Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Marea nera in Sardegna


Porto_Torres.jpg
Il disastro ambientale di Porto Torres non ha voce. La distruzione della Sardegna e la E.On non trovano spazio nelle prime pagine dei giornali dei direttori del bunga bunga pagati dai soldi pubblici e dalla pubblicità dei petrolieri.
"Sono un ragazzo sardo che vive a Modena. Ti scrivo perche tu sei l'unico che può far sapere cosa succede in Sardegna. Nel golfo dell'Asinara qualche giorno fa una nave di una compagnia potentissima (E.on ) ha riversato più di 30.000 litri di olio combustibile nelle acque di Porto Torres distruggendo 18 km della spiaggia di Platamona. Nessuno ne parla. Bisogna divulgare la notizia. Anche Greenpace italia chiede aiuto per divulgare la notizia AIUTACI AIUTACI TI PREGO". fabio p.
Leggi: "Porto Torres nuova perdita inquinante. E.On snobba enti locali e va da Cappellacci"

19 Gen 2011, 22:51 | Scrivi | Commenti (48) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E PER LO PIU' DA MAFIOSI, CAMORRISTI, NDRANGHETISTI, CORROTTISSIMI ASSASSINI COME PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO!! IL GIOCHINO KILLER, IL GIOCHINO DISTRUGGI VITE DELLE "DISARTICOLAZIONI CON TRAUMA" POTREBBE TOCCARE ANCHE A VOI.
http://cerca.unita.it/ARCHIVE/xml/210000/207045.xml?%20key=3Dspataro&first=
http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/golpdf/uni_2006_10.pdf/26INT09A.PDF&query=massimo%20solani%20%22Massimo%20Brutti%22
http://www.cittanuove-corleone.it/Scontro%20di%20civilt%E0,%20l'Italia%20dei%20mascalzoni.html
http://www.veritagiustizia.it/old_rassegna_stampa/la_stampa_piano_traumatico_contro_la_sinistra.php
http://www.antimafiaduemila.com/200804153117/articoli-arretrati/lo-stato-mafia-contro-lo-stato.html
http://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna/archivio/lanuovasardegna/2006/10/27/SA2PO_LA203.html
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/26/bianconi.html
http://www.societacivile.it/focus/articoli_focus/sismi4.html
http://it.groups.yahoo.com/group/noberluska/message/47308
http://discutere.wordpress.com/2010/09/24/007-licenza-di-infangare-cimici-e-nastri-da-pollari-a-marrazzo/
VIVA IL 25 APRILE 1945, VIVA LA VERA DEMOCRAZIA E LIBERTÀ!!!!!!!!!

Stefano Roma. Leo Fund London. 08.12.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento

QUELLI DELLA SPARATORIA IN PIAZZA BERNINI A MILANO!

2)

IL POLIZIOTTO TERRIFICANTEMENTE CORROTTO DA CAMORRA, NDRANGHETA E MAFIA, PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO PROTESSE PER DECENNI I MEGA KILLER CALABRESI BARBARO E PAPALIA DI BUCCINASCO E CORSICO ( NEGLI ANNI 90 RICEVETTE DA LORO DECINE DI MILIONI DI ALLORA LIRE, PRESSO IL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI BAGGIO - QUARTIERE OLMI.. INFATTI, POI CHIUSO...PROPRIO PER LE MAZZETTE BASTARDE, INTRISE DI SANGUE DI MORTI AMMAZZATI DA CRIMINALI SPIETATISSIMI, CHE IL POR/CORROTTO PASQUALE RIZZIERI PRENDEVA)!!! IL VERMINOSAMENTE CORROTTO DA MAFIA CALABRESE, MAFIA SICILIANA E ANCOR PIÙ MAFIA CAMPANA, PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO ( UNA VOLTA ANCHE DI UIGOS, NON SONO A CONOSCENZA SE ANCORA), COLLABORAVA ADDIRITTURA A SPACCIARE COCAINA CON O CAMORRISTA (COME PASQUALE RIZZIERI STESSO) .... MASSIMO "MASSIMINO" IMPOLITO DI VIA MAR NERO A MILANO. E CON LA PROSTITUTA NDRANGHETISTA PATRIZIA TROPIANO, SEMPRE DI VIA MAR NERO A MILANO. E UCCISE A COLTELLATE, UNA PERSONA, NEL PARCHETTO VICINO ALLA STESSA VIA MAR NERO, INSIEME AL BASTARDISSIMO ASSASSINO MASSIMO "MASSIMINO" IMPOLITO STESSO. NON PER NIENTE NOTO COME "MASSIMO IMPOLITO O SCANNA GENTE"!!! ULTIMAMENTE SONO STATI ARRESTATI I MANGANO. EBBENE, IL SUINO CORROTTISSIMO, NAZIFASCISTA, DAVVERO POLIZIOTTO PRO CAMORRA, NDRANGHETA E MAFIA, PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO ERA VICINISSIMO AI MAFIOSI MANGANO ( IL CUI CAPO STIRPE ABITAVA A "CASA DI APPUNTAMENTI" BERLUSCONI PRESSO "H"AR"D"CORE, NOTORIAMENTE: BERLUSCONI E COSA NOSTRA.. STESSA MERDA E DA "SOLO" MEZZO SECOLO). COME LO ERA VICINISSIMO AI MAFIOSI LO PICCOLO E FIDANZATI DI PALERMO E MILANO. NE SCRIVEREMO GIORNO E NOTTE. FINO A CHE UCCIDERÀ ANCHE NOI? MEGLIO MORTI DA UOMINI VERI CHE VIVI DA INDIGNITOSI CORNUTI E MAZZIATI. MEGLIO MORTI DA UOMINI VERI CHE VIVI DA VITTIME, FATTE PASSARE PER CARNEFICI A FINI BERLUSCONAZIFASCISTI.. E PER LO PIU' DA MAFIO

Stefano Roma. Leo Fund London. 08.12.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

1)

VERY IMPORTANT WARNING PLEASE

QUESTO TESTO NON INTENDE ESSERE PER NULLA CONTRO LE FORZE DELL'ORDINE IN GENERALE. CHE IN ALCUNI CASI A FRONTE DI UNA VITA PIENA DI SACRIFICI, E MAGARI NEANCHE TANTI AGI, HAN DATO ANCHE LA VITA, COME QUANDO IL BASTARDO STRAGISTA, MEGA MANDANTE DI OMICIDI, LADRO, DITTATORE NAZISTA, MAFIOSO, CAMORRISTA, NDRANGHETISTA, SUPER LAVA SOLDI MALAVITOSI ED ACCLARATO PEDOFILO SILVIO BERLUSCONI ORDINÒ LE STRAGI DI CAPACI E VIA D'AMELIO. IN OGNI CASO, LA REALTÀ NON É MAI TOTALMENTE BIANCA O NERA. É QUASI SEMPRE GRIGIA. HAI TANTISSIMI ( MA NON TUTTI, RIPETO, NON TUTTI, PER LO MENO LO SPERO) POLIZIOTTI E CARABINIERI CORROTTI DALLE MALAVITE. CHE ASSASSINANO PER LE MALAVITE. O PER I SERVIZI SEGRETI NAZIFASCISTI PRIVATI E PUBBLICI DEL CANCRO DA ESTIRPARE, DA FAR MARCIRE IN GALERA ( OVE IN OGNI ALTRA NAZIONE AL MONDO, VI SAREBBE E DA DECENNI), SILVIO BERLUSCONI ( E FAN PASSARE IL TUTTO, SPESSO, PER FALSISSIME MORTI NATURALI, INCIDENTALI O SUICIDA.. VEDI CASI CUCCHI, MASTROGIOVANNI, BUDRONI, UVA, FERRULLI, CALIN, BIANZINO, TURRISI, FERRULLI E MIGLIAIA DI ALTRI DI CUI NON SAPPIAMO.. IN QUANTO VENNE STUPRATA DEMOCRAZIA E VERITÀ). UNO DI QUESTI POLIZIOTTI CAMORRISTI ED ASSASSINI É DI CERTO IL CRIMINALISSIMO PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO. PRESSO PIAZZA DEL VENINO. FIERI DI FARNE SAPERE AL MONDO INTERO. AMMAZZI PURE NOI, SE VUOLE. TANTO, UNA PERSONA CHE EGLI, SE NON MEGLIO DIRE, "ESSO", HA FATTO FUORI IN PIÙ A FINI FASCISTI E MAFIOSI, ALIAS, A FINI BERLUSCONIANI .. O MENO...

OCCHIO AL CORROTTISSIMO, PURE ASSASSINO, AFFILIATO ALLA CAMORRA: POLIZIOTTO PASQUALE RIZZIERI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO. FA IL POLIZIOTTO A FAVORE DI TANTE MAFIE" O POLIZIOTTO PREZZOLATO ED OMICIDA" PASQUALE RIZZIERI DI DEL COMMISSARIATO DI PORTA GENOVA A MILANO"!!! E NON CONTRO, COME DOVREBBE ESSERE IN OGNI PAESE .. ANCHE SOLO NORMALE! VI SONO FOTO MENTRE PRENDE MAZZETTE DAI NDRANGHETISTI GIORGI. QUELLI DELLA SPARATORIA IN PIAZZA BE

Stefano Roma. Leo Fund. London. 08.12.13 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe deluca . vai qui
.e grazie
http://it-it.facebook.com/#!/home.php?sk=group_122643237806529&ap=1

dina ., cagliari Commentatore certificato 06.02.11 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe deluca . da cittadina sarda concordo con te . con amarezza . e di più. che non servono a niente se non si agisce contro a martello di continuio . abbiamo votato in maniera sbagliata . Ci hanno comprato i Voti . con soldi politiche di "intanto sono tutti uguali " :Non portiamo avanti le proteste dopo il primo urlo . I vertici comprano associazioni di tutema ed enti di protezione . si compra tutto . blog tg giornali fanno copia incolla di articoli sul problema .. e qui vedi c'è silenzio.

dina ., cagliari Commentatore certificato 06.02.11 14:48| 
 |
Rispondi al commento

I cittadini sardi hanno deciso da chi farsi distruggere. Hanno bocciato la politica di Soru che era l'unico politico disposto a morire pur di difendere il suo territorio. I cittadini sardi si sono venduti per un piatto di lenticchie e queste sono le conseguenze. Dico questo con amarezza da calabrese che ha visto distruggere la Calabria sia dalla vecchia che dalla nuova classe politica di destra e di sinistra.

giuseppe de luca 06.02.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Fermiamoli!!

graziano cassinelli 06.02.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

date una occhita a questo filmato

e riflettiamo

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2011/02/04/pop_tribu.shtml

francesco ad gajanin

francesc o 04.02.11 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Ci siamo fermati ?
ma la marea nera no.... va al trotto
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7bc5243a-2469-42b5-9658-04061c2e1219-popup.html

dina ., cagliari Commentatore certificato 03.02.11 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Mentre i politicanti Sardi TACIONO Beppe Grillo si preocupa contro l'inquinamento a Porto Torres.
Sarebbero dovuti correre a migliaia i Sardi trascinati dai rapresentanti politici a gridare con rabbia contro chi a causato questo incalcolabile disastro e far presidio permanente con la presenza di questi comodi politicanti di ogni schieramento. Nulla di tutto questo perchè hanno altro a qui pensare e chi votare alle primarie. A pensarci bene cosa vuoi che importi dei disastri che sucedono in Sardegna meglio ocuparsi di campagna eletorale daltronde una poltrona del palazzo rende bene e non possono dar fastidio a chi in Sardegna crea lavoro cosa importa se sucede un piccolo incidente per uno sversamento di 18 mila litri di olio combustibile della E.On, pensiamo a quanti posti di lavoro garantiscono ai Sardi, prima o poi lo recupereranno e se il mare se lo ingoia ancora meglio cosi almeno non si vede. No non possiamo perdere tempo a pensare a queste cose ci penseranno a Roma a risolvere tutto daltronde hanno già preparato anche un piano di bonifica perchè mai noi ci possiamo esporre e andare contro questi benefattori.
Se non fosse una situazione cosi drammatica, alla notizia di Beppe Grillo avrei detto (Ci mancasta scetti tui). Devo ricredermi e devo anche ringraziare Beppe Grillo e ben vengano tutti quelli che la pensano come lui che diano il buon esempio anche a quei Sardi che si VANTANO nei giornali e in televisione di essere custodi de sa Natzione de Sardigna che avrebbero dovuto immediatamente muoversi Leader, Sindaci, Presidenti, Movimenti, Sindacati, Stampa e quanto in Sardegna vanta di tenerla a cuore e promuovere un DISSENSO di tutto l'intero popolo Sardo. Invece nulla di tutto questo perchè tanto i Sardi sanno che c'è sempre che qualcuno ci darà una mano.
Grazie Beppe Grillo vedrai quanti POLITICANTI correranno al tuo fianco per farsi vedere in televisione

MARIO FLORE FLORE MARIO, Elmas Commentatore certificato 25.01.11 17:12| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno si preoccupa per il turismo. giusto . si parte da questa preoccupazione . e allora via nasconderanno coi trattori tutti i grumi sotto sabbia. lo stanno già facendo. e una volta pescati i pesci neri neri, con l'amuchina e il vernidas ridaranno il lucido . diciamolo. disastro si ma di serie B. informazione in terza pagina. la gente del posto se ne accorge ora .solo ora

dina ., cagliari Commentatore certificato 25.01.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento

altro chè pale eoliche.


Non è la prima volta che la Saras, ma anche altre compagnie, cercano il petrolio in Sardegna, nessuna possibilità di diventare la nuova Arabia Saudita, ma coi prezzi del petrolio che salgono, causa il raggiungimento del massimo picco produttivo (il così detto Peak Oil) e la domanda mondiale ancora in crescita, anche i giacimenti più piccoli, una volta di scarso interesse economico divengono appettibili.

Due le aree interessate dalla richiesta di permesso di ricerca in mare presentata dalla Saras presso il dipartimento per l’energia del ministero dello Sviluppo economico (indovinate un pò? La Regione Sardegna non ha poteri in merito!!!!!), 693 chilometri quadrati nel Golfo degli Angeli e 633 chilometri quadrati nel Golfo di Oristano. BUON CATRAME A TUTTI:

gigi boi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.01.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento

mammuthone . concordo con te, SVEGLIAMOCI Noi SARDI .ma svegli lo siamo sempre quando si tratta di prendere dall'onorevole di turno promesse e paghette spicciole. abbiamo eletto un Governatore che non si allerta dell'inquinamento, di Quirra, di abusi edilizi che cementificano le coste. Bisognava muoversi subito e subito mettere l'E.ON di fronte alle proprie responsabilità- Solo ora con l'indignazione delle persone del luogo, arrivano i mezzi adeguati d'intervento . Qualcosa comunque si muove e sono i cittadini delle zone della marea nera che si aggregano e iniziano a far qualcosa.
Seguiamo qui per favore .quello che i giornali non dicono sull'inquinamento marea nera in Sardegna
http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168421786535570&ap=1

dina ., cagliari Commentatore certificato 25.01.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Da sardo, emigrato all'estero per non morire di fame, dó la piú assoluta ragione a chi incita i sardi a darsi una svegliata.

I sardi é meglio che imparino IN FRETTA di chi fidarsi e chi prendere a calci nel sedere.

Il discorso vale con le multinazionali esperte nell'inquinamento di un territorio vergine (si vedano a tal proposito le vicende della Saras, ben piú antiche é ben piú drammatiche di quanto succede in questi giorni nel nord Sardegna); vale con i tanti proprietari di bar-locali-pub-disco.... Milionari... buoni a dare, nella migliore delle ipotesi, lavoro come camerieri ai sardi; vale con proprietari di vulcani artificiali nelle ville, geniali nell'offrire un lavoro da giardiniere a tutti i sardi; vale con presidenti della Regione che hanno vinto una campagna elettorale senza proferir parola, solo grazie alle megalomaniche promesse del Satiro... e vale anche per molti degli stessi Sardi. Ebbene, molti di noi, un bel calcio diritto in mezzo al culo, se lo meritano. Tutti bravi a elemosinare un lavoro di mrd, sia in miniera, a Portoscuso, alla cartiera, a Fiumesanto... tutti meno bravi nel mettersi un paio di stivali di gomma e a raccogliere catrame dalle spiagge. Prendiamo esempio dagli abitanti della Galizia, porca miseria. Siamo giá lí a piagnucolare, a temere ripercussioni per il turismo e per la pesca (scommetto che c'é giá che inizia a preparare le carte per chiedere un risarcimento...) ma quanti sono andati a sporcarsi le mani??

Raccogliamo la mrd che é arrivata nelle nostre spiagge, e cacciamo chi ha provocato questa ennesima devastazione.


E, per favore, impariamo a diffidare di chi arriva dal mare a offrirci posti di lavoro a bizzeffe. La nostra storia é fatta di colonizzatori. É ora che ce ne rendiamo conto, e che impariamo a difendere la nostra terra.

mammuthone 25.01.11 02:58| 
 |
Rispondi al commento

Si continuano a raccogliere palle di catrame. Da Porto Torres fino alle coste della Gallura. Il grecale ha "centrifugato" l’olio combustibile presente in mare e l’ha spiaggiato in punti dove finora non c’era traccia. Le operazioni di bonifica proseguono, ma sotto accusa finiscono Regione e Governo perchè gli amministratori locali ritengono inadeguata la risposta data finora per fronteggiare la grave emergenza ambientale
. non stanno facendo quello che andrebbe fatto. Non gliene importa nulla in preimis alla Regione Sarda

dina ., cagliari Commentatore certificato 24.01.11 10:49| 
 |
Rispondi al commento

e ci piacerebbe sapere se è stata aperto un procedimento oltre che nei confronti della E.ON anche su chi non ha saputo gestire l'emergenza

dina ., cagliari Commentatore certificato 22.01.11 01:30| 
 |
Rispondi al commento

E' bellissimo qui in Italia la gente muore e non si scopre il colpevole,si inquinano i mari di diossine,petrolio,olii e merde varie e non e' colpa di nessuno.La Exxon Valdes ha distrutto le coste dell'Alaska e il presidente Clinton alla compagnia gli ha fatto un ORGANO COME UNA CASA, obbligandoli a pagare 1 miliardo di Dollaroni di multa,(one billion Box).Bunga Bunga, Ford Escort, Attricette e nipoti di dittatori a parte, questo governo e' veramente poverello.

GIORGIO C., ROMA Commentatore certificato 21.01.11 19:44| 
 |
Rispondi al commento

La gente vuole partecipare, hanno raccolto mille buste di monnezza petrolifera finora.

dal blog http://dorsogna.blogspot.com/

"...Ma non sono sufficienti i volontari - non possiamo andare avanti cosi' in Italia, senza personale e a colpo di volontari e di gente che lavora gratis per il bene comune e solo per amore. Dov'e' la Castalia? Dove sono i ministri? Dov'e' la Prestigiacomo? Dov'e' il presidente del Consiglio?" leggiamo questo blog per favore

dina ., cagliari Commentatore certificato 21.01.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo i tunisini hanno più palle di noi italiani! Ma per arrivare al loro grado di incazzatura dobbiamo ingoiare ancora tanta merda? Speriamo di no e organizziamoci per scovare quei politici e quei industriali che se ne sono sempre fregati di noi e del nostro ambiente. Sputate per terra tutte le volte che incontrate un qualsiasi politico.

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 21.01.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

La mare nera ha sbagliato la mira e ha beccato Porto Torres, che non è zona di grande interesse turistico, ma solo di onesti lavoratori. Correggendo il tiro poteva sversare un pò più in là, in piena costa smeralda, in mezzo ai panfili con i rubinetti d'oro e alle ville miliardarie, magari costruite con i proventi del petrolio. Garantito che tutte le televisioni del mondo avrebbero fatto un gran baccano. Ancora una volta a subire sono i poveracci e gli indifesi.

g.n. 20.01.11 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inviate i video a Striscia.....sono gli unici che possono divulgare e sputtanare!!!

cristina 20.01.11 18:17| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
ALLA STUPIDITA' NON C'E' FINE,CHE CI INFORMASSERO DI QUESTO DISASTRO AMBIENTALE STI VENDUTI ALLO PSICONANO E MENO MALE CHE LA RETE C'E'
SARDI INCAZZATEVI NERI CON QUELLI CHE VI HANNO INQUINATO IL MARE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 20.01.11 18:16| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATE IL VIDEO:

http://www.youtube.com/watch?v=8RkeW5JdPyI

Davide Pala 20.01.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento

ADESSO BASTA !!! OGNI GIORNO QUESTO PAESE CI RIEMPIE LA FACCIA DI MERDA DA QUANDO CI SVEGLIAMO A QUANDO CI ADDORMENTIAMO SE NON ADDIRITTURA NEI NOSTRI SOGNI....IO NON NE POSSO PIù, E OGNI GIORNO CHE PASSA MI SENTO SEMPRE PIù AUTORIZZATO A NON RISPETTARE LE REGOLE CHE QUESTA SPECIE DI STATO IMPONE A NOI POVERI MORTALI DI CERTO NON AI NOSTRI "POLITICI" DIPENDENTI. SCUSATE MA PENSO CHE SIA ORA CHE I SARDI TORNINO UN PO QUELLI DI UNA VOLTA: SPIETATI, POCO ACCOGLIENTI E VENDICATIVI, OVVIAMENTE CON CHI SE LO MERITA TIPO POLITICI, IMPRENDITORI SENZA SCRUPOLI, ETC. IO SABATO ERO A PLATAMONA, ERA UNA GIORNATA STUPENDA. UN MERAVIGLIOSO TRAMONTO ED UN MARE...NERO, OLIOSO ED INFERNALE. DOPO QUESTO SFOGO SCRIVERò DIRETTAMENTE ALLE e-ON IN GERMANIA. i TEDESCHI MI STANNO SIMPATICI, CONDIVIDO CON LORO MOLTE COSE (PASSATO A PARTE OVVIO) E SONO I TURISTI STRANIERI PIù PRESENTI IN SARDEGNA DA SEMPRE ! CI SCOMMETTO LE PALLE CHE LORO DISTANTI MIGLIAIA DI KM DA NOI, PER QUESTO DISASTRO SONO CAPACI DI INCAZZARSI MOLTO PIù DI NOI, E NON SONO CONDIZIONATI DALLE CAZZATE CHE OGNI GIORNO SENTIAMO O LEGGIAMO. dOBBIAMO RIBBELLARCI SMETTERLA DI ESSERE SCHIAVI. CHI CI GOVERNA CI STA INSEGNANDO GIORNO DOPO GIORNO CHE LE LEGGI SI POSSONO CAMBIARE SE NON ANNULLARE, QUASI A PIACIMENTO ! ALLORA DICO ED INVITO ANCHE I PIù MODERATI DI SEMPRE A CAMBIARE OPINIONE E MODO DI PENSARE, NON AVERE PIù PAURA NE DELLE FORZE DELL'ORDINE, NE DELLE DIVISE, NE DELLE RELIGIONI (CHE SECONDO ME SONO IL MALE PIù GRANDE CHE HA AFLLITTO L'UOMO DA QUANDO ESISTE, PENSATECI....) NE DI NIENTE. c'è GENTE PER BENE E GENTE CHE NASCE O DIVENTA DELINQUENTE IN TUTTI I SETTORI IN TUTTE LE SITUAZIONI DI QUESTO MONDO ! BASTA CON I SIG., DOTT., ON. MONSIGNOR E VIA DICENDO. SIAMO PERSONE E TUTTE UGUALI, INCOMINCIAMO A IDENTIFICARCI E IDENTIFICARE GLI ALTRI IN QUESTO MODO. NESSUNO E MEGLIO DI UN ALTRO SOLO PER IL RUOLO CHE RICOPRE O RAPPRESENTA. SE UNO SI COMPORTA BENE NESSUNO PUò E DEVE DIRGLI NULLA ! RIVOLUZIONE !!!

Claudio Olla, Sassari Commentatore certificato 20.01.11 16:54| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna!
Vivo a Sassari a 10minuti dalla spiaggia che aimè non è l'unica colpita dalla marea. Ora il petrolio è gia arrivato negli ex meravigliosi paesaggi di SantaTeresa e CapoTesta. Un disastro!
Qui siamo disperati!
Nessuno ne parla. Io ho montato due video con delle foto che ho scattato il 16 Gennaio. Anche io ho scritto a Beppe la sett scorsa.
ecco il video:

http://www.youtube.com/watch?v=8RkeW5JdPyI

Davide Pala 20.01.11 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo, che schifo, che schifo!
Sono Abruzzese e sento da vicino il problema petrolio (stiamo cercando da anni di sbattere fuori i petrolieri che vogliono estrarre nei nostri uliveti, vigneti e persino nei nostri laghi e riserve!).
Qesta notizia mi affligge.
Ogni volta che sento parlare di un disastro petrolifero penso che i prossimi potremmo essere noi.
Dopo un disastro del genere la vita non può più essere la stessa, venire privati della propria terra è come farsi amputare una gamba.
E chi è ancora salvo, non lo sarà per sempre!
Tutta l'Italia è interessata dal problema petrolio, e credo che la migliore arma sia il boicottaggio (immaginate cosa potrebbe succedere se per una settimana non circolassero macchine in tutto il paese).
USIAMO MENO PETROLIO POSSIBILE: automobile solo se davvero necessaria, e quando possiamo viaggiamo con più persone, usiamo meno buste di plastica (portiamoci sempre dietro una borsetta in tessuto, anche per andare in farmacia!), meno assorbenti usa e getta(sono terribilmente inquinanti e poco igienici) in favore delle coppette mestruali che durano 10 anni o degli assorbenti in tessuto, meno bottiglie di plastica (quante persone hanno una buonissima acqua che esce dal rubinetto ma LA COMPRANO?), meno stoviglie in plastica usa e getta, insomma cerchiamo di ridurre sempre di più il nostro consumo del petrolio, altrimenti ci sarà sempre un'Eni o un E.On di turno pronta a distruggere ciò che amiamo (o semplicemente ciò di cui abbiamo bisogno per vivere).
C'è una professoressa italo-californiana che si sta occupando del caso abruzzese, una persona squisita e davvero in gamba che è riuscita finora a salvarci dalle grinfie dei petrolieri, leggete il suo blog per approfondimenti (illuminanti!)
http://dorsogna.blogspot.com/

Iolanda 20.01.11 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E CAPELLACCI CHI è ????
IL SERVETTO DEL SIG. NANO PADRONE ..
QUINDI ,, TUTTO A POSTO , NON è SUCCESSO NIENTE ,
TANTO LA SARDEGNA è TERRA DI NESSUNO E DI CONQUISTA ,,... MA LA COLPA PRINCIPALE è DI NOI SARDI CHE SOPORTIAMO E PERMETIAMO QUESTO E MOLTO ALTRO .. E NON CI RIVOLTIAMO UNA VOLTA X TUTTE CONTRO QUESTI PORCI SFRUTTATORI ..
Ischidamonnos sardos una olta
ca cust' est s' ora de nos ilboltare .
Sun arruinenne sa terra , su mare
e sa Saldigna nostra cheren molta .
Ilboltamonnos , como cheret risolta ,
no est cosa de porer supoltare ...
.... Si no che issos nois puru semus ,
.... e no si podet torrare in segus ... ---

SIAS GIANMARIO 20.01.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento

vergogna a questo paese maledetto che ogni giorno si prostra ai baroni della poilitica e dell'informazione...veri e propri dittatori morali e purtroppo materiali di questa baracca sfasciata......RIVOLUZIONE

nicola sensi 20.01.11 12:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Dina
***

"i rappresentanti degli enti locali non sonostati invitati"

"per Cappellacci: il danno non è poi cosa grave"

e che gli frega a lui?? magari ha la villa da un'altra parte.....

io credo che attendersi un aiuto dalle istituzioni, specie in questi frangenti, sia proprio iunutile a mano di... FARE CASINO!

devo essere i sardi della zona a piantare quale bello striscione sul posto e mandare le foto ai giornali e tv: qualcuno più "preocccupato" di altri alla fine deve sentirsi un po' "preoccupato"..
non è facile, ma credo sia l'unica strada!
Ciao

Paola Bassi 20.01.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, leggendo il Vs. annuncio o approfittato per pubblicarlo sul mio blog indipendente. Se aveste bisogno di bubblicare non esitate a conattarci, il blog youtab è gratuito, è per tutti, ed è gratis per tutti.
ciao
Marco Ferdy

Marco Ferdy 20.01.11 10:20| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 20/01/2011
CARI SARDI, LA MAREA NERA non colpisce solo la vostra spiaggia, colpisce tutti gli italiani.
PURTEOPPO in ITALIA tutto quello che la natura ci ha dato di bello , LO DISTRUGGIAMO, quando qualcuno si propone di salvaguardare qualcosa, subito viene debellato perchè le cricche e le lobby possano continuare a succhiare soldi,E VOI DI QUESTO NE SIETE CONSAPEVOLI VISTO CHE AVEVATE UN BUON AMMINISTRATORE E LO AVETE CAMBIATO CON UN PESSIMO UOMO.
PURTROPPO ora è tutto il paese che è alluvionato dalla marea nera della vergogna, SCANDALI, RUBERIE DA PARTE DI CHI E' STATO MESSO A GOVERNARE PER SALVAGUARDARE IL BENE DEL POPOLO E DEL PAESE, ormai tutto il paese è invaso dalla puzzolente marea degli scandali della chiesa e dagli scandali della politica, ma tutto sembra scivolare via senza nulla che accada, E INVECE DOVREBBE PORTARE IL POPOLO ALL RIVOLTA DEMOCRATICA NELLE PIAZZE PER DIRE BASTA, FUORI TUTTI I POLITICI, ORMAI SOLO CAPACI DI CONVIVERE CON IL POTERE I SOLDI E IL MALAFFARE, FUORI IL CLERO ORMAI CORROTTO E PEDOFILO, ci vuole una ristrutturazione dalle fondamenta, DOVE L'ONORE, L'ONESTA' E LA TRASPARENZA SONO IMPRESENDIBILI, altrimenti cadremo nel baratro senza possibilità di ritornare su.

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 20.01.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Maledetti petrolieri e poi vanno in sardegna a fare le vacanze, ipocriti schifosi annegassero nel petrolio

Giorgio trevisan 20.01.11 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Un disatro ambientale nella patria dei berluscones e del nano proprio mentre il grande capo è sotto gli attacchi "della sinistra".E' ufficiale allora, anche questo un complotto, olio combustibile e correnti sottomarine DI SINISTRA che mirano a minare la credibilità dell'operato del nostro premier.Mi raccomando, tutti in casa a guardare alla tv il mare stupendo dell'isola dei famosi mentre il nostro se ne và bello a putt@ne!!!

Dave 20.01.11 09:40| 
 |
Rispondi al commento

COME SI FA A RIMANERE IMPASSIBILI, O SOLTANTO IRRITATI, POLEMICI, IRONICI..PRATICAMENTE INUTILI E DANNOSI DAVANTI A TUTTO QUELLO CHE ACCADE? MA QUANDO CAZZO LA FACCIAMO STA RIUNIONE NAZIONALE DI SALUTE PUBLICA DI CHI VUOLE SALVARE IL PROPRIO PAESE?

CHIUNQUE NON INTERVIENE DIRETTAMENTE SULLA COSA PUBLICA IN QUESTA FASE CRUENTA PER L'ITALIA E' COMPLICE DI QUESTA ORDA DI BARBARI CHE STA SACCHEGGIANDO LE ISTITUZIONI E L'ECONOMIA!

A DISPOSIZIONE
PRESEVERANDO

mario. bottoni 20.01.11 02:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe, ebbi a scambiare con te qualche battuta sulla passeggiata di Nervi circa 30 anni fa, tu eri quasi agli esordi e parlavi già dei boicottaggi per calmierare il prezzo dei carburanti o destituire alcuni quotidiani che iniziavano a tempestarci di inutili quanto insulsi inserti settimanali (leggasi il Venerdì di repubblica ed il corriere della sera), tanto tempo è passato ma da allora non ho mai lesinato per seguire i tuoi show. Ieri sera ovviamente mi trovavo al Metropolitan (Catania) ed ho assistito con gusto allo spettacolo sino al momento della infelice gag su Google heart. Le immagini, e tu dovresti saperlo bene, non sono affatto quotidiane e neanche mensili e, nella fattispecie risalivano al 2009, e per un attimo ho temuto che anche tu passassi dal lato degli ottuagenari che ci comandano. Nonostante ciò il mio pensiero collima millimetricamente col tuo e ti esorto a non cedere, Mai. Ah, dimenticavo di dirti che sono anch'io uno dei cervelli esportati. Probabilmente non leggerai questa mail, ma mi sentivo in dovere di informarti, prima di beccarti qualche denuncia anche da Google. Un amico

Nuccio gennaro 20.01.11 01:24| 
 |
Rispondi al commento


Si è svolto l'incontro tra il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Ugo Cappellacci, ed i vertici della multinazionale E.On per discutere dei danni provocati dallo sversamento in mare di migliaia di litri di olio combustibile destinati alla centrale di Fiume Santo. Tutta la costa del nord Sardegna è invasa dal liquame. I rappresentati degli Eni locali non sono stati invitati. potrebbero pretendere imbarazzanti spiegazioni. Al termine dell'incontro Cappellacci dichiara che" il danno non è poi grave cosa"- La Certosa e le vile dei vip non sono stati toccati-
I rapporti tra l'E.On e la Regione rimangono buoni.e si va a cena insieme. a mangiare pesce di zona non ancora inquinata . chissà se lo trovano

dina 20.01.11 01:21| 
 |
Rispondi al commento

"La Magistratura ha aperto un'inchiesta
già oggi i primi indagati"..

ma che li prendessero davvero!!
e poi chiedessero un salato risarcimento dei danni !!!

http://lanuovasardegna.gelocal.it/multimedia/home/27814532

Paola Bassi 20.01.11 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta porca pu..ana, stanno distruggendo la terra, persone, animali...TUTTO!!! e continuano
spavaldamente, impunemente... tanto non gli fa un ca220 NESSUNO!!!

anib roma Commentatore certificato 20.01.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Vabbè, il fascismo era una dittatura, certo forse minore di questa dittatura economica che ci sta portando allo schianto!

Giuseppe Carta 19.01.11 23:52| 
 |
Rispondi al commento

I giornali non ne parlano! Con questa perdita di olii si vuole ricattare la Sardegna che è contro il nucleare. Per difendere la Sardegna intervistano un politico della Lega Nord! Ma siamo fuori Cappellacci parla con i vertici della società del petrolio ed esclude: "Al vertice non sono stati invitati i rappresentanti delle Istituzioni locali del territorio."
Manfrine! Cappellacci ci difenda! La sardegna non deve essere nel suo portafoglio!

Giuseppe Carta 19.01.11 23:50| 
 |
Rispondi al commento

La follia umana non può smentirsi in nessuna circostanza. Solo 10 mila anni fa eravamo ancora nelle caverne o sopra gli alberi e ancora oggi usiamo i combustibili fossili con tutte le conseguenze del caso. Non sappiamo ancora gestire i fossili e vogliamo gestire il nucleare! Siamo proprio pazzi.

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 19.01.11 23:18| 
 |
Rispondi al commento

leggo su Platamona (da WIKIPEDIA) che c'è
"una pineta impiantata dal regime fascista".

una riflessione è d'obbligo:

vi rendete conto?
il fascismo sulle nostre spiagge piantava pinete
e la moderna democrazia invece ci sparge letame
e veleni e morte e distruzione.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 19.01.11 23:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori