Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Internet a tassametro in Canada


Stop_the_Meter.jpg
"Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Lo so che hai un sacco di casini e cose da pensare ma questa email è davvero importante per noi in Canada riguardo al futuro di Internet. Ti ricordi quando in italia si pagava a tempo per collegarsi a Internet? Vogliono fare qui la stessa cosa ma conteggiato a consumo di dati, più usi più paghi! Una follia. Bell, l'incumbent canadese, grazie ad un altro organismo che controlla le telecomunicazioni (CRTC) che ha dato il benestare, vuole introdurre la nuova tassazione che colpirà tutta l'economia che si basa sull'informatica. Perché tutto questo? Bell ha acquistato CTV, una TV canadese, ed ora ha interessi, oltre che con il satellite, anche sulla tv via cavo e vede la rete come un competitore troppo libero e detassato, questa la verità che negano ovviamente. C'é un sito che ha raccolto solo in Canada 500 mila adesioni contro questa infelice idea: Puoi rendere visibile il nostro problema e farlo conoscere a tutti sul blog, il che ci aiuterebbe moltissimo a ribaltare la decisione di Bell raccogliendo piu' firme possibile e smuovere i poteri alti a nostro favore. Beppe, a Toronto sono migliaia gli italiani che seguono il blog e con questa nuova tassazione sarebbe troppo costoso per molti navigare. Ci puoi aiutare?" Paolo T., Toronto

Quello che succede oggi in Canada, potrebbe succedere domani anche in Italia. Aderite tutti alla campagna per Internet in Canada con la petizione Stop the Meter: http://stopthemeter.ca/

19 Feb 2011, 19:32 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E io che pensavo il Canada fosse un'area felice! La neutralità di Internet è un tema fondamentale. Ne parlerò sul mio sito http://emigrocanada.wordpress.com

Nicolò 02.08.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Dovremmo farlo noi utenti, quando arriva la bolletta si paga quanto si può in base alle spese che abbiamo, e non quanto chiesto da loro. Comunque è una cosa che Tele2 fa da anni e in modo pesante,arrivando a bloccare completamente certi programmi nelle fasce serali e notturne.

Vittorio Ravinale 22.02.11 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo mi sa che gli amici canadesi dovranno fare da soli: il sito che riporta la petizione richiede obbligatoriamente sia la residenza, sia la citta' e pure il codice postale quindi mi apre inutile iscriversi dall'italia.
-------------------
Consiglio subito di pensare a noi e a come reagire qui, ora; infatti la telecom italia mica e' tanto diversa dalla bell e sta applicando una simile, capestro e truffaldina decisione a spese nostre, di tutti. Leggetevi questa notizia, sembra incredibile ma e' vera, la rete e' stata pagata diverse volte da tutti noi colle tasse passate, pagate da tutti i fessi, e questi vogliono spremerci ulteriormente e sempre di piu'.

Links :

http://www.webnews.it/2011/02/21/telecom-italia-minaccia-il-p2p/

http://punto-informatico.it/3093417/PI/News/telecom-italia-meno-p2p-piu-banda-tutti.aspx

fabrizio c. Commentatore certificato 21.02.11 21:17| 
 |
Rispondi al commento

credo tutti sappiate, che cosa fece Alexander Bell usurpardo la potestà sull'invenzione del telefono al grande Meucci...beh siccome c'è di mezzo ancora la compagnia bell la cosa non mi sorprende... come si dice l'erba cattiva non muore mai

aldo proietti 21.02.11 10:13| 
 |
Rispondi al commento

ci stanno tutti privatizzando la vita!!!!!

denise benvenuti 20.02.11 21:01| 
 |
Rispondi al commento

svegliamoci ragazzi.rivoluzione subito

livio rossi 20.02.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

in Belgio È sempre stato così, traffico regolato in base al consumo di dati, ma inizialmente tale scelta fu fatta per abbassare i prezzi e poterne stimolare la diffusione rapida; in pratica vi erano abbonamenti nei quali si aveva sì un limitato volume di dati, ma si pagava pochissimo. Gli abbonamenti illimitati esistono comunque. Per farvi un esempio, il mio abbonamento è fra i più "voluminosi" ma comunque limitato a 100gb: tuttavia, usandolo per lavoro, per svago, per multimedia e facendo giornate anche da 14 ore connesso, non sono mai arrivato nemmeno alla metá del traffico consumato.

Paolo d. 20.02.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

what about having a satellite only for internet? we r many and if we unite we can work it out. any proposals?

maro sowclett Commentatore certificato 20.02.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Il controllo di questi scriteriati abusi per acquisire più soldi senza pietà, vedi privatizzazione dell'acqua, banche, ed ora anche i telefoni ci devono indurre a proteste che se non supportate da aiuti governativi ci obbligheranno a produrre con forti maniere interventi contro la libertà negata al solo scopo di lucro.

ALDO SERRA 20.02.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi anzicche lamentarvi sempre almeno condividete il link sul vostro facebook se ce l'avete e soprattutto firmate la petizione. Come ho fatto io..

Rosario Pasanisi 20.02.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma non c'è da meravigliarsi più di tanto, ormai sappiamo tutti che il pianeta è gestito da una minoranza di persone che detiene tutta la richezza...
Questi "tipi" s'arricchisono sfruttando l'inteligenza altrui,poi ci applicano brevetti,diritti d'autore,e quant'altro...così stanno tentando di tassare internet..
Quando però il Pubblico eleargisce soldi per finanziare la cultura:cinema,musica,ecc, oppure la ricerca o altro,l'interessi ai cittadini chi li paga?..
Il Nord d'africa sta dando un segnale chiaro...basta appropriarsi delle richezze del popolo e poi tartassarlo..
Ogni giorno si sfornano macchine da 100-200 mila euro..Panfili...elicotteri,Ville di Lusso,Gioielli...e la gente non arriva in fondo al mese....ohhh!!!ma stiamo scherzando.
Le autorithy ve le raccomando...vera e propia presa per il culo..alla faccia nostra...
Le tariffe aumentano ogni giorno..e noi s'ingoia e zitti..
Questo accade con la compiacenza della Politica..tutta...Beppe Leggi l'articolo di sudpress:...il marito della Finocchiaro(PD) indagato per un appalto in sicilia...senza nemmeno l'espletamento della gara da parte della Regione..(fonte panorama)....
Marx diceva:..le Religioni sono l'oppio dei popoli..e io aggiungo:... anche i Partiti...
L'equazione di Beppe è giusta..togli i soldi dalla politica e avremo una società migliore...

roby f., Livorno Commentatore certificato 20.02.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento

"Anche in Belgio molti abbonamenti Internet per casa sono con limitazione dei volumi. L'illimitato costa di più ovvio. Limitare il tempo o i volumi
son tutti sistemi per far cassa e metterlo in tasca al consumatore. Inoltre limitare i volumi è un bel sistema che evita alle imprese di fare investimenti per appunto aumentare la banda passante...."

Giannini Massimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.02.11 14:49| 
 |
Rispondi al commento

? :(

Paolo Piconi Piconi paolo (m.a.d.r.e.i.t.a.l.i.a.n.a.), Roma Commentatore certificato 20.02.11 14:45| 
 |
Rispondi al commento

andiamo bene... se passa una roba del genere in Canda figurati se in Italia non lo usano come precedente per rifilarcelo pure a noi. D'altronde l'AD di telecozz ha già detto che per Youtube e Facebook è necessario che queste aziende paghino.

Walter T. Commentatore certificato 20.02.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento

certo che ci si mette pure il Canada...
hanno un nano come presidente del consiglio anche loro?

giovanni 20.02.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento

si cagano addosso di internet..

L., roma Commentatore certificato 20.02.11 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Questo accade perchè in canada c'è mafia almeno quanta ce n'è in italia! abbiamo esprtato il modello parassitario anche lì: ogni cosa fa brodo ed è lecito aprofittarne!(anche con un occhio chiuso da parte dello stato)
Questo quindi non esclude che possa accadere anche da noi! OCCHIO! Il boss umero uno d'italia è sempre dietro l'angolo pronto con le sue geniali innovazioni!!!

Virgilio Marone 20.02.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per evitare tutte queste gabole e' la tassazione a oltranza verso i capitali miliardari.C'e' troppa corruzzione nei governi,guardate cosa succede in Nordafrica....

el tabacante 20.02.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma ormai siamo arrivati alla frutta ma quando li mandiamo a casa questo pugno di delinquenti e ci riPrendiamo la nostra liberta' e che cavolo ci vogliamo svegliare un Po e dire basta a quesi individui merdosi

Luigi nevoso 20.02.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Che dire..Tornatene in Italia. Silvio ti aspetta.

Non dimenticarti il surr..(ehm)..la cioccolata Canadese

Brig. Alessá 20.02.11 11:16| 
 |
Rispondi al commento

fatto

werther busi 20.02.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Succederà anche in Italia, state tranquilli, o magari anche in altri paesi del mondo e non mi meraviglierei che la cosa assumesse i toni drastici egiziani. Internet è utile ma anche pericolosa per quei pochi che governano il mondo perchè permette agevolmente il formarsi di coscienze e movimenti transnazionali che potrebbero sfuggire al loro controllo. Nel preciso istante in cui il costo per loro (cioè il rischio)supererà il beneficio (cioè i vantaggi anche non necessariamente materiali) internet verrà spenta.

arturo gatto 20.02.11 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si può vivere piu in liberta ,ma è possibile che piu andiamo avanti e sempre è peggio

Gianluca Fabbri 20.02.11 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Il Italia succede gia': quanta gente deve ancora usare quelle orrende chiavette che chiamano il provider con una SIM e ti tolgono soldi a scatti di 15 minuti anticipati? E ovviamente funzionano da schifo di sabato e domenica perche' le celle sono tutte intasate. Credetemi, io l'ho provato, mi sembrava di essere di nuovo nel 1995.
E il wireless libero? In tutto il mondo ti siedi in un caspita di caffe' col tuo portatile e fai quello che vuoi, tranne che in Italia!
I canadesi saranno messi male, ma noi non scherziamo!

Dada F. Commentatore certificato 20.02.11 07:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dovrebbero CAPIRE..che quel giorno che le MASSE si uniranno per dire basta..nn servira l elicottero per fuggire perche nn ci sara luogho dv atterrare...

umberto simoncini 20.02.11 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Io ho forse un pensiero tutto mio su certe cose .di fatto l'utente finale siamo noi,le cose se vogliamo le possiamo cambiare ,ma lo vogliamo veramente ?
Se si allora quando le lobby fanno di questi passi e bene che cominciamo a rinunciare a qualcosa se no non ne usciamo, siamo stati "drogati"per dire ,non possiamo fare a meno della tv e nemmeno dell'auto e i lobbisti lo sanno.
Quindi se vogliamo risolvere qualcosa e' bene evitare di prendere l'auto per cose inutili,come e' inutile la tv ,a che cosa serve ? ve lo siete mai domandati io si'e mi sono risposto :non serve a niente e ho disdetto il canone :se ne fa' benissimo a meno credetemi anche se tassasero internet, per me le televisioni se le possono mangiare,visto anche che non serve nemmeno per strumento didattico ma e' solo un mezzo mediatico per troiai di ogni genere,in mano ai partiti per indottrinarci tutti a loro piacimento,le usereigiusto come schermo gigante del pc perche non ci vedo bene e basta
Insomma e' propio vero il detto:Per andare avanti si deve tornare indietro
I nostri nonni e bisnonni in fondo non avevano ,ne auto ne tv ma sono campati lo stesso e forse piu' felici di noi e quando le cose non gli tornavano le rivoluzioni le facevano lo stesso.

andrea veronesi 20.02.11 01:47| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcun'altro oltre GRILLO che mette allo scoperto o svela il sistema marcio che fa andare a rotoli l'Italia.
Pseudonimo ELIO ROSSI che ha da poco fatto uscire il suo nuovo libro "I PROFESSIONISTI DEL POTERE", ma su "affari italiani" gia' ipotizzano chi possa essere veramente, fatto questo che dimostra la loro appartenenza al sistema.
ATTENTI

ugo cattalani Commentatore certificato 20.02.11 01:10| 
 |
Rispondi al commento

rete libera!! ora e sempre!!

f., modena Commentatore certificato 20.02.11 00:48| 
 |
Rispondi al commento

cosa posso fare?

roberto m. Commentatore certificato 19.02.11 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno già provando in Italia e nessuno ne parla.
http://www.byoblu.com/post/2011/02/19/LUltima-Parola.aspx

Vincenzo Bruno 19.02.11 22:48| 
 |
Rispondi al commento

aderisco iniziativa beppe grillo

liberiofiorese 19.02.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento

La risposta alla violenza di un monopolio che si mette a minacciare il benessere di un Paese può essere la nazionalizzazione della rete.

Peter Amico 19.02.11 21:30| 
 |
Rispondi al commento

sono stato per parecchio tempo per lavoro in molti paesi del mondo , principalmente Usa e Russia . Noi italiani siamo portati a pensare che ovunque va tutto bene e solo qui fa tutto schifo. Non e' vero , le porcate esistono anche in paesi civilissimi. l'italia sarebbe un bellissimo posto dove vivere, purtroppo abbiamo i politici piu' schifosi del mondo , i piu' ladri e i piu' porci e non abbiamo le palle per liberarcene. perche' uno sputo di paese come la svizzera deve essere florido e noi no? la differenza la fa quasi esclusivamente il diverso livello morale dei politici. la il massimo dello scandalo furono i 4 milioni di franchi spesi per le celebrazioni di guglielmo tell!!! angelo

angelo mora 19.02.11 21:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti minkionne sono da quelle parti , eh !!!!

sarà questione di ARIA VIZIATA !!!!

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 19.02.11 21:13| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CERTO CHE LA METTONO TUTTA ANCHE IN CANADA,CANADESI RIBELLATEVI,PROTESTATE!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 19.02.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Fatto!!!

Ferdinando S., Roma Commentatore certificato 19.02.11 20:02| 
 |
Rispondi al commento

in canada?????????????
ohhh, non è possibile!

non copiarmi il nick rick () Commentatore certificato 19.02.11 19:57| 
 |
Rispondi al commento

il problema è serio e secondo me in questo caso si dovrebbe disdire qualunque tipo di connessione dati portando al fallimento i provider e costringendoli a fare pressioni per cambiare le cose,le firme raccolte fuori dal canada credo abbiano poca importanza,il grosso dovranno farlo da dentro

luciano siffredi 19.02.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento

al solo pensiero, mi vengono i brividi.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 19.02.11 19:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori