Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Io sto dalla parte delle 600


FIAT_600.jpg
Il Grande Raccordo di Roma è diventato come la pista di Maranello. Io sto dalla parte delle 600.
"Testa a testa e rissa Ferrari-600. Lui, a bordo di una Fiat 600, intenzionato a non farsi sorpassare. L'altro, indispettito al volante della sua Ferrari, che decide prima di speronare il concorrente e successivamente di scendere dall'auto, infrangere il finestrino dell'utilitaria e prendere a pugni il "rivale". E' questa la scena a cui hanno assistito gli automobilisti che si sono trovati a passare l'altra notte sul Grande Raccordo Anulare di Roma, all'altezza dell'uscita Torrino. Il conducente della 600 non si è lasciato superare e il ferrarista ha urtato diverse volte l'utilitaria e, dopo averla bloccata, insieme al passeggero che viaggiava con lui, ha mandato in frantumi un finestrino della piccola macchina e preso a pugni il 32enne che la guidava. Non so voi, ma io a questo moderno Davide contro Golia, darei il premio come uomo dell'anno. Che sia di buon auspicio per l'anno prossimo, che tutti i Davide del mondo trovino il coraggio di mettere i bastoni tra le ruote a tutti i prepotenti che incontrano, anche se i loro bastoni sono solo delle picole, sfigate 600!!!!" liliana g., roma

1 Gen 2011, 20:15 | Scrivi | Commenti (41) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E’ colpa dei Cinesi che copiano tutto. L’imitazione perfetta della Ferrari aveva il motore di una Trabant e la Fiat 600 quello di una Porsche, per cui indispettiti i pseudo-ferraristi che avevano pagato il bolide con un assegno da 100.000 euro, tornavano a casa con il resto in contanti e quando hanno visto qualcuno che sotto le apparenze era migliore di loro, si sono indispettiti. La morale, beh! È sempre la stessa! Buon anno a quasi tutti.

Luigi Izzo 05.01.11 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Stare dalla parte di quello della 600, oppure di quelli della ferrari ???? Finchè si scherza va bene, ma se parlate seriamente, la cosa è veramente preoccupante !!! Qui bisogna darci tutti una calmata !!!! Ma veramente vale la pena di farsi ammazzare (la 600 è stata speronata) e morire per due esaltati (tra l'altro pure noti alla giustizia)che vogliono sorpassare ?? Se vuoi passare passa.....Io, tra andata e ritorno mi faccio 50 km al giorno di traffico, anche sul raccordo, e, purtroppo, sono costretta a farli fare anche a mio figlio di 3 anni e mezzo !!!!
Non avete idea dei rospi che ogni giorno bisogna ingoiare.....
Oltre a mettere a repentaglio la nostra incolumità, che cosa potrei trasmettere a mio figlio se ogni santo giorno mi mettessi a fare la prepotente al volante, o a litigare con tutti gli str...i che guidano a cazzo di cane fregandosene degli altri ???
Anche se mi rendo conto che, oggi, costa più una 'sfigata' 600 che una macchina più grossa quando c'era ancora la Lira in vigore, forse sarebbe il caso di iniziare a pensare all'automobile come ad un semplice mezzo di trasporto (finchè, tra l'altro, il petrolio ce lo renderà possibile) e non come un simbolo di status oppure come un mezzo per affermare noi stessi ...........

Michela P. 05.01.11 14:39| 
 |
Rispondi al commento

a me è successa la stessa cosa un macchinone mentre sto sorpassando mi arriva dietro sfananlando a più non posso bene io sono rimasto nella corsia di sorpasso con lui dietro che continuava a sfanalare dopo un pò ha smesso allora io ho gentilmente concesso il sorpasso non mi sono mai piaciute le prevaricazioni e i soprusi dei furbetti sui più deboli

tommaso RABITI Commentatore certificato 04.01.11 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco con esattezza l'accaduto (presumo cmq si trattasse di scazzi fra pregiudicati visti i 27mila euri rinvenuti nella Ferrari) però ieri uno con una smartina, mentre ero nella mia 206 con dietro mia moglie e il nostro figlioletto di un mese in culla, per superarmi, non avendo spazio, mi ha quasi speronato e dopo essersi accostato m'ha pure mandato a fare in culo. Io mi sono rotto abbastanza i coglioni di questa gente e non escludo che più che dispute 600 - Ferrari, in un luogo senza stato né legge, sarebbe quanto mai utile un bel ferro scoppiettante sotto il sedile. Almeno per riuscire ad arrivare dai nonni.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.01.11 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Io invece sto con il codice della strada:

Art.148 c.4 :
L'utente che viene sorpassato deve agevolare la manovra e non accelerare.

Nelle strade ad una corsia per senso di marcia, lo stesso utente deve tenersi il più vicino possibile al margine destro della carreggiata.

SilviaR 03.01.11 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che con quella Ferrari muoia soffrendo come un cane schiantato tra le lamiere dopo almeno 5-6 ore di pura sofferenza magari con qualche caro a fianco.Non ha rispetto?NON NE MERITA.

Marco c. 03.01.11 07:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao cam

volevo aggiungere due parole a questi commenti.
a me ha colpito subito questa notizia appena l'ho letta, ma non tanto per l'accaduto in sè, quanto per il suo valore simbolico.
di questi tempi in cui siamo costretti ad abbassare la testa davanti a ogni sopruso, ogni prepotenza da parte dei tanti piccoli e grandi "bravi" (nel significato manzoniano) di turno, uno che per "tigna", come si dice a roma, si prende una pur piccola rivincita, che vi devo dire, mi ha subito ispirato simpatia.
ho immaginato la sua vita faticosa, i problemi a vivere dignitosamente lui e la sua famiglia, forse era un precario appena licenziato, forse tornava da un lavoro mal retribuito, insomma, nel rosario dei suoi giorni sfortunati è arrivata la grande occasione, forse ha cominciato a canticchiare "un giorno come un altro, ma forse con più rabbia in corpo, pensò che aveva modo di rimediare a qualche torto" e ha lanciato a bomba contro l'ingiustizia la sua locomotiva, come una cosa viva.

liliana g., roma Commentatore certificato 02.01.11 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Liliana.

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 02.01.11 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono letto l'articolo sulle news,allora l'episodio é accaduto sul grande raccordo anulare a roma(che ricordo a chi non lo sapesse che é una strada a due o tre corsie),nella notte fra il 30 e il 31,a quell'ora sul raccordo non ci sono problemi di traffico,allora perché la 600 ha fatto passare la ferrari? non lo sò,ma probabilmente li volevano "sfottere",insomma volevano giocare, e per sfortuna loro hanno trovato due deliquenti.Poi io sono d'accordo su "tutto",ma non demonizziamo chi ha la ferrari o il porsche,perché c'é tanta brava gente che si compra il macchinone con ipropri soldi guadagnati onestamente

francesco cometepare Commentatore certificato 02.01.11 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Al di la del fatto che quelli della Ferrari erano dei delinquenti, l'episodio non è altro che la metafora della nostra società. Finché esisteranno Ferrari e 600, costretti a percorre la stretta strada, l'arroganza di quelli con la "Ferrari" sarà sempre presente. Non è solo un concetto di maleducazione stradale, ma in ogni aspetto della nostra vita il "RICCO", l'appartenente alla CASTA di turno, vuole avere strada libera e non essere ostacolato da una 600 qualsiasi. Dei tanti difetti dell'uomo l'arroganza è il peggiore, specie da quando è diventata così diffusa e ostentata. Forse che sia colpa del nostro miglior nano al governo degli ultimi 150 anni?

Fabio Felicioli 02.01.11 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco i fatti, non posso giudicare, ma immagino che sia andata cosi:
la 600 era in sorpasso e NON C'ERANO corsie libere a destra (la ferrari sarebbe passata a destra se ci fossero state anche se è una manivra vietata). Allora i ferraristi hanno tamponato l'auto che ha osato continuare il suo sorpasso, poniamo a 110 km/h, senza rientrare per dare strada ai lampeggiatori in ferrari, grave e imperdonabile peccato, da punire con tamponamento e pugni.
Se è andata cosi sto dalla parte della 600.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.01.11 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E perché dobbiamo "stare" con quello con la 600? perché quello con la 600 non si mette sulla corsia di destra invece di fare il demente? allora signori, non facciamo sempre quelli che stanno per partito preso dalla parte dei più poveri,usiamo il cervello.
Ps. cmq quello con la ferrari nn doveva picchiare

francesco cometepare Commentatore certificato 02.01.11 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Quello con la 600 è un cretino, oltre a guidare pericolosamente...l'avrei cazzottato anche io, e nn ho la ferrari!!! Ma andatevene a fanculo finti buonisti del cazzo, sempre a difendere i finti deboli, anche se sono degli sfigati come voi( ma questo è il vero motivo in fondo).

marco pacini 02.01.11 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia, abbastanza triste, è un po' la metafora dell'Italia di oggi. A bordo della Ferrari due pregiudicati già conosciuti alle forze dell'ordine (fonte mediavideo), a bordo dell'utilitaria l'uomo qualunque, che solo per la colpa di non dare strada si becca un sacco di botte. I delinquenti spadroneggiano in lungo e largo per la penisola, mentre chi si barcamena tra tasse, soprusi e altre idiozie fascistoidi si becca le botte (o manganellate, dipende dalle situazioni) appena alza un po' la testa. L'Italia è nostra. Riprendiamocela. E' tempo che i gradassi e delinquenti che occupano anche posizioni di governo vengano cacciati dalla rabbia popolare. Anche se ormai possiamo fare poco per noi, cerchiamo almeno di farlo per i nostri figli o non avremo più il coraggio di guardarli negli occhi perchè con la nostra passività avremo contribuito al medio evo che stiamo vivendo.
Uno in 600.

Alessandro 02.01.11 14:56| 
 |
Rispondi al commento

so che e' poco inerente... ma volevo chiederti Beppe che ne pensavi di aggiungere alle battaglie del movimento o direttamente al programma l'abolizione della tessera del tifoso!

frutterebbe na marea di voti e sarebbe una bella battaglia di liberta'

augusto emanuel, nocera inferiore Commentatore certificato 02.01.11 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe che ne pensi di aggiungere al programma del movimento l'abolizione la tessera del tifoso...sarebbe una bella battaglia di liberta' e frutterebbe na marea di voti!!!!!!!!!!!!!!

augusto emanuel 02.01.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento

semplice domanda:
e se questa cosa fosse successa in Svizzera???!!???

Mosè Marchesan 02.01.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Naturalmente chi non possiede auto con potenze esponenziali e guida con viva passione si gustera' il viaggio. O sia in bicicletta o in 600. L'abito non fa' il monaco e tutto ha un senso,

elia rizzuti 02.01.11 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Non si capisce perche' si debba essere i primi dentro una situazione che non insegna niente e perche' si debba esser primi dentro un'altra situazione che non insegna niente. La sportivita' e un'altra dimensione, il saper guidare e' la seconda dimensione e il cret.no e l'ultima dimensione. Chi possiede auto di una certa esponenziale potenza e' corretto, sapiente, e da' strada perche' del cret.no non sa' che farsene, neanche come soprammobile.(parlo del sapiente e non il contrario che deturpa qualunque attinenza a qualunque cosa). Punto.

elia rizzuti 02.01.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento

le notizie vanno sempre valutate nel giusto contesto: a favore delle ferrari si puo' dire che spesso sulla corsia di sorpasso si incontra gente a 100 all'ora , anche su macchinoni, in contrasto col codice della strada , e che a volte si trova gente che sposta la lotta di classe sulle strade .Quando vede un auto potente ci si mette d'avanti apposta per dargli fastidio. a favore invece della 600 si puo' dire che spesso i guidatori di auto potenti sono degli arroganti che iniziano a lampeggiare anche quando uno sta sorpassando , e secondo loro ci si dovrebbe buttare nel fosso per farli passare. Io quando li incontro rallento apposta per prolungare il tempo di sorpasso e grazie ai miei 110 kg per quasi 2 metri di altezza non temo di fare la fine dell'autista della 600. angelo

angelo mora 02.01.11 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggetevi la notizia per intero:
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_dicembre_31/gra-lite-500-ferrari-due-arrestati-181175328561.shtml

Il ferrarista NON è un ferrarista, la ferrari era a noleggio da due sbruffoni conosciuti dalle forze dell'ordine. E dei 27.500 euro in contanti non se ne conosce l'origine...
La 600 si è solo trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato. Del resto, io avrei fatto lo stesso: non sopporto i soprusi sulle strade italiane.

Barbara B, 02.01.11 11:47| 
 |
Rispondi al commento

A sinistra ci sono i rosiconi ed a destra stanno gli esaltati, in questo paese funzionerà sempre in questa maniera....


Avete letto sotto ?

E poi ci sorprendiamo che vincono Berlusconi, D'Alema e prestanomi, Vendola e Montezemoli.

Roba da matti !

Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 02.01.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Prendere le parti di chi ?

Siete delle merde, vergognatevi !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 02.01.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra irreale. Una Ferrari che non supera una 600? un ferrarista vero che fa a botte? Secondo me la ferrari aveva solo la carrozzeria ferrari e il guidatore era un teppista. Certo quello con la 600 altro personaggio

mariuccia rollo 02.01.11 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe stata una lieta novella se quello della 500 prendeva a pugni quello della Ferrari, così il piccolo ha ancora subito le prepotenze del grande.

Marco M 02.01.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento

perchè costruiscono macchine che possono superare i 300km/h se ci sono i limiti di velocità? inoltre alla guida ci sono gli esaltati pericolosi, vedi anche f. corona (300 all'ora in autostrada pur avendo la patente sospsesa)a dare l'esempio negativo. W la 600, abbasso i tamarri e i suv.

krapac 02.01.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento

E gli è andata pure bene; nell'Italia della violenza e del sopruso da parte delle istituzioni e, per contrappasso, del più forte contro il debole di turno poteva finire con una revolverata in faccia a chi osava intralciare la corsa del prepotente.

Roberto Tamburello 02.01.11 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Si sono incontrati 2 cretini: il primo perchè stando a sinistra, viola il codice della strada se ci sono corsie libere a destra e volontariamente non si è spostato. Il secondo perchè non può usare la violenza contro nessuno, neanche a un cretino, perchè così diventa cretino pure lui. E se si è cretini, ne le 600 ne le Ferrari possono evitarlo.

Renriv 02.01.11 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Si sono mincontrati 2 cretini: il primo perchè stando a sinistra, viola il codice della strada se ci sono corsie libere a destra e volontariamente non si è spostato. Il secondo perchè non può usare violenza a nessuno, neanche a un cretino, perchè così diventa cretino pure lui.

Renriv 02.01.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento

la colpa è anche della sinistra che coccola da sempre il malovivere salvo quando a dovere essere punito è uno sporco capitalista.

la verità è che chi non sa vivere civilmente va punito severamente quale che sia il suo portafoglio.

bruno bassi 02.01.11 06:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh di scene di questo genere, anche se con finali di solito meno cruenti, se ne vedono ogni giorno sulle autostrade italiane.
Dai SUV a centottanta all'ora che ti slampeggiano al culo guidati dal cretino al cellulare con indosso gli occhiali a specchio ( tipico accorgimento dei cocainomani) ai " tir - roristi" che se ne fregano degli altri utenti della strada.
Ma mi chiedo, la pula stradale, che fa a parte cazzeggiare negli autogrill a tampinare le bariste e sparare ai tifosi?

Marco ., Pontremoli Commentatore certificato 01.01.11 22:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

All'interno della Ferrari i militari hanno ritrovato e messo sotto sequestro 27.500 euro. Mentre il conducente della Fiat è stato trasportato all'ospedale Sant'Eugenio, per le lesioni riportate nella lite. Ne avrà per tre settimane. Gli aggressori, di 30 e 32 anni, pregiudicati, sono stati successivamente accompagnati al carcere di Regina Coeli. Dovranno adesso rispondere di violenza privata e lesioni aggravate in concorso.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 01.01.11 21:49| 
 |
Rispondi al commento

spero che il ragazzo aggredito di faccia pagari danni fisici, morali e materiali da quei due delinquenti. E soprattutto... Vaffanculo alle Ferrari e a chi se le compra!

Alessandro I. Commentatore certificato 01.01.11 21:34| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
PERSONAGGIO DELL'ANNO IL 32ENNE CON LA 600,ALTRO CHE QUELLO CON LA FERRARI
ALVISE

alvise fossa 01.01.11 21:30| 
 |
Rispondi al commento

si ma l'abito non fa il monaco.

da un ferrarista ti aspetteresti di tutto tranne questo.

mi sa che erano comuni delinquentelli ricchi su una macchina sportiva

ivan m. Commentatore certificato 01.01.11 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Se una Ferrari non riesce a superare una 600, credo che a Maranello abbiano qualche problema.

harry haller Commentatore certificato 01.01.11 20:32| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori