Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

25 aprile 2011


Giorgio_Bocca.jpg
"Buon 25 aprile a tutti! Riposto un mio scampolo d'infanzia....che mi fa struggere di nostalgia per i tempi passati e, soprattutto, per mio padre che non c'è più da 28 anni.....
Sembra un'eternità/ eppure è solo un soffio/ e quel tempo passato/ è ancora vivo dentro di me/ oggi più che mai/ Il 25 aprile di quando ero bambina/ tra le note di Bella Ciao/ cantate a squarciagola/ dietro il cancello di ferro battuto/ della mia modesta casa di campagna/ La polvere della strada di ghiaia,/ alzata da chi manifestava/ e invitava a partecipare,/ mi sembra di sentirla ancora addosso/ come un talco leggero e profumato/ che mi faceva sentire a posto/ Mio padre mi prendeva per mano/ e mi portava al Casale/ ad ascoltare il comizio/ e io masticando caramelle alla panna e boeri/ estasiata guardavo/ la bandiera rossa sventolare..." Mary C., Senigallia

25 Apr 2011, 15:30 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Finalmente gli Italiani anno scoperto Giorgio Bocca l'italiano della II Guerra unico giornalista italiano è partigiano che descrive la razza dei politici non politici e cosa covano nel loro ventre tra inciuci reciproci di varia natura.Ora agli Italiani (lo scrivo CON solo per gli Italiani che non vendono il proprio voto come detto da Saviano per il guadagno facile di 20.30 Euro.Purtroppo oggi ci restano solo Saviano è Travaglio che scoperchiano cosa combinano questi grandi politici che abbiamo in italia.Se non fossero questi scrittori e girnalisti di questo stampo che non vengono presi sul serio da noi cittadini non sapremmo mai niente dato che i giornali e telegiornali anno tutti un buon padrone che li accarezza sulla testa dando loro ogni tanto qualche ossicino da masticare per addomesticare il popolo per non farli scendere in piazza a contesatare i loro padroni

Giuseppe Di chiara 29.04.13 21:50| 
 |
Rispondi al commento

finalmente si è riscoperto Giorgio Bocca L'antitaliano pefetto, perchè l'unico gionalista che ha sempre descriitto L'italia dei politici comè veramente e cosa nasconde nel proprio ventre. oggi ci rimane solo Marco Travaglio che non ha padroni l'unico cane sciolto tra i giornalisti senza avere un padrone che gli detta cosa scrivere e dire nelle trasmissioni politicizzate ove l'editore fà il bel e cattivo tempo a suo piacimento e godimento alla faccia del popolo sovrano che non conta meno di niente

Giuseppe Di chiara 29.04.13 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Al punto in cui ci troviamo non so se sia meglio la guerra o il ricatto che potrà scoppiare!
Chi ha in mano le leve del potere ,per raggiungerlo ha scacciato, dal proprio cervello, ogni residuo di bontà, di comprensione e solidarietà.
Non si spiega, diversamente, il cinismo di chi tratta la morte violenta causata dal terrore delle armi che della finanza scellerata. Ancora più subdola e potente della guerra guerreggiata.
Questo bluff che i governanti esercitano continuamente come ricatto nei confronti di rutte le categorie salariate è spregevole. Indegno di una società che si ammanta di cattolicesimo per raggiungere i più inconfessabili scopi di arricchimento a danno dei più deboli.
Resistere, resistere e resistere.

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato 26.04.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Letta vi invita a calar i le braghe , siete gelidi ,
A letta vattene a fanculo

giorgiodamilano liberale Commentatore certificato 25.04.13 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Maroni falso!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato 25.04.13 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Maroni ti ho appena sentito te e la tua lega di m......prima di parlare del M5S sciacquati la bocca che con le tue bandiere verdi ci asciughiamo il c..o dopo il bidet!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato 25.04.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento

C

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato 25.04.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Bob Ryder poesie bellissime!

Francesco Grosso 30.04.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Mary, sentiti ringraziamenti a chi ha fatto la resistenza, Quello che mi fa male è rendermi conto che tutto quello per cui voi, tra cui mio padre che in Albania è stato con i partigiani sui monti, dal 43 al 45, avete combattuto sembra non essere nemmeno accaduto! Ma come è possibile che non si riesca mai ad imparare veramente dal passato? Una volta mio padre mi raccontò che quando era rientrato in Italia finita la guerra aveva partecipato ad un comizio nel quale l'oratore diceva che non ci sarebbe stata più nessuna guerra, mio padre mi disse che era per lui così ovvio che non ci doveva essere più nessuna guerra che il solo sentirla nominare gli sembrava assurdo! Ovvio che non avrebbero dovuto più essercene! Invece la guerra non si é mai fermata, guerra combattuta in altri paesi, per ora, ma domani chissà. E così si continua con il solito andazzo di una società fasulla alle fondamenta, basata su speculazioni legalizzate sino a che ci sarà la possibilità di speculare. Un volano quando è caricato di movimento continua a girare sino a chè ha ancora un briciolo di energia accumulata e così si continuerà a speculare sino a che tutto crollerà. Unica consolazione per chi non si riconosce in questa società bacata é quella di partecipare il meno possibile al banchetto e di opporsi meglio che può al sistema aspettendo tempi migliori. Grazie a te e a tutti quelli che anno lottato assieme a te.

Alfredo P., La Spezia Commentatore certificato 26.04.11 23:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

tutti attacchiamo berlusconi (giustamente) E...SE...ci stessero distraendo dai veri problemi? ascoltate "le mafie, i pifferai magici ed i topi" su youtube di Paolo Barnard per capire come ci distraggono

domenico c., palmi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.11 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Brava Mary ieri ho portato mio figlio di 10 con sua bandiera italiana in centro a milano

queste cose li ricorderà a vita di vedere vecchi partigiani e gente pacifica ricordarli

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.11 06:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie Mary

Paola Bassi 25.04.11 23:45| 
 |
Rispondi al commento

"LA NUOVA RESISTENZA 25 APRILE 2011".
FESTA DI LIBERAZIONE DAL LAVORO PRECARIO
NASCE IL MOVIMENTO CHE SI OPPONE ALLO SFRUTTAMENTO DEL LAVORATORE PRECARIO


La Resistenza italiana, fu il fenomeno storico costituito dall'insieme dei movimenti politici e militari che dopo l'8 settembre 1943 si opposero al nazifascismo nell'ambito della guerra di liberazione italiana.
il 25 aprile 2011 segna la data della nascita del movimento di Resistenza italiana che si oppone allo sfruttamento del lavoratore precario e senza tutele in materia di garanzia al reddito, alla malattia, al riposo psicofisico e alla maternità.
La Resistenza del 1943 è stata intesa come lotta di liberazione da un invasore straniero.
IL MOVIMENTO "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011"è intesa come pacifica opposizione alla precarietà nel lavoro e nella società attraverso l’incentivo al contratto a tempo indeterminato e al minor costo della stabilità rispetto alla precarietà.

CONTINUA .....http://precariesenzalavoro.blogspot.com/2011/04/la-nuova-resistenza-25-aprile-2011_24.html

domenico cirasole Commentatore certificato 25.04.11 22:52| 
 |
Rispondi al commento

STIAMO QUI
A SENTIRE LE PRIME VOCI DELL’OLTRETOMBA
UN DOLCE FREMITO DI PIANTI INCONCLUSI
SIAMO I FANTASMI
CHE SOGNANO FORTE
CHE VEDONO I CHICCHI DI VITA
MANI POSSENTI
E CI ABBRACCIAMO
DOPO TUTTO
SIAMO I FANTASMI DELLA PILATURA DEL RISO

GRIDIAMO PIANO
PERCHE’ LE VOCI
NON HANNO ALTRO CHE IMMAGINI E NEBBIA
DOVE DONDOLARE CONVULSAMENTE
I VECCHI SOLDATI
STANNO FACENDO I CONTI
CON LE NOSTRA GIUSTIZIA SOMMARIA
I NOSTRI RICORDI PIU’ VIVIDI DI ACQUE VERDI
LA GENTE CI GRIDAVA PAROLE IN TEDESCO, FORSE POLACCO
MENTRE NOI DORMIAMO
E ASPETTIAMO CHE L’ALBA CI RISVEGLI
IL NOSTRO PARADISO
E’ LA NOSTRA BARACCA
IL NOSTRO IDEALE E’ LA NOSTRA FUGA
CI VENGONO INCONTRO
DONNE OSSUTE O MALATE
I MARCHI DELL’INFAMIA
DENTRO IL NOSTRO RESPIRO


STIAMO QUI
A SENTIRE LE PRIME VOCI DELL’OLTRETOMBA
UN DOLCE FREMITO DI PIANTI INCONCLUSI
SIAMO I FANTASMI
CHE SOGNANO FORTE
CHE VEDONO I CHICCHI DI VITA
MANI POSSENTI
E CI ABBRACCIAMO
DOPO TUTTO
SIAMO I FANTASMI DELLA PILATURA DEL RISO

QUALCUNO DICE OSSOLI QUALCUNO MODENA
MA IO SO CHE QUESTA E’ LA RISIERA
CI GUARDIAMO ALLE SPALLE
MA VEDIAMO SOLO LE SPALLE DEGLI AVVOLTOI
CI SENTIAMO COME ONDE SENZA CARTE DA GIOCARE
UN VECCHIO GENERALE CI ACCAREZZA LE TEMPIE
ORA SAPPIAMO LA DIFFERENZA
TRA UNA CAREZZA E UNA CANNA DI FUCILE
NELLA NOSTRA NOTTE
PRENDIAMO IN PRESTITO I NOSTRI AMORI PASSATI
E I VECCHI PALAZZI DIROCCATI
STRINGIAMO PIU’ FORTE IL FUTURO
E I NOSTRI FRATELLI VIVI
E I NOSTRI FRATELI MORTI
NON ABBIAMO LA FORZA NE’ LA VOGLIA DI DIMENTICARLI

STIAMO QUI
A SENTIRE LE PRIME VOCI DELL’OLTRETOMBA
UN DOLCE FREMITO DI PIANTI INCONCLUSI
SIAMO I FANTASMI
CHE SOGNANO FORTE
CHE VEDONO I CHICCHI DI VITA
MANI POSSENTI
E CI ABBRACCIAMO
DOPO TUTTO
SIAMO I FANTASMI DELLA PILATURA DEL RISO

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:11| 
 |
Rispondi al commento

IL SOLE CI HA REDARGUITO GLI OCCHI
E I NOSTRI SORRISI AVEVANO L’IDEA
CHE IL TEMPO MIGLIORE ERA DIETRO
ALLA STAZIONE DI BENZINA
CAMMINAVAMO CON LE CIGLIA PERFORATE
MANGIANDO POLVERE E LEGGENDA
CI SENTIVAMO UN PO’ PIU’ STANCHI
E FORSE UN PO’ PIU’ FELICI
LE NOSTRE TASCHE ERANO ZEPPE DI BUCHI
E PER UN ATTIMO
NON CI DOVEVAMO VERGOGNARE
DELLA NOSTRA POVERTA’
QUALCUNO PRESE UNA DIVISA NERA
LA ACCARTOCCIAMMO E CI GIOCAMMO A PALLA
LE MONTAGNE ORA RIMANEVANO A GUARDARCI
LE NOSTRE DONNE FIERE
SEGNAVANO I LORO LIBRI DI POESIE
CON FOGLIE E PETALI DI MARGHERITE
E PER POCO CHE FOSSE
LA SERA QUALCUNO RIMEDIO’ UN TAMBURO
E LE NOSTRE VOCI RAUCHE
SAPEVANO DI GRANDI DISTANZE
DA BOLOGNA A VERONA
I NOSTRI ZAINI
CONTENEVANO A STENTO LA NOSTRA PAZIENZA
COLAVANO DAGLI OCCHI IMPALLIDITI
I GANCI INSANGUINATI
DA PARTIGIANI SEDICENNI
LA NOSTRA COLLERA
SAPEVA DI COLLINA CHE BRUCIA
LE LUNGHE TEORIE DI CINGOLI
CI ABBRACIAVANO DI LIBERTA’

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO STA PARLANDO
E NOI LO ZITTIAMO SUBITO
C’E’ TROPPO SILENZIO
COME UN PRESAGIO DI COSE INAUDITE
ORA E’ IL MIO TURNO DI GUARDIA
NON TROVO ALTRO CHE LEGGERE
I SOGNI DEI COMPAGNI
TRA LA LUNA E LA MORTE
ECCO CARLA* CHE RIDE
PERCHE’ VEDE LA FACOLTA’ DI LEGGE
PIENA DI BANDIERE ROSSE
E ROSARIO CHE PRENDE UN GELATO
A PIAZZA BARBERINI** ORA I TEDESCHI RIDONO
E FANNO LE FOTO VICINOAI GLADIATORI
RAOUL*** NON RIDE MAI
E CERTO STA SOGNANDO GLI OCCHI
DOLCI DA LUCERTOLA DI SUA MADRE
ARTURO**** DORME AD OCCHI APERTI
PIANGENDO LA MORTE DEL COMPAGNO
COSI’ QUANDO HO FINITO IL TURNO
GLI DICO SOLTANTO:
E’ TUTTA TUA.
ALLUDO, NON ALLA NOTTE,
MA ALLA MEZZA LUNA CHE CI BUTTA UN PO’ DI LUCE NEI CUORI
LUI SI ALZA E SI PULISCE FRETTOLOSAMENTE
LE GIOVANI LACRIME

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento

NELLA TERRA DI CONFINE
QUALCUNO CORRE ANCHE PER ME
NELLA TERRA DI CONFINE
SIAMO TUTTI FRATELLI
PECCATO CHE LE MUNIZIONI
FINISCANO COSI’ PRESTO
MIO FRATELLO HA QUINDICI ANNI
MA S’E’ FATTO CRESCERE LA BARBA
E LE RAGAZZE TRA I 16 E I 18
IL LORO FAZZOLETTO ROSSO E’ SPORCO DI FANGO
LE TEMPESTE DI PIOGGIA
CI PROTEGGONO
DALLE NOSTRE PAURE CONSUETE
LA GENTE HA PAURA
COME SE FOSSIMO DEI CRIMINALI
MA PRESTO CAMBIERA’ TUTTO
OGNI GIORNO SIAMO DI MENO
E OGNI SETTIMANA LE NOSTRE BARBE
SONO PIU’ INCOLTE
QUANDO ARRIVA LA SERA
IL FUOCO CI RISCALDA COME PUO’
NON SEMBRA FARE MOLTO CASO
ALLE NOSTRE MALINCONIE
IL NOSTRO CECCHINO STA SCIOPERANDO
LE DONNE SCRIVONO LETTERE A PADRI ANSIOSI
GLI UOMINI SCRIVONO LETTERE A MADRI SILENTI
SIAMO CRESCIUTI TANTO IN FRETTA
PER LO STUPORE DELLA MORTE
NELLA TERRA DI CONFINE
QUALCUNO MUORE ANCHE PER ME

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:09| 
 |
Rispondi al commento

DEVO FARE PRESTO
MA MUOVERSI DI FRETTA
VUOL DIRE INSOSPETTIRE LE CAROGNE
DOVE VAI BELLA RAGAZZA, DICONO I SUOI OCCHI
MA E’ UN SUONO TROPPO DURO
CHE PREFERISCO NON CAPIRE
MAMMA HA PIANTO TANTO
QUANDO HA SAPUTO CON CHI MI ACCOMPAGNO
SCAMBIA LA PAROLA LIBERTA’ PER LA PAROLA DESTINO
ECCO CHE STO PASSANDO TRA LE ROVINE DELLA VECCHIA SCUOLA
LA STRADA E’ ANCORA LUNGA
LE GIORNATE DIVENTANO SEMPRE PIU’ CALDE
IL PROFUMO DEGLI ARANCI MISCHIATO A QUELLO DEL FUMO
DIETRO LA CASCINA
DICEVANO LE ISTRUZIONI
SE NON AVESSI I CAPELLI COSI’ LUNGHI
LE LETTERE PER LA BRIGATA
IL MIO CUORE CHE SCOPPIA
SEMBRA QUASI CHE PA’ NON SIA MORTO INVANO
LA PAROLA D’ORDINE E’ FULMINE DI PRIMAVERA
FARO’ QUESTO SOGNO
PER PARECCHI DEGLI ANNI A VENIRE

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:09| 
 |
Rispondi al commento

PER POCO CHE VALGA
IL NOSTRO CUORE E’ DISPERSO QUI
TRA QUESTE VALLI ORLATE DI TEMPO
PER POCO CHE VALGA
IL NOSTRO CUORE E’ FINITO QUAGGIU’
A DISCETTARE DI MARXISMO E FUCILI
NON C’E’ GIA’ PIU’ TEMPO
PER SEPPELLIRE I COMPAGNI
SOLTANTO IL VENTO
CHE DICE TUTTO SENZA DIR NIENTE
LA GENTE DEL PAESE CI DICE CHE PRESTO
ARRIVERANNO GLI AMERICANI
NOI MOSTRIAMO LE NOSTRE MANI SPORCHE
E RICARICHIAMO I FUCILI
E’ UN DOLORE DI SERA
PENSANDO AI FRATELLI,
O AL FUTURO?

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento

LA NOSTRA GUERRA FINISCE QUA, SIGNOR CAPITANO
LA NOSTRA GENTE NON CAPIRA’, SIGNOR FEDERALE,
DA DOVE LA GIRI LA GIRI
QUESTA storia QUA E’ DAVVERO FINITA MALE
GLI UCCISORI DELLA LIBERTA’
HANNO LIBERATO LE LORO COSCIENZE
NOI PROSEGUIAMO DIRITTI
A CAPO ALZATO O CHINO MA DIRITTI
LA NOSTRA STRADA IL DOMANI
LA NOSTRA GUERRA FINISCE QUA,SIOR GENERALE
RIMANGA PURE LEI AD UCCIDERE CIVILI ROSSI O BIANCHI
IN QUESTA TERRA DI FANGO DIVENTATA OSPEDALE
LA NOSTRA GUERRA MUORE
LA RESISTENZA PARTIGIANA E’ COMINCIATA!

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI RINTOCCHI DI CAMPANA
NON PROMETTONO NULLA DI BUONO
SEMBRA QUASI CHE LA PIOGGIA DI IERI
NON ABBIA LASCIATE ALTRE TRACCE
CHE I NOSTRI DISCORSI VAGHI E COCCIUTI.
DA QUI QUASI RIUSCIAMO A VEDERLI.
NON POSSIAMO SPARARE.
CI SAREBBE UNA RITORSIONE.
DOBBIAMO RIMANERE AD OSSERVARLI.
A VOLTE PENSO CHE SAREBBE BELLO ESSERE
A CASA AL CALDO.
POI CORREGGO IL PENSIERO:
A CASA AL CALDO, TRA LE BRACCIA DI LULU’ O GIOVANNA,
MA IN UN PAESE SENZA GUERRA.
UNA VOCE TEDESCA.
E NON HO NEMMENO IL TEMPO DI PENSARE
CHE FORSE ORA E’ DAVVERO FINITA.
L’IDEOLOGIA RIMARRA’ come luce nell’aurora.
CHE CI FUCILINO SUBITO, ALLORA.
CI PORTANO GIU’ AL VILLAGGIO.

bob ryder Commentatore certificato 25.04.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori