Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il piacere della lentezza


Terzani_ridere.jpg
Non sentite il bisogno della lentezza? Di pensare, fare, vivere più piano? Facciamo tutto più in fretta e abbiamo sempre meno tempo a disposizione e non sorridiamo più.
"Caro Beppe, dal 21 febbraio e fino al 15 marzo 2011, è in vigore per la provincia di Milano la nuova ordinanza che limita a 70 km. orari la velocità massima consentita sulle strade a scorrimento veloce. Un'occasione per tutti di affrontare la giornata con più calma, con più sicurezza, con maggior responsabilità civica e attenzione nei confronti del problema inquinamento e non solo. Non voglio entrare nel merito dell'efficacia del provvedimento, ma soffermarmi sull'impronta che ognuno di noi può dare, con semplici modifiche delle abitudini quotidiane per dimostrare che non dobbiamo sempre aspettarci che qualcuno faccia qualcosa. Il risultato? In 2 giorni ho percorso 250 km sulle tangenziali e strade statali della provincia di Milano, rispettando rigorosamente l'ordinanza dei 70 km/h, provocando l'ira di tutti, soprattutto camionisti che precedendomi lampeggiavano e suonavano per poi sorpassarmi a velocità ben superiori. Ho sorpassato una sola macchina che viaggiava più lenta di me, poichè il conducente era impegnato al cellulare! Segnalo che per chi volesse riscattarsi, il 28 febbraio 2011 è la giornata della lentezza: www.vivereconlentezza.it. Provate almeno un giorno a vedere come tutto sembra più bello e riposante! GRAZIE BEPPE e W IL MOVIMENTO 5 STELLE!". Daniele P.

22 Feb 2011, 19:35 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Si ma come diavolo si concilia l'aumento del traffico con la diminuizione dell'inquinamento ???
Mi sembra la solita minkiata pseudoambientalista !!

E viverecon lentezza? Non è che la gente attraversa le tangenziali per divertimento perchè non ha nulla di meglio da fare !!!
In genere vanno al lavoro, vanno a scuola, vanno negli ospedali negli uffici e tornanano a casa !
Vivere con lentezza? Tempo di pensare riposare e sorridere?
Come cazzo si fa se uno deve svegliarsi ancora prima e tornare a casa ancora più tardi ?
Vivere 6 ore invece che 8 che vengono usate tutte per mangiare in fretta e dormire perchè poi bisogna tornare sule tangenziali a fare il pirla a 70 all'ora a far incazzare gli altri per inquinare di meno ma più a lungo e sentirsi più verdi quando si è solo più illusi ?

Ma fatemi il piacere!

Questa è proprio una gran boiata punto e basta.

E' la sega mentale di una civilltà che non trova soluzioni migliori a problemi semplici ma che nessuno vuole veramente risolvere.

I parcheggi nelle periferie !
Vie di comunicazione veloci e rispetto del codice stradale (e non limiti di velocità! i dare la precedenza, le svolte le corsie vanno rispettate e sistemate!!) mezzi di trasporto pubblico dentro le città veramente efficaci!
Queste son le soluzioni !!!
Non intasare ancora di più le poche vie di comunicazione tra capoluoghi e provincie coi limiti assurdi !!!!!!!!!!
(che auementano l'inquinamento fossero rispettate)

ai a. Commentatore certificato 25.02.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Guarda, hai fatto bene ad andar piano, solidarizzo. Tuttavia chi ha piazzato il limite dei 70 km/h sulle tangenziali e persino sul pezzo di autostrada dei fiori che va da Milano al casello, questo genio meriterebbe una sfilza di aggettivi facilmente immaginabili, tipo testa di c.., imb...lle, etc.etc. Vedi, a Milano si dovrebbe usare solo il metano per riscaldare le case, come a Londra. Invece mettono i 70 km/h su un'autostrada a 3 corsie e pensano di fare qualcosa. Questa gentaglia dev'essere al più presto cacciata a calci.

stefano d 24.02.11 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Su Tgcom leggo: "Un ministro indiano ha deciso di imporre una cura dimagrante ai banchetti nuziali per risparmiare cibo da dare ai poveri. Kuruppasserry Varkey Thomas, (...) intende infatti presentare una legge per ridurre la quantità di cibo servita nelle ricche feste di matrimonio."
E COME SEMPRE L'INDIA E' AVANTI DI 5000 ANNI RISPETTO ALL'OCCIDENTE.

redo m. 24.02.11 00:11| 
 |
Rispondi al commento

L'ordinanza prevede le strade provinciali extraurbane. _NON_ la tangenziale, dove stavi semplicemente intralciando il traffico e quelli che volevano legittimamente fare i 90 Km/h ammessi.
Sicuro di essere ancora orgoglioso della tua "lentezza"?

Lanfranco Albani 23.02.11 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

già qualcuno ha scritto quello che penso io.

queste oose sono semplicemente stronzate che non risolvono niente! aumentano il traffico e le file perchè tutti vanno alla stessa velocità, fa perdere tempo ha chi ha il tempo contato per via del lavoro.

si ad auto che non inquinano ma obbligare la gente ad andare a 70 km/h dove anke i camion vanno più veloci è una cosa da idioti.

spero che il 5 stelle si concentri in temi più concreti e non in cose che fanno solo incazzare la gente

Luca Montarani (vandamme84), San Martino in Campo Perugia Commentatore certificato 23.02.11 18:16| 
 |
Rispondi al commento

non mi pare il caso di offendere la persona che ha scritto questo articolo...voleva solo far notare(secondo me),come siamo tutti intrappolati in una realta'che ci rende schiavi di ritmi che non sono nostri,la colpa non e'del camionista (ma usare il cervello e cercare di leggere tra le righe?)e che siamo tutti invasati.Basta farsi un giro (a piedi te ne rendi conto meglio)di come in auto siamo tutti pazzi,incazzati,nervosi,col coltello tra i denti pronti a strombazzare quello davanti se non scatta al semaforo o alla prima manovra sbagliata..non voglio fare l'intellettuale di turno perche'anche io sono cosi',solo me ne rendo conto..siamo intrappolati in una realta',ma scelta da noi??io vi giuro non riesco a respirare per le strade di torino..auto ovunque..dovremmo auto-responsabilizzarci e'questo il punto.

o.t 23.02.11 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Stavolta sono critico: quella dei 70kmh orari è una barzelletta. A Milano la velocità media mi pare non superi i 20, 30kmh... non è spostare da 90 a 70 che risolvi il problema dello smog, soprattutto sulle tangenziali, esterne e posizionate in luoghi più aperti.
Per il discorso "lentezza" e il godersi la vita... beh, ti parlo da attivista del M5S: non ho il tempo di prendermela comoda. I politici corrotti e stupidi sono troppi e ne combinano talmente tante, che dovremmo essere almeno 10 volte più numerosi, noi volontari della politica, per poter stare dietro a tutto con la dovuta calma e serenità... ormai sono mesi che la mia giornata tipo comincia la mattina con i primi aggiornamenti "online", che continuano durante le 8 ore di lavoro ufficiali (intervallate da un'ora di pausa usata per portarsi avanti con progetti idee e iniziative) e poi di corsa a un qualche evento, che sia una riunione sull'acqua, o un presidio, o una riunione organizzativa... giornate che in ogni caso, non finiscono prima di notte fonda, le 2 quando si è fortunati o troppo stanchi per continuare a presidiare la rete o ridefinire i progetti in corso d'opera, o montare video...
No, il tempo della calma deve ancora venire: prima dobbiamo impossessarci delle nostre vite, riappropriarci del nostro tempo, cacciando chi ci obbliga a correre come criceti nella nostra ruota... l'unica speranza è correre talmente tanto, da romperla: e approfittarne quando apriranno la porta della gabbia per sostituirla, per scappare e essere liberi.

Ragazze/i, attivatevi: date supporto al vostro M5S più vicino.

Prima "ripuliamo", prima potremo dire "godiamoci la lentezza del tempo"...

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.11 16:53| 
 |
Rispondi al commento

manca la programmazione e quindi c'è il caos (che a tanti va benone).

Da. P. (principessa sissi), UD Commentatore certificato 23.02.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Visto che si parla tanto di inquinamento dell'aria dovuto ai veicoli vorrei qua sottolineare che in America le auto elettriche erano gia' presenti nel 1900 circa con un discreto successo di vendita e rimasero sul mercato per una ventina d'anni se non vado errato, e come una qualsiasi ricerca in internet potra' faciilmente evidenziare.

Quindi anche questa e' tecnologia vecchia che ci ripropinano con allegra faccia tosta e con la scusa dell'inquinamento...okkio gente!

marcello f., roma Commentatore certificato 23.02.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

A me sembrano le solite bufale fatte da amministratori idioti che non si rendono conto neanche di cosa parlano.
Tutti pretendono la velocita' e lo sportarsi il piu' rapidamente possibile,visto che con lo stato attuale di cose non se ne puo' fare a meno e questi frenano!
Ma facessero le strade adeguate che sembrano mulattiere strette e piene di buche e soprattutto la piantassero di fare macchine a petrolio invece che prenderci per i fondelli..

marcello f., roma Commentatore certificato 23.02.11 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna solo essere degl'imbecilli (o vivere di rendita) per dire che a 70 all'ora si vive meglio. Brutto deficiente, vieni a fare il mio lavoro, se ci riesci!!

giuseppe d. 23.02.11 14:00| 
 |
Rispondi al commento

...io mi impegno ogni giorno a vivere lento...

..e mi trovo male...
..perchè il resto del mondo và troppo forte..

Alessandro L.O. 23.02.11 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sai a cosa serve questa iniziativa? a rimpolpare le tasche dei soliti predatori: Aumenteranno le multe per eccesso di velocità e LORO avranno sempre più disponibilità economiche e noi la pressione più alta. Devono funzionare meglio i trasporti pubblici: ferrovie, autobus, metro; deve essere incentivato l'acquisto di automezzi elettrici. Solo così si può risolvere il problema dell'inquinamento.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 23.02.11 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me, il problema è tutto nella denominazione della strada: Se si chiama "a scorrimento veloce", è chiaro che bisogna andare veloce. Basterebbe cambiare nome in "scorrimento lento", e tutto torna a posto.
La forza delle parole!

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.11 11:36| 
 |
Rispondi al commento

E' dimostrato che con un limite inferiore di velocità , diminuisce l'inquinamento prodotto dalle autovetture.
Quindi la reputo una buona idea.
A cui aggiungo la mia vecchia proposta di un porre un fermo alle autovetture per non farle andare oltre il limite massimo consentito in europa.

giamps 23.02.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

SEMPLICEMENTE:
ABBIAMO BISOGNO DI UNA RIVOLUZIONE
RIVOLUZIONE PER UN CAMBIAMENTO
RIVOLUZIONE PER I GIOVANI
RIVOLUZIONE PER LA SPERANZA DI UN FUTURO MIGLIORE
RIVOLUZIONE PER UN ITALIA CHE NON E' STATA
RIVOLUZIONE PER UN ITALIA CHE POTRA' DIVENTARE
NOI GIOVANI SENTIAMO CHE LE ISTITUZIONI NON CI RAPPRESENTANO, LE ISTITUZIONI DI QUALSIASI POSIZIONE DESTRA O SINISTRA CHE SIA SONO SOLAMENTE UN COMODO MODO PER ASSICURARE UNA TAVOLA BANDITA DI OGNI PRELIBATEZZA ALLA CERCHIA RISTRETTA DEI SUOI COMMENSALI.
ANCHE NOI ABBIAMO BISOGNO DI CIBO, DI LAVORO, DI DIGNITA'. ULTIMAMENTE SI PARLA TRA TELEGIORNALE E GIORNALI, DI BUNGA BUNGA, DI ATTI INTERNI ALLE VICENDE DEI NOSTRI AMATI PARLAMENTARI.

POCO SI METTE L ATTENZIONE SULLE FABBRICHE CHE CHIUDONO, E QUANDOMAI SI HA LA VOLONTA' DI PARLARNE L ATTENZIONE RICADE SULLA FIGURA DI SINGOLI CHE DETENGONO L'IMMAGINE PER QUELLO CHA HANNO FATTO O AVREBBERO POTUTO FARE (VEDI IL CASO MARCHIONNE)
MA I NOSTRI PARDI SONO CASSAINTEGRATI, NOI GIOVANI SIAMO STUDENTI, LAUREATI, SENZA LAVORO E SENZA RAPPRESENTANZA.
ABBIAMO BISOGNO DI UNA RIVOLUZIONE. ORA O MAI PIU!

IL DOPO BERLUSCONI SARA' ANIMATO DA NUOVE FIGURE POLITIHE CHE POCO HANNOA CHE FARE CON L'INTERESSE GENERALE DEL PAESE. QUINDI E' INUTILE SPERARE CHE CADA IL GOVERNO, PERCHE' IL DOPO SARA' COME IL PRIMA;
SCENDIAMO IN PIAZZA, GLI ANNI DELLA RIVOLUZIONE SONO IL PASSATO, MA POSSONO ANCHE ESSERE IL PRESENTE.
QUELLO CHE STA SUCCEDENDO IN ALTRI PAESI (GRECIA PRIMA, EGITTO, TUNISIA, LIBIA) DEVE ACCADERE ANCHE IN ITALIA.
UN V-DAY ADESSO E' DOVEROSO, PER INVITARE A RIFLETTERE, PER CAMBIARE IL PAESE.
...TRA FARE QUALCOSA E NON FARE NIENTE E' SICURAMENTE MEGLIO FAR QUALCOSA...
SONO SICURO CHE QUESTA LETTERA SERVIRA' A QUALCOSA....

Alex B. Commentatore certificato 23.02.11 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova a fare 50 Km (50 andare e 50 tornare) tutti i giorni per andare a lavoro, 8 ore al giorno (magari coi turni)oppure prova a passare tutto il giorno in giro con il furgone o il camion a far consegne alle varie aziende che HANNO TUTTE FRETTA, e chiamano il tuo capo per sapere "quando arriva la merce".

Ecco, prova a farlo tutti i giorni e capirai perchè, GIUSTAMENTE, i camionisti e gli altri automobilisti strombazzavano.

Per me vivere con lentezza vuol dire ben altro, non fare i 70km/h in tangenziale.

FrancescoB 23.02.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando che vita faccia uno che per "apprezzare la vita" deve fare i 70 in autostrada per guardare meglio le facce di quelli nelle altre corsie.

E levate Terzani da lì.
Tiziano andava a piedi e con la gente ci parlava non li spiava dai finestrini. Il tempo libero lo passava ad imparare le lingue per poter comunicare meglio e con più persone.
Oggi sarebbe a Tripoli non a sprecare l'esistenza in autostrada ai 70 all'ora a giocare al sociologo-da-bar e al guru da blog.

SilviaR 23.02.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

come sono d'accordo con te Daniele P.
Di solito quelli che corrono tanto non sanno nemmeno dove vanno.
Quindi Approvo.
I costruttori di auto che puntano sulla velocità, invece, lo saranno molto meno.

marco n., como Commentatore certificato 23.02.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento

La sicurezza, purtroppo, è peggiorata!!!

http://tv.repubblica.it/cronaca/milano-il-flop-dei-70-orari-in-tangenziale/62609?video

Cheyenne in-Faust (cheyco), Reggio Calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Sabato ero in viaggio verso Reggio Emilia e nei 45 minuti che ho impiegato da casa mia al casello di Melegnano solo la mia Skoda e una povera Panda ( forse Daniele P.), ha rispettato, per quel che mi è stato di vedere, il limite imposto. Confermo che per tutto il tragitto è stato un strombazzare, sfrecciare, correre, tutti colpiti dalla maledizione di Montezuma, ho pensato o con la suocera in urgenza in ospedale. No, è cosi tutti i giorni e allora mi sono detto che la Letizia Monatti, il Podestà e Formichioni, si sono messi la coscienza a posto, lasciando ai Lauda, Piquet, Alonso de noi altri, più qualche autista polacco o bulgaro, il destino della qualità dell' aria in Milano e Provincia. Perchè prendere dei provvedimenti, se si è sensibili al problema, e non far niente per farli rispettare. Una pattuglia della polizia avrebbe in un' ora raccolto i fondi per ammodernare le caldaie di tutti i centri Aler di Milano e Provincia, vi pare poco, come intervento contro l'inquinamento. Ma siamo realisti, siamo in Italia, dove a nessuno frega niente, a cominciare dalle più alte cariche dello stato, loro a 75 e 90 anni ci sono arrivati con una buona rendita e grappoli di previlegi, che gli frega del rispetto delle regole e della salute pubblica.

Gino Ferdinando Albettino 23.02.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Grazie del suggerimento!!
Alla lentezza mettiamo anche:
1) il rispetto del Codice Stradale
2) il buonsenso
3) la ragionevolezza.

Si tenga presente che sono diminuite le emissioni di ossidi di zolfo in atmosfera perchè i carbutranti e le auto sono più efficienti e meno inquinanti, mentre sono aumentati i biossidi di azoto che provengono dalle combustioni di veicoli ad ALTA VELOCITA'.
Infatti stanno pensando di FAR RIDURRE LA VELOCITA' anche per questo motivo.
Se uno ama la velocità usi mezzi appropriati e non sono certo ILGAILSUV stafottente e sorpassante e con le luci intimidatorie...
Tra altro sui perocsi medi l'alta velocità non porta anessun vantaggio intermini di tempo bensi solo a un aumento geometrico del rischio.
Mezzi appropriati?
IL TRENO
L'AEREO.

Da. P. (principessa sissi), UD Commentatore certificato 23.02.11 09:18| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La lentezza alla guida riduce il piacere della guida e toglie tempo per sé.
Oltretutto dilata e dunque riduce l'attenzione e così non aumenta per nulla la sicurezza.
Infine il numero di macchine per strada è inversamente proporzionale alla loro velocità, perciò andare piano fa aumentare il traffico, causa principale di incidenti.
Viva la lentezza, ma non per strada!
Abbasso i limiti di velocità. Viva la guida responsabile, che si limita secondo le condizioni di pilota, ambiente e mezzo.

Andrea R 23.02.11 09:08| 
 |
Rispondi al commento

siamo alle solite:
hanno messo il limite a 70 in una tangenziale dove il limite dei 90 non è mai stato rispettato. Bastava far rispettare quello! Invece no, altra grida manzoniana. Povera italietta..

Giuseppe M. Commentatore certificato 23.02.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Leggere Tiziano Terzani è già un buon inizio per una vita migliore!

ANGELO S., Praia a Mare Commentatore certificato 22.02.11 23:36| 
 |
Rispondi al commento

A 70 km/h non si riduce l'inquinamento, al massimo si riescono ad aumentare le multe dell'autovelox.
Le emissioni di gas di scarico sono direttamente proporzionali al numero di giri del motore a scoppio.
Procedere a 70 km/h in 3^ marcia a 4.000 giri vuol dire inquinare il doppio di un'andatura a 90 km/h in 5^ marcia a 2.000 giri.
Io l'auto la utilizzo solo quando sono veramente impossibilitato a raggiungere la meta con altro mezzo.
Al lavoro vado sempre in bicicletta (15 km andata, 15 al ritorno).

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
LA NUOVA ORDINANZA FA' SOLO RIDERE I SASSI ED INCAZZARE I CAMIONISTI,W LA LENTEZZA!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 22.02.11 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che la gente abbia voglia di andare di fretta. Io nei weekend vado piano e mi godo il viaggio e la compagnia.

Se è un consiglio per non stressarsi beh... non so come rispondere. :)

Gianluca R., Lecce Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 22:13| 
 |
Rispondi al commento

e non ti sei domandato come mai i camionisti e altri si icazzavano? perche' e' gente che lavora!! se fossero ricchi probabilmente non avrebbero bisogno di correre e vivrebbero meglio , ma non tutti sono dei perdiballe come te che probabilmente non hai un cazzo da fare tutto il giorno. scommetto che sei uno statale ,un insegnante o magari un dipendente delle poste. prova a dover lavorare come un pazzo per arrivare a fine mese e vedrai che smetterai di dire puttanate. angelo

angelo mora 22.02.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Senza entrare nel merito del provvedimento 70km/h che mi pare una pagliacciata ed una ennesima fonte di guadagni (sicuramente i "ragazzi" con il velox si staranno fregando le mani)...

Sono d'accordo che dovremmo imparare a prendere la vita con più calma. Ma calma non è sempre sinonimo di lentezza!

Vorrei fare notare che anche il discorso di lentezza è soggettivo. Personalmente, quando viaggio tranquillo sto in genere sui 90-110km/h... Quando mi preparo per uscire di casa per svago, ci metto meno rispetto ad altre persone ma più di qualcun altro... Quando mangio vale lo stesso discorso... Pure sul posto di lavoro sono più lento di alcuni ma più veloce di altri.

Chi può decidere qual è il ritmo giusto per fare le cose con calma? Si devono impostare limiti anche in questo?! Oppure ognuno ha il suo? ;-)

Christian Santagata 22.02.11 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a te per averci ricordato la lentezza...ho capito che se voglio cambiare la qualità della mia vita devo imparare a vivere con lentezza ma non mi è facile..
Per esempio..tutti i giorni percorro la superstrada Milano/Meda, una strada che mi permette di arrivare in ufficio in maniera scorrevole e senza troppo traffico in una manciata di minuti(ovviamente la percorro in direzione opposta rispetto all'ingresso in città..)ma non riesco a stare rilassata sul sedile presa dal pensiero che a breve qs. percorso diventerà a pagamento (Autostrada Pedemontana)al doppio delle altre autostrade d'Italia che passerà dalla mia città dove occuperà una superficie pari a 1.700 campi da calcio. Proprio non ci riesco a "stare lenta", lo so dovrei...ma non riesco..

Ape Maja Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Vivere con lentezza non significa andare piano con l'auto perchè siamo sopraffatti dalle ira di chi vuole correre sfidare l'altrui non mi piace come pratica personalmente preferirei evitare l'auto non usare cio che mi fa vivere in un modo diverso dall'essere uomo quindi sarebbe bello creare villaggi o piccole comunità dove l'altrui non debba assolutamente interferire con la mia lentezza dell'essere uomo . Comunque bel post e grazie

salvino roma (com) Commentatore certificato 22.02.11 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Il piacere che ho avuto nel risentire la voce di Tiziano non ha prezzo.

Io continuo, nel frattempo, un altro "giro di giostra".

Ciao Tiziano!!!!

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori