Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La pelle di Gheddafi


Tripoli_bombardamento.jpg
Hanno assassinato il figlio di Gheddafi e tre suoi nipoti. Chi è stato? Le bombe intelligenti! Volevano uccidere Gheddafi, ma le bombe non sono arrivate al bersaglio. Con che diritto hanno bombardato? L'Onu, la Nato, Sarkozy, Cameron, il nostro presidente del Consiglio, Giorgio Napolitano, La Russa? Tutti insieme appassionatamente stanno facendo la loro parte. La direttiva dell'Onu per una "No Fly Zone" è stata trasformata in una caccia all'uomo. Siamo in guerra contro un Paese con cui, solo pochi mesi fa, abbiamo firmato un trattato di pace e di reciproco aiuto. Non mi risulta che sia stato stracciato prima di iniziare il conflitto. Tradire un alleato è una nostra consuetudine. Gheddafi vuole vendicarsi contro l'Italia, come dargli torto dopo la morte dei suoi familiari? Chi ci ha condotto in questa guerra, non voluta dagli italiani, sarà il responsabile delle eventuali vittime civili.

1 Mag 2011, 19:26 | Scrivi | Commenti (100) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

purtroppo e' vero il lupo perde il pelo ma non il vizio ! quale vizio ? ma quello di certi italiani che per consuetudine tradiscono ! e si perche' con
il dittatore Gheddafi solo qualche mese fa' i
nostri governanti firmarono un trattato di amicizia.
Bella amicizia ! deprecabile gia' stringerla con un
dittatore, tradirla poi ! e adesso Frattini, La Russa, Berlusca etc.. sotto con la gloria.
VERGOGNATEVI !!!!!
VIVA L'ITALIA QUELLA DEGLI INDIGNATI

tonino sorgi 20.10.11 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Per Seguire La Francia, Gli Stati Uniti,L'Inghilterra,Etc,Etc, L'Italia ha preso Parte ai Bombardamenti della Libia,Mettendo ad Alto Rischio,La Nazione,a Livello Terroristico, e Non Solo !Adesso,Caro Governo Italiano: Prendetevi i Milioni Di Immigrati/Rifugiati Politici LIBICI !!!!
Questa e' Stata una Manovra,Della Francia,e Degli Alleati della stessa,per mettere le MANI Sul Petrolio di Gheddafi !! Il Piano e' stato Pianificato Prima Mettendo in "Rivolta" La Tunisia,Poi L'Egitto,e Quindi "CHIUDENDO" La Libia in Una Morsa !

Stefano Berti 31.08.11 07:50| 
 |
Rispondi al commento

concordo.. chi ha cominciato si prenda le sue responsabilità, per fortuna le minacce riguardano solo il colonnello i civili come più volte confermato nelle interviste si dichiarano amici degli italiani! io propongo di organizzare un incontro di box tra silvio sarkozy e gheddafi, mettiamo la carla a fare la ragazza round! ahuahauh! che si scazzottino tra loro lasciando fuori chi con questa guerra non ci azzecca proprio nulla! (infondo e solo questione di soldi)

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 04.05.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento

rivoluzione ?

di solito in una rivoluzione una massa si rivolta contro un'oligarchia

qui invece un oligarchia (4 gatti) si è rivoltata contro la massa (gli 8 gatti) e pretende pure di essere aiutata dall'esterno

non è una rivoluzione ma semplicemente un altro casino sobillato dai soliti guerrafondai in nome del petrolio

Claudio P. Commentatore certificato 03.05.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Se siamo in guerra contro un Paese con cui, solo pochi mesi fa, abbiamo firmato un trattato di pace e di reciproco aiuto non è nostra responsabilità, che abbiamo cambiato opinione, ma la colpa è quella di un testardo e fanatico dittatore,Gheddafi, che acquisito il potere nel 1969, con un colpo di stato militare destituendo il pacifico re Idris, e dopo 42 anni di governo senza alcun beneficio per la maggior parte della popolazione libica, una volta che questi hanno avuto la capacità di ribellarsi sulla spinta di altri processi analoghi nel nord africa, non ha trovato di meglio per cercare di far cambiare loro idea, di tentare di annientarli!

rino rosario sortino, latina Commentatore certificato 03.05.11 10:29| 
 |
Rispondi al commento

La guerra e' quanto di più efferato e criminale si può immaginare. L'Italia da sempre, e' un paese guerrafondaio, e di conseguenza scellerato. Nella sua storia recente, ci sono aggressioni alla Grecia, all'Albania, alla Jugoslavia, all'Etiopia, (in cui scelleratamente sono stati usati i gas asfissianti, ma i suoi autori come Badoglio e Graziani l'hanno fatta franca), alla Francia, all'Inghilterra, all'URSS (ovvero la Russia), e persino agli Stati UnitiD'America, con dichiarazione di guerra di Benito Mussolini dell'11 dicembre 1941, tutto questo per imposessarsi di terre altrui e per sottomettere altri popoli. Ora con altri paesi della NATO, aggredisce la Libia di Gheddafi! Ma non per aiutare la rivolta popolare contro il rais libico, ma per questioni di busines, ovvero d'affari, come si e' letto addirittura nel giornale di Berlusconi in un articolo del 29 aprile scorso, in cui si afferma che lo si fa per salvare non so quanti centinaia di migliaia di barili di petrolio, e non so quanti miliardi di mc di gas. E pertanto, si ammazzano persino i bambini nipoti di Gheddafi. Tutto ciò e' una scelleratezza voluta e architettata da gente come La Russa, Berlusconi e tutta la sua gang, purtroppo con l'avallo del presidente della repubblica. Dico quando, ma quando si finirà di aver fiducia in questa gente scellerata? Diciamo la verità!

Aldo S. 03.05.11 03:46| 
 |
Rispondi al commento

propongo che i nomi di quei tre innocenti vengano diffusi ed onorati in quanto doppiamente vittime, sia per essere stati vincolati, nelle breve vita, ad un regime non democratico, sia pere essere stati premeditatamente GIUSTIZIATI da governi ed organizzazioni mondiali ancora piu' assassine.

roger green 02.05.11 23:15| 
 |
Rispondi al commento

dei tre bambini...non interessa a nessuno?essere nipoti di un dittatore pazzo probabilmente per la stampa vuol dire che valgono zero...ma sempre vittime innocenti sono

marina b., firenze Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.05.11 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Bravo grillo, mi eri molto antipatico, quasi insopportabile.
Questa tua presa diposizione mi ricorda quella di un altro odiato -santoro_ sul ponte di belgrado durante i bombardamenti dei soliti kriminali.
Questo per dire che non vi si ama o odia per quello che siete , ma per quello che dite e per come vi proponete.
E allora dico grazie del coraggio di essere sdegnato del vergognoso attacco a gheddafi e famigliari.
Tutti queelli che parlano di criminale, massacri e stuprinon sanno quello che dicono.
Se ce ne sono stati non sono altro che un effetto delle qgueere fratricide.
Non ne abbiamo avuti anche noi durante la resistenza.
Ed anche allora i kriminali angloamericanio e francesi hanno operato nel nome della liberta' uccidendo migliaia se3 non centinaia di migliaia di cittadini inermi.
Viva Gheddafi, il popolo libico, ed il rispetto che ha sempre avuto verso l'italia ( io vi ho vissuto 5 anni...e scusate lo posso dire a voce alta:) voi...non so!

roger green 02.05.11 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco chi piange per la morte del figlio dl dittatore, capisco ancora meno quelli che dicono che se compie atti di terrorismo nei confronti dell'Italia fa bene, ma che razza di italiani siete? E poi vi lamentate se vi governa uno che invece di lavorare per l'interesse del Paese racconta barzellette? Gheddafi se l'è cercata, la Nato è intervenuta dopo che il macellaio ha iniziato a sterminare la popolazione inerme, questo ha causato la sollevazione popolare e la creazione di un governo provvisorio, che l'ONU ha riconosciuto come legittimo. La Nato non fa altro che applicare la risoluzione dell'ONU che gli stessi libici hanno richiesto, questi sono i fatti. E' vero che l'Italia non ha rispettato gli accordi di amicizia con la Libia che le impedivano di attaccare anche se la Nato l'avesse fatto, ma l'Italia non può decidere di non intervenire se le viene chiesto, la follia non è bombardare l'esercito del macellaio, ma aver firmato degli accordi che ogni essere sano di mente non avrebbe firmato. Capisco i baciamano, i bunga bunga, il fascino del dittatore con l'harem che Berlusconi vorrebbe emulare, ma l'Ialia non si può sottrarre ai suoi doveri nei confronti degli alleati e il fatto che Berlusconi abbia comunque voluto accontentare l'amico Gheddafi, dimostra l'incapacità del personaggio di capire qualcosa al di fuori dei bunga bunga e dei suoi interessi. Mi fa specie poi questo pacifismo peloso, basta guerra sennò arrivano troppi profughi o sennò ci buttano qualche bomba oppure aumenta il prezzo della benzina, abbiamo un tenore di vita che è inimmaginabile per la stragrande maggioranza della popolazione mondiale e sappiamo essere solo così meschini? Muoiono 7.000 italiani sulle strade, 30.000 per tabacco e altrettanti per alcool ogni anno in Italia e abbiamo paura di un attentato? La guerra ce la stiamo facendo a noi stessi, almeno quella in Libia ha un fine molto più onorevole.

Selva Gianni 02.05.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente non capisco come si possa in qualche modo criticare l'intervento NATO in Libia. Siamo di fronte a una rivoluzione dove un dittatore usa l'esercito contro i cittadini, quando cattura un ribelle prima gli cava gli occhi e poi lo uccide... Ma uno così che fine merita? Non se l'è cercata? Sinceramente spero che la NATO faccia di tutto per ripulire la Libia da Gheddafi e che sia un esempio per tutti quei dittatori pazzi e esaltati che osano massacrare con l'esercito la propria gente.

Stefano 02.05.11 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe questo post non mi è piaciuto più di tanto,in quanto alcuni mesi fa cioè quando Gheddafi venne in Italia con tanto di baciamo le mani del nostro premier,venne giustamente criticato di come un dittatore è stato accolto nel nostro Paese con tanto di tendopoli e mignottone a seguito.Oggi invece devo leggere che Gheddafi è una vittima e che le minaccie nei confronti del nostro Paese sono giustificate per la morte di alcuni suoi parenti.Beh...non sono proprio d'accordo come non lo sono mai stato in passato sapendo che il mio Paese è sempre stato la puttana di turno con persone del genere.E se un domani questa testa di cazzo di gheddafi gli verrebbe in mente di spararci contro e ci fossero civili morti?Diremo che era giustificato perchè per decenni gli abbiamo leccato il culo?Perchè durante e non solo la guerra fredda la Libia è stato il partner in affari numero uno?Ustica!!?
Il problema è a monte,non avremo mai dovuto avere rapporti con persone di questo tipo e l'Italia lo ha sempre fatto sia con governi del presente che con quelli del passato una sorta di paraculismo a vicenda e oggi ci ritroviamo in un bel casino.
La guerra è il massacro di persone che non si conoscono, per conto di persone che si conoscono ma non si massacrano.Non so chi lo abbia detto ma di certo è quello che oggi vediamo

sandro c. Commentatore certificato 02.05.11 17:07| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo sono un autentica sostenitrice del NO AL NUCLEARE e un attenta ammiratrice delle energie rinnovabili.purtroppo pero' mi e capitata una truffa colossale che merita di essere citata ..detta...e diffusa.
circa un sei mesi fa io e mio marito abbiamo sottoscritto un contratto con una ditta concessionaria del enel si.della provincia di udine per la fornitura di pannelli fotovoltaici ..dico solo questo i pannelli non ci sono, io anzi la banca ha gia sborsato 12.630 euro per una cosa che non ho..la ditta non inizia i lavori anzi ha chiuso uffici magazzino e non riesce a fornire nemmeno il materiale ma non solo e insolvente con minimo 40 famiglie. pero il suo titolare apre una nuova ditta sempre concessionaria enel energia con nome diverso e continua a stipulare contratti . io mi chiedo:come' possibile tutto questo, come si puo fermare ,come ci si puo tutelare?samo una famiglia operaia con tre figli e soldi da buttare via non ce ne!!!!chi ci ripaghera' di tutto questo?quando i titolari sono pressoche nulla tenenti...e cosi che dobbiamo investire nell' energia pulita per un futuro migliore?

Santina Dorigo 02.05.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento

"Ma chi se ne fega " ti risponderebbe un certo piccoletto di ARCORE.Siamo eredi di MACHIAVELLI noi.Tutto pur di mantenere la "carega"del potere.Ammazziamo anche la MADRE noi,pur di continuare a comandare,a fare balletti rosa e blù.Tanto la Madre lui non l'ha più,cosa gliene può fregare delle madri degli altri.Cosa vuoi che gliene freghi di "tradire un amico".Tanto quello il Bunga Bunga glielo aveva già insegnato,a cosa serve ora?Meglio BOMBARDARE,anzi no,è una brutta parola,meglio eseguire "AZIONI MIRATE",fare piazza pulita insomma, e dell'ONORE,DELLA PAROLA DATA,chi se ne frega più adesso!

alessandro sanna 02.05.11 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma comè che in Darfour, dove ci sono stati milioni di morti, non c è andato nessuno?

Nonsiamo Unpaese, Roma Commentatore certificato 02.05.11 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma non scherziamo.
Se Berlusconi avesse sterminato e torturato decine di migliaia di Italiani che hanno osato dargli contro o cercato la liberta' in altri Paesi , e
la Nato cercasse di aiutarci a eliminarlo , cosa le diremmo ?
" No , non venite, Paesi della Nato! Lasciate che ci stuprino le donne , eliminino i bambini , ci torturino e infine ci sterminino!".

Al. P. Commentatore certificato 02.05.11 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Russia, quella maledetta dittatura rossa, non c’era riuscita!
Che emozione La per il mondo intero vedere quella bandiera che sventolava per volontà di Dio, anche perché sulla luna non c’è vento.
Un Dio, che ha illuminato gli astronauti al punto che i punti luce erano più di uno!
Che uno, razionalmente, potrebbe chiedersi: ma come è possibile?
Ma poi perché uno dovrebbe razionalmente farsi certe domande?
l’America, è evidente, può questo ed altro!
E questo è un gran bene per tutti noi.
Lei è la Democrazia nel mondo e la democrazia è libertà e, quindi, quando di mezzo c’è l’America tutto è felicita, tutto è amore, tutto è rispetto e conseguentemente anche la bandiera a stelle e strisce conficcata sulla lune si è sentita orgogliosa e libera di fare quello che cazzo gli pareva.
Che c’è di male a far credere al mondo quello che è meglio per il mondo credere?
Voglio sperare, comunque, che quello era proprio il Bil ladem che ci hanno sempre descritto.
Ma più di ogni altra cosa voglio sperare che l’America almeno su questo non ci abbia mentito e che pertanto morto Bin Ladem si apra un periodo di pace, rispetto e prosperità per il mondo.
Quel mondo che a me appartiene oramai poco, ma che ai nostri figli appartiene quasi tutto!

gerardo s., vaglio basilicata (pz) Commentatore certificato 02.05.11 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che sia tutto vero!
Perché quando vedo che Berlusconi firma un trattato all’insegna dell’amicizia e addirittura suggella questo trattato con un dolce bacia mani a Gheddafi e dopo pochi giorni va anche lui a bombardarlo e gli uccide i figli, voglio sperare che sia tutto vero che Gheddafi era un pazzo criminale e che il petrolio non c’entri un cazzo.
Voglio sperare che sia tutto vero che le immagini dei libici che in questi giorni inneggiavano al rais siano solo un falso, una squallida montatura di propaganda, mentre la folla dei ribelli, la stragrande maggioranza del paese, erano esasperati da questa dittatura.
Voglio anche sperare che il mondo non si ricordi che noi italiani siamo abituati a cambiare alleato a guerra in corso!
Adesso anche Bin Laden è stato sconfitto, anzi ucciso.
14 marines, scelti in perfetto stile americano, hanno scovato e ucciso il pericolo numero uno del terrorismo nel mondo!
L’uomo che ha reso vulnerabile l’America e quindi l’occidente democratico e super civilizzato, non nuocerà più la parte migliore del mondo.
Poco conta che il mondo civile avrebbe potuto sconfiggerlo facendolo prigioniero, processandolo davanti ad una corte di giustizia mondiale e condannarlo per i suo crimini.
Perché non è il caso di pensare che questo sarebbe stato il percorso tipico di una giustizia che opera nel mondo civilizzato ed un’occasione per dimostrare la grande differenza tra un occidente civile e democraticamente maturo ed una parte del mondo feroce, terrorista e così brutale da non tenere in alcuna considerazione la vita umana!
Voglio sperare che l’America non aveva alternativa quando l’ha individuato;
Tutto il mondo ricercava Bin laden, ma solo l’America è riuscita nell’intento.
L’America, si sa, arriva sempre prima degli altri.
Come quando ha allunato, vi ricordate?
Vi ricordate quella bandiera che sventolava vicino agli astronauti eroici che passeggiavano sul suolo lunare?
La Russia, quella maledetta dittatura rossa, non c’era rius

gerardo s., vaglio basilicata (pz) Commentatore certificato 02.05.11 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Un “portavoce” del Consiglio, Essam Gheriani, ha detto che Jalil ha avuto “poca scelta se non firmarlo per conto dei tentativi dell’amministrazione ribelle di avere il riconoscimento diplomatico e ottenere l’accesso ai fondi congelati d’oltremare, di cui hanno un disperato bisogno“.
La Gran Bretagna trattiene, inoltre, circa £ 100.000.000 in moneta libica, sequestrati da una nave, utilizzata come zuccherino da consegnare all’amministrazione dei ribelli, che è alla disperata ricerca di fondi per pagare le attività gli stipendi, nonché per le importazioni di cibo, del prossimo mese.
Quattro paesi – Francia, Italia, Qatar e una società petrolifera di una provincia irachena, denominata “Kuwait“, – hanno riconosciuto il Consiglio di transizione terrorista “ribelle“, come il governo de facto della Libia. Oltre l’inviato britannico, vi sono le missioni diplomatiche di diversi altri paesi, compresa la Turchia, così come una delegazione dell’UE in visita Bengasi.
Il consiglio conduce il gioco dello scaricabarile, e i criminali rilasciati dalle prigioni di Bengasi, nella confusione e nella rabbia causate da cecchini con passaporto francese posizionati negli edifici, che hanno sparato a manifestanti pacifici mentre stavano marciando a sostegno delle insurrezioni tunisina e egiziana. Questo insieme di voci, che si sono diffuse rapidamente, si sono trasformate nel caos che è stato usato per liberare i prigionieri, a condizione che si unissero alla ribellione. I criminali rilasciati comprendono un gran numero di tossicodipendenti, il Gruppo combattente islamico libico e di altri da “al-Qaida” di Tunisia, Algeria ed Egitto, come pure i trafficanti di esseri umani, i criminali sessuali, psicopatici e criminali comuni.Gheriani ha riconosciuto che la pressione era dovuta dalla disperata ricerca di un riconoscimento, non da Allah

Marco Schanzer 02.05.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento

E' da stamattina che sento TV e Radio dare la notizia dell'uccisione di Bin Laden
e dei relativi festeggiamenti. Penso che qualsiasi uccisione non sia mai un momento di cui gioire, rimane comunque un delitto, un fallimento, un' incapacità di rispondere a un problema. L'uccisione di un leader non sconfigge un'ideologia ma anzi rischia d...i rafforzarla, meglio sarebbe riuscire ad annientare definitivamente idee criminose con argomenti validi e razionali, comportamenti adeguati e strategici che portino alla totale disfatta di chi per ragioni economiche, di razza e di vendetta tenta di insinuare il seme della violenza tra le persone. Solo allora potremmo festeggiare e dire di aver vinto.

Claudio Prolo 02.05.11 12:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Parliamoci chiaramente, noi meritiamo la sua vendetta, per colpa di queste merde schifose che ci governano, di Napolitano e del PdmenoL alleato ombra, e salvatore di ultima istanza del nano malefico. Un bel branco di leccaculi indecenti non solo degli americani, na di TUTTI, purchè siano i più forti.
Che merde digustose...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 02.05.11 12:23| 
 |
Rispondi al commento

adesso Gheddafi non è che mi faccia poi tutta questa pena (si pensi alle vittime dell'attentato sull'aereo inglese...)però io sono contro i bombardamenti xkè è una questione interna della Libia e nessuno può interferire; la Francia , che ha iniziato, lo fa solo x il petrolio altro ke difendere i civili (ke poi saranno come Ghedd.)

cmq conosco persone di sx radicale ke vogliono Gheddafi morto a qualsiasi costo, sono , adesso guerrafondai, xkè ai loro okki Ghedd. è un tappo contro i clandesti ke loro amano (a spese dello stato)

UltracastaFankazzista Rossa Commentatore certificato 02.05.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ITALIANI TRADITORI PER LA SECONDA VOLTA!!
i nostri politici sono degli INFAMI e delle MERDE UMANE.Non sono degni di vivere.
Mi auguro soltanto che Gheddafi rivendica la morte di suo figlio e dei suoi tre nipotini facendo saltare quelle luride cervella dei nostri parlamentari e delle loro maledette famiglie!!
E'quello che si meritano.Traditori,infami,mafiosi.

Diego Palmanova 02.05.11 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Adesso vi indignate per la morte dei familiari di Gheddafi (se sono davvero loro perchè nessuno ha potuto verificare) ma non ricordo la stessa indignazione per gli assasini compiuti dai mercenari e dalle forze che appoggiano il dittatore. Sapete com'è nata la rivolta a Bengasi? La rabbia della gente è esplosa dopo che gli uomini del regime hanno sparato ai funerali dei manifestanti uccisi il giorno prima. Beh... non so voi ma io sto dalla parte di chi chiede la libertà e la democrazia, sicuramete le nazioni occidentali cercano di cogliere l'occasione per tutelare i loro interessi ma almeno stavolta la convergenza d'interessi li porta a sostenere un popolo che combatte un dittatore. Il resto sono tutte chiacchiere, senza l'intervento occidentale ora stareste qui a criticare l'Occidente per non aver fatto nulla per evitare il massacro dei libici che chiedevano la democrazia.

Moises 02.05.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo in guerra e non lo sappiamo, certo il nemico per ora non fa molta paura, ma siamo in guerra, guerra vera. ora non ci si dovrebbe stupire se roma o milano venissero bombardate. perchè questi politici non vanno in tv a dirlo? almeno mussolini andò di fronte alla piazza. io spero che i libici non se la prendano troppo con noi civili, spero che sappiano che gli obiettivi sono altri, sono altri coloro che hanno voluto questo guerra e molti cittadini italiani sarebbero molto contenti di vedersene liberati. fosse mai che i libici vengano qui a liberarci da questa infausta classe politica?

luigi n 02.05.11 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo solo che Gheddafi,dopo che gli hanno ammazzato il figlio e tre nipoti,non si incazzi troppo...anche se ce lo meritiamo..quasi quasi gli mando una lettera,dove gli chiedo se perfavore fa saltare il parlamento quando stanno votando qualcosa sul caso Ruby o sui processi,così sei sicuro che i marci sono tutti li dentro...tranne B,ovviamente..

Alessandro C 02.05.11 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Qualche mese fa il grande dittatore Mu'ammar Gheddafi era il miglior amico del nostro premier e di conseguenza anche il nostro. accolto e acclamato con tanto di gran ricevimento e baciamano. oggi l'Italia che sulla carta RIPUDIA LA GUERRA ha deciso di affiancare le nazioni in conflitto e di bombardare sulla Libia e sul nostro caro ex amico.
oggi la notizia del giorno è che Osama Bin Laden è stato ucciso. colui che faceva parte della stessa famiglia che aveva profondi rapporti sia economici che d'amicizia con la famiglia Bush; Osama stesso era stato più volte ospite della famiglia dell'ex Presidente degli USA. I newyorkesi si sono riuniti al ground zero per cantare l'inno della loro nazione e inneggiare alla morte del nemico.
ieri concerto del !° maggio a Roma . Gli artisti sono stati invitati a firmare una liberatoria con la quale si impegnavano a NON RICORDARE il referendum del 12 e 13 maggio che riguarderà questioni come
il ritorno al nucleare
la privatizzazione dell'acqua e
legittimo impedimento.
il partito dell'amore continua a proclamarsi difesore della libertà e attraverso le sue televisioni scrive la realtà.
cambia un po' qui e la un latitante diventa un esule, manifestazioni di protesta spariscono...la neolingua prende piede...

qualcuno di voi ha mai letto 1984 di G. Orwell?
e soprattutto, secondo voi la famiglia del defunto scrittore potrà avvalersi dei diritti d'autore????

elisabetta c. Commentatore certificato 02.05.11 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il grande spaventapasseri Osama Bin Laden è stato ucciso; con evidenza nel momento in cui non serviva più a niente. Il ricco gattopardo, cantore di un Islam anacronistico che esisteva solo nella sua mente è stato ucciso da un commando esattamente dove tutti sapevano: in Pakistan a due passi dalla capitale. L'hanno ucciso per evitare che parlasse, che raccontasse dei legami con l'Arabia Saudita, dei patti con gli USA ai tempi dell'occupazione sovietica in Afganistan. Con poche centinaia di migliaia di dollari Osama ha finanziato e messo in atto l'attentato terroristico più grave e scenografico della storia, senza mai riuscire a diventare leader, se non sui giornali dell'Occidente. Ha invece offerto la sponda per rendere l'occidente peggiore, meno democratico, assassino, ostile verso gli immigrati. Ha giustificato le leggi peggiori di questi anni, guerre inutili, comitati d'affari capeggiati da presidenti discutibili come Bush, il sostegno a governi dittatoriali. Solo ieri, quando Berlusconi era incerto su cosa fare con Gheddafi, si riproponeva la vecchia solva della paura del fondamentalismo. I fondamentalisti esisteranno sempre, come i malati di mente, l'occidente e gli stessi Usa ne sono pieni. L'importante è che ci sia attorno a questi disadattati una società sana, che li tratti per quello che sono e non gli metta in mano Kalasnikov e bombe. Non si può gioire finché qualunque ricco pazzo terrorista può trovare aperture in stati dove non c'è libertà e democrazia e diventare l'utile idiota per i peggiori comitati d'affari occidentali.

Peter Amico 02.05.11 08:21| 
 |
Rispondi al commento

segue scritto precedente..

inaccettabile. Come Lei ben sa, conosco purtroppo da vicino il dolore immenso e insanabile per la perdita di un figlio. E di un bambino in particolare.

Ritenendo violato in maniera palese l’articolo 11 della Costituzione con il pieno consenso di chi avrebbe avuto il dovere istituzionale di impedirlo, e ritenendo il nostro Stato, a tutti gli effetti, COMPLICE CONSAPEVOLE DI STRAGE E INFANTICIDIO VOLONTARIO, non posso e non voglio continuare a rappresentarlo in alcun modo.

Le preannuncio pertanto le mie Dimissioni da Consigliere Comunale, che verranno debitamente comunicate e confermate nei modi e nei tempi di legge.
Non parteciperò pertanto ai prossimi Consigli Comunali, anche se mi riservo di posticipare le dimissioni ufficiali, comunque non oltre la fine dell’anno in corso, solo ed esclusivamente per evitare possibili paralisi nei lavori del Consiglio del Parco Nazionale, attualmente già carente di due membri per decadimento e dimissioni.

Mantenendo il pieno sostegno a Lei e alla sua Giunta, sarò comunque lieto di conservare, se e solo se lo riterrà opportuno, in ambito squisitamente locale e anche per rispetto verso gli Elettori e i Cittadini, le Deleghe da lei concessami, allo scopo di continuare a svolgere, anche se da semplice Cittadino, le mie mansioni al servizio della Comunità.

Tanto era, ritengo, dovuto.

In fede,
Yuri Tiberto

Ps per la stampa - allo scopo di evitare qualunque speculazione politica e/o personale, e ritenendo sufficientemente chiari ed espliciti i motivi di questa mia presa di posizione, comunico di non essere in alcun modo disponibile a interviste, richieste di ulteriori dichiarazioni et similia. Grazie.

marina tiberto 02.05.11 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, ti segnalo la reazione di mio fratello.Non posso che condividere le motivazioni.
marina tiberto

Marina di Campo, 01 maggio 2011

Illustrissimo Sig. Sindaco del Comune di Campo nell’Elba
Dott. Vanno Segnini

E p.c.

Presidenza della Repubblica, On. Giorgio Napolitano;
Presidenza del Senato, Sen. Renato Schifani;
Presidenza della Camera dei Deputati, On. Gianfranco Fini
Presidenza del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi;

Segretario Comune Campo nell’Elba, Dott. Maria Rosa Chiecchi;
Membri del Consiglio Comunale di Campo nell’Elba;


OGGETTO: DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

Illustrissimo Signor Sindaco,
pur nella mia modesta qualità di semplice Consigliere di un piccolo Comune, mi sento a tutti gli effetti un rappresentante dello Stato e delle sue Istituzioni.

Ho appena appreso la notizia che un raid Nato, e che per quanto ne sappiamo potrebbe benissimo essere stato effettuato anche da un NOSTRO aereo, finalizzato sembra all’eliminazione fisica di un Capo di Stato, indubbiamente dittatoriale e autoritario, ma che fino a poco tempo fa veniva tranquillamente ricevuto ed omaggiato dalla Comunità internazionale in generale e dai nostri massimi rappresentanti in particolare, nel contesto di una guerra non dichiarata e comunque del tutto interna ad un Paese terzo, ha avuto come bersaglio una CIVILE ABITAZIONE, e come vittime un giovane ventinovenne, reo solo di rapporti di stretta parentela con l’obiettivo principale, nonché TRE BAMBINI.

La notizia, passata come da prassi in sordina dagli organi di stampa, è, a mio parere, di una gravità inaudita e inac

marina tiberto 02.05.11 07:51| 
 |
Rispondi al commento

(ANSA - TRIPOLI, 1 MAG - Si svolgeranno domani i funerali del figlio minore e dei tre nipoti di Muammar Gheddafi rimasti uccisi la notte scorsa a Tripoli in un raid della Nato. Lo ha annunciato la Tv di stato libica. Saif al-Arab, 29 anni, e i tre bambini (Saif, 2 anni, Carthage, 3 anni e Mastoura, 4 mesi) secondo l'emittente ''saranno sepolti lunedi dopo la preghiera di mezzogiorno nel Cimitero dei martiri di Al-Hani a Tripoli".

direi che i cowboys potrebbero allenarsi a lanciare le bombe intelligenti. 5 pozzi di petrolio a chi prende la bara grande, 10 pozzi a quelle piccole.
Dai criminali franco americani scaldate i motori.
Tanto è una missione umanitaria con il placet ONU

schifosi.

roger green 02.05.11 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Siamo noi occidentali i veri terroristi...sol gli stupidi ancora nn capiscono che le guerre vengono fatte per interessi economici energetici ecc e nn per difendere i popoli(nn glie ne puo fregar di meno)

Piero Coco 02.05.11 07:26| 
 |
Rispondi al commento

li hanno uccisi con il diritto che geddafi e' un sanguinario dittattore..e non fate sempre filosofie
.c.s

claudio s., SANT’ANASTASIA Commentatore certificato 02.05.11 06:42| 
 |
Rispondi al commento

mi viene da pensare che i francesi abbiano pensato di omaggiare in qualche modo il premierato califfone. Viceversa sarebbe ubo scorno per la sua immagine e per le tasche degli itagliani.
E poi l'eni che fa.????usata come trader piu' per le relazioni interpersonali del premier che per approvigionare il paese, accettera' di perdere i diritti su 300000 barili al giorno di petrolio?
veramente o gli itagliani sono i pirla mondilai, o qualcuno é molto, molto furbo.
La lega sbraitera' giustamente forse perchè non è entrata nel giro. ormai da ex militante lo dico e lo dichiaro: a loro interessano solo le cadreghe, solo che differentemente da altri pseudopartiti, li regna un regime simil califfato e tutto viene deciso dal bossi ed il suo harem. che schifo......cambiate il paese o cambiate paese dove vivere.

roger green 02.05.11 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Noi non dovevamo partecipare a questa guerra,ci siamo macchiati di tradimento dopo aver fatto un patto di amicizia(sbagliando perchè la libia è una dittatura) di conseguenza avremmo dovuto perlomeno dare un ultimatum a gheddafi prima di partecipare o comunque chiudere il patto per cause umanitarie prima di intervenire, ma a quanto pare non valiamo un cazzo, ci tengono li per raccogliere la spazzatura, sti cazzo di francesi hanno riempito il mondo con le loro centrali nucleari di merda e sono una potenza nucleare, ci mettono i piedi in testa e ci fottono pure il petrolio libico, dai ma come cazzo si fa a non tirare fuori la storia delle centrali nucleari quando poi alla fine più energia riesci ad avere e più lo stato diventa potente, fanculo allora fuori da tutto Europa , nato, onu, tutto, fanculo sono questi i motivi che i nuclearisti non hanno tutti i torti, troppo facile fare commenti, la realtà è ben diversa.
Noi italiani saremo pure i furbi i mafiosi ma le vere merde sono loro, inglesi , francesi , tedeschi,americani, devono mantenere la ledearship mondiale e per questo non guardano in faccia niente e nessuno calpestando l'umanità a loro piacimento, devono andare affanculo.
Due sono le cose o ci togliamo completamente oppure gli facciamo il culo, li mettiamo sotto, non esiste contare un cazzo stare sempre a metà di tutto.
Comunque paghiamo ancora oggi gli errori di quella merda nana di mussolini, se allora ci fossimo comportati come uno stato serio e dignitoso facendo la resistenza contro i tedeschi
oggi avremmo un posto molto più dignitoso nella politica mondiale,
ed invece ora abbiamo cambiato il nano con un altro nano, preso per il culo dal mondo intero, bah.
Comunque io che sono un lavoratore avrei anche potuto ragionare e spinto dall'umanità voler gheddafi morto e dire: bombardiamo la libia! sapendo che gheddafi uccideva i rivoltosi, ma i nostri politici? è il loro lavoro, che cazzo fanno? il bunga bunga...cristo.
Questo è quello che penso

Geppo G. 02.05.11 01:53| 
 |
Rispondi al commento

mamma mia quanto odio ed ignoranza in questa gente italiana, contenta di vedersi bombardare dai propri aerei i loro interessi in Libya, un paese amico dell'Italia e primo partner commerciale. Il tutto con un costo di circa 1 milione di euro. ma si sa gli italiani sono ricchi, tanto ricchi, cosi' ricchi e pistola da svendersi ai francesi, incluso l'irrepitibile vincolo con la Libya che non sara' piu' un vostro feudo, ma potentato di qualche salafita terrorista, armato da noi stessi contro di noi. complimenti per l'acutezza, E poi dicono che gli italiani siano furbi...mah!!!!

roger green 02.05.11 00:52| 
 |
Rispondi al commento

IN POLITICA NON SI GUARDA IN FACCIA A NESSUNO , NEMMENO SE E' RIPROVEVOLE NON FARLO.
MA DICO IO GEDDAFI L'UNICO GOVERNATE DELINQUENTE CHE SI ERA ACCORDATO CON NOI E CE LO BOMBARDANO ? E BEN ALI, SADADM HUSSAIN, E GLI ALTRI IN SUD- AMERICA , SERVI DEGLI AMERICANI . AI SIGNORI FRANCESI NON ANDAVA BENE , CI VOLEVANO FOTTERE GLI AFFAREI ED ECCOLI QUI . bERLUSCA PUTTANIERE , NON MI FREGA NULLA SE TI FAI MIA SORELLA , MA SE TI FAI SFILARE GLI AFFARI DA SOTTO IL NASO , QUESTO SI CHE MI ROMPE

BELFAGOR 02.05.11 00:32| 
 |
Rispondi al commento

ogni guerra è orrenda
l' Italia ripudia la Guerra se non per legittima difesa,punto.
Non mi risulta che Gheddafi ci abbia mai bombardato
Mi risulta invece che Gheddafi abbia intrallazato i propri interessi con quasi tutte le potenze europee e che il Popolo Libico abbia sofferto per decenni della mancanza totale di democrazia.
La democrazia occidentale con tutti i suoi limiti economici è comunque di gran lunga migliore rispetto alle imposizioni di un monarca tiranno come Gheddafi. Il futuro del popolo libico è nelle mani di pochi uomini ora sta a loro decidere dove posizionare la prua.

Nicolai Rossi, milano Commentatore certificato 02.05.11 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Direi nessuna novità emerge da questo articolo, la maggior parte del popolo italiano ben conosce le motivazioni di queste assurda guerra ovviamente detestabili guerra che di fatto subisce. Grillo a caccia di consensi elettorali sfonda una porta aperta esprimendo il suo sdegno, come del resto in molte sue esternazioni condivisibili quanto demagogiche.

poldino60 01.05.11 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa guerra fatta per rubare il petrolio ai libici è una vergogna. Mi vergogno profondamente di essere italiano, anche se siamo un popolo pacifico, ma anche di voltagabbana. Tutto il giorno quando sento rombare i motori dei caccia che vanno verso Tripoli penso ai poveretti, ai bambini che finiranno sotto le bombe e immagino di essere io al loro posto con i miei figli. Chiedo perdono ai libici per la nostra barbarie, mi sento vicino a loro aggrediti dalla nostra bramosia, dalle nostre bombe. E nessuno parla di questa guerra infame: oggi poteva parlarne il papa davanti a tutti quei potenti lestofanti e criminali ma mi pare che non l'abbia fatto. Chiedo perdono ai nostri fratelli libici che già anni fa massacrammo a migliaia. Vi chiedo perdono dal profondo del cuore.
Massimo Rombi

Massimo Rombi 01.05.11 23:17| 
 |
Rispondi al commento

NATO e ONU con tutti i loro accoliti si comportano nè più nè meno come delinquenti di strada, come mafiosi che organizzano e attuano spedizioni di killer per assassinare singole persone.

dr. Hause 01.05.11 23:11| 
 |
Rispondi al commento

tra il fatto che il dittatore libico
e famoso per non avere mai rispettato
mai un accordo....
E GLI SBARCHI CHE ERANO E SEMPRE SONO
CONTINUATI ANCHE DOPO GLI ACCORDI BILATERALI

tra il fatto che abbiamo a che fare
con UNO
dei dittatori sangiuinari
NON ELETTO E PERCIO NON
NON SI PUO MAI PARLARE DI GHEDDAFFI COME
IL CAPO DELLO STATO DELLA LIBIA
MA COME UN DITTATORE
TERRORISTA....
E LA PAROLA LOCKERBIE NON VI DICE NULLA???

riguardo poi al diritto di bombardare la questione e semplice

l italia ha mantenuto e finaziato e RESO CIVILE gheddaffi
ai occhi del mondo
e i RIVOLTOSI antigheddaffi lo SANNO....
LA FRANCIA HA FATTO ACCORDI E HA
RICONOSCIUTO I RIVOLTOSI
E A QUESTO AL ITALIA NON VA GIU....
percio ha fatto di tutto per
fare entrare la nato nella questione libica
ma nella nato c erano paesi che avevano
un conto in sospeso con il dittatore
libico come la francia e l inghilterra,,,,,

E DOLCIS IN FUNDO L ITALIA CHE FA PARTE DELLA NATO E PERCIO SE LA NATO ORDINA AL ITALIA DI ATTACCARE.....
chi e causa del suo male pianga se stesso

.

stefano b., rovato Commentatore certificato 01.05.11 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Di fronte a queste notizie e' difficile non vergognarsi della recente politica estera Italiana. Anche perche' e' probabile che le bombe assassine le abbia sganciate un aereo Italiano.
Penso che tutti i Governi che hanno partecipato all'azione andrebbero processati per crimini contro l'umanita'. Le violenze delle truppe di Gheddafi verso la popolazione libica e gli insorti non possono giustificare l'applicazione arbitraria della pena di morte ai familiari del dittatore da parte di una coalizione di paesi che si dicono civili. Questa non e' civilta'.

Luca ., Roma Commentatore certificato 01.05.11 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Questo è funzionale al governo e al pil. Se si scatenasse i Italia il terrorismo allora chi oggi rischia di essere cacciato a pedate ha la scusa per rifare leggi come la Pisanu (che hanno fatto arretrare l'Italia di 5 anni), imbrigliare la rete, fregarsene della democrazia, arrestare e cacciare clandestini e italiani come nemici o spie, restare al potere quanto e come vuole. Con la paura passa anche la voglia di protestare per mancanza di lavoro. Perché mai la casta che ci governa dovrebbe preoccuparsi delle minacce di Gheddafi? Da quando si preoccupano dell'interesse degli Italiani?

Peter Amico 01.05.11 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Dai commenti che leggo mi sembra che molti italiani, anche coloro che leggono questo sito, come al solito , siano molto disinformati.
Mi sembra che non sia vero che non vogliano la guerra che sta mietendo vittime innocenti tra la popolazione civile libica.
Mi dissocio con tutta me stessa da certe assurde affermazioni
e prego : informatevi, leggete, leggete più che potete, autori nuovi presenti sul web, non i giornali, cercate di capire con la vostra intelligenza e con il vostro cuore.
La guerra non la conoscete, voglia Dio che non la conosciate mai !

Fuori l'Italia dalla NATO , dall'ONU e dall'EUROPA
Buonanotte

Alina F., Varese Commentatore certificato 01.05.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gheddafi, migliardario smisurato, ha assunto mercenari pagandoli 10.000 $ a settimana per ammazzare con i macete il suo popolo. Ha violentato e violenta donne e bambini fornendo le sue milizie di viagra. BAMBINI!
Gheddafi sta ammazzando la sua gente da mesi e petrolio o non petrolio deve essere fermato.

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 22:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saif, 2 anni, era figlio di Mohammad Gheddafi, 41 anni, il maggiore dei figli del rais. Carthage, 3 anni, era la figlia di Hannibal, 35 anni, e Mastoura, di appena 4 mesi, figlia di Aisha Gheddafi, 33 anni. "

e la Farnesina commenta così gli atti vandalici del popolo libico all'ambasciata italiana vuota da tempo:" nel condannare fortemente queste gravi e vili azioni, rileva che il regime di Gheddafi, nel mancare di assicurare la necessaria protezione alle missioni diplomatiche straniere a Tripoli, è venuto meno ancora una volta ai propri elementari obblighi internazionali. "

è un po' come se rosa e olindo denunciassero azouz marzouz che gli ha dato degli stronzi per avergli sterminato la famiglia.

federico b., PU Commentatore certificato 01.05.11 22:12| 
 |
Rispondi al commento

stasera non bannano niente

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Cassetta Giorgio
vai a fare i pompini a lele mora

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 22:07| 
 |
Rispondi al commento

di tutte le notizie arrivate in italia su massacri di massa o altro ancora si vede ben poco, e molte di quelle informazioni sono state smentite (dopo aver ovviamente bombardato per "difesa").
delle infomazioni ricevute dai mass-media "alleati" non mi fido, soprattutto se ci sono di mezzo quegli "usa" che hanno sperimentato più e più volte, su migliaia di loro concittadini ignari gli effetti di sostanze velenose, tra le quali il plutonio fatto bere come "vitamine"!!! (vedere rai news del 1° maggio 2011 ore 21).
se bombardare la residenza di gheddafi è far rispettare la "no fly zone"...!
pertanto credo che per riequilibrare la situazione potremmo spedirgli in dono il berlusca impacchettato.

stefano b. 01.05.11 22:07| 
 |
Rispondi al commento

per mè grillo sta mettendo in cinta la ruby...
uccide berlusca:-)

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna mettere in dubbio l'esagerazione dell'azione militare nei confronti della libia...Ma tutto quello che sta accadendo è frutto di tensioni politiche mai cancellate,scelte errate,garantismo politico per il petrolio.Il dittatore merita tutto quello che gli piovendo addosso,anni di sfruttamento,censure,interessi personali,politiche anti-americane...chi semina vento raccoglie tempesta...

Cassetta Giorgio, bovolone Commentatore certificato 01.05.11 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DISSENTO: oggi come oggi la pace si ottiene solo scacciando i dittatori (quando cacceremo i nostri?) e pertanto per i diritti di quelli che non vogliono che gheddafi sia il loro carnefice ci deve essere qualcuno che combatta insieme a loro altrimenti avremo una popolazione sterminata da quello stronzo; se avesse accettato l' esilio oppure avesse proposto delle elezioni democratiche tutto questo non ci sarebbe stato. Anche io vorrei bombe alleate se un giorno vedessi morire le persone che amo per delle ingiustizie governative. LA LIBERTA' TUA ARRIVA DOVE INIZIA LA MIA

arsenio petriccione 01.05.11 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dispiace per i bambini, ma le bombe sono bombe e quando cadono da 12.000 metri di quota esplodono e se ci sono persone nelle vicinanze, le uccidono. Se Gheddafi voleva vivere tranquillo con la sua famiglia, doveva solo smettere di sterminare "come topi di fogna" la sua gente, è strano che ci si scandalizzi per la morte dei parenti di un feroce dittatore e non si spenda una parola per le atrocità cui ha sottoposto il suo stesso popolo. Se Gheddafi avesse accolto il cessate il fuoco imposto dall'ONU, sulla Libia non sarebbe caduto neppure un sasso, se avesse desistito dall'assedio sanguinario a Misurata, nessuno avrebbe mosso un dito contro di lui, poteva farlo, ma non l'ha fatto. E ora la colpa dei suoi crimini dovrebbe ricadere su coloro che cercano di impedire ad un tiranno di sterminare la popolazione inerme? Come avreste fermato Hitler? Con gli scioperi o con i volantini? Se i vietnamiti non avessero invaso la Cambogia, pensate che i sanguinari Kmer Rossi si sarebbero dati alla macchia? La guerra è sempre una decisione estrema e dolorosa, ma certe volte è necessaria, purtroppo in Libia la sola aviazione non basta, ci vuole un intervento a terra, limitato nel tempo, per contenere le truppe mercenarie di Gheddafi. Purtroppo agli italiani della sofferenza del popolo libico non interessa un granchè, interessano molto di più i danni collaterali, e non parlo di bombe, ma di profughi, la posizione dell'Italia in materia è stata vergognosa, quella europea anche peggio. Tutti tremano per 20/30.000 profughi, non sanno dove metterli e pensare che durante la seconda guerra mondiale, 15.000 sammarinesi hanno accolto e salvato dalle bombe 100.000 italiani e hanno addirittura diviso il poco pane che avevano con loro. Credo che su ciò che ha fatto questo minuscolo Paese, l'intera Europa debba riflettere.

Selva Gianni 01.05.11 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando parli ... parole (sante)
geddafi no...
sono ateo parli dei figli del male
:-)

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace grillo ma questo post lo hai toppato...
geddafi è protetto dagli israeliani per vendere armi .

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma gli Italiani.....in Italia...sono solo ospiti o sono spettatori ? Nessuno sente l'esigenza di fermare la Nato , il governo palermitano ,l'Onu ?Domattina , prima che facciano altri omicidi ?


l'avevo già postato gg fa:
il vero vaffanc,lo day deve essere ancora fatto. ma beppe di tematiche primarie non parla. è silente:
3 leggi popolari:
- riappropriazione della sovranità monetaria (e ci liberiamo dal vincolo di schiavitù con i massoni secolari)
- uscita dal wto (un calcio in c,lo ad adam smith e a questa crisi procurata a tavolino)
- uscita dalla nato (chi vuole infognarsi in una guerra lo farà senza il nostro consenso, senza il nostro c,lo e senza il nostro portafoglio)


tradotto in semplicità:
1)no allo schiavismo della razza umana alle elite massoniche
2)no al capitalismo globale che crea morte, schivitù, miseria umana per la maggior parte
3)no alla guerra
beppe se ci sei batti un colpo se no faremo un 3° v day dedicato a te
ne devi parlare. ormai sei in ballo. non essere un distrattore dai problemi cruciali altrimenti ha ragione barnard su di te
(per non parlare di quel pagliaccio ignorante di travaglio al quale permetti ancora di apparire tutti i lunedi a rompere le palle sul nano. e bastaaaa. ma non eri deberlusconizzato? o fai parlare di berlusconi di proposito a qualcun altro?)

http://www.disinformazione.it/globalizzazione.htm

non copiarmi il nick rick () Commentatore certificato 01.05.11 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma io penso che Geddafi se lo merita, e di piu'. Da mesi sta bombardando la sua gente uccidendo centinaia di perosne - non vedo perche' l'europa dovrebbe stare a guardare senza fare niente. Certamente che la questione di Berlusconi bacia mani e' totalmente un'altra storia. L'Italia lo sanno tutti che cambia bandiera molto facilmente!

Cinzia Farfan 01.05.11 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L' ONU, la NATO & C. sono semplicemente degli ASSASSINI legalizzati, ma sempre ASSASSINI.
E non da adesso, da molti anni.

dr. Jekill 01.05.11 21:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cittadini romani. temo siate già spacciati. sono già in veglia preventiva. se è in potere di farlo qaddafi presto ci bombarderà. poco ma sicuro. assolutamente deprecabile come tutti gli atti bellici, ma più che comprensibile visto l'inc,lata doppia riservatogli dai governanti italiani al limite dell'indecenza. rigor mortis per qualche migliaia di italiani prossimi alla tomba. il destino- almeno quello immediato- è già segnato.
prepararsi. le profezie sono vere(...)

non copiarmi il nick rick () Commentatore certificato 01.05.11 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a mè sembra la classica statuetta del duomo di milano...

massimo ravaglia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.05.11 20:52| 
 |
Rispondi al commento

definirei questa settimana " La settimana del medio evo: le nozze reali, l'evento "divino" e come può mancare una bella guerra contro i mori?
Voglio esprimere tutto il mio sdegno per quello che succede

alessio iannettone, prato Commentatore certificato 01.05.11 20:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

volevo scrivervi indignato, poi ho letto quanto avete postato, non so da chi, sulla vergogna , che dovrebbe macchiare noi europei, amerikani, onu etc. e soprattutto i francesi, da sempre rovina del vostro paese,per gli attacchi intelligenti effettuati ad un popolo che nulla ci aveva fatto. tantomeno gheddafi, da sempre strenuo antagonista del terrorismo islamico, ed alleato, nonche' fornitore di laute commesse a tanto petrolio agli itagliani.....vergogna . sono veramente schifato e cmq vicino alla famiglia gheddafi e a tutte le vittime dei bombardieri italo-francesi.

roger green 01.05.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento

mah...e se non fossimo intervenuti saremmo qua a lamentarci del perchè abbiamo permesso una carneficina di innocenti.... io sono contrario a questo governo, sia sulla politica interna, sia su quella estera, sia sul modo in cui è intervenuto nel conflitto, ma per quanto mi riguarda, meglio bombardare quei 10 assassini della famiglia gheddafi, e farla finita con questa guerra che stà insanguinando la libia, piuttosto che bendarci gli occhi far finta di niente e permettere a centinaia di migliaia di civili di essere uccisi, stuprati, torturati, ecc ecc.... visto che intanto ormai ci siamo dentro alla cacca... meglio provare a infilarci anche la testa per provare a spurgare il tombino intasato.... e la prossima volta che dobbiamo entrare in guerra... ci deve essere un dibattito parlamentare al termine del quale è il parlamento a dover decidere con scrutinio non segreto, e con la necessità che almeno il 75% del parlamento voti a favore dell'entrata in guerra... ma questa..ahimè...è solo utopia :(

Emanuele Caprarelli 01.05.11 20:03| 
 |
Rispondi al commento

..torto no ma nemmeno ragione....


la farnesina condanna l attacco presso la nostra ambasciata ( già vuota da settimane) a Tripoli, "è un dovere di Gheddafi proteggere la nostra ambasciata; cosi è venuto meno ad uno dei suoi obblighi internazionali (lui ?) " e la Nato assicura che gli obbiettivi delle bombe smart non sono le pesone fisiche, ma le bombe sono al corrente di questa direttiva Nato qualcuno deve avvisarle..

ARMANDO PONTEGGI Commentatore certificato 01.05.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento

il testo completo del trattato di "amicizia"( virgolette d'obbligo) e un cpincolla del capo I

http://www.camera.it/_dati/leg16/lavori/schedela/apritelecomando_wai.asp?codice=16pdl0017390

Capo I (articoli 1-7). Princìpi generali.

I princìpi generali riguardano: il rispetto della legalità internazionale, in base al quale le Parti, sottolineando la centralità delle Nazioni Unite nel sistema delle relazioni internazionali, si impegnano ad adempiere in buona fede agli obblighi derivanti dai princìpi e dalle norme del diritto internazionale universalmente riconosciuti, nonché inerenti al rispetto dell'ordinamento internazionale, con implicito riferimento alle norme di carattere pattizio cui sono vincolate (articolo 1); il rispetto dell'uguaglianza sovrana degli Stati (articolo 2); l'impegno a non ricorrere alla minaccia o all'impiego della forza contro l'integrità territoriale o l'indipendenza politica della controparte o a qualunque altra forma incompatibile con la Carta delle Nazioni Unite (articolo 3); l'impegno alla non ingerenza negli affari interni e, nel rispetto dei princìpi della legalità internazionale, a non usare né concedere l'uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile nei confronti della controparte (articolo 4); l'impegno alla soluzione pacifica delle controversie (articolo 5); il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, conformemente alle rispettive legislazioni e agli obiettivi e princìpi della Carta delle Nazioni Unite e della Dichiarazione universale dei dritti dell'uomo (articolo 6); l'impegno al dialogo e alla comprensione tra culture e civiltà, mediante l'adozione di tutte le iniziative che, ispirate ai princìpi della tolleranza, della coesistenza e del reciproco rispetto, consentano di disporre di uno spazio culturale comune (articolo 7).

federico b., PU Commentatore certificato 01.05.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento

chiedo scusa ma secondo me il fatto che il figlio di Gheddafi sia morto mi sembra una Ca....a!

ma ti pare che il figlio del "Re" con un patrimonio di miliardi di euro stia li in casa sua mentre fuori imperversa una guerra con bombe vere che gli potrebbero cadere sulla testa? proprio quello poi? colui che è rinomato in tutti i posti vip del Pianeta sempre pronto a far festa con donne e champagne? nn ci credo, ci mostrino il corpo!

tra un pò ci diranno che tutta la famiglia Gheddafi è morta sotto le bombe e poi ce li ritroveremo tutti a St. Tropez!

ciao, ciao

danilo adriani 01.05.11 19:40| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
UNA COSA E' CERTA,GHEDDAFI CON DIPENDENTI COSI' S....I COME I NOSTRI (E ALCUNI DI QUELLI EUROPEI ED AMERICANI),NON CI DOVEVA NEANCHE PARLARE,ADESSO NE HA TRATTO LA CONSEGUENZE,PULTROPPO MOLTO TRAGICHE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 01.05.11 19:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori