Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Diavoli al volante, angeli al creatore


automobili_velocita.jpg
"Ogni lunedì si impenna il triste bollettino delle morti stradali. Oggi spiccano tre vittime, ventenni, nel napoletano. La causa, specie tra i più giovani, è l'alta velocità. Eppure una nota casa automobilistica sta diffondendo sul mezzo televisivo lo spot di un suo modello, mirato proprio al target di compratori giovanile, basato tutto sulla guida con destrezza ad alta velocità. Testimonial un pilota di Formula Uno ed a poco vale la scena finale dell'auto che sfreccia in pista. Considerando che l'azienda costruttrice riceve benefici pubblici, in termini di incentivi alla produzione e cassa integrazione, non è possibile che lo Stato, lo stesso Stato che lancia costose campagne per la guida sicura, intervenga perlomeno nella condivisione dei contenuti pubblicitari?". Marco L.

21 Mag 2011, 12:57 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Vecchia cazzata qualunquista e ignorante quella della velocità come unica ragione o cmq principale degli incidenti, soprattutto quelli del sabato sera.

E' il non saper guidare in realtà da parte di molti, neopatentati o meno, unito però al fondamentale apporto di alcool o addirittura stupefacenti assunti dai "giovani" (per fortuna non tutti, ci sono anche altre intere e grandissime "categorie" di giovani che si comportano in tutt'altro modo, sanno divertirsi senza sballarsi etc., sia che vadano in disco e ancor di più se frequentano tutt'altri posti nel weekend).

Fai stare chiuse tutte le disco e simili per un weekend per prova, e vedrai se non cala di botto il numero di morti sulle strade.

Che poi qualsiasi pubblicità di auto sia in teoria illegale perché citando le prestazioni viene ovviamente sempre detta anche la velocità massima che è sempre maggiore del limite massimo stabilito per legge in autostrada, pur non dicendo chiaramente che uno deve andare per forza oltre quel limite e per questo credo non possono essere contestate realmente, o cmq puntino tutte sulle prestazioni è un altro discorso. Ma il solo far vedere uno che guida bene o con "destrezza" come dici tu, e a velocità più o meno brillante (e, se evidentemente in pista come dici, potrebbe anche essere mostrato il contachilometri che segna cifre oltre i limiti, perché non si è sulla strada pubblica, e anche persone qualsiasi possono andare a girare con la loro auto in quelle che noleggiano a tempo il circuito) non significa nulla, non c'è nulla di male, anzi, ripeto che il problema è ben altro di solito, ma come anche a tutti i Tg quando citano le "stragi del sabato sera" si parla sempre e solo di velocità perché citare i veri motivi suddetti è in entrambi i casi contro gli interessi di gente e lobbies molto potenti, cioè costruttori di auto (e tutto quello che gira intorno, benzina etc.) e proprietari di discoteche.

Alessio C. 27.05.11 01:25| 
 |
Rispondi al commento

il lunedi in seconda serata va in onda un telefilm, dove c'è uno uomo che fa il sindaco,ma e anche un bos malavitoso! allora lui da bos:vende,compra,e rivende:ragazze,droga,animali in via d'estinzione ecc. e da sindaco della città:procura unita mobili di soccorso,fa campagne pubblicitarie contro la droga,il furto,la prostituzione.. ecc.. mi sembra che si rifaccia molto alla realtà!
*******
cmq io ho la patente da 6 mesi.. e ancora non ho perso un punto guido da manuale.. e sono riuscito a patentarmi senza ricorrere alla mazzetta semplicemente studiando! ma so che molti specie a napoli, (ma non solo) ricorrono a delle strane macchiette sottobanco perchè si scocciano di seguire i corsi,e non vogliono essere bocciati "per orgoglio".. cmq un giro d'affari per la motorizzazione civile,scuole guida,e istruttori.. abbastanza gonfiato! penso che si! le auto sono fatte male.. ma e fatto male anche chi le guida,e le fa guidare!

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 27.05.11 00:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a mio avviso sarebbe da dare la possibilità di scelta, vuoi la macchina ultraveloce 50.000 euro, la stessa macchina, stessa carrozzeria, stesso allestimento con motore piu' economico, ottimizzato per i bassi regimi e magari ibrida 15.000 euro. la gente sceglierebbe in conseguenza a mio avviso, non è il problema del mezzo in se, è l'utilizzo che ne viene fatto ad essere errato. io abito in provincia di una metropoli,10 chilometri in tutto mi separano dai mezzi della città, pullman che mi possano riportare a casa terminano alle 20, se perdo quello non posso piu' rientrare con i mezzi, se volessi restare in città per vedere amici o andare al cinema, devo mettere in conto di dormire a casa di qualcuno, ora, secondo voi posso stare senza auto ?

Gabriele vaga 25.05.11 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Qui non sono d'accordo; innanzi tutto la % maggiore di morti non é né in statale né in autostrada ma in città; e non é nemmeno vero che la velocità sia la prima causa di incidenti e quindi di mortalità.
Spesso é più pericoloso un disattento a 50 all'ora che uno molto attento e capace a 200!! in Germania hanno meno morti di noi, malgrado l'assenza dei limiti in autostrada, perché comunque i tedeschi mettono la freccia, guardano negli specchietti .. ed é cosi che si evitano gli incidenti. Le nostre autostrade sono il far-west, perché si cambia corsia senza guardare se arriva qualcuno, perché si sta nella corsia centrale con quella a destra vuota ... tanti comportamenti irresponsabili, idioti, che creano involontariamente pericolo.
Bisogna insegnare ai giovani a guidare, i rischi, le cose veramente importanti; ci sono ancora scuole guida che fanno sedere male gli allievi, in posizioni pericolose ... gli insegnano cose non utili ed invece non gli insegnano il controllo della vettura in situazione di emergenza; quindi patente e corso di guida sicura OBBLIGATORI! allo stesso rpezzo, tanto costa poco di più farlo. Allora caleranno i morti, allora saranno meno importanti i discorsi triti e ritriti sui limiti ... sui petrolieri ... sui consumi ... sulle luci accese (che sono importanti!!) .. perché ci saranno veramente tanti morti in meno.
io ho un auto potente, ci vado normale in strada, magari allegro .. ci vado forte in psita; MAI ho rischiato un incidente per colpa mia, sempre e comunque comprotamenti sbagliati di gente incapace, di gente distratta (e magari ubriaca o drogata). Condanna di omicidio involontario in quei casi .. vedi come la gente sta attenta poi!!

dado b., nizza Commentatore certificato 24.05.11 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Forse ricordo male ma credo che sia stata esplicitamente vietata la pubblicità di autovetture basata sulle prestazioni di velocità e potenza. Qualcuno conferma?

Gianni D'Elia 23.05.11 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma tutte le volte che muore qualcuno in macchina si da sempre la colpa a qualcun altro... è colpa del governo che controlla..della polizia che non ce mai quando serve... degli spot... delle macchine che vanno forte... delle strade sconnesse... eccc.
Ma chi guida?? Abbiamo avuto tutti 20 anni daccordo... ma ogni ventenne ha la testa per capire che se va a 180 Km/h in strada se fa un errore e capita un imprevisto puo morire. Pensate che se facessero solo spot per le auto dove guidano vecchiette ai 30 all' ora la gente adrebbe tutta piano?? E se le macchine andassero al massimo ai 150 all ora cosa cambierebbe... si muore anche piu piano...
Ma se questi ragazzi che vanno a velocita folli invece di schiantarsi fossero andati a colpire una macchina con una famiglia con bambini... adesso ci sarebbe un post sempre contro gli spot?? o contro quei ragazzi?? Bisogna decidere... non si puo a seconda di chi muore dare la colpa a chi guida o agli spot televisivi...

daniele l., modena Commentatore certificato 23.05.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono giorni che commento l'amoralità di questa pubblicità da parte dell'azienda e da parte del "grande" campione e da giorni mi tiro appresso gli improbi dei miei interlocutori che mi tacciano di essere una perbenista fuori tempo.

Aurora florio 23.05.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento

in america alcuni giudici ..e fece scalpore la notizia (qui in italia inproponibile)
di aver condannati alcuni giovani dal piede troppo pesante ad visionare filmati ..reali sui incidenti stradali
e se qualcuno di chI legge questo post ha lavorato sia al pronto soccorso oppure in sala di rianimazione SA DI QUANTO ERANO CRUDI
QUEI FILMATI

ALTRI INVECE FURONO CONDANNATI A VIVERLI DIRETTAMENTE COME VOLONTARIO DEL PRONTO SOCCORSO

IN QUESTI CASI LA REALTA
SUPERA LA FINZIONE CINEMATOGRAFICA DEL PEGGIOR HORROR
in italia quel giudice sarebbe gia stato considerato un necrofilo
un terrorista con gusti horror

GIA PERCHE IN ITALIA SI DEVE DIFENDERE PRIMA GLI INTERESSI DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE

- INCIDENTI UGUALE MENO VENDITE DI AUTOMOBILI

SI DEVE DIFENDERE GLI INTERESSI DEI PETROLIERI

- VELOCITA UGUALE + RISPARMIO DI BENZINA

+LUCI ACCESE + CONDIZIONATORI +AUTORADIO ++++
uguale + benzina consumata
TUTTA ROBA PER FAR CONSUMARE DI + BENZINA
ma la sicurezza che lo spot recita dov e


stefano b., rovato Commentatore certificato 22.05.11 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo come le banche,i potenti,i MORTI della politica,i petrolieri e quant'altro,anche le case automobilistiche,plagiano e incitano alla MORTE;c'est la vie!La FIAT oramai è diventata una buffonata,governata da buffoni di corte;nèèèè Maglioncino BLU-BLU!!!Ma poi l'auto è morta;servirà ma è morta come concetto di spostamento.BASTAAAAA alle case automobilistiche,che INCITANO alla MORTE;sareste da denunciare ogni volta,per le vostre pubblicità!SOLDI e POTERE gente;I MORTI ragionano solo così!Per loro la vita è niente.W la vita

alberto pepe, torino Commentatore certificato 22.05.11 11:56| 
 |
Rispondi al commento

http://www.mdi.lu/index.php

guardate qua! la mia prossima auto....

Camilla N. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.05.11 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Prima Causa di morte:
I Trasporti. Ingegneri di parchi tematici sono pronti a rivoluzionare il sistema trasporti nel globo, semplificarlo renderlo leggero, sicuro.

Terza Causa di Morte.
Tutte le Guerre Insieme.

Seconda Causa di Morte.
Violenza in Famiglia.

10.000 millesina causa di morte circa. aids.

Io scopo senza preservativo, ho dismesso l' auto, ho dismesso assicurazioni, e mi sono sbatezzato per poter credere in Dio.

Beteljuce Siam, Patong Commentatore certificato 22.05.11 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Teleperformance, 1.464 esuberi in Italia
La Cgil: "Taglia qui e assume in Albania"

Il sindacato in piazza il 23 maggio per chiedere l'intervento del governo e l'apertura di un tavolo nazionale sul settore. Accuse anche alle aziende committenti: "La corsa al ribasso spinge gli operatori a delocalizzare: la commessa Sky sta andando all'estero". (da www.repubblica.it)

TELEPERFORMANCE ITALIA: A RISCHIO 1464 POSTI DI LAVORO! Siamo i lavoratori che hanno prodotto e garantito per anni gli utili di Tp in Italia, ed ora ci viene chiesto di chiudere la sede di via di Priscilla e andare tutti a casa!
Noi diciamo NO e per questo lunedì 23 Maggio è stato indetto lo Sciopero Nazionale per richiamare l’attenzione delle Istituzioni. Il sit-in si terrà in Piazza Colonna, Roma dalle 10:00 alle 14:00. Venite con noi per lottare e per difendere il sacrosanto diritto al lavoro!
Riporto alcuni articoli relativi alla protesta: www.agenparl.it/articoli/news/economia/20110519-sciopero-22-e-23-maggio-sciopero-sky-e-teleperformance

www.repubblica.it/economia/2011/05/17/news/tagli_a_teleperformance-16189832/

Franco Leone 22.05.11 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Opo Cane. La mia è una proposta facilmente condivisibile ed applicabile.
Però vi è anche effettivamente un problema di controlli. Si pensi ad esempio che l'organico della Polizia Stradale numericamente è quello degli anni Settanta, quando il traffico era meno della metà di quello attuale, mentre ad esempio in tanti piccoli centri i vigili urbani non fanno servizio di notte. Sarebbe meglio qualche celerino in meno e qualche poliziotto stradale in più.
A questo si deve aggiungere la facilità di dribblare le sanzioni grazie anche alla magnanimità dei tribunali. Eppure uccide più il traffico che droga criminalità e mafia messe insieme.
Per l'incremento della mobilità alternativa siamo tutti d'accordo ma senza demonizzare l'auto. Chi abita in una metropoli può fare sicuramente a meno della macchina ma per chi come me abita ( e non siamo in pochi) abita in un paese di collina, dove i mezzi pubblici sono per natura inadeguati e le comodità poche e distanti, stare senza auto vorrebbe dire rimanere isolati. E quindi far morire le vallate e le montagne.
A tale proposito, dato che le auto elettriche ed ibride costano ancora troppo, si potrebbe ad esempio pensare di incrementare il consumo del metano se si potesse attingerlo dalla rete domestica; come mi sembra sia già possibile d'altra parte in qualche Paese europeo.

Marco ., Pontremoli Commentatore certificato 21.05.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Le pubblicità di auto mettono sempre tra le prime doti delle loro macchine la capacità di raggiungere i 100 km orari nel più breve tempo possibile. Come può essere una priorità? Si devono fabbricare solo auto che al massimo arrivino ai 100 orari. e non missili da 200.

Luciano 21.05.11 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in toto quello detto da Marco di Pontremoli. Ci vuole il limitatore di velocità sia in auto che moto.
L'educazione stadale non serve a nulla se sotto il culo hai 200 cavalli e la possibiltà di fare i 200 km/h ed oltre.

opo cane Commentatore certificato 21.05.11 18:00| 
 |
Rispondi al commento


4000 morti

300.000 feriti

IN UN ANNO IN ITALIA
.......Sopratutto giovani

Sicuramente una cosa che il Movimento 5 stelle
deve inserire nel PROGRAMMA come proposta politica quando entreremo nel Parlamento ; educazione stratale , investimenti e nuove norme.

Di fatto già lo ha fatto quando si punta aalla riduzione dell'autovettura come utilizzo ( car sharing ) , rafforzamento mezzi pubblici-ecologici , piste ciclabili ecc

Ma si deve combattere di piu' questa GUERRA E MATTANZA....

Sopratutto perchè è una STRAGE DI INNOCENTI , VITTIME SPESSO DI IMBECILLI.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.05.11 17:24| 
 |
Rispondi al commento

"Lo Stato " ci riempie la bocca pronunciandolo ma in verità non esiste per il piopolo INDIGNATO , basta non voglio più lavorare per le industrie . Voglio la Comune un luogo di pace .

salvino roma (com) Commentatore certificato 21.05.11 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, Io non so se a questi gli regalano la patente...
A me da poco mi hanno bocciata all'esame di guida eppure io sono prudentissima in strada...sono troppo avvilita
Ci vogliono + controlli in italia contro i disonesti..mentre invece i + disonesti vanno avanti.

Minny 21.05.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ora che le automobili sono tutte provviste di sistemi elettronici di controllo e di gestione basterebbe rendere obbligatorio per legge un limitatore di velocità, dal costo unitario di pochi euro, preimpostato sul limite massimo consentito; ad esclusione ovviamente dei mezzi di soccorso. Purtroppo però questo semplice accorgimento sarà impossibile da applicare, dato che il populismo spicciolo dei governanti europei, pensiamo al fatto ad esempio che in Germania ancora oggi le autostrade salvo pochi tratti sono prive di limiti di velocità ed imporli sembra un tabù, lascia il contentino alla cittadinanza col piede pesante.
Sarebbe ora anche di pensare di proibire in toto la vendità di maximoto e comunque dei motocicli oltre i 125 cc, inutili e pericolosi oltre che dal costo sociale altissimo, che comunque fanno sempre i loro cento all'ora che per divertirsi come per ammazzarsi ce n è d'avanzo.

Marco ., Pontremoli Commentatore certificato 21.05.11 15:41| 
 |
Rispondi al commento

E già.

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 21.05.11 14:59| 
 |
Rispondi al commento

La colpa maggiore è di tutti i governi. Impongono misure restrittive finte euro 4,5,6... ma in realtà tutte le vetture possono arrivare a velocità ben oltre i limiti imposti per legge. Molto probabilmente se imponessero un limite massimo di 150Km/h le macchine consumerrebbero meno. Inoltre a chi serve fare da 0-100 in 3 secondi, se non ad un pilota di formula 1? Fortunatamente io avevo una macchina che faceva da 0-100 in 3 minuti e così quella della mia generazione. Si sà che a 20 ti senti di spaccare il mondo e non capisci invece che sei uno sputo nell'oceano.
Saluti.

Cristiano Degli Antoni 21.05.11 14:31| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
PER DARE I CATTIVI ESEMPI,NON SI SPRECANO MAI....ALLA FIAT FIGURIAMOCI IL NOSTRO STATO CHE NON ESISTE
ALVISE

P.S:RIVOGLIO I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 21.05.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori