Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Profondo rosso all'italiana


Profondo_Rosso.jpg
Da mesi ci sono due notizie che si rincorrono, giorno dopo giorno. La prima la sapete a memoria, inizia per Ru e finisce per by. La seconda è lo scatenamento degli istinti bestiali da parte di italiani all'apparenza normali. I fatti di sangue, in famiglia e non, ci sono sempre stati, è vero. Ma mai con questa frequenza e con un nuovo tocco di macabra originalità. Dal panetto di burro in gola al marito, all'ascia in testa al padre che prima di morire reagisce a sua volta con una coltellata mortale, al taglio della testa del creditore poi bruciata nel forno a legna per la pizza, all'uccisione tradizionale a colpi di pistola di moglie e figlio piccolo prima del suicidio. Non ci facciamo neppure più caso. Appartengono ai titoli dei telegiornali, sfondo sonoro, la sera, di una minestra o di una pastasciutta. La Franzoni oggi non farebbe più notizia, sarebbe uno tra i tanti casi di Profondo Rosso all'italiana. Infatti, chi se la ricorda più.

10 Feb 2011, 17:51 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

COME SI FA X CREARE UN REFERENDUM PER ABROGARE I VITALIZI E ABBASSARE GLI STIPENDI DEI POLITICI,A 1000 EURO,COSI' VEDREMO CHI VERAMENTE VUOL FAR POLITICA,E' INCONCIPIBILE CHE UN POLITICO GUAGAGNI 15.000 EURO E POI LAVORI SOLO 3 GIORNI,E PER PERCEPIRE UN VITALIZIO BASTANO 5 ANNI IN PARLAMENTO,E NOI POVERI LAVORATORI NE DOBBIAMO MATURARE 40,E L'ANNO PURE ALZATA L'ETA' PENSIONABILE.........
CHE MERDACCE........
Poveracci
O
Leccaculi
Imbecilli
Teste di cazzo
Ignoranti
Coglioni
Irresponsabili

tutte le parole azzeccano alla grande ....

DOMENICO CAFFARELA 11.02.11 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo dire che le vicende le quali si dipanano agli occhi sgranati dei cittadini Italiani ogni qualvolta accendiamo un dannato televisore hanno un senso macabro e patologico.Preferisco frequentare il Web proprio perche ho la "facolta" di indirazzare i miei interessi.Come ben sai ho gia apprezzato le tue posizioni che offrono sacrifici ed esposizioni ma hanno una meta degnamente condivisibile.

enrico marziani 11.02.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento

I Romani rimproveravano gli Ateniesi perchè le loro leggi non prevedevano il reato di parricidio e la conseguente pena.A Roma il parricida veniva annegato nel Tevere dentro un'otre piena di serpenti e scorpioni.Atene rispose che tale reato nel loro immaginario era talmente inconcepibile, che altrettanto inconcepibile ne era la punizione.La tragedia greca, d'altronde, tratta tutti i risvolti oscuri della condizione, ma lo fa in chiave catartica, liberatoria, non alla maniera dei videogames che ormai da troppi anni stanno modificando il DNA dei nostri figli.Troppi tabù sono stati smantellati senza essere sostituiti da autentici valori.

Claudia-ts 11.02.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Assistiamo tutti i giorni alla lotta tra i poteri dello Stato ma l'attenzione
su un evento così grave è costantemente fuorviata da giornalisti
devastati da un conflitto d'interessi ormai incontrollabile.
Sentiamo tutti i giorni parlare del conflitto tra il Governo (potere esecutivo)
e quello giudiziario ma nessuno parla della guerra che c'è stata tra potere legislativo
e quello esecutivo, parlo al passato perchè si e' conclusa da tempo e la separatezza
, baluardo delle democrazia, ha perso , ed è inesorabilmente crollata.
Il parlamento non ha più autonomia , non legiferà più nulla se non su ordine
del governo, quest'ultimo dovrebbe governare ,redere eseguibili le leggi,
il suo funzionamento deve essere indipendente dal facendo applicare
le leggi che già esistono.Ad esempio, io cittadino, ho il diritto di chiedere al governo
di fare in modo che tutti paghino le tasse,non è tollerabile una diseguaglianza
del genere, pagare tutti le tasse è la base di tutto,altrimenti
non si capisce più chi è povero e chi è ricco e lo stato sociale continua ad
aiutare gli evasori fiscali perchè falsamente poveri è un circolo vizioso
che penalizza ancora di più chi paga le tasse.E' il momento di ribellarsi
con durezza a questo scempio da terzo mondo.

christian gangemi 11.02.11 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Di cosa ci vogliamo stupire....i mass media ci propongono ogni giorno immagini di violenze in tutto il mondo, di guerre, stargi, assassini di ogni tipo, l'ultimo quello delle povere gemelline svizzere e quindi tutto quello che diventa ususale perde di importanza...è normale...diventa banale.
Inoltre, cosa ancora più importante, nel nostro mondo occidentale...evoluto, dove il benessere personale deve regnare su tutto, è normale che ogni individuo, non avendo rispetto per nessuno e pensando solo a se stesso, non ci pensa due volte ad uccidere il vicino, la moglie, i figli il padre...
Siamo alla frutta!!!!

enrico m. Commentatore certificato 11.02.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento

In effetti caro Beppe è sconfortante che la famiglia sia messa in primo piano solo a causa di gravi fatti di cronaca. Essendo profondamente cristiana sono convinta che essa debba essere prima di tutto accoglienza nel senso più ampio del termine, senza prescindere però da una educazione e dallo stabilire regole che l'autorità genitoriale deve impegnarsi a fare rispettare. Ho parlato di autorità genitoriale non a caso, perchè il genitore "amico" non rende stabile la famiglia. Ho avuto i figli molto giovane, il primo a 20 anni, la seconda a 22 e il terzo un pò più tardi, ho sempre dedicato loro tutto il mio tempo. Ho giocato con loro divertendomi ma rimanendo sempre "mamma". Non ho un carattere forte e mi sarebbe stato molto semplice lasciarmi andare ad un rapporto amicale con i miei figli, ho faticato e fatico tuttora insieme a mio marito, cercando di mantenere quel poco di "autorità" che ci ha consentito nel corso degli anni di crescere tre figli in gamba, certo non solo con le regole dette, ma con uno stile di vita il più possibile vicino al nostro ideale cristiano e con l'aiuto di cari amici. L'educazione che mi è stata data l'ho trasmessa, ma io sono della generazione di quelli che da piccoli, guardando la tv, venivano colpiti dalla serietà, dalla proprietà di linguaggio, dall'aspetto curato e così via, di tutti quelli che avevano accesso al mezzo televisivo, in particolare a quelli che facevano parte della politica. I bambini, i ragazzi vengono colpiti dalle immagini che arrivano più facilmente piuttosto che dalle parole con le quali per autocompiacersi ci si riempie la bocca. Le immagini e gli esempi che negli ultimi anni ci vengono propinati non sono certo la premessa migliore per creare nuove generazioni che dovrebbero migliorare la nostra società, penso che sia necessario un impegno personale e diretto a partire dal proprio piccolo, una fatica quotidiana che pochi sono disposti a sobbarcarsi, facciamoci coraggio e "lavoriamo" in tal senso!! cari saluti.

tiziana rossi 11.02.11 11:07| 
 |
Rispondi al commento

La cosa veramente pazzesca è che siamo piombati in un medioevo totale de quale sembriamo non renderci conto. E mentre succedono cose feroci allìinterno delle mura domestiche non c'è nessuna struttura sociale in grado di osservare il percorso degenerativo delle situazioni che in alcuni casi sono prevedibili anche.
Sicuramente fatti del genere aLL'INTERNO DELLE FAMIGLIE SONO SEMPRE SUCCESSE ma mi domando si puo' fare qualcosa per evitare tutto ciò??? chiara mazza,roma.

chiara mazza 11.02.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Infatti, quelli che ancora inorridiscono sinceramente, sono diventati così pochi che fra poco dovrà intervenire il WWF per proteggerli: se si estinguono tutti.....mi vengono i brividi, a pensarci, anche perché sono fra questi anch,io.
Ma io mi chiedo: che cosa ci sta trasformando? E' effetto della generale decadenza della società occidentale? (si, perché questo fenomeno è in corso e ne dobbiamo tener conto) oppure c'è dell'altro, roba da esperti di controllo psicosociale di massa?

domenico maniscalco, ficarazzi (PA) Commentatore certificato 11.02.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Notere che giornalmente vieniamo "martellati" da notizie di Cronaca Nera, H24..l'obbiettivo è quello di distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dalle problematicche socio-economico gravi che attanagliano il paese.
Beppe ieri sera nell'intervista ad anno zero a sparato a zero..senza sconti per nessuno..
Niki a risposto scuotendo la testa in segno di "disapprovazione".
poi ha replicato(con il suo solito predica)che ci sono delle regole da seguire..
Forse non ha capito, il senso delle parole di Beppe..e cioè non possiamo più lasciare le "volpi a guardia del pollaio".
Questa classe politica ha generato soltanto regole, fini a sestessa,per permettere alla pletora di politici che "impesta" l'italia, di scorrazzare liberamente, nella cosa pubblica, traendono vantaggi economici e di potere, alla faccia dell'interesse collettivo.
O sentito poi quei due economisti....(non so perchè,ma ogni volta che sento le loro teorie, metterei mano alla Pistola)gente che gioca con i numeri e basta,con la metafisica del lavoro,fatto di fatica impegno e sacrifici...
Qunado si trovano persi, giustificano le loro teorie ricorrendo, ancora alla metafisica, "entità astratta" che sta sopra ogni cosa-conosciuta megli come-"MERCATO" SIGNORE E PADRONE DELLA VITA DELLE PERSONE.
L'economia-la gestione delle risorse-invece è "cosa nostra" e deve rispondere alla Politica..ossia alla necessità delle gente,nel rispetto della salute e dell'ambiente,attraverso un'equa distrbuzione e gestione delle Risorse.
Questa classe politica non è in grado di gestire questo processo, ne ora e ne mai...però c'è una base, in questo paese di persone giovani e meno giovani che può guidare questo processo.
La sinistra ha questo serbatoio che fino ad ora è stato gestito in modo ideologico, se lo catalizziamo intorno ad un "Progetto" come quello del M5S..saremo in grado di "Resettare" tutto.

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.02.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Condannati per mafia, estorsione ed usura
nella lista nera delle candidature 45 politici
I primi dati dell'indagine avviata dalla commissione parlamentare antimafia, che sta verificando il comportamento dei partiti alle ultime amministrative. Dopo le comunicazioni delle prefetture sono emersi dati sorprendenti: coinvolte tutte le maggiori formazioni politiche, soprattutto al centro sud
di SALVO PALAZZOLO


http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/02/10/news/condannati_per_mafia_estorsione_ed_usura_l_antimafia_stila_lista_dei_45_indesiderabili-12311194/?rss

Uno dei tanti 11.02.11 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono ancora fior di accademici ed esperti da salotto secondo cui la televisione non influenza assolutamente il comportamento delle persone... Da quanti decenni impera il trash sul cartello rai/set? Cari connazionali, spegnete quella c***o di televisione! Oppure uscite dall'Italia per un po' (possibilmente verso paesi civili, non i soliti villaggi vacanze a sbafo del terzo mondo).

Alessandro Colizzi 10.02.11 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Gennaro Esposito ha ragione...
(Leggere il commento sotto al mio)

Antonio Russo 10.02.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento

la lega nord si sta accordando, anche solo tacitamente, con le mafie del sud, al fine d'ottenere la secessione per legge, cioè mediante il federalismo scritto da calderoli, quello che c'ha "donato" il parlamento dei nominati.

sembra strano, ma del nord sono fra la bergamasca e il bresciano, quelli che s'intendono meglio con i mafiosi.

l'accordo è di definire una sorta di imperialismo e neocolonialismo del nord sul sud, gestito nel sud da mafia e camorra e al nord dalla lega nord.

gennaro esposito 10.02.11 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Centrerà qualcosa il televisore ? Avranno scoperto innovazioni in campo subliminale .

marco 10.02.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Quale sarebbe il mesaggio del post? Che crisi, disoccupazione e povertà in Italia trasformano un altrimenti normale impiegato in Hannibal Lecter?

Beppe, un consiglio, lascia perdere la filosofia da "bar dello sport" e torna a fare quello che sai fare bene: comunicare su temi concreti!

Marco M. 10.02.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciamo la Franzoni dov'è che sta bene lì.

Lucio Domizio (enobarbo) Commentatore certificato 10.02.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' altresì la politica del "divide et impera", per sviarci dai reali problemi certamente, ma anche per dividerci in questi caso per esempio sulla pena di morte... è spiegato meglio qui... http://giannigirotto.wordpress.com/2009/02/23/divide-et-impera/

Pietro Pattini Commentatore certificato 10.02.11 18:25| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IL TUO MESSAGGIO E' CHIARISSIMO,SIAMO ALLA PIENA FOLLIA OMICIDA,PER MANCANZA DI LAVORO DI DENARO,DI SOLDI,SIAMO ARRIVATI AD ESSERE AL PAESE DELLA FOLLIA OMICIDA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 10.02.11 18:17| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=RJljicdzhs8&feature=related

Gurdate il video in nano dice.. che le belle donne si pagano.
Domando...
quelle brutte sono gratis?
Se le donne si pagano e prostituzione?
Se si pagano non è sfruttamento?

franco f. Commentatore certificato 10.02.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori