Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il latte e i funghi di Cernobyl


Fukushima_cibi_radioattivi.jpg
Le radiazioni non muoiono mai. Chi mangia latte e verdure contaminate, anche a distanza di decenni, invece muore prima.
"A 25 anni di distanza da Cernobyl, una ricerca condotta in Ucraina rileva alti livelli di contaminazione radioattiva in molti alimenti di base, come latte e funghi. Lo scorso marzo sono stati analizzati 114 campioni di prodotti alimentari nelle aree di Rivnenska Oblast e Zhytomyrska Oblast e, per confronto, in varie località nell’area di Kiev. I campioni sono stati acquistati nei mercati locali oppure dai contadini. In un villaggio della regione di Rivnenska, sono state rilevate concentrazioni di Cesio-137 che nel 93% dei campioni di latte analizzati eccedono di un fattore compreso tra 1.2 e 16.3 volte i livelli previsti per i bambini in Ucraina. Dopo 25 anni, l’attenzione del mondo si è spostata altrove ma la contaminazione non scompare dall’oggi al domani. In Ucraina, 18.000 chilometri quadrati di terreni agricoli sono stati contaminati in seguito a Cernobyl e il 40% dei boschi, pari a una superficie di 35.000 km2, contaminati. A Fukushima, Greenpeace sta verificando circostanze identiche di contaminazione del latte e delle verdure." da Greenpeace, segnalazione di silvanetta* .
Ps: Le "Facce da nucleare" dell'opposizione che si sono assentate alla votazione per l'accorpamento del referendum con le elezioni amministrative sono: Capano, Cimadoro, Ciriello, D'Antona, Farina, Fassino, Fedi, Gozi, Madia, Mastromauro, Porcino, Samperi.
- Scarica il volantino delle "Facce da nucleare" e diffondilo
- Partecipa a "Spegni il nucleare" con il referendum su FB

8 Apr 2011, 18:41 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ciao da qualche mese sono contro il nucleare volevo mettere i pannelli solari nel mio negozio ma costano troppo

roberto palermo 02.05.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Il picco di mortalità conseguente all'incidente nucleare di Chernobyl, sta avendo adesso a distanza di parecchi anni.

Christian P., Bolzano Commentatore certificato 12.04.11 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Io ricordo che alcuni anni fa lessi un articolo su un giornale in cui si parlava di un simposio di scienziati e medici di grande valore che si era tenuto in una località imprecisata 1-2 mesi dopo il disastro di Cernobyl. scienziati e medici presenti al convegno erano in possesso dei dati reali riguardo alla gravità dell'incidente e dell'espansione della nube radioattiva in Europa. dopo ore di discussione tra di loro e dopo avere prefigurato i vari scenari possibili, arrivarono a una conclusione umanime: la radioattività della nube di Cernobyl avrebbe provocato sicuramente migliaia di morti per tumori e leucemie al di fuori della Bielorussia. questi scienziati decisero, in accordo, coi vari governi, di non informare la popolazione europea per non creare panico e per non allarmarla. in quell'articolo che lessi pochi anni fa uno scienziato presente a quella riunione, disse che la nube di Cernobyl aveva provocato ( fino ad allora ) almeno 9000 morti, non contando ovviamente i decessi in Bielorussia. lo scienziato affermò che purtroppo questo dato si discostava di poco dalle loro previsioni del 1987. sono molto preoccupato. se il nocciolo dovesse fondere e il materiale radioattivo incontrasse una falda acquifera e ci fosse un'esplosione catastrofica per il mondo intero, quando ( ammesso che ce lo dicano) lo verremo a sapere? e quando verremo a sapere la reale portata del disastro per la salute degli esseri umani non solo in Giappone, e per gli animali e per le piante investiti dalle radiazioni della centrale di Fukujima? questo disastro di Fukujima è un incubo, dannazione. è un maledetto incubo.

manuel barone 12.04.11 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
volevo segnalare questi 2 video relativi alle reazioni piezonucleari.
Riassunto in parole povere, dei ricercatori italiani hanno scoperto come produrre emissioni di neutroni da alcuni materiali inerti come il ferro sottoponendoli ad ultrasuoni.
La reazione prodotta produce neutroni ma senza emissione di radiazioni alfa, beta e gamma.
Se invece di usare ferro, si "bombarda" del materiale radioattivo, questo comincia a deteriorarsi con una velocità 10.000 volte superiore al normale. In pratica è un ottimo metodo di smaltimento delle scorie radioattive esistenti.
I due video valgono più di mille parole !!

Credo che questo sia il momento di parlarne e pubblicizzarlo a quante più persone possibile. Il futuro pulito è ora !

Documentiamoci !

Parte 1
http://www.youtube.com/watch?v=epQqwQVw-4k&feature=player_embedded
Parte 2
http://www.youtube.com/watch?v=pQl_f51Q-gY&feature=player_embedded

Ulteriori informazioni qui:
http://nuovonucleare.splinder.com/

un saluto
Andrea

andrea torrente 09.04.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che gli americani aspettavano un'oocasione del genere.

antonino franco 09.04.11 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Volete una buona notizia?

Anche la centrale di Onagawa ora sta avendo perdite di materiali radioattivi, a seguito della scossa di assestamento di ieri...

Mah, siamo messi proprio male

saluti elvetici

Fernando Vehanen 09.04.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

è assurda soprattutto la campagna di non notizie nei tg ... del disastro di fukushima ormai ne parlano poco... non hanno detto nulla dell'incidente nucleare di una centrale a pochi km da trieste...
e poi dicono che noi siamo in democrazia...
il nucleare è un energia pericolosissima a differenza di quella solare pulitissima gratis che ha grandissimi margini di miglioramento i prossimi anni.. lo sapete che in un ora di sole c'è tanta energia da coprire il fabbisogno mondiale di un anno? Solo i morti amano il nucleare w la vita w il solare

patry palmas 09.04.11 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiegate che nucleare vogliono fare? In un paese dove tutto diventa emergenza dove bastano quattro rifiuti per innondare una città, e poi come si fa? Al solito si compra una nave in svezia si carica di porcheria e si affonda a largo nello ionio, e poi dicono che il pesce fa bene...oppure si sotterra da qualche parte, per esempio sulla sila, come si faceva in somalia, altro che restor hope. La domanda che più però mi incuriosisce è chi la costruirebbe? una di quelle imprese che falliscono dieci volte, che imbrogliano sui materiali ecc? però poi i costruttori come clausola dovranno vivere con le loro famiglie accanto alla centrale per sempre. C'era una cosa che funzionava ora in sto paese di stronzi, stanno lasciando a casa centinaia di ragazzi e stiamo facendo il solito passo indietro, il nucleare non si deve fare per tante ragioni, non possiamo permetterci di sbagliare ancora, cazzo ma la televisione quelli che sono a favore la vedono? questo a parte una centrale fa scorie che rimarranno radioattive per centinaia e centinaia di anni. A be tanto poi si affonda una nave...facciamo così sono disposto a votare a favore del nucleare a queste condizioni, la centrale si deve costruire in piazza del senato, e le scorie custodite ad arcore a casa dell'amico di gheddafi. ultima condizione tutti quelli che sono a favore devono andare ora in gita in giappone alla centrale esplosa e il pulman deve essere guidato dal sugherino...

uomonero 08.04.11 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Ufficialmente si conoscono sedici radionuclidi:
Kripto-88, Stronzio-89-90-91, Yttrio-91, Zirconio-95, Molibdeno-99, Rutenio-103-106, Tellurio-127-129-131-132, Antimonio-127-129, Iodio-129-131-132-133-135, Cesio-134-136-137, Bario-140, Lantanio-140, Cerio-141-144, Nettunio-239, Plutonio-239, Curio-242.

Questi radioisotopi hanno un tempo di dimezzamento[4] molto diverso.
Per esempio lo Iodio-132 ha un tempo di dimezzamento di sole 2,4 ore, mentre il Plutonio-238 di 87,7 anni, per arrivare al Plutonio-239 che si dimezza in circa 24.100 anni.
In quanto ionizzanti sono tutti estremamente pericolosi per la salute umana, ma quelli che più interessano dal punto di vista salutare sono: Iodio 131, Cesio-137 e Stronzio-90.
Proprio i radioisotopi che vengono liberati da disastri nucleari e da esplosioni atomiche

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 08.04.11 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Certo che di Chernobyl si continua a morire,e si continuerà ancora per moltissimi anni. L'opera di disinformazione allora fu enorme,l'Unione Sovietica cercò di minimizzare e coprire la tragedia. Ai liquidatori erano state promesse dacie e vitalizi,mentre a cose fatte lo stato li pagò con pochi rubli,un attestato in cartoncino rosso e tanti complimenti. Nessuno si curò mai più di loro quando si ammalarono e morirono. Eppure è stato grazie a loro che l'Europa è ancora vivibile.
Adesso Fukushima. Le analogie sono moltissime purtroppo,e ora forse la disinformazione è anche maggiore perchè la verità lede interessi enormi...ma la catastrofe resta,anche se vogliono cancellarla dai nostri cervelli,ed è forse peggiore perchè a Fukushima i reattori sono grossi,tanti e stanno facendo i loro danni in sordina,piano piano,senza far troppo rumore...uccideranno in sordina,senza disturbare. Non si fa rumore quando si muore: così fu a Chernobyl,così sarà a Fukushima.

Enrica F. Commentatore certificato 08.04.11 23:09| 
 |
Rispondi al commento

l' urlo di e. munch

cristina ., como Commentatore certificato 08.04.11 20:41| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
UNA COSA E' CERTA FUKUSHIMA SARA' MOLTO PEGGIO DICHERNOBYL SE NON FARANNO NULLA,MA L'INQUINAMENTO ATOMICO PULTROPPO NON HA LIMITI,ANCHE DI TEMPO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 08.04.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori