Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Sindrome cinese


Fukushima_acqua_radioattiva.jpg
Il tentativo di chiudere la crepa del reattore 2 di Fukushima è fallito. La Tepco sta sversando nell'Oceano Pacifico migliaia di tonnellate di acqua radioattiva. La situazione è fuori controllo e la catastrofe non è più solo giapponese, ma mondiale. Se il nocciolo del reattore (o più noccioli di più reattori?) penetrerà nel terreno si potrà verificare la cosiddetta "sindrome cinese" con un'esplosione al contatto con le falde acquifere sottostanti e l'emissione nell'aria di sostanze radioattive che potranno contaminare gran parte del pianeta. I media riportano le notizie della possibile catastrofe senza dargli alcun risalto. Per sapere della fine del pianeta Terra dovremo stampare un giornale su Marte.
"Fukushima, iodio radioattivo in mare 7,5 milioni di volte superiore alla norma. Il cesio-137, invece, è di 1,1 milioni di volte superiore ai limiti consentiti." silvanetta* .
Ps: Le "Facce da nucleare" dell'opposizione che si sono assentate alla votazione per l'accorpamento del referendum con le elezioni amministrative sono: Capano, Cimadoro, Ciriello, D'Antona, Farina, Fassino, Fedi, Gozi, Madia, Mastromauro, Porcino, Samperi.
- Scarica il volantino delle "Facce da nucleare" e diffondilo
- Partecipa a "Spegni il nucleare" con il referendum su FB

5 Apr 2011, 19:36 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.youtube.com/watch?v=Nxh_U0CYLe4

antonello c., pescara Commentatore certificato 29.10.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Domanda: le hanno già inventate tute in cemento armato, con snodi e aperture (richiudibili) nei punti giusti, antinucleari, antinfluenzali, antidroga e antica...te? Si? Dove si vendono? Vado subito a comprarne una!!

Volatile pn 07.04.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque ogni nostra piccola azione è determinante per causare quello che sta succedendo, ovviamente non che siamo colpevoli, ma con il nostro agire ne siamo indirettamente con causa. Come il semplice fatto che usando il telefonino, si è causa del prolificare di antenne o del inquinamento globale nel smaltire vecchi o rotti telefonini, non che significhi che non lo si deve usare, perchè capisco che per molti è utile. Questo è solo un esempio lo si può applicare su ogni cosa che usiamo normalmente. Io non rinnego il nostro modo di vivere, a me piace, e solo che noi tutti possiamo causare un epocale cambiamento nelle coscienze di tutti, il come non lo so, ma quello che ci distingue dai folli è che ne abbiamo preso atto del problema, che ed è il primo passo che ci permette di risolverlo.

Roberto S 07.04.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento

AMEN!
Forse questa è la volta buona che il pianeta a la natiura si libera definitivamente dell'aborto di figlio che ha generato. Peccato solo (ed é un peccato mortale) che nel baratro si trascinerà dietro le migliaia di specie animali e piante cha hanno avuto la sfortuna di essere nostri contemporanei.
Tuttavia, tempo uno o due milioni di anni (bazzecole per il pianeta) di noi, delle nostre ridicole, sedicenti opere d'intelligenza e della merda radioattiva che abbiamo defecato non ne resterà traccia e tutto sarà più bello di prima.
AMEN!!

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 07.04.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi permetto!
Ho letto che stiamo distruggendo il pianeta.
Maddechè io non sto distruggendo proprio niente.
Non ho votato per questo governo. Non ho costruito nessuna centrale nucleare.
Non mi venite a dire che solo perchè vivo devo essere complice. E non mi dite che posso fare qualcosa per impedire il nucleare in italia. Voterò contro ma non sono io che decido.
Non possiedo raffinerie o fabbriche, non riverso rifiuti tossici nei fiumi o nei mari, non scarico petrolio dalle navi.

Vivo nella società e cerco di comportarmi al meglio. Ma non mi dite che siamo tutti complici di questi luridi senza scrupoli.

Alex garden 07.04.11 06:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se muore berlusconi travaglio rimane disoccupato?

domenico c., palmi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.04.11 06:31| 
 |
Rispondi al commento

paolo barnard un altra canpana di come viene gestito il mondo, l'economia e le nostre vite

domenico c., palmi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.04.11 06:30| 
 |
Rispondi al commento

provate a cercare sul web il+grande crimine

domenico c., palmi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.04.11 06:28| 
 |
Rispondi al commento

Vi rendete conto siamo veramente nella melma e non ci rendiamo conto, il mondo sta per finire a rotoli e il governo pensa ancora al nucleare, sono degli inresponsabili.

Andriuzzu Mitkragen 07.04.11 01:45| 
 |
Rispondi al commento

WAU che bello ci siamo fottuti il pianeta terra, ma chi se nefrega c'è marte. Perchè sembra che gli illuminati americani stiano di gia mettendo le mani avanti proponendo biglieti di sola andata per Marte adgventur opereitor, be noi abbiamo il sarcofago goud di papi B per rinascere nel dopo olocausto, e il popolino bue, che fà, muore e basta come cernobil tokio nelle fabriche dei capitalisti, o di necessita ecc...

Roberto S 06.04.11 20:31| 
 |
Rispondi al commento

sta scoppiando tutto.
stiamo distruggendo tutto.
del resto, la maggior parte degli esseri umani vive sfruttando gli altri, anche nel piccolo.... si violentano bambini, si ammazzano animali senza pieta', li nutriamo per gonfiarli, seminiamo e riseminiamo di continuo sullo stesso pezzo di terra,ci scanniamo come bestie sui posti di lavoro, facciamo i bulli in auto, sorpassi, precedenze mancate, corse sfrenate,molte donne vengono infibulate.... i governi ultra corrotti e masse di popoli sonnecchianti davanti alla tv e senza coscienza di se'....come possono cambiare il mondo.....

manca l' autocoscienza a 'sto mondo....
dove vogliamo andare....
ormai non c'è piu' speranza....
forse è meglio che ci estinguiamo....

cristina ., como Commentatore certificato 06.04.11 17:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

....questo succedeva il 14/03/2011....e ora a che punto siamo?


http://www.youtube.com/watch?v=M8KwemH6L5c&feature=related

....che le nazioni tutte facciano qualcosa prima che sia troppo tardi...prima che sia l'ultima volta che scriviamo in questo blog....prima che sia l'ultima volta che guardiamo negli occhi i nostri figli...prima che sia l'ultima...cazzo!!!!

Nuke 'em All 06.04.11 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Unidici milioni e mezzo di acqua radioattiva in un sol colpo. Almeno un Ohibò!, un Perbacco! me lo sarei aspettato dalla FAO. Abbiamo appena scoperto del Vortice del Pacifico Settentrionale che intrappola i rifiuti, da palline di polistirolo fino a container. L'Oceano Pacifico, va bè che è grande o lo credevo immenso, ma quanto potrà sopportare tutto questo? E noi?
Il Giappone è "solo" il sesto paese al mondo nella pesca. Cina e Perù da soli pescano il 28% del pesce in commercio. Se alla lista aggiungiamo Stati Uniti, Indonesia e Cile, arriviamo al 47%. Dove andranno a pescare questi qua? La pesca è un mercato, e chi se ne frega direte, ma in alcuni di questi paesi è anche il primo alimento della dieta. Ci attende un problema alimentare per circa mezzo miliardo di persone?

Fabio Treviso 06.04.11 17:44| 
 |
Rispondi al commento

speriamo che ci estinguiamo presto!! non senza soffrire per tutto quello che abbiamo fatto alla terra. Le parole di un astronauta italiano che commentava la sua emozione nell'osservare la terra...sola, sospesa nel nulla della solitudine dell'universo, mi hanno colpito profondamente. Stiamo distruggendo una creatura irripetibile. Non possiamo nemmeno vergognarci non possedendo una dignità.
Siamo esseri inferiori al più involuto degli esseri viventi.
Resta l'amarezza della mia misera condizione di impotenza davanti a tutto questo scempio.
A.

Antonio M. Commentatore certificato 06.04.11 16:33| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo...

Ho letto un'agenzia che riportava che la TEPCO indennizzer`per 8300 Dollari (o Euro, non ricordo) tutti gli sfollati entro i 20 Km.

MA VI RENDETE CONTO?

Vi vengono a dire che non potete più vivere nella vostra casa, che non potete più coltivare il vostro terreno e che questo sarà probabilmente PER SEMPRE (anche solo 30 anni per una persona è quasi tutta la vita) e quelli vi danno 8300 Dollari ???

Ripeto 8300 Dollari.

AVETE CAPITO ??? 8300 !!!

E qualcuno vuole ancora una centrale, non dico dietro al cortile di casa propria, ma nella propria regione o solamente nella propria provincia?

saluti elvetici (un po' depressi)

Fernando Vehanen 06.04.11 16:31| 
 |
Rispondi al commento

La situazione è drammatica.

Il reattore 1 è almeno ancora in parte critico (cioè sta avvenedo ancora fissione) probabilmente perché in alcune sua parti (ormai fuse) non c'è abbastanza materiale di controllo (Boro o Cadmio). Sono stati registrati 13 flash di neutroni e la dimostrazione finale di quanto sto dicendo è data dal fatto che hanno misurato quantità esorbitanti di cloro 38 (isotopo altamente radioattivo che ha un'emivita di 38 minuti e che quindi in due settimane sarebbe già dovuto essere sparito. Il cloro 38 deriva dal bombardamento coi neutroni del cloro 37 contenuto nel sale marino. Quindi il nocciolo è fuso, il vessel è rotto e l'acqua marina è a diretto contatto con le barre di combustibile.

Probabilmente a causa di questo fatto (flash di neutroni) gli operatori non possono intervenire e stanno rimandando le coperture dei reattori; un flash di neutroni è infatti solitamente LETALE per chi lo assorbe!

Poi la salute del reattore 2 e soprattutto del 3 si può solo immaginare che non sia molto migliore. Non ho notizie di fissioni localizzate, ma c'è da fidarsi, soprattutto per il 3 che ha combustibile NOX al plutonio e che quindi è già di suo un reattore più instabile?

La verità è che lo sversamento in mare è una tragedia per l'ecosistema e probabilmente per l'interca catena alimentare. Iniziate a dimenticarvi di mangiare pesce selvatico pescato, e questo per i prossimi 2000 anni almeno; addio surgelati.

saluti elvetici

Fernando Vehanen 06.04.11 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cazzata sulla sindrome cinese e esplosioni sotterranee...
Riporto dallo stesso link su Wikipedia dato in questo articolo

"Come però si è osservato nell'incidente di Three Mile Island e nel disastro di Chernobyl, il nocciolo fuso non perforò affatto il pavimento degli edifici, non raggiunse la falda acquifera sotterranea e non esplose: addirittura, nel caso di Three Mile Island, il combustibile fuso si raccolse sul fondo del recipiente a pressione. Le evoluzioni dei due incidenti risultarono molto differenti rispetto a quanto "previsto" dal film ed ebbero conseguenze per l'esterno molto differenti per la presenza, o l'assenza, di strutture di contenimento adatte."

Per carita' questo e' un disastro terribile, di cui non sappiamo ancora l'entita'. Ma rimaniamo oggettivi e informati per favore, niente inutili e infondati allarmismi

Marc Sarzi, Oxford Commentatore certificato 06.04.11 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho provato a scrivere direttamente alla IAEA per chiedere quali fossero i piani per contenere le perdite radioattive e se una ipotesi di sarcofago alla Chernobyl fosse l'unica praticabile. Mi hanno risposto confermando implicitamente quello che tutti sospettiamo. NON CI SONO PIANI A BREVE TERMINE PER IL CONTENIMENTO DELLE PERDITE RADIOATTIVE. L'unica priorita' per i tecnici e' il raffreddamento dei reattori, per cercare di evitare un rilascio di radioattivita' nell'ambiente ancora maggiore. Quindi dovremo convivere con il continuo rilascio di radioattivita' per molto tempo ancora. Mi aspetto che il primo passo delle autorita' giapponesi sara' quello di ridefinire il livello di radioattivita' legalmente ammissibile (che verra' certamente aumentato per evitare di sfollare il Giappone). In Europa prepariamoci a pagare le inevitabili conseguenze sotto forma di un significativo aumento dell'incidenza statistica di tutte le forme tumorali, delle malattie della tiroide, degli aborti e delle malformazioni. Ufficialmente non si parlera' mai di patologie riconducibili al disastro di Fukushima, siamo purtropo strapieni di (per me ributtanti) 'minimizzatori' specializzati in supercazzole nucleari.
Dobbiamo assolutamente raggiungere il quorum nel referendum contro il nucleare.

Luca ., Roma Commentatore certificato 06.04.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Come mai non ne parlano? E se ne parlano ne fanno solo un accenno...Noi vogliamo sapere e se non fosse perchè ho il pc, non avrei la minima informazione. Cazzo! Ora basta, cosa credono, che non informare o informare in maniera scorretta quando si va a votare ci sia una speranza per quei rotti in lo che ci stanno governando da troppo tempo? Se fosse per me un sacco di politici e non solo di destra, se ne dovrebbero andare a casa e solo chi merita può sperare di diventare ONOREVOLE, altrimenti a casa, come succede a noi: non studi? BOCCIATO! Non hai fatto la produzione? Sei assenteista? Hai rubato? Non ti sei comportato bene sul posto di lavoro? LICENZIATO! E ovviamente senza pensione o stipendio! Già...ma nelle favole ci credevo qualche secolo fa!

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 06.04.11 13:14| 
 |
Rispondi al commento

...La home page della stessa testata "La Repubblica" non ripo rta più alcuna notizia riguardo il Giappone... Nulla nemmeno nella sottoctegoria "Ambiente"...

Patrizio B., Trieste Commentatore certificato 06.04.11 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Una volta Einstein disse (più o meno): se l'uomo combatterà la terza guerra mondiale la quarta sarà combattuta con clave e pietre.......

Ora é vero che i popoli hanno bisogno di energia ma, se per averla, la razza umana si deve "autodistruggere" questo é illogico............

L'uomo deve trovare la soluzione energetica in altre risorse (es. rinnovabili) e che, anche se oggi queste od altre simili possono essere ancora ai primordi, la tecnologia futura potrà sicuramente trovare delle soluzioni pratiche ma, perché ciò avvenga, occorre la volontà di investire in questi settori e non nel nucleare.

Renato M. Commentatore certificato 06.04.11 12:52| 
 |
Rispondi al commento

veramente la falla l'han tappata.

i livelli di radioattivita' elevati (tra l'altro notare che citano "volte" , io vorrei sapere un valore assoluto e non relativo...) sono relativi alla sola zona nella vicinanza della centrale, che comunque viene dispersa gia' a qualche distanza dalla riva per via della diluizione.

il rischio di perforazione del terreno e contaminazione delle falde acquifere e' minimo, vista proprio la struttura del reattore in questione, tra vessel e core catcher.

fino ad ora stanno uscendo solo prodotti volatili, che tendono a disperdersi si ma comunque con un tempo di dimezzamento nell'arco di MASSIMO un mese.

il plutonio che han trovato per terra a dosi minime era relativo a test nucleari condotti in passato.

il problema c'e', lo si sta affrontando ma non si dovrebbe fare catastrofismo.
affiancarsi a gente che parla di apocalissi, maya e vendette del fantasma formaggino non fa bene all'immagine del moVimento.

ci sono diversi blog scientifici che trattano di fukushima con un occhio REALE, anche la storia dei sensori insabbiati... sempre i soliti complottisti.

*ah, prima che mi accusiate di essere pagato dalla IAEA, sono contrario alla costruzione del nucleare italiano principalmente per un discorso di costi.

marco bonfa 06.04.11 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://daily.wired.it/news/ambiente/correnti-oceani-satellite.html

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.04.11 11:13| 
 |
Rispondi al commento

http://www.google.it/imgres?imgurl=http://spazioinwind.libero.it/delta_e/ferdos/correnti%2520oceaniche.gif&imgrefurl=http://spazioinwind.libero.it/delta_e/ferdos.htm&h=335&w=619&sz=15&tbnid=GIqjoKSTwfvfQM:&tbnh=74&tbnw=136&prev=/search%3Fq%3DCorrenti%2Boceaniche%26tbm%3Disch%26tbo%3Du&zoom=1&q=Correnti+oceaniche&usg=__Bf9_gQ3GVC1nA5jJeCvTIrL5Z3E=&sa=X&ei=Hi6cTdP8Ioi74QbH4rXpBg&ved=0CBwQ9QEwAA

http://spazioinwind.libero.it/delta_e/ferdos/globo_acqua.jpg

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.04.11 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Corrente Kuroshio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


La Corrente di Kuroshio in (Giapponese 黒潮) è la seconda corrente oceanica più grande al mondo, dopo la Corrente Circumpolare Antartica. Inizia nel Oceano pacifico occidentale a largo delle coste di Taiwan e si muove in direzione nord-est verso il Giappone, dove si unisce alla corrente del Pacifico settentrionale. È il corrispettivo della Corrente del Golfo per l'Oceano Atlantico, trasporta acqua calda tropicale verso le regioni polari del nord. Questa corrente è chiamata anche Black Stream, la traduzione in inglese di kuroshio, nome dovuto all'intenso blu delle sue acque.

I suoi omologhi sono a nord Corrente del Pacifico Settentrionale, ad est la Corrente della California ed a sud la Corrente nord equatoriale.


Un'alta concentrazione di uranio passa ogni anno attraverso questa corrente (circa 5,2 milioni di tonnellate)[1]. ???????????????


Le acque calde della corrente Kuroshio rendono possibile la vita alla barriera corallina del Giappone, la più settentrionale delle barriere coralline del mondo. Il ramo della corrente nel Mar del Giappone è chiamato Corrente Tsushima ed aiuta l'industria ittica Giapponese


http://it.wikipedia.org/wiki/Corrente_Kuroshio

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.04.11 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Fondamentali per la biodiversità marina sono le correnti oceaniche, che bagnano le coste giapponesi con acque la cui temperatura varia tra i -1 e i 30 °C, permettendo al Giappone di fregiarsi di due record mondiali. Le acque calde portate dalla possente Corrente Kuroshio consentono ai coralli di prosperare molto più a nord di quanto accada nel resto del mondo. E grazie alle acque fredde della Corrente orientale di Sakhalin, la Penisola Shiretoko è l’avamposto più meridionale dei ghiacci marini invernali.

Queste correnti non influenzano solo la temperatura, ma trasportano con sé, per grandi distanze, le creature marine. Tutta la costa vulcanica del Giappone è punteggiata di piccole insenature, spiega Robert van Woesik del Florida Institute of Technology: lagune che, come accade in tutte le isole circondate dai reef, «agiscono come guantoni da baseball, catturando larve di corallo e di pesce». Questi ecosistemi, come gran parte degli oceani del mondo, sono in pericolo: per avere più suolo su cui costruire, i giapponesi stanno interrando le lagune. Così, le larve di coralli, pesci e crostacei vengono trascinate lontano senza trovare dove insediarsi.

http://www.nationalgeographic.it/dal-giornale/2010/11/26/news/giappone_i_tre_volti_del_mare-143303/

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.04.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento

..ma perchè stamattyina sono ancora sveglia...
ma perchè non sono passata ad altra vita... ma parchè è sempre la stessa storia di voracità oltre ogni limite... ma perchè tanti uomini,non sono più uomini, ma nemmeno bestie... ma perchè hanno perso il lume della ragione... ma perchè Berto predica nel deserto... ma perchè tanto cinismo, voracità, volgarità, volontà di distruggere e distruggersi... ma perchè chi ha provocato tutto questo non urla e li frena... ma perchè, perchè i nostri figli devono vendersi o morire... Quante domande senza risposte da chi dovrebbe darle...

alma gemme 06.04.11 06:46| 
 |
Rispondi al commento

Così, dureremo meno dei dinosauri.
Ma forse abbiamo più paura della vita che della morte...

Roberto Vian 06.04.11 04:01| 
 |
Rispondi al commento

Vero, Fukushima non fa più notizia: p. es. il Corriere della Sera di sabato ne faceva un articoletto a pagina 20.
Però, ecco, la sindrome cinese mi pare proprio una gran cazzata. Se volete parlare di queste cose, documentatevi/ci. Abbiamo bisogno di informazioni, dati, statistiche. Perché Beppe non consulta qualche esperto? Giusto per fare il punto della situazione. Sono convinto che tra i fisici e gli ingegneri nucleari se ne trova qualcuno che non ha interesse a nascondere la verità. Del resto a questo punto la cosa è diventata sin troppo seria. Mentre la sindrome cinese, per ora, si è vista solo al cinema.

Claudio Genoria, Belluno Commentatore certificato 06.04.11 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei sapere attraverso le correnti marine dove finisce l'acqua di mare contaminata del giappone.. sapete..per evitare di acquistare pesce proveniente da zone interessate non necessariamente giapponesi. Tipo il pesce surgelato..

Nicola 06.04.11 02:37| 
 |
Rispondi al commento

"La fine del mondo, e della conseguente fine dell'umanità, si avvicina
sempre di più: la cosa più triste è che la causa di tutto questo siamo noi
e nessuno o quasi, comunque troppo pochi, sembra fermarsi a riflettere
davanti a tutto quello che sta accadendo. La situazione è davvero grave, ma
veramente più grave di quanto si pensa. C'è veramente da mettersi le mani
nei capelli ed io comincio davvero ad avere paura. Se almeno ci fosse un
allineamento generale di tutti i governi che prendessero delle vere ed
IMMEDIATE soluzioni a riguardo potremmo avere ancora qualche speranza di
farcela ma purtroppo siamo in mano ai Berlusconi, Sarkozy, e non solo
ovviamente (anche al governo svizzero che sul suo suolo ha ben 3 centrali
atomiche vetuste in funzione) a cui non frega proprio niente di, ALMENO
QUESTA VOLTA, cessare con questa pazzia del nucleare. BASTAAAAAA!!!! Cosa
possiamo fare per fermare tutto questo? Sono sconcertato, deluso, triste ed
in pensiero per il mio futuro prossimo....molto vicino! Che futuro di merda
che ci si prospetta e non so che fare....per fortuna ci sei tu Beppe! "

Giuliano De Campo, Lausanne Commentatore certificato 06.04.11 02:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.geekpolice.net/

gagliardo giuseppe 06.04.11 01:16| 
 |
Rispondi al commento

2 minuti ? circa in fondo al TG1 DELLE ORE 20:00

ormai non fa + notizia.....

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.04.11 01:03| 
 |
Rispondi al commento

piccola lezione di propaganda spicciola.

Ogni parola ha un significto che può essere positivo o negatvo.

se per esempio diciamo "la merda puzza" e modifichiamo questa parola in "la cacca puzza" pare che tutto puzza di meno perchè nell'immaginario collettivo la parola "cacca" è associata alla merda dei neonati perciò siccome il neonato è di per se una cosa bella, allora diventa meno puzzolente dire cacca che merda.

se poi sistituiamo alla parola merda il sinonimo cacca (puzza di meno) e abbiungiamo anche un suffisso che ptorebbe essere per esempio "dolcissima" allora vedete che "la dolcissima cacca puzza" ha un puzzo un po meno puzzolente.

Se poi attribuiamo a questa merda la provenienza da parte di un soggetto nororiamente benevolo vedrete che puzzerà ancora di meno.......

"la dolcissima cacca dei gattini puzza"

Ovviamente la merda del gatto puzza anche se esce dal culetto di un gattino piccol e rimane merda anche se la chiami cacca, ma nella mente degli stolti tutto questo mistificare le parole funziona benissimo.

Meditate su quento vi ho detto perchè tutto ciò viene applicato giornalmente per far apparire bella o innoqua la cosa piu brutta del mondo cioè il nucleare.

Il " nuovo nucleare pulito e tecnologicamente all'avanguardia" è uno dei tanti modi di prensentare il nucleare come pultito quando pulito non è e tecnologicamente avanzato e nuovo fa pensare a qualcosa che ha meno difetti del vecchio.

é usatissimo anche per i saponi quando vi dicono che è "Nuovo" e invece di nuova c'è solo la confezione!

bruno bassi 05.04.11 23:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Vaffanculo....e dire che quando parlavo del nucleare ancora prima del disastro del Giappone sentivo dirmi "nucleare sicuro, nucleare pulito, nessun problema, rischi ridotti, ci sono più rischi in una centrale idroelettrica, guardate il Vajont......"

ora sapete qual è la mia risposta a questi nuclearisti:

BRAVI!

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Poi dicono di non fare scelte emotive,questi sono pazzi furiosi.LIBERIAMOCENE!!!!!!

mauro r., lucca Commentatore certificato 05.04.11 21:47| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
ALTRO CHE CHERNOBYL,HO FANNO QUALCOSA O SIAMO DAVVERO ROVINATI PER SEMPRE........
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 05.04.11 21:40| 
 |
Rispondi al commento

E poi parlano di stress test per verificare la sicurezza delle centrali europee.
E se qualcosa non va? lo scopramo morendo?
Ma a Chernobyl non si era trattato di uno stress-test?
Non so voi ma io comincio ad avere davvero paura

elena m. Commentatore certificato 05.04.11 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Maya hanno sbagliato data, la fine del mondo è anticipata di un anno.
Probabilmente la causa non è l'allineamento dei pianeti con la via lattea, o l'arrivo degli alieni cattivi.
La colpa della fine dell'umanità è da imputare soltanto a noi stessi, troppo stupidi, troppo presi dai nostri piccoli inutili bisogni quotidiani per renderci conto che ci stavamo tirando la zappa sui piedi.
Come degli asini abbiamo inseguito per anni la carota attaccata al bastone, e adesso che abbiamo scoperto il trucco stiamo come babbei ad aspettare l'ultimo istante, l'ondata (radiattiva) che ci eliminerà tutti.

La cosa che mi fa incazzare è che quei bastardi che hanno organizzato tutto adesso se la ridono nei loro bei rifugi superattrezzati.
La cosa che mi deprime è che il nuovo mondo
sarà tale e quale a questo.

Troppo pessimista? I fatti parlano purtroppo...

Beppe metti in risalto ancora le notizie sulle centrali di FUKUSHIMA perfavore!
Qui nessuno ci dice niente.
Grazie.

Stefano B..., FI Commentatore certificato 05.04.11 21:32| 
 |
Rispondi al commento

ma il popolo giapponese è un grande popolo che tutti dobbiamo prendere per esempio di intelligenza economica?

ma vaffanculo te giappone e il tuo 2 o 3 posto nelle wconomia mondiale!

Madre natura non ha pietà degli stupidi e come dice la legge fondamentale della stupidità di Cipolla revisionata da Bruno Bassi (me) e applicata ai popoli anziché agli individui:

"Una popolo stupido è un popolo che causa danno ad altri popoli senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per se o addirittura subendo una pardita."

"le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo dei polopi stupidi. In particolare i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiai momento e luogo ed in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con popoli stupidi si dimostra infallibilmente un costosissismo errore."

"Un popolo stupido e di tipo di popolo più pericoloso che esista e il popolo stupido e addirittura più pericoloso di un popolo sangunario e criminale."

A voi le inevitabili cosidarazioni!

E' poi voglio dire a quei furboni (si fa per dire) che si comprano le macchine giapponesi nuove di pacca di stare attenti alle radiazioni che gli si seccno le palle e poi non trombano più!

bruno bassi 05.04.11 20:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.vernacoliere.com/edicola/locandina.gif

RBendo 05.04.11 20:01| 
 |
Rispondi al commento

c'è un aggiornamento...

http://www3.nhk.or.jp/daily/english/05_38.html

il "monitor" è una figura professionale addetta alla misurazione delle radiazioni...

il tizio dice:
gli operatori a FUKUSHIMA sono esposti a un livello di radiazioni NON MISURABILE.
i livelli di radiazione sono talmente alti che i DISPOSITIVI DI RILEVAMENTO SONO STATI MESSI FUORI USO.

rendiamoci conto....

davide lak (davlak) Commentatore certificato 05.04.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori