Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Re Mida e i rifiuti


ReMida_Calderara.jpg
Re Mida oggi trasforma i materiali di scato in giocattoli e oggetti di design. Non ci credete? Andate a Calderara di Reno.
"Ci sono progetti virtuosi che devono essere conosciuti da tutti. A Calderara di Reno delle ragazze hanno creato un luogo dove è possibile riutilizzare scarti industriali per attività ludiche per i bambini o per creare oggetti d'arredo e ornamentali per la casa o l'ufficio, creatività e impegno vanno daccordo con eco sostenibilità dell'ambiente, un modo semplice e divertente di ridare vita ai rifiuti." Nik il Nero

8 Apr 2011, 22:34 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Raccolta Rifiuti Solidi Urbani
Metodo
“Sacchetti omologati”


Ritengo a mio modesto parere (sono un Ingegnere) che sia un metodo molto
semplice da attuare e incredibilmente efficace nella raccolta e smaltimento
dei
rifiuti solidi urbani, anzi sono grato se qualcuno ha la briga di
evidenziarmi
gli aspetti negativi o di inapplicabilità del metodo, così mi chiarisco i
motivi del perché non viene applicato.

Andiamo ad analizzare in modo molto sintetico il metodo, (se ciò che
leggerete
vi incuriosisce vi prego di contattarmi all'indirizzo sotto riportato per un
confronto o una più completa analisi):

Elementi indispensabili per l'applicazione del metodo:
1) Eliminazione della tassa sui rifiuti;
2) Delibera Comunale che vieta la raccolta in sacchetti diversi da quelli
omologati;
3) Delibera Comunale che individua i prezzi dei sacchetti omologati;
4) Realizzazione di sacchetti e contenitori in diversi colori omologati
(cioè
con stampato un simbolo difficilmente riproducibile ed eventualmente un
codice
a barre)
5) Distribuzione e vendita dei sacchetti e contenitori nei negozi
(alimentari,
tabaccai, edicole, sedi comunali, ecc.)
6) Raccolta porta a porta.

Quindi l'Amministrazione Comunale vieta che i R.S.U. siano raccolti in
sacchetti diversi da quelli omologati (Cioè autenticati), realizza e mette
in
vendita sacchetti e contenitori di diverso colore, a secondo del rifiuto che
conterranno, come ad esempio :
sacchetto bianco per la carta;
sacchetto nero per il cartone;
sacchetto grigio per i metalli;
sacchetto verde per l'umido;
sacchetto arancione per la plastica;
sacchetto marrone per legno;
sacchetto rosso per l'indifferenziato.
l'Amministrazione Comunale stabilisce il prezzo dei sacchetti in funzione
delle spese sostenute per la realizzazione e distribuzione dei sacchetti e
sopratutto dei costi di smaltimento o riciclo del rifiuto contenuto in essi,
e
al fine di scoraggiare la raccolta indifferenziata fisserà il prezzo del
sacchetto rosso (indifferenziato) il doppio del

Piero Siracusano 31.05.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Bene, mandiamo tutti gli scarti industriali a Calderara! Ma se in Italia, o in gran parte di essa, non abbiamo ancora imparato a fare la raccolta differenziata!! E poi, Re Mida non è una novità: ove si separano i rifiuti, il riciclabile è già destinato a imprese che riutilizzano gli scarti per fabbricare altri oggetti di uso comune!!

Volatile pn 10.04.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Moltissimi materiali consegnati a ReMida vengono dati ai nidi e alle Scuole dell'Infanzia e i nostri bimbi si divertono un mondo!!

Non perdetevi l'evento annuale del "ReMida day":
Quest'anno il 22 maggio a Reggio Emilia.

Trovate tutte le info al link che ho messo prima!

Francesca S., Reggio Emilia Commentatore certificato 10.04.11 09:45| 
 |
Rispondi al commento

il centro di riciclaggio creativo

REMIDA nasce il 2 dicembre 1996, ed è un progetto culturale portatore di un messaggio ecologico, etico, estetico, educativo ed economico e si fa promotore della cultura del riuso creativo dei materiali di recupero. Nel Centro si raccolgono, si espongono e si offrono gratuitamente - per progetti culturali e didattici - prodotti imperfetti, materiali alternativi e di recupero, ricavati dalle rimanenze e dagli avanzi della produzione industriale, per reinventarne l’uso e il significato.
REMIDA invita a indagare e sperimentare la materia di scarto per darle nuova vita, nuovo valore, nuove letture: contrappone alla cultura usa e getta la cultura dell’usa e riusa. Il Centro propone e promuove l’idea un “world in progress”, un mondo in cambiamento centrato sul dialogo tra cultura della sostenibilità e creatività. Il concetto di sostenibilità rappresenta contemporaneamente un’idea, un modo di produrre, un’opportunità che possiamo cogliere per ripensare, rivedere e progettare le azioni che danno forma al futuro.
Il centro sostiene un’attività di distribuzione gratuita di materiali, raccolti in una rete di 170 aziende, a scuole, associazioni, enti sociali e culturali che operano sul territorio delle province di Reggio Emilia, Parma, e Piacenza.
Sono diverse le attività e iniziative che REMIDA organizza, tra cui anche workshop e corsi di formazione, seminari, mostre, convegni e il progetto“Salvato da Remida”, che ha l'obiettivo di regalare una seconda vita ai libri destinati al macero attraverso lo scambio gratuito.

REMIDA è un progetto della Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia e di Iren Emilia, la multiutility che opera sulle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. La sua gestione è affidata alla Associazione Amici di Reggio Children che si avvale del contributo di numerosi volontari.

http://zerosei.comune.re.it/italiano/remida.htm

Francesca Sassi 10.04.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Credo che Calderara sia pronta per la Transizione!

massimo canzini, bologna Commentatore certificato 09.04.11 22:23| 
 |
Rispondi al commento

re mida c'è anche a Biella fondazione pistoletto
è un bellissimo progetto bravi bravi bravi........

Adelmo Canepa 09.04.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Ah ah ah, bellissimo video...
http://youtu.be/ZZJX5hfRHVA

Lucia Merendi 09.04.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
OTTIME QUEST IDEE PER RICICLARE E RICREARE DAI RIFIUTI,AVANTI COSI'
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.04.11 17:31| 
 |
Rispondi al commento

che bello vedere come la creatività può essere in grado di far nascere oggetti nuovi da scarti...ci vorrebbero luoghi simili in tutte le città,l'iniziativa è veramente bella!!complimenti!!

Denise ., Milano Commentatore certificato 09.04.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento

riuso e riutillizzo sono il mio pane quotidiano, mi piacerebbe curiosare fra e mostrare i, risultati raggiunti.

riccardo lodi 09.04.11 13:15| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio vero... la creatività umana non ha limiti.
Complimenti a tutti.
W il MoVimento 5 Stelle di Bologna.

Francesco Leandri 09.04.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissime queste ragazze anche per l'insegnamento importante che danno ai banbini...

Ciao a tutte e a Nik ;-)))

anib roma Commentatore certificato 09.04.11 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima iniziativa..... e quando è il caso bisogna dare merito a chi e organizza.

G Muccio, Bologna Commentatore certificato 09.04.11 01:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori