Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

No Fly Zone


No_Fly_Zone.jpg
"No Fly Zone" in italiano vuol dire una zona in cui non si può volare. La risoluzione 1973 dell'ONU si riferisce a questo. La sua applicazione in Libia è per lo meno estesa, presa un po' alla larga. Il primo intervento francese infatti ha colpito dei carri armati volanti vicino a Bengasi. Il carro armato volante è un'invenzione libica, la solita arma segreta dei dittatori, come la V2 di Hitler, il primo missile a distanza. Sarkozy non si è fatto sorprendere. Gli americani e gli inglesi hanno poi bombardato raso terra Tripoli e Sirte, in particolare si sono concentrati sul bunker volante di Gheddafi. Un'applicazione rigorosa della "No Fly Zone". Khamis, un figlio di Gheddafi, sarebbe stato ucciso a Tripoli. Testimoni oculari lo hanno visto mentre volava come Icaro nei cieli della Tripolitania a dispetto delle indicazioni delle Nazioni Unite. Se un ospedale si alzerà in volo, un missile tomahawk colpirà implacabile.

21 Mar 2011, 17:21 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

a proposito quel trattato cosidetto d'amicizia non doveva metterci al riparo dalle "invasioni" libiche? Ed invece sono più che raddoppiate... Maroni se n'è accorto? Un mea culpa ci starebbe bene... Silenzio invece sul grande errore politico... che naturalmente paghiamo noi...

alma gemme 26.03.11 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Mohamed, un abitante della città di Benghazi, accuratamente scelto mesi o anni prima, ha un telefono satellitare. Lui e altri compari occidentali giunti successivamente, oltre che comunicare le postazione militari dei “cattivi”, informa diverse agenzie su quello che succede nella città di Benghazi. Mohamed dice: sono morti 10 bambini nel bombardamento delle truppe di Ghedaffi e tutte le agenzie del mondo lo riportano. Il sig. Mohamed è unica fronte d’informazione per tutte le agenzie mondiali! Con il cuore affranto le democrazie occidentali decidono di bombardare, per salvare i civili “spontaneamente” insorti.
Fra poco Mohamed ci racconterà delle violenze sessuali sulle donne. E poi dirà che ci è stato anche un grande massacro, preferibilmente effettuato con il gas nervino, con circa 7000 morti, che potranno ulteriormente salire sec. le necessità. Mohamed perfino invierà le foto fatte con il suo cellulare, dove di vedranno i corpi ammassati dei “rivoluzionari” disarmati. E l’opinione pubblica dei democratici occidentali, che amano più i loro cani che gli esseri umani griderà: ..Ghedaffi è come Hitler, fa la pulizia etnica delle altre tribù. Dopo di che si va con occupazione terrestre, con l’altra risoluzione ONU. Ripudierà l’Italia ancora la guerra? Oppure si tratterà di soliti aiuti umanitari con apertura di bordelli occidentali dove vengono “offerti” i minorenni, la vendita di cibi ONU avariati, i farmaci scaduti da 20 anni (che ONU paga), autisti occidentali ubriachi che uccidono i cittadini, ecc ecc ecc. Jugoslavia docet, perché tutto ciò e già successo.
I vari colonialisti di turno sono convinti che le popolazioni “colorate” e quelle non appartenenti alla razza privilegiata nord europea e anglo-sassone, sono merdaccia. Ma soprattutto questa merdaccia non è in grado di difendersi, perche non ha armi da infilare nel culo ai macellai occidentali.

Marko F. 24.03.11 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Se vivessimo in un mondo "normale" non ci dovrebbe essere bisogno di fare guerre...ma purtroppo, normale non è..
Attenzione,per normale intendo, non fare affari o alimentare "vizi agli scemi", come ir ghedda..e non solo!...facendoli scorrazzare per anni a destra e manca facendoci "affari"...pur sapendo di avere a che fare, con un "bastardo"..
Poi improvvisamente un giorno...la diplomazia s'accorge che sta massacrando i suoi oppositori..(e il suo amico...non lo chiama, perchè non vuole disturbarlo...oppure dice che è "addolorato" per la sua vicenda..ovviamente non per gli scannati)...mah!.
Quindi, ritengo che tirare le bombe sia normale...e questa azione di "sanificazione" non guasta..ritengo invece che continuare ad avere una politica fatta da "cialtroni" e "affaristi" sia più pericolosa dei bombardamenti.
Intanto è notizia che l'accisa(tasse) sui carburanti aumenta di 1-2 cent...per evitare d'aumentare il biglietto del cinema di 1€....
come dire l'importante è pagare....

roby f., Livorno Commentatore certificato 23.03.11 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Se si vuole davvero proteggere i libici Gheddafi deve sparire.
Se rimane al potere fara' una carneficina.

Giuseppe Cornelio 22.03.11 23:42| 
 |
Rispondi al commento

In effetti l'articolo non fa onore al Blog di Beppe, che si é sempre sforzato di dare un informazione completa (nel senso di imparziale) su temi spesso scottanti e controversi come questo. Hanno ragione coloro che prima di me hanno espresso in modo molto chiaro, con i loro commenti, il fatto che la risoluzione ONU 1973 non si limita affatto alla sola implementazione della No Fly Zone, ma si spinge, con un testo volutamente ambiguo, a permettere di adottare qualsiasi misura necessaria per la protezione e la savaguardia della popolazione civile. Quanto agli eventuali limiti di tali misure, ne esiste solo uno, ovvero il divieto di utilizzare una forza di occupazione. Limite questo posto per rassicurare da un lato gli USA che non vogliono certo vedere i propri soldati impegnati sul campo di un'altra guerra e dall'altro gli stati arabi, che potrebbero temere una occupazione tipo Irak. In realtà, dentro questa formulazione, ci sta un po' tutto, anche l'eventuale eliminazione di Gheddafi. Mi sembra quindi che l'articolo apparso sul Sito di Beppe, al di la della apprezzabile nota ironica sui Carri Armati Volanti, sia stato scritto senza aver letto attentamente la Risoluzione ONU o (e questo sarebbe più grave) con una volontaria intenzione di disinformare i lettori del Blog.

Marco Rizzi 22.03.11 21:49| 
 |
Rispondi al commento

fly vuol dire anche "mosca"

si potrebbe interpretare {no fly zone} come:

"zona dove non dev'esserci nemmeno una mosca"

raderanno tutto al suolo

poveri noi... poveri loro

Pietro Careta (picareta), PAVIA Commentatore certificato 22.03.11 21:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non c'entrano i carri volanti, rientra nel 3° punto secondo me...che ne pensate?

* autorizza tutti i mezzi necessari a proteggere i civili e le aree popolate da civili, ad esclusione di qualsiasi azione che comporti la presenza di una "forza occupante";[3]

Emanuele Negrini 22.03.11 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Francamente, la risoluzione ONU dice MOLTO di più: al punto 4 autorizza gli stati membri a prendere tutte le misure necessarie per proteggere i civili, escludendo solo le truppe di terra. TUTTE. Quindi anche i missili sui carri armati. Quando si cita un documento, lo si citi per intero; non solo le parti che fanno comodo...
http://albertocacopardo.blogspot.com/2011/03/risoluzione-1973-2011-del-consiglio-di.html

Paolo Buscaglino Strambio 22.03.11 18:06| 
 |
Rispondi al commento

che per una volta si fermi un tiranno, in ritardo si, con dei cambi di politica-economica si, ma che il mondo si sia mosso è per me positivo, petrolio a parte ( non è presente solo in libia ) banche a parte ( gheddafi non è azionista solo di unicredit ), interessi massonici dei retroscena, ma che questo porti alla liberazione dei popoli, non solo quello libico ma tutti, che si sveglino tutti e capiscano che il popolo se si unisce all' unisono ottiene i diritti e doveri che gli spettano, in qualsivoglia parte del mondo...la speranza di un mondo unito sarà forse utopia, ma io ingenuamente forse, ci credo e ci voglio credere. si alla no fly zone, si alla difesa del popolo libico, e se fosse necessario, si alla difesa degli esseri umani da loro stessi....

Meilin M., BAGNOLO MELLA Commentatore certificato 22.03.11 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente, stavolta, pur non essendo un guerrafondaio o un fanatico filo-americano, non riesco proprio a capire le ragioni di Beppe, Gino Strada e tutta questa gente "pacifista" che accusa Obama, Sarkozy e Cameron e di applicare un'interpretazione "a manica larga" della Fly Zone. Non li capisco per un fatto molto semplice: come cacchio si può mediare o megoziare con uno psicopatico sanguinario che da 42 anni è al potere e che con l'Italia ha avuto un malsano rapporto di ricatti, minacce e interessi e che da un mese continua a massacrare e opprimere civili e "insorti"? Quale soluzione proponi Beppe? Ci vai tu a parlare con Gheddy mentre un'armata entra a Bengasi sparando alla cieca (è di oggi la notizia di 127 morti e 250 feriti nell'aggressione di sabato scorso, poco prima che partisse l'operazione "Odyssey Dawn"). Se per Gino Stra questa operazione militare è condotta da cervelli mediocri mi chiedo come consideri il cervello di questo beduino intabarrato come un cannolo siciliano andato a male (oltre a quello di Sivio che ancora ieri ha perso l'occasione di stare zitto dicendosi addolorato per il suo caro compare di orge finanziarie). Mi sono rotto le balle di questi politici e pacifisti e unmanitari del piffero che, anche grazie al loro attendismo, per tutti questi anni hanno lasciato al potere tanti dittatorelli ai quali dobbiamo migliaia di morti e la repressioni di ogni diritto umano. Non mi frega un ciufolo che Sarko e Cameron si psartiranno il petrolio e il gas: a me interessa che quel tafano schifoso che spara minchiate alla velocità della luce venga appeso nella piazza Verde a testa in giù mentre i libici lo prendono a sputi e gli staccano gli arti uno alla volta mentre è ancora vivo. Comincia a scendere dal tuo piedistallo di guru illuminato Beppe e smettila di comportarti anche tu cone il "padre di uan rivoluzione" italiana che purtroppo tarda ad arrivare.

Alfredo Rubetti 22.03.11 16:27| 
 |
Rispondi al commento

per parlare di argomenti seri come questi bisogna essere informati, qui leggo molte inesatezze.

giuseppe muscas 22.03.11 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Come hanno già fatto notare in molti la risoluzione ONU autorizza ad attaccare chiunque metta in pericolo i civili (leggi carri armati di Gheddafi che bombardano le città).
L'ONU non ha voluto ripetere gli sbagli del passato quando la no fly zone sull'Iraq non impedì alle truppe terrestri di massacrare sciiti e kurdi letteralemente sotto gli occhi dei piloti, oppure alle truppe di Milosevich di massacrare quasi 10.000 persone a Srebrenica sotto gli occhi dei caschi blu.

Andrea F. Commentatore certificato 22.03.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha completamente ragione: gli affari della Libia sono di competenza esclusiva di Gheddafi e non certo dei colonialisti Obama e Sarkozy.
Gheddafi ha tutto il diritto di usare esercito e mercenari per soffocare la rivolta nel sangue.
L'amico Gheddafi poteva e doveva massacrare gli insorti a suo piacimento: è troppo facile vincere la guerra civile con l'aiuto di Obama (che si è rivelato peggio di Bush).

Come si permette l'ONU di impedire al presidente legittimo Gheddafi, che avrà qualche difetto ma è sicuramente meglio di Obama, Prodi e Fassino, di finire il lavoro contro i rivoltosi pagati dagli USA?

Per una volta la scelta di Bossi e Berlusconi, uniti nella difesa di Gheddafi, si è rivelata giusta.
Mi fa molto piacere che il moVimento 5 Stelle si sia schierato a fianco di Saddam, senza indugi, e contro l'imperialismo di Adolf Obama!

Secondo me i ragazzi del moVimento dovrebbero manifestare la propria solidarietà a Gheddafi, riunendosi davanti all'ambaciata libica.
E allo stesso tempo dovrebbero andare a tirare i pomodori ai guerrafondai americani e francesi, chiedendo l'immediata cessazione dei bombardamenti contro le infrastrutture militari del colonnello, lasciando campo libero a Gheddafi.

Forza Beppe! Forza Gheddafi! Forza Lega Nord!
TUTTI UNITI A FAVORE DI GHEDDAFI E CONTRO ADOLF OBAMA!

Matteo di Ferrara Commentatore certificato 22.03.11 15:21| 
 |
Rispondi al commento

I "volenterosi trasformati in KILLER INTERNAZIONALI su mandato dell' ONU ormai litigano su tutto.
La no-fly-zone trasformata da subito in bombardamenti a tappeto dopo ognuno spara a caXXo tipo dove cojo cojo fanno strage di cittadini Libici.

La Betty nostrana che dalla vergogna non sa più che pesci pigliare, o meglio non lo ha mai saputo e l' unica cosa che gli è sempre riuscita bene è sfuggire alla Giustizia Italiana e i festini bunga-bunga.

Gheddafi, il dittatore improvvisamente nemico di tutti dopo che tutti ci han fatto feste e pranzi assieme inseguito per tutta la Libia dai cacciabombardieri dei KILLER, ma "VOLENTEROSI" che non riescono a stanarlo mentre lui, invece, bombarda allegramente i "rivoltosi" che anche loro nessuno conosce nè sa esattamente coso vogliono; dicono che vogliono "democrazia", ma si nutrono FORTI dubbi.
In questo maransa ONU mondo intero precipitano nella tragedia tragicomica e nel ridicolo.

Il tutto mentre i pentoloni nucleari di Fukushima continano a sputare fuori fumo e radiazioni sualla testa dei poveri Giapponesi.

dr. Hause 22.03.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento

allora la lo fly zone è l'ennesimo interesse economico dei famosi stati alleati??

ivana mostini 22.03.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispaice Grillo ma stavolta non sono con te. Ci troviamo di fronte a un popolo che si ribella dal basso, vogliamo che sia massacrato dal dittatore? Troppo facile fare i pacifisti sempre e comuncque, la situazione è completamente diversa dall'Iraq o Afghanistan, lì si interveniva con un pretesto, qui un popolo di giovani si è sollevato e ci ha chiesto aiuto. La Francia e lì per il petrolio? Sicuramente ma in fututro sarà il popolo libico a decidere a chi dare il proprio petrolio.
Con le spontanee ribellioni del nord Africa Ci troviamo difronte un momento storico inedito, un nuovo movimento politico come è il Movimento 5 stelle deve avere la capacità di andare oltre la comoda e facile posizione del non intervento. Milioni di giovani dall'altra parte del Mediterraneo che fino a poche settimane fa non avevano preso mai un fucile in mano, ora con coraggio lottano per la loro libertà contro i carri armati del rais. Perchè Beppe non hai in fiducia in loro? Perchè credi che questi giovani coraggiosi non siano in grado, una volta cacciato il dittatore, di poter costruire per il loro paese un futruo migliore. In Tunisia la gente che si è ribellatta e che ora è tornata nelle proprie case ha avvisato con il motto "Se tornano, noi torniamo" chi sta traghettando il paese verso le elezioni, con questo motto in sostanza dicono che se torna un dittatore o una classe politica corrotta allora noi troneremo in piazza.
Perchè non credergli?

Moises 22.03.11 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Basta con i bombardamenti da parte di potenze che hanno le mani sporche del sangue di migliaia, centinaia di migliaia di civili innocenti, dal sudamerica all'indonesia all'africa e al medio oriente, con quale presunta superiorità pensiamo di poter intrometterci negli affari degli altri?gli stati uniti non hanno più nessuna credibilità, sono loro i tiranni, intervengono solo dove li portano i loro interessi. bisogna riformare le nazioni unite, renderle in grado di intervenire indipendentemente dalle forze occidentali,con un esercito indipendente, magari usando la tobin tax

luigi n 22.03.11 11:16| 
 |
Rispondi al commento

there's so many different worlds
so many different suns
and we' ve just one world
BUT WE LIVE IN DIFFERENT ONES
dire straits- brothers in arms

cristina ., como Commentatore certificato 22.03.11 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi che non e' uno stupido si e' sequestrato ASSO22 e anziche' volare sta navigando a zig zag di fronte a tripoli cosi non ce' pericolo che lo abbattano....al limite chiede asilo all'italia trattando con berlusconi per gli ostaggi.

mcmax M 22.03.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Gli aerei della Nato stanno facendo rispettare al 100% la "No fly Zone" che appunto si e' attivata per impedire il volo di qualsiasi cosa volante. Ma poiche' gli uccelli, gabbiani e grosse mosche libiche da 850 grammi sono tuttavia un bersaglio minuscolo, i piloti della coalizione devono sparare parecchi colpi per annientarli e parecchie bombe per colpire i loro nidi e tane, che loro usano come basi di partenza, insomma stanno trasformando la Libia in una succursale di Murano, la faranno tutta di sabbia vetrificata,
una futuribile attrazione turistica!

Oliver Hardy 22.03.11 08:40| 
 |
Rispondi al commento

E' assolutamente indiscutibile che Gheddafi sia un pazzo e assassino ma è
anche vero che le regole dovrebbero essere sovrane in una democrazia
civile. Se esiste una risoluzione che parla di "no fly zone" deve esssere
rispettata nel nome di quella democrazia di cui tanto andiamo fieri nei
confronti di paese come la Libia. Più corretto sarebbe stato creare una
nuova risoluzione che prevede attacchi a paesi nei quali avvengono crimi
sui popoli. Facendo così però dovremmo mandare aiuti anche in Ruanda e
altri paese dove non esistono interessi per il petrolio e per questo
motivo, per questa falsa moralità che si continua a bombardare carri armati
nella no fly zone o si pensa che la pena di morte sia giusta etc. bho ...
tutto questo mostra come l'ONU sia inutile e impotente. Ciao

roberto m., Milano Commentatore certificato 22.03.11 06:52| 
 |
Rispondi al commento

E' assolutamente indiscutibile che Gheddafi sia un pazzo e assassino ma è anche vero che le regole dovrebbero essere sovrane in una democrazia civile. Se esiste una risoluzione che parla di "no fly zone" deve esssere rispettata nel nome di quella democrazia di cui tanto andiamo fieri nei confronti di paese come la Libia. Più corretto sarebbe stato creare una nuova risoluzione che prevede attacchi a paesi nei quali avvengono crimi sui popoli. Facendo così però dovremmo mandare aiuti anche in Ruanda e altri paese dove non esistono interessi per il petrolio e per questo motivo, per questa falsa moralità che si continua a bombardare carri armati nella no fly zone o si pensa che la pena di morte sia giusta etc. bho ... tutto questo mostra come l'ONU sia inutile e impotente. Ciao

roberto muttoni 22.03.11 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Grillo io ti seguo da molto tempo,stimo te,Marco Travaglio,Santoro ecc ecc, senza farlal tanto lunga.
Ma non mettiamoci a difendere un ASSASSINO come Gheddafi.
Ci saranno pure giochi di potere ma stavolta chi se ne frega se la Fly Zone è rispettata o meno.
Lo lasciamno fare?
Aspettiamo che si calmino le acque per fargli spellare vivo chi si è ribellato al suo regime?

Siamo tutti dalla stessa parte, dal nucleare ai ladri al Governo,ma a volte bisogna valutare anche altre cose...tanto il petrolio lo prendono comunque ma spero in un dittatore sanguinario in meno, che gli Enti Petroliferi facciano affari col legittimo popolo libico e non con la famiglia Gaddafi magna magna ammazza tutti.
Un Saluto

Mario Maronzi 22.03.11 03:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, mi stai stancando con i tuoi post pseudoironici scritti sulla pelle di coloro che subiscono violenza in Libia. Lascia perdere certe idiozie e guarda i fatti.
Un mese fa i blogger di Grillo dicevano che non è giusto che il beduinocapo uccida i suoi cittadini che non lo vogliono vedere al potere. Adesso che qualcuno è intervenuto per indebolire l'esercito del beduinocapo in modo che non possa uccidere altri civili, a certi blogger non sta bene perché si tratta di un'azione di "guerra". Ma la guerra civile fra l'esercito del beduinocapo e i ribelli è iniziata molto prima della risoluzione dell'ONU!
La risoluzione dell'ONU dice che bisogna proteggere le persona dai bombardamenti e dagli attacchi dei sodati del beduinocapo. Mi sembra logico che in questo caso bisogna colpire sia l'aviazione che i carrarmati. Altrimenti, caro Grillo, il beduinocapo continua a sparare da terra usando armi pesanti contro i civili, dato che i jet non possono più volare ("no fly zone").

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 22.03.11 03:23| 
 |
Rispondi al commento

E' triste
Popopolo sovrano
ma dopo i desideri dei governanti
ma dopo i desideri degli alleati
ma dopo le necessità dei popoli confinanti
ma dopo non rimane più nulla

diego 22.03.11 03:18| 
 |
Rispondi al commento

da Repubblica:

"Gelo di Parigi,All'Italia ha risposto a breve giro il ministero francese della Difesa. "La Francia applica pienamente e unicamente la risoluzione 1973 delle Nazioni Unite, che corrisponde anche alla visione della diplomazia italiana", ha precisato il portavoce del dicastero, il generale Philippe Ponthies. Parole che non soddisfano affatto la Farnesina. Se l'Italia, ha ricordato Frattini, ha accettato "in una primissima fase" di partecipare alla coalizione dei volenterosi che opera attraverso tre comandi, quello Usa a Napoli Capodichino, quello britannico e quello francese. "E' però
chiaro che, se siamo partiti con un'azione urgente, ora torniamo alla fisiologia, alla regola, che è il coordinamento della Nato". Infatti, ha ribadito "la corresponsabilità delle decisioni deve essere garantita"."
Fino ad oggi abbiamo ricoperto dignitosamente il nostro ruolo all'interno della Alleanza Atlantica ed agito coerentemente e rispettosi delle decisioni dell'ONU in materia di interventi militari all'estero.La nostra dignità l'abbiamo già persa grazie ad una politica estera unilaterale e protezionistica (Libia-Gheddafi) del duo Bossi-Berluscuni.Ora ci manca solo Frattini con il suo "adesso ci riprendiamo le basi che abbiamo messo a disposizione".
Come se la Coalizione, senza le nostre basi, non fosse in grado di procedere in coerenza con le decisioni prese: dichiarazioni infantili a dir poco.Peraltro la nostra Aeronautica ha visto soppressi in tutti questi anni numerosi Reparti Volo e relativi aeroplani; uno degli ultimi è stato il IX° Stormo Caccia di Grazzanise
"Francesco Baracca",su F-104,e "gemello" del IV° Stormo!La linea di volo (aeroplani) del IV° era in via di rinnovamento ma con consegne estremamente lente.Visto che non siamo, non possiamo nè vogliamo essere una potenza militare
almeno stiamo buoni, cerchiamo di salvare la faccia e non facciamo ridere...

francesco cims 22.03.11 02:14| 
 |
Rispondi al commento

Mossa molto elegante: Bossi e Berlusconi erano per qualche strana ragione convinti che le risorse in materie prime libiche fossero di loro esclusiva pertinenza. Non hanno imparato nulla dalla Storia. Ci abbiamo provato nel '39 (anche perchè impauriti dalla potenza militare tedesca e di quell'arma segreta di cui si parlava) ed è andata com'è andata. Adesso non c'erano giustificazioni, soprattutto considerata la crisi economica. Colpi di mano unilaterali - leggi alleanza con Gheddafi - non potevano essere tollerabili e sono state portate avanti da una classe politica temeraria, sprovveduta ed ingenua.
Adesso Bossi e Berlusconi non solo sono tenuti a fare marcia indietro a tutta forza, ci fanno anche pagare le spese militari (considerevoli a voler considerare il solo carburante e gli immancabili voli h24 - sia pure di allenamento - in zona operativa che dovremo fare) e si sono giocati la Libia in toto compresi tutti gli anni di manovre e manovrine e baciamani (che vergogna)necessari per giungere al trattato (unilaterale). In tempo di globalizzazione certe iniziative vanno concordate : non si parte alla garibaldina soprattutto se appoggiati da mezze figure come Bossi (IMO)

francesco cims 22.03.11 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Va bene , ma se i massoni sono piu' forti di noi , se la gente non ha l'intelligenza o il sentimento per lottare per la giustizia ....allora e' meglio l' anarchia !
Almeno chi incontra un sarkozy puo' provvedere di persona .

Marco Schanzer 22.03.11 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo credere che i tornado sono andati in libia, x una vacanza? Visto che ci dicono che l'i
Italia non bombarda...

anticonformista51 22.03.11 00:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La madre degli allocchi è sempre incinta...il nostro paese dipende dalla libia quasi per un terzo del suo fabbisogno energetico.In Libia euro piu' o meno sono investiti 15 miliardi di tra pozzi eni e gasdotti.Il nostro bilancio commerciale supera i 3 miliardi annui a favore e se lasci americani e francesi li' ti trovi con un pugno di mosche in mano.Pacifisti li mettete voi questi soldi?Siete andati a vedere come sono i campi di detenzione per i migranti beccati in Libia???Avete voi vissuto in prima persona la situazione che gran parte delle persone vive con la Fam.Gheddaffi???Passi che il nucleare sia negativo e ingestibile,non puo' passare la tesi delle candele che detto papale papale è una stronzata tipica da blogger "sveglio"

ste65 21.03.11 23:53| 
 |
Rispondi al commento

GLi americani quando sono sbarcati in Sicilia, ci hanno liberato e poi hanno fatto i loro interessi economici per 40 anni!
Però siamo liberi dal nazismo, cosa avreste preferito tra i due mali?
Non si può sempre criticare tutto altrimenti diventiamo un movimento di brontoloni inconcludenti.
E' ovvio che Francia e Usa sono lì per il petrolio, ma noi con cosa scalderemo le nostre case se stracceranno i contratti fatti con Gheddafi?
La fetta di torta sarà pari a zero per fortuna non rimarremo a mani vuote perché ci appiopperanno orde di profughi disperati a iosa.
Beh, però possiamo dire che siamo determinati a investire nelle rinnovabili...manco per il c..zo, perché c'è sempre qualcuno che si lamenta che le pale sono brutte che i pannelli FV disturbano il panorama, i rigassificatori no etc...
Quindi il mio consiglio meno Ipod e + candele di cera e non rompete più il c..zo
ciao

Giuliano Sacconi, Fabriano Commentatore certificato 21.03.11 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente se Gedafi avrebbe ucciso a migliaia indisturbato sono sicuro che nessuno dei tanti ridicoli pacifisti si sarebbe ricordato a protestare. Tutti si svegliano solo quando interviene Usa o la Nato, e mai quando vedono le fosse comuni e le atrocciatà dei dittatori...

Hendrik G. 21.03.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Tra un pò a causa del chi deve prendere il comando e impadronirsi del petrolio sti stronzi di occidentali si bombarderanno tra di loro. Quasi quasi faccio il tifo per Gheddafi, che se vince almeno spaccherà il culo a quel verme schifoso di arcore che lo ha accoltellato a tradimento e al suo tirpiedi frttini on the rocks.
Secondo me ce la fa,perchè la Libia non è l'Iraq.

FORZA MOHMAR!

Renzo Coscia 21.03.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Se c'era ancora qualcuno che si illudeva che quello che è successo in Africa negli ultimi mesi sia stato un moto rivoluzionario spontaneo credo che nelle ultime ore si sia chiarito le idee.
La democrazia che a piene mani stanno sganciando sulla Libia gli aerei francesi americani e della solita accolita la dice lunga sull'organizzazione di tutta la vicenda.
Mr Obama dice che basta l'egida americana a legittimare l'intervento armato.
Il lupo cambia il colore ma non il vizio.
Quello che più impressiona è il fatto che le uniche parole di buon senso siano state pronunciate da Berlusconi...
Peggio di così

Gigi C., Barano d'Ischia Commentatore certificato 21.03.11 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Gli stessi che oggi criticano l'intervento, fino a 3 giorni fa dicevano all'Occidente di vergognarsi a lasciare Gheddafi massacrare il suo stesso popolo.

Da questo punto di vista hanno fatto la stessa figura di merda di Berlusca.

Il fatto è uno solo e di facile comprensione: bisogna togliere da lì Gheddafi. Con le buone o con le cattive. Punto. Poi si vedrà.

Tutto il resto sono palle da frustrati

Dario Brenno 21.03.11 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non ho ben capito una cosa ma se i tornado italiani sono decollati sono andati sulla libia e non hanno bombardato (a sentire loro) che cazzo sono andati a fare?

Luca Tonioli, Cento (FE) Commentatore certificato 21.03.11 21:36| 
 |
Rispondi al commento

I Miracoli della Medicina Proibita - L’Olio di Canapa

http://modin.org/2007/08/05/olio-di-canapa-prevenzione-e-terapia-delle-malattie-cardiovascolari-le-ultime-notizie/

http://calmart.nl/blog/2008/02/18/i-miracoli-della-medicina-proibita-lolio-di-canapa/

http://www.usidellacanapa.it/usi/derivati/seme1.html

http://www.emuna.it/prodotti/canapa/olio-e-alimenti/olio-di-canapa-naturale-500ml.htm?vmcchk=1

Uno dei tanti 21.03.11 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma Frattini si è accorto soltanto adesso che l'Italia non partecipava a una iniziativa Nato, ma soltanto di Sarkozi? Per me non è una spiegazione credibile. Quella vera è che il governo ha fatto dietrofront per non finire a pezzi dopo le critiche di Bossi e della Lega. E Frattini fa da banderuola come sempre. Questo teatrino sulla pelle della gente, in spregio alla legalità internazionale e ai bilanci della Difesa, danneggia il briciolo di credibilità internazionale che l'Italia ancora aveva. Per l'insipienza di questo Governo rischiamo di perdere soldi, petrolio e la faccia con gli alleati. Almeno avessimo fatto da subito come la Merkel evitando di partecipare!! Berlusconi dopo il baciamano non poteva rischiare di sembrare amico del tiranno. Come sempre ha deciso per se stesso senza neanche consultare Bossi e la Lega. Ma che cacchio di pagliacci abbiamo!!!!

Peter Amico 21.03.11 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se le truppe e i mercenari di Gheddafi fossero entrati a Bengasi massacrando la popolazione, cosa avreste detto? Probabilmente avreste accusato la comunità internazionale di essere sorda alla richieste di democrazia che vengono direttamente dal popolo.
Sicuramente la Francia, USA e Uk sono lì per interessi economici e geopolitici, ma per una volta che l'interesse di questi stati coincide con quello della gente che si è ribellata contro una dittatura... beh...dov'è lo scandalo?! Non dovremmo essere compiaciuti di ciò?
Certo la via preferibile sarebbe stata quella di convincere il dittatore a lasciare ma Gheddafi non è Mubarak. L'talia, che aveva una grande occasione per esercitare un ruolo nel Mediterraneo favorendo una transizione indolore, è stata invece a guardare, il nostro presidente del consiglio "non voluva disturbare" mentre il dittatore preparava e attuava la repressione.
La guerra è iniziata un mese fa non oggi.

Alessandro 21.03.11 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Torino. Betty accolta da folla con selva di fischi e grida e cartelloni con richiesta di dimissioni oltre che al canto di bella ciao e inno Nazionale.

Sbirri antisommossa li hanno caricati.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/21/berlusconi-contestato-a-torino/99098/

dr. Jekill 21.03.11 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Non è una risoluzione "No fly-zone" è una risoluzione "Throw the bomb and run away"!


amici,
non amo la violenza tuttavia post come "no fly zone" andrebbero a mio avviso pubblicati su siti che fanno cabaret, non politica!!
occorre fare riflessioni serie su temi come questi, soprattutto se si cerca di costruire una vera e credibile alternativa di governo del paese...mi chiedo dunque se un movimento come questo (5 stelle) possa presentarsi agli italiani parlando di tank volanti et similia...signori, non siamo al bar e non stiamo giocando a risiko....dietro a tutto questo sta una risoluzione ONU, nessuno si e' inventato armi di distruzione di massa, migliaia di civili hanno perso la vita....viva la realpolitik!!
PS
lettura consigliata:N.Macchiavelli, "Il principe"

emanuele magnani 21.03.11 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusa, nello stesso link alla risoluzione 1973 che hai postato c'è scritto esplicitamente (terzo punto):

-autorizza tutti i mezzi necessari a proteggere i civili e le aree popolate da civili, ad esclusione di qualsiasi azione che comporti la presenza di una "forza occupante"

Più chiaro di così

s.g. 21.03.11 19:20| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Bisognava Fare qualcosa e fino a che bombardano obiettivi strettamente militari in aria o a terra per me non c'è differenza.
Alla fine sono tutti mercenari o appoggiano Geddafi che fino a prova contraria è un tiranno.
Purtroppo dalle notizie raccolte la coalizione ha esagerato bombardando Tripoli senza troppo preoccuparsi dei civili.
Alla fine ci saranno sempre i soliti danni collaterali, persone inerte colpite per "errore", mentre sarebbe bene che prima di sganciare una bomba si fosse sicuri al centro per cento di non colpire civili altrimenti non è una missione di pace è un'aggressione ... non si può correre il rischio
In questi casi si dovrebbe applicare la corte marziale a chi uccide civile per "errore" per accertare che sia stato fatto tutto il ragionevole per impedirlo.
Un conto è attaccare un carro (isolato spero non in mezzo a civili) o un aeroplano un conto è bombardare un edificio o una centrale elettrica ... non puoi sapere chi c'è dentro e se togli la elettricità la togli anche ai civili e al governo che verrà ... se un "salvatore" per sconfiggere un tiranno ci lasciasse senza servizi (gas, eletticità, acqua, ponti, ....) e poi se ne va ? .. a nessuno che afferma di essere nel bene è permesso di uccidere senza conseguenze e di distruggere una città

Matteo Pietri Commentatore certificato 21.03.11 18:42| 
 |
Rispondi al commento

we' re fools to make war on our brothers in arms
- dire straits, brothers in arms-

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 18:35| 
 |
Rispondi al commento

naturalmente per dare luogo ad una No-fly zone efficace, occorre che vengano rese inutilizzabili (leggi distrutte) le difese di contraerea, e parte del sistema di coordinamento delle forze armate. Ergo il bombardamento, che ne dica la lega araba o quella padana, è inizialmente indispensabile.

come notavano alcune lettori qui sotto, la risoluzione ONU è chiara nel disporre che vengano prese tutte le misure necessarie affinchè i civili vengano protetti dalle incursioni delle forze di gheddafi, on limitandosi ad autorizzare la no-fly zone.

inoltre questo solito ricadere nel complottismo, ogni volta che si giunge ad un intervento armato mi pare piuttosto poco serio: Se anche ci fossero degli interessi nazionali particolari dietro l'intervento ( e questo, scusatemi è tutto da dimostrare) se questi sono allineati agli interessi della popolazione libica, credo, non ci sarebbe alcuno scandalo


La coalizione dei "volenterosi" contro la Libia capitanata dal franzoso che ha l' 80x100 del fabbisogno energetico fatto con pentoloni nucleari e dal dandy UK che come fabbisogno energetico con pentoloni nucleari si avvicina al franzoso, ogni giorno che passa pprende sempre più i contorni di una GUERRA di KILLERAGGIO INTERNAZIOONALE;
Mi spiego meglio: il franzoso e il dandy UK per mettere le loro manacce sul petrolio Libico hanno coinvolto ONU, USA, e altri POLLI come NOI per dar la caccia e far fuori il Gheddafi e possibilmente famiglia e per fare questo con la scusa della no-fly-zone stanno radendo al suolo città intere con tuttio quelli che ci stan dentro ovviamente.

dr. Hause 21.03.11 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
HO PAURA CHE SI FLY ZONE O NO FLAY ZONE,PER PETROLIO, E PER ALTRI INTERESSI TIRERANNO GIU' GHEDDAFI E FIGLI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 21.03.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Per quello che ne so la risoluzione delle Nazioni Unite autorizza tutto eccetto l'invasione con forze di occupazione: "to take all necessary measures… to protect civilians and civilian populated areas under threat of attack in the Libyan Arab Jamhariya, including Benghazi, while excluding an occupation force".

Pertanto le Nazioni Unite autorizzano ben più di una no-fly zone e gli attachi di questi giorni rientrano nell'ambito della risoluzione.

Se a Russia, Cina e Germania la risoluzione non piaceva potevano mettere il veto (le prime due) o votarci contro (la terza).

Detto questo l'uso della forza e delle armi non è mai bello. Ma non credo che nemmeno i proiettili di Gheddafi e dei suoi mercenari siano così graditi al popolo libico.

Eric P. Commentatore certificato 21.03.11 18:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

adesso il governo si è inventato il vecchio trucco di fare la finta spaccatura all'interno tra interventisi e antiinterventisti (lega) per una pura tattica politica studiata a tavolino che consiste di far fintamente apparire una parte della oalizione di goveerno (la lega) anti-interventista per dare una finta possibilità di scelta all'elettore (idiota) di destra senza dover per forza saltare la sponda verso la coalizione sinistrorsa.

Che luridi giochetti da pagliacci della politica!

bruno bassi 21.03.11 18:03| 
 |
Rispondi al commento

La risoluzione ONU e' la seguente:

http://www.un.org/News/Press/docs/2011/sc10200.doc.htm

*****
[...]
Adopting resolution 1973 (2011) by a vote of 10 in favour to none against, with 5 abstentions (Brazil, China, Germany, India, Russian Federation), the Council authorized Member States, acting nationally or through regional organizations or arrangements, to take all necessary measures to protect civilians under threat of attack in the country, including Benghazi, while excluding a foreign occupation force of any form on any part of Libyan territory — requesting them to immediately inform the Secretary-General of such measures.
*****

TRADUZIONE:

*****
Adottando la risoluzione 1973 (2011) con una votazione di 10 favorevoli, nessuno contrario e 5 astensioni (Brasile, Cina, Germania, India, Federazione Russa), il Consiglio ha autorizzato gli Stati membri, che agiscono a livello nazionale o tramite organizzazioni o accordi regionali, a prendere tutte le misure necessarie per proteggere i civili sotto la minaccia di attacchi nel Paese, inclusa Bengasi, pur escludendo una forza di occupazione straniera di qualsiasi tipo su qualsiasi parte del territorio libico - chiedendo loro di informare immediatamente il segretario generale di tali misure.
*****

PER I TARDI TORDI:

il Consiglio ha autorizzato gli Stati membri, che agiscono a livello nazionale o tramite organizzazioni o accordi regionali, a prendere tutte le misure necessarie per proteggere i civili sotto la minaccia di attacchi nel Paese, inclusa Bengasi,

il Consiglio ha autorizzato gli Stati membri, che agiscono a livello nazionale o tramite organizzazioni o accordi regionali, a prendere tutte le misure necessarie per proteggere i civili sotto la minaccia di attacchi nel Paese, inclusa Bengasi,

QUINDI NON SOLO UNA NO-FLY ZONE, MA TUTTE LE MISURE NECESSARIE PER PROTEGGERE I CIVILI.


diego vianello sei ancora più triste tu che vieni qui a leggere, se non condividi guardati il tg 4

white b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe i carri non erano volanti ma sicuramente armati e pronti a far a pezzi povera gente (come era già avvenuto). Mettiamoci in testa che non tutte le guerre sono come l'Iraq.
Un caro saluto.

Paolo Lini 21.03.11 17:41| 
 |
Rispondi al commento

dai tappeti volanti, ai carriarmati volanti, il fascino d´oriente

uno perruno 21.03.11 17:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori