Votate sull'inceneritore di Trento al seguente link"> Blog di Beppe Grillo - A Trento inceneritore ad ogni costo
Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

A Trento inceneritore ad ogni costo


Trento_inceneritore.jpg
Iniziano ad andare deserte le gare per assegnare gli inceneritori che senza il contributo CIP6 non avrebbero mai avuto alcuna sostenibilità economica. A Trento però non si arrendono. Dopo il primo bando ne stanno preparando uno più conveniente. Tutto piuttosto che fare il riciclo dei rifiuti.
"Mi chiamo Paola e, a piccole dosi, per non andare in overdose di divertimento se si tratta di battute, ma anche di indignazione quando si tratta di "italianate", seguo spettacoli e blog. Scrivo per un problema che mi sta molto a cuore: l'inceneritore di Trento. L'inceneritore non è ancora stato costruito, sono anni che se ne parla, che la popolazione chiede un referendum ma niente, si è deciso di farlo perché pare non ci siano alternative. La gara per la costruzione è stata fatta ed andata deserta e tutti hanno pensato ad un segno del destino, ma nulla, si ripartirà con un'altra gara più appetibile..." Paola F.
-->Votate sull'inceneritore di Trento al seguente link

6 Feb 2011, 16:52 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ma come fate a costruire un inceneritore in una vallata dove al mattino soffia il vento verso sud e al pomeriggio verso nord? Gira gira i fumi vi restano lì alla fine...pura pazzia

mimi momi 07.02.11 17:26| 
 |
Rispondi al commento

per ridare alla ricerca anche sugli inceneritori lo strumento volatilizzato
http://www.facebook.com/#!/home.php?sk=group_118121234926801&ap=1

Barbati G. Commentatore certificato 07.02.11 08:07| 
 |
Rispondi al commento

http://fiocco59.altervista.org/annona_muricata.htm


Malgrado la raccolta di testimonianze sulle prove in vitro ed aneddotici risultati su questo
dinamico combattente del cancro, la Graviola rimane sempre una terapia clandestina!

La Graviola è già stata testata sia sugli uomini chè sugli animali.
Ma la Graviola è un prodotto naturale, e come tale non può essere brevettato.
Senza la speranza di esclusività di vendita altamente proficua, la Graviola non potrà mai attirare
l' interesse di nessuna delle maggiori società farmaceutiche o di ricerca di laboratorio.
Così non potremo mai leggere uno di quei studi clinici così blindati sull' albero che è stato
ritenuto un aiuto alla lotta contro il cancro. Non ci sono dubbi su questo, i più recenti test di
laboratorio ed aneddotici risultati sulla Graviola sono molto eccitanti.
E se vi è stato diagnosticato un cancro, voi ed il vostro medico dovrete analizzare tutte le
possibilità di cura.
Cercando fra tutte le possibilità di abbattimento del cancro, la Graviola vi potrà certamente
già aiutare.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 07.02.11 00:22| 
 |
Rispondi al commento

SONO ALLIBITA PER QUESTO COMMENTO ALLA MANIFESTAZIONE..MA COSA HAI ASCOLTATO?

SI E' DETTO C H I A R A ME N T E
CHE E' UN SISTEMA CHE NON VA
E CHE O R A
E' IL BERLUSCA DA SISTEMARE, MA CHE SONO QUESTI VALORI MARCI DA RINNOVARE OVVIAMENTE.

HAI ASCOLTATO PROF.ZAGREBELSKI?? PARLA CHIARO..
SAVIANO?? ANCHE.
SONO ALLIBITA, COS' E' CHE NON VUOI SENTIRE?

E IL -TUO- SILENZIO SULLA FACCENDA NON MI PIACE PERCHé NON C'ERI???

SILVIA

SILVIA BOTTO 06.02.11 22:33| 
 |
Rispondi al commento

un po di cultura sulle discariche ...


http://www.rai.tv/dl/RaiTV/diretta.html?cid=PublishingBlock-eedb4649-b6c4-4892-a5a9-e2ca63b54bd8&channel=Rai%203#cid=PublishingBlock-eedb4649-b6c4-4892-a5a9-e2ca63b54bd8

ora su rai 3

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.02.11 22:25| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
TRENTINI IMPEDITEGLIELO AD OGNI COSTO,IL TRENTINO ,NELLA VOSTRA BELLA TERRA,E' UN OFFESA,E'UNA DISTRUZIONE DEL TERRITORIO,BLOCCATELI BLOCCATELI!!!!!
IO VI FACCIO IL TIFO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.02.11 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io vivo a Trento e seguo con interesse il problema inceneritore. Da quando è iniziata la raccolta differenziata, questa ha raggiunto in pochissimo tempo un livello tale (oltre il 60%) che ha reso meno appetibile la costruzione di un grande inceneritore come si era progettato inizialmente ed uno piccolo non darebbe un sufficiente guadagno a chi lo gestirà e questo è il motivo per cui l' asta è andata deserta. Sono sicuro che la nostra sensibilità, il rispetto per l’ambiente e il senso del dovere civico che contraddistingue la nostra cultura trentina ci porterebbe ad arrivare al 100% di raccolta differenziata. Ma purtroppo manca la volontà politica che preferisce puntare ai contributi europei per costruire l'inceneritore (e magari bruciare anche i rifiuti di altre regioni) piuttosto che emanare leggi che obblighino le aziende a produrre oggetti con materiali facilmente separabili per essere riciclati al 100%. Prendiamo ad esempio un rasoio usa e getta, composto per il 95% da plastica e un 5% da acciaio; se noi anziché buttarlo nell’ “indifferenziata” perché composto da materiali differenti, togliessimo la testina (che buttiamo nel residuo) e il manico lo mettessimo nella plastica, avremmo già recuperato l’ 80%. Questo semplice gesto lo possiamo fare con qualsiasi altro oggetto composto da più materiali differenti, basterebbe che le aziende produttrici ci rendessero più facile questa operazione. Per non parlare poi delle bottiglie in plastica che dovrebbero essere bandite dai supermercati e rimpiazzate da bottiglie in vetro vendibili con cauzione e ritirate dallo stesso supermercato come avveniva una volta per l' acqua minerale,il latte, ecc.. Un’altra cosa da tenere ben presente è che la morfologia del Trentino è tale che i venti, incanalandosi fra le valli, spargerebbero le polveri inquinanti prodotte dall’ inceneritore, in zone dove attualmente si producono vini pregiati e questo potrebbe mettere in ginocchio una delle maggiori fonti economiche della regione!

Roberto B. 06.02.11 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bhè, in trentino si fa la differenziata da un pezzo!!...solo, ormai, le discariche si stanno cmq riempendo e tentano di risolvere il problema con la strada più breve e semplice ma allo stesso tempo la peggiore!!!!!!....

DOVEVANO PENSARCI PRIMA!!!...è questa la verità...

e le alternative PULITE che ci sono costano parecchio alle casse della provincia...a differenza degli inceneritori che portano soldi!!

quindi è ora che la provincia di Trento incominci a spendere più soldi per le immondizie e meno per fare l'immobiliarista o per salvare il culo alle solite cooperative con i conti in rosso....VERO DELLAI??!!!!!!!!!

william v., rovereto (TN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.02.11 19:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti

non fate costruire l incerenitore ne andrebbe il il vostro buon vino e frutta , dopo qualche anno si scoprirebbe che è alla diossina.

siete ancora una regione/oasi pulita tenetela cosi

francesco ad gajanin

francesc o 06.02.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Si come no....lo fanno subito il riciclo...ahhh!..e come farebbero a magna i politici..nomina i presidenti delle ATO, ecc....giustificare le tariffe della raccolta...eppure sarebbe semplice...carta,plastica,metallo,vetro,ecc..lo riporti al supermercato che lo pesa e assegna un punteggio..poi ti viene scalato dalla TIA e il negozio lo scarica dalla propria tariffa...soltanto non lo faranno mai...finchè ci saranno i partiti...che devono magna...nominare presidenti..auguri..

roby f., Livorno Commentatore certificato 06.02.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori