Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Odyssey Sunset


Tomahawks
(03:27)
Odssey_Dawn.jpg

foto da Official U.S. Navy Imagery

Cari politici e giornalisti, fatemi un favore, non prendete per il culo gli italiani, queste non sono azioni umanitarie, ma azioni di guerra. Una guerra sporca, per l'energia, per il petrolio, il gas. La Francia, che non ha più, dopo Fukushima, un futuro nucleare, ha bisogno di gas e petrolio. E' almeno dai tempi di Ustica che Francia e Italia combattono per il controllo del petrolio libico, quando i nostri cieli diventarono un teatro di guerra con aerei francesi e italiani e Gheddafi, che era presente, si salvò a stento. Gheddafi è stato appoggiato da noi quando si insediò, dagli anni '70, armato da noi, parte delle sue forze militari sono state addestrate in Italia in cambio di un rapporto privilegiato per il gas e il petrolio.
Questa è una guerra folle che gli europei non vogliono. Di cui sono stati informati come se fosse una notizia qualsiasi, un evento sportivo. Cina e Russia sono contrarie, la Germania si è astenuta nel Consiglio di sicurezza e il comitato dell'Unione africana sulla Libia ha rifiutato "ogni intervento militare straniero in Libia, quale che sia la forma ". Lo ha dichiarato il presidente mauritano Abdel Aziz, "la gravissima crisi che sta attraversando questo Paese fratello esige una soluzione africana". Il presidente Aziz ha precisato che "nessun rappresentante dell'Unione africana ha partecipato al vertice internazionale di Parigi sulla crisi libica".
L'ONU aveva deliberato per una "No fly zone", non per bombardamenti a tappeto della Libia. Centinaia di missili lanciati da americani e inglesi verso "obiettivi"in un'operazione ribattezzata "Odyssey Dawn", Odissea all'alba. Un linguaggio da playstation. Più che un Alba assomiglia al Tramonto dell'ONU, a un ' "Odyssey Sunset". Sono morti più civili a Tripoli per mano di Obama, Cameron, Sarkozy o a Bengasi per mano di Gheddafi? Quelli per mano libica valgono forse il doppio? L'articolo 11 della Costituzione dice che "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali...". Dove sono i partiti con la Costituzione in mano che "scendevano" in piazza?
Stiamo bombardando una nazione africana e musulmana, ma non una sola nazione africana o musulmana ha partecipato all'attacco insieme alle potenze occidentali, ai "crociati", come li chiama Gheddafi. L'Arabia Saudita ha invaso il Bahrain sconvolto dalle proteste, quando l'attacco agli sceicchi? Gaza fu trasformata in un camposanto, ma nessuno intervenne. L'Italia è una portaerei con navi canadesi, americane, inglesi che vanno e vengono dai nostri porti. Con che diritto? Siamo una nazione a sovranità limitata, ma questo è troppo. Fuori le basi americane dall'Italia e fuori, prima che sia troppo tardi, l'Italia dalla guerra. Non sappiamo nulla degli insorti di Bengasi, se si oppongono per ragioni democratiche, tribali, economiche, religiose. Nulla di nulla. Chi è senza petrolio scagli il primo Tomahawk. Gli Stati Uniti ne hanno lanciati già 110 per portarsi avanti con il lavoro.

ULTIM'ORA: Napolitano ha detto: "Non siamo in guerra, ma all'interno di un'azione dell'Onu". Ora posso andare a dormire più tranquillo. Grazie Giorgio.

Grillo is back

Beppe Grillo is back - Tour 2011 (DVD e libro)
Acquista oggi la tua copia.


lasettimanabanner.jpg

20 Mar 2011, 15:27 | Scrivi | Commenti (1059) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Tutti i paesi che hanno detto si al nucleare sono da condannare per crimine contro l'umanità.
Processo a tutti i politici che fino a ieri hanno appoggiato e/o attuato il nucleare.
I danni di un terremoto, di uno tsunami o di un uragano non possono essere prevedibili, sono catastrofi naturali, ma una centrale nucleare è di per sé una potenziale catastrofe che in un modo o in un altro finirà per manifestarsi ed è fatta dall'uomo che deliberatamente non vuole tener conto della natura sua Madre.

Paolo Falcolini 27.03.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

come mai non si vedono più i viveo di annozero e ballarò su youtube???

raffaele d'avino 27.03.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

non si aprono più i video di ballaro ed annozero
su you yube. qualcuno sa perchè ?

raffaele d'avino 27.03.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Non sarebbe ora di chiamare ogni cosa con il proprio nome?! sganciare una bomba che scoppia e uccide facendola passare per "PACE" mi sembra davvero troppo. Finiamola! chiamiamo guerra la guerra e pace la pace. Non ho mai visto una prostituta che si batte per la verginità. Un bombardiere non credo si alzi in volo per la pace! Qualcuno ancora crede che l'Apocalisse profetizzata sia solo una leggenda metropolitana?!

maria barberio 24.03.11 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono ancora io.

Devo aggiungere che il TRATTATO, il famoso trattato dal quale alcuni al cambio delle carte in tavola volevano che l'Italia si ritirasse subito, quello E' ANCORA LA'. Ossia vale il trattato di mutuo appoggio e di reciproca cooperazione tra il regime libico ed il governo italiano.
PERCHE' non si ritira il trattato? dobbiamo fare ancora affari con Qadafi? non è anche questo un OSTACOLO al riallineamento italiano sulle nuove posizioni, e quindi un FAVORE ai nuovi contratti francesi inglesi e americani?

Ciao ancora EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 23.03.11 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.

Io penso veramente che gli insorti siano insorti e che la repressione fosse repressione in Libia.
I libici non sono tuttavia ignoranti poveri analfabeti, come molti credono, tutt'altro. Sono gente qualificata e relativamente benestante, vivevano nella propensione dei regimi musulmani petr le lauree scientifiche e la roba "seria". I poveri che si vedevano per la strada erano immigrati, lavoranti giornalieri.

Con ciò, sono d'accordo con Margherita: le truppe SAS del Regno Unito erano già là da almeno qualche settimana, e se c'erano gli inglesi, che i francesi no? E' ovvio che l'indipendenza del popolo libico servirà ai primi contratti stranieri che prenderanno il posto degli accordi personali tra dittatori e dittatorelli. Casomai, vorrei capire perché ADESSO è urgente o è possibile rimpiazzare i Berlusconi-contratti con altri: ci saranno variabili ignote, ma di sicuro la debolezza del governo italiano non aiuta: nella capacità politica, nella forza economica, nell'immagine pubblica.
Insomma, non potevamo aspettarci altro, credo, e inoltre i francesi detengono 500 miliardi del nostro debito, ergo ci fanno fare quello che vogliono, e chissà quante altre non si sanno.

Ricordo anche che la nostra posizione nella vicenda è SERVILE: infatti il Presidente degli Satti Uniti telefona al nostro Presidente del consiglio alle 4 DI NOTTE con gli ordini (ben conoscendo il fuso orario dell'Europa centrale) dando il messaggio inequivocabile di CHI COMANDA ad ogni ora, per esser chiari al di là delle "notizie" riportate successivamente.

Oltre al Centocinquantenario della proclamazione del Regno d'Italia, sono CENT'ANNI esatti dalla GUERRA DI LIBIA: a loro importa.
Il loro eroe Rumar Al Muktar (contro gli italiani fascisti stavolta) proveniva dalla Cirenaica: anche questo gli importa.

Ciao a tutti EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 23.03.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma in quale Paese del mondo si vede il Ministro della difesa,che invece di pensare agli uomini e mezzi allertati.... pensa ad andare a dare notizie sensibili e sparare cazzate a Porta a Porta e Matrix per due sere di fila...
Mi vergogno profondamente per lui... come ex sottufficiale e come italiano.

edoardo r., catania Commentatore certificato 22.03.11 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Oh,mio Dio, questo è il miglior post che abbia mai letto su questo blog: sicuramente non lo ha scritto Travaglio! Su un concetto non sono d'accordo: la Francia non ha un futuro nucleare! Non credo che Sarkosy voglia chiudere di colpo le sue 59 centrali nucleari e cessare la costruzione della 60^,di ultima generazione e già finita al 70%. Anche se un ipotetico programma in tal senso fosse allo studio, la dismissione totale avverre tra non meno di 60 anni! Diciamo che Sarkosy ha voluto anticipare i tempi, ma, più che altro, ha voluto ipotecare, insieme all'inghilterra (19 centrali nucleari operanti), l'opzione sul petrolio o, quanto meno, la decisione sul come distribuire il prodotto e la scelta sulla destinazione dello stesso! Morale: Francia e Inghilterra(con futura apertura alla Germania:17 centrali nucleari operanti) quali potenze dominanti nell'UE (ridotta a istituzione barzelletta, quale già è)!

Volatile pn 22.03.11 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti voglio bene sono sempre convinto che al mondo meglio 1 di te che 10000 kaimani ma a volte ti comporti come Gaddafi quando scrivi, in questo articolo spari a tutti, tutti contro tutti, faresti bene a schierarti anche tu quando volano proiettili; questa volta sulla testa dei libici contro quello squilibrato di Gaddafi, ci ha lanciato missili, abbattuto aerei per colpa sua, messo bombe a destra e sinistra, finanziato terroristi e non solo per rimanere in sella in Libia per trucidare a suo comodo oppositori senza pieta' alcuna.
SE SEI PROPIO CONTRO QUESTA GUERRA ALLORA VAI A SCRIVERE QUELLO CHE SCRIVI IN LIBIA A TRIPOLI E TI DO' UNA SETTIMANA E GADDAFI TI TRASFORMA IN CARNE IN SCATOLA PER GATTI. QUALCHE VOLTA PRIMA DI SCRIVERE O PARLARE GUARDATI ALLO SPECCHIO .
Grazie

filiberto perilli 22.03.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti. Vorrei segnalare un nuovo rischio sanitario causato dalle recenti normative sul risparmio energetico in edilizia. A causa del massiccio utilizzo di materiali isolanti sintetici e di serramenti poco traspiranti nel giro di alcuni anni le nuove costruzioni saranno piene di umidità sui muri e conseguentemente di muffe. E' ormai noto che l'inquinamento indoor è di gran lunga superiore a quello esterno e che la concentrazione di inquinanti domestici causa una serie di patologie. Faccio un appello a progettisti e costruttori: impariamo a costruire pensando al benessere delle persone. Ci sono materiali e tecnologie che permettono di costruire edifici a bassissimo consumo ma con caratteristiche di elevata qualità abitativa, basta documentarsi. La nostra cultura mediterranea è ricchissima di esempi di edifici a basso consumo sia per uso estivo che invernale. Ispirandoci al passato ma con le conoscenze odierne, con i sistemi di controllo ed i materiali a disposizione potremmo avere edifici a basso costo con consumi minimi senza bisogno di fotovoltaico o altri sistemi accessori.

Massimo Duroni 22.03.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento

the same old fears
and the same old crimes
we' ve haven't changed since ancient times
. mark knopler - iron hand

cristina ., como Commentatore certificato 22.03.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa Beppe Grillo aveva fatto una proposta per costringere le compagnie petrolifere ad abbassare i prezzi: boicottarne una per settimane, mesi, finché questa non fosse costretta ad abbassare i prezzi, con probabili effetti a catena sulle altre compagnie. Tuttavia, si astenne da indicare quale compagnia boicottare.

Bene, io ho una proposta. Visto che la Francia è stata così impaziente da voler essere la prima a bombardare, boicottiamo il suo gioiellino: la TOTAL, che tra l'altro è responsabile anche di diversi disastri naturali in Africa.

a b 22.03.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito ora è iniziato il "ritornello" del perchè e del come, si bombardi...la prima ipotesi più gettonata è stata:...dietro i ribelli c'è Alcaida....fomenta la rivolta..poi mano mano che passavano i giorni, emergeva la realtà e cioè che molti libici si sono rotti le palle der ghedda e SONS...reclamamndo la democrazia.
Poi..(mentre i burocrati discutevano)ir ghedda e sons, armava mercenari,facendoli arrivare con voli Charter...e affidandoli compiti di POLIZIA...assolti con molta diligenza..(sparando a tutto ciò che si muoveva)ora vorrei vedere voi, con tutte le v/s chiacchere cosa avreste fatto al posto dei Libici....
Nonostante questo, e non contento dei risultati..(anche perchè i mercenari non sono scemi)ha messo in campo i Carriarmati...e quant'altro necessario per finire il lavoro....salvo mandare avanti i soldati di ventura e tenere dietro le sue truppe fedeli...per non farli indietreggiare.....ne più e ne meno come facevano le SS.
A Breve finiranno scorte alimentari..sono stati colpite deposito di carburanti,centrali elettriche,centrali per le telecomunicazioni,stazioni di pompaggio acqua e gas, depositi di munizioni...vedete ha distriubuito un milione di fucili....è talmente stupido...il ghedda che riesce ogni volta a superare se stesso...voglio vedere se i suoi sostenitori li mangiano...fra qualche giorno ci sarà un ribaltone..state sicuri...allora verranno alla luce tutte le sue malafatte.

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.03.11 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Questa feccia politica ancora una volta inquina le nostre vite e il nostro futuro. Sappiamo bene cosa muove la mafia politica, solo i quattrini stanno a cuore di questa marmaglia di merde senza scrupoli ed è li che dobbiamo colpire. O scendiamo in piazza, alziamo barricate e li massacriamo tutti oppure smettiamo di pagare le tasse. Va fermata questa dittatura della merda, del fango, questa paccottiglia di sterco e paglia, questi fantocci senza cultura, queste chiaviche da parlamento. In italia abbiamo il monopartitismo, quello del debito, della disoccupazione, dell'inflazione, della sottocultura, dell'arretratezza tecnologica, del sottosviluppo, della corruzione, della mafia, del riciclaggio, degli inceneritori, della monnezza, delle tasse, dell'evasione, degli sprechi, delle centrali nucleari, delle guerre, delle privatizzazioni, un colabrodo di merda che ci sta asfissiando tutti

Daniele Ferroni 22.03.11 05:58| 
 |
Rispondi al commento


Una corretta informazione vorrebbe che l'art. 11 che viene citato a proposito ed a sproposito, come del resto anche altri art. della Costituzione, sia per lo meno riportato tutto, e già l'omissione della seconda parte è una dimostrazione di una informazione diciamo faziosetta in quanto il successivo: "...;consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.", fermo restando il ripudio della guerra, sarebbe come dire che si rifiuta la malattia, ma nel caso questa dovesse insorgere non certo auspicata e creata da noi, sarebbe poi necessario un medico che la curi e questo purtroppo anche se non augurabili, apre prospettive perfino disgraziatamente invasive, non per conquistare un territorio e sottomettere un Paese ma comunque tese ad assicurare:"... la pace e la giustizia tra le nazioni"
Ed è proprio qui il dilemma amletico, se il nobile spirito pacifista del sempre e comunque, debba prevalere sull'altrettanto nobile spirito interventista, che non è affatto guerrafondaio ma solidale verso le vittime delle repressioni in corso.
In questo caso avevamo un popolo insorto che gridava aiuto, perchè correva il rischio di essere massacrato da un Rais, certo da noi fino a ieri coccolato ed adulato, addirittura con i salemelecchi ed il baciamano, ma che avendo dichiarato che contro gli insorti non avrebbe avuto pietà, non poteva lasciarci indifferenti.
Ed ecco allora le divisioni drammatiche di questi giorni, perchè qualsiasi decisione si sarebbe adottata, avrebbe comunque avuto sia i pro che i contro, in quanto per molti che in buonafede sostengono sia l'una che l'altra soluzione, abbiamo altrettanti se non di più che, o ipocriti o opportunisti, per motivi opposti affermano tutto ed il suo contrario.

Marcello Marani 22.03.11 05:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti voglio solo segnalare che la Francia, che sicuramente farà i suoi interessi (ci mancherebbe altro con i soldi che spende!) é una nazione oggi con più musulmani che in Libia....meditate gente meditate...

Marcello Trebs 21.03.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Se le truppe e i mercenari di Gheddafi fossero entrati a Bengasi massacrando la popolazione, cosa avreste detto? Probabilmente avreste accusato la comunità internazionale di essere sorda alla richieste di democrazia che vengono direttamente dal popolo.
Sicuramente la Francia, USA e Uk sono lì per interessi economici e geopolitici, ma per una volta che l'interesse di questi stati coincide con quello della gente che si è ribellata contro una dittatura... beh...dov'è lo scandalo?! Non dovremmo essere compiaciuti di ciò?
Certo la via preferibile sarebbe stata quella di convincere il dittatore a lasciare ma Gheddafi non è Mubarak. L'talia, che aveva una grande occasione per esercitare un ruolo nel Mediterraneo favorendo una transizione indolore, è stata invece a guardare, il nostro presidente del consiglio "non voluva disturbare" mentre il dittatore preparava e attuava la repressione.
La guerra è iniziata un mese fa non oggi.


p.s. sono un iscritto al movimento 5 stelle.

Alessandro 21.03.11 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma porca pu.ttana!!Se anni addietro non si facevano"affari"con il rais di Libia,vendendogli armi e tecnologie belliche,a quest'ora,staremmo a parlare delle prossime ferie estive e non di bombardamenti a gogo'!Ca.zzo!!!

zio billy Commentatore certificato 21.03.11 20:50| 
 |
Rispondi al commento

"Nel mondo avete tribolazione, ma fatevi coraggio! Io ho vinto il mondo".
Basta guerre e conflitti usate la diplomazia e apritevi al dialogo.
Violenza porta solo altra violernza.

AL - 2012 21.03.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è una guerra è una missione di pace di Nuova Generazione, con bombardamenti. Non ci saranno morti ma solo diversamente vivi. Certo che Napolitano ci prende proprio per scemi!!!......

lf 21.03.11 20:06| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia "dovrebbe" essere democratica e da come so io quando c'è qualche decisione da fare dovrebbe chiedere prima a noi... o mi sbaglio!!!
Non credo che ci siano italiani così cretini (a parte alcuni dei nostri politici)che si sporcherebbero le mani di sangue...

carlo caputo, piossasco Commentatore certificato 21.03.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non cercare di uccidere gheddafi anzicche il popolo..Possibile che i servizi srgreti non riescono a farlo fuori..Chissa come mai questuomo e sempre stato protetto???????

anticonformista51 21.03.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stanno arrivando pochi ma "significativi" video degli scontri nelle città libiche...al di là della "crudezza delle immagini",mi sono chiesto:..Cazzo ma se questi uomini combattono "strada per strada" "casa per casa"..contro carriarmati, semoventi con obici,vtc,calibri 50, lancia razzi....sotto attacchi aerei....il loro "SPIRITO PER LA LIBERTA' E LA DEMOCRAZIA"....posso solo "AMMIRARE IL LORO CORAGGIO E AVERE RSPETTO PER IL LORO SACRIFICIO....."
La Libertà caro Beppe...va conquistata...sul campo..(così come hanno fatto i partigiani e i caduti nella 2 guerra mondiale)RISPETTO E ONORE PER CHI SACRIFICA LA PROPRIA VITA in nome della libertà!!.
Il resto sono solo chiacchere....che al momento non giovano a chi ora sta combattendo per la "propria Libertà"....almeno ora!.
Resta inteso che è l'ora di chiuderla con tutti questi pezzenti di Dittatori e affaristi che si preoccupano solo del Petrolio e del gas...

roby f., Livorno Commentatore certificato 21.03.11 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che qualsiasi azione può scatenare diverse reazioni e opinioni su quali siano le vere motivazioni dietro di esse.
Sono d'accordo sul fatto che vendere le armi a Gheddafi e poi fargli la guerra sia sbagliato, sul fatto che in passato l'Italia si sia 'alleata' a questo tiranno commetendo un altro errore oltre che orrore, ma OGGI, chi è contro l'intervento dell'ONU dovrebbe dire cosa pensa che sia giusto fare di fronte all'atteggiamento di Gheddafi che anzichè ascoltare le motivazioni degli insorti o andarsene, ha attaccato per eliminare civili ed insorti usando mercenari.
In Tunisia ed Egitto i dittatori se ne sono andati davanti alla protesta popolare! Per come la vedo io, in Libia c'è una richiesta di democrazia nata dal popolo ed un tiranno che invece vuole mantenere il suo potere con la forza. Tutti i paesi, incluso l'Italia deve scegliere se :

1) Puntare a mantenere la stabilità, ossia lasciare che Gheddafi elimini la protesta fisicamente e continui a regnare come ha fatto, mantenendo gli accordi economici con i paesi per sfruttare le risorse della Libia a discapito del popolo.

2) Difendere il popolo libico da Gheddafi, supportando la scia di proteste popolari contro i tiranni che sta invadendo tutta la regione.

A mio avviso è più giusta e lungimirante la seconda ipotesi.

Elio D., Roma Commentatore certificato 21.03.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che non sono un'esperta nel campo dell'energia nucleare, informandomi tra siti internet, libri e qualche consultazione con dei miei professori sono venuta a conoscenza che il plutonio 239 ha un tempo di decadimento in 24000 anni. Le reazioni di fissione, su cui si basano le centrali nucleari, producono delle sostanze radioattive estremamente tossiche e quindi vedi il plutonio che resta radioattivo per un tempo che in termini umani è eterno. Detto questo: molti stati europei e non solo, stanno cercando di "togliere" l'energia nucleare e noi italiani che facciamo?? La vogliamo inserire nel nostro paese come un'importante fonte energetica (mi correggo LA VOGLIONO INTRODURRE perchè ovviamente i nostri politici si sono dimenticati di cosa vuol dire "democrazia")!!!! Trovo assurdo come delle persone che si trovano in Parlamento o che comunque ricoprono una carica importante, possano pensare che l'energia nucleare sia la soluzione dei nostri problemi energetici!!! Soprattutto dovrebbero riflettere e vedere quanto accade in Giappone!!! Il nucleare ci costerà un sacco di soldi (il costo medio di una centrale nucleare è di 2500-3000 Euro/kW elettrico installato) e ovviamente chi c ne rimetterà delle spese?!?? il popolo che lavora!!!! che si spacca la schiena per andare a lavorare e sicuramente non i politici che on fanno un cazzo dalla mattina alla sera, seduti sulla loro poltrona a parlare parlare e parlare senza concludere mai niente!!! c'è gente che non arriva a fine mese e pretendono di mettere l'energia nucleare! quindi un costo in più !!!! gente svegliamociiiiiii!!!! buttiamo giù tutte quelle persone al gorverno che stanno li per scaldare la poltrona!!!!!!

Vanessa Leandro 21.03.11 18:41| 
 |
Rispondi al commento

WE' RE FOOLS TO MAKE WAR ON OUR BROTHERS IN ARMS.
- brothers in arms , dire straits

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 18:23| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo bombardato sarajevo e alla fine si è scoperto che la ragione non era di nessuno stiamo ancora cercando di rimediare a quella vergogna anche con la cultura:

http://black.catinthe.net/index.php?option=com_content&view=article&id=174:musclassicsarajevomuti&catid=65:musclassic&Itemid=236

mi auguro vi piaccia e calmi gli animi ricordando che quella terra è stata distrutta e dilaniata dalla NATO esattamente come la libia oggi, e i cosidetti responsabili sono ancora liberi e protetti dagli attuali governi che a suo tempo li combatterono.


Tu sai già quanti sono i morti civili? Hai scritto di non sapere nulla sulle ragioni degli insorti. Affermi che non sappiamo nulla di nulla. Tuttavia asserisci che i morti civili di Tripoli sono di più di quelli di Bengasi. Cita le tue fonti e indica i numeri, se davvero li hai

ada martinelli 21.03.11 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guarda, guarda gli argomenti contro l'intervento ONU in Libia sono gli stessi di Khamenei, Ahmadinejad, Bin Laden, Bossi, Borghezio e naturalmente e soprattutto di Gheddafi! E sarebbero gli stessi di Berlusconi se non fosse stato costretto a cambiare posizione per non essere espulso dall'alleanza atlantica. Chi si lamentava del baciamano di B. a Gheddafi e ora si affianca a Gheddafi nell'opporsi all'intervento ONU sta facendo di ben di peggio: STA BACIANDOGLI IL CULO!

Saverio Mauro Tassi, Milano Commentatore certificato 21.03.11 16:52| 
 |
Rispondi al commento

ci scanniamo nei commenti.
ma chi ci può organizzare per una pacifica manifestazione?????
beppe ci sei??? siamo in molti, non so quanti, ma a contare i disoccupati....
fino a che passiamo il tempo sul computer non cambierà un bel cavolo fritto....

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Questa è troppo bella a dimostrazione della mala fede e cattiveria della 'nostra' mergheritona:

*************************************************
"Ma fino a qualche mese o addirittura settimana fa la Libia era un Paese tranquillo."
Margherita G.
*************************************************

Tranquillo? Beh, certo se dimostravi contro il regime venivo arrestato, torturato e/o ucciso!
Dopo le proteste/dimostrazioni pacifiche del popolo il colonello ha fatto/ordinato di sparare sulla folla e solo SUCCESSIVAMENTE la popolazione si è diffesa ricorrendo alla armi! Chi mandava soldati e mercenari negli ospedali a 'terminare' i feriti? I rivoltosi forse? Oppure il grande amico personale dello gnomo di hardcore?!

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 21.03.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lampedusa è al collasso.

Tra pochissimo saranno più i clandestini che gli abitanti del luogo.

L'isola è diventata una cloaca: persino gli inviati più schierati dicono che c'è una puzza insopportabile, perchè questa gente che continua ad arrivare non ha le strutture adeguate per la propria pulizia per cui ha trasformato vie, piazze, palazzi in un gigantesco cesso.

L'accoglienza famosa dei lampedusani si è un po' ridimensionata, anche perchè questi ritengono di poter appropriarsi dei panni stesi, entrano nelle case e rubano generi alimentari ed altro, impediscono anche il normale svolgimento della vita quotidiana.

La stagione turistica sembra definitivamentee affossata, e i lampedusani chiedono soldi per compensare questa perdita.

Non si parla certo di noccioline, ma di milioni di euri.

Certo che hanno un bel coraggio questi, a mettersi in mare in zona di guerra.

O c'è chi li favorisce, proprio perchè creino più difficoltà?

Il fatto è che di libici per ora non c'è traccia, e neppure di egiziani.

Sono tutti tunisini: un popolo ormai in teoria liberato.

Gli egiziani l'hanno detto chiaramente: noi non scappiamo dal nostro Paese, rimaniamo qui e vediamo di rinnovarlo.

I libici per ora hanno altro cui pensare: la propria vita.

Ma questi tunisini, giovani e forti?

E poi: si sa che in Tunisia hanno aperto le carceri: quanti sono affidabili e quanti no?

Più di mille hanno chiesto asilo politico: per che cosa?

E nessuno che muove un dito: nemmeno l'organismo europeo creato apposta, che sembra solo l'ennesimo parcheggio di qualcuno che aveva bisogno di un posto.

Maroni ha predisposto un piano di smaltimento, ma come sempre ci sono molte resistenze.

A tanti non piace avere in casa questa gente che non troverà lavoro nè sistemazione stabile, perchè non c'è nemmeno per gli italiani.

E dunque creerà tensioni sociali e disordine.

L'UE come al solito latita.

Il motto UE è: ARRANGIATEVI!


Margherita G. Commentatore certificato 21.03.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Ed il presidente della ""repubblica"" si ostina a dire che la missione è congiunta ecc ecc che l'Italia bla bla bla...
Una cosa è certa...Guerra...anche se dicono l'opposto...
Mi pare che gli F16 siano già andati a fare un "giro"....non erano di certo le frecce tricolore...

Domenico G 21.03.11 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Quando indiciamo una manifestazione contro la guerra?

Nathalie Signorini (nathalie signorini), roma Commentatore certificato 21.03.11 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Seguo regolarmente questo blog e ne condivido alcuni punti ma comincio a pensare che Grillo sia un bastian contrario per natura. oramai è contro tutto e tutti. Forse gode ad isolarsi dal mondo. Se è contento lui.... ma spero non porti con se altra gente.

Isolato non puoi fare tante cose....

Bastinator Perennis 21.03.11 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo perdere una volta per tutte la questione umanitaria.

Stamattina ad Agorà (RAITre), ho visto un servizio in cui si evidenziava come i ribelli non siano diversi da quelli che stanno dall'altra parte.

Questi si accanivano contro i cadaveri procurati dalla bella azione della coalizione, che bombarda a tappeto senza ben guardare, e ne prendevano a calci i corpi devastati senza badare a che fossero civili o militari.

Mi ha ricordato qualcosa.

Margherita G. Commentatore certificato 21.03.11 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che non sono a favore di nessuna guerra.

Però mi viene il sudore freddo quando leggo commenti quasi pro-gaddafi.
Ricordiamoci cosa ha fatto questo dittatore da operetta (a parte trucidare il suo stesso popolo - tranno quelli appartenenti alla sua 'tribù'):

5 aprile 1986: Bomba nella Discoteca La Bella, Berlino
http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/1653848.stm

21 dicembre 1986: Bomba sul volo PanAm 103 (Lockerbie)
http://history1900s.about.com/od/1980s/a/flight103.htm

Mi vengono anche i brividi leggendo i commenti della nostra Margheritona (adesso certificata). Con dei commenti contro la guerra (a cui ha volontariamente partecipato il suo caro gnomo di hardcore). Commento che alla fine ovviamente fa riferimento ai grandi e vantaggiosi patti/contratti (o come dir si voglia) che lo gnomo (quasi un neo-mattei) ha fatto con il dittatore libico.
Sinceramente non so cosa sia peggio. Patti per petrolio/gas con un dittatore con trucida il suo popolo e che comunque reprima con brutalità qualsiasi forma di protesta oppure l'attacco dell'alleanza (magari sempre a per il petrolio, ma comunque con la possibilità di dare libertà ad un paese, ad un popolo).

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 21.03.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I nostri grandiosi uomini politici non potevano fare all’Italia un regalo più bello, utile ed indispensabile per il suo compleanno: una quanto mai da noi tutti bramata entrata in guerra!
A quanto pare mancano i gessetti e la carta igienica nelle scuole, mancano sempre più strutture ospedaliere sul territorio… ma il kerosene nei serbatoi dei Tornado quello non manca mai!
Ma d’altronde gli italiani sono troppo distratti a seguire le partite di calcio, le mosse dei “vip” del Grande Fratello, nonché a spingere carrelli nei centri commerciali per accorgersene…
Stamattina ho udito due signore che chiacchieravano dal panettiere: «stai tranquilla – una rassicurava l’altra – che qui in Piemonte non arriveranno» come dire che se bombardano la Sicilia chi se ne frega! Evviva l’Italia!
Sono contento di non aver esposto il tricolore in questo 150esimo: fino a che ci sarà al timone della nostra sgangherata nazione questa vergognosa classe politica (destra o sinistra che sia), che non ha i coglioni per anteporre pace e giustizia sociale agli interessi dei petrolieri e che dimostra di non conoscere nemmeno l’articolo 11 della nostra Costituzione, la mia bandiera continuerà a rimanere ben piegata nell’armadio.

Massimo Borgis, Condove Commentatore certificato 21.03.11 14:39| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

tagliete questo audio che si accende in automatico
che la voce di Travaglio la senta chi la vuole sentire!!!!
così è una ossessione

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 14:36| 
 |
Rispondi al commento

allora io proprio non capisco come si faccia ancora oggi a fare guerre per una fonte di energia neolitica, con tutto quello che abbiamo come cultura, sotto il naso, piccolo o grande che sia dipendentemente dalle balle dette.
comunque mi sembra superfluo dire che si sa che le fonti rinnovabili alternative possono fare la differenza, 'pero' nn conviene' usarle perche qualcuno vuol fare la guerra con i soldatini di plastica.balle si puo fare sviluppare il settore delle energie alternative e ecocompatibili. allora se tutte le persone che sono stragrande maggioranza nn vogliono guerra si unissero nel pensiero, diceno NO, in questo caso vincerebbero moltissimo rispetto ai 4 folli che lo desiderano per riempirsi le tasche di biglietti di carta.(che fra l'altro nn valgono proprio nulla)
Genti dunque orsu', non parliamo di guerra, parliamo di pace, solo cosi' si puo creare la rete di pensiero capace di stabilizzare la follia di pochi.

tizio caio franchini 21.03.11 14:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

scusa ma a te personalmente quanti italiani hanno girato le spalle?
a me molti.
non mi stupisco dei nostri politici.
baci, amore, tutto bello....
e domani una bella pugnalata.
QUESTO è L' ITALIANO MEDIO

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Presidente della Repubblica è arrivato a Varese alle 11.35

tutti ad applaudire sventolando la bandierina

Vedere Napolitano?

... è una persona come tutti gli altri... non la conosco e quindi non me ne frega.

Rientra in quella casta di principi e imperatori che vivono nel loro mondo e che si tengono stretti i loro privilegi ricevuti coi soldi di chi lavora sudando .

I veri personaggi da applaudire sono i dipendenti della centrale giapponese non i Napolitano & company!


Si si andate a vedere il presidente sventolando la bandierina...andate a sventolarla anche al supermercato e voglio vedere se vi danno da mangiare gratis.

مناطق إن Commentatore certificato 21.03.11 14:21| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Il patto di amicizia e collaborazione siglato tra i due paesi nell'estate del 2008, che comprendeva persino un sostegno militare in caso di aggressione, è diventato subito carta straccia e, all'ordine d'Oltreoceano, Roma ha puntato I fucili, o meglio i cacciabombardieri, contro Muammar Gheddafi. Che sarà un tiranno e che da tale si comporta come la stragrande maggioranza dei potenti e prepotenti di questo mondo, ma che aveva impedito l'islamizzazione estrema del suo paese e collaborava, con successo, col governo italiano per fermare gli assalti dei clandestini alle coste della Penisola.

مناطق إن Commentatore certificato 21.03.11 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'unico che ragiona in italia

Umberto Bossi ha manifestato contrarietà all'attacco contro la Libia, portato in nome della finta democrazia. “Il mondo – ha detto il ministro - è pieno di famosi democratici, che sono abilissimi a fare i loro interessi, mentre noi siamo abilissimi a prenderla in quel posto. I famosi democratici, da Napoleone in poi li conosciamo bene...”. “Io penso – ha aggiunto - che ci porteranno via il petrolio e il gas e con i bombardamenti che stanno facendo verranno qua milioni di immigrati, scappano tutti e vengono qua. La sinistra sará contenta di quel che succede in Nordafrica perchè per loro conta solo portar qui un sacco di immigrati e dargli il voto”.

مناطق إن Commentatore certificato 21.03.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè si attacchi Napolitano.
Penso che dopo il grande Pertini ci sia lui.
Sempre quella voglia di sputtanare tutti.
Se ci fosse stato un'altro al posto suo
questo paese si sarebbe diviso.

Virginia Lollo () Commentatore certificato 21.03.11 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La violenza scatenata dalla natura contro l’uomo in Giappone è stata talmente distruttiva che l’ONU ha chiesto a tutti i paesi membri di sostituire l’espressione “Madre Terra” con quella di “Signora Franzoni”. Certo, le conseguenze potevano essere peggiori ma il paese più avanzato del mondo era perfettamente preparato all’evento. Infatti, grazie alle ultime tecnologie a disposizione della popolazione, si sono potute salvare ore e ore di filmati in alta definizione del Dio Poseidone che ridicolizza 10mila anni di progressi nella costruzione di rifugi fissi.

In Italia, l’incidente ai reattori di Fukushima ha rafforzato l’opinione del governo sul nucleare: in caso di incidente, gli unici a rischiare qualcosa sono gli sfigati che non possono andare a vivere da un’altra parte.


Uno dei mezzi di emergenza con cui i cittadini potrebbero allontanarsi dalla zona a rischio.
Tra la popolazione invece, la reputazione del nucleare è caduta così in basso che l’unico modo in cui il Forum Nucleare Italiano potrebbe risollevarla è uno spot con Belen vigile del fuoco e una barra di uranio che deve assolutamente restare umida.

Eppure, l’incidente poteva essere evitato: la società che gestisce l’impianto, il gigante dell’energia TEPCO, era stata avvertita due anni fa del pericolo nel caso di un risveglio brusco della Signora Franzoni. Cinquanta lavoratori non avrebbero dovuto assumere dosi letali di radiazioni nel tentativo di raffreddare i reattori con acqua di mare gelida. Un peso insostenibile per i dirigenti della TEPCO, che saranno costretti a rimpiangere almeno uno di quei cinquanta eroi ogni volta che nel secchiello del loro champagne sarà finito il ghiaccio.
scaricaBile

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 21.03.11 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Dopo le ondate di tunisini, ora tocca ai libici. A Lampedusa quasi 5mila clandestini: hanno superato il numero degli abitanti dell'isola che è diventata un maxi accampamento di immigrati.

Maroni: "Macché profughi sono tutti clandestini"

A Lampedusa hanno anche il coraggio di lamentarsi:
guarda dove ho dormito
stamattina non ho ancora mangiato...e così via.

Non glielo abbiamo chiesto noi di venire in Italia, abbiano almeno il buon senso di essere più ordinati e sistemarsi almeno i posti dove hanno dormito anzichè pretendere vitto e alloggio senza fare nulla.

Qui sono solo ospiti, si comportino da tali.

Siamo noi Italiani che sbagliamo, siamo stati sempre troppo ospitali con lo straniero ed ora ne paghiamo le conseguenze.

A costoro dai un dito e si prendono il braccio,

solo rossi buonisti pacifisti grillini non arrivano a capire.
sembra quasi che piu ne arrivino piu' siano felici: allora sono dei tarlucc!!!!!!

Se la Caritas li vuole li mantenga con '8 per mille. Tagliamo i contributi statali alle ONG nullafacenti che prendono soldi per assisterli.

Finiremo nelle riserve come è avvenuto per gli indiani d'America! Grazie a quelle persone finto acculturate nullafacenti sinistrosi di buon cuore che dicono che bisogna aiutarli!

مناطق إن Commentatore certificato 21.03.11 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se trovassimo delle energie alternative al petrolio le guerre si azzererebero.

al casula, cagliari Commentatore certificato 21.03.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
riesci solo a produrre deliri tragicomici degni degli psicolettori che penzolano dalle tue "visioni" oniriche, spero proprio artificialmente indotte...Bastano poche righe per capire che la tua è una forma grave di keyboard addiction e che cerchi ripetutamente orgasmi multipli segno di un'impotenza nella vita reale oramai raggiunta da tempo. Scrivi ma non pensi e ci fai leggere fregnacce del tipo: "Cina e Russia sono contrarie" (...e perchè allora, mi chiedo, non hanno esercitato il loro diritto di veto all'interno del Consiglio?) e poi prosegui "e il comitato dell'Unione africana sulla Libia ha rifiutato "ogni intervento militare straniero in Libia, quale che sia la forma ". Lo ha dichiarato il presidente mauritano Abdel Aziz" (per inciso autore di un golpe nel 2010 ma vivaddio ora presidente eletto in elezioni che qualche problema, almeno a leggere le varie ONG presenti, hanno avuto).

Paolo Bianco

Paolo Bianco 21.03.11 14:01| 
 |
Rispondi al commento

i nostri tornado in realtà non hanno lanciato nessuna bomba. si sono limitati a sganciare volantini ( vedi raid su Vienna) con le immagini di Lele, Coronauz, l' isola dei famosi, il grande fardello, bruno vespauz con il plastico a grandezza 1:1 nello studio, Veronesi no- nuke-no dollars,Cicchitto, la banda larga Gasparrona, il lessico Dipietrista, le fumate sigaraie di Bersanauz, gli appuntamenti al circolo velistico di Castellon con D'Alemon, gli sciolilingua di Bossanova e l' assalto alla tenda del Rais di centomila veline taroccate per via delle gobbe di cammello al posto dei labbrones. stiamo già vedendo un fuggi fuggi dell' esercito gheddafiano.
buttano via i fucili, le pistole,compreso quelle nelle mutande. che casino! che casino! per riportare tutto alla calma è stata richiamata la gen.ssa De Filippius, con il suo programma per la pace "Amigos".

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 21.03.11 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Mah! Se io fossi una cittadina Libica, che sta rischiando la vita sua e della sua Famiglia per uno stronzo dittatore, cercherei con tutte le mie forze di mettere in salvo i miei figli ed i miei familiari e gradirei che gli Stati del Mondo che hanno un cervello che funziona ed una coscienza ci aiutassero, venendo nel mio Stato a mettere ordine: Proteggere i civili e cercare i responsabili di questo scempio per processarli. Poi ristabilire l'ordine aiutando a ricreare uno Stato Libero e legale. E' così difficile per delle teste pensanti?
Dare una ripassata ai Diritti Umani, pare troppo?

EDI C., NERVIANO Commentatore certificato 21.03.11 13:50| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sembra strano che un problema così vasto che ha raggiunto una tale gravità sia stato ignorato dall'europa. Ho ascoltato con interesse il servizio di ieri su rai tre ma ancora non ho capito come si sia potuto arrivare ad un casino tale senza prevenzione e con una europa che fino a ieri sembrava inconsapevole. Inoltre ci dobbiamo interrogare perché non interveniamo preventivamente tramite l'ONU e quando lo facciamo è solo sulle aree che hanno ricchezze e militarmente non sono un problema eccessivo. Forse solo questi paesi sono degni dell'interesse democratico dell'occidente ? Ma chi ha armato quei dittatori che spesso a loro volta hanno sotituito altri dittatori in un disegno economico e politico che fa comodo al dittatore di turno ed alle multinazionali. Sarà anche retorica ma nonostante la consapevolezza di tutti i popoli democratici la storia si ripete sempre e forse sarebbe ora di guardare in faccia alle nostre paure, ai mostri ed essere onesti con noi stessi chiamando le cose col loro nome e già sarebbe un punto di partenza. Fino a ieri non ho visto manifestazioni popolari importanti in europa contro le dittature non solo del nord africa, ma anche dei paesi poveri come il centro africa per non parlare poi di quelli che temiamo militarmente come la cina. Forse una solidarietà pacifica e mondiale contro tutte le tirannie e lo sfruttamento delle popolazioni povere da parte delle oligarchie e del colonialismo imprenditoriale porterebbe, seppure lentamente, ad una nuova coscienza mondiale.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 21.03.11 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco un cantante che esprime quello che sono....

"Se la sala è piena il film fà schifo"....


Grande !!!

Nel video manco solo io.


http://www.youtube.com/watch?v=0Mjp77SEeW8&feature=relmfu


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 21.03.11 13:41| 
 |
Rispondi al commento

@ Roberto (Scannapieco)

Dire che "è stato sbagliato fin dal primo momento trattare con un dittatore" è la definizione esatta di retorica. Sei forse sceso in piazza quando stringevamo accordi con Gheddafi? Pensi che dovevamo invece bombardare la Libia quando lui non massacrava nemmeno i civili? Non sarebbe stato peggio? Ma soprattutto a cosa serve discutere su cosa doveva o non doveva essere fatto anni fa, se non a far retorica? QUA SI TRATTA DI DECIDERE COSA FARE ORA, non cosa non doveva essere fatto allora.

E checchè vi racconti Grillo che in questa storia è in malafede, fino all'altra settimana si lamentava che nessuno faceva nulla, tra l'altro... checchè vi racconti a Gheddafi è stato mandato più di un "ultimatum" chiedendo un cessate un fuoco senza il quale è ovviamente impossibile avviare qualsiasi mediazione. Gheddafi ha risposto da pazzo qual è con MINACCE ed ha continuato indisturbato nelle sue stragi, anche dopo che i ribelli hanno offerto (due volte) una trattativa. La ragione è che lui sapeva di poter soffocare la rivolta nel sangue. La Lega Araba se ne SBATTE IL CAZZO di queste vicende, è composta da Sceicchi magnati che farebbero e che fanno (v. Bahrein) la stessa cosa e questo Gheddafi lo sa bene. La verità è che con Gheddafi non era possibile alcuna mediazione, è ricorso ai mercenari pur di soffocare la rivolta, le due alternative erano assistere al fallimento in un bagno di sangue di una rivolta che comunque cerchiate di sminuire, è una rivolta contro un dittatore oppressivo, oppure intervenire contro Gheddafi, cosa succederà dopo sarà oggetto di ulteriori critiche e retorica, intanto ADESSO la scelta era tra queste due opzioni, se tu e il partito della retorica da 4 soldi pensate ci fossero alternative fatecelo sapere che ci facciamo un paio di risate e che così mostrate la pochezza delle vostre obiezioni.

Filippo 21.03.11 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTA MATTINA UN CENTINAIO DI MAIALI , mi scuso con i maiali,MANIFESTA SOLIDARIETA' A B. DAVANTI AL TRIBUNALE DI MILANO....
UNA RAGIONE IN PIU' PER ESSERE PRESENTI A TORINO QUESTA SERA.
DOBBIAMO RIBATTERE COLPO SU COLPO !
QUESTA SERA A TORINO IN PIAZZA CARLO FELICE COMITATO DI ACCOGLIENZA PER SILVIO BERLUSCONI.
250 IMPRENDITORI, gli stessi che piagnucolano e chiedono aiuti allo stato, PAGHERANNO 500€ a testa per cenare con il nostro rais.DALLE ore 18.30 un comitato d’accoglienza aspetterà il rais nostrano e i suoi commensali
qui l’evento facebook ;www.facebook.com/event.php?eid=171191382930474
tra gli organizzatori ;no berlusconi day piemonte.
VI ASPETTIAMO RICCHI PREMI E COTTILIONS

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 13:34| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente ci sono diverse falsità in questo articolo, ovviamente ognuno tira l'acqua al suo mulino ma non è da questo blog che mi aspetto manipolazione di informazione e mancanza di oggettività.

La Lega Araba è a favore della No-Fly Zone e non sono "affatto contrari alla risoluzione ONU" http://www.dailyblog.it/libia-amr-moussa-chiediamo-protezione-non-bombardamenti-rispettiamo-risoluzione-dellonu-assicura-la-lega-araba/21/03/2011/

il Qatar ha preso parte attivamente alla missione e, se il mio atlante è aggiornato, è un paese mediorientale!

Che sia una guerra non voluta dagli europei perchè, come scrivi, "Russia sono contrarie, la Germania si è astenuta nel Consiglio di sicurezza" si dovrebbe scrivere anche che Italia,Spagna,Francia,Inghilterra,Danimarca e Belgio invece hanno tutti aderito e continuano ad aggiungersi Paesi alla causa.

Oltre alla Costituzione bisognerebbe citare anche la carta dell'ONU che al capitolo 7 disciplina proprio la facoltà del consiglio di intraprendere azioni anche armate affinchè venga ristabilità la pace e la sicurezza.

Quanti civili, inoltre, sarebbero morti a Bengasi se non avessero bombardato le forze di terra del dittatore diretti proprio in città?!

E siccome TU non sai nulla su questi ribelli, ma sai però quel che basta su Gheddafi, preferisci non intervenire e guardare bello tranquillo quell'animale pazzo trucidare il suo popolo...

Che caduta di stile con questo articolo... un populismo di basso livello e senza valide argomentazioni.

E poi quella battuta sul nome da playstation...ma piuttosto scrivi una riga in meno e risparmiati ste cazzate Beppe!

Fabio Cuscunà 21.03.11 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ufficialmente: "L'eliminazione di Gheddafi non è fra gli obiettivi"

ecco, allora che cacchio bombardano la Libia a fare? per uccidere civili?

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 13:30| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

il 17 marzo in italia han fatto l' alcool test con quella festa.
e visto che , dati alla mano, ubriachi erano in molti, si poteva comincire in quattrequattrotto una bella guerra, chiamata appunto missione,
tanto un ubriaco sottigliezze non ne fa.

cristina ., como Commentatore certificato 21.03.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ci siamo. stiamo vivendo un turn-over di digrazie planetarie e cosa fanno? si mettono un fiocchetto azzurro per sodalizzare con il vecchio sodomita. che sia veramente la fine?

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 21.03.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

...ma la Domanda è:
DOV'E' BERLUSCONI?
Per pararsi il culo fra Ruby e minchiate varie era sempre in TV a parlare, ora che siamo in guerra è un vero e proprio desaparecidos.....
Quindi:
DOV'E' BERLUSCONI?

Alessandro De Sindris 21.03.11 13:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa non è un'azione umanitaria proprio per niente!! Se lo fosse, i nostri politici e i governanti di tutto il mondo (coerentemente con quanto proclamano) dovrebbero muoversi e fare qualcosa anche per tutti i popoli dilaniati dalle guerre in centro Africa. Popoli di cui però, guarda caso, non si sente mai parlare.

Paola G. Commentatore certificato 21.03.11 13:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

una dittatura capitalsta che ignora il Darfour e s'infogna in Iraq, spadroneggia un pianeta ferito e un'umanità oltraggiata, mentre gli intellettualoidi de larepubblica, ci raccontano che è tutto alla fine grazie a facebook

ciccio c. Commentatore certificato 21.03.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento

è evidente la sbavatura occidentale, sempre tardivo ad intervenire in caso di emergenze umanitarie di guerra (figli e figliastri), e sempre arrogante nei suoi bombardamenti "asettici" senza sporcarsi le mani, senza senso di responsabilità per le vittime (operatori civili dei centri di comunicazione, operai di ponti radio ecc.)

ciccio c. Commentatore certificato 21.03.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro come Bossi ????????

Giordano Brunamonti, Campo dei Fiori Commentatore certificato 21.03.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra evidente che ci sono dittatori e dittatori.

Ce ne sono parecchi, nel mondo: l'attenzione verso di loro è proporzionata all'interesse verso il loro Paese ed alle risorse di cui dispongono.

Gheddafi non è che tutti i giorni faceva il suo massacro quotidiano.

I progetti che aveva messo in piedi (con una nostra grande partecipazione), prevedevano infrastrutture, edifici, hotel, università...

Anche se come tutti i dittatori aveva messo via un sacco di soldi, qualcosa per il suo popolo pensava di fare.

Quando si è trovato a fronteggiare una rivolta, lui che si ritiene il leader del suo Paese, ha usato quello che usano tutti i dittatori in questi casi: la repressione.

Non mi pare sia diverso da tanti altri.

E anche dall'altra parte non è che sono scesi in piazza a chiedere riforme ecc.: hanno usato subito le armi.

Avete forse visto manifestazioni come quelle in Egitto e Tunisia?

Margherita G. Commentatore certificato 21.03.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,cosa succede con gli altri morti?, non è una novità la mancanza di morale del Consiglio delleNazioni Unite. nella storia si sono verificati esempi extremi, il consiglio della sicurezza della ONU, si sono macchiati de informi falsi aggiustati a gli interessi dei padroni del mondo.La Libia è minacciata da gruppi separatisti, che faccebano vedere la loro bandiera e il loro governo.é chiaro che la strateggìa degli USA e il mondo imperialista è orientata a fermare ae unità delle nazioni e questo non è una novità.E cosa dobbiamo dire su gli altri morti, quelli del Iraq, Afganistan,Gaza,Colombia,delle centinaia di migliaia di morti in Amèricalatina grazie alle dittature criminale, appoggiate dagli Statati Uniti-CEE,dei morti del Barehin,Gemen,Emirati Arabi,Yugoslavia e di tanti altri cimiteri sparsi en ogni parte del nostro pianeta avallati per il Consiglio delle Nazione Unite.Una vergogna altrui che ferisce la dignità degli esseri humani.
Non basta quello che succede in Giappone dopo il terremoto, che rischiano di sparire come popolo ,per scelte sbagliate dei loro polìtici, si scatena una agrezione militare senza misurare le perdite humane, materiale, i governi agressori sene fregano è vanno avanti in questa nuova avvetura per il controllo delle risorse.
Penso che, i popoli non devono permettere ai suoi governanti di decidere da soli, non solo cuando si deve bombardare un popolo, mà, anche quando si devono costruiere -CETRALI NUCLEARE- oppure, cuando espariscono migliaia di ettari di terra per produre alimenti e si convertono in una grande collata di cemento o pruducono alimenti per fare carburanti.
Più in là delle crìtiche che possono esistere al regime di Tripoli,non si puo permettere la framentazione della Libia è inamissibile.Gadafi è costretto a difebdere l'unità territoriale.
Ciao
Luis Martinez

Luis Martinez, Rimini Commentatore certificato 21.03.11 13:03| 
 |
Rispondi al commento

il qualunquismo di alcuni commenti è paradossale. Questa comodità estrema di rimanere in una posizione di limbo culturale deve finire, è stata la salsa dell'italia e del gomblotto, permettendo il trionfo degli azzeccagarbugli. Grillo fa alcune osservazioni corrette, ma su questo tema è ambiguo. I diritti non sono sempre un prodotto democratico, eh no, esistono assetti politici, religiosi, geografici e culturali che impongono uno stato di non diritto. Mentre noi ci lamentiamo di questo finto lavaggio del cervello che subiamo in italia, per giustificare quanto siamo patetici come popolo ( soprattutto per l'analfabetismo galoppante ), ci sono nazioni sotto il bastone e senza carota. Intervenire con la forza ? le risposte sono due, si o no,senza sfumature, se con il sedere flaccido dinanzi al pc è difficile prender posizione, figuratevi in una situazione di responsabilità. Sudate e studiate, diventate qualcuno e poi ne riparliamo,non è vero che ogni cittadino vale uno. Ci sono cittadini che subiscono i commenti, del popolo e della storia, e la plebe che questi commenti li espone sul divano

domenico s. 21.03.11 12:58| 
 |
Rispondi al commento

###################################################

A commenti fatti cosa può diventare il solito attacco con la forza....


http://fintatolleranza.blogspot.com/

Anche ADOLPH usava così
#################################################################################hahaha#################################huhuu################################heheh....ahhhh

fabiano bukowski 21.03.11 12:53| 
 |
Rispondi al commento

E poi, le Spie, di solito son Autisti, Facchini, Portaborse, Stallieri, Cammellieri...
Quelli in Gessato, con la Boccia Pelata, Rasa, con il Pizzo alla Carabiniere, li usan solo i Forzitalioti.
Partito d' Amore, sì.
Stanno alle Corna, altro che Palle di Toro!
Non so come la mette Pompetta palle di Gomma.

Rimbalzando, come sempre?

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fukushima. Situazione:
Il pentolone nucleare No. 3 come prima detto a smesso di fumare, ma ha ricominciato a rifumare il pentolone No. 2.

Trovato guasto anche il pentolone No. 1; la Tepco dice che ci metterà una pezza a questo pentolone entro 3 gg........, a seguire.....

Nel frattempo pare che anche l' OMS si sia svegliata e abbia diramato un allarme di grave contaminazione di acqua, verdure, latte nelle zone attorno a Fukushima.

Libia: i nostri tornado sono partiti per una missione in Libia, ma i piloti dicono che non hanno sganciato bombe nè missili; pare si sia trattato di un sorvolo di Stato per cercare il posto giusto del deserto Libico per le prossime vacanze della nostra Betty e ragazze bunga-bunga.
Amen.

Nosferatu 21.03.11 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Libia la rivolta è partita da Facebook…

Si certo… “ti va se ci troviamo a quel bar all’angolo? Io porto la Browning che ho in cantina… tu portati l’RPG con quelle 6 granate che ti aveva regalato lo zio…”

Oppure le mitragliatrici le avranno trovate su Ebay… I notepad, gli Ipod, il Wi-fi sono notoriamente diffuso a Bengasi Tobruk e misurata.

In un regime come quello Libico, che controlla ossessivamente i suoi cittadini da 40 anni, credo che il solo possedere armi senza essere militari o poliziotti comportasse la condanna a morte…

Questi hanno trovato migliaia di armi per terra.

Poi hanno fatto la rivolta… tutti strafelici, perché sotto sotto qualcuno avrà pensato… finalmente i soldi dei NOSTRI POZZI di petrolio saranno della ns gente. Finalmente I Pod

I soliti illusi, papperanno tutto francesi e anglo-americani

Poi gli è andata male, e giù la coalizione a dargli una mano. Noi compresi. In fondo le condizioni sono cambiate. Ora Gheddafi si stava per scagliare su Bengasi facendo migliaia di morti… si fotta il trattato di pace. Il trattato di pace andava bene (tenda, hostess, baciamano e lezione sul bunga bunga compreso) quando i 20/30/100 morti al giorno erano i poveracci che i Libici fermavano per conto nostro nel deserto, per impedirgli di arrivare in Italia.

Ci sono i pezzenti morti che vanno bene… e i rivoltosi morti, quelli che devono garantire il petrolio a Francia e UK, che NON vanno bene.

Andiamo a bombardare anche noi, tradendo l’ennesimo trattato. Con che faccia ne firmeremo altri?
Bombardiamo per essere anche noi nel post Gheddafi, per la ns misera fetta di tortina (un budino a questo punto). Ma i francesi ce l’hanno già messo nel kulo.
Quella gente che ora festeggia a Bengasi tra due anni si incazzerà x non aver visto alcun beneficio.

PS: PREGATE CHE GHEDDAFI NON FACCIA SALTARE I POZZI! Pioverebbe petrolio su tutto il Sud
Sarebbe la morte del Mar Mediterraneo per i prossimi 100 anni. Addio pesca, turismo, agricoltura

M Boschiazzo 21.03.11 12:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già si può capire quali saranno i prossimi assetti della Libia.

Si dice che Gheddafi, al momento, non è un bersaglio (però bombardano il suo bunker).

Quindi i Padroni del Mondo hanno già in mente di dividere la Libia in due: da una parte la Tripolitania, magari lasciandoci Gheddafi (la Tripolitania ha il petrolio ma non tanto), e dall'altra la Cirenaica (la parte più ricca di petrolio), i cui futuri padroni (perchè tali saranno, vale a dire uguali a Gheddafi), saranno molto grati a chi li ha "liberati".

Parlare di democrazia da quelle parti è una stupidaggine, e non perchè lo sia la democrazia, ma perchè quella gente non sa nemmeno cos'è e non lo vuole sapere.

La loro struttura è fatta di tribù, anche in lotta fra di loro, e la Libia è nata A FORZA dopo la seconda guerra mondiale per volere di quelli che hanno vinto.

Un po' come la Jugoslavia, dove hanno messo insieme popoli, culture, religioni diverse e poi si è visto cosa è successo.

Gheddafi è inteso come il laico, il moderato; dall'altra parte sono molto più fondamentalisti.

Anche questo è sempre stato motivo di attrito.

La Cirenaica ha sempre dato problemi: all'Impero Ottomano, che è stato ben contento di liberarsene quando siamo arrivati noi, ed a noi che abbiamo avuto il nostro bel daffare con quelle tribù.

C'è insomma da parte di quella gente una certa insofferenza a far parte di una nazione.

Ma se volevano l'autonomia era auspicabile un diverso modo di agire.

Ma noi ragioniamo da occidentali e spesso non capiamo la mentalità di quei posti.

Margherita G. Commentatore certificato 21.03.11 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo ormai in Europa siamo strani. Ieri eravamo contenti che il risorgimento libico si stesse facendo strada, oggi siamo arrabbiati perche bombardiamo Gheddafi e pareggiamo le forze in campo della guerra civile Libica.
Ma un po di coerenza? Chi critica si ricorda Lockerbie? Gheddafi deve sparire e lasciare il campo ad un popolo che trovera' da solo la democrazia. Il petrolio Libico NON e' di Gheddafi ma del popolo Libico!!

roberto conti 21.03.11 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Scrive Pino Cabras

Le guerre non sono mai mosse da motivi umanitari. Le guerre “umanitarie” sono così umanitarie che bombardano gli ospedali , sempre. Stavolta persino dal primo giorno. I moventi, se non siamo gazzettieri a rimorchio delle bugie del potere, li dobbiamo cercare altrove.
...............................................
Non credo che il rientro sfacciato e perfino precipitoso nel Pdl da parte di decine di parlamentari che lo avevano abbandonato per il nuovo partito di Gianfranco Fini sia stato tutto frutto di una compravendita. È più probabile che molti siano stati soggetti a un contrordine, qualcosa che – superata la stoffa dei loro cappucci – dev’essere suonata più o meno così: “Non è più il momento di far cadere il governo, stiamo per fare una guerra in Libia; Silvio, che pure manderemo via, ora ci serve, e sarà ben contento di tirare a campare ancora, non è mica uomo di principio; fate la vostra parte”. E quelli hanno ottemperato alle loro Obbedienze. È gente con molto pelo sullo stomaco: al Caimandrillo concedono le acrobazie giudiziarie più indecenti; lui, in cambio, concede loro la guerra che piace colà dove si puote ciò che si vuole.

Alina F., Varese Commentatore certificato 21.03.11 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace ma su questo non sono proprio d'accordo, non si può "tifare" o meglio sostenere (giustamente per l'amor di Dio) il popolo libico come fanno in tanti e poi stare a guardare e non fare niente e criticare. La decisione ONU è stata una decisione responsabile. Ripeto non potevano le potenze occidentali dire "Gheddafi è un dittatore e stà massacrando i civili" e poi non fare niente e stare a guardare

Giancarlo Gracalich 21.03.11 12:43| 
 |
Rispondi al commento

http://english.aljazeera.net/video/asia/2011/03/201132133519283372.html

Villagers oppose India's nuclear park

The crisis in Japan has led many countries to review their nuclear plans, but not India.

The state of Maharastra is still going ahead with plans to build the world's largest nuclear park in Jaitapur, a region along the Konkan coast that already sits atop a known fault line.

The ambitious Indian-French project has not gone down well with those living near the earmarked site.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Khamis Gheddafi, sesto figlio del leader libico Muammar Gheddafi, sarebbe morto per le ferite riportate in uno scontro avvenuto alcuni giorni fa con un pilota dell'aviazione libica passato all'opposizione. Il soldato avrebbe aperto il fuoco contro il figlio del colonnello vicino alla caserma di Bab al-Aziziya, nel centro di Tripoli. La notizia è stata riportata oggi dal sito dell'opposizione libica 'al-Manara', citato dal quotidiano svizzero 20 Minuten, che sottolinea come l'informazione non sia stata confermate e sia già in circolazione su diversi siti arabi.

*************************************

''Una notizia senza senso'': così una fonte del governo libico ha smentito la notizia, diffusa dall'opposizione della morte di Khamis Gheddafi, sesto figlio del Colonnello e comandante della 32ma Brigata. Smentite anche da testimoni oculari le notizie difuse da Al Arabiya di bombardamenti sulla capitale nelle prime ore del mattino. Non si registrano spari di contraerea, il traffico a Tripoli è sostenuto e le attivita' quotidiane in citta' si svolgono normalmente, ha riferito un giornalista presente in città.

da repubblica.it

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 21.03.11 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche' vi ostinate a nn guardare in faccia la realta'???Gheddafi STAVA FACENDO UNA STRAGE di civili ,e le televisioni libiche sembravano totalmente insensibili al problema(come mi sembrate la gran parte di voi).Fermo restando che ogni guerra e' mossa da interessi noi paesi occidentali ed in particolare l'Italia nn potevamo restare a guardare una cosi sanguinaria ascesa al potere di Gheddafi che una volta ristabilitosi al potere ci avrebbe creato dei grattacapi ben piu' seri di quanti ne stiamo avendo in questi giorni....
Cercate di essere piu' realisti e convenite con me che quel "CANE PAZZO" andava fermato in qualche modo.
saluti e baci
un italiano

riccardo guarracino 21.03.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bombardato il bunker di Gheddafi. Forse ucciso un figlio.
Ufficialmente: "L'eliminazione di Gheddafi non è fra gli obiettivi"

Ecco io mi sento preso il culo!
COME FIN DALL'INIZIO DI QUESTA BUFFONATA!

carmine d9 Commentatore certificato 21.03.11 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Finiscano con questa Sceneggiata.
Si Arrenda il Sosia di Gadaffi, quello trattato con Chirurgia Estetica, tanto per Intendersi.
Esca con le Gambe in Spalla...
Pensare che di solito mandan l'Interpol con i Ris della Neuro in casi del Genere, manco fan una Guerra.
Visto che il Circo con il Clown in Tenda non lo Diverte piu'...
Dai Gadaffi, Silvia non puo' piu' Dartela, è in Liberta' Vigilata...

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In pratica funziona così:

se sei un Paese "filo occidentale-americano ecc ecc" ,puoi fare quello che ti pare.
L'importante è sottomettersi quando è il momento.

se invece non sei "filo occidentale-americano ecc ecc"...allora ogni cosa che fai è contro la "democrazia" i "diritti dell'uomo" ecc ecc....in pratica diventi il male assoluto da combattere.

Che Gheddaffi e company non siano dei santi non si discute, ma che U.S.A., Francia ecc, siano i salvatori del mondo è piuttosto discutibile.

Dei civili libici e di altri paesi del maghreb non gli e ne frega niente a nessuno...da anni.
La gestione delle risorse invece da sempre.

Mi domando....ma se sono contro queste finte democrazie, perchè ci fanno affari???
perchè gli vendono le armi???..perchè importano merci prodotte in modo semi-schiavista???
...perchè respingono le persone che scappano da quei "paesi canaglia"???
perchè gli lasciano comprare quote di aziende o aziende intere,o addirittura il proprio debito sovrano!!???(...Cina e Stati Uniti ad esempio).

Conclusione:

Il denaro è sempre democratico....e l'ipocrisia è comoda....sopratutto quando si è più forti.


Saluti


D.DiMaio 21.03.11 12:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Grazie al ministro della guerra La Rissa oggi ho capito un’altra cosa.

Siamo andati in Libia perché quando questa ‘emergenza’ sarà finita ce ne sarà inevitabilmente subito un’altra: l’arrivo di migliaia e migliaia di clandestini.

Sicchè dando oggi il nostro appoggio agli alleati, domani sarà loro dovere aiutarci a gestirla.

Queste più o meno le parole di La Rissa. E questo il ‘perché’ dell’intervento in Libia
‘chiarito’ dal ministro.

Meno male che La Rissa c’è.

silvanetta* . Commentatore certificato 21.03.11 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho solo una cosa da dire:
Odyssey Dawn si traduce con Alba di un'Odissea, non viceversa.
Quelle della Lega Araba e dell'Unione Africana sono solo chiacchiere. CHI definisce chi ha più diritto di intervenire di altri? Lo si decide in base a criteri geografici, petroliferi, di razza o di religione? Tutte stronzate. La verità è che Gheddafi è un folle e andava fermato, quale che siano le ragioni dei ribelli non ce ne frega niente, intanto le stragi le sta facendo Gheddafi, così come la verità è che fino a ieri la Lega Araba e l'Unione Africana non hanno fatto un'emerita cippa e non hanno mostrato alcun interesse a far nulla, salvo poi svegliarsi quando ALTRI hanno deciso per l'intervento, arrogandosi il diritto di essere gli unici legittimi "guardiani" del continente africano. Le loro obiezioni e le loro ragioni sono tutta fuffa e usarle come scusa per sostenere che le ragioni degli occidentali sono fuffa non è coerente e questi sono i limiti di Grillo e del M5S... per i consigli comunali e regionali va benissimo, ma per piacere Grillo stai fuori dalla politica estera perchè non ti compete.

Filippo C. 21.03.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi è un dittatore oggi come lo era ieri e come mai ce ne siamo accorti solo ora ? Nessuno si è chiesto la provenienza delle sue enormi ricchezze create in barba alla popolazione e con il consenso delle multinazionali che si sono arricchite assieme a politici e banche ( quindi non la popolazione libica, non l'europa ma solo un dittatore, i petrolieri, le banche ed i polici e burocrati corrotti di libia e dei paesi importatori ) con l'omertà dei governi interessati. Cosa cambierà in un paese dove non esistono libere elezioni, non esiste democrazia ma solo tribù e capi tribù. Ci si può aspettare una vera democrazia o solo un cambio di potere ? Chi ha armato i rivoltosi ? Possibile che tutto il nord africa si sia dato appuntamento per una rivolta generale senza che l'occidente ne sapesse nulla ? Chi ci sta dietro ? Ci sarà mai in quei paesi una vera democrazia ed una vera libertà ?

100 anni fa la popolazione era la metà con consumi pro-capite molto più bassi. Ora siamo troppi per quanto vogliamo consumare. Occorre rifare una politica demografica, di consumo e di produzione prima che sia troppo tardi.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 21.03.11 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa volta vuoi vedere che se muoiono militari italiani, i sinistri gli chiamano eroi, mentre i destri dicono che se la sono meritata, quella è una guerra blablabla.

Ipocrisie bipartisan, cmq nn sarebbe la prima volta.

Casa Cupiello (primo piano) Commentatore certificato 21.03.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Gheddafi ha aperto gli arsenali.
--------------------------------


Un milione di libici sono armati fino ai denti, donne comprese.

Ed un popolo disperato, con le spalle al muro ed armato fino ai denti, che conosce il suo territorio come le sue tasche, dittatura o voglia di democrazia che sia... E' invincibile.

Davvero la storia non ci insegna nulla.

E non è maestra nè per quel finto cambiamento che rappresenta Obama nè per quel galletto spennacchiato di Sarkozy.

Lo pagherete caro il petrolio stavolta, avete bussato alla porta sbagliata.

LUI è ricco (molto), potente, arabo (in mezzo a confinanti arabi) ed... armato fino ai denti !!!!

Maurizio Longo 21.03.11 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una somiglianza "casuale" :)

Le forze pro-Gheddafi starebbero portando a Misurata civili da città vicine per usarli come scudi umani.
http://www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/394239/

Riprende il processo a Berlusconi
in aula manifestazione pro-premierMILANO - Un centinaio di persone, alcune dentro l'aula del tribunale di Milano dove è ripreso il processo Mills altre fuori, stanno manifestando sostegno a Silvio Berlusconi, imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per corruzione in atti giudiziari.
http://www.repubblica.it/politica/2011/03/21/news/mills_sostenitori-13898640/

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza contare che si è poi disatteso il trattato di amicizia tra la Libia e l'Italia, gli si è passato sopra in un botto e via. Quel trattato dice che ci deve essere il rispetto della sovranità, che non si deve fare ricorso alla minaccia od alla forza contro l'integrità territoriale, sancisce l'impegno alla non ingerenza negli affari interni e.... a non usare nè concedere l'uso dei propri territori per atti ostili contro la controparte.

Se può servire a qualcosa pur di smettere con questo scempio !

Alina F., Varese Commentatore certificato 21.03.11 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L' Italia dovrà spiegare se fa parte di una coalizione di "volontari" in GUERRA (nonostante le ciance e i distinguo di morfeo) per istituire una no-fly-zone oppure di una coalizione di KILLER INTERNAZIONALI al solddo degli Inglesi e dei Franzosi per far fuori fisicamente Gheddafi come detto da un ministro dandy inglese.

dr. Jekill 21.03.11 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@ Ansia NewSSS:....Napoletano @@

Dice il napoletano Nopolitano:"L'Italia non é in guerra contro la Libia.L'Itaglia sta partecipando a un'operazione autorizzata dalle nazioni unite".
........@@@

Cazzo signor tenente:"Nonostante l'Itaglia non risulti in guerra,stiamo bombardando territori e città appartententi ad altri popoli".

(((Se non siamo in guerra allora é proprio vero:"siamo un popolo di cattoliciSSSimi terroristi" )))
Cam.

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 21.03.11 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fukushima. Poco fa il pentolone nucleare No. 3 ha cessato di fumare. Però ha ricominicato il pentolone No. 2 a fumare.

Nosferatu 21.03.11 11:57| 
 |
Rispondi al commento

sento che è il momento giusto per Silvio di pensare in grande prendendo il controllo nella "missione di pace libico"

..anche qui nel suo paese vince:

Berlusconi vince il carnevale di Viareggio
http://www.ilreporter.it/index.php?option=com_content&view=article&id=15865:berlusconi-vince-il-carnevale-di-viareggio&catid=86:cultura&Itemid=125

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cominciano a trapelare notizie che non hanno alcun riscontro ma sono assai plausibili.

Ad esempio che da mesi ci fossero in Cirenaica esperti inglesi che istruivano i "ribelli spontanei" sull'uso delle armi.

Infatti una cosa che mi sono chiesta spesso è: ma come fa questa "pacifica" gente a prendere in mano un fucile e immediatamente a saperlo usare?

Io, se mi dessero in mano un fucile o anche una pistola, non saprei nemmeno da che parte cominciare.

Per non parlare di mitragliatrici, carri armati, antiaerea e bazooka.

Si dice che ci siano state defezioni nelle forze armate libiche e che queste abbiano istruito il popolo e procurato anche le armi.

E sono riuscite ad organizzare un esercito piuttosto efficiente in così poco tempo?

E quei personaggi che vanno in giro con passamontagna e non hanno certo l'aspetto di cittadini comuni?

Circola anche il sospetto che le rivolte (quelle sì popolari) in Egitto e Tunisia siano state fomentate ed agevolate solo per preparare l'opinione pubblica al VERO obiettivo: la Libia.

Si tratterebbe dunque di una strategia preparata ed organizzata da tempo, al fine di eliminare personaggi che si sarebbero opposti ad un'estensione dell'influenza di qualcuno su quell'area.

A questo si aggiunga che, sempre a questo qualcuno ed anche ad altri, dava molto fastidio che ci fosse un Paese con un rapporto privilegiato per forniture energetiche che lo toglieva un po' da certe influenze, ed anche per vantaggi economici.

Fantapolitica? Forse.

Piccolo particolare: la maggior parte del petrolio libico sta sotto la Cirenaica, il paese degli "insorti".

Margherita G. Commentatore certificato 21.03.11 11:48| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per tutti i pro-Gheddafi:
L'avreste lasciato fare il bello e il brutto tempo per sempre?
Quello spara più balle del nano, vedi ad esempio l'ospedale di Tripoli bombardato, una fandonia bella e buona per screditare la coalizione.
Facile fare i buonisti con l'IPhone ultima generazione e pontificare con la panza piena.
Provate a vivere in Libia e poi se ne riparla.

Mi vien da ridere per non piangere Commentatore certificato 21.03.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!


"Berlusconi vuole il comando"

«Non possiamo prenderci solo gli oneri». Silvio Berlusconi continua a ripeterlo ai suoi. Ha avocato a sé il dossier Libia che lo sta assorbendo più di ogni altra cosa. Il premier ha iniziato una serie di contatti soprattutto con tutti i principali leader europei, in particolare all'ora di pranzo di oggi dovrebbe aver parlato con Sarkozy e Cameron. L'obiettivo è quello di portare il comando delle operazioni in Italia. Obiettivo piuttosto ardito ma il Cavaliere, si sa, non è uno che si pone traguardi a corto raggio......
http://www.iltempo.it/2011/03/19/1244596-berlusconi_vuole_comando.shtml

hahahahahahahahahahhaaaaa

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Odissea è Durata diecianni.
E siam solo all'Alba.
Guerrafondai Merdosi...
Umanitari, Patriottici: Ah!Ah!Ah!

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Lavori in ...corso...
...stiamo lavorando per noi...

firmato : NWO!!!

anib roma Commentatore certificato 21.03.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento

da notizie ufficiose sembra che Geronimo e Er Trota siano stati impiegati come navigatori sui nostri primi caccia decollati. ci giungono notizie che stanno allegramente bombardando Stoccolma.

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 21.03.11 11:31| 
 |
Rispondi al commento

SE FOSSI GHEDDAFI.

" Ma come, hai fatto giocare mio figlio a calcio in Italia in serie A, anche se onestamente non è che fosse un campione ; mi hai procurato 500 hostess , hai fatto piantare tutto il mio circo nel centro di Roma e mi hai ricevuto come il più potente dei re, hai fatto sfrecciare per me le frecce tricolori, mi hai pure baciato la mano e ora..... mi bombardi!!
Mio caro (ex)amico Silvio, o sei fortemente volubile o sei proprio un bastardo!"

upondu pondu 21.03.11 11:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ti seguo con molto interesse per le molte verità che dici, però, mi capita alcune volte di non vedere l'alternativa a quanto, contro cui, giustamente critichi.
In alcuni dell'alternativa non ce n'è bisogno perchè implicita nella critica, come il caso del nucleare : l'alternativa è non avercelo !
Ma in questo caso ?
Qual'era l'azione giusta ?
Un embargo, cioè affamare un popolo che si è ribellato anche per la fame ?
Una pressione politica ?
E che effetto avrebbe avuto su di un pazzo ?
Non sò che altro mi viene in mente...guardare e basta, come voleva la Lega ?
Così facendo l'Europa avrebbe avuto una scusa in più per fregarsene del ns problema immigrazione : non avete fatto nulla per questa gente, ora gestitevi le conseguenze !
Non capisco...l'alternativa giusta qual'era ?

Ti saluto con affetto.

Angelo N 21.03.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cina e Russia sono contrarie? Ci fai o ci sei Beppe?
La prima è un regime comunista, la seconda un Paese
in mano alla mafia. Evita di spararle troppo grosse, mi
seccherebbe perdere quel tanto di verità che a modo
tuo sai trasmettere agli italiani. Le guerre sono
sempre economiche: questa volta però forse un po'
di soldi del petrolio finiranno nelle tasche dei civili
libici insorti per la democrazia e non nelle banche
italiane e svizzere. Pensaci.

Squeeze 21.03.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stando alle ultime notizie, il reattore giapponese n. 3 continua a fumare... ed immagino quanto salutare possa essere quel fumetto quasi da potersi permettere in salutistico aerosol!
Inquietante il silenzio piombato sulla cosa, quasi mi viene il sospetto che la francia sia corsa a bombardare tripoli proprio per cercare di distogliere l'attenzione dal problema nucleare che è evidentemente un grosso problema anchge per la francia...
E poi tanto i morti per radiazioni verranno diluiti nel tempo, sarà una inafferrabile sequenza di tragedie silenziose, private... 1+1+1+1+1+1+1+1+1+1.................

Reve ng Commentatore certificato 21.03.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CESSARE IL FUOCO SUBITO, IL POPOLO ITALIANO ERA COMPLETAMENTE ALL OSCURO DI TUTTO, BISOGNA DIRLO A RETI UNIFICATE PREPARARSI A SCENDERE IN PIAZZA !!!!

JHONNY 21.03.11 11:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento


La serva stronza o ignorante dell'imperialismo razzista

http://byebyeunclesam.files.wordpress.com/2011/03/serva.jpg

Alina F., Varese Commentatore certificato 21.03.11 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, l'attacco alla Libia si può vedere anche così: Nonostante che per anni abbiamo fatto affari con Gheddafi, ora che i libici vogliono riprendersi la libertà, tutto quello di vantaggioso che è stato passa in seconda linea e prevale il desiderio di aiutare quegli insorti. Potrebbe essere interpretato come un atto di coraggiosa rinuncia a benefici sporchi pur di mettersi con chi finalmente lotta per la libertà. Sarebbe peggio se non facessimo nulla in favore di chi vuole cambiare, vincolati da patti innominabili. Non credi?

Giuseppe Alù 21.03.11 11:14| 
 |
Rispondi al commento

dai gheddafi smettiamola! ritirati...ti conviene...ti salvi le penne e magari diventi anche un'eroe...la francia ti comprerà il petrolio di sicuro....poi potrai pensare di vendicarti su di noi e farci un culo così...tanto l'europa di noi se ne frega!

Giangi Frufru' Commentatore certificato 21.03.11 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guerra per il petrolio? mah, la Libia possiede sì e no il 2/3% delle riserve mondiali di petrolio; vero, è di ottima qualità rispetto a quello saudita, ma facilmente rimpiazzabile; la ns partecipazione a questo attacco è dovuta al fatto che non dobbiamo perdere il controllo su quella regione per via dei giacimenti di gas naturale, quelli sì importanti che ci aiutano a diversificare dalla dipendenza russa.
La Russia non si è opposta alla risoluzione Onu perchè non le interessa la Libia; la Cina ha fatto altrettanto perchè non è dalla Libia che importa petrolio e gas; la Germania idem e poi sono sotto elezioni.
In Libia considerate poi che non è la popolazione intera che si sta ribellando, ma principalmente le tribù orientali da sempre avverse a quelle occidentali pro-Gheddafi.
La risoluzione Onu è poi volutamente ambigua per lasciare spazio di manovra alla coalizione (difatti non esclude nemmeno l'intervento di terra), ciò detto non mi pare che Unione Africana e Lega Araba abbiano fatto sentire la loro voce a difesa degli insorti ante Onu.
Sulla leggittimità di tale attacco, beh non ci piove che si tratti di un precedente veramente pericoloso al pari del riconoscimento del Kosovo; entrambi gli atti determinano una certezza per il futuro e cioè che chiunque decida di autoproclamarsi indipendente può farlo senza troppi problemi (l'Ossezia spalleggiata dalla Russia ne ha subito approfittato) e ora questo, ossia che chiunque potrebbe vedersi attaccato da una coalizione sotto egida onu nel caso in cui si ritrovi una o più regioni in ribellione rispetto all'autorità costituita.
L'Arabia Saudita è intervenuta in Bahrein perchè la popolazione di questo regno è principalmente sciita (e quindi vicina all'Iran rappresentante degli sciiti) mentre la monarchia al potere è sunnita (L'Arabia è il massimo rappresentante dei sunniti); il Bahrein fa parte degli Emirati, tutti sunniti, con un patto di mutuo soccorso fra le varie monarchie (ecco perchè i militari sauditi sono lì).

Massimo Turla, Genova Commentatore certificato 21.03.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna che Betti c'è!!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi ha una visione feudale
Quelli a cui ubbidiamo (gli USA) hanno una visione mondiale
Quelli che ci governano (la Lega) hanno una visione tribale
Si scende dalla politica del pianeta a quella del pollaio
Che desolazione!
E c'è pure chi elogia la Lega perché si è dissociata dalla guerra. Ma in nome di che??

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vado: quando la Situazione è così , fin troppo Pacchiana, lascio per non provar Ulteriore Disgusto.
Il Patriottismo, Bla, Bla.
Il Redivivo Napolitano, Bal, Bla.
Le $scimmie verdi che Sgratt, Sgratt.
Le Puttane in Tv, Slap, Slap.
La Checca in Divisa, Ra, Ta, Ta.

Ha Ragione Bagnasco, il Cancelliere Tedesco: speriamo finisca presto.
Così faremo prima a Confessarci dello Sporco che Abbiam Dentro.
Grazie anche a Tutti.
LA Peggior umanita' degli Ultimoi Centocinquantanni.
Nazionalisti Ipocriti, affanculo.
Altro che Fratelli d'Italia.
Fratelli Ladri, figli di Assassini, siamo.
Facciam piu' Schifo dei Libici, poco ma Sicuro.
Decadenti e Fasulli, Lerci.
I prossimi, ad esser Bombardati.
Perchè lo Faranno.
Scommettiamo?

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE!
Vogliono metttere un bavaglio a internet!
leggete qui (e firmate la petizione):
http://www.avaaz.org:80/it/it_internet_bavaglio/?cl=988274922&v=8677

gabriella laeffe 21.03.11 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Frattini
non sei il padrone di questa locanda senza stella
adesso che ti lasciano solo , povera anima , che fai ? Dove rivolgi il tuo spavaldo sguardo ?
Okkio !

Alina F., Varese Commentatore certificato 21.03.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

ODISSEA ALL'ALBA TRAMONTO DELLA RIVOLUZIONE
POPOLARE LIBICA

L'intervento dell'esercito pone fine alla rivoluzione popolare libica. I rivoluzionari libici passeranno alla storia come coloro che hanno dato la vita regalando il loro paese al capitalismo colonialista-schiavista.
La Francia che ha investito sul nucleare si è subito precipitata per la "guerra lampo" affinché il mega disastro di Fukushima passasse in secondo piano, dimenticato: 25.000 morti è pari ad un'esplosione atomica a Pompei, pari alla forte eruzione del Vesuvio di cui ancora oggi ben si ricorda; il tempo si è fermato nel 79 d.C.
Suggerimento: le centrali nucleari sono lepiù disastrose ma non si sottovalutino le industrie di prodotti tossici: Seveso è stata pari ad una bomba atomica per morti e deformi per generazioni idem per una intera grande città come Bophal. Si stanno controllando le centrali nucleari...ma le industrie di prodotti tossici? Anche gli ospedali producono scorie radioattive e rifiuti tossici.

sandro petrini 21.03.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Oggi abbiamo tradito la Libia
domani tradiremo la Russia
domani l'altro, se occorre, tradiremo l'America
Per chi non ha altri valori che il proprio interesse, il tradimento è un fatto naturale come il respiro.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Chissà forse un giro tutti piegati a ovest, ci farebbe tornare ad essere dei cristiani migliori.
A parte le battute coglione, Solidarietà alle vittime di tutte le guerre inutili e inevitabili per gli uomini di potere.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 10:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

avrei voluto vedere la faccia della Merkel dopo la caduta dell' elicottero da oltre 1000 metri fino a 100 quando si sono riaccesi i motori. secondo me per un pò non fara uso del Bifidus Activiarium Cacatoribus per un bel pò, (o popò).

Stefano n., reggio emilia Commentatore certificato 21.03.11 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dov’è l’informazione?
Noi viviamo in una continua manipolazione mediatica che fa di noi dei cani di Pavlov

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non si puo' non combattere il tiranno per paura che dopo arrivino i "bildenberg" o chi per loro.
va be' che gira anche l'idea del "tanto sono tutti uguali", pero' siamo seri. non alimentiamo concetti malsani.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Russa: l'Italia sarà in prima linea, non siamo solo degli affittacamere

seee siamo dei pezzi da 90!!
La Russa , perché non ci vai Tu con la Kalashnikov in mano per insegnarci come si comporta un uomo vero?

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima il petrolio di Saddam, ora il gas e il petrolio di Gheddafi domani il gas di Karimov...Una soluzione? Energie alternative no?

Milly disanto 21.03.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento


In futuro in Storia scriveranno che questa guerra
è nata a causa di Gheddafi, dopo che ha tolto su facebook, l'amicizia a Silvio.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si sospetta che l'informazione in questa situazione sia completamente manipolata, pero' attenzione, si sospetta. far diventare un sospetto uan realta' ci vogliono un minimo di prove, fatti. una ciofeca e' saltaata fuori, quella del presunto cimitero. era un video amatoriale fatto con un telefonino, forse uno un po' fanatico l'ha fatto e l'ha mandato alle redazioni. pero' altre immagini e fatti confermano la versione ufficiale, grandi zone della libia, la tripolitania, sono state prese praticamente senza sparare un colpo, questo vuol dire un altissimo appoggio della gente. lo stesso gheddafi del resto non ha mai detto di guerra o battaglie in quella zona. e delle citta' importanti non si conquisterebbero militarmente in un giorno solo se non ci fosse appunto la stragrande maggioranza delle persone (e delle forze armate, polizia etcetc.) in accordo. un po' com'e' successo in egitto e tunisia. quindi parlare di bande di non si sa chi mi sembra assurdo.
poi se senitamo gheddafi, non e' che dalla sua informazione arrivano dati credibili, sono cosi' esagerati a cui e' difficile crederci, non da' versioni della situazione che possano fare chiarezza, e chi meglio di lui potrebbe farlo.
infatti ha parlato di "poche centinaia di persone drogate da al qaeda, poi di "insetti ratti da schiacciare", "il popolo e' con lui" (ok, allora chi e' che sta facendo la rivoluzione?), poi dell'imperialismo usa, questo fa presa, lo ammetto. mettici in mezzo l'"imperailismo usa" e ogni pazzo sanguinario che sta commettendo un crimine diventa santa maria goretti.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho votato no al nucleare e credo in quello che dice la Costituzione Italiana sulla guerra. Senza calcolare percentuali pdl pdmenoelle o altro, non è il VOLERE di tutti gli Italiani? Non ce la facciamo ad avere dei veri rappresentanti del popolo sovrano?

renato vaccaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento

CONTRARIA CONTRARIA CONTRARIA

contraria alle buffonate del bacio all'anello
ancor più contraria a questa stupida inutile guerra che farà morti, povertà, violenze.

grazie presidente di questa italia unita (tutto volutamente minuscolo) per aver detto
«Non siamo entrati in guerra. Siamo impegnati in un operazione autorizzata dal Consiglio di sicurezza dell'Onu>>
ci mancavano veramente le sue parole lungimiranti e sincere

laura o 21.03.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piero Pagliani
Nell’intr. al rapporto del 2005 “Più che Umanitarismo:un Approccio strategico degli USA verso l’Africa”,Richard Haas,pres.del Council on Foreign Relations,disse che «entro la fine del decennio l’Africa sub-sahariana sarà una fonte di importazione energetica per gli USA importante come lo è ora il MO»
Ecco:le “guerre umanitarie” si fanno per geostrategie...per le materie prime,per le risorse energetiche e per il contenimento dei grandi competitor internazionali.
Eppure questi non si sono opposti in Consiglio di Sicurezza.Perché? Perché sanno che USA&soci sarebbero intervenuti in ogni caso e hanno voluto che almeno formalmente l’intervento fosse regolato dai limiti di un dispositivo dell'ONU(che in realtà non regolamenterà un bel nulla,dato che è già fuori dalla legalità internazionale,poiché la carta dell’ONU non prevede interventi militari se non in caso di attacco ad una nazione sovrana,cosa che non si applica alla Libia).Di sicuro la Russia ha già fatto capire che la sua astensione è stata presa obtorto collo e la Cina sa benissimo che sta subendo un grave colpo...per ora sembrano tutti costretti a fare da spettatori all’apertura col piede di porco di una delle porte più resistenti all’invasione imperialistica dell’Africa.
Non sorprende che a dar manforte si siano subito offerti chi questi benefici in Africa li ha già avvuti:la Francia,indifferente ai 4 milioni di morti delle sue guerre coloniali e la Gran Bretagna.
Ma la guerra deve essere velocissima e quindi feroce perché l’85% del petrolio libico finisce in UE. In particolare noi dipendiamo dalla Libia per il 30% del petrolio e il 10% del gas.
Bisogna quindi dare una lezione rapida a Gheddafi perché l’intera Africa e l’intero mondo mondo arabo capiscano
B ha già capito con le cattive che non può “bypassare” gli USA e tradisce come sempre fecero i Savoia di cui si diceva che non finivano mai una guerra con la stessa parte con cui l'avevano cominciata
Oggi Gheddafi. Domani si passerù alla Russia.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vista la Fine che han fatto Ghandi, M.L.King, i due Kennedy che pur il J.F non era così Santo, persin il Mussolino e l'Hitlerio, cosa volete che s'Annidi in Obama?
Il Cucu^^?
Un Perfetto Idiota, Utile.
Povero Berlusconi: che Notti l'attendono.
E pensar che Voleva la Bicicletta...

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro degli Esteri Franco Frattini chiede che l'operazione militare contro la Libia passi sotto il coordinamento della Nato. "Credo che sia il momento di andare oltre la coalizione dei volenterosi verso un approccio piu' coordinato sotto la Nato, che ne ha le capacita'", ha detto il titolare della Farnesina al suo arrivo al Consiglio affari esteri.

sotto la nato?
e chi li sposta gli yenkee....
frattini..... frattini.....


berlusca porta una sfiga pazzesca...non vi siete ancora resi conto, bisogna esorcizzarlo...ci vuole Milingo...fate una raccomandata a Maria Sung presto

roberto scuro (uccello scalciante) Commentatore certificato 21.03.11 10:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Poveri, straccioni, analfabeti, ignoranti, contadini e pure musulmani. Pero' son stati capaci di organizzarsi, armarsi e sollevarsi contro un sanguinario regime, in meno di tre settimane.
Ad alcuni, non suona nemmeno strano.

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 21.03.11 10:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Nessuno ricorda questo
http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=2&sez=120&id=26411

Flavia Mencarelli 21.03.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Adesso i troll hanno cambiato strategia. Insultano Grillo direttamente e non piu' solamente i cosiddetti comunisti e i grillini.
Comunque stiano le cose invito tutti ad un bel click anche perche' "Grillo sei una merda" ripetuto piu' volte e' un insulto gratuito contro l quale invito Grillo a prendere provvedimenti.
Da parte dei bloggers piu' seri mi aspetto una pulizia del blog tamite il magico segnala commento inappropriato. E a chi dovesse tacciarmi di non essere democratico dico chissenefrega! Chi usa un linguaggio cosi' palesemente sconcio senza addurre delle motivazioni intelligenti e senza limitarsi all'esposizione legittima del proprio pensiero civilmente deve essere cancellato...
Scusate l'OT.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 21.03.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NWO, il nuovo partito unico mondiale.

Pare che i capi dei governi mondiali siano tutti al servizio di poche, ma potentissime organizzazioni aventi scopo di lucro.

Quando una sommossa generale?

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 21.03.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un eccellente articolo di geopolitica

È evidente che il petrolio rientra nel quadro.Ma non basta,c'è un fine più ambizioso: ridefinire le aree di influenza in Africa,continente dimenticato dai media,perché non ci sono incrementi del PIL come in Asia o in Brasile,ma anche perché non ci sono più leader politici di rilievo,a parte Mandela a Sud e Gheddafi a Nord.Per il resto c’è una micidiale guerra civile nel Congo,una altrettanto micidiale nel Sudan,ci sono conflitti in Nigeria,Somalia,Niger,Costa d’Avorio.Si sa,ma non se ne parla.Si parla,quando conviene,della capacità di penetrazione della Cina,cosa che per principio da noi Occidentali è considerata una scandalosa intrusione,ma che non sorprende considerando che la Cina possiede buona parte dei mezzi di pagamento mondiali e quindi i Paesi africani sono ben più contenti di essere pagati dalla Cina piuttosto che essere rapinati da noi
Infine qualcuno ricorda che in Africa ci sono cobalto,uranio,cromo,manganese,platino,petrolio e altre ricchezze naturali.E Gheddafi ha una notevole influenza su molti dei Paesi che le custodiscono
Gli Stati Uniti si sono installati in alcune nazioni africane ma quel continente necessita di una stabilità,e soprattutto di uno solo che comandi e decida per tutti.In altri termini una pax americana
Gli USA lo sanno da tempo.Sanno che il controllo sul Medio Oriente si deve accompagnare con quello dell’Africa Orientale
E così,nel momento in cui sembrano in gravi difficoltà,impantanati in Afghanistan,incapaci di normalizzare l’Iraq,incalzati da Russia e Cina, disubbiditi da Turchia e Brasile,indebitati fino al collo,nel mezzo di una crisi finanziaria di gigantesche proporzioni,ecco che ritornano ad essere egemonici sull’Europa,con la notevole eccezione della Germania,e su buona parte del MO,facendo d’incanto dimenticare Iraq, Afganistan e mugugni europei

http://www.megachip.info/tematiche/guerra-e-verita/5850-lalba-radiosa-della-conquista-del-continente-dimenticato.html

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Le bombe sulla Libia contengono uranio impoverito
ed il vento , si sa , gira

viva la primavera

http://www.stampalibera.com/?p=24175

Alina F., Varese Commentatore certificato 21.03.11 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho sentito ieri un tizio su rainews24 che diceva una cosa giusta: in egitto e tunisia, per quanto paesi dittatoriali con corruzione etcetc. vigeva una costituzione e certi organismi erano in parte staccati dal governo, magistratura, le stesse forze armate. quindi li' i vari mubarak &c. non sono riusciti, non hanno voluto o non hanno potuto usare la ferocia che invece gheddafi, in quanto capo supremo della situazione libica (praticamente gheddafi della libia ne fa veramente quello ceh vuole, la considera sua e suoi sono gli abitanti, questo e' il regime che c'e' li'), ha potuto fare e, riorganizzandosi, e' riuscito a reprimere con la violenza la sollevazione popolare che invece negli altri stati si e' compiuta senza spargimenti di sangue.
si puo' fare poi della dietrologia affermando che in queste rivoluzioni c'e' di tutto, dai bildenberg all'imperialismo usa, pero' sono ipotesi, stando con i piedi per terra e' che quei popoli, egiziani, tunisini e libici hanno fatto bene a fare quello che hanno fatto. sta poi a loro cercare di creare delle premesse di governi veramente sani e democratici.
dopo la seconda guerra mondiale, paesi nordici e francia ce la fecero, noi per colpa della corruzione e vigliaccheria dei politici che votavamo, siamo rimasti un po' al palo, pero' con questo non si deve affermare che bisogna tenersi il tiranno altrimenti arrivano i bildenberg o chi per loro.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 21.03.11 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un vero documento politico di politica estera. La roba da pazzi è che queste tue perfette analisi coincidano addirittura con Feltri e Sgarbi. Meno male che la pensa così anche uno che qualcosa ci capisce come Giulietto Chiesa, che, evidentemente, dando fastidio, è stato da tempo oscurato da tutte le tv (l'ho rivisto solo l'altra sera a La 7). E meno male che Napolitano continua a fare le sue pennichelle! Missione di pace un cazzo, come l'Afghanistan (per l'oppio che i talebani avevano eliminato) e come l'Iraq (per lo stesso petrolio libico). E il nostro caro Berlusca si è fatto prendere per il culo anche dal suo amico Sarkozy (altro che Gheddafi) e dall'imberbe Cameron: gente che deve ripianare gli enormi debiti. E che c'è di meglio di una sana guerra? Viva Chavez e dico viva la Merkel, Putin e chi ancora cerca di avere un po' di cervello e di pudore.

stedo54 21.03.11 10:17| 
 |
Rispondi al commento

cit: "Non sappiamo nulla degli insorti di Bengasi, se si oppongono per ragioni democratiche, tribali, economiche, religiose. Nulla di nulla."
Ma sappiamo benissimo chi è Gheddafi. Beppe, ma che cazzo dici?
C'è del marcio nella testa del Grillo...

Gino Latilla 21.03.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera Iacona ci ha mostrato l'ennesima immagine di un'Italia lasciata alla mercè di profittatori, questa volta è toccato a quelli della Lega Nord che stanno confermando ciò che già sapevamo: la politica, qualunque essa sia, oggi è più corrotta che mai.

Fare distinzioni tra un partito ed un altro è pura demagogia, oggi, chi entra in politica, lo fa esclusivamente per curare i propri interessi.

Per quanto riguarda il nostro presidente del consiglio, quello che si è alleato al partito della Lega, incostituzionale perchè ha prestato giuramento su una bandiera nella quale non crede, sentite che si dice di lui nelle aule di tribunale:

http://iglicinidicetta.blogspot.com/2011/03/questo-mafioso-finanzio-berlusconi-di.html

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 21.03.11 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nel delirio totale. Si sente dire di tutto e di più. Chi è a favore dell'attacco , chi solo per la "no fly zone" chi è totalmente contrario, chi rivuole le cose come erano prima, con Gheddafi, chi vorrebbe un governo transitorio , chi vorrebbe il petrolio libico ma non Gheddafi. Sinceramente vedo un mare di ipocrisia da parte di tutti mentre vedo morire la speranza dei giovani che si ribellano alle oppressioni. Pagheremo amaramente questo periodo storico e a rimetterci saranno le prossime generazioni. Ma non tra mille anni , le generazioni dei prossimi 20 - 30 anni. I nostri padri ci stanno lasciando una stupenda eredità : guerre permanenti , cementificazione selvaggia , centrali nucleari , rifiuti tossici ovunque , precariato.
A sto punto, se nel 2012 si avverasse la profezia dei Maya sarebbe il male minore, considerando che la stessa dice che dopo ci sarà una rinascita con un Mondo migliore per tutti....

frank 21.03.11 10:12| 
 |
Rispondi al commento

non si capisce ad esempio perchè la Germania si sia potuta astenere dalla RISOLUZIONE DELL'ONU...questo grande organismo internazionale perfettamente addestrato a scatenare le guerre meglio e dove crede l'america...e la itaglia invece si sia dovuta allineare alle risoluzioni dell'onu e l'america questa volta reciti la parte di..NO NO IO NON CENTRO...quando tutto il casino lo hanno creato loro sfruttando delle situazioni attraverso i loro servizi segreti? com'è che per quarantadue anni Gheddafi è andato bene un pò a tutti? e sappiamo di chi o cosa stiamo parlando..E' TUTTO ORCHESTRATO...LA GUERRA E' SOLO PER IL PETROLIO E IL GAS LIBICI...Quasi quasi mi stà cominciando a diventare simpatico Maometto, è molto più coerente con i suoi principi ma smettiamola per favore, smettiamola

roberto scuro (uccello scalciante) Commentatore certificato 21.03.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bombe Bombe e ancora bombe...non ci interessa altro ..contro questi regimi si ragiona cosi...Grillo sei un patetico buffone ..un lurido voltafaccia ..ricordi quando lodavi Obama e ora ne parli come se fosse Bush
Grillo sei una merda , in un momento cosi ti schieri col nemico...

givanni brigoli 21.03.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Siamo Ipocriti.
A Cameri, costruirann i Caccia Ammazza Gente.
Approvate Infrastrutture per Milioni di Euro.
Tutti i Sindaci Contenti a Scriver sui Giornali che mescolan Diocesi e Comuni, perchè così si crea Occupazione.


Occuperanno anche l'Iran, gia'.

Non ha piu' senso Scriver di Lamenti.
Vale una vecchia poesia tedesca.
Tu che cuci le Uniformi, non cucire.
Tu che tessi la tela, non tessere.
Tu che crei le Strade, non crearle.
Tu che Scrivi pel Regime, non scrivere.
Tu che fondi il Cannone, non fondere.
Tu che Benedisci le Salme, non Benedirle.
Forse abbiam capito che il Merito è nell'Individuo...
Le Pecore, Belano fin dentro al Macello.
Mai dire: "tanto lo fara' un'Altro".
Remember via dell'Olgettina.

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A morte Gheddaffi e tutti gli altri ...onore ai marines e a tutte le forze della coalizione...grillo fai skifo

marco rossi 21.03.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento

e basta con sto pacfismo d'accatto e le cazzate sulla grande cospirazione , GRillo fai pena vederti dalla parte di gheddaffi, Guerra alla Libia e a tutti quelli che nn si piegano al volere del NOM.
siete ridicoli ; Beppe mi hai deluso , non esisti non sei nulla !!! anzi sempre meno di nulla
SE VUOI LA PACE..PREPARA LA GUERRA
VIVA LA NATO

maurizio masini 21.03.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro degli Esteri: ''Non dobbiamo farci intimidire dalle minacce di Gheddafi''.

***

A me, invece, sembrate molto intimiditi, lo si è visto quando avete esitato a prendere "le decisioni importanti". E le avete anche prese sbagliate.
Che non siate all'altezza di governare un paese lo sapevamo già, e ce ne avete dato ampia dimostrazione in questa occasione, voi sapete solo mettervi a protezione di un essere spregevole e indifendibile per i vostri sporchi interessi.


cettina* d., sicilia Commentatore certificato 21.03.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contro Gheddafi e la sua famiglia senza se e senza ma.

cesare beccaria Commentatore certificato 21.03.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è arrivato il momento caro Beppe di parlare del gruppo Bilderberg per capire meglio l'ultimi avvenimenti ?

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 09:48| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA DI MERDA!!!
VERGOGNA STATO DI MERDA!!
SIETE SOLO TRADITORI,PRIMA AVETE TRADITO LA GERMANIA,ORA AVETE TRADITO LA LIBIA!!
VEGOGNA

Diego Palmanova 21.03.11 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Se qualcuno volesa capire come fosse stato possibile che Benito Mussolini avesse condotto gli italiani alla guerra affianco ad Adolf Hiltler... bene adesso ha sperimentato come era successo.
Anche adesso siamo in guerra, questa volta a l fianco dei precedenti vincitori (U.S.A., Inghilterra e Francia) malgrado l'articolo 11 della Costituzione del "ResPubblica" Italiana.

Diego Antunez 21.03.11 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Operazione di pace, missione umanitaria, appoggio logistico, messa a disposizione di basi e ezzi, azione sotto l'egida dell'ONU o delle Nazioni Unite.
La verità e' che sempre di vere e proprie guerre si tratta. Dalla ex Jugoslavia del '99 all'Iraq (Desert Storm, altro nome roboante) all'Afghanistan...
Dove ci sono spari, missili, morti da una parte e dall'altra vuol dire che si combatte e che c'e' guerra.
L'Italia l'art.11 della Costituzione se l'e' dimenticato da tempo, come tutta la Costituzione del resto. La Costituzione o la rispetti tutta o non la rispetti affatto.
La verità e' che simili iniziative incominciano a diventare sempre piu' frequenti e ce ne saranno sempre di piu'. Il prossimo futuro non ci riserva niente di buono. E come potrebbe essere altrimenti? Con una casta politicante come la nostra da qui al peggio non ci sono limiti. E poi adesso B. potra' essere piu' legittimamente impedito per partecipare ai suoi numerosi processi. Accampera' impegni internazinali di inaudita gravità.

ciro c., quinto di treviso Commentatore certificato 21.03.11 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Il quinto Evangelo
Molti, alcuni scherzosamente altri no, lo chiamano “il generale”. Di certo i trascorsi di ordinario militare sono un fatto molto importante nel curriculum pastorale dell’attuale presidente della Conferenza Episcopale Italiane, l’arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco.

“Il generale” ieri ha detto messa nella sua Genova e dopo aver risposto con parole abbastanza di circostanza alla domanda di un giornalista sulla guerra in Libia, quando è stato un fedele a porgli la stessa domanda, “Eminenza, che ne pensa della guerra in Libia?”, il cardinale ha risposto dicendo “il Vangelo ci insegna il dovere di intervenire per aiutare qualcuno che è in difficoltà.”

Così, negli ambienti cattolici ovviamente, si è cominciato a parlare di un quinto Evangelo. Si tratterebbe di un testo più sfumato sul dovere di aiutare chi fugge dal proprio paese. In una recente polemica con il sindaco di Milano, Letizia Moratti, che aveva affermato che gli immigrati clandestini “normalmente delinquono” il capo dei vescovi italiani aveva detto: ”Pur nel rispetto delle leggi, che sono necessarie, da tutte le parti è necessario anche intervenire nei modi migliori per poter regolare queste presenze, affinché trovino quello che cercano, cioè un futuro migliore. In tal modo esse potranno mantenere la propria solidarietà e anche il rispetto dell’ordine e della sicurezza”.

Il punto importante, per il diritto che per la Chiesa, è “nel rispetto delle leggi, che sono necessarie”, perché riguarda l’introduzione del reato di immigrazione clandestina. Andando a spulciare nelle sue “prolusioni” si apprende che quando fu introdotto questo reato il presidente della Cei sostenne che vi erano delle “ambiguità”, che c’era qualcosa di “controverso”, perché verificare il diritto di ogni fuggiasco a richiedere asilo non era facile. Insomma, il “dovere” di intervenire in difesa di chi è in difficoltà sembra variare, nel quinto Evangelo

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 21.03.11 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Se ci fosse un tale Diritto Internazionale di attaccare un dittatore, come mai non è mai stato attaccato Pinochet (che invece l’America aiutò), Peron, Amin, Kim Jong, Ahmadou Ahidjo, Gurbanguly, Lukashenko, Paul Biya, Nguiema, Noriega…?
Friedhom House ha stilato una classifica dei peggiori dei peggiori :
47 i regimi considerati dispotici e i peggiori
Messi sullo stesso piano, sono i seguenti: Myanmar, Guinea equatoriale, Eritrea, Libia, Corea del Nord, Somalia, Sudan, Turkmenistan e Uzbekistan e il territorio occupato del Tibet. Le altre dieci peggiori dittature del mondo sono Bielorussia, Ciad, Cina, Cuba, Guinea, Laos, Arabia Saudita, Siria e Ossezia del sud e Sahara occidentale.
Sui 194 paesi del mondo, sono 89 quelli ‘liberi’ (46%), compresa ovviamente l’Italia. Altri 58, il 30% del totale, sono ‘parzialmente liberi’, perché segnalano una riduzione dei diritti fondamentali e uno scarso rispetto delle regole. In totale sono 3 miliardi le persone che vivono stati considerati liberi, ovvero il 46% dell’intera popolazione mondiale. Restano i 47 paesi ‘non liberi’.
Il problema è che 4 delle peggiori dittature – Cina, Cuba, Libia e Arabia Saudita – siedono nel Consiglio dei diritti umani dell’Onu. E, visti gli standard del Consiglio, è anche una buona annata”.


viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si dice che “non c’era ormai nulla da fare che attaccare Gheddafi”, si dice un falso. C’è sempre qualcosa da fare, ma, come per la crescita di una pianta o di un bambino, anche per la crescita e il consolidamento di una dittatura ci si deve attivare per tempo e non fare scelte estreme quando la situazione diventa critica.
Chi preferisce le scelte dell’ultimo minuto dimentica non solo tutta l’ipocrisia con cui Gheddafi è stato mantenuto, nutrito e omaggiato per 41 anni dalle potenze occidentali che non hanno fatto nulla per denunciare le atrocità che commetteva sul suo popolo e che addirittura non ne hanno mai informato l’opinione pubblica (metterlo a capo della Commissione per i Diritti Umani dell’ONU è stato il massimo!), ma si dimentica anche che Gheddafi sta uccidendo il suo popolo da un mese, e che persino in questo mese non è stato fatto NULLA, malgrado vari G8 e Consigli d’Europa, per fermarlo. Non c’è stato alcun tentativo di mediazione. Nessuna intimidazione. Nessun passo diplomatico. Non è mai stata sentita l’Unione Africana che è pure legata agli interessi di Gheddafi, tanto che oggi mantiene come prima i suoi forzieri e gli manda come prima armi. Sono stati sentiti solo 5 Stati della Lega araba! Si dimentica che ancora il giorno prima del voltafaccia italiano e, dopo un mese di massacri, l’Italia “confermava” il patto militare-commerciale col raìs. Non sono state sentite Russia, India e Cina né tutti gli stati arabi che dissentivano. Poi, quando la Francia è partita in quarta coi caccia, e addirittura prima che il summit decisivo finisse, è stato giocoforza seguirla. L’Unione Africana è un organismo internazionale dotato di una sua Carta, di una Commissione per i diritti dell’uomo e dei popoli e di una Conferenza dei Capi di Stato e di Governo. E’ stata del tutto ignorata! Come non esistesse! Ma di quale Diritto stiamo parlando?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 09:42| 
 |
Rispondi al commento


Missili nelle urne francesi
La corsa disperata di Sarkozy a bombardare Tripoli ha prodotto questo risultato alle elezioni amministrative che, guarda caso, hanno avuto luogo proprio ieri in Francia: trionfa l’astensione, che supera il 50%, il partito del presidente, UMP, ha ottenuto la stessa percentuale di voti dell’estrema destra guidata ora dalla figlia di Le Pen,il 15%. I socialisti invece conquistano il 25% dei voti, i verdi il 9, i comunisti altrettanto. Insomma la sinistra è intorno al 50%, mentre nell’UMP i candidati raccolti sotto il sarkoziano “candidato presidenziale” languono al 4,5%.

Chissà cosa sarebbe successo senza il machismo sfoderato dal disperato inquilino dell’Eliseo. Il FN della signora Le Pen poteva arrivare al 18/19%?

Nel complesso non sembra che i missili abbiano prodotto molto consenso. Forse anche nell’estrema destra francese ricordano che la persona scelta da Sarkozy per guidare la politica estera ha dovuto precipitosamente lasciare la guida della diplomazia transalpina per via dei suoi rapporti con il vicino di Gheddafi, il tunisino Ben Alì. E nel complesso , petrolio a parte, non sembra che i francesi abbiano creduto che se picchi uno a Bengasi il dolore lo sente Sarkò.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 21.03.11 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...se iniziamo noi una rivolta contro il
...nostro di dittatore...chi ci viene ad aiutare con una missione di pace e democrazia??????.........

anib roma Commentatore certificato 21.03.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

più che premio nobel per la pace, Obama si merita un bel oscar

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Le stampanti 3D che stampano cibo

Uno strato di cibo dopo l'altro, ecco che gli ingredienti danno vita a piccole sculture commestibili.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 04-03-2011]
Stampante 3D cibo French Culinary Institute

Dall'unione dei ricercatori della Cornell University di New York e dei membri del French Culinary Institute della stessa città è nata la prima stampante 3D che stampa il cibo.

Il principio, come spiega Jeffrey Lipton della Cornell, è simile a quello delle stampanti 2D ink-jet, che stampano su carta una linea d'inchiostro dopo l'altra: le stampanti 3D rilasciano una striscia di materiale sopra l'altra, creando gli oggetti tridimensionali.

Se il materiale in questione è cibo, allora il risultato è anche commestibile: è così che è nato lo space shuttle fatto di capesante e formaggio.

Sono già stati fatti esperimenti anche con il cioccolato, il tacchino, il sedano e l'hummus.


Clicca per ingrandire

Dal punto di vista di Dave Arnold, direttore del French Culinary Institute, quest'invenzione permetterà di creare nuovi cibi con consistente mai provate, come "un polpettone in grado di assorbire il condimento come una spugna".

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14297&numero=1673

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , se i giornalisti e i nostri politici ci prendono per il culo è anche colpa della maggiorparte degli italiani che si fanno prendere per il culo e che credono a tutte le fandonie che raccontano ! Anchio sono dell idea che questa guerra abbia lo scopo di accappararsi il petrolio e il gas dopo la sconfitta che ha ricevuto il mondo sul nucleare , basta guardare che prima tutti erano sicuri che il nucleare era sicuro mentre ora sono tutti li a cagarsi sotto dalla paura ! Il problema però è anche dovuto al fatto che comunque non è ammissibile che oggi come oggi ci siano degli stati sotto dittatura e comunque ti faccio presente che anche non condividendo quello che attualmente sta succedendo in Libia sono stati loro a creare la lotta contro Ghedaffi e non noi !
Per me l energia nucleare come il petrolio sono gia superate ma è la mia idea e afficne ci sono ancora delle persone che si rincoglioniscono davanti alla TV è difficile fare qualcosa di positivo per il paese a meno che non li escludi dalle decisioni ma in quel caso la democrazia viene a mancare

Andrea 21.03.11 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Milano, 20 mar. (Adnkronos/Ign) - "Non siamo entrati in guerra ma siamo impegnati in un'azione autorizzata dal Consiglio di sicurezza dell'Onu". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parlando dell'azione nei confronti della Libia a margine della visita al museo del Risorgimento di Milano.

***

Eh, si, peccato che:

Crsi libica, il fallimento dell’alleanza altantica
Usa: “La Nato non avrà comando operazioni”.

Chissà perchè i comandi delle operazioni di guerra spettano sempre agli Usa con a capo un presidente "premio Nobel per la pace".

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 21.03.11 09:27| 
 |
Rispondi al commento

dove era l'ONU quando più di un milione di Italiani protestavano contro un Tiranno ?

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 09:26| 
 |
Rispondi al commento

...tra le grandi opere c'è anche :
...L'Autostrada dell' AMICIZIA!!!....


Finanza e imprese italiane, tutti gli interessi nazionali in gioco in terra libica...

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Finanza-e-imprese-italiane-tutti-gli-interessi-nazionali-in-gioco-in-terra-libica_311811549076.html

anib roma Commentatore certificato 21.03.11 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Scrive Saulle: “I partiti insurrezionali o i movimenti di liberazione in paesi con regimi autoritari non sono Soggetti di Diritto. Lo diventano solo quando hanno il controllo e la gestione di una determinata porzione di territorio. Se non riescono in questo, sono degli insorti e basta, cioè soggetti privi di diritti che si possono schiacciare. Inesistenti sul piano del diritto internazionale” o utili per portare avanti interessi di Stati che non difenderanno mai i diritti civili per il loro valore intrinseco ma possono sfruttare l’alibi delle insurrezioni per mettere le mani nella torta. Nel Diritto Internazionale non contano i valori etici, contano i rapporti di forza. Il Diritto Internazionale sancisce solo i diritti dei potenti. Non ha nulla di etico. Si basa su un brutale rapporto di forze che dà ragione al più forte.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 09:22| 
 |
Rispondi al commento

...quando un governo vuole fare una guerra che la
maggioranza del popolo non condivide...cosa deve fare questo popolo a quel governo?....

...a questo punto...qualche soddisfazione...

anib roma Commentatore certificato 21.03.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Quando dei politicanti, non so quanto democraticamente eletti, si macchiano di crimini come stupro della Costituzione e svendita della sovranità nazionale ad interessi stranieri, quale potrebbe essere il capo di imputazione?
Alto tradimento?

Paoluccio Anafesto 21.03.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Silvio Berlusconi fà il trattato di AMICIZIA con Libia e poi salta, fà il trattato con la Francia per le centrali nucleari e la centrale nucleare salta.

Farà la riforma della giustizia, ma poi salterà.

Ma perchè non fanno saltare lui ?


Capisc'a me


PS. Non stringete la mano a Silvio che vi saltano le palle !

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 21.03.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento

***********************************************************************


In questo mondo che si mette di traverso alle nostre vite, è dentro di noi che possiamo trovare la forza per rialzarci.

Dentro di noi è la paura che ci divora, la tigre che terrorizzati ci veglia durante il sonno. Dobbiamo farcela amica, non combatterla....perché lo so? Perché anche io sono come voi. Anche io, come voi, non sono così forte come vado il giorno dicendo, e la notte, al chiarore della luna, mi interrogo...


Continua a leggere su:

http://www.anakedview.com/lo_so_che_a_volte_vi_sentite_soli.html


Leggi gli articoli e Scarica gratis i Podcast.

aNakedView, la realtà senza fregature.


VOGLIAMO ESSERE IL MIGLIOR SITO D’INFORMAZIONE, PUNTO E BASTA.


******************************************

daniele stelle Commentatore certificato 21.03.11 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ancora si domanda se è solo il petrolio a richiamare tante potenze nell'attacco a Gheddafi.
In Ruanda ci furono 800.000 morti in 100 giorni.
Vi risulta che l'ONU si sia scomodata come per l'Irak tanto ricco di pozzi, l'Afghanistan così utile ai gasdotti o la Libia 4° produttore africano di petrolio?
Parole come 'Risorgimento arabo' o 'guerra etica' o 'intervento garantito dall'ONU' sono solo ornamenti folkloristici per tener buone le coscienze popolari e mascherare la brutalità di invasioni a scopi predatori.
L'ONU stessa non è che la maschera di legittimazione dei più forti che hanno sempre fatto come continuano a fare guerre di conquista e di rapina.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 2009 il caro B. gli ha mandato le Frecce Tricolori.
Nel 2011 le Bombe Tricolori.
Alla faccia del Trattato di Amicizia!

oro a. Commentatore certificato 21.03.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

anche il Rais ha le sue Papigirls :

Roma, le hostess italiane di Gheddafi: "Sabato manifestazione per il rais"

http://www.net1news.org/roma-le-hostess-italiane-di-gheddafi-sabato-manifestazione-per-il-rais.html

mavalà mavalà, berlusconistan Commentatore certificato 21.03.11 09:08| 
 |
Rispondi al commento


Chernobyl rappresenta ormai qualcosa che va al di là del semplice nome del più grande disastro nucleare della storia e del mondo. Chernobyl è divenuto sinonimo del lato oscuro della vita moderna, di come la tecnologia può fallire e di quanto possono essere terribili le conseguenze. Gli agenti della malattia erano insapori, incolori, inodori ma letali: assassini invisibili creati dall'imperfezione della tecnologia e dall'errore umano. A 20 anni di distanza dal disastro originario, Greenpeace ha pubblicato una relazione sui suoi effetti, che sono ritenuti più vasti di quanto precedentemente stimato.

Poiché gli agenti della malattia sono persistenti, gli effetti di Chernobyl vengono trasmessi di generazione in generazione. La contaminazione di Chernobyl corrisponde a circa 100 volte l'effetto contaminante combinato delle bombe di Hiroshima e Nagasaki. Le ripercussioni di Hiroshima e Nagasaki sono ben documentate, a differenza degli effetti di Chernobyl, che continuano a essere ipotetici.

Gli effetti della contaminazione sui sistemi riproduttivi e urogenitali hanno moltiplicato l'incidenza delle nascite sottopeso e della natimortalità nell'Europa centrale e settentrionale. Per di più, in queste stesse regioni, dal disastro di Chernobyl sono aumentati i casi di sindrome di Down e di altre malformazioni congenite, tra cui anencefalia, spina bifida, malformazioni cardiache, malformazioni del sistema nervoso centrale, palatoschisi e labioschisi.

http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=4027

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 21.03.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento

E ci va bene che la rivolta è scoppiata nel Maghreb! Perché se scoppiava in uno Stato della Comunità Europea, potevano evidenziare quella noticina a piè pagina (mai cancellata) che nella Carta dell'Unione Europea proclama: “La pena di morte è abolita.. Eccetto che in caso di guerra, di disordini, di insurrezione» (war, riots, upheaval).”
E’ questa la considerazione dell’autodeterminazione dei popoli che domina la Comunità Europea? Alla faccia del “Risorgimento etico”!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 09:00| 
 |
Rispondi al commento

No alla guerra! Sono d'accordo, non sappiamo chi sono gli insorti, l'ONU ha autorizzato solo la 'no fly zone'. Il Sarko è un francese colonizzatore che ci sta prendendo per il c. E l'accordo appena firmato con la Libia? Siamo i soliti italiani...purtroppo. Almeno Lega e IDV si sono astenuti il PD fa schifo, perchè non andiamo a vedere se vendono ancora bandiere della pace????

luca mazzaro 21.03.11 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Hanno fatto l’Europa ma non ci sono gli Europei
Hanno fatto l’UE delle banche(quella delle Borse era già globale),delle multinazionali,del neoliberismo(che era già dispotismo mondiale con la BM o il WTO o il FMI).Mancano i popoli.Manca tuttora un diritto internaz. comune al villaggio globale.Un insieme di regole di pace o di guerra,per garantire la democrazia interna e gli interventi UE in ambito mondiale secondo democrazia
L’UE è una società di comodo,una società zoppa a cui mancano le fondamenta,costituita per fini privati,per facilitare lucri privati.Una plutocrazia a cui manca il popolo.Lo abbiamo visto per 18 anni,nella crisi finanziaria, nell’apertura alle merci cinesi,nella chiusura al 3° mondo,nel dominio di petrolio o nucleare,nell'agonia del welfare,nei patti con dittatori e ora nella guerra libica.Oggi tutta l’Europa si smembra,mostra la sua insussistenza, e ogni paese fa come gli pare.Come se gli USA dichiarassero una guerra,ma la Carolina del nord o l’Alabama dicessero:“io non ci sto”.Oggi uno stato come la Francia dichiara guerra alla Libia e un altro,la Germania,si astiene
Il min. degli Esteri UE,Catherine Ashton,è una figura inesistente.Ha qualche competenza sulla guerra libica? Nessuna
Hanno fatto il villaggio globale,la mondializzazione,la Banca Mondiale,il mercato globale,l’abbassamento globale dei diritti,la corsa mondiale all’arricchimento sempre più selettivo e concentrato.Hanno fatto un diritto internazionale? Non credo.In quello così nominato dove stanno le regole per cui si può bombardare uno come Saddham o Gheddafi?
Se il diritto internazionale si basa sulle decisione del più forte,allora il diritto internazionale,come diritto,non esiste.Inutile dire:“Ci atteniamo alle regole dell’ONU”
o sventolare parole come “guerra etica”,“missione umanitaria”,“esportazione di democrazia".Sono falsi.I morti sono morti.Le invasioni invasioni. I popoli soggetti restano soggetti.
Se il diritto internazionale sancisce questo,non è un diritto.E' un sopruso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il bacio di Giuda!

antonio d., carrara Commentatore certificato 21.03.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento

...non ne so molto di politica...chiedo :
è "solo" per il petrolio che in Libia si fa la guerra... mentre l'Egitto ha potuto avere un esito diverso?.......


Referendum in Egitto, vince il sì col 77%. Cambia durata del mandato presidenziale

Il Cairo - (Adnkronos/Aki) - I 'no' si sono fermati al 22,8%. In base alle nuove norme si potrà essere eletti presidente per non più di due mandati di quattro anni ognuno. La riforma costituzionale rende inoltre più semplice candidarsi alle elezioni presidenziali...

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Referendum-in-Egitto-vince-il-si-col-77-Cambia-durata-del-mandato-presidenziale_311810865016.html

anib roma Commentatore certificato 21.03.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT

Il nucleare è sicuro!

Certo, anche il Titanic era inaffondabile!

In TV in Germania non fanno altro che parlare dei disastri nucleari che ci sono stati. Reportage a nastro su Cernobyl, sugli effetti sull'ambiente, sugli effetti su quei poveri Cristi che sono dovuti intervenire, sugli effetti che ha provocato sui bambini (bambini nati con malformazioni - ed hanno fatto vedere solo i casi meno 'forti'), sul fatto che 'l'isolamento' del reattore a cernobyl si sta piano piano andando a farsi fottere e se a breve non se ne costruisce uno nuovo - beh, ci sarà solo da stare allegri. Parlano degli incidenti che ci sono stati in Germani, in Francia....
E qui da noi? Cosa fanno? Fanno parlare 'sti morti viventi che ti vogliono rifilare le centrali nucleari che NESSUN ESSERE INTELLIGENTE vuole. Ti vogliono vendere il nucleare come sicuro! Sono convinto che se venisse trasmesso anche qui quel documentario su Cernobyl (con tanto di Gorbaciow che commenta) passerebbe a tutti la voglia del nucleare e verrebbe a tutti la voglia di andare a votare il 12 e 13 giugno! Alla faccia di Zanna-Bianca-Maroni ed i vari faccendieri di merda!
Il nucleare non è sicuro, cazzo! Il tutto si basa su calcoli, su modelli - che per quanto possono considerare un sacco di probabili guasti, avarie, incidenti non potranno MAI prendere in cosiderazioni TUTTI i pericoli, tutte le variabili! Il nucleare è come la roulette russa! E' tutta fortuna! Se ti va bene la pallottola non c'è...se sei sfigato invece...
BEPPE, SOLO TU PUOI ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE CONTRO IL NUCLEARE. SE LO FACESSI IO O QUALCUN ALTRO DEL BLOG COSA CAZZO VUOI CHE CONTI, CHI CAZZO VUOI CHE PARTECIPI. SE LO FAI TU INVECE, BOIA MONDO, LA GENTE PARTECIPA, SCENDE IN PIAZZA A PROTESTARE. Ci vuole una giornata d'informazione, informazione che per le 'vie tradizionali' non ti verrà mai data (chissà perché?!).

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 21.03.11 08:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci sono soldi per asilo nido, per scuole sicure,per la ricerca,eccetera ma i soldi per la guerra chi ce li da'?non c'e' benzina per polizia, carabin ieri ecc ma i soldi per la guerra dove si prendono? ma andiamo tutti aff.......o

aldo abbazia 21.03.11 08:44| 
 |
Rispondi al commento

"Le tombe scavate, nella sabbia, davanti al mare, per migliaia di morti, forse 10.000, soprattutto ragazzi. Fosse comuni allineate tra loro e subito ricoperte di cemento. Così muore la Libia, a due passi dall'Italia complice e alleata di Gheddafi. La realpolitik del cazzo che tollera tutto, giustifica ogni omicidio purché avvenga nel segreto delle carceri ha portato a questa strage. Quante persone sono state uccise in Libia nei 41 anni di dittatura di Gheddafi? E in fondo a chi importava? Alle multinazionali che hanno fatto affari con il regime anche durante l'embargo? Ai governi che vendevano armi in cambio di gas e petrolio? il futuro della Libia si dissolve insieme ai giovani seppelliti nelle sue spiagge mentre il mondo osserva, complice del massacro."

Male se è vero! Anzi malissimo!
Ma peggio, molto peggio saranno gli oltre 100.000 morti che la crociata umanitaria dei criminali occidentali lascerà sul campo.

per fortuna che dopo, in Libia, arriverà la tanto sospirata democrazia a stelle e strisce, molto simile a quella con la svastica!

Paoluccio Anafesto 21.03.11 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Guerra?No basta Cambiargli Nome e Tutto è Lecito!"Missione Umanitaria"con MIssili da Navi e dal Cielo,Basta dire così e Tutti pensano di Farci Fessi compreso Napolitano.NO alla Guerra per gli Interessi dei Padroni del Mondo.

Paolo Marranci 21.03.11 08:37| 
 |
Rispondi al commento

LA VERITA'

Buon giorno a tutti.

Certo che la situazione in Libia è davvero strana, come lo sono altre nel mondo:

siam sempre pronti a giudicare a prescindere, senza occuparci dei presupposti sulle quali si fonda un ragionamento, uno qualsiasi.

Vi faccio una domanda:

Siete davvero sicuri di avere tutte le informazioni riguardo alla situazione in Libia??? Sicuri sicuri???

Io non ne sono sicuro per niente, anzi penso di non saperne niente. Conosco la teoria della cospirazione, conosco il significato dei soldi e del potere, conosco che se si vuol capire com'è che funziona devo inseguire la traccia dei soldi, e altre cose marginali ancora...

Quello che non conosco sono delle cose non marginali e molto importanti:

Con chi negoziano gli USA e alleati in fase decisionale?
Esistono veramente dei capi "tribù", o altri rapresentanti coi quali, magari la CIA, ha parlato prima dell'attacco?
Sono stati presi degli accordi in merito?
Qual'è il fine ultimo dell'intervento, possiamo saperlo?

Insomma voglio dire che quando gli USA bombardarono la Serbia, io vi ho visti "tutti" contrari, voi italiani. Mi ricordo ancora la puntata di Santoro sul ponte a Belgrado. IO NON ERO CONTRARIO A QUEL INTERVENTO.

Lo posso dire siccome avevo una completa informazione sugli eventi in quei luoghi.

Adesso non ce li ho!!!

NON POSSO ESSERE NE' A FAVORE, NE' CONTRARIO.

Però un paio di cose le so:

Ci sono degli insorti contro G, e anche molti. Sono armati. Qualcuno li ha armati. Sono organizzati, hanno dei punti di controllo coordinati. Sono autonomi e quindi sono un valido interlocutore per chiunque nel mondo. G li stà soprimendo. Chiedono aiuto.

L'AIUTO E' ARRIVATO!

Esiste però una domanda ragionevole di fondo:

E se tutta questa situazione nel nordafrica fosse una montatura organizzata dall'estero, cosi anche gli insorti contro G?

Allora avreste ragione voi. Ma vi siete già smentiti settimane fa dicendo che partì tutto da fb e dal basso.

Non vi capisco...

hasta farisei

TONY .. Commentatore certificato 21.03.11 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Mentre i "volenterosi" bombardano la libia e i media sono scatenati in war-videogame mostrando continualemte le mirabilie di cacciabombardieri luccicanti e di precisione delle solite bombe e missili "intelligenti"; STRONZATE OVVIAMENTE perchè massacrano comunque gente e sono poco o per niente inmtelòligenti quei sigari svolazzanti mortali, a Fukushima dopo 10 giorni dal terremoto-tzunano-esplosioni pentoloni nucleari la situazione non migliora, anzi PEGGIORA.

21-3-2011 - 6.32
La pressione nel reattore 3 della centrale nucleare giapponese di Fukushima Daiichi sta di nuovo crescendo. Lo ha comunicato l’Agenzia giapponese per la sicurezza nucleare. Conseguentemente, si dovrà far uscire nuovo gas radioattivo dall’impianto e i livelli di radiazioni fuori dalla centrale nucleare cresceranno.
Il portavoce dell’Agenzia ha detto che i getti d’acqua sul reattore sono forse stati inutili e che la fuoriuscita di nuove radiazioni può rallentare il ripristino del sistema di raffreddamento. Amen.

Nosferatu 21.03.11 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Fino a pochi mesi prima, il Rais era definito dalla stampa 'grande amico dell'Italia' e veniva ricevuto dal Capo del Governo, a Roma, con tutti gli onori.
Dopo però, fu necessario - e questo avvenne grazie alla propaganda - giustificare moralmente il cambio di strategia e supportare l'intervento militare. La scusa, naturalmente fasulla, fu quella dell'apprensione per la popolazione del Rais, che veniva sottomessa e trattata peggio degli schiavi. Francia e Inghilterra, che vogliono l'esclusiva per le loro pratiche coloniali, prima condannano, poi ostacolano e sucessivamente interverranno.
E' l'Ottobre del 1935 e Benito Mussolini attacca l'Etiopia dell'ex amico Hailé Selassié.

Buongiorno blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 21.03.11 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Nel mare dove oggi si succhia soprattutto petrolio, sta per nascere il parco europeo dell´energia pulita. Vento, onde, maree: dieci paesi del Mare del Nord hanno deciso di mettere insieme l´elettricità ricavata da quel bacino tempestoso. Il loro progetto, annuncia la rivista Nature, sarà firmato oggi dai dieci ministri dell´Energia. Il memorandum d´intesa prevede l´investimento di 20 miliardi di euro in 10 anni, con seimila chilometri di cavi sottomarini che trasporteranno l´energia prodotta dai generatori eolici costruiti in mezzo al mare verso le case, e una serie di dighe nei fiordi norvegesi per immagazzinare l´elettricità in eccesso.
I fiordi usati come "batterie" permetteranno di ovviare a uno dei difetti principali dell´eolico: l´incostanza. I generatori producono più elettricità del necessario nei giorni ventosi e troppo poca in quelli di bonaccia. Nella "super-grid" del Mare del Nord l´energia eolica nei momenti di picco verrà trasportata sulle coste norvegesi e sfruttata per riempire una serie di dighe costruite sui fiordi. Nei tempi di magra, l´acqua verrà fatta precipitare a valle come in una normale centrale idroelettrica.

BEPPE UN'ESEMPIO DI SINERGIA DELLE ENERGIE ALTERNATIVE.

QUESTO E ALTRI ESEMPI SIMILI SONO IL FUTURO ENERGETICO.

NEI PAESI DOVE C'E' UNA COSTANTE CRISI IDRICA E' UTILE ANCHE PER EVITARE LA STESSA.

al casula, cagliari Commentatore certificato 21.03.11 08:11| 
 |
Rispondi al commento


TEMPO DI PEDONI

Cadono torri, piovono missili-alfieri
Sulle citta’ e sui campi piu’ magri del pianeta.
I pezzi grossi della scacchiera chiamano:
"Chi ci ama, ci segua", i vassalli si accodano.
E' tempo di pedoni, maggioranza dei pezzi.
La via Perugia-Assisi non arriva a Kabul
pero’ e’ fumo negli occhi ai generali,
grano nella pupilla della mira.
E' tempo di pedoni, pedine di nessuno,
alleanza di Pasqua e Ramadan.
Se l'appoggio di un corpo sta nei piedi,
loro, i pedoni, sono l'equilibrio del mondo.

Erri De Luca

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 08:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci dicono
“Non è una guerra;
è un intervento dell’Onu”
Come se una bomba
fosse diversa
Come se un morto
fosse meno morto
Un caccia è un caccia
Una bomba non diventa
meno bomba
perché ci scrivi sopra
“Little boy”
"Enola gay"
Una depredazione
resta depredazione
un morto resta morto
Un orfano orfano
Una vedova vedova
Un paese distrutto resta distrutto
Il dolore di chi resta
non conosce
le parole di prammatica
delle cancellerie
internazionali
Le lacrime sono sorde e cieche
all’ipocrisia
e il diritto resta storto
la vita infranta
il mondo distrutto
sotto una sopravveste di parole

E il potere resta sempre potere
sui senza potere.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 08:06| 
 |
Rispondi al commento

La guerra che verra’
di Bertolt Brecht

La guerra che verra’
non e’ la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell'ultima
c'erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente
egualmente.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.03.11 07:58| 
 |
Rispondi al commento

IN SARDEGNA NON CI SARà NESSUN FUTURO NUCLEARE, MI FARò ESPLODERE IN MEZZO AI NUCLEARISTI ALLA PRIMA CONFERENZA.
ANDATE VIA DALLA SARDEGNA POLENTONI.


al casula, cagliari Commentatore certificato 21.03.11 07:51| 
 |
Rispondi al commento

a proposito dimenticavo di dire che sono stato capo progetto del tomahawk fino alla versione C20 (con testata nucleare). Vorrei precisare che , contrariamente a quanto si crede, non è così intelligente come si dice (me ne vergogno!).
Ovvero non ti arriva alle spalle e ti chiede documenti e fede politica, poi fa un'analisi delle tue credenziali e quindi fa buuuuuum se sei cattivo.
No le cose non vanno così: in effetti colpisce con grande precisione (qui ne vado fiero!), ma distrugge tutto nel raggio di centinaia di metri, con effetti collaterali devastanti per la popolazione che abita in prossimità, come succede a tripoli.
Inoltre per penetrare nei bunker o nei tank e quindi esplodere dopo la penetrazione (come in tripolitania) le testate vengono ricoperte e rinforzate con uranio e plutonio o mercurio rosso e relativo rilascio di radiottività (vedi soldati italiani malati).
Come ben sapete esiste un vento che si chiama libeccio e che allieta le nostre primavere e estati, bene ragazzi preparatevi a cuocere il pollo al vento, perchè tra poco ci illuminiamo con il nucleare, ma non quello giapponese.
Meditate gente meditate e ricerdatevi che per francesi, inglesi e americani noi siamo italiani e la guerra l'abbiamo persa ancora una volta...


Non so bene se sia giusto ma oggi saremmo a piangere per gli insorti massacrati da Gheddafi, un dittatore, non ce lo dimentichiamo. Per una volta non sono d'accordo con lei sig. Grillo.
Monetti Antonella

antonella monetti monetti, Torino Commentatore certificato 21.03.11 07:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la mia ingenuità, ma a me pare che l'Europa e gli USA hanno tutto da perdere a disarcionare Gheddafi.
Se lo lasciassero soffocare la rivolta nel sangue libico avremmo sempre lo stesso interlocutore, assassino, pittato, fanatico ma tutto sommato fedele e unico.
Appoggiando i ribelli cosa otterremo? un altro lunghissimo periodo di incertezze, intifade instabilità. Forse per una volta quantomeno non intervengono per puro interesse... sbaglio?

Patrick D. Commentatore certificato 21.03.11 07:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tornati i tornado da tripoli,
abbiamo sganciato anche noi un poco di democrazia.
possiamo così cominciare la settimana con la coscienza pulita......

BUONGIORNO, POPOLO!

il Mandi Commentatore certificato 21.03.11 07:28| 
 |
Rispondi al commento

ghedaffi mi fa schifo, questa guerra anche,
MA NON DISTRAIMO L'ATTENZIONE DAL NUCLEARE,

LA GUERRA DEI NUCLEARISTI CI FA PERDERE L'OBBIETIVO DELLA GRANDE MOVIMENTAZIONE CONTRO IL NUCLEARE.
ùNON PERDIAMOCI DI VISTA.

al casula, cagliari Commentatore certificato 21.03.11 07:28| 
 |
Rispondi al commento

Sento da più parti (incluso il nostro presidente emozional piangione) che ci troviamo dinanzi ad un risorgimento arabo/islamico.
Affermazioni che hanno del disgustoso e che mi pongono dinanzi al problema di cercare nella loro storia una rivoluzione francese, il loro illuminismo o un lungo elenco di patrioti che con il loro sangue hanno difeso i valori universali e fondanti le pur criticabili democrazie moderne.
Questa gente è indietro di 500 anni non solo nel calendario, e parlare a vanvera solo per opportunismo politico o demagogia usa e getta è da irresponsabili.
Ho vissuto anche in Libia e mi sono trovato a Tripoli anche la notte di Natale in coincidenza con la fine del Ramadan, per curiosità ho accompagnato amici cristiani in chiesa (sono ateo) e festeggiato con i locali mussulmani con canne, whisly e led zeppelin, e soprattutto nessun libico tripolino ha sparato addosso ai cristiani
Ma di cosa mi**chia parlano quelli che vogliono abbattere Gheddafi, che almeno ha rispettato il valore del culto.
Adesso voglio vedere cosa dirà il nostro presidente quando inizierà il tiro al piccione con il cristiano dopo che il "comitato rivoluzionario di bengasi" (semplici delinquenti e terroristi) avrà preso il comando e passato il petrolio alla CIA o alla Legione Straniera (che è una bella realtà dei francesi).
Si potrebbe parlare per ore sulla incapacità di non capire che non esiste alcuna ragione diversa dal fatto che il falso abbronzato democratico ha inviato (esattamente come bush) le bombe sulla testa dei libici (uccidendo civili esattamente come gheddafi) per potersi accaparrare il petrolio in complicità con francesi e inglesi che così ci cacciano dai giacimenti petroliferi, che ci eravamo aggiudicati con anni di lavoro e serietà e non con i patti di berlusconi.
La modernità della tripolitania è stata abbattuta in un'alba a favore della panislamica e caidista cirenaica, adesso sono veramente ca**i vostri.
Nel frattempo aiutate i lampedusani andando lì in vacanza in tenda


..certo che c'era un'altro modo
per evitare tutto questo

Gheddafi doveva imitare Mubarak

sono quarantanni che il dittatore soffoca
il popolo libico...

ma il potere da alla testa
e l'esempio l'abbiamo anche a casa nostra

la lega araba , tu dici, che non ha partecipato
e per forza , la maggioranza sono ancora
tutti stati dittatoriali.

....
Questa crisi avrebbe dovuto vedere l'Italia
in prima fila trattare la mediazione...
ma abbiamo un presidente del consiglio che
in campo internazionale vale ZERO !!!
a Parigi l'hanno scansato TUTTI ..
per sparare due cazzate è dovuto andare
in ambasciata..
e come possiamo avere credibilità
quando colui che ci rappresenta è stato fino
a ieri preso per il culo su tutti i giornali
e telegiornali del mondo
.


cimbro mancino Commentatore certificato 21.03.11 07:16| 
 |
Rispondi al commento

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE72J0AG20110320
"Libia, Frattini: Italia vuol partecipare al dopo Gheddafi":ha dichiarato il nostro bel ministro, con la solita faccia plastificata.
Il problema sta tutto lì.
A chi importa del dopo-Darfur o dopo-Ruanda?

Andrea Correani 21.03.11 06:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
mi sorprende la nostra schizofrenia. Quando Frattini e Berlusconi minimizzavano non volendo disturbare gli eccidi di Gheddafi, tutti speravamo in un intervento che potesse evitare lo strapotere della follia del dittatore. Ora che si è deciso in extremis un intervento in Libia, ci prende il rimorso. Tutto questo con la nostra abituale mentalità levantina mentre le nuove generazioni libiche rischiano la vita senza armi ed addestramento, per opporsi ad un folle che da 40 anni si è arricchito in modo spropositato tenendo in ostaggio il popolo libico.

Lorenzo Napolitano 21.03.11 06:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Felloni, bugiardi, cialtroni, laidi.

Leggete qua....


"...articolo pubblicato su “Il Bò” (giornale degli universitari di Padova) nel luglio del 1941 dal significativo titolo “L’ Operazione Barbarossa civilizza i popoli slavi”, esaltava nelle “…Forze del III Reich germanico il sicuro Alleato lanciato alla conquista della Russia”; ed altresì predicando la necessità assoluta di “un corpo di spedizione italiano per affiancare il titanico sforzo bellico tedesco”, nello scopo comune di “far prevalere i valori della Civiltà e dei popoli d’ Occidente sulla barbarie dei territori orientali...."


Giorgio Napolitano dixit - Luglio 1941

Cangrande VR 21.03.11 04:13| 
 |
Rispondi al commento

Eravate tutti entusiasti della rivoluzione libica, motteggiavate a favore dei giovani òlibici, e adesso? Volete che Gheddafi torni al potere e li ammazzi tutti? Ma lo sapete che siete delle merde ipocrite? Da due giorno vedo ciarlare gli opinionisti di turno su “soluzioni politiche in alternativa alla guerra”. Ok, chiunque sarebbe d’accordo. Chi è l’idiota che preferirebbe un intervento militare ad un’azione diplomatica? Ma in concreto cosa significa? Mi spiegate in che modo la diplomazia potrebbe convincere Gheddafi a fare un passo indietro? Non avete visto che questo tizio è matto da legare? Provaci tu Grillo: vestiti da francescano e prova a convincere il despota e le sue truppe mercenarie a non sterminare la gente e a non torturare i tuoi amati rivoluzionari! Ho visto in passato intellettualoidi di sinistra che lamentavano (a mio avviso giustamente) l’inutilità e l’impotenza della Comunità internazionale che ha permesso i più efferati genocidi commessi dai criminali alla Gheddafi (mi viene in mente il Rwanda). Una volta tanto che la Comunità decide di fare il suo dovere, (anche se, come sempre, motivato da interessi economici), ossia intervenire anche con la forza per salvaguardare la pace e i diritti umani (l’Abc della Dichiarazione internazionale dei diritti dell’uomo, l’essenza stessa dell’ONU) gli stessi intellettualoidi si stracciano le vesti e invocano un pacifismo che nemmeno loro stessi sanno definire. Dalle mie parti questo atteggiamento si definisce “cadere sempre in piedi”. Il problema è che dalle mie parti hanno appena inibito ai civili l’aeroporto di Trapani-Birgi, e non è la prima volta che questo accade per colpa di Gheddafi. Da trent’anni la Sicilia (e l’Italia) è tenuta sotto scacco da quest’uomo. Ben venga ogni azione volta volta a spodestarlo.

dario p., palermo Commentatore certificato 21.03.11 03:40| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei avere dal Signor Beppe Grillo,che stimo molto,qualche consiglio utile,su ciò che noi "popolo",possiamo fare per opporci a questa guerra..grazie..!!

Orsola Valguarnera 21.03.11 03:38| 
 |
Rispondi al commento

Tornerò qui tutti i giorni e tutte le notti per scrivere che sono stato bannato da questo blog senza ragione. E' il terzo anno consecutivo in cui vedo rimuovere i miei commenti e se faccio un nuovo account RI-vengo bannato!
Tu amico lettore che stai per caso leggendo questo messaggio, segnati il mio nome (non posso più commentare come utente certificato poichè i miei messaggi spariscono automaticamente), e poi lascia passare qualche ora e vedrai che questo messaggio firmato Franco Muzzi sarà scomparso.
Ma ti rendi conto??? Beppe Grillo, quello che protesta contro gli abusi di potere, ABUSA DI POTERE in un blog!!? (lo so che non è lui in prima persona, ma il blog è suo!).
TORNERO' TUTTI I GIORNI! QUELLO CHE MI ACCADE NON E' GIUSTO! DOVREI RIVOLGERMI A QUALCHE GIORNALE E DIMOSTRARGLI CHE QUI SI USANO DUE PESI E DUE MISURE! Grillo non è corretto quello che fai! è troppo comodo farsi vedere in tv su interventi registrati! CONFRONTATI IN DIRETTA! E spera che io non sia tra il pubblico!
a domani! a dopodomani! a dopodopodomani! e così per tutti i giorni del futuro! IMPARERAI SULLA TUA PELLE CHE NESSUNA VOCE E' INUDIBILE!
franco muzzi

franco muzzi 21.03.11 03:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Telecom Italia penalizza file sharing e peer to peer

L'ex monopolista introduce ufficialmente limitazioni nell'uso dell'Adsl. Se scarichi troppo, ti taglia la banda.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 18-02-2011]
ragazza

Telecom Italia con un comunicato avvisa gli utenti che verranno applicate delle limitazioni nell'utilizzo delle linee Adsl, riguardanti in particolare il traffico peer to peer e il file sharing.

Si legge nel comunicato: "Nel rispetto del principio di parità di trattamento e ove necessario, [Telecom Italia] si riserva la facoltà di introdurre per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia Adsl, meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all'uso delle risorse di rete disponibili".

"A tal fine Telecom Italia potrà limitare la velocità di connessione a Internet, intervenendo sulle applicazioni che determinano un maggior consumo di banda (peer to peer, file sharing ecc.), limitando la banda destinata a tali applicazioni ad un valore massimo proporzionale alla banda complessiva disponibile sul singolo DSLAM".

"Per questo è previsto anche l'aggiornamento delle Condizioni Generali di Contratto dell'offerta Adsl di Telecom Italia dal 1° marzo 2011".

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14191&numero=1663

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 02:40| 
 |
Rispondi al commento

Le stampanti 3D che stampano cibo

Uno strato di cibo dopo l'altro, ecco che gli ingredienti danno vita a piccole sculture commestibili.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 04-03-2011]
Stampante 3D cibo French Culinary Institute

Dall'unione dei ricercatori della Cornell University di New York e dei membri del French Culinary Institute della stessa città è nata la prima stampante 3D che stampa il cibo.

Il principio, come spiega Jeffrey Lipton della Cornell, è simile a quello delle stampanti 2D ink-jet, che stampano su carta una linea d'inchiostro dopo l'altra: le stampanti 3D rilasciano una striscia di materiale sopra l'altra, creando gli oggetti tridimensionali.

Se il materiale in questione è cibo, allora il risultato è anche commestibile: è così che è nato lo space shuttle fatto di capesante e formaggio.

Sono già stati fatti esperimenti anche con il cioccolato, il tacchino, il sedano e l'hummus.


Clicca per ingrandire

Dal punto di vista di Dave Arnold, direttore del French Culinary Institute, quest'invenzione permetterà di creare nuovi cibi con consistente mai provate, come "un polpettone in grado di assorbire il condimento come una spugna".

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14297&numero=1673

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 02:30| 
 |
Rispondi al commento

La suora bandita dall'ordine a causa di Facebook

"Suor Internet" è stata espulsa dal convento per l'invidia di alcune religiose.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 24-02-2011]
Suor Maria Jesus Galan cacciata convento domenican

Fino a poco fa suor Maria Jesus Galan era la bibliotecaria del convento di Santo Domingo el Real, a Madrid: appassionata di tecnologia, è responsabile della digitalizzazione dell'archivio del convento, dove ha introdotto anche Internet - comodo per l'online banking - e ha imparato a usare Facebook.

Sarebbe proprio a causa del social network, però, che è stata allontanata dal convento in cui è vissuta per 34 anni: intervistata dall'agenzia spagnola Efe, ha spiegato che l'invidia di alcune suore prima le ha reso la vita impossibile, e poi ha portato alla "cacciata".

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14203&numero=1667

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 02:28| 
 |
Rispondi al commento

La confisca di strumenti informatici diventa obbligatoria

Il provvedimento interesserà praticamente tutti i reati informatici.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 10-03-2011]
confisca obbligatoria
Foto di Giuseppe Porzani

I Senatori PD (tra cui nomi importanti come Casson, Bianco e D'Ambrosio, comunque quasi tutti giuristi) hanno un chiaro pregiudizio nei confronti dell'informatica.

E' loro, infatti, il disegno di legge n. S2271 presentato l'estate scorsa e da poco approvato al Senato (dovrà comunque passare ancora alla Camera).

Perché parlo di pregiudizio? Perché con il roboante titolo "Norme in materia di misure per il contrasto ai fenomeni di criminalità informatica" si fa di tutta l'erba un fascio imponendo la confisca obbligatoria (non soltanto facoltativa) di "beni e degli strumenti informatici o telematici che risultino essere stati in tutto o in parte utilizzati per la commissione dei reati di cui agli articoli 615-ter, 615-quater, 615-quinquies, 617-bis, 617-ter, 617-quater, 617-quinquies, 617-sexies, 635-bis, 635-ter, 635-quater, 635-quinquies, 640, 640-ter e 640-quinquies". Praticamente tutti i reati informatici senso stretto introdotti dalla legge 547/93 e, in parte, ritoccati (o aggiunti) nel 2008.

Come riferisce anche la relazione, si tratta di una disposizione che costituisce eccezione alla regola della confisca facoltativa. Così si determina un'evidente disparità di trattamento rispetto ad altri fenomeni criminali; ma evidentemente non importa, anzi.

Alla fine, infatti, fa sempre capolino un po' di sano pragmatismo: "Oggi assistiamo nella realtà italiana a un forte squilibrio tecnologico tra le dotazioni informatiche messe a disposizione delle Forze di polizia e quelle comunemente utilizzate dalla criminalità".

Così, invece di buttare via soldi in costose forniture informatiche, è meglio il ricorso indiscriminato alla confisca di qualsiasi dispositivo informatico... ma soltanto per certi reati.

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=1

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 02:26| 
 |
Rispondi al commento

Dodicenne espulso da scuola per messaggio su Facebook

Un post sul social network costa la sospensione a due studenti e l'espulsione a un loro compagno.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 19-03-2011]
Studente espulso post Facebook
Foto via Fotolia

Tre studenti di una scuola media degli Stati Uniti sono stati puniti in vario modo per quello che avevano scritto su Facebook a proposito di un loro insegnante.

Due di essi sono stati sospesi per 10 giorni. Una di questi aveva definito "pedofilo" il proprio insegnante e ora, dopo la sospensione, cerca di scusarsi.

"Stavo solo esprimendo me stessa su Facebook perché ero arrabbiata per quello che mi aveva fatto. Non avevo intenzione di rovinare la sua reputazione" ha detto la ragazza, dodicenne, durante un'intervista.

Sulla stessa linea si muove anche l'altro ragazzo sospeso, il quale aveva definito "violentatore" il professore in un commento all'intervento della compagna e ha poi dichiarato: "Non avrei dovuto farlo. Perché potrei essere ancora a scuola, adesso, se non avessi mai commentato quel post".

La punizione più seria è stata però quella inflitta a un terzo studente, il quale aveva scritto su Facebook che secondo lui l'insegnante era "bipolare", finendo così per essere espulso dalla scuola. L'articolo continua sotto

Altri studenti, che hanno commentato il post originale, hanno subito varie punizioni, seppure più lievi (come la sospensione di un giorno solo), e i genitori di alcuni di essi stanno valutando come procedere legalmente contro la scuola.

Secondo un padre "è una questione di privacy. Quando sei a casa tua con il tuo computer, un sacco di gente dice un sacco di cose su Facebook a proposito di un sacco di gente, compreso il presidente, i senatori, i governatori. La scuola dovrebbe inserire delle regole su Facebook nel proprio statuto prima di applicare delle regole fuori contesto".

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14318

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 21.03.11 02:24| 
 |
Rispondi al commento

NON HO FINITO,SCANDALI DI TIPO ROSSO PELO BUNGA,PIU BACIAMANO AL SAPOR DI TI DO ARMI GNOKKA ECC SE TU MI DAI GAZ E PETROLIO PIU TI PAGO QUELLO CHE I CATTIVI ITALIANI FECERO AL TUO POPOLO NELL ERA GLACIALE DEI MAMMUT POI SAPPIAMO CHE SARKOZY E BERLUSCONI PORTANO LA STESSA TAGLIA DI PANTALONI COSI LA FRANCIA SI APPROPIA DI MEZZA ITALIA DI QUELLA ITALIA CHE FA ONORE ALL ITALIA, CONOSCIUTA NEL MONDO VISTO CHE SI E COMPRATA 500MILIARDI DEL NOSTRO PIL,PERO LA FRANCIA L HA FATTO SOPRATUTTO PERCHE IL NOSTRO CAVALIERE DELL AMORE GLI FARA FARE 5 DICO 5 CENTRALI NUCLEARI COSTRUITE D ALLA ECOLOGICA EDF .CHE SE VAI SU YOUTUBE CAPISCI QUANTO E ECOLOGICA! PER FINIRE COME SE NON BASTASEE A FARCI CAPIRE QUANTO MALE CI STIAMO FACENDO A NOI E QUINDI AL NOSTRO PIANETAE QUANTO PIU SE NE POTREBBE FARE
ECCO ADIRITTURA LA DOPPIA TRAGEDIA DEL JAPPONE MA CHE DICO TRIPLA TRA TSUNAMI TERREMOTO E RADIAZIONI.UN TUTTUNO. E COME SE FINALMENTE SI VUOL FARE CONOSCERE ALLA MASSA QUELLO CHE STIAMO RISKIANDO ...IL JAPPONE CHE GIA ERA STATO MESSSO A DURA PROVA SEMBRA PARTE DEL SARIFICIO PER FARE PRENDERE COSCIENZA ALL UMANITA ALLE MASSE.
UN ULTIMATUM CHE TRADOTTO DAGLI EVENTI VUOL DIRE
-1-CHE E VITALE PER IL NOSTRO PIANETA DI VIETARE ALL UNANIMITA DI TUTTE LE NAZIONI L USO DEL PETROLIO IN TUTTE LE SUE TRNSFORMAZIONI ALIMENTARI ,CARBURANTE TESSILE ECC(QUINDI CHE SIANO RESI PUBLICI TUTTI I BBREVETTI SULL USO DELLE DIFFERENTI ENERGIE ALTERNATIVE COMPRESE LE SCOPERTE E LE INNOVAZIONI DI TESLA CHE SONO BASATE SULL USO DE ENERGIA ELETROMAGNETICA INELLE SUE DIFFERENTI FREQUENZE
2)IL GIAPPONE CI DIMOSTRA IN DIRETTA CON UN DOLORE INCREDIBILE E CON UNA GRANDE VIRTU CHE --IL NUCLEARE E CONTRO LA VITA NON CE PIU CIBO FRESCO ACQUA ..QUESTO SEMBRA UN SEGNO DEL CIELO PERCHE L UMANITA TUTTA INTERA PRENDA COSCIENZA RITORNI ALL AMORE INCONDIZIONATO CHE RITROVI I VALORI DELLA COMPASSIONE DELL UNITA DELL ACCETTARE LO STRANIERO DI BATTERSI PER LA VITA PER LA LIBERTA E AMORE
IO PROPONGO LA RESISTENZA PASSIVA SONO PRONTO


Beh, caro Beppe. Su un paio di cose devo dissentire dal tuo bell'articolo.
A dire il vero una nazione araba sta coalizzandosi con noi. Questa è il Qatar, anche se già all'epoca della schifosa guerra in Iraq era la sola nazione araba a partecipare attivamente alle azioni di querra per aiutare gli anglo-americani.
Inoltre non penso che sia minimamente possibile per alcuni stati europei, come la Germania e l'Italia, poter buttare fuori le basi americane e della Nato dai propri territori. Abbiamo perso la guerra, ricordiamocelo, e noi dobbiamo sottostare tuttora al loro dominio senza dir nulla(anche noi, e da 66 anni, siamo ancora una nazione occupata...sigh). Non ci permetterebbero mai un'azione così ostile nei loro confronti!!! Non ci illudiamo!! Noi abbiamo solo 2 chances: o con loro o contro di loro! Anche io sarei pienamente d'accordo ma questa purtroppo sarebbe solo una mera utopia(bisognerebbe poter prima rovesciare il mondo intero!!ahah). Eppoi, come tutti sappiamo, l'Italia rappresenta, per gli USA, la più importante base logistica e strategica dell'intero bacino del Mediterreneo. Dalle nostre regioni potrebbero partire attacchi ravvicinati contro tutta l'Europa e il Nord Africa.
Inoltre, per gli americani, già il fatto di svuotare rapidamente i propri arsenali militari è un affarre abbastanza lucroso per le loro Corporations guerrafondaie.(In Afganistan si stanno lentamente esaurendo le missioni belliche e non hanno, al momento, altre nazioni canaglia da porre sul patibolo della loro opinione pubblica)
Scusa la puntualizzazione dovuta. Ciao.

Giampiero Olivo 21.03.11 01:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al di là delle false ideologie e del ripudio per la guerra, se tu fossi il Beppe Grillo della Libia staresti pregando per un aiuto militare. Te ne staresti chiuso in casa scrivendo sul tuo blog, inneggiando alla resistenza contro il dittatore e alla libertà del tuo popolo. Troppo facile parlare da qui.

Valentino Campion 21.03.11 01:54| 
 |
Rispondi al commento


E solitario, il Tricolore sventola

Dai tetti del Cairo
Abdul,
insieme ai suoi colombi,
guarda
un regime graffiato a morte
dagli artigli del popolo della sfinge.
S’infiamma l’Africa affamata,
assetata di democrazia
e libertà. Vento di guerra
sul Mare Nostrum.
Terrorizzati, i figli di Hiroscima
attendono anche la neve.
Il nostro martoriato
e t'avvolta vilipeso Tricolore
sventola solitario
a risvegliare
gli intorpiditi animi
e le coscienze.

Poesia di: Salvatore Azzaro da Giarratana, poeta e cantautore impegnato contro la mafia.

17 Marzo 20011
Per i centocinquantanni dell’Unità d’Italia (1861-2011).
www.salvatoreazzaro.it

Salvatore Azaro da Giarratana 21.03.11 01:42| 
 |
Rispondi al commento

stanno scoppiando sacche di povertà in tutti i popoli del nord Africa , guarda caso quelli più vicino a noi, a noi come Europa
ci frequentano assiduamente negli ultimi anni
hanno imparato anche da noi qualcosa magari,
forse vogliono anche loro stringere un orsacchiottino tra le mani o avere il frigorifero pieno.
il diritto di star bene appartiene a tutti e ignorare il tuo vicino che sfascia casa sua con dentro la sua famiglia o ignorare un bambino che piange da solo per strada è la stessa cosa che non far niente, facili moralismi ovattati dalla legna che scricchiola nel camino e un impianto stereo ad alta fedeltà solo per bellezza e magari impolverato.


e se un giorno l'energia non la venderanno più a noi perchè paradossalmente non ne avremo più bisogno allora la venderanno ad un altro, e se non riescono a venderla a nessuno cosa gli resta oltre la sabbia del deserto ?
il frigorifero pieno '
o l'orsacchiottino tra le mani'

viola guglielmo 21.03.11 01:37| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non è mai stata autonoma e indipendente. L'Italia è nata schiava! L'Italia è stata progettata dai paesi stranieri per assicurarsi il controllo sul mediterraneo. L'Italia è uno stato cuscinetto. L'Italia non ha nessuna voce in capitolo, né l'avrà mai! L'Italia è una presa in giro.

eliana e., catania Commentatore certificato 21.03.11 01:28| 
 |
Rispondi al commento

per VVALLY 21.03.11 00:54

Mi sai dire dove stanno le fonti alternative alle notizie dei cialtroni imperialisti occidentali? Vorrei conoscere i documenti che hai in mano. Grazie!

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 21.03.11 01:28| 
 |
Rispondi al commento

x harry haller ed a tutti coloro che credono alle idiozie dei mass-media

Cari amici, cosa accadrebbe se domani mattina un aereo venezuelano (o iraniano, o cubano...) bombardasse la Casabianca ed uccidesse la figlia di Barack Obama ?
Ve lo state immaginando ? Cosa accadrebbe al Venezuela ? (o all'Iran, o a Cuba...)
Ve lo state immaginando ?

Bene, allora vi chiedo che cosa successe agli Stati Uniti dopo che un aereo militare americano UCCISE LA FIGLIA TREDICENNE DI GHEDDAFI ? Cosa successe agli Stati Uniti ? Nulla di nulla.

Gli Stati Uniti comandandano il mondo, con Bush o Obama poco cambia.

I MASS MEDIA OCCIDENTALI (TUTTI TUTTI TUTTI) SONO SOPRATTUTTO IN POLITICA ESTERA CONTROLLATI DAGLI STATI UNITI, COME CAVOLO FATE A NON CAPIRLO ?

Andrea Rossi 21.03.11 01:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I PROSSIMI OBIETTIVI ?

Credo che il prossimo obiettivo sia l'Iran, non subito ma fra qualche anno, successivamente si tentera' qualche golpe "morbido" in stile twitter, facebook e quant'altro in Venezuela dove Hugo Chavez ha compiuto delle nazionalizzazioni che non sono affatto piaciute agli Stati Uniti.

Cuba non credo sia piu' un 'obiettivo, Castro e' vecchio ed il fratello Raul e' piu' disposto ad aperture favorevoli agli interessi americani, epoi a Cuba non c'e' tutto il petrolio che c'eì in Libia, in Iraq, in Iran ed in Venezuela ed ormai non e' nemmeno piu' un modello "pericoloso"...

Quindi fra poco tocchera' all'Iran ovviamente dopo una lunga e meticolosa campagna di stampa volta a far apparire Ahmadinejad come un novello Hitler ed a far apparire come "martire della liberta'" ogni qualsiasi figlio di 'ndrocchia che manifestera' il proprio "dissenso" dal "regime"...

Tutte idiozie pre-confenzionate per teledipendenti acritici.

Andrea Rossi 21.03.11 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte o quasi le cosidette ,, "missioni umanitarie delle ONU SONO SEMPRE STATE PROGETTATE CON IL FINE EX OCCULTO DI ACCAPPARARSI PER PRIMO IL PETROLIO, E POI QUALSIASI MATERIA PRIMA FOSSE POSSIBILE SUKKKKKKKIARE.INSINUANDOSI COME PARASSITI IN MEZZO A QUEI POPOLI RUBANDOGLI LA LORO SOVRANITA APROFFITTANDO DELLA LORO IGNORANZA UCCIDENDO QUALSIASI COSA SI MUOVA CHE NON SIA COMMEDSTIBILE(..risparmiano solo maiali e polli ecc) E CREANDO LIMITI E DIFFERENZE RAZZIALI FRA LA GENTE FINO A INDURLI A SANGUINOSE GUERRE TRIBALI FRATICIDE .QUESTO E QUELLO CHE LORO CHIAMANO -PORTARE DEMOCRAZIA.
ED ORA VOGLIO ESPRIMERE QUI SUL BLOG DI GRILLO IL MIO PENSIERO RIGUARDO A QUESTO NOSTRO MERAVIGLIOSO PIANETA.
LA MAGGIORPARTE DELLE RICHEZZE DI QUESTO MONDO MA NON SOLO DI QUESTO SECOLO MA DA MOLTO PRIMA SONO NELLE MANI DI ALCUNE FAMIGLIE reali O nobili discendenti di re e imperatori CHE GOVERNAVANO QUA E LA TUTTA L EUROPA ,sappiamo bene che questi UMANI(?)NON SI MESCOLANO SE NON CON UN ALTRO CASATO,QUESTO SIGNIFICA CHE HANNO LE LORO PROPIE REGOLE E TRADIZIONI,MA SOPRATUTTO SI TRAMANDANO CONOSCENZE BASICHE ESOTERICHE RELIGIOSE ASTRALI, A NOI TUTT ORA OCCULTATE! CHE POI PER RAGIONI POLITICHE CONDIVIE CONN LA CHIESA ECC
SAPPIAMO CHE TUTT ORA QUESTE FAMIGLIE reali, piu da sempre rotschild rockfeler adesso anche bill gate senza contare i soci del guppo bildenberg decidono realmente il destino del nostro pianeta ed adesso con la tecnologia h.a.a.r.p grazie agli studi rubati al grande Nikola Tesla possono fare il bel e il cattivo tempo dove vogliono fino a provocare terremoti ,innondazioni ,tsunami ecc(vi invito ad informarvi per chi non lo conosce a nikola tesla e molto importante per il futuro dell umanita)
QUINDI SE TUTTE QUESTE COSE SI SANNO SE LA CHIESA ROMANA E UNA LOBBY MODERNA RICHISSIMA CHE POTREBBEDOVE TRA L ATRO CI SONO MIGLIAIA DI DOCUMENTI TENUTI IN SEGRETO.CHE POTREBBERO DARE UNA SVOLTA STORICA .SE BRUCIA LA RUSSIA E AUMENTANO ICEREALI QUINDI IL PANE ECC IL PETROLIO IN AMERICA

Bondini Riccardo 21.03.11 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente mi avete stufato voi falsi pacifisti che vi nascondete dietro " non so da che parte stare ma ho un'unica certezza : ripudio la guerra !" Se fosse per voi staremmo ancora sotto la dittatura fascista, alla faccia di decine di migliaia di persone che ,resisi conto che contro la tirannia fascista bisognava reagire, hanno preso la strada della clandestinità e le armi e hanno liberato la nostra patria.Quelli si che avevano le palle, non quelli che strillano sul blog in modo insensato.
Questa estate invece di andarvi a spaparanzare al mare, da borghesucci come siete, andate alle spaiagge dello sbarco in Normandia : solo sulla battigia sono morti più di diecimila soldati per lo più americani, giovani, pieni di vita: se fosse per voi, staremmo non solo ancora sotto Mussolini, ma pure sotto Hitler.
Se non lo sapete, questa non è una guerra, ma l'applicazione della risoluzione 1730 dell'ONU ( non la Nato ): lo statuto dell'ONU contempla l'uso della forza nei casi in cui viene lesa la Libertà dei cittadini: Gheddafi è un Tiranno con le mani lorde di sangue di 41 anni di dittatura personale e i suoi figli sono peggio di lui:ha bombardato la popolazione inerme ( unico tra i dittatori nordafricani che hganno subito una rivoluzione interna ) ed è stato abbandonato dagli altri stati arabi: potrei continuare all'infinito ma le vostre menti obnubilate non mi seguirebbero: continuate con questo atteggiamento ed è garantito che per i prossimi 100 anni avremo la pornodittatuta sua e quella dei suoi discendenti Massimo Casciani

Massimo Casciani 21.03.11 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per tutti i pallisti che in questo blog raccontano balle, appunto:

Fino agli anni cinquanta la Libia era considerata uno dei paesi più poveri del mondo, soprattutto a causa dell'improduttività del territorio, ma la Libia registrava già nel 1977 il reddito annuo pro capite più elevato del continente africano (tuttora circa 10.000 dollari, contro 4.000 algeria, 2.500 egitto!), grazie allo sfruttamento dei grandi giacimenti di petrolio, iniziato nel 1959 e nazionalizzato dopo il 1970. Ma il reddito elevato è dovuto anche alla poca popolazione 5-6 milioni su un territorio immenso e ricco. La fame che, ha spinto le manifestazioni in Egitto, non dovrebbe essere la molla per spingere la stessa cosa in Libia. Insomma la Libia è una miniera che fa gola! ricco e facile da controllare per l'esigua popolazione.
Gheddafi governa dal primo settembre 1969 e subito avviò un programma di nazionalizzazioni delle grandi imprese e dei possedimenti italiani, chiudendo inoltre le basi militari statunitensi e britanniche (che evidentemente le vogliono rimettere). La piena sovranità politica permise al governo libico di impiegare le entrate delle grandi imprese petrolifere nello sviluppo di infrastrutture nel Paese.
Per giacimenti petroliferi la Libia è il primo paese africano e nono al mondo. Il suo petrolio è molto appetibile perche ha bassissimi costi di estrazione (un dollaro/barile).
The Economist riporta, per il 2010, la Libia al 158º posto su 165, classificandola come "regime autoritario". Il rapporto 2010 di Freedom House riporta la Libia come "non libera" sia per la libertà di stampa sia in generale per la libertà dei cittadini.

Così, giusto per ragionare su dati reali, indipendentemente dalle opinioni!


carmine d9 Commentatore certificato 21.03.11 00:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Ciao Cettina, "Betty" è il temine usato dalle
ragazze della Olgettina per indicare Silvio
Berlusconi, così risulta da i rapporti della
polizia giudiziaria sulle intercettazioni
telefoniche delle stesse.
Maurizio Tesei

maurizio tesei 21.03.11 00:49|