Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il vuoto di Torino


Lavoratori...
(0:54)
lavoratori_Sordi.jpg

Impiegati da una parte, operai dall'altra. Il referendum della Fiat è passato per pochi voti e ha spaccato in due i lavoratori. Ha creato un vuoto pericoloso che sarà in qualche modo riempito. I lavoratori che si sono opposti al piano (misterioso) di Marchionne sono senza rappresentanza politica, senza riferimenti. In questo sabato mattina Torino, con il suo cielo grigio e nuovi spartacus per le strade, persone che hanno messo in gioco la loro dignità e hanno perso, è un inizio di qualcosa che ci è ignoto.
Il Governo si è schierato con il mercato. Il grande infame mercato della globalizzazione dove c'è sempre uno schiavo più schiavo di te e il padrone, la multinazionale, le banche scelgono il più obbediente. L'opposizione, che si oppone sempre molto meno di Ruby, ha abbandonato i dipendenti Fiat. E' come se i sovietici si fossero alleati con i tedeschi nella seconda guerra mondiale (e in effetti andò così per un paio d'anni). Fassino e Chiamparino sono stati i migliori sponsor di Marchionne, se fossero stati operai avrebbero votato sì. Le mani di Veltroni o di D'Alema non hanno calli, il loro stipendio di un mese è superiore alla paga di un anno di un turnista. Anche chi ha votato sì ha perso. Sa che lo Stato si schiererà con la prossima Fiat, la prossima Telecom, la prossima Finmeccanica, mai con lui. Per salvare il posto di lavoro si adeguerà ancora e ancora, fino a perdere ogni diritto. Il profitto non è mai sazio.
La Confindustria potrà ora permettersi di tutto. Sarà sufficiente attuare il "ricatto occupazionale" e i padri e le madri di famiglia cederanno. A casa ci sono i figli, l'affitto, la spesa, le bollette. Quanto può durare? Senza pace sociale, senza rappresentanti, viene a cadere qualunque regola. Se la legge della giungla vale per il padrone può valere anche per l'operaio. Il terrorismo, almeno al suo nascere, trovò consenso e collaborazione nelle fabbriche. Erano l'acqua in cui nuotava. Quando si asciugò, scomparvero. Passarono però dieci anni di sangue.
Il vuoto di Torino non rimarrà tale per lungo tempo. Un Governo (e un'opposizione) non può e non deve schierarsi con una parte sociale come hanno fatto le caricature che ci troviamo a Roma. Schierarsi vuol dire escludere. Il Parlamento dovrebbe rappresentare tutti gli italiani, in particolare le classi più deboli. La natura ha il terrore del vuoto. Io ho il terrore che questo vuoto, se non riempito, ci riporti indietro di quarant'anni. In quel caso non ci saranno né vinti, né vincitori.


Berluscoma 2010

Berluscoma 2010 (Dvd)
Il tramonto della Seconda Repubblica raccontato da Marco Travaglio
Acquista oggi
la tua copia.


lasettimanabanner.jpg

15 Gen 2011, 15:07 | Scrivi | Commenti (752) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.nextme.it/scienza/energia/1575-nucleare-in-italia-la-fusione-fredda-e-mistero

Andrea Rossi, ingegnere e Sergio Focardi, fisico

Qualcuno di voi (beppe compreso) ne sa di più?

Marco Carta2, Torino Commentatore certificato 21.01.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento

http://www.nextme.it/scienza/energia/1575-nucleare-in-italia-la-fusione-fredda-e-mistero

Qualcuno di voi (beppe compreso) ne sa di più?

Marco Carta2, Torino Commentatore certificato 21.01.11 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ciò che sta accadendo nel nostro paese ha quasi dell'incredibile. Il presidente del consiglio si comporta come il peggiore dei satrapi. Visto che lui sta scatenando contro tutti la sua "favolosa macchina da guerra", perché non rispondergli direttamente organizzando una manifestazione nazionale in tutte le città nelle quali chiedere a gran voce e direttamente le sue dimissioni? Se riuscisse, sarebbe la volta buona. Se fossimo in tanti, ma tanti... Che bel sogno!

Elias E., Milano Commentatore certificato 21.01.11 03:12| 
 |
Rispondi al commento

Tramite una delle solita "catene" informatiche mi è arrivato un invito a preferire alcune compagnie petrolifere al posto di altre per spingere le stesse ad una politica di riduzione dei prezzi. Sinceramente, anche se ammetto la mia scarsa competenza in materia di leggi di mercato, credo che come effetto, anche se aderissero all'azione milioni di persone, sia quello di dare una spintone ad un elefante.
Vorrei suggerire invece una altro tipo di azione che si rifà alla fomase domeniche a piedi degli anni 70. Se tutti noi non usiamo la vettura per un pò di domeniche i petrolieri incassano meno e forse questo potrebbe portarli dalla nostra parte. Crede che questo sia una azione con più valenza? Alla fine lei ci propone di comprare la stessa quantità di prodotti da diverse marche anche sapendo che comunque un qualche collegamento tra loro (le compagnie), piccole e grandi ci deve essere.
Le allego la prima slide del messaggio ricevuto per poterlo riconoscere.

Cordiali Saluti
Lino Solaroli

Iniziativa di Beppe Grillo x
il caro benzina!!
IMPORTANTE !!! - LEGGI
ATTENTAMENTE
è importantissimo piegare
questi maledetti che alzano in
continuazione il prezzo!! (gli
americani si sono incazzati
perché gli si è alzata la
benzina a 0.75€ per 5
LITRI !!!) e noi paghiamo
1.50€ a litro. . ma siamo
impazziti???!!!

Lino Solaroli 20.01.11 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, o Grillo Beppe. é una desolazione totale. Portare il paese agli anni 40, dove; o fai come ti dico io o rimani escluso. Ti fa sentire talmente triste, da chiederti è questo il mio paese? Ma che paese di merda è? Un Governo e un Ministro che appoggia un'Azienda privata a cancellare un contratto nazionale, per farne uno Aziendale. Un referendum tra i lavoratori con la spade di Damocle sulla testa. Un sindacato spaccato una parte vede giusto quello che dice il padrone, e una parte no. Ma quanti soldi prendono i sindacati ogni mese? " Ne potresti fare una verifica e pubblicarla? " I lavoratori pagano miliardi e miliardi e milirdi di euro al mese a questi signori. Dove vanno a finire? Perchè non li investano di nuovo sui lavoratori? Su quelli che perdono il lavoro. Visto che il Governo è incapace, e i Parlamentari pensano solo al loro culo, e come rimanere il più a lungo possibile seduti alle poltrone. Raccontando sterili fatti personali e dimenticando che il paese ha un piede nella cacca e uno nel piscio. Il Sindacato dovrebbe trovare Lui lo sbocco a certe situazione difficili che si creano a danno di chi lavora. Che lo pagano a fare? E' una tassa volontaria per essere difesi, no per essere presi in giro. Le Aziende chiudono, vanno all'estero, minacciano condizioni di lavoro. Perchè il sindacato non inizia a rilevare le Aziende in questione, incominciando dalle più piccole, Ma chi lavora nelle Aziende; gli operai o il padrone? Facendo il suo vero dovere il sindacato " dando lavoro e fiducia ai lavoratori con i loro stessi soldi ". Non faremmo tramontare per sempre l'idea di trasportare il lavoro all'estero. E se un sindacato Onesto, x i lavoratori, come dice di esssere, investe sui lavoratori; i lavoratori non si cancellerebbero da tutte le sigle dando forza al sindacato che li tutela veramente. Si vuole muovere questo sindacato coi fatti e la finisce con slogan e prese in giro? Cosa si può fare per farlo muovere? Con amore e con democrazia. Peter Pan.

Vito Volpicella, bari Commentatore certificato 20.01.11 05:56| 
 |
Rispondi al commento

L'A.D. della FIAT sicuramente seguirà una linea stabilita dai reali proprietari, io però mi chiedo se è accettabile, in una società dove le famiglie non riescono ad arrivare a fine mese, che guadagni la media di 3.500.000,00 Euro all'anno. Posso anche pensare che abbia un intelligenza superiore alla media, ma se venisse pagato anche "solo" 500.000,00 Euro all'anno ci sarebbe da piangere sopra? Ricordiamo che un invalido civile deve "vivere" (sic) con 250,00 Euro al mese. Tutto questo è giusto?

Gian Co 18.01.11 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Il dittatore Duvalier, è tornato ad Haiti (c'è odore di soldi).
Se gli avessero tagliato la testa, non sarebbe più tornato.

antonio d., carrara Commentatore certificato 18.01.11 15:15| 
 |
Rispondi al commento

COSA VOLETE: FINO A CHE IN ITALIA LE PERSONE FANNO DEBITI X ANDARE IN VILLEGGIATURA, X VESTIRSI O X CAMBIARE MACCHINA OGNI 4/5 ANNI, I POTENTI FARANNO QUELLO CHE VOGLIONO.
IN TUNISIA SI COMBATTE X LA FAME!

roberto malpassi 17.01.11 23:15| 
 |
Rispondi al commento

prima si globalizza il liberismo sfrenato poi ci si lamenta della micidiale concorrenza: globalizziamo una filosofia economica più umana e non dovremo più lamentarci di nulla. // Ho sognato il Grande Marchionne al lavoro in una catena di montaggio col Landini che lo controllava a vista.

cesare m. Commentatore certificato 17.01.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento

"Mirafiori, mi è stato garantito, non viene assolutamente dimenticata o ridimensionata", ha dichiarato a Radio Vaticana il card. Poletto. "Il problema, però, è quello di guardare alla situazione mondiale, alla concorrenza, perché se non c’è la capacità, la forza di essere competitivi, non si vendono auto. Bisogna che ci sia un dialogo costruttivo e più collaborativo per il “governo delle fabbriche”, loro lo chiamano così: la fabbrica deve essere governata, ma non dal padrone scartando gli altri ma insieme ai sindacati e agli operai. L’auspicio è che si possano trovare accordi condivisi che non mortifichino nessuno, che non cancellino diritti acquisiti, come la libertà di sciopero, ma che ci sia la coscienza che la sfida è mondiale".

Dunque, riproporre anche il valore sociale dell’impresa?

Non solo. Loro investono perché credono al valore sociale dell’impresa. Marchionne è fiducioso che nei primi mesi del 2011 ci sarà la ripresa delle vendite. Allora, incontrando i sindacati, ho dato questo messaggio. Soprattutto, ho dato alle tre sigle – Cigl, Cisl e Uil - il messaggio che bisogna che si mettano d’accordo, che vadano uniti.

Lei in questo momento è fiducioso o vede che ancora in qualche modo c’è una guerra di posizione in atto?

No. Io sono fiducioso perché loro hanno un progetto di mettere grandi investimenti: se mettono grandi investimenti rischiano e, quindi, sanno di farlo con la prospettiva che la cosa vada bene. John Elkan, che è l’ingegnere presidente della Fiat, mi ha detto: “La cosa è fattibile e, quindi, è esistente. Il progetto è in piedi ed è fattibile. Ma ciascuno si prenda le sue responsabilità, perché noi abbiamo la volontà di attuarlo, ma naturalmente attendiamo collaborazioni”. Questo non vuol dire diventare sottomessi ai padroni ma diventare corresponsabili, diventare collaborativi nei punti di contratto - che io non conosco - ma indubbiamente loro desiderano fare il contratto con i sindacati e possibilmente con tutti.

Andrea P. 17.01.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

VINCONO GLI OPERAI - LA GRANDE FORZA DEI LAVORATORI UNITI A NON FARSI PORTARE AL MACELLO A UN PIANO VERGOGNOSO E NON ALTRE ALTRNATIVE . POLITICI SENZA PROGETTI DA SPAZZARE VIA . PERDE IL SINDACATO ROMANO(dei lussi e privileggi romani) CHE HA DA ANNI FATTO UNIRE VOTO UFFICI E OPERAI LAVORATORI VERI .PROFILO FACEBOOK COGO ANDREA http://www.facebook.com/profile.php?id=1675549986 facebook MOVIMENTO GIUSTIZIA facebook CONTROLETRUFFE 347 3076527

cogo andrea 17.01.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Chi va dicendo in giro che odio il mio lavoro
non sa con quanto amore mi dedico al tritolo
e' quasi indipendente ancora poche ore
poi gli daro' la voceil detonatore
Il mio Pinocchio fragile parente artigianale
di ordigni costruiti su scala industriale
di me non fara' mai un cavaliere del lavoro
io son d'un'altra razza son bombarolo
Nel scendere le scale ci metto piu' attenzione
sarebbe imperdonabile giustiziarmi sul portone
proprio nel giorno in cui la decisione e' mia
sulla condanna a morte o l'amnistia
Per strada tante facce non hanno un bel colore
qui chi non terrorizza si ammala di terrore
c'e' chi aspetta la pioggia per non piangere da solo io son d'un altro avviso son bombarolo
Intellettuali d'oggi idioti di domani
ridatemi il cervello che basta alle mie mani
profeti molto acrobati della rivoluzione
oggi faro' da me senza lezione
scovero' i nemici per voi cosi' distanti
e dopo averli uccisi saro' fra i latitanti
ma finche' li cerco io i latitanti sono loro
ho scelto un'altra scuola son bombarolo
Potere troppe volte delegato ad altre mani
sganciato e restituitoci dai tuoi aeroplani
io vengo a restituirti un po' del tuo terrore
del tuo disordine del tuo rumore
Cosi' pensava forte un trentenne disperato
se non del tutto giusto quasi niente sbagliato
cercando il luogo idoneo adatto al suo tritolo
insomma il posto degno d'un bombarolo
C'e' chi lo vide ridere davanti al Parlamento
aspettando l'esplosione che provasse il suo talento c'e' chi lo vide piangere
un torrente di vocali vedendo esplodere
un chiosco di giornali
Ma cio' che lo feri' profondamente nell'orgoglio
fu l'immagine di lei che si sporgeva da ogni foglio lontana dal ridicolo in cui lo lascio' solo
ma in prima pagina col bombarolo

De Andre' forever!!

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, porto un paio di osservazioni su "il vuoto di Torino".
Ricordiamo tutti che il partito democratico ha cancellato dal suo statuto (o dal programma o come lo chiamano) ogni riferimento alla LOTTA DI CLASSE. Il proposito di un programma socialdemocratico a quanto pare non è stato sufficiente per la sicurezza di varie persone e certi gruppi.
Ciò prosegue oggettivamente la tendenza soggettiva di vari rappresentanti, manifestata in varie occasioni pubbliche: le famose scarpette di D'Alema che il cane di Reichlin non doveva mordere, la nota formazione di Veltroni avvenuta su Fonzie's anziché su Marx e/o Gramsci, la propensione per la vela dei dirigenti PD, ecc.
Anche la stessa esistenza di rappresentanti che non possono rappresentare, perché il loro essere sociale è altrove (D'Alema, Veltroni, Fassino e signora, Melandri, ecc.ecc.) mostra la frattura tra elettorato e partito.
L'esistenza anzi la prevalenza di tali soggetti ha spostato il discorso politico, che è loro perché loro ci sono e loro lo fanno, sulla GOVERNABILITA': e questo è strumentale alla loro personale permanenza sulla poltroncina, la governabilità è un LORO problema personale. Questo succede da vari anni, pubblicato in tutti i giornali e le TV.
Invece, i FATTI di Torino mostrano che i problemi politici sono altrove e riguardano i noti rapporti tra capitale e lavoro: esiste il capitale, esiste il lavoro, ed essi confliggono. Poi globalizzazione, ruolo dello Stato, ecc. Tra di essi problemi c'è la RAPPRESENTANZA politica, che non esiste attualmente per la classe lavoratrice, la quale ha REGALATO ad ESTRANEI IGNORANTI e SICARI PREZZOLATI la sua rappresentanza.
Perciò credo che PRIMA COSA si debba immediatamente TOGLIERE OGNI DELEGA POLITICA a questi profittatori per conferirla a nuove persone più affidabili, più qualificate, e comunque revocabili, organizzate in programmi che rispondano a interessi e ideali di questa grande parte della società che adesso è senza voce alcuna.
Euston

p. ., firenze Commentatore certificato 17.01.11 11:46| 
 |
Rispondi al commento

MA VERAMENTE C'E' QUALCUNO CHE CREDE CHE IL BERLUSCA SIA IL PROBLEMA DELL'ITALIA.?
IO HO SEMPRE CREDUTO CHE GLI ANTIBERLUSCONIANI LO FACESSERO PER UNA SORTA DI ESERCIZIO ALL'ITALIANA DI PRENDERE DI MIRA IL QUALCUNO DI TURNO.
MA DI QUI A CREDERCI VERAMENTE, CI PASSA UN CARRO DI REFE. DOVE HANNO VISSUTO NEGLI ULTIMI 40/50 ANNI?. PARLO DEI MATURI E DEI NON MATURI, CHE TEORICAMENTE DOVREBBERO ESSERE DOCUMENTATI.
L'UNICA COSA POSITIVA E' IL MOVIMENTO 5 STELLE, CHE INTELLIGENTEMENTE, DAL BASSO, MIRA A QUELLO CHE INTERESSA IL CITTADINO: AMBIENTE, CIBO, INFRASTRUTTURE UTILI E, DI RIFLESSO, MIGLIORE QUALITA' DI VITA. TURISMO, AMBIENTE, CONTROLLO DELLA QUALITA' (NO OGM ECC.), ELIMINANO AUTOMATICAMENTE LA CONCORRENZA DEL "GLOBAL", CHE E' IN MANO A GENTE CHE NON HA RISPETTO NEMMENO PER SE STESSA. COSI' SI COMBATTE IL SISTEMA, NON FACENDOSI OFFUSCARE LA VISTA DAGLI ANTIBERLUSCONISMI O ANTIMARCHIONNISMI. A PROPOSITO, NESSUNO HA DETTO CHE AVREBBE DOVUTO VOTARE ANCHE L'INDOTTO (10.000 LAVORATORI CONTRO I 5.000 INTERNI CHE AVREBBERO VOTATO SICURAMENTE SI, CREANDO UN 83% DI SI) PUR CONCORDANDO CHE ALCUNE COSE NON SIANO EDIFICANTI, PENSO CHE, UNA VOLTA ELIMINATO L'ASSENTEISMO E MIGLIORATA LA PRODUZIONE, SI POTRA' ANDARE A CONCORDARE I GIUSTI MIGLIORAMENTI RICHIESTI. MEDITATE GENTE, MEDITATE...
A PROPOSITO, IO NON MI CONSIDERO AFFATTO UN "ITALIANO DI MERDA". ANZI !

SERGIO CRESPI 17.01.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente, il governo Italiano con l'aiuto della FIAT e Marchionne hanno fatto capire dove la (ex) Repubblica Italiana sta andando: il Totalitarismo bolscevico. Fatto bada ben, non dai comunisti (estinti), ma dagli speculatori industriali. La globalizzazione ora viene usata come scusa, quando invece doveva essere il motivo. Eliminare il sistema di sfruttamento cinese, indiano, africano, insegnando a quelle popolazioni i Diritti di chi lavora nel (ex) ricco occidente e non viceversa. Ora ogni nuova e vecchia azienda si sentirà legittimata nel porre condizioni feudali e pretendere il sangue alla fine di 10 ore (le prime) di lavoro. Finalmente potremo dare il giusto nome alle cariche istituzionali: re, principi, baroni, lacchè, buffoni, per finire alla sporca e ignorante (grazie Gelmini) plebaglia. Meno male che quest'anno festeggiamo 150 anni di unità...

fabio SuperPapero 17.01.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco, in Italia il PIL è in caduta libera, ci sono i tribunali che sono invasi da richieste di concordato se non fallimento da parte di azeinde che fino a qualche anno fa erano sane e stabili, e la Fiat è il nemico? Ci sono precari cocococococo per 500 euri al mese, e ancora presto stagisti aggratisi, e nessuno leva alto il grido di dolore e dinnanzi ad una fiat che investe e mantiene inalterate le maestranze si mettono così tanti tromboni di traverso. Ma perchè non si parla mai dello stipendio di Landini eCamusso? Sono capaci di tenere in mano un cacciavite costoro che difendono quelli che il cacciavite lo usano quasi anche per mangiare?
Chiudo con due cose: 1) Scegliete bene, operai, i vostri leader, che questi vi fanno solo piangere;
2. tenetevelo stretto il lavoro, operai, e consideratelo un punto di partenza anche per eventualmente cambiare lavoro.
Saluti

ft 17.01.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'azienda col 6 xcento di assenteismo è una vergogna. I diritti conquistati non hanno fatto altro che rendere piu inefficienti alcuni operai. Pertanto chi ha votato no abbia il coraggio di prendere carta e penna e dare le dimissioni ora! Voglio proprio vedere chi si alza in piedi e dice: io ho votato no!.....opportunisti

Luca Bovolenta 17.01.11 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Due anni fa ho acquistato un Fiat, felice di comprare un prodotto italiano. Oggi e mai più acquisterò un altra auto del gruppo, non per fare un torto ai lavoratori, ma per togliere ricchezza hai potenti della Fiat, che hanno preso sempre i nostri soldi, senza mai dare nulla in cambio, è ora che paghino il conto, da me non avranno mai più un euro, giuro.

Marco meacci 17.01.11 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono un operaio di una fabbrica,e posso immaginare benissimo perchè ha vinto il si.Non è un caso che vengano schiacciati i diritti dei lavoratori in questo semplice modo di votazioni.I sindacati incalzano,terrorizzano,"consigliano" in maniera anche forzata,di votare "quello che fa piu' bene all'operaio",ed ecco che l'operaio,per paura della minaccaia,che sarebbe quella di essere scoperto dall'azienda di essergli "contro" ( ma mai piu' contro di un sindacato magnaccia che si mangia anche la parte dell'operaio),vota anche contrariamente a quello che pensa.E' già capitato,così è capitato e capiterà ancora,se abbiamo ancora questa gente nel sindacato (tutti i sindacati,nessuno escluso),gente che va a braccetto coi politici e con i padroni.Non vedo poi perchè i politici,specialemente quelli detti "dell'opposizione" debbano difendere l'operaio,visto che i loro cachemire e i loro suv,e le loro villette in montagne,e le loro barche,se le comprano(quando non gli vengono regalate)coi soldi dei padroni che si allargano sempre più a machia d'olio negli affari e l'operaio si restringe sempre più come una macchia umana sulla faccia della terra.La politica oramai non esiste più,non c'è un'appiglio presso ciu sostenerci noi logorati e malpagati dal lavoro,noi che meriteremmo le villette in montagna per raddrizzarci un pò la schiena,noi che meriteremmo una barca per prendere un pò di sole sulle palle,che stanno sempre nell'umidità di una fabbrica,noni che meriteremmo tutto quello che hanno i padroni e i sporchi politici che non fanno un cazzo e sporcano pure la dignità umana,noi che dovremmo essere al vertice della piramide della società,perchè se un paese "TIRA" è perchè esistono le mani lavoratrici degli operai!!!

il vero operaio 17.01.11 07:44| 
 |
Rispondi al commento

VI PREGO DAVVERO GUARDATE QUESTO VIDEO E DIFFONDETELO!

http://www.youtube.com/watch?v=0xJtzFBOFdQ&feature=player_embedded


Anna Ferreira 17.01.11 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Pagheranno caro...è un serpente che si mangia la coda;possono produrre finchè vogliono, ma grazie alla mala-politica si avranno sempre meno soldi da spendere, e le loro auto non verranno comunque acquistate...dunque tempo 2 annetti al massimo ed andranno via in ogni caso....Canada, Albania...il risultato non cambia! unica variante, avranno aperto un varco per quanto riguarda le modifiche dei contratti agli operai, ovvero meno diritti ed un potere più ampio alle aziende.

Claudia Mare 17.01.11 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Hanno vinto i si, così la storia di 40 anni di sudore, di lotte, di faticosissime conquiste da parte dei nostri padri,madri, nonni e nonne, è stata cancellata in poche ore...loro si staranno rivoltando nelle loro tombe,noi invece che essendo vivi potremmo fare QUALCOSA, ci barcameniamo tra il niente e il meno-niente,non esistono più regole,non esiste più l'uomo in quanto tale.....anni fa Swarzenegger interpretò Terminetor,era fantascienza, domani, potrebbe diventare realtà...

massimo santi 16.01.11 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire alcune cose:
è normale che dei rappresentanti sindacali firmino accordi senza essere rappresentanti della maggioranza e senza sottoporre a valutazione e votazione di tutti gli addetti coinvolti dagli accordi?
La Fim rappresenta i suoi tesserati
La Ulm i loro tesserati
I sindacati liberi i loro

Come la Fiom rappresentano i loro tesserati
Rimangono quelli che non hanno nessuna tessera, ma che comunque a livello di accettazione di accordi aziendali hanno voce in capitolo, subiscono le decisioni di altri magari illegittime, perché chi firma senza prima essere delegato da una maggioranza lo fa illegittimamente e disattendendo al loro ruolo di rappresentanza in un ambiente democratico.
Ho fatto anch'io il rappresentante di fabbrica per 4 anni ( non ero Fiom) ma la regola di informare i lavoratori e sentire il loro parere prima di firmare qualsiasi accordo era la normalità,perchè solo il fatto di essere dei delegati rappresentanti dei lavoratori ( Praticamente esprimiamo il loro volere e non viceversa).
Chiarito questo concetto elementare,io penso che se vogliamo ristabilire un minimo di legalità e democrazia in Fiat i lavoratori dovrebbero strappare le tessere di che a disatteso questo principio.
E sopratutto gli accordi o richieste specifiche che cambiano o modificato le mansionalità e attività di un reparto o categoria "DEVE ESSERE AVALLATA DA CHI LA SUBISCE" e non da altri reparti o categorie che voterebbero in modo opportunistico sulle spalle di chi le subisce.
Penso che questi criteri elementari per un paese Democratico sia nelle aziende sia nel Paese "DEVONO ESSERE RISPETTATE" e sostenute sia in sede civile che politica, senza nascondersi dietro ad concetti di responsabilità per non prendersi alcuna responsabilità reale rispettando i doveri costituzionali di questo paese.
Spero di essere riuscito a farmi capire,rammentandovi i ruoli di ognuno e le Responsabilità di rappresentanze sindacali e politiche che hanno avvallato un referendum illegale.

Davide Vignati 16.01.11 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito le dichiarazioni di Berlusconi sulla questione Ruby. Meno male che ha parlato lui perché a mezzogiorno il Minzotg non aveva fatto parola sulla questione del giorno di ogni altro media. Poi ho sentito le dichiarazioni di Bossi a cui sembra non freghi mai nulla: se casca il mondo va bene purché si vada verso il federalismo. Siamo in balìa di una banda di rincoglioniti totali per ciò che fanno, per ciò che dicono, per come considerano gli italiani. Per me molti italiani hanno votato il pdl come gli operai hanno detto sì a Marchionne, ma ora hanno capito che è una gabbia di matti. Elezioni subito e votate solo gente con meno di 40 anni e soprattutto normale.

Peter Amico 16.01.11 20:51| 
 |
Rispondi al commento


Cari Amici,

Vi prego di visionare l'ARTICOLO del

GRANDE PAOLO BARNARD su STAMPA LIBERA

" Operai siete dei polli "

QUESTO ARTICOLO SPIEGA CHI E' IL VERO NEMICO

-----------------------------

Per l'articolo di PAOLO BARNARD

vedi i seguenti URL

http://www.stampalibera.com/

http;//www.stampalibera.com/?p=20886

oppure cercare STAMPA LIBERA con Google

--------------------------------

INOLTRE CONSIGLIO di cercare i seguenti 3

documenti con Google o altro motore di ricerca:

a) Gruppo Bilderberg - wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Bilderberg

b) Nuovo Ordine Mondiale: i Signori del Mondo

c) I Rothschild, padroni del mondo

--------------------------------------

Clicca damiano per visionare il sito

internazionale di Alex Jones

damiano 16.01.11 19:21| 
 |
Rispondi al commento

ma Bonano e' proprio un venduto non se ne rendono conto chi lo paga con le tessere?un vergognoso fa' schifo.

tabacchino becco 16.01.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Non diciamo che i lavoratori non sono rappresentati,quando al loro fianco c'è la FIOM!!!
Piuttosto il movimento dovrebbe schierarsi al fianco di Landini.

Gio Rigi 16.01.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Torno a ripetere che berlusconi non è il male peggiore.
Della lega invece molto accomuna al maiale di arcore, entrambi gli schieramenti vanno a puttane, entrambi gli schieramenti hanno collegamenti con la mafia la lega ancor di più di forza italia, entrambi gli schieramenti sono scesi in politica per far soldi arricchirsi alle spalle dei cittadini e per rendere sudditi tutti i cittadini.
Non a caso bossi e la lega non hanno progetti politici se non slogan.
Sorge spontanea una domanda sono solo i governanti da prendere a calci nel sedere finchè non restituiscono tutto dico tutto il denaro rubato pensioni comprese oppure c'è anche più di un cittadino che vota leganord e berlusconi e PD, e zaia, maroni, bricolo, cota, ecc ecc. da prendere a calci nel sedere?

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci ritroveremo tutti in camicia bruna. Il lavoro rende liberi: molti lo proveranno. Fabrizio Belloni

fabrizio belloni 16.01.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

TUNISIA :
"DICESI" FORSE DI POPOLO CON "ATTRIBUTI" VERI ...

ITALIA:
"DICESI" DI POPOLO A " 90° " ????????

MDs

MDs 16.01.11 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dai che questa volta il puttaniere pedofilo finisce davvero nella patrie galere a san vittore, oggi nemmeno gli schiavi della lega che per berlusconi venderebbero i propri figli o rinuncerebbero a una bottiglietta mignon di grappa bocchino , si sono fatti sentire, segno che gli eventi sono realmente seri.

Sepolto il favoreggiatore della prostituzione minorile mi chiedo che fine faranno i vari belpietro, calderoli, scillipoti, il trota, dell'utri, cosentino, gasparri e altri fenomeni da baraccone che potrebbero far vomitare una capra

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 16.01.11 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

italiani che avrebbero dovuto iniziare a inventarsi lavoro e sovrastrutture , 40 anni fa ,tenerle, aggiornate ,efficienti .Ma allora chi lo faceva , era un coglione , meglio delegare e farsi i cavoli propri
italiani che han dimostrato di essere
-stolti credendo che qualcun’altro gli risolvesse sempre i problemi ,
–egoisti votando chi aveva obbiettivi come i propri e non il bene comune,
-miopi ritenendo che i problemi di altri non li riguardassero
-ottusi ritenendo che fosse un diritto vivere al di sopra delle proprie
possibilità
-irresponsabili ritenendo che ciò fosse sostenibile sfruttando altri e
indebitandonsi senza un progetto.

franco 16.01.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Bankitalia:debito Pubblico Tocca A Novembre Nuovo Record A 1.869,9 Mld
Giovedì, 13 Gennaio 2011: Borse.it
Il debito pubblico italiano non smette di toccare nuovi record. A novembre, infatti, è salito a quota 1.869,9 miliardi di euro contro gli 1.867,3 toccati nel mese di novembre. E´ quanto reso noto dall ......... (11:03:25 13/01/2011)
Commenti »
Denari spesi per quale motivo?

Quale importanza dal momento che gli operai riusciranno, magari col prossimo sciopero generale a cacciare fuori chi intende cancellare quei diritti che hanno soltanto corso in Italia, la patria dell’ antiglobalizzazione per antonomasia. Il fatto che ciò potrebbe inabissarci ancora più, non conta: meglio morire con dei diritti nazionali che vivere schiavi con i diritti internazionali. Gli operai scioperano , mentre capitali passano verso altri paesi. Lo sviluppo, oggigiorno, è fatto di nuove idée, di capitali rigogliosi e di mano d’opera nerboruta. Il “vae victis” di Brenno è stato sostituito dal “Guai ai deboli” urlato dai popoli che nel passato abbiamo, con la nostra civiltà- quella dei diritto dell’uomo, costretti alla miseria. Osiamo guardare altre il nostro ombelico!

Ernest Ameglio, Monaco principato Commentatore certificato 16.01.11 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vuoto di Torino a vuoto mentale? Bankitalia:debito Pubblico Tocca A Novembre Nuovo Record A 1.869,9 Mld
Giovedì, 13 Gennaio 2011: Borse.it
Il debito pubblico italiano non smette di toccare nuovi record. A novembre, infatti, è salito a quota 1.869,9 miliardi di euro contro gli 1.867,3 toccati nel mese di novembre. E´ quanto reso noto dall ......... (11:03:25 13/01/2011)
Commenti »
Denari spesi per quale motivo?

Quale importanza dal momento che gli operai riusciranno, magari col prossimo sciopero generale a cacciare fuori chi intende cancellare quei diritti che hanno soltanto corso in Italia, la patria dell’ antiglobalizzazione per antonomasia. Il fatto che ciò potrebbe inabissarci ancora più, non conta: meglio morire con dei diritti nazionali che vivere schiavi con i diritti internazionali. Gli operai scioperano , mentre capitali passano verso altri paesi. Lo sviluppo, oggigiorno, è fatto di nuove idée, di capitali rigogliosi e di mano d’opera nerboruta. Il “vae victis” di Brenno è stato sostituito dal “Guai ai deboli” urlato dai popoli che nel passato abbiamo, con la nostra civiltà- quella dei diritto dell’uomo, costretti alla miseria. Osiamo guardare altre il nostro ombelico!

Ernest Ameglio, Monaco principato Commentatore certificato 16.01.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento

CIE Torino, ragazzo in sciopero della fame ingerisce batteria
provincia di torino | migrazioni e antirazzismo | notizie domenica 16 gennaio, 2011 15:06 by da radio blackout

un recluso del CIE di Torino venerdi ha ingerito una batteria e ha iniziato lo sciopero della fame per la libertà

intervistato poco fa da radio blackout, spiega di sentirsi male e di avere perso cinque chili

per protestare con l'amministrazione del CIE: 0115588778 0115588815 0115589918


ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.01.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento

E no, cavoli, stavolta non la deve passare liscia....B ha detto che non comparirà davanti ai giudici? Lo devono andare a prendere con la FORZA! Come farebbero con un qualsiasi altro cittadino indagato per molto meno!!!!

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 16.01.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Lega se la prende con Michele Placido per l'interpretazione di Vallanzasca nel suo nuovo film definendolo un cattivo maestro.
Nel frattempo la Lega sta in Parlamento con Dell' Utri e Berlusconi.

Carlo Carli 16.01.11 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa nazione CESSO dove un ministro si fa lustro per portare quattro ballerine da locali di quart' ordine in un teatro militare come usvano quei maiali degli yenky,per risollevare il morale delle truppe ah ah ah ah ah,con un "premier" che NON riconosce e NON rispetta le più elementari norme e funzioni dello stato e della civile convivenza,che può andare a puttane,è un suo diritto ma,non quello di mandare a puttane tutti noi "a nostra insaputa" Assommato a tutti i parassiti che li sostengono e che si premurano ad abbonarsi alle pay tv del nano,come si può pensare che ci siano le condizioni per migliorare il nostro quotidiano? Andando ad abitare da qualche altra parte del mondo e,se ci capita ancora fra i piedi la banda dei parassiti con a capo in nenobastardo,potremo prenderlo a CALCI IN CULO fino a fargli scoppiare il cervello che notoriamente in questo caso si trova al posto dei COGLIONI.

emi f., voghera Commentatore certificato 16.01.11 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Andare Camminare Lavorare

--------------------------------------------------------------------------------


Andare camminare lavorare,
andare a spada tratta,
banda di timidi, di incoscenti,
di indebitati, di disperati.
Niente scoramenti, andiamo,
andiamo a lavorare,
andare camminare lavorare,
il vino contro il petrolio,
grande vittoria, grande vittoria,
grandissima vittoria.

Andare camminare lavorare,
il meridione rugge,
il nord non ha salite,
niente paura, di qua c'è la discesa,
andare camminare lavorare,
rapide fughe rapide
fughe rapide fughe.

Andare camminare lavorare
i prepotenti tutti chiusi a chiave
i cani con i cani nei canili
le rose sui balconi
i gatti nei cortili...
Andare camminare lavorare
andare camminare lavorare
dai, lavorare!

E che cos'è questo fuoco? pompieri, pompieri,
voi che siete seri, puntuali,
spegnete questi incendi nei conventi,
nelle anime, nelle banche.
Andare camminare lavorare,
queste cassaforti che infernale invenzione,
viva la ricchezza mobile,
andare camminare lavorare,
andare camminare lavorare.
Lavorare, lavorare!

Andare camminare lavorare
il passato nel cassetto chiuso a chiave
il futuro al Totocalcio per sperare
il presente per amare
non è il caso di scappare
andare camminare lavorare
andare camminare lavorare
dai, lavorare!

Nutriamo il lavoro, alé!
gli agnelli a pascolare con le capre
fra i nitriti dei cavalli, questi rumorosi...
vigilati da truppe di pastori,
andare camminare lavorare.

Niente paura, azzurri, azzurri, attaccare attaccare,
attaccatevi a calci nel sedere,
la domenica tutti sul Pordoi a pedalare.

Lavorare pedalare lavorare, con i cantanti nell'osteria,
con i contanti, con tanti tanti tanti ...
tanti auguri agli sposi!

Andare camminare lavorare,
la Penisola in automobile,
tutti in automobile al matrimonio,
alé! la Penisola al volante,
questa bella penisola è diventata un volante.
Andare camminare lavorare...

--
Piero Ciampi


Emiliano Z. Commentatore certificato 16.01.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento

♫ ♬ ♪ ..♫ ♬ ♪
♬ ♪..Beh credo che sia giusto dirti che non voglio niente senza te ♫ ♬
E tu sei molto di piu' di quello che tu sai
Sei sole e pioggia negli inverni miei ♫ ♬
Se mi vuoi, ♫ ♬ ♪
domani sarà un giorno migliore vedraiiii
se mi vuoi,♫ ♬
domani sarà' un giorno migliore vedrai!
Aspetta almeno un minutoooo ♫ ♬ ♪
non dirmi che non mi vuoiiii
devo trovare un appiglioooo ♫ ♬ ♪
prima che tu te ne vai da me. ♫ ♬
♬ ♪ UoooooOOOOhh... ♬ ♪
Apri le tue ali e vola via con meeeeeeeeee..♫ ♬ ♪
...♬ ♪ ♩ ♫ ♬ ♪ ♭ ♪ ♫ ♬....


Ignoranti manipolatori antidemocratici.
Gli operai sono molti di più degli impiegati, compratevi una calcolatrice.
Bisogna usare il cervello o si accetta il compromesso o si va tutti a casa, forse in fiat c'è un 54% dei dipendenti che ragiona e sa fare 2+2 .... ma si sa, la sinistra è come la chiesa, ama i pecoroni che seguono il pastore e non chi ragiona con la sua testa.

Mirko 16.01.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe sono sconcertato e deluso,anni di conquiste sociali buttati al vento,prevedo pero' che fra qualche anno uno o la massimo due,sara fatta l'ultima richiesta ai lavoratori quella di trasformarsi ovviamente se vogliono lavorare, da dipendenti a partita Iva singola per vlavoratore.Allora se non succedera'niente nel frattempo sara distruzione totale.Fermo restando e son d'accordo con te che l'auto e' morta.Cordiali saluti.

nicola raggioli 16.01.11 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Perché nessuno parla del contratto con Obama?
C'è scritto in modo chiarissimo che Fiat acquisirà Chrysler per una cifra che diminuirà progressivamente se disinveste in Italia e investe a Detroit, fino ad arrivare a zero dollari!
Marchionne farà di tutto per chiudere Fiat Italia spostando la produzione nel Montana per il semplice motivo che ci guadagna.
Degli operai italiano non gliene frega niente a nessuno, né a lui né agli Agnelli né a questi politici di merda.
Per lui ci sono solo numeri e introiti. Gli Agnelli faranno una montagna di soldi. Marchionne intascherà 300 milioni di euro in stock option e non ci pagherà nemmeno le tasse, essendo cittadino svizzero.
Noi tutti la prenderemo in tasca, per gentile concessione di Berlusconi, Sacconi, Bonanni, Angeletti, Bersani, Fassino, D'Alema e altri delinquenti compagni...
Basta leggere il contratto tra Marchionne e Obama! Più chiaro di così! Si capisce benissimo dove andremo a finire. E noi stiamo qui a dibattere su pause o giustizia o statuto del lavoro. Un gigantesco inganno!

E un solo giornalista lo ha denunciato: Massimo Mucchetti del Corriere della sera, in un articolo tecnico che evidentemente nessuno ha letto. Eppure è chiarissimo!
La globalizzazione?! Tutte balle!!!!
Un imbroglio finanziario, ecco che cos'è!

Sentitelo meglio spiegato da Luca Telese

http://www.youtube.com/watch?v=ccnmUdUU76M&feature=channel

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

♫ ♬ ♪
uauuuuuooo...uooooooo ♫ ♬ ♪
apri le tue ali
e vola via con meeeeeeeee.........♫ ♬ ♪

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 14:48| 
 |
Rispondi al commento

ah ah ah , che residente pirla !!!

"Minetti qualche mese dopo è al telefono proprio con Silvio Berlusconi e, fedele al suo mandato, lo informa di un nuovo pericolo: Ruby è stata interrogata a Genova da un magistrato arrivato da Milano (è l’aggiunto Pietro Forno). Il presidente del Consiglio le risponde e le dice che non è allarmato, che non c’è da preoccuparsi. “Non importa, tanto non potranno mai dimostrare che io sapevo che è minorenne”. Così dice il presidente. Peccato che la sua voce rimanga registrata nei file degli investigatori della Procura di Milano ".


Carlo Carli 16.01.11 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

♫ ♬ ♪ ♩...Cosa mi aspetto dal domaniiiii.....?...♫ ♬ ♪

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Sparano cazzate nel vuoto..
Grazie di esistere.
Ciao


Il Nano cazzaro non si presenterà: sa che le prove in mano alla Procura sono macigni; può solo sperare che il telerincoglionitore funzioni ancora bene....

harry haller Commentatore certificato 16.01.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono dell'idea personale che quanto successo è servito solo ed esclusivamente a divedere il fronte sindacale facendo in modo che che in questo momento di sconforto morale e politico, i lavoratori dipendenti non potessero coalizzarsi tra loro ed identificare il male comune. Dei falsi sindacalisti hanno rafforzato il potere dei veri padroni che non sono gli industriali o gli economisti ma sono delle persone che speculano opportunità quali lo sfruttamento e non sulle produzioni. Davanti ad un Fassino che banalmente dichiara "daltronde io non sono un operaio FIAT" mi vergogno, quando cita che i diritti sono altre cose rispetto alle contrattazioni gli ricorderei la Costituzione Italiana, dove il lavoro di per sè è un diritto, anzi è il fondamento della Repubblica. Una persona intellettualmente onesta dovrebbere riconoscere che il diritto al lavoro non è necessariamente legato alla produttività, Avere un lavoro significa badare a se stessi rendersi indipendenti per creare una famiglia non nel senso cattolico ma nel senso sociale,lo stato siamo NOI, sarebbe troppo semplice dire "fuori chi non lavora!". E se tutti fossimo bravi e i posti fossero pochi cosa dire? Cosa fare? Ipocriti sono coloro che credono di essere indispensabili. Io da politico avrei contestato la legittimità del referendum. Avrei lasciato la FIAT fallire, proponendo ai lavoratori dipendenti un nuovo patto sociale. Una ritenuta in busta paga per fare fronte ad una prolungata cassa integrazione per permettere la mobilità ai dipendenti FIAT proponendo alle altre case automobilistiche presenti in Europa di subentrare nel 30% delle vendite FIAT inItalia. Avrei fatto come Obama ma in Europa consentendo investimenti vantaggiosi ai partner UE,chiedendo poi la restituzione della ritenuta una volta che il mercato avrebbe ripreso a funzionare con la logica delle vendite.
Pensate,la FIAT non ha più sovvenzioni ha detto Marchionne; Ci crederò quando militari, carabinieri,polizia, vigili,anas,ASL non avranno FIAT

mauriziomilani 16.01.11 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Per i SEGHISTI di MERDA --------
Adulterare gli alimenti non è più reato
I "tagli" del Calderoli "semplificatore"

Il provvedimento 'taglialeggi' del ministro leghista abroga la l.263 del 1962, che puniva le sofisticazioni dannose alla salute. La denuncia arriva dal pm Guariniello, che spiega: "Bloccati i processi sulla mozzarella blu e su altri casi simili".
WONDERFUL
KOWALSKI (first name unknow) 16.01.11 13:52|
------------------------
Cosa nei dite stupidi analfabeti.
Toc...TOc...dove siete?

"Roma ladrona" " Lega Ladrona" Lega padrona"
"Lega zozzona": spero abbiate anche le mozze verdi ed inquinate!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 16.01.11 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedrai com'è bello

M'hanno detto a quindici anni
di studiare elettrotecnica
è un diploma sicuro,
d'avvenire tranquillo,

con quel pezzo di carta
non avrai mai problemi,
non avrai mai padroni,
avrai sempre il tuo lavoro.

Vedrai com'è bello
lavorare con piacere
in una fabbrica di sogno
tutta luce e libertà!

M'hanno detto a quindici anni
fai la specializzazione,
è importante, nella fabbrica
farai il lavoro che ti piace.

lo l'ho fatta, ed a vent'anni
poi mi sono diplomato
e ad un corso aziendale
m'hanno pur perfezionato

Vedrai com'è bello...

Tutto quello che hai studiato
dentro qui non serve a niente,
non importa un accidente
cosa poi tu voglia fare

il diritto più importante
è catena di montaggio,
modi e tempi di lavoro
ogni giorno, ogni ora.

Qui dentro non c'è tempo,
non c'è spazio per la gente,
qui si marcia con le macchine
e non si parla di libertà.

La tua libertà
resta fuori dai cancelli,
la puoi ritrovare
fra le mura di casa.

Vedrai com'è bello...

Gualtiero Bertelli 1966

Emiliano Z. Commentatore certificato 16.01.11 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Se qualcuno non si offende, se qualcuno non si infastidisce solo perche' tentero' di spiegare la nostra situazione in napoletano, avrei da dire:
Tenimm' 'a Berlusconi;
Tenimm' 'a Marchionne;
Tenimm' nu' sindacato che nun esiste cchiu';
Tenimm' 'a Don Alfaniello;
Tenimm' 'a Bossi;
Tenimm' 'a mafia e 'a camorra;
Tenimm' na' crisi economica ca fa impressione;
Tenimm' na' disoccupazione ca fa paura;
Nun tenimm cchiu' 'a Fiat, in pratica;
Nun tenimm' na' opposizione;
Ma che ce manca? Tenimm' tutte 'e cose. Nun ce manca niente.
Stamm' 'nguaiati.
Ma tenimm' na' granda pacienza.
E sti strunz se stann' approfitann'.
In napoletano auguro a tutti costoro un sentito: jatevenne affanculo!

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 16.01.11 14:10| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

mi vien da ridere, spero non sia vero, hanno ammazzato ruby e altre ragazze?

fra f. 16.01.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Figure di vergini che si offrono al drago per rincorrere il successo, la notorietà e la crescita economica. E per una strana alchimia il paese tutto concede e tutto giustifica al suo imperatore.
Veronica Lario, 3 maggio 2009


PDL
PD
LEGA
SINDACATI
ANDATE TUTTI AL ROGO...
ITALIANI PENSATE CON LA VOSTRA TESTA...

patrizia g., parma Commentatore certificato 16.01.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Porco è un brutto Animalaccio, Mangiamerda, circondato da Fango e Scrofe.
Il suo Habitat dove Scagazza, pulisce il Grugno, fa Bagno Penale del suo Codazzo contorto ed Attorcigliato.
Non è un tipo per Signorini Fini il Porco, ne per porcellini di primo pelo.
Ci voglion Leggi Porcate per garantirne la Sopravvivenza, la Moltiplicazione della Fede Porcina.

Scusate, mi chiedono il Pc...

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marchionne ci sta facendo una truffa? Sicuramente!
Dov’è finita la Y? Dov’è la nuova multipla ? E Perché Fiat va in Serbia? Per avere fondi dal governo serbo e dall’UE. E’ una truffa Fiat-Italia? Sembra più che certo. E Fassino difende Marchionne??!! Ci imbrogliano o sono imbrogliati?
Fassino è scemo? Bonanni è scemo? Angeletti è scemo? D’Alema è scemo? Bersani è scemo?
No, sono corrotti. Ci dicono il falso.
Nessuno di loro ha letto le 200 pagine del contratto di Marchionne con Obama? Ma certo che le hanno lette, loro sanno sempre tutto, sono sempr einformat di tutto, siamo noi che non sappiamo mai niente e continuiamo ad essere disinformati da questa massa di delinquenti e da questi media che sono alle loro dipendenze solo per spargere nebbia e merda.
Ormai a difendere gli operai restano Cremaschi, Landini, Di Pietro e Vendola. Il resto è fuffa.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Vedi il contratto Marchionne-Obama.Fiat acquisisce un 5% della Chrysler(decotta e fallita)contro il brevetto industriale dei suoi motori,ma è la Fiat che ha comprato la Chrisler o il contrario?E Marchionne è un giocoliere che fa trucchi finanziari o un truffatore?Poi Fiat può acquisire un altro 5% della Chryisler, accordandosi con Obama sulla produzione di 150.000 motori prodotti esclusivamente in USA, guarda caso anche quella famosa jeep che Marchionne finge di voler produrre in Italia. Al massimo noi faremo le carrozzerie.Non basta.Fiat prende una 3a quota di Chrysler sempre senza tirar fuori un dollaro.Quel che dovrebbe dare è variabile,la formula sta nel contratto con Obama e risulta così:
si somma l’avanzo di bilancio della Chrysler (che anche se indebitata un piccolo avanzo ce l’ha), si moltiplica per il valore di Fiat-Italia
dal totale si sottraggono i debiti che la Chrysler ha con lo Stato del Montana(perché in Usa lo Stato non regala soldi alle imprese come da noi,li ‘presta’ e poi li rivuole indietro), alla fine la Fiat otterrebbe la Chrisler con solo 200 milioni di $.Ma attenzione!Due valori sono variabili:il valore di Fiat e i debiti Chrisler Allora Marchionne uno lo fa scendere e uno lo fa salire.Il valore Fiat lo abbassa con lo scorporo, così oggi la parte Fiat-auto ha meno valore,e firma il contratto ‘prima’ dello scorporo fatto apposta per ridurla.Meno vale la Fiat più piccola è la cifra che deve dare.Invece i debiti della Chrysler si aumentano con investimenti.Dunque se Marchionne investe in Chrysler e fa calare Fiat-Italia,paga sempre meno fino ad arrivare a zero.Il giocoliere avrà Chrysler a zero $!!
Gli Agnelli saranno contenti e Marchionne avrà stock option fino a 300 milioni,su cui non pagherà tasse risultando cittadino svizzero
Non gli interessa un fico della auto,ma continuerà a guadagnare dai suoi giochetti.E più sposta la produzione in USA e chiude in Italia più guadagna.Nel 2010 annunciò 20 MLD di investimento,oggi 1 ma nemmeno si vede.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Adulterare gli alimenti non è più reato
I "tagli" del Calderoli "semplificatore"

Il provvedimento 'taglialeggi' del ministro leghista abroga la l.263 del 1962, che puniva le sofisticazioni dannose alla salute. La denuncia arriva dal pm Guariniello, che spiega: "Bloccati i processi sulla mozzarella blu e su altri casi simili".

WONDERFUL

KOWALSKI (first name unknow) 16.01.11 13:52| 
 |
Rispondi al commento

All'epoca di Marrazzo tutto un tam tam di trans e prostitute! Migliaia di puntate per la Scazzi e per Cogne... e quando la cosa riguarda lo squallore (anche solo presunto) e la possibilità (anche solo teorica) che il nano si sia macchiato di enormi infamità... TUTTO TACE

POSSIBILE CHE NESSUNO, NEMMENO DI PIETRO, denunci la barbarie mediatica di questo silenzio?

Oggi il TG2 e il TG5 per mezz'ora hanno parlato di tutto tranne che della NOTIZIONA ... che era semplicemente quella di dire che le carte che scottano sono arrivate in parlamento (!!!) e che probabilemte ci sono testimonianze al peperoncino!

Come faranno le milionate di vecchi rimbecilliti dalla tv spazzatura a sapere qualcosa della dettagliatissima indagine sull'infojato?

Non ce ne frega proprio nulla di mandare alla deriva questo paese che all'estero, per questo astronomico controllo delle tv, ci fa apparire per quello che siamo e cioè una repubblichella delle banane?

Vi prego, facciamo qualcosa per far saltare questo vergognoso tappo!!!

Vi prego facciamo qualcosa con Santoro, Marco, Beppe insomma qualcosa ma che non sia Annozero! Bisogna uscire fuori dal carrozzone della Rai, sennò si fa il gioco dei Cicchitto che, mi sembra già di sentirlo, appena partirà Santoro, parlerà di "vergognoso gossip" per il semplice motivo che nessun telegiornale (a parte il piccolo Mentana) avrà informato dell?ENORME faccenda...

FATE CIRCOLARE ! ! !

Reve ng Commentatore certificato 16.01.11 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


1
Nel gigantesco ventilatore di merda di disinformazione che si è abbattuto sull’Italia in occasione del referendum di Mirafiori una sola cosa è seria e mostra le vere intenzioni di Marchionne, l'analisi del suo contratto con Obama. Peccato che nessuno lo abbia fatto, nemmeno gli idioti o i traditori del Pd
Questo è un video di Telese il 13, dunque prima del referendum, durante la manifestazione contro Marchionne promossa da Micromega.

http://www.youtube.com/watch?v=WWpeOhDz8fQ

(Torino diventa laboratorio di un altro futuro industriale in cui si impone un altro modello di lavoro, quello degli schiavi. La Chrisler rinasce grazie a 6 MLD di dollari dati da Obama a patto che la produzione resti in USA. Le famose jeep che si promettono a Mirafiori saranno fatte a Detroit. Lo stesso ha fatto Sarcozy per trattenere la produzione automobilistica in Francia. In Italia, invece, lo Stato finanzia la Fiat (MLD di Euro) per la cassa integrazione riversando un fiume di soldi al non lavoro. A Melfi e altrove ci sarà un anno di cassa integrazione pagata dallo Stato. In cambio di che? Di niente. Marchionne sta bluffando? Intanto fassino si candida sindaco a Torino affiancando Marchionne!?)

E questo, ancora più importante, è l'analisi del contratto con gli americani, per capire quali sporchi giochetti finanziari fa Marchionne per far avere alla Fiat il massimo col minimo di costi. Il video di Telese si basa su un articolo di Massimo Mucchetti del Corriere della sera.

http://www.youtube.com/watch?v=ccnmUdUU76M&feature=channel

(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Guarda un po' li' x li' avevo letto

IL VUOTO DI TONINO

pensando a Di Pietro, e si', perche' dietro di lui
c'e' veramente il vuoto.

Frank A. 16.01.11 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Flat è Piatta perchè i possessori di Capitali Sporchi, in parte Scudoficalizzati, per ovvi motivi di cassa corrente, situati alle cayman ed Attigua, Luxemburg, da proventi di Falsi in Bilancio, Spaccio e Prostituzione, Investiti in Asia per Schiavizzare Poveri, Inscena un Referendum Farsa, Truffaldino.
Un Impianto Mediatico per Polli da Tv e Giornalaismo Becchimiero.
Gioia Tauro, e gli altri Porti della Ndrangheta, la Risposta NeraCalabrese allle Domande di Torino.
Quelli son i Massai; i Colletti Bianchi li dirigon dalle stanze dei Bottoni.
L'Ipocrisia, Benvenuta, ha retto due Millennni e piu'.
Or il Sole Splende, nei Pascoli di Manitou.
Il Cuor Contento, non Ascolta il Frastuono dei Falsi.
Il Diavolo è Menzoniero, anche se si Innamora delle Vergini.
Anche se si Prospetta un Buon Partito.

Samaria, come sei Lontana...

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l'ora di chiarire tutto davanti ai giudici....

appena ho un momento libero!

Io credo che sia sincero, e chi non ci crede è comunista.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 16.01.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dite come si fa a cercare un mio messaggio in tutto il sito in cui ho scritto che il partito si chiamerà ITALIA ?
Se così fosse sono inquietato per quanta anticipata preveggenza ho avuto nel riuscire ad intuire la mossa del nano... Mi devo preoccupare???

Reve ng Commentatore certificato 16.01.11 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE RAGAZZEDI MILANO DUE - Ecco le ragazze di cui è stata perquisita l'abitazione. Iris Berardi, diciottenne forlivese di origine brasiliana che nel 2009 partecipa a Miss Italia e diventa miss Rocchetta Bellezza. Le sue vicine di casa sono Eleonora e Imma De Vivo, le gemelle napoletane sempre presenti in piazza Plebiscito a tutti i Consigli dei ministri organizzati nel capoluogo campano e alle visite del premier in prefettura per fare il punto sull'emergenza rifiuti del 2008. Imma e Eleonora hanno partecipato poi a «L'Isola dei Famosi». Poi stop, giusto qualche sporadica apparizione sui giornali di gossip. Abitavano a Napoli, poi hanno deciso di trasferirsi a milano. decidere di trasferirsi a Milano. Un appartamento è stato assegnato ad Elisa Toti, un altro ad Aris Espinoza. E poi Barbara Guerra e Ioana Visan, alle quali Berlusconi avrebbe ceduto l'uso di due abitazioni. I loro nomi erano già emersi nell'inchiesta barese sulle ragazze reclutate dall'imprenditore Giampaolo Tarantini. E fu proprio Giampy a raccontare: «Barbara Guerra l'ho conosciuta a Milano presentatami da un mio amico, Peter Faraone, mentre Ioana Visan detta Ana l'ho conosciuta tramite lo stesso Peter o Massimo Verdoscia. Sapevo che Barbara Guerra era una donna dello spettacolo, mentre sapevo che Ioana era una escort. L'8 ottobre 2008 ricordo di aver invitato le stesse a Roma unitamente a Vanessa Di Meglio, limitandomi per quest'ultima a pagare il biglietto aereo ed il soggiorno in hotel, quanto alle altre due, che venivano da Milano corrispondendo alle stesse anche una somma di denaro per l'eventualità che potessero avere un rapporto sessuale con il presidente Berlusconi. Ricordo che sia Ioana Visan che Barbara Guerra si fermarono a casa del presidente. Per il 9 ottobre devo escludere di aver corrisposto altre somme di denaro alla Guerra ed alla Visan mentre confermo di non aver corrisposto alcunché a Carolina Marconi».

Corriere del Mezzogiorno. Redazione on line del 15/01/2011

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 16.01.11 13:40| 
 |
Rispondi al commento

FANTASTICO

I legali di Berulconi: "l'indagine su Ruby è una violazione della vita privata".
Ma non l'ha chiamata lui la questura lui per farla liberare dopo che l'avevano arrestata per furto?

Ruby: "non ho scopato col premier, non sapeva che ero minorenne"
Se non l'ha scopata, che cazzo gliene fregava se era minorenne o no?

KOWALSKI (first name unknow) 16.01.11 13:40| 
 |
Rispondi al commento

"A quell'uomo voglio un bene dell'anima, cioè provo proprio un amore, ecco. E' una grande persona". L'uomo in questione è il premier Silvio Berlusconi e le parole sono di Raissa Skorkina, ragazza italorussa che ammette di aver partecipato a cene nella residenza del premier ad Arcore e di conoscerlo da "dieci anni, o nove, o otto... non mi ricordo bene", dice.Raissa afferma di essere una modella, indossatrice e show girl e di essere "stupita" da "tutto questo casino". Ha conosciuto il premier "ad una cena". "Io sono esperta di politica - aggiunge - oltreché di filosofia. Abbiamo parlato della situazione in Russia e in Italia. Mi ha presa in simpatia e io pure. Lo adoro". Secondo la ragazza, il premier "non ha bisogno di pagare nessuna donna. E' ricco, è affascinante, potente. Figuriamoci se si deve mettere a pagare delle prostitute" e sugli atti dell'inchiesta milanese commenta: "ci sarà stata qualche ragazza furba e maligna che ha cercato di rovinarlo. E' come se io vengo a una tua cena e poi dico che tu avevi la droga". Su Ruby, Raissa non fa nessun commento, "con quelle foto lì, con quel video mezza nuda...Non so, non voglio dire niente, però insomma...".

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 16.01.11 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Successivamente si è cominciato a riversare gli scarichi e liquami in vasche e depuratori, che hanno un costo per chi li gestisce, e non rientrano nei termini del Concordato. Tutto questo fu tenuto lontano dalla Santa Sede, ma quando i costi sono diventati proibitivi, l’ACEA ha sollevato la questione, che si è conclusa ancora una volta con il pagamento da parte dei cittadini. È stato possibile grazie alla finanziaria del 2004, dove è comparsa una voce , relativa ai 25 milioni di euro da versare all’ACEA, per gli arretrati della Città del Vaticano, a partire dal 2005 ( )

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.01.11 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALCHE ULTERIORE DETTAGLIO

Nel marasma dei soldi che lo Stato regala alla Santa Sede ci sono d’aggiungere nell’ultimo DDL legato alla Legge finanziaria una nuova agevolazione che consente , di aggiornare i valori di terreni e partecipazioni. Una agevolazione che consente alla successiva vendita di un bene di pagare solo l’imposta del 4 % del suo valore. Quanto potranno le Congregazioni risparmiare? Dipende, ma se pensiamo a quanti terreni possiede lo Stato del Vaticano, la cifra in questione sarà molta alta. Eppure la Santa Sede ha una miriade di modi per reperire denaro, vi è tra l’altro anche l’Obolo di San Pietro, nato nel medioevo come colletta umanitaria e ancora oggi esistente,in pratica esso è costituito dall’insieme delle offerte, destinate ad assistere il Papa nella sua missione apostolica e caritativa: comprende infatti sia la colletta effettuata nelle chiese che un conto corrente nelle agenzie di banca Intesa. Nel solo 2004 sono arrivate donazioni per un totale di 51.710.348.45 milioni di dollari, con una sensibile diminuzione del 8% rispetto al 2003 Ci sono anche gli introiti che in prossimità di feste o ricorrenze, lo Stato Vaticano raccoglie tramite le esclusive delle immagini televisive, come accaduto per il Giubileo, dove il 75 % degli utili è andato alla Santa Sede. E per di più imponendo al servizio pubblico, di escludere o mandare in onda un programma a piacimento del Vaticano. Un’altra questione riguarda la cittadinanza romana. Il debito di oltre 50 miliardi di lire che lo Stato del Vaticano ha nei confronti dell’ACEA, visto l’art. 6 del Concordato che dà modo alla Città del Vaticano di dissetarsi senza pagare un centesimo. I litri d’acqua in questione sono oltre cinque milioni. Ma la questione non finisce qui e si complica ancor di più.

La recente normativa italiana include nella bolletta, anche il canone per fognature e la depurazione. Fino al 1970 , gli scarichi fognari scaricavano direttamente sul fiume Tevere. (1)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.01.11 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Indiscrezioni.
Nuovo Partito (REstyling): Italia.
No, Kamasutra, la Naturale Evoluzione della Specie, nel Partito d'Amore.
Marcione, ministro delle Pari Opportunita'...

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Vedo gente sempre più confusa intorno a me, che sperava in un nuovo inizio, in un ritorno di un futuro certo per se e per i propri figli. Studiare, lavorare, veder crescere i figli, invecchiare circondato dagli affetti sono ormai solo ipotesi di un'equazione che risponde più alle regole del caos che ad un progetto di vita. Il controllo mentale perpetrato dai media agli ordini del caporalato di regime è talmente profondo che qualunque oscenità è ammessa. Marchionne è un imprenditore a capo di una multinazionale che vanta opzioni di massificazione del profitto in tutto il pianeta. Esattamente come il nostro capo del Governo. Eppure c'è gente che si stupisce del precariato, delle leggi a misura d'uomo, azienda, fazione politica. Ci si stupisce se Senatori, Deputati, Giudici, Generali dell'Arma e giù fino a poliziotti, impiegati della PA e semplici cittadini sono corrotti, collusi, ricattati. Ci si stupisce se la malavita, che di fatto ha il controllo del territorio, ordina ad aziende ed istituzioni cosa fare, chi chiamare per un determinato lavoro in un determinato cantiere; o per fare assumere quello invece di questo fino a minare il tesuto socio-legislavito di una Nazione. Nazione che ormai si sta dirigendo verso un sistema di potere che vedrà sempre più premiato chi ha alti livelli di collusione e non meriti. Tutto è sulle spalle della classe operaia e dei dipendenti. Le tasse le paga solo chi non può rubare, non può aprire un conto corrente ad Antigua, non può creare fondi neri. Si fomenta l'odio verso il diverso per orientamento sessuale, politico, culturale. E' considerato straniero anche chi abita solo a pochi isolati di distanza. In galera ci finiscono i disperati, i nulla tenenti. La politica è una professione e con 2 anni e mezzo da eletto hai la pensione garantita con solo 10 presenze. Ma quando un arto è preda della cancrena per il bene del paziente, per la salute del corpo va amputato con ogni mezzo.

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 16.01.11 13:17| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti: "Grazie Marchionne
svolta storica, ha salvato la Fiat"


adesso repubblica deve per forza parla bene di marchione

Giovanni Riccio Commentatore certificato 16.01.11 13:12| 
 |
Rispondi al commento

La Stampa: scandalo Ruby, Gianni Letta non è "mai stato visto così preoccupato e triste". Pensa noi.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.01.11 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO VINTO

Ho vinto,hanno vinto,chi ha vinto?
Hanno vinto gli scommettitori.
In questo paese ogni cosa è buona per scommettere.
Si strumentalizza tutto.Il governo per marchionne,una parte dell'opposizione e la fiom per gli operai,il governo per il nucleare,l'opposizone ci pensa,berlusconi è un eroe per alcuni è un maiale per gli altri.
Ogni argomento è buono per creare fazioni, per dividere,per tifare.
Ormai a nessuno più interessa il fatto in se stesso ma ci si accapiglia per combattere l'altro colore politico,l'altra squadra,il diversamente pensante.
E' un nuovo sport nazionale.
Fiumi di blog per criticare l'altro,per esporre le proprie ragioni contro l'altro che la pensa diversamente e poi attacchi,insulti tra blogger e militanti politici ed altre cafonerie italiche.
Si è perso il senso della riflessione e dell'informazione:il giornale da un lato e la repubblica dall'altro.
Ma chi ha vinto e chi ha perso?
A mio parere siamo tutti perdenti in uno smarrimento totale del pensiero e della realtà.
Arroccati a difendere lo schieramento di turno, il paese scivola velocemente nella banalità e nell'immobilismo perdendo credibilità per le azioni da compiersi nel presente e nel futuro riducendo ogni cosa allo spettacolo insulso delle lotte nelle arene.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 16.01.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi, il grande amico di Silvio, deve essere proprio matto duro. Si è rivolto ai tunisini dicendo: "I rivoltosi verranno a uccidere i vostri figli nel sonno, come nella rivolta bolscevica americana!"
"Bolscevica americana"????? Ma sa quello che dice il pazzo furioso?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da Repubblica.it

Massimo Giannini, trattando ieri questo stesso tema, ha scritto che la questione di Pomigliano è stata una "provocazione" di Marchionne per saggiare la risposta dei sindacati. L'errore dei sindacati (Cisl e Uil) - ha scritto - è stato di pensare che la provocazione riguardasse soltanto Pomigliano; invece no, riguardava l'assetto di tutto il gruppo Fiat a cominciare dal Lingotto. In effetti è così. È vero che nell'accordo firmato con Cisl e Uil la Fiat ha preso l'impegno che le nuove regole non saranno applicabili in nessuno degli altri suoi stabilimenti in Italia; Marchionne infatti non ne applicherà ma semplicemente trasferirà in Serbia l'attuale lavoro previsto per Mirafiori.
Ma perché in Serbia? La differenza di costo salariale tra la Serbia e Torino è molto forte ma la componente salariale non pesa più dell'8 per cento sul prodotto finale. La ragione del trasferimento dunque non è questa; la ragione sta nel fatto che lo stabilimento Fiat in Serbia sarà pagato per tre quarti dall'Unione europea e per il resto da incentivi fiscali del governo di Belgrado. Quello stabilimento non costa nulla alla Fiat; per di più la sua gestione è vantaggiosa e genera utili. Perché Marchionne dovrebbe rinunciarvi?
Quanto al governo italiano, non ha assolutamente nulla da dare alla Fiat. L'azionista della società torinese non ha soldi per nuovi investimenti automobilistici; tanto meno ne ha il governo Berlusconi-Tremonti. Quindi liberi tutti, checché ne pensino Chiamparino e la Regione Piemonte a guida leghista. Bossi vuole il federalismo, della Fiat non gliene frega niente. Il tavolo aperto dal ministro Sacconi per mercoledì prossimo si limiterà ad auspicare qualche dettaglio; sotto l'auspicio niente.
.....Il significato strategico è chiaro a tutti: gli azionisti del gruppo e "in primis" la famiglia Agnelli, vogliono disfarsi dell'automobile.
**************************************************
Ordunque, il referendum e' stata una farsa, ignobile, patetica-criminale

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 16.01.11 12:55| 
 |
Rispondi al commento

tempo 5 anni (o anche meno) e Mirafiori chiude..sono aperte le scommesse..

sara b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.11 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 23/11/2010 dalla Prefettura di Roma è stata emessa un’interdittiva antimafia verso la nuova Safab Spa controllata al 100% dall’Mdc Srl dell’ex manager Michele De Capoa. La prima ostativa antimafia era del 25/11/2009. Stavolta, però l’Anas, una delle principali committenti ha deciso di rescindere il contratto. Così come, molto probabilmente faranno le altre amministrazioni pubbliche. Sono in ballo € 180 ml. di commesse, la sorte di oltre 200 dipendenti, appalti in tutta Italia e la filiera delle subappaltatrici con ulteriore mano d’opera. La notizia è filtrata dopo settimane, il 20/12 quando un sindacalista ha potuto leggere la lettera ad una ditta subappaltatrice in cui si comunicava la cessazione del rapporto ed ha visto autotreni portare via escavatori e compressori presi in affitto per le opere in esecuzione. E si ripresenta la solita diatriba con i lavoratori sotto scacco che, di fatto, assumono su di sé il rischio imprenditoriale di aziende colluse con ambienti mafiosi e della sete di denaro e di potere di ambienti dirigenziali del nostro Paese. Perchè l'Anas non ha rescisso il contratto subito, alla prima interditiva? perchè le aziende subappaltate hanno saputo della decisione di glocco lavori da comunicazioni intraziendali e non dalle istituzioni? Perchè non sono stati riportati allo stato originario i siti dei lavori? Resta lo scempio di cantieri abbandonati e centinaia di lavoratori e relative famiglie per la strada. In Francia, Germania, Inghilterra il subbappalto è vietato per legge come le deroghe ai piani regolatori. Questo per difendere la sicurezza sui luoghi di lavoro, i diritti dei lavoratori e per sapere esattamente chi usa il denaro pubblico per fare cosa ed entro quando. In Italia tutto è demandato alle conoscienze spesso oscure di tizio e di caio ed il risultato sono cantieri fantasma, sperpero denaro pubblico, infiltrazioni malavitose, riciclaggio, interessi personali, cassa integrazione, disoccupazione, precariato selvaggio.

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 16.01.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento

O.T. uccelli e pesci morti , nuova supposizione.

http://petrolio.blogosfere.it/2011/01/ucceli-e-pesci-morti-sara-mica-colpa-del-fracking.html

il petrolio sta finendo e questi fanno "buchi" da
tutte le parti del mondo !

date un'occhiata...roba da criminali protetti dalle
compagnìe petrolifere!

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 16.01.11 12:38| 
 |
Rispondi al commento


Hanno vinto i sì perché sembra che gli impiegati e i livelli superiori abbiano votato compatti a favore delle condizioni imposte dall’azienda. Se io fossi un operaio della catena di montaggio lascerei volentieri il mio posto da 1000 € al mese a uno di quegli impiegati zelanti (sicuramente con stipendi molto più alti e condizioni di lavoro molto meno restrittive) che hanno approvato il contratto e manderei al diavolo la FIAT e tutti i suoi manager plurimilionari.
Lo so, direte, è troppo facile parlare se non si ha una casa da pagare o una famiglia da mantenere. Ma a maggior ragione non si doveva accettare quell’accordo. Loro sanno benissimo quali sono le condizioni degli operai e quindi sapevano che avrebbero sicuramente accettato, malgrado tutto. Penso però che ci sia un limite alle indecenze e
che la libertà e la dignità di un individuo siano al di sopra di ogni cosa. Non c’è stipendio che possa giustificare la limitazione della libertà e l’alienazione della dignità di una persona.
Meglio pane e cipolla ma liberi di mandarli aff… a questi capi e capetti da strapazzo.
Marchione col suo maglioncino blue da collegiale, si vede che si diletta di filosofia ma del duro lavoro con le mani e con la testa insieme non può capirne (o non vuole capirne) nulla.
Lui è rimasto all’antica Grecia, dove si snobbava la manualità (come oggi d’altronde), e ciò fu una delle ragioni della fine dell’impero greco, troppo intendi a filosofeggiare! Come Lui d’altronde! Basta sentirlo, quando spara ca… ! Ma come si fa a pagare Milioni di € uno così?
Boh, non si capisce più niente!!

L C 16.01.11 12:37| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
I TUOI COMMENTI SONO SEMPRE GIUSTI E CONVINCENTI.
DETTO QUESTO, SE PERSONE COME TE, SANTORO, ED ALTRI NON ENTRANO NELLA TENZONE POLITICA,PER TOGLIERE DI MEZZO QUESTO CANCRO DI MESTIERANTI DELLA POLITICA, DI DESTRA DI CENTRO E DI SINISTRA,COSA CI POSSIAMO ASPETTARE.IL RITORNO DELLE BRIGATE ROSSE,LA RIVOLUZIONE IN PIAZZA COME IN TUNISIA. UNA PREGHIERA, TU E GLI ALTRI CHE PARLATE AL POPOLO PERCHE' NON FORMATE UN PARTITO VERAMENTE DEMOCRATICO E RIFORMISTA CHE METTA COME PIATTAFORMA, LA GIUSTIZIA, L'EQUITA' FISCALE, IL DIRITTO DI LAVORO NON PRECARIO,LO STUDIO E RICERCA PUBBLICI,L'AIUTO PERMANENTE AI PIU' BISOGNOSI ECC, ECC.DI PIETRO E' GIA' IN CAMPO, COSI' VENDOLA.....SPAVENTATE I CANNIBALI DELLA DEMOCRAZIA. GRAZIE TUO ROBERTO

roberto buonfiglioli 16.01.11 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TOH... finalmente ho trovato uno che la pensa come me o forse assai più modestamente dovrei dire che sono io a pensarla come lui.
>>SCRITO DA MARCO 56 membro del Blog<<

C A N E L I B E R O N L I N E:


Roma, 16 gen. - (Adnkronos)
"Ora il primo passo da compiere - in particolare per la Fiom- sarebbe quello di sciogliere le ambiguita', riconoscendo il referendum e il suo esito". Lo scrive Francesco Riccardi sull'Avvenire, a proposito della vicenda Fiat.

traduzione dall'ecclesiastico all'italiano:

la fiom deve finirla di rompere le palle per difendere sti quattro operai del cazzo, che magari son pure comunisti, non vengono mai a messa e non mettono le monetine nel sacchetto quando passa il chierichetto, monetine che la prete servono per la badante, possibilmente giovane ed esperta in kamasytra.
e poi noi stiamo dalla parte dove si piazza il governo, così continua a foraggiare le nostre scuole private, e della confindustria, così i riccastri che vengono a messa per farsi perdonare tutti i peccati che commettono dal lunedì al sabato sulle spalle degli operai e sganciano banconote nel sacchetto per il prete e la badante procace!

pio si lamentano che la gente non frequenta i "loro" luoghi di culo, pardon, culto!

il Mandi Commentatore certificato 16.01.11 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Il fidanzato di Ruby è diventato famoso perchè è riuscito a fare innamorare una prostituta di sè?
Originale giovanotto, un diverso, eccentrico, beato lui.

cesare beccaria Commentatore certificato 16.01.11 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari

e fui contento, perché rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei

e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali,

e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti,

e io non dissi niente, perché non ero comunista.

Poi vennero a prender gli operai Flat

ma la cosa non mi Coinvolgeva.

Un giorno vennero a prendere me,

e non c’era rimasto nessuno a protestare.


enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, nella guerra del tutti contro tutti c'è che si indigna per le condizioni imposte da Fiat, ma c'è che invidia quei lavoratori perchè almeno hanno un lavoro. Ormai i paesi occidentali sono vittime dello stesso meccanismo che hanno creato. Dopo aver trasferito in Oriente le attività a più alta intensità manuale, nel tempo hanno trasferito anche il know-how. E' stato l'inizio della fine. Il mix tra conoscenza, bassi costi di produzione, sviluppo tecnologico, mancanza di regole sul lavoro, sulla produzione, sul rispetto ambientale e delle persone, ha creato questa trappola infernale per la quale o noi ci adeguiamo a loro, tornando indietro di decenni, o saremo desertificati. In tutto questo ci metta che l'Italia, a differenza degli altri Paaesi occidentali, non ha mai sviluppato una vera strategia industriale nazionale, che lo Stato ha sempre invaso l'economia, che non si è mai formata una vera classe imprenditoriale che sia stata in grado di competere a grandi livelli, in quanto c'era sempre il cordone ombellicale tranquillizzante dello Stato. Abbiamo toccato un benessere artificiale. Ad oggi non si vedono le condizioni per cambiare in Italia questo scenario catastrofico (attendo prove contrarie). La Fiat è solo la prima; se non si crea ulteriore lavoro le condizioni peggioreranno drasticamente per difendere quello che c'è. Per creare lavoro ci vuole una strategia nazionale, un patto sociale e nuove regole. Chi lo fa?

Giorgio Benedetti 16.01.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le idee non possono realizzare nulla. Per realizzare le idee, c'è bisogno degli uomini, che mettono in gioco una forza pratica.

Karl Marx

BUONGIORNO A TUTTI..!

Umberto C ;-), Alba Commentatore certificato 16.01.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento

In Italia una protesta come quella in tunisia non potrà mai avvenire, perché loro sventolano la bandiera nazionale da noi invece qualunque manifestazione, anche alla più più stupida sagra paesana ti ritrovi quattro imbecilli con la bandiera rossa.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 16.01.11 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe sono un lettore del blog,un sostenitore del Movimento5Stelle..
In quel contratto,oltre al netto peggioramento delle condizioni di lavoro,non vi è traccia nè di certa riassunzione nella NewCo,nè di certo investimento(tant'è che Alfa è ad un passo dall'eser venduta a Wolkswagen,cosa che viene confermata dal fatto che Marchionne ed Elkann dicono che non venderanno nulla...conoscendo la parola dell'A.D. Fiat..)
Tutto parte dalla globalizzazione che rende schiavi i lavoratori e fà nuotare tra grandi profitti i manager,ok,lo sappiamo tutti ormai,infatti siam schifati da tutto,il caso Fiat non è che l'ultimo di una serie destinata a crescere ed a durare nel tempo se non ci si sveglia..
Come ci si sveglia?..
Come ci si può svegliare se non con la libertà di poter pensare da sè? Uno vale uno come dite giustamente voi...ma purtoppo in questo paese sono poche le persone capaci di prender una posizione,in questo paese ci si affida ad altri,e se gli altri sono il PD,i sindacati padronali e le destre,questa antipolitica che dice di far politica ed addita come antipolitico chi fà politica,se gli altri sono questi giornalisti,bè...la vedo dura..
Spero tanto che cresciate Beppe,lo spero per il bene di questo Paese,spero tanto di vedervi presto a livello nazionale,spero tanto che se ci sia qualcuno e qualcosa da seguire nei giorni che verranno,per l'italiano che non sa prender posizione da sè,sia qualcosa di buono,qualcosa che insegni la dignità,che porti veri cambiamenti che guardano avanti e sono un bene comune(mio caro Weltroni..),qualcosa di pulito,cqualcosa che magari riesca a render un pò piu' blu il cielo grigio di Torino e dell'Italia..

N.F. 16.01.11 12:15| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo di non confondere il glorioso popolo tunisino con la razza bastarda italiana.nel corso dei secoli siamo stati colonizzati da tutti.chiunque ha avuto dei cavalli (ma anche dei velocissimi elefanti) per arrivare in italia è riuscito ad occuparla.ci sono intere popolazioni che hanno caratteristiche somatiche di altri paesi.siciliani alti magri biondi con occhi azzurri,veneti doc bassi grassi con pelle scura.noi che bastava vedere un coglione di turno arrivare a cavallo con la spada subito pronti ad eleggerlo neanche re ma addirittura imperatore.NESSUNO e dico NESSUNO di noi italiani è realmente italiano.siamo l'unione genetica di centinaia e centinaia di anni di porgere il culo al primo coglione che si presenta.siamo pieni di gente che scrive di idee politicamente corrette su questo blog (sembrano tante belle statuine) ma vorrei vedere per ognuno di loro il modo in cui hanno conquistato il loro posto di lavoro.vedo persone che si scagliano contro il blog con parole strane che nelle loro menti fanno tanto anarchico.vedo gente che si lamenta perchè il cielo è blu e altrettante persone che si lamentano perchè il cielo non è blu.mi affaccio al balcone pensando "cazzo sicuramente c'è una rivoluzione in atto per strada" e invece tutti lì a passeggiare con il vestitino buono o con abiti finto-lercio lamentandosi a seconda dei casi che il cielo è blu oppure non lo è con frasi "hai visto in tunisia, è scoppiata la rivoluzione solo per il prezzo del pane.dovremmo farla anche noi ogni volta che aumenta la benzina".li seguo con attenzione e scopro che hanno il suv comprato a rate che non riescono a pagare,salgono sull'auto,si fermano a fare benzina col 50 euri in bella mostra che fa tanto figo milanese e vanno nella loro casa in affitto (che non riescono a pagare perchè hanno comprato un lcd da 42 pollici a rate).l'italiano è così, sia che il cielo è blu sia che non lo è.in tunisia invece no,ogni tanto si incazzano perchè il culo resta sempre il culo.è privato.

ciccio meticcio 16.01.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Mettiamo che uno faccia fei forellini da 9mm sulla fronte dei vari leccaculo o ciucciacazzi che si vedono in giro.
Che sia perseguibile penalmente?
Ovvio che qualcosa dovra' pagare,in fin dei conti ha creato un buchino sulla fronte di uno che magari,perso il suo fascino,non puo' piu' leccare.
Ma quanto paghera'?
Penso che nella condanna pesi la grande colpa di non aver effettuati tali buchini in ritardo.
Inoltre,secondo me,i piu' grandi colpevoli sono i genitori dei leccaculo e ciucciacazzi:
analisi preventive sui feti e obbligare ad aborti tali scriteriati idioti.
Se si fosse applicata tale doverosa forma non ci sarebbero in giro idioti.
Due esempi su tutti:
bonanni e fede.

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 16.01.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Il Nazismo: roba per Boy Scout.

Dov'è il P. residente Operaio?
Dove Rubi?

Dov'è il Punto Cardinale di Torino?
Dietro ad un Bottoncino Rosso?

Dov'è la Lega?
Dietro ad un Guinzaglio Verde?

Papa', apprezzo il tuo Silenzio.
Il Grido degli Onesti...

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 12:12| 
 |
Rispondi al commento


!!!!!!!!!!!!!!!!HAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Quel che ti fa paura in altri temo non passati tempi
altro non era che vuoto ideologico .

O meglio pensiero a senso unico,cioè,il pensiero
della gente bene altrimenti detta Baronia.
Il figlio del medico era medico il figlio dell'operaio restava tale,ora la chiamano MERITOCRAZIA ma con la nuova riforma universitaria vedremo quanti figli del popolo
riusciranno ad aggiudicarsi tali meriti.
Tutto ci sta riportando indietro,ora per risalire la china si dovrà per forza di cose ritornare alla lotta di classe,poi spiagami tu davvero da che parte stai.?????
Cavalcare il male altrui è semplice,ma le risposte???????????

"DACCI LUMI"......se ti riesce senza criticare!!!!!

Giuseppe Pizzulli 16.01.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me, uno dei Problemi principali è che non abbiam il Cuor Contento.
Che abbian la testa Vuota quelli che ci Comandano (brutta espressione) l'è da 'n pezzo che si vede, si Legge, si Sente.
Eccome se si Sente...!
Un Cuor Contento, è uno che l'ha 'na Strana Malattia.
Lo porta ad Avvicinarsi, in Silenzio, un Saluto, un Abbraccio.
E restar così, a Contagiare.
Il Silenzio è appena il Sentir un Soffio, che Batte dove tanti ci metton il Portafoglio per Battere.
Impercettibile, eppur lo Senti, ci Parli, Ascolti.

I Tiranni, Alzano la Voce, Gridano, perchè son Lontani.

Lontani dal Cuore...

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma non erano Bossi e Tremonti che volevano imporre i dazi ai beni esteri, made in Cina ma perché non anche agli altri? Ecco come recuperare i 7 miliardi di euro che lo Stato italiano ha prestatoa FIAT.
Tassando le auto made in Poland e Brasil di FIAT.


Ha vinto il si. Anche gli schiavi si organizzavano tra loro, nelle capanne alla luce delle candele. Per soffrire il meno possibile e ottenere due cipolle in più.
Poi, alla fine, si sono incazzati pure loro.
Lavora sereno, Marchionne, tra i vetri blindati del tuo ufficio.

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 16.01.11 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me uno dei problemi principali è che il contratto nazionale metalmeccanici di oggi si applica a operai e impiegati, che sono 2 categorie totalmente diverse, con obiettivi diversi e e stimoli differenti.
Il risultato si è visto nel referendum, con gli operai sostanzialmente in parità e gli impiegati al 99% con il si.
Bisognerebbe smettere di trattare il livello impiegatizio nel metalmeccanico come una sorta di eccezione dell'operaio.

Jet mcQuack 16.01.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Quello che ci attende...

http://www.youtube.com/watch?v=0KdFiILUzp0&feature=autoplay&list=SP4BCA32365AF81D7F&index=35&playnext=3

InCateneranno anche i Gatti.

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Referendum Fiat:
Io la butto là a volte a pensare male ci si indovina.
Poichè nel referendum si votava a turni e quindi anche a reparti e sapendo l'esito delle votazioni reparto per reparto non è che....col passare del tempo i votanto no avranno delle ritorsioni?
Bene ha detto Landini che vorrà tutelare tutti i lavoratori nei confronti della Fiat(pardon di Marchionne)

Datemi dieci Landini e vi restituisco trenta governanti di merda!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 16.01.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento

ho notato ,perlomeno è una mia impressione ,ma il fatto quotidiano ci va giù pesante sulla questione harem del pedonano , sembrano sicuri di ciò che dicono .mi fà pensare ...

panino.A. 16.01.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè Minchionne può fare quello che vuole della fiat sapendo che al referendum aveva dalla sua alcuni Sindacati e il consenso del governo e di Confindustria.
Bonanni intervistato prima del referendum dal Messaggero:
Non abbiamo svenduto alcun diritto.La Fiom sa bene che l'impianto contrattuale viene mantenuto, viene innalzato il salario in cambio dell'utilizzo pieno degli impianti. Marchionne eviti ultimatum e la Camusso si occupi di ciò che accade nella sua confederazione.
Dopo il Referendum:
Dal Conquiste del lavoro-Quotidiano della Cisl:Vince il sì con il 54,05%. Bonanni: vittoria inequivocabile
"La vittoria a Mirafiori anche tra gli operai, e non solo tra gli impiegati - commenta il segretario generale della Cisl - è un fatto inequivocabile ed importante e nessuno può metterlo ora in discussione". Vitali (Fim): ''Nasce lo stabilimento del futuro. E' il primo referendum che vinciamo a Mirafiori da 15 anni, ma è il piu' importante''.
Angeletti prima del referendum: Sbagliato sottovalutare le minacce.E se vince il no Mirafiori scompare. da Libero il 13.1.2011Di Tobia De Stefano - La cronaca di ieri recitava: intimidazioni alla sede UIL, a Napoli, rapporti sempre più tesi tra la FIOM e le altre sigle e Berlusconi che lancia un assist mica da ridere a Marchionne: "Se vince il no è giusto lasciare l'Italia". Insomma... >>
Angeletti: «L’esito del voto in fabbrica non è scontato.
Non ci sarà plebiscito» Il Mattino 10.1.2011

Di Maria Paola Milanesio - «È un episodio preoccupante. Da noi il terrorismo è endemico e la vicenda Fiat è solo un pretesto per tentare di giustificare un fenomeno che è pura espressione di criminalità politica». Luigi Angeletti, segretario generale... >>

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 16.01.11 11:36| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/fusione_fredda_situazione.htm

Punto 2: Il controllo delle attuali lobby dell’energia
Il mondo petrolifero, i big del nucleare a fissione e tutto il mondo legato a gas e carbone: giganti economici e politici che vedono in qualsiasi nuova fonte di energia un pericolo per il loro status quo e qualcosa che potrebbe minare il loro controllo assoluto sul mondo dell’energia e diminuire gli enormi guadagni che oggi possono permettersi senza alcuna possibile concorrenza.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.01.11 11:30| 
 |
Rispondi al commento

La Catena, s'Addice al P. Residente SpaventaPassere.

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Era un tipo Mansueto, Pipin Gianduia, e mai smentiva la sua Fama d'Agnellino.
Tirava il Carretto piu' d'un Paio di Buoi, piu' d'un Pelo di Ministra.
Non voleva andare alla Flat quel giorno, da quando un Marcione aveva preso la Poltrogna del Vecchio fra gli Agnelli.
Sì, quel Marcione prometteva poco di Buono, con le sue Fumose verbosita', iperboli come le Lastre curve della Carrozzeria, dove i Battilastra Martellavano ad Addomesticar le Lamiere, fino a Tondeggiarle, Incurvarle, Sbattendole come Foglie giu' dal Pinin Faina.
Ma pensava alla sua Pina, alle Borse piu' gonfie negli Occhi che nella Dispensa.
Così, la sua Crocetta l'aveva portata.
Quella mattina, dopo che una Pagliuzza aveva Inclinato d'un Soffio la Bilancia, ne aveva Sentito l'Ago nel Penetrargli il Cuore.
Così, quella luccicante Vetrina del suo passeggiar la Domenica mattina, fuor da Messa, dove il Silenzio dei PAstori, l'aveva Svuotato, gli era parsa piu' Spenta e Grigia del Dovuto.
Nel Gesto abituale d'entrata, quel Volto lo Colse, oltre la Nebbia dell'Intorno: una Bimba Tunisina in Copertina, in LAcrime.
Chi diceva per il Pane, chi No.
"Una Scatola di Colori, che a la mia Nina vo' fa' 'n Regalo"!
Distratta o Stupita, la Commessa scote il Capo, come a dire"'Sto qua' l'è MAtto: l'è da 'mo che non s'usa piu' comprar Colori per i Figli, al posto delle Sigarette"...

"Tanto, se voglio 'na Boccata di Fumo, vado in Fabbrica, che la' non MAnca, Specie negli Uffici... ed Allegrotto, si Butta nel Dedalo delle LAterali, in Periferia a farsi Inghiottir dalla Balena Grigia di Taurino, una sorta di Chimera...

Gia', la chiamavan Mito...

Pipin Gianduia, aveva Vinto: lui era un Mite!

enrico w., novara Commentatore certificato 16.01.11 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Il ricatto del Marpionne ora dovrebbe valere SOLO PER QUEI REPARTI IN CUI LA MAGGIORANZA HA DETTO SI: ovvero gli impiegati! Berlusconi, Marchionne, Fassino ecc... vanno avanti solo grazie a chi non lavora o ai parassiti sociali, che devono essere estirpati. Se è difficile eliminare fisicamente le "personalità" importanti, di certo non dovrebbe esserlo per i loro leccaculo: gli impiegati della FIAT (i 400 sì fatali) non hanno guardie del corpo e auto blu... BUON LAVORO A TUTTI!!! Igor

Igor Campagnola, Castellamonte Commentatore certificato 16.01.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento

----------------------------------
Gliela facciamo a dare a Markionne un po' di respiro e lasciarlo lavorare?
Eh belli?
dai.
---------------------------------------
Anche con belusconi dicevano: diamogli tempo!!!
Si è visto vero?
Il buongiorno si vede al mattino Alex!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 16.01.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché, caro Beppe, ti ostini ad ignorare o ad insultare Vendola? Perché non cerchi invece di dialogare e costruire con chi, su questioni di fondo per il futuro del Paese, ha idee del tutto simili o uguali alle tue? L'acqua pubblica, l'energia rinnovabile, il lavoro e la sua dignità, gli sprechi del potere, sono alcuni dei molti temi su cui edificare un nuovo blocco sociale che possa anche essere vincente sul piano del fare (le leggi) piuttosto che solo sul piano, pure utile, del dire (le parole). La tua indignazione, le tue denunce, la tua umanità devono trovare sbocchi operativi concreti che, sebbene interessanti laddove 5 stelle è presente, sono ben lontani dal divenire un nuovo assetto politico nazionale che faccia sperare quel cambiamento economico, sociale e culturale il cui bisogno è pressante e al primo posto tra tutti gli obiettivi. Tu devi fare politica mettendoci faccia e culo, perché sei una persona di cui la società ha bisogno, candidati alle primarie, costruisci alleanze onorevoli, le cose giuste solo enunciate trovano sostegno verbale diffuso, poche o nessuna novità nel panorama del potere. La purezza dello splendido isolamento in cui ti releghi sdegnato potrebbe anche condurti ad una sorta di santità sociale, e tanti complimenti...ma vogliamo o no cambiare il mondo perché sia sempre più umano e cambiare gli umani perché siano sempre più rispettosi del mondo?

paolo andreoli 16.01.11 11:00| 
 |
Rispondi al commento

LANDINI, FACCI SOGNARE!

Facci sognare una nuova e vera sinistra,
una nuova politica,
una nuova Italia,
un nuovo Stato.

Landini, candidati come Presidente del Consiglio.

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.11 10:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' vero c'è sempre qualcuno più schiavo di altri, ma sarebbe ora di smetterla di raccontarci che siamo bravi e belli in casa nostra e poi appena mettiamo il naso fuori dal nostro paese il mercato ci fà il c....o, e poi siamo a chiederci perchè questo paese è fermo economicamente, non sarà solo per questo ma incominciamo a rendere le nostre industrie più competitive ovviamente sempre nel rispetto delle persone, ma ho l'impressione che qui nessuno vuole fare un passo indietro, per poi fare un salto avanti. W L'Italia!!!!!

Massimo Galli 16.01.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

##### ANARCAZIONE SOCIALE RELOADED #####

C'era una volta la libertà...

LA MORTE DELL'ITALIA

http://anarcazionesociale.blogspot.com/2011/01/cera-una-volta-laliberta.html

Gianluca Fazioli (anarcazionesociale), bologna Commentatore certificato 16.01.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Gliela facciamo a dare a Markionne un po' di respiro e lasciarlo lavorare?
Eh belli?

Dai

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto il *SI*!
Adesso il mercato dell'auto avra' un'impennata,
si creeranno posti di lavoro, migliaia di famiglie avranno
un futuro piu' roseo, i politici
guideranno fiat e,
roba da non credersi... i Tg d'informazione non faranno piu'
la pubblicita' all'*AUDI*!

Berlusconi ancora impelagato in vicende rosa-noir dove il protagonista,
compiacente e compiaciuto non perde l'occasione di atteggiarsi a Macho, uomo in salute, in carne!
Ma non lo si potrebbe liquidare come *vecchio e impotente*,
invece di seguirlo in questa miserabile telenovela dove la giustizia nulla puo' e a giovarsene e' solo il suo perverso alter ego?

Tutta l'opposizione a condannare le avventure amorose di questo vecchio impotente e rimbambito?
La quotidianita' invece, racconta che se al governo c'erano i miserabili del PD, o, i "casini", o, i fini...
avrebbero appoggiato marchionne, lo sfruttamento dell'operaio e i diritti calpestati...
e questi parlano di ruby?

Il *SI* ha vinto evviva la fiat!
La fiat sono anni che non ha un progetto aziendale,
che non produce un veicolo appetibile su mercato europeo,
che assiste impassibile al declino...
e per rilanciare la produzione chiede sacrifici ai dipendenti peggio pagati d'Europa?
...ma non eravamo il paese dei "furbi"?!

Ma chi cazzo se lo compra sto cesso d'auto?

Con questi presupposti vorrebbe contrastare i colossi delle auto?
Marchionne conosce il futuro fiat', ma lui si bea coi tanti milioni che guadagna e godra' come un riccio per essere stato l'alfiere che incarna la filosofia del capitalismo e dello sfruttamento:
Il pioniere della distruzione dell'operaio e la calpestazione dei diritti!

Sotto ricatto tanti hanno votato si, e si puo' capire...anche se bastava fare 2+2e votare no!
I mutuo, le bollette, i figli, salvaguardare la famiglia in cambio della liberta' e dignita':
Anni di lotte di piazza, costate sangue e sacrifici spazzati via da un SI PADRONE?
Un altro anello della "catena" e' stato aggiunto
e vorreste anche essere ringraziati?


anthony* d. Commentatore certificato 16.01.11 10:49| 
 |
Rispondi al commento

ha vinto il Si,
bene (vediamo ora se fiat investe)

ora dico cosa mi piacerebbe che accadesse:

Tutti coloro che han Votato No si iscrivono alla FIOM e con il 46% di dipendenti fiat iscritti ad un solo sindacato voglio veder il minchione se non si siede a trattare.

io me (me io), Agorà Commentatore certificato 16.01.11 10:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

15 gennaio 2011

In Fabbrica non solo Diritti, anche Doveri

Ho preso spunto dalla intervista di Veltroni su La Stampa del 5 di questo mese in cui dichiara, tra l'altro, che sarebbe ormai giunta "l'ora di arrivare alla reale partecipazione dei lavoratori alla Impresa" e non solo; pronuncia un vero e proprio atto di accusa al PD ed alle forze alla sua sinistra, cosiddette "progressiste", responsabili assieme alla CGIL e ad alcune sue "costole estreme" di difendere strenuamente l'"esistente" opponendosi paradossalmente a qualsiasi forma di innovazione e di cambiamento intesi come progresso appunto ed evoluzione dello "status quo" nella Società in generale e nel mondo del Lavoro in particolare

Posizione indubbiamente coraggiosa, fuori dal coro a sinistra soprattutto in questa fase oltremodo delicata per i nuovi equilibri in formazione in quell'area oltre che in particolare nel PD

Ma da Veltroni ce lo si poteva attendere ed ancora la posizione del giovane ed irrequieto Renzi, Sindaco PD a Firenze che con il solito coraggio e chiarezza che gli si riconoscono conferma che il gruppo dirigente del PD andrebbe "rottamato" e sostituito e ricorda che non vorrebbe dire non essere di sinistra votare "no" per esempio al Referendum Fiat per il futuro dello Stabilimento Mirafiori a Torino

E' importante innanzitutto che il lavoro ci sia e che soprattutto la Fiat in questo caso si impegni, questa volta con propri quattrini, ad investire, seppure nel rispetto delle nuove e diverse condizioni evolutesi alquanto in questi ultimi anni, non solo in Europa, in relazione alle tradizionali relazioni industriali che vanno necessariamente profondamente riviste oltretutto per le caratteristiche specifiche delle Imprese, sempre piu' diverse tra loro per Tecnologia, Prodotto, Organizzazione Produttiva e Mercato con l'obiettivo comune per le Parti di un incremento della produttività totale che tuteli l'Impresa e non deprima i Salari. continua su

http://lavoro-solidarieta-progresso.blogspot.com

gianni tavano, Noicattaro Commentatore certificato 16.01.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Già, gli impiegati metallurgici. Determinante il loro voto per il sì, altrimenti con cacchio che passava. L'impiegato non sciopera mai, dice solo di sì, vive in un mondo ovattato e opportunista e la catena di montaggio la vede solo in fotografia. Che bella famiglia unita la nostra fabbrica italiana.

g.n. 16.01.11 10:43| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Marchionne doveva porre il ricatto produttivo al governo e non agli operaio! In italia la differenza stipendio netto-lordo è la peggiore in europa. Basterebbe ridurre questo prelievo per ridare un po' di competitività alle imprese ed ossigeno agli operai (oltre ad abbassare l'iva, i costi generali esempio autostrade come hanno i tedeschi. Sono indignato per il comportamento della classe politica.

armando bregant 16.01.11 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE E CARI LETTORI. QUESTO E' IL MONDO ATTUALE, NON SOLO L'ITALIA. IL NUOVO CAPITALISMO E' QUESTO, UN RITORNO AL PASSATO. QUESTA E' LA POLITICA ECONOMICA DELLE "DEMOCRAZIE" MONOPARTITICHE ASIATICHE, QUELLE CHE GUIDERANNO l'ECONOMIA NEI PROSSIMI 50 ANNI. LO STATO SEMPRE ALLEATO CON GLI IMPRENDITORI. NESSUNA REGOLA E NESSUNA OPPOSIZIONE A QUALSIASI NECESSITA' IMPRENDITORIALE. E PENSARE CHE I FAUTORI DI TUTTO QUESTO SONO IL PARTITO COMUNISTA CINESE E QUELLO VIETNAMITA, SOLO PER FARE 2 ESEMPI EVIDENTI. ALTRO CHE BERLUSCONI. IL PARTITO COMUNISTA CINESE HA PRIMA RASO AL SUOLO CON MAO UNA CULTURA CHE DURA DA 5000 ANNI, GUIDATO I CONTADINI AD UN'UTOPICA RIVOLUZIONE, PORTATO LA CINA NELL'OBLIO PIU' ASSOLUTO. OGGI QUELLO STESSO PARTITO FA RIMPIANGERE IL LIBERISMO OTTOCENTESCO INGLESE. QUESTA E' LA REALTA': NELL'800 COMANDAVANO I PICCOLI PADRONI, OGGI LE GRANDI MULTINAZIONALI E LE BANCHE. GLI UNICI CHE SOPRAVVIVERANNO DECENTEMENTE SARANNO COLORO IN GRADO DI IMPARARE UN MESTIERE O GRAZIE A MADRENATURA CHE LI HA DOTATI DI UN QUALCHE DONO (TIPO SUONARE BENE UNO STRUMENTO, CANTARE O GIOCARE A PALLONE). BEPPE TU SEI UNO DI QUESTI SEI BRAVO A FARE IL TUO LAVORO E GRAZIE A QUESTO PUOI DENUNCIARE TUTTI I MALAFFARI. MA L'UOMO COMUNE NON POTRA' MAI SALIRE SU UN PALCO E DIRE LE COSE CHE DICI TU, CON QUELLA INCISIVITA' ED IRONIA. PER CUI CREDO CHE IL FUTURO SIA DEGLI INDIVIDUI (CAPACI) E NON DELLE MASSE, CHE DOVRANNO AFFRONTARE ANNI BUI E TORMENTATI. MA ALLA FINE LA STORIA E' SEMPRE STATA QUESTA

igor zani 16.01.11 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’hanno detto per anni, ora sono cose che non dice più nessuno: non in buonafede. Dopo diciassette anni di politica - e di magistratura - Silvio Berlusconi è ancora presidente del Consiglio ed è sottoposto a un’indagine per sfruttamento della prostituzione. Significa soltanto che ha vinto.
Filippo Ciacci, di cui non ho mai capito quello che vuol dire, commenta lungamente la faccenda oscena, la persecuzione, la bocassini, Di Pietro, Borrelli, ecc per poi finire come sopra.
Psicolabile, irascibile, giornalista d'assalto ,ma non si sa dove.

cesare beccaria Commentatore certificato 16.01.11 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno dei migliori articoli mai scritti su questo blog!

Andrea R., Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.11 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Cosa c'è da meditare?
Con questi?

A LAVORARE FORZA DAI! :)

VERITA' ---------> LIBERTA'

ah ah ah!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono stati conquistati tutti, a partire dai per.ed.enti... :)

Adesso tocca a Bersani.

GRAZIE DI ESISTERE!

LAVORO LAVORO LAVORO
e quando avremo finito

ANCORA LAVORO...! ;)

Ciao


Non mi sembrano i vari Marchionne dei geni...hanno poca memoria....avere migliaia di operai incazzati a fare le macchine quale vantaggio,ovvero quali danni potra aspettarsi la Fiat. Caro Marchionne non ti ricordi la Fiat di anni fà quando le macchine erano considerate fatte male !!!
Avete sconfitto i sindacati,i lavoratori gli scioperi non si fanno più...bene????
Marchionne medita,medita Marchionne, che i danni potrebbero essere,per la Fiat, catastrofici e non saprai neanche perchè!!!!

Camillo B. Commentatore certificato 16.01.11 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sinceramente farei una standing ovation a maurizio landini , che con i suoi 2300 euro mensili si è dimostrato con grande competenza un gran difensore dei diritti e della dignita' operaia,alla faccia di tutti quei vuoti e inutili personaggi strapagati per dire minchiate globali

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.11 10:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2011/01/14/news/fusione_nucleare_a_freddo_a_bologna_ci_siamo_riusciti-11237521/

http://www.youtube.com/watch?v=z-0WvK2b7dU
Questi due italiani hanno dimistrato che è possibile fare un motore che funziona senza benzina (praticamente a costo 0)e tutti i giornalisti continuano a parlare di Malchiorre e Berlusconi ?????
Beppe tu cosa ne pensi??

Michele Visone 16.01.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma porca paletta!
mi son svegliato tardissimo, oggi......

poi ho realizzato che è domenica.

allora ho acceso il pc, e mentre viene su il caffè butto un'occhio alle agenzie.

adnkronos:
Politica - Ruby:
Il premier: un altro teorema
I legali: incerto se andrà dai pm

a parte il bizzarro accostamento della troiona minorata con la politica,
ma questi ci devono zappettare le palle anche la domenica con ste menate?

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


Anche se brucia la piccola corruzione – scriveva l'ambasciatore americano - sono gli eccessi della famiglia del presidente che oltraggiano i tunisini. Spesso citata come una quasi-mafia, dire 'La Famiglia' basta per intendere a chi ti riferisci. La corruzione - annotava ancora il diplomatico - qui è l'elefante nella stanza: nessuno puo' dirlo pubblicamente, ma tutti sanno che questo è il problema».

Il documento finisce in rete il 7 dicembre (insieme ad altri tre dello stesso tenore spediti nei mesi precedenti), e sebbene il regime applichi da anni la censura sul web rendendo irraggiungibili i siti ritenuti ostili, il clamoroso contenuto dei cablo americani diventa rapidamente di pubblico dominio. Dopo sei giorni Wikileaks pubblica altri tre dispacci americani in uno dei quali vengono anticipati i contenuti di un libro che contiene le prove sulla corruzione di Ben Ali. Tempo un paio di giorni e i più attenti analisti notano il primo, sorprendente, effetto.

Dopo 2.428 cablogrammi pubblicati sui 251.287 carpiti dagli archivi segreti del Dipartimento di Stato americano ma non ancora resi noti, Wikileaks rovescia già il primo regime. Senza armate o bombardieri né alcuna invasione corazzata: semplicemente con la forza del web. Perché se il popolo tunisino è sceso in piazza con tale dirompente determinazione da costringere il suo potentissimo presidente-dittatore Ben Ali a mollare lo scettro del potere e a fuggire, lo si deve in gran parte all’effetto prodotto nell’opinione pubblica e nella stessa opposizione tunisina dalla diffusione delle informative partite dall’ambasciata americana a Tunisi in direzione di Washington. Cioè esattamente ai documenti pubblicati nei primi giorni di dicembre da Wikileaks.

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDCategoria=273&IDNotizia=396567

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.01.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento

senza pretendere di voler entrare nel merito dell'ultima feroce disputa nei confronti del tema pro o contro Grillo, mi limito solo a rivendicare la mia autonomia di critica sulle cose che non mi soddisfano o che non mi trovano d'accordo e la metto in pratica scrivendo quotidianamente su questo Blog anche senza concordare su molte cose sostenute da Grillo.
Tutto qui. Mi confronto pacificamente senza voler insultare nessuno.

cesare beccaria Commentatore certificato 16.01.11 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

##### ANARCAZIONE SOCIALE RELOADED #####

C'era una volta la libertà...

LA MORTE DELL'ITALIA

http://anarcazionesociale.blogspot.com/2011/01/cera-una-volta-laliberta.html


Gianluca Fazioli (anarcazionesociale), bologna Commentatore certificato 16.01.11 10:03| 
 |
Rispondi al commento

incentiviamo la fiat,compriamoci un usato,che so,una ritmo o una croma
anzi una bella multipla per tutta la famiglia,
spendi poco e con il resto ci puoi fare una bella vacanza e aiuti gli operai che ne hanno tanto bisogno.
altrimenti non ci rimane che il "piano b" : 2€ con telefono mobile, 5€ dal fisso, sponsorizzato dal tg nazionale.
pensate al futuro .......

bruno m. Commentatore certificato 16.01.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Io ce l'ho con bellaciao.org.it/,piccolo blog di estrema sx,nato da fuoriusciti italiani a Parigi, a cui pure ho cooperato per tanto tempo con numerosi articoli e che leggo sempre approvandone il meglio,come questa Rosellina970 di cui ho postato qui un pezzo.La rottura con bellaciao è cominciata quando è partita la sua vergognosa e fanatica campagna di denigrazione di Grillo, istigata da quel S o d a n o (o Giulia, o P li ni o, o saluti comunisti o forse D e sa n i- Paola dice anche T ony,ma voglio sperare di no)che ha cercato di sabotare questo blog con vari nick e infamità,soprattutto insulti osceni a me e a Cettina. Anche su bellaciao, con nick diversi(ma anche qualche idiota al seguito)S ha accusato ossessivamente Grillo di essere un plutocrate,un mafiofascista,uno che odia gli operai e vuole la loro rovina. Basterebbe un post come questo a smentirlo.Inutilmente ho segnalato a bellaciao la lotta che Grillo ha fatto a favore dei precari e il suo libro scaricabile gratuitamente da internet.Il risultato è che il suo st aff mi ha censurato al punto che non posso nemmeno mettere la precisazione di un indirizzo alla citazione di un post. La verità deve essere quella,punto e basta,si elimini chi dice o prova il contrario! Ora,se la lotta di una sx deve basarsi su questa bassa trasparenza e verità con censura totale a chi dissente,siamo proprio alla frutta!
Devo dire che anche il sabotatore in questione, S, è stato preso a pesci in faccia da bellaciao appena ha tentato di fare un articolo,cosa di cui è totalmente incapace nella sua idiozia congenita
E la furia con cui mi ha assalita col solito falso nick (l i l i) prova quanto gli rode
Certo che se la lotta deve partire dalla finta opposizione di Bersani che è talmente in ribasso di consenso da abolire le primarie, fino a porziuncole di estrema sx come bellaciao che ha paura anche della verità al punto da censurare ferreamente chi dissente, siamo proprio messi male. Altro che unione dell'opposizione! B vincerà sempre

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Infine una foto, che racconta come lo Slim che è tornato non è quello che è stato arrestato.

Da ieri su Twitter Slim ha cambiato volto: la sua immagine non è più quella scanzonata, con la pippa in bocca, il sorriso e i lunghi capelli ricci che chi segue la Tunisia aveva imparato a conoscere, ma quella di un giovane rasato e con l'aria grave: "La mia nuova testa", ha scritto laconicamente.

Ancora una volta, UN SIMBOLO: quello dei giovani blogger tunisini, che di questa rivolta sono stati uno dei pilastri portanti.

E per questo hanno pagato un prezzo..

http://www.repubblica.it/esteri/2011/01/15/news/blogger_tunisia-11274210/?ref=HRER1-1

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

È tornato Slim, blogger tunisino
"In carcere tortura psicologica"
Arrestato insieme all'amico e collega Azyz Amamy nei primi giorni della protesta per i messaggi contro il regime, è tornato in Rete due giorni fa. E ha ripreso a raccontare l'anima della rivolta.

PER MESI i suoi riccioli castani e la sua pippa sono stati il simbolo di una Tunisia giovane e ribelle, desiderosa di cambiamento: Slim Amamou è uno dei più noti blogger del Paese 1 e probabilmente il più scomodo da quando, lo scorso anno, aveva rivelato le manovre del regime di Ben Ali per controllare i messaggi di posta elettronica in entrata e in uscita dal Paese.

"Sono libero", ha tweetato due giorni fa Slim, riecheggiando le parole della campagna. E poi: "Sono senza parole.

Grazie per il supporto. Mi rimetterò".

Slim non ha raccontato con precisione quello che è accaduto negli otto giorni fra il suo arresto e la libertà: ha fatto quasi finta di nulla, continuando a rilanciare messaggi su quello che stava succedendo nel Paese. Poi, fra un tweet e l'altro, scorci di verità: piccoli, ma che sono esemplari per capire come il regime di Ben Ali abbia, nelle settimane scorse e anche in queste ultime ore, cercato di far tacere Internet, diventato - come nel 2009 in Iran - la voce della protesta, risuonata in mezzo al silenzio delle televisioni e della stampa di Stato.

Non mi hanno torturato fisicamente. Solo psicologicamente.

E ancora: "Mi dicono che sono finito nella lista nera delle milizie di Ben Ali. VADO A METTERMI SOTTO LA PROTEZIONE DELL'ESERCITO".

continua..

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.01.11 09:33| 
 |
Rispondi al commento

In Italia abbiamo il costo del lavoro più alto ed i salari più bassi d'Europa. Basta questa semplice considerazione per far capire che la colpa non è degli operati e nemmeno della Fiat ! La colpa è di un sistema politico, amministrativo, burocratico che per alimentarsi impone una tassazione esorbitante.
La colpa grave di Marchionne è quella di NON denunciare questo sistema, ma di conviverci amorevolmente con qualche centinaio di milioni di euro di Stock option ! L'unica strada per uscirne è prendere coscienza della situazione e azzerare la classe politica attuale, che, ricordiamocelo, riesce a stare al potere con il vecchio sistema del "divide et impera" che si è tradotto, nel caso Fiat, nel mettere contro lavoratori ed azienda ! Ognuno conta uno... questa è l'unica soluzione.

Maurizio Monti 16.01.11 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
... è la vita.....

Coppa Italia -> Juventus - Catania : 2 - 0
Coppa Europa -> FIAT - FIOM : 2 - 0

Cordialmente

ALDO SUCCI 16.01.11 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io fino a poco tempo fa credevo che avessero fatto chissà quali soprusi agli operai della Fiat con questo accordo. FINCHE'.... non mi son letto questa scheda riepilogativa http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2011/01/13/pop_intesa-mirafiori.shtml
Dove sono i soprusi? Nel fatto che si vogliono eliminare gli assenteisti del "ponte lungo"? C'è questa malattia strana a Torino: la gente si ammala il venerdi, il lunedi o nei giorni attaccati ai festivi.... Strano, vero? Una malattia da far studiare a qualche equipe universitaria... Quante volte ho letto in questi giorni che non sarebbero più state pagate le giornate di malattia. Niente di più falso! E' solo la prima giornata di assenza vicino ai festivi per quei dipendenti che ripetutamente si assentano in quei giorni. I dipendenti sono costretti a fare tantissime ore di straordinario? Provate a fare un po' di conti:120 ore in un anno è meno di mezz'ora al giorno! Vengono eliminati i periodi di pausa all'interno dei turni di lavoro? Da 40 minuti si passa a 35.. E la cosa gravissima: ci sono dei corsi di formazione obbligatori per i cassaintegrati!!! Immagino quale strazio sarà per questi cassaintegrati nel partecipare a questi pallosissimi corsi.
Io sono un lavoratore autonomo. Non ho nessuna tutela: se mi ammalo non lavoro e non guadagno. I miei figli non sono tutelati: per il fatto che sono autonomo non posso avere gli assegni famigliari, non conta il mio reddito, già per il fatto che io sono un lavoratore autonomo i miei figli sono di "serie b". Non ho cassa integrazione: se il mio lavoro va male sono cavoli miei. Se voglio frequentare qualche corso devo pagarmelo salato di tasca mia e frequentarlo extra lavoro. Le pause me le scordo... ogni minuto perso sono soldi non guadagnati. Spendo ogni anno quasi 2000 euro di commercialista perchè un fisco incasinatissimo rende impossibile gestirsi da soli la contabilità. Ah ma certo.. sono un autonomo di cosa mi lamento?

Gianni R., Vicenza Commentatore certificato 16.01.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,
voglio lanciare una proposta provocatoria, per tentare di far intendere che finchè ognuno di noi guarderà soltanto alle proprie tasche non si potrà mai realizzare nulla in questo paese. Lo dicono già anche i vecchi tromboni che comunque non si è salvato niente, perchè il posto fisso è solo una mera illusione. Allora perchè tutti gli operai non si licenziano in blocco? in tutta Italia, e vanno, ogni singola persona, davanti alle concessionarie Fiat a convincere la gente a non comprare più una accidenti di Fiat? Pensate alla cara azienda che deve sborsare migliaia di liquidazioni in blocco, e dopo non vendere più un'auto nel paese dove vende di più. In Europa ho girato un pò e di Fiat ne ho viste ben poche, in America, poi (nord ovest) nemmeno una. Vorrei vedere, dunque, se qualcuno scende a patti. E se non lo fa, chiude.
La cosa più importante è però capire che questo ha creato un precedente per i futuri ricatti. E ne subiremo, ne subirete sempre di nuovi e più aberranti. Mi chiedo chi voglia questo mondo sempre più schizofrenico, se dovremo viaggiare come le merci dalla Cina alle americhe, all'Europa. Lavorare e viaggiare (sempre in quali condizioni?. Questi sono i nuovi valori? Sacrificare tutto in nome dei figli? Fatelo per voi stessi, i vostri figli, se gli avrete insegnato i giusti valori, si arrangeranno benissimo da soli. Se volete fargli veramente trovare qualcosa, non li deludete con la vigliaccheria. Perdonate i toni, ma a volte uno scossone può fare miracoli.

vanni s., lido delle nazioni (FE) Commentatore certificato 16.01.11 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ruby "mai Sesso Con Berlusconi"

Sesso Si? Sesso in casa di Berlusconi? Sesso a pagamento?

be allora caschiamo dentro allo "Sfruttamento dell prostituzione"

Un Presidente Magnaccia ...ecco di cosa e' accusato!

Nemmeno in congo resterebbe in carica uno cosi'!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 09:18| 
 |
Rispondi al commento

..
JENA
FATTORIE

Da Orwell a Berlusconi: «Tutti gli animali sono uguali ma i maiali sono più uguali degli altri»

(E tra i maiali mettiamoci anche Marchionne, Bonanni e i rampolli Agnelli, anzi tra le iene)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Rosellina970
A Mirafiori hanno votato anche gli impiegati “Come se nel referendum sulle condizioni di vita degli schiavi ai remi dei velieri fossero decisivi i voti dei suonatori di tamburo, quelli che danno il ritmo ai rematori… Fra le tute blu (oltre 4.500), al montaggio e alla lastratura (dove le conseguenze dell’intesa potranno portare fino a 10 ore continuative di lavoro) si è registrato il 53% di no. ..Marchionne ha vinto grazie all’accerchiamento mediatico ed alla inerzia pilatesca del PD. Poche le voci politiche in aiuto, fra queste la federazioni di sx e Vendola, oltre alla società civile organizzata nel web, come l’appello di Micromega, arrivato a 66.000 firme.
…ora i sindacati dovrebbero diventare tutti gialli, ovvero emanazione della proprietà, oppure accomodarsi fuori dalla fabbrica.
Marchionne ha detto anche questo in buona sostanza: “Siccome io sono spalmato su quattro continenti, anche l’operaio deve spalmarsi adeguandosi all’operaio medio dei 4 continenti” ; pressappoco uno schiavo senza diritti né coscienza. Deve rinunciare a quanto acquisito in anni di dure lotte e diventare come l’operaio cinese o americano (nel 2° caso, con uno stipendio molto più basso e senza la partecipazione americana degli operai e dei sindacati alla gestione della fabbrica), perdere la propria identità, perché l‘identità di un cittadino dipende dalla coscienza che ha dei diritti che gli sono riconosciuti. Ora sono tutti pronti come squali ad appropriarsi dei contenuti del famigerato accordo ed utilizzarlo dappertutto.. Questo è il vero problema di questa fase storica, non il bunga bunga del vecchio nano malato e menzognero. In questo autunno della civiltà ci sono solo due bagliori di luce che forniscono qualche speranza: la contestazione alla controriforma Gelmini e le proteste operaie. Il resto è netto fonda. E da qui ripartiamo con le lotte, con la coscienza che mai come in questa fase storica stiamo lottando per la democrazia di tutti

Ripreso da Masada

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe la cosa più grave che ce tanta gente che crede a questa classe politica non capiscono che ci stanno prendendo per il culo e che siamo noi che dovremmo decidere di mandarli tutti in cassa integrazione o licenziare i tanti ladroni che percepiscono stipendi senza fare un cazzo per il nostro paese poi sono al governo per difendere i nostri diritti difendere l'industria vi volevo ricordare che le uniche tasse sicuri che entrano nelle casse dello stato sono dei lavoratori dipendente no che gli altri no non li pagano lascio giudicare voi e per questo che i più forti e non lo sappiamo ma io dico che la maggioranza di noi lo sa ma ce una cosa molto strana che non si fa niente o molto poco per cambiare

francesco.falduto 16.01.11 09:10| 
 |
Rispondi al commento


La faccenda, arricchendosi di particolari, diventa sempre più squallida e ben rende quale sia la statura morale dell'omino: la Minetti una volgare "maitresse" d'un bordello di mignotte a tempo pieno, ospitate in appartamenti di propriètà riconducibile al Mignottauro ( solo che il mitologico Minotauro esigeva vergini, questo invece, si accontenta di fresche baldracche). Spero che finalmente che la Boccassini, come un novello Tesèo, tagli finalmente la testa a questo mostro, mezzo uomo, mezzo stronzo.

harry haller Commentatore certificato 16.01.11 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Come si impara a capire le sofferenze degli altri partendo dalle proprie
Ho sempre un gran dolore alla spalla dx e ho capito che oltre alla cuffia consumata, questo dolore che non mi fa dormire la notte e mi tormenta il giorno si deve al fatto che sto troppo davanti al pc,e questo provoca una tensione che è una patologia degli informatici,una malattia professionale. Mia figlia dice che una sua amica sta imparando ad usare la sx per alleggerire la tensione della spalla dx ma io proprio il maus con la mano dx non riesco ad usarlo. Al momento ho messo uno sgabello alla mia parte dxa con dei libri sopra e sopra il maus,così da tenere il braccio dx più allungato e rilassato possibile. L'ideale sarebbe poter tenere anche la tastiera molto bassa,quasi alle ginocchia, in modo da avere le braccia allungate e non mettere in tensione la spalla
Qualcosa studierò ma non ce la faccio proprio a non usare il pc.Il mio lavoro è scrivere libri e come scrivo senza tastiera? Come si vede,si è sempre colpiti nelle cose che ci interessano di più
Il mio problema è ridotto ma penso a quei disgraziati di operai legati alla catena di montaggio che fanno migliaia di volte di seguito lo stesso movimento e ora sarà anche peggio grazie alla crudeltà di Marchionne e dei due rampolli Agnelli (che Dio li ammazzi di morte lenta e dolorosa!), penso alle tensioni di muscoli e tendini di quei disgraziati, impossibilitati a riprendere fiato e persino a pranzare,legati come schiavi a un lavoro disumano di cui la massa degli italiani proprio se ne frega con l'aridità di belve senza cuore, penso che alla fine quei movimenti ossessivi e ripetuti produrranno loro delle patologie dolorosissime e odio Marchionne e odio tutti i suoi sostenitori sindacali e politici con tutta la forza con cui si possono odiare dei persecutori ignobili, privi di umanità e di pietà.
Che Dio li strafulmini tutti! Che Dio porti loro delle sofferenze uguali a quelle!
La mancanza di empatia e di pietà porterà questo mondo alla rovina

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi ha avviato la sua campagna di difesa .
Slogam alla Al Pacino ,verso i giudici, tutte chiacciere e distivo.
Sky e poi le prime pagine dei giornali , una Ruby in versione acqua e sapone, verginale, che racconta niente sesso con nonno Berlusconi, mi ha ha solo aiutata finanziariamente perchè buono, lei si arricchisce così, trovando dei vecchi generosi.
Noi attendiamo e facciamo il tifo per Ilda la rossa, la sotituta volontaria di Falcone.

cesare beccaria Commentatore certificato 16.01.11 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il sito web de "ilfattoquotidiano.it" non è più navigabile. Non solo, ho notato anche che il browser va in tilt! :-(

Antonio Gribaudi 16.01.11 08:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Torino unb sindaci che venga proposto dakka Fiom, gli operai che hanno votato no rischiando il posto di lavoro sono i nostru nuovi partuguani .
Gli ex dirigenti del vecchio PCI rimasti in pista, purtroppo, si sono schierati con il padrone e la Cisl e Uil.
Un segno dei tempi lo si può vedere in questi giorni ad Anconba dove hanno pubblicato i redditi dei consiglieri comunali.
Ai primi tre posti con circa 160.0000 euro di reddito annuo ci sono tre ex comunisti.
Una volta erano i più poveri , oggi iu più ricchi e gli operai rischiano la loro vita per salvare la dignità.
Va cambiata l'intera classe dirigente del PD e non solo quella democristiana , ma soprattutto quelle ex comunista , opportunisti nati e cresciuti.

cesare beccaria Commentatore certificato 16.01.11 08:47| 
 |
Rispondi al commento

… è necessario firmare un contratto di lavoro capestro, con l’assenso partecipato di chi afferma che ti rappresenta.


…e, ….attenzione!.......potrebbe anche nevicare! (altro contratto capestro)…


..E i danni x il lavoratore che dovrà accollarsi la Sanità?
E famiglie distrutte da litigi e disoccupazione?
Chi li pagherà?..Marchionne?..Bonanni?...Angeletti?...

o forse sei più minacciato/a Tu che leggi ora queste mie cavolate?

.. e le conseguenze nefaste per tutti gli altri contratti?


I diritti indisponibili non sono delegabili a nessun datore di lavoro o sindacato!

I Contratti di lavoro, per fortuna, non valgono se in contrasto con le leggi vigenti, neppure se accettati in pieno accordo.

Ma occorre ricordare che occorrerà far valere i tuoi diritti non più in ambito sindacale, bensì in ambito legale (finchè ce ne daranno opportunità)!

Ma, se va avanti il concetto che omini coi baffi qualsiasi possano avere il diritto di rovinare vite e famiglie con la evidente prospettiva del prossimo moderno caporalato di cui saranno a capo, la melma che ci stanno versando addosso sarà sempre più vischiosa e sarà sempre più difficile scrollarsi di dosso questi caporaletti che tengono a gestire solo i conti ragionieristici delle proprie cattedrali sempre più deserte.

baldo gelli 16.01.11 08:45| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@@@@sig. luigi gallo

Caro sig.luigi gallo,sono stupito per la sua intelligenza ,commosso , turbato e tremante.
Sicuramente lei proviene dai nuovi allevamenti di trote che tanto onore portano alla causa di una nuova giustizia sociale.
Il fatto che dimentica,piccolo ed insignificante,e' che Grillo non obbliga nessuno a vedere i suoi spettacoli ne chiede aiuti di stato,mentre ,tanto per dirne una,gli allevamenti di trote vengono pagati da tutti.
Lo so ,sono sicuro,che capira',ma contemporaneamente il suo cuore dira' che gli allevamenti di trote sono utili a qualche persona che ,per carita'senza sue colpe, e' stato dalla natura condannato ad avere il cervello di una gallina,senza offese per le galline.
Grillo inoltre non guadagna sfruttando il prossimo come gli allevatori di trote.

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 16.01.11 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori