Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Napolitano, il diversamente indifferente


napolitano-libia.jpg
Napolitano ha ragione quando dice della Libia: "Non si può restare indifferenti!". E come si potrebbe di fronte allo stravolgimento della Costituzione Italiana che rinnega la guerra? Come si può rimanere indifferenti a un conflitto armato in cui viene trascinata l'Italia senza un mandato dell'ONU che aveva approvato una "No Fly Zone", non bombardamenti su Tripoli? Questa classe politica è abusiva, guerrafondaia, anti democratica, pericolosa. Ieri leccava il culo a Gheddafi e ora lo vuole morto. Per quale motivo? Il petrolio? Le pressioni di Napoleone Sarkozy che detiene 500 miliardi di euro del nostro debito pubblico? Gli Stati Uniti che occupano con le loro basi militari mezza Italia? Per quale ragione gli italiani devono entrare in una guerra voluta solo dai partiti? Fuori i partiti dalle Istituzioni. Fuori la guerra dall'Italia.

26 Apr 2011, 17:54 | Scrivi | Commenti (60) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Abbiamo una classe politica impazzita !!!!!!! Guerra, bombe intelligenti, sono esterefatto e anche molto preoccupato! facciamo qualcosa subito........

Francesco Grosso 30.04.11 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Art 11 della Costituzione: si vede che quando uno legge capisce ciò che vuole, la limitazione di sovranità è per assicurare pace e giustizia e non per bombardare che è l'esatto contrario. Ora, la NO FLY ZONE costituisce un intervento non per la pace ma per difendere una parte in guerra contro Gheddafi, può essere legittima all'inizio, ma poi è quella parte che deve difendersi, la Nato o l'Onu possono solo cercare di evitare le stragi da parte di uno dei contendenti, però ci sono altri popoli arabi che si ribellano e subiscono violenze, perchè l'Onu e la Nato non intervengono anche li per evitare le stragi? Ripeto: l'azione dell'Onu e dela Nato deve essere linitare a EVITARE le stragi e non a bombardare uno dei contendenti. E' qui che Napolitano non c'ha proprio azzeccato.

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.11 20:21| 
 |
Rispondi al commento

noi come tante pecore clonate non faremo assoluyamente niente nemmeno la fatica di vergognarci ............questo siamo forse sempre stati un popolo che permette la pedofilia sfruttando i paesi estremamente poveri , e accetta di essere diretta da delinquenti ( o presunti tali )è un popolo che non può parlare perchè la merda è arrivata anche nei palazzi dei signori quelli ben educati ..... credo sia la fine di un popolo una volta fiero della propria intelligenza e la propria arte ora la svende come Toto un un suo grande film .AHHHHHH per chi non lo sapesse la mafia calabrese si è presa il ponente ligure così se la beccano anche i francesi che non saranno tanto più svegli di noi . Io non sono nessuno ma il buon senso mi dice che le mafie entrano sempre attraverso le istituzioni dalle più piccole si chiama complicità . Napolitano per favore fai quello che avrebbe fatto Pertini forse basterebbe . AUGURI ITALIA Io sono Donatella da e non di Dolceacqua

Donatella Ceccarelli 28.04.11 19:21| 
 |
Rispondi al commento

La costituzione italiana non rinnega la guerra.
Ma ne ripudia il ricorso a scopo di conquista.
La costituzione è molto chiara su questo punto e Grillo la sta volutamente travisando così come siamo quotidianamente abituati da B. e soci. Nella sua frenesia di osteggiarli, si fa a volte prendere la mano e cade nel loro stesso errore. Vi prego tutti di essere obiettivi e farglielo notare prima che scriva lui o qualcuno di voi baggianate alla Presidenza della Repubblica.

ECCO L'ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE IN QUESTIONE

"L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali;"

Questa è la parte che Grillo continua a postarvi, tra l'altro scorrettamente perchè tagliare un articolo della Costituzione a metà è scorretto. In ogni caso qui c'è scritto chiaramente che l'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa, l'invasione come strumento di risoluzione di dispute internazionali, che ne so l'Italia che invade la Croazia per riprendersi l'Istria, ma il caso della Libia non è un caso di disputa internazionale. Prosegue, l'articolo, con la parte che giustifica in pieno quello che l'Italia sta facendo il Libia ma che Grillo si "dimentica" di postarvi:

"consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."

Cioè consente che l'Italia faccia parte di organizzazioni come quelle della NATO e dell'ONU, la quale ha deciso l'attuale corso d'azione in Libia.
Per inciso, questa parte chiarisce anche i dubbi sulla limitata sovranità nazionale causata dalle basi NATO.

Filippo C. 28.04.11 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il vero motivo per cui la Lega non vuole i bombardamenti dell'Italia in Libia?
E' un favore che deve al partito xenofobo di Le Pen con cui la Lega ha stretto un patto elettorale contro Sarkozy.
Altro che ripudio della guerra in nome della Costituzione italiana!

M. Mazzini 28.04.11 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Diversamente demente...

Skynyrd Lynyrd Commentatore certificato 28.04.11 00:12| 
 |
Rispondi al commento

come sempre la prerogativa dello stato italiano negli affari esteri è una sola l'ambiguità...guerrafondai mangiapaneatradimento smidollati mentecatti ingordi mafiosi vomitati dai loro partiti schifosi...sbattiamo fuori dai coglioni qsti vecchiacci con le loro dentiere e le prostate fuori uso!!!!

Stefano G., Vallecorsa(FR) Commentatore certificato 28.04.11 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Siete stati grandi,a Voi e Sara tutta la mia ammirazione e solidarietà.
Siete stati capaci di un'azine efficace senza scadere nella violenza e nel pieno rispetto dei limiti della civile convivenza,la parola d'ordine è rivoluzione,pacifica e rispettosa del diritto,accendiamola.

maria grazia intra, crema Commentatore certificato 27.04.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento

questo post è perfetto nella sua concisione.

mic r. Commentatore certificato 27.04.11 22:04| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo gente in cassa integrazione da pagare e vogliamo sprecare soldi a buttare missili e a bombardare, ma io vi dico che questo modo di pensare era di un secolo fa'.
Se poi volete far cessare gli sbarchi ospitate a spese del governo i dittatori in esilio in Sicilia , Lampedusa compresa cosi' cesseranno anche le guerre.

albatros 27.04.11 21:42| 
 |
Rispondi al commento

beppe organizza una email di protesta all'indirizzo della presidenza della repubblica

gianni p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.04.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALCUNO HA MAI PENSATO DI RICHIEDERE "L'ANNESSIONE ALLA GERMANIA"???
IO CI CREDO. SONO L'UNICO???
FACCIAMO UN REFERENDUM???
IL PROBLEMA E' SE LORO SIANO D'ACCORDO...PROVARE NON NUOCE, NO?!

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.04.11 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

,,infatti chi avrebbe il tuo coraggio fra tanti bellavitosi con le spalle sicuro?

alma gemme 27.04.11 15:16| 
 |
Rispondi al commento

nonostante l'embargo,la saras vende carburante alla libia,fonte l'unione sarda,la nuova sardegna.

gigi boi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.04.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Gerorge Orwell Napolitano, maestro di Neolingua e revisore degli slogan del SOCING (1984).

Skynyrd Lynyrd Commentatore certificato 27.04.11 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Che Giorgio Napolitano fosse uno dei peggiori presidenti della repubblica di sempre era chiaro, che inneggiasse al Nuovo Ordine Moniale si era visto e sentito in più di una sua esternazione pubblica ancora oggi reperibile sul Web, che trafficasse nei meeting a "porte chiuse" dell'Aspen Institute Italia, presieduto da Tremonti e diretta emanazione dell' Aspen Institute americano voluto e fondato da David Rockefeller per "indirizzare" le politiche degli stati sovrani al di fuori delle loro istituzioni democratiche era pure noto, dei suoi legami con la massoneria si discute da tempo, che stimasse poco o nulla l'intelligenza dei cittadini della repubblica di cui è malauguratamente l'indegno massimo rapresentante e garante(viene da ridere alla luce delle sue ultime esternazioni)era ovvio dal tenore dei suoi sermoni, in cui traspariva chiarissima l'idea di rivolgersi ad una massa di idioti embedded completamente rimbecilliti e disinformati dal rumore di fondo e dalle falsità dei media mainstream, che mentisse in maniera sfrontata offendendo l'intelligenza dei suoi interlocutori, in particolare il popolo italiano, era ancora più chiaro, come quando esternò sull'articolo 7 della carta delle Nazioni Unite affermando che in esso si potevano autorizzare azioni armate a danno di stati stranieri mentre tale azione è consentita solo ed unicamente nei casi in cui uno stato sia una minaccia per la comunità internazionale.
Ma che si fosse pure trasformato improvvisamente in un personaggio di George Orwell ancora non s'era visto.
Cosa dire infatti riguardo ad una affermazione del genere?
"Bombardare la Libia è la naturale evoluzione dell'impegno umanitario dell'Italia in quel paese" è un ossimoro che un bambino di due anni riconoscerebbe immediatamente affermando "il re (o meglio il presidente) è nudo!".
Non ricorda il celebre slogan di 1984?
"La guerra è pace, La libertà è schiavitù e L'ignoranza è forza."

Skynyrd Lynyrd Commentatore certificato 27.04.11 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E questo quaquaraquà di un comico fallito dovrebbe essere quello che cambia e salva le sorti dell'Italia. Uno che scrve una cosa così di quello che ha detto Napolitano o è un populista mistificatore o è uno che soffre di analfabetismo di ritorno o meglio ancora è tutte e due le cose insieme con una spruzzata di paraculismo.

emilio r. Commentatore certificato 27.04.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento

FALSO! La risoluzione dell'ONU non si limita ad autorizzare una NO FLY ZONE. In primo luogo autorizza gli Stati membri dell'ONU a "prendere tutte le misure necessarie per proteggere i civili" (paragrafo 4 della Ris. UNSC 1973). Abbiamo assistito nel passato a fin troppi massacri alle porte di casa nostra e se fossimo restati con le mani in mano, sareste forse stati tra i primi a lanciarvi a gridare allo "scandalo" dopo il massacro di Bengasi (che gli attacchi a Tripoli hanno aiutato ad evitare, perché mettere il comando KO accorcia i tempi e riduce le perdite tra l'esercito libico).

Ernesto Colombani 27.04.11 14:04| 
 |
Rispondi al commento

E' la prima (e forse l'ultima) volta che mi ritrovo ad essere d'accordo col senatur bossi. Ma stavolta l'hanno veramente fatta grossa. Anche il "bello addormentato" napolitano s'è desto , e per cosa ? per dire CAZZATE ! proprio lui che sarebbe uno dei garanti della costituzione.
questa .....................
FRA(ttini)
NA(politano)
di politici sono proprio una
S(ilvio)
BER(lusconi)
LA(russa)
a questa povera Italia ......

Enrico Paita, Ovada Commentatore certificato 27.04.11 13:27| 
 |
Rispondi al commento

In una paese dove la raccolta firme per il referendum viene ignorata, dove i referendum già indetti vengono cancellati, dove si và contro i principi della propria costituzione... che mi vogliono venire a dire che ancora c'è la Repubblica??? E' una Dittatura!
Ribellarsi ormai non è sintomo di intelligenza, è semplicemente un dovere.

David C., Pistoia Commentatore certificato 27.04.11 12:36| 
 |
Rispondi al commento

sinceramente ci son rimasto male.
Napolitano se la poteva risparmiare questa.
questa guerra in libia probabilmente non si sarebbe mai fatta senza l'appoggio logistico delle basi italiane, indispensabili per il rifornimento.
è vero gheddafi è un dittatore è vero ha bombardato la sua gente, ma siamo sicuri che siano tutti contro di lui?le tribù a est lo appoggiano.non ha forse ragione la russia a dire che era un problema interno?
e poi chia stiamo appoggiando? chi sono questi ribelli? non che dietro c'è alqaida ben contenta di avere un avamposto così vicino all'occidente e avere il papa a due passi?
La stupidità con cui ci si è imbarcati in questa guerra ha dell'incredibile, ma pensano veramente di risolverla. andrà avanti mesi forse anni e come saddam ha dimostrato non si concluderà con l'eliminazione di gheddafi

gabriele 27.04.11 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Test di intelligenza per le bombe.

antonio d., carrara Commentatore certificato 27.04.11 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Perche',

Perche',

Perche',

napolitano, da buon idiota ,non si ritira?

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 27.04.11 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Può darsi che la decisione di intervenire sia stata davvero inevitabile, come dicono, ma sicuramente Napolitano poteva essere un po' meno frettoloso nel benedire con tanta facilità questa "guerra" (chiamiamo le cose con il loro nome)..poteva perlomeno esigere un passaggio parlamentare e pretendere che si spiegasse meglio al Paese il motivo di questo cambio di marcia. Francamente non si capisce il perchè di tanta fretta e di tanta disinvolta sicurezza nell'imbarcarsi in un'avventura dai contorni poco chiari e quindi assai rischiosa per il Paese.

Miki Pigna 27.04.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Saranno i Tornado IDS, gli AMX e gli AV-8B Plus gli aerei che l'Italia potrebbe mettere a disposizione per i bombardamenti mirati sulla Libia, secondo quanto ha annunciato il premier Silvio Berlusconi. Ecco quali sono le caratteristiche di questi velivoli

http://tv.repubblica.it/mondo/anche-l-italia-bombardera-in-libia-gli-aerei/67017?video


anib roma Commentatore certificato 27.04.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento

quelli che oggi decidono di bombardare sono gli stessi che fino a ieri hanno deciso di distruggere preventivamente.
Stavolta i missili saranno precisi e colpiranno solamente obiettivi militari (non come le altre GUERRE che si stanno combattendo in giro!)
questa, infatti, sarà la prima guerra buona dei buoni contro i cattivi!
vi ricordate? le altre volte non ci hanno mica detto che sarebbe stata una guerra LAMPO/GIUSTA/INDOLORE/ecc.
(e quanti di noi, glielo lasciano dire?)

Giuliano R. Commentatore certificato 27.04.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Già...Non si può restare indifferenti.
E allora che aspettano ad andare la i "nostri rappresentanti"?

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.04.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Il Sig. Presidente della repubblica è frutto di intese politiche . Lui non si aspettava di sedere li un giorno . Un post comunista ma non ex . E' cresciuto e si è bevuta la formazione del vero comunismo burocratico. Ha persino scoperto una stele commemorativa di S. Dubchek l'uomo del socialismo dal volto umano . Poi Praga ,Budapest ecc. E' L'itlia maggioritaria dei trasformisti e dei volta gabbana. Dei salta sui carri dei vincitori. Sig. Presidente faccia una cortesia firmi tutto e taccia . Non la ricorderemo per quel ha detto la riconosceremo per quel che è stato.

bibo bibo 27.04.11 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano, mi meraviglio di Lei, alle volte sembra bello sveglio e attento a ciò che dice, alle volte dice cose davvero sensate ma nell'80% dei casi sento da quella bocca solo stronzate! Fanculo al rispetto per il presidente perché io non mi sento rispettato ed anzi, prima di me qui non si rispetta la COSTITUZIONE!!!! Madonna quanto sono incazzato!!!

Luigi Di Pasquale 27.04.11 06:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, qualche commento sul decreto che consente ai distributorindi carburante di erogare meno benzina senza sanzioni? Ma non c'era un parlamentare della provincia di Caserta al ministero dello sviluppo economico che essendo impegnato nel settore avrebbe potuto difendere i suoi client?

Marcello martinez 27.04.11 05:54| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non deve entrare in guerra perche' perderemmo .
Perderemmo un altro pezzo di Etica .
Diverremmo anche assassini e colonialisti , e si creerebbe subito una propaganda sui media e nei portafogli per diffondere questi valori .
Invece abbiamo un bisogno disperato di darci delle regole civili .
napolitano e' destituito . Uno che dice una cosa cosi' non mi rappresenta per niente , anzi , lo considero un delinquente e ne voglio l'imprigionamento .
L'articolo 11...puo' essere considerato un pegno da pagare alla sconfitta nella seconda guerra mondiale , ma anche una premessa ad una societa' sensata . Io opto per la seconda versione .
Il motivo per lo stupro alla Libya , pare che sia il suo buon governo . Che disturba i padroni nostri . Che fa gola ai nostri banchieri e ministri bancarottieri .Si e' radunato un branco di lupi affamati e hanno coinvolto anche questi delinquenti che sostengono di rappresentarci .
Ma la cosa che spaventa piu' me , e' il fatto che siamo parte di un meccanismo cannibale , che distrugge il poco che produciamo di buono .
Ammazzare e derubare i Libici , ci rende i cattivi da odiare di domani . Non siamo attrezzati per gestire questo odio .
Ci condanna automaticamente ad essere stuprati qualora riuscissimo un domani a divenire giusti o ricchi .
Quindi , prima di tutto importa stabilire se la legge e' la rapina o se invece lo e' il buon governo .
I politici da soli prenderebbero la decisione sbagliata . Occorre far sentire anche un'altra voce oltre alla loro . Immediatamente .

Marco Schanzer 27.04.11 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Pagliacci senza senso che non risolveranno mai niente per il bene del paese.

Alberto S., Fiumicino (Roma) Commentatore certificato 26.04.11 23:15| 
 |
Rispondi al commento

EH, li abbiamo voluti gli Americani? mo' ce li teniamo. sono loro i padroni, da circa 60 anni.

redo. m 26.04.11 23:15| 
 |
Rispondi al commento

A CHI SI DOVRA' BACIARE L'ANELLO, ORA?
MO'SO CAZZI!

redo. m 26.04.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano chi? Il primo firmatario italiano del Trattato di Lisbona?
La nostra PIETRA TOMBALE?
Sì, è lui :)
Grazie Presidente!

Roberto Vian 26.04.11 22:56| 
 |
Rispondi al commento

probabilmente napolitano è talmente vecchio e saggio che non riesce più a comprendre quanto scritto sulla carta costituzionale.

bruno bassi 26.04.11 22:33| 
 |
Rispondi al commento

ALLARME DITTATURA IN ITALIA, E' ORA DI AGIRE

Magdalene Torrance Commentatore certificato 26.04.11 21:29| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

ancora con sta storia??
Beppe allora nn ci sei............
lo dice la parola stessa:" bombardamento"noi nn stiamo lanciando bombe quindi nn stiamo bombardando.
ahh scusa.....lanciamo missili?
ehh beh fino a quando non verrà coniato un nuovo neologismo ( tipo ....missilando) ufficialmente l'italia nn sta intrapendendo nessuna azione militare.
L'ha detto anche in nostro ministro della guerra( opsss della difesa)che nn è elegante usare la parola bombardare............se lo dice lui possiamo stare tranquilli.......
o no??!!

il becchino 26.04.11 20:45| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA RIPUDIA LA GUERRA.....

Ma chi difende la Costituzione se neanche il primo custode la difende? Ma in che razza di democrazia ci siamo ficcati?

DITTATURA DITTATURA DITTATURA

Tutti fuori dalle BALLE, bisogna riprenderci la nostra NAZIONE!!!!!

Alberto A. Commentatore certificato 26.04.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, sono commosso dal vostro entusiasmo in merito ai bombardamenti degli aerei italiani: senz' altro saprete che "l' Arma Azzurra" ha incominciato proprio in Libia a bombardare, tanti anni fa.......
L' assassino torna sempre sul luogo del delitto.

guido dalla germania 26.04.11 19:57| 
 |
Rispondi al commento

si possono fare fuori solo con una croce nella cabina,non ci sono altri modi.Qui non siamo in Tunisia

mariuccia rollo 26.04.11 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Cosa pretendete da gad lerner un povero buffone televisivo, e parliamo del meno peggio pensate con gli altri come siamo messi.

Avessimo in veneto gente come Mattia Calise al posto degli attuali leghisti fessi o di quelli che si presentarono a favore del movimento 5 stelle, io uno come Mattia Calise lo voterei domani mattina gli altri no.
Grande Mattia continua così se decidi di cambiare residenza e venire dalle mie parti sei il benvenuto.
Purtroppo anche i giovani del movimento di grillo in veneto sono vecchi, vecchi, vecchi, tremendamente vecchi ecco perchè il veneto sarà l'ultima regione affossata dalla lega a svegliarsi dal coma.

http://www.youtube.com/watch?v=IwoDSXq93Qo


Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.11 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Art. 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.


Partecipa quindi alle orgtanizzazioni che mirano a determinare la pace e la giustizia limitando la propria sovranità.

L'Italia come componente ONU e NATO è chiamata ad intervenire secondo i fini citati.

CMq sia la domanda è possibile rivolgerala a se stessi: se qualcuno vi aggredisce, chi vi circonda avendone la possibilità, deve intervenire o no?

Voi definite certi ministri invisi e sicuramente corrotti assassini, ma così facendo per la stessa indifferenza ed insensibilità che caratterizza questio individui, dimenticate che ci sono popoli sudditi degli stessi TIRANNI A CUI VOI TENTATEDI OPPORVI...
Se voi pensate che i tiranni possano essere sconfitti con le cazzate ridondanti di versi avete compreso male la storia.

Assolutizzare la PAce è da fanatici ignoranti, o da ipocriti che la usano per avversare i propri nemici, perchè pace senza giustizia = DISPOSTISMO.

I GIUSTI LOTTANO, gli ignavi non fanno un cazzo, i fanatici fanno danni.

I fanatici, gli invasati ideologizzati non saranno mai credibili e daranno GIUSTIFICAZIONE AI CORROTTI AL POTERE che li prenderanno come pretesto per serbare il potere.

Voi fanatici siete la giustificazione principale addotta dai corrotti per conservare i propri iniqui privilegi.

Il diritto di difesa della propria dignità, della propria innoccenza e della vita altrui prende il nome di SOVRANITà POPOLARE e attua con l'USO LEGITTIMO DELLA FORZA, che si contrappone alla VIOLENZA DEL PREPOTENTE.

Il falso buonismo giustifica e tutela i despoti perpetuandone l'egemonia.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 26.04.11 19:23| 
 |
Rispondi al commento

L'art. 11 della costituzione no dice che l?Italia rinnega la guerra...

inoltre indtendere la pace come modo per evitare interventi necessari ad evitare stragi è tipico dei fanatici fondamentalisti che antepongono ed assolutizzano una regola alla vita di persone innocenti.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 26.04.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Non ho dubbi e alla prima occasione glielo griderò in faccia a Berlusconi,a Ignazio La Russa e a Frattini : ASSASSINI !
In altre epoche sareste processati per crimini contro l'umanità , per genocidio. La russa sei un assassino!

Guido 26.04.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se i nostro governanti fossero dei "mariuoli" intelligenti, sarebbero anche sopportabili. Il guaio è che sono dei "fessi" mai visti. Purtroppo gli abbiamo dato il potere di portarci dritti al disastro.

Pietro G., La Spezia Commentatore certificato 26.04.11 18:42| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
O "NAPO" NAPOLITANO CAMBIA DIREZIONE ED ANDIAMO FUORI DALLA GUERRA IN LIBIA OPPURE RESTIAMO SPACCIATI CON QUESTI (VECCHIETTI,INCAPACI ED INCOMPETENTI)
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 26.04.11 18:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori