Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Carrettoni e i bracconieri


Stella_e_Carrettoni.jpg
E basta con questi cazzo di bracconieri! Ma chi deve intervenire? Sempre i cittadini?
"Carrettoni non sa di essere un cane, agisce per istinto di vita. Eppure ha rischiato la sua di vita per stare accanto a Stella, finita vittima di una dei tanti lacci trappola messi dai bracconieri. Non sapeva quale conseguenza avrebbe potuto avere il suo comportamento, lo ha fatto e basta! Anch’io vorrei essere come Carrettoni per stare al fianco di un ferito in Libia, o di un malato, al fianco di un anziano o di chi ha perso il lavoro, al fianco di un giovane sfiduciato o di un depresso, al fianco di un animale abbandonato o di un albero che sta per essere tagliato. Vorrei che tutti fossimo come Carrettoni, animati dall’amore che ci spinge verso la vita e ci tiene lontani dalla morte, perché in fondo “Chiunque salva una vita salva il mondo intero” (citazione dal Talmud)". Daniele Porro

Dall'intervista di GeoPress
"La storia di Stella e Carrettoni ce la siamo fatta raccontare dai protagonisti che si apprestavano a bonificare un sentiero armato con migliaia di trappole per uccelli e cinghiali. Il sentiero era stato abbandonato dal bracconiere trasferitosi in luoghi più fruttuosi e i poveri animali sarebbero tutti rimasti a marcire nelle trappole. I fatti sono successi lo scorso fine gennaio. Giovanni Malara ed Angelo Scuderi, della LIPU di Reggio Calabria e Moio Alcantara (ME), erano arrivati nella piazzola da dove inizia il sentiero a S’Arcu su Schisorgiu, nel Comune di Assemini, a nord di Cagliari. Il tempo di posteggiare l’automobile, ed Angelo e Giovanni sentono un cane ululare. "L’ululato era decisamente fermo su un punto. Il nostro pensiero è andato alle trappole. Pensi che in soli quattro sentieri abbiamo poi trovato 2.500 lacci illegali“.

26 Feb 2011, 14:59 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Io credo che i veri extraterrestri sul pianeta terra, siamo noi. Ogni essere vivente ha un compito per la simbiosi biologica. Quello nostro qual'é?

Fight4UrRights 27.02.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa allucinante capire che nel 2011 esistono persone che trattano male gli animali,non li reputano esseri cm noi umani.ok nn saranno intelligenti cm noi,ma proprio per questo dobbiamo essere più intelligenti noi....altrimenti che viviamo a fare....poi vorrei che si facesse un referendum a suffragio universale(nel senso che votiamo si o no NOI popolo italiano,e nn il nostro pseudo parlamento) ad una pena carceraria x qst animali bracconieri che si credono più furbi dei cani e delle povere bestie a cui danno la caccia...referendum...decidiamo noi delle NOSTRE leggi e della nostra società .punto.

Stefano Turriziani 27.02.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Stella è finita vittima di una di trappola messa dai bracconieri. Ma Carrettoni, giorno e notte, non la lascia sola... e a me non resta che vergognarmi di non essere un cane, ma invece di far parte della stessa specie di quei bracconieri.

Emmanuele Congiu 27.02.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Ah, la caccia, l'amore per la natura...
Mi spieghino cosa spinge un individuo, se non il pensiero dell'accaparramento delle risorse (in questo caso gli uccelletti) a seminare trappole tristi e orrende in giro per i boschi.
Ma che razza di imbeccilli siete ?

Raffaele V., Bologna Commentatore certificato 27.02.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Il bracconaggio più prospero è sempre in certe regioni. Questa è l'Italia che ci disonora, la poca attenzione verso il prossimo non umano, la volontà di ricercare l'utile più facilmente con meno fatica, anche a scapito del proprio dovere e liberarsi la coscienza dando la colpa agli altri, e aumentarla al massimo. Viviamo in un paese sudicio, volgare, dove tutti rubano,e sfacciatamente, come se fosse doveroso farlo. Nessuno ci concede fiducia, indipendente dal fatto di essere di destra o di sinistra, siamo persone inaffidabili, terra di predilezione degli stranieri, ormai consci di fare quanto non era loro permesso a casa loro. Mentre gli Italiano tremano di sbigottimento e se si ribellano, sono dichiarati razzisti e incivili. Per essere buoni Italiani, considerati dalla Chiesa e dalla sinistra, dobbiamo lasciare il paese diventare simile, a quanto visto a Roma, alla casa della, credo ex, ambasciata somala o baraccamenti dei Rom, essendo europei. Noi non lo siamo più: a quanto pare. Siamo solo Italiani , gettonati da valori che solo noi riconosciamo e da diritti sindacali riconosciuti dalla più alta magistratura : e ci lamentiamo pure!.

Ernest Ameglio, Monaco principato Commentatore certificato 27.02.11 10:23| 
 |
Rispondi al commento

..forse più specificatamente del nord italia, in primis milanesi... che portano la ricchezza a pochissimi, riservando a se stessi investimenti lucrosi (v; turismo ed altre produzioni industriali con spargimento di veleni,,,)

alma gemme 27.02.11 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Se a parole, si potesse intervistare Carrettoni a riguardo del suo gesto di altruismo compiuto, credo che mi risponderebbe così:
"Ma perchè ti stupisce così tanto ciò che ho fatto?
Ho solamente prestato soccorso a chi stava in difficoltà, gli sono stato vicino, mi sono preoccupato di fargli passare la paura, gli ho dato amore e ridonato la libertà perduta...
Sono un cane e tutto questo per me è normale, solamente normale. Io non ho malizia, io non metto trappole, io non sono schiavo del commercio e del denaro, io amo, amo e basta, perchè io sono un cane, mica un uomo!"

Luigi Bonardo Commentatore certificato 27.02.11 01:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sugunnu chi 'tta cuddau - cachi neri.

bracconieri di merda

Giacomino B (giacomino) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.02.11 23:49| 
 |
Rispondi al commento

I bracconieri sono delle persone odiose.

Hendrik G. 26.02.11 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Non si possono usare linguaggi offensivi, lo so!
Ma che linguaggio dovrei usare io che allevo uccelli abbandonati o feriti per poi liberarli?
Quando vedo un capanno da caccia ad appostamento fisso anchio ho qualcosa di fisso: spaccare tutto!
Vado molto in montagna, sono pacifista e sono una persona tranquilla ma da molti anni la visione di un fucile mi fa pensare ad una cosa sola: la sua distruzione e un tot di legnate al proprietario.
Ai politici che per convenienza sostengono l'anacronistica caccia dico: sperate che rimanga sempre pacifista... il che non è detto!

Fulvio Valsecchi Commentatore certificato 26.02.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento

ma vi lamentate dei bracconieri? Almeno quelli si nascondono!!!
E io che ho i cacciatori (presumo "regolari") che passano fucile in spalla a mo' di Rambo della piadina davanti ai parcheggi del mio condominio dove giocano i bambini?
Ho chiamato la polizia municipale e mi sono sentita rispondere che era domenica e quindi **cazzi miei** perche' erano tutti a "controllare la manifestazione carnevalesca"... beh si ... poteva morire qualcuno soffocato a furia di schiumate in faccia magari .... (tanto per cambiare, sono miei dipendenti eh? mavaffac....)

Luna Nera Commentatore certificato 26.02.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
CREDO CHE ALLA STUPIDITA' ITALIANA NON CI SIANO PèIU' LIMITI,NEANCHE DA PARTE DEI BRACCONIERI,CHE SONO ANCHE PEGGIO!!!!!!
CI VUOLE SEMPRE IL CITTADINO A RISOLVERE LE SFIDE,PULTROPPO CARRETTONI O NON CARRETTONI NON ABBIAMO ALTRA SCELTA O REAGIAMO O SIAMO FINITI (PER SEMPRE)
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 26.02.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento

l'uomo è l'animale più bestia che madre natura abbia creato

panino.A. 26.02.11 17:38| 
 |
Rispondi al commento

vorrei vedere questi schifosi bracconieri marcire dentro una tagliola fatta per loro. Sarebbe un bello spettacolo

Alessandro I. Commentatore certificato 26.02.11 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, la grande novità è la famiglia difesa da Berlusconi: dobbiamo ricordargli che la famiglia mangia, beve, si veste,si riscalda, ha bisogno di una casa e di lavoro umanamente stabile, di una educazione civile e scuola gratis e libera. Queste cose le ha fatte il Sig.B? ..
Ha desertificato ogni ambito della società.

Per quanto riguarda le scuole private in Italia per lo più cattoliche, risulta che egli è stato educato dai salesiani... Dobbiamo imitarlo?

Caro Beppe ci scriva sopra qualcosa.

alma gemme 26.02.11 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Dopo la citazione dal talmud,manco solo una citazione di ghandi:il grado di democrazia di un paese si vede dal modo in cui trattano gli animali!!!!!

ascanio frignola d'andrea di pescopagano (ascky), roma Commentatore certificato 26.02.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento

La fauna selvatica è proprietà dello Stato italiano, cioè proprietà pubblica, cioè proprietà di tutti noi.
Va protetta perchè è rara.
Il bracconaggio non è altro che una delle innumerevoli azioni attraverso le quali noi italiani dimostriamo di infischiarcene del nostro stato, della proprietà pubblica, e quindi di tutti i nostri concittadini.
Se non cambiamo, è la fine.

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 26.02.11 15:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori