Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Milano da rubare

New Twitter Gallery

Milano da rubare - Marco Travaglio
(45:18)
passaparola_21-2-11.jpg



Testo:
Buongiorno a tutti, è stata la settimana di Sanremo, la settimana nella quale gli italiani hanno ritrovato improvvisamente il loro amore per la patria, grazie all’ora o quasi di performance di Roberto Benigni sull’inno nazionale e dintorni, naturalmente non è qua in discussione la bravura di Benigni che è stato sicuramente bravissimo, soltanto un grande attore può tenere incollati per 50 minuti milioni e milioni di italiani, il cui livello di attenzione, grazie a questo modello televisivo è pari a quello di un lombrico, incollati al video per parlare di Risorgimento, di Mameli, di valori, di storia, di cultura, quindi non è in discussione sicuramente Benigni che ha fatto una grandissima performance.

Orgogliosi di essere italiani? (espandi | comprimi)
In discussione magari è il messaggio che è uscito da quella performance, a me quando l’ho rivista il giorno dopo su You Tube aveva lasciato in qualche modo perplesso il messaggio che ne usciva, anche se non riuscivo bene a esprimere quel disagio che sentivo nel riascoltare Benigni.


Maghreb in fiamme, Frattini nullità (espandi | comprimi)
Quindi personalmente credo che ci siano molti motivi per vergognarci in questo momento di essere italiani, l’altro giorno su Il Fatto abbiamo raccontato un caso veramente avvincente, un Ministro dello sport e della cultura che si dimette perché sono uscite alcune sue foto che lo ritraggono abbracciato a delle ragazze molto giovani e in una foto lo si vede con la mano su una chiappa di una di queste ragazze e più in altre ci sono dei balli, braci, abbracci è la festa di San Valentino, questo Ministro si chiama Joseph Habineza ed è Ministro del Governo ruandese, o meglio era Ministro del Governo ruandese perché quando sono uscite quelle foto si è dimesso all’istante.

Pio Albergo Trivulzio, 19 anni dopo (espandi | comprimi)
Il Parlamento è riuscito a prendere per buono questa bufala alla quale non crede nessuno dei 315 che l’hanno votata, che l’hanno approvata e quindi ci dobbiamo vergognare di essere italiani perché la maggioranza parlamentare che rappresenta, purtroppo, la maggioranza degli italiani, ha votato una cosa del genere e non è successo niente.

Pisapia e l'appartamento della Baggina (espandi | comprimi)
Per il resto, poi ci arriviamo e chiudiamo su Pisapia, da chi è amministrato il Pio Albergo Trivulzio? E’ amministrato dal centro-destra, il Presidente è Emilio Trabucchi, è amico intimo della Moratti, al Pio Albergo Trivulzio è impiegato Vincenzo Giudice già Presidente della municipalizzata Zingar che è fallita nel 2009 con un crac da milioni di Euro, infatti l’hanno messo al Trivulzio proprio per dargli un’altra chance, Consigliere comunale del Pdl.


Quando avremo di nuovo dei politici così o quasi così, potremo dire di essere orgogliosi di essere italiani e festeggiare anche magari con qualche anno o decennio di ritardo i 150 anni o magari chi lo sa, i 200, passate parola e non perdetevi venerdì insieme a Il Fatto quotidiano il nuovo inserto culturale “Saturno” diretto da Riccardo Chiaberge, buona settimana.


P.S. Sono stati programmati incontri per la creazione di Liste Civiche 5 Stelle nelle seguenti città:
Abano Terme, Arezzo, Arzergrande, Este, Modugno, Montignoso, Montefiascone, Ospedaletto Euganeo, Rocca Priora
Proponi un incontro nella tua città.

Lo stivale della vergogna

Lo stivale della vergogna (Cofanetto con 7 Dvd)
L'Italia dal 2008- 2010 raccontata da Marco Travaglio
Acquista oggi
la tua copia.

21 Feb 2011, 13:55 | Scrivi | Commenti (1000) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

Commenti

 

io credo che ormai sia solo una questione di salute mentale, il problema è che nei suoi deliri il matto di arcore ci sta trascinando l'italia e tutti gli italiani...
non ci resta che sperare nella divina provvidenza,
speriamo bene!

andrea benocci Commentatore certificato 27.02.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che Benigni intendeva trasmettere è che bisogna prendere le distanze dal nazionalismo ma essendo, in un periodo in cui assistiamo ad una continua e sempre più profonda mancanza di valori, bisogna ricordarsi chi siamo..quanto i nostri nonni e bis-nonni abbiano lottato per avere ciò che abbiamo ora..i nostri diritti..i nostri doveri..Tutta una serie di vittorie che tanto sono costate ai nostri avi e che noi quasi rinneghiamo..Con questo mai bisogna sprofondare nel vuoto folgorante del nazionalismo..

fede.genova 27.02.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento

IL MATTINO DI NAPOLI OGGI TITOLA :NIENTE CRISI PER IL PREMIER ASSEGNO DI 118 MILIONI. GLI AFFANNI DELLA CRISI ECONOMICA, IN TUTTA EVIDENZA, NON TOCCANO LA FAMIGLIA DI SILVIO BERLUSCONI, CHE HA INCASSATO A FINE GENNAIO UN DIVIDENDO DI 174,5 MILIONI DI EURO DALLE SOCIETA' CHE CONTROLLANO IL 100 PER CENTO DI FININVEST.L'ARTICOLO PROSEGUE CON LA RIPARTIZIONE DEGLI UTILI CONSEGUITI IN CUI LA PARTE DEL LEONE TOCCA AL DIVO SILVIO.QUINDI MENTRE GLI ITALIANI SONO RIDOTTI ALLA FAME BERLUSCONI CONTINUA AD ACCUMULARE RICCHEZZE CHE GLI PERMETTONO DI POTER SPENDERE CENTINAIA DI MILIONI PER SOSTENERE LE SUE PUTTANELLE.IL GOVERNATORE DRAGHI HA DENUNCIATO CHE DA QUINDICI ANNI L'ECONOMIA ITALIA NON CRESCE E CHE E' STATA SPAZZATA VIA UNA INTERA GENERAZIONE DI GIOVANI CHE NON HANNO UN FUTURO.E' STATO APPROVATO IL DECRETO MILLEPROROGHE CHE ANCORA UNA VOLTA PENALIZZA IL SUD A FAVORE DEL NORD. OVVIAMENTE LA LEGA LA FA DA PADRONA MINACCIANDO DI STACCARE LA SPINA A BERLUSCONI PER CUI IL GOVERNO CADREBBE ED IL PRODE SILVIO NON POTREBBE PIU' PROSEGUIRE A FARE I PROPRI AFFARI.TRA QUESTI E' PREVISTO L'ACQUISIZIONE DEL RCS COSI' L'INTERA STAMPA ITALIANA PASSEREBBE NELLE MANI DEL DITTATORE. UN RITOCCO ALLE INTERCETTAZIONI ED UNA STANGATA AI GIUDICI PORREBBE L'ITALIA ALLA MERCE' DEL DESPOTA ASSOLUTO SENZA SPARGIMENTO DI SANGUE CON SANGUINOSE RIVOLTE COME QUELLA LIBICA. PECCATO CHE GHEDDAFI NON POSSA PIU' CONTINUARE A SOSTENERLO, PERO' RESTANO ANCORA TANTI DITTATORELLI CAUCASI DA STRAPAZZO CON CUI PROSEGUIRE A FARE AFFARI; NON DIMENTICHIAMO CHE C'E' SEMPRE IL GRANDE LETTONE PER ACCOGLIERE IL SUO FRATERNO AMICO PUTIN E QUELLO E' DIFFICILE SCALZARLO.SIAMO PROPRIO COMBINATI MALE E CI ASPETTA UN FUTURO INCERTO E DALLE MOLTE INCOGNITE.L'ITALIA E' AI PRIMI POSTI COME IMPOSIZIONE FISCALE ED ORMAI INTERE FAMIGLIE SONO ALLA FAME.BENIGNI HA INVITATO GLI ITALIANI A SVEGLIARSI : SPERIAMO CHE CI RIESCANO. UMBERTO.

umberto capoccia 27.02.11 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere se esiste nella legislazione italiana una possibilitò di intervento per curare l'attuale Presidente del Consiglio.
La mia proposta è seria e si basa tra l'altro anche su quanto affermato dalla moglie tempo addietro. Non credo che solo un fatto grave immediatamente invalidante possa portare alla sostituzione di una carica politica quale Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, del Senato, della Camera dei Deputati ecc. Ricordo ad es. la sostituzione del Presidente della Repubblica Antonio Segni.
E' possibile chiedere il controllo della salute quindi della capacità di agire per gli interessi della nazione di un alto rappresentante delle istituzioni?
Nel frattempo, in attesa dei risultati da parte di un Collegio di specialisti a livello internazionale, il Governo potrebbe continuare ad essere governato da un Vice Presidente del Consiglio previsto dal nostro ordinamento, ma non nominato da questo Governo.
Non credo che questa mia proposta sia fuori luogo.
A parte tutto il corollario creato dallo stesso Berlusconi, il controllo della salute in questo caso ritengo che non sia una questione di privacy del personaggio in questione. Per questo motivo quello che ha affermato la moglie che si è rivolta agli amici del marito per aiutarlo non ha avuto seguito?
Sarebbe importante per la moglie ad es. avere una risposta in questo senso.
Credo che una risposta sia dovuta anche ai veri amici del Presidente del Consiglio, specialmente se condividono quanto espresso dalla moglie ma non hanno ancora avuto il coraggio di seguire un percorso sicuramente accidentato per loro, anche se richiesto dalla moglie e non da un avversario politico farneticante.
Mi auguro di poter avere una risposta su quanto proposto indipendentemente dall'essere o meno a favore della linea politica del Presidente del Consiglio e/o almeno considerazioni se quanto proposto scaturisce da qualche mente malata o politicamente in malafede.


Piero S., Genova Commentatore certificato 27.02.11 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Non so se avete notato che, da un pò di tempo, la RAI trasmette uno spot il cui intento è celebrare l'unità d'Italia. Lo spot originario intendeva mettere in luce il contributo della RAI alla unificazione linguistica, mostrando gente che parla in dialetto (strettissimo) e incomprensibile agli altri, e dicendo che 'noi eravamo così prima'...

Lo spot è stato poi modificato togliendo ogni riferimento al contributo RAI.
Adesso si vedono solo delle persone che parlano in un dialetto arcaico e strettissimo, probabilmente del XV secolo, mentre la voce di sottofondo semplicemente ....celebra l'unità d'Italia.

In questo modo l'effetto è ridicolo, il messaggio trasmesso è di mettere in ridicolo chiunque parli di Unità d'Italia, Unità contro-fattuale rispetto alle immagini mostrate di gente che non si capisce a vicenda.

Insomma una ulteriore prova dell'influenza leghista sul governo e quindi sulla RAI.. e un modo subdolo per denigrare l'unità d'Italia.

In realtà lo spot, a ben vedere, appare più che altro STUPIDO...
Infatti chi cazzo è oggi che parla in quel modo lì? O perlomeno chi è oggi in Toscana che dice 'un l'è un pissero l'è una marva!'
e a richiesta di spiegazioni non sa fare altro che ripetere la stessa frase?

Insomma una maniera subdola con cui i leghisti hanno inferto l'ennesimo colpo propagandistico

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 25.02.11 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro dott. Travaglio, io non mi vergogno di essere italiano, perchè mai dovrei? Mi sento mortificato a causa del comportamento del branco di cialtroni che attualmente governa (governa?) il mio paese, questo si. Credo anche che dovrebbe cominciare a vergognarsi chi li ha votati. Quanto a me, dopo aver ascoltato Benigni a Sanremo, mi sono sentito orgoglioso che lui fosse, come me, Italiano.

Ilario Piraccini 25.02.11 11:41| 
 |
Rispondi al commento

La mia smisurata stima per Travaglio non può esimermi dall'evidenziare un errore logico clamoroso che egli fa quando critica le cronache che specificano gli italiani morti rispetto agli stranieri. E' ovvio che questo viene fatto non perchè i morti italiani valgano di più, e quindi non per disprezzo dei morti altrui, ma semplicemente per il fatto che essendo i notiziari ITALIANI, e rivolti al pubblico dell'ITALIA, le informazioni su vittime o su eventi in cui siano coinvolti italiani interessano PRATICAMENTE ED IN MODO DIRETTO il pubblico di italiani cui le notizie stesse sono dirette. Spero sia chIara la distinzione. Inoltre lo specificare per nazionlità ad esempio le vittime di un attentato o di un incidente, non configura certamente un atteggiamento nazionalistico o peggio razzistico, questo è risibile solo ipotizzarlo, si tratta soltanto di precisazioni giornalistiche. E' ovvio poi che gli italiani sono la nostra "famiglia", siamo noi, ed è naturale che ci sia un affetto particolare, un attenzione speciale per tutto ciò che riguarda i propri "familiari", è folle pensare che anche questo configuri un atteggiamento razzistico. Qui saremmo davvero all'ossessione! Come dire che dovremmo ugualmente dolerci se in un incidente muore un essere umano oppure un gatto o magari una mosca, in quanto tutti ugualmente esseri viventi. Certo ci dispiace per ogni vita persa, ma è nell'ordine naturale delle cose che quello che accade ad un essere più simile a noi susciti maggiormente la nostra sensibilità, senza che per questo ci dobbiamo sentire dei cinici razzisti. Qui rischiamo davvero di arrivare ad una OSSESSIONE di colpa per un razzismo inesistente e da cui si è ossessionati ad ogni angolo, che rischia di farci assumere atteggiamenti e modi di pensare assolutamente ridicoli.
http://www.facebook.com/group.php?gid=68264075585

Marco Zorzi 24.02.11 01:59| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Non è un post allineato, ma una piccola constatazione.
Seguo Ballaro', Anno zero, altri programmi tanto per farmi 2 risate, nel senso che piu infamita', idiozie, balle di cosi' nn ci potrebbero raccontare e lo fanno con una faccia di tolla che lascia allibiti.(parlo dei politici di turno, DS e SN)
Ora io dico, ma questa maggioranza cosi ricca (?) di fini strateghi, menti politiche eccelse, padri della patria, i migliori governanti da 150 anni, non potrebbero mandare nei talk show almeno menti normali, quozienti intellettivi appena sufficienti?
Intendo persone, che se nn sanno niente, come è, almeno conoscano le basi dell'educazione?
Ogni volta devono abbassare lo studio, insultano pubblico e conduttori, si alzano e se ne vanno, fanno telefonate tutte da ridere, gridano come forsennati, parlano sopra agli altri, nn hanno argomentazioni che non siano ma la sinistra nel 1902 ha fatto....
E' ovvio che nn sono innamorata di questo governo, ma se per sbaglio fossi indecisa, qualcuno mi spiega come potrei prendere sul serio gente come la Santanchè( che per altro nn si capisce da divorziata perche' non usi il suo cognome, forse troppo popolare), La Russa, Cota, ma tutta sta banda di indistinguibili guitti.
Ho un solo pensiero, tutti a casa, Destra e Sinistra, senza lasciarne uno solo.
Sono patetici, ladri e a questo punto credo pure drogati per avere comportamenti cosi allucinanti.
W il movimento 5 stelle.


NNseNEpuoPIU 23.02.11 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è una questione di sodomia, purtroppo

siamo ancora TUTTI sotto il PADRONE

ci siamo invischiati, ora più che mai

avete visto lo spot che la Rai manda per rinnovare il canone con una piccola.. suppostina .. ehm, sovrattassa?

c'è la voce melliflua e dal tono sassicurante, positivo, familiare di uomo italiano, (forte dello stipendio che gli danno per fare lo Speaker) "quest'anno si festeggia l'unità 'Italia, rinnova il canone Rai"

e tutte le pecore a pagare, a sentirsi finalmente di nuovo italiani, così come si sentono profondamente italiani quando si tratta di voitare addosso al premier che loro sessi osannano e rivotano da 20 anni, oppure quando a Sanremo si parla di valori che sono in fase di declino, oltre alle canzoni che non solo sono in buona parte insipide, ma nemmeno orecchiabili, non c'è melodia, non c'è emozione.

Vi ricordate i Sanremo degli anni 80, quando Mia Martini cantava "gli uomini non cambiano"
oppure Fausto Leali e Anna Oxa intonavano "ti lascerò"

quante emozioni, abbiate il coraggio di ricordarle.. ora cos'è rimasto?
sederi, tette, figa,bunga bunga,escort, volgarità stellare, ignoranza

poi arriva la littizzetto, che forse non prende 1300 euro al mese, per raccontarci ancora una volta che aria tira in Italia.. e tutti: "W l'italiaaaaaa"

poi arriva il benigni, che spero abbia dato il suo compenso di 250.000 euro all'ospedale..però prima dei 250.000 euro se n'è fatta una notizia mondiale, poi da buon samaritano ha fatto la donazione a fin di bene, ed abbiamo un altro "eroe" salvatore del mondo che accresce la sua audience: chiamalo fesso!

siamo tutti quanti a 90 gradi, con le chiappe indecise se allargarsi o stringersi per proteggerci, arriva il primo che capita, ci distrae 10 minuti, e viaaaa di nuovo a farcelo mettere dentro alla grande

basterà una distrazione, un richiamo all'antica fratellanza e noi ci faremo inculare di nuovo

con un popolo ridotto in maggior parte così, è difficile pensare che qualcosa cambia

OrlandoFurioso () Commentatore certificato 23.02.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Intanto la legislatura del pagliaccio di hardcore e di chi lo segue avanza con tutta la sua corte, e la pensione con il suo raggiungimento di mesi di duro lavoro arriva a destinazione, visto che nessuno dei politici a montecitorio si muove per far cadere questo governo di buffoni.
A matteo salvini la vita gli sorride e lui ride di gusto tanto la pagnotta l'ha assicurata.
Cota invece di governare i piemontesi (sembra non ci sia mai in comune a torino) e sempre a sparare stronzate in tv vedi ballarò.
Ai cialtroni leghisti e quelli che li votano ora non hanno nemmeno il coraggio di affrontare una giornalista molto sobria e pacata come la Annunziata su rai 3 e disertano la trasmissione da vigliacchi come sono e sempre saranno quelli della leganord è la loro principale caratteristica, dal nano poi hanno anche imparato qualcosa.
Sono inoltre scesi in politica per far soldi e poter vivere sulle spalle della gente sopratutto dei babbei ignoranti che oltretutto se li votano, queste larve succhiatrici di futuro.
Una cosa è certificata al 101% l'ultima parte dell'italia a svegliarsi dal comaprofondo sarà il nord.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

LEGGO: "«Nessun passo indietro, la mia vicenda è assolutamente chiarita». Lo ha detto il candidato sindaco del centrosinistra Giuliano PISAPIA per la vicenda degli affitti del Pio Albergo Trivulzio. «Nessun problema ..., anzi i miei elettori mi hanno manifestato grande solidarietà e quindi vado avanti per vincere. La ridefinizione dei criteri per l’assegnazione delle case degli enti pubblici sarà tra i punti programmatici della campagna elettorale ... in modo che non ci siano diseguaglianze». A ME PARE CHE SIA COME METTERE LA VOLPE DI GUARDIA AL POLLAIO, O NO? Ma togliti dalle scatole ... e vergognati!!!

Chiara Mente Commentatore certificato 23.02.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è speranza.Se credete che far dimettere il puttaniere sia la soluzione,beh siete fuori di testa.Il nano starà al suo posto finchè farà comodo al governo americano,così come lo sono stati i vari dittatori nordafricani.Quando è stato eletto Obama,tutti a dire evviva ecco il cambio...ma quale cambio?L'obbiettivo rimane sempre lo stesso,il DIO PETROLIO!I numeri parlano chiaro,gli Usa hanno solo il 2% delle risorse mondiali,mentre il resto immaginate dov'è...e allora via a demonizzare gli arabi.
Ci hanno provato con bush padre attacando l'Iraq.Ci hanno provato con bush figlio tirandosi giù le torri.Adesso ci provano direttamente da dentro i paesi arabi con delle false rivoluzioni.Attenzione,credo fermamente nei popoli che si stanno ribellando alle dittature ultra ventennali,ma davvero credete che non ci sia la mano della cia dietro tutto questo?
Il caso non esiste,almeno per quello che riguarda gli equilibri mondiali del potere.Tutti i leader,seri o buffoni che siano hanno una loro propria giustificazione per essere li.
Alcuni di loro in tempi passati hanno cercato di rovesciare quest'ordine precostituito,ma la fine che hanno fatto la conosciamo tutti...o davvero credete che ALDO MORO sia stato rapito ed ucciso dalle BR?
Che sia la destra,la sinistra,il centro o chi vogliate a governarci la situazione non cambierà.
Siamo tutti indignati dal comportamento del nano,ma la sinistra cosa sta facendo?Credete che cambierebbe qualcosa se fossero loro a governare?
Davvero credete di essere liberi e di vivere in una democrazia?Poveri illusi.
Rimaniamo pure incantati davanti alla TV gridando allo scandalo,ma lo scandalo non è iniziato adesso,nel '45 l'america"salvò"l'europa dal nazi-fascismo poi assieme alla chiesa fece i brogli in tutto il continente per assicurarsi che non cadesse in mano ai comunisti.
Aprite gli occhi.Sono 60anni che ci prendono x il culo e ci annebbiano la vista con cazzate per nascondere le loro porcherie ed il nano non è altro che una di queste

Stefano Barducco 23.02.11 02:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho finito di vedere Ballarò,sono rimasto disgustato di quei genitori che approvavano che per 7000 euro avrebbero mandato la loro figlia a prostituirsi da Mr. B. A SOLI 15 ANNI.Che schifo!

germoglio 23.02.11 00:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personalmente ritengo che questa storia del 150° dell'unità d'Italia sia stata tirata li da qualche furbone cosi come si usa fare nei momenti di crisi quando si tira fuori la vittoria calcistica ai campionati del mondo, al giro d'Italia ecc. ecc.
Vediamo questo 150°: e' come se invece di celebrare il compleanno di qualsiasi persona si celebrasse il momento in cui la coppia genitrice si unisce e si aspetta l'evento per nove mesi.
Nel caso dell'unità d'Italia invece di nove mesi si e' dovuto aspettare nove anni per iglobare nel territorio italiano anche Roma, fino cioè al 20 settembre 1870.
Poi ci sono voluti altri 49 anni affinche' il Re del Vaticano smettesse di esortare gli italiani a non riconoscere lo Stato italiano. Con l'accordo fascista del 1919 lo Stato del Vaticano si e' ripreso il potere temporale con tutti gli interessi annessi e connessi.
Viva l'unita' d'Italia.
Tutti a festeggiare il 1961 con Garibaldi confinato a Caprera, con la guerra civile culminata nell'Aspromonte , con Garibaldi di nuovo prigioniero e con centinaia di garibaldini fucilati dall'esercito italiano o meglio dall'esercito del Regno d'Italia o perche' eversori o perche' disertori del suddetto regio esercito.
Infine arrivati al 2011 ci sarebbe da riflettere sull'unità fra i miliardari e ricconi vari e i poveracci di questo nostro amato paese.
VIVA L'UNITA'

Bruno Sordini 22.02.11 23:25| 
 |
Rispondi al commento

a chi sia interessato alle varie
beneficenze del mattone be e solo un aspetto
come scrissi tempo fa E.N.A.S.A.R.C.O. ce ne
di tutto e di più.
stasera ho visto alla sette due deficenti e mi chiedo come siano là,renzi che si appropria
delle motivazioni del movimento 5 stelle come
dire il rottamatore senza idee,e l'altra scimunita
del pdl credetemi una perdita di tempo,per non
parlare di ballarò non so cosa pensare di questi
co glioni autorizati a dire minchiate,sul fedain
di turno quello sostenuto da tutti i partiti in
parlamento,il deficente libico che in tanti
hanno sostenuto per i loro interessi.
volevo segnalare che se per caso qualcuno è vagamente indignato sull'attuale situzione del
paese sul fatto quotidiano che dei personaggi
stanno preparando una manifestazione se no ora
quando. sarà il caso di verificare.

claudio galletti Commentatore certificato 22.02.11 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi caxxo è che scrive i testi del commento filmato di Travaglio? Oltre a non sapere l'italiano ed a commettere dei vergognosi e grossolani errori grammaticali è anche di un'ignoranza colossale come quando scrive, ad esempio, "delle Nasarco"! Mandatelo a casa!

Domenico Falconieri 22.02.11 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Intanto la legislatura del pagliaccio di hardcore avanza con tutta la sua corte, e la pensione con il suo raggiungimento di mesi di duro lavoro arriva a destinazione, visto che nessuno dei politici a montecitorio si muove per far cadere questo governo di buffoni.
A matteo salvini la vita gli sorride e lui ride di gusto tanto la pagnotta l'ha assicurata.
Ai cialtroni leghisti e quelli che li votano ora non hanno nemmeno il coraggio di affrontare una giornalista molto sobria e pacata come la Annunziata su rai 3 e disertano la trasmissione da vigliacchi come sono e sempre saranno quelli della leganord è la loro principale caratteristica, dal nano poi hanno anche imparato qualcosa.
Sono inoltre scesi in politica per far soldi e poter vivere sulle spalle della gente sopratutto dei babbei ignoranti che oltretutto se li votano, queste larve succhiatrici di futuro.
Una cosa è certificata al 101% l'ultima parte dell'italia a svegliarsi dal comaprofondo sarà il nord.
Una profezzia?
Cerrrrrrtoooooooooooooooooo.

http://www.corriere.it/cronache/11_febbraio_20/rai-annunziata-lega_e74c28a6-3ce8-11e0-b1ac-bc0b2e3568ae.shtml

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 20:30| 
 |
Rispondi al commento

CLASSIFICA STIPENDI EUROPEI: ITALIA AL 23° POSTO (solo 14.700 euro annui) FONTE: OCSE

Nella classifica Ocse, si collocano tra i primi dieci: Corea del Sud (39.931 dollari), Regno Unito (38.147), Svizzera (36.063), Lussemburgo (36.035), Giappone (34.445), Norvegia (33.413), Australia (31.762), Irlanda (31.337), Paesi Bassi (30.796) e Usa (30.774).

Mentre l'Italia, con 21.374 dollari (poco più di 14.700 €), occupa la ventitreesima posizione, collocandosi dopo quegli altri paesi europei con retribuzioni nette annue che si aggirano in media intorno ai 25mila dollari, tra i quali: Germania (29.570), Francia (26.010), Spagna (24.632).

L'Italia supera solo: Portogallo (19.150), Repubblica Ceca (14.540), Turchia (13.849), Polonia (13.010), Slovacchia (11.716), Ungheria (10.332) e Messico (9.716).

Volendo fare un paragone con gli altri cittadini europei, il lavoratore italiano percepisce un compenso salariale che è inferiore del 44% rispetto al dipendente inglese, guadagna il 32% in meno di quello irlandese, il 28% in meno di un tedesco, il 19% in meno di un greco, il 18% in meno del cittadino francese e il 14% in meno di quello spagnolo.

I lavoratori italiani incassano dunque ogni anno retribuzioni medie tra le più basse dei paesi industrializzati, mediamente il 17% in meno della media Ocse, il cui valore è pari a 25.739 dollari.

Se invece come termine di paragone viene assunta l'Europa a 15 (27.793 dollari annui di media), lo stipendio italiano è inferiore del 23% o nell'Europa a 19 (mediamente 24.552 dollari annui), il compenso medio annuo del lavoratore italiano è minore del 13%.

Per quanto riguarda invece il discorso del cuneo fiscale, assumendo come parametro un lavoratore dal salario medio single e senza figli, il peso del cuneo fiscale è pari al 46,5% (lo 0,25% in più rispetto al 2007 e l'1,1% in più rispetto al 2005)), che determina la 'sesta posizione del nostro Paese tra i 30 paesi Ocse'.


Carissimi,giro questa mail perché mi sembra che sia venuto il momento di una ribellione generale.
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa € 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.
STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE
+
TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubblico impiego !!!)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es:la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Si sta promuovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari.Far circolare

Sergio Scotti 22.02.11 18:58| 
 |
Rispondi al commento

duce fan clubs ma voi a circolo ricreativo le organizzate le cene a base di cinghiale ?
grazie
buonasera

BEPPE TROVATELLO Commentatore certificato 22.02.11 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lei è un cretino, s'informi!
toto

Minkio per te ;;))))

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Era un uomo così antipatico che dopo la sua morte i parenti chiedevano il bis.

Toto


Mi sei venuto in mente minkiomano

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GUEVARA=bono,beatles? Ma come ti permetti ? Di paragonare dei cantastorie (come tè)a una persona che ha deciso che la sua LIBERTà era più importante dalla sua VITA.
P.S. Ma tu sei uscito più ricco o più povero da sanremo ?. Eri il mio idolo.

Pino D'albero Commentatore certificato 22.02.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

++++++++++++++


"Beppe!! mi sai facendo rodere i maroni!! e non quelli della Lega.
da che parte stai? dov'è un tuo intervento diretto verso questa fase
storica che porterà ad un cambiamento radicale degli equilibri di un'
intera generazione? cosa fai domani? un post sulle 110 balene spiaggiate?
ma datti una mossa perdio!!

CHE CAZZO VUOI CHE DICA OLTRE LE SOLITE TRE

CAZZATE:


ACQUA PUBBLICA, AMBIENTE E CICLABILI PER TUTTI!
"

Duce Fans Club 22.02.11 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Gio 23 Dic 2010 - 13.39
''Io sono legato da amicizia vera con il presidente egiziano Mubarak, con il presidente libico Gheddafi e con il presidente della Tunisia Ben Ali''. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa di fine anno. Nei confronti di questi Paesi ''cerco di essere da stimolo per lo sviluppo della democrazia."

http://it.notizie.yahoo.com/19/20101223/tpl-berlusconi-sono-vero-amico-di-mubara-1204c2b.html

Mi sa che un portatore di jella come lui non lo tocca piu' nessun politico del mondo, nemmeno con una molla lunga un kilometro..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo come i tedeschi durante il nazismo. fingiamo di non sapere niente dell' olocausto attuale. Crediamo alle dichiarazioni del Camellato. Auguri. quando arriveranno e ci massacreranno avremo una faccia da Frattini o Bersani che consola. Sulla fossa comune un' epigrafe:" non volevamo disturbare".
se non altro non useranno fosse comuni. saranno sufficienti i SUV. almeno 155 cad. un poco ammassati. però con abiti firmati!!

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 22.02.11 18:41| 
 |
Rispondi al commento

LEVIAMOCELO DAI COGLIONI: occupiamo Roma e non sloggiamo fino a che non se ne va affanculo!!!

harry haller Commentatore certificato 22.02.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ore 17.10 Il discorso del beduino
-Nano

«Sono un imprenditore rivoluzionario e l'Italia guiderà l’Africa, l’America del sud, e la Russia meridionale. Ho salvato il mondo dalla guerra nucleare»: è un passo del furibondo discorso pronunciato in diretta tv dal leader italiano Silvio Muammar Gheddasconi.

Nel suo discorso, ha anche detto che, in epoca coloniale, l'italia «respinse l’avanzata dell’estremismo islamico e in epoca del business abbiamo pagato 5 miliardi di investimenti nella Libia dell'amico Berlusdaffi».

I manifestanti sono "comunisti pagati dai servizi segreti stranieri», ha aggiunto, affermando che gli insorti sono «una vergogna per le loro famiglie e le loro tribù, vergogna, vergogna vergogna».

«I soldi che provenivano dal petrolio sono rimasti nelle vostre mani anche se gestiti dalle municipalizzate per la vostra sicurezza» e poi «Gheddasconi resisterà: libertà, vittoria, rivoluzione liberale!»

PS
Ha anche aggiunto che "nessuno può interferire con i legittimi bombardamenti sulla folla, il diritto alla privacy della nazione lo impone, cribbio ... ciascuno a casa sua fa quello che vuole"

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Wikileaks
Obama approva NOS Usa in direzione Libia, obiettivo testa del rais

ERA ORA!

c. 77ele 22.02.11 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe!! mi sai facendo rodere i maroni!! e non quelli della Lega.
da che parte stai? dov'è un tuo intervento diretto verso questa fase storica che porterà ad un cambiamento radicale degli equilibri di un' intera generazione? cosa fai domani? un post sulle 110 balene spiaggiate? ma datti una mossa perdio!!

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 22.02.11 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Un migliaio di morti ammazzati, bruciati: non prova vergogna, l'amico dell'assassino? Mi fa troppo schifo pensare che gli Itagliani riescano a digerire anche questa carneficina del degno compare del porco di Arcore pur di poter rifornire la macchinina o scaldarsi il culo senza problemi...

harry haller Commentatore certificato 22.02.11 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non mandare Renzino come plenipotenziario in Libia? Hai visto mai, magari muoiono tutti dal ridere e finisce li.

Franco B., Genova Commentatore certificato 22.02.11 18:29| 
 |
Rispondi al commento

su questo blog stiamo guardando le tre scimmie, non vedo non sento non parlo, e non vediamo le tre civette sul comò, che facevano l' amore con la figlia del nanone.
ridiamo, ci spingiamo, ci mandiamo a vaff. mentre sta arrivando un incubo che nemmeno ci immaginiamo.
e vvaiihh!! all' happy auarrr!!! bevi! bevi!
dal libretto di Mao Tze Dong: un popolo non lo si combatte. lo si indebolisce e lo si annienta dal di dentro.
teee!! capiii!!?? caro laRussa con il baffettino da sparviero!!?? dov' è Geronimo? in che dislocazione di prima linea è ?!!
Da domani tutti i Ministri Italiani che sentono il problema alle porte, gli sia dato un elmetto.
"Dell' Elmo di Scipioo!!! fate quadrato ai 150 anni!!! o preferite i 150 ani del nano??!!


Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 22.02.11 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Il blog Mibazaar è specializzato nei "mash-up" basati sulle mappe di Google incrociate con dati e informazioni di ogni genere. In pratica è una localizzazione delle informazioni - in questo caso dei tweets.

http://www.mibazaar.com/meprotests.html

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 22.02.11 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Egitto: out.
Tunisia: out.
Algeria: out:
Libia: out.

Caxxo, le vie di fuga per Berlusconi diminuiscono a vista d'occhio.
Mi sa che dovremo continuare a tenercelo.
Per fortuna che la Giustizia divina non prevede prescrizioni o legittimi impedimenti.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 22.02.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAVE GUERRA TRIPOLI A LARGO DI MALTA.

Una nave da guerra libica, con 200 marinai a bordo, incrocia al largo della Valletta, sotto la sorveglianza di unità militari maltesi. Lo rendono noto fonti militari locali. I libici hanno comunicato via radio di aver ammainato la bandiera libica, ma non hanno chiesto asilo politico, secondo le fonti. Il governo maltese sta tenendo una riunione d'emergenza.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 18:23| 
 |
Rispondi al commento

TRAGEDIA NELLA TRAGEDIA...

APPELLO PROFUGHI, CI UCCIDONO CON COLTELLI E MACETE - "Ci stanno uccidendo con coltelli e macete". E' questo il messaggio di sos arrivato al cellulare di don Mosie Zerai, presidente dell'Agenzia Habeshia per la Cooperazione allo Sviluppo e lanciato da alcuni profughi che si trovano in Libia. "Profughi Eritrei, Etiopi, Somali chiedono aiuto, ricevo sms dove descrivono la tragedia - spiega il sacerdote -. Vanno nelle case dove vivono gruppi di africani scambiati per mercenari del regime. Decine di questi ragazzi sono quelli che sono stati respinti dall'Italia. Altri stanno morendo nelle carceri libiche come Mishratah, sotto b...ombardamenti, chiedono aiuto! L'Europa e l'Italia potrebbe offrigli spazi nel suo piano di evacuazione che è già in atto. Chiediamo che venga valutata - è l'appello di don Zerai - la possibilità di salvare la vita di queste persone, anche dando un rifugio provvisorio nell'Ambasciata Italiana".

ansa.it

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 22.02.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi bacia la mano a Gheddafi


n un video del 27 Marzo 2010 il premier Silvio Berlusconi salutando il leader libico Gheddafi lo abbraccia gli bacia la mano.

Le immagini impazzano sul web da ore, rimbalzando dai siti italiani a quelli internazionale che sottolineano l’antica amicizia tra il Rais e il primo ministro italiano.

Il video è stato girato durante il vertice della Lega Araba a Sirte lo scorso Marzo.

Il Cavaliere fu oggetto di critiche, da cui si difese sostenendo che non c’era stato “nessun inginocchiamento a Gheddafi”.


http://www.youtube.com/watch?v=6JX3oDETc1E&feature=player_embedded
.

silvanetta* . Commentatore certificato 22.02.11 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Fuori di testa, con l'ombrellino aperto mentre fa piovere bombe sulla popolazione civile libica, a bordo di un ridicolo Tok Tok così si è appena mostrato sulla tv libica Gheddafi. "I wanted to say something to the youths


http://www.youtube.com/watch?v=6FiEwA9A7ME

THIRA FISHERMAN Giuseppe - M - A. Commentatore certificato 22.02.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Malta, libici bruciano una bandiera italiana.

Un centinaio di immigrati libici ha manifestato davanti alla loro ambasciata a Malta e bruciato una bandiera italiana per protesta contro i rapporti dell'Italia con il regime di Gheddafi. Ci sono anche stati scontri con le forze speciali della polizia locale che avevano circondato la rappresentanza diplomatica per impedire che fosse presa d'assalto.

***

Cosa ci tocca subire per colpa di Berlusconi!

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Bossi ha dichiarato che i clandestini che sbarcano e sbarcheranno a Lampedusa, li manderà in Francia ed in Germania.
Qualcuno dovrebbe spiegargli che Sarkozy e la Merkel sono di un legno diverso è che le sue sparate rischiano solo di farli incazzare di più.
Ma forse li minaccerà con i suoi trecentomila Bergamaschi!!!

Franco B., Genova Commentatore certificato 22.02.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi spiace Marco, questa volta non sono d'accordo e provo a spiegarmi.
1. Basta con l'umiliarci per colpe altrui. L'orgoglio per essere italiani deriva (o dovrebbe derivare) dagli infiniti esempi positivi di persone come noi che hanno lottato per ottenere dei risultati e ci sono riusciti passando alla storia (oppure spesso dimenticati), persone che con la loro passione hanno reso grande un paese: se siamo (o siamo stati) nell'elite del mondo lo dobbiamo a loro non certo a chi da anni ci governa. E' a loro che dobbiamo ispirarci. Non lasciamo che la mediocrità inghiotta tutto ciò che di buono c'è, per esempio questo blog. Sono orgoglioso di scrivere su questo blog che esiste grazie ad un grande italiano: (nonchè genovese eheh) Beppe Grillo.
2. Basta con il moralismo: chi non ha un amico in negozio o al concessionario o in agenzia al quale chiedere uno sconto per un acquisto? Anche questo è riprovevole? In molti altri stati sarebbe scandaloso eppure da noi è una prassi. E' ovvio che chi può fa dei favori agli amici è altrettanto ovvio che un conto sono i favori un conto sono le mazzette in cambio di favori.
3. Basta con chi dice che queste rivolte sono popolari. Sono volute, organizzate e partecipate dagli USA: avere il controllo del medio oriente vuol dire garantirsi ancora per qualche decennio la supremazia economica mondiale.
4. Agli attuali poteri economici fa comodo ci sia un berlusconi al governo in italia. attenzione a noi che siamo di sinistra: la prima cosa che farebbe una sinistra al potere sarebbe quella di innalzare le tasse (e non di sicuro solo ai redditi più alti) è inevitabile con la spesa corrente attuale. Altrimenti tagli (e non sicuro al numero di parlamentari). Con questo non voglio dire lunga vita a berlusconi ma attenzione a ciò che scegliamo: non comprate mai a scatola chiusa!

Antonio Manià (carpe.diem) Commentatore certificato 22.02.11 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Da che parte sta adesso il nostro governo composto da nani e ballerine? Dalla parte del beduinocapo incaxxato oppure dalla parte dei giovani che protestano per avere libertà e democrazia?
Il beduinocapo incaxxato accusa l'Italia di aver armato i dimostranti. I dimostranti, invece, accusano l'Italia di aver mandato mezzi militari italiani per annientarli.
Come risponderà il nostro Presidente del Coniglio a queste pesanti accuse che arrivano direttamente dalla Libia???

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 22.02.11 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

###################################################
Il nord Africa, Egitto,Tunisia,Libia...dei popoli in subbuglio. Ora in Libia vengono ammazzati a migliaia perché vogliono dei diritti.

Io ho letto oggi un post

http://fintatolleranza.blogspot.com/

Sul contratto sociale di Jean Jacques Rosseau, un libro che avrebbe anche fomentato la rivoluzione francese. LEGGETE IL POST, QUANTO VI SEMBRA ATTUALE IL TEMA DELLO SCHIAVISMO TRATTO DAL LIBRO DEL 1762?
e NOI SAREMO I CIVILI?


I regimi fantocci, NOI li mettiamo al potere, li sosteniamo in silenzio per decenni per il nostro tornaconto, li armiamo di tutto punto anche se sappiamo che sono dei tiranni. A NOI interessa continuare a depredare le risorse di queste regioni come quando erono colonie sotto il nostro controllo.

Poi, quando il popolo sovrano giustamente si solleva contro questi buffoni, quando il popolo viene massacrato con le armi che NOI abbiamo venduto, IPOCRITAMENTE chiediamo a questi criminali di non usare la violenza contro il popolo e di rispettare I diritti umani!!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

“…..C'è stata anche una nota distinta di collera contro l'America quando gli uomini e le donne sciite hanno trovato - tra le macerie del campo dei manifestanti distrutti dalla polizia il Giovedi - decine di gas lacrimogeni e sfollagente importati dagli Stati Uniti. Una cartuccia di un proiettile di gomma – e i Bahreiniani sono morti di queste armi – l’identità del costruttore e codici militari:"NonLethal Technologies, Homer City, PA 15748 USA,www.nonlethaltechnologies.com, Solid Rubber Baton, MP-4-R3.". Cartucce di granate stordenti con il codice "DISPO PROP 200M 02-SAE-08 2 BANG Ritardo 1,5 S NIC - 07/07-03 2 Knall VZ 1,5". Non è chiaro se queste armi sono state costruite negli Stati Uniti, Gran Bretagna o Francia - tutti principali fornitori di armi al Bahrain.”

THIRA FISHERMAN Giuseppe - M - A. Commentatore certificato 22.02.11 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Here are the top 10 funds with the greatest net gains for investors:

1. George Soros‘ Quantum Endowment Fund (1973): Net Gains of $32 Billion

2. Renaissance Medallion Fund (1982): Net Gains of $28 Billion

3. Paulson & Co (1994): Net Gains of $26.4 Billion

4. Moore Capital (1989): $17.5 Billion

5. ESL (1988): $15.3 Billion

6. Bridgewater Pure Alpha Fund (1991): $13.3 Billion

7. Caxton (1983): $12.8 Billion

8. Baupost (1982): $12.5 Billion

9. Brevan Howard Fund (2002): $12.5 Billion

10. SAC (1982): $11 Billion

Source: LCH Investments NV (as of June 30, 2010)
........

AVEVO DETTO DI COMPRARE IL GRANA -IL FORMAGGIO ! PORCA PUTTANA ! NON IL GRANO!

GUARDATE CHE XAZZO DI CASINO AVETE FATTO IN AFRICA.....

SONO CIRCODATO DA IMBECILLI.....dopo IL CACAO , N'ALTRA CAZZATA.....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Il Maghreb si fonderà in un unico emirato islamico fondamentalista e pian piano aggregherà sempre più stati perseguendo l'idea della 'Grande Africa'.
Signori, se questi si aggregano, e lo stanno facendo, quantitativamente ci sommergono, per la rabbia che hanno ci dilaniano.
Ora il ricco ed opulento Occidente dovrà pagar dazio, i conti, alla fine, si pagano!
E' venuto Baffone!

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 22.02.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signor Novara buona sera a lei.
Mi piace il suo affabulare criptico anche perche come tutti gli idioti sono affascinato da cio che non capisco.
sera al blog.

BEPPE TROVATELLO Commentatore certificato 22.02.11 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E cosi muammar accusa l'Italia di aver armato gli insorti di Bengasi. Ora il minimo che può accadere è che nel, si spera brevissimo, tempo che gli resta, darà il liberi tutti a coloro che tratteneva in Libia, e sarà caos.
Ma maronglacè era felicissimo dell'accordo fatto con lui. Grande mossa diplomatica!!
Quasi come accarezzare una vipera sulla testa, pensando di averla incantata.

Franco B., Genova Commentatore certificato 22.02.11 17:49| 
 |
Rispondi al commento

STAVOLTA NON "PASSOPAROLA"...

http://iosonoincazzatonero.blogspot.com/2011/02/stavolta-non-passoparola.html

Andrea Cusati, Garbagnate Milanese Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Mossa di Napolitano sul decreto Milleproroghe.

Il presidente della Repubblica ha inviato una lettera al governo per spiegare che il decreto legge contiene vizi di incostituzionalità.
Lo riferisce una fonte ministeriale senza fornire ulteriori dettagli.
Dopo il via libera del Senato la scorsa settimana, il decreto era destinato, secondo le intenzioni del governo, a un rapido via libera in seconda lettura alla Camera, prima della decadenza fissata il 27 febbraio prossimo. (fonte Reuters)

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento

..."Questa notte, nonostante la smentita del ministero degli Esteri, la possibilità di un coinvolgimento italiano nel disperato tentativo di Gheddafi di vincere quella che si è ormai trasformata in una vera e propria guerra civile, è tornata a prendere corpo grazie ad una nota dell'attivista Vittorio Arrigoni, ora a Gaza City, che ha reso note alcune testimonianze raccolte grazie ad una rete di contatti che lega attivisti libici e palestinesi.
"In Libia è in corso un genocidio. - spiega Arrigoni - Perpetrato anche con il supporto del governo italiano (mezzi militari made in Italy e mercenari italiani inviati, secondo accreditati analisti arabi, dietro permesso di Berlusconi, per massacrare i manifestanti)".

Attivisti libici, infatti, avrebbero avvistato in queste ore, nel cielo di Tripoli, anche degli elicotteri Agusta, fabbricati in Italia, intenti a colpire i civili scesi in piazza e per le strade.
Stando alle note ufficiali dei ministeri degli Esteri e della Difesa è comunque tutt'ora escluso qualsiasi coinvolgimento delle forze militari italiane sullo scenario libico.

Il movimento "17 febbraio" che ha ispirato la rivolta di questi giorni, intanto, ha diffuso questa mattina, intorno alle 10, una nota di condanna contro l'Italia, annunciando che "dopo il silenzio che avete osservato sui massacro perpetrato da Gheddafi, abbiamo deciso di tagliare il gas libico che parte dal campo di Al Wafa e che passa per la nostra regione verso l'Italia e il nord dell'Europa attraverso il Mediterraneo".

Nonostante le smentite di diversi membri del Governo, la notizia che il flusso di gas importato in Italia dalla Libia attraverso il gasdotto Greenstream avrebbe subito un notevole rallentamento è stata confermata dall'Unione Europea, che ha però sottolineato che "non ci sono problemi di forniture di gas per l'Italia"

Mattia Nesti

Articolo completo: http://www.newnotizie.it/2011/02/22/caccia-e-navi-militari-a-tripoli-italia-in-guerra/


THIRA FISHERMAN Giuseppe - M - A. Commentatore certificato 22.02.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il discorso di Gheddafi alla tv -

"Resterò a capo della rivoluzione fino alla morte". Muammar Gheddafi non molla. In un nuovo discorso alla tv, dopo quello di lunedì notte, il Colonnello ha confermato l’intenzione di non lasciare il Paese. "Vogliono rovinare la vostra immagine nel mondo – ha detto Gheddafi - La vostra immagine è distorta nei mass media arabi per umiliarvi". “Io non sono il presidente, ma il leader della nazione. Morirò come un martire, come mio nonno. Io sono un rivoluzionario. Ho portato la vittoria, con la quale si è potuto godere per generazioni".

"Tutto il mondo ci guarda con rispetto e con timore grazie a me, compresa l'Italia", ha continuato il leader libico ricordando che "ci siamo fatti rispettare da tutti, quando sono andato in Italia hanno salutato con rispetto il figlio di Omar Mukhtar". Quelli che attaccano le caserme libiche in questi giorni invece "sono giovani drogati". "Sono giovani sedicenni che vogliono imitare l'Egitto". "Dietro di loro c'è un gruppo di persone malate infiltrate nelle città che pagano questi giovani innocenti per entrare in battaglia. Chi ha designato in questi attacchi ora è in sedi tranquille dopo aver dato loro ordine di distruggere". Poi, smentendo i fatti, ha aggiunto: "Non abbiamo ancora usato la forza, ma lo faremo se necessario". E ha anche accusato l'Italia e gli Usa di "aver distribuito ai ragazzi di Bengasi" razzi rpg.

***

Se non si può definire pura follia questa...

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ilari Frattini deve dire chi italiano ha dato i razzi RPG ai libici chi sono contro il leader libico

dai al meno scrivelo su tuo facebook...

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:44| 
 |
Rispondi al commento

BAH!
sarà vero che quando s'invecchia un po' si rincoglionisce , io a Gheddafi non lo seguo proprio!

Si reputa "beduino rivoluzionario" !!!! azzzo!!!
Mica c'arriva a pensare che lui stesso l'ha tradita da un pezzo la rivoluzione e apposta il popolo è incazzato!

Mi viene di fare un esempio: " come se Stalin o Lenin avessero venduto alla Germania del terzo Reich gas e petrolio con i quali acquistare a proprio nome il bayern di Monaco o la Deuchebank"

roba da beduino rincoglionito!
- unica nota positiva : la dignità di crepare nel
proprio paese per le malsane idee che si ritrova!

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 22.02.11 17:43| 
 |
Rispondi al commento

All'Italia


"Ahi serva Italia, di dolore ostello,
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie, ma bordello!"

Dante Alighieri, Purgatorio, Canto VI, 76-78 (1304-1320).

---
Su Leopardi e L'Italia

L’analisi leopardiana è spietatamente lucida. L’Italia è un paese dove non si conversa o si discute pacatamente, ma si schernisce l’interlocutore; un paese in cui non si gareggia per l’onore, e da uomini di onore, ma ci si combatte all’ultimo sangue. L’Italia è una terra dove non c’è convivenza civile, ma forzata; una società in cui ci si sbrana anziché collaborare al bene comune; un paese senza amor patrio, dove lo scherno dell’avversario prevale su tutto. L’autore vede ben al di là dei facili patriottismi e delle euforie risorgimentali, quando sente che nella penisola mancano quei legami che fanno di una collettività una «società stretta» e una «società buona», cioè un popolo di «fratelli», dove sarebbe possibile una morale universalmente valida, fondata non sulla legge (perché è una base poco solida la paura delle pene minacciate da un codice), ma sul senso dell’onore che indurrebbe a fare il bene per meritare il plauso e a fuggire il male per non incorrere nel disonore.
Attuale, vero?

---

“LA SVENTRATA”

Caduca
suburbe emaciata nel ciano
accovacciata
in lunghe dita di metallo
atrofizzate al cielo
razziata in macerie
sciacallata
le superstiti vesti
a sorte.
Morente
con un buco largo
all’altezza del cuore
e qualche essere
barcollante
che vaga
rasente
sperando la notte…
che se lo porti via.


(Ermanno Bartoli - 2011)

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi: "Da Usa e Italia razzi ai manifestanti" –Gheddafi ha accusato, nel suo intervento televisivo, Usa e Italia di avere "distribuito ai ragazzi a Bengasi" razzi rpg.

NON SO CHI E' PIU' BUGIARDO FRA LUI E BERLUSCONI

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 22.02.11 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Ore 17.00 Il discorso di Gheddafi

«Sono un beduino rivoluzionario e la Libia guiderà l’Africa e l’America del sud»: è un passo del furibondo discorso pronunciato in diretta tv dal leader libico Muammar Gheddafi.

Nel suo discorso, ha anche detto che, in epoca coloniale, la Libia «respinse l’avanzata dell’Italia».

I manifestanti sono «ratti pagati dai servizi segreti stranieri», ha aggiunto, affermando che gli insorti sono «una vergogna per le loro famiglie e le loro tribù».

«I soldi che provenivano dal petrolio sono rimasti nelle nostre mani» e poi «Gheddafi resisterà: libertà, vittoria, rivoluzione!»

*****

Per B è un grande amico. E’ proprio vero che i simili si attraggono.

silvanetta* . Commentatore certificato 22.02.11 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italia, siamo gia' una colonia

ANALISI | Anche se riuscissimo a raggiungere l'1,5% di crescita promesso dal Governo, lo sviluppo non basterebbe per evitare il tracollo della finanza pubblica, consegnandoci mani e piedi alle decisioni dell'Unione Europea.

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1084313

Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:30| 
 |
Rispondi al commento

un berlusconi tragicomico: tenterò di parlare con gheddafi per farlo smettere.
Ora siamo tutti comvinti che berlusconi non sa governare, la sua fortuna l'ha fatta con gli inganni e letruffe.
Ha sempre giocato con le carte truccate.
Siamo governati da un cretino e da una banda di ruffiani avidi di danaro.

cesare beccaria Commentatore certificato 22.02.11 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GHEDDAFI: MANIFESTANTI GIOVANI VENDUTI.

Uguali!
Lui e Gheddafi sono uguali!

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gheddafi in tv annuncia riforme...finalmente???
Berlusconi senza rivolte popolari le sta annunciando da vent'anni, spontaneamente...hihihihi...

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 22.02.11 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caneliberonline.blogspot.com/

martedì 22 febbraio 2011
E PER TUTTO QUESTO CI VOLEVANO "LE FABBRICHE" NIKI ?...ma famm'o' piacere!


A CHE GIOCO GIOCHIAMO?
LA VERA NATURA DEL
“VENDOLISMO”.

Caneliberonline 22.02.11 17:23| 
 |
Rispondi al commento

ERRATA-CORRIGE rispetto al mio post sotto: c'è un altro esempio notevole di nazione diversa (ma con la stessa lingua) : l'Irlanda (rispetto all'Inghilterra). Tuttavia anche questo caso non è un controesempio: infatti l''irlandese' esiste come lingua DISTINTA dall'inglese, anzi le due lingue non sono mutuamente intelligibili e infatto
appartengono a due gruppi linguistici diversi (l'irlandese è una lingua di origine celtica, una delle poche sopravvissute, l'Inglese è una lingua germanica). Seppure tutti gli irlandesi sono bilingue, e l'inglese sia di fatto la lingua ufficiale, l'irlandese tuttavia esiste ancora.

In ogni caso, è chiaro che la distinzione nazionale in base alla lingua è fondamentale ma non è l'unico fattore, altri fattori possono talvolta diventare prominenti: ad esempio l'adozione di un differente sistema socio economico. Ad esempio l'ex Germania est e Germania Ovest, di fatto sue nazioni differenti (ancora oggi non perfettamente unificate). In Irlanda (a parte la lingua irlandese di origine celtica) pesa un simile fattore socio-economico nel creare una nazionalità diversa dall'inglese: i cui effetti si vedono nella diversa religione, e nella preferenza della forma repubblicana.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 22.02.11 17:22| 
 |
Rispondi al commento

GHEDDAFI sta parlando al suo popolo (lo stesso popolo che sta bombardando).

io spero che gli somministrino una buona dose di bunga bunga...con un palo infilato su per il culo in pubblica piazza.
chissà che non serva di lezione al nostro DITTATORE.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 22.02.11 17:21| 
 |
Rispondi al commento


Politica & Palazzo
22 Febbraio 2011
Giustizia, Lega e Pdl vicini alla rottura
Bossi cerca l'exit strategy dal governo

La riunione di ieri pomeriggio in via Bellerio ha riportato l'unità interna nel partito: il senatùr ha sposato la linea da mesi proposta dal ministro dell'Interno. Dialogo a tutto campo per arrivare a staccare la spina al governo. Il punto di rottura sembra arrivare proprio sulla riforma della Giustizia

MA MAGARI!!!!!!!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://temi.repubblica.it/micromega-online/altri-11-preti-contro-bagnascoberlusconi/
Don Francesco Pasetto – parroco della chiesa dei ss. Vito e Modesto a Lonnano, Pratovecchio (Ar):
«L’impressione sta diventando sempre più nitida: in Italia i cristiani investiti di qualche potere, ai potenti tutto perdonano mentre ai poveracci niente risparmiano.
Casi Eluana e Welby: onorevoli del partito al governo e monsignori di Santa Romana Chiesa si strappano le vesti a “tutela della persona”. Senza distinguere fra “eutanasia attiva” ed “eutanasia passiva” o “indiretta”, vanno giù impietosamente, parlando di “barbarie”, di “assassinio”, di spregio della vita.
La Curia romana nel 2006 è arrivata a negare le esequie religiose a Piergiorgio Welby; mentre nel luglio 2009, quando l’Agenzia Italiana del Farmaco ha autorizzato l’impiego della pillola RU486, il presidente della Cei si è detto “amareggiato, triste, preoccupato”, condannando l’atto come segno di “deriva” o “crepa della civiltà”. Contemporaneamente, però, di fronte a episodi pubblici di mercificazione della donna, di sfruttamento della prostituzione persino minorile, di orge erotiche organizzate per divertire il capo, di pratica del “fottere senza amore” esaltata come espressione di virilità e di modernità, Sua Eminenza si è mostrato diplomaticamente equilibrato, pacatamente cauto. Già un alto prelato del Vaticano, non Lele Mora, aveva cercato, con una sottile interpretazione della “legge”, il modo per favorire il presidente del Consiglio, sostenendo la possibilità di tenere insieme “comunione con il Corpo di Gesù” e negazione sistematica dell’“agape”…..


Anche i preti qualche volta si inc…zano.sul sito altri 10.
Un saluto

roberto b. Commentatore certificato 22.02.11 17:16| 
 |
Rispondi al commento

L'eutansaia di madre terra:

Sranca nel vedere il figlio rivoltarsi nel letto con le piaghe da decubito malodoranti e il volto dei diletto contratto dagli spasmi, si decise a staccare la spina per eviatrgli altre ed inutili sofferenze.
Ora però chi glielo dice al papa che la terra farà decedere suo figlio l'umanità?
Pensate che crapa bianca scomunicherà madre terra?

Vabbè, in culo alla luna va e buonasera.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:16| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI SE SEI UN UOMO FAI COME IL TUO AMICO :

Gheddafi: "Morirò come un martire"

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 22.02.11 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto ascoltando en diretta tradotto sulla televisione spagnola ;))

Sta dicendo che dei ratti stanno tentando di derrocare sua revoluzione ;)

"che loro hanno resistito contro gli USA che con 170 aerei li hanno attaccato..., anche sugli Italiani colonialisti che adesso si sono piegati a nostre richieste"


Che miseria di politica estera che ha il berlusconismo! anche un cane sciolto come ghedafi ci usa come scudo per giustificare sua dittatura

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo vi sono delle forme di stupido nazionalismo,
ma appunto Beningni ha premesso che prende le distanze da questo 'nazionalismo'. E' chiaro che se dico 'mi vergogno di essere italiano', questo significa anche che, se fossi del Nord Italia, direi anche 'mi vergogno di essere padano'..
Ovvio che nel contesto della frase 'mi vergogno di essere italiano' non avrebbe alcun senso dire: 'invece sono orgoglioso di essere padano', oppure:
'queste leggi vergogna le vota il parlamento italiano, che sta a Roma, io non sono mica italiano, io sono PADANO..'
Questo per far capire qual'è la differenza fra un nazionalismo sano e un nazionalismo malato.

Nazionalismo sano significa fare gli interessi della propria nazione, non a spese delle altre nazioni. Significa essere un patriota.

Una Nazione è essenzialmente una lingua, la condivisione di una lingua (e Benigni, che non è diventato improvvisamente un trombone retoricheggiante, fa notare come sia il fatto LINGUISTICO ciò che è, in qualche modo misteriosamente, determinante nel definire il concetto di nazione).
Certo, si potrebbe fare l'esempio contrario dell'Austria, ma, a parte il fatto che è l'unico esempio in Europa, non è un buon esempio: gli austriaci ogni volta che hanno potuto hanno sempre votato IN MASSA l'annessione alla Germania..
E' che non hanno potuto, perchè sia quando è nata (nel 1918) sia quando è rinata la seconda volta (nel 1945) è sempre stata una costruzione imposta da altri paesi vincitori della guerra.


Insomma una Nazione è una sorta di totalità a cui si appartiene AL DI LA DEL BENE E DEL MALE (e quindi italiano sei tu così come lo è Totò Riina o il mostro di firenze). Non è così semplice prendere le distanze dalla propria nazionalità, non è che basti
un criminale al governo per perdere il senso della propria nazionalità.


Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 22.02.11 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Siamo il popolo dei minkioni.
I nostri politicanti non sono dei geni ne' degli psicologi ma hanno capito perfettamente di che pasta e' fatto il popolo italiano.
In effetti non ci vuole ne' un genio ne' uno psicologo per capirlo.
Tutti i popoli da noi fino all'altro ieri ritenuti arretrati, il cosiddetto "terzo mondo", ci stanno dando lezioni di civiltà.
Qui da noi non si muove una foglia.
Persino quelli che noi definiamo alle volte "beduini" hanno capito, pur nella loro ignoranza, volutamente coltivata, la differenza tra oppressione e liberta', tra dittatura e democrazia. E si stanno ribellando. Con successo!
Noi siamo ancora qui a discutere sul bunga bunga, sul legittimo impedimento, sulla mancanza di liberta' di stampa, sul rincaro dei prezzi dei beni di primaria necessità, sul rincaro delle tasse che porterebbe un eventuale finora sventato federalismo municipale.
Ai tg sfilano le solite facce dei soliti noti...facce di gomma, anzi di bronzo, che continuano a sfotterci coi loro discorsi vuoti, coi loro sguardi talora truci, talaltra sarcastici. Ma qui niente, si tollera tutto.
Piano piano si stanno appropriando dell'ITALIA. Signori...non e' che se ancora possediamo una casa vuole dire che siamo a casa nostra. Se si rubano l'ITALIA si rubano casa nostra.
Cosa si aspetta a fare un po' di pulizia? Aspettiamo di non potere piu' permetterci neanche il pane?
A stomaco vuoto non solo mancano le forze ma si ragiona pure male...
Gli elicotteri tanto nominati anche su questo blog non si alzeranno da soli ma solo con una massa inferocita che fara' in modo che i porci che ci governano diano l'ordine di girare la chiave nel quadro di accensione degli stessi, per alzarsi in volo e togliersi finalmente dalle palle.
UNA VOLTA PER TUTTE!

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 22.02.11 17:03| 
 |
Rispondi al commento

In Marocco è partita la rivoluzione cosiddetta "mirata". Infatti sono entrati in una banca l'hanno ripulita poi hanno preso il direttore e i 4 impiegati presenti e gli hanno dato fuoco. All'arrivo dei militari hanno trovato i 5 corpi carbonizzati ma non c'era più nemmeno un centesimo da nessuna parte e i cadaveri erano privi di portafogli e di orologi.
Conviene continuare a lavorare in banca, visto che non è nemmeno prevista la "cassa integrazione"?
Da come si sono posti subito, si capisce che queste persone avevano principalmente problemi di liquidità, quindi fame, praticamente come il 60% della popolazione Italiana.
Chissà se come monito è stato recepito dai nostri dirigenti!?

Silvia Corelli Commentatore certificato 22.02.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Ci vorrebbe tanto poco per far cadere il governo del nuovo ed inimitabile dittatore italiano dal nome silvio 1816.
Basterebbe che tutto il centro sinistra compreso UDC si dimettessero in massa, non lo fanno, sono coinvolti è chiaro anche ai muri, ma non agli italiani, questa è la riprova che silvio berlusconi è il "prodotto", il risultato del centro sinistra.

Ai cialtroni leghisti e quelli che li votano ora non hanno nemmeno il coraggio di affrontare una giornalista molto sobria e pacata come la Annunziata su rai 3 e disertano la trasmissione da vigliacchi come sono e sempre saranno quelli della leganord è la loro principale caratteristica, dal nano poi hanno anche imparato qualcosa.
Sono inoltre scesi in politica per far soldi e poter vivere sulle spalle della gente sopratutto dei babbei ignoranti che oltretutto se li votano, queste larve succhiatrici di futuro.
Una cosa è certificata al 101% l'ultima parte dell'italia a svegliarsi dal comaprofondo sarà il nord.
Una profezzia?
Cerrrrrrtoooooooooooooooooo.

http://www.corriere.it/cronache/11_febbraio_20/rai-annunziata-lega_e74c28a6-3ce8-11e0-b1ac-bc0b2e3568ae.shtml

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti.aspettiamo con ansia navi da guerra dall'america e dall'europa nel mediterraneo ,apriamo le basi aeree italiane e lasciamo atterrare chiunque vuole xchè si sa che da sempre,quando l'economia dell'europa va male,si fa 1 guerra così tt sono felici e contenti,via debito pubblico, economia che vola,borse su,stop al prezzo del greggio, + lavoro x tt ecc..... non è cinismo il mio, cari governi, sappiamo bene cosa volete fare... che brutto futuro ci aspetta.il nord del mondo vive xchè a sud qualcuno paga e soffre.forse mi sbaglio, ma anche qst volta andrà a finire così.....

cristina ., como Commentatore certificato 22.02.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi in tv annuncia riforme.


Buon segno, vuol dire che anche questo oramai è andato…

Franco F. Commentatore certificato 22.02.11 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Politici: giù le mani dall'informazione!

FIRMA LA PETIZIONE

Vi chiediamo di respingere l'"Atto d'indirizzo sul pluralismo" e tutti i regolamenti che limitino l'informazione televisiva su questioni d'interesse pubblico e che mettano in pericolo l'indipendenza dei giornalisti tv. La nostra Costituzione protegge la libertà di stampa e d'informazione e questi principi devono essere difesi per preservare la nostra democrazia e proteggere il bene comune.

http://www.avaaz.org/it/giu_le_mani_dallinformazione/?cl=950332247&v=8438

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

devono andare tutti a casa.più siamo e avremmo più possibilità a mandarli via .

nicolina miscali 22.02.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Manchera' il gas.
La rivoluzione degli spaghetti crudi.

Valter Conti ☆x5 Commentatore certificato 22.02.11 16:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I libici uccisi sono caduti piu' per merito delle armi della Oto Melara o di quelle della Finmeccanica?
Magari, qualche punto in borsa, lo riguadagnamo.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 22.02.11 16:27| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chissà perchè ogni volta che berlusocni è al governo succedono in sacco di cose strane nel mondo. Ma non sarà mica scarognato sto psiconano?

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trovo sciocco scrivere che l'inno è vacuamente retorico e anche che l'amor di Patria è vuoto e pericoloso. c'è un tempo per la retorica e un tempo per stare coi piedi per terra. nel momento in cui si canta un inno, si guarda al futuro, si cerca di perfezionare un paese, si crede in esso. bisogna che sia enfatico. secondo: l'amor patrio non è vuoto e non è pericoloso. pericoloso è il nazionalismo. l'orgoglio di essere italiani non significa credere nella superiorità italica ma lavorare per il popolo e lo stato che ci hanno generato, dando più di quello che si chiede. in ultimo, dissento da Balasso perchè usa "da soldati" come un insulto: prima tutti si commuovono all'intervento di Benigni perchè parla dei ventenni che all'epoca morirono per l'Italia, e poi nessuno si ricorda che CI SONO ANCORA VENTENNI CHE MUOIONO PER LA BANDIERA TRICOLORE! onore ai caduti!

Antonio Giovinazzi 22.02.11 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va bene, mi porto Avanti col Lavoro.
Così accontento il Gino...

http://www.youtube.com/watch?v=5FfaX13S7qI&feature=related

Un Bacio tutto per Te, Trovatella.
Stasera, non so...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento

oramai è chiaro. ci massacreranno tutti. moriremo con il sorrisino der nano e de la russa in viso.
l' europa ci sta facendo il gesto dove tengono l' ombrello i loro nonni. se mai...si dovesse risolvere grazie ad Obama.... 200 basi aeeree 20 volte più grandi di quella di Vicenza. e decine di basi missilistiche per intervenire sul Medio Oriente. questa sarà la contro partita di chi non "voleva disturbare". ma vatti a nascondere nano cammellato!!

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 22.02.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i fratelli di B. stanno cadendo uno dopo l'altro: prima l'antico amico Ben Alì, lo zio di Ruby Mubarak, e prossimamente il fratello di B. Gheddafi (sterminatore di civili disarmati) ... quando toccherà a B.? ..personalmente spero presto, anche se ormai è forse tardi...

il prossimo dittatore a cadere sarà B.? 22.02.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dove caz_zo è berlusconi? Lui la vede la TV per ora? Lo sta vedendo colui il quale lui gli ha baciato la mano in segno di sottomissione e colui il quale gli ha insegnato il bunga bunga che cosa gli sta facendo al suo popolo? Bossi dai dii qualcosa anche tu, che succede vi manca la parola? Siete solo dei cafoni, assatanati si soldi e di potere. Tra un po il popolo Italiano si incazzerà con voi.
Onorevole stipendio 30.000 al mese +
Senatore stipendio 30.000 al mese +
cinema gratis,
stadio gratis,
viaggi gratis,
centro benessere per tutta la famiglia gratis,
avvecati gratis a spese di noi cittadini,
autoblu gratis,
cellulare gratis,
pensione a 5 anni(come se avreste lavorato nelle miniere)
IL MIO STIPENDIO E' 1200 EURO AL MESE E PAGO PURE L'ARIA CHE RESPIRO.
Secondo voi siamo lontani dalla LIBIA?

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 15:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ohh!! ragassi,come direbbe il BERSANETOR,ma se in 150 anni siamo riusciti nell'intento di essere governati DA UN POVERO VECCHIO mentecatto e puttaniere,roba da ricovero alla baggina,mi spiegate che cazzo c'è da festeggiare? Potrei comprarmi per l'occasione,una torta da megagolosi e festeggiare con una sana bottiglia di spumante NAZIONAL-POPOLARE ma,a questo punto c'è di che PIANGERE e credetemi,non sono sicuramente un nazionalista però,vedere la casa comune di persone per bene che danno l'anima per renderla PRESENTABILE agli occhi degli ospiti per poi affondare in un mare di MERDA,proprio credetemi NON riesco ad essere sereno e allegro tanto da sentire qualcosa di positivo.Parlare credo sia sempre abbastanza FACILE,come il lamentarsi ma,mi chiedo come possano essere più o meno indifferenti,a questo punto,le più alte cariche istituzionali.Che si deve fare per toglierci di torno quel brutto figuro,ricoverarlo con una camicia di forza assieme ai leghisti che lo PROTEGGONO perchè via lui via i SOLDI? Nessuno lo ha ancora INTUITO? NAPISAN almeno tu abbi il coraggio di RIMUOVERLO,c'è in gioco troppo della nostra vita per far finta di niente e non prendere i GIUSTI provvedimenti,nel frattempo,INSISTIAMO con il capo dello stato,si sa mai che......

emi f., voghera Commentatore certificato 22.02.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Notizie dall'Alto Adige: il presidente della provincia autonoma Luigi Boscosecco (Luis Durnwaldner), con l'esternazione che non prendrà parte ai festeggiamenti dei 150 anni dell'Italia, perché lui dice di essere Austriaco (Boh? è nato in una laterale della val Pusteria, dicesi Italia), è riuscito ad indignare e a far riunire le destre e le sinistre dei pochi superstiti Italiani della regione. Stanno tutti incazzati! Ma il bello è che siccome non potrà più ricandidarsi dopo il 3° (dico il 3°!?!) mandato, ha incominciato a fare e dire quello che più gli pare. Tanto x 3 voti a Roma si vendrebbero anche la madre, oltre a permettere di rimuovere i monumenti storici di periodo fascista. Come se a Roma eliminassero la via dei Fori Imperiali perché voluta dal Benitopelatone. Robbbbadammaaaatttti!!!


Chi disprezza Lerner per le sue origini, non può che essere un testa di cazzo, punto. Detto ciò, davvero non so come il Nano abbia la faccia di mostrarsi ancora in pubblico dopo aver accolto fraternamente (a spese nostre) quello che già tutti sapevano essere un crudele, sanguinario dittatore ed un ricattatore di razza insieme: ci siamo resi ridicoli agli occhi del mondo lasciando che quel pagliaccio criminale potesse piantare le tende a Villa Pamphili e portare qui i suoi dromedari, renderci complici delle sue buffonate prestandogli le "Frecce Tricolori", assecondandone le perversioni edonistico- sessuali sino a fornirgli, come esperti papponi, una platea di centinaia di gnocche in affitto con la scusa di una "lectio magistralis" sul Corano....Un altro popolo, un vero popolo, non anestetizzato da un plagio mediatico ventennale, non avrebbe esitato un giorno a manifestare rabbia e sdegno, a varcare pure quel limite che nessuno di noi poteva pensare di dover varcare pur difendere la propria dignità. Ci aspettano dure prove; il Sultano e la sua "famigghia" stanno lentamente ma inesorabilmente portando il Paese verso il punto di non ritorno: il segnale della rivolta prima o poi partirà....

harry haller Commentatore certificato 22.02.11 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Te che forse sei Sordo.
Voglio Veder se sei anche Muto...

La ballata del Cerruti
Giorgio Gaber

G. Gaber

Io ho sentito molte ballate
quella di Tom Dooley
quella di Davy Crocket
e sarebbe piaciuto anche a me
scriverne una così
invece invece niente
ho fatto una ballata
per uno che sta a Milano
al Giambellino
il Cerutti Cerutti Gino
Il suo nome era
Cerutti Gino
ma lo chiamavan drago
gli amici al bar del Giambellino
dicevan che era un mago
vent'anni biondo mai una lira
per non passare guai
fiutava intorno che aria tira
e non sgobbava mai
il suo nome era
Cerutti Gino
ma lo chiamavan drago
gli amici al bar del Giambellino
dicevan che era un mago
una sera in una strada scura
occhio c'e' una lambretta
fingendo di non aver paura
il Cerutti monta in fretta
ma che rogna nera quella sera
qualcuno vede e chiama
veloce arriva la pantera
e lo vede la madama
il suo nome era
Cerutti Gino
ma lo chiamavan drago
gli amici al bar del Giambellino
dicevan che era un mago
ora è triste e un poco manomesso
si trova al terzo raggio
e' lì che attende il suo processo
forse vien fuori a Maggio
s'e' beccato un bel tre mesi il Gino
ma il giudice è stato buono
gli ha fatto un lungo verborino
è uscito col condono
il suo nome era
Cerutti Gino
ma lo chiamavan drago
gli amici al bar del Giambellino
dicevan che era un mago
è tornato al bar Cerutti Gino
e gli amici nel futuro
quando parleran del Gino
diran che è un tipo duro.

Anche la sua "Socia" ce l'ha Duro...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è qualcuno che rintraccia Berlusconi e gli dice che colui il quale glli ha insegnato il bunga bunga e gli ha baciato la moano sta sparando sulla gente che chiede solo la sua libertà. Berlusconi vergognati, maledetto io che ti ho votato, mi indigno di avere votato una persona che ha baciato la mano di un masochista e dittatore coem GHEDDAFI. Cazzo chiamalo se siete amici e digli che cazzo sta facendo. Se ti avessi vicino ti strapperei i coglioni.

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siam noi ad Interrogar l'Eterno?
Oppur è Lui a Donarsi, nei Fiori, le Donne, i Bimbi?

http://www.youtube.com/watch?v=MYn_30q9vcE&feature=related

E' la Materia ad Abbracciar lo Spirito?
O Lui ad Incarnarla?

A volte, un'Isola.
A tratti, si Congiunge...
La Luna, il Cielo, ed il Firmamento a Sorrider.

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Daniele Cordero di Montezemolo, fratello di Luca Piazza Mirabello 43 metri quadrati 9000 Euro l’anno................
43 METRI QUADRATI A 750 EURO AL MESE!!!!!!!!!!!!!!TRAVAGLIO HAI ROTTO LE PALLE TI SEMBRA REGALATO QUEL TUGURIO...DOVREBBE ESSERE LUI A LAMENTARSI.
MA DOVE CAZZO VIVI TU? QUANTO VOLEVI FARGLI PAGARE?????20000 EURO AL MESE? MA PIANTALA SE FOSSERO STATI 100 EURO ALLORA POTEVI PARLARE MA COSI' MI SEMBRA ESAGERATO...BASTA!!!!

luca colzani 22.02.11 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/results?search_query=eduardo+galeano+ordine+criminale&aq=o

Un monologo di Eduardo Galeano sulla nostra economia CRIMINALE, che riduce il mondo in un MANICOMIO pieno di criminali....esagero? Non credo proprio...la nostra civiltà sta esagerando!Ci comportiamo da criminali MA PREDICHIAMO LE BELLE FAVOLE COME GIUSTIZIA, UGUAGLIANZA, DIRITTI UMANI, IL VALORE DELLA VITA...etc etc
GUARDATE IL VIDEO SU YOUTUBE E POI DITEMI, SIAMO SANI DI MENTE?

Fabiano Bukowski Commentatore certificato 22.02.11 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Libia: Frattini, appello all’opposizione.

(ANSA) - ROMA, 22 FEB – Frattini: “Se la crisi libica avesse impatti negativi sui flussi migratori, sulle imprese e sull'energia, l'appello all'unità nazionale, avanzato da Casini, avrebbe un significato particolarmente positivo. Auspico che la parte responsabile dell'opposizione possa in questo momento condividere quest'appello”.

^^^^^^^^^^^^^^^

Quando il culo ti brucia, sei a pezzi e non sai come risolvere il problema usa “unità nazionale” nelle comode confezioni pomata o lavanda…

Franco F. Commentatore certificato 22.02.11 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benigni ha lanciato molti messaggi.
Per esempio, quando racconta del coraggioso ragazzo chiamato Balilla che lancia un sasso contro gli austriaci, e che fa scoppiare la rivolta popolare....... Era come se ci stesse dicendo " Se solo volessimo, tutti insieme, potremmo mandare a casa la gentaglia che ci governa. Un popolo che si incazza sul serio e si unisce, ha una forza incredibile e inarrestabile!"
"E' bastato un segnale, poi hanno distrutto, stracciato, lo straniero invasore".
Una metafora. Gli stranieri invasori sono la Lega, Berlusconi, e tutti i politici corrotti che occupano i palazzi del potere indegnamente e che stanno porttando alla rovina il Paese.

DOBBIAMO INSORGERE! SVEGLIA!

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 22.02.11 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posto un articolo di Gad Lerner (sí lo so probabilmente lo disprezzate a causa delle sue origini, ma ne se sbatto).


Sarà poi così difficile per noi europei definire il colonnello Muammar Gheddafi per quello che è, ovvero un sanguinario dittatore? Perché noi “campioni” della democrazia liberale facciamo tanta fatica a dire, semplicemente, che dopo quasi 42 (quarantadue!) anni di potere ininterrotto Gheddafi deve rassegnare le dimissioni e magari essere sottoposto a giudizio per le numerose violazioni dei diritti umani di cui si è reso colpevole? Come facciamo a riempirci la bocca di parole come libertà, civiltà, rispetto se poi le masse dei giovani nordafricani in rivolta suscitano in noi piuttosto timore che solidarietà?
Non c’è realpolitik che possa ancora giustificare l’ignominia dei nostri governanti pappa e ciccia con Gheddafi, lì appostati in silenzio nell’attesa di schierarsi con il vincitore. Omuncoli senza principi ma soprattutto fifoni, ai quali il dittatore libico può rivolgere minacce di riapertura dei flussi migratori verso l’Europa, come se non avesse già ottenuto miliardi di finanziamenti per regolamentarli, e come se fosse moralmente tollerabile questo abuso cinico della povertà degli africani.
Bisogna essere onesti e riconoscere che prima di Berlusconi, cioè del premier cui dobbiamo l’esibizione parossistica di un sodalizio con Gheddafi prossimo al gemellaggio, con tanto di gheddafine e tenda piantata a Villa Pamphili, pure i governi di centrosinistra miravano al medesimo rapporto privilegiato. Disposti a chiudere entrambi gli occhi sulla repressione praticata dai rais arabi, delegando loro il contenimento dell’islamismo radicale assunto come unica alternativa possibile alla loro dominazione. Sì, perché noi per primi abbiamo rifiutato di prendere in considerazione l’eventualità che le popolazioni del Sud Mediterraneo fossero “mature” per la democrazia. Roba troppo sofisticata per chi non sia nato in Europa, in America o in Australia?
(segue)

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORRU-

Ebbrava la Corte dei Conti lo aveva certamente sempre sospettato ora, però, lo ha finalmente comunicato?!

L'Italia attraverso la sua politica federalista alimenta il fenomeno della corruzione... a parte i diretti interessati che per ovvi motivi la esigono.

Ci voleva tanto a capire che in un paese corrotto come il nostro il ladronismo e il corruzionismo sono le attività preferite e che una gestione locale li alimenta?

Date in mano alle, non tutte per fortuna, "mafie" locali ulteriori autonomie e a breve ne vedremo delle belle... altro che aumento dei tributi, altro che sperperi....

Poi da un governo di corrotti che leggi possono uscire? Anti-corruzione? Ma siamo seri! E' come dare il potere legislativo a dei ladri o darlo ai galeotti per fare la riforma della giustizia.

AZIONE.

By Gian Franco Dominijanni


BACIAMOLEMANISPORCHEDI...

Difficile promuovere valori in una politica fatta da chi è alle dipendenze di un partito personale che, in quanto tale, non prevede una autonomia di pensiero. Pena: congedo politico.

Vedere il premier fare il baciamano con inchino ad un dittatore non è una buon biglietto da visita, non tanto per lui, quanto per i cittadini che dovrebbe rappresentare e, purtroppo, lo fa nel peggiore dei modi.

Va bene che tra inquisiti tutto è concesso... ma uno slancio di dignità proprio no?!

Inutile chiedergli di cavar sangue dalle rape.

Ora, secondo le notizie, lo vorrebbe chiamare: mi ami? Ma quanto mi ami? E mi pensi? Ma quanto mi pensi?

Cosa posso fare per te in cambio di un aiuto in borsa e qualche amazzone? Un dignitoso silenzio no?!

Aisha. Ma chi te lo ha fatto fare nel '98?

SANGUE.

By Gian Franco Dominijanni


HOP-POSIZIONE...

Il governo Bruscoloni lavora nelle sue contraddizioni, le opposizioni (dal momento che l'opposizione non ha un fronte comune) chiedono le sue dimissioni proponendo nuove elezioni.

Se da un lato esiste una maggioranza che si tiene in piedi condividendo gli interessi personali, sull'altro lato c'è una minoranza che non riesce a nascondere la sua divisione interna.

Sfugge, spesso e volentieri, che questa maggioranza è battibile solo ed esclusivamente se le varie opposizioni formeranno una aggregazione (non un partito) con interessi e intenti comuni che, diversamente agli attuali, dimostrino realmente essere utili al paese e alle aspettative della gente.

Un tempo si agiva in silenzio e in tempi non sospetti ora si agisce in tempi sospetti. Ad ogni azione che lo riguarda sussegue una sua controreazione.

Capisco che l'imprenditore-politico ha, a parte gli altri, anche il difetto della arroganza. Usare i collaboratori come freni inibitori per limitare la sua iperattività goliardica non rientra nel suo ordine mentale.

Cosa si può pretendere da un teatrino mal allestito come quello della politica attuale.

Dove sostanzialmente si ritiene che per avere commesso dei reati servono le dichiarazioni concordanti degli interessati.

Un paragone terra, terra: un terzo delle violenze subite dalle donne non vengono raccontate.

Una percentuale di persone che non denuncia di avere commettono o subiscono un reato non vuol dire che il reato non sia stato o non vengano commessi o, peggio, sono meno gravi rispetto a quelli dichiarati.

Il reato resta tale indipendentemente dal fatto che venga palesemente dichiarato dai diretti interessati di averlo commesso o subito.

Altrimenti le galere non avrebbero motivo di esistere.

La libertà è più importante del pane quotidiano.

Una società moderna, degna di questo nome, non si basa sull'avere il pane quotidiano ma sull'opportunità di poterselo permettere sempre.

DANCE.

By Gian Franco Dominijanni


Mentre Travaglio pensa a Benigni in mezzo mondo stanno scoppiando rivolte piu' o meno indotte, piu' o meno controllate (questo Obama e questi Clinton sono molto abili a fare colpi di stato "moribidi"...), mentre Travaglio pensa ancora alle puttanate del premier l'Italia rischia di essere letteralmente invasa da una marea umana di immigrati in cerca di fortuna, l'italia e' geograficamente il primo approdo e rischia di doversi sobbarcare tutto il peso di queste rivolte, se la "sinistra" italiana riuscira' a far fuori Berlusconi come si comportera' ? Aprira' le porte a tutti all'insegna di un ipocrita ed irresponsabile buonismo o invece mettera' i piedi per terra e capira' che l'Italia non puo' ospitare mezzo mondo ?

Andrea Rossi 22.02.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Scusate scellerati...

Voi non vi rendete conto delle implicazioni sottotraccia che la crisi libica lascia sul terreno. Al di la degli accordi commerciali e politici, bilaterali, che con lo Gnomo lestofante si sono intensificati...rimangono sul piatto inestricabili, o quasi, matasse da dipanare...
Ad esempio, nel caso di dipartita politica del simpatico Gheddafi...durante i frequenti incontri bilaterali...chi porta la figa???

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 22.02.11 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN A GHEDDA DA...

L'imputato Bruscoloni distribuisce la sua immagine come quella di uno statista autorevole.

E' allarmato per quanto sta accadendo in Libia: Piazzaffarisuoi crolla del 3,6%... vive un momento di abbattimento dove la costernazione e lo smarrimento infieriscono sulla disperazione e sul dolore infliggendo avvilimento e demoralizzazione.

L'uso inaccettabile, da parte dell'amico Baciamolemanialghedda, della violenza sulla popolazione apre il suo cuore.

Preferirebbe, da parte del popolo libico, una sottomissione composta ad una rivolta che potrebbe intaccare gli equilibri economici dai quali lui e gli affaristi suoi pari attingono.

Certo i piccoli problemi economici di 6.419.925 libici, come quelli di 60.545.940 di italiani, sono niente rispetto ai grossi problemi del suo amico Gheddafi e ai suoi.

L'amico che sfugge e evita i suoi cittadini e lui che sfugge e evita le sue responsabilità attraverso la modifica delle leggi.

Sarebbe opportuna, se non necessaria una presa di posizione ferma rispetto ai fatti accaduti in Libia. Certo fermarsi ad una dichiarazione di circostanza "fa molto diplomazia ruffiana"

Mentre altre rappresentanze diplomatiche si dissociano rompendo i legami con il Colonnello la nostra, si fa per dire, rappresentanza accenna ad abbaiare ma non morde.

Siamo forse politicamente sostenitori del regime libico? Oppure fare accordi con un dittatore rientra nei programmi di un paese che ritiene essere democratico.

Ok, ok, ho capito: ripudiamo la guerra ma creiamo le armi per le guerre degli altri: la coscienza è salva. Mah!

VIDA.

By Gian Franco Dominijanni


caneliberonline.blogspot.com/

martedì 22 febbraio 2011
«La doppia morale ci seppellirà». Carlo Vulpio


"La procura anti premier ha insabbiato i guai del Pd" - Il giornalista Carlo Vulpio, ex candidato IDV: "Nel caso Unipol pm e gip di Milano fecero melina. Altro che indagini lampo di oggi contro Berlusconi"

Caneliberonline 22.02.11 14:52| 
 |
Rispondi al commento

ROMA - La corruzione come patologia, con lo strumento delle intercettazioni fondamentale per la lotta al malaffare e alla frode, e il ddl governativo "non indirizzato" a combatterla. Ma anche il malaffare e la cattiva gestione nella sanità, i ritardi nelle delibere del Cipe e le devianze nelle privatizzazioni e nella gestione delle emergenze sono finite nel mirino della Corte dei Conti, che nel rapporto del Procuratore Generale Mario Ristuccia e del presidente Luigi Giampaolino traccia un'analisi impietosa della situazione del nostro Paese.

Per chi aveva ancora dei dubbi sul vero programma di questo governo..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Gennaio 2012. I diari di Renzo Bossi, il Trota (veri o presunti), Bompiani, pagg. 14, 6 ducati della Repubblica Indipendente di Varese.
Scarno ma di raro valore storico, i falsi diari di Renzo Bossi sono vergati in tecnica mista: pennarello sbavato, incisione rupestre, dito e saliva su tovagliolo. Se sono autentici, ci rivelano una personalità complessa, in gradi di distinguere senza problemi un mammifero commestibile da un serpente a sonagli e rivelano una struttura mentale da cacciatore-raccoglitore del Pleistocene. Se sono falsi, allora sono attribuibili a una mano ben più abile. “In ogni caso non me ne frega niente – ha dichiarato l’editore – perché io mica sono qui a pubblicare roba genuina, che so’, scena?”. Al di là del ritratto dell’autore che ne esce, i diari dicono molto sulla civiltà padana del XXI secolo, ancora incapace di edificare palafitte per difendersi dall’umidità, ma perfettamente in grado di guadagnare 14 mila euro al mese facendo il consigliere regionale lombardo. Le parole più toccanti dei diari sono dedicate alla figura del padre, una sola riga, ma molto intensa: “Grassie, se non era per tu, adess ero anchora al licceo”.

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Ultima cosa.

Attenti a cosa confabula Medvedev & co.

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La domanda che mi pongo e' se per un paese cosidetto democratico (europeo o italiano che dir si voglia) sia giusto ed etico appoggiare in modo consapevole e connivente i paesi dove la dittatura e'palese - intesa come oppressione di liberta' dei popoli - e dove e' chiara che gli interessi economici sono basati sullo sfruttamento di quei paesi e di quelle popolazioni.
Purtroppo la dittatura stessa che esiste comunque anche nei paesi democratici (molto piu' subdola e di natura finanziaria) e che si alimenta di tali sfruttamenti a tutt'oggi non lo permette.
Ma basterebbe questa semplice regola pur con le sue conseguenze - di rompere i legami con tali turpi paesi - per cambiare le cose e probabilmente evolvere in un mondo piu' etico e umano.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento

TOGLIERE DAVVERO I MEZZI D'INFORMAZIONE A CHI FA POLITICA. B. COMPRESO

maurizio 22.02.11 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Non vi dimenticate che questi paesi possono chiudere e riaprire i rubinetti di oro nero e gas quando vogliono.

ECCO PERCHÉ L'ITALIA e L'EUROPA DEVONO PROVVEDERE A SFRUTTARE LE PROPRIE RISORSE DI ENERGIA ALTERNATIVE. TUTTE AL 100%.

Ma no. Non sia mai. Sempre a rompere i coglioni in casa altrui.

Non c'é speranza.

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo passaparola è iniziato male,non mi è piaciuto.
Se vogliamo festeggiare i 150anni di unità nazionale bisogna prima raccontare la verità storica,e non ufficiosa,di quello che è veramente stato l'invasione del sud,delle barbarie commesse da quel governo che Travaglio dice di essere orgoglioso.....lo capisco,è piemontese.
Poi non mi è piaciuto il fatto che dice che la lega nord una volta era partita bene,erano bravi,ma bravi in che? bravi a istigare la secessione? Soltanto il nome "lega nord" dovrebbe essere incostituzionale,potevano chiamersi benissimo "partito federale" o "movimento federale" ecc. ecc.
Il 17 marzo per me sarà giorno di lutto,pregherò per le centinaia di migliaia di morti che sono avvenuti nel sud,prima,durante e dopo l'unità....pregherò per gli emigranti che hanno lasciato le loro terre,e per gli operai che lavorano al Nord (come me)perchè il sud è stato spogliato di tutto.

Carlo Manzo 22.02.11 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ero un ragazzo di 17 anni, quando fui portato a Torino per visitare "Italia 61" nel centenario dell'unità d'Italia. Mi ricordo con quanta curiosità visitavo i padiglioni di quella manifestazione. Vivendo in un collegio, non avevo percepito l'emozione sociale di quell'evento. Ora siamo al 150mo; il mio dubbio è: festeggiare consapevolmente o non festeggiare? Che sentimenti provo per l'Italia? Perchè mi pongo questa domanda se tutte le volte che ascolto l'inno nazionale, (manifestazioni sportive), mi commuovo?
Senza dubbio ci sono troppi motivi per non festeggiare, e troppo pochi per festeggiare. Penso che tutti si pongano questa domanda. Credo che in questo momento troppe situazioni negative determinano una grande confusione alla nostra identità nazionale. In questo 50 anni sono accaduti fatti cosi nefasti da riportare
l'Italia ad essere "Un'espressione geografica".
30/40 fà un gruppo di potere occulto (mafia), ha conquistato il sud Italia.
25/30 anni fà un altro gruppo (burocrazia) si è stabilizzato al centro.
10/15 anni fà il potere dei media ha contribuito a diffondere dei comportamenti irresponsabili, ( berlusconismo) al nord. Oggi questi fenomeni bloccano un'Italia che vive al di sopra delle sue possibilità, passando da un'emergenza all'altra senza risolverle. Non mi sento orgoglioso di queste celebrazioni, credo che siano necessarie per non deprimere ancora quel senso d'appartenenza che ci rimane. Spero che le manifestazioni vengano indirizzate anche nella direzione di un risveglio dell'orgoglio nazionale per far si che venga superata questa situazione di "blocco". Gli accadimenti nel nord Africa ci consiglia che.......buon anniversario Italia!

delfo e., Cusano Milanino Commentatore certificato 22.02.11 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Ho pianto quando dopo tutta la lezione di storia Benigni mi ha invitato a pensare a quel ragazzo che solo in trincea ripassava l'inno e allo stesso tempo ho sentito risvegliarmi dentro l'orgoglio di andare contro coloro che rubano e deturpano a piene mani per propri interessi personali, le ricchezze morali, storiche e giuridiche di questo paese. Ecco il sentimento che ha destato in me, e benigni stesso lo ha detto ci ha invitato a farlo destatevi perchè per realizzare i propri sogni (cacciare questa classe politica-affaristica) dobbiamo essere svegli e non più addormentati, e mi sarei augurato che invece di dire che la lezione può far prendere (in questo periodo storico italiano) una deriva nazionalistica pericolosa, venisse invece ripreso l'orgoglio e la forza di quei giovani per cacciare chi si APPROFITTA del proprio potere per farsi gli affari PROPRI. grazie delo spazio

giampaolo piga 22.02.11 14:30| 
 |
Rispondi al commento

AHAHHAHAH STAI A VEDERE CHE GRAZIE A LORO SI AVVERERÉ IL SOGNO DI BEPÚN: TUTTI IN BICICLETTA OPPURE TELETRASPORTO!!!! AHAHHHAHA

Libia: riappare Gheddafi, a rischio forniture gas

Gheddafi nella notte ricompare a Tripoli: parla e si fa riprendere dalla tv per smentire le voci di una sua fuga in Venezuela. La situazione stamani rimane incerta: alcune fonti parlano di calma, altre di nuovi raid di aerei e mercenari.

La rivolta fa aumentare il prezzo del petrolio, indebolisce euro e borse e rischia di bloccare le forniture di gas. L'opposizione minaccia anche di chiudere il gasdotto verso l'Italia. Roma si appresta ad evacuare per via aerea gli italiani e ha fatto salpare una nave militare. Oggi riunioni straordinarie sulla Libia di Consiglio di Sicurezza dell'ONU e Lega araba. Le Nazioni Unite chiedono un'inchiesta internazionale sulle violenze.

"Sono a Tripoli, non in Venezuela", ha detto Gheddafi nella notte alla tv libica, mentre saliva su un fuoristrada sotto la pioggia, l'ombrello in mano. Appena 22 secondi di apparizione, la prima da quando è scoppiata la rivolta. "Vado ad incontrare i giovani nella piazza Verde - ha detto -. È giusto che vada per dimostrare che sono a Tripoli e non in Venezuela: non credete a quelle televisioni che dipendono da cani randagi".

Con le frontiere chiuse ai giornalisti, la situazione interna alla Libia resta un rebus. Al Jazira parla di nuovi raid aerei e di mercenari africani stamani a Tripoli, mentre secondo la BBC nella capitale la situazione è tranquilla, dopo una notte di scontri e bombardamenti. Il gruppo di opposizione "17 febbraio" dice che manifestanti stanno confluendo sulla Piazza verde della capitale.

segue

http://www.swissinfo.ch/ita/rubriche/notizie_d_agenzia/mondo_brevi/Libia:_riappare_Gheddafi,_a_rischio_forniture_gas.html?cid=29555836


Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento

LO RIPOSTO

«E' UNA PROVOCAZIONE» - La presenza militare iraniana nel Mediterraneo «è provocatoria, senza precedenti e rappresenta una sfida alla comunità internazionale» ha affermato in termini generali un portavoce del ministero israeliano degli Esteri, commentando l'annuncio del via libera al passaggio delle imbargazioni militari. D'altra parte i mass media israeliani si limitano a citare le notizie provenienti dall'Egitto, ma non dispongono ancora di una conferma diretta da parte israeliana del transito delle navi.

http://www.corriere.it/esteri/11_febbraio_22/egitto-navi-iraniane-canale-suez_a0ea859a-3e5c-11e0-a025-f4888ad76c86.shtml

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

dopo tutti i discorsi che la propaganda occidentale ha fatto sulla civiltà e sulla democrazia, ora i popoli nordafricani ci stanno dando una bella lezione.

Mentre noi qui ci subiamo dei regimi travestiti da democrazie, orfani dell'informazione e in balìa dei capricci del sovrano, e ci raccontano che come siamo liberi noi nessun altro, loro scendono in piazza rischiando la propria vita, sfidando repressione, polizia segreta, tortura, mercenari, pallottole, e ora grazie all'amico di silvio anche i bombardamenti aerei, per riprendedrsela la democrazia.

La loro rivoluzione forse arriverà anche da noi, quando finirà quest'ipnosi di massa che ci schiaccia, e dovremo essere grati a loro, a quelli che la nostra propaganda ci propone come popoli inferiori e incivili.

Quello che sta succedendo in nord Africa testimonia come i valori umani siano indipendenti dalla ricchezza economica di un popolo

Fabrizio Castellana, SP Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Le mie esperienze militari si fermano ai videogiochi di strategia, tralasciando il servizio militare sulle antenne sopra Rocca di Papa nel lontano 1989 ma credo che sia il caso una volta messi in salvo tutti gli occidentali di interdire lo spazio aereo libico anche con una bella portaerei americana (possono pure muoverlo il culo da Napoli invece di ingozzarsi solo di cozze..)dopodichè acchiappare un cazzo di generale non compromesso dell'esercito libico e organizzare la messa in sicurezza dell'intero territorio, li stanno massacrando libici, eritrei, etiopi e somali.. vi dicono niente la storia doi questi popoli?
a me la guerra fa schifo ma ora serve un piano militare NATO e poi sbloccare la situazione e poi, come piace a Frattini arrivare al modello egiziano, ma ora, spaicente, non possiamo più essere ignavi.. ci dobbiamo sporcare le mani e salvare vite umane se conserviamo ancora un briciolo di dignità.

Vincenzo Russo, Terni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Craxi è stato questo: il vertice di un sistema politico corrotto dove le tangenti venivano ipocritamente giustificate dalla necessità-ossessione di garantire autonomia e concorrenzialità al Psi rispetto alla Dc e al Pci. Ipocritamente perchè il denaro versato dalla classe imprenditoriale, in cambio di appalti e incarichi, transitava parzialmente nelle casse del partito, finendo in gran parte sui suoi conti svizzeri. E se anche fosse stato solo a servizio del Psi, comunque quel denaro non avrebbe avuto giustificazione morale. Si chiama infatti tangente, corruzione, disprezzo verso la cosa pubblica. Si chiama la colpa più grave di un politico, di un leader, di un uomo di governo, ed azzera tutto il resto.

E tutto il resto parla anche del legame con Berlusconi, favorito nella sua attività di imprenditore mediatico (legge Mammì ma anche, più semplicemente, il conto corrente All Iberian da cui transitarono oltre 21 miliardi girati da Fininvest) e considerato "spiritualmente" vicino. Oggi, non a caso, ci si inchina ad Hammamet per genuflettersi verso Arcore. Oggi, non a caso, ritornano nel berlusconismo in declino concetti, sostantivi, idee e stili di vita squisitamente craxiani: la magistratura politicizzata che cerca di delegittimare il potere, il presidenzialismo estremo a danni del Parlamento, la cultura cortigiana dello sfarzo gaudente del sovrano.

Quante analogie tra Hammamet ed Arcore. Riabilitare Craxi, tecnicamente un latitante che ha sfruttato la politica e il ruolo di uomo dello Stato per rimpinguare i suoi conti in Svizzera, significa giustificare il presente, senza capire il rischio che stiamo vivendo: quello di una democrazia minacciata e di una Costituzione a rischio da parte di un presidente del Consiglio allevato nel brodo primordiale di quel sistema chiamato craxismo che ha macchiato la storia del nostro Paese.

http://temi.repubblica.it/micromega-online/de-magistris-ci-si-inchina-ad-hammamet-per-genuflettersi-verso-arcore/

l'origine gnomica

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Come volevasi dimostrare

http://www.corriere.it/esteri/11_febbraio_22/egitto-navi-iraniane-canale-suez_a0ea859a-3e5c-11e0-a025-f4888ad76c86.shtml

LEGGETTE

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Diceva Montanelli che il virus berlusconi bisognava provarlo per poter sviluppare gli anticorpi.

Non aveva però calcolato che il virus berlusconi è uguale all'AIDS che attacca ed indebolisce le difese immunitarie!

peppe s., giugliano Commentatore certificato 22.02.11 14:12| 
 |
Rispondi al commento

A me sembra che Benigni abbia sottolineato che "un pò di sano patriottismo va bene, il nazionalismo è malattia, il razzismo è follia"

gabry_rm 22.02.11 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Il 1° ministro di Israele Olmert, al momento delle dimissioni, dichiarò: “Sono orgoglioso di essere il primo ministro di un paese che indaga i suoi primi ministri”. Non attaccò i giudici come un corpo deviato né inventò scuse grottesche o si disse oggetto di un complotto e non stravolse le leggi per scansare il processo e la pena. Noi non vedremo mai Berlusconi dire questa frase né riusciremo a vedere le sue dimissioni. Una volta che il Pd ha tradito l’Italia condendogli il diritto assoluto al conflitto di interessi, il proprietario quasi assoluto dei media italiani è diventato il proprietario dell’azienda Italia e ne fa quello che Marchionne fa della Fiat: uno sfracello per l’avidità iniqua di pochi. Di questo conflitto spaventoso di interessi il Pd è stato il primo artefice. Inutile aspettarsi aiuto da chi ci ha messo nelle mani del nostro carnefice. In guerra questo si chiama tradimento ed esige la pena di morte. Da noi un zoccolo duro di imbecilli continua a sostenere un potere iniquo e una opposizione che ha tradito.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.02.11 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi chiamerà Gheddafi
"Basta con le violenze"


EHI NANO DI MERDA approfittatore di minorenni, complice di mafiosi, stragista ladro e puttaniere che FAI, cerchi esposizione multimediale anche sulle spalle di quei poveracci, dopo che a spese dei contribuenti hai pagato un'esercito di puttane e di buffoni per fare il baciapalle all'assassino libico

NON SEI PIU' CREDIBILE SCARTO UMANO !!!

Brig. Garibaldi Commentatore certificato 22.02.11 14:04| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

(ANSA) - GENOVA, 22 FEB - Le popolazioni 'prima o dopo reagiscono' a una visione dell'uomo 'che e' contro i suoi diritti fondamentali, contro la sua dignita''. Lo ha detto il presidente della Cei card. Angelo Bagnasco oggi a Genova.

Beh, allora la chiesa ci autorizza a 'reagire' contro il nano-pedoputtaniere-mafioso-p2ista e la lega razzista e xenofoba!
sta mo a vedere che a breve daranno la piena assoluzione a chi va a 'combattere' contro sto governo di ladri (come al tempo delle crociate)?!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 14:03| 
 |
Rispondi al commento

buonSERA

BEPPE TROVATELLO Commentatore certificato 22.02.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo comandati da un furbone e da un cialtrone. Abbiamo buttato via quasi un ventennio della nostra storia andando contro il verso della civiltà. Abbiamo lentamente sporcato l’etica, ignorato la religione, dimenticato il rispetto umano, rovinato perfino la logica e il buon senso e assassinato la democrazia. Abbiamo accettato che questo avvenisse come se non ci riguardasse, ma se l’uomo butta via questi principi cosa gli resta? Il processo è stato così graduale da produrre assuefazione e così generalizzato da inghiottire qualunque opposizione. Alla fine la nostra degradazione sarà così profonda da farci diventare peggio che fascisti. Si può reagire al male che sta fuori, non si può più reagire quando hai accettato che il male lentamente ti inquinasse da dentro. Non riusciamo nemmeno a dire quanti decenni ci vorranno per recuperare quello che abbiamo perso. Un corruttore è peggio di un assassino. Il primo lo combatti perché lo stacchi da te stesso, il secondo ti entra dentro e lentamente ti fa diventare come lui. B e Bossi hanno dimostrato chiaramente come si può prendere una democrazia bambina, immatura ancora e in procinto di crescere, una democrazia minorenne, e farla diventare una puttana. Possiamo dire che la prima marchetta politica si è istituzionalizzata con Craxi, ma Craxi era ancora l’asilo, la sciattaggine di quello che è venuto dopo è paragonabile all’università. Le istituzioni sono state svuotate dall’interno ma rese inette e prive di potere, basta guardare il Parlamento o la Corte dei Conti, e la CISL e la UIL ci mostrano chiaramente quale sarà il futuro del sindacato, ridotto a corporazione governativa come nel fascismo. L’uomo libero è stato sostituito dallo yes man. Siamo di vedere “l’invasione degli ultra corpi”. Siamo ormai fuori da ogni democrazia reale. E il balletto di B coi suoi processi dimostra chiaramente cosa siamo: una cricca di clan sotto un clown che gira le cose come vuole.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.02.11 13:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

FRATTINI: «RISCHIO MAREA DI IMMIGRATI»

Intanto il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha dichiarato durante una conferenza stampa al Cairo seguita all'incontro con il segretario generale della Lega Araba Amr Mussa: «Siamo molto preoccupati per il rischio di una guerra civile e per i rischi di un'immigrazione verso l'Unione Europea di dimensioni epocali». Frattini si era detto lunedì «molto preoccupato per le ipotesi che stanno emergendo di un emirato islamico a Bengasi». Al suo arrivo lunedì alla riunione dei capi delle diplomazie dell'Ue, il titolare della Farnesina aveva affermato: «Si stanno affermando ipotesi di emirati islamici a est e questo, a pochi chilometri dall'Italia, sarebbe un fattore di grande pericolosità. Sono molto preoccupato per una Libia divisa a metà tra Tripoli e la Cirenaica».

Frattini ha affermato che l'Ue «non deve interferire» nei processi di transizione in corso nel mondo arabo cercando di «esportare» il proprio modello di democrazia.

Parole che hanno sollevato dure critiche da parte dell'opposizione. Ma proprio oggi Frattini si rivolge all'opposizione sull'apertura di Maroni e, dall'altra parte, di Casini: «Spero che la parte responsabile dell'opposizione possa in questo momento condividere quest'appello»

repubblica

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Trattato Italo-Libico:
questi due articoli sono bellissimi!!
Articolo 11
Visti ai cittadini italiani espulsi dalla Libia
La Grande Giamahiria si impegna dalla firma del presente Trattato a concedere senza limitazioni o restrizioni di sorta ai cittadini italiani espulsi nel passato dalla Libia i visti di ingresso che gli interessati dovessero richiedere per motivi di turismo, di visita o lavoro o per altre finalità.

Articolo 12
Fondo sociale
1. La Grande Giamahiria si impegna a sciogliere l'Azienda Libico-Italiana (ALI) e a costituire contestualmente il Fondo Sociale, utilizzando i contributi già versati dalle aziende italiane alla stessa.
2. L'ammontare del Fondo Sociale sarà utilizzato per le finalità che sono state previste al punto 4 del Comunicato Congiunto italo-libico del 4 luglio 1998 per avviare la realizzazione delle Iniziative Speciali, di cui all'articolo 10 lettere b) e c) del presente Trattato, fino a concorrenza di tale ammontare. In particolare, potranno essere finanziati progetti di bonifica dalle mine e valorizzazione delle aree interessate, programmai di cura in favore di cittadini libici danneggiati dallo scoppio delle mine, nonché altre iniziative a favore dei giovani libici nel settore della formazione universitaria e post-universitaria, sino ad esaurimento del credito del Fondo Sociale. Quindi continuerà il finanziamento dalla Parte italiana, in attuazione del Trattato.
3. A tal fine, è istituito un Comitato Misto paritetico per la gestione dei Fondo Sociale secondo le modalità previste dal Comunicato Congiunto.
4. Definite le modalità di gestione dell'ammontare già costituito del Fondo Sociale e le iniziative da finanziare, le due Parti considerano definitivamente esaurito il Fondo Sociale.

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 13:54| 
 |
Rispondi al commento

VOI ITALIANI non vi rendete conto in che mani vi sieti messi scegliendo quel topo marcio di Berlusconi.

Vi ritroverete una marea di immigrati in un batter d'occhio.

Ed è giusto che cosí avvenga visto che siete andati ad investire in casa loro.

ORA VE LI PRENDETE DAL PRIMO ALL'ULTIMO.

BRAVO BERLUSCONI. BRAVO SPASTICO DI UN MARONI E DI UN BOSSI, BRAVI TUTTI... ora voglio proprio vedere come ve la passerete.

Sari K. Commentatore certificato 22.02.11 13:51| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizie da berlusconia:
la borsa italiana è CHIUSA.

dalle 9 di stamattina non ha ancora riaperto!

parlano di un guasto tecnico, ma sembra proprio una scusa.

Io immagino invece che la questione della Libia abbia dato un colpo durissimo ad alcune molto grosse imprese italiane, e che non sapendo che altro fare per fermare l'emorragia intanto si siano inventati questo guasto tecnico. Magari per prendere tempo, o magari per fare qualcosa loro senza che gli investitori possano reagire.

Inutile dire che la cosa è molto molto molto grave ed è possibile soltanto da noi, dove si nascondono normalmente le notizie e ora si nascondono pure le contrattazioni di borsa

Questo colpo di mano mi fa pensare alle elezioni, gestite da sistemi informatici, dove persone spregiudicate possono mettere le mani .... e sono proprio curioso di vedere il quadro che verrà fuori quando le borse riapriranno; proprio curioso.

Fabrizio Castellana, SP Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Trattato Italo-Libico:
Articolo 9
Commissione Mista
1. E' istituita una Commissione Mista paritetica, costituita da componenti designati dai rispettivi Stati. La Commissione Mista individua le caratteristiche tecniche dei progetti dì cui al precedente Articolo e stabilisce l'arco temporale complessivo e le cadenze di realizzazione dei progetti, nel quadro degli importi di ordine finanziario contenuti nello stesso articolo.
2. La Gran Giamahiria si impegna a garantire, sulla base di specifiche intese a trattativa diretta con società italiane, la realizzazione in Libia, da parte delle stesse, di importanti opere infrastrutturali, progetti industriali ed investimenti. I progetti vengono realizzati ai prezzi da concordare fra le Parti. Queste imprese, secondo le consuetudini esistenti, contribuiscono in maniera volontaria alle opere sociali ed alla bonifica ambientale nelle zone ove realizzano i loro progetti.
La Gran Giamahiria si impegna, inoltre, ad abrogare tutti i provvedimenti e le norme regolamentari che imponevano vincoli o limiti alle sole imprese italiane.
3. La Commissione Mista individua, su proposta della Parte libica, le opere, i progetti e gli investimenti di cui al paragrafo 2, indicando per ciascuno tempi e modalità di affidamento e di esecuzione.
4. La conclusione ed il buon andamento di tali intese rappresentano le premesse per la creazione di un forte partenariato italo-libico nel settore economico, commerciale, industriale e negli altri settori ai fini della realizzazione degli obiettivi indicati in uno spirito di leale collaborazione.
5. La Commissione Mista ha il compito di verificare l'andamento degli impegni di cui all'Articolo 8 e al presente Articolo e redige un processo verbale periodico che faccia stato degli obiettivi raggiunti o da raggiungere in relazione agli obblighi assunti dalle Parti contraenti.
6. La Commissione Mista segnala ai competenti Uffici degli Affari Esteri delle due Parti eventuali inadempienze, proponendo ipotesi

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Splendido articolo come sempre. Stavolta pero' c'e' un punto su cui non sono affatto d'accordo. Che c'entra il livello della classe politica presente con l'orgoglio nazionale? Perche' coloro che scendono in piazza, magari rischiando di essere uccisi come sta accadendo in questi giorni, dovrebbero vergognarsi di essere del loro paese? E' giusto vergognarsi di grande parte di questa classe politica ma non penso che questo c'entri con il tema dell'orgoglio nazionale.
L'articolo domanda perche' bisognerebbe avere orgoglio di essere italiani. Premesso che avere tale orgoglio non vorrebbe dire che uno dovrebbe sentirsi superiore agli altri, l'orgoglio in questo caso e' semplicemente il riconoscimento delle proprie radici. Le radici non si scelgono, ci vengono date e si possono riconoscere o non riconoscere (questa e' una scelta). Penso sia giusto riconoscerle perche' fa parte dell'essere consapevoli della propria identita'. Immaginate di vivere in un altro paese dove c'e' un'altra cultura, un'altra lingua, altri valori. Il riconoscimento di essere diversi non vuol dire pensare di essere superiori, pero' la mia storia e' diversa da quella della gente che mi circonda e non penso ci sia un problema nell'essere fieri di essere italiani.

Alberto Paloni 22.02.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

C’è chi in testa ha solo il razzismo.In un paese che pensa una cosa per volta,basta un’idea come questa super ripetuta per omologare tutti i deboli e gli inferiori e far fuori qualunque democrazia.Anche Hitler con gli ebrei fece molto sapone grasso e i benpensanti ne furono felici, finché il pazzo non finì a schifìo e così sarà anche questa volta,ma intanto i morti non si contano e gli orrori del regime sono già troppi anche per chi finge di non vederli.I disgraziati sono ammazzati in carcere,o affogano nella miseria morale o si dibattono in una crisi economica crescente o li fa fuori la mafia, mentre gli assassini e i corrotti siedono al potere e la Chiesa ipocritamente li ossequia
B è sempre stato un grave pericolo per la democrazia ma qualcuno ci ha convinto che tutti i politici sono uguali e di fronte a questa verità lapalissiana non resta che l’astensione.Alla fine la paralisi ci ucciderà.Moriremo fieri del nostro disprezzo,ci sentiremo superiori ma saremo dei cadaveri,sia pure con la puzza al naso.Alla fine la politica del “son-tutti-così” sarà esiziale per tutti
Mubarak e Gheddafi sono due dittatori.B per quanto ciò sembri strano mira a diventare un dittatore ma resta un pagliaccio.Sarà che ha l’anima di un clown,sarà che è una barzelletta vivente,sarà che con lui l’Italia è diventata un enorme Bagaglino ma molti continuano a pensare che i suoi detrattori esagerino.Il fatto che intanto che sminuivano il suo pericolo,quasi un ventennio sia passato e l’Italia sia diventata quello schifo che è ora sembra non sconvolga più nessuno.Abbiamo la sindrome della rana bollita e non sentiamo più nemmeno il bollore.Questa è la caratteristica del virus B:aver fatto diventare piano piano troppi come lui al punto che non riescono nemmeno a vederne il male.Per giudicare qualcuno bisogna come minimo essere diversi da lui.Se ti omologhi a un colpevole,la colpa si annulla.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.02.11 13:41| 
 |
Rispondi al commento

«Noi italiani lasciati soli dall'ambasciata»
La testimonianza di un tecnico petrolifero: «Devo tornare in patria, mi hanno detto di arrangiarmi»

***

Le nostre istituzioni, rappresentate dall'ambasciata italiana in Libia, non sono in grado neanche di dare appoggio logistico ai nostri patrioti.

A che cosa servono? A chi, sopra tutto, servono?

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 22.02.11 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Trattato Italo-Libico:
Articolo 7
Dialogo e comprensione tra culture e civiltà
Le Parti adottano tutte le iniziative che consentano di disporre di uno spazio culturale comune, ispirandosi ai loro legami storici ed umani. Le iniziative suddette si ispirano ai principi della tolleranza, della coesistenza e del rispetto reciproco, della valorizzazione e dell'arricchimento del patrimonio comune materiale e immateriale nel contesto bilaterale e regionale.

Capo II
CHIUSURA DEL CAPITOLO DEL PASSATO E DEI CONTENZIOSI

Articolo 8
Progetti infrastrutturali di base
1. L'Italia, sulla base delle proposte avanzate dalla Grande Giamahiria e delle successive discussioni intervenute, si impegna a reperire i fondi finanziari necessari per la realizzazione di progetti infrastrutturali di base che vengono concordati tra i due Paesi nei limiti della somma di 5 miliardi di dollari americani, per un importo annuale di 250 milioni di dollari americani per 20 anni.
2. Le aziende italiane provvederanno alla realizzazione di questi progetti previo un comune accordo sul valore dì ciascuno.
3. La realizzazione di questi progetti avverrà nell'arco di 20 anni secondo un calendario temporale che verrà concordato tra le due Parti, libica ed italiana.
4. I fondi finanziari assegnati vengono gestiti direttamente, dalla Parte italiana.
5. La Grande Giamahiria rende disponibili tutti i terreni necessari per l'esecuzione delle opere senza oneri per la Parte italiana e le aziende esecutrici.
6. La Grande Giamahiria agevola la Parte italiana e le aziende esecutrici, nel reperimento dei materiali accessibili in loco e nell'espletamento di procedure doganali e di importazione esentandole dal pagamento di eventuali tasse. I consumi di energia elettrica, gas, acqua e linee telefoniche saranno pagati con l'esenzione delle tasse.
---------------------------------
Alle ditte non ci paranno pagare le tasse:hahahha!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Finito il pranzo Michele Lombardi alias l'Ivanona la puttanona ha ripreso servizio!!!Cklik!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ad un certo momento oltre che ai problemi economici, politici le popolazioni prima o dopo reagiscono necessariamente ad un'antropologia, quindi ad una visione dell'uomo, che è contro i diritti fondamentali contro la sua dignità". Sulla guerra civile scoppiata in Libia è intervenuto questa mattina a margine di un convegno sul nucleare al Palazzo Ducale di Genova il presidente della Cei e arcivescovo di Genova card.Angelo Bagnasco. "C'è questo dato di fondo - ha aggiunto a proposito della tutela dei diritti fondamentali - che non può essere compresso da nessun regime e da nessuna dittatura. Prima o poi esplode".

Te capì, nanetto?
Corri, corri in fretta, che hai le Gambe Corte.
Magari ti da un passaggio l'Amico Muhammar...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 13:17| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

La corruzione e la frode, soprattutto nel settore dei contributi nazionali e dell'Ue, sono ''patologie'' che ''continuano ad affliggere la Pubblica amministrazione'' e i cui dati ''non consentono ottimismi''.

A sottolinearlo e' il procuratore generale della Corte dei Conti, Mario Ristuccia. Nel 2010 dalle forze dell'ordine sono stati segnalati 237 casi di corruzione (+30,22% rispetto al 2009), 137 di concussione (-14,91%), 1090 di abuso di ufficio (-4,89%).

C'E' POCO DA DIRE, SE NE CONOSCI QUALCUNO MASSACRALO DI BOTTE.

al casula, cagliari Commentatore certificato 22.02.11 13:17| 
 |
Rispondi al commento


Sono a rischio gli italiani che lavorano in Libia ; le nostre strutture , le nostre persone.

Che si muovano le navi da guerra, aerei e vari supporti logistici per trarre in salvo i nostri connazionali .

Chissà se La Russa và in avanscoperta......ora ....

La Russa , solprendici ....dimostra che non sai solo pestare i piedi ai giornalisti....o insultare i giovani .....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 13:16| 
 |
Rispondi al commento

altre indicazioni da Borsa Italiana sulla natura del 'problema tecnico' che non rende possibile l'avvio di tutti i mercati, azionari e non, di Piazza Affari. Tra gli operatori c'é notevole sconcerto, soprattutto l'indomani di una seduta di fortissimi cali per la Borsa di Milano, con l'indice Ftse Mib che ha chiuso in perdita di oltre tre punti percentuali e mezzo.


siete nella merda he?

al casula, cagliari Commentatore certificato 22.02.11 13:16| 
 |
Rispondi al commento

MA QUANDO CAZZO ARRIVA?!!

http://www.youtube.com/watch?v=q2QjxWtN3vg

Anacleto M. 22.02.11 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Salgono i prezzi dell’energia elettrica in Francia, nonostante arrivi dalle centrali nucleari che sono com’è noto in attività 24h su 24. Il Governo dal 1° luglio 2011 renderà disponibile alla concorrenza (GDF Suez, Poweo, Direct Energie ecc.) il 25% dell’energia prodotta dal nucleare, grazie alla legge NOME e nel frattempo ne viene fissato il prezzo all’ingrosso a 39 Euro/MWh. Il che vorrà dire che per i privati si prevede un aumento in bolletta del 30% da qui al 2015.
Un compromesso, sia chiaro, poiché EDF, la multinazionale che produce energia nucleare, ha chiesto 42 € mentre i concorrenti la vorrebbero pagare 35 €. Il Governo intanto deciderà entro il prossimo aprile.
Comunque, vi dicevo che in ogni caso, per i privati si prevede un aumento in bolletta del 30% da qui al 2015. Al di là degli scontri tra i produttori, il prezzo dell’elettricità nucleare avrà un impatto pesante. Oggi, circa 65 milioni di francesi pagano l’energia elettrica 35 euro a megawattora. Secondo la legge Nome, il prezzo dovrà convergere verso quello fissato per l’industria entro il 2015. Se sarà di 42 euro così come richiesto da EDF i privati si troveranno a pagare il 35% in più in cinque anni; se il prezzo sarà fissato a 39 euro allora il costo lievitterà del 30%. Di base con l’aumento del prezzo dell’energia ogni anno i privati arriveranno a pagare il 5% in più.
La soluzione sarebbe non aumentare i prezzi all’industria. Ma questa ipotesi sembra essere un sogno perché, spiega Paul Champsaur direttore della Statistique publique (http://www.statistique-publique.fr/) che per conto del Governo ha fissato il prezzo dell’energia prodotta dalle centrali nucleari EDF e riservata alla concorrenza: per garantire la sopravvivenza del mercato anche ai concorrenti si rende necessario l’aumento dei prezzi.

Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Natalino,sono daccordo con te.
Benigni si dimentica che nel mondo,ORA,ci sono centinaia di Garibaldi,Mazzini e Cavour che muoiono per UNIRE.
Benigni si dimentica che prendere per il culo bossi perche difende una sua piccola realtà è l'equvalente di un Italiano che non si rende che dobbiamo unire tutto il pianeta per salvarci.
Roberto(Soggetto)non è che siamo tutti un pò leghisti?.

Pino D'albero Commentatore certificato 22.02.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pazienza Gaddafi ch'è uno Schizofrenico, Disturbato mentale.
Ma quelli che sgancian le Bombe?
Come se Domani, berlusconi impazzisse e decidesse di bombardare i Rossi Nullafacenti, buonisti dei Centri Sociaiali, le Donne in Piazza...
La Russa eseguirebbe gli Ordini?
Milioni di Morti per un Pazzo?
Frattini teme le guerra Civile in Libia ed invasione di Profughi.
Forse , a seguire, il Flusso inverso...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento

noi siamo "civili", escluso qualche leghista demente, appunto per questo ....
- assistendo a queste rivolte mi sorge spontanea una domanda:
" considerando che alla fine chiamino sempre l'esercito per sedarle, considerando che l'esercito sia composto da italiani con il tricolore addosso, quanti dei famosi leghisti con la baionetta secesssionista avrebbero avuto possibilità di scampo ? "

mah!
invece che presunte democratiche elezioni non
sarebbe meglio levarceli dalle palle definitivamente?

Sono talmente turbati che nemmeno parlano più !
non fanno parlare neanche gli elettori !! eh eh !

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 22.02.11 13:07| 
 |
Rispondi al commento

AGI) Milano - Sono al momento sospesi "tutti i mercati" di Borsa italiana. Lo si legge in una nota. "Sono in corso le operazioni di ripristino dell'informativa Ddmplus (il flusso dati in tempo reale che da questa mattina riporta problemi tecnici, ndr) su tutti i mercati", spiega la nota che preannuncia nuove comunicazioni da Borsa italiana "fra circa 30 minuti".....
================================================

Non che sia per eccesso di ribasso totale

???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 22.02.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Trattato Italo-Libico:
Articolo 4
Non ingerenza negli affari interni
1. Le Parti si astengono da qualunque forma di ingerenza diretta o indiretta negli affari interni o esterni che rientrino nella giurisdizione dell'altra Parte, attenendosi allo spirito di buon vicinato.
2. Nel rispetto dei principi della legalità internazionale, l'Italia non userà, ne permetterà l'uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile contro la Libia e la Libia non userà, né permetterà, l'uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile contro l'Italia.


Articolo 5
Soluzione pacifica delle controversie
In uno spirito conforme alle motivazioni che hanno portato alla stipula del presente Trattato di Amicizia, Partenariato e Cooperazione, le Parti definiscono in modo pacifico le controversie che potrebbero insorgere tra di loro, favorendo l'adozione di soluzioni giuste ed eque, in modo da non pregiudicare la pace e la sicurezza regionale ed, internazionale.

Articolo 6
Rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali
Le Parti, di comune accordo, agiscono conformemente alle rispettive legislazioni, agli obiettivi e ai principi della Carta delle Nazioni Unite e della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.
-------------------------------------
a maggior conoscenza degli accordi che si sono guardati bene di pubblicare ...certa stampa di regime!!!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Renzi, a me, non importa cosa fà un vecchio bavoso con i suoi milioni, in casa sua. Anzi, fanno bene, le "ragazze", a spillargliene più che possono.
Mi incazzo, invece, se a farlo, è il mio presidente del consiglio, che legifera per me ed i miei figli, e che mi rappresenta nel mondo.
E se poi, il bunga bunga, le scorte, le auto blu, i voli blu, le pillole blu, gli avvocati blu, i cazzi blu, li compera con i mieiei soldi, mi incazzo ancora di più!
Hai capito Renzino?

antonio d., carrara Commentatore certificato 22.02.11 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANDIAMOLI A LAVORARE :

Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega
che
recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti
(ma
và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¤
1.135,00 al
mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare
nei
verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o
familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

TUTTI ESENTASSE

+

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro
1.472
000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo
35 mesi
in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi
(per
ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali
(in
violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi
per
quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della
Camera
(Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una
segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255
MILIONI
di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al
MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum p

daniele cantoro, fai della paganella Commentatore certificato 22.02.11 12:58| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

viste dinnanzi la procura di Milano almeno una decina di nipoti di Muammar Gheddafi tutte rigorosamente minorenni.

il Premier avvisato telefona alla Minetti che acida risponde" ho già dato!!!

Telefona alla Silvia T. che titubante risponde "Mah non so...vorrei, ma non so a chi mollarle sul marciapiede di fronte la questura.

Telefona alla Daniela M. che lo blocca subito dicendo "mi spiace papi ma mi sono appena fatte le tette come piacciono a te, non posso muovermi adesso...."

Telefona alla Chiara S. che mortificata gli risponde " papino nn posso, ho quel problemino di Meteorismo che mi fa dannare.... non è il caso che vada"

Telefona alla Graziana C. che entusiasta risponde " Se po 'ffà... e poi tranquillo che ne conosco di colleghe a cui mollarle appena uscite dalla questura.."


ps. FATTI PROCESSARE BUFFONE!!!!!

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 12:58| 
 |
Rispondi al commento

tilt dei computer in piazza affari? tilt un piffero, aprite le contrattazioni subito,
fanc. impregilio, eni, e finmeccanica

al casula, cagliari Commentatore certificato 22.02.11 12:57| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Nei sondaggi di Mentana il Movimento 5 Stelle è collocato nel centro sinistra.

A me non sta bene!

Questo movimento è di più di una collocazione,è di tutti!

O.T.1

Continue apparizioni del "finto" Beppe Grillo a Striscia la Notizia.

Che cosa vuol dire?

O.T.2

Cambio dei "capi" del nord Africa.

Chi ha interesse a cambiare chi,ma soprattutto,chi subentrerà a chi???

O.T.3

Baciammo le mani.

Dopo la risoluzione di "molte" crisi internazionali,Russia,Turchia e altre,ultima quella egiziana con la nipotina,il nostro Premier è atteso dal mondo intero per risolvere quella libica.

Dopo lo "stalliere di Arcore"

IL CAMMELLIERE MASCARATO.

O.T.4

Centrosinistra un par de palle!!!

Fine O.T.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tenda,i cammelli,l'harem,il manifesto portatile.....

Quelli che si mettono il fazzolettino verdino sulla giacca lo sapevano che il "ghe" era idiota.

Lo hanno salutato come il nuovo messia,il salvatore,l'amico dell'"amico".

Chiamarli idioti e'riduttivo.
Meglio chiamarli col nome giusto:

MERDE VERDI

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 22.02.11 12:55| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

http://www.technicoblog.com/aerei-italiani-bombardano-tripoli-navi-italiane-porto.htm


NON MI PIACE, QUESTA COSA, vera o falsa che sia.........
Sono seriamente preoccupato

Marco B., Sonico BS Commentatore certificato 22.02.11 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da bravo comunista uno come Matteo Renzi io l'impiccherei al ramo più alto di Villa HardCore, accanto al pedonano :)

Brig. Garibaldi Commentatore certificato 22.02.11 12:38| 
 |
Rispondi al commento

30.7%. Di tanto sono aumentati nel 2010 i casi di corruzione rispetto all' anno precedente. Lo dice la Corte dei Conti. Ma anziché far approvare alle Camere il decreto volto ad inasprire le pene per quel tipo di reato, approntato lo scorso maggio ma poi finito in chissà quale cassetto, il governo va in tutt' altra direzione e pensa a mettere un freno alle intercettazioni. Ossia ad uno dei più importanti strumenti investigativi per combattere il fenomeno. Governo amico dei corruttori, insomma, ai quali aveva già fatto un bel regalo riducendo i tempi di prescrizione con la legge Cirielli del 2005.

Una delle giustificazioni addotte dall' esecutivo per porre un freno alle intercettazioni, è l' alto costo delle stesse. Ma si tratta di una balla per nascondere l' intento punitivo verso la magistratura. Le intercettazioni rendono allo Stato molto, ma molto di più del loro costo.
Basti pensare che la sola indagine sulla scalata Antonveneta di qualche anno fa, costata 8 milioni in intercettazioni telefoniche, permise di recuperare con i patteggiamenti dei 64 indagati 340 milioni di euro al pubblico erario. Cioe' piu' del costo delle intercettazioni in tutta Italia per quell' anno, più della somma recuperata dalle indagini su tangentopoli.

mariol 22.02.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Sesso Debole, mente Fragile...
Lasciva e Sensuale...
Fedifraga e Vanesia...
$chiava di Vecchiacci...

http://www.youtube.com/watch?v=O3duuwY-Tn4&feature=related

Queste, Creature del Sogno, invece?
Andate via Vecchiacci Porci, il Tempo è Scaduto...
Le Donne vi hanno gia' Avvisato...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nostro post di giovedì 2 dicembre 2010:

CORREZIONE E COMPLETAMENTO...
Correggiamo e completiamo il pensiero dell'ultimo post: o si convincono "MILIONI" di cittadini a scendere in piazza, "UNITI" e senza "PARTITI", utilizzando un "UNICO" argomento (i "TROPPI SOLDI" dei signori "POLITICANTI PARTITICIZZATI", dei loro "AMICI" e "FINTI NEMICI"), contro un "UNICO" nemico ("TUTTI" i signori "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI"), senza cadere nella trappola dei "MILLE" argomenti usati a bella posta nel loro trito e ritrito "DIVIDE ET IMPERA", oppure nonostante cambino i "PRE-POTENTI" al Governo e nonostante cambino i Governi, "MAI NIENTE CAMBIERA'"...

EMERGENZA DEMOCRATICA 22.02.11 12:29| 
 |
Rispondi al commento

"La guerra contro il brigantaggio, insorto contro lo Stato unitario, costò più morti di tutti quelli del Risorgimento. Abbiamo sempre vissuto su dei falsi: il falso del Risorgimento che assomiglia ben poco a quello che ci fanno studiare a scuola!"
Indro Montanelli

Pierdamiano L. Commentatore certificato 22.02.11 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Ai difensori delle serate signorili e caste a base di sanbitter,bisogna ricordare e ripubblicare le foto di villa certosa con l'ex primo ministro polacco col pendaglio al vento in presenza delle ospiti a bordo piscina.

mario nero 22.02.11 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Prima di dare giudizi sulla situazione Italo-Libica sarebbe bene conoscere il trattato che il nano ha sottoscritto ed il nostro governo ratificato:
Vi pongo i primi tre articoli che la dicono lunga sulla sudditanza dell'Italia con la Libia:
Articolo 1
Rispetto della legalità internazionale
Le Parti, nel sottolineare la comune visione della centralità delle Nazioni Unite nel sistema di relazioni internazionali, si impegnano ad adempiere in buona fede agli obblighi da esse sottoscritti, sia quelli derivanti dai principi e dalle norme del diritto Internazionale universalmente riconosciuti, sia quelli inerenti al rispetto dell'Ordinamento Internazionale.


Articolo 2
Uguaglianza sovrana
Le Parti rispettano reciprocamente la loro uguaglianza sovrana, nonché tutti i diritti ad essa inerenti compreso, in particolare, il diritto alla libertà ed all'indipendenza politica. Esse rispettano altresì il diritto di ciascuna delle Parti di scegliere e sviluppare liberamente il proprio sistema politico, sociale, economico e culturale.

Articolo 3
Non ricorso alla minaccia o all'impiego della forza
Le Parti si impegnano a non ricorrere alla minaccia o all'impiego della forza contro l'integrità territoriale o l'indipendenza politica dell'altra Parte o a qualunque altra forma incompatibile con la Carta delle Nazioni Unite,
--------seguiranno gli altri articoli--------

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
non ho mai commentato questo blog anche se lo leggo spesso però questa volta una cosa la vorrei dire.

Travaglio ci spiega i motivi per cui "si vergogna di essere italiano" - che per lo più condivido - tuttavia io mi sento italiano e non riesco a vergognarmene. Proprio così, ne vado caparbiamente fiero.

Se mi devo vergognare di qualcosa è di certi connazionali, individui legati al potere di cui conosciamo già da tempo nome e cognome (e molto spesso preferenze sessuali) che con me e la mia gente NON HANNO NULLA A CHE VEDERE.

Il 150° festeggerò il mio Paese, purtroppo ci sarà qualcuno di troppo che non si accorgerà di essere fuori posto ma poco importa, la festa non è per loro.

Saluti a tutti!

Luca

Luca Nevski 22.02.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento

ultimo aggiornamento: 22 febbraio, ore 10:03
Roma - (Adnkronos) - Il gasdotto che i manifestanti di Nalut minacciano di chiudere come protesta per il ''silenzio italiano'' sui morti nelle piazze libiche si chiama Greenstream e fa parte del Western Libyan Gas Project, progetto che fa capo all'Eni. La produzione a regime del campo di Wafa è stata stimata pari a 4 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno

--------------------
mah!
è proprio un fantino del tutto sballato questo
"premier" ! basta una sommossa che accordi con
i tiranni saltino in aria ! eh!

non penso affatto che dovremmo vivere in questo modo , Enrico Mattei era molto, molto, molto meglio !


un non nulla, l'inno d'Italia lo ha cantato Benigni in modo non usuale, cioè pomposo come sono tutti gli inni nazionali, lo ha cantato Morandi sempre in modo inusuale per un inno, mentre per Irene Grandi che ha interpretato il nostro inno in modo sì inusuale ma certamente splendido gli è stato imposto di non cantarlo più perche ofensivo della dignità di patria, Facciamo a capirci "ma ande a cagar in sli urtighe d'agust"
(trad: ma andate a def... sulle otriche in agosto).
Piangendo ti saluto ciao Beppe.

ubaldo franzini 22.02.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

150 anni di schifo .Benigni quando mai ha cantato prima di ora l'inno di Mameli?Piuttosto il giullare di corte ultramigliardario ha cantato fino a ieri Bandiera rossa e l'Internazionale.
Benigni sei un trasformista,sciocco e presuntuoso
a chi vuoi prendere in giro?Ti ricordi le
manifestazioni del PCI quando l'unica bandiera presente era quella "RUSSA".Ma gli uomini come te scordano tutto e si adeguano al nuovo stato delle cose.E poi ti informo ,che mai e poi mai festeggerò questa festa per pochi.Io ricordo
Crispi il mafioso,Giolitti il ministro della malavita,Mussolini il dittatore(forse il più onesto),Andreotti il diavolo,D'Alema lo sfaticato
col fitto quasi gratis a Roma più la barca,Craxi
il ladrone,Berlusconi il...(definitelo voi),Fini
ed il cognato,Mastella e la moglie.Inoltre ricordo i giovani meridionali considerati briganti e fucilati dai quei PORCI!!piemontesi perchè renitenti alla leva, perchè già assolta coi Borboni,gli emigranti a milioni partiti per ogni dove,perchè impossibilitati a condurre una vita decente in questa nazione.
P.Q.M.
e non solo,il 17 Marzo non festeggerò questa festa di .....
A Benigni(fermo restando l'ottima conoscenza della Commedia) un vai a quel paese sostanzioso.

orsini lucifero 22.02.11 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prepariamoci.

http://www.youtube.com/watch?v=w5SM68YVQxE&feature=related

A meno Che...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti.

Un paio di domande:

Chi è più DEMOCRATICO, uno che mette il proprio nome sul simbolo del partito/movimento, o uno che non lo mette???

Chi è più DEMOCRATICO, un gruppo che elegge il proprio leader, o un gruppo che non ha la possibilità di farlo???

Inutile dire che avrei voluto il simbolo del M5S che al posto di "www.beppegrillo.it" avesse messo per esempio "www.m5s.it";

avrei voluto un M5S democratico e partecipativo, organizzato;

avrei voluto un M5S dove si vota (con voto vincolante) non solo sui rapresentanti, ma soprattutto sulle idee e progetti, a livello locale come a livello nazionale;

avrei voluto qualcosa di NUOVO e INNOVATIVO sul serio.

saluti personali

ps: Cancellate pure questa. Occhio non vede, quore...


Leggo su DagoSpia di sondaggi che danno i cosiddetti "intransigenti" (IdV, 5 Stelle, SEL, Comunisti) a circa il 20%.
Da (ex)elettore storico del PCI/PDS/PD e simpatizzante di Di Pietro (con riserve sulle sue capacità di selezione del personale), direi che alle prossime politiche sia auspicabile un'alleanza di qualche tipo tra IdV e 5Stelle, quindi no vendola e no Ferrero/Diliberto.
Forse non andremo al governo, ma almeno ci sarà un'opposizione degna di questo nome, in grado di ricostruire la coscienza critica del paese.
Preferisco questa ipotesi all'idea di mantenere ancora di tasca mia persone come D'Alema, Violante e Franca Chiaromonte.


Vola piccola Principessa.
Stellina Rossa...

http://www.youtube.com/watch?v=bVbEF5xfvuc

Mi parlo' di Te, la Volpe Rossa...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante la "Grande Muraglia" costruita dalle autorita' cinesi a difesa del piu' censurato mercato Internet mondiale, c'e' chi ha trovato il modo di aggirare le restrizioni e collegarsi ai social network come Facebook, bloccato in Cina fin dal 2009. Tra quanti sono riusciti a superare la barriera del "Firewall" imposto agli utenti cinesi, c'e' He Xin, studente alla Yanshan University di Qinhuangdao: "sono riuscito a scavalcare il muro - spiega - purtroppo pochi, tra i miei compagni di classe e amici riesce a farlo e quindi non posso ancora aggiungerli come amici su Facebook". He usa il programma gratuito "Ultrasurf", software impiegato per i cosiddetti servizi di Virtual Private Network (Vpn) che gli utenti cinesi sfruttano per aggirare la censura. Il professore cinese Fang Binxing ha sottolineato come le misure censorie da lui inventate abbiano bisogno di ulteriori migliorie. Il padre della "Grande Muraglia", Fang Binxing, ha difeso il suo sistema pur ammettendo di usare almeno sei Vpn, utilizzati da tutti coloro che in Cina vogliono navigare in rete liberi dai controlli della censura. "Lo faccio per vedere se i controlli funzionano", ha detto Fang Binxing. "Non sono interessato a leggere su internet informazioni come le questioni antigovernative", ha detto, dichiarando di aver fatto "solo la cosa giusta". Gli utenti di Facebook, in Cina, secondo Socialbakers.com, un sito dedicato ad analizzare le statistiche del social network piu' popolare del mondo, sono piu' che raddoppiati, nell'ultimo mese, superando i 700mila, dopo la visita nel Paese del fondatore Mark Zuckerberg.

http://www.future-web-net.com/2011/02/facebook-cina-i-giovani-aggirano-le.html

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.02.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Vecchio proverbio Veneto, nulla a vedere con gli animali leghisti che essendo animali non vanno massacrati ma per amor di logica vanno macellati:

"Butei, butei a ciaparlo nel cul ie sempre quei"

:)

Brig. Garibaldi Commentatore certificato 22.02.11 11:39| 
 |
Rispondi al commento

VI AVEVAMO AVVERTITI...
Questo è un nostro vecchissimo post di domenica 15 marzo 2009 (http://emergenzademocratica.blogspot.com/2009/03/ascoltateci.html):

... "ASCOLTATECI"!...
Signori "PRE-POTENTI", voi che amate soltanto i vostri "TROPPI SOLDI", stateci a sentire, perché noi siamo "DEMOCRATICI" e amiamo "TUTTI"... perfino voi!
Dateci retta signori "PRE-POTENTI", tagliate drasticamente i vostri "TROPPI SOLDI", ridistribuendo le vostre ricchezze ("INGIUSTAMENTE" accumulate... e lo sapete...), per il bene di "TUTTI", cosa peraltro che non vi costringerà certo a morire di stenti!
Fatelo voi spontaneamente "PRIMA" che la situazione diventi "INCONTROLLABILE", e cercate di farlo "CAPIRE" anche ai vostri "AMICI" e "FINTI" nemici di altre "CASTE", ma non come se fosse una gentile "CONCESSIONE" o ancora peggio una schifosa e ipocrita "ELEMOSINA" una tantum, fatelo perché anche voi sapete che è "GIUSTO" e che ormai è "NECESSARIO" farlo in maniera "STRUTTURALE", "RISOLUTIVA" e "DEFINITIVA".
Questo accorato "APPELLO" che vi rivolgiamo ci sgorga dal cuore, noi vi vogliamo bene...

... "ASCOLTATECI"!...

(Noi vi avevamo avvertiti: ora è troppo tardi)...

EMERGENZA DEMOCRATICA 22.02.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento


Oggi ....

Oggi la benzina e gasolio sono SUBITO piu' cari...

Avvisate i cartelli che è un po' presto per aggiornare i prezzi alla pompa ....ma loro , facce di merda speculano subito .

Domani .....

il prezzo del gas sarà piu' caro...

Pagheranno i meno abbienti

Intanto è caccia allo straniero....in Libia.

Di certo UNicredit , Federmeccanica , Eni , Fiat ecc saranno tristi , cosi' come le centinaia e centinaia di nostri lavoratori impegnati....

L'UE , casta inutile di boiardi fà proclami ; nel mentre tutti sono pronti a fottere l'italia n. 1 negli scambi con la Libia.

Da dietro gli USA ....fanno appelli alla libertà .....come se il rimbalzo dei generi alimentari non fosse partito dai fondi speculativi LORO....

BUFFONI , e mentre tifiamo per la rivoluzione degli altri , in culo non lo prenderanno deputati , senatori , politici e banchieri....

In culo sempre a noi ; consoliamoci siamo i finanziatori delle rivoluzioni degli altri.

E PAGHEREMO DI NUOVO LA CRISI DEI NOSTRI BOIARDI DI REGIME.

Fra puttanelle e giovani giovenche o vecchi tromboni , invasioni dai mari .....cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia.

Consoliamoci con la battaglia sul testamento biologico....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Trattato capestro che lega Gli Italiani a Ghedaffi:

è stato firmato a Bengasi il 30 Agosto 2008 e ratificato in via definitiva dal Senato il 3 Febbraio del 2009 con i voti della maggioranza e PD a favore e contro IDV-UDC e radicali(nel PDL).
Quindi se oggi vengono in Italia i Libici,cari leghisti di merda,la colpa è vostra e di B.,oltre che del PD!
Spero non continuiate a lamentarvi degli sbarchi...anzi per legge dovreste ospitarli nelle vostre dolci case!!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 22.02.11 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Greetings dall'Amico del miglior Statista degli ultimi 150 anni.

http://www.youtube.com/watch?v=LnhNaheNGCI

Hitler era un Chierichetto...

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Oggi 22/02/2011 la borsa è chiusa per motivi tecnici.
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
E Ruby è la nipote di Mubarak!!!!!

alfonso baroni 22.02.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento

In meno di 15 minuti 3 nick diversi! Certo che Margheritroiona ha veramente un datore di lavoro bravo e comprensivo!

Clicca immediatamente appena vedi:

Michele Lombardi @
Marilena De Lucia
Maria Orsini

Cestiniamo subito la voce dello gnomo pedo-puttaniere, mafioso e piduista!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A riguardo dell'articolo di Travaglio, che stimo, su Benigni, inteso come ovvio che solo lui può fornire le sue motivazioni ed emozioni che l'hanno spinto a cantare l'inno nazionale, non credo assolutamente che fosse spinto da motivi retorici. Credo invece che intendesse rimarcare anche in quel modo la necessità, viste le divisioni potremmo dire "politiche" (anche se di politico c'è ben poco), che gli italiani si sentano uniti. Credo che chiunque nel mondo del lavoro e nella società in genere si sia accorto che imperi sempre più un modello individualista che non lascia spazio ad azioni condivise quindi unitarie. Per me quindi ben venga Benigni, a mio avviso uno dei più grandi artisti nazionali e forse il più geniale (cerchiamo/cercate di salvare almeno lui dal tritacarne). Certo le celebrazioni per l'unità d'Italia saranno usate molto o prevalentemente con retorica la sinistra ne farà un uso, la destra un'altro, la Lega un'altro, ecc, ma non se ne può fare una colpa certo a Benigni. Una domanda: se si fosse limitato a demolire satiricamente Berlusconi e la cosi detta sinistra, per carità per me se lo meritano, l'avremmo lodato e incensato?

Paolo Baldi 22.02.11 11:29| 
 |
Rispondi al commento

El pueblo unido jamàs serà vencido !

peppe s., giugliano Commentatore certificato 22.02.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento

com’ è possibile che se gran parte delle competenze dello stato italiano adesso dipendono dall’Europa, noi abbiamo ancora le nostre istituzioni cosi elefantiache (siamo arrivati a 9367 sedi istituzionali ed oltre), piene di doppioni, senza controlli e responsabilità ed altamente costose. Possiamo fare mille esempi ma sarebbe troppo lungo l’elenco. Come si fa a parlare ancora della RIFORMA (parola molto abusata) delle pensioni da chi (i nostri 951 onorevoli) usufruisce di un sistema pensionistico retributivo, il più costoso, ingiusto e pazzesco che si possa pensare.
Purtroppo le nostre istituzioni non sono modificabili dal popolo ma solo dagli stessi eletti, mentre ci vorrebbe una ristrutturazione drastica, non nel senso del federalismo (adesso si propone quello fiscale o solidale aggravando ulteriormente la situazione) ma, al contrario più decisionista, più snella e veloce con alto senso di responsabilità degli amministratori.
Noi pensiamo che le vere e urgenti riforme sono due:
La prima: e’ quella dell’informazione e conflitto d’interesse, vera metastasi per l’Italia
La seconda: e’ quella istituzionale:

a)Un Consiglio di 12 ministri e 24 vice.
b)Una sola Camera di 315 deputati (se si applicasse la stessa proporzione degli abitanti sugli eletti degli Stati Uniti d’America , dovrebbero essere 101).
c)Le regioni con un numero massimo di 50 eletti e con le sole funzioni delle attuali province che scompaiono.
d)Istituzioni di 107 aree metropolitane che comprendono il territorio delle vecchie province all’interno delle quali 15 municipalità in sostituzione degli attuali comuni (scompaiono migliaia di comuni, circoscrizioni, enti ecc. ).
e)La Sanità divisa in 107 Asl dipendenti dal Ministero della

MARIO FIORE 22.02.11 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe tanto poco per far cadere il governo del nuovo dittatore italiano dal nome silvio 1816.
Basterebbe che tutto il centro sinistra compreso UDC si dimettessero in massa, non lo fanno sono coinvolti è chiaro anche ai muri sono al corrente di questo, ma non agli italiani, questa è la riprova che silvio berlusconi è il "prodotto" del centro sinistra.

Ai cialtroni leghisti e quelli che li votano ora non hanno nemmeno il coraggio di affrontare una giornalista molto sobria e pacata come la Annunziata su rai 3 e disertano la trasmissione da vigliacchi come sono e sempre saranno quelli della leganord è la loro principale caratteristica, dal nano poi hanno anche imparato qualcosa.
Sono inoltre scesi in politica per far soldi e poter vivere sulle spalle della gente sopratutto dei babbei ignoranti che oltretutto se li votano, queste larve succhiatrici di futuro.
Una cosa è certificata al 101% l'ultima parte dell'italia a svegliarsi dal comaprofondo sarà il nord.
Una profezzia?
Cerrrrrrtoooooooooooooooooo.

http://www.corriere.it/cronache/11_febbraio_20/rai-annunziata-lega_e74c28a6-3ce8-11e0-b1ac-bc0b2e3568ae.shtml

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Se si votasse ora, il centrosinistra guidato da Pierluigi Bersani prenderebbe il 36% di consensi contro il 29% della coalizione guidata da Silvio Berlusconi.
Insomma, lasciando da parte le barzellette di Berlusconi che continua a dire di avere un grandissimo consenso popolare (forse qualche anno fa), sembra proprio che il tramonto dell'era Berlusconiana sia sempre più vicino.
Cambio di rotta per Cl (Comunione e Liberazione) dopo lo psiconano arriva Bersani!
Con i scandali sessuali del premier, il movimento ecclesiale fondato da don Giussani, abbandona Berlusconi e punta su Bersani (il collegamento tra le coop. rosse e CL).

Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 11:13| 
 |
Rispondi al commento

ma guarda te, le aziende che fanno affari in libia sono sempre quelle che girano attorno al mondo di berlusconi: finmeccanica, impregilo (quella delle ecoballe in campania), enel etcetc.
ci vorrebbe una bella inchiesta su queste multinazionali e chi le dirige.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 22.02.11 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Una Preghiera per i miei Fratelli Islamici.

http://www.youtube.com/watch?v=ZOh106foims

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento

hei voi!! ufficiali clikkatori : triste vedere che per mancanza di potete siete rimasti a bannare quelli che non vogliono la vostra democrazia rossa idiota!!

ande' a laura' barbun!!!

Maria Orsini

************************************

noi vogliamo la DEMOCRAZIA e non questa farsa fascista che ci vuole imporre il nano e lo spastico verde di pontida!

cliccare su commento inappropriato è più che lecito quando si leggono i tuoi vaniggiamenti filo fascito-leghisti-mafio-puttanieri!

per il lavoro, ti ho già consigliato di darci il buon esempio e di andare a laurà tu (aiutando tua madre a svolgere il mestiere più antico del mondo - come da tradizione familiare)!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3) # 11 Sembra che il grano importato dalla Cina nel 2011 sarà di nove volte superiore rispetto a quanto previsto dal Dipartimento dell’Agricoltura statunitense.

# 12 Ogni giorno, circa un miliardo di persone/a> va a letto con la fame.

# 13 Ogni 3.6 secondi, in qualche parte del mondo c’è qualcuno che muore di fame e il 75% sono bambini sotto i cinque anni.

# 14 Il cibo inizia a scarseggiare in tutto il mondo e molte aziende hanno iniziato a utilizzare qualsiasi tipo di surrogato per “moltiplicare” la loro produzione. Ad esempio Raw Story conferma che alcune aziende cinesi stanno producendo “riso contraffatto” composto in parte di plastica. Secondo un funzionario della Chinese Restaurant Association, mangiare tre scodelle di riso contraffatto equivale a mangiare un’intera busta di plastica.

Si spera che questo non sia l’inizio di un’enorme crisi globale del cibo perché morire di fame è una cosa tremenda.

La fame è qualcosa che si spera nessuno debba mai patire.

Speriamo per il meglio ma prepariamoci al peggio.




ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo veramente raggiunto il fondo se il Governo della Repubblica Italiana si spacca per decidere un SACROSANTO giorno di festa per commemorare un anniversario così importante che oltretutto capita ogni 50 ANNI!
Io ricordo quello che diceva mio padre del centenario dell’unità del 1961; Era giovane e gli diedero un libretto commemorativo dell’unità d’Italia, che ancora conservo gelosamente, con la foderina dove risaltavano i colori della nostra bandiera.
Si era nel 1961, la prima repubblica, governi fortemente conservatori DC (Scelba, Tambroni),
i comunisti si mangiavano i bambini… (ora i "liberali" si pappano le… bambine!!!) e via dicendo… Sic!!! (povero me che devo sentire la parola "liberale" in bocca ai nipoti di Bottino Craxi).
Ed ora??? Chi c’è ora!!! Cosa fanno ora??? Qual è la loro priorità ora???.… il “bunga bunga???!!!??? La giustizia… ma la giustizia di chi??? I processi brevi??? Le prescrizioni???
Le tasse nascoste??? Le mani in tasca agli italiani nell’oscuro ed ambiguo decreto mille proroghe???
E chi più ne ha più ne metta!!!
Dove sono finiti Garibaldi, Mazzini, Cavour, e poi i fratelli Cervi, i martiri della resistenza, le vittime delle stragi di stato, e poi Falcone e Borsellino etc… etc… etc…!!!
Non pensavo proprio di dover rimpiangere la “prima repubblica”!!!
Oggi abbiamo solo tanti… “Cetto La Qualunque”!!!
Forse è quello che ci meritiamo!!!

Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 10:58| 
 |
Rispondi al commento

2) Perciò chi decide a chi spetta il cibo e a chi no?
Con l’aumentare del prezzo del cibo, inizieremo ad assistere allo scoppio di rivolte di popolazioni affamate che chiedono cibo ai loro governi?
Che cosa succederebbe se le condizioni climatiche peggiorassero o se si dovessero verificare una serie di catastrofi naturali ?
Per adesso queste sono solo le prime doglie, ma se le cose dovessero peggiorare, assisteremmo a una tremenda carestia che scuoterebbe il mondo.
Di seguito i 14 fatti che portano a domandarsi se la carestia globale non sia già iniziata…
#1 Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, entro la fine del 2011 le riserve di grano raggiungeranno il livello minimo degli ultimi 15 anni.
# 2 Le Nazioni Unite hanno confermato che nel mese di gennaio, il prezzo globale del cibo ha raggiunto un picco mai registrato prima.
# 3 Il prezzo del grano è . raddoppiato negli ultimi 6 mesi
# 4 Il prezzo del frumento è quasi raddoppiatodalla metà del 2010.
# 5 Secondo Forbes , il prezzo della soia è salito quasi del 50% dallo scorso giugno.
# 6 Le Nazioni Unite prevedono che il prezzo del cibo aumenti di un ulteriore 30% entro la fine del 2011.
#7 In Australia, causa delle inondazioni senza precedenti, il raccolto di grano dello scorso inverno è andato completamento perso.
# 8 Lo scorso inverno il Brasile è stato colpito dalla peggior inondazione mai registrata. Questa situazione ha messo a dura prova . la produzione di cibo nel paese
# 9 La Russia, uno dei maggiori produttori di grano in tutto il pianeta, risente ancora degli effetti del clima torrido. Il paese è stato obbligato a importare grano per sfamare il proprio bestiame.
# 10 La Cina si sta preparando ad affrontare una delle siccità più devastanti e durature che, si prevede, coinvolgerà numerose province. Fonti ufficiali cinesi confermano che la provincia orientale dello Shangdong è afflitta dalla peggiore siccità degli ultimi 200 anni.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento

1) Sarà il 2011 l’anno dell’inizio della grande crisi globale del cibo? Il prezzo del cibo è in aumento, i produttori sono in difficoltà e quest’anno si è già assistito allo scoppio di proteste in diverse parti del globo. Quando le persone non hanno abbastanza cibo, tendono a diventare disperate e, sfortunatamente, sembra che non ci saranno miglioramenti nel prossimo futuro. In questo momento il mondo fa fatica a nutrirsi e, con il passare dei giorni, ci sono sempre più bocche da sfamare. Si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i nove miliardi entro il 2050. Ci sono già troppe persone che nel mondo muoiono di fame e sfortunatamente questa situazione coinvolgerà sempre più aree con l’aumento della crisi dei produttori. In Cina, alcune tra le province chiave per la produzione di cibo sono afflitte da una delle peggiori siccità degli ultimi 200 anni. In Australia e in Brasile, le inondazioni dello scorso inverno hanno rovinato la produzione agricola.
La Russia, inoltre, sta ancora cercando di riprendersi dalla siccità della scorsa estate. Negli ultimi dodici mesi i pattern meteorologici sono andati in tilt, ponendo una forte pressione sul sistema globale della produzione del cibo, già all’orlo del collasso.
Le scorte di cibo, in tutto il mondo, sono molto ridotte e questo è un segno preoccupante. Se una carestia di larghe dimensioni dovesse diffondersi neppure gli Stati Uniti, sarebbero in grado di resistere a lungo. Il governo degli Stati Uniti dovrebbe avere riserve di cibo nel caso di un’emergenza, ma in realtà non è così.
È iniziata la corsa all’accaparramento di cibo. Più di una nazione fino a qualche tempo fa esportava grandi quantità di cibo, ora ne importa una grande quantità. I prezzi degli alimenti base come grano, frumento e soia sono in aumento e l’ONU prevede che continueranno a salire per tutto il 2011.
Se non ci sarà qualche cambiamento radicale, la situazione globale del cibo con il passare del tempo diventerà sempre più difficile

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente della stessa opinione...sinceramente parlare dell'Italia, e non sentirti parte di essa fa uno strano effetto.
Sò che nel risorgimento molti giovani idealisti sono morti per quello in cui credevano,parlare però di questo assime che non si è mai visto fino in fondo se non durante il fascismo ma lì non c'erano molte alternative,mi pare oramai obsoleto ,è come portarsi un morto appresso.Si perchè l'Italia non è mai stata viva solo tarpature d'ali,quelli che ci hanno provato o sono andati via questo durante il periodo bellico,o quelli che avrebbero potuto fare il bene per essa sono morti ammazati Vedi MATTEI,PASOLINI,e altre verità scomode delle quali ancora oggi sono misteri,si sà ma non si dice.per questo dico che l'italia non è mai stata.dopo il 45 abbiamo subito l'oppressione degli USA ,abbimo sempre chinato il capo,mai preso posizioni forti per dire no questo è una cosa nostra,ed allora rimane ovvio che siamo visti come il paese degli spaghetti e mandolino.Abbimo le potenzialità abbiamo menti eccelse abbiamo territorio cultura meglio calare un velo pietoso,bhè!!forse c'è anche quella,ma in un paese come il nostro dovremmo volare,altro che....invece ci hanno portati solo a coltivare l'orticello sotto casa e senza che sappiamo cosa accade in quello del vicino.orami nel 3° millennio con la BANDIERA posso solo che pulirmi le scarpe,non mi interessa.è più interessante occuaprci tutti della palla di fango in cui viviamo,perchè se esplode questa non c'è più nulla il vuoto cosmico.NON è una cosa a caso che questi esteggiamenti interessino alla maggior parte di quelle persone nostalgiche di un passato al quale potrbbero appartenere ,ma siamo avanti io credo.e allora forza che non c'è nulla da festeggiare,forse da ricordare i martiri che ci hanno creduto.ma che alla realtà attuale hanno dato la vita per nulla,perchè l'ITALIA fatta non si è mai alzata.BENIGNI UN GRANDE,ti farebbe amare anche non sò cosa.ma dai siamo onesti almeno con noi stessi

emanuele s., venezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento

E' ritornato lo scemo del blog!

Casa Cupiello (primo piano)

Ovvero EDEDEDED

Giorgio * Commentatore certificato 22.02.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.


--------------------------------------------------

Bene ieri sera su TG2 un giornalista figlio di puttana spacciava questo fatto come un tragico incidente dovuto al caso e ancora al caso era dovuto il fatto che le porte dello stabilimento fossero sprangate, omettendo il fatto che quelle operaie erano in sciopero e furono massacrate dal datore di lavoro.

QUESTA E' L'ITALIA.

Dove i figli di puttana filonazisti possono permettersi di riscrivere la storia e passarla liscia.
Spero di poter massacrare personalmente questo lercio individuo.

CHE SCHIFO !!!


Errata corrige:
Il Fato quotidiano.

enrico w., novara Commentatore certificato 22.02.11 10:43| 
 |
Rispondi al commento

non condivido l'approccio di questo post. Concordo invece sul fatto che per un ora benigni ci abbia fatto sentire orgogliosi della nostra "italianità" intesa come amor proprio e amor di patria nel senso della comunità a cui apparteniamo, non per nazionalismo ma per filiazione. Se siamo in questa situazione catastriofica, dico come paese, forse è anche a causa dell'abbandono di questo sentire, che quando onesto, porta ad eccellere.

leonardo bertini 22.02.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Certo i leghisti vanno condannati come pure
i leccaculo di Berlusconi,
e di Casa Cupiello che ne dite?
Un deficiente che sfotte sempre nei sottocommenti
è peggio dei sopracitati.
E ensare che pure lui è un mostro in stupidità...!

Giorgio * Commentatore certificato 22.02.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è che gli italiani non capiscono che pericolo stia vivendo questa democrazia. Perchè guardano solo la TV e lì di sicuro nessuno lo spiega.
A questo proposito mi permetto di sottoporvi questo articolo di Paolo Flores d'Arcais, dall'ultimo numero di Micromega.
"Fascismo e Berlusconismo".

http://www.docstoc.com/docs/document-preview.aspx?doc_id=71903766

Un affresco perfetto degli ultimi vent'anni della repubblica.
Diffondetelo se potete.

Cordialmente.

Stefano Danieli 22.02.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Manifestazione con il nano e la politica da DESPOTA ARABO !!!
Ora è il momento....

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'essere immondo, a cui Silvio Berlusconi ha baciato la mano, sta bombardando ancora.
Bombe sui civili, sul popolo, sulla sua gente.
Uccide il popolo, i suoi fratelli.
Dissangua la sua terra.
Lo so, è un lurido dittatore......

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 22.02.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A qualche giorno dall’annuncio del ministro degli Esteri Franco Frattini circa la possibilità che Berlusconi si rivolga alla Corte dei diritti dell’Uomo per vedere tutelata la propria privacy, a suo avviso minacciata dal caso Ruby e dalle indagini dei Pm di Milano, negli schedari della Corte di Strasburgo non risulta ancora niente. O meglio, un file aperto c’è, ma il Cavaliere è “imputato”.
Si tratta della causa depositata nel marzo 2010 dalla fondazione Open Society Institution per la posizione di monopolio che Berlusconi esercita nel settore televisivo italiano. La fondazione del miliardario liberal George Soros si era infatti rivolta all’Alta Corte “a seguito del controllo che egli (Silvio Berlusconi, ndr) esercita fuori dalla legalità sul sistema televisivo italiano, contrario agli standard democratici europei, una situazione inaccettabile per una democrazia”. La causa è ancora pendente e la prima udienza è fissata per il prossimo maggio. Una notizia che lo scorso marzo aveva fatto poco rumore, sia per la mancanza di novità sostanziale dell’informazione italiana – fotografata già come “semi libera” da associazioni come Freedom House e Reporters sans frontiers – che per il silenzio stampa di Mediaset e Palazzo Chigi il giorno dopo la denuncia.
La causa si basava sul monitoraggio condotto negli ultimi anni da diversi enti indipendenti internazionali sullo stato dell’informazione e del sistema televisivo in Italia. “L’Italia ha il più alto tasso di concentrazione di proprietà delle televisioni in Europa e la mancanza di diversità ostacola il dibattito e limita l’accesso del pubblico all’informazione e all’analisi critica”.
Se Berlusconi intende davvero appellarsi alla Corte di Strasburgo, come detto da Frattini, dovrà prima affrontare la questione sollevata da Open Society. Ad ogni modo da Strasburgo ricordano che ci si può rivolgere alla Corte soltanto “dopo” un processo che si vuole contestare, e non “prima”.

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Adesso che le cose in Libia stanno per cambiare radicalmente, ci sia accorge che il nostro buon Silvio, negli ultimi anni, ha stretto accordi col rais in svariati settori. Alcuni di essi li conosciamo, altri un po' meno, altri ancora per niente. Quel che c'e' di sicuro invece e' che come al solito a pagare saremo noi cittadini. Per esempio con nuovi rincari dei carburanti e delle bollette di energia elettrica e gas e anche con un'ennesima "invasione di disperati annunciata", di cui naturalmente l'Europa se ne frega.
Grazie Silvio, meno male che ci sei.
In vent'anni di "buon governo" sei stato peggio del ciclone Katrina!

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 22.02.11 10:14| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile come la gente si abbassi a vedere il marcio dove non c'è, come riesca a buttare dalla finestra un ideale quando lo incontra, come cerchi risalto personale screditando gli altri.
Non sono assolutamente d'accordo con il tono di questo articolo. L'esegesi di Benigni era da far sentire ai ragazzi, a chi non ha ideali, a chi accetta che la situazione odierna della politica vada avanti così. Io riproporrò sul mio blog alcuni passaggi di Benigni perchè non si può andare senza sapere come ci si è arrivati. Si studia la storia da centinaia di anni proprio per questo e cosa facciamo: smettiamo perchè uno ci dice che farlo è di sinistra? Gentile autore, si pregi di idee sue non cerchi clamore criticando l'operato degli altri... fa molto comare del mercato e niente di più.

Daniela Caffenero 22.02.11 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco (Travaglio),leggo sempre con interesse il tuo commento del lunedì e sono abbonato al Fatto. Non mi è piaciuto quello che scrivi oggi a proposito del patriottismo. Cosa c'entra il patriottismo con berlusconi e l'attuale momento politico? Io sono orgoglioso di essere italiano indipendentemente da B. Lo sono per i 150 anni di unità che dovremmo festeggiare in questi giorni, lo sono per i 2000 e più anni di storia, da Roma in su, che hanno
plasmato la nostra cultura, lo sono per tutta la scienza e l'arte che hanno espresso tanti personaggi immortali, che rendono il nostro paese il più ricco del mondo di beni artistici. Ho viaggiato spesso per lavoro nella mia vita, soprattutto in Germania, e posso garantire che i tedeschi di cultura appena superiore alla media, hanno un enorme ammirazione per l'Italia e per tutto ciò che vi si può trovare. Non vedo niente di male nell'essere orgogliosi di quslcosa di positivo. non significa disprezzare gli altri. Un figlio può essere orgoglioso del proprio padre se questi è una persona onesta e magari importante, non per questo deve disprezzare i padri degli altri. Se Benigni ha lodato il nostro inno,conoscendo bene, credo, i suoi limiti retorici, lo ha fatto per dare una sferzata alla gente di questo paese che ha perso il senso dell'unità travolta da una propaganda politica che fa leva solo sugli istinti più bassi e volgari dell'uomo.
Cordialmente
Giorgio

Giorgio 22.02.11 10:00| 
 |
Rispondi al commento

LE BUGIE DELLA TV DI STATO

La tv di Stato smentisce questa mattina le voci di "massacri" nel paese anche se dal mondo arabo e dagli Stati Uniti si moltiplicano le voci di condanna per la sanguinosa repressione del regime del colonello.

"Dicono che vi siano stati massacri in diverse città e villaggi della Libia. Dobbiamo lottare contro queste menzogne e semplici voci che sono gli strumenti di una guerra psicologica - dice il sottotitolo che viene continuamente trasmesso su banda rossa sulla televisione Al-Jamahiriya -
" Queste informazioni, - prosegue la scritta - vogliono distuggere il vostro morale, la vostra stabilità, le vostre ricchezze".

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 22.02.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento

(OGGI)- Rivolta in Libia, Berlusconi: violenza inaccettabile.

(DOMANI)- Rivolta in Libia, Berlusconi: violenza inaccettabile, da parte dei rivoltosi.

Franco F. Commentatore certificato 22.02.11 09:54| 
 |
Rispondi al commento

OT

Giusto 15 minuti fa, proprio sotto casa mia a Genova, hanno arrestato un tizio che aveva rubato la borsa di un'altro tizio che si occupa di recuperare gli incassi dei video poker...

Secondo voi, chi dei due è più CRIMINALE ?

Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mentre nell'Africa del Nord i dittatori stanno cadendo in Italia, Europa del Sud il dittatore si sta consolidando.
il popolo bue e cattolico , credente e bigotto, televisivo e berlusconiano, ama il suo padrone che li irride facendosi i suoi sporchi affari.
Evviva la Chiesa e la sua morale, abbasso i politicanti italiani.
forza giovani, nuovetevi, scendete in piazza e fate pulizia.

cesare beccaria Commentatore certificato 22.02.11 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Io non mi vergogno di essere italiano perché non sento d'esserlo. Il Risorgimento è una pura invenzione riportata volontariamente nei volumi di Storia, ma la farsa sta per esser completamente svelata.
Forse la vera rivoluzione che possiamo fare è quella di sfasciare questa nazione inesistente e riaggregarla in più Stati secondo reali dati storici. Non federalismo, ma Stati a se stanti.
Benigni è un grande artista, ma il suo furor si va via via affievolendo.

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 22.02.11 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Dai Travaglio, per un momento lasciati andare... riconosci un poeta che trasformA la merda in amore...
questo lo riescono a fare solo i grandi maestri o i poeti, e lui è riuscito ad alzare il nostro livello in alto, là dove esiste un cielo che oramai non guardiamo più.
Per un attimo non eravamo partiti, ma umanità unita e orgogliosa di quello che non c'è più.
non c'è più la capacità di essere coraggiosi e lui lo ha solo ricordato senza retorica, facendoci vivere quei momenti con poesia.
Ma oramai siamo così infangati tutti da questa italia cialtrona che dimentichiamo quando la poesia entra dentro di noi.
Non avresti dovuto commentare, tanto lo sappiamo che questa Italia fa schifo, non solo per colpa di Berlusconi e questo lo dici da sempre.
Ma senza la poesia rischiamo di morire...

barbara giorgis 22.02.11 09:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

PETROLIO,PETROLIERI E PETRODOLLARI
Nel 1953 E.Mattei fondo'ENI per contrastare lo strapotere delle 7 SORELLE(Compagnie Petrolifere Americane,Olandesi,Inglesi etc),che col PETROLIO degli ARABI facevano quello che volevano.MATTEI STRONCO'questo strapotere e la pago'CARA.MATTEI andava in LIBIA,ALGERIA,TUNISIA,IRAN,RUSSIA e contrattava il PETROLIO al 50-50, mentre le 7 SORELLE facevano 75-25 a loro vantaggio.MATTEI aiuto'l'Algeria a liberarsi anche del"giogo"FRANCESE,nel 1960.
MATTEI allo stesso tempo promuoveva lo sviluppo di quei paesi dove ENI OPERAVA e lo fa tuttora.CHI NON RICORDA QUESTO NON E'ITALIANO.
Per questo i PAESI ARABI,tutti,a cominciare dall'Algeria hanno grande affetto per l'Italia e prediligono ENIcome PARTNER PETROLIFERO.Chi ha lavorato con ENI,in LIBIA,TABRIZ,BASSORA etc.queste cose le sa bene.Mattei volle costruire anche CENTRALI NUCLEARI a cominciare da quella di LATINA,perche'un paese come l'ITALIA,senza Petrolio e senza ENERGIA,non poteva crescere e non poteva CRESCERE con il RICATTO DEI PETROLIERI.
Ma nel 1986,il REFERENDUM contro l'ENERGIA NUCLEARE,VOLUTO DALLA SINISTRA,dietro la quale, c'erano i PETROLIERI ITALIANI,fece chiudere le 4 CENTRALI NUCLEARI Italiane.Nel 1986,l'ITALIA scelse cosi'di DIPENDERE DAL PETROLIO (il maggior inquinante al MONDO)e DAI RICATTI DEI PETROLIERI. Mentre tutti gli altri PAESI d'EUROPA scelsero l'ENERGIA NUCLEARE.Anche in Svezia,Germania, Francia,Inghilterra,etc.c'era la SINISTRA,ma quella era una SINISTRA che stava dalla parte dei LAVORATORI e voleva il benessere dei Lavoratori e lo si e' visto negli anni.
La nostra SINISTRA,quella Italiana,invece stava dalla parte dei PETROLIERI,ci parlava di LIBERTA',DEMOCRAZIA,BENESSERE dei LAVORATORI e ci prendeva come esempio l'UNIONE SOVIETICA e i PAESI COMUNISTI.I COMPAGNI ITALIANI(che ci sono ancora)ci parlavano di "CIOCCOLATA" e ci hanno dato "LA MERDA".Le migliori conquiste del LAVORO fatte con BRODOLINI nel 1970-71,le abbiamo perse con i Governi di SINISTRA

dina barboni 22.02.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non solo il PIo Albergo Trivulzio è da controllare ma tutti i ricoveri dei vecchi.(anche qua a Bergamo!!!ci sono dei casi eclatanti!!).questi poveri vecchi che lasciano le loro sostanze e case a questi ladri..vanno controllati pure i lasciti alle parrocchie e ai comuni..che fine fanno queste case e soldi??poveri vecchi lasciandoli ai ricoveri pensano di fare del bene ad altri poveri vecchi.ciò non succede!( Da tutti vogliono rette esorbitanti, anzi da ieri ho sentito in TV che ci saranno aumenti!.)C'è un amministratore, proprietario, di una casa di riposo di lusso e conosciutissima a BERGAMO, che si è fatto un quartiere di lusso con i soldi dei lasciti,,in più se muore, al primi del mese, un vecchio ricoverato, si tiene € 1,600.00 del mese invece di restituirli alla famiglia..(per mia vicina esperienza!)e nonostante associazioni messe di mezzo e raccomandate,,nulla.,,lui è troppo potente..CONTROLLINO tutte le case di cura o ricoveri!!Nelle casse dello stato andrebbero tanti , ma tanti soldi..soldi dello stato( che poi saremmo noi),,.poi mai pagati in tasse da questi ladri..Possibile che i controlli in questi decenni non sono mai stati fatti e si svegliano solo ora???Italia..corrotta!

paola menghetti 22.02.11 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Io posso capire che sia una Gnomo, che il padre gli abbia aperto conoscenze chiacchierate, che abbia una sfilza di imputazioni che nemmeno Al Capone, che paghi giudici, avvocati, parlamentari, donne adulte e minorenni, che si circondi di Bondi, Cicchitto, Previti, Dell'Utri, Ghedini ecc, ecc...
Ma che non si preoccupi neanchè un pò per il disgraziato popolo Libico è accusa esagerata pure per Lui (eeeeehhh Lui mi viene con la maiuscola).

Ad esempio, so per certo, che è preoccupatissimo per tutte le amazzoni di Gheddafi...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 22.02.11 09:21| 
 |
Rispondi al commento

RISPONDO A LUCA.
PRONTO A DIFENDERE IL SACRO SUOLO DELLA PATRIA.
COME FECERO I MILIONI DI GIOVANI ITALIANI CADUTI:
IN CRIMEA,ERITREA,LIBIA,ABISSINIA, SPAGNA,ALBANIA,
IUGOSLAVIA,GRECIA,FRANCIA, RUSSIA.IRAQ, BOSNIA.
PRIMA E SECONDA GUERRA MONDIALE. ECC.ECC.
TUTTI AGRESSORI CHE INVADEVANO IL SACRO
SUOLO DELLA NOSTRA AMATISSIMA ITALIA.
GOVERNATA DAI SAVOIA ASSETATI DI SOLDI E POTERE.
MA QUANDO COMINCIERAI A RAGIONARE CON LA TUA TESTA?

orfeo nitrebla Commentatore certificato 22.02.11 09:17| 
 |
Rispondi al commento

3) questo sono i cattolici, “progressisti” compresi.
E le forze politiche democratiche?
Per parte sua Bersani, e da un po' anche Di Pietro, per non dire di un Fli che si svena ogni giorno un po' e di una UdC sorniona che aspetta ordini dal Vaticano, proseguono nei loro stanchi rituali come se intorno non stesse cadendo a pezzi, sotto i colpi del Caimano, il poco che resta della democrazia. Si improvvisano ridicoli dialoghi con la Lega, dandole patenti di non razzismo. Si ignorano spinte e manifestazioni di donne e movimento viola, di Fiom o migranti, che, a intermittenza e sia pur con contraddizioni e limiti, fanno sussultare il paese.
Le forze politiche, né separate né tutte insieme, sanno cogliere l'occasione per dare una continuità e una linea di marcia chiara alla protesta, per rendere permanenti le mobilitazioni, per occupare le aule parlamentari che una sordida compravendita ha trasformato in suk del pappone di Arcore, per andare oltre la ridicola e pigolante richiesta di dimissioni, per imporla nelle piazza e nel palazzo. E tutto mentre il tempo incalza, e la possibilità di invertire la rotta è sempre di meno.
cattolicesimoreale.it

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento

2) sulle vicende che coinvolgevano nella sconfitta e nella sanguinosa repressione i dittatori amici, da quello tunisino all'improbabile zio della sua minorenne prediletta al massacratore Gheddafi. Ha solo espresso l'auspicio che durino quanto serve per tenerci lontani o per poter loro rinviare i profughi in rotta verso le nostre coste, mentre farneticava su “riforme” ad personam della giustizia. Intanto un parlamento di comprati giurava che la telefonata alla questura fu fatta per scongiurare l'incidente diplomatico con l'Egitto, mentre un consiglio dei ministri allo sbando si divideva sulla festa nazionale del 17 marzo e tre cialtroni, reclutati nei bar della “Padania” e fatti ministri, votavano contro l'unità d'Italia fatta a loro insaputa centocinquanta anni fa.
Dove sono Famiglia cristiana, Ciotti, Zanotelli?
Ma lo spettacolo più scovolgente è l'assoluto aplomb con cui i cattolici progressisti e l'opposizione democratica vanno avanti per la loro strada, senza neppure alzare la testa, qualunque cosa intorno a loro accada.
Il Vaticano chiede la pelle dei cittadini italiani, si prepara d'intesa col governo a tenere in vita i già morti o chi vuol morire, a disporre in nome di Dio della loro/nostra esistenza. Il Vaticano continua a imporci i suoi simboli, a usare il crocifisso per marcare il territorio come i gatti con la loro urina. Il Vaticano continua a fare il suo mestiere di avvoltoio e di beccamorto, continua e rinnova come può, compatibilmente con quanto consente la avvenuta rivoluzione illuminista, i fasti dell'inquisizione. Eppure solo quattro cattolici e preti sfigati alzano la voce per protestare. Gli altri, che potrebbero fare un memorabile casino, condividono in nome dei valori non negoziabili l'imposizione a tutti i cittadini della morale cattolica o, al massimo, se ne stanno a pestare nel loro mortaio appelli per la pace o contro la mafia e non levano la voce contro i Bellarmino dei giorni nostri. Servi, irrilevanti o complici:

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 09:11| 
 |
Rispondi al commento

1) A sentire l'intercettata T.M., il termine “puttanaio” calzava bene per Arcore.
Ma, visto il numero in continua crescita di comprati/e (da Capezzone a Bertone, dalla Gelmini a Bagnasco, da Stracquadanio a Moffa o Bossi, da Barbareschi a Ratizinger) che si strusciano al papi-pappone, il termine va esteso al Parlamento italiano e ai palazzi vaticani (scusandoci con le oneste lavoratrici del sesso equiparate, per nostre inveterate cattive usanze linguistiche, agli scilipoti, alle minetti o alla gerarchia vaticana). Sveltina col Vaticano, palpatina con la CEI
L'ultimo incontro di cui si ha notizia fra Berlusconi e Bertone è quello riferito da Ettore Colombo sul “Riformista” del 19 febbraio scorso: un contatto segreto precedente a quello ufficiale per i Patti lateranensi, un abboccamento o una sveltina discreta, per sfuggire al giudizio di chi “attenziona” le pratiche sessuali del Caimano, ma con reciproca soddisfazione: garantita a papi la prostituzione alla notte con comunione il mattino dopo e a Bertone i contributi per le scuole private più la possibilità di sfogare per legge il suo sadismo sui malati terminali (leggi testamento biologico).
Un incontro comunque sgradevole di questi tempi, in cui esponenti del dissenso cattolico come Noi siamo Chiesa hanno telegrafato a Bertone e Bagnasco pregandoli di disertare la cerimonia. Loro non l'hanno fatto, ovviamente, ma Bagnasco - imbarazzato per dover sedere a lato del Caimano - ha dovuto precisare trattarsi di un “incontro istituzionale, di prassi, nella norma dell’incontro e del rapporto tra le istituzioni”. Il che non gli ha impedito di usare il fugace contatto, una palpatina, per chiedere notizie sull'intervento dell'Italia a Strasburgo in sostegno della esposizione del crocifisso cattolico nei luoghi pubblici.
Qui non si parla di politica
Contemporaneamente papi, che di politica non si è mai occupato, essendo andato al governo solo per non andare in galera, ha mantenuto il più stretto

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 22.02.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

@Beppe Grillo
A proposito di Giuliano Pisapia che non hai aspettato un secondo per sputtanarlo in un tuo post di pochi giorni fa.

Questa è la lettera che la sua compagna ha pubblicato su Republica:

Caro direttore, sono la compagna di Giuliano Pisapia e abito in un appartamento di proprietà del Pio Alberto Trivulzio. Siccome sento il ronzio delle api intorno al miele, essendo chiaramente il miele il candidato sindaco e non io, e siccome ho visto che alcuni nomi - ma non il mio - sono stati pubblicati, preferisco violare la mia privacy per raccontarti i fatti miei.

Vivo da 22 anni in quell'appartamento. Il primo contratto di affitto con il Pio Albergo Trivulzio era del 1989, quando ancora non conoscevo Giuliano Pisapia, e stabiliva che, oltre all'affitto e alle spese ordinarie, le spese di manutenzione e ristrutturazione fossero a carico mio. L'ultimo rinnovo, prevedeva la formula quattro anni più due e un canone di locazione calcolato secondo quanto stabilito dall'accordo locale per la città di Milano, definito e depositato in data 5 luglio 1999 presso il Comune di Milano.

Dal 2008 il mio contratto è scaduto; nel frattempo ho trovato un'altra casa e ho mandato al Pat una lettera di disdetta del contratto di affitto. Giuliano Pisapia, da oltre trent'anni, è residente e abita in un'altra casa di sua proprietà. Spero che questo basti a rispondere alle tante curiosità sul tema.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Ora Pisapia da quanto emerge in questo blog è un
figlio di puttana come tutti gli altri e l'unico che ne può trarre vantaggio sei sempre tu perchè l'onestà e la correttezza è il tuo cavallo di battaglia vero?

Ma i fatti relativi ai tuoi anni precedenti.....?

Ma perchè questa pazza voglia d'infangare persone
che non c'entrano un cazzo con i farabutti che
stanno al governo?

Giuliano Pisapia è una persona rispettabilissima
e tu dovresti prenderne esempio.

Bene!

Allora teniamoci stretti il PORCO Berlusconi....!

Giorgio * Commentatore certificato 22.02.11 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rivolta in Libia, Berlusconi: violenza inaccettabile.

^^^^^^^^^^^^^

Tenete bene a mente questa dichiarazione, perché quanto prima la smentirà affermando che i soliti magistrati rossi, la solita sinistra, i sindacati, i gay, i media italiani , i media stranieri rossi (perché, per chi non lo sapesse, anche negli USA , in Inghilterra, in Germania ecc ci sono i rossi cattivi) lo avevano, come al solito, frainteso…

Franco F. Commentatore certificato 22.02.11 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando sento parlare di "velocizzare i processi" con 'sta porcata che vuole fare il nano & co. mi viene la nausea! VELOCIZZARE???? mettendo un termine massimo che cazzo velocizzi???? come dire che la toyota (tanto per dirne una) per aumentare l'efficienza del suo servizio (in caso di problemi come sono successi) ti passa da un periodo di garanzia di 5 anni a soli 2!!!! Ma siamo fuori di testa?????

In pratica se hai dei soldi (vedi il pedo-nano, i mafiosi, ecc.) ti puoi pagare tutti gli avvocati che vuoi per tener bloccato/fermi tutto e far passare 6 anni. Quindi saranno sempre gli stessi che potranno compiere tutti i reati che vogliono e passarla sempre liscia!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 09:02| 
 |
Rispondi al commento

eSSERE ITALIANI, CATTOLICI APOSTOLICI ROMANIO E MARIUOLI.......i nostri posteri verranno a pisciare sulle nostre tombe,,,e che dir loro..se non avete ragione...Italiani come Bossi e compagni mentre nel 1848 il mio conterraneo,Leopoldo,Pilla ITALIANO DA VENAFRO,docente universitario,alla testa dei suoi studenti nella battaglia di Curtatone colpito da una scarica di cannone morendo disse:Non ho dato molto alla mia Patria....ITALIANO da Venafro Molise cari Bossi ed affini...

aldo abbazia 22.02.11 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, Marco e Natalino, ma le nefandezze del nostro premier e C. non arrivano a farmi vergognare di essere italiano.
Io mi vergogno di loro, mi rammarico che ci sia gente comune, come me, che li vota e li appoggia ancora oggi, ma non mi vergogno di essere italiano, non mi vergogno del mio inno, nè della mia bandiera.
I valori che questi esprimono li sento miei. Non è da questo che nascono le guerre, ma dall' ambizione di possedere di piu', proprio quella che hanno i nostri uomini di governo.
E' per questo che la lezione di Benigni è stata grande, perché ci ha ricordato che, se crediamo veramente nei valori che professiamo, dobbiamo essere anche pronti, come in passato, a difenderli, a tutti i costi e non solo a parole.

Luca Brischetto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.11 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Ormai mi sembra incontrovertibile che il regno del vostro DIO DENARO stà per finire i
segnali di quello che sta per succedere ci sono tutti,il pianeta terra stà diventando una mela avvelenata dagli interessi di pochi multimiliardari dittatori in nome del loro DIO e
dei loro interessi.
La dittatura capitalista del profitto a ormai distrutto l'unica casa che avevamo (il pianeta
TERRA),avete condannato i nostri è vostri figli all estinzione e ancora non vi basta,
continuate a ballare sul ponte dei vip mentre la nave TERRA stà affondando ma io vi dico non
illudetevi bastardi insetti nocivi neppure voi vi salverete dal GIUDIZIO FINALE che stà arrivando a passi molto più veloci di quello che forse immaginavate,siete MERDA VELENOSA neppure buona per fertilizzare la terra e molto presto
riceverete il frutto avvelenato della vostra cupidigia.
Per concludere vogli ricordarvi che le PALANDRANE MUSSULMANE (definizione presa a prestito dalla merda velenosa di BORGHEZIO) in due MESI si sono praticamente liberate dei loro DITTATORI mentre noi cittadini puttane in perizoma della grande DITTATURA OCCIDENTALE continuiamo servili con un moto di gioia a farci SODOMIZZARE L'ANIMA dai nostri MILIARDARI DITTATORI senza dire niente anzi ne siamo quasi felici poveri e superficiali idioti quali siamo.

Claudio T., Trieste Commentatore certificato 22.02.11 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Sega - Se la conosci, la eviti!

Naturalmente non sono mancati, nel corso dei decenni, manifestazioni di dissenso, seguite dall’espulsione o dall’uscita dal movimento di
esponenti anche significativi, ora contrari alle svolte moderate (come i primi e più radicali dirigenti autonomisti), ora alle accelerazioni
secessioniste (l’ex presidente della Camera Irene Pivetti o l’ex sindaco di Milano Mario Formentini), ora contrari alla deriva
affaristica e poltronista, come l’ex parlamentare ed ex assessore alla sanità della Regione Lombardia, Alessandro Cè. Un dissenso sulla linea
del partito è stato espresso, l’ottobre scorso, anche dal vice sindaco di Abbiategrasso, Flavio Lovati, che ha criticato una politica sull’immigrazione ridotta a parlare «alla pancia», definendo «fascista» la marchiatura della scuola di Adro, denunciando anche come
la Lega si fosse «appiattita» sul berlusconismo e fosse diventata sempre più «romana». Ma né fuoriuscite, né manifestazioni di dissenso,
peraltro duramente represse come quella di Lovati, subito rimosso dal suo incarico, sono valse finora a cambiare il volto di un partito
secessionista, anticostituzionale, razzista, affamato di potere e di poltrone, illegale ed eversivo; sotto processo da quattordici anni per
banda armata, ma autoassoltosi, avendo cancellato tale reato. In compenso, però, ha inventato quello d’immigrazione clandestina.

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Frattini si sbraita a chiedere aiuto all'Europa per fermare l'invasione di rifugiati sulle coste dell'Italia, forse teme che portino anche qui la ventata di libertà che possa far cadere(ci vuole poco data l'altezza) l'ultimo nanoducetto del mediterraneo.

Cosimo Lazzàro 22.02.11 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Blog pulito - per un'aria più sana almeno qui!

Clicca commento inappropriato quando vedi:

ugo f.
Maria Orsini
fascio spastiko
Fabio Remotti
Marghe
Bellis G.
Margot
ecc. ecc.

Non servirebbe il nick, tanto basta leggere 2, 3 parole per capire che è la solita margheritroiona!

Censura? Può anche essere! Siete stati dei buoni maestri!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 22.02.11 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da una parte abbiamo il Gatto e la Volpe, dall’altra Tafazzi. Come si fa a votare uno che ti promette l’albero delle monete d’oro mentre si frega i tuoi risparmi o un altro che si dà le martellate sulle palle ma piange piano per non disturbare? Così il Piano di Rinascita Democratica procede che è una bellezza! E pure Formigoni applaude, dimentico che P2 e Vaticano storicamente sono nemici, se non altro per interessi di bottega. A noi ci hanno rovinato il Gatto e la Volpe, ma la Fatina che doveva salvarci era un gran troiona e le marchette se l’è fatta dare pure lei, in quanto ai ragazzini che doveva tutelare lo abbiamo visto come è andata a finire. Guai a chi crede nell’ideale! E’ il primo che va a finir male! Se i leghisti non fossero dei Pinocchi ci troverebbero anche il federalismo, al cesso, col decentramente sul territorio, e i diritti democratici. Ma siccome non ci arrivano proprio, possono solo comprare carta igienica verde. E lo fa anche l’operaio Mirafiori, tanto per dire a che scemenze siamo arrivati. O magari vota Fassino che con Marchionne ci è andato a letto. L’Italia è buttata in discarica e a buttarla sono stati anche quelli che non hanno votato come se il loro fiero ribrezzo potesse salvare qualcosa. E’ come stare su una scialuppa e siccome il colore della tolda non mi piace la trivello. L’italiano non ce la fa a capire che se andiamo a fondo ci andiamo tutti. Qui l afiga è concreta, il debito pubblico no. Ci sono poi i cafoni che dicono: se non ti piace, espatria! Come se vivere dove sei nato non fosse il primo diritto in uno stato che pretende di chiamarsi democratico!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.02.11 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente , per chi non l'avesse riconosciuto, erano le parole di Gaber (Non mi sento italiano).

Buona festa a tutti

Mauro ., Lugano Commentatore certificato 22.02.11 08:18|