Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Guerra nel Mediterraneo


Ban_Ki_moon.jpg
Quello che io non capisco, e con me probabilmente qualche milione di italiani, è l'improvvisa mutazione di Gheddafi. Alleato ieri, ospitato nelle capitali europee, barriera contro Al Qaeda per gli Stati Uniti, acquirente di tonnellate di armi dal cosidetto mondo libero (Italia inclusa). Mostro oggi, da deporre, da bombardare con una certa urgenza. In fotografia sembra sempre lo stesso e il suo comportamento rispecchia quello del passato (remember il Volo Pan Am 103 e Lockerbie?). Dove sta la differenza? Cherchez l'argent? Quali sono i motivi di una probabile guerra nel Mediterraneo voluta fortemente dalla Francia di Sarkozy? Attaccare Gheddafi in questo modo vuol dire trasformarlo in un martire e l'Italia sarebbe la prima a essere colpita dalle ritorsioni militari.

18 Mar 2011, 14:11 | Scrivi | Commenti (152) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Comunque
pur non capendoci un cazzo,e muovendo la mia opinione ogni giorno su questa questione.

gli interessi economici sono l'assioma
ma il pensiero gli comprende e gli modula

mi usciuta fresca come un friscieù

saluu

alessandro buzzi 23.03.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Sarà la striscia del vicino Ciad ricco di uranio il motivo dell'impetuoso attaco "umanitario" di Sarkozy?

vale M. 23.03.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisognerebbe chiedere ai vari gruppi Bilderberg ed affini.
ora a causa di una chiamiamola "guerra contro un dittatore "( e tutti gli altri dittatori ? cosa ne facciamo?)la situazione si aggravera' in modo tale che inizieranno a toglierci le liberta' con la scusa di difendere la nostra liberta'.
A vantaggio di chi? non certo nostro.
GRILLO sa PERFETTAMENTE cosa vuol dire NUOVO ORDINE MONDIALE ma TACE!! si accontenta di stimolare la pancia dei cittadini.
se veramente e' la persona che lui dice di essere, essendo ascoltato da centinaia di migliaia di persone inizi a PARLARE E DIRE E SPIEGARE: fino ad ora sono solo chiacchere.

gian romanini 23.03.11 04:20| 
 |
Rispondi al commento

Nuova campagna "adotta una base nucleare!" .....se ognuno di noi facesse un Po di spazio nel proprio giardino per una piccola scoria nucleare il benemerito professor Veronesi genio della tetta marcia non ci dovrebbe dormire sopra tutte le notti .....salva il nucleare ...,salva veronesi .....adotta una scoria radioattiva ...ti illumina la vita. 

Gabriele Urban 22.03.11 15:15| 
 |
Rispondi al commento

WE' RE FOOLS TO MAKE WAR ON OUR BROTHERS IN ARMS
dire straits, brothers in arms

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento

la Merkel ha rischiato la vita dichiarando di voler bloccare il programma nucleare.Le notizie che arrivano dal giappone non sono affatto rassicuranti.Gli affari dell'industria del nucleare non sono cosa da poco.Dopo Cernobil il mondo ha bloccato il nucleare. Proprio ora che Obama voleva riinvestire sul nucleare e la francia spende un visibilio per mettere le sue scorie a profondità inaudite sottoterracome si fa a distrarre l'opinione pubblica mondiale???perchè la lobby del nucleare e potente in tutto il mondo.beh distrarre con una guerra e far sparire le notizie del disastro nucleare che ancora non si ferma..ma perchè aspettano così tanto a bloccare quelle centrali a fukushima? Intanto le radiazioni escono...qui in toscana quelli del maggio risultano contaminati..alla televisione dicono poco contaminati...E cosa vuol dire poco??se sei contaminato lo sei e basta i risultati si vedranno in seguito.
ma questo passa solo per il tg regionale della toscana nulla trapela da quelli nazionali.

giovannabaldassarri 21.03.11 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo,

la Libia non è in grado di mettere in atto alcuna "ritorsione militare" contro l'Italia.
In questo momento nel mediterraneo del sud sono ammassate una quantità di navi, sottomarini e portaerei, per non parlare degli oltre 200 velivoli NATO presenti nelle basi in Italia, in grado di piallare a zero tutta Libia in caso di necessità.
Gheddafi e soci sono pazzi ma non sono nè stupidi nè aspiranti suicidi.
Il punto che certi ambienti in Italia non vogliono accettare è che la superiorità militare dell'occidente è ormai schiacciante (e viene usata con parsimonia...in Afghanistan e Iraq viene utilizzata il 20-30% della forza possibile e parlo chiaramente solo di armamenti convenzionali...).
Gheddafi, che è un pazzo vero, ha perso la testa e temendo di venire rovesciato si è messo follemente a sparare sul proprio popolo in maniera delirante.
Se è vero che Saddam fece lanciare il gas nervino su di una piccola cittadina Curda (gravissimo!) questo pazzoide ha fatto ripetutamente martellare dall'artiglieria le piazze piene di manifestanti (!!!!), una cosa che forse nemmeno Hitler sarebbe arrivato a fare.

Claude Milanese 21.03.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento

il mondo è pieno di "Gheddaffi" interveniamo solo dove c'è il petrolio . . . . . . .

massimo m., Roma Commentatore certificato 20.03.11 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MAH, speriamo bene, però sta succedendo tutto troppo in fretta, ed è molto strano, sembra quasi tutto preparato..


la guerra non e' mai una buona cosa, ma a volte serve per dare ordine e giustizia alla povera gente. Qualcuno dira', qui e' la solita storia le potenze occidentali vogliono eliminare il Libico per interessi ( vedi il petrolioi, il gas, etc..) ma ricordiamoci che a noi italiani questo signore ci ha fatto un bello scherzo 40 anni fa, provate a chiederlo alle famiglie dei nostri concittadini scacciati e messi sul lastrico, chiedete a loro cosa ne pensano, da parte nostra li abbiamo riaccolti e aiutati, questo invece ci ha chiesto invece soldi per quello che ha fatt. A questo punto sono contento che qualcuno pone fine alla sua dirigenza !!! ....

valter zibetti 20.03.11 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Non vi sfiora l'idea che gheddafi sia lo stesso terrorista sempre difeso dal vostro attuale governo? In realtà quelli che sono cambiati sono berlusconi, frattini & Co che lo hanno sempre difeso, ossequiato e riverito. Quando la Svizzera arrestò suo figlio che aveva pestato la sua "servitù" a Ginevra, gheddafi arrestò e tenne in ostaggio per 2 anni due cittadini svizzeri. Chi difese gheddafi? Il poco onorevole frattini, che denunciò la Svizzera per violazione del trattato di Schengen. Frattini, un capolavoro di ipocrisia, di faccia tosta, degno compare di berlusconi.

Silvano B., Bellinzona Commentatore certificato 20.03.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordarvi che oltre la tragedia della guerra questa guerra è combattuta con una marina prevalentemente a propulsione nucleare. La USS Enterprise presente a 2 passi da noi monta 8 reattori nucleari di ben 50 anni fa.

Paolo M. 20.03.11 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono disgustato da questa guerra dichiarata x liberare il popolo libico da gheddafi ma per poi sottometterlo alla merce di u.s.a e company.siamo ridicoli,dobbiamo solo fare missioni di pace e non di guerra,dare appoggi umanitari e non postazioni militari,dobbiamo dare il nostro contributo economico ed assistenziale e non basi navali.

cristiano masci, Foligno Commentatore certificato 20.03.11 08:21| 
 |
Rispondi al commento

per una volta voglio pensare che siano intervenuti solo per salvare la vita dei poveri civili

ANTONIO ARTALE, Portovaltravaglia (VA) Commentatore certificato 20.03.11 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

puo' essere che il popolo libico non ami gheddafi. ma non sara' scemo a prendersi gli occidentali x lasciarli governare.... mettera' al potere gente di fede islamica. il problema secondo me non è gheddafi ma il vespaio che si alzerà nel deporlo....

cristina ., como Commentatore certificato 19.03.11 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nn riesco proprio a capire come la gente si faccia manipolare dai mezzi di
informazione... io in tv ho visto solo gente super armata ??!!! nn civili
massacrati.... credo che il caso libico sia tutta una montatura per poi
arrivare a questo attacco... credo che se oggi si facciano delle votazioni
(unico vero mezzo democratico)in Libai la gente sceglierebbe ancora
Gheddafi...
Che io sappia e' da anni che cercano (USA e England) di deporre Gheddafi
anche usando mercenari..
Poi noi Italiani come al solito facciamo proprio la figura di cioccolatini
nn considerando il patto di nn intervento contro la libia che avevamo
appena stipulato... avremo avuto piu' dignita' a comportarci come la
germania. Sono proprio disgustata dall ipocrisia dei potenti... stanno
bombardando la Libia per proteggere i poveri libici???!!!! ahhhh ahhhh ahhh
questa poi e' enorme!!! come si fa a crederci!!!????????? La storia nn ci
ha ancora insegnato che queste cose possono portare a catastrofi
mondiali... come facciamo a fare ancora la guerra!! e' da matti!! ed in
piu' i governi a prendere queste decisioni senza interpellare i cittadini.
dovrebbero fare un referendum per decisioni cosi' importanti come guerra o
nucleare... e' giusto che decidano i cittadini sulla sorte della propria
VITA!! la democrazia nn esiste...
beatrice"


danilo di lugano hai perfettamente ragione...
ma sarà che mi sbaglio ma il 'beduino' ci darà filo da torcere... resta da considerare che x quanto possa non piacere ai suoi prima o poi si sveglierà qualche FRATELLO MUSSULMANO e poi vediamo se in europa siamo tutti fratelli......

cristina ., como Commentatore certificato 19.03.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho paragonato le persone di qualsiasi nazione a me: se io avessi un capo di governo piu' dittatore del nano, e lo odierei a morte, perchè mai un gruppo di nazioni europee, americane e asiatiche dovrebbero bombardare anche la mia casa e la mia famiglia con ''la necessità'' di aiutarmi? invece di bombardare la casa di Arcore bombarderebbero tutti solo perchè siamo connazionali.

Francesco Marini 19.03.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ghedaffi ha fatto il dittatore per ben 42 anni e finalmente qualcuno la, si è rotto i coglioni di lasciargli fare tutto quello che voleva, lasciando al suo popolo fame e povertà. Quando in svizzera abbiamo osato criticare il beduino per i fatti e comportamenti di prepotenza da parte del figlio Cannibal,(in casa nostra) tutti ci davano contro...quasi come difendere un personaggio intoccabile, un santo da proteggere ad ogni costo. Vi ricordo cari italiani che il beduino, vi ha fatto sloggiare dalla cirenaica e ci ha messo lo zampino nella strage di ustica. Io spero che i francesi e gli inglesi questa volta gli facciano un culo grande come una campana, per una volta approvo l' intervento delle forze nato, devono annientare tutto quello che si muove con la bandiera verde!!! gheddafi a morte, tu e tutta la tua famiglia di terroristi!!!!!!! grande sarko!!!!!!!!!!tu si che hai le palle!!!!!!!

danilo lugano 19.03.11 18:47| 
 |
Rispondi al commento

gheddafi ricordati che le corna te le ha fatte lui e non noi...si è vero noi lo abbiamo votato... ma allora xchè non organizzate il milan che gioca a tripoli? ;) sarebbe 1 bella idea nessuno brontolebbrebbe piu'...:)--- cmq se proprio devi tirare 1 missile centra bene montecitorio...;)grazie ciao
ps:sn fighissimi i tuoi okkiali :)

cristina ., como Commentatore certificato 19.03.11 18:42| 
 |
Rispondi al commento

onu, nato, america, europa e c., tutti i paesi industrializzati insomma, ricordatevi che oltre alla libia c'è una GRAN PARTE DI AFRICA sotto dittatura e nel sud est asiatico non so quante democrazie ci sono..... gia' che ci siete con i vostri aerei sorvolate qua e là e contate quanti paesi vjvono con democrazia....dove essa non è presente buttate bombe così risparmiate tempo e soldi.... ma non sono ancora riuscita a capire da quando in qua la democrazia NASCE DALLA POLVERE DELLE BOMBE....sarà che sono rimasta antiquata....MA FINO AD ORA CHE COSA AVETE FATTO AVETE GUARDATO GHEDDAFI E AVETE TACIUTO???? non è un santo ,ma il diavolo non è mai così brutto come lo si dipinge....in 40 anni a nessuno è venuta la pallida idea di intervenire....

cristina ., como Commentatore certificato 19.03.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo che ogni italiano dotato di buon senso dovrebbe dissociarsi immediatamente da questo governo che ci sta portando in una guerra che nessuno vuole e spero proprio che la maggioranza del popolo italiano la pensi così.
Siamo troppo esposti sia geograficamente che politicamente, dopo tutto il teatro fatto in onore del beduino.
Il nostro paese ora dovrebbe limitarsi esclusivamente ad un ruolo di supporto e assistenza ai profughi.

Suggerisco una immediata campagna email all’attenzione del Presidente Napolitano:

IN VIOLAZIONE DELL’ARTICOLO 11 DELLA NOSTRA COSTITUZIONE, L’ITALIA VA IN GUERRA CONTRO LA LIBIA NON IN NOME MIO E MI DISSOCIO DA QUALSIASI AGGRESSIONE MILITARE SOSTENUTA O INTRAPRESA DAL GOVERNO ITALIANO.

FIRMA.

https://servizi.quirinale.it/webmail

P A S S A P A R O L A ------------------>>>

real time 19.03.11 17:42| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Mi sembra, che nell'ansia della facile critica, ci si dimentichi di alcuni fatti. D'accordo che l'attenzione ai diritti civili e umani sono spesso sacrificati alla economia e alla real politick, ma non ci si puo' scordare della insurrezione del popolo libico. Un appoggio, anche se tardivo e con mezzi tutti da discutere, andava dato. Piu' attenzione ai diritti della gente!!!!

Alfonso REda 19.03.11 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Niente niente le trivellazioni nel canale di Sicilia ( è sttao scoperto un giacimento di petrolio sottomarino che va dalle acque territoriali di tunisia e libia a pantelleria) c'entra qualcosa? e visto che se non vogliono rischiare una rivolta anche in italia il nucleare non si farà, sotto con i rigassificatori ......ma dobbiamo entrarci tutti, gli americani e gli europei .......tutti desiderosi di portare la democrazia in libia......e quest'estate dov'erano, mentre silvio baciava l'anello a gheddafi?!?

francesco menallo 19.03.11 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Pensate che fortuna per gli U.S.A.: si astengono dalla risoluzione ONU, insieme alla Russia ed alla Cina e prendono 2 piccioni con una fava!
Il lavoro sporco di attaccare la Libia lo faranno Francia ed Inghilterra, l'Italia farà la furbetta concedendo le nostre basi sul territorio e toglieranno di mezzo un dittatore che rompe le palle dal 1969! Questa sichiama real Politik!Q

Alfonso Floreani 19.03.11 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Potrebbero le micidiali armi del BEDUINO amico di un pedofilo,distruggere il parlamento italiano? Se si,e solo li,non c'è di che preoccuparsi,si potrebbero risparmiare un sacco di euri che attualmente spendiamo per mantenere una PLETORA di PARASSITI fra ministri,zoccole,papponi,ritardati
mentali,ladri ecc.ecc. Aspettiamo con fiducia.BEDUINO!!!! fai le cose BENFATTE.

emi f., voghera Commentatore certificato 19.03.11 15:39| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La verità sta solo in queste 5 parole: "non è simpatico all'occidente". Non voglio neppure discutere sulla brutalità di Gheddafi, ma mi chiedo come mai non vi sono misure contro stati con regimi ancora più brutali (Arabia Saudita)o per difendere rivoluzionari che vengono massacrati come in Libia (in YEMEN è già qualche settimana che accade ma i mass-media lo ignorano - http://www.asianews.it/notizie-it/Il-sovrano-saudita-elargisce-denaro-per-spegnere-sul-nascere-la-richiesta-di-democrazia-21065.html; http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-03-19/yemen-ancora-rivolta-polizia-132758.shtml?uuid=Aabr5sHD) a quel regime anglo-americano ed europeo che vuole difendere la propria supremazia e la propria moneta (Stati Uniti)?
Avere il Petrolio per gli americani non è importante perchè garantisce maggiori approvigionamenti ma, soprattutto, per difendere il Dollaro e di conseguenza evitare il loro default.
Lungi da me dal difendere lo Psiconano, ma, una cosa buona (esagero) l'ha fatta. Con Russia e Libia ha strappato approvigionamenti di greggio e gas a un miglior prezzo.
Quando gli americani sbarcheranno e metteranno il proprio dittatore ci sarà da piangere per quanto riguarda i costi energetici. Non si useranno più neanche i mezzi pubblici. Si andrà in bicicletta anche se, infondo, non mi dispiace.
Vorrei fare due ultime brevi considerazioni:
1)Gheddafi ha partecipazioni in Finmeccanica PRIMO FORNITORE DELLA DIFESA AMERICANA PER ARMAMENTI SPAZIALI (a cui gli americani stanno lavorando). Sono contenti che sappia cosa gli viene venduto?
2) Le rivoluzioni non nascono in 24 ore. Il giorno prima è tutto tranquillo quello dopo scoppia il finimondo.
Sono stati riforniti di armi grezze che, se in un primo momento ha permesso ai rivoluzionari di "occupare", quando Gheddafi si è riorganizzzato li ha "spazzati" via in pochi giorni.
Penso che già sapessero che i rivoluzionari non ce l'avrebbero fatta.
Ciò non era un male. Solo un buon motivo per giustificare un intervento.

daniele martino 19.03.11 15:09| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe so che le bombe non sono soluzioni alla pace e che la violenza genera violenza,ma cosa si puo' fare contro un pazzo dittatore?
io vivo in francia,e so che questa repressione e puramente politica,ma penso forte ad un popolo che era sulla fine di una rivoluzione che chiede di essere aiutata per potere liberarsi da questo regime dittatoriale.
Che cosa ne sarebbe oggi dell'italia ed il resto dell'europa se non era per l'aiuto degli americani?
penso che la causa va aldilà delle questioni politique e che la liberta ha il suo prezzo.

fattorini alberto 19.03.11 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Credo che l'unica ragione stia in queste 5 parole:
NON E' SIMPATICO ALL'OCCIDENTE. N

daniele martino 19.03.11 14:18| 
 |
Rispondi al commento

eè vero il discorso dell'autodeterminazione, ma se la popolazione contro il colonello Gheddafi chiede aiuto all'Europa, noi che facciamo ci nascondiamo?


scusate l' ignoranza ma LA DEMOCRAZIA E' PER SUA NATURA NON VIOLENTA O NO? ---- se mi sbaglio per favore correggetemi. grazie.

cristina ., como Commentatore certificato 19.03.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Chiunque pretende di portare la democrazia con l'utilizzo di bombardamenti ( Le bombe intelligenti non esistono ) è paragonabile ad un dittatore. Ma con che diritto si interviene in Libia? Chi è al corrente se i ribelli hanno la maggioranza del consenso popolare o se la Libia vuole ancora Gheddafi? Chi ne ha mai parlato??
Ricirdiamoci quanto segue:
Il principio dell’autodereminazione stabilische che le vicende interne di uno stato sovrano debbano essere affidate ai cittadini di quello stesso Paese e non possano in nessun modo prevedere l’intervento esterno di altri governi. Non rispettare questo principio vuol dire stabilire che il più forte, chiunque esso sia e dovunque esso sia, possa decidere della sorte di altre nazioni o di interi continenti, scegliendo chi debba prevalere e chi no in caso di conflitti interni, controversie o elezioni dai risultati sgraditi.
Io sono senza parole !!!!


Paolo M. 19.03.11 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Lega diserta il voto,
Né al Senato né alla Camera i leghisti.
La Padania non è interessata al massacro che sta avvenendo in Libia a Bengasi. La Lega di Governo e di opposizione, Roma ladrona e Lega sporcona. cialtrona, vigliacca,razzista.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.03.11 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Anche io come altri, sono rimasta colpita dal post di Beppe Grillo sulla crisi in Libia.
Liquidare il tutto con un "chercher l'argent" sembra un po' semplicistico...probabilmente vale il classico discorso dei 2 piccioni con una fava....ma signore un minimo di speranza che il nostro mondo non sia davvero triste e tragicamente senza futuro vogliamo darcela oppure no!? Io credo ke Gheddafi sia sempre stato un criminale da domare e che oggi non sia più possibile farlo altrimenti....e in più prendiamo un po' di quello che manda avanti il mondo...i dannati soldi! C'est la vie!

Serena 19.03.11 12:06| 
 |
Rispondi al commento

La parola dello Stato italiano vale non più di tre anni:
Triplice Alleanza: primo trattato stipulato nel 1882 e quinto trattato stipulato nel 1912; denunciato nel 1915 (3 anni)
Patto d'Acciaio: stipulato nel 1939, rotto nel 1943 (4 anni)
Trattato di Bengasi: stipulato nel 2008, sospeso nel 2011 (3 anni).
Un vero bastione di onorabilità e coerenza.

Maurizio Innamorati 19.03.11 11:50| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

« Grandeur » o Petrolio ? La Francia è riuscita a promuovere la sua crociata contro Gheddafi. L’occidente, pure noi, per piacere all”America, segue. Le forze messe in opera sono tali,che soltanto gli aerei, sor volando, potrebbero oscurare la Libia e il colonnello dire : combatteremo all’ombra. E la sua ombra, non è quella che pensiamo. Ricordiamo che agli inizi, Gheddafi era un terrorista anti sionista e si preparava a una guerra di sterminio con le armi distruttrici di massa, tra le quali, anche quelle chimiche. Dopo il bombardamento americano, fece ammenda onorabile e smise di costruire armi letali Di massa. Ma non disse mai di avere distrutto quelle in suo possesso e non gli venne neanche chiesto di farlo! Oggi ha coscienza che qualunque siano i risultati è un uomo finito, capace anche di un vergognoso processo, forse anche meritato. Potrebbe dunque inviare i suoi fedelissimi, con una boccetta segreta in tasca in tutta Europa ed è uomo capacissimo di metterlo in atto. Malgrado lo spiegamento militare spropositato, per salvare vittime umane massacrandone altre, metodo specifico occidentale per spandere la democrazia, se questo avvenisse, la mania francese della “ grandeur” ci costerebbe m molto cara. Sono ateo, ma aggiungo, che Dio, quello magari vero che ignoriamo, voglia allontanare da noi, questa coppa di pessimo champagne. Senza dimenticare le sempre prevedibili reazioni dei musulmani anti occidentali molto numerosi e fanatici. Ameglio

Ernest Ameglio, Monaco principato Commentatore certificato 19.03.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento

LA MENZOGNA DELLA DEMOCRAZIA

La guerra dichiarata alla Libia dagli Usa e sostanzialmente da due paesi europei,la Francia e la Gran Bretagna, alla quale il nostro governo ha detto di aderire, è evidentemente una guerra per il petrolio. Umanitarismo è il nuovo nome (l'altro è esportazione della democrazia) con il quale l'Onu e l'Ue chiamano gli interessi economici dell'Occidente, sulla testa dei popoli. Fermiamoli e scendiamo in piazza per dire no! No al cinismo dei governanti ! No a un atto antiumanitario e cinico verso i popoli europei esposti alle ritorsioni legittime di un paese sovrano. Il Parlamento italiano abbia la dignità dell'indipendenza e della saggezza : si soltanto ad aiuti umanitari. No a un attacco armato !
Adriana Zanese

adriana zanese 19.03.11 11:41| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo credibile perchè non vengano qua consiste nel fare in modo che stiano bene là.
Considerata la mole di errori commessi il minimo che possiamo fare è dargli una mano.

Andrea Samorì (:-)), Faenza Commentatore certificato 19.03.11 11:33| 
 |
Rispondi al commento

non credo che si tratti di far diventare Kaddafi un martire, dato che anche la Lega araba lo vuole destituire. E' ora che tutti i dittatori o aspiranti tali...vengano spazzati via.
GG

giuseppe giusti 19.03.11 11:28| 
 |
Rispondi al commento

A commento della domanda che si pone Grillo sulla risoluzione dell'Onu contro Gheddafi, non va sottovalutato il determinante sostegno di un grande Presidente che si chiama Obama. Sensa il suo appoggio in tutta l'area del magreb non aleggerebbe la forte aria di democrazia. Spazzare via uno dei peggiori dittatori di quell'area contribuisce a dare speranze a tutti quei giovani che lottano appunto per la democrazia e libertà di tutto il nord Africa.

gilberto pazzi 19.03.11 11:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

http://www.libreidee.org/2011/03/libia-anche-litalia-firma-lultimatum-di-guerra/

anib roma Commentatore certificato 19.03.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento

C'è sempre qualche milione di italiani che non capiscono e tanti altri milioni che fanno finta di non capire.
Eppure un certo Fedro, antico filosofo latino, già duemila (DUEMILA !!!) anni fà ci ha detto come vanno le cose nel mondo.
Col suo illuminante scritto chiamato "il lupo e l'agnello" ci ha insegnato che quando il lupo decide di mangiarsi l'agnello lo mangia. Punto e basta.
Ma il lupo ipocrita cerca sempre una scusa per giustificare questo suo comportamento.

EBBENE NOI OCCIDENTALI SIAMO I PEGGIORI LUPI IPOCRITI CHE ESISTANO AL MONDO . PERO' ATTENZIONE PRIMA O POI QUALCUNO UCCIDERA' I LUPI ED ALLORA SARANNO DOLORI PER NOI.
AMEN

Bruno Sordini 19.03.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

quanti commenti più o meno accettabili o veritieri, attacchi di razzismo e attacchi di deficienza acuta...direi che togliendo di mezzo interessi economici dove cuccano tutti a tanti sarebbe ora finisse la voglia di giocare ai soldatini di piombo, tanto il culo non è il loro ma di tanti che magari per mancanza di lavoro hanno scelto (obbligati) di fare i militari...

vincenzo ribuffo 19.03.11 10:20| 
 |
Rispondi al commento

HA RAGIONE GRILLO : basta enunciare balle sulla sicurezza delle centrali in Italia. Abito a pochi chilometri della centrale di Caorso e so che sta, lentamente, sprofondando nelle mortizze de Po.
A suo tempo e, in tutta segretezza sono state fatte, palificazioni e rinforzi perchè il "torrione" si piegava sugli uffici.
Anche chi è favorevole al nucleare, non può dimenticare che in Italia le costruzioni pubbliche e, non, sono spesso impastate con la sabbia di mare, poco ferro, in luoghi di convenienza politico economica e gli appaltatori ridono di piacere, in vista di affari vantaggiosi, se viene un terremoto ........ Chi si può fidare ?????
Le scorie poi, sono un problema, ancora attualmente, irrisolvibile per qualsiasi Stato. Non so dove le mettono i giapponesi, ma gli americani, pur molto impegnandosi, ammettono di aver fallito l' obiettivo .......... CARLA

carla rossi 19.03.11 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Un popolo senza storia è una nazione debole. La Libia come molti altri stati, vennero creati dalle potenze vincitrici dell'ultimo conflitto con il solo scopo di garantire alle stesse una prelazione su posizioni geografiche strategiche e sulle loro risorse. Da allora i primi sollevamenti popolari furono proprio contro queste nazioni, le stesse che oggi si preoccupano di smantellare le situazioni che le avevano cacciate. Stati Uniti, Inghilterra e Francia perseguono l'intento con nuovi colonialismi mascherati dalla bestemmia DEMOCRAZIA! L'inesistente governo italiano come una banderuola segue il corso del vento; anche noi siamo un popolo senza storia che poco o solo in parte si riconosce nelle origini latine, Metternich ci qualificò come "espressione geografica" ... non aveva tutti i torti. Son passati due secoli, 150 anni dalla dichiarazione del nuovo regno d'Italia. Poco è cambiato non ci resta che sperare nei borboni e negli asburgo in fin dei conti essere aministrati dagli spagnoli e dagli austriaci sarebbe un bel passo avanti; purtroppo il centro Italia spetterebbe al clero.

Paolo Andrea 19.03.11 10:00| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che al popolo italiano mancano i coglio....i-stiamo perlomeno in silenzio-

antonio strangio 19.03.11 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Si, il Gheddafi e' sempre lo stesso ma con una grossa differenza, ha dato all'Europa e agli USA il pretesto per un intervento militare in Libia.
L'uccisione di civili rivoltosi infatti e' solo un pretesto, in realta' non gli frega nulla a nessuno,il rubinetto del petrolio invece interessa a tutti; ci sono anche ovvio alcune vendette da appagare, Gheddafi e'al 100% il mandante dell'attentato di Lockerbie, nel 1970 credo, ha epulso e rovinato migliaia di italiani, di recente ha ospitato la flotta da guerra russa,
si e' messo in testa di essere una specie di Messia Africano, ha pestato parecchi piedi a Israele, ha ricattato l'Europa per la storia dei migranti, adesso sta minacciando di far esplodere il Mediterraneo, e poi, e poi...certe cosucce in primis agli USA non bisogna farle, altrimenti loro aspettano solo un pretesto per fare un casino incredibile, per esempio un altro sulla lista di attesa e' Berlusconi, grande amico di Gheddafi e di Sputin. Ahi!Ahi!Ahi!
Come la Storia insegna, se alla lunga di pretesti non ne arrivano, ebbene gli USA li creano dal nulla, avendo in questo campo una vecchia e collaudata esperienza, poi loro credono al destino palese tracciato niente meno che dalla Storia, in pratica e' Dio stesso che vuole che gli USA siano come guardiani del mondo, sotto la bandiera della democrazia USA e.... getta bombe, bombe, sempre bombe. Una parolina per Gheddafi:
me non lo sapevi tu, cosi' beduino, che chi semina vento raccoglie tempesta? Non lo sapevi?
Ahi!Ahi!Ahi!Ahi!

rosso veneziano 19.03.11 08:03| 
 |
Rispondi al commento

ma scusate, io nei telegiornali nonostante mi dicessero che i caccia libici bombardassero la popolazione, non ho mai visto una casa distrutta, quando mostravano la contraerea in azione non ho mai visto un caccia al quale sparavano, dei carri armati che avanzavano verso gli insorti non ne hanno mai inquadrati... ttrovo tutto alquanto STRANO......
Quello che siamo sicuri che quando Francia, Inghilterra, America noi cogl..ni italiani attacheremo la Libia, i telegiornali ci mostreranno le "eloquenti" immagini dei bombardamenti e attacchi documentando tutto.
ITALIANI SVEGLIATEVI e non fatevi prendere x il culo come al solito!!!!!!!!!

Alessandro 19.03.11 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema è ormai quello di coinvolgere i paesi nord africani nel resto di quello che viene definito da noi occidentali come sviluppo. Se prendiamo la strada della minaccia dell'immigrazione entriamo in un tunnel tutti. E l'Italia non è e non sarà come Francia e Germania. I rischi maggiori sono legati al popolo africano, hanno cultura per gestire una democrazia quando neanche noi ne siamo completamente in grado? E che fine faranno le situazioni economiche libiche e non, a favore di noi occidentali o per i paesi africani?

Giovanni F. Commentatore certificato 19.03.11 07:54| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto, dovremmo pensare che l'ONU sarebbe dovuto intervenire ogni qualvolta un gruppo di cittadini si lamenti del suo governo, sia con le armi che con assemblee? E perchè non interviene in Italia per bloccare tutte queste pazzie economiche e demagogicamente sociali ?
Ing Traldi

traldi francesco 19.03.11 07:22| 
 |
Rispondi al commento

E va bene !
Siamo diventati gli angeli custodi del mondo ! Oppure abbiamo trovato un lavoro per quel che , se no , sembrerebbe un'inutile spreco di risorse mantenendo un non altrimenti utile esecito ?
Ma quale dovere verso ii poveri Cirenaici o Iracheni altrimenti che Afgani ! Quanto ci mette l'ENI per mantenerle i suoi approvigionamenti ? Quanti posti di lavoro potremmo creare con i denari destinati alle spese di trasferta all'estero dei nostri guerrafondai ? Quante fabbriche per nuove tecnologie , quanta ricerca si potrebbe fare ?
E poi ! Il Gheddafi è matto e ci dichiara guerra sparandoci in testa qualche missile , magari di vecchia generazione , noi che facciamo , lo invadiamo in forze per proteggerci ? e rifacciamo l'Impero !
ciao
Antonio

nino ferrari, albenga Commentatore certificato 19.03.11 06:39| 
 |
Rispondi al commento

E' solo una questione di petrolio e gas.
La recente crisi economica, per niente finita, anzi molto peggiorata, l'inaffidabilita' dell'energia atomica-nucleare, il bisogno dell'america di mantenere il dominio militare, determinano una reazione armata contro la Libia. La Libia e' un paese in guerra:"civile". Ovviamente non si puo' certo definirlo "democratico". Ma chi riuscirebbe a governare democraticamente uno stato dove ci sono fondamentalisti islamici? credo che cio' e' letteralmente impossibile.Per questo motivo il col.GheddaFi, comunque, e' riuscito a tenere a bada il suo popolo dal terrorismo.Solo che oggi, l'illusione dei paesi occidentali di poter dirigere tali paesi arabi verso modelli filoamericani ed europeisti sta' portando a risultati catastrofici.Gli arabi, tradizionalmente e storicamente, nella loro rivalita' ideologica, se attaccati, si uniscono si alleano.Cio' incrementerebbe una ulteriore spaccatura tra mondo arabo ed occidente, anche se non avverra' subito.Come ha dimostrato l'esperienza in Irak, e come anche sta' avvenendo in Afganistan, gli interventi armati non portano e non esportano democrazia.Comportanto invece spese enormi per le nazioni intervenute e vite umane spezzate.Su questo mi pare che non si rifletta abbastanza, sopratutto quando all'orizzonte si vedono "oasi" petrolifere.Saluti.

MAURIZIO 19.03.11 05:37| 
 |
Rispondi al commento

..anche qui siamo al conflitto di interessi?

alma gemme 19.03.11 05:37| 
 |
Rispondi al commento

condivido la diffidenza...condivido il desiderio di pace...ma penso che quella gente che protesta va protetta in qualche modo, penso che ne sono già morti troppi, si doveva agire prima...

per tutto il resto dobbiamo NOI vigilare che non sia una delle solite PARACULATE MONDIALI

http://www.ilpost.it/makkox/files/2011/03/no-fly-zone.png

manuela bellandi Commentatore certificato 19.03.11 03:01| 
 |
Rispondi al commento

"Art. 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."

Anche la costituzione americana prevede di chiedere l'approvazione del congresso prima di bombardare un paese straniero e di dichiaragli guerra (libia).

Evidentemente le parole non contano più un cazzo, la legge non vale più un cazzo.

Questo è il far west, chi ha più fucili detta legge.

Altro che obama e obama, si sapeva chi era obama fin da subito: il figlioccio di bush.

Sergio Dal Cin 19.03.11 01:22| 
 |
Rispondi al commento

Perchè scendiamo in guerra?
guarda questo video di un po' di giorni fa...sembrava complottista, ma a ben vedere ciò che è accuduto e sta accadendo....
http://www.youtube.com/watch?v=s4wstBbCC6E

Giorgio Cesare 19.03.11 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma non capisco: non interveniamo e tutti "bastardi, non intervenite e lasciate bombarsare dei civili solo perchè non ci sono interessi in gioco!" se interveniamo allora "perchè intervenite fatevi i cavoli vostri" ma cos'è il popolo dgli invecisti?

eleonora g. Commentatore certificato 19.03.11 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Avendo letto tutti i commenti si può dedurre che l'Italia non è più un paese di " allenatori di calcio " ( qualche anno fa si diceva che c'erano 60 milioni di allenatori ognuno con le sue idee)ma un paese di opinionisti ognuno con le sue idee spesso fantasiose:un punto certo è che non dovevamo ( ma da decenni ) intrattenere rapporti economicii e tanto meno diplomatici con un signore dittatore assoluto, iconoclasta ( tutta la Libia era piena di sue gigantografie ) che teneva sotto i suoi stivali il popolo affamato ( e lui ricco, vedi depositi in Svizzera ); la verità è che nessunoo sa come stanno andando veramente i fatti in Libia, ma è certo che Lui ha bombardato i suoi concittadini e questo lo porta ad essere considerato come un criminale di guerra e ( come in Kossovo ) l'Onu deve intervenire:ritornando al problema energetico, è proprio questo il momento, purtroppo direi per i fatti giapponesi, di scaricare definitaivamente la Libia ed intraprendere " nel paese del sole " una politica energetica pulita e non più lorda di sangue di innocenti. Massimo Casciani

Massimo Casciani 18.03.11 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Non mi dispiacerebbe comunque vedere il beduino pazzo privato di ogni mezzo usato per tenere sotto il giogo del suo potente clan familiare (140.000 persone) una nazione di appena sei milioni di abitanti: spazzato via l'imponente arsenale di cui dispone, è possibile che una timida forma di democrazia possa nascere anche se sorvegliata da Francia, USA e Gran Bretagna (che certamente, con questa azione, uniscono l'utile al dilettevole)...

harry haller Commentatore certificato 18.03.11 23:43| 
 |
Rispondi al commento

QUEL MISSILE FINITO SU lAMPEDUSA

Ricordate una ventina d'anni fa quel missile che sfiorò Lampedusa esplodendo? La Libia non è il Kosovo.

sandro petrini 18.03.11 23:11| 
 |
Rispondi al commento

E mi raccomando, stasera tutti a guardare quel pezzo di.............. di bruno vespa con il plastico dei bombaramenti democratici su Tripoli, buona democrazia a tutti rinc............-

GIANNI O., VERBANIA Commentatore certificato 18.03.11 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Anche se non è lo spazio appropriato volevo sapere cosa ne pensate di questo ragazzo che parla di Beppe... saranno cose vere??? ecco il link ..., se qualcuno ne sa qualcosa grazie..

http://www.youtube.com/watch?v=0ZnYRQmcLSM&feature=player_embedded#at=59

renato brena 18.03.11 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Si dicono tante cose sulla questione Libia, molte giuste e lucide, come quello che dice beppe che è uguale a quello che ha detto poco fà anche Sgarbi sulla 7 (!!!) e comunque lo trovo condivisibile.. peccato però che ne esca un quadro del popolo che sembra sempre di più solo un burattino in mano a dei furboni..insomma siamo tutti deficenti.. amen!
p.s. Per ora sembra importante solo che ognuno di noi abbia una sacrosanta verità in tasca..perchè in fin dei conti ...non ci serve altro per tirare avanti la carretta.

valentina manon 18.03.11 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Il motivo si chiama genocidio. Appena i Libici si sono rivoltati, stanchi di un tiranno della misura di Gheddafi, non ci ha rifletto un secondo, ha risposto in modo fuori da ogni parametro del vivere civile e in pace con la sua gente. L'UN avrebbe dovuto dare delle risposte piú tempestivamente, almeno in modo da limitarne i caduti per mano sua. Ma meglio tardi che mai. Un tiranno in meno poi porta equilibrio nel'ecosistema internazionale

Salvatore Z., Essen Commentatore certificato 18.03.11 22:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessun odubita delle parole del vostro Presidente Napolitano, il quale parla di "rinascimento Libico" quando le sommosse popolari e le battaglie i nstrada sono dei libici, mentre quando le stesse giuste sommosse popolari accadono da noi indica i "ribelli" nostrani come "terroristi e teppisti" ....?(invece di benedirli col termine di "figli del nuovo risorgimento"? questo Presidente che abbiamo (e che festeggia i 150 ann idella Patria con pranzi luculliani insieme ai suoi amici politici ( sprecando denaro pubblico alla faccia dei disoccupati e dei precari ), cari signori, non ce lo dimentichiamo,questo Presidente (Napolitano)chiamò nel 1977 col termine offensivo di "fascisti" tutti quegli studenti universitari del 1977 che protestavano contro ogni repressione dello stato atta a instaurare una università nella quale i figli del proletariato venivano esclusi . Ma ve la siete dimenticata la storia recente ???

Alessandro Zanazzo 18.03.11 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E dopo la Libia ??

Hillary Clinton dice ciò che le ha veramente fatto cambiare idea di intervenire in Libia è stata la dichiarazione della Lega araba che chiede azione.

Ma i membri di questo corpo in qualche modo screditato sono per lo più autocrazie che possono avere antipatia verso Gheddafi, ma i cui metodi di governo non sono meno repressivi.

E poi, se vogliamo intervenire in Libia, perché non in Egitto, perché non in Bahrain, perché non in Yemen(40 morti dall’inizio della rivolta)? E non dimentichiamoci dello Zimbabwe o di Israele, che dovrebbero essere entrambi in cima alla lista.

Detto cio`, che cosa e` questa, un altra missione "umanitaria" ?

No, dico, noi perche` ci intromettiamo in questa faccenda ?

Questa situazione la DEVONO risolvere i Paesi ARABI e la Nazione Africana che fino a pochi giorno fa, il suo silenzio e` stato VERGOGNOSO !

La creazione di una no-fly zone, a questo punto sarebbe il primo passo per l'escalation della guerra, non impedire o porvi fine. Infatti, l'Ambasciatore Susan Rice ha ammesso tanto quando ha detto che l'ONU deve autorizzare ora una risoluzione che "va oltre", una no-fly zone.

THIRA FISHERMAN Giuseppe - M - A. Commentatore certificato 18.03.11 22:27| 
 |
Rispondi al commento

In effetti dal bunga bunga di Stato dell'anno scorso a Roma, con tanto di reclutamento di escorts, alle bombe di ora una via di mezzo poteva esserci...e andava trovata prima...

M.G. in Progress 18.03.11 22:24| 
 |
Rispondi al commento

a parte che alcuni commenti sono un delirio che neanche sui siti leghisti si riesce a leggere.... ma il problema è che, come al solito, l'italia con il cane di tripoli ha sempre sbagliato tutto e abbiamo un bel magone dentro e una grande responsabilità per quello che è successo al popolo libico, sta succedendo e succederà... altro che bunga, bunga, era proprio questo il momento per chiedere le dimissioni immediate dei nostri cd "parlamentari"... cmq, il problema è che siamo di fornte ad un pazzo, armato da noi, che contro le manifestazioni di piazza non ha usato la polizia, ha ben pensato di usare direttamente i missili. Bisogna intervenire perchè qui è possibile una carneficina come poche ne abbiamo visto negli ultimi decenni...

antonio polcino 18.03.11 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Analogo obiettivo è quello inglese - entrambi ex paesi colonizzatori e invidiosi della posizione italiana quale partner privilegiato della Libia ( ricordiamoci l'infelice allenza di questi due Paesi al tempo del canale di Suez ) e dati storici alla mano con questi Paesi guerrafondai ci dobbiamo aspettare di tutto.
Attenta Italia, con Giulio ci saremo dichiarati neutrali e ci saremo ugualmente fatti rispettare!
A noi Italiani ci stanno fottendo di brutto e senza vaselina.
magic Silvio ora é in stand by !!!!!! tutti lo stanno aspettando al varco...per me deve prendersi Giulio come consigliere personale.
Purtoppo adesso possiamo solo stare a "guardare" e aspettare gli eventi.
la nostra é una manovra azzardata che si potra' riassestare se non vi sara' intervento bellico... ma se iniziano a partire aerei dalle nostre basi, sono cazzi duri per tutti!
Adesso in Libia ci "soffiano" contratti 30/40 miliardi di euro, mica noccioline.
Come al solito siamo degli incapaci
Il guaio è che tutti scommettono sull'avvento dei cosiddetti ribelli ma senza calcolare le conseguenze che, secondo me, sono queste: noi eravamo il primo partner commerciale della Libia e dopo saremo solo gli sguatteri dei Francesi, degli inglesi e degli americani e siamo solo agli inizi delle schermaglie pre belliche....
l'unica cosa che mi preoccupa é che oggi il mio socio libico non mi ha sollecitato l'accordo societario!!! spero tanto sia dovuto a mancata connessione telefonica con Tripoli!
Credo che il mio amico libico voglia stare a vedere cosa succede e bisogna capirlo.
Secondo me loro sono molto preoccupati, forse più di noi.
Ma dico: non potevamo farci i cazzi nostri?
No, dobbiamo pensare alle rogne altrui come se noi non ne avessimo già abbastanza
Possibile che il Berlusca non abbia capito che dopo un attacco noi non contiamo più un cazzo?
beh ora vado a sentire cosa dice FRANCE COM e le altre TV, scusatemi per questa spontanea disgressione, ma sono preoccupato e d

ROBERTO BEGHI, CHOTT MARIEM 04042 tunisia Commentatore certificato 18.03.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Giulio dove sei ????? non escludo a giorni se non a ore,una mia nuova partenza a tripoli che oggi non risponde al telefono, ma mi auguro che in queste ore invece che pensare ad attacchi aerei si tenti di tutto per arrivare ad una tregua e ad un cessate il fuoco, senza bombardamenti di potenze straniere e senza il coinvolgimento della Nato.
Dobbiamo evitare di dare le basi per un'avventura bellica pericolosa e sbagliata".
Questi sono tutti impazziti
sara' un caso, ma sono due notti che invece di sognare le mie fans arabe di primo pelo, mi sogno Giulio Andreotti..... che era ed è un grande.
Giulio non avrebbe mai avvallato una avventura del genere.
Noi Italiani ci stiamo dando una fucilata sui piedi
da ex rugbista... sto ancora godendo della vittoria italiana sulla Francia.. costringendoli ad ingoiare la loro boria.
L'unica cosa bella che hanno fatto è che si sono tenuti quella grande zoccola della Carla Bruni.
Per il resto non mi stanno simpatici per niente ed ora Sarko si è fatto promotore e garante dei diritti democratici dei libici e degli africani in genere, facendosi " fastidoso " e petulante iniziatore a livello ONU e NATO di una coalizione militare contro Gheddafi per cacciarlo dalla guida del suo Paese reo ( secondo me ) di non aver fatto affari d'oro con la sua Francia
L'obiettivo francese, lo capisce anche un bambino, è quello di sostituire l'Italia nei contratti petroliferi e del gas di Marsa el Brega, ovvero delle fonti di energia approffitando del fatto che ha riconosciuto per primo la componente ribelle a Gheddafi quale legale rappresentante della Libia creandosi la fama di paladino dei più deboli; e questi, nelle aspettative di Sarkozy, quando saranno al comando della Libia con l'auto dell'ONU e NATO si ricorderanno della Francia.
Analogo obiettivo è quello inglese - entrambi ex paesi colonizzatori e invidiosi della posizione italiana quale partner privilegiato della Libia ( ricordiamoci l'infelice allenza di questi due Paesi al t

ROBERTO BEGHI, CHOTT MARIEM 04042 tunisia Commentatore certificato 18.03.11 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Forse in un certo modo si può spiegare una o più coincidenze.
La francia è il nucleare.
la francia ha il debito italiano
la francia adesso vuole bombardare
l'italia perde il petrolio
l'italia ha fatto inversione sul nucleare
l'italia ha accettato di bombardare

francesco rancio 18.03.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento

doh!

Luca 18.03.11 21:40| 
 |
Rispondi al commento

NO Commnent!Quei maledetti amricano che ora non sannno piu come risolvere la loro crisi interna stanno destabilizzando il mediorinete. Invece nella UE ci sono i nostri cugini bxxxxa FRANCESI e poi arrivano gli INGLESI(che fanno cosa vogliono) e vogliono intervento per liberare e poi ricostruire gaurda caso. Bisognava lasciare stare GHEDDAFFI e che i libici si amazzassero tra loro e così si eliminava un po di gente e almeno ne veniva molta meno in ITA!Saluti

alexc72 18.03.11 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Leggo commenti veramente ripugnanti, di gente incolta che non si briga nemmeno di leggersi un pò di storia del paese nela quale si sta per portare la "democrazia" occidentale con le bombe intelligenti, magari radendo al suolo Tripoli per permettere ai democratici" americani di Bengasi di avanzare e massacrare il sostenitori di Gheddafi. La Libia è divisa in tribù da sempre in guerra, i colonialisti italiani le hanno usate per invadere il paese e chi non si piegava veniva "gasato" dai bisnonni di chi scrive, ora si vuole intervenire di nuov per depredare quel popolo, a nessuno frega nulla dei libici interessa solo il petrolio da mettere nei serbatoi per far girare l'economia. Che miseria intellettuale si sperava che il "popolo" fosse migliore dei governanti ed invece..... buon bunga bunga a tutti. Che i morti sotto i bombardamenti democratici possano pesare sulla vostra coscienza, ah già bisognerebbe averne una.

GIANNI O., VERBANIA Commentatore certificato 18.03.11 21:37| 
 |
Rispondi al commento

12 e 13 giugno per la vita per il presente per il futuro Grazie Beppe...

Eleonora Airaghi, Monza Commentatore certificato 18.03.11 21:20| 
 |
Rispondi al commento

http://it.wikipedia.org/wiki/Volo_Pan_Am_103
INFORMATEVI e RAGIONATE!
E' solo l'ennesima fottuta manovra globale.

Abby 18.03.11 21:10| 
 |
Rispondi al commento

ciao gheddafi siamo gl'italiani...ti chiediamo x favore di nn mandarci i tuoi missili xkè noi nn c' entriamo 1 cavolo fritto con le tue liti con mr.b..... MA SE PROPRIO DEVI xkè nn ne puoi + allora mandane UNO SU MONTECITORIO CON PARLAMENTARI xchè nn ne possiamo piu' ne abbiamo pieni i ......................grazie

cristina ., como Commentatore certificato 18.03.11 20:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanta ingenuità e quanta TV italiana si scorge in questi interventi.... Chi ha visto i massacri perpetrati da Gheddafi? Boh nessuna TV è stata in grado di mostrarceli per un semplice motivo..dove stanno? Ricordate di chiedervi ogni volta che accadono certe cose " qui prodest"?. Ormai lo sappiamo bene che ai grandi "esportatori di democrazia" non gli frega niente delle popolazioni civili, vedi ciò che sta succedendo in contemporanea in Oman, Yemen, Costa d'Avorio ecc dove centinaia di dimostranti DISARMATI vengono davvero massacrati giornalmente dai loro governanti. Finchè ci sarà gas e petrolio quelle zone saranno sempre appetibili e appetite dalle grandi DEMOCRAZIE mondiali. Meditate gente, meditate.

Erode 18.03.11 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la no fly zone sarà in teoria un intervento mirato
cioè verra prima fatta una "pulizia" dei dispositivi militari di gheddafi con una precisione tale da non provocare nessun morto (in teoria)....la cosa comunque verrà gestita dalla nato.
Gia da qualche tempo nel frattempo alcuni funzionari Francesi ed Inglesi in libia hanno preso contatti
con le tribu per offrire trattare riguardo a "cosa fare" dopo gheddafi...
qualcuno sa dirmi cosa propongono?

lucalucaluca c., revine Commentatore certificato 18.03.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento

A mio parere l'unica cosa che giustifica cosi' tanto decisionismo dipende solo dai poteri forti americani che ormai dopo aver saturato la Cina con i loro debito pubblico e i loro $ che non valgono più niente, adesso che la Cina guarda più al mercato interno che a quello americano, hanno bisogno di terra nuova e vergine dove impiantare una nuova globalizzazione, con nuove fabbriche, nuovi dipendenti ( senza diritti e stipendi bassissimi) e quindi nell'arco di soli 2-3 mesi stanno destabilizzando tutto il medio oriente.
Dittatori trentennali o quarantennali spazzati via nel nome della democrazia, progresso, e libertà, in realtà nuovi mercati per estendere la globalizzazione concentrata delle mega multinazionali americane.
E l'europa cosa farà quando si troverà fabbriche che producono a bassissimo costo a 200 Km. da casa nostra e non a 10.000!!!!
Ocio ----- Max Pede

MaxPede 18.03.11 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno pensa che le nazioni unite si sono mosse in ritaro...dovevano chiudere lo spazio aereo prima!

Siete sicuri? Niente viene fatto per caso...e i tempi sono calcolati al centesimo!

Chiudere lo spazio aereo prima del tempo voleva dire aiutare l'armata brancaleone libica a vincere e prendere il potere in Libia.

Intervenire ora vuol dire influire pesantemente sul risultato finale del conflitto e dl "Futuro della Libia".

meditate gente meditate...se non siete tra i lobotomizzati dei TVDIPENDENTI.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 18.03.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,

ieri Gheddafi non bombardava il suo popolo,oggi sì.
Per questo bisogna intervenire in Libia,anzi bisognava farlo prima. A proposito: cosa sono gli insorti di Libia se non degli eroi per la libertà,civili che combattono contro un esercito regolare dotato di aerei e carri armati? Quindi cosa bisogna fare,lasciarli trucidare da Gheddafi?

Beppe,non dire cazzate,purtroppo anche tu devi crescere-

Claudio Righetti 18.03.11 20:04| 
 |
Rispondi al commento

ci sono civili BOMBARDATI, dovevamo fare un intervento militare al primo morto civile e catturare gheddafi per farlo processare dal tribunale internazionale.

Maxi Hori 18.03.11 19:39| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Per me è evidente,che l'Europa doveva intervenire subito a difesa della popolazione civile libica.
Quello che Beppe Grillo ha detto ieri l'altro,nei confronti di De Magistris,è semplicemente folle ed autolesivo,così come quello che ha detto oggi,a proposito dell'intervento criminalmente tardivo dell'ONU e della NATO.

civis2000 18.03.11 19:39| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono sinceramente spiazzato ed ho l'impressione che andrà a finire male.

Ufficialmente, si decide di attaccare per liberare(?) il popolo libico.

Poi senti Bocchino e capisci che invece "l'Italia deve fare la sua parte: non ho capito perche' debbano intervenire Francia e Inghilterra e diventare poi loro il primo partner della nuova(?) Libia".

Invece di attaccare militarmente, siamo sicuri che non sia proprio possibile catturare Gheddafi con un intervento mirato, dal momento che un giorno sì e l'altro pure concede interviste a ripetizione a reporter europei e non?

Domenico C. 18.03.11 19:11| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ma credi veramente che qualche milione di Italiani pensi a Gheddafi????Ho seri dubbi

mauro r., lucca Commentatore certificato 18.03.11 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ipocrisia della politica fa in modo che il nemico di ieri sia l'alleato di oggi...... e viceversa.
Nessuno è amico e nessuno è nemico, contemporaneamente. Il bello è che ci crediamo ogni volta. O siamo stupidi o siamo dei pigri accomodanti......... o ipocriti patentati.
Comunque, non è necessario guardare oltremare, per trovare ipocriti.

Arnaldo . Commentatore certificato 18.03.11 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,citando il tuo articolo:''Quello che io non capisco, e con me probabilmente qualche milione di italiani, è questo tuo articoletto,sulla situazione Libica,ma cosa vuoi dire,chi lo ha scritto?Non si capisce cosa vuoi dire...

antonio lipartiti 18.03.11 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo questo articolo molto superficiale. 5 righe per risolvere una questione così grave è misconoscere un'infinità di variabili in gioco. Mi spiace Beppe ma non mi sei piaciuto affatto in questo caso. A volte è meglio aspettare un po' prima di tirare le somme.
Nelle ultime settimane ho visto qualche articolo scellerato, spero che anche tu Beppe ti calmi un po'.. (da un fedelissimo sostenitore del Blog)

Luca Pallanti, Firenze Commentatore certificato 18.03.11 18:58| 
 |
Rispondi al commento

ma adesso si e pro gheddafi?
non si chiedeva un aiuto per la popolazione libica?
a già berlusconi ha detto che forse invierà qualche caccia allora gheddafi è diventato buono

CHECCO C. Commentatore certificato 18.03.11 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Forse Sarkozy e Berlusca vogliono Gheddafi morto perché lui, ora che loro gli hanno voltato le spalle, ha promesso di tirar fuori documenti imbarazzanti sul loro conto!

Giuseppe Fiamingo 18.03.11 18:25| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Sinceramente la vedo in modo diverso da questo articolo.
Gheddafi sta massacrando da settimane, con aerei da guerra e l'esercito tutti i rivoluzionari.
Per me è chiaro che l'Europa doveva intervenire subito a difesa della popolazione civile, a costo di sparare contro gli aerei dell'esercito libico. Ora è tardi, hanno lasciato che Gheddafi facesse una strage. Bisognava intervenire subito come la Francia aveva detto...

Stefano 18.03.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

GHEDDAFI è dentro le maggiori società industriali bancarie e finanziarie d'EUROPA.
hanno semplicemente colto la palla al balzo.
se lo segano poi azzerano tutte le sue partecipazioni e chi s'è visto s'è visto.
E' LA DEMOCRAZIA, BABY...!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 18.03.11 17:52| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Ma veramente non sapete il perchè hanno deposto Gheddafi ???
La volontà di deporre Gheddafi, ma anche di rivoltare tutto il mondo Arabo con disordini un pò qua un pò di la, sta nella urgenza, da parte di Francia e Germania, di trovare 1.000 miliardi di Euro per finanziare il fondo salva-stati.
La crisi finanziaria del 2010 della Grecia, Portogallo ed Irlanda non è stata uno scherzo e qualcuno dall'altra parte del mediterraneo si era messo anche a speculare contro di noi europei.
Quindi i disordini del nord africa e della penisola araba hanno equilibrato un pò le cose.
Ora per noi europei tutti, serve il petrolio della Libia ed una dirigenza araba meno ostile e speculativa nei confronti dell'Europa.
In altre parole, la sconfitta dei libici e degli arabi nemici sarà la salvezza dell'Europa.
Il fondo salva-stati europeo sarà finanziato dal petrolio ed altro del nord africa e del mondo arabo.

Roberto D L 18.03.11 17:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

che noi siamo dei saltinbanchi non è una novita',e tutto il mondo lo sa'.Ma gheddafi sta facendo da tappo a una rivoluzione popolare ormai inarrestabile,e dimostrare con un appoggio concreto a questo processo non puo' che essere positivo.dopo aver sdoganato in pompa magna un pazzo sanguinario dal nanodeficiente non vedo alternative

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.03.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

trovo veramente poco condivisibile e abbastanza superficiale il modo in cui è stata posta la questione. Non che non sia vero quello che si dice ma ridurre tutto a questo semplice pensierino di fronte invece a quella che è un insurrezione popolare dopo 42 anni di tirannia mi sembra veramente semplicistico. Certo che adesso i paesi europei stanno sfruttando la cosa e sicuramente hanno aspettato fino ad adesso per far si che i ribelli avessero assolutamente bisogno di un loro aiuto ....

francesco torelli 18.03.11 17:31| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Certo che noi Italiani non ci smentiamo mai!!!

E' ancora VALIDO il trattato di pace "Italia/Libia"...e noi appena gira il vento siamo pronti a ficcarlo nel culo al trattato di pace.

Non che il "Cammelliere" non se lo meriti...ma noi facciamo sempre la figura di quelli INAFFIDABILI!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 18.03.11 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Dopo lunghe riflessioni , la risposta che ho trovato io , e' che i Libici stessi l'abbiano con Gheddafy per le vaccate che ha combinato in giro per il mondo e per i suoi sproloqui e imbecillita' che dispensa a iosa ormai da troppi anni.


Mettiamo che Gheddafi non cada e trovi un accordo (vero o finto che sia) con i ribelli, come si comporterà il nostro governo da quel momento?
Farà la voce grossa non riconoscendosi più in lui come capo della Libia o con un balzo doppio carpiato si inginocchierà nuovamente a baciargli la mano?
A breve l'ardua sentenza


Non capisco se i nuclearisti sono criminali o deficenti,forse entrambe le cose.Grazie Beppe per la tua contro-informazione.

paolo mappa 18.03.11 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Dopo lunghe riflessioni , la risposta che ho trovato io , e' che ce l'abbiano con Gheddafy perche' essendo l'unico rivoluzionario del mondo arabo ( l'unico erede di Nasser ) potrebbe diventare il modello dei rivoluzionari nuovi , intralciando il piano degli angloamericani di rigirare l'energia rivoluzionaria a proprio vantaggio .
Va notato che se sarcoso ha riconosciuto come governo Libico un gruppuscolo di banditi. con obbiettivi e padroni diversissimi e che mai potrebbero far nascere un buon governo...alla faccia di un governo anziano ma rappresentativo del 95 % del paese e pieno di qualita' non riproducibili su ordinazione ...la squallida operazione e' stata trainata da Alain Juppe . Chi si ricorda Alain Juppe ? Ma non doveva restare in galera tutta la vita e con l'interdizione da pubblici uffici ? Il govenucchio italiano e' gia pronto a far la guerra ad un paese a cui aveva appena garantito il poagamento dei danni fatti dal governo di Mussolini .
L'accusa ' ? Aver difeso il paese e le sue conquiste . Non dovevba difendersi ( ? ! )
I 3 primi ministri di italia , francia e inghilterra si sono presentati per i pdm che sono , ed i cittadini dovrebbero rimuoverli subito da pubblici uffici .Ce da aver veramente paura di questa gente . Ma ce' da aver paura , una paura da commutare subito in chiusura del credito , anche dei media . Persone , organizzazioni , senz'anima . Predatori .

Marco Schanzer 18.03.11 16:13| 
 |
Rispondi al commento

gheddafi non è un santo ma in africa ci sono almeno 20 stati comandati da dittatori o governi finti democratici.... e nel sud est asiatico non si vive con'' peace and love'.... ma chissà xchè all' occidente nn gliene frega un cavolo fritto.... cmq su tante cose gheddafi ha torto ma su UNA HA RAGIONE : all' occidente interessa solo il nostro petrolio.... del resto il proverbio dice che il diavolo--- gheddafi--- non è mai cosi' brutto come lo si dipinge.....

cristina ., como Commentatore certificato 18.03.11 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

EVITARE INUTILI ALLARMISMI !!!
Qualche settimana fa, successivamente alla crisi del Magreb, Maroni aveva lanciato l’allarme di una possibile invasione di immigrati in fuga dalle violenze della guerra civile.
Ma subito i nostri giornalisti sinistrorsi e benpensanti, spalleggiati da Napolitano, hanno tuonato contro Maroni reo di AVER LANCIATO INUTILI ALLARMISMI!!
Dopo quanto si sta verificando in questi ultimi giorni, con Lampedusa letteralmente invasa ed i centri di accoglienza al collasso, forse qualche scusa a Maroni, da parte di Napolitano e stampa di sinistra, sarebbe quantomeno doverosa!!



ufficialmente nel mondo vige un accordo che cerca di regolare le guerre e i conflitti, quello stipulato a ginevra, e la prima regola di quell'accordo e' che i civili non possono essere attaccati e uccisi intenzionalmente da forze esterne ne' da quelle interne, cioe' i loro governanti. chi va contro questo patto e' definito criminale di guerra e va perseguito.
un conto quindi che vengono sopportati dalla comunita' internazionale tanti morti civili considerati "accidentali" in una guerra, un altro e' attaccarli premeditatamente.
gheddafi e' quindi ora considerato un criminale di guerra, e sta mettendo in atto il suo crimine in qeusti giorni davanti a tutta la comunita' mondiale che, se se ne lavasse le mani, non farebbe benissimo e creerebbe anche un precedente.
che ci siano poi anche interessi monetari o politici, ci puo' stare, ma ufficialmente e' per il trattato di ginevra.
del resto se non facessero niente (anche i rivoltosi hanno chiesto l'aiuto dell'oni e della ue) subirebbero comunque delle forti critiche.
sono quelle situazioni (tipo la guerra in kosovo) che a seconda di come si giudicano qualsiasi decisione puo' essere criticata, pero' in questi casi non esiste un pareggio, o si fa in un modo (in qeusto caso no fly zone) o si sta fermi. una decisione va presa.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.03.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento

c'è da dire che ancora l'anno scorso Gheddafi e Sarkozy firmarono un accordo per costruire una centrale nucleare francese a Sirte, meno di un anno fa a Gheddafi poteva essere affidata una centrale nucleare...

Nel 2007 Bush promise anche lui a gheddaffi che gli sarebbe stato permesso construire una centrale nucleare, ora che lui era un amico nella lotta contro il terrorismo... uno che pochi anni prima aveva fatto espoldere aerei americani e francesi e discoteche americane a berlino e ospitato i terroristi di Abu Nidal

La domanda è a cosa può servire una centrale nucleara a Gheddafi se in Libi ci abitano 6 milioni tutti concentrati su unacosta lunga almeno quanto il totale di quella italiana?

La Libia strapiena di petrolio e gas e con un deserto enorme grande quanto Francia, Germania, Polonia e Spagna messea asieme inondato da sole e vento?

Gli serve forse una centrale nuceleare per coprire quel 10% o 20% di potenza base della rete perché non riesce a farlo con gas o petrolio?

O è forse perché se ha un centrale nucleare ha anche tecnici e fisici nucleari capaci di fabbricare una bombetta se mai potesse esser utile?

Oltre all'interesse a fare inalzare il prezzo del petrolio Sarkozy (o meglio EDF e AREVA) ha anche interesse a lavarsi un po' le mani da quel accordo preso con Gheddafi sulle centrali libiche, per fare questo on c'è bisogno di predere aziaoni contrete, basta fare la voce grossa ed essere in prima linea

Da quando la Germania con i verdi e Schroeder ha deciso di uscire dal nucleare e puntare sulle rinnovabili la EDF (azenda a partecipazioen statale francese) sta cercando di vendere centrali a chi può, Berlusconi ovviamente si è presentato tra i primi a svendere il futuro dell'Italia.

Per l'Italia avere le 13 centrali francesi in casa sarebbe come un virus, anche solo le 4 iniziali renderebbero l'italia dipendente per molti decenni dalle decisioni prese dai "cugini francesi"

invece Germania vuole un "canalone" delle rinnovabili da NOR a Libia!

Ruggero Quadrumane 18.03.11 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse Obama e l'Europa al di là degli interessi considerano ancora l'aspetto umano... forse il loro elettorato si aspetta comportamenti del genere... o è meglio un dittatore in meno se è possibile cogliere al volo l'occasione. Non so. Ma son sicuro che il governo italiano se ne fregherebbe... purtroppo (o per fortuna?) non potrà non schierarsi con l'Europa.

Gianluca R., Lecce Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.03.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"NESSUNO TOCCHI CAINO LA VENDETTA SARA' SOLO LA MIA "
Chi uccide il proprio fratello sara' costretto a vagare per il deserto in attesa della punizione divina che presto arrivera'.
Nessuno Tocchi Gheddafi presto il vero Dio punirà lui e i suoi mercenari per quello che hanno fatto a dei giovani male armati e che credevano nel giusto purtoppo usando anch'essi la violenza.
BASTA VIOLENZA CESSINO SUBITO LE OSTILITA' PENTITI E APRI A LIBERE ELEZIONI AL TUO POPOLO E POI VATTENE PER SEMPRE fino alla fine dei tempi in attesa del tuo giudizio.

AL - 2012 18.03.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

La Francia vuole vendere il nucleare di terza generazione e vuole che il prezzo del petrolio si impenni per poter rendere piu' allettante l'atomo.
( Gli esseri umani hanno memoria corta... tra qualche anno si saranno tutti dimenticati del Giappone ).

Secondo l'export land model un sacco di ex produttori di petrolio stranno diventando importatori... ergo il petrolio inizia a scarseggiare...

E se nn hai una risorsa di cui hai bisogno ti resta solo da andarla a prendere, con le buone o le cattive.

http://en.wikipedia.org/wiki/Export_Land_Model

io riflettevo 18.03.11 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Cosa c'e' di cosi' difficile da capire?

Negli ultimi 4 mesi altri paesi vicini alla Libia hanno visto la ribellione delle popolazioni contro il tirannucolo di turno.

Senza praticamente spargere una goccia di sangue.

Gheddafi pero' non e' un tirannucolo mammoletta, e lo sta dimostrando. Se lo si lascia fare, il messaggio agli altri popoli che magari sono sull'orlo della ribellione e' che nessuno verra' in loro aiuto.

Il messaggio agli altri dittatori e' che possono fare cio' che vogliono tanto niente verra' fatto dalla comunita' internazionale.

Trasformare Gheddafi in un martire? Ma quando mai!

Dicevano la stessa cosa di Saddam Hussein, non mi sembra ci siano poi tante persone che lo rimpiangono.

Caro Grillo, non tutti sono codardi al mondo e se avessero attaccato subito Hitler invece di tergiversare come vorresti tu, milioni di vite sarebbero state risparmiate e l'umanita' non avrebbe mai conosciuto l'olocausto.

E' tutta una questione di spina dorsale.


forse perchè per la prima volta il popolo libico di chiede aiuto?
o dobbiamo nasconderci sempre?
"esportiamo" la democrazia in posti lontani che non ci possono far niente...e se uno è vicino e chiede aiuto non lo ascoltiamo???

Andrea Crociani 18.03.11 15:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.

Mi ricorda un po' la storia di saddam hussein, ultimo baluardo cristiano ecc. ecc., poi spietato assassino da eliminare per puri interessi economici.

Probabilmente Gheddafi farà la stessa fine.

E che siano in particolare i francesi a spingere per questa soluzione è da collegare secondo me ai rapporti che questo signore ha con noi italiani in fatto di energia; sparito lui, probabilmente saranno i francesi a vendercela in misura ancora più ingente di oggi, non credi ???

Dubito che potremo in futuro allacciare rapporti così stretti con i "fratelli musulmani" che gli subentreranno a breve ...

Ottimo il pretesto dell'eccidio di massa per fare bella figura a livello internazionale come giustificazione dell'intervento.

Storia già vista, trita e ritrita ...

Chissà perchè degli eccidi in Sudan non frega una sega a nessuno ...

Stefano S. 18.03.11 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Confermo, anche a me sfugge la razio. Forse ci vogliamo fare belli con i popoli islamici, così smettono di trattarci male?

Patrick D. Commentatore certificato 18.03.11 14:55| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
HANNO VOLUTO UN TIRANNO IN LIBIA,ORA LO DEPONGO E LO SEPPELLISCONO,LO BOMBARDANO;HANNO VOLUTO IL TIRANNO IN ITALIA (UN TIRANNO MOLTO RIN......O) IL NONNO PSICONANO BERLUSCONI ORA CHE E' FIN TROPPO SCOMODO LO SEPPELLISCONO.
MI DA' L'IDEA CHE PRIMA O POI CI SARANNO GRANDI E GRAVI CAMBIAMENTI IN ITALIA OLTRE CHE LA LIBIA,MA NON SOLO POLITICI,EPOCALI...........
SPERIAMO CHE METTANO NOI CITTADINI ITALIANI AL POTERE E NON QUEI VEDUTI DI PARTITI ALLE MAFIE ED ALLA P2 O P4,SENZA BOMBARDARE
ALVISE
P.S:BEPPE IN UN POST CHE SCRISSI,HAI VISTO MOLTO IN LUNGO,SEI UN GRANDE!!!!!

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 18.03.11 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che non capisci, neanche io capisco.
Però comprendo che, al di là di ogni merdosa finalità sul petrolio, imporre una no fly zone per evitare che quel bastardo continui a bombardare e a massacrare il suo popolo sia SACROSANTO

Alberto A. Commentatore certificato 18.03.11 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori