Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La crudele industria del Circo


mapuche.jpg
Intervento di Terry Waite CBE, umanista e autore:

La tortura nei circhi (espandi.jpg espandi | comprimi.jpg comprimi)
"Il 20 gennaio 1987 sono stato preso in ostaggio a Beirut e tenuto in cattività per 1.763 giorni, i primi quattro anni li ho trascorsi in totale isolamento. Sono tornato in libertà il 18 novembre 1991. Nessuno nega che incarcerare un innocente sia sbagliato. Eppure sta accadendo proprio adesso, e non solo per gli esseri umani, ma anche per le vittime più inermi. In tutta la Cina e nel resto del mondo, molti animali sono tenuti prigionieri per motivi di svago, per l'industria del circo.

Gli animali non si divertono (espandi.jpg espandi | comprimi.jpg comprimi)
Gli orsi bruni sono certamente dei candidati per il circo. In natura possono vivere 30 anni. Conosciuti per il loro amore verso il gioco, gli piace prendere in giro e scherzare. Farlo in natura con i loro fratelli e sorelle è una cosa. Avere i propri musi legati con dei cavi ed essere costretti a fare giochi che capiscono solo gli esseri umani è un'altra. Si può solo immaginare quanto deve essere disorientante e traumatico per un orso l'essere messo in un ring.

Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale di Animals Asia e visita la sezione donazioni.
Segui Animals Asia Foundation su Facebook

1 Gen 2011, 17:25 | Scrivi | Commenti (49) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mmah.... Che vagonata di cagate....

Leletesla 05.01.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Non so voi ma io non ce la faccio più a vedere in giro tutti quei giacconi con il collo di pelliccia! manco fossimoin Alaska! Ma nessuno si chiede chi ha "fornito "quei peli? A nessuno importa che in gran parte si tratti di cani scuoiati vivi in fabbriche della morte in Cina, dove "lavorano" pure dei bambini? Evvila la globalizzazione e la pelliccia democratica! Pure i bimbi piccoli vanno in giro con il loro cagnolino scuoiato sul collo...e magari al guinzaglio hanno l' amato cucciolo...

francesco mantero (frank54), roma Commentatore certificato 03.01.11 19:38| 
 |
Rispondi al commento

...e tutti quei cani in romania, che ci lasciano brutalmente pelle e pelo, per alcuni calzaturifici italiani?

Salvatore Giuliano 02.01.11 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo,come son cattivi i KOMUNISTI cinesi.
Ma il polipo PAUL era anche lui cinese?

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 02.01.11 21:01| 
 |
Rispondi al commento

http://donzauker.it/2011/01/01/365-papi/

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Saluti comunisti a tutti

Pettirosso Da Combattimento, Collodi 02.01.11 19:38| 
 |
Rispondi al commento

PLo Stato tiene in vita i circhi con il Fondo Unico dello Spettacolo (FUS). Ogni anno devolve al circo milioni di euro, spesso equivalenti all’incasso di un anno. Considerando, per esempio, il circo di Moira Orfei, nel corso degli anni ha avuto accesso a finanziamenti sempre crescenti: 360 milioni di lire nel 2000, 185.601 € nel 2001, 222.722 € nel 2002 e 240.000 € nel 2003, a cui si sommano altri 222 milioni di lire ottenuti nel 2000 per le attrezzature. La Società dello stesso circo ha captato anche cinquanta milioni di lire per un “Convegno di riflessione sui rapporti tra circo e scena” dal quale attendiamo ancora gli atti. Nessuna traccia neanche del progetto editoriale “Pagine di Segatura” che dovrebbe essere stampato, con l’aiuto pubblico, dall’Ente Nazionale Circhi (ENC) il cui pluridecennale presidente, Sig. Egidio Palmiri, presiede anche l’Accademia del Circo frequentata, dietro compenso, da poche decine di ragazzi. La struttura di questa scuola ha simili solo in Cina, Corea del Nord e Russia. Eppure ha incassato il 55% dei contributi del comparto. Non contento di ciò, l’ENC si è scagliato in una pubblica polemica contro la Festa del Circo di Brescia accusata di accedere allo stesso fondo pur non avendo animali! Questo episodio, da solo, spiega perché il circo senza animali (nonostante il successo) sia penalizzato. Ulteriori contributi arrivano dalle TV. Gli spettacoli trasmessi dal terzo canale della rete pubblica, per la noia di chi passa a casa le appiccicose serate estive, sono in realtà registrati a febbraio (mese di magra per i circhi). In pratica il Circo che attenda a Roma a dicembre diventa beneficiario dei soldi delle trasmissioni registrate a febbraio e strutturate con l’acquisto, a spese della produzione, di alcuni numeri stranieri. Degli introiti di tale business ne hanno fino ad ora goduto il Circo di Moira Orfei e quello dell’attuale Senatore di Rifondazione Comunista Livio Togni.

Frnz 02.01.11 19:07| 
 |
Rispondi al commento

anche noi siamo prigionieri di un circo che si chiama italia. e nessuno fa niente

antonio venere 02.01.11 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

kiamatemi vigliacca,ma non sono riuscita a guardare il filmato...ho adottato un cane al canile della mia citta'(Vigevano),perkè avevo da poco perso il mio.da quel giorno,in casa nostra,è entrato un'altro membro della famiglia.c'è voluta molta pazienza,anke perkè,il cane,era stato maltrattato e,di conseguenza,non si fidava di nessuno...ora sono 5 anni ke Pissy(scusate il nome stupido,ma era l'unico a cui rispondeva)è con noi.lo amiamo tantissimo e lui ha imparato a fidarsi ancora dell'essere umano(anke se io gli dico sempre ke non gli conviene...non si sa' mai...)lui vive per noi,ed è il piu' coccolato di tutta la famiglia!!!Odio i circhi,ma anke ki,per qualsiasi motivo,fa'del male agli animali.Sono convinta ke per il genere umano non ci sia piu' speranza e nemmeno tempo per cambiare...Spero solo ke la specie ke verra' dopo di noi,sia in grado di rispettare ogni forma di vita...E spero ke Dio non faccia piu' l errore di darci un'altra possibilita'..non capiremmo niente lo stesso!!!!!!!! con affetto Katia

isola katia 02.01.11 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe! Ti scrivo che informarti che nel paese dove vivo, Villafranca di Verona (circa 30.000 abitanti) l'amministazione comunale si è finalmente attivata con 2 iniziative interessanti, come d'altronde già successo in altri comuni italiani: ti lascio qst 2 link per verificare di cosa si tratta.
http://www.comune.villafranca.vr.it/nqcontent.cfm?a_id=1757

http://www.comune.villafranca.vr.it/nqcontent.cfm?a_id=1756
Auguri di buon anno e grazie per il lavoro che fai e le informazioni che ci porti. Chiara.

Chiara Baldoria 02.01.11 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho avuto modo di studiare il Circo nelle sue evoluzioni storiche. Oltre a questo sono stato diverse volte al circo e ho imparato ad apprezzarne pregi e difetti. Il circo resta forse l'ultima forma di intrattenimento dal vivo in grado di rivolgersi a tutti offrendo ad un prezzo contenuto un'ottima qualità. Il Circo italiano in particolare. Il filmato proposto mostra un circo che non ci appartiene, probabilmente asiatico, le regole e i controlli da noi sono molto + ferree per fortuna. Gli animali del circo non devono subire alcuna forma di maltrattamento. Devono avere un tot di metri a disposizione nelle loro gabbie e tutta una serie di confort a seconda dalla propria razza. NON DEVONO ESSERE CATTURATI IN NATURA MA NATI IN CATTIVITA'. Rimetterli nell'ambiente naturale equivarrebbe ad ucciderli. Di norma gli animali da circo vengono dapprima addestrati in serragli e poi acquistati dai circi e addestrati dai vari domatori al numero. E' sui serragli che dovrebbero intervenire maggiori controlli anche a a livello internazionale. Il circo non si può nascondere è tutto alla luce del giorno. La famiglia Orfei ad esempio offre la possibilità di visitare gli animali tenuti in cattività durante l'intervallo dello spettacolo. Approfittatene per controllare lo stato di salute degli animali. Gli elefanti come i cavalli, gli asini, i buoi e i cani sono da sempre compagni di lavoro degli uomini tuttora usati in molti stati del mondo e nessuno ne fa uno scandalo. Non generalizziamo sempre ogni volta. Non possiamo buttare via anni di tradizioni circensi sulla base di presunte crudeltà come se tutti le facessero. Occorre denunciare ogni circo che fa maltrattamenti accertandoli con controlli e verifiche. Mi fa molta + paura l'uso dei bambini soprattutto nelle scuole asiatiche sin dalla tenera età, e il l'esecuzione di numeri mortali senza mezzi di sicurezza solo con lo scopo di emozionare di + gli spettatori.

Andrea P. Commentatore certificato 02.01.11 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posso conoscere la vera storia della vita di Terry Withe, quella vera, non quella scritta ovunque, cioè, chi è veramente, chi rappresenta, cosa centrava lui ed il Libano, grazie!

De Grandi Franco 02.01.11 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Isabella, grazie per il consiglio, ho visto parte di Earthlings, e' da brividi. Vivo in Inghilterra e qui sono piu' sensibili alle tematiche del documentario, una grossa catena di supermercati come Sainsburys ha addottato una politica "compassion in world farming" promossa da una charity, questo e' il sito dell'organizzazione http://www.ciwf.org.uk
E' comunque gia' un grande passo avanti...

stefano t 02.01.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma vogliamo dimenticare i bambini che si esibiscono in tenera età in numeri che possono essere pericolosi per l'integrità fisica (vedi contorsionisti) e che la TV si compiace a mostrare, quando al contrario un cantante, se minorenne anche di pochi giorni, non può esibirsi in TV dopo la mezzanotte, non si capisce per quale motivo (forse diventa licantropo)?

Claudio Cangemi 02.01.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole per quello che ho visto...
So solamente, verso la fine del video sono scese lacrime dai miei occhi.. Come mai la razza umana non riesce a coesistere con ambiente stesso?? Come mai la razza umana non si interessa della natura stessa??? Come mai inquiniamo, distruggiamo, uccidiamo, sporchiamo e rinneghiamo anche il nostro Dio???? Ma veramente facciamo parte di questo pianeta??? Non meritiamo questo pianeta e non meritiamo di vivere da nessuna parte. Spero in futuro prossimo ci estinguiamo come hanno fatto i dinosauri....Solamente che i dinosauri e' stato come cambiamento di ambiente, per noi ci uccideremo a vicenda..

Dante Gallo 02.01.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento

In questo mondo non esiste giustizia e gli esseri piu' deboli dopo migliaia di anni di civilizzazione continuano a subire.....mah non capisco a che serva la storia!!!

Federico Paracchini 02.01.11 11:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

anche i circhi prendono le sovvenzioni per lo spettacolo,o sbaglio?a proposito di animali,ieri sono andato al ristorante cinese e sul menu' c'erano pinne di squalo.ma non sono in via di estinzione?

roberto 02.01.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non ho mai portato i miei figli al circo nè in futuro proporrò loro di andare allo
zoo. I motivi di questa scelta non c'è bisogno che li spieghi, credo, e loro che sanno le miei
motivazioni non hanno mai insistito. Da qualche
parte bisogna pur cominciare per migliorare que-
sto mondo, a qualcosa bisogna pur rinunciare.

Presenti Laura

presenti laura 02.01.11 10:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Come definire queste morti, se non omicidi?

alma gemme 02.01.11 08:06| 
 |
Rispondi al commento

..è la privatizzazione, bella, ... ciao, ciao.
Quanto è costata a Equitalia?

alma gemme 02.01.11 08:04| 
 |
Rispondi al commento

A me non piace il circo e non ci vado. Mi ci hanno portato una volta da piccolo per il mio grande pentimento. Non fa parte della mia cultura, non mi divertono gli animali che fanno cose strane, i clown mi danno ai nervi e gli acrobati devono fare delle cose stratosferiche anche solo per attirare un minuscolo pezzo della mia attenzione.

Ciò detto, dare i soldi a fantomatiche associazioni per la difesa degli animali da circo non rientra e non rientrerà mai nel mio interesse.
Basta non andare al circo: i circhi chiuderanno tutti e nessuno metterà in cattività gli animali per farne degli spettacoli.
Qualsiasi altra cosa è inutile, anzi molesta.

Così come sarebbe meglio smettere di comprare la merdaccia prodotta dalla famiglia Berlusconi: colpirli al portafoglio innanzitutto. Ad esempio, non comprare più libri di Mondadori, Einaudi, Mondolibri, Panorama, Chi e le altre riviste del gruppo, i DVD della Medusa, eccetera. Anzi, se ne avete e non sono dei capolavori che volete tenere assolutamente, rivendeteli in modo da evitare ad altri di fare lo stesso errore. Ci sarebbe anche da non comprare i prodotti reclamizzati su Mediaset, ma capisco che quello è molto più difficile.

Insomma, informazione è potere. Tutto il resto... è noia, come diceva quello là. E poi, io sono stufo di vedere associazioni per qualunque cosa. BASTA. Bisogna che chi danneggia l'ambiente, PAGHI. Io non pago per quello che fanno gli altri, specie se non ne sono responsabile in alcun modo.

Alessandro Zigliani 01.01.11 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
già nel 2009 la lista civica 5 stelle di Rozzano inserì questo punto nel programma:
"15. Tutela degli animali
Nel territorio cittadino devono essere garantiti lo spazio di vita e il rispetto dei diritti degli animali, prevedendo un apposita delega nell'ambito della Giunta Comunale ed istituendo la figura del "consigliere delegato" alla tutela dei diritti degli animali. Deve essere valutata l'opportunità di affidare a un'azienda di proprietà comunale la costruzione e la gestione di un canile municipale che possa funzionare anche come residenza temporanea per gli animali da compagnia, nei periodi in cui non possono essere custoditi e accuditi in famiglia. Devono essere banditi dal territorio comunale spettacoli e manifestazioni in cui si fa uso di animali in cattività."

visionabile qui:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/rozzano/programma.html

Credo sia un buon punto di partenza per poter elaborare qualcosa che possa essere inserito anche nel programma nazionale del MoVimento.


ho sempre odiato il circo e mi ha messo sempre tanta tristezza.fosse per me avrei proibito l'uso degli animali già da tempo immemore

Luca Montarani (vandamme84), San Martino in Campo Perugia Commentatore certificato 01.01.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Io il circo non l'ho mai amato. Gli animali in cattività mi fanno pena anche negli zoo. Preferisco vederli nel loro ambiente naturale in un documentario.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 01.01.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Scusate però mi inc.... quando leggo certe cose, l'ultima volta che sono stato al circo è stato qualche anno fa e lo scandalo non erano tanto gli animali ma le persone soprattutto dell'est ragazze e giovani che dire sfruttati è poco, per me era schiavismo bello e buono quello lì.

MARIO MURATORI 01.01.11 18:35| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

non portate i figli i bambini ai circhi(che usano animali per i loro spettacoli) o negli zoo (se non a scopo di cura o recupero).........

marco chiassai 01.01.11 17:21| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
ALLA CRUDELTA' AGLI ESSERI UMANI,NEI CONFRONTI DEGLI ANIMALI,ANCHE DA CIRCO, PARE NON ESSERCI FINE,DIAMO UNA PAROLA FINE E SOSTENIAMO ANIMALS ASIA
ALVISE

alvise fossa 01.01.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Purtoppo siamo, su questo misero pianeta, ad un livello evolutivo bassissimo. La prova di ciò non e' data solo dai tristi spettacoli degli animali nei circo ma da ogni attività umana, ogni cosa che facciamo e' un danno per la nostra specie o per gli altri regni. Non riusciamo ancora a capire che la nostra evoluzione deve avvenire nel rispetto delle altre forme di vita. Se non ci estingueremo prima , abbiamo ancora tantissima strada da fare per definirci specie davvero evoluta.

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 01.01.11 16:48| 
 |
Rispondi al commento

E il Sig. Papa che fa?

franco basilico Commentatore certificato 01.01.11 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In paesi come la Cina non esiste una cultura diffusa di rispetto verso gli animali, l'ignoranza fa si che gli animali vengano trattati alla pari di sacchi di patate, infatti non esiste una legge che tutela i diritti degli animali.
Mi ha colpito tanto la storia dei San Bernardi torturati con scosse elettriche prima di venire uccisi per aumentare il grado di adrenalina nel corpo, tutta la storia e' sul sito http://www.saintbernard.biz/cinofag.htm

Per aiutare si possono firmare le petizioni online
questo e' il link:


http://www.petitiononline.com/stopcff/petition.htm

stefano t 01.01.11 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta boicottare i circhi ke usano animali x i loro spettacoli. Lode alle famiglie circensi ke usano se stessi quindi la loro bravura x fare spettacolo.

Adriano Cannone 01.01.11 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Il circo è una merda. Non portate i vostri bambini a vedere quegli spettacoli schifosi ma insegnate loro il rispetto verso gli esseri viventi più deboli. Ne guadagneranno di spirito e cresceranno migliori

Alessandro I. Commentatore certificato 01.01.11 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Se mi date 5 minuti con Orfei ci penso io a buttarlo nel cerchio di fuoco...

Ale 01.01.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Una piccola idea ce l'ho e se permettete: ridare la libertà agli animali e metterci gli attuali politici. Mi sembra uno scambio equo, dopo che hanno trasformato questo paese in un circo...

3mendo 01.01.11 15:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori