ci serve qui in Italia"...
Oppure e queste notizie sono un semplice modo per distrarci dalla realtà.
A quando la rivoluzione?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.01.11 07:57| 
 |
Rispondi al commento

... sull'inquinamento ed i suoi omicidi silenzio assoluto delle istituzioni. Mi sembra che Napolitano dovrebbe parlarne. E' un argopmento che riguarda trutti i cittadini che lui rappresenta.

alma gemme 03.01.11 07:51| 
 |
Rispondi al commento

..semplice.. quando il 90% della popolazione si divide il 50% della ricchezza si vede quanto tocca a ciascuno... poi ci sono quelli a cui tocca niente. Evviva il miracoloso Berlusconi ed i suoi addetti.

alma gemme 03.01.11 07:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono un piccolo albergatore romano e vorrei sollecitare un dibattito sul turismo.
L'amministrazione comunale ha introdotto dal 1° gennaio 2011 la tassa di
soggiorno, chiamata "contributo di soggiorno" 2 euro per persona, al giorno
per le 3 stelle e 3 euro per le 4 e 5 stelle. Questo contributo si è reso
necessario per sanare il bilancio.
Durante l'ultimo incontro tra Federalberghi ed i responsabili della giunta ci
è stato detto che parte di quel ricavato (il 5%) andrà reinvestito nella
"Promozione" ......
1) L'introduzione di una nuova tassa non risolve il problema di bilancio se
non tagliando le spese: non abbiamo bisogno di consigli di amministrazione,
amministratori delegatie presidenti per raccogliere rifiuti o condurre gli
autobus... tantopiù che dopo aveli strapagati presentano i bilanci in rosso!
E che dire dei 19 municipi con minisindaci e mini giunte?!
2) I tutisti che visitano la nostra città "contribuiscono" già al loro
soggiorno in quanto gli alberghi vengono tassati per la raccolta dei rifiuti
in base agli spazi occupati, pagano una tassa (l'IVA del 10%), nel nostro
caso, sulla fattura o ricevuta fiscale.
3) Noi abbiamo l'onere di pagare l'ICI, tassa che viene esentata a tutti gli
immobili di proprietà del vaticano molti dei quali adibiti ad alberghi/case
per ferie ecc...
4) Dio ci salvi dall'eventuale reinvestimento del 5% in "promozione" questo
significa ancora sperpero di danaro...
l'unica promozione che gli amministratori dovrebbero fare è mantenere
integli i siti archeologici (vedi il crollo dellla Domus Aurea o quello
delle mura Aureliane),coordinare le aperture dei musei.........

Io ed i miei colleghi, umiliati ed inascoltati, chiediamo il vostro aiuto
per richiamare l'attenzione su questa ulteriore vessazione. Il turismo, come altri settori, è in crisi ed in questo momento l'ultima cosa di cui ha
bisogno è l'introduzione di un'altro balzello.
Carlo Prete


Carlo P., Roma Commentatore certificato 03.01.11 07:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"O Brasil, manteve sua tradição humanista e sua altivez diante de pressões feitas em tom inapropriado pelo governo italiano",


in parole povere...

Il governo di ultra destra italiano nel suo stile di prepotente ha voluto fare il gradasso col governo brasiliano

e questi hanno detto "picche" di battisti se nefregano ma il tono degli fascisti più volte votato per il popolo sovrano italiano ha dato fastidio.

non contiamo un cazzo a livello internazionale con questa politica di rinoceronti e pagliacciate che berlusconi fa uso ogni volta che va al estero


negli unici paesi che avete peso è; in bielorussia
In rusia e in Libia e sempre a forza di soldini

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.01.11 04:55| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

iniziate a processare COSENTINO!

o al generale speciale! che il governo dei fanulloni di destra ha premiato in parlamento
(per dire un piccolo)

Iniziate a mandare l' essercito in Bagaria o ai quartieri spagnoli a napoli A LA RICERCA DI MAFIOSI E TRAFICANTI DI DROGHE?

come ha fatto lula a Rio contro i traficanti di droga dalla favela di Roçinha?

Arrestate i mandanti politici quelli che sono al senato e al parlamento di BORSELLINO e di giovani FALCONE!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.01.11 04:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma se veramente volessimo...... qualcuno non potrebbe andare in brasile ... catturare Battisti .... farlo trovare "inspiegabilmente" in Italia cosi' potrebbe essere arrestato e condannato normalmente????

....troppo semplice????


Sì tutto condivisibile quanto scritto nel post, però Lula ha deciso in questi giorni di non estradare Battisti - condannato in via definitiva per quattro morti ammazzati - dunque la notizia c'è tutta, non la metterei sullo stesso piano del bunga bunga, della falsa nipote di Mubarak. Qui abbiamo quattro morti (definitivamente) ammazzati e i loro cari che "scontano" lo strazio da vivi, magari su una sedia a rotelle. Piuttosto mi infastidisce la manifesta ipocrisia dello sgoverno italiano, così evidente...

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 03.01.11 00:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Importante quanto si vuole, ma meno delle fabbriche che chiudono, della crisi economica, della presenza in Parlamento di senatori condannati in secondo grado per mafia.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
APPUNTO!
questa volta la distrazione di massa che si è inventata il regime gli si torcerà contro...

L'ODIO ALLA "BATTISTI" E' PRONTO AD ESPLODERE!

ANCHE GARIBALDI COMBATTE' IN TERRA SUDAMERICANA
PRIMA DEI "MILLE" !

sto combattendo su un altro forum in cui hanno
fatto la corazzata contro 'sto delinquentello
di terza categoria, e già li ho avvisati che a
forza di muovere la merda formeranno una grossa
cloaca che li sommergerà del tutto !

ORMAI SEMBRANO PERDENTI ANCHE LORO !!!

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 03.01.11 00:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori