Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La tassa sul contante


Benigni_banca.jpg
Belin, questa non me la aspettavo. Per ritirare i propri soldi in banca bisognerà pagare. Su 100 euro prelevati, 97 li incassi e 3 li lasci come mancia al cassiere.
"Prelevare denaro allo sportello "fisico" della banca, anziché al Bancomat? Attenzione, può essere un salasso. Sta dilagando la "tassa sul contante" . Per ritirare i propri soldi dal conto, molto spesso, ora si paga. Ai correntisti della Bnl le lettere sono appena arrivate. La banca guidata da Fabio Gallia comunica che, dal 18 aprile, per ogni prelievo di liquidi in agenzia, inferiore ai 2mila euro, dovranno versare 3 euro. Come dire che chi preleva 100 euro ne incassa soltanto 97. Il resto - il 3%, in questo caso - finisce alla banca. Il caso è l'ultimo in ordine di tempo e non è isolato. Ciò che fino a ieri era un'eccezione, sta diventando la regola. Nelle ultime settimane hanno deciso di applicare questa commissione anche Mps e Ubi. Si aggiungono a Cariparma, Popolare di Milano e Unicredit. Nelle sei banche analizzate, i costi per un prelievo di denaro allo sportello variano fra uno e tre euro. Significativi, se raffrontati al rendimento medio dei loro conti correnti: lo 0,03%. Un saluto". roberto b.

2 Mar 2011, 22:02 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Anche le imprese dovranno adeguarsi informaticamente alla Sepa, e per permettere al fisco di tracciare bollette e utenze varie. L'obbligo del Pos per i professionisti con partita IVA, come ad esempio idraulici, elettricisti, fioristi, cameraman, fonici, direttori della fotografia, registi, geometri, ingegneri, parrucchieri, pizzerie da asporto, architetti, estetiste, gelaterie, e altre categorie, dal prossimo 30 giugno, dunque, professionisti, artigiani e commercianti dovranno dotarsi di Pos per bancomat o carte di credito per pagamenti d'importo superiore a 30 euro. Il decreto riguarda tutti i professionisti a prescindere dal reddito dichiarato l'anno precedente. D'altra parta la ratio della norma è volta al fine di favorire e promuovere l'uso della moneta elettronica a discapito del contante con l'obiettivo di aumentare la tracciabilità dei pagamenti. È inutile aggiungere che le varie “agenzie del debito”, quelle che riscuotono per conto di enti e privati in tutta l’Ue (il recupero crediti appaltato) avranno accesso ai nostri dati Sepa.

A quanto pare la vita dei poveracci di paese e di città è destinata a fare più passi indietro, giocoforza si tornerà a far uso di candele e lampade per l’illuminazione, nonché della legna per cucinare e riscaldarsi. È l’Europa, bellezza.

A questo link trovate la petizione online da firmare:
https://www.change.org/it/petizioni/e-notizia-di-oggi-l-obbligo-per-i-liberi-professionisti-di-dotarsi-di-pos-per-i-pagamenti#supporters

Grazie per la collaborazione.

Adolfo Guzzetti, Gallarate Commentatore certificato 10.05.14 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Ergo, non si potrà più delegare a parenti e amici il pagamento di una bolletta in contanti: la bolletta della luce o la nuova tassa comunale (Imu più rifiuti e altro) dovrà essere ottemperata esclusivamente, con documento elettronico firmato, dal debitore che autorizza il creditore a inviare disposizioni di incasso sul conto corrente del debitore.

Gli attuali Rid (cioè gli addebiti su conto corrente già operativi) verranno automaticamente trasformati dal primo febbraio 2014 in addebiti diretti Sepa, e senza alcun onere per il debitore, che continuerà ad effettuare i suoi soliti pagamenti (gas, acqua, bollette telefoniche, ecc.). Gli addebiti diretti Sepa continueranno ad essere addebitati con data e valuta pari alla loro scadenza. Ma quando ci sarà l’obbligatorietà di domiciliazione per tutti, all’interno dell’area Sepa a ciascun creditore verrà assegnato un codice univoco, denominato “Creditor identifier”.

Il “Codice identificativo del creditore” permette di identificare in maniera univoca, e all’interno di tutta l’area Sepa Ue, all’azienda che incassa con addebiti diretti: quindi s’accenderà una lucetta nella cabina di regia dell’eurofisco quando a pagare le utenze sarà un disoccupato privo del benché minimo sostentamento.

Certo non si potrà più dire che “amici e parenti mi aiutano ad andare avanti, a pagare le bollette”, il fisco non prevede elemosina e aiuti individuali, perché si tratta di uscite non logiche per l’eurofiscalità e non tracciabili. Con l’addebito diretto Sepa le aziende creditrici, a differenza di oggi, avranno l’obbligo di raccogliere e conservare i dati dei mandati sottoscritti dai debitori: l’azienda creditrice deve includere nelle singole disposizioni di incasso (inviate alla propria banca) i principali dati contenuti nel mandato.

Continua...

Adolfo Guzzetti, Gallarate Commentatore certificato 10.05.14 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Tempi duri per disoccupati, nullatenenti e gente comune che fa a botte per non mandare in rosso il proprio conto corrente bancario. Il regolamento dell’Unione europea 260 del 2012 è stato recepito dalla Banca d’Italia: così enti locali, società energetiche e amministrazioni varie hanno avvertito “bonariamente” i cittadini circa le “modifiche alle condizioni d’uso della domiciliazione bancaria (Rid)”. Un avvertimento sui nuovi standard europei di debito individuale, ma anche un invito a pagare bollette e altro con domiciliazione bancaria.

Ma da febbraio del 2014, prorogato nei prossimo mesi, scatterà l’obbligo alla domiciliazione bancaria (come già previsto da Basilea 2) per ogni pagamento d’utenza: l’Italia potrebbe decidere di ottemperare a pieno all’obbligatorietà della domiciliazione bancaria per evitare che l’Ue c’imponga ulteriori sacrifici su altri fronti. Come a dire, “ti concedo di ottemperare totalmente sul fronte bancario a patto che siate più elastici in materia di risorse agricole”. Sono trattative che si fanno, o forse che Germania, Francia e Olanda c’impongono. Va detto che nelle regioni ricche d’Europa non si sta spingendo per “l’obbligatorietà di domiciliazione bancaria”. Invece preme agli “eurocrati” che questa ghigliottina caschi sui paesi dell’Europa mediterranea.

Il nuovo strumento d’incasso europeo del danaro andrà a sostituire l’attuale (il prodotto Rid ordinario o veloce). L’obiettivo è ben chiaro nel progetto “Sepa Direct Debit (SDD)”, consente la raggiungibilità di tutti i conti bancari nell’area “Sepa” che ammettono addebito diretto: ovvero tutte le utenze dei cittadini dell’Ue. Per il momento in Italia il “Sepa Direct Debit” verrà attivato esclusivamente dal creditore, e in virtù di un mandato ricevuto dal debitore: ma tra qualche mese dovrà essere obbligatoria la domiciliazione.

Continua...

Adolfo Guzzetti, Gallarate Commentatore certificato 10.05.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

CHIUDETE TUTTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! FATEVI SENTIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! QUI E ORA!!!!!!!!!!!!!!!

marcello panu 07.03.11 18:08| 
 |
Rispondi al commento

La cosa fastidiosa non sono tanto le commissioni, che in fondo possono anche starci quando esistono alternative più economiche (tipo bancomat), quanto piuttosto varie spese di tenuta conto etc.

La mia ex banca (Popolare di Lodi) ne aveva addirittura per 3,50€. Sono passato ad un conto on-line (Bancoposta Click) che, come altri, offre numerosi servizi gratuiti e in più pure un interesse abbastanza interessante (2%).

Per il resto è il normale gioco della concorrenza. I titolari di conto BNL hanno parecchie alternative, nessuno li obbliga a rimanere.

Luca C. 04.03.11 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono terminali evoluti in cui si può versare e prelevare somme anche ingenti senza un centesimo di commissione. La giornata lavorativa di un impiegato va retribuita. Se nelle sue ore di lavoro facesse il lavoro di un bancomat, il suo stipendio chi lo paga?

Intanto BNL fino ad oggi è l'UNICA banca che permette ad un'impresa di non pagare folli canoni mensili. Si pagano solo i bolli (allo stato) annui senza NESSUNA commissione se si usano l'internet banking per bonifici e quant'altro e i terminali evoluti per prelevare e versare anche assegni.

Mi sembra giusto che se uno non è in grado di usare un banale terminale e si rivolge al cassiere, paghi il servizio.

E non lavoro in BNL, non ho parenti o interessi in BNL. Ma di banche "fisiche" ne ho girate tante, e sono i meno peggio fino ad'ora.

Ovviamente, inutile fare paragoni con i conti virtuali come Fineco o IWBank o Conto Arancio: non c'è cassiere a cui rivolgersi...

Saluti a tutti.

Alessandro M., Roma Commentatore certificato 03.03.11 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

considerando che il rischio di default del paese è ormai superiore al rischio di ricevere i ladri a casa, la cosa migliore è tenere a casa i soldi, si rischia meno di perderli (se lo stato fallisce i soldi sui conti spariscono come in irlanda), e si perde un interesse pari a zero.

cara vecchia mattonella

Fabrizio Castellana, SP Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.03.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti.scusate il cinismo,ma anche io sn contente quando rapinano 1 banca o la casa di 1 super riccone.se i beni e le ricchezze fossero spalmate non ci sarebbero furti e sopratt non ci sarebbe violenza,armi ,rapina a mano armata.da anni nn ho più il conto in banca,in posta si risparmia 1pò ma a fine anno gli ho lasciato 103eu x spese tenuta conto e minkt varie... santo tanzi e c.,politici, bache,assicuraz,società fin anz grazie x mantenere vivo qst bell' impero.... cri

cristina ., como Commentatore certificato 03.03.11 17:22| 
 |
Rispondi al commento

visto che parliamo di inculate, vogliamo parlare delle assicurazioni?
fino a qlche anno fà erano solo alcune che obbligavano i clienti a fare furto e incendio se volevi assicurare i cristalli...ORA LO FANNO TUTTE !!! sei obbligato ad assicurare furto e incendio(che non faceva quasi più nessuno) una vettura per assicurarne i cristalli , con postille assurde!!!..ho segnalato con un fax la cosa all'antitrust (andatevi a vedere sul loro sito, quanti fannulloni ne fanno parte)...ma secondo voi qualcuno mi ha risposto ?..carticallà ???...puha!!!!!...sono tutti uguali, se non li fermiamo sarà sempre peggio !!!!!!

tina ghigliot 03.03.11 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono correntista BNL, mi è già arrivata la lettera e se propio devo, allora scelgo io da chi farmi derubare!!


Rifacciamoci la bocca con la Carmen Consoli .... indovinate con chi se la prende?


http://tv.repubblica.it/copertina/aaa-cercasi-carmen-e-le-donne-in-carriera/63257?video

Grande!!

Uno dei tanti 03.03.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Per un bonifico su altra banca tramite e banking ho pagato una commissione di 1.10 Euro
...sulla stessa banca 0,50.(BNL)
Alla richiesta di spiegazioni ad uno sportello della mia banca (BNL) mi è stato risposto:" e che volete tutto gratis? si impiega personale ed energie!".
E' vero poverini... ma quanto lavorate. Fatevi pagare. Poverini.
I miei risparmi (pochi) li toglierò al più presto.

Antonio M. Commentatore certificato 03.03.11 16:48| 
 |
Rispondi al commento

una volta non c'erano i CC. la gente incassava lo stipendio in contanti e se li portava a casa. si conprava tutto in contanti. Se avanzava qualcosa di metteva in buoni postali (le poste erano dappertutto le banche no).
si andava avanti lo stesso.

pero' nei giorni di pagamento le ditte con molti dip. avevano grosse quantità di danaro che facevano gola ai ladri. ed inoltre il trasporto dalla banca alla ditta prevedeva l'uso di portavalori.

in un colpo con l'accredito diretto hanno risolto un mucchio di problemi.
ora invece avere un c/c è quasi obbligatorio ma sta diventando un lusso.

ivan m. Commentatore certificato 03.03.11 15:24| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SIAMO OLTRE LA FOLLIA,MA PROPIO OLTRE,ANCHE LA TASSA SUL CONTANTE,STIAMO CONTINUANDO A FARCI MALE AD SOLI;
DOMANDA A TUTTI BLOGGHER:VOGLIAMO CONTINUARE A FARCI MALE CON QUESTE ENTITA'INCAPACI DI FRONTEGGIARE UNA CRISI STRUTTURALE COME QUESTA O E' GIUNTO IL MOMENTO DI SCENDERE IN PIAZZA???????
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 03.03.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Unicredito prende 3 euro per il ritiro allo sportello da oltre 1 anno. senza alcuna lettera.

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.03.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

VISTO CHE GLI INTERESSI SONO NULLI O MISERI RITIRIAMO TUTTI I RISPARMI DALLA BANCHE E CORRIAMO IL RISCHIO DI AVERLI SOTO IL MATTONEALMENO PER UN ANNO. VOGLIO POI VEDERE CHE FARANNO STI LADRI!

G.Mazzi 03.03.11 13:46| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe la miglior csa da fare entro domani andare in queste banche e RITIRARE TUTTO E LASCIARLI A SECCO
E FARLI FALLIRE MISERAMNETTE

ma gli italiotti sono molto duri a morire
LAVORIAMO A BASSO COSTO )SIAMO LA MANODOPERA PIU BASSA D EUROPA)
CI RUBANO ATTRAVERSO TASSE E TASSETTINE

REGALIAMO I NOSTRI RISPARMI A DEI
SFRUTTATORI (LE BANCHE )
diamo i nostri soldi gratis per
farli arricchire
e in piu (OLTRE A NON DARCI GLI INTERESSI CI FANNO PAGARE ANCHE GLI INTERESSI SUL CONTO)
l unica e di armarsi anche con armi pesanti e epoi ritirare tutto dalle banche e poi quando lo stato mandera la polizia e carabinieri a casa
per recuperarei nostri soldi da dare
alle loro banche
farli secchi dal primo al ultimo

stefano b., rovato Commentatore certificato 03.03.11 13:32| 
 |
Rispondi al commento

assistetti anni fa a uno spettacolo del grillone
e si parlo del
MODIFICA UNILATERALE DEL CONTRATTO
la truffa che lo stato finge di non vedere
gia truffa dato che io ho
firmato un contratto
MA ANCHE LA BANCA E TENUTA A RISPETTARLO
e allora per legge dovremmo noi riciedere i danni alla banca per il
NON RISPETTO DEL CONTRATTO
questo sistema
dovremmo farlo anche noi con lo stato
andiamo a votare e diamo una maggioranaza
e poi se cambiamo idea DOVREMMO DARE 90 GIORNI DI TEMPO AL PRIMO MINISTRO
PER CAMBIARE ARIA
da allora io ho cambiato varie volte banca
appena mi arriva l avviso di mosifica unilaterale del contratto....... IO CAMBIO BANCA
lo faccio per partito preso

non cambiera nulla per me ma per loro e
un bel problema
PS
se lo fate
PER NON AVERE PROBLEMI RITIRATELI LA MAGGIO PARTE DEI RISPARMI E METTETELA IN UNA NUOVA BANCA
POI QUANDO AVETE UN MINIMO
CHIUDETE IL CONTO
UN TRUCCO DELLA BANCA QUANDO CHIUDETE IL CONTO E CHE VI RITIRA ASSEGNI E BANCOMAT SUBITO
ma il conteggio e la restituzione del contante avviene dopo molto tempo
(e questo per ...questioni d conteggio e di chiusura)
ottima scusa per lucrarci ancora gratis sui vostri risparmi

stefano b., rovato Commentatore certificato 03.03.11 13:23| 
 |
Rispondi al commento

I depositi sono gratis ? Se si....
"buogiorno vorrei ritirare 2000 euro...."
"ecco a lei"
"grazie, ora vorrei depositarne 1900..."

Adriano 03.03.11 13:15| 
 |
Rispondi al commento

bene, la prossima volta faro un prelievo da 2000 euro e un cent

M. G. Commentatore certificato 03.03.11 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra un pò andremo in banca e ci diranno:"prego, si giri e si pieghi... ad angolo retto..." Puah!

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 03.03.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Se ci sono i presupposti facciamo subito una class actin.... contro questa camorra legalizzata!!!

Salvatore Tafuto, Napoli Commentatore certificato 03.03.11 12:46| 
 |
Rispondi al commento

BNL:
PRELEVI FINO A 2000 E AL BANCOMAT AL GIORNO GRATIS
PRELEVI ALLO SPORTELLO DA 2000 IN SU GRATIS!!!!
DICIAMO LE COSE COME SONO, NON FACCIAMO CATTIVA PUBBLICITà.
CIAO A TUTTI

eduardo m. Commentatore certificato 03.03.11 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah ah ah!!
fatevi TUTTI il Conto ARANCIO!!!!!!
fatevelo subito!
in subordine, fatevi un CONTO CORRENTE POSTALE!
meglio se banco posta click!!!!
mandiamo a fan CUL0 le banche!!!!!!
mandiamole!
ci vuole poco, CAZZ0!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 03.03.11 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BNL :
prelevi fino a 2000 euro dal bancomat se sei correntista, al giorno, gratis dal bancomat.
se devi prelevare piu di 2000, è gratis dallo sportello!!
diciamo le cose come stanno.
ciao a tutti

eduardo mammano 03.03.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Altra truffa prelievo tassa , sul prelievo.
Non so se è una tassa chi incassa questi soldi.
Probabilmente le banche che da anni rapinano.
ma anche i cittadini sono responsabile, dovremmo tutti protestare ad un abuso del genere ed invece le coscienze son morte.
MA CITTADINI NON DIMENTICATE CHE TREMORTI CONTINUA A RIPETERE CHE ITALIA NON È COME ALTRI PAESI, IN QUANTO C'È IL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE.
Quindi hanno cominciato a rubare il risparmio.
CITTADINI IL RISPARMIO Non SI TOCCA, HANNO FATTO COSI IN ARGENTINA O NON RICORDATE PIU' NULLA!!!!

enrico ratto 03.03.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Non so se è stato già scritto, anche sui bonifici eseguiti da web viene applicata la commissione di 1 euro.

mortacciloro

luigi c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.03.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Il mio sogno ricorrente:
La mattina vado al lavoro e vedo code fuori dalle banche di persone che vogliono ritirare i propri soldi. CAOS! Il paese è destabilizzato e il governo cade per forza.
Le banche sono LA CAUSA principale dei nostri guai; ci derubano regolarmente.
Io ho chiuso il mio conto 5-6 anni fa; certo non sono un riccone ma finchè non troverò una banca veramente etica non darò più i soldi a loro.

marco n., como Commentatore certificato 03.03.11 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono cliente BNL ma se anche la mia banca dovesse adottare questo sistema allora per prelevare 100 euro dalla cassa io farei in questo modo: ne prelevo 2000 e ne verso 1900...voglio vedere quanto gli conviene fare due operazioni al posto di una! E se non dovesse funzionare c'è sempre il ricatto, ovvero minacciarli di chiudere il conto!

Michele 03.03.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se tutti i consiglieri regionali guadagnassero uno stipendio giusto, commisurato alle loro capacità e competenze, forse si batterebbero in consiglio per le cose per le quali sono stati eletti. Ma pensiamoci un pò, chi me lo fa fare di dare contro a chichhessia in consiglio, con il rischio di mettermi contro il "capo" (berlusconi o lo stesso segretario del mio partito che mi ha fatto eleggere) e poi di non essere più rieletto?
Se io quale lavoratore dipendente difendo i miei diritti, loro a modo loro difendono i propri, vanno capiti poverini.......
E' ora di finirla, non si può entrare in politica per mancanza di lavoro,... tanto non trovo
altro..., passiamo di qua che è più facile campare..., tanto basta dire sempre sì a chiunque..., il pensiero inn questo caso NON è quello che conta.
Saluti cari consiglieri regionali

tiziana de memme 03.03.11 09:39| 
 |
Rispondi al commento

non prelevate ( FERMI TUTTI QUESTA E'UNA RAPINA)SE VI AZZARDATE A PRELEVARE SIETE FRITTI!!!!!!

giuseppe gagliardo 03.03.11 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,

non sono d'accordo sull'applicazione della commissione ai prelievi come non sono pero' d'accordo con molti dei commenti letti.
Ritengo che in via assoluta il contante debba sparire, in questo modo non esisterebbe l'evasione fiscale (mi sembra logico). E' altrettanto vero pero' che per non fare ingrassare le societa' che gestiscono i pos ci vorrebbe una norma per armonizzare le commissioni al ribasso per favorire gli esercenti. Posso essere poi in parte d'accordo che le Banche sfruttino (rubare e' brutto) i clienti per ingrassare i loro conti economici, mah... ci siamo fatti un piccolo esame di coscenza: pretendiamo che tutto ci venga dato gratis. Ma a che titolo abbiamo questa pretesa? non abbiamo neanche piu' la decenza di riconoscere ad un terzo i costi sostenuti per il mantenimento del servizio? d'accordo saranno pure sporpositati e da rivedere ma a tutto ci deve essere un limite e un minimo di decenza personale. Il costo zero che pretendiamo si ribalta poi sui nostri stipendi, sui dipendenti sulle societa' collegate che magari invece che essere in italia vengono trasferite all'estero. Poi magari ci lamentiamo che non troviamo lavoro o che siamo sottopagati. Non e' con lo zero che risolveremo i nostri problemi. Per assurdo tralasciando condizioni politiche, debito pubblico (anche se non e' corretto ma voglio fare un assurdo) non stavamo forse meglio quando c'era la sip e si pagava quello che serviva per il mantenimento di tutto il sistema? e' una divagazione sul tema per fare un esempio.
Siamo per gli economisti nella fase del "paradosso del risparmio".
Senza offese poi non voglio neanche commentare il post sulle banche estere: credo che abbiano fatto piu' danni che (come diceva mio nonno) le cavallette in africa.

Saluti e buona giornata
(giusto per correttezza, lavoro in banca e a periodi alterni me ne vergogno. non tollero però falsi lanciatori di sassi).

paolo bucci 03.03.11 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora, è vèro che le banche vogliono ridurre le persone impiegate e convincere la gente ad usare i bancomat. Con questo non ho problema, ansi, sono d'accordo.

Pèro: La somma massima che si può prelevare dal bancomat NON sono € 2000,00. Se non sbaglio, sono € 500,00. E se non è il limite del bancomat, sarà il limite della tua carta, che al solito ha un limite giornaliero di € 1000,00.

Quindi, per la differenza dal limite della carta oppure dal possibile prelievo dal bancomat, fino ai € 2000,00 devi pagare. Questo non mi sembra giusto. Avrebbero dovuto usare il limite della carta bancomat come soglia per i 3%.

Scusate se non mi sono spiegata bene, ma sto ancora imparando l'italiano. ;-)

Martina Lubosch, Marsala Commentatore certificato 03.03.11 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace, ma in questo caso il post è decisamente contro la mia visione di vita. Le banche ormai ti danno: bonifici via internet gratuiti, prelievi bancomat gratuiti, conti gratuiti. Perchèmai dovrei andare allo sportello per prelevare dei soldi?? io, sinceramente, anche per le cifre sopra i 2000 euro metterei un bel tassone: 50 euro. anzi 100. Chi si metterebbe in tasca 2000 euro se non per far del nero??!!!?? Signori: Bonifici!!! Io ed i miei amici, quando uno paga la pizza all'altro... con la carta di credito, ci restituiamo i soldi con un bonifico. ho salvato tutti i miei amici nella rubrica on line e in 30 secodni faccio tutto. Buona giornata!

luca severi, Carpi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.03.11 08:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO NON VOGLIO ASSOLUTAMENTE DAR RAGIONE ALLE BANCHE MA BISOGNA PRECISARE CHE ALL'INTERNO DELLE BANCHE C'E UN'ALTRO BANCOMAT DOVE LI SI PRELEVA SENZA NESSUN COSTO.TUTTO QUESTO LO FANNO PER NON EFFETTUARE LE OPERAZIONI ALLO SPORTELLO E QUINDI ELIMINARE UN CASSIERE.

MICHELE BALDINI 03.03.11 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Grillo!
come dice quell'altro:
QUANDO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!???????????????????

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.03.11 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Odio difendere le banche ma sono Grillino perchè difendo il giusto non perchè difendo Beppe!

La banca sostiene il costo dell'impiegato. Bastano dieci persone che prelevino per occupare uno sportello un'ora. E' fatto salvo il diritto del cliente di prelevare gratuitamente contante dal bancomat. Infatti, il costo del prelevamento è zero per cifre superiori ai 2000€.

Insomma, non sono questi i furti legalizzati delle banche. Beppe, lo so che il blog non è un giornale, ma se pubblichi queste cose poi chi ci vuole male ha uno strumento in più per attaccarci!

Gianluca R., Lecce Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.03.11 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo perché siamo arrivati a questa situazione. Fino agli anni 80 il cc era limitato ai professionisti e veniva pagato, gli operai la busta paga la ritiravano in contante per cui come è ovvio senza spese. Per invogliare gli operai ad aprire il cc venivano date delle prestazioni gratis compreso il cc. In questo cambio le imprese hanno avuto il loro guadagno con la chiusura delle casse e dei cassieri. Adesso che le banche hanno incastrato gli operai e gli operai non possono più farne a meno(per il pagamento delle utenze domestiche) alzano la cresta. Per avere i MIEI soldi indietro devo PAGARE. Racconto un fatto successo alle poste italiane, un mio nipote ha lasciato in “cc” una piccola cifra tempo qualche anno è andato in rosso è ha dovuto LUI coprire per non incorrere in sanzioni.
Un saluto

roberto b. Commentatore certificato 02.03.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Le abbiamo aiutate( io non avrei mosso un dito) a non fallire dando loro soldi nostri in modo da poter continuare a pagare i favolosi bonus ai loro manager. Ma l'ingordigia è immensa e vogliono continuare a rubare o nostri soldi. Chiudiamo i conti presso le banche parassite e che si fottano.

Giuseppe Maldera, Chiavari Commentatore certificato 02.03.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento

è un abominio. oggi un mio amico ha prelevato 1.000 euro allo sportello della CRFirenze gruppo Intesa san paolo e gli hanno addebitato 2,50 ero.

antonio giocondo pasquini (pasquinamo), villa basilica (LU) Commentatore certificato 02.03.11 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra giusto, un ottimo modo per invogliare la gente all'utilizzo della telematica.


a me è accaduto con la bpm a Gennaio

su euro 152 in assegno CIRCOLARE m'hanno fatto pagare 3 euro di PIZZO MAFIOSO !

per fortuna che li ho recuparati da chi aveva emesso l'assegno che non ne era a conoscenza !

una volta si diceva "scherzi da prete", oggi si dice "scherzi del cazzo di banche usuraie"! tacci loro!

con le card è lo stesso, per esempio la pay pal
paga sia chi carica che chi scarica la carta !

siamo circondati da ladri a norma di legge!

Antonio D (☭ lenin), Roma Commentatore certificato 02.03.11 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Cominciata ad usare le carte di credito, su questo strumento che non costa nulla almeno per diverse banche, spesso vengono diffusi timori infondati,questo perchè gli evasori avrebbero vita difficile se tutti usassero le carte di credito.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 02.03.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ho sempre detto. Quando riescono a rapinare una banca, sempre a patto che siano maestri e non si lascino prendere la mano coinvolgendo innocenti, sono da ammirare. Sono soltanto ladri che rubano a ladri più grandi di loro, una specie di Robin Hood moderni. Cosa aspettino gli Italiani a mandare a fare in c@@@ quest'accolita di cialtroni, di gangsters dai guanti bianchi, di ladroni legalizzati non lo so ancora. Cosa fate bancari? Per questo articolo mi denunciate per istigazione a delinquere ed apologia di reato? Fate pure. Già che ci siete, dite ai vostri amici banchieri di cercare di farmi rendere almeno una parte dei miei soldi che vi siete fottuti con il Santo Patrono di Parma, San Callisto Tanzi, (Martire). Poveri soldi miei.

Pino Ottonello 02.03.11 22:26| 
 |
Rispondi al commento

basta chiudere il conto in queste banche, ed aprire un conto che non rende niente ma che almeno non fa pagare niente o pochissimo, tipo i conti on-line.

ce ne sono a bizzeffe, io ho chiuso un conto dalla UBI (prima che succedesse sta truffa) ed aperto un conto on-line. che dire mi trovo benissimo, non pago i bonifici, non pago la carta di credito+bancomat, tutto on-line. Ho persino la possibilità di versare contanti e assegni in bancomat appositi. ovviamente ho la possibilita' di fare trading ecc. ecc.

svegliatevi non usate il computer ed internet solo per facebook!!!!

ivan m. Commentatore certificato 02.03.11 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Brrrr, vivo all'estero, e scusate, ma le banche italiane (osservo mio padre a Milano), sono una merda! Adesso vedo che muta in diarrea.

La normalità fuori d'Italia:
Conto corrente gratis. Punto! Con tessera bancomat Maestro.
VISA 20€ annuali.
Bonifici gratis.
Bonifici SEPA (europei in euro) gratis.
Bancomat gratis.
Estratti conto: O paghi il francobollo se te li fai arrivare per posta o se stampati in filiale al terminal gratis.
Telebanking (internet) gratis.
Banking per telefono gratis.

Ma scherziamo?

Riccardo Escher 02.03.11 22:19| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori