Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La mafia non esiste


la_mafia_non_esiste.jpg
"Mafia, 'ndrangheta, camorra e criminalità varia credo che siano state definitivamente sconfitte. Infatti non ne parla più nessuno. Eclissate come sono da mutande pazze. Sarà un buon segno o un segnale di pax mafiosa, di un papello finalmente sottoscritto dallo Stato in triplice copia? Di certo è che nessuno le nomina a parte qualche coraggioso scrittore per il lancio del suo nuovo libro. Le mafie sono letteratura o realtà? Fiction televisiva o sfruttamento feroce dell'uomo sull'uomo? Ma poi esiste ancora la mafia?" Giuliano A.

4 Feb 2011, 18:35 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

suggerisco un approfondimento su questo link http://www.cronologiamondiale.it/index.php?title=Storia_della_Mafia

Silvio 12.03.12 11:25| 
 |
Rispondi al commento

la mafia siamo noi..la nutriamo noi..la permettiamo noi. chiamamola pure con nomi diversi ma sempre quella e'.. e' tutto quello che va contro il vivere civile, la tolleranza e il rispetto di regole condivise.smettiamo di essere noi l'humus in cui essa prospera e vedrete che sparira' da sola, quando dalle nostre vite sara' sparita la tendenza tutta italica all'essere "furbi", profittatori, condiscendenti o acquiescenti verso chi prevarica o non osserva le regole che noi osserviamo e crediamo giuste. Rispettiamo di piu' il prossimo e noi stessi, riappropriamoci del senso civico e civile che dovrebbe connotarci ed essa come per incanto svanira'..e' una sfida semplice a parole ma terribile nei fatti a compierla sul serio..ma meditarci forse ne vale la pena - per chi come me e' siciliano- ma piu' ancora per chi e' giovane e dovra' vivere nella societa' futura, se davvero-ma davvero- non accetta quella che gli proponiamo noi adulti..non perdiamoci di vista

giuseppe cavalieri 09.02.11 18:21| 
 |
Rispondi al commento

La mafia è come re Mida al contrario: tutto ciò che tocca diventa merda. Ha messo le mani nello stato ed ora stiamo andando in merda. Non può costruire il suo successo perché è una forza parassitaria ed antitetica di ogni costruzione. Il malaffare può sopravvivere solo come espressione minoritaria in un contesto sano; se il contesto diventa tutto mafioso allora c'è solo uno stato totalitario e di prevaricazione di tutti si tutti incapace di produrre ricchezza. La vittora della mafia coincide con la sua sconfitta. La mafia si combatte comiciando dalle scuole, combattendo la povertà culturale, quindi l'inferiorità che si trasforma in prevaricazione violenta, esibizione di beni futili e altre patetiche forme di esibizionismo.

Peter Amico 06.02.11 16:13| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, mi dicono che rispondi alle domande in questo blog...

Alessandro Stulfa 05.02.11 19:16| 
 |
Rispondi al commento

LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA HA RAGGIUNTO LO SCOPO CHE SI ERA PREFISSA MOLTI ANNI FA.

E' ARRIVATA IN ALTO, MOLTO IN ALTO E ORA NON HA PIU' BISOGNO DI FARSI VEDERE E SENTIRE............ !!!

ORAMAI E' AL POTERE E ORA LO SCOPO E' QUELLO DI ALLARGARE SEMPRE PIU' I TENTACOLI PER COPRIRE PIU' TERRITORIO POSSIBILE SENZA INTERFERENZE, VISTO CHE E' AL GOVERNO!

patrizia l. Commentatore certificato 05.02.11 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Naturalmente, la caratteristica della mafia Italiana e' la "mimetizzazione" possibilmente nel "consenso".

enrico marziani 05.02.11 14:06| 
 |
Rispondi al commento

la mafia è lo stato...

beppe nichi togheter 05.02.11 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, le mafie esistono, come no; e i "papelli" sono pensati per essere attuati: chi ha orecchie, intenda.
Oramai battere le mafie non è più questione esclusivamente giudiziaria, ma (mi dispiace dirlo, ma le cose si chiamano con nomi e cognomi) anche militare: ci vuole una "Stalingrado" che metta fine all'accerchiamento mafioso e poi una "Norimberga" che dichiari "crimine contro il Consorzio umano" ogni qualsivoglia sistema criminale al pari di com'è stato fatto per il Nazismo; e come per il Nazismo, siano condannati non solo i tentativi di resuscitare il sistema mafioso, ma ancora la sola apologia. Non sono un forcaiolo, non sono un benpensante, non sono un "politically correct"; ma la mafia è un nemico pari al Nazismo; e, se da comunista, ammetto che si condanni non solo formalmente il Nazismo ma anche (soprattutto!) penalmente, non capisco perché non dovrei ammettere e praticare la stessa durezza verso chiunque eserciti "lo sfruttamento feroce dell'uomo sull'uomo", come hai ben detto Tu nel Tuo scritto.
Ora e sempre, guerra aperta alle mafie! Tutti i mezzi sono buoni! (l'archivista).

domenico maniscalco, ficarazzi (PA) Commentatore certificato 05.02.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a seguito del post che segnalava il trucido caso di fossalta di piave ho inviato la seguente email a
protocollo@comunefossaltadipiave.it,aff.gen@comunefossaltadipiave.it, mariangela.stefani@comunefossaltadipiave.it, ragioneria@comunefossaltadipiave.it, assistenza@comunefossaltadipiave.it,commercio@comunefossaltadipiave.it
gentili signore e signori,
vi cordialmente scrivo per avere delucidazioni sull'articolo apparso su tutti i giornali nazionali dove viene denunciato che il vostro sindaco non solo ha tolto il pranzo a una bambina di 4
anni con gravi problemi economici, ma ha anche minacciato di licenziamento le maestre che regalavano il loro pranzo a tale bambina.

la domande principale, prima ancora di paragonare i gerarchi nazisti che vietavano il cibo nelle scuole per i bambini ebrei (qui e' lo stesso un
sindaco leghista che nega il pranzo a una bimba immigrata), ma con quale diritto tale sindaco fa minacciare le maestre che si tolgono il cibo
dalla loro bocca e con piena umana intelligenza lo donano a tale bambina.

non mi appello alle vostre idee politiche leghiste, fasciste, comuniste, pdl bunga bunga, o pd-elle, perche anche qui la politica e' troppo
impegnata nelle spartizioni del potere e degli intrallazzi e quando a tempo libero parla solo delle misure delle minorenni nelle feste orgiastiche di berlusconi.

mi appello a voi che siete nel comune in ruoli principali, pensando che se eravate
voi una famiglia povera che e dovuta emigrare per lavorare e in un momento di bisogno un perveso, sadico sindaco nega un piatto caldo a vostra figlia di 4 anni e non contento della sua
perversione maniacale, abusa anche del suo potere e fa minacciare di lincenziare le maestre che regalano a tale bimba il loro propio cibo,
mi appello a voi quando a casa con la vostra famiglia pranzerete, guardate il cibo nel vostro piatto e pensate a tale bimba che neanche la sgobba della mensa puo mangiare e vedrete che il vostro cibo sara piu saporito di vergogna!

david sterneberg 05.02.11 12:23| 
 |
Rispondi al commento

...ma, cazzo, dovremmo far finta che il puttanaio di Berlusconi non esista?!? Anche la mercificazione della donna è un comportamento tipico del mafioso e questo adesso siede nella maggioranza dei banchi del Parlamento. Non è questo parlare di mafia??? La mafia è fatta di uomini, NON È UN'ENTITÀ ASTRATTA!

Giandomenico Ielpo, Lauria PZ Commentatore certificato 05.02.11 12:07| 
 |
Rispondi al commento

La Mafia esiste!! E non verrà MAI fermata.. chiunque pensi che la mafia sia solo un "mito" o un modo diverso per identificare i criminali è solo un ignorante o una persona alla quale "essere ignorante" fa COMODO!! SVEGLIAAAA!!!!

Dario Bonfiglio 05.02.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

titolo sbagliato
e LO STATO CHE NON ESISTE

LA MAFIA ESISTE E ESISTE SOLO PERCHE E PIU MERITORIA DI ESISTERE DI UNO STATO PRESENTE SOLO PER FARE GLI INTERESSI DI LOBBY E PER AUTOALIMENTARSI
facciamo dei esempi lampanti
pensioni
lo stato ti toglie dallo stipendio
una fetta di paga per la pensione
dopo 35 anni si andrebbe in pensione poi aumentati a 40 poi a ....strano io non ho firmato un cambio di contratto con lo stato per la modifica ....SE POI TE LA DARA LA PENSIONE.....
(e questa legalmente e una truffa se non una estorsione)
la mafia da alle famiglie dei mafiosi catturate dallo stato .....una rendita
LA MAFIA RUBA E UCCICE DICONO
LO STATO ITALIANO LO STA FACENDODA 150ANNI A NORMA DI LEGGE
si dice che lo stato siamo noi
di sicuro lo siamo noi quando bisogna mettere la gola al boia
DI SICURO I BENEFICI DI ESSERE LO STATO NON NE ABBIAMO
VI SFIDO A TUTTI VOI ANDARE IN PENSIONE DOPO 2 ANNI E MEZZO
A FARVI DARE UNA AUTO BLU
ANDARE IN FABBRICA E AUTOAUMENTARVI LO STIPENDIO....
se fai uno sgarro contro qualcuno della mafia ...sei morto
SE LO STATO FA UNA SGARRO CONTRO DI TE
,,,,,LA COLPA E SEMPRE TUA N QUALSIASI
CASO
ci sara sempre un giudice che ti condannera e assolvera lo stato

SE ELEGGESSIMO TOTO RIINA A PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E PROVENZANO COME 1 MINISTRO FORSE NON CAMBIEREBBE POCO
ma di sicuro saremmo piu protetti e con piu di dignita
DI UNO STATO BUNGA BUNGA E DI UNA OPPOSIZIONE NEPPURE DEGNA DELLA TRANSilvania

stefano b., rovato Commentatore certificato 05.02.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento

OT
UN ALTRO SINDACO LEGHISTA SI DIVERTE A NON DARE IL PRANZO A UNA BIMBA DI 4 ANNI IMMIGRATA, QUANDO LE MAESTRE PER PENA E UMANITA REGALANO ALLA PICCOLA IL PROPRIO PRANZO IL SINDACO LE MINACCIA DI LICENZIARLE!
LEGGETE QUESTO ARTICOLO SUL IL FATTO
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/04/non-fatela-mangiare/90124/
ANDIAMO TUTTI SUL SITO DEL COMUNE
http://www.comunefossaltadipiave.it/hh/index.php
RIEMPIAMO DI EMAILS E TELEFONATE QUESTO MUNICIPIO E IL SINDACO CHE DA CLASSICO CODARDO LEGHISTA ADESSO SI NASCONDE.

COSA VUOLE IL SINDACO, SFAMARE E FAR MORIRE DI FAMI I BAMBINI STRANIERI COSI SE CRESCONO POSSONO ESSERE ASSUNTE DAL SUO CAPO BERLUSKA PER FARCI I BUNG BUNGA ?

HO CHI MIN 05.02.11 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Stato Italiano+=Mafie....


La mafia non è costituita da quei scalzacani che sparano per le strade,ma da tutta quella pletora di personaggi che si annidano nei cosiddetti poteri forti della politica,del mondo economico e finanziario e che hanno la capacità di circondarsi da alone di rispettabilità e rendersi impermeabili all'esterno.Ecco perchè a volte si dice che la mafia non esiste!

Beppe C. Commentatore certificato 04.02.11 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Come disse Beppe in un suo spettacolo... Lo Stato e' la mafia... Meditate gente.. Meditate

Giorgio trevisan 04.02.11 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Per una formica, l'elefante non esiste.
E' talmente grande, che lei, non lo vede neppure.
Ecco, la mafia, si è talmente permeata nella società, che ormai, non si distingue più.
Se c'è qualcuno che fà semplicemente il proprio dovere, viene considerato un eroe o un comunista.

antonio d., carrara Commentatore certificato 04.02.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
LA MAFIA ESISTE ESISTE SOPRATUTTO PER CHI APAGA IL PIZZO E NON SOLO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 04.02.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Un po' come la munnezza di napoli, basta non parlarne e sparisce. Pero'..

http://sdgpeople.org/viewtopic.php?f=9&t=19497&start=250

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento

è vero, esiste solo chi paga il pizzo e chi subisce tutti i giorni intimidazioni ! Probabilmente da un extra-terreste !

miky

Ranieri M., Bari Commentatore certificato 04.02.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori