Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il cerino acceso


cerino_acceso.jpg

Nel 1600 Cristo ritorna su questa Terra a Siviglia, durante la Grande Inquisizione e i roghi degli eretici. Un cardinale lo fa arrestare e lo accusa di tradimento perché ha condannato l'uomo alla infelicità quando il diavolo lo tentò nel deserto.
Il demone gli chiese di trasformare le pietre in pane, Gesù rifiutò perché voleva per l'uomo la libertà. Cosa vale l'ubbidienza comprata con il pane? Lo spirito lo tentò una seconda volta invitandolo a gettarsi dall'alto del pinnacolo del tempio... nella sua caduta gli angeli lo avrebbero sostenuto. Cristo rifiutò ancora e respinse il miracolo, voleva una fede interiore non costruita sui miracoli. Il demone gli propose allora di regnare sul mondo "in un unico formicaio pienamente concorde, poiché il bisogno di una unione universale è il terzo e ultimo tormento degli uomini". Gesù non accettò, gli uomini devono governarsi sui principi, non su una superiore autorità. Per il cardinale, Cristo aveva rinnegato i tre principi sui quali si basa la felicità umana: autorità, miracolo e mistero, con il suo dono della libertà agli uomini. Coloro che sono venuti dopo di lui hanno però reso felice l'umanità trasformandola in gregge, con il cuore finalmente libero dal fardello terribile della libertà. Gli uomini vogliono qualcuno da adorare, che pensi e agisca per loro. Vivono di miracoli e in loro assenza ne creano di propri. Il cardinale conclude così la sua accusa: "Tutti saranno felici, milioni e milioni di esseri, meno un centinaio di migliaia, quelli che li guidano. Perché solo noi, noi che conserviamo il segreto, saremo infelici. Essi moriranno dolcemente, si spegneranno dolcemente nel Tuo nome, e oltre la tomba troveranno solo la morte".(*)
Gli italiani sono quel gregge e i partiti e coloro che li dirigono ne sono i sacerdoti. Loro sanno cos'è giusto per noi e agiscono secondo il principio sacro dell'autorità, al riparo del mistero che avvolge le loro decisioni attraverso la disinformazione e la confusione. Loro creano i miracoli, anche quello della resurrezione, ritornando diversi, ma uguali, dopo ogni crisi, come sta avvenendo ora. L'unico miracolo possibile è la partecipazione diretta alla cosa pubblica. La libertà, la libertà di partecipare e condividere, è vista come la peggiore eresia e condannata al più tremendo dei roghi mediatici. Non sarà facile, né indolore. La libertà è insopportabile. Amen.
(*) testo liberamente tratto da "I fratelli Kramazov" di Dostoevskij

Spegniamo il nucleare

Spegniamo il Nucleare (Libro)

"Manuale di sopravvivenza alle balle atomiche" di Beppe Grillo
Acquista oggi
la tua copia.


lasettimanabanner.jpg

4 Giu 2011, 18:06 | Scrivi | Commenti (687) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E' tecnicamente impossibile che tutto il popolo (in massa) possa partecipare direttamente alle decisioni e agli atti di governo. Anche le consultazioni referendarie, in una democrazia partecipata, possono essere il risultato di una informazione distorta e perversa in mano al ceto dominante. Ma allora, serve proprio la classe dirigente dei politici di professione? Certamente no, anche se Casini continua a pensare di essere lui, insieme agli altri politici nazionali,regionali, provinciali, comunali, circoscrizionali e di comunità montana, la classe dirigente. Questa classe dirigente non ha dato buona prova di sè. Perciò, il problema della "governance" si potrebbe risolvere con i parlamentari estratti dalle liste elettorali come campione della popolazione. Dopo un corso di formazione biennale (tutti i partecipanti dovrebbero possedere almeno i saperi della scuola dell'obbligo), superato l'esame di idoneità finale all'esercizio del mandato parlamentare, dovrebbero restare in parlamento per i soli tre anni successivi. E poi tornare a casa, senza pretese spropositate, con i contributi pensionistici pagati nel quinquennio dallo Stato, ad integrazione dei contributi previdenziali della preesistente attività lavorativa. Ovviamente, e innanzi tutto, si dovrebbe garantire la più grande libertà e diffusione (senza concentrazioni) ai mezzi di comunicazione di massa.
Mi piacerebbe conoscere, se possibile, un fondato argomento contrario.

Armando L. Palma 06.06.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Signori, basta con questa storia della partecipazione diretta, che non vuole dire nulla. La partecipazione diretta si poteva attuare nell'antica Atene, ed anche lì, oltre alle assemblee aperte a tutti i cittadini liberi, c'era una forma di rappresentaza: i 120.000 abitanti eleggevano 500 rappresentanti. Qualcuno avrebbe la bontà di spiegarmi come si dovrebbe attuare la partecipazione diretta in una nazione enormemente più estesa e con una popolazione 500 volte superiore?

Lelio Giaccone, Sciacca Commentatore certificato 06.06.11 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Se pensassimo ad ogni altro essere umano come qualcosa di migliore di noi stessi partiremmo certamente da un'ottima base per il raggiungimento della fratellanza e della libertà. Sembra un'idea sbagliata e irragiungibile ma I fratelli Karamazov aiutano a capirla. Se continuerai a scrivere questi post saremo sempre di più con te. Grazie.

S. Carretta 06.06.11 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Vale la pena vedere e soprattutto ascoltare questo video del giornalista Gianni Lannes sul nucleare e il governo.

http://www.youtube.com/watch?v=qqQ0IqHrzII&feature=player_embedded#at=20

Marco Bianchi 06.06.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento

La democrazia diretta è una forma di governo applicata nelle esperienze anarchiche del passato.

E' una formna di governo a tutti gli efetti di estrema sinistra.

Essa è stata più volte citata dal movimento antagonistra tradizionale e anarchico.

Le prime proteste della TAV sono state portate avanti dai movimenti anarchici torinesi, qualcuno ci ha rimesso la vita.

Ma voi "grillini" ( tanto siete abituati a insultare tutti e tutto ) siete oltre, oltre la destra e la sinistra.

Forse dovreste ripassare la storia

Grillino pentito 06.06.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, mi spiace ma dallo sfortunatissimo post su Pisapia sei molto debole , hai ignorato le migliaia di post critici, questo non ti fa bene. Un errore capita a tutti, ma bisogna ammetterlo. Perchè non ci rifletti un attimo e scrivi un post in cui ammetti l'errore? Un Lettore assiduo del tuo Blog che vota IDV ( un partito che certo di errori ne ha fatti ma senza il quale oggi non ci sarebbe il quesito sul nucleare ) Se Dagli errori si ha la forza di imparare ne si esce rafforzati.

Luca Iozzino 06.06.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, nella tua furia antiitaliana sembri dimenticare (forse non casualmente)che domenica prossima andremo a votare per dei referendum che, perlomeno per la gestione dell'acqua, sono stati il risultato di un lungo ma fondamentale cammino dal basso,che a partire dalla fallimentare esperienza della privatizzazione dell'acqua ad Aprilia e in altre città ha portato i cittadini a fare prima una proposta di legge popolare per la gestione pubblica del servizio idrico (70000 firme, mai discussa in parlamento), a cui è stato risposto con il decreto Ronchi, che ha portato a sua volta a raccogliere 1 milione e quattrocentomila firme per sottoporre a referendum le norme più inaccettabili sulla privatizzazzione. In tutto questo percorso i partiti sono stati non solo assenti, ma infastiditi da questi cittadini rompicoglioni (che vogliono, come si permettono di interferire con cose che non capiscono?). Come attivista per l'acqua pubblica, vedo che adesso molti saltano sul carro perchè pensano che i referendum possano vincere (ma noi non ci siamo fatti ingannare,per es. rifiutando l'evento di chiusura unitaria che ci era stato proposto a Roma, perchè non vogliamo che nessuno si appropri di questa battaglia, Di Pietro, SEL, PD, Santoro e chi più ne ha più ne metta).
Tutto questo per dire che non sono affatto d'accordo sugli italiani come gregge. Non lo siamo, e questa nostra battaglia di democrazia reale, cominciata perlomeno un anno fa, anticipa, non segue, le battaglie per la democrazia che dal Magreb e dal medio oriente in genere sono risalite fino a Spagna e Grecia. L'esproprio delle nostre vite, sotto forma di mancanza di libertà, esproprio dei beni comuni,del diritto di vivere, di parola, di istruzione, ci accomuna con gli altri paesi del mediterraneo, in misure e modi diversi. Cerchiamo di lavorare in questi ultimi giorni per il si ai referendum per acqua e nucleare,mettendo un altro tassello ad una costruzione, magari lenta, ma solida, perchè parte da noi.

Laura Campitelli 06.06.11 00:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME L'ACQUA PER IL NUCLEARE

Intervista RAI a Petronzio sul nucleare. Petronzio conclude l'intervista dichiarando che dopo l'esperienza di Fukushima le centrali nucleari dovrebbero essere costruite vicino al mare affinché la radiazione non contamini l'ambiente, la terra. Ottima considerazione verso ciò che è all'origine e alla base della vita.
Vide Petronzio quant'è bello.

gustav Roll 05.06.11 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono diversi cerini accesi sparsi per il mondo,uno di quelli è in mani pericolose,vale a dire un POPOLO DI MALEDETTI DA DIO E DAGLI UOMINI sta operando un genocidio nei confronti degli occupati solo per derubare la terra che NON E' LORO.Sono dei bastardi dei delinquenti chiediamo la condanna mondiale e l'allontanamento dalle nazioni unite,è un dovere di CIVILTA' MONDIALE annientarli politicamente altrimenti saremo a nostra volta a rischio di essere occupati da quei MALEDETTI BASTARDI.

emi f., voghera Commentatore certificato 05.06.11 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto per caso la pubblicita' a favore del nucleare si RAI1 .... e' assolutamente vergognosa .

Ma quello spot non era stato sanzionato dalla vigilanza Rai ?

qualcuno lo sa ?

Roberto Celli 05.06.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo ribellarci tutti ad Equitalia in maniera attiva tramite la rete.
Siccome Equitalia è uno strumento di strozzinaggio in mano alla politica ed ai poteri forti, sempre forte con i deboli e debole con i forti, una rivolta unitaria li manderebbe nel panico.
Mettiamo in rete nomi e cognomi di tutti i direttori di Equitalia, di tutti i dipendenti, protestiamo unitari davanti alle loro sedi e costringiamoli a dare pubbliche spiegazioni delle loro innumerevoli nefandezze tipo interessi da usura, ganasce fiscali per pochi sero, ipoteche sulla casa per cifre ridicole.
L'attenzione mediatica sul problema è fondamentale: giornali locali, rete, TV locali e nazionali; dobbiamo costringerli a parlare ed a dare spiegazioni con manifestazioni spontanee ed organizzate davanti alle loro sedi, assediamo pacificamente Equitalia e facciamoli paura.
Niente violenza ma un'enorme pressione ed una libera informazione può stanarli per farli andare nel loro unico habitat naturale : la galera.

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 05.06.11 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi sorprende sempre come veniamo trattati da tutti i nostri politici. Per qualche motivo le loro elezioni li hanno elevato oltre il livello umano.
Sono convinto che l'inevitabile è sempre in agguato ma è possibile vederlo in tempo e se non evitarlo almeno non farsene travolgere.
Tutti noi per avere informazioni vere dovremmo diventare reporter ma soprattutto non essere condizionati dai se e i ma tipici della propaganda televisiva. Credo fermamente che un popolo debba usare un referendum per decidere del proprio futuro a prescindere dalle inclinazioni politiche. Abbiamo anche un altro vizio. Prendiamo per oro colato quello che ci propone un governo come se fossero leggi divine.
Viviamo in un nuovo medioevo e sembra incredibile che siamo pronti a rinunciare alla nostra libertà. Sono generazioni che lottiamo per liberare in parte le persone ma a me non risulta che lo abbia mai fatto una azienda. Controlliamo gli enti pubblici ma non facciamoci vendere quello che e diventato di tutti con il sangue di molti saggi che lo hanno difeso con la loro vita.

PATRIZIO FLORIO, LECCO Commentatore certificato 05.06.11 16:49| 
 |
Rispondi al commento

L’Italia e' un feudo marinaro fondato sulle cozze

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Don Silvio va a morire
Questa e' moneta corrente
Morire e' un’abitudine
Che coglie anche un reggente
Silvio e' un brutto ceffo
Che si reputa eterno
Ma questo e' uno sberleffo
Che non ferma l’inverno
Don Silvio non sta bene
La morte gli e’ sul collo
E il cerone non scalda
Il gelo che sta attorno
Cricche di leghisti
Tengono il corpo morto
Giovani di vecchio pelo
Col portafogli ben sporto
Com’e' triste il potere
Che avanza ciecamente
La vita si ritira
La morte fa demente
Tutto si puo' comprare
Ma la Morte non e' compagna
Che come la Cassazione
Si vende come una cagna

Viviana

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo piu’ nel medioevo,
l'informazione e’ sottile
pervade il globo
Il villaggio mondiale non puo’ piu’ essere governato con le leggi del capobranco
L'informazione e’ imprendibile
Non conosce recinti e censure
Se 40 scrivono su un blog, l'informazione arriva a 400.000 e 4.000 arrivano in piazza
Se uno solo arriva alla verita’, questa si diffonde come il vento e ogni secondo qualcuno comincia a pensare pensiero nuovo,
pensiero migliore
La verita’ penetra nelle fessure
Non ci sono sbarramenti a rinchiuderla
Piu’ il potere tenta di fermarla, piu’ la sua forza aumenta e piu’ la gente capisce quanto sia malvagio il potere
e lo odia
E piu’ la gente odia il potere, piu’ esso si sgretola dal suo interno
Ma chi puo’ fermare l'aria?
Chi puo’ impedire il vento?
Chi puo’ chiudere per sempre fuori la luce?
Si puo’ farlo per un po'
Si puo’ farlo anche per molto tempo
Non si potra’ mai farlo con tutti
Non si potra’ mai farlo per sempre

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Rincuorati!
se la tua idea e’ giusta
il mondo la sentira’
anche se tu dovessi essere muto
Siamo fatti di energia
l'energia e’ sottile e si allarga
da ogni uomo come un faro
sii un faro di luce
e non di ombra
siilo in ogni atto
e pensiero e parola
il resto verra’ da se’

Viviana

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Sempre cassa e duello
Petto a petto faccia a faccia
Delinquendo e fuggendo
Visse come delirasse
Si dice che fu una donna
A cederlo al nemico
A tutti prima o dopo
Fa tradimento la vita

Viviana

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

NUCLEARE D'EGITTO

ATTENZIONE! Quello della centrale nucleare di Alshas (Egitto) è un incidente anche grave. Sembra che si tratti di un guasto alla pompa. E' un incidente Three Mile Island e può sfuggire al controllo.

gustav Roll 05.06.11 16:27| 
 |
Rispondi al commento

E' di moda citare questo brano di Dostoevskij
,adesso, dopo Ferrara, anche Grillo, ma sembra che pochi l'abbiano veramente letto,altrimenti non porrebbero questa banda di sconsiderati,ignoranti e puttanieri sullo stesso piano del grande inquisitore della parabola .
Cristo gli dà un bacio prima di allontanarsi.Dubito che se al suo posto ci fosse Berlusconi, le sue zoccole e i suoi servi, Cristo si comporterebbe in questo modo.Egli sembra riconoscere che l'inquisitore ,anche se si muove in una direzione opposta alla sua è, comunque,animato dall' amore per gli uomini.I nostri governanti sono animati solo da libidine bestiale e interessi particolari

Rino Palma 05.06.11 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti per il blog, è stupendo. Vorrei averlo scritto io.

Paolo pierobon 05.06.11 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Io andrò a votare e farò poker di "SI", perchè so non possiamo lasciare nelle mani di una manica di stronzi il nostro destino.
Un si per l'illegitimo impedimento;
Due si per l'acqua che è un bene primario;
Ed un si per il nucleare, perchè si vogliono ingrassare con una vecchia tecnologia che nenche nel terzo mondo vorrebbero, anche se sò che questo bloccherà una realtà tutta italiana che il Governo e le Lobby stanno osteggiando è che sarà la soluzione per un futuro più pulito.

http://www.youtube.com/watch?v=ZGI12A3SWJ4

Uno dei tanti 05.06.11 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Signoriiii!!!! almeno voi parlate dell'incidente nucleare che si è verificato in Egitto a Anshas sabato 4...perchè sui nostri giornali liberi e sui loro siti tutto tace! Non sarà delle proporzioni di Fukushima "per ora" ma 10'000 litri di acqua radioattiva sversata mi sembrano sempre tanti, infatti è classificato di livello 3 su 7.

saluti

Francesco 05.06.11 15:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.114185388669745.28147.100002348526519

Rossano Delvecchio, cesena Commentatore certificato 05.06.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento

formigoni si sfoga su FaceBook :poco vespa ,possimao trovarne una di seconda mano in buono stato ,così magari va a farsi un gioro moooolto largo.

panino.A. 05.06.11 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Sto sentendo tante balle in questi giorni sull'argomento dell'acqua.

Vi dico realmente come stanno le cose (sono un consigliere comunale che da anni si informa su questo argomento).

In Lombardia la regione sta facendo di tutto x privatizzare la gestione dell'acqua (anche facendo sedute in agosto quando tutti son via).

I comuni sono costretti, come nelle dittature vere e proprie, ad aderire agli ATO per il servizio idrico (ATO è l'organismo provinciale a cui sarebbe delegata la gestione del servizio idrico e nel quale si svolgerebbe la gara per l'acqquisizione della gestione del servizio da parte di pubblici, privati, pubblici/privati), pena il commissariamento (in questo caso viene il commissario prefettizio a firmare l'adesione a discapito della decisione presa dal consiglio comunale), se qualcuno vota in consiglio comunale contro l'adesione.

Ora mi chiedo è giusto tutto ciò.??? A parte che per principio l'acqua e tutto cio che ne comporta deve rimanere pubblico vi pongo queste semplici domandae.

Vi chiedo:
è giusto che chi non vuole aderire all'ATO sia costretto per forza ad aderirci come nelle dittatute???

E' giusto che io pago il doppio o il triplo la bolletta (perchè quello che avviene con la privatizzazione è questo e la tariffa è unica per tutti i comuni), quando il mio comune gode di un ottimo servizio idrico; e gli investimenti (che motivano il rialzo delle bollette) sull'acquedotto interesserebbero gli altri comuni della provincia che per anni non hanno investito una beata sega in ciò?

E' giusto che qualora avvenissero lavori di manutenzione straordinario sulla rete idrica del mio comune, dovrei aspettare settimane, prima che detti lavori si realizzano (i lavori sarebbero svolti da aziende che gestirebbero + comuni contemporaneamente e che quindi avrebbero parecchi interventi da svolgere), mentre ora il mio comune, nel giro di un paio di giorni, massimo una settimana, sistema tutto?

PER QUESTO VOTERO' SI AI REFERENDUM!!!!!!!!!!

Lorenzo Como 05.06.11 14:53| 
 |
Rispondi al commento


Tar: la Centrale del Latte torni al Comune. Fallisce la privatizzazione
Marina D'Ecclesiis, Radio Città Aperta

La Centrale del Latte di Roma deve tornare in mano al Campidoglio. A stabilirlo ieri, è stata una sentenza del Tar del Lazio, dopo le altre due emesse lo scorso anno dal Consiglio di Stato che annullavano la privatizzazione.
Il Comune di Roma adesso, ha 60 giorni di tempo per rientrare in possesso del 75% dell'ex municipalizzata, privatizzata oltre 10 anni fa, nonostante il referendum. Era il 1998, quando il notaio Matilde Atlante suggellò la cessione per 80 miliardi di lire del 75% della ex municipalizzata alla Cirio di Sergio Cragnotti, valutata nel suo complesso 106 miliardi.
In Campidoglio sedeva Francesco Rutelli e i termini dell'accordo prevedevano l'obbligo di non cedere a terzi le azioni acquistate almeno nei primi cinque anni, pena la risoluzione automatica del contratto e una penale pari all'intero prezzo versato. Ma l'obbligo fu disatteso a un anno soltanto dall'acquisto: nel febbraio del '99 Cragnotti si trovò costretto dall'imminente bancarotta a cedere il gruppo alla Parmalat di Calisto Tanzi, mandando all'aria tutti gli impegni e le promesse di investimento e sbolognando al Comune (che li dovette assumere) 200 dipendenti ex Centrale. La tendenza dei cittadini che si espressero al referendum sulla privatizzazione perso per pochissimi voti, risultò spaccata in due e fu dunque ignorata quella metà della popolazione che aveva detto no alla cessione della Centrale del latte a privati.
Nel frattempo la società Ariete Fattoria Latte Sano intentò una causa civile che chiedeva al Tribunale di Roma di annullare gli effetti giuridici della cessione originaria. La Ariete fattoria latte sano, che lo scorso anno ha promosso il ricorso al Tar di cui oggi tutti i giornali parlano, all'epoca della cessione era infatti in lizza per l'acquisto della Centrale. Per questo adesso il Comune di Roma ha il dovere, come

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.06.11 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Piano di salvataggio per la Grecia più problematico che mai.
Riunioni senza risultati.

Non basterebbero 80 mld ma sarebbero necessari 100 mld per i nuovi aiuti alla Grecia.
Mercoledì alti funzionari della zona euro hanno respinto il programma del Vice Ministro delle Finanze tedesco Joerg Asmussen secondo il quale i creditori privati erano chiamati a partecipare.
Asmussen ha avuto precise istruzioni dal Ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble di non accettare nessuna soluzione che lasci indenni gli investitori privati.
La riunione però è andata avanti sino alle tre di giovedi mattina senza alcun risultato. Ora i Ministri delle Finanze dovrebbero arrivare ad una conclusione nella riunione del 20 giugno.
Il Presidente del FDP Rainer Brüderle ha annunciato che il Bundestag non accetterà facilmente un altro pacchetto di aiuti.
Ha detto anche che una ristrutturazione del debito greco potrebbe anche avvenire " in un momento X. Ma la Grecia non è un protettorato". La decisione spetta ad Atene. Il paese deve decidere se rimanere nell'unione monetaria, secondo l'ex ministro federale dell'Economia. "Un ritiro può essere tecnicamente possibile, ma i Greci avrebbero molte più difficoltà con un ritorno alla dracma."
Venerdì, in Grecia, i manifestanti avevano occupato il Ministero delle Finanze.

http://vocidallestero.blogspot.com/2011/06/spiegel-il-salvataggio-della-grecia.html


Alina F., Varese Commentatore certificato 05.06.11 14:40| 
 |
Rispondi al commento

tg1 delle 13.30 del 4 giugno, c'è anche il link

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-79afd3a5-dd83-475d-bbfe-c8d4f054c208-tg1.html#p=0

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.06.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA è un Paese nell'anarchia più assoluta ed è guidata dal massimo degli anarchici : Silvio.
Lui, amministratore capo del paese, ghe pensi mi, faccio e so tutto io, si spaccia statalista ed agisce da capitalista.
Acqua, Energia, Scuole, Trasporti, Grandi Eventi, per Silvio, che paghi il pubblico, ma che incassi il privato.
il 12 giugno si spezzi questa perfida spirale e si invii al mittenta una seconda SBERLA.
Non ci vugliono i Privati nella gestione dei settori primari, ma un Pubblico ammistrato con capacità. serietà ed onesta.
Ma sarà mai possibile ottenre questo da un Popolo di anarchici ?

salvatore 05.06.11 14:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fiat, Marchionne: “La sede resta a Torino”
“Ma l’Italia cambi atteggiamento”

Come no, signor Generale. Mo' ci mettiamo a 90 gradi e ci cospargiamo l'orifizio posteriore con abbondanti quantita' di vaselina!

Rinunciamo a tutti i diritti dei lavoratori guadagnati in decenni di lotte e ci adegueremo a stipendi alla polacca o alla romena.

Puo' anche andarci bene. Ma allora affitti a 50 euro/mese e tutto il resto proporzionato a quanto si guadagna. Visto che in Polonia e in romania uno stipendio medio e' di 150 euro!

Buffone!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/fiat-marchionne-nessuna-intenzione-di-spostare-la-sede-da-torino/115933/

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 05.06.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Un folle sta per riempirci di centrali nucleari
Stanno per venderci l'acqua pubblica
Un Governo che non ha più la maggioranza nel paese governa attaccato al potere coi denti e spandendo truffe e corruzione
La crisi attanaglia il paese
E indovinate di quale pericolo parla sua santità
Papa Benedetto XVI!?
LE FAMIGLIE DI FATTO!!!!!!!!!!!!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hackers esperti di wikileaks hanno rubato dagli archivi di Berlusconi la lista segreta dei candidati alle primarie del Pdl

Primo candidato: la P2
Secondo candidato: la mafia
Terzo candidato: la camorra

Almeno si fa ordine e la facciamo finita con queste lotte intestine!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 14:08| 
 |
Rispondi al commento

"Ognuno pensa a se stesso, e campa meglio di tutti chi sa ingannar se stessi megli di tutti".
Delitto e Castigo - Feodor M. Dostoevsky

altra traduzione:
Ciascuno cerca di arrangiarsi come meglio può, e vive più allegramente chi riesce a infinocchiare meglio se stesso.

aye aye mon captain

alfonso baroni (rrrbr) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Per vs conoscenza. Questa è carina, ammettetelo sú!

***

Guai a scherzare su Grillo!
Chi tocca i fili, muore...


In Italia, checché se ne dica, si può scherzare su tutti: su Berlusconi, sul PD, sulla Lega, su Fini, su Casini, sui Responsabili, sui Radicali e pure sul papa. Di solito incassano senza fare grandi storie, e male che ti vada ti dicono che lo scherzo non fa ridere, o che è roba già sentita, oppure, nel caso del papa, che sei un miscredente senza rimedio. Se scherzi su Grillo, però, le cose si mettono diversamente.

Se scherzi su Grillo la prima cosa che i suoi sostenitori ti sbattono in faccia è che Grillo è un comico, mica un politico, e allora perché non scherzi pure su Teo Teocoli, su Checco Zalone e su Claudio Bisio? Perché sei in malafede, naturalmente. Perché sei in malafede, proseguono i fan, un pennivendolo pagato da De Benedetti, o da Berlusconi, o da Confindustria, o dall'Unità, o dalle multinazionali, o da Vendola, o dal PD -oppure, chissà, da tutti quanti messi assieme- per contribuire alla distruzione del Movimento 5 Stelle: il quale, precisano, è una cosa ben diversa da Beppe Grillo, e tu sei in malafede pure perché fai finta di non saperlo.

Poco importa, naturalmente, che simili levate di scudi contengano due paradossi, piazzati in modo nemmeno troppo insidioso l'uno dentro l'altro. Poco importa che sia sufficiente leggere il cosiddetto "non-statuto" del Movimento 5 Stelle per accertarsi che Beppe Grillo, quello che sarebbe solo un comico, è l'unico proprietario del simbolo elettorale, cosa che a meno di clamorose rivelazioni non può dirsi di Teocoli, di Bisio e nemmeno di Zalone.

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Copiato da spinoza forum
Berlusconi: " Sì alle primarie nel PDL". "Primo!".

opp

Berlusconi: " Sì alle primarie nel PDL". Vince il primo che dice "sì alle primarie nel PDL".

Berlusconi: " Sì alle primarie nel PDL".
lista dei candidati:
Sivio Berlusconi
Brontolo
Gongolo
Mammolo
.
Berlusconi: «Sì alle primarie nel Pdl». Che insieme alle infermiere gli piacciono tanto.

Berlusconi: «Sì alle primarie nel Pdl, ma senza infiltrati dalla sinistra». PD docet.
.
Berlusconi: "sì alle primarie per il Pdl", in effetti il fatto che imparino almeno a leggere e scrivere potrebbe tornare utile.
.
Berlusconi lancia le primarie Pdl. Turno secco uninominale alla nord-coreana.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le quattro stagioni. Che poi in realtà sono due, inverno ed estate, primavera ed autunno sono transizioni. Che c' entrano adesso le stagioni? Voglio usare una metafora per meglio esprimere un concetto importante. Il passaggio dal Sistema Politico S1 (quello in vigore dal 1945) al Sistema Politico S2 (quello futuro) è come il passaggio dall' inverno all' estate. Non è ovviamente una transizione istantanea, richiede un po' di tempo. Ed in questa fase non ha tanta rilevanza il fatto che piova o ci sia il sole il 16 aprile o il 22 maggio: ciò che conta veramente è che si proceda comunque verso l' estate. Dico questo perché vedo che sul blog parecchi lettori vanno in ansia su fattori politici contingenti. Ansie inutili perché, ripeto, ciò che conta veramente è il trend, la tendenza generale e non ciò che Berlusconi o Bersani dicono o fanno il 15 giugno o il 24 settembre.

leandro caso Commentatore certificato 05.06.11 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molti dei nostri bisogni sono indotti per due motivi: 1) costringerci a lavorare per comprarli e mandare avanti il sistema che crea falsi bisogni e falso benessere nonché i simboli dello status di qui ci fregiamo come pavoni con le piume della coda. Il tutto per mantenere il sistema in equilibrio e quindi sostenere le forze che governano quell'equilibrio. Privilegiamo quindi macchinoni, case in centri pieni di smog, Rolex, abiti firmati anche se poi sono fatti in Cina avendo di Italiano solo l'etichetta ecc. ecc. mentre non apprezziamo come dovremmo i bei paesaggi naturali che stiamo distruggendo, l'aria ed il mare pulito, una casa con un bel giardino e dei fiori, un buon libro, una buona cultura, una bella famiglia, gli affetti, passare una serata con veri amici magari attorno ad un falò in spiaggia. Tutte cose di cui si perde il ricordo che risale alla nostra gioventù più consapevole di ciò che conta e meono corrotta dal sistema che ci lava il cervello. 2) costringerci a non pernsare alle cose serie, non interessarci all'organizzazione della cosa pubblica e delle scelte economiche e sociali dandoci il solito polpettone e cadere nell'oblio finché non ci sveglieremo senza soldi, senza aria, senza mare, senza libertà, senza valori, senza amore e ci continueranno a dire che va tutto bene: ma per chi ? Ritorneremo al feudalesimo, incapaci di gestirci non riconoscendo più ciò che è bene e male per noi, ciò che è giusto e non, confondendo le credenze indotte con la verità, la libertà e la coscienza e la responsabilità che ne deriva con l'autorità.
Non si comanda con l'arrganza, con lo sfruttamento, con l'autoritarismo ma con l'amore e la dedizione. Si comanda senza comandare ma facendosi amare e stimare per quello che facciamo, senza violenza, senza volgarità. QUESTI POLITICI LO STANNO FACENDO ?

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 05.06.11 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho una collega di lavoro che ha due figli piccoli i quali finiscono le scuole il 9 giugno prossimo. Purtroppo aveva già programmato di partire subito per il mare vista anche la maggior convenienza data dalla bassa stagione. La stessa è dispiaciutissima di non poter partecipare al noto referendum per questo motivo, e già qui avremmo la dimostrazione della "quadratura del cerchio" del fu craxismo ed attuale berlusconismo... Io, che voterò quattro sì, mi sono proposto di andare a prenderla al mare, farla votare, e riportarla da dove l'avevo prelevata. Personalmente credo sinceramente nel dispiacere della collega, ergo come fare per quadrare il cerchio anche da questo versante? Propongo di organizzare a strettissimo giro servizi privati di trasporto (e magari, perchè no?, anche mezzi pubblici!) per portare questa marea di "turisti balneari della prima ora" a votare a cavallo del prossimo 12 e 13 giugno. Personalmente A MIE SPESE mi offro come tassista per tutta domenica prossima!! Moralmente a mio avviso come non mai il referendum lo esige!!! Pena ovvia potrebbe essere il "riscatto" immeritato del Berlusconi Silvio.. Qualche sacrificio insomma agli uomini di buona volontà per un grande obiettivo che sicuramente sarà così più a portata di quorum .. Meditate referendari, meditate..

GIAN LUIGI SOLDI, Conegliano Commentatore certificato 05.06.11 13:43| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ma Feltri è tornato nuovamente al Giornale?

^^

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che noia siete solo dei paranoici!
Vi credete i bolscevichi del21 secolo ma x me avete scoperto l'acqua calda... Grillo poi!
Che bello che era questo blog anni fa, quando si facevano battaglie insieme oltre i partiti, si pensava... Da quando c'è questo movimento 5 stelle Grillo ne ha fatto una vetrina: l'informazione e' sempre più strumentale.. Una volta mi riconoscevo nel movimento e nel progetto ma ora ( soprattutto dopo gli attacchi ignobili e falsi contro Pisapia e De Magistris, l'improcrisia nel non commentare i risultati delle elezioni in particolare Napoli- dove ignobilmente non e' stata riconosciuta la novità e la vittoria di De Magistris- le offese volgari l'arroganza e la presunzione che vi porta a ridicolizzare il voto di chi non vi ha votato) ho capito che questo 5 stelle nasce nel modo peggiore e non mi potrò mai riconoscere in esso: troppo personalistico e dominato da Grillo, non e' vero che ognuno vale uno, non prendete distanze da Grillo che può permettersi di dire sempre quello che vuole senza rendere conto ai suoi sostenitori..
La struttura orizzontale ha rovinato il movimen, che appare sempre più simile a Forza Italia..spesso usate un linguaggio demagogico che pare di sentire Berlusconi!
Scaricate Grillo e date spazio a altri leader altrimenti il progetto e' già morto!
Noi facciamo festa e voi i soliti cani rognosi che non li ba mai bene niente!

Alessandro 05.06.11 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Bisognerebbe invadere le piazze come in Spagna, per ottenere precise richieste della popolazione.

Esempio, vogliamo che i parlamentari si abbassino gli stipendi del 75% occupiamo in migliaia le piazze per giorni sino ad ottenerlo.

snip 05.06.11 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Certo che peggio di così Berlusconi il referendum non lo poteva gestire. Anche in questo emerge tutta la protervia e la scorrettezza di questo individuo!
Ha detto che per lui conta solo il volere popolare, poi ha cercato di invalidare il referendum con la furbata di sospendere momentaneamente le norme sulla delineazione dei siti. La Cassazione ha dichiarato che, malgrado questa variazione dell'ultim'ora, il referendum sul nucleare si doveva tenere lo stesso. E Berlusconi ha detto che lasciava libero l'elettorato di esprimersi come voleva e che lui avrebbe democraticamente preso atto del volere popolare. Contemporaneamente si è dato da fare per adire alla Consulta e cercare di invalidare nuovamente il referendum. Su questa nuova obiezione la Consulta deciderà martedì (e siamo a 5 giorni del referendum).
Come se non bastasse, ci sono 3 milioni e mezzo di italiani all'estero. Hanno votato su 4 quesiti, ma uno è stato cambiato e dovrebbero rivotare su un nuovo modulo che per ora non è nemmeno stato stampato e inviato. Se il quorum sarà ampiamente superato, si può anche trascurare il loro voto, ma, ammettiamo che il quorum si giochi su pochi numeri. In quel caso anche i voti degli italiani all'estero potrebbero essere decisivi per determinare se il quorum c'è o no.
E allora come si fa? La cosa più logica sarebbe mettere nel numero quelli che hanno votato e considerare se in linea generale si sono espressi pro o contro il nucleare, ma possiamo scommettere che ci sarà chi vorrà invalidare i loro voti perché non rispondenti al quesito modificato o vorrà addirittura sottrarli al quorum.
Davvero un pasticiaccio e tutto per colpa di Berlusconi che ha fatto lui questo casino!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per tutti i pidimenoellini che ci hanno attaccato, con offese e prese per i fondelli.

Quando Beppe dice che non siete diversi dal partito dell'amore....

Acqua pubblica? Bersani dice sì
Ma mezzo Comitato per il no è del Pd

Dal FQ.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/le-ambiguita-del-pd-sul-referendum-per-lacqua-in-molte-regioni-hanno-fondato-comitati-del-no/115974/

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 05.06.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento

ummm... quì qualcosa stà cambiando... vediamo come...

nico me (4mori), sardegna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Per Paolina Bassi e Gennaro Carotenuto

El Orejano (S J Garcia Poesia gauchesca)

http://youtu.be/8aKWqUIdeTM


................................

Porque no m'enyenan con cuatro mentiras
los maracanases que vienen del pueblo
a elogiar divisas ya desmerecidas
y'hacernos promesas que nunca cumplieron.

Porque cuando truje mi china pal rancho
me olvidé que hay jueces p'hacer casamientos,
y que nada vale la mujer más güena
si su hombre por eya no ha pagao derecho.

Porque a mis gurises los he criao infieles
aunqu'el cura grite qu'irán al infierno,
y digo ande cuadre que pa nada sirven
los que sólo viven pirichando el cielo.

Porque aunque no tengo ni en qué cáirme muerto
soy más rico qu'esos que agrandan sus campos
pagando en sancochos de tumba reseca
al pobre pión, qu'echa los bofes cinchando.

¡Por eso en el pago me tienen idea!
¡Porqu'entre los ceibos estorba un quebracho!
¡Porque a tuitos eyos les han puesto marca
y tienen envidia de verme orejano!

¿Y a mí qué m'importa? ¡Soy chúcaro y libre!
¡No sigo a caudiyos ni en leyes me atraco!
¡Y voy por los rumbos clariados de mi antojo
y a naides preciso pa ser mi baquiano!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 13:14| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Estraggo anche un pezzo da Guardian.uk

"They hope postponing the problem until then will give Berlusconi a better chance to keep going until 2013, when his term in office ends naturally.

But this is wishful thinking on the part of Berlusconi's supporters, because the opposition now seems finally to have found the courage to speak up.

Pierluigi Bersani, leader of the Democratic party, is hoping to close this parliament with an -->emergency government<--, while the more leftist Nicky Vendola, leader of the Sinistra e Libertà (Left and Freedom) breakaway grouping, dreams of new elections altogether.

"There is a time for rebellion of the pure and simple common sense … People are fed up with Berlusconi for the simple reason that they don't want to sink with him," writes Antonio Padellaro in Il Fatto. There is a moment in which even a country that has seemed lobotomised can react. Berlusconi will resist, holding on to the illusion that all can be fixed, as he always did. He will make promises, threats, he will buy this or that. But he knows it is over.

The next reckoning is in two weeks – on 12 and 13 June – with the referendum on whether to scrap the "legitimate impediment" (which protects Berlusconi from being tried) and on the privatisation of water and on nuclear power, which the government has boycotted and hopes won't get the quorum. But after the huge turnout in these local ballots to crush Berlusconism, the opposition hopes the majority of citizens will hang in there for a last push and let him know loud and clear that he is no longer representing Italy."


http://www.guardian.co.uk/commentisfree/2011/may/31/silvio-berlusconi-local-elections-italy

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stroncato da una mano vigliacca e' volato nell'etere,
alle ore 19:40 di ieri, 04.06.2011
alla tenera eta' di 8Min. e15Sec.
il commento demos-diretta!
Ne da' il triste annuncio il papa' anthony c.

Si uniscono al dolore gli amici e l'ass. VDB (vittime del bannamento)!

Si dispensa dal voto!
Il commento vale anche come ringraziamento!

Le esequie si terranno nel sottocommento
e saranno precedute da una prece!

La polizia indaga su una banda locale composta da 5 persone
ma le indagine sembrano essere circoscritte a una sola
riconosciuta da vari testimoni che affermano
di averla vista in zona alcuni minuti prima del misfatto;
a breve sara' diffuso l'identikit del presunto criminale!

anthony c. Commentatore certificato 05.06.11 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Blog... siccome seguo le notizie un po' alla leggera, volevo capire queste cosiddette primarie del PDL quando finiranno.

Ho letto un articolo sull'Economist pochi giorni fá e tra i commenti lessi quanto segue:

"Oh well, in June 22nd , the PDL will have internal elections for the leadership.........we can only hope that SB will be replaced. If not I fear new elections will be soon as the LN wants out of this coalition if there is no change."

Qualcuno puó confermare se effettivamente in quella data si terranno le elezioni interne per il PDL?

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate se intervengo, passavo di qui', leggevo e siccome mi sembra una discussione importante che rappresenta il nocciolo della questione del "tanto sono tutti uguali" (odiosissimo concetto usato proprio dai nemici della gente per poter cintinuare a fare le loro merdate e mantenere uno status quo' basato dulla disilluzione), do' una lettura delle questioni:

1) Per lo scudo: non conta che lo ha usato contro il verme (mastella), doveva difendersi a rischio di tutto.
--------------------------------------------------

de magistris ha usato lo scudo non "a rischio di tutto", (che e', una specie di scudo tombale?) ma solo per un reato a lui ascritto di opinione. e tante volte lo stesso beppe ha fatto post sull'iniquita' della presenza nel codice dei reati di opinione, quindi anche da lui disprezzati e non considerati alla stessa stregua di altri veri e proprio reati. del resto non ci vuole una cima per capire che un conto e' venire denunciati perche' durante un comizio o un'intervista si usano parole su cui qualcuno puo' cavillare e fare una denuncia o essere pedofil, collusi, corrotti etc.etc.


2) Non conta se ha sparlato prima o dopo, ha sparlato usando temi scemi, avrebbe potuto usare altro di meglio.
--------------------------------------------------

ha sparlato dopo, ma a accuse sciocche non si possono dare che risposte sciocche. cosa potrebbe dire ad es pisapia dopo che beppe lo chiama pisapippa? gli rispondera' beppe grullo. risposte sciocche per accuse sciocche.


3) Non si tradisce un mandato, io lo votai per tenere uno DEI NOSTRI in europa.. col risultato che conosciamo.
-------------------------------------------------

io invece l'ho votato perche' entrasse in politica e poi andasse dove rendersi piu' utile. in europa c'e' lui + altri 900 ( o quanti sono), piu' di tanto non puo' fare a meno che non faccia un golpe, come sindaco di napoli puo' usare il potenziale che ha.

stiamo a vedere cosa fara'

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 05.06.11 12:29| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'Alema continua a credere che l'Italia stia andando a destra. Si è messo quest'idea in testa attorno agli anni 80, quando il neoliberismo era in pieno vigore e tutti credevano che avrebbe portato libertà e benessere e, in tutti questi anni, ha lavorato per destrizzare il proprio partito, portandolo più che poteva verso il centro e aprendosi a molte istanze sciagurate della destra, ricordiamo con angoscia la sua bicamerale n° 1, i suoi tentativi di fare una bicamerale n° 2, e oggi basta vedere quell'economista neoliberista, Boccia, amante del nucleare e della privatizzazione dell'acqua, che D'Alema ha sospinto disastrosamente ben due volte contro Vendola. Ma le cose cose sono andate diversamente da come D'Alema ancora le crede, non solo in Occidente il neoliberismo è disastrosamente fallito ma in Italia le ultime elezioni hanno dimostrato in modo inequivocabile che il paese non va a destra, come D'Alema ha sempre ardentemente sperato, e non va nemmeno a sinistra, ma va a sinistra della sinistra, oppure, per dirla con l'M5S, va 'oltre' la dx e la sx.
E' la sconfitta plateale di tutte le convinzioni dalemiane, ma, poiché il soggetto è 'piticchioso', non cede e continua a ripetere che il vero successo di queste elezioni è stata Macerata (36.000 elettori!), dove il Pd si è alleato con Casini e ha vinto (ha vinto in realtà con l'aiuto di Sel, ma lasciamo andare), e ripete, il derelitto, che bisogna allearsi con l'Udc. Dal che si vede che se Berlusconi è morto, non è che D'Alema si senta tanto bene.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT ma anche no....

"POLEMICA SUL GP DEL GIAPPONE - Intanto scoppia la polemica tra i piloti della classe Gp.

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo non vogliono infatti prendere parte al Gp del Giappone in programma a Motegi a causa delle preoccupazioni legate alle radiazioni emanate dalla centrale di Fukushima.

Il nove volte campione Rossi dice che non vuole competere in Giappone il 2 ottobre, ma andrà comunque, a meno che la maggioranza decida di non correre.

Lorenzo invece vuole convincere i colleghi a boicottare l'appuntamento. «Voglio convincere il maggior numero di piloti a non correre in Giappone. Chiedersi per tutta la vita se si è stati o meno contagiati da radiazioni non è un pensiero che mi fa sentire bene»."

http://www.corriere.it/sport/speciali/2011/motomondiale/notizie/gp-catalunya_ef40195c-8de5-11e0-b332-ace1587d6ad6.shtml

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Grillo su Pisapia e De Magistris ha detto quello che pensa ,con il solito coraggio di chi non ha niente da nascondere , infischiandosene delle strategie politiche di comodo del momento . Grillo è un uomo sincero , una mosca bianca in un panorama politico vomitevole , una luce nel buio , una boccata di ossigeno nella fogna che ci circonda .io lo stimo per questo ,anche quando sbaglia .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aahahahhaahhaahh! Scusate ma non trattengo le risate miste all'incredulitá!

***

LE CONSULTAZIONI ONLINE LANCIATE DA «LIBERO»

La Carfagna al posto di Silvio? Perché no

«Alle primarie su web votate anche me»
La ministra su Fb chiede ai fan di accordarle la preferenza nel sondaggio sul successore del premier

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/politica/2011/4-giugno-2011/carfagna-posto-silvio-perche-noalle-primarie-web-votate-anche-me-190797411980.shtml


O____O

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Panico delle Libertà


Il Partito Democratico si forma per cercare di costruire il bipolarismo italiano mettendo insieme pezzi vari e tutti lo sfottono.

Pochi giorni dopo, Silvio si arrampica sul predellino e forma l’equivalente a destra, inghiottendo i capponi di AN.

Il Partito Democratico fa le primarie e tutti lo sfottono.

Passa un po’ di tempo e il Cavaliere Dimezzato (nelle preferenze) con i suoi Sancho Panza del Foglio, di Libero, del Tempo, del Giornaledechè, abbandonano il culto della mutanda per proclamarsi improvvisamente grandi tifosi delle Primarie, presi dal panico della stangata elettorale sui denti.

Un vero innovatore della politica, questo Cavaliere Dimezzato. L’imitazione è la più sincera forma di ammirazione.


Vittorio Zucconi

ng ng ng

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT (Urgente)

"UNITED COLORS OF DEATH"

S.O.S. PATAGONIA E POPOLO MAPUCHE.

http://www.beppegrillo.it/2010/12/mapuche_1/index.html

Questo era ľargomento del post del 28 Dicembre 2010,

facendo alcune ricerche in rete per capirci di piú sulla questione e soprattutto perché NOI italiani non dovremmo essere indifferenti ad una questione apparentemente lontanissima dalle nostre problematiche attuali.

Basta entrare in You Tube,cliccare MAPUCHE e tra i video correlati,oltre al post del Blog,ne troverete piú di uno che rimanda "stranamente" al nome celebre nel mondo di BENETTON.

In questi giorni,anzi in queste ore,si decide il destino di 4 attivisti del popolo Mapuche arrestati per aver difeso la propria terra dopo che il governo Chileno ha concesso alle multinazionali che ci vorrebbero costruire centrali idroelettriche.

Ricordo a titolo di cronaca che il governo Chileno per aggirare ľostacolo di proteste civili ha ripristinato la legge anti terrorismo posta in vigore nel 84 da Pinochet.

Dunque,se protesti pacificamente per difendere la tua casa e la tua terra vieni considerato un TERRORISTA...

Se ti opponi fisicamente facendo scudo,anche con donne e bambini vieni considerato un TERRORISTA...

Se tenti di difenderti dagli sgomberi forzati vieni considerato un TERRORISTA...

In qualsiasi caso vieni "prelevato" a forza ed incarcerato,non si guarda in faccia a nessuno,minorenni compresi,alcuni muoiono negli scontri e addirittura siamo tornati al tempo dei DESAPARECIDOS...

Nella migliore delle ipotesi vieni pestato a sangue dalla "polizia" o dalľ"esercito".

Questi ragazzi "presos politicos" (prigionieri politici) sono giunti oggi alľ82esimo giorno di sciopero della fame,

Hector Llaitul, José Huenuche, Jonathan Hullical, y Ramón Llanquileo.

La comunitá internazionale tace,le nazioni unite non rappresentano nessun diritto popolare,dal momento che hanno la pistola puntata alla tempia delle Lobbyes che li CONTROLLANO.

CONTINUA..

Donato S., Vienna Commentatore certificato 05.06.11 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA, DEMOCRATICA(???) FONDATA...(SULLE BASI NATO E USA)

"Trentino Alto Adige


1. Cima Gallina [Bz]. Stazione telecomunicazioni e radar dell'Usaf.

2. Monte Paganella [Tn]. Stazione telecomunicazioni Usaf.


Friuli Venezia Giulia


3. Aviano [Pn]. La più grande base avanzata, deposito nucleare e centro di telecomunicazioni dell'Usaf in Italia [almeno tremila militari e civili americani ]. Nella base sono dislocate le forze operative pronte al combattimento dell'Usaf [un gruppo di cacciabombardieri ] utilizzate in passato nei bombardamenti in Bosnia. Inoltre la Sedicesima Forza Aerea ed il Trentunesimo Gruppo da caccia dell'aviazione Usa, nonché uno squadrone di F-18 dei Marines. Si presume che la base ospiti, in bunker sotterranei la cui costruzione è stata autorizzata dal Congresso, bombe nucleari. Nella base aerea di Aviano (Pordenone) sono permanentemente schierate, dal 1994, la 31st Fighter Wing, dotata di due squadriglie di F-16 [nella guerra contro la Jugoslavia nel 1999, effettuo' in 78 giorni 9.000 missioni di combattimento: un vero e proprio record] e la 16th Air Force. Quest'ultima è dotata di caccia F-16 e F-15, e ha il compito, sotto lo U. S. European Command, di pianificare e condurre operazioni di combattimento aereo non solo nell'Europa meridionale, ma anche in Medio Oriente e Nordafrica. Essa opera, con un personale di 11.500 militari e civili, da due basi principali: Aviano, dove si trova il suo quartier generale, e la base turca di Incirlik. Sara' appunto quest'ultima la principale base per l'offensiva aerea contro l'Iraq del nord, ma l'impiego degli aerei della 16th Air Force sara' pianificato e diretto dal quartier generale di Aviano.

4. Roveredo [Pn]. Deposito armi Usa.

5. Rivolto [Ud]. Base USAF.

Continua nell'articolo qui sotto...e l'elenco è ancora lungo!
http://scomparsa.blog.espresso.repubblica.it/diario_di_una_democrazia_/2009/04/le-basi-nato-in-italia.html

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Qualche giorno fa, non ricordo quale blogger, fece una proposta-osservazione che ritengo mica tanto peregrina.

Per invogliare i piu' refrattari ad andare al voto bisognerebbe recarsi alle cabine elettorali di buon mattino, in modo che quando vengano diffusi i primi dati sulle affluenze si sentano invogliati ad andarci anche loro.

Vedi che si deve fa' per raggiungere sto quorum maledetto!!

Buongiorno blog.

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 05.06.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=153473


Bersani tende la mano anche al terzo polo ( veramente sarebbe il 4° ).
Tutti vanno bene, l'importante è governare.


...5 giorni !

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento

"La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione."

Giorgio Gaber

Christian P. Commentatore certificato 05.06.11 11:58| 
 |
Rispondi al commento

"La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione."
Giorgio Gaber

Christian P. Commentatore certificato 05.06.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Su De Magistris!
La scelta di grillo nell'attaccare De Magistris "proprio"
nel periodo preelettorale non puo' avere giustificazione alcuna;
qualsiasi persona di buon senso, onesta, di qualsiasi parte del mondo,
che abbia un minimo di propensione alla legalita, alla giustizia, ai diritti,
in una fase cosi' delicata e cruciale come le votazioni comunali,
davanti a un potere consociativo che si RIpropone per guidare la Citta',
che sono gli stessi che che l'hanno messa in ginocchio:
umiliata, offesa, stuprata, fatta diventare copertina del degrado
su tutti i giornali del mondo;
quello stesso potere rappresentato da una parte dai berlusconi, cosentino
e la loro cricca e dall'altra, dei d'alema, veltroni, fassino e bassolino...
qualsiasi persona che ha a cuore certi valori, seppur avendo "futili" motivi personali
non "puo'" farci un post in bella mostra con una foto (non casuale)
da loculo cimiteriale!
Non perche' sia vietato o qualcuno possa impedire la liberta' di esprimere la propria opinione, ma semplicemente perche' e' da sconsiderati!
Potrei capire se grillo, dati alla mano avesse fornito prove che De Magistris e' pluriomicida, un pluripregiudicato, un colluso con la mafia, che si sia spartito mazzette milionarie...
e invece cosa c'e'?
Un'accusa falsa ripresa da un "giornale", candidarsi a Sindaco nella "SUA" Citta'
e non restare in Europa?
E tutto questo e' comparabile con le sorti di una Citta' come Napoli?


anthony c. Commentatore certificato 05.06.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'AIOM, Associazione Italiana di Oncologia Medica, chiede di votare SI al referendum sul nucleare.

Gli oncologi dicono no al nucleare e si schierano nettamente per il "si" al referendum. "La nostra posizione è chiara: non c'è niente di più cancerogeno delle radiazioni. Quindi bene che si faccia il referendum sul nucleare e speriamo che si raggiunga il quorum". E' quanto ha affermato il presidente Aiom Carmelo Iacono, commentando il via libera della Cassazione al quesito referendario sul ritorno dell'energia atomica nel nostro paese. "Il nucleare è un rischio enorme e meno centrali ci sono meglio è per la salute, non vale la pena correre rischi così grandi. Basta vedere cosa succede in caso d'incidente: chi si avvicina alle centrali muore e nei decenni si registrano picchi di casi di tumori, soprattutto del sangue, davvero preoccupanti. Ci sono tanti modi meno inquinanti, e meno cancerogeni, per produrre energia. Un oncologo non può essere pro-nucleare, noi andremo convintamente a votare sì". Un'eccezione importante c'è, quella di Umberto Veronesi, presidente dell'Agenzia per il nucleare. "Si tratta di scelte dettate da un animus politicus: Veronesi ha preso questa decisione da politico, non da oncologo".

http://www.aiom.it/News/Notiziario/Archivio+2011/Nucleare:%20Iacono%20bene%20Cassazione,%20ora%20votare%20si%20al%20referendum/1,5018,1,

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO DEL VESCOVO DI LOCRI

fra giorni ci saranno i referendum.
Rompo il riserbo che il vescovo deve mantenere in occasione di competizioni elettorali, perché nei prossimi non si tratta di patteggiare per un candidato o l’altro; ora si tratta di difendere il bene comune. L’acqua fra qualche anno sarà più preziosa del petrolio.
Non possiamo permettere che sia il privato a gestirla: si finirà come con la benzina, con rincari sempre più forti.
Difendiamo il bene comune.
Andiamo a votare e votiamo sì, a favore dell’acqua come bene comune.

Ditelo anche ai fedeli e agli amici.

Monsignor Giuseppe Fiorini Morosini

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Acqua pubblica? Bersani dice sì

Ma mezzo Comitato per il no è del Pd
Il Movimento 5 Stelle attacca frontalmente il partito di Bersani:

"Hanno cambiato idea nell'arco di pochi mesi e mantengono interessi nelle aziende multiutility. La loro è una posizione opportunistica"

[…] Accanto a vecchie conoscenze del Pdl, come Piercamillo Falasca ed i deputati Giuliano Cazzola, Benedetto Della Vedova di Fli, spuntano infatti anche i nomi di Luigi Antonio Madeo, membro dell’ assemblea nazionale del Pd, Fabio Santoro, autorevole esponente dei democratici napoletani, Giacomo d’Arrigo rappresentante del Pd e responsabile di Anci Giovani, Massimiliano Dolce, presidente del consiglio comunale del Comune di Palestrina, Antonio Iannamorelli, consigliere comunale Pd a Sulmona (Aquila), Giusy Gallotto, dirigente del Pd di Salerno già collaboratrice del ministro agli affari regionali Lanzillotta nel governo Prodi.

“La posizione del Pd in merito ai referendum è ambigua: prima erano contrari, oggi sono a favore, domani non sappiamo”, accusa il consigliere regionale in Emilia Romagna del Movimento 5 Stelle, Giovanni Favia.

Molti di coloro che hanno raccolto le firme si ricordano che lo scorso anno i Democratici non avevano aderito all’iniziativa.

Era il 22 aprile 2010 quando Bersani aveva detto:

“Noi non abbiamo una strategia referendaria perché in 15 anni si sono persi 24 referendum e poi perché il referendum manca dell’aspetto propositivo.

Detto ciò noi guardiamo con simpatia a tutti coloro che si stanno muovendo contro la privatizzazione forzata dell’acqua pubblica”.

[…]“I due sì, indicati dal Pd per l’acqua pubblica, hanno il sapore dell’opportunismo e della vecchia politica fatta solo di slogan e convenienze – dice Favia -.
I referendum infatti, sono vere e proprie martellate ai modelli di gestione affermati proprio dal Pd nelle varie Hera Spa ed Iren Spa per non parlare delle leggi pro acqua privata presentate da Bersani a novembre”.

silvanetta* . Commentatore certificato 05.06.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni volta che sento la parola "Libertà" penso a quanto sia difficile definire ed oggettivare questo concetto.

I codici e le leggi tendono a definire i comportamenti letittimi, ma è più funzionale focalizzarsi su "quello che si può fare" o su "quello che no si deve fare".

In altre parole è più semplice definire le "eccezioni" o codificare le "prassi".

Ogni volta che codifichiamo una "prassi" si mette in moto una burocrazia pesante e costosa. Pesate solo a questi passagi:
1)studiare il problema
2)scriverlo
3)meterlo in atto
4)applicarlo
5)farlo rispettare
6)sanzionarlo
7)aggiornalo e renderlo dinamico con i cambiamenti sociali.

Forse esistono dei meccanismi meno costosi e più snelli se guardiamo il problema nelle sue eccezzioni.

Pensiamo alla "Libertà" cercando di capire la "non libertà" e pur passando per i punti sopra menzionati affronteremo molti capitoli in meno, risparmiando e snellendo il sistema.

Non sono esperto in diritto ma ritengo che sia tempo di verificare se è attuabile una logica di questo tipo.

Gradirei conoscere il pensiero di chi è più esperto a riguardo.

Cordialità

Stefano Limoni

Stefano Limoni 05.06.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Si apre la caccia al ‘più uno’

50% più uno. Sta lì il segreto del quorum, in quel ‘più uno’. Il ‘più uno’ può nascondersi nel vicino di pianerottolo cui non hai ricordato la data del voto, nella zia alla quale non hai spiegato che le centrali non stanno solo in Giappone ma le vogliono portare anche in Italia. O nell’amico che non hai accompagnato al seggio prima di andare al mare. Allora forza: tutti a caccia del ‘più uno’, per buttare il nucleare fuori dall’Italia.

La ricetta è semplice :

1) presto ai seggi: vai a votare nelle prime ore di domenica 12 giugno: se i primi dati sull’affluenza sono buoni anche gli indecisi si decideranno;
2) informazione a domicilio: se vai a cena da un amico scarica il volantino o l’adesivo e mettilo nelle cassette delle lettere del condominio
http://www.fermiamoilnucleare.it/?page_id=470
3) mail : spedisci a tutta la tua rubrica e condividi coi tuoi amici un promemoria per il referendum (il volantino, un video che ti piace, una foto…)
4) taxi referendario: quando vai al seggio passa a prendere un amico, accompagna qualcuno che non ha la macchina o ha problemi ad andare a votare;
5) fantasia: telefonate, sms, cene referendarie, manifesti, fai tu. E fai girare questo messaggio.

Grazie per tutto ciò che riuscirai a fare.

(per avere il volantino da mettere nelle cassette della posta dei tuoi condomini o dei tuoi vicini, clicca il mio nome e cerca Volantino a destro nella home, per mandarlo per posta scrivimi e chiedimelo tramite Masada)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stilato da B. l’elenco dei candidati alle primarie del pdl per la carica di leader:

-Papi Silvio
-Caimano Silvio
-Bellachioma Silvio
-Psiconano Silvio

Era ora, finalmente, che arrivasse un po’ di aria nuova e di democrazia anche nel partito dell’amore (in cui , ricordiamolo sempre, nel caso si voglia aderire è necessario l’uso di un profilattico, da calzare sulla testa sia per sembrare più credibili e sia per evitare pericolose infezioni )...

Franco F. Commentatore certificato 05.06.11 11:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

"SI SCRIVE ACQUABENECOMUNE" ma si pronuncia "DEMOCRAZIA e FUTURO".

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E questo cerino acceso ?

del Prof. Michel Chossudovsky
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8397&mode=&order=0&thold=0

Una nuova fase della guerra si sta svolgendo in direzione di un processo di escalation militare e dell'atterraggio finale di commandos USA-NATO sulle coste della Libia.
Uno spiegamento senza precedenti di potenza navale nel Mediterraneo è in corso.
La portaerei USS George HW Bush (CVN77) è la più grande nave da guerra del mondo: ". Quattro ettari e mezzo di spazio sul suo ponte di volo, che la rende in grado di ospitare 90 aerei ed elicotteri. Ospita 5.500 elementi di equipaggio". Dotata di sofisticati sistemi di guerra elettronica, è la "base militare mobile" più grande del mondo.
Il piano per bombardare la Libia non è mai stato annullato.

Ciò che si sta svolgendo è un'escalation delle operazioni militari, che nello stesso tempo sta portando ad una guerra di lunga durata.
Questi diversi sviluppi puntano ad un pericoloso processo di escalation militare, che potrebbe potenzialmente estendersi oltre i confini della Libia. Le più vaste implicazioni economiche e geo-strategiche di questa guerra sono di vasta portata.


............................................................................................................."guerra umanitaria"

Buongiorno

Alina F., Varese Commentatore certificato 05.06.11 11:39| 
 |
Rispondi al commento

SENZA PAROLE (IO) Dico solo NO AL NUCLEARE...TUTTO!

da http://www.kelebekler.com/occ/atomiche.htm

"10.02.2005 - Il missile in giardino: in Italia 90 atomiche Usa
di Bruno Marolo

In Italia ci sono 90 bombe nucleari americane. La loro presenza ha un'importanza militare limitata per gli Stati Uniti, ma risponde anche ad esigenze politiche del governo italiano, che vuole avere voce in capitolo nella Nato. Lo ha rivelato all'Unità Hans Kristensen, uno specialista del Natural Resources Defense Council (NRDC), autore di un rapporto sulle armi atomiche in Europa che sarà pubblicato tra qualche giorno.

Secondo il rapporto nelle basi americane in Europa ci sono ben 481 bombe nucleari, dislocate in Germania, Gran Bretagna, Italia, Belgio, Olanda e Turchia. In Italia ve ne sono 50 nella base di Aviano e altre 40 in quella di Ghedi Torre, in provincia di Brescia. Sono tutte del tipo indicato dal Pentagono come B 61, che non si presta ad essere montato su missili ma può essere sganciato da cacciabombardieri.

«Le ragioni di un arsenale nucleare così grande in Italia - ha spiegato Kristensen all'Unità - sono nebulose e la stessa Nato non ha una strategia chiara. Le atomiche continuano a svolgere il tradizionale ruolo dissuasivo nei confronti della Russia, e in parte servono per eventuali obiettivi in Medio Oriente, come l'Iran. Un'altra ragione è di tipo politico istituzionale. Per l'Italia è importante continuare a fare parte degli organi di pianificazione nucleare della Nato, per non essere isolata in Europa. (...)».

(NB: l'articolo è del 2005...quindi da verificarne gli aggiornamenti..ndr)

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Avviso ai naviganti.

Da Liberazione:

“EGITTO, ESPLOSIONE IN UNA PICCOLA CENTRALE NUCLEARE. CERTA PERDITA D’ACQUA RADIOATTIVA”.

E te pareva.

Paolo R. Commentatore certificato 05.06.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

intanto l'angolo che unito ad uno acuto forma angolo retto si chiama supplementare e non complementare; questo unisce due angoli a fare 180°. Scusa grillo ma e' da molto che hai finito gli studi e puoi fare confusione, a meno che non ti servisse per la tua sparata quotidiana.Come quella dei vari blogger che sono si dei qualunquisti, con tutti i loro numeri da saltimbanchi.Vivaddio non siamo tutti radical-scick; penso che i tuoi fans non andranno a votare
per il referundum, tanto a che serve, e' una mossa del pdl e del pdmenoelle, poi tu ora ti stai buttando nel mistico, gesu' nel deserto non
viaggiava col suv come fai te e non raccoglieva euri alle recite come fai te.....ma andate effan.... anche voi

franco b., rivoli Commentatore certificato 05.06.11 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì, l'ha detto davvero.
L'Onorevole Elio Belcastro - deputato calabrese della maggioranza, gruppo parlamentare "Noi Sud", terza gamba berlusconiana - ha la ricetta giusta per ripartire alla grande:

Dobbiamo tutelare i nostri interessi, essere meno cedevoli e servili. E mostrarci con una punta di mafiosità positiva.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.06.11 11:24| 
 |
Rispondi al commento

http://youtu.be/WIjAcWgJpds TG1 ci manda a votare nei giorni sbagliati VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 05.06.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

NO AL NUCLEARE...

OK...MA CON PARSIMONIA

Ma qualcuno ha mai detto al papa (sia a questo che a quelli che lo hanno preceduto) che parla sempre di 'PACE' che sul NOSTRO SUOLO OSPITIAMO BEN 90 BOMBE ATOMICHE?

Capisco una o due come deterrente per qualche spostato di mente...ma 90 cazzo!

da LA STAMPA (nb del 2007...ndr)

15/9/2007 (18:8)
"In Italia 90 bombe atomiche Usa"

Uno studio americano: «Nucleare sul territorio, nonostante il Paese abbia sottoscritto i trattati internazionali»

ROMA
Impianti nucleari. Se ne torna a parlare e si dimentica che l’Italia è già un paese nucleare. Sul suo territorio ci sono infatti novanta bombe atomiche americane. E questo anche se l’Italia ha sottoscritto i trattati internazionali di non proliferazione, anche se la legislazione italiana lo vieta espressamente con la legge 185 del 9 luglio 1990, e anche se c’è stata la dichiarazione italiana di non far parte del «club atomico» con tutti gli obblighi internazionali che ne derivano. Tutto questo è emerso dallo studio «Us nuclear weapons in Europa» dell’analista statunitense Hans Kristensen del Natural Resources Defence Council di Washington(...)".

-----

ANCHE SE....ANCHE SE....ANCHE SE...

Per ricordare sempre:
Ronald Spogli, ex ambasciatore americano in italia:

"Berlusconi è un INETTO, UN INCAPACE, UN PAGLIACCIO...MA CI SERVE E L'ITALIA SE LO DEVE TENERE."

Tutto si lega alla fine NO?

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Luther Blisset

Potresti allegare un link che dice che De Magistris e' favorevole al nucleare?

Potresti dirmi il motivo per cui De Magistris si e' fatto scudo dell'immunita' parlamentare?

Potresti dirmi se De Magistris a (S)parlato di grillo, prima o dopo l'"uscita" di grillo?

De Magistris ha lasciato l'Europa per candidarsi a Sindaco della SUA Citta';
e' troppo grave, se come s'e' ripromesso, vuole dare un po' di dignita' alla sua Citta'?

PS: Vedi che di link ne girano parecchi e cerca di portare quelli che accusano e quelli che discolpano!
Ma cio' se vuoi iniziare una "guerra" di link!

anthony c. Commentatore certificato 05.06.11 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/le-ambiguita-del-pd-sul-referendum-per-lacqua-in-molte-regioni-hanno-fondato-comitati-del-no/115974/

...

Il riferimento è a una proposta di legge presentata il 16 novembre 2010 da Bersani, con altri quarantanove deputati da Franceschini a D’Antoni passando per Sposetti, Colaninno e Boccia. L’idea era quella di superare il decreto Ronchi in tema di gestione delle risorse idriche senza passare per il referendum, ma all’articolo 2 comma 4 si affermava testualmente: “L’acqua è un bene di rilevanza economica”. Proprio il concetto che il secondo quesito del referendum vorrebbe oggi abolire. Una frase che al comitato per il ‘no’ era piaciuta visto che il commento fu: “Per il Partito Democratico l’acqua è un servizio a rilevanza economica e può essere gestita da privati. Questo c’è scritto nella proposta presentata stamattina: il Pd di fatto si schiera contro i referendum truffa. Anche il Partito Democratico, quindi, prende atto che l’acqua deve gestirsi in maniera industriale e che gli investimenti vanno finanziati con la tariffa e non con nuove tasse. Oggi si consuma la Caporetto dei referendari e dei comitati per la statalizzazione dell’acqua. Speriamo in un confronto bipartisan per far fallire i referendum. La proposta del Pd va in questa direzione”.

C’è stata un’ “ambiguità” del Pd, dicono i 5 Stelle. Secondo loro, il motivo è pure che in una miriade di società multiservizi oggi quotate in borsa siedono uomini indicati dai Democratici. I dividendi di queste società arrivano poi a Comuni governati anche da Pd e alleati. Un piccolo, ma eloquente esempio: nella bassa modenese, a Finale Emilia a fine 2010 è scoppiato il “caso Sorgea” dove con voto del centrosinistra, Pd in primis, è stato privatizzato il 40% della società idrica. Unico voto contrario quello del consigliere locale del Prc-Federazione della Sinistra.


PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Usa :«Addio piramide alimentare»
...Arriva il piatto diviso in quattro!...

...questa è come :

-le missioni sono per la pace...
-senza l'atomo resteremo al freddo...
-la gente non vuole fare lavori umili...
ecc.ecc...tutte le preseperilculoglobali...

...in pratica sta arrivando la...FAME!!!.....


http://www.corriere.it/salute/nutrizione/11_giugno_02/addio-piramide-alimentare_c1214682-8d35-11e0-8b49-ca4aa220e493.shtml

anib roma Commentatore certificato 05.06.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai giornali del c a z z o PAGATI CON I SOLDI NOSTRI non va giu' il fatto che un eventuale vittoria del M5S tagliera' loro tutti i contributi statali da qui si evince i ripetuti attacchi al M5S e a BEPPE GRILLO!!!Sara' durissima ma io da cittadino con l'elmetto ho gia' le armi affilati!!!
Non sarà facile, né indolore. La libertà è insopportabile(per loro).

fulgy f., torino Commentatore certificato 05.06.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Salfari si lecca i baffi sulla,a suo dire,mancata vittora di grillo.Scalfari è un giornalista venduto(che dire se prende soldi pubblici?)e vorrebbe vedere il Movimento affossato.Il leccaculo dopo le elezioni non ha fatto cenno al successo del Movimento,ora coglie il momento di disagio(mannaggia il Pisapippa)per sputare veleno Gli auguro che viva sino alle prossime elezioni

mariuccia rollo 05.06.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

appunto!! questo è un bellissimo pezzo teoricamente, lo condivido pienamente, ma per prima cosa Grillo esenti se stesso di porsi a guida, perchè, quelli che lo seguono, tale lo vedono! se lui insulta chi gli è antipatico, lo seguono nell’insulto, se lui approva lo seguono nell’approvazione e non essendo Grillo Gesù Cristo, quello che pensa lui non può essere la Verità assoluta, ma la sua Verità, che è sempre una Verità, ma non può essere imposta come un dogma.. il M5S deve avere un pregio, proprio quello di portare idee sempre più innovative, che distruggano il vecchio che ci ha portato a questa rovina e vigilare che i vecchi dinosauri vengano inibiti nel loro malaffare! dove è veramente la gente che decide della sua vita, senza intermediari, al massimo persone che si mettono al loro servizio per realizzare la loro volontà, un servizio vero e disinteressato! ma non deve esistere un guru che si permette, ancora prima di sapere cosa farà, di insultare una persona a priori, Pisapia, che individualmente ancora non ha fatto nulla di male, che se mai andrà giudicato dai fatti che farà, dai frutti che produrrà..oppure riempire di insulti Vendola con accuse per lo più non vere e pretestuose, insultandolo sulla sua sessualità, solo perchè a lui sta antipatico! se Grillo scrive un articolo di questo genere, e vuole essere un portavoce del nuovo, scomodando niente po po di meno che Gesu CRisto come esempio, va benissimo, anzi è un esempio che più giusto non si può!!, però alle parole devono seguire realmente i fatti!! per ora lui si è posto come una guida che imbonisce da un palco, cioè lui parla e gli altri ascoltano, cioè come quelli che lui in questo articolo disprezza, vediamo cosa farà in concreto per cambiare questo suo modo di essere, vecchio, se no saranno solo parole! Anche Berlusconi parla sempre della volontà del popolo, ma di fatto conta solo la sua volontà e i suoi interessi…vedremo!!

laura ceruti 05.06.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
visto che siamo in tema quasi "religioso" aggiungo una bazzeccola, perché il PAPA non si schiera a favore della VITA invece che della "morte"? Fino ad oggi non ha detto niente a favore del popolo, niente, niente ci sono interessi economici del vaticano nella costruzione delle centrali nucleari per poi fare anche le bombe atomiche? Sperando che non sia nel nome di DIO. Non vi accanite contro di me, grazie, ma il mio è solo un pensiero che frulla nella testa. Non voglio offendere nessun "cattolico" presente nel blog.
Saluti a tutti.

Ciro Cuciniello, Salerno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Ora vedete tutti, Fratelli carissimi, come l'essenza di tutto ciò che è Satanico è proprio quella che la Chiesa di Roma chiama Eucarestia. Tale rito è Maleficio. Infatti l'officiante, che è chiamato Sacerdote, è un sacrificatore rituale, che lancia la sua maledizione a Dio. Egli nell'atto di celebrare quello che chiama Sacramento, pretende di comandare a Dio. Con le sue parole egli ordina a Dio, con arroganza blasfema, di farsi pane. Egli pretende di impanare Dio, di trasformarlo da Spirito a Materia. E poi egli prende questa materia con mani sporche che hanno toccato pertugi genitali e anali, e la dà in bocca ai suoi adoratori, chiamati "fedeli". E questi manducano come bruchi quella materia che contiene in sé il germe del Maleficio, e la introducono nel ventre, degradandola in sterco. Tutto questo è bestemmia contro lo Spirito, è un crimine infame per cui non esiste perdono in eterno.

Il cataro 05.06.11 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il qualunquista Scalfari sulla Repubblica :
http://www.repubblica.it/politica/2011/06/05/news/cavaliere_megalomane-17227436/
è sempre la solita solfa , cercano di denigrare il MV5* agli occhi degli italiani perchè si sentono mancare la poltrona sotto il c*** . Inevitabilmente grazie ad internet ogni giorno che passa sono e saranno sempre meno gli italiani disposti a credere a queste vecchie volpi . Il processo della conoscenza verso la verità è inziato ed è irreversibile . Internet è conoscenza , è solo questione di tempo .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

http://www.unita.it/italia/cavillo-atomico-il-referendum-deve-saltare-1.300716

fulgy f., torino Commentatore certificato 05.06.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

I QUATTRO SI DI MARGHERITA HACK: "E SONO QUATTRO SI CONVINTI.L'ITALIA NON E' PRONTA PER IL NUCLEARE"

Quattro Sì. Convinti. Perché l’Italia non è pronta per il nucleare». È una bella sorpresa, quella che ci regala l’astrofisica Margherita Hack. Che a votare al referendum del 12 e 13 giugno prossimi ci andrà, e invita tutti a farlo.
Dopo la sua esortazione a costruire le centrali nucleari italiane in Sardegna, che poi è stata la spinta propulsiva alla riuscita del referendum consultivo con il quale i cittadini sardi hanno detto no al ritorno dell’atomo, ora con un articolo scritto per Micromega chiarisce meglio il suo pensiero dichiarandosi contraria al nucleare. Professoressa Hack, è una marcia indietro?
Ma no, avevo detto che l’Italia è tutta a rischio sismico eccetto la Sardegna. E questo è un fatto geofisico. Penso invece che del nucleare oggi se ne possa fare a meno in Italia. Anche perché gli italiani sono poco affidabili: un paese dove, come si è scoperto all’Aquila, si può costruire mettendo sabbia nel cemento o tagliando piloni alle fondamenta, o dove la mafia si infiltra dappertutto, è un paese dove c’è da preoccuparsi. In queste condizioni, è meglio lasciar perdere impianti così pericolosi.
Lei andrà a votare al referendum?
Certo, e voterò quattro sì. Ma questo non vuol dire che sia giusto bloccare anche la ricerca come si fece dopo Chernobyl, e fu un grosso sbaglio. Credo che in futuro l’energia nucleare ci vorrà e l’Italia non può restare tagliata fuori per decenni, come è successo dopo l’incidente di Chernobyl.
È una frase che ha detto anche Berlusconi…
Ma non lo dice Berlusconi, lo dice la scienza. Il futuro sarà anche delle rinnovabili – e forse scopriremo fonti ancora sconosciute – ma non si può escludere totalmente il nucleare. Siccome tutti i paesi, soprattutto quelli emergenti come Cina, India e Africa, hanno bisogno di energia, il nucleare può essere ancora una risorsa.

Sari K. Commentatore certificato 05.06.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le 30 mila lavandaie-schiave d'Irlanda
E nessuno che almeno chieda loro scusa
Le donne "perdute" in custodia di quattro ordini religiosi, dal 1922 al 1996, chiuse a lavare panni gratis agli ordini delle suore cattoliche, a subire violenze psicologiche, fisiche, spesso sessuali. Il Comitato contro le torture delle Nazioni Unite chiede ora un'inchiesta, cosa che dovrebbe obbligare la Chiesa a rendere conto dell'accaduto
di ALESSANDRA BADUEL

Le 30 mila lavandaie-schiave d'Irlanda E nessuno che almeno chieda loro scusa
GINEVRA - Per le donne perdute d'Irlanda non c'è giustizia, né identità. Niente scuse, né indennizzi. Non ancora, dopo 18 anni. In 30mila, secondo le stime, sono passate per le lavanderie gestite da quattro ordini religiosi, fra il 1922 e il 1996. Scelte perché, appunto, Maddalene "perdute" alla causa di una famiglia cattolica osservante: categoria che tutto includeva, dalla madre nubile alla piccola ladra, passando per il carattere ribelle e quella troppo bella e corteggiata, arrivando fino a chi aveva l'unica "colpa" di essere stata violentata, come è accaduto a Mary-Jo McDonagh, una delle poche che poi hanno avuto la forza di testimoniare sui successivi abusi nella lavanderia che doveva "salvarla". Espulse spesso adolescenti da famiglie e comunità che non le volevano, quelle ragazze finivano chiuse a lavare panni gratis agli ordini delle suore cattoliche, a subire - anche - regolari violenze psicologiche, fisiche, spesso sessuali.

http://www.repubblica.it/solidarieta/cooperazione/2011/06/04/news/le_30_mila_lavandaie_irlandesi_schiavizzate_e_nessuno_che_chiede_almeno_scusa-17220017/?ref=HREC2-8

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.06.11 10:08| 
 |
Rispondi al commento

http://stellarubrasempiterna.blogspot.com/2011/06/chicco-reactor.html

http://stellarubrasempiterna.blogspot.com/2011/06/sei-venuta-di-marzo.html

Stella Rubra Commentatore certificato 05.06.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

@ 50 stars

*****

[...]

Ecco...di nuovo OGGI quella storia si ripete per l'Italia.

I 'CONQUISTATORI' (gli USA) SI PRENDONO PER SE' LE MIGLIORI MENTI ITALIANE.

Dino Colombo
*****
-----------------------------------------------

Esagerato!!!

Ce ne siamo andati per conto nostro, non ci ha preso nessuno.

..........

Non sapevo ti considerassi una delle 'grandi menti' italiane...
Scherzi a parte...non è necessario 'prendere' qualcuno...(se no la finzione della libertà di decidere dove va a finire?) Basta creare LE CONDIZIONI perchè tu, se sei uno scienziato capisca che in Italia non avrai altro che un SOTTOSCALA per le tue ricerche e pochi spiccioli di budget e di compenso, per farti decidere di corsa che puoi usare IL TUO TALENTO in America...che ti offre tutto ciò che ti serve per le tue ricerche SU UN PIATTO D'ARGENTO.

E' più chiaro il concetto così?

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chicco Testa "di cazzo"

leggi sto articolo va e costriusci una centrale nucleare nel tuo cesso...e atomizzati il culo.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/il-fotovoltaico-fai-da-te-fra-due-anni-sara-lenergia-piu-conveniente/116007/

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che ha vinto lo spirito civico contro chi finora aveva manipolato le istituzioni
e le coscienze. Ha vinto a Milano, a Torino, a Napoli, a Bologna, a Cagliari, a Trieste, a Vicenza, a Novara, a Mantova, a Crotone, a Macerata e in tanti altri luoghi e con esso hanno vinto le forze politiche che si sono identificate con quel risveglio delle coscienze e del civismo, hanno lavorato per farlo emergere, si sono offerti come sostegni, strutture organizzative, punti di riferimento politici.

Non è l'antipolitica grillina ad aver vinto ma la Politica una volta tanto con la P maiuscola. Capisco che a molti Soloni da strapazzo questa lettura oggettiva dei fatti non piaccia; capisco che il rabbioso sfogo di Grillo li imbarazzi e ancor più il fatto della presenza di molti grillini che hanno inneggiato a Pisapia in piazza del Duomo, a Fassino in piazza San Carlo e a de Magistris in piazza Plebiscito; ma così sono andate le cose e a questa vittoria della politica dovete rassegnarvi.

questo è parte di un articolo della rupublica
vi prego solo di leggerlo bene poi finiti i
referendum cominceremo a rispondere riga per riga
a questi signori.

claudio galletti Commentatore certificato 05.06.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

********************

"Grillo, per cortesia, spiegheresti a un 67enne che non lo capisce, perche' ce l'hai con De Magistris ( non l'ho votato, ne'lo votero') ma
puoi farlo anche privatamente? A volte.sai, l'eta' non mi fa' capir le cose... grazie"

erio ferrari

********************

Salve,
anche io ho votato Luigi, ma non me ne voglia nessuno, sono andato a votare solo al ballottaggio per lui, al primo turno ho votato, ovviamente, Roberto Fico.
Al secondo turno ho votato turandomi il naso, mentre con l'altra mano proteggevo il deretano..

Perchè Beppe ce l'ha con lui? Io non credo sia così, anzi.. sono convinto che gli vuole bene e sa benissimo che è (almeno per ora) un politichese di mestiere.

Ma ecco alcuni punti che non quadrano:

1.quando lo votammo per il parlamento europeo disse che non avrebbe MAI preso una tessera di partito, ma poi ha preso quella dell'IDV

2. ha votato a favore del NUCLEARE in europa

3. si è fatto scudo dell'immunità parlamentare

4. non ha neanche terminato il mandato e a metà legislatura (con pensione a seguito) è saltato su un'altra poltrona

5. ha attaccato Grillo sul signoraggio: roba da vero berluscones

insomma, a conti fatti Beppe è COERENTE, lui no!

saluti

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 05.06.11 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo post per i cattolici...fa riflettere non so quanto la "Chiesa" lo possa apprezzare!
Certo che hanno un vincolo di sangue con l'Italia:il Concordato!
Eliminiamo il concordato e i cattolici cominceranno avedere la chiesa sotto un altro aspetto...almeno quello spirituale.
Il Poverello di Assisi...sai come è incazzato!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 05.06.11 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Proprio vero bersani ha la faccia come il culo.
Avesse almeno l'onesta intellettuale di ammettere che fino a un paio di anni sparava fesserie a go go sulla privatizzazione dell'acqua.
Il suo partito uguale al PDL un comitato di affari andrebbero presi a calci nel culo con sobrietà.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/le-ambiguita-del-pd-sul-referendum-per-lacqua-in-molte-regioni-hanno-fondato-comitati-del-no/115974/

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.06.11 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Buondì a tutti

Il solone, nei suoi sermoni domenicali, è riuscito a nominare per ben 2 volte "Grillo" e ha persino usato il termine "grillini".

I fascio-comunisti fondamentalisti, quelli che "so tutto io, e voi non sapete un cazzo..", trovano il loro guru qui:

http://www.repubblica.it/politica/2011/06/05/news/cavaliere_megalomane-17227436/


caneliberonline.blogspot.com


VOGLIAMO EROI VIVI NO!!! EROI MORTI!!!


MANIFESTAZIONE 11 GIUGNO A SASSARI PER LA LIBERAZIONE DI BRUNO BELLOMONTE E COMPAGNI. VOGLIAMO EROI VIVI NO!!! EROI MORTI!!!


ho ottenuto un piccolo risultato personale sono
riuscito a convincere i miei figli che di urne
non ne hanno mai voluto sentire la puzza come
dicono loro,a votare per i referendum,poi ho
trovato un manifestino sui referendum ho fatto
60 fotocopie tanti sono gli appartamenti del
condominio dove abito e li ho infilati nelle
cassette della posta,intano mi giungono messaggi
in posta elettronica per la verità già da qualche
tempo di persone che sprona al voto,e tutti
invitano a votare,speriamo bene.

claudio galletti Commentatore certificato 05.06.11 09:11| 
 |
Rispondi al commento

REFERENDUM
SI
SI
SI
SI
4 VOLTE SI , EVVIVA, CHE BELLO VOTARE, QUALCHE VOLTA .STAVOLTA SARò ILPRIMO ALLE 8 O'CLOCK

cesare beccaria Commentatore certificato 05.06.11 09:08| 
 |
Rispondi al commento

FIAMMIFERI
Viviana Vivarelli

Il primo fiammifero lo accendo per vedere bene il pericolo,
per guardare il maiale nei suoi 360 denti e nei suoi occhi di deserto.
Il secondo fiammifero lo accendo per mirare la mia solitudine,
totalmente in sé responsabile, totalmente abbandonata al frullo del mondo.
Col terzo fiammifero voglio capire bene cosa posso o non posso tentare
per non fare errori di strategia o di resistenza.
Il quarto e il quinto in memoria di quelli che ci sorressero: Falcone, Impastato,
Matteotti, Rachel Corrie, Libero Grassi, Baldoni...
Il sesto per i miei morti che non seppi capire e che dovrei onorare.
Il settimo per ricordare bene: sempre, adesso, io, qui, finché posso.
Tutti gli altri mille li brucio in una fiamma sola per celebrare le vittime
Per ricreare la luce.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli Onorevoli leghisti si sono venduti a Berlusconi o forse il
venduto è solo Bossi
Rosario Amico Roxas
Di venduto c'è solo lo stemma della Lega e lo statuto, acquistati in blocco da Berlusconi per 70 miliardi di vecchie lire. Il furbo cavaliere ha tolto d'impicco Bossi, infognato nei debiti, ma riservandosi di pagare la somma a rate, a garanzia della permanenza silenziosa nell'ovile, altrimenti sospenderebbe i pagamenti, rimettendo Bossi nella melma debitoria da dove lo ha tirato fuori. Clausole vessatorie, sancite nel rogito notarile, impediscono qualunque forma di autonomia della Lega che deve (DEVE !) eseguire gli ordini e tutelare gli interessi del padrone.
Bossi può solo sbraitare, previo accordo con Berlusconi, per tacitare la base che del cavaliere ha le tasche piene; dopo i9l permesso di sbraitare, però, deve tornare nei ranghi e sostenere che dopo lunghe trattative "è stata trovata la quadra" per proseguire con il governo. E' solo con i referendum che Bossi non può fare niente, in quanto non può imporre di non votare, perchè tradirebbe la sua dipendenza materiale dal cavaliere. Così ha ottenuto il permesso di sbraitare a favore dei referendum sull'acqua, altrimenti ci sarebbe il rischio che gli elettori leghisti capiscano di essere tutti caduti nella trappola del cavaliere e di non essere più un partito, ma solo un suppellettile di casa-berluska. come un fedele cane da guardia, che abbaia, ma tace quando il padrone lo ordina.
http://www.reteviola.org/index.php?option=com_blog&view=comments&pid=55

Insomma, prima lo ha comperato con la cocaina e le pornostar, poi con i debiti
Poi uno si meraviglia che la condotta della Lega contrasti con le richieste dei suoi elettori....

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli italiani sono quel gregge e i partiti e coloro che li dirigono ne sono i sacerdoti.
Balle, gli italiani lo hanno capito da molto tempo, dopo la caduta del muto di Berlino, solo i malati delle telenovelas, amici di maria, grande fratello l'isola dei famosi e brutture simili, gli italiani sono altri, oltre, più di sinistra che di destra e lo vedremo ai rereferendu, lo abbiamo visto a Milano, Napoli, Torino, cagliari, Bologna , ecc
Grillo sbaglia come al solito , la partecipazione alla cosa pubblica èp la cosa più di sinistra che possa esistere in Paese, è la partecipazione, la democrazia compiuta.
Solo i servi o fanatici non voglione essere liberi, i partiti non esistono più da tempo, ci sono i padroni, i clan, le mafie, le massoneri, il vaticano, tutte cianfrusaglie da spazzare via.
Parlare chiaro e capire bene.

cesare beccaria Commentatore certificato 05.06.11 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Spesso sento dire o leggo che questo è o potrebbe essere il mondo migliore.
Le persone accettano di buon grado lo sfruttamento del lavoro in cambio degli spiccioli che gli permettono di andare avanti e sopravvivere un altro mese.
Molta gente vede come ovvio il dover lavorare e percepisce come onorevole il lavorare, si sente nessuno senza un lavoro.

Quanto di realmente libero c'è in questo modo di pensare?
Nulla.

Lavoriamo e siamo costretti a farlo per una vita intera gettandone I MIGLIORI ANNI dentro attività insulse che solo dei computer o dei robot dovrebbero fare.
Lavoriamo e siamo costretti per avere lo stipendio, questa gentile concessione, questa retribuzione che una volta al mese ci viene elargita per pagare solo una piccolissima percentuale degli introiti prodotti realmente col nostro lavoro.

Il datore di lavoro si ciuccia i nostri migliori anni in cambio di qualche spicciolo e colla molto maggiore somma realmente prodotta dal nostro lavoro si fa la villa, il macchinone, la crocera, lo yatch.

E' una schiavitù, non è il mondo migliore!

Miliardi di tonnellate di cibo finiscono bruciate o distrutte per tenerne alto il prezzo mentre 1 miliardo e mezzo di persone continua a morire di fame ed a vedere migliaia di persone che gli si aggiungono OGNI giorno.

Stessa sorte vale per ogni settore del mercato.

Che senso ha lavorare una vita e gettare i nostri anni migliori per produrre merci che per la maggior parte sono INUTILI?
Che senso ha produrre miliardi di tonnellate di cibo per poi distruggerli perché non vendibili lasciando chi non può comprare quel cibo a soffrire la fame?

Tanto vale automatizzare tutta la produzione e non motivarla più sulla base del profitto, ma sul soddisfacimento dei bisogni della gente ed eliminare il denaro come mezzo di distribuzione delle risorse.

Ogni tecnologia segue le stesse sorti della vita:
Nasce, cresce, si evolve e muore.

Il denaro è una tecnologia.

Il denaro è una tecnologia MORTA.

Alessio B. Commentatore certificato 05.06.11 08:36| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le primarie nel PDL servirebbe solo per conoscere chi viene dopo il padrone , primo servitore, secondo servitore, terzo dipendente, ......

cesare beccaria Commentatore certificato 05.06.11 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bello il testo, e interessante anche la foto anche io ne creai una simile solo che era disegnata il fuoco venne molto realistico e ci misi due fiammiferi sembrava che si strofinino tra loro per accendersi! un giorno la caricherò e la mostrerò..
***********
cmq scavando in profondità ne viene fuori che siamo quello che so da sempre che sta alla base di quello che mi spinge a stare qui.. (ovvero)la ricerca della verità assoluta su ogni cosa.. ed è ciò che mi pone delle domande e che spesso mi fa trovare delle risposte.. l'ultima domanda che mi sn posto è: cosa c'è dietro la morte di Aldo Moro?
non lo so ancora, ma ho una mezza idea.. ci sto lavorando appena ne so lo scriverò da qualche parte...
********
(aggiungo per concludere)i partiti? sn quelli che io chiamo i politici professionisti,persone avvolte pagate da qualche capo di.. per fare un lavoro di.. per questo sono d'accordo con beppe:bisogna eliminare i soldi dalla politica,e bisogna eliminare i partiti perchè sono morti! appena potrò votare e mandarli via tutti destra\sinistra.. sarà fatto da me sn garantiti 50 voti per il movimento 5 stelle..
ps. le stellette servono a separare gli argomenti di qui parlo, per non scrivere troppi commenti che tolgono spazio ad altri ne scrivo uno ma separato dalle stellette.. non fanno riferimento al movimento 5 stelle..

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 05.06.11 08:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Acqua pubblica? Bersani dice sì
Ma mezzo Comitato per il no è del Pd .
Peccato , Bersani dovceva coninuare ad essere per il no sull'acqua così Grillo avrebbe potuto ire malissimo, sparare contro DeBenedetti.(?).

cesare beccaria Commentatore certificato 05.06.11 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Veltroni e D’Alema, leader da isola deserta
Uno spettro si aggira sulla vittoria elettorale, anzi due: Veltroni e D’Alema. Un’affermazione storica, epocale, che ha ridato speranza a un Paese desolato, potrebbe essere annientata da qualche ennesima, formidabile cazzata sparata da uno dei due, o da tutti e due in coro, con conseguenze nefaste per il futuro di un’alternativa appena nata.

Ma la sorte, un po’ pilotata (è la parola), viene in soccorso del popolo della sinistra in ansia, relegando i due su un’isola deserta, ove, tra granchi, paguri e noci di cocco, non possono fare danni. Ora si può ragionevolmente confidare in un sereno futuro per il centrosinistra italiana e per tutto il Paese.

cesare beccaria Commentatore certificato 05.06.11 08:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti,Beppe.Un post stupendo!Veramente bello!

Cristian L. Commentatore certificato 05.06.11 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Spero sia una bufala quella della regione puglia dove all'unanimità ha approvato la riversibilità ai famigliari delle pensioni dei Consiglieri, se e vero è scandaloso ma che dico da vomito,ogni volta che incontro un pugliese lo saluto alla Totò.ventola poveri noi, d'ora in poi ti chiamo venticello per via che quando parli fai solo scoregge.Se hai fatto una cosa del genere ti devi vergognare ipocrita.

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato 05.06.11 07:53| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, per cortesia, spiegheresti a un 67enne che non lo capisce, perche' ce l'hai con De Magistris ( non l'ho votato, ne'lo votero') ma
puoi farlo anche privatamente? A volte.sai, l'eta' non mi fa' capir le cose... grazie

erio ferrari 05.06.11 07:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Splendida la scelta di Parigi che, dopo la decisione di far tornare l'acqua in mano pubblica togliendola alle due multinazionali francesi (Veolia e Suez) che gestivano il servizio da 25 anni, ha preso il controllo dei terreni collegati alla falda idrica e li ha concessi in affitto a canone
agevolato o a titolo gratuito agli agricoltori che si sono impegnati a lavorare seguendo gli standard più rispettosi dell'ambiente. Le perdite della rete francese col privato avevano una media del 22% contro il 7 % della gestione pubblica. E tornando al pubblico la sola Parigi risparmierà 30 milioni di € l'anno.
Se l’Italia avesse un governo efficiente, ridurrebbe i 20 MLD di spese militari, davvero eccessive, se ci mettono all’8° posto nel mondo (!) e si curerebbe di più del suo territorio, senza svenderlo a rate: oggi svendo le spiagge, ieri l’altro i palazzi, ieri le montagne, domani l’acqua…Non è così che fa chi ha a cuore il proprio paese.
Ci sono opere che richiedono l’intervento del pubblico e che mai possono essere fatte da un gestore privato, anche perché richiedono investimenti a lunghissimo termine e interventi sul territorio che non competono ai privati. Un gestore privato ha un contratto e non si mette certo a investire su tempi lunghi, sapendo che, se il governo cambia, quel contratto non gli sarà rinnovato. E qualunque società azionaria deve garantire redditi azionari alti e deve ridurre le spese e lo farà in molti modi, anche precarizzando i dipendenti e riducendo gli interventi.
E ci sono interventi sui fiumi e sul territorio che riguardano bacini molto grandi che sforano le competenze di un privato e che possono essere affrontate solo dallo Stato. Ci vuol poco a capirlo. Il privato si ridurrebbe all’esistente, peggiorandolo via via col tempo e disinteressandosi di tutto quello che non concerne il suo profitto immediato.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 07:46| 
 |
Rispondi al commento

Come per il nucleare,anche per l’acqua, il Governo italiano è controcorrente rispetto agli altri paesi europei,più attenti al bene dei cittadini che agli interessi della cricca, confermando una volta di più che B se ne deve andare perché tutto quello che vuole fa il male dell’Italia
Anche a Monaco di Baviera si torna all’acqua pubblica con maggiore efficienza e più risparmio
La tesi che B vuol far credere è che l’acquedotto perde il 50% o più dell’acqua e i privati potrebbero migliorarlo.Peccato che ogni esperienza simile altrove abbia dimostrato che il gestore privato pensa solo ad aumentare le bollette per aumentarsi i profitti(in Bolivia gli aumenti furono del 300%)e non ci pensa nemmeno a migliorare l’efficienza,anzi la qualità dell’acqua spesso peggiora a tal punto da non essere più potabile e da presentarsi con colibatteri e altre schifezze
Se Parigi,Berlino,Johannesburg,Buenos Aires, Atlanta,Monaco di Baviera sono tornate all’acqua pubblica ci sono valide ragioni
In Italia il problema gravissimo per l’acqua è che manca qualsiasi piano nazionale di difesa del territorio,al contrario B con discariche, inceneritori e centrali finirà per inquinare tutte le faglie,oltre che fiumi e torrenti, mentre opere dissennate come la TAV o l’incuria dei boschi impediscono alle acque piovane di penetrare nel profondo alimentando le sorgenti
Per tale malgoverno accade così che un paese ricco di acque come l’Italia si stia gradatamente seccando.La svendita dell’acqua sarebbe il colpo di grazia e arricchirebbe solo la mafia(che già controlla le acque minerali)e le multinazionali straniere
All’estero il governo compra i terreni vicini alle falde per preservali da inquinamento e cattiva gestione delle acque di superficie.Se i terreni sono puliti,l’acqua sotterranea resta pulita

viviana v., Bologna Commentatore certificato 05.06.11 07:40| 
 |
Rispondi al commento

Qual´e´la causa delle morti per E. Coli di Hamburg?

Probabilmente non si sapra´mai, perche´si sa benissimo da dove viene.
Non da verdure contaminate, non da animali da cui proviene la normale infezione da E. Coli.
Perche´si tratta di un ceppo molto tossico, se venisse da mucche ammalate si sarebbe manifestato prima negli allevamenti facendo morire gli animali.

Nel 2007 un articolo su una pubblicazione scientifica (ripreso nel 2010 dall´Independent.uk)che ovviamente non ha avuto nessuna pubblicita´, riportava che Monsanto produceva l´aspartame (uno dei dolcificanti piu´diffusi)con ceppi di Escherichia Coli geneticamente modificati...
L´aveva ribattezzato Amino Sweet.
L´aspartame e´presente in quasi tutte le bibite "diet" "zero" e caramelle, dolci dietetici.
Quindi e´molto probabile che un lotto contenente E. Coli vivi e´stato importato in Germania, consumato e ha prodotto per ora 18 morti.
La veritá´non si sapra´mai.

Patrizia B 05.06.11 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Valter Conti (ore 22.50 del 4 giugno) apprezza l'autore di questo post e pensa non sia 'quell'eretico di Grillo'. Signor Valter, non si valutano le persone in base alla loro religione. L'uomo è un animale sociale e la religiosità è appunto il sentimento di gruppo che lo socializza però tutte le socio-religiosità, anche le laiche, hanno pari valenza e dignità. E' meglio valutare le persone per come si comportano e non per ciò che dicono perché ce ne sono di buone e di cattive ovunque. E' facile essere bravi a parole e, come può constatare, 20 secoli di Prevalente Cristianesimo (anzi Cristianesimi perché ce ne sono parecchi) ci hanno portato alla situazione attuale che non è certo entusiasmante. In teoria dovrebbero essere sparite la povertà, le ingiustizie, le guerre e tante altre cose...

leandro caso Commentatore certificato 05.06.11 05:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****

[...]

Ecco...di nuovo OGGI quella storia si ripete per l'Italia.

I 'CONQUISTATORI' (gli USA) SI PRENDONO PER SE' LE MIGLIORI MENTI ITALIANE.

Dino Colombo
*****
-----------------------------------------------

Esagerato!!!

Ce ne siamo andati per conto nostro, non ci ha preso nessuno.


i messia c'erano sia prima che dopo cristo!

la bibbia come il corano danno delle indicazioni di vita che sono a prova di moda e di coverno cioè sono regole di vita fatte per durare mille anni e non 3 giorni come le follie dei politici.

purtroppo i politici ( ci metto pure i preti che spesso fanno politica pure loro ) usano la religione per i loro sporchi comodi e "interpretano" cose di per se giuste fino a farle diventare orrende.

A quelli che dicono che la religione cristiana non serve e che dove ha toccato ha fatto solo che danni posso solo dire di fare un piccolo esperimento:

prendete un mappamondo e vedete quali sono le zono del mondo piu civilizzate e dove vengono rispettati di piu i diritti umani....... ebbene vi accorgerete che sono le zone dove il cristianesimo è atavico!

tutti gli altri posti sono mooolto indietro!

Po si puo dire il vero e il falso ma su questo "macigno" non ci piove e neppure i maestri della retorica riscono a contraddirlo!

bruno bassi 05.06.11 03:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi pare che anche qui, però, la condanna al rogo (mediatico?) vada per la maggiore e i processi siano spesso sommari....

Francesca B. Commentatore certificato 05.06.11 02:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche qui, quanto a roghi, non scherzate niente...

Francesca Bozano 05.06.11 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA POMPA ATTIVATA SENZA LE AUTORIZZAZIONI

Egitto: esplosione in centrale nucleare, esce acqua radioattiva
04/06/2011, ore 18:29 -

ANSHAS (EGITTO) - Una esplosione è avvenuta oggi nella centrale nucleare egiziana di Anshas, a nord del Cairo, nel Delta del Nilo. Secondo quanto ha riferito una fonte, che ha voluto mantenere l'anonimato, ad un giornale locale, sarebbe esplosa una delle pompe del reattore. Dovrebbe essere una delle pompe che spingono il vapore, creato dal combustibile nucleare immerso nell'acqua, verso le turbine, per produrre elettricità. A causa dell'esplosione, circa 10 metri cubi di acqua radioattiva (cioè 10 mila litri) sono andatoi dispersi nell'ambiente.
La fonte ha aggiunto che la pompa era stata riattivata di recente, senza aspettare il via libera del Centro per la sicurezza nucleare e senza i necessari controlli del caso.
A quanto si è saputo, valutate le caratteristiche dell'incidente, lo stesso è classificabile a livello 3 in una scala di 7. Per la cronaca, anche l'incidente nucleare di Fukushima era iniziato con una classificazione di questo genere, mentre si è appreso che le cose stavano ben diversamente. Questa volta l'incidente nons embra altrettanto grave, ma 10 mila litri di acqua radioattiva non sono una sciocchezza.

NESSUN GIORNALE E TELEGIORNALE NE PARLA... STRANO VERO?

http://www.julienews.it/notizia/dal-mondo/egitto-esplosione-in-centrale-nucleare-esce-acqua-radioattiva/78838_dal-mondo_1.html

franco f. Commentatore certificato 05.06.11 02:11| 
 |
Rispondi al commento

E se uno volesse arrendersi e non andare a votare ai referendum, che succederà? Verrà fustigato? Verrà rimbrottato? Verrà sculacciato? La storia avrà comunque il suo corso. Volenti o nolenti.Una firma non limiterà o conterrà i danni che nucleare e scorie hanno prodotto. Non piu'. Perchè è troppo tardi.

Stefana M. 05.06.11 02:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sueño envenenado
Conviene recordar que algo parecido a los 'indignados' que han surgido en España existe desde hace años en Italia, donde sobran razones para montar un pollo. Es un movimiento que se ha aglutinado en torno al cómico Beppe Grillo, feroz crítico antisistema, que ha terminado con listas en las municipales y ha alcanzado nada menos que un 4% de los votos, con un 10% en Bolonia, bastión comunista. Une a todos estos movimientos el ser anti-Berlusconi, identificado como cáncer de la democracia. Pero, si el magnate sale de escena, no serán amables con la oposición.. (CONTINUA)

http://www.eldiariomontanes.es/v/20110605/sociedad/destacados/berlusconi-20110605.html

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 05.06.11 01:59| 
 |
Rispondi al commento

TANTO PER GRADIRE...
da http://ricerca.gelocal.it/messaggeroveneto/archivio/messaggeroveneto/2011/04/22/NZ_02_HA102A.html

E spunta un elenco segreto della P2
22 aprile 2011 — pagina 02 sezione: Attualità

Esiste un altro elenco di affiliati alla P2, sempre rimasto segreto, e che comprende personaggi tuttora sulla «cresta dell'onda»? A sostenerlo è Gioele Magaldi, ex Maestro Venerabile della Loggia Monte Sion di Roma. Aggiungendo che «effettivamente» quegli elenchi «possono costituire occasione di ricatto politico». Le sue parole sono ora diventate oggetto di una interrogazione del Pd al ministro dell'Interno Roberto Maroni. Magaldi - sottolinea l'interrogazione - segnala anche che, nelle tante interviste rilasciate da Gelli in queste ultime settimane, i richiami a quegli elenchi sono stati continui: «Potrebbe essere giunto il momento di tirar fuori le parti mancanti che, se rese note, potrebbero avere conseguenze ancora oggi. È un piccolo tesoretto di Gelli - conclude Mangaldi - per continuare ad avere un ruolo». Sono - dice Marco Carra, firmatario della interrogazione Pd - affermazioni inquietanti. «Siccome sono noti i fatti ed i misfatti compiuti dalla P2, ho chiesto al Ministro dell'Interno Maroni di comunicare al Parlamento se quegli elenchi sono effettivamente incompleti e se è in grado di fornire tutti, ma proprio tutti, i nomi degli iscritti alla P2». In una dichiarazione all'Agi, Magaldi ha poi specificato di «non detenere i cosiddetti elenchi mancanti», ma di averli «più volte visionati». E conferma che potrebbe essere oggetto di ricatto perché vi sono presenti nomi di «persone tuttora sulla cresta dell'onda».

....

Ma Magaldi non è lo stesso di cui Beppe ha pubblicato qui una lettera in cui diceva di voler salvare l'italia dal piduista Berlusconi?

Solo a PAROLE almeno fin'ora caro Magaldi?

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 01:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Acqua pubblica? Bersani dice sì

Ma mezzo Comitato per il no è del Pd Il Movimento 5 Stelle attacca frontalmente il partito di Bersani:

"Hanno cambiato idea nell'arco di pochi mesi e mantengono interessi nelle aziende multiutility per essere cedibili. La loro è una posizione molto opportunistica"


“La posizione del Pd in merito ai referendum è ambigua: prima erano contrari, oggi sono a favore, domani non sappiamo”,

accusa il consigliere regionale in Emilia Romagna del Movimento 5 Stelle, Giovanni Favia.


ahahahah..."beccati con le mani nella marmellata"...

i Nostri Consiglieri sono IMPLACABILI....ottimo.

ENZO D., BARI Commentatore certificato 05.06.11 01:16| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' L'ITALIA NON SARA' MAI UNA NAZIONE EUROPEA 'NORMALE'.

Secondo me perchè abbiamo DUE PALLE AL PIEDE DI DIMENSIONI COLOSSALI.

1) IL VATICANO COL SUO STRAPOTERE...E CON LE SUE VARIE ORGANIZZAZIONI (OPUS DEI, C.L. CEI e compagnia cantante, senza trascurare la più importante...la sua INFLUENZA SU TANTI POLITICI LE CUI SCELTE SONO DIRETTAMENTE PROVOCATE DAI SUOI GERARCHI). IL VATICANO NON RINUNCERA' MAI DI SUA SPONTANEA VOLONTA' ALLA PIATTAFORMA (L'ITALIA)CHE GLI PERMETTE DI VIVERE DI RENDITA PARASSITARIA E DALLA QUALE DOMINA IL MONDO.

2) GLI USA. HANNO VINTO LA GUERRA CONTRO L'ITALIA E NE HANNO FATTO LA LORO BASE PRINCIPALE NEL MEDITERRANEO....(LEGGI IL CUORE AL CENTRO DEI CONTINENTI EUROPEO, AFRICANO, ASIATICO...)

LE BASI AMERICANE IN ITALIA NON GLIELE CONCEDIAMO GENEROSAMENTE. SE LE SONO PRESE PERCHE' CI HANNO SCONFITTO NELL'ULTIMA GUERRA...E DA CHE MONDO E' MONDO NESSUNA NAZIONE SCONFITTA OFFRE ALCUNCHE' AI VINCITORI...QUESTI SI PRENDONO DI QUELLA NAZIONE QUELLO CHE VOGLIONO.

E PER MANTENERE QUESTO POTERE, QUESTI POTERI DEVONO TENERE GLI ITALIANI SOGGIOGATI SOTTO IL LORO TALLONE.

E BEN VENGANO MAFIA, CAMORRA, NDRANGHETA, P2, GLADIO, ECC. SE TUTTE QUESTE COSE PERMETTONO DI MANTENERE INTATTO IL POTERE A QUEI POTERI.

NESSUN ESERCITO DEL MONDO POTEVA FAR CROLLARE L'UNIONE SOVIETICA.

SOLO QUALCUNO DAL SUO INTERNO POTEVA FARLO.
E LO HA FATTO (L'INGIUSTAMENTE DIMENTICATO GORBACIOV)
(PER CHI CI CREDE DICONO CHE DIO CI HA MESSO LA SUA MANO)

Ecco...per SALVARE L'ITALIA E FARLA DIVENTARE DI NUOVO UNA DELLE PIU' GRANDI NAZIONI DELL'EUROPA E DEL MONDO,UNA DELLE PIU' BELLE, LIBERE E FELICI, CI VUOLE DI NUOVO QUALCUNA DELLE SUE GRANDI MENTI E FORSE ANCORA UNA VOLTA LA MANO DI DIO.(sempre per chi ci crede).

Questi quattro imbecilli che abbiamo al potere e alla finta opposizione sono troppo parte integrante del sistema che ho appena descritto per cambiare mai DAVVERO QUALCOSA.

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellissimo argomento,fondamentale per EVOLVERE il pensiero e la ragione.Oggi abbiamo la possibilità con INTERNET di avere informazioni veloci che aiutano a ragionare, bisogna saper scegliere l'argomento.Premetto per i giovani che il sottoscritto è del 48,quidi ò alle spalle un certo quantitativo di ESPERIENZA,ed essa mi dice che le cose fondamentali della vita sono il giusto rapporto con tutto ciò che la rappresenta,ovvero il grande mistero che è l'universo,cosa voglio dire?? NESSUNO è onnipotente rispetto tolleranza onestà sono le cose principali che regolano l'esistenza,il fare la ricerca l'arte ecc e il succo del vivere il piacere stà nel condividere con tutti queste cose.NON SERVONO CAPI NON SERVONO IDEOLOGIE.MA SOLO CORDINAMENTO DI AZIONI AMMINISTRATORI DEL FARE DIETRO MANDATO DI IDEE DA REALIZZARE.Bisogna cambiare modo di ragionare nella vita nulla ti è dovuto esistono solo doveri la LIBERTA, in senso puro,non esiste è la NATURA che impone le cose è impensabile DOMINARLA la puoi solo studiare controllare adoperare con accortezza se sbagli te la fà pagare.Quindi RISPETTO ASSOLUTO,basta con l'onnipotenza, ascoltare, ragionare,decidere sul da farsi per VIVERE IN ARMONIA CON NOI STESSI E LA NATURA.Forza gente è ora di cambiare il nostro modo di fare e ragionare EVOLUZIONE

salvatore castellano 05.06.11 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/34077.html

Ma il governo ha rimosso il limite di 1 ng/m3 il 13 agosto 2010 con il decreto legislativo 155/2010
Taranto: +93% il benzo(a)pirene
I primi dati del 2011 danno una media di 1,93 ng/m3. Non dovrebbero superare 1 ng/m3 come media annua stando alla precedente normativa. Ecco perché occorre rilanciere la campagna per reintrodurre nella normativa il limite di 1 nanogrammo a metro cubo per il benzo(a)pirene, una delle sostante più cancerogene
24 maggio 2011 - Altamarea

COMUNICATO STAMPA Ilva


Altamarea ha richiesto e ottenuto dall'Arpa i dati del benzo(a)pirene dei primi tre mesi del 2011.
Oggi l'Arpa li ha comunicati ad Altamarea in forma ufficiale con un fax.

Anche l'Ilva ha potuto conoscerli e si è affrettata a commentarli, presentandoli quasi come un successo.

Ma questi dati, contrariamente a quanto l'Ilva dichiara, non sono per nulla un successo in quanto superano in media del 93% il valore che la precedente normativa aveva posto come limite (obiettivo di qualità) per il benzo(a)pirene.

Se fosse in vigore la precedente normativa sul benzo(a)pirene (che il governo ha cambiato il 13 agosto 2010 eliminando il limite), i dati non dovrebbero infatti superare 1 nanogrammo a metro cubo. Invece tale valore è quest'anno abbondantemente superato:
1,55 ng/m3 a gennaio 2011
2,82 ng/m3 a febbraio 2011
1,43 ng/m3 a marzo 2011
La media è 1,93 ng/m3 mentre la media annua non dovrebbe superare 1 ng/m3 stando alla precedente normativa che il governo ha cambiato.

Come può questo dato essere presentato come un successo?
E' un fallimento!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.06.11 00:46| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=_VBoD92ui70

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.06.11 00:36| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè un solo cerino? accendiamone tre!


Jacques Prévert
Tre fiammiferi accesi

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L'ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia.

liliana g., roma Commentatore certificato 05.06.11 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La culpa no es del chancho, sino de quien le da de comer.

luca s 05.06.11 00:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

30 anni (come passa il tempo!) fa moriva rino gaetano

E io ci sto

Mi alzo al mattino con una nuova illusione,
prendo il 109 per la Rivoluzione,
e sono soddisfatto
un poco saggio un poco matto
Penso che fra vent'anni finiranno i miei affanni
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po'
e mi accorgo che son solo,
in fondo è bella però è la mia età e io ci sto
Si dice che in America tutto è ricco tutto è nuovo,
puoi salire in teleferica
su un grattacielo e farti un uovo,
io cerco il rock'n'Roll al bar e nei metrò,
cerco una bandiera diversa senza sangue sempre tersa
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po'
e mi accorgo che son solo,
In fondo è bello però , è il mio Paese e io ci sto
Mi dicono alla radio statti calmo statti buono
non esser scalmanato stai tranquillo e fatti uomo
ma io con la mia guerra voglio andare sempre avanti,
e costi quel che costi la vincerò non ci son santi
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po'
e mi accorgo che son solo,
ma in fondo è bella però è la mia guerra e io ci sto
cerco una donna che sia la meglio
che mi sorrida al mio risveglio
e che sia bella come il sole d'agosto
intelligente si sa
ma in fondo è bella però è la mia donna e io ci sto

liliana g., roma Commentatore certificato 05.06.11 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli oncologi si sono schierati nettamente per il Sì al referendum ed hanno inviato una "frecciatina" a Veronesi «La nostra posizione è chiara: non c'è niente di più cancerogeno delle radiazioni. Quindi bene che si faccia il referendum sul nucleare e speriamo che si raggiunga il quorum- ha sottolineato Carmelo Iacono, presidente dell'associazione italiana di oncologia (Aiom)- Il nucleare è un rischio enorme e meno centrali ci sono meglio è per la salute, non vale la pena correre rischi così grandi. Basta vedere cosa succede in caso di incidente: chi si avvicina alle centrali muore e nei decenni si registrano picchi di casi di tumori, soprattutto del sangue, davvero allarmanti. Ci sono tanti modi meno inquinanti, e meno cancerogeni, per produrre energia. Un oncologo non può essere pro-nucleare, noi andremo convintamente a votare sì».

Il riferimento indiretto del presidente dell'Aiom a Veronesi è evidente, ma per evitare dubbi Iacono ha precisato: «Veronesi ha preso questa decisione da politico, non da oncologo».

http://www.facebook.com/notes/enrica-martolini/gli-oncologi-sbugiardano-veronesi/10150224728632281

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.06.11 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Per chi conosce la Bibbia oggi sta succedendo all'Italia quello che successe agli ebrei quando furono battuti dai Babilonesi di Naboccodonosor.

Questi, appena battè gli ebrei PRESE I MIGLIORI GIOVANI TRA ESSI, TRA I QUALI ANCHE I PIU' INTELLIGENTI (il famoso Daniele, quello della fossa dei leoni era uno di essi)E SE LI PORTO' A BABILONIA.

Che motivo aveva Nabuccodonosor di portarsi NEL SUO PAESE quei giovani se non quello di mettere LA LORO INTELLIGENZA E SAPIENZA A DISPOSIZIONE DELLA SUA NAZIONE PER RENDERLA ANCORA PIU' GRANDE?

Ecco...di nuovo OGGI quella storia si ripete per l'Italia.

I 'CONQUISTATORI' (gli USA) SI PRENDONO PER SE' LE MIGLIORI MENTI ITALIANE.

Dino Colombo Commentatore certificato 05.06.11 00:09| 
 |
Rispondi al commento

La regione Puglia all'unanimità ha approvato la riversibilità ai famigliari delle pensioni dei Consiglieri,
Alla faccia dei cittadini!

SEBASTIANO TAFARO 05.06.11 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Dal fattoquotidiano.it


Nel Sud Italia la grid parity sarà raggiunta già verso la metà del 2013, per gli impianti industriali da 200 kWp. Per gli impianti domestici (più piccoli, da 3 kWp) si dovrà aspettare un anno in più. Per i grandi impianti allo stesso risultato si arriverà nel 2015 al Centro e nel 2016 al Nord. Per quelli piccoli ci vorrà un anno in più. I calcoli sono stati eseguiti stimando una vita media dei moduli di 25 anni e includendo un tasso di interesse del 5,3%, ma concentrandosi appunto sull’autoconsumo, invece che sulla produzione di elettricità da vendere alla rete.

Negli ultimi quattro anni, i prezzi del fotovoltaico sono scesi tanto da riuscire a superare in convenienza anche l’energia nucleare, secondo uno studio della Duke University in North Carolina.

-----------

Riassumendo: Nel 2013-14...si raggiungerà la parità tra produrre elettricita col solare e col petrolio, e poco dopo sarà "battuta" anche l'energia nucleare.
Quindi stavolta Santoro anche tu hai "toppato" con la tua tabella dei costi di produzione che è senzaltro risalente a eoni fa..... dava infatti come costi per produrre 1000 kwh: 450 euro il solare, 35 euro il nucleare.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.06.11 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Per tornare al mio commento precedente.

Non è necessario 'OBBLIGARE' direttamente GLI SCIENZIATI di cui Dio, o chi per lui, dona ancora oggi all'Italia (così come ha fatto nei secoli scorsi).

Basta rendere loro LA VITA IMPOSSIBILE QUI IN ITALIA.

Poi ci sarà sempre un'anima buona' che gli darà il 'consiglio giusto' di EMIGRARE ALL'ESTERO....E PREFERIBILMENTE NEGLI STATI UNITI...E IL GIOCO E' FATTO.

Eccovene un esempio:

""Sono emigrato qui subito dopo la laurea in medicina a Catania, nel 1982 -
racconta Ferrara - su consiglio del mio stesso docente di faramacologia, il
professor Umberto Scapagnini, oggi sindaco di Catania. Non gliene sarò mai
abbastanza grato. Mi aiutò a vincere una borsa di studio per la University
of California/San Francisco, uno dei migliori policlinici universitari del
mondo. Ho avuto a disposizione mezzi e libertà che in Italia non potevo
neppure sognare. Oggi un ricercatore con dottorato qui si vede offrire dai
35 ai 45.000 dollari all'anno di stipendio. Un assistente universitario alle
prime armi in laboratorio può già procurarsi centinaia di migliaia di
dollari per fare i suoi esperimenti. Ha tempo e autonomia per la ricerca
pura, mentre in Italia è oberato da lunghe ore di insegnamento. E
l'eccellenza delle attrezzature tecnologiche dell'università è impensabile
da noi".

....

E' IMPENSABILE DA NOI...che altro aggiungere?

Dino Colombo Commentatore certificato 04.06.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Italia senza speranza?

"I cervelli italiani in fuga... restano in USA.
INCHIESTA /

Mentre in Italia in 25 anni è cambiato poco
a Silicon Valley si sono già state tre rivoluzioni tecnologiche
Soldi, ricerca libera e trasparenza perché i cervelli fuggono in Usa
Molto spesso sono studiosi italiani i protagonisti della scienza americana
dal nostro inviato FEDERICO RAMPINI


SAN FRANCISCO - Per capire le ragioni che costringono 12.000 ricercatori
italiani a EMIGRARE all'estero OGNI ANNO(!!!).

Per misurare il danno enorme di
questa fuga di cervelli per il nostro paese, è d'obbligo venire a San
Francisco. Qui la Silicon Valley rinasce dalla crisi puntando sull'industria
del nostro futuro: biogenetica, biotecnologie, nanotecnologie molecolari.
Qui fiorisce un'azienda leader mondiale nelle innovazioni applicate alla
nostra salute: la Genentech, nata solo 25 anni fa, e già ricca di scoperte
scientifiche e brevetti farmaceutici, con tre miliardi di dollari di
fatturato all'anno.
L'Italia non ha nulla di simile, non figura sulla mappa mondiale delle
grandi potenze biotecnologiche. Ma la Genentech non esisterebbe senza
l'esodo dei cervelli dall'Italia. Nella biografia di due scienziati
siciliani fuggiti dal nostro sistema universitario, c'è una chiave dei
trionfi della biogenetica californiana.
Il più giovane, Napoleone Ferrara, 47 anni, ha fatto "centro" pochi mesi fa.
Dopo 15 anni di ricerche alla Genentech, questo specialista in endocrinologia e
onocologia ha messo a punto un nuovo farmaco per la cura del tumore
all'intestino, l'Avastin, che ha superato i test clinici a fine maggio.
...

COSA SAREBBE OGGI L'ITALIA SE TUTTI QUESTI SCIENZIATI POTESSERO RESTARE E LAVORARE IN ITALIA.

A mio avviso le cause PRIMARIE di questa 'fuga' sono due:

1) L'avversione atavica del VATICANO verso il progresso in generale(della nostra nazione in particolare)

2) Gli USA, che come vincitori se li fottono come parte del BOTTINO DI GUERRA ancora OGGI

Dino Colombo Commentatore certificato 04.06.11 23:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso solo che la politica di Grillo sia GIUSTA!
Anche se a volte dice delle cazzate Beppe ha sempre parlato in modo Corretto e DOCUMENTATO! quindi non rompete il CAZZO!!

Lavoratore disoccupato! 04.06.11 23:24| 
 |
Rispondi al commento

EHI C'E' STATO UN INCIDENTE IN UNA CENTRALE NUCLEARE IN EGITTO
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=151637&sez=HOME_NELMONDO
NON NE STA PARLANDO NESSUNO!!!

Giovanna Bonifazio Commentatore certificato 04.06.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento

ANSHAS (EGITTO) - Una esplosione è avvenuta oggi nella centrale nucleare egiziana di Anshas, a nord del Cairo, nel Delta del Nilo. Secondo quanto ha riferito una fonte, che ha voluto mantenere l'anonimato, ad un giornale locale, sarebbe esplosa una delle pompe del reattore. Dovrebbe essere una delle pompe che spingono il vapore, creato dal combustibile nucleare immerso nell'acqua, verso le turbine, per produrre elettricità. A causa dell'esplosione, circa 10 metri cubi di acqua radioattiva (cioè 10 mila litri) sono andatoi dispersi nell'ambiente.

La fonte ha aggiunto che la pompa era stata riattivata di recente, senza aspettare il via libera del Centro per la sicurezza nucleare e senza i necessari controlli del caso.

A quanto si è saputo, valutate le caratteristiche dell'incidente, lo stesso è classificabile a livello 3 in una scala di 7. Per la cronaca, anche l'incidente nucleare di Fukushima era iniziato con una classificazione di questo genere, mentre si è appreso che le cose stavano ben diversamente. Questa volta l'incidente non sembra altrettanto grave, ma 10 mila litri di acqua radioattiva non sono una sciocchezza.

mariol 04.06.11 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo sicuri che ...?
parole...parole...parole...
tutti vogliono cambiare gli altri!
la strada la si costruisce iniziando a percorrerla per primi, cominciando dai nostri comportamenti.
Non c'è spazio per chi è stato ... il movimento deve realizzare chi vuole "essere", le sirene stanno ai lati e la strada è in salita ...

mauro niccolai 04.06.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento

OT

Riporto da FB un messaggio letto or ora:

Stanno spegnendo Internet in Siria per preparare una strage e nasconderla. Diffondete sulle vostre bacheche e su altri social network questi dati, che permettono ai siriani di collegarsi a internet via modem bypassando il blocco:

Dial up access for #Syria: +46850009990 +492317299993 +4953160941030 user:telecomix password:telecomix #syria #killswitch by @telecomix

===>share and spread pls!<===

****

Ps: non ci capisco niente di queste faccende.

Sari K. Commentatore certificato 04.06.11 23:11| 
 |
Rispondi al commento

http://www.julienews.it/notizia/dal-mondo/egitto-esplosione-in-centrale-nucleare-esce-acqua-radioattiva/78838_dal-mondo_1_1.html

Egitto: esplosione in centrale nucleare, esce acqua radioattiva


Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 04.06.11 23:11| 
 |
Rispondi al commento

gli animalisti presentano un esposto alla polizia

Israele: rabbino fa lapidare un cane
L'accusa: «E' la reincarnazione di un avvocato miscredente»

GERUSALEMME – In fondo, è la vecchia storia del cane in chiesa. E di chi cerca di cacciarlo fuori a sassate. Ma com’è per molte cose che accadono a Gerusalemme, specie se c’è di mezzo la religione, la storia è nata come un passaparola ed è presto diventata l’ennesimo, piccolo caso politico. Tutto nasce da una notizia pubblicata da Hadrei Haredim, sito web che si occupa degli ebrei ultraortodossi: una corte rabbinica di Gerusalemme ha stabilito che un randagio venga lapidato a morte. Motivo: c’è il sospetto che l’«immonda bestia» sia la reincarnazione d’un famoso avvocato, un laico impenitente, da più di vent’anni rimasto nella memoria della comunità di Mea Shearim - il quartiere degli ebrei ultraortodossi nella capitale – per avere all’epoca offeso i giudici del rabbinato locale.

REINCARNAZIONE - L’avvocato è morto da un pezzo, dice il sito, ma il rabbino estremista Avraham Dov Levin non ha mai dimenticato l’onta. E mercoledì scorso, non appena il religioso ha visto il cagnone entrare in un luogo pio qual è la Corte rabbinica per gli affari finanziari, ha capito che cosa stava accadendo: l’animale, che è considerato impuro dalla tradizione religiosa, ha terrorizzato molte delle persone che si trovavano nella sala, soprattutto perché il randagio s’è piazzato al centro dell’aula e non s’è più mosso, ringhiando, nonostante la gente gli lanciasse di tutto per cacciarlo fuori. Dopo la sorpresa iniziale, uno dei giudici si sarebbe ricordato d’un episodio simile: il caso di quel legale che alla fine degli anni Settanta «offese la corte», piazzandosi in quella stessa aula per contestare una decisione e rifiutandosi d’abbandonarla per diversi giorni.

http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_04/cane-posseduto-battistini-francesco_a649932a-8e8c-11e0-a8a9-c25beeea819c.shtml

Segue

THIRA FISHERMAN Giuseppe - M - A. Commentatore certificato 04.06.11 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nucleare, AIPRI rivede le stime di Fukushima:

"L'apocalisse è servita"

Da Fukushima continuano ad arrivare, nel silenzio, notizie e rivelazioni catastrofiche.

La capacità di stoccaggio delle piscine era "sottostimata": l'AIPRI rivela che, invece di esserci "solamente" 2800 tonnellate di combustibile "esaurito", ce ne sarebbero state 9500t. Un disastro.

Nel mondo ci sono pochissimi dati "indipendenti" su Fukushima.

A dire la verità scarseggiano anche quelli "ufficiali", ma ciò che manca davvero, quando questi escono, è la loro interpretazione scientifica, dato che servono competenze fuori dal comune per interpretarli.

A questo bisogna aggiungere che spesso chi ha le competenze per fare questi "calcoli" è così profondamente legato alla sua "appartenenza" da non essere disposto a condividere con la popolazione la sua "scienza".

[…] Il fatto che Fukushima sia una vera e propria "apocalisse nucleare", sia in senso greco (quindi di "rivelazione"), sia in senso comune (quindi di catastrofe di proporzioni "bibliche"), non è stato solamente confermato "illo tempore" dal commissario europeo per l'energia Gunther Oettinger che definì la catastrofe atomica giapponese in questa maniera ("Nucleare Giappone: Fukushima?

E' Apocalisse nucleare, dice l'Europa" http://is.gd/UAO1o7) ma anche dagli scienziati nucleari che chiedono alla AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica) di "aggiornare" la scala INES (scala internazionale degli eventi nucleari e radiologici - International Nuclear and radiological Event Scale) al "Livello 8".

Per ora c'è solamente il "Livello 7" (con Chernobyl e Fukushima a parimerito) che descrive il caso di "incidente catastrofico".

Manca quindi quello "apocalittico", il "Livello 8", dedicato esclusivamente al sito giapponese di Fukushima.


http://www.mainfatti.it/nucleare/Nucleare-AIPRI-rivede-le-stime-di-Fukushima-L-apocalisse-e-servita_036782033.htm

silvanetta* . Commentatore certificato 04.06.11 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“SALVIAMO IL SOLDATO DE’ MAGISTRIS”

Io non so quali siano le vere ragioni che hanno spinto Luigi de’ Magistris a candidarsi sindaco di Napoli e non ho capito fino in fondo il motivo della contesa/lite con Beppe Grillo.

So’ però che de’ Magistris ha ridato speranza ai cittadini umiliati e violentati dalle pessime scelte o non scelte di questi anni. Attorno a Luigi si è creato un entusiasmo e una voglia di partecipazione e di protagonismo che mancava da troppi anni.

Quello che in gran parte delle città europee è una normale ed ordinaria gestione, a Napoli, da vent’anni, è una “emergenza”. La cricca che ha tenuto sotto schiaffo la città per tanti anni oggi deve essere sradicata. Il sistema corrosivo fatto di camorra, politica e impresa con la complicità, spesso, degli organi di controllo che non svolgevano il proprio dovere, oggi può essere messa al bando.

So che sé veramente Luigi de’ Magistris vorrà cambiare questo schifo, dovrà mettersi contro il fior fiore della criminalità organizzata napoletana e dei politicanti corrotti, che cercheranno in qualsiasi modo di fermarlo anche ammazzandolo.

“OCCORRE CREARE UNA SORTE DI RETE PROTETTIVA, PER EVITARE IL MALGOVERNO ED IL MALAFFARE LA POSSANO VINCERE ANCHE QUESTA VOLTA, SPERANDO CHE DE’ MAGISTRIS FACCIA IL SUO DOVERE FIN IN FONDO PER CUI I CITTADINI DI NAPOLI L’HANNO ELETTO”.

Facciamo in modo che la passione politica non ci accechi la nostra intelligenza, con il rischio di buttare il bambino con l’acqua sporca.

Paolo R. Commentatore certificato 04.06.11 23:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè ESISTONO I GOVERNI?

TRa le tante risposte che vi vengono in mente, provate a pensare che la necessità di QUALCUNO CHE DECIDA PER IL BENE DELLA COLLETTIVITA' nasce anche perchè non è possibile consultare milioni di cittadini affinchè decidano loro.

Bene, l'evolversi delle tecnologie sta piegando questo concetto, perchè ora E' POSSIBILE FARSI SENTIRE, in maniera immediata pur ESSENDO DISTANTI Km.

E allora anche il PARTITO, fin qui conosciuto, DEVE CAMBIAR FORMA. E Beppe da tempo è il PROFETA che può guidare il cambiamento.


Sono nel labirinto
Del mio essere indeciso
Non conosco memoria
Ho perso la dignità
E preferisco vendermi
Al miglior offerente
Il benessere materiale
È il mio scopo primario
E le amene promesse
Si scartano come caramelle
Ripudiando valori
E spaccando emozioni
Mi riconosci?
Sono l’esemplare
In via d’estinzione
Italico e burlone.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 04.06.11 23:01| 
 |
Rispondi al commento

"LA SINDROME DI STOCCOLMA"

Chi è il maggior sostegno delle Chiese e della Chiesa Cattolica in particolare? LA DONNA!

Chi è la maggior vittima delle Chiese e della Chiesa Cattolica in particolare? LA DONNA!

Quando la donna capirà il meccanismo dell'inganno, le Chiese tutte crolleranno su loro stesse come castelli di sabbia.

Lo stesso meccanismo attuato dalla politica come strumento delle classi dominanti, irretisce e asservisce l'uomo: Questo spiega perchè la classe sacerdotale, di volta in volta, è COMPLEMENTARE, o alla classe guerriera o alla classe dei grandi ricchi o, a secondo dei periodi storici alla nobiltà.
COMPLEMENTARE... Cosè? Cos'è un ANGOLO COMPLEMENTARE? In geometria, l'angolo complementare è un angolo di ampiezza tale che, sommato ad un angolo acuto dato, permette di ottenere un angolo retto. ANGOLO RETTO... la posizione migliore da fare assumere al popolo per fotterlo meglio.

FINO A CHE L'UMANITA' NON SI LIBERERA' DELLA CLASSE COMPLEMENTARE (NON DELLA FEDE SE UNO LA POSSIEDE), OGNI SUO MOVIMENTO, OGNI SUA AZIONE DI RIVOLTA NON FARA' CHE FAVORIRE LA SUA POSIZIONE AD "ANGOLO RETTO" E AUMENTARE L'ORGASMO DELLE CLASSI CHE SI COMBINANO CON LA CLASSE COMPLEMENTARE, OVVERO LE VARIE CHIESE, IN PARTICOLARE LA CHIESA CATTOLICA.

Max Stirner


Notizie del sito "Comedonchisciotte" ?

Alina F., Varese Commentatore certificato 04.06.11 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piace questo post.
Chi l'ha scritto - sicuramente non quell'eretico di Beppe - dovrebbe permetterglisi di scrivere piu' sovente.

Valter Conti ☆x5 Commentatore certificato 04.06.11 22:50| 
 |
Rispondi al commento

trasformare la pietra in pane,ha il significato in quel epoca (fare la guerra)ma gesu'che non era di certo un (scillipoti)si rifiuto per il semplice fatto che se avesse scelto,la guerra al posto della parola di dio ,il demone dopo la vittoria si sarebbe fatto promotore del'idea trascinado il popolo verso di se (intronizzandosi)al posto di DIO, mica scemo gesu'

gagliardo giuseppe 04.06.11 22:48| 
 |
Rispondi al commento

La mucca fuggitiva
nelle acque dello stretto
Teresa, mucca destinata al macello, ha tentato la fuga nuotando nelle acque dello stretto. Ma il sogno di raggiungere la Calabria si è infranto
di Grazia La Paglia


Immaginarsi fatta a fettine per poi essere arrostita le metteva i brividi, così ha tentato di scappare dal suo crudele destino.
Teresa, una mucca di Santa Teresa di Riva (Me), lo scorso 18 giugno ha tentato di raggiungere a nuoto la Calabria e per tre ore è rimasta in mare, in preda alle freddi correnti che, nonostante gli sforzi, la riportavano indietro. Ma non mollava.

Il suo viaggio si è interrotto quando è stata avvistata da una donna, Mariella. Temendo che l'animale potesse annegare, Mariella ha subito avvisato con il cellulare un suo amico che, in barca, ha raggiunto la mucca cercando di riportarla sulla terra ferma. Per soccorrete Teresa è arrivata anche la Guardia Costiera. Ad accogliere la mucca sulle rive di Messina anche il suo proprietario.

Appena ha visto l'uomo, però, la mucca ha iniziato ad agitarsi. Scalpitava, cercava di liberarsi, ha tentato di nuovo la fuga. Ha lottato a lungo ma non c'è stato niente da fare. Il suo sogno di raggiungere la Calabria anziché le tavole si è completamente infranto.
Ammirando la tenacia e commossi dalla voglia di vivere della povera mucca, il sindaco di Villa San Giovanni e la Commissione Pari Opportunità si sono mobilitati. Il Comune di Villa San Giovanni, infatti, vorrebbe accogliere Teresa in una sua fattoria didattica ma al momento non si hanno più notizie di Teresa. Mariella, allora, si è nuovamente mobilitata, creando una pagina su facebook.

"Salviamo la coraggiosa mucca Teresa” ha lo scopo di sensibilizzare la gente alla triste vicenda della mucca e invita alla raccolta di foto e video sull'episodio.
Contemporaneamente la donna che ha infranto il sogno di Teresa ha dichiarato di essere diventata vegetariana. Sensi di colpa per aver riportato la mucca al suo destino di carne da

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe, intervento di grande cultura. Ci serve tutto il tuo coraggio.

R Antonio 04.06.11 22:36| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento

IL 12 ED 13 GIUGNO ANDIAMO TUTTI A VOTARE CONTRO IL NUCLEARE E PER L'ACQUA PUBBLICA.
QUESTO E' IMPORTANTE ORA.
LASCIAMO STARE I VARI DISTINGUO.

MARTINA D. 04.06.11 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Coloro che sui media affrmano che il nucleare non provoca "tante Vittime" sarebbero da inviare, per una vacanza di lavoro, nella seguente destinazione segnalata da Greenpeace.

In collaborazione con il laboratorio francese indipendente CRIIRAD e la rete di ONG ROTAB, abbiamo realizzato un monitoraggio della radioattività di acqua, aria e terra intorno alle cittadine di Arlit e Akokan, a pochi chilometri dalle miniere di Areva, accertando che i livelli di contaminazione sono altissimi.La radioattività crea più povertà perché causa molte vittime. Ogni giorno che passa la popolazione locale è esposta alle radiazioni, circondata da aria avvelenata, terra e acqua inquinate. E intanto Areva fattura centinaia di milioni di dollari, sfruttando le risorse naturali di uno dei paesi più poveri dell'Africa. Areva si presenta come una società attenta all'ambiente, ma il Niger ci rivela una verità ben diversa.Le nostre analisi mostrano che in quattro casi su cinque la radioattività nell'acqua supera i limiti ammessi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Nonostante questo l'acqua viene distribuita alla popolazione. L'esposizione alla radioattività causa anche problemi delle vie respiratorie e non a caso nella regione delle miniere di Areva i tassi di mortalità legati a problemi respiratori sono il doppio che del resto del Paese. Inoltre, le ONG locali accusano gli ospedali, controllati da Areva, di aver nascosto molti casi di cancro.
La metà dell'uranio di Areva proviene da due miniere del Niger, paese che rimane poverissimo nonostante da oltre quarant'anni sia il terzo produttore di uranio al mondo. Il gigante dell'energia nucleare ha firmato un accordo per iniziare a scavare una terza miniera tra il 2013 e il 2014.Paesi come il Niger scontano la follia nucleare dell'Occidente.

http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/news/uranio-niger-areva/

Buon Referendum a Tutti.

Valter C., Gorizia Commentatore certificato 04.06.11 22:32| 
 |
Rispondi al commento

"Gli italiani (NON SOLO LORO DAI!) sono quel gregge e i partiti e coloro che li dirigono ne sono i sacerdoti. Loro sanno cos'è giusto per noi e agiscono secondo il principio sacro dell'autorità, al riparo del mistero che avvolge le loro decisioni attraverso la disinformazione e la confusione.


Loro creano i --->miracolimiracolo<--- possibile è la partecipazione diretta alla cosa pubblica.

La libertà, la libertà di partecipare e condividere, è vista come la peggiore eresia e condannata al più tremendo dei roghi mediatici.

Non sarà facile, né indolore. La libertà è insopportabile. Amen"

***

Vabbè miracolo per miracolo... il gregge preferisce il miracolo giá sperimentato e più sicuro.

Sari K. Commentatore certificato 04.06.11 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo il disegno di legge del PDL
Il sostegno ai disabili sarà privatizzato

Sono passati quasi 34 anni dalla legge 517/77 che, sull'onda del grande movimento del Sessantotto, stabiliva la scolarizzazione degli alunni portatori di handicap tramite inserimento nelle scuole pubbliche. Fu un enorme passo in avanti sul piano legislativo nel senso dell'integrazione. Tuttavia, non è mai cessata la battaglia culturale, legale, didattica, intorno alla questione dell'integrazione degli alunni disabili nelle classi dei "normodotati". Nessun testo, anzitutto, in questi trentacinque anni ha, ad esempio, abrogato le scuole speciali, vere e proprie istituzioni di segregazione degli studenti disabili dal resto della società, che continuano ad esistere e a proliferare in Italia, diverse private, ma con sovvenzioni pubbliche, e gestite da confraternite cattoliche, con cospicui appoggi nelle alte sfere ministeriali e parlamentari.
Il tutto mentre nella scuola pubblica il sostegno più che un diritto è diventato una concessione sempre più difficile da ottenere da parte delle famiglie, che, spesso, sfiduciate rinunciano ad avviare le pratiche, oppure si vedono falcidiare le ore di insegnamento concesse ai loro figli. Già da ora gli studenti sempre più vengono affidati dentro le scuole pubbliche al personale di cooperative, fondazioni o organizzazioni private, dove lavorano spesso giovanissimi precari senza alcuna esperienza o specializzazione, supresfruttati, pagati a cottimo per pochi euro all'ora per svolgere compiti che dovrebbero svolgere gli insegnanti specializzati. Si tratta di una privatizzazione strisciante, quantunque vari tribunali abbiano condannato la gerarca di Viale Trastevere, Mariastella Gelmini, PDL, per il taglio delle ore di sostegno a migliaia di studenti disabili in tutta Italia che viola l'art. 3 della Costituzione e le leggi sulla tutela dei portatori di handicap e l'abbia costretta, in alcuni casi, persino al reintegro delle ore, alla riassunzione degli

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Nel 1600 Cristo ritorna su questa Terra a Siviglia, durante la Grande Inquisizione e i roghi degli eretici. Un cardinale lo fa arrestare e lo accusa di tradimento perché ha condannato l'uomo alla infelicità quando il diavolo lo tentò nel deserto.

Il demone gli chiese di trasformare le pietre in pane, Gesù rifiutò perché voleva per l'uomo la libertà. Cosa vale l'ubbidienza comprata con il pane?

Lo spirito lo tentò una seconda volta invitandolo a gettarsi dall'alto del pinnacolo del tempio... nella sua caduta gli angeli lo avrebbero sostenuto. Cristo rifiutò ancora e respinse il miracolo, voleva una fede interiore non costruita sui miracoli.

Il demone gli propose allora di regnare sul mondo "in un unico formicaio pienamente concorde, poiché il bisogno di una unione universale è il terzo e ultimo tormento degli uomini".

Gesù non accettò, gli uomini devono governarsi sui principi, non su una superiore autorità.

Per il cardinale, Cristo aveva rinnegato i tre principi sui quali si basa la felicità umana:

autorità, miracolo e mistero, con il suo dono della libertà agli uomini."

***

È la prima volta che leggo un post simile. Mi piace.

O CHE SIETE IMPAZZITI DEL TUTTO? *___*

***

ABBATTETE IL VATICANO!!!

Via i tentacoli diabolici della Santa Sede dallo Stato!

Sari K. Commentatore certificato 04.06.11 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Utopia@@@@@@@
Il problema non è il tetto limite di guadagno per i ricchi, anzi sarebbe deleterio mettere un limite finirebbe con l'appiattire l'economia, il problema vero è l'altro, lo zero (come dici tu) del povero che non dovrebbe esistere.
Tanto per intenderci se tutti avessero di che vivere dignitosamente senza dover chiedere alcun aiuto ma garantire a se stessi ed alla propia famiglia una vita serena senza che manchi nulla, ma cosa cavolo fregherebbe se ci sono straricchi fino all'inverosimile?

pasquale r., napoli Commentatore certificato 04.06.11 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ruota intorno all'essere liberi, ma
guardando intorno si nota che sono pochini
quelli che lo desiderano veramente: e' piu'
facile fare le pecore e seguire i pastori
si fa meno fatica che dover pensare e decidere
del proprio destino da se' stessi. In nome del
lavoro poi sono state commesse tante ingiustizie,
e non e' vero ch il lavoro nobilita l'uomo ma
lo rende schiavo e gli deruba il proprio
tempo, tempo che ovviamente non tornera' piu'.
Luisa

Luisa B., Torino Commentatore certificato 04.06.11 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Inps: aumenta cig a maggio, +12% su aprile

Aumentano a maggio le ore di cassa integrazione: rispetto ad aprile si registra un +12,1%, mentre su maggio 2010 si segnala un calo dell'11,11%. Lo comunica l'Inps, rilevando che nel mese appena trascorso sono state autorizzate 103 milioni di ore, in calo sullo stesso mese dell'anno scorso (quando furono 116 milioni), ma in aumento nel confronto con aprile 2011 (92 milioni). Nel periodo da gennaio a maggio si registra nel complesso una diminuzione del 19% delle ore autorizzate pari a 428 milioni rispetto a quelle cumulate nello stesso periodo del 2010 (530 milioni).
tvemonti!!!!!!!!!!!

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,non stai scoprendo l'acqua calda...da che mondo e' mondo,l'uomo ha sempre avuto bisogno di qualcosa in cui credere e di avere una guida....spiritualmente o politicamente.Tu piuttosto sembri evocare un anarchìa totale che non portera' a nulla dove tutti sono contro tutti e al caos senza ordine.Panem et circenses (compresi i tuoi spettacoli che pure seguo e che ti fanno guadagnare dei bei soldini per curarti la tua bella villa in S.Ilario coi tuoi maggiordomi mentre ci sono donne sfrattate che vivono in auto).Io lavoro dal 1988 in SIP ora telecom Italia...nonostante i Capitani coraggiosi di D'Alema che l'hanno spolpata e il Tronchetto dell'Infelicita',ti auguro un giorno di poterti comprare la tua fibra ottica (di tua proprieta') e potere navigare alla velocita' della luce...come ti auguro che ghiri sui pali te la possano mangiare,oppure caterpillars te la possano tranciare affinche tu possa capire che ripararla o ripristinarla a tue spese (e non a spese pubbliche) non e' così semplice come pagare un misero canone che consente a te di navigarci sopra e a me di fare il mio lavoro con passione di manutenzione.Sei mica di quei Comunisti Genovesi che dicono : " Quello che e' mio e' mio e quello che e' tuo e' nostro ? ".Ti auguro di potere continuare a fare il comico e continuare a fare soldi ma nel momento in cui andrai in Politica,se mai ci andrai,dovrai scendere a compromessi e la Politica e' fatta anche di questo e non mi sembri molto preparato a fare compromessi.Certo sono contento che ha vinto a Milano Pisapìa ma lascialo lavorare prima di giudicarlo...la gente e' stufa di quell'atteggiamento di litigiosita'.Ah....altra cosa,i tuoi DVD che un tempo compravo sia pur a prezzo modico,ora si trovano su uTorrent...ma vai tranquillo,se i potenti della terra troveranno il modo di mettere le censure in rete,tu sarai uno di quelli che ne trarra' piu' vantaggio.

Saluti da Genova.

Elio Tosi 04.06.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con l'otto per mille alla Chiesa Cattolica continui a fare tanto per molti. Se non ci credi chiedilo a Don Seppia.
chiediloadonseppia.it

Al 9000 04.06.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora un morto sui cantieri dei lavori di ammodernamento dell’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria. A meno di un mese di distanza dalla morte di Gennaro Pucciarelli trovato senza vita in un cantiere tra Sicignano e Contursi, stanotte un incidente sul lavoro è risultato fatale ad un giovane originario di Nola che avrebbe compiuto 29 anni nei prossimi giorni.

In un cantiere adiacente l’autostrada, al chilometro 14.500 all’altezza di Pontecagnano, il ragazzo era alla guida di un rullo compressore che si è improvvisamente ribaltato ed è stato schiacciato dal mezzo.

Sul posto sono arrivati i soccorsi, i volontari del Vopi e personale del 118 con l’ambulanza di rianimazione hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno inviato la squadra di Eboli e l’autogru del Comando Provinciale per liberare il corpo del giovane dal pesante mezzo. Le operazioni sono andate avanti per alcune ore e sono terminate intorno alle 5.

I soccorritori non hanno potuto far altro che constatare il decesso, probabilmente il giovane è morto sul colpo. Nei prossimi giorni l’autopsia chiarirà le cause del decesso. Sul posto sono giunti anche polizia stradale, il magistrato di turno, l’ispettore dell’Asl del settore prevenzione infortuni sui luoghi di lavoro e personale dell’Anas.

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

il povero ha lo Zero come limite e il ricco cresce infinitamente perchè non ci sono regole

è indispensabile un TETTO LIMITE DI GUADAGNO
per interrompere questa follia del benestante che vuole arricchirsi sempre di più...


riprendo il blog con una favola:
nel 1995 circa, un ometto ricchissimo scende in politica, perche' sulla terra gia' viveva, crea un partito in cui viene fatto credere ai, appunto, creduloni, che tutti raggiungeranno la felicita', fatta di tanti soldi, apparizioni (miracolose) in tv,spiagge dorate in estate, nevi esclusive in inverno, attorniarti da bellissime donne e uomini, macchinoni,viaggi aerei, un essere nuovo chiamato uomo vip e, siccome la maggior parte degli esseri umani ha un 'intelligenza di poco, veramente poco,superiore rispetto agli scimpanze',ci crede e lo vota, ebetamente
Bene, a dispetto di tutto, dopo piu' di 15 anni, piu' soli, poveri, infelici, gabbati, vi sono in questo eldorado che, nel frattempo e' diventato il paese dei balocchi, il 45% che lo acclama ancora, magari umanoidi vicino ad una misera pensione
Nel frattempo il nostro piccolo re, ormai spaventato dalla situazione, ragiona cosi':
da domani, vietato calunniarmi o parlar male di me, si chiudano tutte le trasmissioni contro il nostro governo e, che si riempano di grandi fratelli, sorelle, cantanti, acrobati, leccaculo di ogni gener,le tv tanto, penso' il piccolo principe, anche se dovesse andar male, la mia vita l'ho fatta tra lussi, mignotte, viaggi, promettendo agli altri, cio' che gli allocchi non sapevano che avrebbero mai potuto raggiungere
amen

ermanno c. Commentatore certificato 04.06.11 21:37| 
 |
Rispondi al commento


Tenetevi forte.
Lasciate perdere i referendum, la moschea di #Sucate ed il trapianto di capelli di Wayne Rooney, e concentratevi sul vero evento dell'anno. Mercoledì 8 giugno, conferenza stampa del gruppo parlamentare dei Responsabili. I grandi quotidiani gemono, gli amici di Scilipoti fremono, in quell'occasione potrebbe essere presentata agli italiani la nascita di un progetto rivoluzionario, "al posto dei Responsabili ed in continuità con i Responsabili": un nuovo partito, un partito vero e proprio, che avrebbe l'obiettivo di presentarsi alle prossime elezioni politiche. Da protagonista, naturalmente.

Il nome? Per ora è top secret. Dovrebbe contenere, però, le parole «Polo» e«Italia». Anche se c'è chi, fra i Responsabili in via di ridefinizione di se stessi, preferirebbe un richiamo al «Sud».
E al «'sti cazzi» no?

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caxxarola la nostra immobilità è dovuta dai vostri elevati conti bancari e dalle vostre casseforti sempre chiuse, soldi che non userete mai, denari che non spenderete. basterebbe una presa di coscienza di tutti i ricchi benestanti...
Si dovrebbe fondare un seminario dedicato principalmente alle famiglie benestati dove insegnare loro i giusti valori dell'esistenza, il buonsenso civico, il senso della misura, l'onestà d'animo, il rispetto della natura e dei popoli. Si dovrebbe spiegare loro che l'umanità non può continuare promulgando parole come: merito, sfida, concorrenza, occasione, privilegio, libero, immunità, guerra, ecc.
Dovrebbero conoscere l'importanza del limite, della pace, dell'assistenza popolare, dell'eguaglianza, del diritto costituzionale, del significato delle scelte e delle azioni.

"Chi ha troppo e non spenderà mai tutto e chi non spende nulla perchè non ha mai avuto.."

potremmo vivere tutti serenamente ma per questa gara interminabile di chi diventa più ricco tra i ricchi stanno distruggendo la cosidetta società moderna: quella occidentale.


la Confindustria vuole abolire il contratto di lavoro e sostituirlo con una decisione unilaterale come quella Marchionne
Una proposta truffaldina di abolizione del contratto nazionale,. La Confindustria sa bene che in quattro milioni di aziende italiane il numero di dipendenti non arriva a dieci. Non esiste possibilità alcuna di potere contrattuale dei lavoratori. Dieci milioni di lavoratori italiani verrebbero privati del c ontratto. Questa proposta contribuisce alla regressione della società italiana verso la barbarie premoderna
Confindustria: "I contratti aziendali possono sostituire quelli nazionali

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 04.06.11 21:26| 
 |
Rispondi al commento

“Esistono menti che si interrogano, che desiderano la verità del cuore, la cercano, si sforzano di risolvere i problemi generati dalla vita, cercano di penetrare l’essenza delle cose e dei fenomeni, e di penetrare in loro stesse. Se un uomo ragiona e pensa bene, non ha importanza quale cammino egli segua per risolvere questi problemi, deve inevitabilmente ritornare a se stesso, ed incominciare dalla soluzione del problema di che cosa egli stesso sia e di quale sia il suo posto nel mondo attorno a lui.”

My Casa Es su Casa () Commentatore certificato 04.06.11 21:20| 
 |
Rispondi al commento


http://wn.com/India,_guru_lancia_digiuno_a_oltranza_contro_i_corrotti

anib roma Commentatore certificato 04.06.11 21:20| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe
dispiace solo continuare a vedere un popolo che ha costantemente bisogno di santificare qualcuno e trovare di conseguenza un capro espiatorio da demonizzare....ma nessuno che si preoccupi di approfondire le provocazioni...soprattutto sui vari social network si è scatenata una sorta di caccia allo stregone,ovviamente il malcapitato questa volta sei tu! che tristezza, allora sai che ti dico? fai bene a puntare solo sul ritorno economico perchè questa gente non merita un impegno convinto e sincero!

Lina Smarrelli 04.06.11 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Buttafuoco giornalista del Foglio sulla sette:
"Gli italiani sono bambini" ecco perchè berlusconi ha perso!
Belin che studioso della politica!!
Buttafuoco continua a scrivere sul foglio di merda!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 04.06.11 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' il più bel post che abbia qui letto. E' Verità. Condivido pienamente. Il vero guaio è che chi si sottomette all'autorità pretende che non vi sia nessuno che possa VIVERE IN LIBERTA'. Non si può svegliare chi dorme, e seppure ci riusciamo ci si rivolterà contro. Ma chi cerca la Libertà non si arrenderà mai.

maria barberio 04.06.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento

ricordatevi che uno vale uno......

io però valgo due!
(mia moglie vota come dico io.....)

beppe, tutto sta predica per dire cosa?

che dalla creazione del primo partito politico (il vaticano, per intenderci) in poi, i partiti sono i pastori e gli elettori il gregge?

lo sapevamo dal giorno dopo che siamo nati, cribbio!

l'unica maniera per non farci prendere per il culo è di eleggere direttamente i nostri rappresentanti, cosa che stiamo già facendo nel M5S.

degli altri chi se ne frega....

tanto entro pochi anni ce li togliamo tutti dalle palle....

BUONASERA, POPOLO DEI 4 SI'!


Perche' cosi tanta gente, appena sente parlare di partecipazione diretta alla gestione della Cosa Pubblica,ovvero di democrazia diretta trattiene il fiato??..Chimera,utopia,sogno...ma perche'? E'solamente un modello diverso di Democrazia;il modello "originale" per la verita'.Il modello cosidetto rappresentativo nasce piu' tardi, per ovvi motivi organizzativi,motivi tecnici potremmo dire... Ed é una CONCESSIONE (rinnovabile ogni cinque anni,nel caso specifico). Ora, se si avvera che il sistema di delega non funziona piu',ed al contempo i "problemi tecnici"sono superati:REVOCA DELLA CONCESSIONE! Coraggio,e pragmatismo.

magali r., breil sur roya Commentatore certificato 04.06.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Il referendum sul nucleare sta diventando come la passione di Cristo.

Dopo aver aspettato la conferma della Cassazione, poi ottenuta, adesso siamo punto a capo: dobbiamo aspettare la decisione della Consulta che dovrebbe essere per martedì prossimo.

Solo 5 giorni prima dell'apertura delle urne.

Incrociamo le dita.

silvanetta* . Commentatore certificato 04.06.11 21:03| 
 |
Rispondi al commento

-Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno.
-Pensa un po' té se lo sapevano!...


“L’ultimo sull’Appia”


Quando tutti se ne furono andati,
una biga fermò sulla vecchia strada imperiale
e ne discese un uomo; calzava sandali ed era
avvolto in una tunica. Stette sul ciglio in
attesa finché un aeromobile non giunse a
prelevarlo.
-Bentornato- disse il pilota. -Il capo è
soddisfatto… Avute difficoltà?
-No- rispose l’uomo. -Sono incredibilmente
ricettivi. Con Bruto è stato facile, anche con
l’odio razziale è stato facile; anche le guerre.
Il mio Capolavoro, però, è stata la
crocifissione di quel giudeo. Ma… ci pensi
al gusto di veder quelli pensar male di sé
oggi come non mai?
Godendo forte, l’essere fissò il buio.

(Barlow - 1997)

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.06.11 21:02| 
 |
Rispondi al commento

la situazione stava diventando insostenibile. il popolo si incontrava sotto sotto; si scambiava informazioni; piccoli vortici di sdegno fiammeggiavano dappertutto contagiandone altri.. per tutto il deserto non vedevi che.. sbuffi di pensiero che alzavano metri di sabbia. il Signore degli Orologi di Macondo sapeva già cosa fare l'aveva già fatto un paio di volte e nessuno se ne era accorto.

portò indietro le lancette di 40 anni; di colpo vassalli, valvassori e valvassini si allinearono in automazioni sincopate.. tic toc tic.. le zone tumultuose del nord-est si ritrovarono a sud-ovest.. e viceversa. piccole aritmie locali si isolarono ricomponendo finalmente un immenso deserto di voti senza faccia.

la tv registrò quello che doveva registrare. lo cucì per bene. e lo mando in onda. farcito di cosce nude, perizoma e tutto. 24/7. come farmaci nella flebo di un degente interdetto. piano piano. tutti i giorni. le ore ed i minuti ripresero a sciogliersi di tenere menzogne sotto quel sole impossibile e poco tempo dopo la pace tornò.

Il Signore degli Orologi di Macondo tornò sull'amaca, riaccese il sigaro che aveva tenuto tra le dita tutto il tempo, voltò la testa per guardare quelle enormi dune di sabbia antica. quello era il suo popolo. per sua fortuna. non sentiva alcuna fierezza. quel sentimento non lo aveva mai sfiorato. era la sua fortuna. la sua disperazione. rise amaro. e si addormentò infelice.

( Macondo: libera citazione da 'cent'anni di solitudine' di Gabriel Garcia Marquez )

pieroluccarelli.com

piero luccarelli, crispiano, taranto Commentatore certificato 04.06.11 21:02| 
 |
Rispondi al commento

GESU',IL RIVOLUZIONARIO

L'unica e vera rivoluzione l'ha fatta Lui con i suoi insegnamenti.
Non fraintendetemi con Lui indico qualsiasi uomo capace di dedicarsi agli altri rinuncando a se stesso.
E' questa la vera rivoluzione,ma chi è capace di metterla davvero in atto?
E' stato forse la chiesa con la sua enorme ricchezza e la sua IOR a rinunciare a tutto per i deboli e i bisognosi?
Sono forse i reggenti dei governi che in tempi di crisi hanno rinunciato ai loro grassi privilegi per il bene dei popoli?Direi forse il contrario.
Sono le banche,le multinazionali,le cricche che hanno attuato la rivoluzione?
Sono gli Americani,l'ONU,l'Isaf,il G8 ed altre sigle inventate che hanno fatto la rivoluzione?
La rivoluzione la fanno quei popoli che hanno rinunciato alla loro libertà per svendere le loro terre piene di ricchezze a dei cialtroni che proclamano democrazia.
Non è più tempo di trattati,di accordi,di 'equilibri,di porgere l'altra guancia:la libertà è un bene talmente alto che si muore per essa,si lotta per conquistarla e colui che lo fa non lo fa per se stesso ma per rendere libera un altra generazione.
Chi di noi rinuncerebbe per gli altri?
Chi di noi morirebbe per gli altri?
Sono discorsi troppo alti per i nostri partiti quelli non rinunciano a niente e per nessuno:sono la dimostrazione della strafottenza totale per il genere umano,sono l'esempio più negativo della salvaguardia del futuro delle generazioni perchè sono esattamente il contrario:una corporazione trincerata dietro privilegi atti a salvaguardare solo il proprio breve bene.
Ci fanno sembrare liberi ma siamo totalmente asserviti:per un posto di lavoro,per una pratica burocratica,per un letto in ospedale,quando accendiamo un interruttore,quando votiamo.
La libertà è un bene troppo prezioso ed ognuno di noi deve lavorare per riconquistare lo STATO che ci appartiene di diritto e con le buone o con le brutte prima o poi ci riusciremo.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 04.06.11 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Bah, non mi convince questa storia delle democrazia diretta, secondo me, soprattutto se non ha contrappesi e limiti ben precisi(penso ai referendum), è un'arma a doppio taglio.Io sono favorevole ad un abbassamento del quorum(al 40%), però bisognerebbe tener presente che in molte zone dell'Italia dominano le mafie ed i signorotti, in grado di alimentare clientele e forzare quindi certe scelte facendo leva sul ricatto occupazionale e la mancanza di opportunità. Pensate cosa potrebbe combinare la mafia con dei referendum senza quorum, magari potrebbe promuovere e far accettare ad un determinato territorio proprio quegli inceneritori che il m5s, giustamente, combatte. La democrazia diretta poi può degenerare nel plebiscitarismo, dando l'illusione, magari partecipando ad adunate oceaniche(che siano virtuali o reali poco importa) in cui si dà il proprio assenso a domande retoriche, di essere protagonisti ed artefici delle scelte politiche (per la serie "volete voi[...]?" e tutti in coro a rispondere "sììììììììì