Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'altra metà del cielo



"In Italia c'è' una strage di cui nessuno parla, ma che ogni giorno appare sui giornali, sono gli omicidi delle donne, strangolate, sparate, uccise nei modi più vari per i motivi più disparati. I motivi sono sempre riportati nella descrizione degli assassinii, c'è la follia, la gelosia, la fine di un rapporto. Insomma, ogni motivo è buono. Ma che ci frega dei motivi. Questi uomini che abusano della loro forza sono solo dei brutali assassini, educati al disprezzo delle donne da questa società di merda. Quanti sono i porci in circolazione? Ad Arluno, Monica, mamma di un bambino di nove anni è stata strangolata dal suo partner, il viso per i pugni ricevuti era sfigurato, irriconoscibile. E' considerato un fatto di cronaca, infatti è lì che l'hanno messo nel giornale, ma non è così, non è solo questo, è una orrenda mattanza che va estirpata con le buone o con le cattive". Giovanna S.

11 Gen 2011, 23:29 | Scrivi | Commenti (58) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Come disse un grande:
"se fossero gli uomini a fare figli, si potrebbe abortire anche in tabaccheria"!!

La donna per noi è Eva, creata da una "costola" di Adamo perché questo poverino da solo si ANNOIAVA...così Dio gli creò la donna...per trastullarsi un po'!!! Un oggetto con cui divertirsi! E poi di chi doveva essere la colpa di tutti i mali del mondo? Dell'uomo? Nooo, quando mai, se un uomo deve scrivere una storia lo farà a suo vantaggio. La colpa di TUTTI I MALI del mondo è della DONNA!!!!! E' lei che si lascia tentare dal serpente e mangia la mela proibita ma non solo, convince anche Adamo...qui però Adamo è un po' pollo, ma la colpa è della donna che lo raggira....poverino....
Nelle altre religioni, chissà perché, le storie sono diverse ma gira che ti rigira la donna è sempre il trastullo dell'uomo ed è sempre colpa sua se ci sono le sofferenze nel mondo....

Silvia Provvedi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.11 17:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un giorno sì e uno no, maschi frustrati, individui che sfogano così le loro castrazioni, massacrano le persone che più sono loro vicine. Sono solo maschi, non Uomini. Leggo qui commenti intelligenti, altri - quelli più schifosi - che giustificano questi fatti con "l'onore", e che danno la colpa alle Donne o al matrimonio (come se non esistesse il divorzio); altri ancora sembrano consolarsi con "tanto succede dappertutto". Avanti così... Quanto a IVO SANSON, Sacile, mi meraviglia che solamente"certe donne" lo considerino un idiota: ci fosse una votazione raccoglierebbe l'unanimità.
Finché il concetto di Essere Umano, di Persona, non prevarrà sulle parole "donna e uomo" dubito cambierà qualcosa.

Silvano B., Bellinzona Commentatore certificato 13.01.11 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo riprendere a leggere, discutere e vivere testi come "L'asservimento delle donne" di John Stuart Mill (Pentonville, 20 maggio 1806 – Avignone, 8 maggio 1873), per scoprire quanta strada abbiamo fatto ma soprattutto quanta ne abbiamo ancora da fare.

Vincenzo Parente 13.01.11 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Fino a che l' uomo continuerà a fare guerre ed a usare la violenza per ottenere ciò che vuole, non potra esistere nemmeno il rispetto per la vita. La principale causa di tutto ciò è l' ignoranza, la mancanza di cultura ed il rispetto verso le altre persone che già da piccolo i genitori dovrebbero insegnarti, ma di cui non sono capaci perchè è mancato anche a loro questo insegnamento. Bisogna riuscire a cambiare la mentalità delle persone facendo loro da esempio, ma non sarà facile, perchè è più facile sparare che parlare per capire i problemi. Buona giornata a tutti

massimo gandolfi 13.01.11 15:03| 
 |
Rispondi al commento

maschi e femmine non sono amici. Non lo sono mai stati. Un pò complici, se aiutati, (anni settanta ottanta, nel 700...) ma, di fatto, il maschio "possiede" e continua in questa strada, la donna "subisce le regole" e lì si inventa delle "scappatoie". Ci si sposa innanzitutto per non avere schiere di orfani in giro per la strada perchè sia ben chiaro che se i maschi avessero avuto la necessità di un rapporto padre figlio l' avrebbero arricchito nei secoli, invece alle soglie del secolo scorso, ancora, il padre,picchia e umilia per farsi rispettare. L'uomo sfrutta ogni cosa. E' per i testamenti che i figli devono essere ingabbiati nei cognomi dei padri...la successione della ricchezza, del vs nome. Della femmina non ve ne frega una mazza. Strumento come un' altro. Non sono mai esistite madri perfette (e avvocati divorzisti perfetti) ma in percentuale ci saranno un 25% dei maschi portati per la paternità (pochi) e la stessa percentuale possiamo averla (e convengo alta) di madri disinteressate alla sacralità del loro ruolo.Non siamo monogami, non siamo niente, solo quello che vogliamo e possiamo essere...
Di sicuro non amici perchè a leggere i vs commenti si capisce che è più importante sottolineare che certe donne se lo meritano infondo, invece che indignarvi, sempicemente, come fareste se si trattasse di un' ingiustizia rivolta ad un vs pari...
Questa divisione, serve al potere, da sempre. Sveglia, siamo la stessa cosa, "terrestri", con "poteri" diversi. Vi hanno regalato uno schiavo personale un tempo...lo rivolete indietro...è normale...ma abbiate pazienza, i tempi, indicano che non ci vuole niente a tornare ai secoli passati...

remo d' azione 13.01.11 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Hai detto la parola MAGICA,disprezzo che aggiunto al più sfrenato individualismo,stanno affossando tutta la società civile.Il popolo yankee è il miglior esportatore di questo genere di vita,questo popolo di dissociati civili e psichici,sono diventati una piaga per l'umanità.Noi poveri per una considerevole quantità di soggetti,plagiati da questo modo di vivere,siamo i più a rischio,se osserviamo i "politici" che sono nella maggioranza di governo,scopriamo che questi parassiti,perdigiorno,COPIANO tutto ciò che arriva da oltreoceano tanno da essere in accordo perfetto con i mediorientali maledetti che,assediano e uccidono impietosamente una popolazione civile.Purtroppo per noi,NON siamo stati capaci di evitare la colonizzazione di questi esseri spregevoli,a casa nostra vengono,ci orinano,cagano addosso,se ne vanno e a noi non rimane che pulire la loro MERDA.Diamoci una mossa e cerchiamo di nuocere economicamente a questi maiali,niente più
mc donald,cocacola ecc.ecc.mettiamoli alla fame è l'unica possibilità che abbiamo per combatterli.L'unico problema è che il popolino bue è ormai PLAGIATO da questi bastardi e,se morissero solo loro,potrebbe andare anche bene ma purtroppo NON è così.

emi f., voghera Commentatore certificato 13.01.11 14:12| 
 |
Rispondi al commento

E' una gigantesca tragedia!! La morte di chiunque per cause non naturali è una enorme tragedia. Ho letto che è colpe della società!!! Colpevole comodissimo, tutti e nessuno!!! L'educazione non va intesa nel senso di rispettare l'uomo, o di rispettare la donna, ma nel senso che ognuno di noi, qualunque sia il suo sesso, merita rispetto!!! Questa è la sola educazione che cura e che salva da quelle immani tragedie!! ANCHE SOLO CON LE PAROLE SI PUO' UCCIDERE UNA PERSONA, E NON LA SI ELIMINI FISICAMENTE, NON LA SI SPEDISCE A RIEMPIRE UNA FOSSA!! LE NOSTRE PAROLE, I NOSTRI GESTI, SCATURISCONO DA CIO' CHE ABBIAMO DENTRO. PEROLE E GESTI SONO LE NOSTRE TRANSAZIONI CON GLI ALTRI!!! SE LE ANALIZZIAMO TROVIAMO CIO' CHE C'E' DENTRO DI NOI. UN LAVORO CHE CIOASCUNO DI NOI DOVREBBE FARE, LA SOCIETA' DOVREBBE AIUTARCI A FARE. RIMUOVERE, OGNUNO PER SE', E NO CON LA VIOLENZA, MA CON LA MEDITAZIONE SULLA PROPRIA PERSONALITA', QUEI FATTORI CHE CI LIMITANO SIA NEI COMPORTAMENTI, SIA CI LIMITANO NEL RAGGIUNGERE I NOSTRI OBIETTIVI CONSIDERANDO LE ALTRE PERSONE DEGNE DI STIMA E RISPETTO COME LO SIAMO NOI. CHI UCCIDE UNA DONNA LA CONSIDERA UGUALE A SE'???!!!! OVVIO: NO!!!

Alessandro Coghetto, Jesolo Commentatore certificato 13.01.11 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre mancano gli equilibri dei ruoli,una volta le donne sopportavano miseria e fame pur di restare col marito, poi c'e' stata questa evoluzione della donna che l'ha messa al pari dell'uomo e da qui la competizione invece dell'unione tra maschio e femmina. I modelli televisivi di donna accentuano questa caduta di valori e c'e' sempre chi sconfina in gesti estremi.
Da questa societa' siamo vittime entrambi, uomini e donne.
Non so dettare una soluzione, penso che non ce ne siano.

salvatore solaro 13.01.11 07:44| 
 |
Rispondi al commento

la colpa non e' degli uomini violenti, ne' delle donne vittime di violenza..ognuno di noi ha colpe...ogni persona che accetta la societa' in cui viviamo...ogni persona che guarda tutte quelle donne in tv che mostrano culo e tant'altro e non si ribella....questo e' il vero motivo di questa violenza...la donna e' oggetto...sessuale e non solo...la donna come qualcosa da possedere e se non si possiede......si ammazza...siamo tutti colpevoli di violenza, contro la donna e contro l'uomo...io per prima sono colpevole di aver lasciato l'italia e non essere rimasta a combattere...

simona 13.01.11 05:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personalmente ritengo la violenza sulle donne un qualcosa di aberrante . chi alza le mani su una donna , o peggio , merita solo un fracco di legnate , o peggio

Marco Garbellini 12.01.11 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Vedo dei commenti deliranti. 'delitto d'onore..', 'anche certe donne se le cercano..' ..pazzesco. Siete pazzi. Tra l'altro, questo fatto passa come un normale fatto di cronaca solo perchè l'assassino non è marocchino, romeno, albanese, ecc. altrimenti vedreste la lega in piazza con cappuccio e croci infuocate. La mia ragazza è svedese, vive con me in Italia ed il suo commento quando è arrivata è stato: 'a me come straniera va anche bene che non ho la pelle nera'.

raffaele p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.01.11 22:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ci sono donne davvero molto stronze, e a volte se la cercano. ti considerano un idiota ti dicono cosa devi fare e non fare sono sempre li a punzecchiarti queste sono della peggior specie. specialmente nel mio caso che mi so gestire ho una attività per conto mio e ogni giorno devo impegnarmi ne mio lavoro per migliorarmi ho sempre riscontri positivi nelle cose che faccio e anche nei rapporti sociali. io ho imparato che quando incontro questo tipo di donne me la squaglio. sono quelle che gli stanno sulle balla i tuoi amici e a volte la tua famiglia. è un classico. evitatele sono della peggior specie.... e spesso sono anche brutte in tutti i sensi. che orrore.

ivo sanson, sacile Commentatore certificato 12.01.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi episodi accadono perhè le donne sono attratte dai delinquenti; gli uomini normali, sono considerati fessi.

franco basilico Commentatore certificato 12.01.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido il post, mi dispiace per ogni donna che soffre o che ha sofferto; anche gli uomini però a volte sono vittime di altro (non così grave), ho visto famiglie dove l'uomo non conta niente e viene spennato vivo dalle moglie; le donne devono farsi sentire di più ma devono rifiutare alcuni privilegi che hanno.

ENRICO RICUPITO, MADDALONI Commentatore certificato 12.01.11 19:19| 
 |
Rispondi al commento

PROVATE A FARE UN GIRO NEI TRIBUNALI,NELLE SEZIONI FAMIGLIA,LA VIOLENZA NON HA SESSO,LA DONNA DEVE RISPETTARE IL MASCHIO E IL MASCHIO DEVE RISPETTARE LA DONNA,PARI DIRITTI E PARI DOVERI,I PADRI SEPARATI RIEMPONO LE MENSE DELLA CARITAS,MA RESTANO INVISIBILI,VITTIME DELLA VIOLENZA FEMMINISTA.

roberto spagnolo, milano Commentatore certificato 12.01.11 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivido in pieno il post

al casula, cagliari Commentatore certificato 12.01.11 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Finchè la società sarà fondata sul modello patriarcale delle coppie in cui il matrimonio è la massima istituzione (e significa "dovere della donna"), continueranno ad esserci questi omicidi che avvengono da millenni fra chi si dovrebbe "amare".

Danx Dannox 12.01.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Sapete cosa mi ha detto mio figlio (maschio, 14 anni) di ritorno dalla Germania?
"Mamma, là un sacco di donne sono ministre e non si vedono tutte quelle ragazze nude in televisione. Si vede che là le donne sono rispettate. Poi il capo di stato è una signora."

Come spiegargli in che paese di merda vive?

Federica Vezzani 12.01.11 17:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusa giovanna ma con le buone o le cattive ti mette sullo stesso piano di chei picchia e sfigura le donne.
io sono un uomo , maschio , e magari pensi che parteggio per i maschietti ? no io sto dalla parte della legalita'se queste bestie che uccidono donne indifese ci sono c'e' anche una giustizia che li deve giudicare ma con le cattive ti metti sullo stesso loro piano

marco d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.01.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ai signori uomini che si dilettano a picchiare le donne dico solo che se voglio prendersela con qualcuno alla pari mi bastano dieci minuti dieci per mettergli le braccia a posto delle gambe e le gambe al posto delle braccia.

Sebastiano Lo Monaco 12.01.11 13:44| 
 |
Rispondi al commento

E' un tema veramente fondamentale di cui se ne dovrebbe parlare molto di più di quanto si fa. Anche una trasmissione come "Amore Criminale" è di fondamentale importanza educativa, si per le donne che per gli uomini. E' necessario partire dall' educazione fin nell' infanzia, e instillare il significato dell' amore CHE C'E' SOLO QUANDO C'E' RECIPROCITA' " e educare al rispetto dell'essenza femminile, poi occorre smontare miti come il machismo e il rambismo. Non dispongo di dati, ma sono fortemente convinto che sia un fenomeno connaturato alla cultura latina, ma le culture possono essere mutate anche in tempi umani...muoiono quasi duecento donne all' anno per questo, nella totale indifferenza, non tanto dei media, ma dell' opinione pubblica

massimo esposito 12.01.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento

invece di pensare sempre a Sakinè in iran e tutelare in modo ipocrita le donne musulmane, che non hanno bisogno della nostra protezione cominciamo a difendere le nostre mogli le nostre figlie e le nostre sorelle dalla follia degli uomini di casa nostra!
basta ipocrisie sui diritti delle donne violati in medio oriente quando in italia ogni giorno ammazzano una ragazza per gelosia o per chissà che schifo di altra cosa!

Zaccaria Ali 12.01.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sono una ragazza di ventotto anni, respiro maschilismo dalla mattina quando mi sveglio(padre meridionale mentalmente del 1920), non riesco ad essere indipendente economicamente perché guadagno a stento 800 euro al mese, ho paura della metà degli uomini che incontro, l'altra metà mi fa semplicemente schifo...
Dal punto di vista lavorativo, ho cambiato molti impieghi ma la sostanza non cambia, siccome sono donna tutti i miei capi uomini mi hanno molestata, toccata, offesa, non pagata, vessata...
NON ESISTE UOMO CHE RISPETTI REALMENTE UNA DONNA...
Ormai sono arrivata alla conclusione che non ne siano capaci, sono fisicamente più forti, economicamente più potenti, sanno solo schiacciare gli altri in una eterna GUERRA...Non siamo "persone" come loro...anche perché loro sono ancora animali...
Complimenti scimmie bastarde...andate avanti così che sfasciate il mondo e la specie umana stessa!
MALEDETTI

Valentina 12.01.11 10:34| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dico ma... siamo impazziti???
Ma che razza di commenti sono???
Uomini, ma non vi vergognate??? Qualsiasi cosa possa aver portato quest'uomo alla follia omicida non può e non deve giustificarlo! Ha UCCISO UNA DONNA! HA UCCISO un'altra persona! Ma cosa stiamo diventando??? Animali? C'è chi (probabilmente ferito da un'altra donna) lo giustifica, c'è chi parla di DELITTO D'ONORE... Ma quale "ONORE" c'è ad ammazzare un'altra persona???

Vergognatevi!

Davide Maggi (dadinux), davide.maggi@gmail.com Commentatore certificato 12.01.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Donne afgane,africane,orientali,italiane...
Tutto il mondo è paese.
Il maschio immaturo che usa solo la forza bruta lo trovi dappertutto.

ornella degon Commentatore certificato 12.01.11 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ne ho veramente le palle piene di queste stron*ate sulle fregnole vittimiste. Volete il subumano? E non lamentatevi, perdio. E non gli tira, e ve le da', e non venite, e questo & quello. Ricordatevi che prima di venire bisogna andare... avete capito dove.


Certo come se la donna fosse veramente l'immacolata conFezione.

Le donne portano via i figli agli ex-mariti e gli impediscono di vederli rovinando per sempre il rapporto padre-figlio.

Le donne alterano i cibi che fanno mangiare ai loro mariti che odiano per farli star male.

Le donne spremono alcuni uomini fino all'ultima goccia e poi li buttano via.

Le donne usano i figli come arma di ricatto.

Le donne abortiscono per fare carriera.

(tutto vero e documentato)


Tutto il mondo è paese cerchiamo di capirlo e di non addossare la colpa in base al sesso.


Sceglieteveli meglio i partner!!


a volte (ritornano) Commentatore certificato 12.01.11 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellezze queste sono le gioie di quel matrimonio monogamico patriarcale da voi tanto agognato e sognato! Ora avete anche la faccia tosta di lamentarvene. Sia chiaro, io non mi sono mai sposato, né mai mi sposerò, perchè da tanto, tanto tempo ho capito che la "famiglia tradizionale" è una vera e propria prigione, è il CANCRO della società. E toglietevi dalla testa che l'essere umano è monogamo, perchè non è così! NON SPOSATEVI E NON CONVIVETE E IL PROBLEMA DELLA VIOLENZA NON ESISTERA' PIU'! IMPARATE DAI BONOBO!!!!

Arnaldo 12.01.11 09:09| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo. Ma è tempo di passare alle "cattive". Le buone non hanno sortito buoni risultati, a quanto pare.
Specialmente per i delitti, i crimini, di natura sessuale: il maschio deve pagare MOLTO duramente e amaramente.
Deve passargli la "voglia" di rifarlo.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 12.01.11 09:08| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
E' ANDATO PERSO IL RISPETTO PER LA DONNA,NELLA NOSTRA SOCIETA',ORMAI DIVENUTA INCIVILE
ALVISE

alvise fossa 12.01.11 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Che spcieta' incivile. Ancora che ci tocca commentare fatti di cronaca di questo genere.

Giuseppe 12.01.11 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia vergognoso dover ancora commentate fatti di cronaca di questo genere. Il fatto e' che cambiano i tempi le tecnologie, le citta' ed apparentemente ci sembra di "evolverci" sempre più' ed allontanarsi dall'essere incivili e privi di senso morale e civile quando la realta' rimane invariata fin dai tempi degli uomini delle caverne. Si uccide per gelosia ed invidia. Siamo una razza inferiore!

Giuseppe 12.01.11 08:30| 
 |
Rispondi al commento

La societá civile, saprá e capirá, spero, e sará quello il momento in cui la mentalitá cavernicola pagherá molto caro il dolore delle donne come Monica.

Filippo 12.01.11 08:06| 
 |
Rispondi al commento

Come studio aperto?credo che Beppe si sia offeso!!!!In quanto ai commenti di Giovanna condivido pienamente,un problema da estirpare con qualsiasi mezzo.

rossi maurizio 12.01.11 07:15| 
 |
Rispondi al commento

Io sono per le cattive, Giovanna. A buon rendere...

Edmond A., Zurich Commentatore certificato 12.01.11 01:41| 
 |
Rispondi al commento

C'ERANO MENO DELITTI QUANDO C'ERA IL IL DELITTO D'ONORE!

Giuliano Sacconi, Fabriano Commentatore certificato 12.01.11 00:28| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori