Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Licenza per accattonaggio


Omsa_Faenza.jpg
"Avevo una piccola e solida azienda a Todi. Le banche insistevano per avermi cliente, mi facevano offerte "che non si potevano rifiutare", il massimo dell'incoraggiamento a svilupparmi ed a investire. Tutto bene fino a quattro anni fà: qualche (grosso) cliente in difficoltà molto seria (assegni non onorati), "rating" nostro in discesa libera, sospetto delle banche, "Basilea 1, 2 e 3", impegno dei beni personali (di tutti i beni personali, purtroppo, con la convinzione di farcela), anno 2008 sciagurato, fino alla chiusura brutale con la richiesta di rientro IMMEDIATO di TUTTE le linee di credito da parte di tutte le banche. Tentativo (riuscito) di salvare i posti di lavoro con affitto ad un concorrente del ramo positivo dell'azienda, patatrac totale per la mia famiglia e per me, amministratore unico e moglie segretaria. Di questi giorni la richiesta di istanza di fallimento per una piccola somma da parte di un creditore. E' finita! Troppo giovane per la pensione (malgrado somme raguardevoli versati dal 1972 come contributi Inps e tasse), troppo anziano per poter lavorare. Con umorismo macabro ho chiesto al mio comune ufficialmente la licenza per accattonaggio. Mia moglie dice che saremo davvero sul lastrico quando cominceremo a dimagrire, cosa che non ci farà male per niente. E tante altre piccole aziende del Veneto, della Toscana, del Piemonte, miei fornitori, nella stessa situazione mia. Interi comparti di bravura e perizia artigianale stanno scomparendo." Roberto A., Massa Martana

2 Apr 2011, 23:00 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

io penso che il problema vero sia l'euro!.. da quando e entrata in circolo non ha fatto altro che danni.. dovremmo unirci tutti per una campagna nazionale, con lo scopo di liberarci una volta e per sempre di questa maledetta moneta che altro non è che una grande truffa ai danni di tutti gli europei!
dovremmo crearci una moneta tutta nostra estranea alla banca centrale europea..che sia di proprietà dei cittadini non di questa maledetta banca! cosa ne dite, da dove possiamo cominciare?

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 05.04.11 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono un evasore paratotale, da anni. Spendo come cazzo mi pare i soldi che devo allo Stato, corrompendo qualche funzionario qua e là. Pentito? Sì, di non averlo fatto prima. Il bello è che ho convinto altri due amici imprenditori, ormai con l'acqua alla gola, a fare altrettanto e ora tutte volte che mi vedono mi baciano e mi abbracciano. Ho iniziato a mettere i soldi nei paradisi fiscali e trasferito la mia residenza al sud, dove è più facile farla franca. Dopo anni di delusioni politiche, voto finalmente Berlusconi imitandone il modello, comprese le escort che sono meno esose delle amanti. Mi godo la vita alla faccia di questo Paese di merda e dei suoi degni abitanti. Sfrutto il lavoro di tanti clandestini che lavorano per me per un tozzo di pane e gongolo quando vedo arrivare i barconi pieni. Sono uno stronzo? può darsi. Quando mi beccheranno, e prima o poi accadrà, mi lamenterò per l'ingiustizia subita, mi incazzerò per la violazione della privacy, assolderò Paniz e Mavalà per farmi difendere alla grande e fra indulti, processi brevi e menate varie è matematicamente certo che ne uscirò pulito.
W l'ITALIA !(altri 150 anni così).

pippo pansa 05.04.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono un evasore paratotale, da anni ormai. Spendo come cazzo mi pare i soldi che devo allo Stato, corrompendo qualche funzionario qua e là. Pentito? Sì, di non averlo fatto prima. Il bello è che ho convinto altri due amici imprenditori, ormai con l'acqua alla gola, a fare altrettanto e ora tutte volte che mi vedono mi baciano e mi abbracciano. Ho iniziato a mettere i soldi nei paradisi fiscali e trasferito la mia residenza al sud, dove è più facile farla franca. Dopo anni di delusioni politiche, voto finalmente Berlusconi imitandone il modello, comprese le escort che sono meno esose delle amanti. Mi godo la vita alla faccia di questo Paese di merda e dei suoi degni abitanti. Sfrutto il lavoro di tanti clandestini che lavorano per me per un tozzo di pane e gongolo quando vedo arrivare i barconi pieni. Sono uno stronzo? può darsi. Quando mi beccheranno, e prima o poi accadrà, mi lamenterò per l'ingiustizia subita, mi incazzerò per la violazione della privacy, assolderò Paniz e Mavalà per farmi difendere alla grande e fra indulti, processi brevi e menate varie è matematicamente certo che ne uscirò pulito.
W l'ITALIA !(altri 150 anni così).

pippo pansa 05.04.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento

In Umbria, Perugia, è perfettamente uguale.
Banche, Confartigianato, Inps, pizzi, sicari che ti arrivano a casa col SUV e ti portano la letterina di Equitalia con minacce di morte.
Macchina col fermo, non si può vendere, non se la prendono, è ferma lì.
Qui si chiama Massoneria Deviata associata ad altre mafie organizzate.
Resisto solo per vedere il giorno in cui saranno col culo per terra.
Potrei far quadrare il bilancio spacciando droga sotto al portone di casa, come succede nel mio palazzo; i carabinieri sanno...eh!, se lo sanno!
Se lavori onestamente, tasse e eccetera ti fanno a pezzi.
Ma io non mollo.
Ma non sono un italiota.
Sono un italiano.
Che grande giorno sarà quello.
Lorenzo.

Vhivien 3 Schwarz, Bozen Commentatore certificato 03.04.11 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Nelle Marche è uguale, col beneplacido del bunga bunga mentecatto.

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.04.11 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Devi assolutamente lottare, nessuno può mandare per strada un lavoratore onesto rovinando la sua vita, la sua reputazione la sua dignità. Ci sono tante associazioni di avvocati che lottano contro le banche, non bisogna darla vinta.

Fede D. 03.04.11 19:44| 
 |
Rispondi al commento

IL decreto salva Banche è stato solo una truffa
Hanno sempre detto che le banche italiane erano solide e avevano perso poco con la crisi e probabilmente era vero, ma gli hanno dato i soldi lo stesso per poi finanziare le imprese amministrando come garante i prefetti, che di banche non ne sanno nulla. E' stato solo la solita manovra per ungere con i soldi degl' italiani i soliti. Se volevano destinare i soldi salva banche alle imprese, perchè non lo ha fatto direttamente lo stato ? o il banco posta, che è statale, per lo stato ?

Matteo Pietri Commentatore certificato 03.04.11 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma poi l' anno scorso non hanno fatto il decretosalvabanche?????

cristina ., como Commentatore certificato 03.04.11 14:26| 
 |
Rispondi al commento

se tu chiedi la licenza di accattonaggio
qualcun' altro potrebbe chiedere la licenza per far markette :)

cristina ., como Commentatore certificato 03.04.11 14:24| 
 |
Rispondi al commento

la mia ditta andava benino , non avevo grossi problemi e avevo messo da parte qualche soldino per far fronte agli inconvenienti . qualche anno fa la crisi si fa gia' sentire , il mio fatturato scende , il fisco non mi trova dentro gli studi di settore , mi prendono la contabilita' per 2 anni e alla fine mi trovano circa un migliaio di euro di irregolarita' su 3 anni di bilancio. Bene dico io , quanto vi devo? 1000 , 2000 euro? (devo aggiungere che le irregolarita' secondo me non c'erano nemmeno quelle) , no mi rispondono , ci deve 200.000 euro perche' gli studi di settore dicono che lei doveva fatturare molto di piu' . alla fine con fare mafioso mi hanno detto " tra ricorso in commissione , appello e cassazione lei spendera' almeno 40.000 euro , tanto noi non le daremo tregua perche' dobbiamo raggiungere delle cifre che stabilisce il ministero , ci dia 43.000 euro e poi la lasciamo in pace per un bel po di anni". ho dovuto pagare nonostante avessi vinto il ricorso alla commissione perche' gia' quello mi era costato 5000 euro . cosi' alla fine mi hanno caricato anche le sanzioni (su una cifra rubata ed estorta) e gli interessi e il tutto mi e' costato piu' di 60.000 euro . mi sono mangiato i soldi da parte , ho fatto debiti in banca che mi costano interessi passivi all'8% e quest'anno ho fatturato il 40% in meno dell'anno scorso e sono punto a capo. questa e' l'italia e poi pretendono anche che esponga la bandiera e mi senta orgoglioso di questo paese di merda. L'italia per me e' un nemico da cui difendermi , disprezzo questi politici ladri e incapaci . Me ne andro' in un paese piu' serio e qui non ci mettero' piu' piede. sono gia' 6 mesi che ho cominciato tutte le operazioni per andarmene ed entro un anno spero da chiudere tutto. angelo

angelo mora 03.04.11 13:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna per ogni fallimento c'è sempre un curatore!

enzo grandolfo 03.04.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento

questo e' un commento che rispecchia al 100% la realta' italiana delle piccole imprese.
credetemi e' la relata'.la banca ti da i soldi se te sul piatto ce ne metti altrttanti.e badate non proponetegli appartamenti o case e terreni perche' di quelli ne ha gia' da se troppi.ci vuoile solo obbligazioni,cct,in pratica roba buona.quello che volevo dire e' tuttu qui.saluti

marco pasquinelli 03.04.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Meno male che almeno un settore importante come quello del turismo è in salute.Con lo spot pubblicitario del nostro premier siamo tranquilli!!!!!(ridicolo e come al solito pieno di balle come tutte le sue sparate).Quando cominceranno l'Italiani ad aprire gli occhi?????Siamo in discesa libera e noi viviamo sulle nuvole,SVEGLIA!!!!!!!!!

mauro r., lucca Commentatore certificato 03.04.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

ci sono passato anche io con un anno di anticipo: fallimento, 3 mesi con la condizionale per bancarotta documentale perchè le sas non devono avere certi libri contabili per il fisco, ma per il fallimento si: grosso patrimonio societario ,fallimento chiesto da una banca per € 90.000,00; secondo i riconteggi fatti da miei consulenti ero io ad avanzare dei soldi dalla banca, ma il giudice non ha ritenuto opportuno nominare un perito del tribunale (peraltro, a spese dei contendenti e non dello stato). Denunce per usura a 4 banche, un giudice ha chiesto una archiviazione. In una opposizione contro il decreto ingiuntivo di una banca (causa civile), il perito del tribunale (a spese nostre) ha concluso che c'era il reato di usura: successo niente, almeno per ora.

sandro scenna 03.04.11 09:48| 
 |
Rispondi al commento

che siano maledette le banche, politici, faccendieri, portaborse, vaticano, cortigiani e tutti quegli zero di Italioti che gli hanno dato il consenso per derubarci..mortacci loro! Ce un "prodotto" Italia che e' imbattibile, rimpossessiamocene. Il settore enogastronomico. il territorio, la storia, l'artiggianato vero ed unico, l'ospitalita' nelle nostre impareggiabili localita', e tanto altro. Ce' bisogno di gente seria che sappia vendere quello che gia' esiste, investimento guasi zero. Ne possiamo parlare in dettaglio se volete?
Quando si va in questa situazione, le banche non vanno pagate. Come si dice a Roma: ' o tutti in carozza o tutti alla macchia a fare il carbone".
La guerra e guerra: tu non paghi a me io non pago a te. Lo stato ( la comunita') ha preteso tasse esose fregandose delle mie difficolta'..che vada a fare in culo!
Auguri di cuore e interessatevi del sociale. l'Italia e' in uno stato comatoso, ha bisogno di gente seria che riesca a riordinare le forze positive per scacciare il male: appogiate il mov5stelle e magari collaborate candidandovi.
preseverando

mario. bottoni 03.04.11 08:37| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

per la gioia delle banche che ti indirizzano per ulteriori prestiti a tasso più alto a finanziarie a loro collegate dove,se non riesci a rientrare dei soldi trovi qualche solerte burocrate che ti indirizza dall'usuraio di fiducia.Ciclo chiuso!

ezio giuliani 03.04.11 07:31| 
 |
Rispondi al commento

qualche tempo fa sono stato criticato su fb per aver detto che non mi sento italiano.....ma come si fa a sentirsi italiani in una nazione come questa?
Il nostro orgoglio è stato consumato da una classe politica di farabutti, che di tutto hanno fuori che l'amore per il proprio paese...e i fatti lo dimostrano; più passa il tempo e più mi sono simpatici i brigatisti......

CESARE B. Commentatore certificato 03.04.11 02:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflesssione tra padroni e operai e stato.

E' ovvio che gli interessi degli operai (dei dipendenti in generale) sono contrapposti a quell dei padroni.

Il compito dello stato è proprio quello di mediare gli intesessi di entrambi cercando di essere il piu possibile imparziale.

Imparziale anche nei confronti della forza dei sindacati.

Ma in un paese dove un solo sindacato (cgil per esempio) prende tra i suoi iscritti sia i disoccupati che gli operai e pure pensionati cioè gruppi solciali che notoriamente hanno interessi contrapposti è ovvio che il sindacato, anche non volendo, finirà inevitabilmente per fregare qualcuno dei 3.

Un paese dove si fa la SIAE e la si benedice con la legge pur sapendo che autori ed editori hanno interessi contrapposti e che da quest aunione lo prendono sempre nel do gli autori!

meditate gente!

bruno bassi 03.04.11 00:58| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CI HANNO DISTRUTTO IL MONDO DEL LAVORO GRAZIE AGLI ACCORDI DEL WTO,ANZI GRAZIE AL WTO,ALLA PIOVRA WTO, E QUESTI SONO I RISULTATI:FAME,POVERTA' E DISOCCUPAZIONE,ALTRO CHE GLOBALIZZAZIONE.......
ANDIAMO AVANTI COSI' OPPURRE INIZIAMO A CAMBIARE LA MUSICA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 03.04.11 00:10| 
 |
Rispondi al commento

gli esperti di economia in italia (ma anche nel mondo) sono così folli che teorizzano solo follie per favorie la follia di pochi a discapito di tutti.

Ci si salverà solamente se le dirigenze economiche italiane (bocconi e company) saranno sostituire da teologi e filosofi e da artisti ( scuole vaticane e facoltà di filosofia e accademie di arte) cioè gente che mette sempre avanti l'uomo al denaro e non viceversa!

bruno bassi 03.04.11 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quel caso non è ancora la normalità ma ci siamo vicini!

l'unica ditta che va veramente bene è mediaset che ogni anno aumenta i fatturati del 10% e chissapperché!

Ma secondo voi quedi mafiosi di democristiani che teorizzavano quelle stranezze del tipo che nel bar c'erano i liquori nazionali che costavano di meno e quelli esteri che costavano di più (idem le birre) erano proprio degli emeriti coglioni come vogliono farci credere?

Troppo spesso c'è il diavolo di mezzo che ti propone di sostituire un vecchio che va già bene con qualcosa di nuovo che non si dove ti porta.


Secondo me non c'è da fidarsi mai da chi ti propone novità su novità ma bisogna fidarsi solo di coloro che ti propongono dei cambiamenti molto meditati e soprattutto bisogna non fidarsi di quelli che tolgono un qualcosa senza prevedere un sostituto.

Per esempio se decidiamo di togliere le banche o i notai, dobbiamo prima valutare cosa mettere come compensazione perché non è che puoi togliere ad un paziente un ORGANO VITALE perchè è "incancrenito" e ricucire allegramente sperando che tutto vadama glio di prima!

bruno bassi 02.04.11 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Roberto, almeno ti è rimasto l'humor: e non è cosa da poco in queste circostanze.- Ma le Banche, si sà, sono come i diavoli tentatori nel giardino degli Ulivi di Gesù.- Ma l'apice lo raggiungono quando mettono in opera la loro specializzazione:-
All'oca grassa, la rimpizzano di mangime per vedere di farne dell'ottimo patè.- A quella magra gli tolgono anche l'aria e l'acqua.- Ma a tutte e due alla fine gli...tirano il collo.-- Una considerazione: sono talmente stupidi che riescono a farlo quasi con naturalezza.-- E' proprio quello che manca in Italia (capillarmente almeno a carattere di Filiale): delle buone, professionali e lungimiranti "Merchant Bank" - Dove si studiano e si finanziano le idee, i progetti, le capacità manageriali del cliente ed i mercati dei prodotti collegati.--- Ma stiamo in Italia, Paese del Bunga Bunga e di quant'altro.!!

michele p., battipaglia Commentatore certificato 02.04.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio ormai ex datore di lavoro, nonosrante avesse dato in disponibilità due apparramenti ad uso ipoteca del valore complessivo di 500.000 €, 3 banche e 2 finanziarie non gli hanno accettato un prestito di 150.000€ per coprire un buco di 80.000€ e il resto per continuare con l'attività. Risultato? Dal 1 Aprile 2011 sono un nuovo disoccupato.

Annunziato Surace 02.04.11 23:26| 
 |
Rispondi al commento

essere onesti e saper fare bene il proprio lavoro è un demerito nel mondo di Cetto Laqualunque...

manuela bellandi Commentatore certificato 02.04.11 23:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori