Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il David a "E' stato morto un ragazzo"


E_stato_morto_un_ragazzo.jpg
Il film "E'stato morto un ragazzo" ha vinto il David di Donatello. Sono felice per la famiglia, felice di aver trasmesso sul blog il documentario in streaming, il primo nella storia di beppegrillo.it., ignorato dai circuiti televisivi nazionali. Finora la Rai non ha trasmesso il film dedicato a Federico Aldrovandi, un giovane di 18 anni, incensurato, che una sera incontrò la polizia, fu massacrato e non tornò più a casa. Spero che lo faccia ora, in prima serata, con le scuse alla famiglia. Altrimenti che cazzo di servizio pubblico è? Voglio ringraziare attraverso il blog tutti coloro che hanno reso possibile il film, dal produttore, al regista, alle persone che sono state intervistate. Non può piovere per sempre. Ciao Federico!

9 Apr 2011, 19:12 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 


Sono felice di questa notizia, ho seguito molto il caso di Federico, dovremmo tutti chiedere alla Rai di trasmettere il film in prima serata.
Un abbraccio forte ai genitori di Federico e un grazie a Beppe.

MONICA MALPIGHI 12.04.11 08:35| 
 |
Rispondi al commento

il tragico è che i poliziotti omicidi sono ancora tra noi e si beccano pure lo stipendio che gli paghiamo.
Quando vedo una divisa della polizia penso che forse l'omicida è proprio quello : per non cacciare a calci in culo due persone assassine sputtanano tutti gli altri che omicidi non sono

sandro damian 11.04.11 06:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

propongo di inviare una mail alla Rai per chiedere di trasmettere il film. Beppe, parti con un invito tramite mail a tutti.
Sarà l'ennesima petizione, ma qualcuno si accorgerà che non tutti gli Italiani possono sopportare questa vergogna.
Avanti Cristo

avanti cristo 10.04.11 21:00| 
 |
Rispondi al commento

è uno stato fascista e questi sono i loro sistemi. appena ci sarà un governo democratico spero che elementi violenti della polizia vengano estirpati e mandati in prigione. non è bene sapere che tra i poliziotti xi siano assassini a sangue freddo pagati con le nostre tasse.... e coperti dai vertici della polizia, vertici che sono fascisti come chi ci governa.

Giovanni A., Proceno Commentatore certificato 10.04.11 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Fede

Cesare 10.04.11 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho scritto una poesia su primo ministro:
la metto qui.

Il tempo di Domani

Il collo di uscita e stato spezzato
La mano di ancora ha creato una impronta
Il livello di bile travasa nel cuore
Il dubbio si esprime tentenna nel foro
Il capo si gira
Il giro si incrocia
La lama si ferma
Il sangue si asciuga
Ci vuole colore
Si cerca sapore
Il grido finisce strozzato nel foro
A quando la storia per capire la fine
A quando una luce per uscire dal foro
Cercate, cerchiamo
La voce si spegne
Il collo si affloscia
Il mito svanisce
La voglia rimane
Il grido ritorna
Distinto
Staccato
Violento
Pulito
Qualcuno l’ascolta
Qualcuno l’esprime
Sfiora la mano l’impronta di allora
L’odore perdura
Il ricordo svanisce
L’orrore cammina
Vergogna rimane
La forza di cambiare
Per non dimenticare
Per non ricominciare
Per quel domani che stenta a venire
Rimane in sospeso
L’attesa del crollo
Il pudore nascosto
Cinismo latino
Sospetto di sempre
Sapienza deserta
Sterile chiesa
Soffio dipinto
Valori sicuri
Lasciati sul collo
Concerto di pelle
Tamburi sonanti
Il rombo ritorna
Il collo si forma
La lama si affila
Il calore del sangue
Si presta di nuovo
Nel collo di sempre
Valori nascosti
Del tempo
Di domani

Parigi, 10/04/11

Riccardo Montanari 10.04.11 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe, sull'onda emotivo letteraria, leggo il libercolo "indignatevi". in coda i trenta articoli della "dichiarazione universale dei diritti dell'uomo". ora, io sono degli anni 60, neanche una generazione dopo la stesura di detti articoli di cui, lo ammetto, conoscevo l'esistenza ma non il contenuto. quando sono nato però, ho scoperto poi studiando la storia, già succedevano cose in netto contrasto con queste dichiarazioni: art.1 "...tutti gli esseri umani nascono liberi..."(vietnam) - art.2 "...senza distinzione di sesso, razza..."(sud africa) - art.3 "ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona"(italia) - art.5 "nessun individuo può essere sottoposto a tortura ...." (teatri di guerre umanitarie, carceri italiane, cie ) - art.21 "...a partecipare al governo del paese..." (italia) - art.22 "...diritto alla sicurezza sociale..." (ancora italia).
e potrei andare avanti ad elencarli tutti ma mi accorgo ora che sono stati scritti con 60 anni di anticipo.
buona fortuna.

alberto chiappi, roma Commentatore certificato 10.04.11 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comprai il dvd dopo aver visto il trailer e il discorso della madre a Cesena durante Woodstock 5 Stelle. Sono molto felice.


a me sembra che l'unico modo per salvarci dai rifiuti sia di ridurli drasticamente e non di manipolarli ... Produzione e distribuzione vanno drasticamente cambiate...

alma gemme 10.04.11 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Filippo Vendemmiati e grazie a Beppe Grillo.
Siete due raggi di sole in mezzo a tanta oscurita'...

Patrizia Monachesi 10.04.11 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Lega nord = rovina dell'italia.

Vuoi distruggere una nazione? ....vota leganord !
Hai bisogno di raccomandazioni nel lavoro sopratutto quello mafioso ....vota leganord !
Vuoi gente scaltra al governo gente dalla mente aperta, piena di cultura medievale? vota leganord.
Non riesci più a scaricare in bagno ? ....vota leganord !

prego astenersi padani mafiosi ottusi babbei ignoranti dal commentare questo post grazie.
Se ancora non riuscite a vedere oltre il vostro naso non mi riguarda è un problema vostro.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.04.11 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono Gino De Pauli Presidente del Comitato C.V.M.di Padova www.rotaiakiller.splinder.com ho avuto da parte di Beppe un GRANDE AIUTO ...e lo ringrazio per questo , ha dato visibilita' a questo nostro problema di Padova ,...poi diventato anche problema di Mestre ...poi dell' Aquila ..e infine chissa' se diventera' anche un problema di Latina , nulla abbiamo contro il Trasporto Pubblico a impatto zero per quanto concerne l' inquinamento dell' aria nelle citta'. anzi supportiamo e sosteniamo tutti i mezzi ecologici ma non possiamo accettare che sia accaduto questo
http://www.youtube.com/watch?v=ORET2Y-9lEo e ancora questo http://www.youtube.com/watch?v=ZuEQspym6Ys e tanto altro . Chiedo al Blog e a tutti i frequentatori di aiutarmi a fare un film sulla tragica fine di Franco Zambon ho KM di video ,..solo 36 su you tube al canale nightman545680 visitateli e aiutatemi ,..fatelo per i genitori ..non tanto per me ...era figlio unico ..e' morto come un cane a 200 metri dalla Basilica del Santo Antonio di Padova ...sotto sotto c' e' uno scandalo ma lo svelero' solo a chi mi garantira' di fare il film ..grazie a tutti Gino De Pauli

Gino De Pauli 09.04.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Non deve piovere sempre.

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 09.04.11 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Surrogati della giustizia: la kermesse mediatica

Il caso Aldrovandi mostra come invece dell’ingiustizia totale, con insabbiamento e impunità assoluta, e invece della giustizia, con ricostruzione fedele dei fatti e giusta punizione, si ricorra a volte a una sofisticata terza via. Il Davide al film di Vendemmiati è un altro anello della kermesse mediatica sul caso Aldrovandi.

Come per altre morti per mano di polizia, la ricostruzione postula entità inedite e vergognosamente inverosimili; qui l’essere montati sulla schiena di Federico, atto in grado di provocare la morte per asfissia, avrebbe ucciso causando, incredibilmente, un ematoma della parete cardiaca, incredibilmente non notato, ma fotografato, all’autopsia.

Per quell’Ecce homo di 18 anni non è stata riconosciuta che una responsabilità minima, per “eccesso colposo”. La pena per i colpevoli sarà comunque nominale. Il dogma di forze di polizia costituzionalmente sane, necessario agli abusi e alle violenze intenzionali di polizia, viene riaffermato. Chi si oppone ai falsi sulla ricostruzione e alla manipolazione ideologica è minacciato come può fare chi può contare sulla connivenza della magistratura.

Gran bel film. Dietro al quale la polizia potrà continuare, sicura dell’impunità, il mestiere, o il secondo lavoro, di togliere vita a soggetti sgraditi, con forme di violenza meno rozze. Non chiamatelo trionfo della giustizia.

La maestria del film, il buono e il bello che espone, contrapposti alla bruttezza del male, fanno le veci di una giustizia che corregga davvero. Qualcosa del genere è avvenuta anche con la Strage di Brescia; una Piedigrotta di celebrazioni, una montagna di produzioni estetiche, impunità per gli esecutori, e collaborazione sottobanco coi mandanti:

http://menici60d15.wordpress.com/2011/04/03/la-sinistra-smagnetizzata/

Francesco Pansera (menici60d15) Commentatore certificato 09.04.11 23:25| 
 |
Rispondi al commento

e stranamente quest'anno niente grancassa televisiva per i david di donatello.
ci sono stati tempi in cui ci scassavano i cosiddetti con la cronaca dell'intera premiazione.
neanche un piccolo trafiletto alla fine di qualche tg?

liliana g., roma Commentatore certificato 09.04.11 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe di esserci stato e di esserci.

Federico da vivo ti ammirava molto, come me del resto, per il tuo modo di essere e di lottare contro le ingiustizie, ma ora penso ti ammiri ancora di più dovunque lui si trovi.
Un grande abbraccio, questa sera e per sempre, sicuramente anche dal cielo.
Lino Aldrovandi, papà di Federico

Lino Aldrovandi 09.04.11 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Federico e un saluto alla famiglia...
E grazie Beppe per averci fatto vedere il film in streaming.

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.04.11 21:38| 
 |
Rispondi al commento

LA LETTERA
L'Aquila, i familiari delle vittime del sisma
"Processo breve nuova tomba sui nostri cari"
"Questa norma priverà della giustizia sia i morti che i vivi. Per noi sarà un nuovo lutto: chiediamo a tutti i parlamentari di riflettere, prima di votare una legge indecente"

http://www.repubblica.it/politica/2011/04/09/news/l_aquila_i_familiari_delle_vittime_del_sisma_processo_breve_nuova_tomba_sui_nostri_cari-14734258/?rss

UN ALTRO DELITTO DI STATO!!

Uno dei tanti 09.04.11 21:15| 
 |
Rispondi al commento

si,è un bel premio . speriamo solo non sia un contentino ma piuttosto una spinta decisiva verso la verità e la giustizia.
Poi penso a Saturno,un ragazzo di 22 anni testimone in un processo contro 9 agenti penitenziari,penso alla sua fine: un suicidio molto sospetto in carcere a Bari e ti viene da dire che questo paese nasconde troppe cose e che LA legge non è uguale per tutti e che i familiari forse non avranno mai giustizia.
Spero di sbagliarmi.

enrico d., milano Commentatore certificato 09.04.11 21:06| 
 |
Rispondi al commento

per questi casi rimango sempre un convinto sostenitore della LEGGE DEL TAGLIONE

davide lak (davlak) Commentatore certificato 09.04.11 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Federico sarà sempre nel mio cuore di mamma.Non lo dimenticherò finchè avrò vita

Gloria Piras 09.04.11 20:46| 
 |
Rispondi al commento

No, non basta un film sia pure lodevole sia pure premiato per rendere giustizia a un essere umano morto ammazzato da parte di coloro i quali sono i tutori dell'ordine: quale ordine tutelerebbero?
A me un paese come il nostro comincia davvero a fare un po' paura: i morti in carcere non si contano, il parlamento è diventato un covo di farabutti al servizio del corruttore, le istituzioni (salvo solo, in parte, Napolitano) sono al servizio dei potenti, l'informazione è oscena e sempre al servizio dello stesso, eppure, salvo qualche manifestazione, non vedo reazioni di peso nella società civile. Tutti contenti di avere il suv, di andare a fare la settimana bianche e le vacanze, di vestirsi come i manichini della Rianscente con abiti firmati, possibilmente con l'etichetta in vista, di seguire trasmissioni ciofeche come l'Isola dei famosi, Forum, il Grande Fratello e rimbambirsi con droghe ed euforizzanti senza più un guizzo di vitalità...

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 09.04.11 20:32| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Grazie a tutti voi per aver reso possibile questo miracolo. In questi mesi spesso per errore mi hanno chiamato Federico, sono convinto che gli abbiamo restituito dignità e forse anche un filo di voce.
Grazie ancora Beppe.
Filippo Vendemmiati

Filippo Vendemmiati 09.04.11 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Almeno, in questo caso,c'è giustizia........
Grazie Federico

ciro c. Commentatore certificato 09.04.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Federico

anib roma Commentatore certificato 09.04.11 19:27| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
UNA VITTORIA PER LA RETE UNA SCONFITTA PER "NONNA RAI",NON ARRENDIAMOCI MAI,BEPPE,AVANTI COSI'!!!!!
ED UN GRAZIE A FEDERICO,IL SUO SACRIFICO E LA SUA MORTE NON NON SARANNO DIMENTICATI,NEANCHE QUI NELLA RETE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.04.11 19:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori