Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Italia è una repubblica di sana e robusta prostituzione


donna_italia.jpg

"Caro Beppe,
stasera nella mia città, come in tante altre, inizieranno i festeggiamenti per i 150 anni. Ma di cosa? Mi sono rifiutata di appendere la bandiera al balcone perché non credo che l'Italia esista davvero. Formalmente sì ma come popolo no. Siamo un branco di individualisti che si riconoscono come popolo giusto quando gioca la nazionale. Non ci indigniamo più per quello che la nostra classe dirigente fa e dice; l'importante è avere il carrello della spesa pieno e una bella televisione con abbonamento a Sky. Sono amareggiata perché dopo la laurea ho lavorato diversi anni come libera professionista coniugando lavoro e famiglia avendo messo al mondo un discreto numero di figli. Dopo una separazione molto controversa ho ripreso a lavorare fatturando ogni euro che incassavo ( e anche quelli che alcuni clienti non mi hanno mai pagato ). Non ho mai smesso di seguire i miei figli da vicino lottando con una scuola pubblica che fa acqua con insegnanti che non sanno parlare l'italiano e che mi costringevano ad un lavoro extra serale di assistenza nello studio per essere sicura che imparassero ad esprimersi nella lingua nazionale. Con tutto ciò ho sempre pagato le stesse tasse che paga un collega che non ha prole e magari vive con i genitori...... Morale della favola da alcuni mesi ho cambiato lavoro: ricevo uomini su appuntamento. Mi prostituisco insomma. Non potevo fare diversamente. Stavo per dare il giro ed ero stufa di arrivare a certi week end con i figli in casa, il frigo vuoto e venti euro nel portafoglio. Le ho provate tutte ma alla fine mi sono buttata in un lavoro che sicuramente permette guadagni notevoli e tempo libero da dedicare ai figli. E di pagare i debiti che inevitabilmente si sono accumulati nel corso degli anni. Non è facile ma almeno provo l'orgoglio di poter garantire il minimo indispensabile ai miei figli. Però il tricolore lo lascio appendere agli altri". Maria

Grillo is back

Beppe Grillo is back - Tour 2011 (DVD e libro)
In prevendita con sconto del 10% fino al 23 marzo.
Acquista oggi
la tua copia.

16 Mar 2011, 17:49 | Scrivi | Commenti (1078) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Quand'è che la politica affronterà questo tema "bollente"? Quando usciremo dall'ipocrisia che ci impedisce di fare dei passi in avanti? Scrivo in un blog di un giornale locale e la settimana scorsa ho postato un articolo a riguardo: http://www.cesenatoday.it/blog/il-cittadino/oh-dio-che-bordello.html
Alla vigilia delle elezioni politiche, il tema dei diritti civili è il grande assente nei programmi elettorali dei partiti. Perché? Forse perché nessun partito vuole inimicarsi la Chiesa cattolica? Se non sono i cittadini per primi a mobilitarsi in prima persona, di certo non saranno i poteri forti a farlo, poiché hanno tutto l'interesse a mantenere lo status quo.

Riccardo TESSARINI, Forlì Commentatore certificato 28.01.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Può essere che la lettera di "Maria" sia vera.Se lo è si può capire ma non giustificare.Se tutte le donne che tirano avanti con poche lire al mese facessero come lei la nostra bistrattata Patria si che diventerebbe Repubblica delle puttane.Io la bandiera l'ho esposta e ne sono orgoglioso.E quando qualche ministro idiota,dopo aver giurato fedeltà alla Patria e di conseguenza alla Bandiera,si permetta di dire le cazzate che si sono sentite,un attimo dopo deve essere sbattuto fuori a calci nel culo dal parlamento.E non è vero che non si può fare niente,intanto cominciamo a non votare più questi sepolcri imbiancati di dx e di sx.Proviamoci almeno e smettiamola una buona volta col pianto greco.Mi domando quanti di voi hanno letto il programma di un movimento nato da poco(non ne faccio il nome,non ne hanno bisogno).Chi ha veramente a cuore il futuro di questa Nazione è ora che si svegli.Perché se crediamo che questa gentaglia faccia i nostri interessi stiamo freschi.A cominciare dal nostro Mr B,il quale è "sceso in campo"per non andare in galera e perché sull'orlo della bancarotta.Guardate adesso come si è ripreso bene!

Antonio A. 23.03.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, TI AMMIRO COME COMICO, NON COME CRITICO. QUANDO FU INVENTATA LA POLVERE DA SPARO DISSERO CHE IL MONDO SAREBBE FINITO, MA NON FU COSI'.QUESTA REPUBBLICA E QUESTI POLITICI DA TE TANTO CRITICATI CI CONSENTONO DI AVERE LA MASSIMA PROTEZIONE, MENTRE IL MONDO SI INGUAIA. DA NOI FUNZIONANO GLI ASCENSORI, LA LUCE ELETTRICA, LE AUTO GIRANO, LE AUTOSTRADE. UN ORGANISMO COME LE NAZIONI UNITE SI PRENDE CURA DI NOI.SULL'ENERGIA DICI TUTTO E NIENTE, SOLO CRITICHE AL BUIO. SAI QUANTO COSTANO LE TECNOLOGIE CHE ALTRI PAESI NON HANNO? SAI QUAL E' LA PROPORZIONE TRA IPOTETICHE ENERGIE ALTERNATIVE E FABBISOGNO? QUELL'EDIFICIO A 3500 METRI DI ALTEZZA DA TE INDICATO PROVVEDE SOLO AD UNA MANCIATA DI ENERGIA. E GLI ALTRI 6 MILIONI DI IMMOBILI? I PORTI? LE FERROVIE? L'ILLUMINAZIONE PUBBLICA? LASCIA STARE I MORTI. SAI CHE L'INCIDENZA DI MORTALITA' TRA NUCLEARE E CHI SEMPLICEMENTE PASSEGGIA IN AUTO O IN MOTO E' PARI A MENO DELLO 0,000001 PER MILLE, OVVIAMENTE A FAVORE DEL NUCLEARE. DURANTE LA COMPOSIZIONE DI QUESTO MESSAGGIO SAI QUANTI BAMBINI SONO MORTI DI FAME NEL MONDO? 120 BAMBINI. SOLO PER STATISTICIZZARE I SEI MILIONI DI EBREI UCCISI DAL NAZISMO E TUTTI GLI ALTRI MORTI DEL CONFLITTO IN TERMINI DI PERCENTUALE DI MORTALITA' SIAMO COPERTI PER ALMENO ALTRI QUATTROMILA ANNI....LASCIA STARE I MORTI: EVOCANO EMOZIONI ED A TE, IN FONDO, NON TE NE FREGA UNA CAZZO DI LORO.....PENSA SOLO ALLE COMODITA' CHE HAI FUORI E DENTRO L'USCIO....HAI MAI ESTRATTO UN LITRO DI PETROLIO DAL SOTTOSUOLO? HAI MAI PRESO UN AEREO O UN TRENO COSTRUITO DA TE? HAI MAI ACCESO UNA LAMPADA CON L'ENERGIA SOLARE? TI SEI MAI CURATO CON LE ERBE? TI SEI MAI TOLTO UN DENTE CON LA PINZA? RINGRAZIA TUTTI QUEGLI ITALIANI CHE TI HANNO DATO QUESTO BENESSERE E SE PENSI, COME DICI, AD ENERGIE ALTERNATIVE, LE DEVI PROPORRE CON FORMULE ALLA MANO, ALTRIMENTI RESTERANNO SOLO CHIACCHIERE OPPURE....MEDIOEVO PROSSIMO VENTURO! NON INCAZZARTI....ACCETTA LA REALTA'DELLE COSE....SALUTI

DAVIDE CIANCIO 22.03.11 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Nucleare in Italia.
Avevo votato no nell'87 ma ultimamente stavo riconsiderando la mia posizione di allora, ma poi proprio in questi giorni mi è venuto un dubbio grande come una casa in qualche modo suggerito dagli avvenimenti in Libia e Giappone, e questo potrebbe essere credo un argomento pesante nel dibattito contro il nucleare:
Si sta parlando della sicurezza degli impianti, di quarta o quinta generazione, di "stress test" (visto che anche l'Italia è un territorio sismico)sembra che questi siano gli unici pericoli reali risolti i quali nulla osterebbe alla loro costruzione. Molti detrattori d'altra parte fanno notare che c'è una debolezza propria tutta Italiana dovuta alla tradizionalmente opaca gestione amministrativa e politica degli appalti, la presenza massiccia di associazioni criminali che metterebbe a rischio il corretto smaltimento delle scorie, ma oltre a questi argomenti, sui quali politici e amministratori non hanno ovviamente, alcuna sensibilità, c'è un altra questione di ordine militiare: chi ha pensato per esempio, che in caso di guerra "normalmente" i primi obiettivi dei bombardamenti oltre ad essere strade, ponti, porti e aeroporti, ad esser colpiti sono gli impianti industriali? Lo ripeto: gli impianti industriali. E noi parliamo di centrali nucleari antisismiche? E i danni pazzeschi e irreversibili che potrebbero provocare dei tradizionalissimi bombardamenti? Siamo così certi che non avremo più guerre sul nostro territorio in futuro?
Non credo che sia possibile costruire delle centrali sicure anche da questo punto di vista.
Dobbiamo quindi avere anche la consapevolezza che avere le centrali sul proprio territorio significa anche disporsi ad una gravissima vulnerabilità in caso di guerra.
Grazie per l'attenzione
Andrea Randi

Andrea Randi 22.03.11 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Anni fa la signora Maria si sarebbe prostituita ma non si sarebbe mai permessa di gridarlo ai 4 venti. Se oggi Maria si prostituisce e lo afferma su un blog come questo è perchè ormai prostituirsi è una cosa normale, la prostituzione è ovunque e non parlo solo del sesso a pagamento. Allora chi si arrende prende la cosa come un alibi, è il concetto del "ma tanto lo fanno tutti". A Maria voglio dire che quello che fa è una porcheria e soprattutto lo è per i suoi figli, i suoi figli MAI accetterebbero che lei si prostituisca per loro, se lo fa è per se stessa, per mettersi alle spalle il duro lavoro e godersi la dolce vita offerta da questa attività. Maria, prova guardare in faccia i tuoi figli quando saranno sedicenni e dirgli che ti prostituisci per loro.

Filippo C. 21.03.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

cara maria, ma cosa mi scrivi mai.... io sono un padre separato da una ex che ha preferito abbracciare il mondo escort o come vuoi definirlo tu della vita fatta con scioltezza nel mondo dei ricchi senza cuore ma con molti soldi e tanta cocaina.... purtroppo dopo anni di battaglie contro questi personaggi che corrompono fino all'osso anche le istituzioni che dovrebbero sbatterli in galera mi sono rassegnato ad avere una ex che ormai è diventata grazie a questi l'ombra di se stessa e cerca di mantenere davanti ai figli una parvenza di dignità pèoichè di soldi non ne ha fatti è stata usata e riusata per i lòoro porci comodi e in più e costretta al silenzio poichè sà benissimo che quando entri in certe cose non puoi uscirne e tanto meno parlarne , l'unica cosa buona che fai tu è la scelta consapevole, ma ti metto in guardia da una cosa , prima o poi nemmeno il tuo corpo avrà valore... purtroppo per te e allora cosa riuscirai a vendere???? patate... penso che la soluzione per voi donne e sempre la più semplice tanto un'uomo che ha soldi.... arriva sempre... ma dimmi perchè ti sei separata forse da questo si potrà capire anche da dove arriva la tua indole...

luca 21.03.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca
a dire il vero ho difficoltà a seguire il filo del tuo post. Un frullato di affermazioni-domande che evocano un passato, a tuo dire, che non ha senso considerarlo oggi, in quanto adesso non si può più vivere senza soldi, mentre allora quel poco ci ha accompagnato verso la "middle class".
Conmplimenti, affermazioni che non lasciano adito a dubbi!
Vedi l'indispensabile di oggi che ti induce a prostituirti poteva essere benissimo il superfluo di allora.
Io ti dico che quello che cambia è l'atteggiamento o meglio l'attegiamento culturale, nei riguardi del denaro, e quello che ognuno di noi è disposto ha fare per ottenerlo. Per il resto "munnu a statu e munno sarà" si dice dalle mie parti. Io sono disposto a tutto per sfamare i miei figli ma non mi prostituirò per pagargli la retta a scuola.
Chiarezza di principi non elucubrazione con madonne maddalene e bla bla.

Rosario 20.03.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Molti in questo blog non hanno ben a mente che:

1) siamo in quello che un eminente manager ha chiamato “il dopo cristo” e dunque in un mondo dove molti non sopravvivono non dico dignitosamente ma affatto con i redditi da lavoro. Quei redditi che 20, 30 o anche 15 anni fa li avevano portati alla soglia della middle class.

2) fare raffronti con i nostri genitori, nonni, eccetera non ha senso. Erano tempi e situazioni diverse, per certi versi molto peggiori ma per molti anche assai migliori. Ad esempio si poteva non avere mai il superfluo ma l'indispensabile si anche se con grande sforzo. E poi la prostituzione è sempre stata endemica nel belpaese magari si chiamava in altro modo; perpetua, mantenuta, ragazza di facili costumi, ecc., oggi non si chiamano escort?

3) fare la prostituta è un lavoro certamente discutibile ma assai meno, anzi a confronto di una dignità cristallina!,di molti socialmente sdoganati; tagliatore di teste, barone nelle università, boiardo di stato, imprenditore parassita dedito ai finanziamenti a fondo perduto, politico corrotto, giornalista venduto, e potrei andare avanti ancora.
Quando tornate a cosa riflettete su quello che fanno mamma e papà e ricordate - per chi è cristiano o meno è irrilevante è il simbolo che conta - che sotto la croce c'è la madonna e la maddalena!

Ciao

L.

luca A 20.03.11 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora Maria,
con tutta la buona volonta non riesco a capire il nesso di causa ed effetto tra la prima e la seconda parte del suo post. Ho visto la storia dell'uomo immersa nella povertà e nella disuguaglianza, ho visto i miei genitori riscaldarsi con la legna raccolta per caso, ho visto mia madre sistemare i borsoni come meglo si poteva ogni qualvolta prendevo il treno per tornare nella città dove ho studiato, ma non sarei stato più felice, adesso, sapere che mia madre per darmi di più si sarebbe concessa. Credo che alla base della sua scela vi sono malcelate ragioni che la inducono a concedersi per appunamento. Signora Maria io temo che uno dei mali con cui dovranno fare i conti i miei e i suo figlio è la DERIVA che si appalesa un poco alla volta. Rosario

Rosario Pensabene 19.03.11 19:12| 
 |
Rispondi al commento

c e molta piu dignita
DI ESSERE UNA PROSTITUTA
che di un ministro che l ha data a tutti per arrivare alla carica di ministro

io la bandiera non la esporro mai
finche l italia meritera di essere esposta

certi post ricordano certi metodi
IRANIANI KHOMENEISTI
innome di dio allah si condanna
la donna adultera alla lapidazione
e l adultero alla fustigazione (sempre che si trovi???)
MA IL PECCATO NON E LO STESSO????

CHI E SENZA PECCATO SCAGLI
LA PRIMA PIETRA
ma
siete convinti di essere senza peccato.....
magariNON avete votato uno dei due schieramenti politici che hanno creato questo
disagio sociale
ed e inutile credere che la colpa sia sempre del altro
il lavoro precario fu adottato dalla sx e dx
e mantenuto fino ad esso da entrambi schieramenti
gli incentivi per le ditte a emigrare furono bipartisan
e ci sono ancora adesso.....
gli incentivi del
...qui ce posto per tutti (della sx)
e della leggi sulla clandestinita (dx e lega)
rivolte agli immigrati extracomunitari
SERVONO SOLO PER CREARE POSTI DI LAVORO PER NUOVI SCHIAVI MODERNI
E A ABOLIRE I DIRITTI CONQUISTATI DEI NOSTRI LAVORATORI
per creare una forzalavoro a basso costo
e obbligare i nostri alle loro neoleggi LIBERALI STILE 800
FARE LEGGI CONTRO I LAVORATORI ....
DEL MARCIAPIEDE
*SOLO PER FARE CASSA
solo per nascondere di esserne la causa
E DA IPOCRITI

stefano b., rovato Commentatore certificato 19.03.11 12:25| 
 |
Rispondi al commento

triste storia ma piu triste e pensare che
certi post siano scritti da gente che
pensa di condannare
ma poi NE E ANCHE LA CAUSA
durante il fascismo comandavano i fascisti
la vita tutta era diretta nel bene e nel male
dai fascisti
sia ben chiaro che fecero piu loro dei nostri "democratici per il popolo italiano "
LE PENSIONI AD ESEMPIO SONO UNA LORO PROPOSTA

ma come i nostri politicaz..erano inclini al
alla corruzione
tra le tante leggine ad hoc
una particolare
IL DIVIETO DI MENDICARE
il loro modo di politica aveva creato il disagio
sociale e per nasconderlo a quelli che stavano un po meno male degli altri gli si proibiva di ...esternare la loro condizione disagiata
VITIME 2 VOLTE
OGGI CON LA DEMOCRAZIA E TUTTO CAMBIATO
....falso e tutto uguale a quei tempi
lo stato e i vari governi stanno facendo e disfacendo a proprio comodo e interesse
IL LAVORO E O INESISTENTE O A LEGGI ...LIBERALI DEL 800
e dato che le donne sono le prime vittime di un mondo del lavoro
(quelle che lavorano hanno paghe minime rispetto al uomo) e le prime ad essere licenziate
mettiamoci nei panni di una di queste che vive sola in una citta con debiti senza soldi
che fareste voi
gli eroici che muoiono per la causa....
le leggi contro la prostituzione di sx e di dx
serve solo per nascondere chi a prodotto le le cause e non gli effetti
e il divieto di mendicare (stile fascio) nel nuovo modello made in democrazia
il problema e che ...se ci fossero molto
piu lavoro
ci sarebbe meno ..gente sui marciapiedi
MA GUARDA CASO E MEGLI UNA LEGGE SULLE PUTTANE (PER FARE CASSA )
O RISOLVERE CON LEGGI AD HOC IL LAVORO IN ITALIA
invece di esonerare diritti e INCENTIVARE le ditte ad andare al estero?????

stefano b., rovato Commentatore certificato 19.03.11 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma dico io, pensi davvero che prima o poi non dovrai fare i conti con la tua dignità persa? E pensi davvero che quel conto sarà più sopportabile della vita di grandi sacrifici che facevi prima?
Sai qual'è la verità, cara Maria? La verità è che tu, come molte altre donne ormai, ritenete che tutto sommato vendersi conviene ed sia anche di "moda". Quando, però, i tuoi figli si troveranno in un mondo di merda, senza più valori e rispetto per gli altri, non osare lamentarti. Molti auguri.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.03.11 00:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con rispetto di chi è convinto di essere Italiano lo rispetto ma invito a leggere ATENTAMENTE giusto per fare una sintesi veloce per chi ancora deve CONOSCERE e fugare ogni possibbile dubbio che il popolo Sardo fino a che costituirono il 151° e il 152° fanteria, La Brigata Sassari, Sardi rispettosi de sa Limba e delle tradizioni in pieno periodo Sabaudo. Fu costituita il 1° Marzo del 1915 a Tempio Pausania (SS) e a Sinnai (CA), su due Reggimenti, appunto il 151° e il 152° fanteria, composti interamente da Sardi che formarono la Brigata Sassari. Nella Brigata, si può dire che durante il corso della guerra passarono tutti i sardi aventi obblighi di guerra. E poiché nell'Isola fu fatta la leva in massa, alla quale si sottrassero solo i ciechi, vi passò tutta la Sardegna, nessun paese escluso. Per disposizione del Comando Supremo, i Sardi inquadrati in altri reparti venivano trsferiti alla Brigata. I vuoti che si creavano dopo ogni combattimento, sul Carso, sull'Altipiano d'Asiago, sull'Altipiano della Bainsizza, sul Piave, e poi ancora sull'Altipiano d'Asiago e venivano colmati da Sardi. Gli ufficiali non erano tutti Sardi, che non erano in numero sufficiente per sostituire quelli che cadevano. Vi furono anche, parecchi ufficiali non sardi delle più disparate regioni. Ma tutti si sardizzavano, ballavano anch 'essi la danza nazionale Sarda e anch 'essi cantavano il duru duru. E poiché rare erano le famiglie che non avessero uno dei loro in guerra, tutta la Sardegna partecipava della commozione e dell'orgoglio che la Brigata suscitava. Questi soldati della Brigata, è semplice a dirsi, erano contadini e pastori. Quando le nostre compagnie passavano in riga e si faceva l'appello per mestiere, il 95% risultava di contadini e pastori in pratica la guerra la facevano i contadini e gli operai. La guerra (CHIEDETEVI) perchì e perché la facevano?.
Laguerra fù fatta dai Sardi convinti di dare Sa VIDA pro sa PATRIA e (SAPETE) quale era per questi (IGNARI EROI) sa SARDIGNA, pensa

MARIO FLORE, Elmas Commentatore certificato 19.03.11 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Laguerra fù fatta dai Sardi convinti di dare Sa VIDA pro sa PATRIA e (SAPETE) quale era per questi (IGNARI EROI) sa PATRIA, pensa un pò erano (ANCORA) convinti di morire pro Su REGNIU SARDU.
Il Regno di Sardegna ( Regnum Sardiniae et Corsicae) fu istituito nel 1297. IL regno apparteneva alla Chiesa e veniva dato in perpetuo ai Re dellaCorona d'Aragona in cambio di un giuramento di vassallaggio e del pagamento di un censo annuo. dal 1324 con la guerra mossa dai Catalano Aragonesi contro i Pisani, in alleanza col regno giudicale di Arborea. La conquista fu a lungo contrastata dalla resistenza sull'Isola del medesimo Regno di Arborea e può considerarsi finalmente conclusa solo nel 1420 con la definitiva sconfitta del regno giudicale. Fece parte della Corona di Aragona fino al 1713. Subito dopo la guerra di successione Spagnola, entrò a far parte dei domini degli Asburgo d'Austria che la cedettero a Vittorio Amedeo II Duca di Savoia ricevendone in cambio il Regno di Sicilia. Nel 1847 confluirono nel Regno tutti i possedimenti della Casa Reale Sabauda con la cosiddetta (FUSIONE PERFETTA). l'Isola divenne una regione di un'entità statuale conservando il nome di Regno di Sardegna ancora per qualche anno, finché, una volta raggiunta l'Unità d'Italia divenne parte integrante del nuovo Regno d'Italia.

MARIO FLORE, Elmas Commentatore certificato 19.03.11 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Perche' parlamentari donna che hanno fatto carriera politica per le loro prestazioni sessuali trovano anche un coglione che se le sposa e ci fa pure i figli?
Sono masochisti?
Gli piace avere come moglie una che si e' ripassata qualche bel parlamentare compreso il capo?
Quando cammina per strada e'orgoglioso di portare sottobraccio una poco di buono e tutti che gli ridono dietro?
Perche' non sposano brave ragazze?
Perche' gli piacciono le iolande aperte e scassinate da tanti?

maria 18.03.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA NESSUNO SI E' ACCORTO CHE QUESTO POSTE' LA TRAMA DELL'ULTIMO FILM DELLA CORTELLESI???

Luca 18.03.11 21:18| 
 |
Rispondi al commento

leggere questi commenti indifferenti, piuttosto che pieni di indignazione mi rende triste.. siete indignati verso una donna, madre, disoccupata e sola e orgogliosi della vostra patria? contenti voi. ma di questi tempi, come ha scritto qualcuno, si potrebbe essere piu uniti, piu sensibili, e perdonare di piu'.
io il mio futuro lo sto costruendo ora, e non credo neppure sara' in italia, purtroppo. e mentre spero e combatto per non dovermi mai trovare in una situazione simile. vi chiedo. ma come fareste voi, donne che scrivete e criticate maria.. senza i soldi per fare la spesa.. con il rischio che gli assiestenti sociali vi portino via i figli..?????

domitilla quadrelli 18.03.11 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ti stimo.
Mi sono venuti i brividi, e a cose fatte mi sento ancora più schifata al pensiero di dover vivere in questo paese di viscidi.
Anche il mio ragazzo, che ha ditta, ha rischiato di chiudere di netto quest'anno per colpa della sua "onestà" (perché è così che va chiamata, non è più una cosa normale, sta diventando quasi un utopia). "La gente non paga ma lo Stato esige." Inoltre, ieri sono stata tutto il giorno a letto. Mi sono completamente rifiutata di sprecare qualsiasi tipo di energia che potesse contribuire al festeggiamento di questo paese maledetto. Anche io aspetto di laurearmi però, a cose fatte, detto sinceramente non aspetterò di arrivare a sfiorare il baratro della depressione, magari con una pallottola nel cranio per un paese corrotto che non riconosce neanche le cose più ovvie. Non voglio più regalare i miei soldi, la mia volontà, la mia ONESTA' e la mia sanità mentale per questo.
Te lo ripeto, grande stima per te, e tanti auguri per la sana crescita dei tuoi figli.
Fintantoché la gente terrà gli occhi chiusi, non si smuoverà mai niente.

Ilenia Galletti 18.03.11 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho volutamente appeso la bandiera al porta asta del mio balcone, perchè nella mia città( Genova) siamo stati parchi anche in questo,cioè nel riconoscere l'appartenenza ad un popolo ad una Nazione quella dove purtroppo o per fortuna siamo nati e viviamo. Personalmente mi dispiace leggere la rinuncia alla vita della signora Maria, non ho figli e non sò cosa si provi ad avere difficoltà nel loro mantenenimento, però sono una donna e sò per certo che abbiamo tante risorse le auguro di riconoscere le sue, credo che in questo momento sarebbe molto utile per tutti noi guardare oltre questo disagio e restituire la rabbia che ci accomuna a chi ce la fatta venire, poichè la rabbia toglie forza e lucidità come si dice " è cieco di rabbia" e noi adesso ci dobbiamo vedere benissimo. buona giornata a tutti Paola

Paola De Benedetti 18.03.11 17:19| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è una repubblica di merda?

http://alministroalfano.splinder.com/

Mi permetto di disturbarLa per chiedere un Suo benevolo intervento affinchè la questione che vado ad esporLe possa giungere all'esame dell'Ufficio del Ministero di Grazia e Giustizia cui compete la sua risoluzione.

Il motivo per cui ritengo opportuno chiamarLa in causa tramite questa lettera, trae origine dalla strafottente negligenza con cui il Governo centrale e le Istituzioni locali affrontano tale questione: infischiandosene altamente che la stessa fu portata alla loro attenzione dall'autorevolezza della Presidenza della Repubblica; da una interrogazione parlamentare presentata all'ex Ministro [...]
Concludo con una domanda che ho formulato in maniera tale da garantirLe anche la facoltà di non rispondere: "Qual'è l'inesistente differenza tra i funzionari governativi che se ne infischiano di risolvere i problemi da loro stessi creatimi e una manica di bastardi, infami e farabutti?"

AugurandoLe buon lavoro, porgo distinti saluti.

Yves Toniout Commentatore certificato 18.03.11 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Questo ultimo post è semplicemente penoso ... Grillo potevi postare di meglio, mi deludi.

Mauro T 18.03.11 15:23| 
 |
Rispondi al commento

vorrei commentare l'articolo di Maria.
ovviamente la libertà individuale è sacrosanta ma vorrei chiedere a Maria qualche informazione in più riguardo il suo matrimonio.
in modo particolare vorrei chiederle come mai è arrivata ad un numero considerevole di figli, se anche suo marito è scappato in africa, se qualche volta ci ha pensato prima di procreare che la legge italiana praticamente sradica la figura paterna limitandola ad un bancomat. vorrei sapere se pensa realmente di essere convincente adducendo le sue motivazioni per la sua scelta di prostituirsi. si è chiesta, anzi me lo chiedo io, se ha il coraggio di baciare i suoi figli la sera?
veda cara maria anche io, in fondo, faccio un lavoro che non mi piace, non mi permette di arrivare a fine mese e soprattutto non mi permette di dare ai miei figli un euro in più rispetto a quanto stabilito consensualmente.
cosa dovrei fare? prostituirmi anch'io?
trovo la sua testimonianza abberrante perchè motiva una scelta di vita con un'esigenza. Le esigenze sono varie e di varia natura. anche le amichette del premier sono tipi esigenti.

luca

luca di stasio 18.03.11 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno mai che prenda nota che se non ci fossero uomini così più in basso degli animali, che cercano sesso e gli va bene a pagamento e non per amore, non esisterebbero le prostitute? Io sono una donna e non posso capire, ma quel desiderio di sesso così, fine a sé stesso, che non è un proseguo di gesti d'amore, lo trovo denigrante per tutti,uomini e donne è come quando si parla sempre delle madri e non ci chiediamo "ma il padre dov'è?, dov'era?" sono gli uomini che creano la prostituzione ma troie sono le donne!!

maria grazia 18.03.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sono d'accordo con la pubblicazione di questo post, perchè nonostante l'Italia in questo periodo faccia schifo e sia governata da pagliacci, dobbiamo essere quanto più uniti possibile. La storia di Maria nn fa altro che dividere ma sopratutto fa vincere questo sistema.
Di queste storie ne è pieno il mondo tant'è vero che il mestiere della prostituta è il più vecchio del mondo, ma nn per questo dobbiamo farne un vessillo.Ma poi in fin dei conti nn l'abbiamo voluto noi questo sistema votando questi pagliacci?
io comunque la bandiera l'ho appesa perchè credo la storia italiana nn sia tutta da buttare e poi guardandomi intorno noto che un pò tutti gli stati stanno passando un brutto momento Giappone in primis.
ciao

Raffaella Simone 18.03.11 10:45| 
 |
Rispondi al commento

La "fortuna" di nascere donna.

Paolo 18.03.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento

BENCHE' BERLUSCONI ABBIA MILITARIZZATO LA RAI, INVIANDO TRUPPE D'ASSALTO COME FERRARA, CHE HA FATTO FLOP PERCHE' GLI ITALIANI HANNO CAPITO CHE E' UNO STRASCINAFACENTE AGLI ORDINE DEL CAVALIERE, E ORA IN ARRIVO ANCHE IL LOGORROICO SGARBI, ETERNAMENTE FUORI DI TESTA,MALEDUCATO ED INVASATO, IL POPOLO LO HA PRESO A FISCHI E PERNACCHIE QUANDO SI E' PRESENTATO AL SEGUITO DI NAPOLITANO PER LA FESTA DEI 150 ANNI DELL'UNITA' D'ITALIA.POVERINO..... OLTRE AD ESSERE ARRIVATO IN RITARDO E' DOVUTO SGAIATTOLARE PER UNA PORTA DI SERVIZIO PER NON ESSERE ,ANCORA UNA VOLTA, PRESO A FISCHI E SPERNACCHIATO.CARO SILVIO MA PERCHE' NON TI DIMETTI COMPIENDO ,ALMENO ALLA FINE DELLA TUA CARRIERA,UN ATTO DI RESPONSABILITA' CIVILE ? PENSA QUANTO TEMPO POTRAI AVERE A TUA DISPOSIZIONE PER ESIBIRTI NEL BUNGA BUNGA ED AMENITA' VARIE INSIEME ALLE TUE AMICHETTE DI BASSA LEGA.ANCHE IL FANTOCCIO BOSSI HA CANTATO L'INNO DI MAMELI : NON MERITAVA TANTO ONORE.INOLTRE PER GIUSTIFICARE L'ASSENZA DELLA SUA SOLDATAGLIA DI MINISTRI PADANI HA SOLENNEMENTE AFFERMATO : BASTO SOLO IO ! BOSSI UNO E TRINO, UN DIO CELTICO DALLE GAMBE TRABALLANTI ED IL CERVELLO FUSO. PERO' NON E' SPENTA OGNI SPERANZA PER IL POPOLO LEGHISTA : PENSATE CHE DOPO BOSSI AVRETE SUO FIGLIO RENZO A GUIDARVI PER I SENTIERI DELLA GLORIA PADANA. POVERA PRESTIGIACOMO,INESISTENTE MINISTRO DELL'AMBIENTE,SENZA NEMMENO GUARDARSI INTORNO PER CAPIRE, COSA A LEI DIFFICILE, COSA PENSAVANO GLI ALTRI MINISTRI SUL NUCLEARE, SEMPRE PER COMPIACERE IL SUO GAUDENTE SOVRANO HA DICHIARATO CON QUELLA SUA VOCE QUERULA :IL GOVERNO PROSEGUIRA' NEL REALIZZARE IL SUO PROGRAMMA NUCLEARE. TUTTI AVRANNO PENSATO : MA QUESTA E' COSI' O SI FA.LO SAPETE CHE IL POVERO BONDI OFFESO ED UMILIATO DAL SUO MENTORE DAL MESE DI DICEMBRE, MENTRE CADEVANO LE CASE A POMPEI, SI E' RITIRATO A CASA SUA E NON HA PIU' MESSO PIEDE NE SUO UFFICIO AL MINISTERO DELLA CULTURA ?PROPRIO LUI CHE SCRIVEVA TANTE POESIE A SILVIO.SI E' VERO IL POVERINO MI FA VERAMENTE PENA ,SOLO ED ABBANDONATO.UMBY

UMBERTO CAPOCCIA 18.03.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Sui viali dietro la stazione
rubò l'incasso a una regina
e quando lei gli disse "Come "
lui le risposte "Forse è meglio è come prima
forse è ora che io vada "
e la regina lo seguì
col suo dolore lo seguì
sulla sua cattiva strada.
E quando poi sparì del tutto
a chi diceva "È stato un male"
a chi diceva "È stato un bene "
raccomandò "Non vi conviene
venir con me dovunque vada,
ma c'è amore un po' per tutti
e tutti quanti hanno un amore
sulla cattiva strada
sulla cattiva strada.

Nando Magario 18.03.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Cara sig.ra Maria, l'Italia ha tanti mali, anzi gli italiani.
Sono d'accordo con Lei, ma non giustifichi la sua scelta di fare la puttana con i mali degli italiani.

beppino beppini 18.03.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi riferisco a Maria prostituta per passare più tempo con i figli e allergica alla festa nazionale. Non giudico la sua scelta, risponderà alla propria coscienza, ma soprattutto risponderà ai propri figli. Penso invece alle tante "colleghe" di Maria, straniere e spesso giovanissime, che per pochi euro si vendono sulle strade di periferia delle nostre città. Schiave, maltrattate dai magnaccia, disperate, arrivate in Italia con false promesse di lavori certamente più dignitosi. Molte di loro riescono ad uscire dal giro e a ritrovare il respiro della dignità,molte altre non possono perchè terrorizzate dalle ritorsioni dei loro padroni, altre ancora sono state inghiottite nel nulla, uccise dalla follia di qualche cliente. Ecco, cara Maria, prima di parlare con una certa leggerezza della prostituzione, guardati attorno.

giusy colmo 18.03.11 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Chi paga al figlio di Bossi €. 10.000 al mese ?
Tempo fa, ebbi a sentire che era stato assunto dall'Automobilòe Club Milano. Così fosse, ci sarebbe da accertare le presenze in servizio e in quale modo è stato assunto(l'A.C.Milano è Ente Pubblico!). Qualora oggi risultasse "distaccato", si dovrebbe controllare a quale titolo e per quali incarichi

Aldo Giarrusso 18.03.11 06:42| 
 |
Rispondi al commento

Noi padani non ci ha interessato la festaggiare i 150 anni per l'unita' Italiota, voi Italioti che avete festeggiato avete il lavoro? Immagino che tra tanti di voi ci sono molti dissocupati!! Quindi il vostro articolo 1 della costituzione dice: L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. QUALE LAVORO ? CHE CONTINUA AD AUMENTARE LA DISSOCUPAZIONE, E VOI ITALIOTI CHE SIETE DISSOCUPATI CON QUALE CORAGGIO AVETE FESTEGGIATO I 150 ANNI,IN QUANDO NON VIENE RISPETTATO IL VOSTRO ARTICOLO 1 DELLA COSTITUZIONE ? INOLTRE CE' L'ARTICOLO 4 SEMPRE DELLA COSTITUZIONE ITALIOTA CHE DICE:La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.TUTTO CIO' E FALSO PER IL MOTIVO CHE VIENE FATTA DISCRIMINAZIONE CONTRO AGLI OVER 40 ENNI PERCHE' NON SONO PIU' IDONEI AL LAVORO,SI SALVANO SOLO PER UN CERTO PERIODO QUELLI CHE SONO IN MOBILTA' O CASSA DI INTEGRAZIONE, E QUELLI ISCRITTI ALLE CATEGORIE PROTETTE PERCHE' HANNO TUTTI LO SGRAVO FISCALE FINITO IL PERIODO UN CALCIO NEL SEDERE E NON CE' PIU' LAVORO PER QUESTE CATEGORIE !!! SECONDO VOI E' IN QUESTO MODO CHE VIENE RISPETTATA LA VOSTRA COSTITUZIONE !!! VOI CHE AVETE FESTEGGIATO I 150 DOVETE VERGOGNARVI SIETE TUTTI FARABUTTI E MASCALZONI NON SAPETE COSA FATE,VI FATE PRENDERE PER IL CULO DAI POLITICI ITALIOTI E DA QUEL PARASSITA PRESIDENTE DELLA VOSTRA REPUBBLICA!!!!

Marco 18.03.11 04:40| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è una Nazione. Gli Italiani sono un Popolo. Nonostante tutto quello che è accaduto in questi ultimi venti anni, abbiamo ancora la forza di indignarci. Ho da pochissimo ultimato la lettura di un bellissimo libro, "La civiltà dell'Empatia" di Jeremy Rifkin, e semmai non l'avessi ancora metabolizzato, mi è chiaro il messaggio: siamo un unico grande popolo, un unico grande insieme di creature viventi, che debbono saper coesistere rispettandosi ed aiutandosi vicendevolmente, senza sopraffazioni, senza egemonie, da pari a pari. Non ha senso vincere se sai che c'è chi perde, non ha senso accumulare se sai che c'è chi non ha niente. I concetti di crescita e sviluppo devono assolutamente essere rimodultati in questo senso. Vi avrò fatto venire il diabete, ma questo è il messaggio. Per Maria: hai mai provato a chiedere aiuto, lo so è umiliante, ma potresti scoprire un nuovo mondo.

Carlo Albanese 18.03.11 00:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


E solitario, il Tricolore sventola

Dai tetti del Cairo
Abdul,
insieme ai suoi colombi,
guarda
un regime graffiato a morte
dagli artigli del popolo della sfinge.
S’infiamma l’Africa affamata,
assetata di democrazia
e libertà.
Terrorizzati, i figli di Hiroscima
attendono anche la neve.
Il nostro martoriato
e t'avvolta vilipeso Tricolore
sventola solitario
a risvegliare
gli intorpiditi animi
e le coscienze.

17 Marzo 20011
Per i centocinquantanni dell’Unità d’Italia (1861-2011).
www.salvatoreazzaro.it

Salvatore Azaro da Giarratana 17.03.11 23:17| 
 |
Rispondi al commento

meriti un posto in parlamento.
------------------------------

Luca S. 17.03.11 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordavo che il Maestro A. (V elementare), quando ci raccontò a mo’ di favole le guerre di indipendenza, il risorgimento ecc. (Pisacane - eran 300 eran giovani e forti, i Fratelli Bandiera, Garibaldi, Mazzini e Verdi - i 3 Beppini-ecc. ) ci aveva detto che l’Unità d’Italia era stata ottenuta dagli italiani nell’anno 1860, ed era stata sancita dai plebisciti a suffragio universale (per esempio Il centocinquantesimo anniversario del plebiscito in Toscana per l'unità d'Italia è 11-12 marzo 1860)

in suo ricordo sono andato a vedere (viva Internet) se avevo perso quelle “nozionistiche “ informazioni, ho scoperto che:

- l’ultimo plebiscito fu quello del 21/10/1860 quando si tenne il plebiscito per l’annessione del Regno delle Due Sicilie al Regno di Sardegna (a parte brogli antonellarandazzo.blogspot.com/2007/08/risorgimento-insanguinato-parte-ii.html)

- dopo, il 26 OTTOBRE 1860- Garibaldi incontrò a Teano Vittorio Emanuele e lo saluta "Re d'Italia"

- dopo, il 17/12/1860 fù annunciato lo scioglimento della Camera, e fissate le prime elezioni politiche generali per il 27/01/1861 per consentire l'elezione di un Parlamento che rappresentasse i nuovi territori italiani,
da Wikipedia:
Nel gennaio 1861 si tennero le elezioni per il primo parlamento unitario. Su quasi 26 milioni di abitanti, il diritto a votare fu concesso dai nuovi governanti solo a 419.938 persone (l'1,8%), sebbene soltanto 239.583 si recassero a votare; alla fine i voti validi si ridussero a 170.567, dei quali oltre 70.000 erano di impiegati statali. Vengono eletti 85 fra principi, duchi e marchesi, 28 ufficiali, 72 fra avvocati, medici ed ingegneri.

_ Ecco ciò che quest’anno ci fanno festeggiare il 17 marzo - http://cronologia.leonardo.it/storia/a1861a.htm - recita "per se e per i suoi successori..." (del popolo e dell’unità? chi se ne frega!)
A tutti un augurio e ricordate che ogni giorno è sempre e comunque l’occasione di festeggiare un ennesimo non compleanno (L. Carroll)

Michelangelo M., Nurmo - Finlandia Commentatore certificato 17.03.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Maria, sono una mamma di 39 anni di due bimbi uno di 9 e uno di 4. Purtroppo da 7 anni sono rimasta a casa e ti posso dire che vivo da quel giorno in un limbo, mio marito ha lavorato come un matto per riuscire a compensare la mancanza di un secondo stipendio, calcolando che il suo è tassato essendo dipendente da lì non scappi non ti puoi permettere di evadere. Stiamo cercando un lavoro per me che mi permetta di seguire anche i bimbi, ma tutti i datori di lavoro non considerano le donne con figli e di una certa età in grado di soddisfare le loro esigenze lavorative, anzi sei considerata VECCHIA, io ho vissuto questi anni come se ogni mattina rivivessi lo stesso giorno di merda, è una malattia, ti si logora il cervello, vivi con l'ansia di arrivare in panetteria e riuscire almeno a prendere una pagnotta senza farti figuaracce perchè non ti bastano i soldi. Questa è l'ITALIA? io sono italiana? Perchè ogni santo giorno mi chiedo dove ho sbagliato, ma non è mai arrivata la risposta, ho la fortuna di avere la mia famiglia. Mi dispiace che tu abbia dovuto affrontare una scelta così, ma se riesci pensa a te, pensa che i tuoi figli hanno bisogno sì di una madre che li sostenga, ma devi essere una persona che nonostante le avversità esci tutti i santi giorni con la testa alta e orgogliosa di te stessa, io arriverei a mangiare pane e acqua, ma non svenderei mai il mio corpo. Il mio pensiero è con te e purtroppo le cose saranno sempre peggio, specialmente per i nostri figli. Con affetto Laura

Laura mancino 17.03.11 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Se l'immagine delle donne è guastata è solo colpa delle donne stesse!
Care italiane, se volete davvero cambiare le cose dato che siete oltre la metà della popolazione e del PIL di questa nazione, cominciate con il boicottare in prima persona i prodotti e i servizi delle aziende che mostrano immagini di donne oggetto tutte cu** e tet**!

Marco ., Pontremoli Commentatore certificato 17.03.11 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Non penso di poter giudicare il comportamento di Maria, infatti delle due l'una, o è cosciente del fatto che la scelta è spregevole ed umiliante, e quindi i conti con la sua coscienza li dovrà fare fino a che vive, oppure si tratta di una scelta consapevolmente economica, diciamo di "ne valeva la pena" e quindi tutto quello che ha un aspetto morale e di rispetto verso se stessa, e verso la sua famiglia, passa in secondo piano, faccio solo una considerazione, tantissime persone sopportano in nome del "ne valeva la pena" situazioni ben peggiori di questa, senza che si facciano dibattiti, alla fine si tratta di scelte personali
che, ognuno fa con la convinzione di fare bene, salvo scoprire poi se erano giusta o no, e nel caso peggiore le conseguenze saranno adeguate.

Riccardo B., bologna Commentatore certificato 17.03.11 21:02| 
 |
Rispondi al commento

...Beh... se proprio si deve...
D'altronde il raziocinio ce lo siamo venduto da un pezzo prostituendoci ad accettare che ce lo mettessero nel culo per decenni. Ci siamo tirati su' le maniche, spaccata la schena e calati i pantaloni a caro prezzo; a questo punto ci siamo fatto il callo, per cui tanto vale rientrare di parte delle spese.
Cerchiamo disperatamente di salvare la faccia, perche' a salvare il culo non c'e' verso!

Limortaj 17.03.11 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Non eistono giustificazioni di sorta per chi si prostituisce volontariamente, sopratutto se si hanno dei figli, se uno ha una dignità una vera dignità sopporta la fame, tutti abbiamo enormi difficoltà ma non ci si può nascondere dietro questo, e autoassolversi da ogni nefandezza.
Ci sono cose più condannabili certo, ma questa non è certo una cosa da approvare o solidarizzare.
Alla signora Maria piace copulare e guadagnarci sopra, non ci racconti la patetica storiella della donna costretta dalla vita, una via di uscita c'è sempre.
Ho delle amiche laureate che fanno le cameriere e si beccano 3000 euro al mese con le mance, e vivono alla grande in una città costosissima come Roma, il problema è che tocca faticare dalla mattina alle nove fino alla 16 del pomeriggio e riattaccare alle 18,30 fino all' una di notte,troppa fatica per la signora Maria che vuole condividere la sua casa (dove vivono i suoi figli) con perfetti sconosciuti.

Il mio totale disgusto per un italiana cosi.

Lucifero 17.03.11 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un neo laureato in ingegneria elettronica e il futuro che vedo è un colpo preso nelle parti basse, facciamo un resoconto della situazione.
Lavoro--------------> solo con almeno 2 anni di esperienza....mha come faccio ad avere esperienza se sono neo laureato?
Famiglia------------> se non c'è la sicurezza del lavoro .....(la prima è condizione necessaria e sufficiente per la seconda).
Sanità-------> se non sei disoccupato non hai esenzione ,premesso che vorrei tanto essere occupato ,ma se sono in cerca di primo impiego non risulto disoccupato....(bha ,ho una certa confusione in testa).
Istruzione------> dopo i tagli, le borse e i dottorati sono "solo" per i baroni.
Dovè il futuro? la crescita del paese? Personalmente mi sento male a dire che sono cittadino di "questa italia".Figlio di questo governo.... e dire che se facevo il grande fratello piuttosto che studiare avrei guadagnato un sacco di soldi......che bella italia.Oggi 17 marzo,150 dell'unità d'italia mi viene in mente solo la canzone di De Gregori."
Viva l'Italia, l'Italia liberata,
l'Italia del valzer, l'Italia del caffè.
L'Italia derubata e colpita al cuore,
viva l'Italia, l'Italia che non muore.
Viva l'Italia, presa a tradimento,
l'Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
l'Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
viva l'Italia, l'Italia che non ha paura.
Viva l'Italia, l'Italia che è in mezzo al mare,
l'Italia dimenticata e l'Italia da dimenticare,
l'Italia metà giardino e metà galera,
viva l'Italia, l'Italia tutta intera.
Viva l'Italia, l'Italia che lavora,
l'Italia che si dispera, l'Italia che si innamora,
l'Italia metà dovere e metà fortuna,
viva l'Italia, l'Italia sulla luna.
Viva l'Italia, l'Italia del 12 dicembre,
l'Italia con le bandiere, l'Italia nuda come sempre,
l'Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
viva l'Italia, l'Italia che resiste. "


rino 17.03.11 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per maria, ma la ragione prima della prostituzione è mancanza di lavoro e reddito adeguato.

Quindi priorità di qualsiasi movimento che vuole salvare l'italia è creare lavoro, come già proposto da alcuni in questa lista e da altri.

Economia locale contro le importazioni pazze.
etc.
qualche cosa dobbiamo fare, speriamo che si maturino delle buone convinzioni in questa linea..

T.Bonotto
Istituto di Ricerca PROUT
Proutist Universal

Tarcisio Bonotto 17.03.11 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Hai Maria, l'odore della menzogna passa anche attraverso i microchips... Beppe, non mi dire che credi vera una lettera del genere? Mi ricordi i 200 e passa parlamentari che hanno creduto alla favola della nipote di Mubarak---

Matteo Ghiazza 17.03.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento

ma che schifo se fosse vero..anche se credo sia una provocazione..chi scrive è precaria,con l affitto da pagare,separata con un figlio....che si sbatte da una parte all'altra della città..ex bellissima e ancora bella..con tanti bavosi disposti ad aiutarla a mo del banana però..mai mignotta mai..ho fatto tutto,..tutto..dalla sfilata di moda da ragazza alla commessa ,alle pulizie in una cella frigorifera di una macelleria,alla lavapiatti alla portantina precaria..potendo sfruttare la fortuna di Ostellino ho preferito l onestà.Lei non esiste Maria ma se esiste si vergogni.

Sara

sara lilli 17.03.11 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eh no! troppo facile!

-----------------------------

La Sig.ra.. Maria (forse un personaggio inventato)
ha operato delle scelte ,giuste ? sbagliate ?

Un giudizio sereno lo si può dispensare SOLO vivendo a gomito con la Signora non certo analizzando quattro righe .

Al cospetto di un dramma umano , cerco sempre di essere CAUTO nei giudizi...la vita è imprevedibile, pensiamo di esserne padroni ma sovente la subiamo.....

ciò premesso ...voi chi siete per CONDANNARE con tanta leggerezza ?

ma se non foste una manica di stupidi , stareste qui ad affermare comunque e sempre che la vostra vita ed il vostro futuro dipendono dagli umori di un comico ?

Di Pietro, Montanari, Vendola, De Magistris ,Mortadella ..etc..etc...

attenti ragazzi...qui state giocando al TRIBUNALE ONLINE ..e ci state facendo una figura di cazzo pazzesca...

recuperare un pò di modestia non sarebbe male..

riccardo de feudis 17.03.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Non trovo non ci sia niente da festeggiare. Ormai siamo un paese in bilico, alla deriva, e non sono nemmeno così sicura che riusciremo a risollevarci. Sono sempre stata orgogliosa di essere italiana, perché gli italiani, almeno una parte, sono persone speciali. Da qualche anno a questa parte, non sono più così fiera. Ogni giorno mi chiedo come abbiamo fatto a cadere così in basso, ad aver perso completamente il senso della morale, del giudizio, della ragione.
Mi chiedo, e non so dare risposta, come mai ci sia ancora una parte di italiani che appoggia e crede a ber..., e a tutta la banda di truffatori che giudano il paese, senza fare distinzione di destra o sinistra.
In Germania si è dimesso un parlamentare perché vent'anni prima aveva copiato la tesi di laurea, da noi, non si dimettono nemmeno per aver commesso dei reati!
Questa è l'Italia di oggi, è un Italia che non mi piace, è un Italia in cui non mi ritrovo.

Grazia G. Commentatore certificato 17.03.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

ciao Maria..i politici italiani hanno rubato il futuro dei nostri figli.

claudio ., catanzaro Commentatore certificato 17.03.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Si ho capito l'unità d'italia è stata pagata da potenze straniere, in sostanza un orgasmo a pagamento. Non mi piace giudicare la scelta individuale di fare sesso per soldi, anche perchè è a parer mio solo apparentemente ben remunerata.
EVVIVA L'ITALIA CHE VERRA'.

Marcello B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.11 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Penso che nessuno degli intervenuti al Blog conosca la Sig. Maria , pertanto nessuno di noi può permetersi di giudicarla . Per quanto riguarda le opportunità ,penso che non sempre si trovino posti disponibili da spazzino , da addetto delle pulizie o da badante anche se sono lavori umili la concorrenza non è poca . In quanto a prostituirsi se fosse un lavoro facile e per tutti penso che molte più persone lo praticherebbero . Non ci resta quindi di fidarci di quello che lei afferma e di cercare di fare quello che possiamo , nel nostro piccolo , perchè queste cose non accadano più .

PS. Magari stando più attenti alle prossime votazioni a chi diamo il voto.

Forza Maria sei più Italiana di tutti noi.

Demetrio Cusinato 17.03.11 17:27| 
 |
Rispondi al commento

L'UNITA' D'ITALIA

http://www.flickr.com/photos/jellywang/5332797273/

The Sausage World of Jelly

Jelly Mataor Enza Wang è la creatrice di SALSICCE

Jelly Mataor Enza Wang 17.03.11 17:22| 
 |
Rispondi al commento

eh no! troppo facile! Ma che razza di donna sei? Ma cosa credi , di avere solo tu dei problemi, di essere solo tu in una situazione difficile? Non hai trovato altre vie di uscita, perchè non le hai neanche cercate! Hai trovato l'unica via più veloce e spregevole che ci sia! Non ti hanno insegnato nulla? Non hai a fianco neanche una persona che ti abbia saputo dare una mano o consigliato per il meglio? Mi dispiace, non ci credo. Io non penserei mai di fare la prostituta, mille sacrifici come ho sempre fatto, ma ho la mia dignita' e voglio continuare a camminare con la testa alta! Io,invece,la bandiera lo esposta , perchè sono un'Italiana che non si piegherà mai di fronte alle ingiustizie che tutti i giorni siamo costretti a sopportare, e cerco di essere un esempio di grande forza e responsabilità per le mie figlie, e non mi sento affatto una persona inutile, perchè non penso solo a me stessa e questa è una grande forza che non ti farà mai sentire sola!

EDI C., NERVIANO Commentatore certificato 17.03.11 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa abbiamo da festeggiare? Che dopo 150 anni il risultato è che oggi il potere è in mano alla mafia e a uno stormo di affaristi arrivisti delinquenti corrotti collusi e senza scrupoli?

Ma svegliatevi italiani popolo di analfabeti narcotizzati dalle tv. Appena vedono la bandiera si commuovono, come davanti a una telenovela, e non capiscono nemmeno in quale fogna putrida stanno vivendo.

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 17.03.11 16:50| 
 |
Rispondi al commento


Nyt: Italia piu' divisa che mai

Giudizio senza appello del New York Times nei confronti dell'unita' d'Italia: nonostante la festa di oggi per il quotidiano Usa, siamo un 'Paese piu' diviso che mai, politicamente, geograficamente ed economicamente''.

Duro anche The Financial Times che parla di ''un infelice compleanno per una nazione civile''. Secondo il giornale britannico al Paese occorre '' trovare un leader capace di superare gli interessi personali e per le feste e di sollevare il tono della vita pubblica''.

anib roma Commentatore certificato 17.03.11 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Si racconta di una prostituta che, morente, volle assistenza spirituale prima di esalare l'ultimo respiro.

Si presentò un prete cristiano che, dopo aver ascoltato la sua confessione, la rimproverò severamente per aver molto peccato e se ne andò senza assolverla, dicendo che le sue colpe erano talmente grandi che il perdono avrebbe potuto concereglielo solo il Buon Dio, allorché ella fosse giunta al suo cospetto, se solo avesse avuto pietà di lei.

Al capezzale della donna, venne anche un monaco buddista. Il monaco ascoltò attentamente il racconto della sua vita e poi scoppiò in lacrime. Si inginocchiò davanti a lei e, piangendo, le chiese perdono a nome di tutti coloro che non erano stati in grado di proteggerla.

Per capire la verità delle cose, basta davvero poco. Ma per farlo serve cervello e non tutti, ahimè, ne sono provvisti.

Nedo Paglianti 17.03.11 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Non posso condividere la scelta della persona che ha detto di prostituirsi per mantenere i figli,vivere una vita economicamente accettabile e che non appende il tricolore per protesta, praticamente.Non è che prosituendosi "dando"il proprio corpo alle voglie altrui si esaurisca la questione.Il quibus è poter vivere una vita dignitosa senza pensare di prostituirsi!Le sembra di aver fatto un atto eroico?E poi si indigna magari contro i nostri PARLAMENTARI che si prostituiscono al miglio offerente.Oramai mi sembra diventata la prostituzione un fatto accettabile.Ma nessuno mantiene più un pò di dignità?Ci si prostituisce al primo venuto per poter avere la macchina,il telefonino,la tv al plasma,poter andare in vacanza?A che bassezze siamo arrivati.Si era poveri e dignitosi una volta, non dico puritani,dico DIGNITOSI!Si vergogni questa signora invece di sentirsi fiera della sua scelta!Che dirà ai suoi figli domani?L'ho fatto per comperarvi il notebook e la play station?A casa mia,se non c'erano i soldi,ci insegnavano a fare a meno del superfluo!Io devo solo benedire i miei genitori,non vergognarmi di loro,come faranno un domani figli di questa "signora". Già che ci siamo,per poter vivere "dignitosamente" potremmo anche fare i sicari,non vi sembra?Si vergogni signora e vada a lavar scale,sarà più valutata la sua laurea facendo la donna delle pulizie che la "donna da lupanare"!

alessandro sanna 17.03.11 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARLAEMENTO : LA CASA... CHIUSA!!!

anib roma Commentatore certificato 17.03.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Maria, nacque Vergine.
Poi, ne fecero una Droga.
Or la faran Morir Puttana...

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Quando non si fa del male e non si toglie niente a nessuno, non si dovrebbero giudicare le scelte altrui, anche se non si condividono.

Sono ben altre le cose condannabili!!!

anib roma Commentatore certificato 17.03.11 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buttiamo i savoia, garibaldi, cavour, bixio e mazzini nel cesso,
chiediamo scusa di tutti i massacri perpretati al sud,
riconsegnate la "cassa" e dopo ne parliamo!

anthony

antonio c. Commentatore certificato 17.03.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Interessante questa scelta/fine.

Ci fosse una cosa condivisibile da tutti che sia stata esposta.
Che so, il desiderio di un Paese moderno, attualizzato ai tempi, con una giustizia che funziona, dove non si devono aspettare cinquantanni per avere una sentenza...
Oppure che si possa avere l'apertura di un'azienda in tempi brevi, senza tanti impicci burocratici...

Oppure che si possa avere un Parlamento epurato dai tanti sudisti cammorristi e mafiosi....
Che la Boccassini invece di dare addosso a Berlusconi pensi ad esempio agli amministratori del Comune di Como, che ne hanno fatte più che Bertoldo, rovinando l'immagine del Lago....
Che una volta tanto si possa pensare di fare riforme senza che qualcuno, restìo a perdere i propri privilegi, metta i bastoni tra le ruote...
Che si possa pensare a fare stade, autostrade, linee ferroviarie ed anche centrali nucleari, impianti eolici, fotovoltaici, ecc. senza che qualcuno dica: "non nel mio giardino!"....

Ecco, forse dare una linea di condotta a queste esigenze sarebbe stato più proficuo che mettere in evidenza le esigenze di UNA signora e dei suoi figli.

Che tra l'altro pare le abbiano risolte.

Meg 17.03.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi mentre suonavano l'inno leghista stavo mangiando una trota salmonata e insalata verde.
Detto proprio terra a terra: Se un cittadino Italiano offende la sua Nazione e punibile.(e a volte punito) Se un partito(ma "partito " Di brutto)facente parte della maggioranza,non solo si astiene dal commemorarne l'anniversario,ma insiste nel declamarne la SCISSIONE,in ogni occasione e con ogni mezzo,merita di essere al Parlamento ITALIANO.
P.S. Ciao Aldo N.

Terra a terra Commentatore certificato 17.03.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi sento di condannare Maria ne di assolverla.

Penso solo che forse in altre condizioni, molto probabilmente non avrebbe fatto questa scelta.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 17.03.11 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai referendum bisogna andare a votare, altro che balle.
Il resto è una perdita di tempo !!
Sopratutto per quelli che di solito non vanno a votare : andateci è importante.

Se aspettate che decidano per voi hai voglia ... almeno muovete il culo fino al seggio.
Nel mio comune ci sono già azioni di boicottaggio da parte delle istituzione che dovrebbero favorire il voto.

Ne faranno una questione politica, ma non lo è.
O meglio lo è nel senso più profondo del termine.
Che cazzo di modello di sviluppo avere per i prossimi vent'anni ?

Per questi qui quello che accade in Giappone è solo una scocciatura rispetto ai loro lucrosi affari.
Metteranno la sordina, prometteranno sicurezza, che ci penseranno sopra, ma in realtà aspettano solo che vi dimentichiate del problema.

Già me li immagino lo slogan sarà: non andate a votare tanto abbiamo capito, terremo conto delle giuste paure, lasciateci fare, ghé pensi mi !!

E invece dobbiamo pensarci NOI !!

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.11 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni di voi hanno uno strano concetto di prostituzione :

Alcune donne offrono freddamente le loro prestazioni onde ricavarne un utile . E' il mestiere più vecchio che esista ma comunque è un "negozio giuridico" con un dare ed un avere ( cazzo parlare di diritto privato ai grillini !)

Tutto sommato è una prestazione artigianale in nero più o meno schifosa ma è una forma di commercio.

Voi pensate di valere più di una PUTTANA ??

-Beppe sei tutti noi
-Beppe aiutaci
-Beppe facciamo qualcosa
-Beppe sei l'ultima spiaggia
-Beppe cambiaci la vita , siamo tanto coglioni da non saper gestire neanche una sega !
-Beppe grazie d'esistere

Tutto sommato trovo più DIGNITOSA UNA PUTTANA
che 1000 grillini spettegoloni , lagnosi inconcludenti e perennemente LECCACULO !!!!

voi in sei anni avete realizzato sto cazzo ! una puttana con una botta porta a casa i soldi !

riflettete bimbi....riflettete.

riccardo de feudis 17.03.11 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Cara Maria, non ti consolerò dicendoti che non sei nè la prima nè l'ultima che vende il suo corpo per mantenere i propri figli. Non ti critico nè ti condanno. Oggi, ognuno di noi porta il suo fardello e non è certo condividendolo con noi che il tuo sarà più leggero. Dal mio punto di vista non sei diversa dalle madri che restano in famiglia e sopportano soprusi sapendo che da sole non ce la farebbero, nè da quei padri che sempre più vanno ad ingrossare le file per un pasto caldo gratuito , a causa degli alimenti che devono versare e del mutuo che non ce la fanno a pagare.
Nè da quei pensionati che devono fare i conti con il centesimo, nè da chi ha studiato tanto e non trova un posto di lavoro.
In questa Italia che oggi festeggia il suo 150° anniversario dell'Unità, l'unica cosa che avremmo dovuto imparare in 150 anni era, appunto, l'UNITA'.
Non c'è, ognuno di noi guarda al suo oggi ( un tempo si guardava al domani ma oggi sarebbe osare troppo)
Ritengo quindi, che ognuno di noi debba sopravvivere con la sua dignità, che si debba imparare a chiedere aiuto e che non si debbano ignorare le mani che lo chiedono, girandosi dall'altra parte.
Saremo in grado di farcela?Spero di sì, spero che non prevalga la frustrazione,l'indifferenza,il dire"tanto non cambia nulla".
Qui in Romagna ci sono alberghi che cercano per la stagione.
Non sarà compensato come il tuo attuale "impiego", ma potrebbe darti una speranza per il futuro.
Provo a tenderti la mia mano, spero che tu la senta.
C'è sempre un'altra soluzione. Bisogna avere fiducia.
Ti abbraccio
ANGELA

ANGELA QUATTROCCHI, cattolica Commentatore certificato 17.03.11 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Interessante questa scelta/4.

A meno che non si volesse evidenziare con questa scelta quante "puttane" ci siano in giro, e non solo quelle normali di genere femminile.

Ad esempio quelle (quelli?) che sfruttano qualcuno per poi dissociarsene, e gli fanno pure la partaccia.

Meg 17.03.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Invece io oggi festeggio nel cuore la nazione a cui appartengo, espongo il tricolore perchè io non l'ho infangato,avvilito, denigrato(e con ciò non esprimo alcun giudizio negativo su Maria). Non ho derubato il mio paese, non l'ho deriso; ho cercato e cerco, da insegnante, di condividere con i miei ragazzi la bellezza di essere uniti in valori condivisi e presenti nella nostra Costituzione. I ragazzi capiscono molto bene l'importanza di avere una nazione in cui riconoscersi; cercano solo degli adulti che si battano per avere un paese migliore ,che diano loro una speranza di futuro.
Si, è vero, ci sono tanti italiani così così, individualisti, menefreghisti, qualunquisti......
Ma non siamo tutti così, non sono la maggioranza.
Ricordiamoci che, anche se "Loro non si arrenderanno mai" "noi neppure"....Grillo docet.

paola romani 17.03.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Maria,
ma è tutto vero? Non riesco a crederci...ma mi è venuto lo stesso un groppo in gola.
Forse sono troppo ottimista ma ti faccio i miei più cari auguri che il tuo incubo finisca, prima che ti faccia troppo male...sei una donna speciale.
Un abbraccio, Sofia.

Sofia Astori, Castelfranco Veneto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione i vs commenti e ci ho anche riflettuto sopra. In effetti nelle parole di Maria non si tratta di cose come se è meglio il burro o la margarina...si tratta di una questione più seria e delicata come poche se ne possono immaginare.

Ne sono consapevole.

Ma proprio perchè non solo ci divide nelle opinioni, ma divide noi stessi dentro la nostra stessa anima e per quanto mi riguarda dovrebbe essere chiaro che nn esprimo alcun giudizio verso Maria (chi siamo noi per poter giudicare?) ma SOLO il mio punto di vista sulla base del mio sentire e della mia esperienza famigliare.

Io sono del parere, guardate un pò, che in molti casi le prostitute svolgano un importante ruolo nella società...(nn per niente si dice che è il mestiere più antico del mondo) e se pensiamo a chi ha il coniuge malato, i militari lontani dalle loro ragazze, il ragazzino alle prime esperienze ecc...l'elenco potrebbe essere lungo.

Anzi sarei addirittura per la legalizzazione della prostituzione. Da svolgere in strutture protette sotto tutti i punti di vista e nn per strada con le sofferenze che questo comporta per le povere donne.

Dico solo che 'quel' mestiere lo dovrebbero fare solo quelle che ne hanno LA PREDISPOSIZIONE DENTRO. Che lo fanno perchè gli piace farlo...senza porsi nemmeno il problema se sia giusto o sbagliato...che in un certo senso,posso dire senza offendere nessuno?...'nate' per farlo...e perchè no...anche quelle a cui piace talmente il ca...o da volerne provare tanti. Unendo l'utile al dilettevole al limite.

Per questo ho scritto che non condivido la scelta di Maria...perchè una madre nn credo sia nata per un simile 'lavoro'.

PS: non voglio nemmeno pensare lontanamente che qualcuno di quelli che hanno scritto qui sotto che Maria ha fatto 'bene' riferendomi sopratutto ai maschi, lo dicano non in buona fede...ma perchè vedono in Maria un altro paio di 'gambe aperte' sul mercato.

Dino Colombo Commentatore certificato 17.03.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti per la scelta del c..o Maria.
E lascia perdere i soldi, che è solo una scusa. Ti piace la bella vita, facile facile.
Ma vaffanculo, vai. Anche per quelle come te l'Italia è in queste condizioni

Anto N. Commentatore certificato 17.03.11 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Benji (15.19)

"Vi siete mai sentiti senza via d'uscita a tal punto da dover decidere se barattare la vostra dignità con quella (innocente) dei vostri figli?"

...

E' qui infatti uno, non l'unico secondo me, dei veri problemi di questa vicenda. Quanti figli non si sentirebbero invece privati anche loro stessi della loro 'dignità'allorchè scoprissero 'quello' che fa la loro povera madre?

Dino Colombo Commentatore certificato 17.03.11 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON credo ci sia speranza di sentirci uniti da un unico scopo - insieme - neppure tra noi società civile.E'una maledizione scritta nel nostro DNA culturale, persino nel nostro inno, di cui la maggior parte conosce solo la prima strofa. Ma la seconda comincia così :
Noi siamo da secoli
Calpesti e derisi
Perchè non siam popolo
Perchè siam divisi
.....
.....

graziano borniotto 17.03.11 15:41| 
 |
Rispondi al commento

@Maria. Tu NON sei una prostituta, la fai perché costretta da una massa di politici che stanno riducendo l'Italia a brandelli e affamando i cittadini onesti. Sei molto più Persona, Donna, Cittadina (e quindi Madre) tu che non buona parte dei tuoi (s)governanti, donne o uomini che siano. Posso solo immaginare il duplice disgusto di dover sopportare il peso di questa scelta (obbligata e non condivisa dal tuo essere) e di dover acconsentire ai desideri di chi ti frequenta e che mi fa vergognare di essere uomo. La prostituzione politica é ben peggiore della tua. Cammina sempre a testa alta, sono certo di non essere il solo ad ammirarti. Un abbraccio.

Silvano B., Bellinzona Commentatore certificato 17.03.11 15:41| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è piena di Chiese, Templi, Castelli, Teatri, Monumenti.... Romani, Creci Svevi, Angioini, Longobardi, opere d'arte fatte tutte prima dell'unità Nazionale e che attirano visitatori da tutto il mondo. Da quando l'Italia si è unita non siamo stati in grado di fare più nulla di bello.

esposito g. Commentatore certificato 17.03.11 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Per ben quattro degli articoli pubblicati quel giorno, l’editoriale del direttore Concita De Gregorio e gli articoli di Natalia Lombardo e Silvia Ballestra, il premier ha chiesto i danni perchè quel prodotto giornalistico era stato «altamente lesivo della sua immagine». Un sacco di soldi, aveva chiesto il Cavaliere: un milione e 600 mila. Bene: il 21 gennaio scorso il giudice Franca Mangano, prima sezione del Tribunale civile di Roma, ha rigettato la richiesta e ha condannato il Presidente del Consiglio al pagamento delle spese processuali. Poco più di quindicimila euro, spiccioli per il Cavaliere, meno della metà del costo approssimativo di una serata ad Arcore con una ventina di fanciulle ospiti. Ma non sono i soldi il merito della faccenda. Sono le venti pagine delle motivazioni con cui il giudice Mangano riconsegna dignità e ruolo al diritto di cronaca e boccia l’insofferenza alla critica e l’obbedienza al pensiero unico tipiche e pretese del Cavaliere

Da l’unità.it


quest’anno, al nano, non va nulla di dritto.
Un saluto

roberto b. Commentatore certificato 17.03.11 15:36| 
 |
Rispondi al commento

....comunque intendo comunicarvi che da stamattina dalla mia finestra sta sventolando lo stemma borbone emblema di quello che fu uno dei regni piu floridi... dell'intiera europa.

....che poi una potente flotta navale seconda solo a quella del regno unito non abbia saputo impedire lo sbarco... di un migliaio di scalzacani e cosa che si puo spiegare solo con un riesame del dna borbonico dal che ne risulterebbe una chiara italianita.

buonasera

giuseppe castelluoto Commentatore certificato 17.03.11 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...padagni vergognatevi e... preparatevi...


Amed, il 'pulcino' egiziano della Pro Sesto che canta l'Inno di Mameli

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Amed-il-pulcino-egiziano-della-Pro-Sesto-che-canta-lInno-di-Mameli_311799804977.html

anib roma Commentatore certificato 17.03.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giusto per passare un po' di tempo e vedere come,
lo stesso argomento, la stessa "sostanza" e finalita'
possa incidere sulle nostre emozioni, determinarne gli orientamenti,
e farci porre in maniera diametralmente opposta al giorno prima, e cio', con l'ausilio di una
"irrilevante" (nella sostanza) modifica!

Rileggiamo tutto il post e a questo punto:
"ricevo uomini su appuntamento. Mi prostituisco insomma"
Cambiamo con:
"ricevo Fede, Mora e loro amici". Mi prostituisco insomma."

...e quindi ripostiamo i nostri commenti!

anthony

antonio c. Commentatore certificato 17.03.11 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Eravamo un paese di:
Poeti, Santi e Navigatori.... poi, ci fù l'unità d'Italia.

esposito g. Commentatore certificato 17.03.11 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

150 di unità d'ITALIA???????? ma quanto mai.

oggi,mese più mese meno ce qualcosa che compie 150 anni......sapete cosa?

LA PIZZA MARGHERITA!
Non ci credete ma è cosi'!

mariol 17.03.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è giusto che chi non si sente italiano sieda nel parlamento italiano!

E chi li ha messi li?

Quello con 64 denti....meno uno!

Aldo F., napoli Commentatore certificato 17.03.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è sempre chi è pronto a giudicare, a scagliare la prima pietra, a dire che non è dignitoso, che ci sono altre strade, che altri in situazioni peggiori non l'hanno fatto ecc. ecc.
Tutte cose che ovviamente Maria non conosce e che le dovete spiegare voi.
Vi siete mai trovati con l'acqua al collo? Vi siete mai sentiti senza via d'uscita a tal punto da dover decidere se barattare la vostra dignità con quella (innocente) dei vostri figli?
Buon per voi che ce l'avete sempre fatta a testa alta. Magari potreste aiutare chi invece non ce la fa. Magari potreste offrirle un lavoro.
Io purtroppo non posso aiutarla, le posso offrire solo la mia comprensione in un momento difficile della sua vita. E mi auguro che presto possa ritrovare la libertà di "poter fare diversamente".

Benji 17.03.11 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Guasto a centrale nucleare
"Acqua contaminata in lago Ontario"
L'agenzia nucleare canadese rassicura: "Nessun rischio per la salute e per l'ambiente, è normale acqua demineralizzata, contenente minime quantità di trizio". L'incidente, lunedì, dovuto al malfunzionamento di una pompa
La centrale di Pickering
MONTREAL - Un guasto ad una centrale nucleare canadese ha comportato il rilascio nelle acque di un vicino lago di 73mila litri di acqua demineralizzata. L'agenzia nucleare canadese ha immediatamente rassicurato la popolazione che la dispersione di acqua non pone pericoli per la salute dell'ambiente e delle persone.

minchia, ma e' andato pure li',quando?

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 17.03.11 15:18| 
 |
Rispondi al commento

. Non ho mai smesso di seguire i miei figli da vicino lottando con una scuola pubblica che fa acqua con insegnanti che non sanno parlare l'italiano e che mi costringevano ad un lavoro extra serale di assistenza nello studio per essere sicura che imparassero ad esprimersi nella lingua nazionale.

------------------------------------------------

Carissima Maria, se questo lo scrivevi nel blog invece di in una lettera, di certo saresti stata bannata.

democratico b., Milazzo Commentatore certificato 17.03.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro leghista,che mentre suonano l'inno Italiano vai a far colazione non mi tange.
LA COSA CHE MI FA GIRARE I COGLIONI è CHE CAPPUCCINO E CORNETTO TE LO HANNO PAGATO TUTTI GLI ITALIANI,IO COMPRESO,MIO MALGRADO E SENZA POTERTI SPUTARE..NEL CAPPUCCINO.

Terra a terra Commentatore certificato 17.03.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[Esplora il significato del termine: *** Nucleare: acqua contaminata nel lago Ontario da centrale in Canada Le autorita’: non ci sono rischi significativi per la salute Toronto, 17 mar - Una centrale nucleare in Canada ha riversato circa 73mila litri di acqua demineralizzata e leggermente radioattiva nel Lago Ontario a causa di un malfunzionamento. Lo hanno annunciato le autorita’ di controllo del settore nucleare canadesi, secondo le quali non ci sono rischi significativi per la salute pubblica. La centrale e’ la Ontario Power Generation, situata a Pickering. L’incidente e’ stato causato dal malfunzionamento della ventola di una pompa. Red- 17-03-11 14:24:04 (0180)news,ene 3 ] *** Nucleare: acqua contaminata nel lago Ontario da centrale in Canada
Le autorita': non ci sono rischi significativi per la salute Toronto, 17 mar - Una centrale nucleare in Canada ha riversato circa 73mila litri di acqua demineralizzata e leggermente radioattiva nel Lago Ontario a causa di un malfunzionamento. Lo hanno annunciato le autorita' di controllo del settore nucleare canadesi, secondo le quali non ci sono rischi significativi per la salute pubblica. La centrale e' la Ontario Power Generation, situata a Pickering. L'incidente e' stato causato dal malfunzionamento della ventola di una pompa. Red- 17-03-11 14:24:04 (0180)news,ene 3

Reve ng Commentatore certificato 17.03.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento



Beffa alla sede della Lega Nord di Varese: nella notte qualcuno ha appeso un tricolore al balcone della sede cittadina del Carroccio tirando via all’interno del balcone quelle col vessillo del partito. I dirigenti locali della Lega avvertiti dai giornalisti sono andati sul posto e l’hanno tirata via. “Solo una goliardata” hanno commentato

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.11 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah...cara Maria...

Mi sembra ti stiano rullando con critiche eccessive per una scelta, tutto sommato, da non esaltare né da stroncare. Trattasi di scelta punto. Probabilmente hai commesso 2 errori d'esposizione.

1) Ti sei definita prostituta e non escort...e a Pizzaland non sta bene...

2) Non hai messo il numero di telefono...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 17.03.11 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Speroni (Lega):

"L'unità d'italia non è un evento da festeggiare".
Anzi, "sarebbe stato meglio se non ci fosse stata perchè così la Padania sarebbe più ricca".
"Quando ascolto l'inno di Mameli provo fastidio, perchè mi sento un pò oppresso da chi mi ha conquistato".
Infine: "non esporrei mai dal balcone di casa mia il tricolore".

*****

Purtroppo l’Italia tra i suoi numerosi figli ci sono anche questi.

Esseri che diventano italiani solo quando c’è da incassare lo stipendio che altri italiani gli pagano LAVORANDO con onestà e fatica.

Se in tutte le famiglie c’è una pecora nera, l’Italia si distingue anche in questo:
le sue sono VERDI e PARASSITE.

silvanetta* . Commentatore certificato 17.03.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante questa scelta/3.


Se per celebrare un evento importante come questo, si mette un post come questo....
Scusate, ma ho qualche dubbio che i gestori sappiano di cosa si sta parlando.

O forse lo vogliono minimizzare, perchè se un sentimento diventa comune, più difficile è evidenziare certe differenze.

Almeno nelle persone di buon senso.

Meg 17.03.11 15:12| 
 |
Rispondi al commento

info segnala
Visto che oltre al referendum sul nucleare ne avremo anche uno sull'acqua sarà bene dare un dato.
Quanta acqua occorre ad una centrale?
I 4 reattori scelti dal governo italiano sono ad acqua in pressione ed “evolutivi dei reattori “Konvoi” ed “N4″. Il loro fabbisogno è di 100.000 litri al secondo.
L’ingegner Gilberto Faelli è stato il responsabile Enel dell’avviamento della centrale elettronucleare di Caorso nel 1975, ne ha quindi seguito la direzione e poi lo smantellamento.
Ingegnere, è vero quello che afferma il fisico Bruno Coppi, docente del Mit di Boston, ovvero che il Po è inadatto per le centrali nucleari?
«A Caorso la nostra centrale aveva una potenza di 860 Megawatt. Ma negli ultimi anni, in particolare nel 1985, abbiamo dovuto ridurne la potenza in estate perché il Po non garantiva sufficiente acqua per il raffreddamento dell’impianto. Ricordo poi che nel 2003 vennero sospese le irrigazioni per far funzionare la centrale termoelettrica piacentina di La Casella mentre Ostiglia fu costretta a spegnere per mancanza d’acqua. E non sono casi isolati».
Quanta acqua serve per raffreddare una centrale nucleare?
«Noi utilizzavamo oltre 60 metri cubi al secondo, ma le centrali previste sono di potenza doppia. Usando le torri di raffreddamento, poi gran parte dell’acqua non viene restituita al fiume, ma dispersa nell’atmosfera sotto forma di vapor d’acqua. Aggiungo che i nostri studi indicavano l’impossibilità d’emungere dalle falde: fare una centrale sul Po oggi significa dover decidere se funziona quella o se s’irrigano i campi».

http://sistemielettorali.wordpress.com/2010/11/01/nucleare-e-consumo-dacqua/

In Canada hanno dovuto contaminare le acque del lago Ontario per un guasto a una centrale, avete idea di cosa significa cotaminare il Po o le risaie piemontesi?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.03.11 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Sante Marafini segnala
La centrale nucleare giapponese era a rischio già dal 1985. Ma l’agenzia nipponica ha preferito tacere
TEPCO, IL GODZILLA DEL NUCLEARE – Greepeace.org
La Tepco falsificava i dati sulla sicurezza di Fukushima. Nel 2002 il presidente e 4 top manager della compagnia energetica rassegnarono le dimissioni per lo scandalo: ma di nuovo nel 2006 il governo chiese la revisione dei dati dichiarati perché palesemente falsi. E ancora ammissioni di falsificazione nel 2007. La centrale di Fukushima era a rischio dal 1985.


(se falsificava una società giapponese, figuriamoci cosa falsificherebbero quelle teste di merda dei nostri politici, da Scajola, quello delle case ' a sua insaputa' a Berlusconi, quello che "io le donne non le pago", da Verdini (quello che ci marcia pure sull'eolico) a Cosentino, quello che la camorra avanti tutto!!)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.03.11 15:07| 
 |
Rispondi al commento

”Io Barack Obama, presidente degli Stati Uniti, in virtù del potere che la Costituzione e la legge americana mi affida, proclamo il 17 marzo la giornata di celebrazione del 150/mo anniversario dell’Unità d’Italia”. Il presidente degli Stati Uniti ha scelto la formula più solenne per rendere omaggio al nostro Paese nel giorno in cui tutti gli italiani festeggiano una tappa importante della nostra Patria. Il giorno, in cui, scrive Obama, anche gli Stati Uniti festeggeranno l’Italia e “la sua unificazione in un singolo stato”. All’interno del lungo comunicato diffuso dalla Casa Bianca, Obama cita Garibaldi e illustra le profonde ragioni storiche che spiegano questa giornata di celebrazioni, rendendo onore al “coraggio al sacrificio e alla visione di quei patrioti che fecero nascere la nazione italiana”. E si lascia andare a un parallelo storico di grande valore tra la guerra civile americana e l’impresa dei Mille. “Mentre gli Stati Uniti stavano combattendo per preservare la propria unione, la campagna di Giuseppe Garibaldi per unire l’Italia ispirò molti in tutto il mondo alle prese con le proprie lotte”.

Da ilfattoquotidiano.it

X i leghisti, leggete cosa dice,
“la sua unificazione in un singolo stato”.
Viva obama, viva l’italia.
Un saluto

roberto b. Commentatore certificato 17.03.11 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Non condivido una virgola:
Non credo che la situazione di questa donna sia peggiore di quella di tante altre persone. Ma lei si prostituisce. E' una scelta, legittima, ma non si raccontino favole. Se non ci si vuole prostituire non ci si prostituisce, si può sopravvivere lo stesso. In passato la situazione è stata anche peggiore, e il frigorifero non esisteva neppure. Seguendo questo ragionamento dovremmo avere un esercito di prostitute: madri, nonne, bisnonne. Ma non scherziamo!

alex ander 17.03.11 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi preferisce uscire dalla sagrestia piuttosto che affrontare la folla dalla porta principale della chiesa.
Un buon segno , i comunisti gli mettono paura.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.03.11 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

possibile che chi non si sente italiano e chi si sente, hanno ragione tutti e due.
sono due punti di vista entrambi condivisibili.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 17.03.11 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

capitata per caso sul tg1 delle 13,30
ma chi è quella bbbbbona che legge le notizie tg5 style?
un'altra?

liliana g., roma Commentatore certificato 17.03.11 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Interessante questa scelta/2.

Come dire che l'Italia può solo progredire attraverso la prostituzione.

Dinque che c'è da meravigliarsi se tante si prostituiscono magari per avere un posticino?

Meg 17.03.11 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Pietro
Se è vero che il petrolio prima o poi finisce,è vero che pure l’uranio prima o poi finisce.Se è vero che dobbiamo acquistare il petrolio all’estero,è anche vero che pure l’uranio dobbiamo acquistarlo all’estero.Se è vero che una centrale produce un certo quantitativo di energia,è anche vero che ci sono tecnologie più avanzate,come il solare,l’eolico,le biomasse,il geotermico,che sono in grado di produrre la stessa quantità di energia con minor danno.Se è vero che in Giappone c’è stata un'imprevedibile scossa di terremoto,questo può succedere anche in Italia che è un Paese a forte rischio sismico.Io contesto il fatto che oggi ci sia bisogno di ricorrere al nucleare,e non lo dico solo io ma tecnici ed economisti.Se non ci fosse stato il referendum dell’87 oggi anche in Italia ci sarebbero molte centrali.Ma se pure ci fossero,ci dovremmo porre il problema di fermarci a riconsiderare le cose,come stanno facendo i paesi dove le centrali ci sono.La Francia,la Germania,la Svizzera oggi hanno detto: “Fermiamoci un attimo e rivediamo tutti i nostri interventi in materia di nucleare”
Ma questa non è più una decisione che spetta ai politici.Col referendum sarà una decisione dei cittadini italiani che possono fare da motore e da apripista rispetto agli altri Paesi per dire che non conviene più ricorrere al nucleare
Noi dobbiamo fare un grande lavoro all’interno della Ue e a livello mondiale.Il commissario europeo all’energia ha detto:“Tutto ciò che si riteneva impensabile è avvenuto”.Vuol dire che non possiamo escludere nulla neppure in Europa e dobbiamo ripensare tutto quel che è stato detto sinora
Il nucleare è un disastro economico e per l’ambiente e un rischio troppo grosso in un Paese sismico come l’Italia.Abbiamo 2 fonti di energia inesauribili,il vento e il sole.Dobbiamo davvero infilarci in una fonte energetica di cui ci manca la materia prima,l’uranio?e che è così pericolosa? E' un gioco che non vale la candela.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.03.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sono anch'io....e allora buona Festa a me!!!!

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 17.03.11 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Mi sento il federalismo in tasca” afferma Bossi. Credevo che fosse contento di vedermi.

spinoza.it

liliana g., roma Commentatore certificato 17.03.11 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il caimano contestato alla manifestazione!!!
Però solo il TG3 lo ha fatto notare, gli altri TG Nazionali e le tv del nano ...manco per il cazzo!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 17.03.11 14:53| 
 |
Rispondi al commento

che strano pc che mi ritrovo!
stavo scrivendo "brutta testa di cazzo"
e googlee mi ha risposto

Forse cercavi: mario borghezio


Interessante questa scelta.
Glorificare l'Unità Nazionale con la lettera di una casalinga costretta a prostituirsi per pagare le sue e le voglie dei figli che certo non vogliono rinunciare a tutto quello che i loro compagni hanno.

Penso sia inutile rimarcare quanto questo appaia squallido, ma non per le scelte di questa signora, ma per il fatto che abbia dovuto farle per accontentare i propri figli.

Questa è l'immagine dell'Italia di adesso?

I giovani: se ne fa un gran parlare, ma sono essenzialmente degli stronzi egoisti, dediti al nulla fare, a prendere droghe, a contestare i genitori , ad essere mantenuti.

Calci in culo e scapaccioni, ecco il rimedio.

E fuori di casa, se non accettano le regole.

La signora Maria probabilmente, se non avesse avuto dei parassiti che chiedevano di tutto, non sarebbe arrivata a certe decisioni.

Meg 17.03.11 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Romani,Melaprestigiacomo ed altri...stanno rientrando nel loro guscio....come le lumache quando gli tocchi le corna!!!
Facce da culo!!

oreste mori, la spezia Commentatore certificato 17.03.11 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta..
Eh, no, non me la sento di andare avanti. Già la prima frase mi fa imbestialire: ma di quali cavolo di fratelli stiamo parlando? Come ti permetti? solo perché siamo in possesso dello stesso passaporto, automaticamente mi chiami fratello? Io non ho fratelli come Berlusconi; la Russa ci si deve solo provare a dire che è mio fratello (se lo fosse lo riempirei di botte, botte fraterne s'intende) ci mancherebbe, nè Gasparri (per lui le botte sarebbero un pò meno fraterne) o Cicchitto (qui rischio il penale, ma più ci penso e più mi incazzo), tra i miei fratelli d'Italia non c'è il duo Bossi, nè Calderoli. Provate per un attimo a pensare se potreste mai chiamare fratello uno come Alfano, Maroni o Bondi (puro ribrezzo), oppure dell'Utri. L'ipotesi vi fa incazzare vero? E Ghedini? e tutti gli altri compagni dell'ometto di arcore. Per non parlare dei vari leccapiedi che si spacciano per giornalisti e stanno a "culo puzzone" davanti al loro ducetto da operetta. La sola idea che qualcuno cantando le rime del povero inno possa accomunare la mia persona, le mie idee, la mia coscienza, la mia educazione a quelle di Borghezio, della Zanicchi, di Sgarbi o di Cap 'e zzone… basta non ce la faccio neanche a scriverli 'sti nomi, non so perché, ma mi viene il voltastomaco. Non ce li voglio come fratelli…. oltre a quei milioni di italioti che li hanno eletti e li difendono ancora.
E poi come si fa a dire che l'Italia s'è desta, ma sei scemo? Una piccola parte dell'Italia-i miei veri fratelli- non si è mai addormentata, l'altra, la cosiddetta maggioranza, altro che desta, dorme a panza piena, con un sorriso ebete sulla faccia.
Eh no, non ci penso proprio a cantare. Cosa cavolo ci sia da festeggiare non lo capisco.
Oggi alzerò nel mio giardino la bandiera italiana a mezz'asta, in segno di lutto, per quello che questa banda di sciagurati sta facendo all'Italia.

oro a. Commentatore certificato 17.03.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caneliberonline.blogspot.com

mercoledì 16 marzo 2011

17 marcio 2011. Chissà che cos'hanno da festeggiare a Casaggì Firenze.

Caneliberonline 17.03.11 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Prostituirsi a Troie $ataniche e pagarle pure, Profumatamente, è Follia ed Abominio, altro che Sentimento Nazionale.
Forse, sbaglio...anzi, di certo.
Abbiam appreso anche lo Svedese, Virtuosi di Lingua come nessuno.
Ed ora ci Teniam la $indrome, che a dirla di Stoccolma è far tosto alla Scandinavia.
Che comincia a dir: StoCcolma...

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Penso solo che sono di fronte ad un'altra persona che ha oltrepassato il suo personale limite di sopportazione.
Questo limite cambia da individuo ad individuo e anche da epoca ad epoca.
Forse dovremo chiederci a quanti ancora dovrà succedere.

cinzia pupilli 17.03.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Italia 150
http://www.flickr.com/photos/jellywang/5340256191/

The Sausage World of Jelly

Jelly Mataor Enza Wang 17.03.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bravi patrioti che ci sono qui dentro, ogni 150 anni però.

Se sei italiano odi il comunismo per prima cosa, perché il comunismo odia chiunque abbia un minimo di spirito nazionale nel cuore.

Se sei italiano non permetti che nella tua terra comandi la mafia o la camorra o la 'ndrangheta e soprattutto non te ne vai in giro vantandoti di essere siciliano perché in sicilia "c'è la mafia".

Se sei italiano rispetti le leggi qualunque essi siano e se non ti piacciono le leggi voti chi si è opposto a quelle leggi.

Se sei italiano, non te ne vai in giro per il mondo a dire "berlusconi non è il mio presidente" visto che berlusconi rappresenta anche te in giro per il mondo, chiediti piuttosto come ha fatto berlusconi a diventare presidente se tutti NON lo hanno votato.

Se sei italiano per rispetto parli l'italiano con altri italiani e non il tuo orrendo dialetto, pretendendo poi di essere capito.

Se sei italiano sei laico e coerente nella tua laicità.

Alla fine del salmo pochi sono gli italiani, tanti i buffoni!


a volte (ritornano) Commentatore certificato 17.03.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di una cosa sono convinto: quando il giappone uscira' da questa crisi, visto le loro grandi capacita', tempo 4 anni cambiano il loro modo di fare energia con le rinnovabili mostrando al mondo un nuovo modo di fare energia.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 17.03.11 14:25| 
 |
Rispondi al commento

SIETE TUTTI DEGLI IPOCRITI DEMAGOGHI!!!

MA COSA NE SAPETE DI MARIA ??
MA COSA GIUDICATE O STIGMATIZZATE??!!

COSÌ HANNO VINTO LORO...BRAVA HANNO COSÌ PERSO I TUOI FIGLI ECC ECC....

COMODO FARLO NASCOSTI DIETRO UN COMPUTER
VOI NN VI RACCONTATE ...VOI NN DITE SE VIVETE CON I GENITORI...VOI NN RACCONTATE COSA FATE PER VIVERE..VOI NN DITE QUANTO GUADAGNATE..

COMODO QUINDI ADDITARE QUALCUNO COME MARIA CHE HA IL CORAGGIO DI RACCONTARE LA SUA SCONFITTA SENZA CENSURARSI!!!

DOVRESTE INVECE RIFLETTERE IN SILENZIO E RAGIONARE COME CAMBIARE LE COSE ...E NN CON LE SPRANGHE IN PIAZZA !!!

LUCIANO

luciano prandini 17.03.11 14:23| 
 |
Rispondi al commento

il cattivo governo nasce dall'indifferenza malavitosa e dal disprezzo che i nostri politici hanno per noi e per l'italia.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 17.03.11 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Per Maria.
Che lavoro facevida libera professionista?
Povera Italia

SALVATORE VITALE 17.03.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento

"Le ho provate tutte ma alla fine mi sono buttata in un lavoro che sicuramente permette guadagni notevoli e tempo libero da dedicare ai figli".

Maria

Quello che hai fatto per i tuoi figli non lo condivido perchè non tutte possono permettersi
di fare quello fai (sarai bella o con un corpo
stupendo) e molte di loro (io compresa avendo
anche dei figli) si sentirebbero umiliate e
frustrate per questo lavoro obbligato.

Premetto di non essere laureata ma ti assicuro
che se hai voglia di lavorare potresti trovare lavoro migliore di quello.

Il lavoro che io faccio me lo sono cercata e non
è stato difficile trovarlo (lavoro come lavapiatti
in un ristorante e ho anche la fortuna di fare del
lavoro a persone vicine di casa).

Certo è un lavoro un pò umiliante ma più
dignitoso rispetto al tuo.

Non accetterei mai e poi mai di guadagnare soldi
come fai tu soltanto per il rispetto verso i miei
figli.

Sono solita andare tutti i giorni in un negozio che ha delle offerte di lavoro simili al mio e ti giuro che giacciono ancora da parecchio
tempo perchè nessuno li vuole fare.

E pensare che certe persone ne avrebbero
molto bisogno (gli extracomunitari) ma loro non
sono come quelle che non lo vogliono fare.

Persone come me, se si ha voglia di lavorare,
il lavoro lo trova sempre.


Virginia Lollo () Commentatore certificato 17.03.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se vado fuori tema ma perche' un costruttore come Mezzaroma si sposa una come la Carfagna che e' quello che e'.
Bella madre per i suoi futuri figli. Perche' non sposa una brava ragazza?

maria 17.03.11 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Fatemi Capire: la Grande Prostituta è quella Libica?
Perchè la Nostrana, mi par sol un Tantinello piu' Larga...
Grande è un po' troppo Vago come Termine.
Ma comunque un Buon Inizio.
Chissa' che il Processo la faccia ancor piu' Grande, Innalzandola...

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Parlando di festeggiamenti x L'Unità d'Italia,mi viene in mente questo commento.se la festa è così sentita dalla maggioranza degli Italiani come gli organi di stampa ci vogliono fare credere,perchè lo stato ha deciso che gli oneri ricadano su chi festeggia e non se li è caricati?Perchè in alcuni ambienti di lavoro (Enti Pubblici) i dipendenti sono stati obbligati a "festeggiare" anche contro la loro volontà rimettendoci per di più una giornata di Ferie di tasca loro? Non mi risulta che in altri Stati si obblighino i cittadini a festeggiare a loro spese le commemorazioni della fondazione della Nazione (vedi 4 Luglio negli USA,o la commemorazione del 200mo anniversario della Rivoluzione Francese.Ritengo che in realtà i più non si rendano conto di cosa significhi L'Unità di una Nazione come la nostra,anche perchè i risultati di ciò non si vedono;infatti al di là della retorica delle varie frange politiche gli Italiani sono stati portati, con condizionamenti più o meno evidenti,a pensare solo al loro misero orticello,dando così ragione a quanto affermò il principe di Metternich al congresso di Vienna:"L'Italia è solo un'espressione Geografica".Forse sarà per questo che i nostri"Vicini" non ci pigliano mai sul serio.Me ne dispiace ma non mi sento affatto fiero di essere nato in questa"Espressione Geografica"

Maurizio C., Campo Ligure Commentatore certificato 17.03.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento

15 minuti fa
La centrale nucleare di Pickering a 35 chilometri dalla citta' canadese di Toronto ha riversato nel Lago Ontario 73mila litri di acqua contaminata. Lo ha reso noto la societa' che gestisce l'impianto, la Ontario Power Generation, dopo averne informato le autorita' competenti. Ieri l'acqua contaminata e' stata ''non intenzionalmente'' riversata nel lago. Sono state misurate tracce di trizio nell'acqua, ma in quantita' molto inferiori alla soglia considerata un pericolosa per la salute delle persone. ''Dal punto di vista normativo, e' un evento di importanza molto bassa. Non vi e' alcun impatto sull'acqua potabile'', ha spiegato la Ontario Power, assicurando che il malfunzionamento al sistema di scarico e' stato nel frattempo risolto.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Canada-guasto-a-centrale-nucleare-73mila-lt-acqua-contaminata-in-lago-Ontario_311799849569.html

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.03.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunicato n°10
Le firme raccolte nel V day per i referendum e depositate in parlamento come sanno tutti i grillini giacciono nella bat caverna del parlamento senza che gli italiani sappiano della loro esistenza.la mia proposta e' che questi referendum vengano organizzati dal movimento 5 stelle in occasione delle amministrative in modo che qualche mass media ne riporti lo svolgimento e faccia conoscere a + italani la loro esistenza.
ripetero' la proposta nei prossimi post.

giacomo r. Commentatore certificato 17.03.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Polemica Usa-Tokyo...
Usa: situazione più grave di come la descrive Tokyo...
---------------------------------------------------
Non è che adesso per aver ragione gli sganciate sulla capoccia altre 2 bombe atomiche?
Fatto 30 in effetti si può fare anche 31...

Hasta scellerastriscestelle...

maurizio spina Commentatore certificato 17.03.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noncyclopedia
La Lega non ha un vero e proprio programma di governo. Maroni nel 1994 rispose così:
«Beh, non so..Fare i cazzi propri può essere considerato un programma?»

Dopo la setta ha avuto modo di crescere e consolidarsi,chiarendo meglio i suoi obiettivi Questa setta ha avuto molto successo grazie a una ben mirata campagna mediatica (sostenuta da tg di grandissimo spessore culturale come il TG4 e Studio Aperto) e così, prendendo in prestito alcune idee trovate nel diario personale di Joseph Goebbels ha puntato su razzismo, xenofobia e nazismo. Ecco i punti cardine: far fuori terroni, rumeni e africani. Ah, e fare i cazzi propri.
•Le nostre ditte potranno sfruttare, schiavizzare, derubare, sodomizzare gli stranieri, ma loro siccome sono clandestini non hanno diritti! Lo diciamo noi e basta e chi ci dice no è scemo 10 volte!"
•Un clandestino è colpevole a prescindere.Però potrà farsi tranquillamente schiavizzare nei nostri cantieri.Non è reato!"
•Tizio non ha commesso il furto,ma è colpevole di essere straniero"
•Un padano,non essendo rumeno,non potrà mai essere un delinquente"
•Bruciare un africano non è reato,me l'ha detto la mamma"
•I Terroni di tutta Italia possono comunque avere un loro punto di ritrovo, eh. Una cittadina ridente, che ne so...tipo Auschwitz
•Non erano i nazisti ad essere razzisti, erano loro che erano ebrei!"
Questa campagna ha avuto successo per 3 motivi:
-3/4 della popolazione italiana pensarono fosse una farsa inscenata da una cricca di malati mentali per intrattenere la gente e in parte avevano ragione
-Le persone con attività cerebrale non vegetativa quando vedevano un servizio razzista venivano immediatamente uccisi dalla cagarella,questo in ossequio alla regola n°1 della Lega:no essere persone intelligenti in Italia,sì essere successo elettorale della Lega
-Le persone senza attività cerebrale diventavano subito elettori della Lega
-"Non è il caso di essere selettivi-ha spiegato Maroni,se lo fossimo rischierei di rimanere solo"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.03.11 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Prostituzione è fare un Bocchino Sbagliato, poi, quello Giusto.
Redenzione...

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=JkU_3w9P4Zs&feature=related

Li chiamarono...briganti - Trailer

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 17.03.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Canada: guasto a centrale nucleare, 73mila lt acqua contaminata in lago Ontario

avvaiiiiiiiiiiiii.......


Canada: guasto a centrale nucleare, 78 mila litri di acqua contaminata nel lago Ontario.

Yuuhuu! e vai! Mi sento fortunato, dai, stavolta davvero ci togliamo il nucleare dalle palle (prima che lui tolga noi).

carmine d9 Commentatore certificato 17.03.11 14:06| 
 |
Rispondi al commento

depenalizzare le BOTTE a un leghista !!!

SUBITO !!!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 17.03.11 14:05| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prostituzione è Mostrarti una Mercedes Nuova in Piemonte e ritrovarsi a Roma con una Vecchia Clio minacciata di Rottamazione.

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 14:04| 
 |
Rispondi al commento

oggi si festeggia l'unità dell'italia, avvenuta nel lontano 1816.

1816?

scusate il REfuso...

1861!

il Mandi Commentatore certificato 17.03.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Prostituzione è Nascer Vespa e Spacciarsi per Ape laboriosa.
Praticamente un Calessino...

enrico w., novara Commentatore certificato 17.03.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Prostituzione è clikkare il mio nome.
Intanto fatelo che poi vi pago.


prostituzione è far finta di niente ,girarsi dall'altra parte e tiarare a campare ,mentre il resto è quello che ci passano.

panino.A. 17.03.11 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Governo, Berlusconi: ''Vado avanti, non lascio il Paese in mano ai comunisti''

bersani: "a chi?"

il Mandi Commentatore certificato 17.03.11 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Stamani sono andato in città.

Non sono riuscito a contare le bandiere tricolori appese a finestre e balconi. Mi ha fatto piacere che ci fossero e non ha importanza se parecchi tra coloro che le hanno esposte non sanno cosa accadde di preciso il 17 marzo del 1861.
A me basta che lo stesso clima gioioso e lo stesso numero di bandiere ci siano pure il 25 aprile. Altrimenti, la festa odierna avrà avuto poco senso. Perché quello che noi siamo oggi, i valori e le idee a fondamento dello Stato italiano di oggi sono quelli scaturiti dal 25 aprile 1945.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 17.03.11 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori