Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La bolla di Facebook


facebook_sam.jpg

Goldman Sachs ha investito 375 miloni di dollari in Facebook valutandola 50 miliardi di dollari. Ad ognuno dei 500 milioni di utenti di Facebook è stato attribuito il valore di 100 dollari. Senza iscritti Facebook varrebbe zero. Se io e mio figlio, ad esempio, cancellassimo il profilo, il valore di Facebook diminuirebbe all'istante di 200 dollari. Il capitale sono gli utenti, i loro contenuti e le loro reti di relazione e non la piattaforma, ma Facebook è un mondo chiuso in sé stesso nell'universo di Internet, chi vi entra non vi può più uscire. "Lasciate ogni speranza, o voi che entrate".
Se in futuro altre società fornissero una rete sociale con servizi migliori, l'utente di Facebook dovrebbe, in teoria, poter migrare i SUOI contenuti senza chiedere il permesso a Mark Zuckerberg. Nei fatti oggi non può farlo. Il valore economico di Facebook dipende dai miliardi di informazioni personali inserite. Chi è il proprietario di questi dati, dell’“identità digitale”? Facebook o l'utente? Dovrebbe essere l'utente, l'identità è sua, foto, film, testi sono frutto del suo lavoro, sono "lui", sono "lei". Queste informazioni sono però utilizzabili solo all’interno di Facebook. Chi si registra su un'altra rete sociale deve reintrodurre tutti i dati. Ogni “identità digitale” è in sostanza proprietà di Facebook o della rete sociale in cui è stata inserita. Da tempo è allo studio uno standard per una "identità digitale universale" per accedere a ogni rete sociale dove contenuti e relazioni rimangono di proprietà dell'utente. La nostra "identità digitale" è sempre più importante per le nostre relazioni sociali, ma può essere cancellata in ogni momento da Facebook e noi con essa. Facebook dovrebbe distribuire i soldi ricevuti dalla Goldman Sachs ai suoi utenti che lavorano a cottimo e gratis fornendo informazioni che possono essere usate per attività marketing. Con queste premesse, se il monopolio di fatto di Facebook finisse, i capitali di Goldman Sachs avrebbero creato l'ennesima bolla di Internet. E chi ci rimette i soldi nelle bolle? I piccoli azionisti o le grandi banche? Di certo non Goldman Sachs che potrebbe guidare la collocazione in borsa di Facebook nel 2012 con ritorni enormi. Potrò sbagliarmi, ma per sicurezza di azioni Facebook io non ne comprerò.


P.S. Sono stati schedulati incontri per la creazione di Liste Civiche 5 Stelle nelle seguenti città:
CampodarsegoCaninoCapoterraCassinoCastelmellaCirièCorigliano ScaloCrotone, EracleaMorlupoOderzo, PontiniaRiminiRoseto degli AbruzziSienaSennori, TermoliValenzanoViadana, VigodarzereVolpianoUgento

Proponi un incontro nella tua città.

Berluscoma 2010

Berluscoma 2010 (Dvd)
Il tramonto della Seconda Repubblica raccontato da Marco Travaglio
Acquista oggi
la tua copia.

4 Gen 2011, 18:45 | Scrivi | Commenti (860) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Tanto per aggiungere qualcosa sul conto di zuckemberg... http://complot8.altervista.org/mark-zuckerberg-sionismo/

laura ferrari 16.08.14 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Facebook è attualmente il più grande portale a livello mondiale, le pagine Facebook è un trend molto in voga che tutti voglio possedere e gestire una pagina Facebook, molti affari si fanno anche con i mi piace Facebook per aziende che voglio investire in internet, avere tanti Fan Facebook è molto importante per un'attività sul web molti si affannano con tecniche di social marketing per possedere un numero cospicuo di fan, quindi in conclusione Facebook è un modo anche per promuovere il proprio business online

Mi piace Facebook 27.05.14 14:39| 
 |
Rispondi al commento

io credo che lei sig. beppe sia un dittatore un mussolini perché comanda solo lei gli altri sono sue pecorelle . lei va in giro a protestare per l" ITALIA perché niente funziona e questo e vero . ma lei chi vuole mandare a casa . NESSUNO non lo puo fare . io credo che sia un ignorante un incapace , per risolvere i problemi devi essere nella stanza dei bottoni per cambiare e tu rifiuti tutto , non ci riuscirai mai ad avere il 51/x100 dei voti mai se fai cosi . ma devi cercare di fare accordi veri col pd se vuoi anche se io non o votato per il pd per ora la saluto ma credo che lei debba studiare ancora molto per essere un lider gigi

gigi verona 30.09.13 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace non riesco a scrivere su questa pagina,non so il perchè, ma mi vergogno tantissimo per aver votato persone che hanno dimostrato che arrivando alla poltrona si sono dimostrati uguali ai nostri vecchi politici!!Se queste persone si ritengono veramente dentro il movimento 5 stelle e hanno accettato fin dall'inizio le regole del movimento devono dimettersi senza commentare ne dire nessun che.Se fanno questo dimostrano ciò che hanno accettato, spero sia così.

Antonello Musa 17.03.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, mi appello alla tua trasparenza per rispondere,come sai fare tu, a questi calunniatori
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/02/le-menzogne-del-candidato-beppe-grillo.html

mario Scordio 16.03.13 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ieri pomeriggio ho avuto l'occasione di vedere in DVD, comodamente seduto sul divano di casa, il film the social network. Nonostante la visione possa risultare piacevole per la possibilità di conoscere diversi retroscena riguardo alla nascita di Facebook, il mio giudizio complessivo è abbastanza negativo ed in controtendenza rispetto alle critiche mirabolanti riportate sulla confezione. Cito di seguito, in rigoroso ordine di lettura, senza riportarne la fonte. Per chi è interessato, credo che non dovrebbe essere difficile ricostruirne l'origine effettuando qualche oculata ricerca on-line.

UN FILM GENIALE

UNA PIETRA
MILIARE

RIVOLUZIONARIO
ASSOLUTAMENTE UNO
SPECCHIO DEI NOSTRI TEMPI

SENSAZIONALE
IL FILM DI UNA GENERAZIONE

UN PEZZO RARO
DEL CINEMA CONTEMPORANEO

COLOSSALE
ED ESILARANTE

Non riesco a capacitarmi - o forse sì - di come si sia riusciti a sciorinare una quantità così sterminata di lodi pompose per una proiezione che altro non è se non un resoconto ben dettagliato di molteplici liti e controversie. Sono sicuro che, a mente serena, tanti di voi potrebbero trovare ben più interessante e divertente un film di Perry Mason. Ma tantè.


Leggi tutto: http://piccola-anima.blogspot.com/2012/01/facebook-mania.html

Romano Scuri 09.01.12 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Ogni strumento ha i suoi lati positivi e negativi... facebook usato nel modo giusto e' uno strumento di comunicazione potentissimo

Elenio Traferri 05.09.11 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Io mi iscrissi a Facebook alla fine del 2008 e l'anno dopo mi sono cancellato... eppure, nonostante questo, c'è un profilo con la mia foto e i miei dati personali. Ho scritto a Facebook di cancellarlo e mi è stato risposto che lo avrebbero fatto. Oggi è ancora li.

Marco C., lecce Commentatore certificato 02.04.11 23:02| 
 |
Rispondi al commento

SI PARLA TANTO DI PRIVACY,DEVI FIMARE OGNI COSA PER LA PRIVACY,CI SONO DENUNCE PER VIOLAZIONE DI PRIVACY,C'E' IL GARANTE DELLA PRIVACY....E FACEBOOK CHE COS'E'?CI PREOCCUPIAMO CHE I NOSTRI FIGLI FREQUENTINO SANE COMPAGNIE,GLI DIAMO MILLE RACCOMANDAZIONI,DI STARE ATTENTI AGLI SCONOSCIUTI...E FACEBOOK!!!SONO CONTRARISSIMA A FACEBOOK E MI STUPISCO,IO HO 40 ANNI,DI QUEI GENITORI CHE SI ISCRIVONO!....IO NON SONO UNA DI QUELLE CHE CREDE AL 21/12/2012 MA CI SPERO!!!NON DATEMI DELLA PAZZA,NON MI STO' RIFERENDO SOLO A FACEBBOK MA FA'PARTE DEI TANTI TASSELLI DI MERDA CHE CI STANNO ROVINANDO L'ESISTENZA DOPO LA POLITICA,OVVIO!

ANNA B., CREMONA Commentatore certificato 13.02.11 10:01| 
 |
Rispondi al commento

E ovvio dai commenti fatti che la maggioranza dubita che Facebook sia un programma per contatti sociali: é più probabile che sia piuttosto uno strumento di controllo e censura della rete ! La sua pubblicità insidiosa, invadente e martellante e il fatto che sia diventato in cosi poco tempo cosi "popolare" anche tra i politici di mestiere mi fa sospettare che ci siano dietro poteri occulti che vogliono conoscere e contrastare quelli che rifiutano di credere o racccontare le menzogne e le falsita del potere di turno come lo fa Beppe e il suo Movimento 5 Stelle! Cioè quelli che credono che la politica deve essere trasparente e al servizio dei cittadini o che cercano la verità oltre la propaganda politica e la versione monolitica e fraudulente di quello che sta succedendo a casa nostra e nel mondo; per esempio i misteri e contraddizioni dell'11 settembre, i colpevoli e beneficiari della truffa epocale finanziaria iniziata a Wall Street e che continua ad avere effetti devastanti sulle economie mondiali ....e sui lavoratori di tutto il mondo occidentale, il genocidio lento (ma reso invisibile dai mass media) di Israele contro il popolo palestinese (Prof. Ilan Pappe) ecc..ecc..!

Facebook provviene da un idea che sarebbe stata rubata a 3 studenti di Harvard dal fondatore Mark Zuckerberg che gli avrebbe pagato in seguito circa 62 milioni di dollari per evitare un lungo e rischioso processo. (articolo sul link sotto)

http://www.businessinsider.com/how-facebook-was-founded-2010-3

Anche Youtube/Google sta diventando uno strumento di censura: più volte hanno frazzionato (per rendere meno visibili/importanti)o fatto sparire siti non politically correct o bloccato la possibilità di commentare sugli stessi (11 settembre, Infowars di Alex Jones ecc.). In Italia é evidente che c'é ormai una censura sistematica contro Beppe e tutto quello che rappresenta!

Anthony J., Firenze Commentatore certificato 06.02.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento

perchè il dott.Franco Battaglia ha scritto cose SBAGLIATE sul fotovoltaico:
http://allround-engineering.blogspot.com/2011/01/perche-il-dott-franco-battaglia-dice.html

Eric B. Commentatore certificato 10.01.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Quotazione in borsa di facebook?
Facebook dice che ha 500 milioni di utenti ma è vero?
Secondo me no per una semplice ragione.....
500 milioni - X di utenti che non usano più facebook ( utente zombie) - X di utenti che hanno registrato un utente falso - X di utenti che usano solo saltuariamente facebook - X di utenti che usano facebook solo per giocare = pochi utenti validi per essere sfruttati economicamente

Luigi Massa 09.01.11 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Ci scandalizziamo se i servizi Web vendono i nostri dati, ma allo stesso tempo non siamo disposti a pagare nulla per usufruire di questi servizi. Perche' ci siamo fissati che su Internet tutto deve essere gratuito. Beh decidiamoci.

Io sono per un modello del tipo paghiamo tutti e poco, non avrei alcun problema a pagare qualche euro all'anno per i 5-6 servizi che ritengo indispensabili. Perche' no, anche per leggere un blog se i contenuti sono di qualita'! Non vi sembra un'economia piu' "sana" quella in cui si paga direttamente chi ha creato un contenuto/servizio invece di pagare attraverso le nostre abitudini, che sono vendute ad aziende che che a loro volta cercano di venderci prodotti?

La quantita' impressionante di donazioni che ha recentemente ricevuto wikipedia mi fa ben sperare, fa capire che c'e' qualcuno disposto a pagare per i contenuti sul Web e che il modello pubblicitario non e' l'unico che puo' funzionare (ammesso che funzioni veramente).

Questo modello e' altrettanto interessate: https://flattr.com

Eugenio Tacchini 09.01.11 13:13| 
 |
Rispondi al commento

sono sconcertata dal fatto che moltissimi utenti di facebook,la maggior parte, direi,non conoscono affatto le assurde azioni di questi uomini che giocano alle nostre spalle.. ma non si vergognano???

giulia arianna de marco, agrigento Commentatore certificato 09.01.11 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come si critica tanto la Goldman perchè ha dato un valore a FB e poi ci si tiene costantemente aggiornati sulle statistiche del proprio sito? Perchè mi chiedo io? Perchè alzare un polverone su FB e non mettere un bel bannerino che recita: "la navigazione su questo sito è certificata dal servizio Google analytics"...? Siamo tutti molto bravi nel cercare il marcio in Danimarca ma a casa nostra siamo tutti forniti di mascherine per non sentire la puzza di che ci viene da sotto. Si spara a zero su FB e poi , caro Beppe, "i nostri dati" li affidi direttamente a Google per farli analizzare per i "TUOI" interessi e nemmeno ci avvisi (per inciso: perchè non fai conoscere lo spread tra il valore/contatto che ti assegna il servizio di Google e quello che amorevolmente e gelosamente nascondi nell'html sorgente?). Complimenti per l'onestà intellettuale e l'amore per la chiarezza dell'informazione che offri a casa tua. Poi almeno "TU" quel MI PIACE potresti toglierlo non credi? Il gadget FB e gli altri andrebbero tolti proprio per mandare in malora il tentativo "pluto, giudaico, borghese" di toglierci la sacralità della nostra privacy in nome di quell'etica globale e transnazionale che ti sei dato Assange "de noatri".

Paolo Bianco 09.01.11 04:00| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera ho visto un bel film su RAI 3 "La Giuria". Se ognuno di noi si comportasse come il Giurato e prendesse per i fondelli questi cosiddetti Social Network il danno per le aziende che sfruttano commercialmente tali informazioni sarebbe enorme: produrrebbero preservativi per neonati, ciucci per vecchi di 90 anni, creme antirughe per tartarughe, ecc. ecc. dopo qualche mese sarebbero sul lastrico

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 08.01.11 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Facebook è l'ultima frontiera delle armi di distrazioni di massa utilizzate dai massoni per tenerci mogi e non farci incazzare...ne più ne meno. Un paio di anni fa erano Maria de Filippi e il Grande Fratello...ora c'è Facebook..è un circolo vizioso che si ripete da quando esistono i mass media...e si ripeterà per chissà quanto..fra un paio d'anni ci sarà il sostituto di Facebook che ci farà restare in questa situazione di stand by dove la gente non si incazza e accetta tutto quello che questi stronzi fanno...e i giovani come me vedono sottrarsi il futuro senza manco accorgersene.

E' GIUNTA L'ORA DI CAMBIARE!

skranz sardinia 07.01.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Anche in informatica esiste un etica...ad esempio Google vuol dire non fare del male..Facebook nasce con lo scopo di ritrovare vecchi amici...Per questo spero che i nostri dati non vertano mai utilizzati in modo sbagliato e comunque va sottolineato il fatto che loro esistono perché noi li usiamo quindi se sbagliano sono fregati. Il concetto di identità digitale è in continua evoluzione e Facebook è solo una fase della storia. Ora immaginate se il sistema operativo rilasciato da Google avrà successo, a quel punto tutto i dati del sistema operativo verranno immagazinati in rete questo per una serie di motivi vi faccio un esempio https://docs.google.com/?pli=1 questo è il programma di scrittura di Google os. Si sta scrivendo un capitolo importante della storia umana.

Orko Rosso, Castelfranco Veneto Commentatore certificato 07.01.11 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi InterNauti , giustamente o ingiustamente attratti dal "Fenomeno Facebook" , premesso che io ho un principio che morirà con me , che è : "Vivi e Lascia Vivere" , dopo di che , di nuovo premesso che , rispetto moltissimo ogni decisione della gente , ( Gente Comune Naturalmente ) riguardo il loro tempo libero in Rete e come amano passarlo .

Però! ... permettetemi di dubitare fortemente , sulla sua reale utilità sociale e culturale , specialmente verso le giovani leve , il nostro futuro , il futuro del mondo , tutti i nostri figli , da quelli più piccoli al delicato equilibrio di tutti gli adolescenti del mondo , adolescenza che , ti porta a formarti il carattere e l'animo , per accompagnarti verso l'età adulta , l'età delle responsabilità per la vita .
Giovani che dovranno portarci verso le grandi scommesse sul futuro del mondo , prendere sagge e responsabili decisioni che consentano ai loro figli stessi , di vivere in un mondo migliore .

Ma vi rendete conto amici !!! ... di che razza di personaggio stiamo parlando?

Questo spocchioso e arrogante personaggio di bassa lega , questo ... "Marck Zuckerberg " , rapinatore di idee , succhiatore di Proprietà Intellettuali altrui ( i fratelli Cameron e Tyler WinkleVoss ) , traditore di vere e fraterne amicizie ( Eduardo Saverin ) , traditore di persone che lo stimavano veramente e che gli hanno aperto gli occhi in positivo ( i fratelli Cameron e Tyler WinkleVoss ) , che gli hanno dato idee in grande ( Sean Parker ) , Traditore di persone che , oltre ad aiutarlo e amarlo , sacrificarsi per lui , collaborando e creando , lavorando duramente e FONDANDO ASSIEME A LUI il fenomeno " Facebook " ( Eduardo Saverin ) , " TRADITORE DI TUTTI " coloro che ... lo circondavano e che ... non rispecchiavano i canoni comportamentali di " SANTO " che cercava di costruirsi attorno , essendo LUI!( continua )

FATE GIRARE QUESTO INDIRIZZO VI PREGO :

THE DISHONESTY OF FaceBook

http://facebookbluff.blogspot

Romy Beat 07.01.11 02:45| 
 |
Rispondi al commento

Non so come fare per eliminare tutti i miei dati da facebook, ma ho notato che voi avete ancora un blog su facebook !?
saluti
A

Alberto Nappi 06.01.11 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Facebook è un servizio, liberamente sottoscrivible che mette bene in chiaro le condizioni. Chi si iscrive ne sa le condizioni e le accetta. Io, come iscritto, le accetto ben conscio. Le mie foto, scritte e quant'altro sono ospitate sui server di Facebook. Non in un vacuo concetto di Internet, ma nel concreto oggetto chiamato server, uno dei tanti di FB. Per questo servizio che offre, FB ne deve guadagnare un ricavo e mi pare logico. Se, in cambio dei servizi di FB, mi devo cuccare pubblicità mirata, creata in funzione dei miei hobby e interessi ricavati dai miei dati, beh, a me non sembra un grosso sacrificio! Direi che il gioco vale ampiamente la candela!

Se per voi non li vale, non iscrivetevi.

Poi, personalmente, vi inviterei a fare un'analisi psicologica dal lato paranoia, su quanta importanza megalomane date a voi stessi e alla vostra privacy di cui, in realtà, non frega niente a nessuno (nè di voi, nè della vostra privacy). Quantomeno non additate il Berlusca, quando siete voi i primi ad attribuirvi un'importanza infinitamente superiore a quella nulla che probabilmente avete.

Infine, Facebook non è una bolla, ma è un servizio che è destinato a durare per un numero imprecisato di anni. Quindi, non date retta a Beppe, ma si vi capita investiteci. Vedrete che i soldi vi ritornano eccome!

Mauro Longone Commentatore certificato 06.01.11 17:20| 
 |
Rispondi al commento

"NON iscriverti a facebook".... allora... NON iscriverti a youtube, a dailymotion ed ovunque sia. Neppure alla piu' avanzata forma di pubblicità = youreporter.it...
NOn iscriverti "a"...
quindi MSN.....
yahooo.....

Ai forum Nazifascisti AURITIANI, di TERZAPOSIZIONE o dei NAZIFASCISTI eurasici......
NON ISCRIVERTI NEPPURE agli spazi NEOFASCISTI di IDV dipietristi.... (ovvio no?)
NON ISCRIVERTI agli spazi di chi sta a braccetto con FORZA NUOVA.......

NON iscriverti agli spazi CORROTTI di chi balla il "VASA VASA" consapevolmente e CONCORDARIAMENTE con TOTO' CUFFARO sotto la regia N.A.T.O. di annozero (sonia alfano).

NON iscrivetevi a nulla.

Slogan di qua... slogan di là...........

Vaffanculo a Tutti. Vaffanculo soprattutto al ben NOTO MARCIUME "Dal Basso":

Il peggio del MARCIUME = L'ESERCITO DEI MILLE DE GREGORIO (dalla lunga e ben nota, quanto collaudata, ormai LEGGE FISICA, Tradizione "storica" marcia corrotta, sbirra ed infame dei "NOI itagliani one$ti".....)

Il Marciume CRESCE "felicemente".... e DEBILITA mercatisticamente.

Massimo Greco, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.11 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Facebook, oggi, è un servizio, offerto gratuitamente. La gestione della propria privacy è fatta in maniera completa, permettendo a ciascuno di gestire le proprie informazioni come meglio crede. Il problema dell'identità digitale è assolutamente complesso, vero, ma un'idea splendida e vincente come Facebook deve dare a chi lo ha inventato i giusti guadagni. Anche questo sito, e tutti i blog del mondo, sono alimentati dagli utenti e moderati dai blogger (vogliamo parlare di censura?), ma a nessuno che vi scriva viene in mente di chiedere all'autore danaro in cambio.
Diventerà un problema serissimo per tutti se un giorno Facebook deciderà di usare i dati contenuti in maniera non conforme alla morale ed alla legge sulla privacy (ma di quele morale e quale legge possiamo parlare, se pensiamo al globo?), ma questo è un problema senza soluzione (stesso problema per qualunque sistema, si pensi a gmail, si pensi a myspace, si pensi a skype).
Per cortesia, Beppe, per questo commento sono 23 €, grazie...;)

Nicola F., Rende Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.11 15:26| 
 |
Rispondi al commento

il problema, lo scandalo dov'è?
Facebook non obbliga nessuno ad iscriversi, a postare video o foto;
Se il tipo che lo ha inventeto si è fatto un sacco di soldi che male c'è? è stato più intelligente di tanti altri. Perchè dovrebbe dividere il profitto con tutti?
Ste polemiche inutili, a me, stanno veramente rompendo...

matteo castelli 06.01.11 15:16| 
 |
Rispondi al commento

A volte ritornano i mostri: Previti libero di fare l'avvocato, il parlamentare, di nuovo?
Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

cesare beccaria Commentatore certificato 06.01.11 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Quando lo sgorbio berluscone vuole offendere i comunisti cita sempre i suoi amici alleati e simpatizzanti Bertinotti e D'Alema, chissà perchè, amore e odio.

cesare beccaria Commentatore certificato 06.01.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI HA DETTO CHE NON HA MAI AVUTO UNA DONNA DI SINISTRA. BUGLIARDO.
CARO SILVIO NE' HAI AVUTO TANTE DI DONNE DI " SINISTRA"
- CRAXI- AMATO- DALEMA- VELTRONI- FASSINO- ...SE QUESTO NON SONO DONNETTE CHE HANNO .....?

mario apicella 06.01.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno e buon anno nuovo a tutti.
Ho iniziato con i computer ai tempi del mitico Commodore C64, ho la connessione alla rete da 13 anni circa e da 11 sono disabile, per questo esco poco di casa e navigo molto ma, pur non essendo un genio dell'ingegneria sociale, a me Facebook non a mai convinto molto e tuttora non possiedo accesso alcuno alla piattaforma.Non mi illudo certo di essere uno sconosciuto per la rete, l'anonimato è quasi impossibile per chi ha iniziato a navigare tanti anni fa, ma esorto soprattutto i giovani a difendere con i denti il loro anonimato, poiché una volta sola basta per essere identificati, catalogati e di conseguenza far diventare i propri dati "merce" e tornare indietro non è possibile. Suggerisco servizi come "10minutemail" per loggarsi a siti sconosciuti e forum come "noprivacy" per chiarirsi le idee.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.11 06:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Leggendo il tuo blog, sempre più spesso mi vien da sorridere. Lo trovo molto esquimo/sinistroide, anche se poi criticando tutto e tutti ti assicuri (da buon Genovese "non me ne vogliano i tuoi concittadini"...ma è un luogo comune, anche questo) una discreta rendita,come politico? comico? o politico comico predicatore? ma la tua pagina farcita di ogni sorta di promozione, ti fanno sembrare molto distante da un'ipotetica sinistra o movimento a 5 stelle....che dir si voglia, diciamo che la tua politica principale è fare soldi, non importa da che parte arrivino= vanno bene tutte le direzioni ed angolazioni. Ti preoccupati degli account di facebook, ad ogni account corrispondono circa 100 euro ??? proponendo/pensando che nel caso di un boicottaggio/abbandono, il titolare di fb, avrebbe la perdita della suddetta somma, ma se avrai una decina di account su fb(ma per piacere !!!). Sarà la vecchiaia che avanza o l'aver a che fare con un popolo di cerebrolesi, che ben si fanno ipnotizzare da chiunque detenga potere: politico/comico, di chiunque sia famoso o lo sia stato. Forse non sai più contro chi scagliarti= basta che respiri o pensi in modo differente dal tuo=che non ti sia riverente/referente e/o ti dia soldi e ti faccia guadagnare. Parli e hai parlato tanto tanto di borsa, dimenticandoti che l'italiano medio non è ricco come te, e come dici: la maggior parte delle società quotate in borsa sono in perdita ;nel caso una società andasse bene; non si farebbe quotare, non dividerebbe utili e dividendi con noi "cittadini" ???
Forse nel tuo delirio (mai titolo fu più indicato) dimentichi che il 90% degli italiani, hanno si problemi nella borsa, non quella degli affari= ma quella della spesa.

cesare c., asti Commentatore certificato 06.01.11 06:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da dawnloadblog.it:
"Se proprio non amate Facebook e volete sbarazzarvi per sempre del vostro profilo c’è una procedura esatta da seguire. Facebook infatti, ufficialmente consente solo di “disattivare” il proprio account, anche se le informazioni presenti rimangono intatte, ma nascoste.

Per eliminare per sempre il profilo su Facebook basta cliccare su questo link http://www.facebook.com/help/contact.php?show_form=delete_account, collegamento nascosto tra i meandri delle impostazioni. Tuttavia prima di saltare direttamente a questo link, dovreste preoccuparvi di tutti i commenti e le foto inserite in passato e seguire alcune procedure di sicurezza.
Innanzi tutto cancellate ogni informazione presente sul vostro profilo. Messaggi di posta, informazioni sulle reti, fotografie, tag ecc… Successivamente collegatevi al “Centro assistenza” in fondo alla pagina. Da questa pagina cliccate su “Privacy” e Facebook vi mostrerà la procedura per disattivare o cancellare definitivamente il proprio profilo.

Per completare l’operazione basta inserire la propria email, la password di accesso e digitare il codice del captcha. Infine aspettare 14 giorni. Questo per dare il tempo a Facebook di completare la procedura e a voi di tornare indietro se cambiate idea. In questo periodo, infatti, basta inserire la propria email nel login per riattivare tutto e bloccare il processo.

Se, ancora, siete ansiosi di sparire per sempre da Facebook, provate ad inviare un’email all’indirizzo privacy@facebook.com e chiedere la cancellazione del profilo. In pochi giorni dovreste ricevere una risposta che attesta la cancellazione permanente. In questo caso avete una settimana di tempo per cambiare idea, inviando una seconda email allo stesso indirizzo, oppure a support@facebook.com e info@facebook.com".
----
PIUTTOSTO...
PARLIAMO DI COME FUNZIONA QUESTO BLOG?
Mi pare che anche qui il marketing non scherzi eh?
Non si può linkare (!!!!) robe da matti! Democrazia o DemoCRASTYa?

Franco Muzzi Fox, Cuneo Commentatore certificato 06.01.11 03:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ANCHE I MORTI SU FB VALGONO 100 USD

5 MILIONI DI USD CIRCA ANNO

************************************

AVEVO 20.000 CLIENTI...

IN UNA SETTIMANA MI CHIMARONO I FAMILIARI DI 5 CLIENTI I QUALI MI AVVISARONO DI DISDIRE LA SOTTOSCRIZIONE POICHE' NELLA SETTIMANA ERANO DEFUNTI....TUTTO IN 5 GIORNI CIRCA...E COSI VIA VIA NEL TEMPO, SETTIMANE E MESI...

ERA D'EFFETTO CONSTATARE CHE MOLTI PASSAVANO ALL'ALTRO MONDO...CI RIMASI MALE, UN COLPO FERREO NEL MARKETING...CHE DOVETTI NELLA REALTA' DEI FATTI CONSIDERARE COME % CAUSA MORTE...


E LO SAPEVI PERCHE' TI AVVISAVANO, SENZA CONTARE CHI NON TI AVVISA PROPRIO PERCHE' NON LO SENTIVI PIU...


LO 0.00025 %
FU IL TASSO DI MORTALITA CIRCA CHE RILEVAI


E SU FEISBUC CHE CONTI FANNO ?
******************************

SU 500 MILIONI DI PROFILI SU FEISBUC OGNI SETTIMANA 1250 PERSONE NON ESISTONO PIU....

E DATO CHE IL PROFILO NON E' CANCELLABILE, DISINTEGRABILE E NON SANNO CHE SON MORTI....

FANNO I CONTI ACCREDITANDO NEL PORTAFOGLIO CLIENTI 1250 MORTI A SETTIMANA

PER 40 SETTIMANE FANNO 50.000 PERSONE ANNO INESISTENTI, PER UN VALORE DI 100 USD * 50.000

CONTABILIZZANO 5 MILIONI DI EURO INESISTENTI...

SE NON E' UNA BOLLA DITEMI CHE COSE'....

ALTRO CHE FACE BOOK

PER COERENZA DOVREBBERO APRIRE

ALL'INTERNO UNA SEZIONE CIMITERIALE FACE DEAD !

QUESTI ANDREBBERO MESSI SU FACE DEAD....

E NON CONTABILIZZATI...E SI QUOTANO IN BORSA ??

MA GLI CONVIENE ??

A QUANDO LE LUCI VOTIVE SU FB ?

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 06.01.11 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, devi sapere che, l'interlocutore tipo a cui tu con il tuo blog ti rivolgi, ha moltissimi problemi, l'unico problema che pare proprio non avere, è proprio quello di come investire al meglio, parte dello "sterco del diavolo" in proprio possesso...come ami chiamarlo pubblicamente tu......"altro che acquistare o meno le azioni di facebook!! questa è l'ennesima dimostrazione, "se mai ce ne fosse ancora il bisogno" che tu, in tutti questi 6 lunghi anni, non hai mai trovato il tempo di leggerti i post di chi ti scrive!!

renzo pampurini, milano Commentatore certificato 05.01.11 21:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,allora se vogliamo fare concorrenza a facebook,possiamo usare un altro social network ITALFACE.COM,che vuole raccogliere tutti gli italiani sparsi nel mondo,e vi garantisco che ci si può cancellare in qualunque momento(io per provare l'ho fatto), e non come facebook che semplicemente sospende il profilo fino alla riattiavezione dell'utente.

giuliano longo 05.01.11 21:08| 
 |
Rispondi al commento

berlusconi: mai avuto una donna di sinistra!

ovvio, le puttane son tutte di destra.....

BUONASERA, SBULLONATO POPOLO!


e tempo di morire.

Reve ng Commentatore certificato 05.01.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Passate bene le feste? Da quello che leggo un po' tutti incazzati, e come si fa a non esserlo?

Giusto un'idiota non s'incazza e ride beota e beato.
Bene Davide, sarei un deficiente se non condividessi.
Quello che mi sta dando un sacco di fastidio in questa Italia manomessa da tutte le parti e' che
abbiamo un premier barzellettaro e da operetta e una classe accolita da incubo: Bene in pratica
tutto cio'che l'innominato ha fatto e sta facendo
da ben quasi 17 anni sembra stia passando in giudicato. Le brutte figure all'estero, continue, i suoi fattacci personali, le approvazioni alle
azioni assurde dei suoi ministri, lo stallo dell'Aquila, i soldi sprecati per il mantenimento
eterno di strutture relative al ponte di Messina
di cui non esiste nemmeno la parvenza di almeno una parte un progetto esecuitvo, l'evasione perversa e continua delle tasse da parte dei piu' abbienti, le condizioni miserande di pensionati, sotto impiegati e sottosalariati, precari, i tagli alla cultura, quella tremontiana che non si mangia, i tagli alla sanita' - roba da dementi,
le centinaia di migliaia di case sfitte, le enormi difficolta' di pagare un mutuo e non parliamone di comprarsi casa, di sposarsi, di far figli. E si pensa a Marchionne e le sue macchine, machissene frega, chi minchia se le puo' comprare
le macchine o cambiarle, con stipendi da 1000 euro? E la benzina? Di riconversioni varie manco a parlarne.
Bene dicevo e il nostro premier & Co passa indenne attraverso tutto questo, COME SE NIENTE FOSSE E NIENTE FOSSE MAI ACCADUTO!
Giornali, opposizione, media in genere trattano la situazione, trattano B.e i suoi, Bossi!??!
Calderoli!??!? Maroni!!??? Come fossero NORMALI,
cioe' politici che fanno politica da opporre piu' o meno. Ma porca miseria, bisogna mettersi in testa CHE LA SITUAZIONE NON E' NORMALE E QUELLI NON SONO NORMALIIIII!E andrebbero quindi trattati da ANORMALI.La situazione e' anomala "e compromessa".

Monicelli prima di andarsene disse:c'e' solo da
fare la rivoluzione.

Frank A. 05.01.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FACEBOOK

...ma anche coca cola, ma anche de beers, ma anche le auto tedesche, ma anche mediaset, ma anche le banche svizzere, ma anche i medicinali, ma anche tutti i brevetti ...

Tecnicamente si chiama "IL VANTAGGIO DELLA PRIMA MOSSA" ed è una forma di barriera in entrata.

Il potere deriva dall'ammortamento del capitale fisso investito all'inizio, all'avvio dell'impresa.

Sono costi già recuperati, che insieme ai brevetti rapresentano barriere enormi per la concorrenza futura.

Le imprese successive qualora volessere entrare nel mercato monopolista sono, quindi, fortemente svantaggiate.

L'asso nella manica è rapresentato proprio dal potere di ridurre il prezzo di offerta, anche sottocosto, per scoraggiare i nuovi entranti.

Concorrenza sleale. Poiche i benefici futuri, una volta uscita l'impresa concorrente, ripagano le piccole perdite iniziali.

Un caso mondiale emblematico: de beers (un diamante è per sempre)!

ABOLIRE LE BARRIERE, DI OGNI TIPO !!!!!!!!!!

Questo è uno dei compiti del comunismo.

saluti comunisti

TONY .. Commentatore certificato 05.01.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Massimo D’Alema va in vacanza a Saint Moritz con la moglie e veste con il cachemire?
È solo un imborghesimento comune alla sinistra, in particolare agli ex comunisti che, anche se hanno cambiato il nome al partito restano tali e hanno un unico obiettivo: prendere il potere eliminando Silvio Berlusconi con l’ausilio dei pm».

«Non è un cachemire - ha detto Berlusconi - che può cambiare il cervello e il cuore della gente. I nostri post-comunisti fanno finta di avere abitato su Marte e dicono anche di non essere mai stati comunisti, ma non hanno mai fatto i conti con il loro passato e con gli orrori di una ideologia spaventosa.
Ricordiamo sempre che è stata l’ideologia più disumana e criminale della storia dell’uomo che ha prodotto solo miseria e disperazione e più di 100 milioni di morti».

È caduto il muro di Berlino, l’Urss è un ricordo del ’900 ma per Berlusconi, in Italia «i comunisti esistono eccome» e continuano a fare ciò che hanno sempre fatto: «Mistificano la realtà, demonizzano l’avversario, cercando di farlo fuori, come fanno con me, utilizzando i magistrati a loro vicini, perchè mi considerano un ostacolo da eliminare assolutamente per arrivare al potere». Un traguardo che non raggiungeranno, perchè, come ha precisato Berlusconi «sono gli italiani, per fortuna, che non si riconoscono in questa sinistra».
Il cambio del nome e l’imborghesimento dei dirigenti come D’Alema ma anche di Santoro e Beppe Grillo sono solo operazioni di trasformismo: «I comunisti italiani hanno pensato che bastasse cambiare il nome del partito per cancellare il passato. Hanno cambiato il nome più volte ma il trucco non ha funzionato perchè sono sempre gli stessi, con gli stessi pregiudizi, con lo stesso modo di fare politica. È vero si sono imborghesiti, indossano capi firmati, scarpe fatte su misura, pasteggiano a caviale e champagne, ma sono sempre gli stessi».

Amedeo Ronchi Commentatore certificato 05.01.11 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Cercare di denigrare la Lega è cosa stupida.

Non solo per la determinazione nel perseguire i propri obiettivi che essa dimostra da oltre un decennio, ma soprattutto perchè ORMAI il suo OBIETTIVO FEDERALISTA e la BUONA GESTIONE delle amministrazioni leghiste sono diventate oggetto di ragionamento E DI ACCETTAZIONE da parte di un numero sempre crescente di cittadini nell'italia tutta.
E se non nell'intera penisola lo è almeno e sicuramente nell'italia del nord e centro nord
E' l'idea quella che si è ormai radicata e le idee non si cancellano.
ripeto : E' l'idea quella che si è ormai radicata e le idee non si cancellano.

Amedeo Ronchi Commentatore certificato 05.01.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ad esempio questa mattina sentivo che la regione Sicilia ha appena assunto in un sol colpo 3.000 nuovi dipendenti.

Ho guardato i dati precedenti: 19.739 dipendenti, 5.046.000 abitanti, € 347 il costo dei dipendenti pro capite.

Ho fatto un confronto con la Lombardia: 3.129 dipendenti, 9.866.000 abitanti, € 20 il costo dei dipendenti pro capite.

Amedeo Ronchi Commentatore certificato 05.01.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Russa: "Proprio mentre Matteo si stava abbassando, è stato colpito da un cecchino che ha puntato un fucile di precisione, ex sovietico, degli anni '50, un Dragunov, reperibile anche al mercato nero di Farah".

Mi ricorda, a parti invertite, la battaglia dei ponti in Iraq, quando i cecchini erano i nostri soldati: "Annichiliscilo, Luca. Ancora si muove, sto bastardo."

La Russa, non rompere il cazzo: NON SIAMO LI IN MISSIONE DI PACE. SIAMO IN GUERRA. E la pagheremo molto salata. Tutti! Anche tu.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 05.01.11 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ho gia' postato in un sottocommento, ma ne consiglio la visione a tutti.
http://vimeo.com/5166101

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 05.01.11 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Russa dall' Afghanistan,sulla morte dell'alpino italiano:
"Non è stato ucciso da un cecchino, ma in in vero e proprio scontro a fuoco con i taleban. E' stato colpito da un proiettile sparato da un fucile di precisione di fabbricazione sovietica".
I soliti comunisti.
E come si fa! E dove sono andati a prenderli questi clowns!

antonio d., carrara Commentatore certificato 05.01.11 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Come mai nel Blog non si discute del caso Battisti ?

Non vorrei che Beppe stia prendendo le distanze.

Di Pietro e la Meloni dicono che è un criminale comune e non un rivoluzionario quindi va estradato e arrestato, ma perchè se fosse stato un rivoluzionario andava perdonato ?

Che ragionamento è ? un assassino è un assassino qualsiasi sia il suo ideale o movente.

Scusate l'OT ma non ho resistito.

Lucifero 05.01.11 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mamma del Trota, ben conoscendo i limiti del pargolo, che autonomamente non è capace di fare un beneamato cazzo se non il politico italiano, sta tramando perché sia lui a prendere il posto del padre alla guida dei nuovi barbari padani.

D’altra parte questo è ciò che offre il partito per un ricambio generazionale al vertice: da un vecchio bavoso e rincoglionito ad un giovane analfabeta e troglodita…

Franco F. Commentatore certificato 05.01.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE*******************************************************************************************NEESSAGGIO PER LA MAESTRINA SACCENTE, ACIDA E STRONZA°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°FASCISTA MENTALE,GELOSA E VECCHIA STREGHETTA;HAI RICOMINCIATO A ROMPERMI I COGLIONI ENTRANDO NEL SISTEMA DEL MIO COMPUTER PERCHE'NON CE L'HAI FATTA A METTERMI SOTTO,SADICHELLA,VOLEVI CHE TI LECCASSI IL CULO?????????SE NON CE LA FAI A REGGERE I CONFRONTI E LE SCONFITTE COSA CAZZO SFIDI A FARE,PERCHE'TI ESPONI?????????????????(COME VEDI LA TUA PRESUNTA VERVE E'POCA COSA)A SI,DIMENTICAVO CHE LA MAFIOSETTA USA LE MINACCE DI BANNATURE E AFFINI!!!!SAI COSA CI FACCIO IO CON I TUOI RICATTI?????????? TE LO LASCIO IMMAGINARE!!!!!!O TI DAI UNA REGOLATA E MI STAI ALLA LARGA, O,QUEL CULO MOLLICCIO CHE TI RITROVI TE LO RASSODO A CALCI,VISTO CHE SO DOVE TROVARTI!!!!HAI CAPITO STRONZA DELLE STRONZE?????????NON E'CHE CI TENGA IN PARTICOLARE A QUESTO BLOG, IN QUANTO LE PERSONE VALIDE E AUTENTICHE SONO VERAMENTE POCHE E MI SEMBRANO POCO SODDISFATTE ANCHE LORO,E NEANCHE A LORO TU PIACI(GUARDA CASO).QUINDI, IN EFFETTI, MI SONO ROTTA UN PO I COGLIONI DI PERDERE TEMPO PREZIOSO A LEGGERE CENTINAIA DI COMMEMTI CHE NON MI APPORTANO NIENTE,O,INFINITI TUOI COMMENTI STRAPIENI DI FORMA MA VUOTI O FALSI DI CONTENUTI; PERO',QUESTA E',E DEVE RIMANERE UNA MIA DECISIONE,SE NO........PREPARATI A CENTINAIA DI CALCI NEL CULO,E TU NON SEI PALESTRATA!!!!!!!!!!!!!!!!!MA IO SI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

lilli r. Commentatore certificato 05.01.11 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La beffa dei bonus ai pensionati
Il Fisco chiede i soldi indietro


La prima certezza: non sono “cartelle pazze”.

Ma le lettere che stanno arrivando a centinaia di anziani genovesi («per ora si sono presentate agli sportelli una sessantina di persone in due giorni», fa sapere l’Agenzia delle entrate) se non pazze sono perlomeno ciniche: il governo aveva dato 150 euro alla vigilia del Natale 2007 (era l’Una tantum per i contribuenti a basso reddito) attraverso l’Inps o altri sostituti d’imposta.

L’Agenzia delle entrate, in qualche caso, se li riprende nel 2011.

In alcuni casi, si legge, perché «dai dati in nostro possesso, risulta che lei fosse fiscalmente a carico di un altro contributi».

Oltre al danno la beffa: con i soldi bisogna restituire anche la mora.

Il problema è che quel (graditissimo) pugno di euro spedito a famiglie comunque a basso reddito, nessuno l’aveva chiesto.

Poi ci sono i casi estremi: la signora del 1920 che ha scoperto che quell’anno lì, quando aveva “solo” 87 anni, la sua Irpef da pagare era risultato pari a un euro: uno, sufficiente a escluderla dalla fascia dei “redditi zero” beneficiari del provvedimento.


http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2011/01/05/ANcJRfaE-chiede_indietro_pensionati.shtml


Dove c'è B, c'è pace, amore e benessere.
Puah!

silvanetta* . Commentatore certificato 05.01.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

apro il concorso befana del blog.

voto libero.

v.vivarelli voti 1 (il mio)


psichiatria. 1 05.01.11 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarò anche banale e semplicione ma da quando questo Marchionne ha iniziato la sua battaglia contro i lavoratori(perchè di questo si tratta non avendo mai menzionato che la FIAT liquidò Romiti,dopo aver rovinato lo stabilimnento, con oltre 190 miliardi di lire)volendoli prendere a calci nel sedere; a me è venuta una idea per inchiodarlo: Marchionne, lasciando tutto a bocce ferme, per essere competitivo quante auto bisogna produrre al mese? noi le produrremo, tu investi il miliardo di € e rimangono tutti i diritti e gli accordi. Credo proprio che direbbe "NO" perchè lo scopo è quello di passare alla storia come l'imprenditore che ha dato il "LA" all'imprenditoria ad avviarsi a mettere la democrazia e i diritti sotto i piedi. Il momento gli è proprio favorevole lui pensa: ora o mai più. MEDITATE GENTE.

vittorio esposito, san sebastiano al vesuvio Commentatore certificato 05.01.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento

vorrei saper dalla Befana: Geronimo, dove è dislocato in Afghanistan? dove sta operando? cosa sta facendo laggiù? o non lo avete visto? Legittimo impedimento?

stefano z., reggio emilia Commentatore certificato 05.01.11 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


mercoledì 5 gennaio 2011ALCUNE DISCUTTIBILI. PERSONALMENTE ANCHE CONTRARIO AD ALCUNE! VEDETE UN PO' VOI?
>>Pubblicato il 4 gennaio 2011 da Carlo VulpioBuon anno a tutti.<<
caneliberonline.blogspot.com

Caneliberonline 05.01.11 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Mariano Orrù<< Sperando che certi documenti non li avesse in casa!!!!
COMPAGNI DIAMO UNA MANO ALLA FORLEO, ABBANDONATA DA TUTTI .....ANCHE DA SANTORO E COMPANY E DA DE MAGISTRIS........STAVA COLPENDO LA CASTA DEI PEONES CHE DA 16 ANNI HA ROVINATO LE POCHE BUONE COSE CHE C'ERANO IN ITALIA.....FACENDO CREDERE CHE LA COLPA SIA SOLO DEL BERLUSCONISMO, DOPO AVERLO PROCREATO E ALLATATO.

Caneliberonline 05.01.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

ma stasera l' omino, per la befana festa delle escort, appenderà al camino due calze autoreggenti??

stefano z., reggio emilia Commentatore certificato 05.01.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Petizione di Avaaz
La prossima settimana la Corte costituzionale deciderà se B potrà ottenere l'immunità dai processi finché avrà un incarico di governo:la prova del nove per la nostra democrazia
Attualmente imputato per corruzione giudiziaria, falso in bilancio e frode fiscale,il Pres. insieme ai suoi alleati sta esercitando una pressione enorme sui membri della Corte,fino ad arrivare a minacciarli,nel tentativo vergognoso d'influenzare la sentenza e di garantire così che la decisione lo metta al di sopra della legge
Questo è un assalto sfrontato al caposaldo della nostra democrazia:la separazione fra i poteri giudiziario,legislativo ed esecutivo. Un enorme grido pubblico in sostegno della Corte costituzionale e della sua autonomia potrebbe respingere l'eccessiva intromissione della politica e garantire che la Corte implementi lo stato di diritto.Costruiamo la più grande petizione on-line della storia italiana per proteggere la nostra democrazia:
Negli ultimi anni indagini e processi hanno screditato una grossa parte della classe politica,immischiata in affari di mafia,appalti truccati ed episodi di corruzione.I politici coinvolti si sono chiusi a riccio,promulgando leggi ad personam per evitare i processi e votando contro l'autorizzazione a procedere all'arresto dei parlamentari colpevoli
Nel disperato tentativo di silenziare o ottenere sentenze favorevoli,gli stessi politici indagati o condannati hanno addirittura avviato una pericolosa propaganda contro i giudici, minacciando di avviare commissioni d'inchiesta sul loro lavoro,accusandoli di essere politicamente schierati e addirittura insani di mente
B,attualmente imputato in 3 processi,sta tentando nuovamente di ottenere l'immunità per essere al di sopra della legge.La Corte,dopo aver bocciato 2 tentativi simili in passato,dovrà decidere sulla legittimità di una legge controversa che garantirebbe l'immunità a lui a i suoi ministri

Firma
https://secure.avaaz.org/it/in_difesa_dei_giudici/?vl

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Stanotte che vi porta la Befana? Carboni? Uffa ancora regali.Che brutte queste feste, non voglio fare retorica ma davvero è il trionfo delle cianfrusaglie.L'amore voi lo sentite? Io no di certo

mariuccia rollo 05.01.11 18:37| 
 |
Rispondi al commento

seguendo l'esempio di ciro dico la mia sulle fiat:

anni fa compero da una concessionaria fiat una 127 usato sicuro, che mi garantiscono avere collaudato nel loro circuito che in effetti quella grande concessionaria aveva.
a parte che, va be', il prezzo sul contratto era inferiore al reale prezzo da me pagato, al primo viaggio sento un gran casino, la macchina si piega sul fianco sinistro, lentamente vado avanti pensando che chissa' si e' rotto qualcosa, spero almeno di tornare a casa, e alla prima curva vedo la ruota anteriore sinistra partire e infilartsi nel buio in mezzo al fosso. per fortuna, ripeto,c eh andavo piano. monto la ruota di scorta, torno il giorno dopo alla concessionarai, e quasi neanche mi chiedono scusa, comunque mi cambiano la macchina con una uno, naturalmente ci devo mettere q

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.01.11 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito.
S'è avariato anche il TG3 ... ha fatto al muffa pure lui ...non c'è più religione ... o forse ce n'è troppa?

Di nuovo.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, certo che la gente dovrebbe anche un po' svegliarsi, no?
Se molti adulti (mica adolescenti in calore) passano il tempo a scrivere su FB il resoconto della loro giornata, il loro stato civile, le loro preferenze, e lo fanno così, senza alcun motivo pratico ma solo per sentirsi al centro del mondo, beh, la cosa ha aspetti inquietanti.
Io ho aperto una pagina - che uso di rado - solo per pubblicizzare alcune iniziative artistiche, ma non mi frega nulla di raccontare TUTTI I GIORNI le cose che faccio a gente che nemmeno conosco di persona. Se poi qualcuno comprerà azioni FB, mi dispiace dirlo ma allora Goldman Sachs ha tutte le ragioni di esistere. E comunque, finchè fanno i soldi con 'ste stronzate non mi frega più di tanto, sono molto più preoccupato quando penso al giro miliardario sul nucleare, per esempio. Quelli sì che saranno cavoli amari...

Michele P., Bassano del Grappa Commentatore certificato 05.01.11 18:32| 
 |
Rispondi al commento

larussa... nuova versione sulla morte di Miotto.. e te pareva.. come con calipari.. la verità mai..

roberto 05.01.11 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Già,.....facebook. Della serie lasciate ogni speranza o voi che entrate.
Faqcebook è una moda scatenata dalla solita pubblicitò mediatica destinata ai branchi di pecore.
Entrare in facebook è infatti come mandare a pascolare greggi di pecore nel bosco dove si aggirano lupacci affamati.

Come al solito esistono alternative a facebook, alternative Open Source di cui nessuno ne palrla, ma ce ne sono, eccome. Alternative che non fanno INCETTA di DATI PERSONALI come fa facebook.

Per le alternative Open Source a facebook, guardare qui:
http://www.fsf.org/facebook/mark-zuckerberg-is-time-magazines-person-of-the-year-wheres-the-dislike-button

dr. Hause 05.01.11 18:32| 
 |
Rispondi al commento

LE SOVRAPPOPOLAZIONI GLOBALIZZATE ... OVVERO:
" DELLA MORTIFICAZIONE DELL'ECCELLENZE E COSì DELLE ARTI "

Nel mercato globale non può nascere più un Thelonius Monk o un Miles Davis o chissa qual'altro grande artista.
Nell'era della sovrappopolazione globalizzata, il tecnicismo prende il posto del virtuosismo perdendo così il lato emotivo della vita. A fronte di un virtuoso coll'anima almeno mille tecnicisti senz'anima possono e vogliono il suo posto e ciò che ne soffre, sul piano squisitamente generale, è la famosa cultura di massa che si abbevera, così, ad una massa di bravi realizzatori senz'anima, per di più sbarazzati con pochi euro per le loro comunque alte performace.
Con le sovrappopolazioni, i capitali trovano strumenti per le loro fredde musiche senza più nulla lasciare alle voci dei cuori che tanto diedero alle nostre civiltà.
Così come il rombo dei cannoni impone civiltà dall'altra parte del mondo, il fruscio dei soldi toglie quell'anima alle umane tendenze che, pigramente, onvece, a casa "godono" di spettacoli tragici via tubi catodici (un tempo) o digitalizzati (ora).
Nelle tendenze di massa vi è, allo stesso tempo, l'antidoto per le sovrappopolazioni appena menzionate. Qualche macroepidemia o macrocarestia o rivoluzione macroglobale o guerra semi o totalmente nucleare, rimetteranno a posto i numeri e con essi le armonie terrene.
Non c'è da piangere o gioire per questo, non ci sono scongiuri che possano confortare.
La razza umana è, comunque, destinata all'epilogo, così come lo è ogni singolo di questa razza similpadrona.
La differenza sta nel voler essere o no spettatori di tali eventi.
Il trucco è tutto li.
Buonasera.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le regole cristiane, le ha sovvertite il cattolicesimo, che è la vasellina, con la quale, pochi furbi, hanno sodomizzato e sodomizzano, popoli ignoranti e deficenti.
".. gli uomini, sono tutti uguali..."
"...sarà più facile per una gòmena passare per la cruna di un ago, che per un ricco, entrare nel regno dei celi.."
"... fuori i mercanti dal Tempio..."
Altro che, se era comunista!

antonio d., carrara Commentatore certificato 05.01.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi...

"non sono mai stato con una donna di sinistra"
....certamente se son tutte come la Santachè...
che non l'ha data a nessuno ....hahahahha... al nano gli piacciono solo le escort!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 05.01.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Arriva il “calendario veneto”,
abolita la festa del 25 Aprile


Un calendario 2011 con le ricorrenze venete al posto di quelle nazionali.

È il gadget ideato dall’assessore all’Identità veneta della Provincia di Padova, Leandro Comacchio, LEGA NORD che ha sostituito, tanto per fare un esempio, la festa della Liberazione con la festa di San Marco.

Vero è che il 25 aprile si festeggia il patrono di Venezia, ma è vero anche che in tutta Italia le celebrazioni sono tutte rivolte alla Liberazione, festa nazionale.

E poi c’è la nuova ricorrenza: il 25 marzo si celebra la Terza Edizione della Festa del Popolo Veneto; mentre risulta abolita, nel Nordest lavoratore, la festa del Primo maggio.

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2011/01/05/ANtr6eaE-abolita_veneto_calendario.shtml

silvanetta* . Commentatore certificato 05.01.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=-uDeKSzySr4&NR=1

Potrebbe ripetersi?

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna smettere di correre dietro ai difetti e alle cose storte "degli altri" e pubblicizzare di piu' progetti e programmi da far conoscere a tutti quelli che non ne possono più dell'andazzo politico politichese attuale! Indicare come uscire da questa società della quale solo pochi sono soddisfatti!!!!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 05.01.11 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Da il fatto:
Il gruppo creato dal presidente del Consiglio assieme al rampollo della dinastia Benetton, oggi vale 200 milioni di euro e conta 34 strutture, 347 schermi e un box office di 21 milioni di biglietti (pari al 21% circa del mercato). L'accelerazione dell'affare è avvenuta negli ultimi due mesi con i riflettori puntati sulla politica, la sfiducia, l'asse Lega-Tremonti...

Basta avere la lista dei cinema e boicottarli. Finito.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento

E' quando le aspettative sono ridotte a zero che si apprezza veramente ciò che si ha.

Stephen Hawking

'SERA A TUTTI..!

Umberto C ;-), Alba Commentatore certificato 05.01.11 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Che bello sto blog, veramente democratico. Stamattina si dovevano sopportare il Padania libera e il minkiovano, stasera Amedeo Ronchi. Nomi diversi, ma la stessa tecnica, la stessa appartenenza legaiola.
E gia', siamo in democrazia. Qui sul blog. La dittatura e' la' fuori. Grazie al Partito delle Latrine ed alla Sega nord

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 05.01.11 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli operai, anche quelli in cassa integrazione, pagano il doppio delle tasse dell’ad del Lingotto, pur guadagnando infinitamente di meno.

panino.A. 05.01.11 18:00| 
 |
Rispondi al commento

La Russa: "Miotto ucciso da insorti
Non è stato un cecchino isolato


KABUL - L'alpino Matteo Miotto è stato ucciso "da un gruppo di insorti" durante "un vero e proprio scontro a fuoco e non da un cecchino isolato". Lo ha detto, parlando con i giornalisti ad Herat il ministro della Difesa Ignazio La Russa. L'uccisione di Miotto, ha detto La Russa, "è avvenuta nel corso di un vero e proprio scontro a fuoco: non si è trattato di un cecchino isolato, ma di un gruppo di terroristi, di 'insurgent', non so quanti, che avevano attaccato l'avamposto".

QUESTO E' UN'ALTRO ESEMPIO DI COME MENTONO I NOSTRI POLITICI.. NON SONO DEGNI DI RAPPRESENTACI.. MIOTTO L'HANNO UCCISO LORO DUE VOLTE , LA PRIMA RIMENDO IN AFGHANISTAN, LA SECONDA MENTENDO DI COME SIANO ANDATI I FATTI , RIDICOLIZANDO LA SUA MORTE.

LARISSA DIMETTI

franco f. Commentatore certificato 05.01.11 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

moneta vile
pesar l'uomo vuole
al social network non duole

psichiatria. 1 05.01.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Non ho mai usato Facebook in vita mia. Mi sembra più bello curare amori, passioni ed amicizie nel mondo reale, a tu per tu, oppure con una lettera scritta a mano o in alternativa un breve messaggio privato tramite cellulare o posta elettronica. Inoltre la mia vita privata appartiene solamente a me e la gestisco come meglio posso. Non capisco perché dovrei renderla pubblica e farla gestire da un algoritmo matematico situato in un server.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 05.01.11 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fasciobook: Buona Cenetta...

http://www.youtube.com/watch?v=HRPCnd5B_mM

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, mi state preoccupando!

Io utilizzo fb quel poco che basta per condividere e portare all'attenzione dei miei cosiddetti "amici" qualche articolo di giornale che ritengo sia interessante.

Fb, a mio parere, è un ritrovo di gente che la pensa allo stesso modo e con la quale si condividono opinioni.

Chiaramente, quando lo si usa per caxxeggiare, come spesso succede nei vari forum, tutto diventa complicato e pericoloso.

Qualsiasi mezzo messo a disposizione di una pluralità di gente, che spesso non si conosce personalmente, va utilizzato con parsimonia e prudenza.

In ogni caso, l'intento di Beppe con questo post non era la validità o meno di fb come mezzo di comunicazione, ma ciò che c'è dietro.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 05.01.11 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Dall'uscita di Romiti, comincia una spaventosa accelerazione del declino. Una serie di scelte sugli uomini, sbagliate in modo evidente, spesso ambigue e paralizzanti: Roberto Testore viene nominato amministratore delegato di Fiat Auto e presentato al costernato consesso degli «alti direttori» del Gruppo: «E' di ottima famiglia, abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare le qualità di suo padre...».

Tuttavia Cantarella, nominato contestualmente amministratore delegato del Gruppo Fiat, manterrà per sé le deleghe relative alla progettazione e allo sviluppo dei prodotti. Questo rende monco e delegittimato il ruolo di Testore, ed espone la Progettazione di Fiat Auto a una totale mancanza di guida, di indirizzi, di sostegno e sicurezza. Stilisti, tecnici, tecnologi sono esposti alle incursioni di Cantarella, che interviene anche su aspetti di dettaglio, modifica il disegno delle maniglie e dei bocchettoni per la benzina, rifiutandosi di ascoltare qualsiasi critica, e intanto si sbagliano alcune delle decisioni fondamentali: la richiesta del Marketing di fare una vettura per città piccola a quattro porte viene bollata come «ignorante», perché «ingegneristicamente sbagliata».

Un anno dopo, il mercato viene invaso dai modelli giapponesi a quattro porte, devastando le quote di mercato Fiat...

http://www.qualitas1998.net/qualityreport/caso_fiat.htm

Alex Scantalmassi 05.01.11 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi...facciamo una cosa?
Mettiamo sul blog le nostre rispettive esperienze negative con auto Fiat.
Comicio io.
Anno 1998, acquisto una Fiat 600 nuova di zecca. Faccio 10.000 Km e scopro una sera d'inverno che il riscaldamento non funzionava. Mi fermo da un benzinaio che mi dice che, per forza, l'acqua di raffreddamento del radiatore era completamente assente. Ce la rimetto. Tre giorni dopo ci risiamo, di nuovo a secco. Vado alla Fiat e dicono che la guarnizione di testa si era bruciata. Pur essendo ancora in garanzia e non ricordo per quale cavillo contrattuale spendo un mlione circa tra mano d'opera e pezzi.
Schifato ho ripiegato dal 1999 al 2010 su una vettura straniera (non diro' quale). Ci ho fatto 450.000 km senza nessunissimo problema. Sarei andato ancora avanti con la stessa auto ma volevo ridurre le spese di bollo e assicurazione e pertanto son passato dal 1800 di cilindrata ad una piu' sobria Lancia Y 1200cc.
L'altro ieri sera con mia sorpresa, ma me l'aspettavo devo dire, accendo il riscaldamento dell'auto e...non va.
Intuisco subito che manca l'acqua e vado dal mio meccanico di fiducia. La Lancia Y si mangia l'acqua per una perdita che parte dal sottoscocca. Mi deve smontare l'auto dall'interno, volante, cruscotto e tutto il resto per turare la falla. Preventivo 350 euri.

MARCHIONCINO...LO SAI CHE LE TUE AUTO FANNO SCHIFO? E POI TI CHIEDI COME MAI LE VENDITE CROLLANO? AZZ...IO APPENA POSSO LA PERMUTO LA MIA Y ANCHE CON L'INDIANA TATA. SARA' SICURAMENTE MEGLIO.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 05.01.11 17:19| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo di Tom Hodghinson su FACEBOOK, è diviso in 6 parti, questa è l'ultima, in cui compare la presenza, tra gli altri, della CIA;
http://onaocn-finanzaetica.blogspot.com/2010/12/con-amici-come-questi-66.html
la prima, dal titolo "Con amici come questi..." è già stata indicata prima, le rimanenti parti le trovate facilmente attraverso il "Search on Onaocn Finanza Etica" in alto a sinistra sulla home page del Blog digitando il itolo dell'articolo, o anche solo FACEBOOK.
Vale la pena di legger tutti e sei gli spezzoni dell'articolo, per un'informazione seria e non di parte.

ona ocn 05.01.11 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe quantificare quale sarà il risparmio dell'azienda FIAT nello spostare o diminuire le pause pranzo agli operai, e poi CONFRONTARE IL DATO CON GLI STIPENDI E I BONUS DEI SUPERMANAGER DELL'AZIENDA? Così, per pura curiosità.

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 05.01.11 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si capisce che spesso succede di andare fuori tema, pertanto ci vado subito.

PROPOSTA:
MAI PIU' COMPRARE AUTO O DERIVATI FIAT (se il Sergione continua a rompere le scatole e dovesse chiudere Fiat in Italia).

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 05.01.11 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Mister Facebook...anzi MISTER FEISBUCH...ma chi azzz....se ne frega!!!!!!
Ormai sono grandicello via, adulto... ma ho avuto la fortuna di avere un'infanzia serena, felice....forse solo normale...come vorrei augurare a tutti i bimbi della terra.
Ne ho fatte molte di raccolte di figurine: animali, geografia, calciatori....ecc..
Attività ludica, magari non sensibilmente formativa ma comunque fonte di relazioni reali e di occasioni di confronto.
Poi basta....l'adolescenza..nuovi stimoli...nuovi interessi...
Confesso di essere un poco disorientato quando vedo persone impiegare i loro pochi neuroni nella raccolta di virtuali facce inebetite, imbellettate per l'occasione e tutte sgomitanti per entrare nell'arena del nulla.
Ma nessun problema.....siamo più di sei miliardi....possiamo tranquillamente ignorarne 600 milioni...meno del 10%....di caproni....con tutto il rispetto per i caproni.

MickWenz 05.01.11 16:58| 
 |
Rispondi al commento

E B. sbanca il botteghino al cinema. Dopo le tv
l’ultimo monopolio è quello delle multisala.

Dal monopolio conclamato delle tv a quello dei cinema. Con i riflettori puntati sulla politica, la sfiducia, l’asse Lega-Tremonti, Mediaset Rti (tradotto Silvio Berlusconi) si è assicurata in meno di due mesi il controllo delle multisala cinematografiche più importanti del Paese. Una fetta di mercato che supera il 20 per cento. E se con Medusa (presidente Carlo Rossella, amministratore delegato Giampaolo Letta) controllava già la produzione e la distribuzione dei film, adesso perché una pellicola finisca nelle sale che contano, deve passare attraverso il giudizio della galassia Berlusconi.
(ilFQ)

***

E mentre riduce noi alla fame, lui continua a fare affari.
Ora potrà decidere anche che film farci vedere.

L'unica è sperare che vi sia un Dio e che tenga a noi più che a lui.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 05.01.11 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hitler, odiava i comunisti.
Mussolini, odiva i comunisti
Il vaticano, odia i comunisti.
1816 odia i comunisti.
Non è sufficente per essere comunisti?

antonio d., carrara Commentatore certificato 05.01.11 16:38| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

-- OT --

Base di QUIRRA (Sardegna)
quel poligono che uccide
uomo e fauna

http://www.liberazione.it/news-file/Quirra--quel-poligono-che-uccide-uomo-e-fauna---LIBERAZIONE-IT.htm

Paola Bassi Commentatore certificato 05.01.11 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Giustizia: Lumia, colpo di grazia a giustizia e lotta alla mafia - 5 gennaio 2011 - Roma. “Il taglio dei fondi per i servizi informatici ai tribunali e alle procure è un atto mirato a mettere fuori uso la giustizia italiana e compromette la stessa lotta alla mafia. Già gran parte dei tribunali e quasi tutte le procure antimafia da tempo fanno i conti con la mancanza di mezzi e risorse. Così si dà loro il colpo di grazia definitivo”. Lo dichiara il senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione antimafia.er Lumia “Non ci sono riusciti col ddl intercettazioni e con la legge sul processo breve e allora sono ricorsi alla finanziaria, prosciugando le risorse della giustizia. In questo modo si allungheranno i tempi delle indagini e dei processi, molti procedimenti andranno in prescrizione e tanti altri non inizieranno nemmeno, per la gioia di delinquenti e boss mafiosi”.“Il governo – conclude l’esponente antimafia del Pd – deve immediatamente fare marcia indietro”.

Tratto da: giuseppelumia.it

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 05.01.11 16:19| 
 |
Rispondi al commento

"Moria di uccelli".

Non ci sono più gli uomini di una volta.

Obamina Forever, Montesilvano Commentatore certificato 05.01.11 16:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Scusate!... ma questa moria generalizzata (ora anche in SVezia) di migliaia di volatili e il tutto senza spiegazione mi turba INCREDIBILMENTE... possibile che non ci siano abbozzi di spiegazione scientifica????

Reve ng Commentatore certificato 05.01.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una domanda dificile per un leghista tipo minki o man

quanti confetti ci sono in una scattolina di tic tak?

vaiiiii minki faci sognare!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

auguro buon lavoro per un più vivace anno ecologico,invierò nota.
se volte

giovanni lombardi 05.01.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento

CARO MAX,TU NON HAI PROPRIO CAPITO UN CAZZO,NE DI GRILLO E NE DI TRAVAGLIO,E IL MOVIMENTO è L'UNICO CHE LAVORA BENE,PURTROPPO CERCANO DI SPEZZARGLI LE GAMBE APPENA SI MUOVONO.

roberto legnani, bologna Commentatore certificato 05.01.11 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusatemi, ma leggo un sacco di commenti che secondo me non hanno compreso a pieno il senso del post che a mio avviso non è" Facebook ci controlla","Facebook si mangia la privacy"," ho 1000 amici e vedo i soliti 2".
Ma un altro economicamente più profondo: Goldman e Sachs investono su facebook, facebook dovrebbe a sua volta suddividere gli utili con gli utenti dato che senza utenti facebook non esisterebbe stop! Del resto ne possiamo parlare ma io non vedrei tutto quest'allarmismo che leggo in certi commenti, punterei su un uso più consapevole del mezzo. Gli utenti devono essere informati delle possibilità, di che significhi violazioni di privacy e come si manifesta e cosa fare per prevenirla, poi per il resto lo trovo un buono strumento di comunicazione e microblogging, per la migrazione dei dati, che pare sia possibile, ci si può sempre attrezzare alla fine i dati sotto forma testuale e si possono sempre ritradurre in forma binaria. A tal proposito segnalo l'idea di "Diaspora" social network open source; tecnicamente certe scelte non sono state entusiasmanti tipo la scelta del linguaggio usato per lo sviluppo ma l'idea è interessantissima perchè si punta ed eliminare i serveroni centrali affidandosi al peer to peer e i dati di ognuno risiedono sul nodo personale di ognuno!e poi il codice sorgente è apertissimo ogni idea può essere implementata per migliorarne prestazioni e servizi!

u Graal 05.01.11 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi...

"non sono mai stato con una donna di sinistra"

Eccerto le PUTTANE le iscrive tutte la PDL

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premier: "Comunisti vogliono farmi fuori"

Che paranoia!

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 05.01.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono due tipi di fenomeni terroristici: quelli che, con la violenza, si oppongono al sistema e quelli che, sempre con la violenza, lo servono.
Per i metodi illegali praticati, entrambi devono muoversi in clandestinità.
Ma i secondi godono, a differenza dei primi, di grandi favori e privilegi per il servizio da loro svolto.
Il resto è pura propaganda e se ne occupa la politica.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 05.01.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono su Fessbook e neanche ci sarò mai, ma un aspetto interessante è l'età media degli utenti. Una volta ci immaginavamo gli smaliziati hacker come dei teenager geniali. In effetti l'uso di Internet in senso amatoriale era legato ad una fascia di adolescenti o poco più, i newsgroup, Mirc, Icq poi il peer to peer e il file sharing. Molti di questi vocaboli fino all'avvento di fb erano sconosciuti alla maggior parte degli over 50. Gli utenti a quei tempi godevano di un anonimato pressoché totale e si conoscevano persone solo tramite un nickname, Grozon, Debel, Chandra, s04p e Internet era una realtà libera e alternativa. Un maschera con cui si andava in giro. Questo era il senso. Adesso fb ha catturato tutte le fasce d'età dai 2 ai 99 anni. Ed é per la maggior parte degli utenti COME Internet. Peccato però che abbia totalmente perso la libertà. E' un Internet parallelo, e presto farà diventare l'attuale Internet una nicchia. La rete libera andrà morendo. Ci sarà finalmente (finalmente per i governi e non solo) un Internet controllato, legalizzato, pulito e soprattutto profittevole. Finalmente.

carlo buozzo 05.01.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi domando come mai un’azienda che tiene a casa in cassa integrazione, 3 settimane su 4, i suoi operai pretende di togliergli il tempo anche di andare al bagno per espletare i bisogni???
Marchionne, perché tanto astio, anzi direi che traspare tanto odio e disprezzo verso i tuoi operai, verso una nazione che non è più tua e forse mai lo è stata? Dalle parole che ti si sentono uscire in questi ultimi mesi traspare questo.
Hanno forse colpa gli operai, della qualità delle tue auto, le montano male? O dovresti pretendere maggior qualità dai fornitori di componentistica?
Sono gli operai che non ti fanno vendere automobili, o non si vendono perché la componentistica è di bassa qualità e le auto non sono stilisticamente attraenti (parlo da possessore Fiat da 3 generazioni, posso farti la radiografia di tutte le auto fiat che ho avuto, quando posso me le riparo da solo) ?
E colpa degli operai se la vernice delle automobili Fiat si gratta come quella di un gratta e vinci? Le lamiere che si piegano al tocco come quelle di una lattina di cocacola è colpa degli operai? Parlo sempre per esperienza in famiglia abbiamo avuto sempre FIAT, ma adesso dopo tutto questo non le compreremo più, si faceva anche per sostenere questa nazione ma a quanto pare è inutile visto che il gruppo FIAT non vuole portare lavoro in Italia.
Perché il gruppo Volkswagen paga il 30 – 40% in più i suoi operai rispetto alla Fiat e comunque è il primo gruppo europeo ed il secondo mondiale?
Il costo reale di montaggio di un auto va dai 400 ai 600 euro a pezzo comprensivi di contributi, ti sembrano tanti? Anche a me 16.000 euro per una 500 1.3 multijet nel 2008 sembravano tanti, ma li ho sborsati sperando che gli operai venissero pagati meglio. Ma mi sbagliavo.
E’ colpa degli operai se il gruppo se ne infischia altamente di adottare i reali principi di Total Quality Management come fanno altre case Automobilistiche? Perché non si tiene mai conto di quello che il cliente lamenta attuando delle azioni corr

Roberto Gian 05.01.11 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a

roberto 05.01.11 15:25| 
 |
Rispondi al commento

salve blog
***

Non ho visto il film "The social network", ma un po' me l'hanno raccontato, il genietto dell'informatica sfigatello che s'inventa sta cosa e ora è il più giovane miliardario al mondo.

Io penso che se FB ha avuto tanto successo in così breve tempo, può essere è vero che tanti milioni di "imbecilli" abbianoche abboccato, ma è pure possibile che invece - tralasciando il settore adolescenziale che si scambia un musica, fesserie o cuoricini - per un adulto questo network abbia una sua utilità.
Io penso che ce l'abbia.
Tutto dipende, è già stato detto, dall'uso che se ne fa.
Non credo che, per esempio, a un aspirante terrorista venga in mente di crearsi il suo profilo su FB...
Ognuno può mettere o non mettere le informazioni che vuole.

La CIA e co. se vogliono possono comunque avere su chiunque le informazioni che desiderano..

Che venga quotata in borsa non mi meraviglia affatto, facciamo prima a dire cosa non è quotato
(tanto nessuno mi fa comprare un cosa se non lo decido io).

E allora se ho uno strumento di informazione o organizzativo in più, ben venga.

Paola Bassi 05.01.11 15:21| 
 |
Rispondi al commento

CIAO RAGA TUTTO REGO IN PIAZZA...

La forza di Facebook, ma non è la sola, sta nel formare "cricche" di interesse su diversi argomenti: ritrovare parenti vicini e lontani, amicizia, incontri, fantasie, politica (in molti paesi viene usato come mezzo di comunicazione politica), media, abitudini, sport, piaceri, desideri, sogni, interessi, passioni, marketing, indagine, informazioni personali e privacy.

Un centro di ritrovo degli ex: compagni, amici, amori, fiamme e avventure...

Come tutte le cose: usare cconsapevolmente.

Internet è contemporaneamente una opportunità e uno svantaggio. Chi lo usa deve tentare di mantenere al centro l'ago della bilancia o, quanto meno, lontano dalla zona sfavorevole.

Pubblicità & panico:

A febbraio ci sarà il picco dell'influenza ricordate di comprare le medicine per non incorrere in un ipotetico sfogo fisiologico... paura ehh?!

Meno panico e più pubblicità. Neee...

FACE???

By Gian Franco Dominijanni


or ora lessi
dell'ultimo mio
discussione

ardito verbo
in essa alberga
a profusione

remoto animo
distratta luce
fan confusione


psichiatria. 1 05.01.11 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STATO AVANZATO DI...

Sior Paolo Chisci il gratta e vinci è fra le più frequenti malattie neurologiche causate dallo Stato e che lo Stato non cura.

I sintomi sono opposti a quelli del morbo di Parkinson.

Infatti il morbo del gratta e vinci oltre ad essere caratterizzato da disturbi nervosi del movimento delle mani che si accentuano quando si gratta rivela, inoltre, una scarsa lucidità mentale in chi lo esercita assiduamente.

Se da una parte c'è la disperazione di chi scommette dall'altra c'è la consolazione di chi si arricchisce con le scommesse, Stato compreso.

Buoni auspici sior Paolo, lo Stato la ringrazia e la invita presso le sue ricevitorie per giocare con la fortuna degli altri.

Il banco vince sempre.

Vedere tante persone malate che ogni mese si giocano la pensione per vincere un cappuccino non è un bel vedere.

Lo Stato è tutto un gioco d'azzardo. Gli italiani sognano e comprano illusioni. Alla fine del gioco non avranno nè sogni nè illusioni nè soldi.

Se tutti i malati di gioco d'azzardo dovessero sporgere denuncia...

In una società come la nostra, in perenne "standby sociale" tutto è possibile.

DEGENERAZIONE MENTALE.

By Gian Franco Dominijanni


GOVERNO...

I politici sono nudi, non hanno misure economiche da proporre e gli economisti suggeriscono abiti fatti con tessuti che non hanno.

Scaricano fra loro le responsabilità che ciascuno, in quanto componente di un governo, ha del proprio dicastero.

Dal 15 dicembre ad oggi non è cambiato niente, nessuno auspicava il contrario, ma la perdita di tempo è palpabile.

Hanno trascorso il periodo precedente per una pausa di riflessione, a nostre spese, per misurare la temperatura della rispettiva coalizione.

Ora che la temperatura è stata accertata perdono tempo alla ricerca di numeri.

Fanno cene di rappresentanza: cene degli ossi fatte da cani dove avviene lo scambio delle carogne.

Poi il più inquisito degli italiani, in una delle sue solite incursioni telefoniche, dice: "I comunisti italiani, come hanno sempre fatto, mistificano la realtà, demonizzano l'avversario, cercando di farlo fuori, come succede con me, utilizzando i magistrati a loro vicini, perché mi considerano un ostacolo da eliminare assolutamente per arrivare al potere".

Mi verrebbe da pensare, pur non essendo, come direbbe lui, me medesimo comunista, non è che lui stia facendo la stessa cosa?

Come disse Roberto Gervaso: Dubito sempre di chi non dubita di niente.

I ladri di certezze sono sempre all'opera.

RANDOM.

By Gian Franco Dominijanni


Chi volesse altre informazioni realtive a FACEBOOK, i suoi ideatori, i suoi numeri e una parte della CIA che gli sta dietro per avere un data base sugli utanti sempre pronto e aggiornato, può leggere questo articolo esauriente di Tom Hodgkinson, del Guardian, dal titolo ironico "Con amici come questi.."
Qui:
http://onaocn-finanzaetica.blogspot.com/2010/12/con-amici-come-questi-16.html

ona ocn 05.01.11 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che tutti i partiti dovrebbero andare a fottersi in galera assieme a chi li vota...

Ma l'avete visto il leghista coglione che ha scritto SOCRANO invece di SOVRANO nel nickname...

Ti piacerebbe vedere il Federalismo?

Sogna stronzo, sogna.

Quei 4 aborti che voti non lo faranno mai, vuoi scommettere con me una bella sommetta?
Se avessi letto qualche straccio di libro in vita tua, sapresti che nessun politico al mondo ha mai mantenuto una promessa.

I tuoi beniamini sono al governo grazie a coglioni del tuo calibro che odiano i negri (e ne siamo pieni), amano il lavoro (e le fabbriche chiudono), odiano la mafia (e comprano droga), scatarrano su Roma (e il loro leader è a Roma da 25 anni a rubare).

Un caloroso vaffanculo, e mentre ci vai portati appresso Bossi, DiPietro, Dalema, Casini, Berlusconi, Vendola, Bindi, Capezzone, Cesa, Giovanardi, Gasparri, Letta, Letta (sono 2), Bersani, Rutelli, Fini, e non li nomino tutti che il Blog comincia già a puzzare di merda stitica.


OT

http://www.youtube.com/watch?v=uTysXITBCmk

Una storia natalizia americana. in 3 giorni piu' di 4 milioni di visite su youtube per un uomo senza casa che ha una bella voce e sogna di diventare un presentore della radio. ha avuto problemi di alcool e droga in passato ma ora da due anni ha superato i problemi e spera di trovare un lavoro come annunciatore e pare che gia' ha avuto offerte.

maro sowclett Commentatore certificato 05.01.11 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non so bene giudicare la questione facebook sotto questo profilo...resta il fatto che ora come ora facebook potrebbe tornare ad essere degli utenti anche attraverso l'uso di programmi gratuiti che offrono servizi sfruttando la virtualizzazione della nostra rete di amicizie. Mi spiego meglio con un esempio personale: io e mio fratello abbiamo sviluppato un'applicazione per facebook che sfrutta la virtualizzazione delle amicizie per “provarci” con un potenziale partner senza rischiare di essere respinti.
L’applicazione in questione si chiama “more than friends” ...in pratica, appena si accede, “more than friends” ti presenta la tua lista degli amici dalla quale puoi scegliere fino a 5 persone che ti interessano..per ogni persona selezionata compariranno le seguenti 2 domande, e cioè: “vorresti fare sesso con lei” e “vorresti stare insieme a lei”. Qualsiasi sia la nostra risposta, il profilo rimarrà segreto, e nessuno verrà a conoscenza delle nostre preferenze sessuali e personali. Se però una delle persone da noi selezionate ci avrà a sua volta scelto nel suo profilo e lo avrà compilato in modo uguale al nostro allora, solo in quel caso, verremo entrambi avvertiti della comunanza reciproca di “vedute”.

Insomma, tutto questo per dire che i margini per riappropriarsi di facebook ci sono anche attraverso azioni attive degli utenti che vadano al di là del boicottaggio: facebook può essere un'opportunità democratica, ed è bene che venga sfruttata!

A chi fosse interessato, posto di seguito il link dell'applicazione :)
http://apps.facebook.com/morethanf

Riccardo Brun 05.01.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento

La scalata della speculazione al nucleare parte anche da qui:
Un falso e bugiardo leghista, vice commissario dell'ENEA, da' del bugiardo al Nobel Rubbia. Poi si scorprira' che l'ingegnere Regis (questo il nome del bugiardo) non è nemmeno laureato! In compenso è un senatore della Repubblica dei ladri.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/08_Agosto/02/stella.shtml

"Io sono favorevole al nucleare, perche' cosi' ci mangia la mia famiglia, i miei figli e i miei nipoti. Intanto continuo a dire Roma Ladrona per quei coglioni che mi votano"

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 05.01.11 14:31| 
 |
Rispondi al commento

2 cose: la prima è che non ho azioni di nessun genere e non comprerò azioni di Facebook se e quando verranno quotate. I miei dati personale su Facebook sono talmente strimizziti che io per la società valgo meno di un dollaro.
la seconda cosa: non molto tempo fa ho ricevuto un dvd fatto da Enel e Edf con un bel titolo: "fatti un'idea sul nucleare. Vivi un viaggio alla scoperta di una nuova energia. A Cecchi Paone ci accompagna in un viaggio alla scoperta dell'ernergia nucleare: dalle miniere di uranio alle diverse tipologie di reatori e ai sistemi di gestione dei residui radioattivi. Per farci conoscere da vicino una tecnologia sicura, rispettosa dell'ambiente, capace di ridurre la dipendenza energetica dall'estero e rilanciare lo sviluppo del nostro Paese"
Credo, ma non ho dati certi, che il dvd sia stato inviato a milioni di cittadini italiani, sia come allegato a varie riviste/giornali, sia direttamente a casa. Il costo? non credo che i 6 milioni citati da Grillo includano anche questa forma di pubblicità. Non l'ho visto e non intendo sprecare del tempo per vederlo ma posso solo argomentare che quello che abbiamo buttato furi dalla porta (leggi referendum) ce lo faranno tornare dalla finestra. Si accettano scommesse.

Roland Eagle () Commentatore certificato 05.01.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.cadoinpiedi.it/2011/01/05/ritorno_al_voto.html#anchor
Parlano del Movimento 5 Stelle

Lo zio dalla cantina Commentatore certificato 05.01.11 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Copio
In Italia la ricerca migliore è quella pubblica e universitaria.Lo segnala la prima classifica dei centri di ricerca che ospitano i migliori "cervelli".Tra i primi 10, 7 sono atenei pubblici:l'Alma Mater di Bologna in testa, seguita dal Cnr e dalla Statale di Milano. I primi due istituti privati sono in 8a e 10° posizione: l'Ospedale San Raffaele e l'Istituto nazionale dei tumori A precederli,l'università di Padova (4a), Roma La Sapienza (5aa), Statale di Torino (6a), l'Istituto nazionale di astrofisica (7°), mentre l'università di Firenze è 9a.
La classifica è basata sul numero di scoperte di rilievo dei migliori scienziati e ricercatori. A contarle, i loro colleghi, anch'essi italiani, che però lavorano all'estero, riuniti nell'associazione Via-academy, Manchester. Ha prima classificato i migliori cervelli attivi in Italia, tenendo conto della quantità e della rilevanza accademica delle loro scoperte. Poi li ha suddivisi per posto di lavoro, ricavando una classifica delle strutture.
Il valore delle ricerche di ciascuno studioso è misurato col cosiddetto indice h: se uno scienziato ha un h-index di 32, significa che ha fatto 32 scoperte citate ciascuna almeno 32 volte, in scoperte di altri suoi colleghi. L'indice h privilegia in particolare i ricercatori che ottengono molti risultati di rilievo. Per la graduatoria, sono stati considerati solo gli studiosi con un indice h di almeno 30. Poi sono stati raggruppati per centri di ricerca, e per ognuno di questi si sono sommati gli indici h dei relativi ricercatori. Più alta la somma, più alta la posizione in classifica
I primi 50 enti sono per lo più università statali, ma comprendono anche 11 università e istituti privati.L'ateneo di Pisa è 11°,seguito dall'Istituto Mario Negri e dagli atenei di Ferrara, Napoli e Genova.La Normale di Pisa è 22a,la Bocconi 39a, il Politecnico di Milano,47°
Ma per Tremonti non solo con la cultura non si mangia ma nemmeno con la ricerca
E' fruttuosa solo la politica.Il resto ciccia

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nuovo brevetto di Chicco Testa
Lo spot atomico finto-neutrale

Campagna da 6 milioni di euro pagata dalla lobby delle centrali. Il forum per l'informazione obiettiva sul nucleare, guidato da uomini di Enel e Edf

Gli antinuclearisti hanno reagito rabbiosamente. Altro che spot neutrale, protestano. Chicco Testa, presidente del Forum nucleare italiano, ironizza sulle critiche attirate dalla massiccia campagna pubblicitaria per una discussione senza pregiudizi sull’energia atomica: “Qualcuno sostiene che aver dato gli scacchi bianchi al filonucleare comunica in modo subliminale che quella è la parte migliore”. Testa ha ragione. E’ inutile analizzare i contenuti visivi e testuali di uno spot televisivo per capire da che parte tira. Si fa molto prima a guardare chi lo paga. E così si scopre che, in un Paese dove l’opposizione è accusata di ostacolare la regolare attività di governo, qualcuno considera normale che la lobby nucleare si tassi per affidare a se stessa l’informazione equilibrata da dare al popolo.

Testa conosce l’argomento. L’E-nel l’ha scelto per sanare i danni gravissimi da lui stesso prodotti alla cultura nucleare nazionale negli anni ‘80, quando guidava le manifestazioni per fermare le centrali. E’ lui che il 9 novembre 1987, deputato comunista, così commentava l’esito del referendum nucleare: “Il risultato è di grandissimo interesse politico. La battaglia è stata dura per i grossi interessi in campo”. Adesso evidentemente non ci sono più interessi in campo. Forse i 6 milioni stanziati per la campagna pubblicitaria sono disinteressati. E così, con la mente libera di spaziare senza pregiudizi nelle ampie praterie della conoscenza, l’ex leader antinucleare inonda tv e giornali con lo spot che invita a informarsi in modo serio, senza stare a sentire le assurdità propalate dai suoi successori di Legambiente e simili...

segue:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/05/il-nuovo-brevetto-di-chicco-testalo-spot-atomico-finto-neutrale/84856/


Sono perfettamente d'accordo con una precisazione;"in un paese,dove il falso in bilancio non figura come reato penale è decisamente da imbecilli investire in qualsiasi azione" L'unica borsa in Italia che abbia qualche valore è quella in pelle di coccodrillo!!

dina f. Commentatore certificato 05.01.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Demons..l'occhio di Boogie..signore dei Demoni

In giro per il mondo ha molti ammiratori. Non solo per la sua capacità tecnica, ma per il modo con cui riesce a raccontare le storie. Preciso, diretto, mai banale e, soprattutto, senza paura di mostrare le cose per quelle che sono. Senza la mediazione che spesso viene utilizzata per esprimere un concetto, un punto di vista, una modalità narrativa. Con lui si va in strada e si è "costretti" a guardare. Ed è un bianco e nero che fa male al cuore ma aiuta l'occhio a capire cosa ci circonda. Che siano gang, homeless, uomini sfatti, anziani o pezzi di città nel mondo. Nato e cresciuto a Belgrado, Serbia, Vladimir Milivojevich (in arte Boogie)...

Boogie torna ora con una nuova serie intitolata: Demons.

Ma poichè nulla è lasciato al caso, Boogie prova ad intraprendere un'altra strada quella porta indietro nel tempo: il collodio umido, tecnica con la quale si indicano quei procedimenti fotografici storici che utilizzavano il collodio come "legante" per emulsioni fotosensibili.

Spiega Boogie: "Ho mischiato sostanze che si erano accumulate nel corso degli anni nella mia cantina. Mi sono sentito come un alchimista ed ho trovato questa tecnica davvero incredibile..."

Come incredibili sono i Demons di questa galleria. Volti che sembrano uscire da storie antiche, quasi fossero davvero demoni raccontati dalla letteratura. Senza tempo, sempre attuali. Proprio come le storie di Boogie...

http://www.repubblica.it/persone/2011/01/05/foto/boogie_blog-10809720/1/?ref=HRERO-1


Mi è rimasto nell'orecchio come un suono storto da gesso sulla lavagna il post di quel bloggher che diceva: "a che scopo leggere un blog quando basta la stampa?"
Sfugge a quel tale che la proprietà dei media fa capo a una stessa cricca di riccastri che a una sola cosa pensano: a massimare i loro profitti, rendendo il popolo ancora più succube e bue, oscurando i loro diritti e massificando le loro informazioni, e che inutilmente si cercherebbe libertà di giudizio e autonomia di valutazione nei Panebianco, Feltri, Farina, Dalla Loggia, Porro, Battista, Ichino etc etc
La peculiarità di un blog è quella di saltare il modo con cui le notizie sono offerte o censurate dei media di regime per fare irrompere la pluralità e la diversità del giudizio personale di quella eterogeneità confusa e senza potere che si chiama opinione pubblica e che non dovrebbe essere simile alla cera che viene impressa dal timbro del potere a suo capriccio ma piuttosto a quelle api che la cera o meglio il miele dell'informazione dovrebbero elaborare girando di fiore in fiore (questa metafore è così stucchevoli che a momenti vomito) :-)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra proprio come quando parlavi di internet, prima era il demonio, ora è il futuro.

Facebook non è futuro, ma una rete di relazioni sociali per fortuna o purtroppo lo è. L'identità digitale potrebbe anche esserci oggi e mi chiedo se davvero la vogliamo: le persone non si espongono "dal vivo" per non metterci la faccia ma almeno dietro uno psudonimo molte informazioni girano, con un ID verificato difficilmente sarebbe così, al massimo potrebbe essere un'opzione.
L'altro aspetto è che sarebbe legato comunque ad una azienda, e qui casca l'asino: chi tiene tutte queste ID? lo stato? la cia? l'onu?
Facebook si sta proponendo come ID, facebook connect ne è un esempio, anche se sviluppatori di terza parti sono ancora un pò restii ad usarlo.
Del resto è infantile pensare che facebook ci dovrebbe pagare e dire che gli utenti lavorano gratis, pardon non infantile, semplicemente un buon modo per gridare allo scandalo che non c'è.
Cosa guadagnerebbe facebook se pagasse gli utenti? e perchè gli utenti si iscrivono? vuoi dirmi davvero che tu pensi che sarebbe corretto che tutti noi potessimo usare facebook gratuitamente per la nostra comodità e che dovremmo per questo essere pagati? non facciamo i ridicoli su... è vero che Sachs ha investito per poter poi guadagnare dalla messa in vendita delle azioni appena FB entrerà in borsa, ma certamente se non produce un profitto, dalla pubblicità, dal marketing virale e mirato o dal pagamento di una quota di iscrivioni, non può che rivelarsi una bolla. E qui casca l'asino per la seconda volta, vuoi quindi un sistema che: sia utilizzabile anche per promuovere il tuo blog, sia gratis, ti paghino per la tua presenza su FB e infine che tutto questo crei un profitto da dividere con gli azionisti senza che però ci sia un uso dei dati personali.
Ti piace il servzio? ti iscrivi, altrimenti sei libero di starne fuori...

Enrico Contri 05.01.11 14:04| 
 |
Rispondi al commento

...tante volte ho rischiato di cedere alla tentazione di registrarmi su facebook,tanta è la voglia di comunicare ma la mia "diffidenza" mi ha preservata eppure non ho nulla da nascondere ma l'idea che la mia sfera privata possa essere divorata e sfruttata dall'avidità umana mi disgusta!non siamo già manipolati abbastanza?...

carmela maiorano 05.01.11 14:03| 
 |
Rispondi al commento

In che Stato

di Marco Lillo

La responsabile dell’ufficio stampa del ministro Umberto Bossi, Nicoletta Maggi, scopre un bel giorno che troppe persone conoscono i segreti del Senatur. Quelle conversazioni riservate tra lei e il capo su argomenti delicati sono uscite fuori dalla cerchia ristretta. Ne parla al Senatur e questi, invece di alzare le spalle e sorridere, chiama una società specializzata che scova due cimici nascoste da mani esperte: “una vicino al tavolo nella presa di corrente, una nascosta nel frigorifero”. A quel punto Bossi chiama una ditta privata che invia i suoi uomini a bonificare anche l’abitazione romana. Saltano fuori cimici ovunque: “Ne hanno trovate un bel po’ dove ci sono i bocchettoni dell’aria calda”, spiega l’Umberto. La Lega ha nelle mani il ministero dell’Interno, ma Bossi aspetta qualche giorno prima di chiamare Roberto Maroni. Il quale poi sguinzaglia una squadretta di funzionari della Polizia scientifica. La differenza tra la società privata e la Polizia (pubblica) è impercettibile, agli occhi di Bossi, che chiama gli agenti “gli uomini di Maroni”. Comunque i superesperti in guanti bianchi non trovano assolutamente nulla.

Chi ha messo le cimici le ha fatte sparire in tutta fretta, sfruttando i giorni di vantaggio concessi dal ministro. Cosa fanno a questo punto Bossi e Maroni di fronte a un reato compiuto nell’abitazione e nell’ufficio del numero due della maggioranza? Il responsabile della sicurezza del nostro Paese e il ministro delle Riforme non denunciano nulla alla Procura di Roma e probabilmente inducono la Scientifica, che conosce l’esistenza delle cimici prima dell’intervento, a non fare rapporto. Cosa spinge i due ministri e la Polizia a rischiare il reato di omessa denuncia? La sfiducia di Bossi negli apparati guidati da Maroni: “Ho temuto che chiunque fosse venuto a fare la bonifica avrebbe potuto mettere ...

segue:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/05/la-responsabile-dell%E2%80%99ufficio-stampa-del/84976/


il NANO malefico e' pronto a cambiare nuovamente pelle...il nuovo partito si chiamera' Partito Popolare

PP

Il nuovo inno: "Mi scappa la PP...facciamo un Bunga Bunga qui"

Alleato al PdP (il Partito du Pilu)

Il fondatore del nuovo partito dell'Amore...sta pero' incontrando difficolta' nel convincere l'elettorato cattolico che e' lui il rappresentante della "Famiglia Cristiana" italiana.

Massimiliano

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi iscrissi a Facebook 3 anni, fa giusto perchè colleghi l'avevano fatto e parlavano di amici ritrovati dopo decenni.
mi sono iscritto
ho ritrovato una 50 di vecchi amici
mi ritrovo ad avere 2353 amicizia.
ma la sera esco sempre con i soliti 4 stronzi.....
sinceramente non mi collego neppure più
giusto se/quando mi arriva l'email di avviso....
personalmente lo trovo noioso

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un piccolo Aneddoto, pero' ne Deduco l'Utilita' dei Telergionali, se Non li Trasmettessero.
Pare che un Camionista sia stato Abbattuto da una Settantina di Colpi da Varie forze di Polizia.
La Curiosita', consiste nel Rimarcare 5 o 6 volte, in quel minuto di Servizio il Nome Grillo.
Or, a parte la novita' del Rimarcarlo piu' dell'Utenza rappresentata, ovvero Camionista, mi chiedo se si fosse chiamato Berlusconi, o Larussa, etc. , ne avrebbe ottenuto un Identico Trattamento.
Trattamento, Badate, non dico Manipolazione, tantomeno Persuasione Occulta, Subliminale nell'Accostarlo ad un'Azione a Delinquere.
Nell'Inconscio Collettivo, Certamente quest'Atto Subliminale non è Classificabile, ne Ponderabile...

Sempre piu' Sbracati ed Opachi.
Poi, parlando di Sicurezza: Sicilia come Bogota'?
Settanta Colpi per Fermarlo, fosse pur Impazzito...
Non han Blocchi, Bande Chiodate?.
Dove sarebbe andato in Tir di 16 Metri?
E' in Fin di Vita, pensate.
Ed un Agente ferito di Rimbalzo...
Accipicchia, che danno fan le Pallottole di Gomma!

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Masada riceve

Anm: giustizia a rischio paralisi. Alfano:
ho chiesto aiuto a Tremonti, ma invano

C'è ancora chi crede alle coincidenze fortuite ?
Mancano i fondi per far funzionare gli uffici giudiziari, che si ritrovano nella impossibilità di operare... coincidenza vuole che il giorno 11 c.m. la Consulta si pronuncerà sulla costituzionalità del legittimo impedimento; se dovesse risultare l'incostituzionalità, allora, il presidente del consiglio potrebbe e dovrebbe andare sotto processo (lui dice che farà vergognare i magistrati che lo accusano e che occuperà tutti i giornali, le Tv, le radio e i media più fantasiosi per svergognare i magistrati che si permettono di documentare le sue malefatte); l'opzione opposta vedrebbe fluire nelle casse del ministero i fondi necessari per riprendere l'attività giudiziaria.
Coincidenza....
che somiglia molto a quell'altra che vide finanziatori americani versare nelle fallimentari casse di mediset e fininvest 6,5 miliardi di dollari in finanziamenti, che salvarono le aziende del cavaliere dal tonfo; anche qui una coincidenza... contestualmente al versamento di questi finanziatori che non avevano trovato altro sbocco in tutto il pianeta, il presidente del consiglio (beneficiario dei finanziamenti !) inviò il contingente italiano in guerra in Iraq, chiamando tale missione "di pace", ma sottoposto al Codice Militare di Guerra, nella quale morirono 19 militari.
Quanti sono gli elettori afficionados che credono alle coincidenze che coinvolgono gli interessi personali del cavaliere?

Rosario Amico Roxas

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

La beffa delle tasse: Marchionne
paga la metà dell'operaio

Gli operai, anche quelli in cassa integrazione, pagano il doppio delle tasse dell’ad del Lingotto, pur guadagnando infinitamente di meno, anche se considerati tutti insieme. «La modernità dischiusa da Fabbrica Italia è efficacemente rappresentata da due dati» denuncia il responsabile economico del Pd, Stefano Fassina, «nel 2011 i capital gain di Marchionne sulle sue stock options Fiat sono attesi in circa 120 milioni di euro, una somma superiore ai salari e stipendi percepiti da tutti gli operai e quadri delle Carrozzerie Mirafiori se lavorassero a tempo pieno per tutto l’anno, ma purtroppo faranno tanti mesi di cassa integrazione».

E ci si mette pure il fisco: «Sui suoi stellari capital gain, Marchionne verserà, come gli altri azionisti Fiat, un’imposta sostitutiva del 12,5%. Gli operai sulla cassa integrazione e sui loro salari pagheranno in media un’Irpef del 25%, i quadri avranno un carico intorno al 33%. È il mondo post ideologico tanto caro e celebrato dal nostro modernissimo ministro Sacconi»...

http://www.unita.it/economia/la-beffa-delle-tasse-marchionne-br-paga-la-meta-dell-operaio-1.264286


Ragazzi mi sto divertendo da qualche giorno perchè non vedo più la Rai (TG) però guardo TG5.
Oggi ad esempio parlava della famiglia dello Scià di Persia :un figlio si è ucciso pensando alla sua patria. Hahahha... è mai possibile dopo 50 anni di esilio in alberghi di lusso con il denaro rubato ai
suoi cittadini il figlio era poverino in...depressione.
Mavvanculo!!! queste sono notizie da dare?
Perchè non dite che in depressione ci sono circa 5.ooo.ooo di cittadini Italiani che muoiono di fame?

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 05.01.11 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Da Milano a Roma e Palermo, in centinaia manifestano il dissenso contro la decisione del governo brasiliano di non estradare l'ex militante dei Pac.....

bene, mi fà piacere!

però, perchè non lo hanno fatto per chiedere anche l'estradizione del militare USA che ha ammazzato Calipari?

mah!

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


Marghi non ho vergogna di andare nudo per le spiagge ne di fare il bagno nello oceano

invece voi padani con un rarissimo senso dal pecato

che davvanti a una mazzeta di soldi non perdete tempo a mettervila in tasca

Io fare vedere "il violino", mio sodo culetto al sole o le mie spale naturali nere senza palestra non mi fa venire vergogne.

Le vergogne sono altre che voi figli dal vaticano avete nelle conscienze.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

marchionne prende uno stipendio annuo di 5 milioni di euro.
con quella cifra si può dare lavoro ad altre 4000 persone,

eliminiamolo e diamo più lavoro.

al casula, cagliari Commentatore certificato 05.01.11 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi ....mi raccomando stasera tutti a vedere Signorini al "Premio...del Cazzo"
Hahahahaha...che TG5 splendido..Mavvanculo te e chi ti paga!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 05.01.11 13:37| 
 |
Rispondi al commento

lasciano il tempo che trovano. No. Non lo sono. Sono l’espressione più inconsciamente violenta di un mileu ambientale e culturale che ormai è più radicato nella coscienza collettiva di quanto i generali birmani non lo siano nella dittatura.

È da quando sono bambino che il razzismo si mescola alle polveri sottili, costringendomi a respirarlo a pieni polmoni, ovunque vada, ovunque mi giri, ai semafori, camminando per il centro, uscendo la sera, negli sguardi delle vecchie matrone imbacuccate di gioielli, pacchi di sartoria e barbiturici, nei volti livorosi e consumati dall’impotenza dei professionisti di mezza età che sono prontissimi ad indignarsi istericamente se un negro sfiora i loro giacconi Fay, nel menefreghismo e nell’ignoranza becera dei miei coetanei. “Guarda quel negro!” “Quegli zingari di merda!” “Quei terroni bastardi!” “Questi romeni del cazzo!” “Quelle bestie dei magrebini spacciatori e delinquenti!” – salvo poi andare a prendere la droga da loro e lamentarsi se certe zone della città sono ridotte ad un episodio di The Wire, mentre il mondo circostante continua a schizzare a folle velocità lontano da questa realtà ipertrofica, isolata, dissociata e impaurita.

E dalla prossima maratona, fucili ai passanti, costumi da leprotti per gli atleti di colore e l’agognato pim pim pim! su di loro. I sogni dei nostri padri della patria saranno finalmente realizzati.

(Pubblicato anche su ScaricaBile)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

"un blog frequentato...." da pericolosi comunisti

che lo unico che vogliono è uno stato con diritti sociali chi quello che guadagna di più paghi di più e viceversa.

dove chi ruba, storsiona, fa collusione, corrompe


finisca in gallera con la condena certa

si forze siamo antiberlusconiani!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

criticare grillo, travaglio, di pietro..... ma immaginate se smettessero di dirci la loro! sarebbe peggio che andar di notte!
caro beppe, ti parlo da profana, non mastico politichese e credo di appartenere a quella categoria degli ultimi che tu spesso citi quali destinatari inconsapevoli delle peggiori truffe. a noi serve che siate coesi! Parlate e confrontatevi, fatevi una bella riunione che duri il tempo necessario, non sarà impossibile! condividete già tanto! sono gli attacchi reciproci che vi fate che ci dilaniano. l'illuminata così detta sinistra deve ancora imparare a mettersi veramente in discussione! ma non nei valori ma nelle modalità! non ci potete stressare e ossessionare con chi ha detto cosa! noi non facciamo politica e non è neanche giusto che ce ne occupiamo, secondo me! io vorrei vedervi tutti assieme a rappresentarci così che io possa ricominciare a stare tranquilla e a pensare al mio futuro partendo dal mio quotidiniano. non voglio essere catapultata nelle vostre problematiche; io le mie me le risolvo da sola! mica vi chiamo ogni volta che il mio capo ufficio o la mia presidente di cooperativa, o CDA, dice o fa qualcosa che non approvo! con pazienza, mi confronto con i colleghi, o i soci, cerco di capire il loro punto di vista di accoglierlo e solo così, ti assicuro, ho ottenuto e stiamo ottenendo cambiamenti importanti, anche a livello di crescita personale. Io vorrei accendere la TV e vedere che ciascuno sta facendo quello che deve, come lo faccio io ogni giorno. non si può andare al governo da soli, saremmo altro da noi, si deve andare uniti ciascuno per la propria specificità, ciascuno serve a sostenere l'altro.
farlo spetta a voi. noi aspettiamo solo questo!

MARIA M 05.01.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Questi non vogliono integrarsi, rubano come attività principale e fanno figli a nastro. E nessuno di loro vuol lavorare e noi dobbiamo farci un culo cosi pagare tasse assurde. Se vogliono fare i nomadi… che vadano in campeggio come facciamo noi [Eh? nda], che si adeguino alle nostre regole

Poi, intervistato nuovamente, si è lamentato del fatto “gravissimo” che Facebook “sia diventato il luogo principe delle discussioni”, dato che il social network più famoso del mondo è un luogo privato e non è il consiglio comunale, ignorando completamente il fatto che se si lasciano le impostazioni della privacy su “VISIBILE A TUTTI” e non si disabilita la ricerca Google la propria bacheca di Facebook è, come dire, VISIBILE A TUTTI – un po’ come i cessi delle aule studio o degli autogrill. E il livello della discussione sul profilo di Aliprandi (che ha ricevuto un sacco di solidarietà, tra l’altro) è una tacca sotto quello degli autogrill, appaiata a quella dei forum dei maître à penser di StormFront.org.

Il giorno dopo è stato il turno di Pietro Giovannoni, consigliere provinciale in quota Lega. Questa volta il bersaglio erano gli “atleti africani” (cioè i negri) e gli “extracomunitari in mutande” che vergognosamente vincono le maratone cittadine, e quindi di conseguenza è inutile dare contributi pubblici per manifestazioni di questo genere. Il consigliere si è affrettato a dire che il razzismo non c’entra nulla e che si tratta solo di questioni economiche (l’ingaggio degli atleti e cose di questo genere), ma ho le mie perplessità sul punto: avremmo avuto la stessa reazione se le maratone, invece dei kenioti, le vincessero ariani biondi di due metri con gli occhi azzurri e la divisa delle SS?

Naturalmente, ad ogni scoppio “improvviso” di razzismo segue regolarmente la minimizzazione. Le polemiche sono sempre inutili, tanto queste sono solo provocazioni innocue per sollevare problemi veri; è folklore; sono cose dette en passant; dichiarazioni che (2)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento


Questa settimana è stata la settimana in cui il Veneto si è buttato (per l’ennesima volta) dal balcone della Contemporaneità per finire spiaccicato in una specie di manicomio di un borgo medievale del tredicesimo secolo, dove scorrazzano incontrastati villici trogloditi messi in costante crisi di nervi da superstizioni, fobie irrazionali, disturbi bipolari, procedure fallimentari ed evasione totale dell’Iva.

Il premio “Squallide Convulsioni Xenofobe” è andato a Padova, una città che negli ultimi anni si è distinta per molte cose positive tra cui ghetti, spaccio selvaggio di droga, muri, coprifuoco a mezzanotte per i locali del centro, politiche di sicurezza più a destra della destra portate avanti da amministrazioni di centrosinistra e, soprattutto, vergini che si vogliono offrire ad Ahmadinejad. Questa città è così interessante, coinvolgente e viva che non mi stupirei se i giovani incominciassero a bucarsi le vene dei piedi con siringhe piene di Burn, anfetamine e la filmografia di Steven Seagal 1988-1996. Fortunatamente, la piaga di questa nuova e improbabile droga è all’attenzione dei consiglieri comunali e provinciali – quelli, ovviamente, più all’avanguardia nella lotta all’apatia e al quoziente intellettivo.

Prendiamo Vittorio Aliprandi, ad esempio. Già parlamentare della Lega Nord nel 1994, oggi consigliere comunale eletto in quota centrodestra (Lista Civica per Marin), Aliprandi due giorni fa ha scritto sul suo profilo Facebook che “sti rom mi fanno proprio vomitare”. Poi, intervistato telefonicamente, ha detto che verso i rom prova “veramente un fastidio fisico”. Poi ha puntualizzato sul suo profilo Facebook:

Sempre polemiche… ma che palle! Ma a uno non possono dar fastidio i rom? dobbiamo integrarci noi fargli le case mantenerli? (1)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

onestamente questi blog sono frequentati da troppe persone un pò estremiste, che vedono solo bianco o nero, che una cosa o è una stronzata o è bellissima, prima di dare giudizi troppo netti riflettete di più, guardate al di là del vostro naso o della vostra esperienza, anche parlando dello psiconano.

giovanni 05.01.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la calata di braghe alla PROPOSTA Marchionne
in realtà si sono GARANTITI almeno altri 30 anni di LOTTE SINDACALI

altro che accanimento terapeudico......

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciate FUORI ogni speranza, prima di entrare !

Di social network ce ne a centinaia, solo facebook ti tiene inchiodato alla sedia, solo facebook può farti rischiare il tuo posto di lavoro, solo Facebook rincoglionisce i suoi utenti !

Iscrivetevi ad un'altro social network e da quello mandate il segnale a facebook, un primo passo per non farsi acchiappare dalla rete !

P.S. Stai in rete, ma non farti acchiappare dalla rete !

miky!

Ranieri M., Bari Commentatore certificato 05.01.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Gli avete visti con il "poveretto" in carrozzella sfruttano tutto quello che possono per recuperare un po' di dignita', ipocriti e patetici a dir poco.

urbano becco 05.01.11 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Molte asserzioni che leggo mi paiono piuttosto risibili. Facebook è certamente uno strumento immaturo nato per ragazzini che non hanno ancora maturato il senso della privacy e lo scambiano volentieri con la possibilità di estendere il loro raggio di relazione. Mi rendo conto che è un esperimento sociale senza ritorno, ma non sono affatto sicuro che gli "assoluti" valori di oggi e la stessa privacy ci difendano dall'essere più schiavi e vulnerabili. Tra 5-10 anni avremo una nuova generazione molto più trasparente. Chi rischia d'essere discriminato da una parte sarà apprezzato dall'altra. Ci abitueremo al fatto che chiunque da giovane ha fatto piccole cazzate (le mie non potrete mai saperle :-) ) o ha cambiato più volte opinione. Forse saremo sospettosi di chi non ha una identità o relazioni digitali. Questo non esclude il fatto che si debbano vivere relazioni reali di cui FB è un supporto e un iniziatore. Poi ci sono gli addicted di ogni cosa che meritano cure e compassione. Non c'è solo FB. Si va verso i muri trasparenti nei due sensi e non in uno solo, come gli schermi spia di Orwell. I nostri gusti in rete renderanno inutile la pubblicità: ci farà comodo ricevere le proposte solo di ciò che ci serve o dalle persone che più stimiamo nel campo specifico. Fra qualche anno sospetteremo di chi non è trasparente. Sgamiamo subito i falsi meriti sociali, accademici, umani di chi ci vuole rappresentare. Mi rendo conto che è un esperimento rischioso, un po' come è stato frenare le guerre mondiali con la reciproca minaccia atomica. Ma il mondo va avanti, e crea cose nuove che non piacciono gli emuli di Don Chisciotte. Se si mettono in comune le idee si va più veloci. Poi solo Darvin dirà chi aveva ragione.

Peter Amico 05.01.11 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Don Aldo scrive
Se è vero ciò che scrivono questi amici dal Brasile, l'Italia sarebbe un paese da mettere a ferro e fuoco e tutti i giornalisti sarebbero una massa di delinquenti da deferire alla corte internazionale. E tutti i politici, di dx e di sx, a partire dalle iene ridens del governo, sarebbero degli sgorbi antropoidizzati da eliminare con ogni mezzo

"Pare che,alla base della decisione del governo brasiliano di non concedere l'estradizione di Battisti,vi sia quanto previsto dall’art.3.1.f del Trattato di Estradizione sottoscritto dai due Stati nel 1989,e cioè che l’estradizione debba essere negata quando “la parte richiesta (il governo brasiliano)abbia ragioni ponderabili per supporre che la persona ricercata sarà sottomessa ad atti di persecuzione e discriminazione...o che la sua situazione possa risultare aggravata”.In gioco ci potrebbero essere,da una parte,la [non] affidabilità del sistema carcerario italiano,e dall’altro,l’istituto dell’ergastolo, una pena che la Costituzione federale del nostro Paese esclude espressamente e a cui il Battisti è stato condannato nel vostro Paese. Ora,quando l’anno scorso il Supremo Tribunale Federale aveva negato il rifugio politico al Battisti,ne aveva nel contempo sollecitato l’estradizione “alla condizione formale di commutazione della pena dell'ergastolo con una pena di privazione della libertà di una durata non superiore a 30 anni, con detrazione del periodo in cui egli è detenuto in questo paese”.Può darsi che il vostro governo non abbia potuto ottemperare questa clausola. Pare comunque che il Supremo Tribunale Federale tornerà a riunirsi in febbraio, per esprimere un suo parere"

Dunque l'unico che in questa faccenda starebbe in regola sarebbe il governo brasiliano che invece il nostro governo vorrebbe deferire alla Corte dell'Aja!
Gli unici fuorilegge sarebbero i nostri governanti cheche reclamano, da forbiti delinquenti,giustizia e diritto!
E la stampa che ci sta a fare?
E il popolo bue che continua a belare

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

battisti : si potrebbe far un patto.

che si tengano battisti ed in cambio si riprendono un migliaio di trans, cocorite, sculettatori biotti , maghi do nascimiento vari , nullafacenti che hanno invaso la nostra italia!!

Amedeo Ronchi Commentatore certificato 05.01.11 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io mi ho iscritto anche a facebook, poi però dopo mi sono scancellato perchè mi pare un po un cacata.
mi piaceva meglio 2life ma anche la mi sono rotto, qua è sempre meno spassoso invece ma anche io mi devo adattare.

psichiatria. 1 05.01.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi hanno passato il menu della cena di ier sera tra tremorti e bossolo: tutto a base di scatolette per gatti sterilizzati. Animalisti!!

stefano z., reggio emilia Commentatore certificato 05.01.11 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Il Diavolo è Brutto, Sporco e Puzzolente.
Per Apparire Attrente, si Traveste, Crea Illusioni.
Ma rimane pur sempre una piccola Morgana Bugiarda.
Una Squallida $gualdrina che lavora in un Bordello, dove i Clienti che non Pagano, li Macellano i Buttafuori e li passan al Tritacarne.
Ai piu' Svegli, dicon che Giran un Film e li Paracadutan in Afganistan, Corea, etc.
Altri li metton a far i Pornogigolo', i Pornocalciatori, i Pornimetalmeccanici, i Pornobonzi, i Pornopoliziotti.
Quelli che mi dicon che non capisco un Cazzo, per intenderci.
Poveri Loro, li Compiango, Loro che Capiscon fin troppo Bene...

Buon Appetito, soprattutto a Loro.

Pregate e Convertitevi, altro non posso Fare per Voi.( Notate: mi sono Avvicinato, a Parlarvi).
Anche se son Certo, Pochissimi Ascolteranno.

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi risulta che Facebook permetta il download di tutte le informazioni e i file caricati (es. http://www.mydigitallife.info/2010/10/08/how-to-download-personal-facebook-profile-information-to-computer/). Un'altra social net potrebbe quindi importarle...
Alla luce di cio' mi sembra un discorso privo di senso.

Ang e. Commentatore certificato 05.01.11 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Papa e Frattini fanno i martiri con i morti degli altri.
http://mazzetta.splinder.com/post/23832553/il-papa-e-fr...-altr

Giorgio F 05.01.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Gli operai, anche quelli in cassa integrazione, pagano il doppio delle tasse dell’ad del Lingotto, pur guadagnando infinitamente di meno, anche se considerati tutti insieme. «La modernità dischiusa da Fabbrica Italia è efficacemente rappresentata da due dati» denuncia il responsabile economico del Pd, Stefano Fassina, «nel 2011 i capital gain di Marchionne sulle sue stock options Fiat sono attesi in circa 120 milioni di euro, una somma superiore ai salari e stipendi percepiti da tutti gli operai e quadri delle Carrozzerie Mirafiori se lavorassero a tempo pieno per tutto l’anno, ma purtroppo faranno tanti mesi di cassa integrazione».

E ci si mette pure il fisco: «Sui suoi stellari capital gain, Marchionne verserà, come gli altri azionisti Fiat, un’imposta sostitutiva del 12,5%. Gli operai sulla cassa integrazione e sui loro salari pagheranno in media un’Irpef del 25%, i quadri avranno un carico intorno al 33%. È il mondo post ideologico tanto caro e celebrato dal nostro modernissimo ministro Sacconi».

http://www.unita.it/economia/la-beffa-delle-tasse-marchionne-br-paga-la-meta-dell-operaio-1.264286

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.01.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fino ad ora, ci siamo occupati degli strati più bassi della torta, fra galoppini ricompensati e “oppositori” in saldo da fine stagione. Ma è avvicinandosi alle ciliegine che la torta diventa veramente gustosa, talmente gustosa che potrebbe andare di traverso al suo ingordo pasticciere.
( )


ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 12:01| 
 |
Rispondi al commento

AL CRETINO CHE SI NOMA "PADANIA LIBERA" E CHE SCRIVE LE SOLITE COGLIONERIE DA LEGAIOLO....RESTA NEL TUO RECINTO DI STUPIDAGGINE MESCHINA E NON INSOZZARE IL BLOG.
AGLI ALTRI BLOGGER SOLITO CONSIGLIO: "SEGNALA COMMENTO INAPPROPRIATO" E ANCHE STO CRETINO FINISCE GIU' NEL GABINETTO. e' COME TIRARE L'ACQUA DELLO SCIACQUONE...

LA PADANIA NON LA POSSONO NEANCHE DISEGNARE SULLE CARTINE. SAREBBE COME AMMETTERE CHE I PUFFI ESISTONO.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 05.01.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo comporta, per una cooperativa di medie dimensioni, un salasso di circa 60.000 euro l’anno, a tutto vantaggio della banca.

Ma non finisce qui: logica vuole che, se il Comune di Roma non è in grado di far fronte nei tempi dovuti ai suoi impegni nei confronti di chi lavora per lui, meno che mai sarà in grado di farlo nei confronti delle banche, il che farà scattare le conseguenti ed inevitabili penali, con il brillante risultato di far aumentare sia il costo dei servizi sociali che l’indebitamento pubblico verso le banche. Indovinate un po’ chi pagherà questo aumento dei costi.

Se la cosiddetta opposizione si sta mostrando timida verso la fascistopoli/parentopoli nelle aziende pubbliche, sullo scandalo dei servizi sociali consegnati alle banche a spese dell’intera cittadinanza non ha nemmeno fiatato, né in Consiglio comunale, né nella città. I motivi di questo silenzio andrebbero indagati, perché appare impossibile che possa trattarsi di mera incompetenza. La realtà è che qualcuno sarà pure veramente incompetente (e questo è già grave), ma qualcun’ altro con la cricca di Alemanno ci convive piuttosto bene, urlando slogan antifascisti di giorno e incassando qualche finanziamento per le proprie attività al calar della sera. Anche qui, provate ad indovinare chi paga il conto.

***

L’operato della giunta Alemanno appare, quindi, più sofisticato di quanto si possa immaginare, tanto è vero che, a conti fatti, in due anni di malgoverno della città la difficoltà maggiore gliel’ha creata il biondo Tevere con il suo rischio di esondazione, non certo l’opposizione politica. Fra clientelismo dispiegato verso gli “amici” e dazioni oculate verso i “nemici”, il camerata Alemanno ha mostrato di sapersi muovere… anche perché, diciamocelo francamente, con una “opposizione” come quella che si ritrova, avrebbe dovuto essere un perfetto imbecille per avere fastidi. E Alemanno imbecille non è.

Tuttavia, la poltrona del sindaco in camicia nera inizia a traballare. (3)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 11:58| 
 |
Rispondi al commento

I politici pappagalli in piazza per Battisti, sono gli stessi che disertano le commemorazioni per le stragi di Bologna e di Piazza Fontana.
La sottile differenza tra latitanti, complici e mandanti!

Buongiorno blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 05.01.11 11:56| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

rispetto alle quali la giunta Alemanno ha aggiunto un surplus di arroganza. In altre parole, il conto degli stipendi delle migliaia di inutili parassiti insediati in comodi uffici – mentre la città avrebbe bisogno di autisti dei mezzi pubblici, di operatori ecologici, di personale scolastico, di operatori sociali, ecc. – lo pagheranno i cittadini romani, compresi quelli che non nascondono una sorta di ammirazione verso un uomo politico che “aiuta gli amici”, naturalmente sperando di poter accedere a quella cerchia di “amici”. Un esempio del costo sociale per la cittadinanza della disinvoltura di Alemanno e dei suoi è arrivato con una Delibera di giunta dello scorso settembre, scivolata nell’indifferenza generale delle cosiddette opposizioni, compresa quella della “sinistra radicale”.

***

Con la Delibera n. 281 del 15 settembre 2010, il Comune di Roma ammette sostanzialmente di non essere in grado di versare nei tempi dovuti i compensi destinati alle aziende del privato sociale che gestiscono i servizi sociali e assistenziali per conto del Comune stesso, quali l’assistenza ai disabili ed agli anziani, il sostegno ai minorenni in difficoltà, l’assistenza educativa ai bambini delle scuole materne, elementari e medie, ecc. A seguito di tale presupposto, il Comune decide di garantire, certificandolo, il debito che ha verso quelle aziende, formalmente favorendole ma, di fatto, obbligandole a ricorrere al credito bancario, ovviamente scaricando sulle aziende stesse ogni onere economico relativo all’operazione.

In pratica, funziona così: le cooperative cui il Comune non riesce a pagare il lavoro effettuato potranno (leggi: dovranno) rivolgersi alle banche, che verseranno loro quanto dovuto dal Comune, per rivalersi successivamente sul Comune stesso. Naturalmente, non essendo le banche istituzioni filantropiche, queste tratterranno dai versamenti alle cooperative una certa percentuale, mediamente intorno al 3% dell’importo dovuto dal Comune: (2)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Questo di sotto è scemo. Curatelo!!!
(Casa Cupiello ore 09,26)


casa Cupiello ALIAS 50 stars!!!...E TE CREDO CHE E' SCEMO!!!

Fidelito Castro (primogenito di Fidel) 05.01.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani, popolo notoriamente restìo a rispettare le leggi ed i provvedimenti emessi da una qualsiasi autorità, adesso pretende che anche gli altri si comportino alla stessa maniera.

Anziché prendersela con i veri responsabili sia del fallimento della politica estera del nostro paese, fatta di pacche sulle spalle, di cucù e barzellette e sia della continua denigrazione e delegittimazione della magistratura da parte di quasi tutta la classe politica, organizzano manifestazioni di piazza pretendendo da un Presidente di un paese straniero che si rimangi un provvedimento che lui ha emesso, solo perché loro non lo condividono.

Insomma “e solit figur e mmerd internazionali”…

Franco F. Commentatore certificato 05.01.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per i subumani legaiol-seghisti :

CLICK come se piovesse !

..hi hi hi...

Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

I FORCHETTONI NERI (seconda parte)*
di Caio Gregorio
Le migliaia di galoppini assunti con chiamata diretta dalle aziende del Comune di Roma dopo la vittoria elettorale di Alemanno rispondono all’esigenza di ricompensare sia la manovalanza nera che quei settori “popolari” che hanno contribuito in maniera determinante al successo delle liste neofasciste e berlusconiane. A ben guardare, si è trattato di un’operazione nel più classico stile democristiano, con un di più di velocità e di assoluta indifferenza verso il contesto strutturale in cui la stessa operazione viene effettuata.

4.000 assunzioni nell’arco di due anni sono un’enormità, una cosa più da pieno impiego in stile sovietico che da governance liberale. Una tale forzatura è avvenuta parallelamente al taglio selvaggio di servizi pubblici e nel quadro della più grave crisi economico-finanziaria conosciuta dal capitalismo dopo il 1929. Qualcuno potrebbe sostenere che, in fondo, Alemanno si è ispirato al welfare mussoliniano, a quell’intervento dello Stato nell’economia che costituì la versione italiana del New Deal roosveltiano, ma il paragone non sta in piedi.

Negli anni 30 del secolo scorso, analogamente a quanto avveniva negli U.S.A. su impulso delle teorie di Keynes, il governo italiano promosse un massiccio piano di investimenti pubblici e di assunzioni nella Pubblica Amministrazione, legando la tendenza al pieno impiego al rafforzamento ed allo sviluppo di una forte struttura produttiva. La versione caricaturale del fascismo alla vaccinara di Alemanno prescinde totalmente dalla struttura produttiva, ed anche dalla semplice utilità sociale, virando verso il più abietto clientelismo, a spese della collettività.

Credo sia questo il punto da sottolineare: le assunzioni di Alemanno non solo sono clientelari, ma peseranno sulle condizioni di vita di una popolazione già duramente colpita dalla crisi e da anni di scellerate privatizzazioni realizzate dalle giunte di Rutelli e Veltroni, (1)

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.01.11 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace quello che scrive Anthony sull'incoerenza umana
I meccanismi della mente sono molti e per niente congruenti
L'essere umano non è un computer,per cui la sua logica lascia molto a desiderare,i vari pezzi nemmeno si conoscono o si armonizzano
Direi che più che una creatura logica,l'uomo è una creatura paradossale,soprattutto nella discrepanza tra dichiarare e agire,o tra capire e scegliere,o tra volere e capire
Possiamo dirci intelligenti e analitici quanto si vuole,poi interviene il sistema limbico e manda tutto a puttana
Non sappiamo dire perché qualcosa ci piace,ma quando ci piace,vince anche sui due emisferi superiori,razionalità e intuizione
Siamo creature desideranti,autoillusive,deboli, e molto ma molto suggestionabili.Parlare di libera scelta in questa condizioni è molto ma molto ridicolo.Purtuttavia ci insistiamo perché la strada è quella
Per millenni siamo stati parti di un organismo tribale,come le api nell'alveare,con una intelligenza comunitaria, di gruppo, poi, con grande fatica, dopo il 1400, è nata la soggettività moderna. Ovviamente, come accade sempre agli inizi, solo per alcuni. E oggi la massa resta ancora tribale, ha bisogno di un capo, non riesce nemmeno a immaginarsi in cammino da sola.La soggettività ha portato con sé grandi evoluzioni del mondo, ma anche,come forze uguali e contrarie, grandi dispotismi che hanno cercato di abbattere questa soggettività nascente abusando delle sua possibilità e convertendole in debolezze dominabili. Il potere,per sua natura,è sempre stato nemico della libertà e dell'autonomia del pensiero indipendente. E il potere si è sempre avvalso di chi vende la propria debolezza, impotenza e stupidità al potere stesso, facendosene gradino. E' l'elemento tribale che persiste. Il potere ha sempre un grande seguito di opportunisti ma anche di stupidi mentre l'intelligenza va da sola e ha contro tutti L'opportunista e lo stupido si asservono al potere, perché senza quello non ono nessuno. L'uomo libero in sé ha tutto.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non solo non comprerei le eventuali azioni di Facebook ma nemmeno mi ci iscrivo.
I metodi per controllare i cittadini, per sapere chi sono, cosa fanno, che gusti hanno, magari anche che idee politiche hanno, ce ne sono gia' a iosa. Poi noi gliene forniamo un altro...facile facile...
No grazie.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 05.01.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento

p.s. se ami tanto il popolo padano, lotta per far avere ai lavoratori padani contratti simili a quelli degli svedesi, danesi, tedeschi etcetc., non contratti cinesi.

francesco pace (francesco pace 51), bologna
-----------

Caro Francesco allora la LEGA-RAT a cosa serve?
altrimenti non sarebbe mai nata e avrebbero lasciato il vecchio P.C.I. con la forza dei vecchi sindacati!

IN UN PAESE CHE DUE CAPI DI SINDACATI VANNO A CENA
CON UN MAFIOSO KAPO' DI STATO CHE COSA C'è DA ASPETTARSI ?

In un Paese in cui una banda di rincoglioniti e ignoranti che invocano la "secessione" mentre lo pijano al culo dall'estero che altro c'è da aspettarsi ?

NON SONO TANTO IMPORTANTI I CONTRATTI CAPESTRO DEGLI OPERAI, MA IL PREZZO DEL PRODOTTO FINITO CHE
NON SARA' MAI COMPETITIVO SUL MERCATO MONDIALE !

- ci sarà anche un crollo completo sul mercato nazionale. Praticamente solo lega-rat e berluschini acquisteranno (forse) Fiat !

aggiungi anche :
il costo della vita di proporzioni DIFFERENTI dalla Cina e il welfare del tutto OPPOSTO !

gli "italo-cinesi-made in LEGA-RAT" NON STANNO BENE...sono destinati all'estinzione !


"Face - book" ??
MA NON E' L'ENNESIMA IDEA DEI SERVIZI SEGRETI MASCHERATI DA UN PISCHELLO "ARRICCHITO"
(tanto per illudere i "poveri" Giovani in buona fede , ..NON "Emilio")
PER POTER RACCOGLIERE INFORMAZIONI ,
CREARE UN DATABASE ,
E TENERE SOTTO CONTROLLO IL MONDO ?

CI AVETE MAI PENSATO ?

IMPOSSIBILE?

CERCATE NELLA STORIA "VERA"!
E TROVERETE CHE HANNO FATTO DI MOOOLTO PEGGIO !!!!

POI INSIEME AI "SERVIZI" ,
METTETECI PURE I "PADRONI" DEL PIANETA
(LE MULTINAZIONALI) ,

SEMPRE ATTIVE IN RICERCHE DI MERCATO ,
STUDIO DEI COMPORTAMENTI , ABITUDINI, VIZI, ECC..
DEI "CONSUMATORI" ,

E IL QUADRO E' BELLO CHE "FINITO" !

"LORO" VI STUDIANO !!!
VI SPIANO !!!

NON POSSONO PERDERE IL "CONTROLLO" ,
SAREBBE LA LORO FINE !!!

E FINALMENTE UN PO' DI LIBERTA' PER TUTTI !!!!....

QUANDO VI CHIEDONO DI RISPONDERE A DELLE DOMANDE SUI LORO SITI PER MIGLIORARE IL SERVIZIO ,
NON FATELO!!!
E CHIEDETEGLI DI ESSERE PAGATI PER IL TEMPO CHE PERDETE !!!!!!

I VOSTRI GIUDIZI GLI FANNO GUADAGNARE SOLDONI ,
E RISPARMIARE IN COSTOSE RICERCHE DI MERCATO !!!

PERCHE' DOVETE FARLO GRATIS , E CONTRIBUIRE A FARLI DIVENTARE + GRANDI + POTENTI E QUINDI DARGLI PIU' CONTRO SU TUTTI ???

PER ESEMPIO "I-BEY" , "PEY-P-A-L" , ECC....
DEI VERI E PROPRI LAD....I !!!

PER NON PARLARE DEL "GRANDE FRATE-...LO"
A PARTIRE DAGLI ARREDI (MOBILI ,LAMPADE,LETTI ,E TUTTO IL RESTO)
E TUTTA UNA RICERCA DI MERCATO - MARKETING
ANALIZZANO I COMPORTAMENTI I DISCORSI , LE AZIONI,
QUINDI IL MODO DI PENSARE
PER POI COSTRUIRE,CREARE, PRODOTTI E SERVIZI AD HOC!!!
E AI PARTECIPANTI ,COME A CHI RISPONDE ALLE DOMANDE SULLA QUALITA' DEL SERVIZIO....
DANNO LE BRICIOLE O MEGLIO NULLA!!!!

MENTRE LORO SI INTASCANO MILIONI E IL CONTROLLO!!!!

CHI DEVE INTERVENIRE E' SOLO LO STATO !!!
MA VISTA LA "PASTA" $$$ DEI POLITICI IN "MASCHERA" ....

PORTE APERTE A, "PIRATI" , "LADRI" , ECC...

IMPOSSIBILE?

RIFLETTETE ATTENTAMENTE!!!

MD

MD 05.01.11 11:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Berlusconi: "Quando vince il Milan, nel governo siamo tutti più contenti e tira un'aria serena".
Ergo quest'anno lo rubano loro lo scudetto..., del resto dopo tanti anni di furti nerazzurri!
Adda jettà o' sang'!

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 05.01.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non siete voi che usate Facebook.
E' Facebook che vi usa.

(Viviana v., Bologna)

Questa frase da sola dice tutto!

Grande Vivi!
(salutami le stelle della tua Città)

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facebook e' un perditempo!

Io sono iscritto...ma entro si e no una volta ogni due mesi.

Eccerto che tanta gente e' iscritta...ma quanta lo usa?

Presto fara' BUM sta bolla, assieme alla Goldman Sachs , una delle banche americane responsabili delle speculazini sui titoli sovrani!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In un Paese dove si Svuotano le Chiese, s'empion le Galere.
E Festeggian l'Orgia nei Palazzi del Potere.
L'Europa?
Il Trionfo del Nazionalismo.
Tutti i Nazionalismi han portato ad Eccidi.
Auguratevi che s'Edifichin gli Spiriti in Moschee, Templi Buddisti e Hindu', Sinagoghe Piene, Zeppe di Anime Oranti.
Cammineremmo sui Fiori, le Ghirlande ai Capelli delle nostre Donne.

Saremmo Ricchi di Tolleranza e l'Amore non sarebbe un Partito, ma una Persona.
In Carne, Ossa, Sangue.

Non un Faccione Sibilante da uno Schermo.
Ciao, vado a far dell'altro...

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Pochi giorni fa il Consiglio di Stato ha diramato una sentenza che è passata quasi inosservata. Una delle tantissime sentenze della giustizia amministrativa. Questa volta, però, parliamo di una sentenza che potrebbe avere degli effetti pesantissimi perché potrebbe aprire la strada a cancellare i 98 miliardi di euro di penale che le concessionarie delle slot machine devono allo Stato. Una sentenza che potrebbe essere il primo mattone per costruire un muro che evita agli italiani di rientrare in possesso di questa fortuna.

A nessuno di noi sfugge il fatto che lo Stato giustamente cerca di risanare i conti, e lo fa tagliando alcuni servizi sociali, sanitari. In questo senso 98 miliardi di euro sarebbero una cifra importante. Invece si rischia di finire a non pretendere nulla, o quasi nulla, forse una cifra simbolica dalle società concessionarie delle slot machine. Società che per anni hanno vissuto, forse neanche per colpa loro, in mancanza di regole totali, consentito dai potentissimi appoggi politici che queste società vantano.


COSA STIAMO ASPETANDO?
ù
NOI PAGHIAMO TASSE A MANETTE E QUESTI CONDONANO I GRANDI EVASORI.

UCCIDERE I POLITICI CHE CONSENTONO A QUESTE MARDE DI NON PAGARE LE TASSE DEV'ESSERE UNA PRIORITà.

SONO PER LA PENA DI MORTE DEI POLITICI.
IL POPOLO DEVE AGIRE SUBITO.

SALVIAMO LO STATO DALLA BANCAROTTA , SALVIAMO LO STATO DAI POLITICI.

al casula, cagliari Commentatore certificato 05.01.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Ai tempi del problema di ByoBlu con il proprio account di YouTube , nei vari commenti ai post di Claudio Messora sul profilo FB, mi ricordo che qualcuno mi illuminò su un aspetto molto interessante della caratteristica comune a tutte le ADSL che arrivano in casa: sono asimmetriche.
Voglio dire che l'upload è di molto inferiore al download e veniva spiegato che tutta la condivisione passa attraverso server presso i quali si concentrano le informazioni. A noi sembra di condividere direttamente dei contenuti,ma lo si fa attraverso una terza struttura che di fatto regola il flusso di informazioni.E in qualsiasi momento le può tenere,liberare,rallentare ,cancellare...
Internet sarebbe veramente "democratica" se consentisse di poter condividere i propri contenuti senza la mediazione di terze parti (rese necessarie dall'asimmetria tra upload e download).
Purtroppo la mia ignoranza tecnica mi limita nel conoscere i dettagli di questa implicazione ,ma di fondo ho capito che comunque sia tra due utenti della rete c'è sempre di mezzo un server che si "impossessa" di quello che condividono...

Gian Pips (l'uomoqualunque), Asmara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno parla del rogo che questa notte ha incendiato la villa di Clementina Forleo e contemporaneamente anche l'azienda di un imprenditore del posto che aveva in affitto la masseria di proprietà dei Forleo.
L'ho appreso dalla radio, non dalla tv. Sarà un caso...
Quando la smetteranno, questi porci maledetti che stanno al governo, di delegittimare la magistratura e di toglierle i fondi che le permettono di sopravvivere?

a.g. 05.01.11 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di PIETRO
Sui diritti fondamentali non c’è referendum che tenga
I referendum sono fondamentali e importanti, purché non siano fatti sotto la spada di Damocle del ricatto.È chiaro che a Mirafiori il lavoratore si trova a dover scegliere tra l’andare a casa o accettare condizioni al ribasso rispetto a propri diritti fondamentali e non può che votare SI'.Ma chi deve difenderlo?Chi deve farsi carico dei suoi diritti come parte debole della catena industriale?
Noi vorremmo che la vicenda Fiat avesse uno sbocco positivo per tutti.Non siamo a priori contro le imprese,senza le quali non ci sarebbe nemmeno il lavoro,vogliamo però che il sistema industriale rispetti le regole e queste non siano cambiate di volta in volta per favorire gli interessi dei soli datori di lavoro a discapito dei lavoratori.Il sindacato ha la funzione essenziale di difendere la parte più debole ma anche le altre forze politiche escano allo scoperto per trovare una soluzione condivisa
Proponiamo un tavolo comune in cui vengano rimessi in discussione questi accordi separati,queste soluzioni trovate dall’azienda soltanto a suo vantaggio,costringendo gli operai ad accettarle con la minaccia di chiudere.Oggi è successo a Mirafiori,domani potrebbe accadere ad altre imprese.La legge della giungla,dove vince sempre il più forte,può giovare al sistema finanziario ma penalizza i cittadini che devono arrivare a fine mese e hanno bisogno di lavorare
La Fiom non può far altro che difendere i diritti di chi è costretto da una normativa capestro a votare SI al referendum.Noi denunciamo che si tratta di voti ottenuti con un ricatto e che ci sono accordi che violano la Costituzione.Una soluzione che prevede che non si può più scioperare o partecipare ad organizzazioni sindacali è un’esplicita violazione degli art. 39 e 40. Quindi anche se dovesse vincere il SI’,ancor più dovremo stare dalla parte dei lavoratori.Occorre responsabilizzare le istituzioni,il governo,il Parlamento,affinché possano indurre
(segue sotto)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio modesto parere ?

FACEBOOK è una stronzata per bambini cresciuti, per megalomani, per zitelle e scapoli in cerca della nuova o della ex fidanzata che li ha lasciati o cornificati come cervi.

Un mezzo che dalla maggior parte degli utenti non è stato capito.


E' un fenomeno passeggero o almeno è passaggero il modo di usarlo, figlio del primo decennio degli anni duemila, decennio che sarà ricordato per la crisi economica e le guerre inutili; in poche parole il decennio dei coglionazzi !


Ho letto dei commenti contro Grillo, Travaglio, Di Pietro, ma che c'azzeccano ?

Allora continuate a votare per il PDL o il PDmenoL, rincuoratevi con i tg che dicono che a Napoli non c'è monnezza ma c'è a New York, illudetevi con stè cazzate e andatevene affanculo !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 05.01.11 11:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dalla Puglia all'Emilia Romagna
il gasdotto toccherà 10 regioni e 3 parchi
L'impianto, che si chiamerà Adriatica, porterà nel nord il gas che arriva dall'Algeria e dalla Libia. Passerebbe tra l'altro nelle faglie sismiche in Abruzzo e in Umbria. Si scatena la protesta. "Perché non sulla costa?"

Giusta domanda... non sulla costa perchè costerebbe poco rispetto all'altro tragitto.. la "Società dei Magnaccioni" come farebbe a rubare?

http://www.repubblica.it/ambiente/2011/01/05/news/dalla_puglia_all_emilia_romagna_il_grande_tubo_che_bucher_l_italia-10863594/?ref=HREC1-7

franco f. Commentatore certificato 05.01.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Io odio facebook e i social network in generale e sicuramente non mi posso permettere azioni di facebook, ma i post che inserisco nel mio blog ( www.okkiettispenti.blogspot.com ) non sono per gli altri, sono per me. Certo che ci sono problemi più gravi, certo che non tutti possono comprare azioni, ma sicuramente c'è qualcuno che può. Le ingiustizie che non ci riguardano non esistono più? Non ho il diritto di scrivere quello che voglio? Poi si può essere d'accordo o no, ma sui contenuti... se mi permettete io scrivo quel c...o che mi pare. E comunque è un discorso condivisibile: se facebook fallisce e chiude, chi ci ha rimesso? L'utente che non può riavere indietro le sue informazioni.

Simone Malossi Commentatore certificato 05.01.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento

la russa è un
paraculo e merda liquida.
uno gli fa una domanda e lui tonteggia come gasprarri.
l'eliminazione fisica di queste merde nonè una perdita ma un vantaggio per la società.

al casula, cagliari Commentatore certificato 05.01.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacete tutti... frequentate il blog per vedere se contandoci siamo 1 in più e per avere il vostro ego soddisfatto. Il blog serve per informare stop non si dovrebbe scrivere nemmeno 1 riga. Ma vuoi mettere....sarebbe troppo bello vedere il ns. posto pulito dalle vs. balle. Non lo sapete ma l'unica cosa da fare è mettere quella croce quando sarà ora. L'unica.... ma dubito che le cose facili per voi siano facili.

diego C., Casale Monferrato Commentatore certificato 05.01.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe hai torto marcio digita sul mio nome e
scoprirai perchèèèèè
ciao vecchio affarista e venditore di sogni


FIAT
mi piacerebbe sapere quanto incide il costo di manodopera su una auto fiat, cosi' posso farmi una idea se il sig MARCHIONNE ha ragiane quando elemosina 10 minuti ad un operaio che lavora sulla catena di montaggio con la paga di poco piu' di 1000 euro, il quale deve per forza fare straordinari come e quando vuole il capo. dovrebbe sapere il sig marchionne che noi tutti abbiamo una famiglia come lui, alla quale dovremmo dedicare del tempo. il sig marchionne ha preso alcuni operai che sicuramente vanno alla partita con un certificato medico fasullo, e anziche', licenziare operaio e medico, applica un nuovo contratto restrittivo a tutti gli operai di tutta l'italia, mentre quelle persone che andavano a vedere la partita spesati da TUTTI NOI e non solo per FIAT, potranno continuare indisturbati a vederla.
il sig marchionne percepisce una paga stratosferiche e come contropartita anziche' avere delle idee nuove sulle auto, ci porta il clone della busta paga romena orari compresi, per essere competitivo sul mercato.
spesso il sig marchionne si riferisce alla germania per i nuovi contratti che gli operai metalmeccanici anno accettato, ma magari ci applicasse lo stesso in italia con lo stesso stipendio
in germania le paghe sono piu' alte e le auto si vendono a prezzi maggiori
in italia le paghe sono piu' basse e quel poco di autovetture che si vendono costono molto meno
forse sarebbe meglio mettere alla testa della FIAT una persona con idee nuove
forse il problema FIAT non sono solo gli operai che vanno alla partita, oggi con un calo di vendite di -33%, qui se non si tirano fuori nuove idee ho paura che la FIAT chiuda comunque anche se l'operaio l'avorasse a gratis.
be' nella speranza che prima o poi rinasca un nuovo "MICHELANGELO o DA VINCI ETC........" VI AUGURO A TUTTI TRTANNE CHE A UNO UN BUON 2011

alessandro palmieri 05.01.11 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Colui che viene ipnotizzato può ricevere delle induzioni che si attivano dopo il risveglio. Si chiamano 'comandi post ipnotici'.
Per esempio, gli si dice che un'ora dopo essersi risvegliato dovrà aprire un ombrello in casa.
E così farà.
Ma la cosa curiosa è che l'io non tollera di ammettere di non essere libero e ha la presunzione di giustificare anche i propri errori o i propri atti privi di senso, dando loro, comunque, un senso.
Così l'uomo ipnotizzato aprirà l'ombrello in casa e, interrogato su questa stranezza, troverà delle spiegazioni che giustificano la cosa il più razionalmente possibile. Dirà, per es., che voleva vedere se l'ombrello era sano o che temeva che le sue chiavi fossero cadute nell'ombrello...
Questo si pensa leggendo certi post in cui i bloggher, che potrebbero sospettare di aver fatto una stupidata iscrivendosi a questo idra del mercato, non lo riconoscono affatto, rigettano la nuova informazione come inaccettabile, tentano in perfetta buona fede di giustificare il loro errore, disconoscendolo e adducendo quelle che si chiamano "razionalizzazioni a posteriori".
Non diversamente fanno certi elettori del Pd o del Pdl o di qualunque partito a scelta dopo che questo ha tradito anche le loro pur normali aspettative.
Viviamo di illusioni e di insistenza nelle illusioni e questo fa di noi delle vittime vocazionali.

masadaweb.org/2009/06/11/masada-n-940-11-6-2009-stati-modificati-di-coscienza-lezione-10-suggestione-e-ipnosi/

masadaweb.org/2009/07/11/masada-n%C2%B0-953-11-7-2009-storia-dell%E2%80%99ipnosi-parte-2/

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X il mantovano


immagino se arrivasse una squadra nazista a controllare le fabbriche e fabbrichette della tua zona (mantova), piene di extracomunitari, con gli imprenditori a scusarsi "si, pero', la globalizzazione... gli italiani non vogliono fare quei lavori... siamo poveretti.. i cinesi...l'euro di prodi..."
i nazisti chiederebbero:" ma voi avete proposto un contratto decente e dignitoso ai cittadini padani che cercano lavoro?" e gli imprenditori "va be' ma... la cina.. il mercato..".
opla', cosa succede? sarebbero taccaiti di tradimento vero il loro pèopolo, cosi' come lo erano gli ebrei sfruttatori in germania, naturalmente anche allora avevano le loro scuse per sfruttare, e pera di benzina e forno crematorio.
p.s. se ami tanto il popolo padano, lotta per far avere ai lavoratori padani contratti simili a quelli degli svedesi, danesi, tedeschi etcetc., non contratti cinesi.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sottocommento Sandro ore 08,28 very good.Stop.Vado at scrivere letterina at befana.Stop.Saluti.Stop.

Er Caciara.... biricchino...hi...hi...hi.. () Commentatore certificato 05.01.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

In un anno è la quinta volta che attacco la LEGA EMILIANA ed è la quinta volta che mi sparisce l'autentificazione. Non è che nello staf c'è qualcuno con il fazzolettino verde vero?

ANTI LEGA 05.01.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

La Bolla di Sadebook?
O la Balla?

Conobbe una Bella.
Compro' dal Billa.
Gli Sorrise una Bulla.
Scoppio' come Bolla.
Pompe Funebri Balla.

Proprio così, la Morte Balla...

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Sì, debbo fare Autocritica.
i Supporti Cartacei si son evoluti in Digitali, ma è come al 3000 Before Christ.
Vuoi mettere una Dedica d'Amore Incisa sulle Tavole della Legge?
Quando s'Ammazzavan con le Pietre, lasciavan Incisi anche le Pene d'Amore sulle Stesse.
Un po' come ancor oggi avviene, in taluni Paesi.
Pero' la Soddisfazione di prender Martello e Scalpello e Sudato, portar il Manufatto alla Morosa e Baciarla, chi l'ha mai Provata?
Pensa a Quella che non era dell'Idea.
Così un Patriota, un Poeta, un Legislatore, un Sacerdote.

Rifletteva per Bene, prima di Scrivere...

E Amava, Pregava, Governava di conseguenza.
Ora è tutto così Evanescente...
Anch'io son quasi Estinto: a me, a Te, a Lei.
Siam Candele, Accese.
A Olio.
Chi ci mette del Proprio, chi ne Ruba Altrui.
Era così Bello Scriver Lettere d'Amore, nel Silenzio, le Lacrime, i Batticuori ed Imbucatala attendere due, tre giorni la Risposta.
Un Sadomasochismo Leggero, da Soffrire in Due.
E farne un Unico Cuore.

Buongiorno, Utopisti Sognatori!

enrico w., novara Commentatore certificato 05.01.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Una delle cose più oscure della mente umana è l'ipnosi.Nessuno scienziato è ancora riuscito a spiegare cosa sia e su quali meccanismi cerebrali agisca,ma gli effetti sono disastrosi e ne deriva una dipendenza spesso molto difficile da spezzare tra chi usa l'ipnosi e chi ne è vittima
La 1a conseguenza dell'ipnosi è la perdita della propria libertà,della propria autonomia,della propria libera scelta,pur considerandole sfere molto relative e a maggior ragione degne di essere tutelate da ulteriori diminuzioni
Nel nostro mondo abbiamo molti meccanismi o sistemi che sono equiparabili a suggestioni,e le induzioni di mercato o della disinformaziome rietrano nella sua area, in cui si realizza un assoggettamento della mente umana per cui si induce qualcuno a fare qualcosa che,se fosse nel pieno della sua consapevolezza e avesse la totalità delle informazioni utili,non farebbe
Chiuque eserciti induzioni,ipnosi o suggestoni sulla mente di altre persone spingendole a comportamenti alterati,esercita una violenza sociale e lo fa per un fine utilitario di potere 'contro' e non certo 'per' gli altri
Il neoliberismo,le tecniche di mercato,le mode diffuse,il controllo dei media.. sono tante tecniche di violenza mentale con cui si induce la gente a non pensare,a non agire liberamente,a decentrarsi dalla vita vera disperdendosi in attività fasulle e luoghi artificiali,così che non si ribelli al potere ma serva ai suoi interessi e cessi di pensare che può creare da sola la propria vita o liberarsi dai condizionamenti che la rendono schiava
Facebook rientra in questo piano di illusorietà, di artificio,di distrazione dal reale,di falsa attività che occupa tempo senza creare modificazioni di realtà,che non fa crescere,che congela l'essere umano in una perpetua labile adolescenza. E' un luogo non luogo. Uno spazio non spazio. Una mente che mente. Una finta vita.Come un miraggio. Dove si agitano illusioni che si sostituiscono al vero
Non siete voi che usate Facebook. E' Facebook che vi usa.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b

Er Caciara.... biricchino...hi...hi...hi.. () Commentatore certificato 05.01.11 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Puta madre già sparito il caffone di mantova?

lo stesso ti lo posto qui, anche per altri fascistoni che leggono e non scrivono.

I brasiliani è un popolo miscelato col soffrimento della schiavitu africana ... sai

quando europei delinquenti facevano enormi insediamenti di canna di zucchero e portavano schiavi africani per rubarli suo sudore

questi NEGRI liberi hanno contribuito a liberarvi
dei FASCISTI solo 60 anni fa e non solo a parole
col fucile in mano sai!

e non solo america latina tutta ha collaborato a negarvi come nazione nel tempo di tuo duce di cartone
anche nel calcio Minkiovano!

ogni volta che ditte che avete vinto il campeonato mondiale di calcio nel 1934 ricordati

che il CAMPEONE MONDIALE DI CALCIO DAL 1930 L'URUGUAY NON HA VOLUTO GIOCARE NELLA EUROPA FASCISTA e avete giocato fra di voi coglioni!

con vs squadra di maldestri con la maglietta nera

fascisti dal cavolo! campeoni di questa minkia

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma il Renzino, la trota bossiniana, è da ritenersi un "mezzo sangue"?

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 05.01.11 10:29| 
 |
Rispondi al commento

X il mantovano


il nazismo nasce come risposta (violenta) ai poteri forti (banchieri, finanza, industriali) che cercavano di schiavizzare eliminando diritti e denaro dalle tasche dei cittadini tedeschi. e questi poteri forti erano in mano soprattutto agli ebrei.
come fai tu, quindi, a proclamarti nazista dal momento che tifi per chi sta cercando di eliminare (marchionne) questi diritti e denari da cittadini padani (i lavoratori piemontesi della fiat), la maggior parte de quali hanno addirittura votato lega. la fiat poi e' da sempre stata denunicata da bossi come il maggior esponente del capitalismo straccione made in italy. quandi soldi delle tasse dei padani sono finiti nelle casse della fiat? e quanti satnno finendo tuttora col beneplacito deglia ttualio governanti?
marchionne poi e' un extracomunitario, quindi tu e il partito che appoggi sostenete un extracomunitario (forse anche ebreo, o comunque si sta comportando come un ebreo) che cerca di schiavizzare tanti cittadini padani che nella lega, votandola (adesso in piemonte siete voi che governate) avevano riposto la loro fiducia per migliorare la loro condizione di vita.
e sai cosa faceva hitler ai traditori del popolo tedesco? gli faceva una pera di benzina e li metteva nei forni crematori. e tu con i vari cota, bossi, calderoli che sostieni siete traditori del popolo padano.
permettete a "ebrei" ( comunque il loro modo di agire e' simile a quello di coloro che detenevano i poteri forti nei primi del '900 in germania) di sottomettere dei cittadini padani per giunta votanti lega.
quindi, sei un traditore del tuo tanto sbandierato popolo padano.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scuole occupate, raffica di denunce
indagati decine di studenti milanesi. Immediata la protesta: "I ragazzi sotto accusa solo per aver manifestato. Una cosa del genere
non era mai accaduta". Il vicesindaco De Corato: "Il Comune si costituirà parte civile nei processi"

Ormai in italia non abbiamo piu' nessun diritto di manifestare o scioperare, la repressione aumenta ogni giorno.
Dopo averci destabilizzato, dopo averci impoverito, dopo averci umiliato ora ci tolgono i piu' elementari diritti di una democrazia " il manifestare" , ormai credo che regni solo il " ZITTO E A CUCCIA"

QUANTO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

franco f. Commentatore certificato 05.01.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

C'è una inesattezza in quello che scrivi importante da evidenziare....FACEBOOK NON è un sistema chiuso, ha delle API programmabili, i contenuti (dopo il login) possono essere incorporati in altri applicativi (vedi ad es. Windows LIVE e tutti gli applicativi mobile) di TERZE PARTI!!
Se la maggioranza delle persone mette la propria vita li senza preoccuparsi di metterla anche altrove la colpa non può essere di Zuckerberg e compari!! Loro forniscono uno strumento non sono responsabili di come lo si usa e non ti costringono ad usarlo in un modo o nell'altro. Se non vuoi uscire a vedere i tuoi amici ma preferisci twittare cazzi tuoi non di Twitter...questa mi sembra la classica caccia alle streghe dettata da una profonda ignoranza in materia di dati, metadati e reti.
Una cosa è certa: il futuro di Internet, man mano che la mole di info cresce, va verso gli aggregatori, siano essi sociali o di altro tipo, altrimenti la massa di informazioni diventa infruibile. Questo GS lo sa bene e ha solo investito nello strumento principale di questo momento, guardando agli sviluppi futuri dello stesso e alle strategie aziendali riservate.
Tu stesso cerchi aggregazione per il M5S, pensa se ti accusassero di voler eliminare il sano confronto politico de visu.
Perdonami la franchezza, ma questo post fa cagare, è superficiale, falsamente allarmista e sposta ancora una volta le colpe alle tecnologie piuttosto che alle persone che le utilizzano (poi ci lamentiamo di internet in italia).
Beppe non fare come tutti i giornalisti che scrivono di quello che non conoscono, per certi articoli ci vogliono i TECNICI e, come tu hai detto spesso, per capire le potenzialità e le lecune in questi argomenti ci vogliono i giovani!!

Giuseppe De Rosa 05.01.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento

PADANIA racconta agli amici del blog cosa sta facendo LA LEGA LADRONA in Emilia. E chi parla fuori. In un comune del reggiano sono spariti persino i soldi raccolti per le luminarie

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 05.01.11 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

----------quando gli italiani si erano liberati dei fascisti

oggi ritornati sotto il tema

"lega lombarda"
"casa della libertà"
"forza italia"
"partito della libertà"

tutte CHIACCHERE E DISTINTIVI dei soliti FASCISTI
Edu veramente era da postare:
Sega lombarda
Casa di tolleranza
Dai itagghia
Partito della libertà condizionata"
Bye...Bye..!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 05.01.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ne Olvido ne perdon

mai per i fascisti!

poi posso vivere con delle spaghi nelle scarpe
ma mai piegato a queste merde di negro/ verde


ratti di fogna!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Poi facciamo casino, e diamo più informazioni di quel che vorremmo
È molto semplice, spesso ci si può sbagliare e pubblicare qualcosa di privato senza accorgersene
E oltrettutto, perché vendere a un’azienda le proprie conversazioni?
Un giorno leggerete quelle 5.830 parole e vi accorgerete che Facebook detiene il diritto di fare più o meno ciò che vuole con i vostri dati, compreso venderli a chiunque paghi abbastanza. Facebook è gratis, ma con mezzo miliardo di utenti che lo usano è ora di chiedersi quanto stia facendo bene o male alla società.

Facebook aiuta l’Informazione? Direi di no dal momento che il 90% degli utenti sono bambini che linkano post cretini

Art. 15 della Costituzione “La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili.”

Dov'é finito?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Mah... nessuno ci ha obbligati ad iscriverci...
Cmq resta il fatto che mi piace e che lo trovo bello, interessante e utile.
Ho ritrovato molte persone.

David Zambe, Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
Il direttore dell’edizione britannica di Wired, David Rowan elenca almeno 6 motivi per non usare Facebook
Facebook è nata per fare soldi dando la possibilità agli inserzionisti di sapere con precisione cosa vi piace e cosa no,accedendo ai vostri like, interessi, fotografie e connessioni sociali. Per es., il disclaimer sulla privacy di Facebook in inglese è passato dalle 1.004 parole del 2005 alle 5.830 di oggi (la Costituzione americana ne ha 4.543). Rowan ammira l’impero messo in piedi da Mark Zuckerberg, ma non si fida di lui.
Internet non dimentica
«Quando si è giovani, si fanno errori e parecchie cose stupide» ha detto Obama agli studenti «State attenti a cosa pubblicate su Facebook, perché nell’era di YouTube qualsiasi cosa farete potrà essere tirata fuori in futuro». Tutti abbiamo bisogno di spazio per crescere, sbagliare e cambiare.Se Robert Zimmerman — un ragazzino di una piccola città del Minnesota — avesse avuto Facebook , sarebbe diventato il Bob Dylan newyorkese?
Le informazioni che date per qualcosa, verranno usate anche per qualcos’altro
I database con le nostre informazioni si stanno intersecando sempre di più. Ordinate una pizza per telefono, e il computer che prenderà l’ordine accederà anche al vostro curriculum, ai voti che avete preso in passato, ai prestiti in biblioteca I sondaggi mostrano che già il 35 % delle aziende rifiutano i candidati per le informazioni che trovano sui social network
…e c’è la buona possibilità che vengano usate contro di voi
In un mondo più trasparente, tu hai una sola identità, e stanno per finire i giorni in cui avrai maschere differenti per i tuoi colleghi e per le altre persone che conosci. Un ex partner vendicatore, un collega rivale o un avversario politico potrebbero selezionare le vostre informazioni per danneggiarvi, modellando così la vostra identità in maniera disonesta.
(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

si

diego C., Casale Monferrato Commentatore certificato 05.01.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacete tutti... Specialmente quelli che si lamentano di questo di quello e vorrebbero "contarci" per vedere se siamo 1 in più. Il blog serve per avere informazioni per conoscere. Non bisognerebbe scriverci neanche 1 riga. Purtroppo quelli come voi hanno bisogno di apparire, del potere, l'ego. Non servite.. Se ve ne andate ci fate un bel piacere. l'unica cosa che conta è mettere la croce quando sarà ora l'unica....

diego C., Casale Monferrato Commentatore certificato 05.01.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PADANIA parlaci dei tuoi capi quando erano nel PCI

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 05.01.11 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Passano Francesco Miotto, il padre dell’alpino ucciso, Francesco Rutelli, Ignazio Marino e tanti cittadini. Alla fine, da solo, il premier con un guizzo va davanti al sacerdote, che gli dà l’ostia nonostante sia divorziato e quindi, per la Chiesa, «macchiato dal peccato".

***

Per la chiesa non siamo tutti uguali, c'è chi è più uguale di altri.

Chissà se si era confessato, e se lo ha fatto, chissà quali bugie ha raccontato al prete.

Lui non è avvezzo ad ammettere eventuali errori commessi, lui vanta sempre il suo operato.

Lui è un unto dal Signore: è ancora a piede libero.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 05.01.11 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bè un click al minkio man non si la toglie nessuno

affondate il leghista!
il vigliacco che nega il 25 aprile
FESTA DELLA LIBERAZIONE!

quando gli italiani si erano liberati dei fascisti

oggi ritornati sotto il lema

"lega lombarda"
"casa della libertà"
"forza italia"
"partito della libertà"


tutte CHIACCHERE E DISTINTIVI dei soliti FASCISTI

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dalla camera da letto di palazzo grazioli
un secco no ad erezioni anticipate........
.

cimbro mancino Commentatore certificato 05.01.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Un esercito di mamme collegate tra loro può battere la crisi, trasformare la società, azzerare questa marcia politica. Il blog lancia oggi un'iniziativa permanente dal nome: "Mamme 2.0" per consentire alle mamme di scambiarsi vestiti, giocattoli, scarpe, passeggini dei figli. Film e libri e tutti gli articoli che durano pochi mesi e poi bisogna comprarne subito di nuovi. Perchè comprarli quando si possono scambiare? Il PIL crollerà e chi se ne frega. Nasceranno mille nuove amicizie tra mamme, si migliorerà il bilancio famigliare e si consumerà un po' di meno il pianeta in cui i bambini dovranno vivere. Tutte le mamme che vogliono partecipare possono inviare i loro riferimenti e cosa chiedono o desiderano al blog, un primo elenco sarà reso disponibile in settembre.
Grillo.

Che bella iniziativa!!!!
...e dove si svolgera' il tutto e dove le persone potranno socializzare fornendo i propri dati?
Lo dice Grillo:
"Da subito è operativa un'area Mamme 2.0 su Facebook"

E veng' a Kg e rafaniell'!!!!!

anthony* d. Commentatore certificato 05.01.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una dice: io su facenook ci parlo a mia cugina.
Ma se vuoi parlare a tua cugina, casso, telefonale! O scrivile su e mail! O valla a trovare di persona! Che ci guadagni a mettere tutte le vostre chiacchiere private tra cugine alla visione di cani e porci?
L'altro dice: io ritrovo i compagni delle elementari. Ma, casso doppio, che razza d vita da sfigato che hai se per comunicare con qualcuno devi rintracciare i tuoi compagni di quando avevi 10 anni? E poi per dirvi cosa? Io sono cassintegrato. Io invece operaio all'Enel? Sai che acquisizione! Ma comprati un cane piuttosto!
Il terzo furbissimo li frega tutti: io i dati li dò falsi, poi qua e là semino qualche traccia riconoscibile dagli amici.. E infatti uno per ritrovarti deve leggere 500 milioni di utenti e poi, se riconosce le tracce, ti ritrova.
Nessuno dice: io su facebook ci sto perché sono solo come un cane, perché mi annoio, perché la mia vita non ha un senso, perché non sono nessuno, perché vorrei sentirmi qualcuno, perché tutti sono su facebook e pur'io ci sto per non essere da meno, perché così fan tutti, perché non lo so, perché se ricevessi mai la richiesta di qualcuno che mi chiede di essermi amico vado in brodo di giuggiole fosse pure il mostro di Londra, perché la vita è uno schifo e se non lo si condisce con un po' di gingilli fasulli e di illusioni vanesie è ancora più uno schifo.
Ti odio facebook, perché usi il linguaggio in senso orwelliano, perché con te privacy, amicizia, mondo. umanità hanno un suomo falso di monete bucate inflazionate su un mercato ipocrita e falsificante che gioca con le debolezze umane e e le amplifica e in cui nessuno potrà comprare mai niente di buono o fare qualcosa di utile, per di più illudendosi financo di esiistere.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.01.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Bossi: ha i numeri, è lui la garanzia


la vecchia cimice verde ha detto che "lui è una garanzia"

una garanzia? uno che ha 99 processi in corso?
uno che della evasione fiscale ha fatto un dogma?
uno che lo unico che sà e trovare "ok il prezzo giusto" ad ogni persona?

schifo di bossi cimice sgangherata di un leghista!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pero' facebook serve anche, mi sembra che il primo nobday (quello di un milione di persone a roma) sia stato organizzato con il passaparola su facebook.
ogni cosa va usata nel modo giusto.
come ogni cosa ha il modo sbagliato per essere usata. ma non ne farei uno psicodramma.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.01.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Face il Buc come tutte le cazzate imposte da questo capitalismo becero e delinquenziale farà la fine di Second Life, ricordate le corse per iscriversi e i miliardi investiti per avere visibilità di marketing?

AHAHAH AHAHAH AHAHAHAH AHAHAH AHAHAHA HA HAHAHA HAHAHA HA HAH AHAHAH AHA AHAHAHA AHA HAH AH AHAHA

Le mode passano ma purtroppo i coglioni e i miseri di mente (mi riferisco alla base sociale) che condizionano la nostra esistenza rimangono :)

Brig. Garibaldi Commentatore certificato 05.01.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

"Gli unici veri privilegiati, nel nostro sistema, sono quelli che sbagliano senza pagare per i loro errori, come i responsabili della recente crisi economico-finaziaria. Il premio Nobel Krugman ha detto che, dopo quanto è accaduto, i “fondamentalisti del mercato” dovrebbero andare a nascondersi. Invece predicano e cercano di far pagare ad altri le conseguenze del loro operato."

Tratto da:
http://www.articolo21.org/2345/notizia/mirafiori-e-gli-strafalcioni-sullarticolo-18.html

***

L'unica verità.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 05.01.11 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facebook non è pericoloso anzi è una grande invenzione, anche se va usato con cautela. Se mettiamo cose di cui ci pentiamo non è colpa del geniale Mark che ha tradotto in digitale il sistema di relazioni, chiacchiere e associazione di qualsiasi università o comunità. Le differenze sono nella portata, nella velocità e memoria della rete e, proprio per questo, FB sta cambiando il mondo. L'evoluzione dell'uomo non è questione di DNA, ma di estensioni tecnologiche. Quando l'uomo ha inventato la scrittura è nata la storia: l'esperienza e la memoria umana hanno superato i limiti del tempo di vita delle persone. Con l'automobile e l'aereo l'uomo si è dotato di lunghe gambe capaci di correre a 100 o più Km ora e di ali per volare più veloce e in alto di qualsiasi uccello. Con la rete e le social network si stanno enormemente estendendo le facoltà relazionali dell'individuo. Questo potrà fare paura ma è utile e anche necessario a una società di persone che corrono, volano, hanno la bomba atomica, ma poi si relazionano tra loro come cento anni fa. Questo cambia l'individuo e di conseguenza la società. Ripenso al mio bisnonno. Che direbbe della vita di oggi e del fatto che posso andare in vacanza a Vienna in regime Shengen mentre a lui rischiava le pallottole austriache nel 15-18? La tecnologia ha cambiato radicalmente la società e la cambierà ancora, senza attendere i lenti passaggi generazionali. Le regole del passato vanno riviste, partendo dai concetti universali che le hanno ispirate. FB contiene un pezzo di futuro, come Wikileaks e molto altro in rete. FB sta crescendo come una nuova nazione, vivrà quindi le sue battaglie per l'indipendenza e una gestione "democratica" (comprarla tutti? 150 euro a testa non sembrano moltissimi). Forse anche il mio bisnonno capirebbe.

Peter Amico 05.01.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Report di M. Gabanelli (ma qui il M5S doveve essere + attivo !!!)

Pioltello, 4 gennaio 2011 - Non partiranno alla volta di Ghemme i rifiuti tossici dell’ex Sisas, «accolti» da una levata di scudi di cittadini, comitati e 34 sindaci della provincia di Novara. Il «fronte del no» ha vinto la battaglia, così le 230 mila tonnellate di nerofumo del polo chimico verranno dirottate verso altre discariche di Piemonte, Veneto, Toscana e Lombardia.
Il polverone sollevato dalle proteste degli abitanti della zona di Ghemme contro l’arrivo del nerofumo del polo chimico ha fatto alzare il riserbo più assoluto sulle nuove destinazioni dei rifiuti. Le uniche informazioni che circolano sono generiche e riguardano presunte discariche, non meglio precisate, nel centro-nord Italia. La Daneco sta trattando per un’apertura notturna dei siti di conferimento per poter aumentare l’invio dei carichi da smaltire

capitan harlock 05.01.11 09:34| 
 |
Rispondi al commento

e' l'epoca del "grande fratello" (trasmissione televisiva e simili), facebook forse per tanti e' un sistema per acquistare visibilita' nel mondo.
pero' puo' essere utile ad es per riallacciare i contatti con persone che si erano perse di vista da anni.
comunque non lo uso, mi sembra assurdo che quello che scrivo lo possa leggere anche l'amico dell'amico dell'amico etcetc.
va usato nel modo giusto, bisogna fare un po' di attenzione essendo una finestra aperta.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.01.11 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Bepi ma questo che link è ?? Perchè lo usi??

http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.beppegrillo.it/2011/01/la_bolla_di_facebook

Ciao
Paolo

Flashover 001 05.01.11 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe,
questo è un tema importantissimo, e molto poco dibattuto! Si parla tanto di WEB 2.0 e contenuti generati dagli uteni, ma nessuno dibatte sugli enormi profitti generati da queste piattaforme che "sfruttano" il lavoro dei navigatori!

Utile la possibilità di condivisione e di espressione che la rete offre, ma forse è il caso di capire che le imprese (vedi tripadvisor nel settore turistico) si arricchiscono...... e praticano una concorrenza un poco sleale.

Saluti

Francesco 05.01.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Facebook e' il regno della strumentalizzazione, nulla avviene per caso.
Se Facebook ti chiede di spostarti su twitter è il momento di drizzare le antenne.
Milioni di contatti che hai accumulato se ne andranno in fumo...


Il Capodanno di Silvio ad Arcore
solo soletto davanti alla tv.
Il dittatore è nudo, triste e solitario, lo hanno lasciato le migliaie di prostitute, le due moglie, i 5 figli, gli 8 nipoti, la Carfagna, Gelmini, Prestigiacomo, Santanchè, Previti, Provenzano, Dell'Utri? E Bondi? E Capezzone? E Lupi?
Questi non valgono, sono solo stupidi.

cesare beccaria Commentatore certificato 05.01.11 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' colpa sempre de