Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Costituzione: se non ora quando?


art.1_Costituzione.jpg
Il cittadino, oggi, non può votare il proprio candidato, le leggi popolari che presenta sono ignorate, il referendum è solo abrogativo e senza quorum. Se non ora quando migliorare la Costituzione per affermare una reale sovranità popolare? Ricondurre tutto alla paura di Berlusconi ignorando che questa situazione è stata voluta e creata da tutta la partitocrazia e che prima dello psiconano siamo stati governati da Bottino Craxi e da Prescritto Andreotti per decadi vuol dire fare il gioco dei partiti ed accettare l'esproprio dello Stato.
"Tutto giusto a proposito di referendum propositivo (scandaloso che non esista) e abolizione del quorum. Ma augurarsi di poter cambiare la Costituzione, in un momento e con persone come quelle che ora sono al governo, significa davvero consegnare il Paese nelle mani del caimano e dei suoi accoliti. Loro la Costituzione vogliono stravolgerla e piuttosto che demandare a Berlusconi ed ai suoi adepti di farlo preferisco che rimanga così." ciro c., quinto di treviso

6 Mar 2011, 17:58 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Scusate, ma dello STUDIO LEGALE a 5 stelle, non si sa più nulla ? Qualcuna sa dirmi qualcosa ?
Grazie

Giuseppe S. Commentatore certificato 07.03.11 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non so se è qui che devo scrivermi e scusami se ho sbagliato. Sai niente della truffa Enel Energia? So che sei molto sensibile al problema dell'energia e io sono stato raggirato come centinaia di migliaia di cittadini italiani (prova a scrivere truffa Enel su google e vedrai) dalla suddetta azienda che ha orchestrato una verae propria truffa contro le fasce disagiate come la mia in tre atti: HANNO SPARATO IN FRONTE AGLI ULTIMI SENZA SCRUPOLI NEPPURE DINANZI A MINORI DELL'ETA' DI 8 MESI. In questo modo: Enel ha creato Enel energia a seguito della liberalizzazione del mercato energetico (credo 2007). Successivamente ha comunicato che in tutela delle fasce deboli, offriva la possibilità di un abbassamento del prezzo della fornitura energia elettrica previa richiesta che io (sono attualmente disoccupato) ho fatto. Alcuni mesi dopo sono arrivati a casa funzionari enel con tanto di cartellino dicendo che dovevano controllare se avevamo diritto all'abbassamento dei prezzi. Li abbiamo fatti entrare in casa e consegnato loro le nostre bollette perché fossero valutate e ci hanno detto che avevamo diritto alla riduzione dei costi, facendoci firmare per la conferma. A distanza di tre mesi io mi ritrovo con una bolletta di 351 € (che corrisponde circa al 50% del sussidio di disoccupazione con cui viviamo io e la mia famiglia: moglie e due bambini di 7 anni e 8 mesi) relativa a una fornitura del gas che io non ho richiesto e di cui non mi è stato parlato quando si presentarono i funzionari. Io neppure sapevo che l'enel energia forniva il gas! So che centinaia di migliaia di cittadini sono stati truffati addirittura con firme false e che i telegiornali non ne parlano e neanche i giornali perché sponsorizzati da Enel con ingenti somme. Io vorrei che tu esponessi questa questione e che ti informassi in merito se non credi alle mie parole. E' UNA VERA E PROPRIA TRUFFA e di energie pulite non se ne parla neanche. Cioè, oltre al danno, la beffa. E che beffa!

Stefano Saccinto 07.03.11 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo l'articolo 5 della nostra Costituzione:

La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento.


leggo l'articolo 1 dello statuto della Lega Nord approvato nel corso del congresso federale ordinario del 1-2-3 marzo 2002:

Art. 1 - Finalità
Il Movimento politico denominato “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania” (in
seguito indicato come Movimento oppure Lega Nord o Lega Nord - Padania), costituito
da Associazioni Politiche, ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della
Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale
Repubblica Federale indipendente e sovrana.


la lega ad oggi é tra i partiti dell'arco COSTITUZIONALE...!? Ma chi controlla?

Stefano A., Milano Commentatore certificato 07.03.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, SPERO CHE TU ABBIA RAGIONE.
UN VENTENNE CANDIDATO A SINDACO DI MILANO!!!
LA POLITICA ATTUALE CAMMINA A BRACCETTO CON LA MAFIA.
COSA PENSI CHE POSSA FARE UNO SBARBATELLO IN CONFRONTO A QUEI LUPI DELLA POLITICA?
TU DICI CHE CIO E' UN SOGNO,MA PENSO CHE TALE RESTERA'!
IL SISTEMA POLITICO DA 50 ANNI A QUESTA PARTE E' SOPRAVVISSUTO GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON LE VARIE MAFIE IN ITALIA.
TU PENSI CHE LE IDEE ANCHE SE GIUSTE DI CALISE POSSANO MAI ANDARE AVANTI SE NON C'E' IL BENE TACITO E L'INGRASSAMENTO ECONOMICO DELLA MAFIA!!
CIO' CHE HO SCRITTO NON E' BELLO ,LO SO, IL SISTEMA POLITICO-MAFIOSO COSTRUITO NEL TEMPO,NON PUO' ESSERE MINIMAMENTE INTACCATO DA QUALUNQUE NUOVO MOVIMENTO,ANCHE SE INNOVATIVO.
FIN QUANDO LA GENTE RIUSCIRA' AD AVERE QUEL MINIMO CHE GLI CONSENTIRA' DI SOPRAVVIVERE, IN ITALIA NON SUCCEDERA' PROPRIO NULLA!
QUANDO TALE LIMITE SARA' OLTREPASSATO,SOLO QUELLI CHE SI SONO ORGANIZZATI RIUSCIRANNO A CAPOVOLGERE LA SITUAZIONE!!!

DISTINTI SALUTI

TONY ELLE 07.03.11 13:58| 
 |
Rispondi al commento

io concordo con Ciro, con questo governo, in questo momento storico, parlare di cambiare la Costituzione mi sembra pericoloso e devo dire fuori luogo, mi pare ci siano parecchie cose piu' urgenti! ultimamente mi discosto non poco dai post di Grillo, ma comunque sosterro' il movimento sempre...

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.11 13:41| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe vorrei denunciare un soppruso e una truffa ai nostri danni. parlo di me e mio marito.
mio marito è titolare di una azienda agricola con allevamento di bestiame, la proprietà di circa 19 ettari corpo unico, è da noi affittatta dall'istituto diocesano di sostentamento del clero di ivrea.
a causa di un personaggio che con la sua influenza nei confronti dei responsabili della diocesi e complice l'amministrazione comunale del paese dove è ubicata la proprietà(lombardore), siamo costretti a chiudere l'azienda con conseguente abbattimento forzato di tutti i capi di bestiame ,(tieni conto che ci sono 63 bovini 4 cavalli, 3 gatti, 8n cani e vari animali da cortile), tutto perchè si vuol far diventare l'intera proprietà EDIFICABILE.
il progetto comprende 44000 mq (3810 metri per giornata piemontese moltiplicata per 13 giornate in totale) di terreno che è attualmente agricolo, farlo diventare edificabile con la realizzazione di ville signorili.
in un futuro prossimo altrettanti mq sempre per ville sempre signorili.
tutto questo avallato dalla complicità del comune che grazie a diverse varianti del piano regolatore GESTITO DAI COSIDETTI" 4 AMICI AL BAR" pur di far cassa cementificano una vasta area agricola.
noi siamo l'ultima realtà agricola di rilievo nel comune e ci fanno chiudere.
la nostra è una attività che è stata contrastata in tutte le maniere nel suo sviluppo.
i proprietari non ci danno retta e ci hannmo negato ogni diritto di prelazione e di salvaguardia del territorio.
ti chiediamo una risposta in ogni caso e mi auguro un prossimo indcontro per meglio definire la questione,
non facciamo morire la natura come si vuol fare in questo caso.
noi dobbiamo smantellare tra il 16 marzo e il 30 aprile quindi non abbiamo più molto tempo, poi l'ufficiale giudiziario farà il suo corso. non abbandonarci

stefania bernardi 07.03.11 13:38| 
 |
Rispondi al commento

La storia, dai romani a oggi ci mostra quanto siamo c...noi italiani e che se abbiamo avuto un pò di respiro e giustizia tra un pezzo di m e l'altro dobbiamo solo ringraziare quei pochi eroi che hanno avuto il coraggio a costo della propria vita, di lottare per ottenere quel pò di libertà e giustizia anche per gli idioti che credono e hanno creduto in gentaglia come Mussolini e quelli che ci governano oggi. Ciao

raffaella l 07.03.11 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma com'è che ragionate sempre con Berlusconi in mente, Berlusconi come parametro eccetera? Ma per favore! Se una cosa è giusta e giusta, non ci sono questioni! Cos'è questo pragmatismo tristissimo? Vi siete spaventati perché BG ha parlato di Costituzione? Speriamo nei giovani, davvero, va', ché questa gente atrofizzata e ammuffita, inclusi i lettori di questo blog da cui avrei sperato una reazione molto ma molto migliore, non sa cosa sia sperare in una società migliore, pensano tutti solo al breve/issimo termine e hanno ancora paura di un anziano sul viale del tramonto che evidentemente ne ha davvero folgorato i gangli cerebrali, o in un senso o nell'altro. Imparate a sognare! Viva il referendum propositivo e senza quorum! "Preferisco tenermi le cose come stanno"... ??? Ma come??? Ma per piacere!!!

Beppe Mosca 07.03.11 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Il caimano e i suoi accoliti non riusciranno mai a cambiare la Costituzione in quanto servono 2 votazioni a maggioranza di due terzi sia della Camera che del Senato a distanza di parecchi mesi l'usa dall'altra (loro non anno questa maggioranza). Se poi vogliono modificarla con legge ordinaria ci penserà il referendum ad annullare le loro porcherie. Ci hanno già provato nella legislatura 2001/2006 e cli è andata egragiamente nel c..o

Italo 07.03.11 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
ma noi italioti diventeremo mai africani.

Ciro Cuciniello, Salerno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.11 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe condivido le tue idee che rendi proposte. Ovviamente sono anche io convinto della bontà dei referendum propositivi, ma credoanche che il quorum non vada abolito, perchè correremmo il rischio che la volontà espressa da pochi possa condizionare la vita di molti. Sarebbe più giusto imporre che i referendum vadano abbinati alla votazioni amministrative, in modo tale da permettere alla maggioranza di esprimere la propria opinione, il quorum verrebbe raggiunto sempre, permettendo alla proposta di referendum, apporvata o bocciata, di essere l'espressione di molti,inoltre votando sia referendum che amministrative sprecheremmo meno soldi pubblici per tornate elettorali.

Michele D'Urso 07.03.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

E ci saremo! :)

Ciao!

Leopoldo B. Commentatore certificato 07.03.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

La democrazia è un processo dinamico che a volte necessita di anche repentini cambi di velocità per poter uscire da questo pantano partitocratico che soffoca le nostre aspirazioni di libertà e giustizia!

Beppe noi ci siamo!

Leopoldo B. Commentatore certificato 07.03.11 11:44| 
 |
Rispondi al commento

cose da pazzi!! leggo che i sondaggi danno la moratti vincente sicura alle elezioni a sindaco di milano. una spocchiosa fancazzista , snob, arrogante , incapace ,collusa con palazzinari e affaristi della peggior specie. vuole dire che piace e allora caro beppe , chi te lo fa fare di rovinarti il fegato per salvare gente che non vuole essere salvata? se nessuno si ribella , se nessuno se ne sta a casa anziche' andare a votare dimostrando il proprio dissenso, se l'italia e' un popolo di cialtroni che vivono il giorno delle votazioni come una passeggiata con la famigliola ed entrano nella cabina come se fosse shopping, un popolo cois' pateticoe ignorante merita di essere lasciato affondare. I tuoi spettacoli erano veramente gustosi anche quando era satira e gags adesso sono amari. lascia che questo popolo affondi nella merda che si merita. Guarda nazioni come il rhuanda o quelle del centro africa : ricchissime di materiali rari e importanti per l'elettronica , di uranio , di bauxite. le loro popolazioni potrebbero fare una vita meglio di montecarlo e invece muoiono di fame perche' hanno politici ladri incapaci e corrotti. come noi, potremmo essere piu' ricchi delle svizzera ma siamo miserabili perche' non abbiamo i loro politici e perche' siamo un popolo ignorante. angelo

angelo mora 07.03.11 10:01| 
 |
Rispondi al commento

...Se la popolazione italiana non si ferma tutta, ma FERMA davvero,regioni intere che bloccano tutto, negozi chiusi e famiglie a casa o in strada se c'è il sole, dal netturbino al primario, dalla casalinga al professionista eccetera, anche i morti saranno inutili in questa lotta alla nostra dignità.
Vhivien Schwarz

Vhivien 3 Schwarz, Bozen Commentatore certificato 07.03.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

NON SI PUò PROPORRE UN REFERENDUM PER ABBOLIRE IL QUORUM DEI REFERENDUM?
SE SI BENE ,QUALCUNO CHE CI CAPISCE QUALCOSA LO DICA, IMPEGNIAMOCI SOLO PER QUESTO, E ANDIAMO AVANTI.

al casula, cagliari Commentatore certificato 07.03.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono talmente d'accordo con questo post che non ho molte parole da aggiungere.
Teniamoci stretto quel poco di buono che abbiamo.

roberto 07.03.11 07:35| 
 |
Rispondi al commento

..ci mancava il taglio delle mani.... che orrore!!! Comunque un taglio c'è stato alla dignità ed al rispetto dell'integrità femminile...

alma gemme 07.03.11 06:09| 
 |
Rispondi al commento

...scena finale de...Il Caimano???....

anib roma Commentatore certificato 07.03.11 06:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nulla è sacro, tutto è migliorabile. Il pensiero che la Costituzione non sia migliorabile sarebbe un dogma, e con i dogmi non si è mai andati molto lontani.

Condivido pienamente con il pensiero iniziale di Beppe, anche se riconosco che attualmente non sarebbe saggio permettere a degli inetti e criminali al governo di mettere mano alla Costituzione.

Ma non per chissà quale valore "sacro" di questa, semplicemente per un fattore pratico di incapacità.

Conclusione: diamoci una mossa a entrare in Parlamento e cambiamola noi, la Costituzione, con razionalità e una visione lungimirante.

Raffaele Lamorte, Chivasso Commentatore certificato 07.03.11 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Ciro, perfetto.

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.11 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Io ringrazio e benedico questa Costituzione, l'unico argine al fascismo piduista in questo ventennio berlusconiano. Guardacaso cambiare la costituzione e' sempre stata l'ossessione del nano fin dal 94 (manifestazione oceanica del 25 aprile a Milano, all'epoca), e ci e' persino riuscito ma e' stato respinto dai referendum. Invece di spruzzare nero di seppia ndo cojo cojo sarebbe meglio sostenere, diffondere e promuovere i referendum che andremo a votare: ACQUA PUBBLICA e LEGITTIMO IMPEDIMENTO. Sono cruciali da qualunque parte la si guardi.

Vogliamo dire che Maroni sta buttando nel cesso 300 milioni dei nostri soldi solo per penalizzare il referendum? (l'ha detto esplicitamente: "per permettere l'astensione al referendum", che idiozia come se uno che va a votare per il sindaco fosse COSTRETTO a votare anche per il referendum: puo' astenersi quanto gli pare). Vogliamo dire che alla faccia della sacra ampolla del Po, Maroni sta facendo un gran favore alle multinazionali che si papperanno l'acqua padana e alpina? Chi e' piu' ququaraqua dei leghisti? federalismo, secessione, duri e puri finche' il nano non da' gli ordini, poi a loro va bene tutto: leggi per lasciar liberi i delinquenti, per regalare soldi ai preti, per favorire la mafia e la camorra al nord, per scaricargli l'uranio in giardino, per vendere la loro acqua a veolia. Sveglia!

Michele Bellazzini, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.11 23:14| 
 |
Rispondi al commento


La Lega è un partito anticostituzionale, perciò non ha diritto di esistere, in quanto viola i seguenti principi della Costituzione Italiana:

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 8

Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano.

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Art. 12

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

Art. 19.

Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si tratti di riti contrari al buon costume.

Art. 20.

Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d’una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative, né di speciali gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni forma di attività.

Art. 28.

...segue ↓


RIPETO,iL vero problema è L'APPLICAZIONE DEI PRIMI 5 ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE CHE SONO EVASI

salvatore castellano 06.03.11 21:33| 
 |
Rispondi al commento

C'è un rapporto di fiducia completa tra i cittadini e i loro eletti, i cittadini possono solo dissentire quando i loro eletti fanno una brutta legge, ma la Costituzione non prevede che i cittadini che peraltro hanno diritto di riunirsi pacificamente, possano sostituirsi agli eletti (art. 17) però questo art. si può modificare mettendo un capoverso in cui si afferma che possono proporre con una debita sottoscrizione di firme alcune questioni o leggi.

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.11 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Se non ora, quando?

MAI.

Per due motivi, che poi si possono ridurre ad uno solo.

Primo: se passa l'idea che la Costituzione si può cambiare, lo possono fare tutti per qualsiasi motivo.

Due: l'idea che la Costituzione non è intoccabile, per quanto condivisibile in linea di massima, NON SI PUO' INTRODURRE finché esiste questa classe politica.

L'idea di Beppe è di cambiare la Costituzione per fare in modo che il popolo abbia più potere contro questa classe politica; ma sdoganando l'idea dei cambiamenti "allegri" alla Costituzione (cosa che lo psiconano cerca tra l'altro di fare da anni) si pone in campo un'arma a doppio taglio a favore dei parassiti che, loro sì, sono in posizione di cambiare la Carta, a LORO beneficio s'intende.

Un cambiamento costituzionale che aumenti la percentuale di "democrazia dal basso" nel nostro sistema, in stile svizzero per intenderci, non è neanche lontanamente ipotizzabile senza prima far piazza pulita della classe politica che coglierebbe la prima occasione di sfruttare questa possibilità a proprio vantaggio. La classe politica dev'essere cambiata prima di, e per, poter modificare in meglio la Costituzione, non viceversa.

Pierangelo Tendas, Tempio Pausania (OT) Commentatore certificato 06.03.11 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con Beppe, quando dice che del nano non bisogna parlare... è venuto fuori tutto il condizionamento del berlusconismo ahimè... è stata una bella prova per il blog valà!!!

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 06.03.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento

La Costituzione è patrimonio di tutti i cittadini, stravolgerla con stratagemmi è deleterio

massimo taramasco 06.03.11 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Parole........abbiniamo il pensiero al movimento....cominciamo ad organizzarci per una ....esibizione di massa......

marco c. 06.03.11 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo paura !

Ecco il TOTALE della discussione sulla Costituzione.

Sappiamo che anche se è verissimo che DI FATTO i partiti l'hanno già modificata a piacimento con controfirma del Pers. della Repubblica e ignorando l'applicazioni di molti dei suoi punti fondamentali, questo governo , a differenza dei precedenti, riesce a ingannare sul testo delle leggi che presenta.

Temiamo di avallare una modifica che sarà poi manipolata a nostra insaputa e con la connivenza di questa partitocrazia mercificata.

Ti esortiamo a rilanciare invece che a parare colpi, Beppe, ma poi non è mai il momento giusto...se non ora quando?


Condivido

Bravissimo Ciro!!!

Ciao

anib roma Commentatore certificato 06.03.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CONCORDO IN PIENO ANCH'IO, PERO' DOVREMO SCENDERE IN PIAZZA PER DIFENDERE LA NOSTRA CARTA,IL NOSTRO LIBRO, DELLA COSTITUZIONE,HANNO VOLUTO LA GUERRA,AVRANNO AL GUERRA CON I CITTADINI CHE TANTO (MILLANTANO//CREDO CHE SI DICA COSI') DI RAPPRESENTARE,ALTRO CHE CAMBIAMENTO EPOCALE NELLA GIUSTIZIA,GUERRA EPOCALE (ANCHE CIVILE) CON GLI ITALIANI,QUELLI VERI!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.03.11 18:24| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Concordo, hai il mio voto.

Paolo R. Commentatore certificato 06.03.11 18:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori