Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il campo dei Mille


I_Mille_dimenticati.jpg
A Genova sono sepolti i garibaldini e insieme a loro l'idea di un'Italia migliore.
"Caro Beppe, si stanno spendendo fiumi di soldi e retoriche parole sull'Unità d'Italia, ma di quelli che quell'Unità l'hanno fatta ci si è dimenticati. Mentre a Quarto si è inaugurato un nuovo "monumento" con parata di politici locali e nazionali (ed amici della "cricca" Balducci), nel Cimitero Monumentale di Staglieno il Campo dei Mille è caduto nell'oblio. Tombe rotte, volti e nomi cancellati, sterpaglie ammucchiate sulle lapidi e vegetazione ormai padrona del tutto. Non c'è che una piccola corona che "d'ufficio" viene riposta d'inerzia ogni anno. Non va meglio alla lapide con i tutti i nomi dei Mille, accanto allo scalone che porta al Pantheon. Qui è tutto annerito dal tempo e molti dei garibaldini sono ormai illeggibili. Quella dei reduci è monca... mancano ormai due lapidi su tre. Anche Nino Bixio, sepolto con tutti gli onori nel Pantheon, è ormai una presenza che non ha attirato attenzione. Un pochino meglio va a Mazzini, ma anche qui nessuna corona o targa per il 150°. Ormai Garibaldi e Mazzini sono stati "consegnati" all'abuso simbolico di massoni e 'ndranghetisti... alla politica interessano sono le parate mediatiche, oltre al distribuire, immancabilmente, qualche milione per i "Grandi eventi" agli amici delle "cricche"." C.Abbondanza, Casa della legalità

7 Gen 2011, 18:09 | Scrivi | Commenti (50) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

sono d'accordo con Giovanni di Comiso. Non ci sarà mai l'unità d'Italia finchè non sarà resa giustizia a quanti sono stati vittime delle macchinazioni e dei raggiri da parte del Piemonte nel risorgimento. Da lì parte la questione meridionale, lì si sono legittimate le mafie, da lì si è avviato quello schifo di democrazia rappresentativa che, fregandosene della reale volontà popolare, è soltanto strumento utilitaristico del potere che da feudale si è trasformato in finanziario, sopravvivendo ad ogni tentativo di giusta distribuzione della ricchezza, fosse di natura liberista o socialista.

Raffaele B., Napoli Commentatore certificato 08.01.11 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro amico di Comiso,fin dalle scuole medie ho capito che la situazione era così come l'hai benissimo descritta tu,anche se qualche prof. oppure i convenzionali libri di scuola volevano farci capire il contrario,quindi condivido pienamente quello che hai scritto,e se il signor Bossi e i suoi non vogliono festeggiare l'unità d'Italia,penso che noi del meridione ne abbiamo tanti...tanti...tanti motivi in più(accennati molto bene anche da te)per non festeggiarla,comunque l'importante è restare uniti e lottare contro i soprusi e le derivanti ingiustizie e disuguaglianze sociali della casta dei politici. Un saluto a tutti

Kaled R. Commentatore certificato 08.01.11 16:52| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile che ancora si parli di unità d’Italia in questi termini! Questa è becera retorica nazionalistica; non serve a niente e a nessuno, è meramente autoreferenziale. A scuola si continua ad insegnare che i Savoia hanno unificato l'Italia, che al sud c'era il brigantaggio, che Garibaldi stava con i Savoia…si parla di revisionismo, ma il revisionismo è quello che si insegna nelle scuole!
Garibaldi era repubblicano, rivoluzionario e anticlericale. Provò più e più volte a conquistare Roma per cacciare il papa! Garibaldi era mal visto dai Savoia, tant'è che il re, per paura che trasformasse l'Italia in una repubblica lo andò ad intercettare a Teano e prese possesso di tutte le sue conquiste (il famoso “obbedisco”). I briganti altro non erano che partigiani che cercavano di difendere le loro terre dai Piemontesi e che furono trucidati e poi fatti passare per delinquenti! L'unità d'Italia non fu nient'altro che una guerra di conquista del nord sul sud, le cui ripercussioni sono ora evidenti più che mai, con un sud povero e abbandonato a se stesso e un nord ricco e prospero. Prima del 1861 era esattamente il contrario!!!
L'unità d'italia non esiste. Io nulla ho a che fare con neofascisti, berlusconisti, piduisti, mafiosi,evasori ecc. Aveva ragione Metternich: "L’Italia è solo un’espressione geografica".

giovanni m., comiso Commentatore certificato 08.01.11 16:17| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un convinto sostenitore di moltissime delle tue tesi e credo che tu sia la dimostrazione della possibilità di sopravvivere anche senza leccare le terga del potente di turno, anche rinunciando ai gustosi contratti RAI e MEDIASET, anche senza asservirsi da schiavi ad uno dei vari gotha vaticani od ebraici o berlusconiani od internazionalisti di sinistra. Credo anche che la tua battaglia per impedire l'accesso alle cariche di deputato o senatore ai pregiudicati sia la prima pietra su cui iniziare di nuovo una democrazia che veda il popolo sovrano e non più suddito inerme, quindi debba essere proseguita con vigorosità sempre maggiore: infatti, come sai già, sono molti e potenti i pregiudicati che dobbiamo chiamare "Senatore" od "Onorevole", quindi la loro interdizione determinerebbe di certo un'importante fase innovativa nelle due assisi, oltre che una molto migliore attenzione al rispetto della legge da parte di coloro che restano, con l'effetto di ripristinare nei parlamentari una diffusa convinzione, oggi defunta, secondo la quale fare il deputato od il senatore imponga innanzitutto degli obblighi, e solo in funzione di questi costituisca anche la possibilità di godere di privilegi. Oggi i parlamentari credono di essere al comando del Paese, non al suo servizio.
Non mollare, quindi, anzi insisti più che puoi, forse lo scollamento odierno tra popolo e politici costituisce in Italia una condizione favorevole, che potrebbe non ripetersi, perchè ciò accada davvero! Dai! Dai! Forse ce la facciamo!

Pasquale PERRINI 08.01.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Spero che questo mio commento, non polemico, sia letto dallo "scrittore" riguardo l'unità d'Italia e da tutti gli "esperti" che parlano di cappucci ed insalate varie.
Noi del Sud (io sono di Reggio Calabria e me ne vanto, siamo stati nazistizzati dallo Stato Piedmont (Francese) con l'aiuto dei soliti inglesi..massoni.
Abbiamo avuto più vittime noi (denonati: sporchi,incivili, ecc.) che gli ebrei durante il nazismo. Il Piedmont è calato in Italia attravero questi 1000 (???) garibaldini, di cui neanche il 20% parlava la lingua italina, al servizio di Sua Maestà Inglese, tramite un'avventuriero peracottaro, tracagnotto e con le gambe storte incapace di condurre una battaglia ed al servizio del Re Piedmontese!! Ma quale unità d'Italia. Assassini nordisti che nemmeno la mafia di allora (con veri ideali di indipendenza del popolo del sud)ha accolto tra le proprie fila. Nordisti. Avete rubato, stuprato, assassinato il popolo del Sud. Siamo noi che non vi vogliamo. Separiamo lo Stato del Sud da quello del Nord. Viva l'Italia si, ma quella vera, quella del Sud!


Temo che il ricordo di un'Italia che seppe lottare oramai dà fastidio a tanta brava gente che ama i cappucci e i grembiulini. C'è stata una certa massoneria che ha cavalcato il Risorgimento con l'obiettivo di lungo termine di obliterarlo a cose fatte e instaurare una società piramidale fortemente classista e neoassolutista: insomma, "levati tu che mi ci metto io". Ma poi ci si sono messi di mezzo quei guastafeste dei Socialisti e il progetto è stato accantonato. Appunto: accantonato, ma non abbandonato!
(chi ha orecchie, intenda). -l'archivista-

domenico maniscalco, ficarazzi (PA) Commentatore certificato 08.01.11 02:25| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO CONOSCE IL SIGNIFICATO DI "DIRITTO DI RAPPRESAGLIA" CHE POTEVANO ATTUARE GLI INVASORI PIEMONTESI DURANTE L'OCCUPAZIONE DEL SUD NEL 1850 ???

DIGITATE SU YOUTUBE "PONTELANDOLFO CITTA' MARTIRE", E CAPIRETE CHE COSA E' STATO PER LA POPOLAZIONE DEL SUD LA VOSTRA COSIDDETTA " UNIFICAZIONE DELL'ITALIA" ....PUAH.........

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.11 01:10| 
 |
Rispondi al commento

A ME NON ME NE FREGA UN BENEAMATO "TUBO" SE SULLE TOMBE DEI MILLE COSIDDETTI EROI, E SU QUELLA DI GARIBALDI, CAVOUR E MAZZINI CI VANNO I CANI A PISCIARCI SOPRA, ma mi fa rabbia, l'ingratitudine e la vigliaccheria di certi "italiani" del nord e in particolare dei leghisti, verso chi per conto loro ha perpetrato la più grande rapina di tutti i tempi nella storia dell'europa.

Adesso dopo 150 anni di depredamento del sud da parte del nord, dopo aver spremuto come un limone quello che era di granlunga lo stato (IL REGNO DELLE DUE SICILIE)più ricco, il più industrializzato (non esisteva l'emigrazione) il più socialmente progredito (andatevi a guardare su youtube i 100 primqati del regno di napoli) della penisola italiana, vogliono il federalismo ( COL CAXXO !!!! ) dovevate farlo 150 anni fa il federalismo, bastardi, oppure RESTITUITECI CON GLI INTERESSI QUELLO CHE CI AVETE RUBATO !!!!! e dopo ne possiamo parlare, anzi ci starebbe bene anche la SECESSIONE che tanto agognate !!!!

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.11 00:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

«Sii benedetta! Benedetta nell'immacolata origine, benedetta nella via di prove e di sventure per cui immacolata ancora procedesti, benedetta nella battaglia e nella vittoria, ora e sempre, nei secoli! Non rampare di aquile e leoni, non sormontare di belve rapaci, nel santo vessillo; ma i colori della nostra primavera e del nostro paese, dal Cenisio all' Etna; le nevi delle alpi, l'aprile delle valli, le fiamme dei vulcani, E subito quei colori parlarono alle anime generose e gentili, con le ispirazioni e gli effetti delle virtù onde la patria sta e si augusta: il bianco, la fede serena alle idee che fanno divina l' anima nella costanza dei savi; il verde, la perpetua rifioritura della speranza a frutto di bene nella gioventù de' poeti; il rosso, la passione ed il sangue dei martiri e degli eroi, E subito il popolo cantò alla sua bandiera ch' ella era la più bella di tutte e che sempre voleva lei e con lei la libertà»,

bruno bassi 08.01.11 00:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi suscita stupore sapere che il Campo dei Mille è vittima del degrado e dell'incuria: è tutto il paese Italia che è uno sfacelo, morale e materiale. Quando chi è al governo, a tutti i livelli, pensa solo al proprio tornaconto e quando i cittadini, che dovrebbero fungere da controllori, stanno perennemente con la faccia girata da un'altra parte, che dovrebbe succedere di buono?

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 08.01.11 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Riflessione su quel che c'è di buono e quel che di buono non c'è:

C'è la scuola pubblica gratis(quasi)?... è una cosa buona e qualcuno ebbe questa buona idea e lottò per renderla realtà.....qualcun'altro invece sputa sul
piatto dove tuttora mangia la cosa buona senza neppure sapere prché può mangiarla.

C'è l'assistenza sanitaria gratis(quasi)?... è una cosa buona e qualcuno ebbe questa buona idea e lottò per renderla realtà.....qualcun'altro invece sputa sul
piatto dove tuttora mangia la cosa buona senza neppure sapere prché può mangiarla.


C'è la libertà di scrivere stronzate su questo blog senza che qualcuno venga a
prelevarti in casa come succedeva in sudamerica e sparivi? ... è una cosa buona e qualcuno ebbe questa buona idea e lottò per renderla realtà.....qualcun'altro invece sputa sul
piatto dove tuttora mangia la cosa buona senza neppure sapere prché può mangiarla.


C'è stata gente come MAZZINI e GARIBALDI che hanno lottato per darci una
patria migliore e in generale un mondo migliore?... è una cosa buona e qualcuno ebbe questa buona idea e lottò per renderla realtà.....qualcun'altro invece sputa sul
piatto dove tuttora mangia la cosa buona senza neppure sapere prché può mangiarla.


Sempre se c'è qualcosa di buono qualcuno lo ha pensato e lo ha realizzato
anche con l'uso della forza e della violenza perché come racconta la storia del mondo, con la non violenza non si va da nessuna parte nonostante che ultimamente va di moda credere alle favoline stile gandi e company.


Questi eroi a volte non sono riusciti a ottenere quel che desideravano e il loro lavoro è restato incompiuto o malamente portato avanti e hanno commesso sbagli su sbagli!

Però è facile e schifoso stare qui a sputar sentenze protetti da quello stato di diritto
imperfetto che però vi salva 99 su cento dall'egoismo dei malvagi..... stato che è frutto proprio di quegli eroi che voi denigrate.

SIETE UN BRANCO DI IPOCRITI E POCO IMPORTA QUANTE STELLINE SIATE RIUSCITI AD AUTOVOTARVI!

bruno bassi 08.01.11 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Chissà di quanti scrivono stupidaggini qui hanno letto "dei doveri dell'uomo" di Giuseppe Mazzini e conoscono piu o meno la storia della sua vita.

bruno bassi 07.01.11 23:52| 
 |
Rispondi al commento

La stupidita' umana è dura a morire. Si deve creare a tutti i costi l'eroe , il mito, l'evento , ecc. ecc. ma senza che davvero ai cuori interessi qualcosa. Il potere si consolida quando si crea un evento vero o falso che sia da celebrare. Anche il personaggio è creato ad hoc, a solo uso e consumo del potere. Svegliamoci e mandiamo a fanculo tutti coloro che continuano a sventolare questi falsi miti di unita', nazione, tricolore, ecc. Tutte stronzate in cui neanche loro credono ma devono far finta di crederci altrimenti perdono potere. Fanculo a tutti quei porci di regime che continuano a infinocchiarci con falsi miti.

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 07.01.11 23:47| 
 |
Rispondi al commento

io non sono contento dell' unità nazionale fatta sul sangue dei meridionali, così come non sono contento che del sangue dei MERIDIONALI, ancora nessuno ne parli. Vergogna ai 999 delinquenti e ad 1 massone.

giovanni l., policoro Commentatore certificato 07.01.11 23:44| 
 |
Rispondi al commento

c'è gente talmente idiota che scrive su questo blog che se il M5S dovesse vivere di queste demenze, dubito fortemente che riuscirebbe a superare il 2% che è la quota media di un partito frutto di idee imbecilli.

Probabilmente sono radicali filo pannelliani infiltrati.

Ho fiducia più della gente nei meetup che è quella vera del M5S.

bruno bassi 07.01.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giusto epilogo per chi commette crimini, giusto senza se e senza ma l'oblio tanto per cominciare e poi l'elenco delle atrocità per essere come dire ricordati per quel che si è effettivamente stati... Criminali

fabrizio i., varese Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.01.11 23:29| 
 |
Rispondi al commento

ma che italia è quella dove tarokkano pure le trasmissioni di canzonette per chissà quale logica esoterica salvo poi lamentarsi che gli ascolti scendono sotto sotto sotto tantoché si è costretti a tarokkare pure quelli..

E dopo ci si lamenta perché la RAI va in deficit!


Se lo fanno per le "caXXate" figuriamoci per le cose serie!

ma che vadano fanculo!

bruno bassi 07.01.11 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il risultato di aver consegnato i vertici del potere dello STATO UNITARIO per cui hanno combattuto e sono morti tanti figli di questa terra in mano ad una banda di delinquenti ...IGNORANTI!

ALMENO QUELLI CHE C'ERANO PRIMA NON ERANO IGNORANTI COME KAPRE ....

e dai commenti che si leggono...L'IGNORANZA ORMAI
E' PADRONA DELLE MENTI ITALIOTE ...
TUTTA COLPA DI QUEL COGLIONE DEL DUCE CHE HA FATTO ENTRARE GLI AMERICANI DEMMERDA IN ITALIA!

italiani demmerda...infettati!

infatti le bestie su citate fecero la guerra di
secessione a suon di cannonate...

quella che ci vorrebbe ORA in ITALIA per
DERATTIZZARLA !!!

splutt!

" espressione geografica " diceva il Metternich
ORA LO è MOLTO...SOMIGLIANTE !

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 07.01.11 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi NINO BIXIO quel CRIMINALE FUCILATORE?!?!?!

Alfonso V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.01.11 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diamo uno schiaffo morale a queste pseudo istituzioni,lanciamo una campagna per ripulire ilCampo dei Mille, anche se il mio intento non è di dare schiaffi morali a sti' farabutti,ma coprirli di mazzate vere, non sono degni di rappresentare l'Italia, non sono degni di fregiarsi del tricolore, le anime di quei Mille non riposano in pace con questi maledetti al governo.

Oriano Milani 07.01.11 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene, mi fa piacere che si ricordino i "1000", così diciamo a parole, perchè se andiamo a vedere nella pratica si poteva fare di meglio.
-Pache balle, ci si ricorda dell'evento e stop, non che ogni ricorrenza deve essere usata per buttar via milioni di euro. Ma in parlamento
lo sanno che siamo con le pezze al culo? E non ho detto "a roma" apposta perchè credo che i romani come il resto d'italia unita tutta insieme
lo sappia che tolti quei pochi cenci che si ha addosso non ci rimane nulla! ma checcavolo!
Trovate retorico che mi incavoli così? Bene! Allora ditemelo voi perchè devo sopportare che si continuino a spendere i soldi per iniziative del genere e
poi:
-se vai in un ospedale ti dicono:lista di attesa lunga per mancanza fondi- bene
-assistenza agli anziani con disabilità, dimezzata - bene
-leviamo finanziam alla scuola pubblica e diamone un po' di piu' alla privata - bene
-fra un po' mi tocca pagare il canone rai, e lo pago sì, anche se mi brucia perchè pochi progr tra la cac-a mi piacciono - bene
-il massimo è quando sento che spendono milioni per comprare nuovi cacciabombardieri! non so decidere se sia peggio dell'aumento
di stipendio ai dipendenti\rappresentanti comunali-prov-reg-nazionali.

150 anni di storia italiana unita ... ... ... Garibaldi e i Mille vedessero ora si rivolterebbero nella tomba.

Ci si sveglia o no?!?

cambiamo le cose facciamolo noi giovani sulla carta e nella mente

non deve essere Grillo a casmbiare le cose dobbiamo essere noi. io

dario azzalin da alpignano 07.01.11 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Forse ci volevano 2000 per unificare l'italia e gli italiani. con 1000 hanno fatto un mezzo papocchio all'italiana.

franco basilico Commentatore certificato 07.01.11 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Non vanno dimenticati; vanno fatti imparare a memori ai nomi e le loro storie affinchè MAI PIU' nulla di simile possa ripetersi, affinchè i giovani abbiano memoria di quello che li ha spinti; affinchè sappiano che l'unità è stata voluta solamente da 2 uomini, Mazzini e Garbaldi.
Che l'hanno voluto contro tutto e tutti ed a dispetto degli italiani che non esistevano e non sono mai esistiti come nazione.
Andrebbero ricordati tutti i falliti tentativi di sollevazione popolare del Mazzini e i morti che han prodotto. Andrebbero ricordati tutti i nomi delle persone fatte fucilare da Garibaldi.
E se fosse vivo bisognere ogni giorno costringerlo a guardare quello che ha fatto!! Che sia maledetto!

Zagor Tenay Commentatore certificato 07.01.11 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'importante per i politici è mettersi in mostra in qualsiasi occasione,purtroppo poi chi queste occasioni gliele da viene dimenticato.Se non fosse per tanti volenterosi e volontari molti luoghi e persone che davvero hanno fatto l'Italia con il sangue e sacrifici enormi sarebbero già stati dimenticati,non so se esiste un aldilà ma spero proprio che questi personaggi ignobili vengano presi a calci quando sarà il loro momento dai veri Italiani che sono lassù da tanto tempo.

roberto piergentili Commentatore certificato 07.01.11 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti. Questa lettera e' da morire dal ridere. Sarebbe meglio astenersi dallo scrivere senza essere veramente istruiti su certi fatti. Garibaldi era un bandito mercenario (gli avevano tagliato le orecchie in Argetina per furto di cavalli), Mazzini era un massone anticattolico al soldo del sifilitico Cavour e della Gran Loggia d'Inghilterra. Quel migliaio di sfigati hanno favorito la presa delle ricche casse Borboniche a favore di Casa Savoia; probabilmente la dinastia aristocratica piu incapace ed imbelle d'Europa. Il risultato e' stata la rovina del Sud Italia (oltre 200 mila morti meridionali per mano delle truppe piemontesi), e la rovina del Nord Italia che si ritrova oggi una palla al piede che, oramai, ci ha portato al disastro economico. Buon Anno a tutti !

andrea zanoli 07.01.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento

A coloro che criticano negativamente Garibaldi, Mazzini ecc. vorrei ricordare che queste sono le figure più rilevanti del Risorgimento ed i loro ideali erano giusti ma se, successivamente, chi ha governato l' Italia ha avuto comportamenti sbagliati e/o scorretti le colpe di questi non devono ricadere sugli eroi del risorgimento.
Le idee liberali, le speranze suscitate dall'Illuminismo furono portate avanti da Giuseppe Mazzini (figura eminente del movimento liberale repubblicano italiano ed europeo), da Giuseppe Garibaldi (per molti un eroico ed efficace combattente per la libertà in Europa ed in Sud America) e da molti altri.
La Spedizione garibaldina dei Mille era formata da poco più di mille volontari provenienti in massima parte dalle regioni settentrionali e centrali d'Italia, appartenenti sia ai ceti medi che a quelli artigiani e operai; fu l'unica impresa risorgimentale a godere, almeno nella sua fase iniziale, di un deciso appoggio delle masse contadine siciliane, all'epoca in rivolta contro il governo borbonico e fiduciose nelle promesse di riscatto fatte loro da Garibaldi.
Come sempre, purtroppo, c'é chi costruisce con i migliori obiettivi, speranze di una società migliore, ecc, e chi, DOPO, ha comportamenti "politici" che tradiscono in forma più o meno significativa gli ideali, i sacrifici e le morti di coloro che hanno fatto l'Italia.

Renato M. Commentatore certificato 07.01.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non gli frega nente nè dell'italia unita e nemmeno dell'iatalia alla maniera della leqa , noi siamo solo una macchian da soldi , per l'anniversario dell'unità boicottiamo tutti !!!

panino.A. 07.01.11 19:48| 
 |
Rispondi al commento

C.Abbondanza Casa della LEGALITA
http://www.truciolisavonesi.it/263/abbondanza.pdf
Almeno la decenza di cambiarle il nome.

Daniele C., Genova Commentatore certificato 07.01.11 19:14| 
 |
Rispondi al commento

+GARIBALDI E TUTTI I SUOI MERCENARI.
PER TUTTI I CRIMINI COMPIUTI IN SICILIA.
+ TUTTI GLI EX MERCENARI BIANCAMANO.
PER TUTTI I CRIMINI COMMESSI IN ITALIA.
CIAO LUCIO!

orfeo nitrebla Commentatore certificato 07.01.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
C'E' UNA SOLA COSA DA DIRE,ALTRO CHE ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA,FUNERALE DELLA REPUBBLICA E VERGOGNA LA COMUNE DI GENOVA,PER COME STA' MALTRATTANDO GLI OMONIMI MILLE NEI LORO SEPOLCRI,COMPRESI GARIBALDI E MAZZINI
ALVISE

alvise fossa 07.01.11 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Bixio era uno stronzo ed andrebbe spostato da lì. Il posto giusto per la sua salma è una discarica!

Lucio Domizio (enobarbo) Commentatore certificato 07.01.11 18:28| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori