Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il dito medio dei Vigili


Gatteo_Mare.jpg
"Caro Beppe, ti scrivo per chiederti gentilmente aiuto, la mia attività di blogger e giornalista free lance (no profit) come prevedibile incomincia a crearmi qualche problema. L’altro ieri sono stato denunciato dai Vigili perché in un luogo pubblico come una strada statale perché dall’altra parte della strada ho accesso la telecamera. I vigili mi si sono avvicinati ed io ho fatto loro una domanda. Aggredito, insultato, minacciato, minacciati anche due testimoni che erano stati fermati con la loro auto. “Tu su YouTube non ci metti se non lo vogliamo noi” mi hanno detto e dopo avermi strappato la camera e cancellato il video che dimostrava il loro abuso e le minacce mi hanno mostrato il dite medio in faccia e mi hanno detto che mi citeranno per lesioni personali, proprio a quel dito. Non mi resta che cercare visibilità con il mio ultimo video a dimostrazione dell’interesse pubblico che mi garantirà il diritto di cronaca.
Qui sotto invece i video che hanno hanno denunciato il problema sosta selvaggia e per i quali la Polizia Municipale, visto il numero di visite fatte in rete grazie al tuo blog, è incazzata nera:
"I furbetti del pass per handicap"
"Un paese a misura...d'auto"
"La Polizia Municipale "in vasca""
"La pista ad ostacoli
Grazie dell’aiuto che potrete eventualmente darmi divulgando il mio ultimo video il cui numero di visite avvallerà di fronte al giudice il mio diritto di cronaca, critica, satira." LaVoceRomagnola
Giorgio Venturi, Gatteo Mare

31 Mar 2011, 16:23 | Scrivi | Commenti (67) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Video vigile che mi aggredisce e risposta Comandante vigili urbani:

https://vimeo.com/40380390

Buongiorno, vorrei chiedervi di visionare il video da me girato che riprende un vigile di Torino che mi aggredisce verbalmente e tenta di multarmi dopo avermi tagliato la strada (come lui stesso ammette con tono strafottente in video, oltre a darmi del tu, a dirmi che lui ha la sirena -spenta- e quindi puo' fare cio' che vuole!).

Alla mia denuncia alle autorità, Comunali e di Polizia Locale, e' seguita una sola risposta da parte del comandante dei vigili urbani Famigli (risposta scritta file pdf) il quale mi ha informato che il comportamento filmato e da me denunciato puo' definirsi ''deontologicamente non censurabile'' Parola del Comandante Famigli!!!

Vi chiedo di visionare il video e di aiutarmi a denunciare questa incredibile storia.

Grazie,

Stefano Di Marco

stefano di marco 15.05.12 15:41| 
 |
Rispondi al commento

perchè gli hai permesso di prenderti la telecamera ?
hai sbagliato , mi dispiace non dovevi dargliela , non rispondevi alle provocazioni e chiamavi la polizia ,denunciandoli per abuso . Sta qui l'errore ragazzi ... non permettergli di sentirsi così potenti da fare che cazzo vogliono ...ok??? fuori le palle

flavio cattin 10.04.11 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è che dire... la categoria dei vigili è propio la più odiata! Sono quei bas***di che fanno le multe... o quei nullafacenti che non le fanno (in riferimento al filmato pubblicato...). Sono quelli che ti rubano i soldi e punti per qualche chilometro in più, e sono i nullafacenti che lasciano sfecciare le auto di fronte a casa tua... E potrei continuare con altri mille argomenti.... le soste, il vicino che si è costruito il box per l'auto, il cane, il tossico, il casino del baretto di fronte a casa ecc...ecc... ecc...
Tutti a parlare male dei vigili...

Vorrei solo aprire una piccola parentesi: L'operato della Polizia Locale è dato da direttive delle amministrazioni!! cioè dai nostri rappresentanti (dipendenti) che tutti noi abbiamo votato!! e che sono seduti al caldo su una sedia!! Se questo operato non ci va bene prendiamocela con il SINDACO o assessori e company!! NON con il vigile che sta facendo il suo dovere!!

Chiudo la parentesi, e invito tutti a leggere le vastissime competenze della PL, per riuscire a capire un po meglio le mansioni della Polizia Locale, ad esempio:

http://www.comune.piovedisacco.pd.it/index.php?node=0710190902039646&item=01/11/26/8763452

Forse così riusciamo a capire che una pattuglia che non sanziona il veicolo in divieto, è occupata in altri servizi più importanti...

Invito inoltre a visionare (e magari rispondere) il seguente post dove l'argomento è stato trattato:

http://comuni.it/servizi/forumbb/viewtopic.php?t=96022&sid=67c57ccff0a3240af7a78d8a5f905296

Ringrazio.
Un saluto a tutti!!

lpregno 07.04.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'errore è stato dare lo status di "polizia" ai vigili urbani.
La sciocchezza ha incominciato a farla il Comune di Milano alla fine degli anni '90 ed è subito stata imitata da tutta Italia.
L'addestramento e i criteri selettivi non sono cambiati gran che ma l'acquisizione dello status di "polizia locale" ha ampliato i poteri di questi operatori che, per qualifiche e preparazione, non sono adatti a svolgerne i compiti (l'assunzione di un "vigile" differisce motlo poco da quello di un impiegato Comunale e sono assenti le valutazioni caratteriali fondamentali per coloro che devono poi, armati, soprassedere all'ordine pubblico).
Il risultato sono comportamenti machisti, da John Wayne della Bassa, e una certa arroganza un tempo assente nei veri "vigili urbani".
La pressione per "fare cassa" con le multe alla cittadinanza a cui sono sottoposti questi operatori-impiegati-poliziotti ha fatto il resto, trasformando quella che è sempre stata un "giusto e lodevole" SERVIZIO di ASSISTENZA dei cittadini in un'altro corpo di repressione e controllo degli stessi.
Onestamente nel Paese col più alto numero di Poliziotti pro capite d'Europa (PS, Arma, GdF, Polfer, Polstrada, Polaria, Polizia Giudiziaria...) non ce ne era proprio il bisogno.
Uniamoci nel ringraziare DeCorato, che dopo 15 anni di governo-ombra come vice-sindaco di Milano forse si leva dai marroni, ideatore di questa CAZZATA.
Saluti.

Claude Milanese 04.04.11 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro VENTURI, ho visto il filmato: pista ad ostacoli e devo darti ragione!! Sono Commissario Aggiunto della Polizia Locale del Comune di B..... (MI) e per completezza mi doveroso osservare che i malcapitati ciclisti, obbligati a percorrere la sede stradale sono in difetto. Voglio dire che in presenza di apposito segnale di pista ciclabile, il conducente del velocipede ha l'obbligo di percorere la stessa, pena incorrere in violazione alle norme del codice sicuramente richiamate nell'ordinanza che ha istituito la pista ciclabile. Dire dipiù, in caso di collisione o coinvolgimento in incidente stdale, al di fuori della pista ciclabile, lo sventurato ciclista "potrebbe" rischiare di essere chiamato al risarcimento dei danni del veicolo che lo ha coinvolto perchè lui stesso non era all'interno della pista ciclabile, SE NON DIMOSTRA DI AVER AVUTO IN EFFETTIVO IMPEDIMENTO. In questi casi sono indispensabili: testi, rilievi fotografici e copie delle sanzioni elevate agli eventuali veicoli che hanno invaso la pista ciclabile sostandovi abusivamente.
Cordiali saluti. Allla bisogna mi trovate su: gianangoli@libero.it

Gian CANTONI 02.04.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimo!! Complimenti!
continua a denunciare questi atti incivili!
Spesso vivo la tua stessa situazione.
Lo faccio sempre anche io, anche se spesso con il risultato di essere preso in giro oppure di ottenere risposte cafone con l'invito a farmi i fatti miei, infatti io rispondo che sono fatti miei! Sono fatti nostri! ciao! Ribelliamoci a sti cafoni maleducati incivili!

Andrea Passarella 01.04.11 23:59| 
 |
Rispondi al commento

denunciali al sindaco
hanno commesso un reato di abuso di potere

se poi non interviene e
(non lo fara di sicuro )
SAPRAI CHI NON VOTARE
ALLE PROSSIME ELEZIONI COMUNALI
...........
e anche molti altri sapranno
chi non votare

COMUNQUE DOPO CERTI FATTI
COME FEDERICO ALDROVANTI
IL CASO STEFANO CUCCHI
E TANTI CASI DI ABUSO DI POTERE DA PARTE DI QUESTA MARMAGLIA IN DIVISA

capisco sempre di piu chi urla
1 10 100 1000 nassirya

stefano b., rovato Commentatore certificato 01.04.11 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non riaccendere il "senso civico" nei cittadini medesimi?
Per ovviare a questi problemi occorrerebbe un vigile per ogni automobilista.....
Rispettare le norme del Codice della Strada è sintomo dell'educazione della persona.
Purtroppo l'educazione sta svanendo

anna i., alessandria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.04.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il parcheggio selvaggio è utilizzato come un ammortizzatore sociale: io ti faccio fare quello che ti pare, così tu non mi chiedi di amministrare correttamente la tua città, ed io faccio come mi pare.
I Cittadini rispondono generalmente, "checcevoifà?" e "mi sono appoggiato un attimo".
Contiamoci, secondo me siamo abbastanza da mandare a casa gli uni, ed amministrare gli altri!

Giuliano Rinaldi 01.04.11 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho pensato diverse volte al problema dei parcheggi e sono giunto alla seguente conclusione: il numero di posti per sosta auto disponibili e' insufficiente, e per il comune e' vantaggioso non creare altri posti per sosta.

Vediamo il perche' attraverso due casi:


Caso 1: i vigili fanno la multa alle auto in sosta vietata raramente.
I cittadini per una multa presa in un anno non si lamentano piu' di tanto e quindi non protestano.
Risultato: il comune intasca i soldi delle multe, soldi garantiti dal fatto ci sono sempre auto in sosta vietata, all'occorrenza da multare.

Caso 2: i vigili fanno la multa alle auto in sosta vietata tutti i giorni.
I cittadini esasperati dalla mancanza di posti auto chiederanno altri posti per sosta.
Risultato: il comune una volta creati i posti non avra' alcun modo per intascare altri soldi da multe perche' non ci saranno piu' auto in sosta vietata.

Quindi e' conveniente per un comune avere sempre delle auto in sosta vietata, da poter multare all'occorrenza, facendo in piu' la figura del "controllore" della sosta selvaggia.


Gerardo G. 01.04.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe e amici del Blog,consapevole dell'inutilità nel rimarcare la situazione politica ormai allo sbando di questa italia "prostituta dell'europa", volevo fare presente a tutti voi quello che in tutto questo sta passando come normale, inosservato su una Tv privata,per non far nomi, ITALIA1.
Bene come tutti sanno vi è una fascia oraria in cui alcuni programmi per decenza di contenuti, non possono passare per esempio immagini crude o altro che offende il comune pudore anche se si avvisano i telespettatori che il programma è visibile da un SOLI ADULTI. Bene anche questo ormai non è più possibile infatti alle 19 passa su quell'emittente CSI con tutte le tematiche trattate e con tanto di cadaveri sangue e qunt'altro...la mia riflesione è questa: Possibile che si sia varcata anche questa soglia? Ipotizziamo un qualsiasi bambino lasciato solo davanti al TV che prima guardava i cartoni animati alla stessa ora, e adesso vede questo come glielo spiegano i genitori magari idaffarati a far da cena?! Io, Alfredo, non sono un moralista ma sono davvero stanco di essere preso per il culo da tutti e di vedere passare per normali cose che fino a ieri non lo erano.Quache ben pensate dirà:"dietro i figli ci deve essere la supervisione dei genitori".. oppure:"se questi programmi non ti stanno bene cambia canale" NO,NO,NO e NO per mille volte!! Io devo starmene traquillo e pensare che almeno dentro le mura domestiche mio viglio non debba vedere violenza gratuita! Ma che CxxxO, fateli a Mezzanotte! Questo che ho scritto è solo una goccia di vomito in un mare di M che ci stà annientando, è una delle tante cosucce che stanno succedendo in Italia,ma è sintomo di uno sbando secondo me difficile da ricucire... Come faremo a rivedere la Luce?????? Ditemelo vi prego..non ne posso più!

Alfredo Sifone 01.04.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi, grazie ai telefonini, abbiamo in tantissimi un telecamera con noi.
Il mio invito a tutti è: quando assistiamo a queste scandalose intimidazioni ed abusi FILMIAMOLI TUTTI assieme.
Questi prepotenti potranno strappare di mano 1, 2 o 3 telecamere, ma non DIECI, VENTI O TRENTA! E cosí non riusciranno pi'u ad impedire chequesti video vadano poi in rete!
E la volta dopo ci penseranno bene se continuare ad essere prepotenti!
NOI NON CI ARRENDEREMO MAI!!!

Christian Berlini 01.04.11 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che i le forze dell'ordine, intese in senso ampio, non si rendano più ben conto di essere al servizio e non contro i diritti del cittadino. Questa situazione deve essere chiarita e al più presto perché tutti noi sappiamo cosa accade se chi ti deve difendere ti contrasta. E' un problema politico di primo piano.
Per quanto concerne il diritto di cronaca e di filmare, non me ne intendo ma chiederei alle istituzioni: cosa dobbiamo fare se la realtà viene camuffata o ignorata dai garanti della legge e da chi deve informarci? Cosa dobbiamo fare per essere "contestatori a norma di legge?".
Passiamo al parcheggio selvaggio. Io vivo a Bologna e ho visto cose che nemmeno gli androidi di Blade Runner possono immaginare. Credo ci voglia buon senso da parte di chi parcheggia e da parte di chi vigila. Chi guida non sempre pensa che ci sono non vedenti, carrozzelle... Credo che un buon dialogo ad esempio tra Polizia Municipale e associazioni come ANFFAS o similari sarebbe molto utile. Amche incontri tra cittadini e disabili. Qui davvero il candidato sindaco, l'assessore, la Polizia Municipale potrebbe avere piena visibilità e buona pubblicità. L'autista va un po' capito e un po' educato perché quando è autista dimentica di essere a volte pedone e ciclista o... potenziale disabile. Non dimentichiamolo mai e non o dimentichi la Polizia Municipale.
Se vi può consolare, una volta a Bologna ho visto un vigile piangere perché, nonostante la sua buona volontà, il traffico era come impazzito, consapevole della propria possibile impunità. Che parolone 'impunità': lo associo, chissà perché, a giustizia, diritto, civiltà, democrazia. Parole troppo grosse?

Paola Bonacini 01.04.11 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Il problema e' l'educazione civica che manca, non siamo in Danimarca, ne' si puo' imputare tutta la colpa alla Polizia Municipale.

Comunque visto che sei un filmone, puoi trascorrere felicemente il tuo tempo a filmare le soste dei veicoli nelle seguenti citta',

Milano
Firenze
Roma
Livorno

Quando avrai finito ci farai sapere, fra un paio d'anni, forse....

pietro massaroli 01.04.11 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non è conveniente sponsorizzare video contenteti pubblicità, anche se possono sembrare abbracciare i tuoi ideali e scopi, a me sembrano più promozioni di canali contenenti pubblicità

dovresti impedire la pubblicazione di chi METTE LA PUBBLICITà NEI VIDEO.

e mi riferisco soprattutto ai video di risposta , dove giornalmente troviamo tre o quattro video di tris video, contenenti pubblicità, i quali sfruttano materiale coperto da copyrigth.

Stai attento, ti oscurano il blog per associazione a delinquere, furto di materiale protetto da copyrigth.

DEVI IMPEDIRE LA PUBBLICAZIONE DI VIDEO DI RISPOSTA CONTENENTI COPYRIGTH, SVEGLIA!

partito elettronico, MILANO Commentatore certificato 01.04.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento

caro amico giornalista no profit devi dire a quel vigile non urbano che il metodo migliore per curarsi il dito medio che ti ha fatto vedere è di infilarselo in culo appena il suo amore c'ha tolto il caxxo:guerigione assicurata Ciao e...sappimi dire.

carlo ragazzi 01.04.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento

non preoccuparti, è facilissimo ripristinare dati non sovrascritti. prendi la tuo video/fotocamera, non scattare altrre foto o fare altri video, prendi la tua memoria e dalla ad una persona che sappia un minimo di informatica e riavrai il tuo video.

De Monte Massimo 01.04.11 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo molte kiakkiere e pochi fatti,a Napoli città della munnezza ma non una munnezza di città,deve passare questo slogan senza clamori.QUANDO TI REKERAI ALLE URNE DEPOSITA LI' IL TUO SACCHETTO DELLA SPAZZATURA e CONTEMPORANAMENTE LA SCHEDA ELETTORALE BUTTALA NEL CASSONETTO DEI RIFIUTI

rocco basileo 01.04.11 08:34| 
 |
Rispondi al commento

..caro Beppe, hai ragione, ma..... partecipa DISTINGUENDOTI alla notte bianca della democrazia di Pietro. E' una voce troppo importante la tua per non farsi sentire...

alma gemme 01.04.11 07:31| 
 |
Rispondi al commento

IL FATTO CHE DEI PERSONAGGI IN DIVISA FACCIANO QUALCOSA CHE POSSA LEDERE L'INCOLUMITA'DI UN CIVILE E' COSA CHE DA VERAMENTE FASTIDIO, MA POI CHE LO SI FACCIA IN MANIERA COSI' ESPLICITA E USANDO TERMINI AL DI FUORI DI UN LESSICO ATTO A CREARE NELLA PERSONA CHE IN QUEL MOMENTO SI TROVA A DOVER RICO PRIRE LA PARTE PIU' DEBOLE ,UN FATTO VERAMENTE DISDICEVOLE.

massimo caronti 01.04.11 01:26| 
 |
Rispondi al commento

ma ragazzi... in un paese dove la legge dice che

Art. 290.
Vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate.

Chiunque pubblicamente vilipende la Repubblica, le Assemblee legislative o una di queste, ovvero il Governo, o la Corte costituzionale o l'ordine giudiziario, è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000.
La stessa pena si applica a chi pubblicamente vilipende le forze armate dello Stato o quelle della liberazione.


e in Tv ti dicono che non sanno cosa fare a la russa ..........


ma che adano fanculo tutti!

bruno bassi 01.04.11 01:19| 
 |
Rispondi al commento

- Nel caso di fermo della Polizia, sei tenuto a non rilasciare dichiarazioni che vadano oltre le tue generalità e la tua residenza.

- E' importante essere in possesso di un documento di identità valido e in buone condizioni, per evitare di essere portati in caserma per il riconoscimento (si chiama "fermo di identificazione"). A meno che non abbiate commesso reati (o ve ne vengano comunque imputati anche se non commessi). Le forze dell'ordine potranno trasportarvi in caserma esclusivamente se ritengono che tu abbia commesso un reato.

- In caso di identificazione insistete perchè l'accertamento sia fatto sul posto e mediante presentazione del documento di identificazione (Carta di identita' o passaporto, NON la patente di circolazione).

http://comunicalo.ilcannocchiale.it/2006/06/29/riprese_video_in_luoghi_pubbli.html

VIETATO FOTOGRAFARE, VIETATO FILMARE,
VIETATO LEGGERE... A VOCE ALTA

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 01.04.11 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Il sequestro del materiale video e fotografico dovrà essere sempre giustificato e documentato da un verbale di sequestro di cui potrete pretendere copia: il sequestro è infatti temporaneo e attraverso la copia del verbale di sequestro si potrà poi ottenere il dissequestro del materiale, per questo è sempre molto utile contrassegnare nastri, schede e rullini in modo indelebile.

- Nel caso in cui le forze dell'ordine vogliano operare un sequestro illegittimo, o tentino di condurvi in caserma, potrebbe essere utile contestare la circostanza anche ipotizzando un abuso d'ufficio del Pubblico Ufficiale (art. 323 codice penale). In questo caso è assolutamente importante avere con se' dei testimoni, far notare questa circostanza e magari memorizzare l'aspetto di chi commette l'abuso.

- Nel nostro ordinamento le forze dell'ordine non sono tenute ad essere riconoscibili con numero di matricola in vista, in ogni caso il nome del sequestrante dovrà essere ben visibile e leggibile nel verbale di sequestro.

- Nel caso che l'agente fosse in borghese, prima di fare qualunque cosa dovrà identificarsi come pubblico ufficiale mostrando il distintivo.

- Durante le manifestazioni è ritenuto necessario essere riconoscibili (quindi a volto scoperto) mentre non e' reato indossare protezioni sul corpo, oppure caschi (purche' non coprano il volto).

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 01.04.11 00:08| 
 |
Rispondi al commento

http://comunicalo.ilcannocchiale.it/2006/06/29/riprese_video_in_luoghi_pubbli.html

Salvo casi particolari (zone militari, ospedali e altri), non vi sono limiti predeterminati all'oggetto della ripresa effettuata in aree pubbliche. Per fare riprese durante azioni e manifestazioni non è dunque necessario nessun permesso ne' appartenenza ad ordini professionali. E' dunque legale riprendere immagini (anche i volti degli agenti) durante qualsiasi operazione di Polizia.

- Impedirvi con la forza di riprendere e' illegale, tuttavia sarà molto probabile che cercheranno di farlo proprio per l'importanza che la ripresa rappresenta. E' bene dunque agire con cautela proprio perchè cassette e rullini potrebbero essere sequestrati in qualsiasi momento (v. sotto).

- Il sequestro del materiale video e fotografico è legittimo solo nel caso in cui gli agenti ritengano che potresti aver ripreso altri soggetti nell'atto di commettere reati, e il materiale potrebbe quindi essere utile ai fini delle indagini. In ogni caso chiedi le motivazioni del sequestro, e se queste non corrispondono con quanto detto sopra (sequestro per le indagini) prova a contestarne la validità.

Nel momento in cui un agente sequestra una telecamera o una macchina fotografica con dentro la cassetta/rullino, si deve insistere perche' vengano sequestrati soltanto la cassetta e il rullino e non la macchina.

- Se si crede che il materiale che sta per essere sequestrato sia estremamente compromettente, si puo' decidere in determinate condizioni di impedire alla polizia il sequestro, ma questo puo' esporti alla denuncia o all'arresto per altri reati. E' dunque indispensabile valutare il rapporto tra i lati positivi e quelli negativi di questo tipo di azioni.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 01.04.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

A me pare che stiamo andando fuori di cervello tutti quanti.. beppe fammi il piacere di non pubblicare più certi post che sono veramente fuori dal mondo. Dico.. ma avete visto i video?? Io sono basito che ci si possa indignare per qualche parcheggio a c---o di cane. Ok nelle grandi città il problema parcheggio è sicuramente grave.. ma dio mio in questo posto non c'è un cane in giro e questo mi viene a filmare il nulla... davvero incredibile!! Volete fare del bene? andate a fare un reportage in Colombia.. io te lo dico da persona progressista, ben educata e anche con una certa cultura.. han fatto bene i vigili a mandarti a c----re...

Luca Pallanti, Firenze Commentatore certificato 01.04.11 00:03| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile recuperare foto e video cancellati da una scheda SD:

http://www.altroconsumo.it/foto-e-videocamere/recuperare-le-foto-digitali-cancellate-per-sbaglio-s59191.htm

Domenico Dell'Orco 31.03.11 23:45| 
 |
Rispondi al commento

...proseguimento del commento di prima. In riferimento alle ultime frasi scritte nel precedente commento, che sono solo riflessioni è logico che bisognerebbe sempre sanzionare ma è anche vero che non sempre per motivi di servizio si ha modo e tempo di fermarsi ogni due metri per fare multe perchè in realtà si ha altro da fare o ci sono altri obbiettivi, questo per spiegare che a volte dietro un'apparente menefreghismo ci possono essere motivi che per un non addetto ai lavori non sono di immediata comprensione. Poi possibile che il cittadino (e stavolta generalizzo io) debba sempre ergersi a comandante, moralizzatore o controllore? Possibile che io che sto lavorando debba essere costretto a fare parte di un film non volendolo, quali sarebbero le vostre reazioni se ogni agente girasse con una telecamere e vi riprendesse in tutto ciò che fate? Gridereste allo scandalo, allo stato di polizia, violazione della privacy? Cosa direste se mentre siete intenti nel vs. lavoro a fare i commessi in un negozio, seduti dietro la vs. scrivania, dietro uno sportello di un ufficio pubblico ci fosse una persona a riprendervi e dicesse che non fate questo, che non fate quest'altro e con il solo scopo di criticarvi? Sareste sereni e felici o lo mandereste a quel paese? Dal post del sig. Venturi a mio parere manca qualche elemento trascurato, ci sono lacune nel raccontare ciò che è accaduto, non è che due vigili s'inventano di denunciare uno così, solo perchè ha acceso una telecamera.....il vittimismo. Ci sono modi e modi per sollecitare le persone preposte ad occuparsi di certe problematiche, sarebbe interessante vedere negli stessi video interviste al Sindaco, assessore , Comandante Carabinieri e della PM.

Mauro B 31.03.11 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Hello, oh Dear, whath is it?

mary h. 31.03.11 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito, la gente in generale è sempre molto brava a criticare e giudicare il lavoro altrui come per dire io sarei sicuramente più bravo, più capace ecc. Sono agente di Polizia Municipale, un lavoro che mi sono scelto io e che mi piace, un lavoro che da soddisfazioni ma che è anche pesante dal punto di vista psicologico, nei vari commenti che ho letto si generalizza, si insulta e critica tanto per denigrare, nulla di più, nulla di costruttivo, come se chi fa questo lavoro fosse un demente. Avete mai provato a fare un concorso per entrare nella PM/PL? E' difficile, inoltre fra le nuove generazioni di agenti moltissimi sono laureati. Potrei scrivere un libro sul comportamento della gente, di quando per una semplice sosta ti fanno i complimenti se la sanzioni la fai ad altri, poi quando rivedi la stessa persona che ti ha fatto i complimenti ed è in multa cambia e ti fa l'elenco di mille motivi, ti offende dicendo che sei un cassiere comunale, che invece di fare multe bisogna occuparsi degli ubriachi, delle rapine e della mafia con la solita discussione. E le riprese video, le foto, i ricorsi in cui ci si prova pur di non pagare un verbale pur di non ammettere la colpa. Poi è vero sono il primo a dire che ho colleghi che deontologicamente non si comportano bene e danno fastidio a me per primo ma non sono certo la maggioranza. Sicuramente fare il mio lavoro in questa Italia super garantista non è facile, ormai anche noi dovremmo girare con una telecamera sulla testa perchè il ns. operato è messo continuamente in dubbio e troppo spesso la gente vede in un'azione ciò che più gli fa comodo vedere ovviamente in negativo. Nessuno che si chiede perchè non c'è più rispetto di qualunque regola, anche quelle basilari, se sanzioni tutto ciò che vedi di irregolare lo fai per fare cassa e non sei tollerante, se non lo fai sei un fannullone se lo fai per metà fai delle discriminazioni e favoritismi..... mica facile.

Mauro B 31.03.11 23:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La salvaguardia delle regole civili del nostro Paese devono essere affidate alle forze professionali di polizia, disciplinate e responsabili. La figura del vigile urbano nasce dal messo gabellista, banditore del Comune di una volta. Oggi non e' altro che un impiegato sottostrutturato e indisciplinato che scimmiotta funzioni di polizia locale, comportandosi spesso da infame e abusando del suo "potere". Ne ho visti e ne conosco tanti di questi miserabili. Le solite eccezioni non ci interessano..questi vigili che non vigilinao dovrebbero essere eliminati e rimessi nei campi di lavoro che gli sono propri.
Fanno parte della cialtroneria Italiota..sic!
A tempo debito ce ne sara' anche per loro..di certo!

mario. bottoni 31.03.11 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Stessa cosa anche a Taranto: i vigili non mettono multe perché ci sono gli ausiliari del traffico, gli ausiliari però non possono multare le auto fuori dalle strisce blu.
Il risultato?

http://cozzetarantine.blogspot.com/2006/03/come-difficile-parcheggiare-la.html

E questo è un articolo del 2006 (di domenica). Da allora le cose sono peggiorate di molto.

angelo 31.03.11 22:18| 
 |
Rispondi al commento

i vigili municipali...l'unico "lavoro" che sanno fare è quello...
cioè gli sceriffi
altro non saprebbero fare, se c'è da cambiare una lampadina chiamano l'elettricista...
e il dito medio è meglio che se lo infilino nel ****
SERVI!!!!

Federico P., Verona Commentatore certificato 31.03.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato n°37
Le firme raccolte nei V day per i referendum e depositate in parlamento come sanno tutti i grillini giacciono nella bat caverna del parlamento senza che gli italiani sappiano della loro esistenza.la mia proposta e' che questi referendum vengano organizzati dal movimento 5 stelle nello stesso giorno delle elezioni amministrative all'uscita dai seggi in modo che qualche mass media ne riporti lo svolgimento e faccia conoscere a + italani la loro esistenza.
ripetero' la proposta nei prossimi post

giacomo r. Commentatore certificato 31.03.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Se te ne fai qualcosa, ti metto su un blog su un server a Tonga... ho anche scritto un'app Android per registrare video (ancora no audio) e bufferizzarlo immediatamente per spedirlo su un pc a casa in modo tale da non essere cancellabile localmente. Programmi di undelete funzionano e funzionano bene, la mia app assume che l'hardware sia danneggiato x cui ha un livello extra di ridondanza (e' stata scritta per uso su palloni metereologici, che ogni tanto atterrano in acqua)

m k b 31.03.11 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Insieme a un amico coordino da meno di un anno un blog sulla vita del comune in cui vivo: Chiusi in provincia di Siena.

www.chiusinews.it

L'assessore ai trasporti della Regione Toscana, già sindaco di Chiusi, ha inviato una lettera a tutti gli iscritti al PD (quindi anche a me) ipotizzando una denuncia per diffamazione nei miei confronti. Di recente qualcuno ha anche ipotizzato una denuncia per "stampa clandestina" perché non abbiamo registrato la "testata" con un direttore responsabile iscritto all'albo dei pubblicisti.
Invito tutti a leggere il blog per verificare di persona se tutto questo ha un senso. Un parere legale è ovviamente gradito.

Paolo Scattoni 31.03.11 19:46| 
 |
Rispondi al commento

ma noi siamo un paese di selvaggi !! che le facciamo a fare le regole le piste ciclabili ,le strisce pedonali?? ma a questo punto mi sorge anche un altra domanda spontanea ,che ci stanno a fare i vigili urbani?visto che la situazione è uguale ovunque ,anche nel comune dove abito io.

panino.A. 31.03.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso, i'inserzionista del post ha una questione personale con la polizia locale. Nulla vieta filmare le soste selvagge o altri fatti pubblici. Nel particolare lei svolge un'attività di interruzione di pubblico servizio nei confronti di organi di polizia, che comunque vanno rispettati. A mio avviso dovrebbe oscurare il viso degli agenti interessati nei video pubblicati. I problemi che le stanno a cuore dipendono dagli automobilisti e non certo dai vigili, i quali probabilmente sono numericamente insufficienti a garantire il rispetto del codice stradale.

Luca Verdini 31.03.11 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I signori (?!) in divisa sono l'avanguardia della struttura statale di censura, oppressione e soppressione delle libertà dei cittadini. Il loro compito è quello di reprimere e colpire qualsiasi forma di dissenso e ribellione. Difendono il potere e chi li ha assoldati e li mantiene, sono le guardie pretoriane dell'aristocrazia politica e della loggia finanziaria ed hanno potere illimitato, sono protetti ed immuni a qualsiasi attacco.
Giorgio, ti capisco ed hai tutta la mia solidarietà, per quello che può servire, ma se pensi solo che i padri di famiglia che manifestano per il posto di lavoro perso vengono presi a randellate da celerini che potrebbero essere loro figli e che poi come accade sempre anche vengono processati per direttissima e condannati penalmente ed al pagamento dei danni e delle spese.Io credo che la risposta da dare al sistema sia un'altra, ma questo popolo non ha voglia,non è pronto e soprattutto ha paura,preferisce vivacchiare e sperare di farla franca. Cerchiamo di capirci, la situazione è questa, esiste un popolo italiano che domina e sfrutta un altro popolo italiano e per uscire fuori da questa melma c'è solo una soluzione,oppure soccombere: le parole e tutti gli attacchi mediatici non gli procureranno mai alcun danno e/o preoccupazione.

Ogni bene e buona fortuna

Assalto 31.03.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è una regola semplice, fagli pagare 10 volte tanto il parcheggio, sfasciagli uno specchietto. O raccogli una merda di cane e infilagliela sotto la maniglia della portiera, fai un duplice servizio sociale, togli uno stronzo dalla strada e ne educhi un altro.
L'italiano capisce solo la verga caro mio. E' un popolo che è stato gestito sempre con il bastone, è un popolo caprone.

Incivilmente onesto 31.03.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento

fratello Venturi sono d'accordo con te però impara la grammatica, non si capisce una mazza di quello che hai scritto

mic r. Commentatore certificato 31.03.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
MA CHE IGNORANZA C'E' TRA LE FORZE DELL'ORDINE!!!!!
GLI UNICI A CUI FARGLI IL DITO MEDIO SONO LORO,MA CHE LIVELLI HA STA GENTE E SOPRATUTTO LE FORZE DELL'ORDINE,,PERO' BEPPE HO PAURA,ALTRA SERIE DI AVVOCATI............PER CHI NON CAPISCE NA' MAZZA (DETTO IN MILANES)
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 31.03.11 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi questo e' grave: se non ci possiamo nemmeno piu' affidare alle forze dell'ordine l'Italia diventa come il Messico, il Chile, o qualunque altro paese del TERZO MONDO, dove ci sarebbe un disperato bisogno di affidarsi ad istituzioni come la polizia.. ed invece si rivelano essere una delle cose da temere maggiormente!
Da quello stato un paese non si riprende piu'..

Tiziano 31.03.11 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
dire di essere solidale mi pare superfluo però io vorrei vedere il video che ti hanno cancellato perchè se utilizzi una videocamera con SD mica è cancellato definitivamente, inoltre ci sono programmi che recuperano anche le sovrascritture ( unico sistema per cancellare dei file). Pensaci almeno potrai dare un volto a queste due persone che per puro caso sono caduti dentro a una divisa.
Ciao

Giorgio P., Feltre Commentatore certificato 31.03.11 17:21| 
 |
Rispondi al commento

1) se il video e' su cassetta per cancellarlo devono averci registrato sopra e le voci delle persone che sono li vicino eventualmente si dovrebbero sentire.
2) dato che non si sa come lo hanno cancellato se e' registrato su un supporto informatico (digitale) si puo' recuperare o con programmi che trovi in rete o presso aziende specializzate.
3) avresti dovuto chiamare la polizia o i carabinieri per chiarire immediatamente la tua posizione.
4) andate in due, uno domanda e registra e l'altro filma da lontano , come fanno a Striscia

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 31.03.11 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Prova questo programma per recuperare il video, non l'ho mai usato ma ne parlano bene. E' freeware!

http://www.pcinspector.de/default.htm?language=1

Alessandro Trevisan 31.03.11 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Se la telecamera è digitale, puoi recuperare il file con appositi programmini. Così recuperi il video che avevi girato e lo puoi pubblicare!

Cristiano 31.03.11 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Ecco fatto.
Ho divulgato ad una innumerevole lista di amici, conoscenti ecc.
Vediamo se questi sciacalli indegnamente in divisa, riusciamo a metterli tutti su qualche canotto diretto nel nord Africa... visto mai gli faccia bene.
Vhivien Schwarz

Vhivien 3 Schwarz, Bozen Commentatore certificato 31.03.11 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

imaginati un po se ........ a quel vigile arrivasse qualcuno a casa e ......tutto a fuoco.

prima prova la strada legale e poi, se non funziona.... fai come ti pare!

tanto è gente che la paghi solo in quel modo li.

bruno bassi 31.03.11 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori