Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il marxismo oggi - Eric Hobsbawm


Intervista a Eric Hobsbawm
(16:00)
il_marxismo_oggi

Il blog ha intervistato Eric Hobsbawm, uno dei più grandi storici viventi di formazione marxista, nel giorno del suo 94° compleanno in occasione del suo ultimo libro "Come cambiare il mondo. perché riscoprire l'eredità del marxismo". Hobsbawm ipotizza una deriva verso destra dell'Europa nei prossimi anni per motivi legati alla depressione economica e alla ricerca di sicurezza e una stagnazione della UE, appesantita dal suo continuo allargarsi ad Est e dalla mancanza di una comune visione politica. I movimenti, inoltre, si svilupperanno maggiormente nelle aree dove è più alta la percentuale di giovani, quindi nel Nord Africa e nei Paesi in via di sviluppo. Ma, soprattutto, Hobsbawm, che ci tiene a precisare che è uno storico e non un futurologo, ci parla di cosa è diventato oggi il marxismo e quali sono i suoi effetti.

Intervista a Eric Hobsbawm:


Il marxismo oggi (espandi | comprimi)
Eric Hobsbawm: Sono Eric Hobsbawm, uno storico molto anziano. Per caso voi mi avete telefonato proprio nel giorno in cui celebro il mio novantaquattresimo compleanno. Ultimamente ho scritto maggiormente sulla storia dei movimenti sociali e la storia generale dell’Europa e il mondo nel 19° e 20° secolo. Penso che tutti i miei libri siano disponibili in italiano e che diversi degli stessi abbiano riscontrato un certo successo.
Blog: Il marxismo può essere considerato un fenomeno post ideologico?


L'Europa va a destra? (espandi | comprimi)
Blog: In Africa settentrionale e in Paesi europei come la Spagna, la Grecia e l’Irlanda, i movimenti giovanili nati online vogliono un cambiamento radicale delle scelte sociali. Nel frattempo Spagna, Ungheria e Finlandia si spostano a destra, la Danimarca ha chiuso i confini Schengen e in Francia il partito nazionalista di ultradestra potrebbe vincere le elezioni presidenziali. Non è una contraddizione?
Eric Hobsbawm: Non direi. Direi che questi siano fenomeni di altro tipo.

L'Europa immobile (espandi | comprimi)
Blog: Come valuta la UE e i risultati ottenuti finora? Pensa che la UE si consoliderà o tornerà un semplice raggruppamento di Stati?
Eric Hobsbawm: Io penso che la speranza di trasformare l’Unione Europea in qualcosa di più di un semplice alleanza di Stati e una zona di libero scambio dovrà essere dimenticata.

Come cambiare il mondo

Come cambiare il mondo (Libro)
"Perché riscoprire l'eredità del marxismo"

Acquista oggi la tua copia.

15 Giu 2011, 15:32 | Scrivi | Commenti (929) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Il tuo commento:
"Marx,1818-1883 lo aveva detto! IL valore del Lavoro è una merce, il cui
prezzo si forma, come si forma il prezzo di qualsiasi merce. NON E' UN
DIRITTO, come pensano alla FIOM. Non può essere un diritto, perché si
scambia come la merce, si vende come ogni merce! A. Smith,1723-1790,
descrive il lavoro come valore incorporato nelle merci. E' la stessa scuola
economica del valore-lavoro. Per Marx, in Azienda, si manifesta una
VALORIZZAZIONE del CAPITALE, non del lavoro. E' dimostrabile, osservando i
conti economici delle aziende. Negli IPERMERCATI, ad esempio Auchan, in
(bilancio.pdf) si legge che il valore delle merci vendute è di 3 miliardi
e quattrocento milioni di euro. Le retribuzioni sono di 407.932.000 di
euro, senza contabilizzare i fabbricati, che hanno un valore... Il valore
delle retribuzioni dei dipendenti è 12,16%, con il valore di riproduzione o
di riacquisto ( normali criteri contabili) il valore dei dipendenti che
lavorano molte ore al giorno è il 7,55%. I centri commerciali edifici sono
57! E' proprio Marx....
Capitale variabile ( dipendenti) /Capitale fisso, è un numero basso!!!!!
Anche alla FIAT è lo stesso leggete i conti economici. Il valore del LAVORO
in FIAT, è del 8,63%. Bilancio 2010. Nel lontano 1955, il costo del
personale era del 47,61%. La formula di Marx è facile facile.....
CAPITALE FISSO fabbricati+ mezzi di ogni tipo +CAPITALE variabile (
personale) +profitto = fatturato. Oggi in FIAT, VALE solo il parco ROBOT,
che vale 49.9 miliardi di euro. Non il lavoro, che vale poco.
AI GRILLINI, se si accetta la scuola di CHICAGO in economia... Friedman,
Von Hayec ecc.. Il lavoro sarà ridotto al 3%, fino alla servitù della
gleba, 1% della Produzione lorda vendibile.
W Marx, IL PIU' GRANDE DEGLI ECONOMISTI CLASSICI!!!
Per IL VALORE DEL LAVORO AUTONOMO, il peso cambia, è valorizzabile, Smith,
ha ragione.... può valere di più. Un tubista chiede per un giorno di lavoro
anche oltre 200 euro."

costantini luigi 15.06.14 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti ho inviato un mio video di Radio Bang Bang con il lato B del MARXISMO. Tra tante pippe, ci è toccata anche Pippa Middleton.Ma io ho cercato di trattarla come si deve: con l' internazionale. Daniela Margheriti

daniela margheriti Commentatore certificato 31.01.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Rifiuto l'idea che in Unione Sovietica, nei suoi paesi satelliti ed in Asia si fosse realizzata una forma di comunismo, ritenengo al contrario che in Unione Sovietica, dopo la morte di Lenin, avesse preso corpo una vera e propria aristocrazia di burocrati costituendo una forma di capitalismo diretto e controllato dalla classe politica dirigente: il capitalismo di Stato.
Stalin, inoltre, tradì la rivoluzione non solo mettendo in primo piano il suo potere personale, ma soprattutto teorizzando la possibilità di sviluppo di un sistema comunista in un solo ed unico paese in un mondo dominato da potenze capitalistiche (teoria del socialismo in un solo paese), contrariamente a quanto detto da Lenin. L'aspetto caratterizzante il capitalismo di stato realizzato da Stalin, oltre la ferocia nella repressione e nello spionaggio (soprattutto nei confronti dei Bolscevichi critici della politica stalinista), fu la chiusura autarchica che Stalin giustificò teorizzando una fantomatica scissione del mercato mondiale in due blocchi.

Rocco Marx Genova 28.11.11 19:31| 
 |
Rispondi al commento

GLI ITALIANI NEGLI ULTIMI ANNI, HANNO VISSUTO LA POLITICA COME UN DIVERTIMENTO.
A PORTA A PORTA, ANNOZERO, BALLARO', L'INFEDELE, SI SONO' DIVERTITI CON IL BUNGA BUNGA, LA MINETTI, LA NIPOTE DI MUBARAK, LA D'ADDARIO, SALVA DI QUI SALVA DI LA'. DI POLITICA ECONOMICA? QUELLA NON DIVERTIVA.
LA NOSTRA CIVILTA' SI MISURA ANCHE QUANDO, SULLE STRISCE PEDONALI, DEVI DARE LA PRECEDENZE AI VEICOLI SE NO TI MANDANO A............…
VEDIAMO ANCORA I PARTITI COME SQUADRE DI CALCIO. TIFIAMO PER UNA E BASTA.
DESTRA O SINISTRA? NON FATEMI RIDERE.
SI E’ VISTO CON LA TENTATA ELIMINAZIONE DELLE PROVINCIE.
LA SINISTRA NON HA VOTATO PER POI DIRE A CHI GLI RINFACCIAVA CHE PURE LEI ERA D’ACCORDO SULL’ELIMINAZIONE: “NOI ABBIAMO PRESENTATO UNA PROPOSTA DIVERSA”. FURBATA ALL'ITALIANA.

NINO SCOLLO 17.07.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Da tanto tempo che non scrivo nulla, ma leggo solo, pero, ora vorrei dire due o tre cosette.
Per primo; - il problema e globale e come è cosi la soluzione anche deve essere globale... .
Il pianeta ha il suoi limiti, e ahimè abbiamo oltre passato quel limite.
Il regnanti o governanti non lasceranno mai il loro privilegi spontaneamente,di questo sono più che sicuro.
Il cosi detto popolo, lo lascia accadere le cose finché non avrà alternativa.
Siamo tutti indignati, ma non facciamo nulla per interrompere le cose... ,
Volete un esempio, eccolo - il sig. U. Bossi, continua offendere la bandiera e l'inno senza che nessuno delle istituzioni o il forza del ordine intervenissero. Ma esiste ancora il vilipendio per la bandiera?!
Se si, come mai che e ancora un senatore?
Un altro , il sindaco di Parma, la polizia manganella il cittadini e non arresta il sindaco?
guardo il tg, di ciò che accade in Siria, (1400 morti per un ideale) giusto o sbagliato non lo so, ma sono disposti a morire per quello che credono, mi domando se siamo pronti anche noi a fare lo stesso. ho qualche dubbio.
senza sacrifici le cose non si cambieranno mai, se aspettiamo che le "caste" si castrino da soli penso che possiamo aspettare al infinito.
pensate un pochino sopra.
Un saluto a tutte le persone di buona volontà, Imre K.

imre k., S. Marinella Commentatore certificato 17.07.11 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uah Uah Uah ma sentili.....il comunismo non e' fallito perche' non e' stato applicato...quello dell'URSS non era quello che pensava Marx...

Si',e la democrazia italiana non e' quella che penso io....ma e' democrazia e resiste (e per resistere in Italia ce ne vuole).

In URSS il comunismo ha fallito fallito fallito fallito fallito fallito

Il capitalismo invece a differenza di quello che sostiene l'ultranovantenne e' autostabilizzzante ed esiste almeno da 2000 anni, quando qualcuno caccio' i mercanti dal tempio....ed essi continuaro a mercanteggiare fuori dal tempio...

Mario 68 17.07.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io appartengo alla generazione di chi non avrà mai una pensione o simili, ma mi chiedo:

non sarebbe possibile fare tutti un giorno come parlamentari, a turno, in modo tale da avere anche noi quei 3000€ di pensione a vita? La facciamo una proposta di legge? Tutti gli italiani in parlamento per un giorno!!

Grazie!

Moira Zorzi 21.06.11 17:38| 
 |
Rispondi al commento

www.prout.it

MARRA DAVIDE 21.06.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Tagliamo i costi alla politica...perchè non indici una raccolta di firme per mandare a casa almeno la metà dei parlamentari, nonchè tutti i privilegi a loro assegnati (auto blu, aerei, treni, stadi, spettacoli,ecc..) ivi compresa della pensione che un "normale" ci arriva minimo dopo 35 anni di contribuzione, mentre loro con 3 mesi hanno diritto all'indennizzo!!! e non dimentichiamo l'esuberante onerosissimo numero di addetti alla Camera, Senato/Regioni e poi i rimborsi ai partiti/giornali di partito vanno tagliati..se nel nostro paese si volgiono chiedere sacrifici ed austerità ai cittadini si deve cominciare ad adottare provedimenti emblematici che richiedano credibilità all'autorità con una proposta di legge sostenuta da un referendum popolare....ma la poltrona è troppo comoda per cui nessuno si darà da fare per togliersela da sotto le chiappe!!!
Invece tutti parlano di tagli, ma i solo ad essere tagliati sono i Comuni, che a fatica cercano di far quadrare il bilancio e dare risposte ai loro cittadini, mentre chi sta sul "colle" sperpera il danaro pubblico.
Spero altri la pensino come me...
Saluti Italia.

Andrea Zuglian 21.06.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.Ti avevo lanciato un pesante rimprovero a causa dell'infelice,inopportuna e inaccettabile presa di posizione dopo la splendida vittoria di Pisapia a Milano che ci sta portando una ventata di aria nuova in una città martoriata dall'indecente giunta Moratti,devo ora riconoscerti il merito di aver ospitato la bellissima intervista a Hobsbawm che affronta temi serissimi del dibattito in corso sul marxismo che si appresta a vivere una nuova giovinezza. La cosa che più mi rattrista è il tenore superficiale, quasi squallido,ti tanti commenti che ho letto qui sotto.E' ovvio che questa gente parla senza aver letto una riga di Marx, e questo è il meno.Giacché la totale mancanza di pertinenza sui problemi veri è molto sconfortante.Mi limito a poche battute visto lo spazio limitato. Innanzitutto le ideologie non sono finite e non possono finire come molti erroneamente credono (affermare la fine dell'ideologia è infatti un'affermazione eminentemente ideologica):su ciò mi limito a rimandare ai testi di Slavoj Zizek. Collegare Marx a Stalin e al regime sovietico significa ignorare l'enorme contributo teorico della tradizione europea del marxismo che,almeno dal 1968, è quella che ha caratterizzato il dibattito in Europa. Potrei partire da Gramsci, poi il marxismo francese e via dicendo, ma parlerei di cose che la maggior parte di chi ha lasciato commenti ignora profondamente. Concludo che l'eredità più grande di Marx,quello che oggi ci serve più che mai, è quella di avere svelato la natura fredda e disumana del capitalismo (le acque gelide del calcolo economico) i cui effetti sono presenti oggi come due secoli fa.Con la differenza che il feroce sfruttamento di uomini,donne e bambini si è trasferito dalla civile Europa alle "zone speciali di produzione"(e su questo punto basta rinviare a qualcuna delle tante opere sulla globalizzazione, dalla Klein a Jean Ziegler(con la vana speranza che qualcuno degli scrittori che mi ha preceduto faccia un salto in libreria.

Gabriele G. 20.06.11 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra cosi' inutile parlare di marxismo quando gli schieramenti politici in Europa sono del tutto identici. Fanno le stesse politiche monetarie visto che siamo in un sistema comune che in quanto tale permette a pochi incapaci di gestire tutta l'economia europea con questi merdosi risultati.

roberto conti 20.06.11 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Io dico che ormai non vanno più avanti le ideologie, ma le idee. Altro che marxismo, qui ci voglio idee, idee nuove.

Emanuele M. Commentatore certificato 19.06.11 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

marx fu trattato a genealogia di mefistofele, vedi il proboviro del pdl eletto a giudicare i dissidenti epurati, già in commissione p2, cofondatore di fozza italia, marxista, sedicente kantiano con testi nelle scuole e gran cattedratico vincitore di premi che però si può leggere così si esprimeva, cit:
ciò che più meraviglia è che i cristiani siano contrari alla pena di morte. sic!
tale proboviro scrisse di genealogia di mefistofele e di diavolo custode di Goethe.

marx era fervente credente con padre rabbino illuminista passato per convenienza al cristianesimo e scoprì giovanissimo che matematica speciale era nascosta nella Bibbia e ordì vendetta planetaria contro Dio e tutte le religioni e successivamente divenne comunista per sfruttarne l'utopia sbilanciata sull'unico principio plurivoluzionario superstite e per necessità rivoluzionarie secretò tutto.
in Russia sia Lenin che Trotsky erano matematici come marx, non stalin che speculò sulle idee di marx e la sua stessa persona e degli altri rivoluzionari, tutti ebrei e matematici, e generò e controllò nazismo, modellato sul fascismo per rendere scontata la loro unione e così nel 1938 il fascismo importò le leggi razziali naziste e sstalin (due esse per il nazismo) scisse la scienza italiana e Fermi riparò in USA, sua moglie era ebrea, e Ettore Majorana scomparve nel nulla ma recentemente si è scoperto indistinguibile da Lev Davidovic Landau.
dopo sstalin prese il potere krusciov, generale selezionato a ignoranza e brutalità, e Majorana Landau, che ormai aveva scoperto l'inganno cosmico di sstalin, gli offrì potenza inaudita ma con nome trappola che svelava tutti gli inganni di sstalin in una sola parola, poi ci furono contromosse e sconvolgimento epocale ma era solo questione di tempo e della resistenza dei dogmi dello sstalinismo occulto.

ma quando la fate una ricerca con cossiga e stalin?
http://liberazioneuniversale.wordpress.com/

Conoscenza è Liberazione
universale
CèL

Jerry Masslo II Commentatore certificato 18.06.11 23:07| 
 |
Rispondi al commento

ciao, beppe sono un cittadino italiano residente a zurigo. Ti ho visto qua a maggio 2011. sei grande continua cosi. ti mando un piccolo film da zurigo come da te richiesto. ciao

stefano amen (zh), zurigo Commentatore certificato 18.06.11 22:04| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia....la Grecia...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 18.06.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Mannaggia ai pescetti

Sono in cassa integrazione intermittente da 14 mesi; messi su, sacrificio su sacrificio, dal luglio 2009. Guarda caso, proprio quel periodo del non c'è trippa per gatti, appunto. Abruzzo Engineering è stata, ed è, una realtà imprenditoriale, creata attraverso la compartecipazione di enti pubblici e privati, quali la Regione Abruzzo al 60%, la Selex Se.Ma. di Finmeccanica al 30% e l'Amministrazione Provinciale dell'Aquila al 10%. Una società abruzzese, "non solamente aquilana".

Spiegherò chi sono: il semplice rappresentante di un precario... di me stesso, dei miei fallimenti. :

http://www.scribd.com/doc/58116837/Mannaggia-ai-pescetti

Domenico A., Teramo Commentatore certificato 18.06.11 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Nessun ismo! Semplicemente fare a meno del denaro! Eliminare il denaro e considerare come parametro di riferimento il lavoro. Chi ha un lavoro può avere quello che gli serve per vivere; chi non l'ha o non vuole averlo, avrà comunque il necessario per sopravvivere. Ad ogni lavoro deve essere data una scala di importanza ed in base ad essa la giusta corrispondenza di beni e servizi.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 17.06.11 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riporto questo estratto da un articolo scritto da Eugenio Scalfari negli anni 60. Normalmente Grillo usa questo estratto per attaccare Scalfari quando se la prende con lui. Io lo uso in modo MOLTO diverso. Che abbia azzeccato la previsione o meno ha poca importanza, visto che Scalfari non è certo un oracolo. Tuttavia Scalfari è una persona molto competente in materia economica, e soprattutto è onesto intellettualmente. Non è mai stato comunista, è un fautore del capitalismo.
Ma è onesto intellettualmente: qualora il socialismo avesse DIMOSTRATO la sua superiorità rispetto al capitalismo lo avrebbe scritto senza remore.

Se ha scritto questo NEGLI ANNI SESSANTA è perchè, negli anni sessanta, tutto lasciava credere che effettivamente il socialismo aveva dimostrato la sua superiorità....

Questo dovrebbe far riflettere coloro che stanno partecipando a questa discussione e sono REALMENTE interessati ad andare in fondo (ma dai commenti costroro sono non più dello 0.5% degli scriventi...).

Ecco comunque il pezzo. A qui pochi realmente interessati dico: meditateci su.


“Nel 1972 l’Urss sarà addirittura passata
in testa non soltanto come potenza
industriale ma anche come livello di vita
medio della sua popolazione. Tutti i
vecchi luoghi comuni della maggiore
efficienza dell’iniziativa privata e
dell’enorme sperpero di ricchezze che
inevitabilmente si accompagna al
collettivismo, cadono come castelli di
carta di fronte ai risultati raggiunti in
quarant’anni dall’economia sovietica."


Non significa niente?
Perchè Scalfari scrive queste cose negli anni 60?

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 17.06.11 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che frequento il blog perchè mi sembra una voce di modernità e un vettore di informazioni interessante. Scusate ma questo post mi pare una svista del blog. Devo dire che mi delude questo parlare di ideologie. Le ideologie sono il passato, on no?? Qui non si parla di idee e non di ideologie??? marxismo??? deriva a destra??? A parte che mi pare una forzatura, ma sono questi gli argomenti del post referendum??? Credo e spero che chi frequenta questo blog sia interessato ad altre cose piuttosto che ad
un'intervista ad un 94enne che (come lui stesso ammette)con tutto il rispetto altro non può fare se non cercare di ricondurre ciò che vede oggi a ciò che ha vissuto e studiato tutta la vita. Mi scuso se non ho interpretato bene, ma sentir parlare di marxismo mi fa cadere le palle. Ci sono problemi pratici da risolvere, non fare chiacchere su come spalmare concetti vecchi e fallimentari su problemi nuovi. Allora la storia cosa insegna? Ciao!!

Rispetto e Cultura 17.06.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve a tutti , sono Alessandro e sono nuovo del blog ovvero lo seguo da un po ma non ho mai scritto qualcosa.....
Ho letto l'intervista a eric hobsbawm e mi è piaciuta molto.... il sistema che abbiamo seguito fin'ora ha fallito ma questo non esclude il fallimento di un tipo di sistema tendente al marxismo.... tutti i sistemi falliscono nel momento in cui ci mettono uno contro l'altro....
un saluto a tutti ed un GRAZIE a Beppe per tutto quello che fa tramite questo blog....

Alessandro De Blasio 17.06.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Cara Maria Pia,
Ho letto la tua risposta a questo post nell’email giornaliera di Beppe.
Da persona di destra, vorrei risponderti.
Primo: cosi’ come essere di sinistra non vuol dire, necessariamente, essere “comunista”, essere di destra, non vuol dire, necessariamente, essere xenofobo, criminale, o che so io.
Tu scrivi:“se essere comunista significa giustizia sociale:sono fiera di essere comunista”. Il fatto e’ questo: comunismo e’ l’opposto della giustizia sociale. Guarda alla ex URSS, a Cuba, o alla Cina. Sono un esempio di giustizia sociale i contadini russi che vivono in quasi totale poverta’, sostanzialmente abbandonati dallo stato? O forse i lavoratori cinesi, che lavorano fino allo sfinimento per un dollaro al giorno, spesso in condizioni sanitarie disumane?
Ed ancora: “ Se essere comunista significa rispetto dei diritti dei lavoratori e la condanna di chi intende sfruttarli”: idem come sopra. Vorrei aggiungere che il precariato non e’ di destra (ne di sinistra, se e’ per questo): basta guardare al capitalismo negli USA: un modello certamente criticabile e che io (che l’ho vissuto per piu’ di 6 anni) non condivido. Il precariato italiano e’ frutto dell’inciucio, disgraziato, tra la pseudo-destra, la pseudo-sinistra e i pseudo-sindacati che infestano l’Italia da troppo tempo.
Si chiama precariato, ma significa sfruttamento.
Insomma, non bisogna essere comunisti per disprezzare i criminali, per desiderare le pari opportunita’ (non solo tra uomini e donne, ma tra omo ed etero sessuali), per sperare che le coppie di fatto vengano riconosciute, per desiderare giustizia sociale ed un trattamento degno di un paese civile per gli immigrati.
Non bisogna essere comunisti per disprezzare, con tutte le nostre forze, questa “destra” italiana e non bisogna scomodare Gramsci, o Pertini: chiunque sia degno di essere chiamato “Politico” e’ di un altro pianeta, confronto al “ducetto” Berlusconi, o al “comunista” Napolitano.
Cari saluti, Walter
(Ri-postato per correggere errori)

Walter I., Brussel Commentatore certificato 17.06.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Risposta a Maria Pia Caporuscio.
Ho letto la tua risposta a questo post nell’email giornaliera di Beppe.
Da persona di destra, vorrei risponderti.
Primo: cosi’ come essere di sinistra non vuol dire, necessariamente, essere “comunista”, essere di destra, non vuol dire, necessariamente, essere xenofobo, criminale, o che so io.
Tu scrivi: >. Il fatto e’ questo: comunismo e’ l’opposto della giustizia sociale. Guarda alla ex URSS, a Cuba, o alla Cina. Sono un esempio di giustizia sociale i contadini russi che vivono in quasi totale poverta’, sostanzialmente abbandonati dallo stato? O forse i lavoratori cinesi, che lavorano fino allo sfinimento per un dollaro al giorno, spesso in condizioni sanitarie disumane?
Ed ancora:>:idem come sopra. Vorrei aggiungere che il precariato non e’ di destra (ne di sinistra, se e’ per questo): basta guardare al capitalismo negli USA: un modello certamente criticabile e che io (che l’ho vissuto per piu’ di 6 anni) non condivido. Il precariato italiano e’ frutto dell’inciucio, disgraziato, tra la pseudo-destra, la pseudo-sinistra e i pseudo-sindacati che infestano l’Italia da troppo tempo.
Si chiama precariato, ma significa sfruttamento.
Insomma, non bisogna essere comunisti per disprezzare i criminali, per desiderare le pari opportunita’ (non solo tra uomini e donne, ma tra omo ed etero sessuali), per sperare che le coppie di fatto vengano riconosciute, per desiderare giustizia sociale ed un trattamento degno di un paese civile per gli immigrati.
Non bisogna essere comunisti per disprezzare, con tutte le nostre forze, questa “destra” italiana e non bisogna scomodare Gramsci, o Pertini: chiunque sia degno di essere chiamato “Politico” e’ di un altro pianeta, confronto al “ducetto” Berlusconi, o al “comunista” Napolitano.
Cari saluti, Walter

Walter I., Brussel Commentatore certificato 17.06.11 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Calderoli leganord:siamo stanchi di prendere sberle.
Calderoli con la faccia da cu.o non si rende conto che è meglio prendere sberle che calci nei coglioni.
Aspettate un altro pochino a dimettervi così si realizzerà la seconda ipotesi babbei padani della politica del fare .............. nulla !
Comincero a prendervi in considerazione quando inizierete a lavorare gratis, anche se a lavorare gratis voi sareste "pagati" fin troppo per quel che fate e per quel che avete sempre fatto, .......... da sempre buffoni.

A proposito da pontida giunge notizia che sarà uno solo a parlare dal pulpito........Bossi.
Ora capisco perchè sono stati chiamati molti traduttori simultanei per le varie lingue.........tra cui il padano.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.06.11 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Marx ?
Una persona che definire grande pensatore significa avere seri problemi morali.
Marx è uno che dopo la sua morte si è dovuto confrontare con il termine ARDERE !!!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 23:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

SPECIALE Su aNakedView.com

Nuovo articolo: un foto racconto di una serata di Gennaio, un confronto tra Maurizzo Landini e Guido Viale sulla Fiat:

http://www.anakedview.com/landini_viale_fiat.html

VOGLIAMO ESSERE IL MIGLIOR SITO DI INFORMAZIONE, PUNTO E BASTA.


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

daniele stelle Commentatore certificato 16.06.11 21:08| 
 |
Rispondi al commento

sembra, si dice che Bruni er nano abbia deciso di farla finita. si è lanciato a capofitto dall' orlo di un marciapiedi. poi ci ha ripensato e si è aggrappato al bordo salvandosi.

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 16.06.11 19:13| 
 |
Rispondi al commento

C'E' IL NUOVO POST !!!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.06.11 19:11| 
 |
Rispondi al commento

CASINI: CONOSCO LETTA E SONO PRONTO A METTERE LA MANO SUL FUOCO SULLA SUA INNOCENZA.... PIERFERDI... MA QUANTE MANI HAI??'' NON TE LE ERI GIA BRUCIATE SULL'ASSOLUZIONE DI TOTO VASA VASA? UN BEL FALO' CI VORREBBE.....

aniello r., milano Commentatore certificato 16.06.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanto guadagna in una anno la nano- cacca? ed è lui pure un pubblico impiegatuccio. chi lo ha messo lì? il papà con le sue gondoete e le statuine vendute ai turisti. Ostrega!! ma quanto guadagnano stì parassiti della città sommersa o quasi? xè colpa de l'aqua alta!! x'è colpa del Mose!! stì cazzi!! avete mai mangiato a venexia? o bevuto un' aranciata in piedi in un baronzolo lungo un calle lurido? da metterli in galera!! si lamentano degli extra comunitari quando sono stati loro ad inventare la collanina di coccio di vetro. Brunettolo, alle 5 torna a vendere gondoete, con di fianco il banco cinese che te le vende a metà prezzo. ciapa!!

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 16.06.11 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Nuovo post!

Francesco F. Commentatore certificato 16.06.11 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Tanzi ricoverato per sospetta ischemia. Alè! cura alla Brunetta! due bei calcioni nel culo fintanto che il grumo si sblocca e poi ancora a rivedere il sole a scacchi. Ti piaceva vero, nei 70 e 80 sorvolare con il tuo liocottero l' Italia e le tue tenute dove là sotto gli "operaiacci" facevano la tua fortuna vero? un baciamano al Cardinale, vista la tua derivazione, eppoi ullalà che belle le isole senza le tasse!! e tu, nano brunettone, che ne dici? questo non era certo un pubblico, ma si intascava almeno almeno 5 finanziarie. bravo raggioniere, fai i tuoi conti di m.. mentre i soliti se ne stanno in panciolle ad accusare l' operaio. bravi! bravi!

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 16.06.11 19:00| 
 |
Rispondi al commento

C'é ancora MARX!!Te ne vai o no'? ,te ne vai si' o no'??

magali r., breil sur roya Commentatore certificato 16.06.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

La prossima zuppa PER i pesci e' stata nominata.

Ayman al-Zawahiri e' il nuovo al-Qaeda leader.

http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-13788594


teniamo anche sempre conto che marx scriveva nell'europa del 1800 dove non esistevano diritti, chi scioperava finiva in galera, i bambini lavoravano a 6 anni per 12 ore al giorno, niente ferie, niente malattia etc... oggi tutte queste cose ci sono e sembrano ovvie e dovute mentre le dobbiamo proprio alla "coscienza di classe" predicata dal marxismo, quindi alla unione dei "proletari", quindi alla nascita degli oggi bistrattati sindacati: non sono gentili concessioni dei "padroni": tranquillo che se glielo consentiamo, si riprenderanno tutto (già lo stanno facendo...)

geppe brillo

-------------------------------------------------

penso che questo commento dica molto e bisogna rendere merito a marx, alla sinistra e borghesia illuminata (o se si vuole chiamarla cosi', destra illuminata) al netto del'urss, pol pot e menate di can per l'aia che valgono 0 varie.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.06.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ritengo che il MARXISMO sia superato quando si riduce a puro DETERMINISMO ingabbiando lo sviluppo storico dentro ad un percorso finalistico (la liberazione dell'uomo) che ha in sè qualcosa di messianico, invece può essere uno strumento per capire la realtà delle contraddizioni, ad esempio il conflitto tra forze produttive e rapporti di produzione, i processi di socializzazione indotti anche dallo sviluppo della rete e l'appropriazione privata, certo tutti i politici che parlavano a suo nome non c'hanno azzeccato quasi niente come previsioni, anche i guerrafondai non hanno capito i processi sociali e poi è nata una dogmatica marxista che ha prodotto solo tante discussioni...dotte fin che si vuole ma molto spesso inutili

giancarlo sartoretto 16.06.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Durissimo TABUCCHI contro le aperture alla Lega di un Bersani convinto che staccarla da B sia l’unica via per perderlo.La sua avversione alla Lega è enorme:“La Lega è una mina vagante,un corpo negativo all’interno della società italiana.Una alleanza è pericolosa.La Lega va tenuta a distanza perché porta idee cattive e pericolose.E il Pd,se le offrisse una alleanza, cadrebbe solo più in basso e sarebbe disertato anche dai suoi più fedeli elettori”
Eppure il segnale delle amministrative e dei referendum è talmente chiaro che solo una mente ottenebrata può cercare altrove.Per il Pd sarebbe lo sputtanamento finale di un partito che non ha fatto che cadere sempre più in basso, diventando più liberista dei liberisti.E tuttavia per quanto la realtà continui a dimostrare che la strategia dei vari Veltroni,D’Alema,Bersani,Violante.., gli affossatori del partito,è fallimentare,quella è e quella resta,in mano a persone ormai dimentiche di qualunque ideologia e legate mani e piedi al carro liberista.La proposta di Bersani di riprendere la legge del Pd,liberista quanto quella appena bocciata del Pdl,fa cadere le braccia,e dice una cosa che Grillo ripete da tempo:tra i due partiti maggiori non c’è nessuna differenza ed entrambi,qualunque sia il numero dei loro elettori,si presentano come nemici della democrazia.Se Bersani continua a sognare inciuci da tavolino con Bossi e con Casini,merita solo di sparire dalla scena politica
Dice Tabucchi:“I cittadini sono stanchi di essere considerato dei sudditi di B.Si pensi all’informazione,agli editti bulgari,ai tg di Minzolini,alla cacciata di Santoro,alla servitù della RAI,a quel pres.di garanzia che fa quelle figure…E’ pazzesco pensare che c’è una intera generazione che ha conosciuto solo B e si è educata con lui!Ma come ha fatto l’opposizione a permetterlo?Come ha lasciato che non fosse mai regolato il conflitto di interessi?Che le frequenze fossero cedute così?Che la Rai cadesse tanto in basso?Che ci fosse un tale sistema elettorale?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.linkiesta.it/il-sindaco-de-magistris-descrive-come-sara-la-sua-napoli

discorso completo d'apertura di De Magistris: straordinario, un miracolo reale avvenuto a Napoli.

E' Napoli il vero cambiamento in Italia, molto più di Milano. Ben venga che siano trainanti dell'intera nazione.

Tanto per capirci quanto da fastidio il buon De Magistris: boicottato oggi subito in parlamento, dove l'emergenza rifiuti non è stata affrontata e deriso da subito dal il gionale online.

Sarà dura ma ce la farà. Anche se voto 5 stelle mi sento di sostenere De Magistris in pieno a Napoli.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 18:41| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

BISIGNANI E LE STRADE INFINITE DELLA P2

Il blocco di potere berlusconiano vacilla.

Tutto torna nei diari di Tina Anselmi

Quando alcuni anni fa, l'onorevole Tina Anselmi - con la quale avevo già collaborato nella stesura della sua autobiografia - mi affidò il diario che aveva tenuto durante i quattro anni in cui era stata presidente della Commissione bicamerale inquirente sulla loggia massonica Propaganda 2, perché io lo trascrivessi, studiassi, inquadrassi e infine lo pubblicassi, mi disse:

"bisogna stare attenti, la P2 è ancora molto pericolosa... ma spero che i miei appunti metteranno al centro dell'attenzione degli storici, il progetto politico eversivo di Licio Gelli.

Purtroppo, i 120 volumi, che documentano il lavoro mio e dei commissari, depositati nella biblioteca della Camera non sembrano abbiano stimolato troppo interesse."

Infine, mi diede un consiglio di lettura dei suoi oltre settecento appunti:

"Chi ha paura delle proprie origini, del proprio passato, cerca di oscurarlo e confonderlo.
Io vorrei che tu nello studiare i miei appunti, seguissi come traccia, il modo in cui s'intrecciano certi nomi e avvenimenti.

Scegline, uno per volta.
Così potrai capire la trasversalità del progetto eversivo di Gelli.
Segui questa traccia e poi guarda quello che appare nelle biografie ufficiali, più sono potenti nel sommerso, meno appaiono.
Parlo dei consiglieri, non dei primi attori."…


continua
http://www.cadoinpiedi.it/2011/06/16/bisignani_e_le_strade_infinite_della_p2.html

silvanetta* . Commentatore certificato 16.06.11 18:40| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, io sono e sarò sempre con te. Ma tu mi hai insegnato una grande cosa, ovvero a vedere la politica dal mio punto di vista senza doveri schierare a destra o a sinistra (ce differenza ormai?)
Marx è il passato. Ci hai sempre indirizzati, facendoci ridere e scherzando, a pensare al futuro per noi, i nostri figli e i nostri nipoti.
Ora io so di andare contro il regolamento del blog pubblicando un messaggio non inerente al post ma ti vorrei chiedere di attivarti, riportare il blog al suo stato iniziale (ricordo quanto era combattivo i primi tempi!) e parlare di attualità!
Sei libero di finanziarti col LIBERO MERCATO, ma chi viene su questo blog ormai è immerso da pubblicità di libri neanche tutti tuoi.
Beppe iniziano a dubitare di te, forse non te ne accorgi e ci tengo che questo fenomeno sia debellato il prima possibile.

Ci hai convinti a votare 4 orgasmici SI al referendum, ma la tua/nostra vittoria non si ferma qua. Se torniamo a usare il carbone inquineremo il triplo del nucleare!

Penso che dovresti usare il tuo potere mediatico per organizzare manifestazioni in cui chiedere finanziamenti e agevolazioni per acquistare pannelli solari da disporre sui tetti di palazzi e condomini. In questo modo sconfiggeremo Enel e company!

Mi raccomando Beppe!
Intanto ci becchiamo a Sanremo quando verrai in agosto! se ci riesco a fine show vengo a darti un bacio ahaha!

Bonati Alessandro (), Albenga Commentatore certificato 16.06.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento

OT

Leggo su fb qualcosa riguardo al cosiddetto Pisapippa....^^

MILANO, PISAPIA TAGLIA GLI STIPENDI DEI DIRIGENTI COMUNALI DEL 15%: RISPARMIO DI 2 MILIONI DI EURO

http://vergognarsi.it/2011/06/16/milano-pisapia-taglia-gli-stipendi-dei-dirigenti-comunali-del-15-risparmio-di-2-milioni-di-euro/

Sari K. Commentatore certificato 16.06.11 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sà facciamo un Test!

Se i Bilderbegers vi avessero invitato a St. Moritz (stavo per scrivere Mortiz)

In tutta sincerità avreste accettato l'invito?

Le risposte a:

alexscantalmassi@gmail.com

Un grazie anticipato a chi parteciperà (al test) di sua spontanea volontà.


Beppe mi sento tradito da te o da chi per te gestisce il blog. TROPPA CENSURA anche per semplici commenti! Ti credevo il paladino della libera espressione ma ora...

Ti chiedo gentilmente di fare un discorsetto con le persone da te scelte per gestire il blog affinché censurino usando il buon senso.

Cosa intendiamo fare con lo scandalo(so) Brunetta?
tu ci parli del passato, ma il passato (come dicesti in un tuo vecchissimo spettacolo in RAI) deve andare giù.

(probabilmente questo commento sarà censurato e cancellato. In previsione di questo..: complimento ai moderatori e ai gestori del blog per la loro democrazia!)

Bonati Alessandro (), Albenga Commentatore certificato 16.06.11 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

daiii su nessuno ha coraggio di dirlo?

questo governo

AUMENTA LE TASSE

psichiatria. 1 16.06.11 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Non si scuciono la bocca i leghisti, tutti in trepida attesa che il vate parli, specie Cota che non si muove dal suo fianco né da Roma e aspetta che la successione gli caschi nelle braccia, indifferente alle sorti del Piemonte. Ma tutti si chiedono cosa avrà mai da dire il vecchio Bossi per rinsanguare la sua stanca armata Brancaleone. Ripresenterà la richiesta tassativa d una ‘capitale reticolare’, ma è la stessa richiesta che Bossi presentò a vuoto l’altr’anno sempre a Pontida e se non ha avuto effetto allora, figuriamoci oggi, idea bislacca e costosa che calpesta la crisi e la disoccupazione per impiantare nuovi sprechi buoni solo a rifare la faccia alla Lega e a nuove tasse per sostenerli. Ma è una furbata che non piace nemmeno ai leghisti. Salvini preme contro il patto di stabilità che blocca i fondi degli enti locali, per mettere in circolo almeno quel che c’è ma Tremonti non glielo permette. Non c’è nulla nei piani di Tremonti che rimetta in moto questo paese, nulla che parli di progresso e di volano per l’economia, e, se intende far pagare sempre agli stessi italiani i 40 MLD che ci chiede l’UE, sarà la rivoluzione come in Grecia. E purtroppo per noi non c’è più il Trichet che era pronto a tutto pur di non trascinare in un effetto domino le crisi dei paesi pig. Il nuovo governatore Draghi ha già detto che non dilazionerà più la restituzione dei debiti perché quando non si è in grado di restituirli si è già in fallimento.
Tutto nella Lega è bloccato in attesa del colpo di genio del Senatùr, ma è da troppo tempo ormai che dei colpi di genio del vecchio ronzino non se ne vede neanche l’ombra.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La soluzione della crisi economica arriva dall'Islanda?

http://marcpoling.blogspot.com/2011/06/storie-di-ordinaria-rivoluzione-nessuna.html

Carla Corsico (unoallavolta) Commentatore certificato 16.06.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’assolutamente spudorato che il Pd si arroghi un merito in questa vittoria a cui ha debolmente partecipato solo l’ultimo mese, e ancor più di fronte alla sua indegna legge sull’acqua identica alle vecchie privatizzazioni che Bersani si ostina a ripresentare come una novità democratica, quando sancisce la stessa gestione privatistica dell’acqua pubblica che il popolo sovrano ha appena bocciato!!!
Davvero questi hanno la faccia come il culo. E solo i loro anziani e sprovveduto elettori dello zoccolo duro possono passargliela liscia, per difetto di analisi e di critica. O di cervice.
Questi partiti sono più sfacciati che nocivi!
E se il 28% del Pdl e Lega ha votato contro le direttive dei vertici, che attendibilità hanno oggi quegli stessi vertici? Che diritto di rappresentanza?
Questo è un Governo di carta con una opposizione di carta calcante.
E la strategia di Bersani di aprire alla Lega e di aprire a Casini ci disgusta e va contro ogni sensatezza possibile.
Come si può aprire a un Casini del 5%, connesso alla Mafia, il cui ingresso sancirebbe il distacco di SEL 9% e di Italia dei Valori al 5% e che scontenterebbe l’elettorato avverso a ogni spostamento a destra?
Eppure questa è la pazzesca strategia che sembra profilarsi, un fallimento, sulla linea dei continui fallimenti che hanno costellato la storia del Pd degli ultimi anni.
Ripartono da Macerata!? E perché non da Napoli o Milano? E proprio vero che la sconfitta a volte è qualcosa che uno nel DNA come un destino fatale e irreversibile.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma è scoppiata la pace tra Sgarbi e Travaglio?
Mai vista così tanta reciproca attestazione di stima!

Reve ng Commentatore certificato 16.06.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON VORRESTI
LEGGERE.
PRIMA PAGINA: “Bersani: Referendum, il traguardo è a un passo. Quorum, ultima battaglia. Feste in tutta
Italia”. Altro titolo: “Votare è importante, anche le suore per un giorno lasciano la clausura”. Ma l’acqua in
Liguria è già privata. Eridania Spa. Chi sia stato non si sa, forse la mafia forse la pubblicità, ipotizza M. Pezzali
sentito gli 883.
PAGINA DUE. Convegno dei giovani industriali a Santa Margherita: “L’Italia è contro i giovani: ora tagliateci le
tasse”. Titolo interessante! Tutto è all’insegna del giovanilismo. Le vecchie cariatidi della politica sono altrove,
solo the forever young Giorgia Meloni, ministro della gioventù, è presente. Ma … un momento. E’ solo un titolo!
Vediamo le proposte: aliquote rosa. Perché no. Aliquote giovani. Va bene, perché no. Tasse. Ridurle, ma non a
noi lavorator/lettori ... alle nuove imprese. Ti pareva. Abolizione del valore legale dei titoli di studi. Lauree e
master declassati a medaglie di cartone. Decidono le eventuali promozioni direttori e consorterie, a discrezione.
Dulcis in fundo: Pensione a 70 anni! Cavolo, fine del nuovo che avanza. Questi ci offrono ricette più vecchie del
vecchio. Che i giovinastri abbiano un tantino esagerato? Neanche per sogno i senior confindustriali sono sulla
stessa linea. (Vatti a fidare dei giovani, dinamici, moderni e perfino con venature antiberlusconiane.)
Altro titolo. Scaiola candida Casini leader del "nuovo" PDL. E chi se ne frega.
PAGINA TRE: "Pranzo con Napolitano per gli operai Fincantieri" in visita a Spezia.
Toto Cotugno, da italiano vero, dopo aver dato il buongiorno a Maria si vantava di avere per Presidente (Pertini)
un partigiano che aveva un sogno: "svuotare gli arsenali e riempire i granai.” Versione vintage di fate l'amore e
non la guerra. Tutti i sogni svaniscono… e ci ritroviamo con un Presidente che sul filo del sofisma filosofico
dichiara che sfortunatamente "ci sono nuove tensioni, nuove lacerazioni, nuove minacce", ma è u

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.06.11 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che Draghi ce l'ha in culo !

Ha il sostegno del portasfiga !

Bernardino von Bubenberg, Berna Commentatore certificato 16.06.11 18:03| 
 |
Rispondi al commento

non ho neanche voglia di cercare quando Marx è morto ma a memoria l'energia nucleare era un idea o poco più.

psichiatria. 1 16.06.11 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Se i cloni di Berlusconi ripetono come dischi impazziti la balla che i referendum ‘non hanno valore politico’ e i nuovi troll insistono a dire che nulla cambierà dopo questo voto, ben diversamente suonano tutti i media dell’Occidente. La sconfitta di Berlusconi è secca e sonora. Tutti i media parlano di una durissima sconfitta. La parola più usata è ‘schiaffo’, lo fanno perfino i media islamici.
Bello il titolo della BBC: “I nuovi media vincono i vecchi!”, sconfessando tutti coloro che, svalutando l’importanza di un’opinione pubblica maturata sul web, insistono a sperare in velleitarie quanto fantomatiche rivoluzioni proletarie che in Italia speriamo di non vedere mai col loro carico pesante di morti e feriti, almeno finché c’è una sia pur piccolissima speranza di cambiare le cose con metodi non violenti.
Times: “Berlusconi schiantato dalle urne”
Independent: “Gli elettori bastonano Berlusconi”
Guardian: “Seconda amara sconfitta per Berlusconi”
Figaro: “L’avvenire di Mr B si oscura”
El Pais: “B declina”
New York Times: “Gli italiani gli mostrano l’uscita”
Bene! Se questa non è una vittoria politica, auguriamoci presto altre vittorie “non politiche” ma micidiali come questa!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fanno ridere gli anticomunisti stelleestrisce alla Henry Ford. O Ku klux Klan. Tutti prodotti del paese della libertà. E quegli incapaci degli Africani, che per farli lavorare ci volevano frusta e catene. Dio benedica l'America...

mario massini, roma Commentatore certificato 16.06.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci leggono...ci leggono....eccome se CI LEGGONO!

Nel post di Beppe "Facce da Culo" scrivevo due giorni fa:

CALDEROLI PIU' RICCO TRA I MINISTRI SENATORI
Il ministro per la Semplificazione normativa, il leghista Roberto Calderoli, risulta essere il più ricco tra i ministri eletti al Senato. Nel 2008 ha infatti dichiarato un reddito imponibile di 183.299 euro,

Per non parlare del 'coglione perfetto' Renzo Bossi 12000/euro/mese.

BOSSI....CHE NE PENSI DI PARLARE DEI VOSTRI RICCHI STIPENDI DI POLITICANTI (ALLA FACCIA DEI FESSI CHE TI SEGUONO) DOMENICA A PONTIDA?

DI QUEI RICCHI STIPENDI CHE VI PAGA LA ROMA LADRONA?...."

Oggi leggo su Repubblica.it:

Calderoli, Pontida e gli stipendi dei ministri

“Se fosse per me lo stipendio del ministero lo eliminerei del tutto e il ministro dovrebbe vivere con l’indennità da parlamentare”. Parole del ministro leghista Roberto Calderoli, pronunciate appena ieri nell’aula della Camera, come risulta dai resoconti di Montecitoro. Si stava discutendo un disegno di legge costituzionale per la soppressione delle province che il Carroccio vede come fumo negli occhi e che, secondo alcuni stime citate in aula, farebbe risparmiare allo Stato circa 2 miliardi di euro. Il ministro, intervenendo contro il provvedimento, ha voluto anche ricordare quello che finora ha fatto il governo per ridurre i costi della politica, citando il taglio dei consiglieri comunali e circoscrizionali (25 mila in tutto) e degli assessori (7 mila in meno). Non ha ricordato però che nel 2011 è prevista una crescita della spesa per gli stipendi del presidente del Consiglio, dei ministri senza portafoglio e dei sottosegretari da 1,6 a 2,1 milioni. (...) Ora sembra che Bossi al raduno di Pontida detterà al premier alcune condizioni per continuare a tenere in piedi la maggioranza e tra queste anche il dimezzamento degli onorevoli, con l’istituzione del Senato federale.

...

Azzo...se sapevo di dare a Bossi un'idea per
quello da dire a Pontida...

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la cina sembra che voglia salvare la grecia.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.06.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Porto alla luce un commento di Dino..

"Bravo marcos...vedi che ci sei arrivato? Infatti SO BENISSIMO che vive TRANQUILLO a Villa Wanda proprio GRAZIE A QUELL'ESTRADIZIONE CHE LA SVIZZERA NON HA MAI CONCESSO...E DA LI HA CONTINUATO PER TUTTI QUESTI ANNI A TRAMARE...TRAMARE...TRAMARE...

Ti risulta che qualcuno abbia fatto la voce grossa con la SVIZZERA dall'Italia?? Sia da Destra che da Sinistra?

D'altrone a un PROTETTO COSI' IN ALTO e pure INSIGNITO DI ALTE ONORIFICENZE DAL VATICANO CHE COSA GLI SI PUO' FARE?

MICA E' UN TERRORISTA QUALUNQUE COME BATTISTI.
GELLI E' UN SUPERTERRORISTA...E MOLTI DELINQUENTI SUPER IN iTALIA SONO ANCORA INTOCCABILI.

Dino Colombo"

Sari K. Commentatore certificato 16.06.11 17:54| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@LUIGI

[...]

Il comunismo è cosi, aborre la democrazia,
non è un sistema da prendere alla leggera seguendo mode o sensazioni del momento, è una disciplina dura,non è uno scherzo, non è un gioco con il quale si smette di giocare quando si è stufi.
E' mia opinione però che esso sia l'unica seria alternativa al capitalismo, non ce ne sono altre,
chi non vuole il capitalismo,"deve" accettare il comunismo, o tenersi il capitalismo.
Qui non si tratta di fare una graduatoria tra sistemi miglior e peggiori,
"non esiste il sistema migliore",
dipende dalle preferenze, dalle priorità, dalle sensibilità, di chi li giudica,ecco perchè non ti voglio convincere, anzi preferisco che tu non ti convinca, non ti vorrei tra i comunisti,
non frainterdere, non e snobismo o complesso
di superiorità, è realismo, e rispetto per l'intima essenza di ogni essere umano.
Perchè credimi essere comunisti è una cosa intima,
che riguarda il tuo essere più profondo,
cosi come è naturalmente essere anticomunisti.
Per quanto riguarda le differenze con il fascismo, esse sono molte, ma dico in maniera un pò grossolana, che, da un punto di vista eminentemente pratico, esse si condensano nel divieto di proprietà privata dei mezzi di produzione.
Ora bisognerebbe parlare un pò del capitalismo,
ma ho gia parlato troppo, e forse male, sarà per un'altra volta.
Ciao,
Luigi.
luigi d. Commentatore certificato 16^06^11 15^06
-----------------------

Insomma, se ho capito bene la tua spiegazione sulla necessità di DITTATURA DEL COMUNISMO, facendola corta, ma molto corta perchè anche i più sempliciotti possano capire, si tratterebbe di definire il COMUNISMO un po' come SPARTA rispetto ad ATENE.
IO PREFERISCO ATENE, ANCHE SE IL CAPITALISMO E' BEN LONTANO DALLA MIA IDEA DI "ATENE".

Ciao

Max Stirner


Dopo la politica "Dal Basso" per salvarci da questa entorme TRUFFA delle banche che creano crisi per RUBARE sovranita' a noi cittadini!

Una legge per liberalizzare la moneta!!!

Creazione di una MONETA virtuale (Dal Basso) legata ad un bene stabile (un uovo o una mela), un bene basilare che rappresentera' una moneta "BARATTO". Basta prendere esempio dall'esperienza Svizzera!

BISOGNA TORNARE AL BARATTO, facendolo pero' con i metodi moderni e virtuali! Le tecniche possono affinarle gli esperti di econmia (io ho stidiato Agraria non potrei addentrarmi su questo argomento), l'importante e' che questa moneta essendo legata ad un bene REALE non e' soggetta ad inflazione (anche se il bene reale e' virtuale).

Creando una NUOVA moneta riconosciuta dai cittadini sara' possibili BAIPASSARE le banche e la politica del deficit!


Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Fra le tante menzogne del Pdl c’era che la legge sul legittimo impedimento (tra l’altro fatta da Vietti dell’Udc, ora entrato nel CSM grazie a un compiacente Bersani) fosse sparita perché dichiarata tutta incostituzionale. FALSO!
La sentenza della Consulta l’ha scartata solo in parte e il referendum ha finito l’opera, facendo ben capire allo scellerato Berlusconi che altre leggi ad personam per una impunità da re assoluto non sono affatto desiderabili. A questo punto, anche la volontà proterva di B che aveva già pronta una prescrizione ancora più breve che avrebbe falciato 15.000 processi, lasciando lui in salvo ma 15.000 vittime senza giustizia, si trova scozzonata e delusa.
Come non bastasse, anche il Consiglio d’Europa si è espresso oggi con la massima chiarezza bocciando senza rimedio il legittimo impedimento o qualsiasi altro marchingegno sfizioso con cui si forza l’immunità delle alte cariche dello Stato.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marxismo oggi
è il nome di un nuovo settimanale?

psichiatria. 1 16.06.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Il Capo Indiano 'Culo Flaccido' ancora oggi ha così parlato:

"Augh! Il Governo è ancora forte"

Qualcuno lo rinchiuda per favore. E' ancora pericoloso a se e agli altri.

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per far vincere B e sistemargli a ruota la Lega, Calderoli si inventò, a tavolino, il più brutto sistema elettorale immaginabile, talmente antidemocratico e truffaldino da chiamarlo lui stesso “una porcata”. Un pessimo esempio di quella anti-politica che l’esimio Scalfari si è sempre guardato bene dall’attaccare. Un sistema perverso che ha annullato la volontà popolare, base sostanziale di qualunque democrazia, e in cui gli elettori non hanno più diritto di scelta ma si trovano davanti liste bloccate da una dozzina di capipartito, che ci infilano mogli, parenti, cloni e amanti, più mafiosi, corrotti, pregiudicati, ladri e camorristi. Uno scandalo senza pari! Una vergogna che gli stupidi elettori di Pdl e Lega non hanno mai contestato come se si potesse parlare di federalismo senza democrazia, solo sparpagliando Roma ladrona! Una furbata di partiti che si sono cuciti la porcata addosso, con un sistema incasinatissimo con un premio di maggioranza abnorme per di più diverso da Camera a Senato e diverso da regione a regione secondo la convenienza con soglie di sbarramento di tutti tipi per far vincere questo e non quello. Eppure, nemmeno la porcata di Calderoli riesce a tener su Berlusconi e Bossi che continuano a perdere.
E allora è il momento di cancellare con un referendum anche questa legge schifosa! Di nuovo un referendum nato dal popolo, su cui eccezionalmente si è svegliato Passigli del Pd e di fronte a cui avrà da riflettere perfino la Lega di fronte a un premier che sa parlare solo di bunga bunga e un crescente scontento, anche lei arriverà a capire che un sistema proporzionale con soglia alta le converrebbe di più di questo progressivo sgretolamento, per non restare sola col cerino in mano di una sonora sconfitta.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 17:45| 
 |
Rispondi al commento

P.X

Non è la versione del software dell'ipod o dell'ipad ma è semplicemente la sigla per indicare una associazione a delinquere che spadroneggia da nord a sud dello stivale erodendo le risorse economiche dell'Italia.
P2,P3,P4 sono le stesse sigle per indicare una loggia massonica,una cricca e comunque una setta di individui che è organizzata per autoappaltarsi lavori pubblici e tessere una tela di intrecci economici,sociali e politici con l'unico scopo di fottere l'Italiano.
La tecnica è ormai collaudata il bisignani della p4 è l'anemone della p3,i vertici politici sono sempre gli stessi,quelli fuorisciti da forza italia grazie all'appoggio della mafia,c'è la IOR,ci sono senatori,deputati,nomine politiche ed amministrative,c'è il bestione di finmeccanica,ci sono i fondi della protezione civile di bertolaso,ci sono le banche,i finanziamenti europei di verdini,gianni letta e sorella che coordinano insieme ai vertici ecclesiastici i fondi del terremoto abruzzese e per la pima volta ma non ultima compaiono pera,castelli e tremonti.
A quale versione della P si arriverà se si va ancora più a fondo?
La considerazione più assurda che mi viene in mente è che questi individui dovrebbero lavorare per far uscire la nazione della crisi.
Un paradosso colossale:mentre parlano di entrate fiscali e lotta all'evasione si organizzano per drenare le ultime risorse alla nazione distribuendole ad amici e parenti.
Più la crisi morde l'Italiano più accellera il processo di erosione economica da parte di tale organizzazione.
Ma cosa sarebbe accaduto se la società P.X avesse preso l'appalto delle centrali nucleari?
Una cosa è un tetto che cade delle catapecchie costruite all'Aquila ed un altra è affidare una energia pericolosa e che produce scorie ancor più pericolose nelle mani di queste persone che hanno dimostrato ampiamente il loro amore per la nazione e le sue sorti.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 16.06.11 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo:

Lei loda il marxismo, e denigra la Chiesa.

Speravo non lo facesse, ma se la piega che ha preso è questa, mi vedo costretto ad abbandonare lei e il movimento politico che ha fondato.

Sebastiano P. 16.06.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Il COMITATO PER IL SI vuole iniziare la raccolta firme per cambiare a legge elettorale.va Bene,arrivano DOPO di noi,ma le firme ci sono gia depositate.Basta spingere i bastardi a cacciarle fuori.Si risparmierebbe unn sacco di tempo,specialmente in caso di elezioni anticipate.Come mai nessunno sta pensando a questo?

mariuccia rollo 16.06.11 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Un Pistolero entra in un SALOON nel vecchio West..

Tra gli avventori del saloon in un angolo c'è seduto anche un nanetto con un sorriso orripilante fisso sulla sua faccia da beota.

Quel nanetto era stato un giorno un Ministro Della Libera Repubblica delle Banane...che era stato cacciato a calci nel culo da una schiera di precari...Si chiamava Burnetto, Brunella, Bruttello...non ricordo...

Ad un tratto il Pistolero smette di sorseggiare il suo wiskey e si volta di scatto verso quelli seduti ai tavoli...e con aria truce li minaccia tutti così:

"Il primo che muove un dito gli cago in testa!...e lo stesso farò a tutti voi.

Vi cagherò in testa a tutti....A tutti meno che a quel nanetto seduto là in fondo..."

A quel punto il nanetto Burnetto, l'ex ministro, rincuorato da quelle parole e pensando che il pistolero a lui non gli cagava in testa perchè forse lo riteneva superiore a tutti gli altri peones lì presenti...si alza...(insomma...si alza...diciamo che mette i piedi per terra) e con fare spavaldo si avvicina al pistolero e gli fa...

"diglielo a questi conigli...diglielo perchè a me non caghi in testai...."

E l'altro:

"A te non ti cago in testa perchè......perchè con te mi ci pulisco il c...lo!"

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'onorevole,Giorgio Clelio Stracquadanio,durante un collegamento a Radio 24, avrebbe infatti affermato che il successo delle idee di sinistra rispetto a quelle di destra su Internet avrebbe una chiara spiegazione: "..certo che la sinistra vince sul Web, perchè quando il pomeriggio quelli di sinistra stanno a casa non hanno un cazzo da fare e stanno tutto il tempo su internet".

....

A questa 'cima' di analista dei miei cogl....ni potrei rispondere:
Certo che non hanno un cazzo da fare....con gli stipendi DA FAME che gli date (quando lo stipendio c'è)che volete che facciano?...Se avessero più soldi forse starebbero fuori di casa a divertirsi il pomeriggio...ma NON POTENDOLO FARE perchè quei soldi ve li fottete in buona parte VOI...preferiscono (SI FA PER DIRE!)stare a casa a cercare di rompere i coglioni a quelli che li hanno ridotti in questo stato...

Stracquadanio....MA VAFFANCULO VA!

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 17:27| 
 |
Rispondi al commento

*****
[...]

Terzo, visto che strumentalizzate il disagio economico-sociale dei precari magari scendete un pò in mezzo a loro e provate a rendervi conto se sono così entusiasti della democrazia che li sta riducendo alla fame... lo sapete che molti di loro con le belle parole come "democrazia o capitalismo dal volto umano" ci si puliscono il culo vero? Lo capite che fra non molto la gente non sarà più disposta a tenersi questa democrazia e a non avere nemmeno il pane per mangiare giusto?

Democrazia da pipparoli di internet? No grazie.

Gennarino Carunchio
*****
-----------------------------------------------

I precari in primis dovrebbero dar fuoco ai socialcomunisti che con le loro "conquiste sociali" anni '60 e '70 e le loro costanti accuse agli imprenditori "sfruttatori" hanno creato un clima nel mondo del lavoro di costante contrasto tra le maestranze e l'imprenditoria.

Poi dovrebbero dar fuoco a coloro che hanno permesso venissero emanate le leggi sui contratti a termine.

Nel primo caso perche' le "conquiste sociali" hanno portato di fatto a situazioni dove era impossibile licenziare chiunque se non aveva dato prima fuoco alla fabbrica.

Nel secondo perche' ha permesso che lavori richiedenti un posto fisso venissero occupati da contratti a termine.

Non c'e' niente da fare, in Italia le mezze misure non esistono, o troppo da una parte o troppo dall'altra.


ECCO CHI E' DAVVERO IL PERSONAGGIO RICONOSCIUTO DAL VATICANO DEGNO DI RICEVERE ALCUNE DELLE SUE PIU' ALTE ONORIFICENZE

Grand'ufficiale dell'ordine di San Silvestro Papa
e dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG):

da Wikipedia

Dittatura argentina

Licio Gelli aveva coltivato buon rapporti con i generali argentini Roberto Eduardo Viola e Emilio Massera, durante il periodo della dittatura. Gelli riceverà pure un passaporto diplomatico dell’Argentina.

Massera[18] pochi giorni dopo il golpe, il 28 marzo 1976, scrisse a Gelli per esprimere "la sua sincera allegria per come tutto si fosse sviluppato secondo i piani prestabiliti" e augurargli "un governo forte e fermo sulle sue posizioni e nei suoi propositi che sappia soffocare l'insurrezione dei dilaganti movimenti di ispirazione marxista".[19]. I rapporti con i militari continueranno dopo il ritorno della democrazia in Argentina, nel 1983. Nel 1987 la tomba di Juan Peron fu profanata e furono asportate le mani dal corpo. Una ricerca giornalistica ha sostenuto che la P2 di Licio Gelli è stata coinvolta nella dissacrazione del corpo di Perón.[20]

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

comunismo...fascismo...
chiamali dittature e sarai dei nostri.
manuela bellandi 05*12*09 00*06

*
Anche Grillo pensa che il più grande errore sarebbe quello di cadere nel contrario del capitalismo: cioè il comunismo.
Max Stirner 25°07^10 22^42

Primo, questa equidistanza dal fascismo e dal comunismo lungi dall'essere una presa di posizione antifascista è piuttosto il tentativo maldestro di mascherare un forte e malcelato sentimento anticomunista... siamo alle solite, l'anticomunismo è la cosa che prevale su tutto e che fa da collante fra le diverse forze conservatrici e reazionarie di cui voialtri siete parte integrante.

Secondo, siccome non vi è dubbio che oggi viviamo in un regime "democratico" ed essendo voi contro le dittature non si spiega il vostro accanimento contro questi politici che vorreste mandare in galera o al rogo e che tutto sommato costituiscono un baluardo contro derive comuniste o socialiste e che comunque garantiscono un regime di "democrazia", almeno secondo i vostri sacrosanti principi. O no?

Terzo, visto che strumentalizzate il disagio economico-sociale dei precari magari scendete un pò in mezzo a loro e provate a rendervi conto se sono così entusiasti della democrazia che li sta riducendo alla fame... lo sapete che molti di loro con le belle parole come "democrazia o capitalismo dal volto umano" ci si puliscono il culo vero? Lo capite che fra non molto la gente non sarà più disposta a tenersi questa democrazia e a non avere nemmeno il pane per mangiare giusto?

Democrazia da pipparoli di internet? No grazie.

Gennarino Carunchio Commentatore certificato 16.06.11 16:53| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONDANNE di LICIO GELLI

Riassumendo, Licio Gelli è stato CONDANNATO con sentenza definitiva per i seguenti reati:

procacciamento di notizie contenenti segreti di Stato;
calunnia nei confronti dei magistrati milanesi Colombo, Turone e Viola;
tentativi di depistaggio delle indagini sulla strage alla stazione di Bologna;(QUINDI NE E' COMPLICE!...ndr)
bancarotta fraudolenta (Banco Ambrosiano).

E NONOSTANTE TUTTO QUESTO IL VATICANO DA AL COMPLICE NELLA STRAGE DI BOLOGNA LICIO GELLI ALMENO NON UNA...MA BEN DUE ONORIFICENZE!!

GELLI E' STATO INSIGNITO DAL VATICANO DELLE ONORIFICENZAE DI

"Grand'ufficiale dell'ordine di San Silvestro Papa"

L'Ordine Pontificio di San Silvestro Papa e Martire (in latino: Ordo Sanctus Silvestri Papae), talvolta indicato come Ordine silvestrino, è un ordine cavalleresco detenuto dalla SANTA SEDE.

E DI QUELLA

dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG)

L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG) è un ordine cavalleresco CATTOLICO ed un'associazione pubblica di fedeli della religione cattolica, eretta dalla SANTA SEDE, dalla quale direttamente dipende ed avente personalità giuridica canonica e civile.

...

PER QUALI 'MERITI' SI DANNO QUESTE ONORIFICIENZE A UNO STRAGISTA SANTITA'?

Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
Io direi, fino a quando esisterà questo modello di uomo: gratificazione/soddisfazione= denaro, essere = possedere ecc.ecc.

Un bambino di due anni ( anche meno) , una volta soddisfatti i suoi bisogni primari ( mangiare, bere, dormire ecc. ecc ), non è EGOISTA PER NATURA, anzi è COLLABORATIVO PER NATURA, è disposto ad aiutare gli altri ( prima fra tutti la madre) senza chiedere niente, per la soddisfazione di cooperare, di dimostrare che è parte essenziale di un tutto. Si chiama gratificazione e nulla ha a che vedere con la ricompensa. Perchè? Perchè non è vero che si nasce egoisti, ci si diventa, interiorizzando i modelli sociali fino a credere che siano i propri modelli.

Questo non ha niente a che vedere con Marx ( o perlomeno pochino),ma sta a dimostrare che l'egoismo non è affatto inevitabile. Si può fare altrimenti.

marina s., roma
*****
---------------------------------------------

Se tu sei una mamma di figli ne devi avere solo uno, perche' non c'e' niente di piu' egoista di un bambino e non sono io a dirlo.

La rivalita' e l'egoismo tra fratelli, specialmente in tenera eta', e' allucinante in certi casi e degli sforzi enormi devono essere fatti da parte dei genitori per mantenere la pace e la tranquillita' ed insegnare a condivisione, non solo delle cose materiali ma anche solo per l'affetto dei genitori.

La gratificazione e' di per se stessa una ricompensa, mi comporto in un certo modo cosi' mamma e' contenta e vengo ricompensato con la sua attenzione ed affetto, percio' quello che affermi e' un po' campato in aria.

Tra gli esseri umani non ci sono solo coloro che tutto arraffano con egoismo, ci sono pure quelli del "Ma chi me lo fa fare, tanto ci pensa lo stato".

Nei paesi comunisti quella era la maggioranza, vuoi perche' schiacciati, impauriti, soggiogati dalla dottrina Marxista, vuoi perche' e' natura umana cercare di fare il meno possibile quando non vi e' gratificazione ed anzi si e' sviliti DALLE CODE PER IL PANE a cui si e' costretti.


I precari aumenteranno!
Essi oggi stanno sostituendo,
in maniera molto più efficiente,
la funzione calmieratrice del mercato del lavoro, svolta in passato dal cosiddetto,
"esercito industriale di riserva",
comunemente chiamato disoccupazione.
E' vero oggi esistono entrambe le figure,
ma la disoccupazione è un fenomeno temporaneo,
destinato ad essere riassorbito
proprio da questi "falsi occupati".
D'altronde già oggi in presenza di una crisi violentissima si assiste ad un tasso di disoccupazione abbastanza contenuto,
e abbastanza ingiustificabile,
se non si tiene conto del precariato.
Per il capitalista il precariato è altamente preferibile alla disoccupazione come mezzo coercitivo della volontà dei lavoratori,
perchè tende ad essre una condizione perenne,
non soggetta alle fluttuazioni del mercato
e quindi procastinabile all'infinito,
senza contemporaneamente rinunciare
a nessuna opportunità produttiva.
E' illusorio pensare che superata la crisi
il precariato possa essere riassorbito nell'ambito degli usuali rapporti di lavoro,
il capitalista non ha nessuna convenienza
a che questo si verifichi, perche un precario,
salvo rari casi, può fare il suo lavoro altrettanto bene quanto un lavoratore stabilizzato, ma può essere eliminato
quando serve, come un attrezzo inutile.
Questa si chiama "flessibilita", cioe quella parola di cui molti si riempino la bocca,
solo perche l'hanno sentita pronunciare da qualche persona importante, in qualche TG.
Se questa tendenza continuerà, come è probabile, anzi scontato, con lo scomparire delle generazioni "stabilizzate", l'intero mercato del lavoro sarà formato da precari,
e sarà allora che ci godremo il capitalismo nella
sua forma più deliziosa e moderna.
Siate felici!
Crescete e moltiplicatevi!
Avrete lavoro!
E avrete libertà!
AMEN.


luigi d. Commentatore certificato 16.06.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

La cosa paradossale è che Berlusconi che finora ha detto che governava in nome della maggioranza popolare, ora che chiaramente l’ha persa, dice che questo voto non vuol dir niente. Davvero lamenta problemi di comunicazione, ma se il messaggio che vuol mandare è che la delega popolare funziona ora sì ora no, secondo come gli va, nessuna meraviglia che abbia qualche problema a farsi capire! Quando la menzogna diventa troppo pesante è difficile continuare a spacciarla e perpetuare un potere ormai giunto al capolinea che si regge solo su una truffa.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno degli aspetti meravigliosi di questi referendum è l’enorme partecipazione di giovani e il ritorno al voto di tanti che da anni non votavano. Se in precedenza il fenomeno dell’astensione ha toccato il 50% dell’elettorato, nel silenzio omertoso dei partiti, nessuno si è mai chiesto il perché di questo ritiro dal voto e qualche scarso di mente lo ha attribuito a ignavia o indifferenza, consolandosi con tassi identicamente bassi in paesi di democrazia avanzata, senza chiedersi se quelle democrazie erano marce e se quell’astensione non fosse la protesta civile di chi ha davanti le miserie di una Casta.
I numeri dicono oggi che questo non è un paese antipolitico ma antipartitico, una differenza che Scalfari non capirà mai, e dicono che quello che gli italiani schifavano era la partitocrazia, non la difesa dei beni comuni e dei diritti di tutti, non la politica democratica e collettiva.
Là dove i furboni hanno imposto la regola del cimitero, la democrazia si astiene. Ma quando i venti della democrazia sono pronti a soffiare, il popolo italiano appare più vivo che mai, un popolo attivo, energico, intelligente, moderno e molto più capace del quadro desolante e mostruoso della partitocrazia che si ritrova, che è, essa, una anti-politica e una anti-democrazia.
Una volta di più il popolo vero ha detto a questi signori: “Voi siete solo i rappresentanti di voi stessi, dei vostri comitati di interessi, delle vostre merchant bank, delle vostre privatissime cricche di potere, di un potere che non ci interessa e che ci vede solo contro di voi. Voi, ladri di democrazia e ladri diritti, non avete niente a che fare col popolo sovrano!”

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:28| 
 |
Rispondi al commento

...ogni comunità deve agire e pernsare per sè stessa perchè mischiarle tra loro significa dividerle e indebolirle per poi essere dominate da qualche privato globalista...
spostare lingue, culture, abitudini scaraventandole su altre è una forzatura voluta dal potere..
... noi esseri umani siamo parte di questa natura la quale ci ha dato dei confini naturali che si chiamano monti e mari e andrebbero rispettati..
ognuno dovrebbe lottare e migliorare nel proprio territorio


Ancora un giorno qui a cercare una battaglia, un ideale
Per combattere più forte ancora una volta oltre la morte,
Ma la tua fede l'hai lasciata in qualche pezzo di rivolta usata
Forse a Cuba o in Unione Sovietica o in qualche repubblica democratica!

Ma quali ideali? Siete tutti uguali!
Se non vi siete accorti siete già morti!

Ancora un giorno, un altro viaggio, ma non occorre aver coraggio
Basta pagare poche lire per cominciare a partire
Con le polveri e pastiglie già nel paese delle meraviglie
Anche stavolta sei arrivato, ma in fondo poi cos'hai capito?

Ma quali ideali? Siete tutti uguali!
Se non vi siete accorti siete già morti!

Siete in tanti sempre a marciare, ma sarete in tanti anche a marcire
Fieri sempre del vostro ideale nato solo per morire
Fai pure tranquillo tutto ciò che è vietato che sei protetto dal magistrato
Un giorno giochi a fare il teppista e il giorno dopo fai il pacifista!

Ma quali ideali? Siete tutti uguali!
Se non vi siete accorti siete già morti!

MARCO h 501, ROMA Commentatore certificato 16.06.11 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Bersani sembra un deficiente. Cerca di resuscitare quello che 4 energici SI’ hanno sotterrato, in 1° luogo la gestione dell’acqua data a società private. Non altro che questo è l’orribile legge del Pd da cui vorrebbe ripartire: far rientrare dalla finestra quello che il popolo sovrano ha fatto uscire dalla porta. Ma i 4 energici SI’ vengono subdolamente fraintesi anche dalla coppia culo e camicia, quella che vorrebbe fare come se niente fosse, “Padron comanda e caval trotta”, per non parlare di quei partiti di centro che tanto piacciono a Bersani e che finora hanno favorito sempre consorterie mafiose o imprenditoriali. A sentire Bersani, un paese, che più chiaro di così non potrebbe essere, avrebbe voglia di due centrodestra, come se lo squallore di uno non ci bastasse mentre grida: ”Ripartiamo da Macerata!” E’ questa idiozia che ci fa dolere il cuore.
590 comitati referendari e milioni di cittadini hanno dato l’anima per ottenere un diritto che questa gentaglia aveva calpestato da tempo e che con cambi di marcia dell’ultima ora ha cercato di attribuirsi come credito. Ma se Di Pietro il cambio di marcia almeno lo ha fatto per tempo, l’ipocrisia di Bersani ci lascia senza parole. Il Pd era esattamente agli antipodi della volontà degli elettori e ora tenterebbe pure di “riproporre” l’acqua privatizzata???
Insomma, questo Pd o inciucia con B, o schifa la piazza, o sostiene le stesse cose di B, o è assente in Parlamento e con le sue assenze lo favorisce
Ma di quale vittoria sta parlando? Di qualunque cosa parli, non lo riguarda, non è mai stata nelle sue corde e disgraziatamente non lo è nemmeno ora. A questo punto venire a disquisire di ideologia è una bestemmia. Ma quale ideologia hanno costoro?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma allora l’Italia
non è un regime!
Qualcuno li fermi. I fautori dell’Italia democrazia normale non hanno perso tempo dopo le due sconfitte consecutive di Berlusconi, e hanno immediatamente proferito: questa è la dimostrazione che l’Italia non è una telecrazia in mano a Berlusconi, basta con questa storia del conflitto d’interessi. Da ultimo, l’editoriale di Antonio Gibelli sul Corriere della Sera (“I referendum chiudono un’epoca. La prova che in Italia non c’è regime“), ma sono tanti, soprattutto a destra, ad avere approfittato del momento per intonare questa cantilena.

Ma dico, ci hanno preso per scemi? Berlusconi si avvia verso i 75 anni e i segni della vecchiaia gli segnano il volto, nonostante i centimetri di fondotinta che, nel tentativo di nascondere, mettono ancora più in risalto il trascorrere del tempo; è da oltre due anni che siamo bombardati da immagini di donne (più o meno donne; alcune sono vere e proprie ragazzine) che sarebbero state a letto con lui, o forse avrebbero reso solo qualche servizietto, o magari fatto giusto un po’ di compagnia; è dal 1994 che promette di rivoluzionare un paese che invece non è mai stato così immobile come sotto il suo governo; per tenere in piedi la maggioranza ha costretto tutti noi a venire a conoscenza dell’esistenza di soggetti del calibro di Scilipoti e a essere rappresentati nel governo da illustri scienziati come Romano; per non parlare delle varie indagini e processi che un giorno sì e l’altro pure colpiscono lui o membri della sua corte.

Riprendo la mia domanda: ci hanno preso per scemi? Se anche in regimi come quello siriano o yemenita, passando per la Tunisia e l’Egitto (quelle sì, vere dittature), sono riusciti a ribellarsi contro i loro despoti, perché mai noi itali

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 16.06.11 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti.
Avete notato che nessuno fa cenno al M5S per aver contribuito al quorum dei referedum

Giuseppe led 16.06.11 16:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione


nella giusta politica la popolazione di una nazione è da considerarsi una famiglia dove la propria abitazione è il suo territorio e le risorse sono il cibo nella tavola, ora cosa c'è di meglio di una pagnotta divisa per il numero degli abitanti in parti uguali?
non ci sono scusanti, è l'unica ideologia popolare possibile finora mai applicata e fintamente applicata....

non ci sono scusanti
il privato, la borsa, il mercato internazionale, le multinazionali, il capitalismo, i trasporti, il dominio televisivo, le banche, i partiti sono la causa di questa crisi e vanno annientati nell'acido per non lasciarne alcuna traccia...
...non ci sono scusanti...

...oggi siamo in troppi, gli abitanti vivono stretti nella casa della famiglia e della pagnotta ci lasciano solo le bricciole...

il globalismo nell'acido, per non lasciarne traccia!


Socialismo,comunismo.

Nati per il popolo,con aspettative di cambiamento radicali secondo Marx e Engels.

Il cambiamento,almeno di pensiero, e' avvenuto.

Il pensiero di per se e' grande,purtroppo quando qualcosa di buono arriva in Italia ,e non solo, bisogna accertarsi che non sia di seconda mano .

Charles Bukowski

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 16.06.11 16:08| 
 |
Rispondi al commento

..
Vignetta di NATANGELO
Berlusconi cammina a braccetto di due sporcaccione:
“IL TRIVIALE DEL TRAMONTO”

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:06| 
 |
Rispondi al commento

nella giusta politica la popolazione di una nazione è da considerarsi una famiglia dove la propria abitazione è il suo territorio e le risorse sono il cibo nella tavola, ora cosa c'è di meglio di una pagnotta divisa per il numero degli abitanti in parti uguali?
non ci sono scusanti, è l'unica ideologia popolare possibile finora mai applicata e fintamente applicata....

non ci sono scusanti
il privato, la borsa, il mercato internazionale, le multinazionali, il capitalismo, i trasporti, il dominio televisivo, le banche, i partiti sono la causa di questa crisi e vanno annientati nell'acido per non lasciarne alcuna traccia...
...non ci sono scusanti...

...oggi siamo in troppi abitanti vivono nella casa della famiglia e della pagnotta a noi ci lasciano solo le bricciole...

il globalismo nell'acido per non lasciare tracce!


La sconfitta di B è clamorosa e solo qualche troll come Margie può negarla. Veneziani è andato a Palazzo Grazioli per dirgli di dimettersi o almeno di allontanarsi dalla politica per un paio di anni per poi tornare acclamato da tutti, come se B fosse il mozzo della ruota che, se manca, la ruota non gira, e non fosse, invece, l’ostacolo maggiore del carro. E per fortuna che Veneziani è considerato il più intelligente della dx! Se B si allontana anche solo un mese crolla tutta la baracca, non la nostra, la sua! E il Pdl si disfa peggio dell’impero di Alessandro nella successione dei Diadochi. Questo non è un partito! E’ un’azienda proprietaria! E se il proprietario la molla, si scioglie come neve al sole. La differenza con gli altri partiti è che se Bersani se ne va, viene sostituito da un altro ed è pure meglio, ma se B se ne va, resta il deserto.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:05| 
 |
Rispondi al commento

il precariato costituisce un grande problema,per non dire una parola che va a contro chi lotta per la vita.la legge Biagi approvata da destra e sinistra con garanzia dei sindacati ha reso noi lavoratori dei preservativi,ci usano e poi ci gettano via.
E una legge che sposta il peso della bilancia solo a favore delle aziende, la mia idea è quella di mantenere questa forza contrattuale delle aziende ma costringerle a pagare un precario almeno il 50% in piu di un lavoratore a tempo indeterminato !

MARCO h 501, ROMA Commentatore certificato 16.06.11 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Hanno scritto che Bossi avrebbe perso il polso del suo elettorato perché il muro dei suoi luogotenenti lo ha tenuto troppo a lungo furori dal contatto con la gente. Ma basta che ascolti Radio Padania e quanti sono incazzati con lui! Basta che guardi quanti padani hanno votato contro di lui alle amministrative e ai referendum! Certo che, se ogni volta che la Lega prende una sberla, Radio Padania chiude e impedisce l’ascolto dei suoi, sarà duro che lo senta, il polso dell’elettorato!
Sembrano chiusi in una torre d’avorio, lui e Berlusconi, con le orecchie girate all’interno, che sentono solo quello che vogliono sentire, come due personaggi artificiali. Quale meraviglia poi se la gente, vedendoli sempre più surreali e lontani, si giri da un’altra parte?
Ma davvero Bossi pensa di andare a Pontida a parlare di nuovo di una ‘capitale reticolare’, mettendo in ballo con la crisi che ci ritroviamo, delle somme enormi per lo spostamenti di alcuni ministeri al Nord? Lo aveva detto a Pontida anche un anno fa. Non solo questo aumenterebbe le spese dello Stato ma sarebbe un gesto perfettamente inutile per il futuro dei cittadini, utile solo alla vanità di una classe dirigente. Il federalismo, se fosse una cosa seria, non si baserebbe su questo furbate! Attiverebbe una maggiore democrazia diretta dei cittadini. Ma questo non solo la Lega non lo ha mai voluto, ma addirittura col porcellum di Calderoli, lo ha impedito, cancellando anche la scelta elettorale e aumentando il centralismo della Casta partitica

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Troppo facile cazzoni a 5 stelle!

dico un po' a tutti, sia ai boccaloni che quelli culturalmente 100 km sopra che sanno far abboccare i primi!

Si voleva parlare di marxismo? L'ho scritto più volte, si poteva discutere di marxismo filosofico, del marxismo in sociologia o del marxismo politico!

Senza che nessun "marxista", che spesso vi rompe le palle, abbia fatto mai cenno ad esperienze passate, voi giù a buttarla in cagnara "URSS si URSS no, Cina, Cuba ecc." e tutto il discorso potenziale sul marxismo, di cui la categoria dei boccaloni a 5 stelle non saprebbe tener testa perchè culturalmente analfabeta, viene incanalato nei rigidi binari degli schemi liberali conservatori da chi invece tra voi ha certe competenze e crea la linea politica del m5s, anch'essa come qualunquismo italico impone, soprattutto in veste anticomunista, poi non fa nulla se il concetto di democrazia diretta è di sinistra da quando esiste la sinistra!


Ci sono in Italia 3 milioni e mezzo di precari.Alcuni lo sono da una vita.Non è una condizione degna di un paese civile.Brunetta ha offeso tutti i precari,quando una loro rappresentante ha cercato gentilmente di parlargli(e prima aveva anche chiesto il permesso di farlo),e se ne è andato insultandoli come “l’Italia peggiore”.Poi ha cercato di riparare dicendo che non intendeva insultare i precari ma i disturbatori,come fosse vietato porgere lamentele,ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti.Brunetta è un esaltato a cui il potere ha dato alla testa.E gli esaltati non tollerano critiche,le prendono come aggressioni.Ma il vero aggressore è lui.A una madre che si lamentava della disoccupazione del figlio ha detto che lo mandasse a fare il facchino ai mercati generali, battuta che fa il paio con quella di B che incitava una giovane senza lavoro a sposare suo figlio.Questa gente sulle battute si diverte. Noi meno
Certo è che il mondo sarebbe migliore se ognuno facesse il lavoro che più gli si adatta
E nessuno può considerarsi un traditore perché è costretto a lasciare il suo paese per poter realizzare se stesso.Ma è un traditore un Ministro come Brunetta che manderebbe tutti a fare il facchino ai mercati generali,e non perché fare il facchino sia meno degno di un altro lavoro ma perché Brunetta calpesta l'art.3 della Costituzione che dice che "è compito della Repubblica(cioè di ogni ministro)rimuovere tutti gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza,impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del paese"
Io sono nata con la vocazione di fare l'insegnante,sono stata una buona insegnante e ho insegnato tutta la vita.Eppure non sono mai entrata in ruolo e non percepisco una pensione, pur avendo sempre lavorato.Brunetta mi direbbe che sarei dovuta andare a fare il facchino?
(segue sotto)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e aggiungo:

Roba da matti! :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.06.11 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Caspita però che bravura nello scoprire gli altarini..degli altri.

Insomma s'è capito che sto qua c'ha 94 anni e che alla sua età manco legge il futuro.

Ma dai!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 16.06.11 15:45| 
 |
Rispondi al commento

voglio solo la democrazia diretta
referendum propositivi e abrogativi

voglio che la Ns costituzione sia adempiuta in ogni suo punto per ogni cittadino Italiano.

Nicolai Rossi, milano Commentatore certificato 16.06.11 15:27| 
 |
Rispondi al commento

siccome i clienti del capitalista e' la gente, se per puro interesse momentaneo di bottega a respiro cortissimo il datore di lavoro pagasse meno di quello che gli spetta alle persone, queste non avranno i soldi in tasca per comprare la sua merce (beni o servizi che siano) e lo stesso sistema capitalistico salta. a meno che non si formino lobbies che creano mercati chiusi soprattutto sui generi di prima necessita', ad es l'acqua, ed e' quello che stanno cercando di fare. oppure si fanno delle guerre dando poi i vari appalti per armi, ricostruzione etcetc. ad aziende amiche. di modi per far fare ricco qualcuno anche in momenti di crisi monetaria ce ne sono parecchi, ma niente a che vedere col tanto sbandierato "libero mercato", anzi diventa un mercato molto dorogato e direzionato, appunto un capitalismo statalista.

bisogna invece sempre rispettare il sano equilibrio economico, che si definisce giusta spartizione degli utili, c'e' chi compra e chi vende, se chi compra non ha soldi, smettera' di comprare creando danno a chi produce e vende.
quindi, i governanti, che dovrebbero invece fare politiche a largo respiro e per il bene dell'intera economia del paese, non di quei pochi che riescono ad arraffare sul momento, devono avere la capacita' di dare regole certe su salari, prezzi (soprattutto sui generi di prima necessita') etcetc.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.06.11 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma Stracquadanio perchè non lo facciamo grillino onorario?

:-)

'sti farabutti di dipendenti pubblici fancazzisti!
e per di più rossi!!

Adriano Rizzon 16.06.11 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Le ideologie cosi come le religioni,sono utopie

Davide R 16.06.11 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo. Il vento nuovo che soffia non parla di partiti o correnti politiche. La rete sta cambiando il modo di pensare di tutti. Il nostro pianeta e' costituito da tanti neuroni-uomo legati da internet-sinapsi che sta evolvendosi verso nuovi ideali. L'intelligenza, l'attinenza al reale, la ricerca del bene comune sono i valori a cui si tende. E a vui tutti gli uomini aspirano, specie i giovani che a queste tematihe, malgrado la cecita' dei nostri ministri che li pensano come la parte peggiore del paese, sono pittosto sensibili, almeno nella loro maggioranza. Non c'entrano le ideologie... a meno che politicamente le grossi lobby nno decidano di ucciderlo, eliminando la liberta' in rete, questo non mi e'dato capirlo. Questo e' il mio modesto parere che fra qualche anno potrebbe essere confermato o meno.

Vicio 16.06.11 15:15| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/16/ammazziamo-il-procellum-lidea-di-un-referendum-per-abolire-le-liste-bloccate/118540/

Ammazziamo il porcellum, l’idea
di un referendum per abolire le liste bloccate La proposta è stata lanciata da Valigia e Libertà e Giustizia. L'obiettivo dei promotori è quello di stilare un database dei partiti che si impegnano a cambiare questa legge e a coinvolgere i cittadini nella compilazione delle liste elettorali
---------------------------
Anche Il Fatto Quotidiano riprende la notizia di repubblica e senza alcun rispetto per i 350.000 cittadini che hanno firmato la legge di iniziativa popolare che sta ammuffendo da oltre tre anni al senato dove era presente la proposta dellalegge elettorale.Mi sembra alquanto scorretta come posizione anche quella del Fatto Quotidiano senza minimamente fare rif.to alla ns iniziativa

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 16.06.11 15:10| 
 |
Rispondi al commento

*****
nessuno, tranne il fatto che se non hai capitale non puoi produrre nulla e ti devi accontentare di quello che offro io capitalista come salario. Il conto che fa marx è semplice: io compro materie prime per 100, macchinari per 100 e pago operai 100: ho speso 300; se vendo il tutto a 500 ho realizzato profitti per 200, sottraendoli ai lavoratori: togliendo di mezzo il profitto, quei duecento potrebbero andare a chi lavora. E' molto "teorico" e quindi non esattamente aderente alla realtà, ma non così assurdo

geppe brillo
*****
----------------------------------------------

Quindi seguendo il "conto di Marx", io dopo aver:

1) Comprato la materia prima con i miei soldi
2) Comprato i macchinari con i miei soldi
3) Pagato gli operai con i miei soldi
4) Dovrei anche rinunciare al profitto e darlo invece agli operai altrimenti sono uno sporco capitalista.

Non fa una grinza.

E spiega pure bene il perche' il comunismo e' fallito ed e' stato sconfitto.


BEPPE, hai visto l'iniziativa su Repubblica di indire un referendum per abrogare la PORCELLUM?

http://referendumleggeelettorale.it/

che dicono i tecnici? Ha senso così come proposto?

Ieri, dopo aver visto Brunetta, mi ha assalito l'urgenza di modificare la legge elettorale! Senza questa modifica non serve a nulla che cada il governo.
Se ad oggi il referendum abrogativo è l'unico strumento perchè sia obbligatoriamente accolta la volontà popolare, allora sfruttiamolo finchè possiamo.

Dobbiamo essere noi cittadini la vera opposizione!
Riprendiamoci la RES PUBLICA!

Saluti a tutti e statv bun!

Manuela M. Commentatore certificato 16.06.11 15:05| 
 |
Rispondi al commento

SUL COMUNISMO E... SUI COMUNISTI DE "NOIARTRI"; QUELLI DEL BAR, TANTO PER INTENDERCI

1975/1982
Io il comunismo l'ho visto in "casa sua", non da turista occidentale con le calze di naylon in tasca per farsi qualche scopata a buon mercato, o un paio di jeans come esca.

Dall'1972 al 1982 ho frequentato per lavoro la Cecoslovacchia (allora si chiamava così), ed ho visto la loro vita, la loro paura, le loro fabbriche, le loro case ed ho avuto le confidenze di molti di loro che dopo qualche frequentazione ritenevano di potersi fidare.

FABBRICHE (AD ESEMPIO IL GRUPPO SKODA VETTURE-AUTOCARRI)
1) Le fabbriche erano degli autentici tuguri in cui i nostri operai non avrebbero accettato neppure di depositarvi la loro vettura o la loro moto. Vetri rotti ovunque, croste di di olio e sporcizia sui pavimenti; lo spessore della crosta lo si ricavava dalla profondità dei tombini. Un fumo costante si elevava costantemente dall'altezza di 2 m. fino ai soffitti e non intasava completamente i fabbricati solo perché le finestre erano quasi senza vetri. Gli operai "vagavano", vestiti come gli italiani "anni 50" (quasi nessuno in tuta da lavoro) e difficilmente si capiva dove andavano e per fare cosa. I macchinari erano incredibilmente vecchi, obsoleti e malridotti: uno dei macchinari "PIU' MODERNI" era un tranfer Olivetti del 1918 che serviva a forare i carters degli automezzi.

LA GENTE ERA TERRORIZZATA ed io ho potuto constatarlo personalmente. La loro vita lavorativa finiva tra le 16:00 e le 17:00, ma poi per il loro tempo libero non vi era molta scelta

NESSUNA REGOLA PER IL CONTROLLO DELL'AMBIENTE!
mentre in occidente, per quanto disastrato e sfruttato dal CAPITALISMO CORSARO E DELINQUENTE, vi erano già molte regole per la protezione ambienmtale, in quei paesi non vi era alcuna regola nè sugli scarichi, nè sui fumi, nè...SU NIENTE

LE LORO CASE MOSTRAVANO MISERIA E NON LA MODESTIA DI UNA SCELTA DI VITA

DITTATURA DEL PROLETARIATO: STRONZATE

IO HO VISTO, HO ASCOLTATO

Max Stirner


Un cambiamento così repentino modifica sia gli aspetti sociali che il tessuto finanziario e industriale dei vari paesi membri dell'euro. In aggiunta una politica monetaria di questo tipo serve come supporto ad un controllo dei tassi d'interesse e quindi al rientro dei debiti pubblici. L'attualità se controllate vede sempre la BCE preoccupata per l'inflazione e tassi d'interessi. Questo processo d'assestamento implica riforme pesanti come quella delle pensioni e la totale privatizzazione o quasi delle strutture pubbliche. Ma in alcuni casi tali riforme sono insostenibili e la società implode come in Grecia. Cosa succederebbe se, per trovare l'equilibrio matematico dei conti pubblici, la prossima riforma delle pensioni dovrà alzare l'età ad 80 anni ad esempio? Quindi questo processo si sta muovendo cercando di applicare le riforme più drastiche e al tempo stesso accettabili ma richiederà tempo. Serviranno decadi prima che esso si riequilibri. Questo va di pari passo con l'uomo, poichè l'economia è l'attività dell'uomo. E l'ultimo dato di studio riguarda appunto l'andamento demografico, non solo nazionale. Vi è infatti un problema di fondo che sarà sempre di natura Malthusiana, solo che nel passato era regolato da mercati diversi o da sistemi comunisti mentre ora si cerca di regolarlo con un mercato di concorrenza perfetta perchè teoricamente quello più efficace ed efficiente. Può darsi che il sistema sarà in equilibrio con una popolazione mondiale di 3 miliardi di persone invece che di 6, nessuno può dirlo a priori. E' probabile che questa soglia sia già stata nettamente superata senza averne coscienza. E mentre i mercati si riequilibreranno dovremo vedere se l'ambiente, cioè la Terra, sarà in grado di sostenere il genere umano.

Giovanni F. Commentatore certificato 16.06.11 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Gli economisti concordano che per creare un sistema equilibrato e in grado di reggersi sia necessario un mercato di concorrenza perfetta. Questo mercato è una sorta di utopia. Esiste da un punto di vista teorico, tonnellate di libri vi sono dedicati, ma all'atto pratico è difficile da realizzare. I mercati per essere tali vanno regolamentati con meccanismi legislativi che devono essere applicati. E' un modello di riferimento al quale bisogna puntare secondo gli economisti anche se all'atto pratico difficile da raggiungere in toto. Un esempio è il passaggio dal sistema pensionistico retributivo a quello contributivo. Questo tipo di mercato è in grado di autoregolarsi, tuttavia attualmente questa spinta è stata persino abbandonata dalla UE. Il problema principale è che nello stesso momento temporale, cioè nello stesso periodo storico, i nostri giorni, si sta attraversando una fase di globalizzazione per i paesi asiatici, sud americani e, in fase d'avvio, gli africani e la tempo stesso di regolamentazione dei vecchi mercati occidentali. La combinazione di questi 2 fattori sta spingendo le società mondiali verso lo scontro perchè tale processo avviene troppo velocemente. Per regolare tale cambiamento, che era già stato previsto da politici ed economisti, si sono fatte diverse politiche monetarie, tra le quali la creazione della moneta unica europea. Una guerra che oltre a vedere società e mercati coinvolge anche le monete. L'euro forte viene tenuto apposta per avere maggiore potere d'acquisto sulle materie prime. Tuttavia questo implica sacrifici per l'economia degli stati europei. In modo particolare per stati che già vantavano un deficit strutturale. Se da un lato tale politica monetaria mira al cambiamento dei rapporti economici interni,verso l'estero ci fa passare dallo stato - a +. Prima l'Italia svalutava la lira ed esportava. Ora i vantaggi sono tutti nell'importare.

Giovanni F. Commentatore certificato 16.06.11 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ahh!! la storia!! la nostra storia!! uno nasceva, non so, un pochino stortignaccolo? no problem: RUPE TARPEA.Good Bye! little man! good Bye!!

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 16.06.11 14:50| 
 |
Rispondi al commento

c'e' da trovare la quadra tra egoismo e altruismo, ma non e' difficile, basta attuare quello che dice la costituzione italiana, anche perche' quest'equilibrio, se non siamo accecati da interessi o ideologie fanatiche varie, lo sentiamo tutti noi.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.06.11 14:44| 
 |
Rispondi al commento

se vi piace e invidiate il panzone obeso americano che si sposta sul SUV di 5000 di cilindrata,che ha una televisione in ogni stanza 4 telefonini la casa al mare quella in collina e quella in città e che per tutto questo paga le tasse perchè il suo stato imperialista mantenga in tutto il mondo il terrore militare per avere la priorità sulle risorse naturali....
allora..
siete capitalisti
se invece vi fa schifo
allora
siete comunisti
.

cimbro mancino Commentatore certificato 16.06.11 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ministro Brunetta, magari a qualcuno fai pena perchè sei un fottuto nano, ma a me no, fottuto nano di merda.

Dr. Benway 16.06.11 14:40| 
 |
Rispondi al commento

*****
La forza lavoro, producendo un valore maggiore di quanto essa vale, cioè un plusvalore, ha generato il capitale

[...]

Acculturarsi non è mai una sciagura.

e. b.
Ermanno Bartoli (barlow)
*****
-----------------------------------------------

E chi lo ha stabilito che la forza lavoro produce un valore maggiore di quanto vale?

La forza lavoro presta la sua opera e viene per cio' retribuita, poco o tanto e' ragione di contendere.

Io produco un artefatto "A" e per fare cio' ho bisogno di te per metterlo insieme. La tua paga e' di un tot giornaliero o mensile. La mia unica responsabilita' e' di metterti a disposizione un'ambiente salubre dove lavorare e non pretendere da te una produzione che travalichi le possibilita' di una persona normale.

Nessuno ti impedisce di andarti a produrre e cercare di vendere lo stesso artefatto per conto tuo se la paga che offro non ti e' sufficente o ti consideri sfruttato.

Quindi se si parte da un presupposto sbagliato:

"La forza lavoro, producendo un valore maggiore di quanto essa vale"

Si arriva ad un risultato sbagliato.

Pero' sono daccordo su un punto, acculturarsi non è mai una sciagura.


Il coglione Che Guevara:

Ha combattuto il dittatore Batista per sostituirlo con il dittatore Castro.

Piu' imbecilli di cosi'...!

50 STARS

*************************************

Questo lo riporto tanto per chiarire bene le idee a chi dovesse o volesse

controbattere ai "simpatici" post del signore sopra citato.

Almeno uno lo sa prima e magari puó anche decidere di non sprecare il proprio prezioso tempo.

Io giá mi sento coglione per averne sprecato a scrivere questo post.

Saluti

Donato.

Donato S., Vienna Commentatore certificato 16.06.11 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

14:18 Esteri adnkronos
Libia, Frattini: "A Roma assemblea dei capi tribù"

Bossi: "cazzate, altrimenti mi avrebbero invitato"

BUONPOMERIGGIO, SBULLONATO POPOLO!

il Mandi Commentatore certificato 16.06.11 14:25| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/politica/2011/06/16/news/reazioni_bisignani-17771905/

Inchiesta P4, Casini difende Letta "Su di lui metto la mano sul fuoco" -

Repubblica.it
----------------------------------------
Ah casini se metti la mano sul fuoco come l'hai messa per Cuffaro e sul nucleare allora siamo proprio tranquillissimi circa la tua serietà !!!! Ma vatti a buttare in un cesso che poi tiriamo la catena per farti scendere nella merda che meriti !!!!!


Caso Bisignani..

Casini :"Su letta metto due mani sul fuoco"

Ma non ne aveva gia' bruciata una con Cuffaro?

Quante mani ha Casini? tante mani come la dea Cali?

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 16.06.11 14:23| 
 |
Rispondi al commento

da COMPENDIO DEL CAPITALE
(di Carlo Cafiero)


"La forza lavoro, producendo un valore maggiore di quanto essa vale, cioè un plusvalore, ha generato il capitale; ingrossando poi questo plusvalore col prolungamento della giornata di lavoro, ha procurato al capitale nutrimento sufficiente per la sua prima età. Il capitale cresce, ed il plusvalore deve aumentare per soddisfare il cresciuto bisogno. Aumento di plusvalore, però, altro non vuol dire, come abbiamo già visto, che prolungamento della giornata di lavoro, la quale ha pure infine il suo limite necessario, per quanto essa sia una lunghezza molto elastica. Per poco che sia il tempo che il capitalista lascia all'operario per la soddisfazione dei suoi più stretti bisogni, la giornata di lavoro sarà sempre minore delle 24 ore. La giornata di lavoro incontra dunque un limite naturale, e il plusvalore, per conseguenza, un ostacolo insormontabile..."
---

Chi avesse problemi sull'attualità del pensiero di Marx (affatto fazioso come si vorrebbe far credere) e avesse altresì problemi a leggersi tutto il Capitale (prova immane della quale ancor tengo memoria), può sempre leggersi il "Compendio del Capitale (libello di poche pagine agevole ed esaustivo) e... se ancora volesse, leggersi il pregevole - anche per umanità - volume "Economia politica e capitalismo" dell'economista inglese marxista e marxiano Maurice Dobb...
Sempreché entrambi siano ancora rintracciabili.
Sono due opere pregevoli per levigatezza, chiarezza e umanità.

Forse sono letture che vanno fatte in giovane età, quale avevo io quando le feci, ma comunque val sempre la pena provarci.

Acculturarsi non è mai una sciagura.

e. b.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio il blog per questa lezione di storia (che fa sempre bene) però secondo me è ora di andare (come dice Beppe) OLTRE la destra, la sinistra e il centro. Quello è il passato, ora costruiamo il futuro prossimo, andiamo OLTRE!!

Alberto P. Commentatore certificato 16.06.11 14:19| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/politica/2011/06/16/news/referendum_anti-porcellum-17778068/

Presentata questa mattina a Roma una nuova campagna referendaria per cancellare i punti più controversi della legge Calderoli. Dalla prossima settimana via alla raccolta delle firme. Obiettivo: 500mila entro la fine di settembre
------------------------------------
E le 350.000 firme che già sono depositate al senato per la proposta parlamento pulito con inclusa la discussione della legge elettorale cosa ne facciamo le buttiamo nel cesso ????


il comunismo e' una filosofia e come tale non puo' fallire. quello che e' fallito (parlo del blocco ex urss) e' il tentativo di metterlo in pratica. anche perche' poi nell'ex urss si e' usata la scusa del comunismo per attuare un'altra forma di repressione delle persone a vantaggio di una casta, stiamo sempre parlando quindi di una forma di dittatura.
anche se i valori del comunismo sono universali, tanti "comunisti" non hanno capito ancora che non possono essere imposti per legge, la spinta per certi valori deve venire spontaneamente da dentro. e ognuno ha i suoi sacrosanti limiti che bisogna rispettare.
al massimo (ed e' suo dovere farlo) un governo puo' impedire che l'egoismo (anche se avere una propria personalita' e proprie ambizioni e' naturale anche quello) possa diventare deleterio per la comunita'.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.06.11 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ADESSO CAPISCO PERCHE' QUELLI DEL CENTROSINITRA SONO CORSI A VOTARE SI!!! AHAHAHAHA!!!
CHE BUON PRO GLI FACCIA!AHAHAHAHA!!!

Il «sì» ai referendum fa cadere il divieto per i candidati in Comune di assumere incarichi nelle società partecipate Scatta la corsa dei delusi ai
posti di sottogoverno. E nel valzer le porte del Consiglio potrebbero riaprirsi per La Ganga

Nemmeno il tempo d’insediarsi e sull’uscio della Sala Rossa c’è già la coda. Gente che preme per entrare? Macché, è tutto uno sgomitare di neo consiglieri che
non vedono l’ora migrare verso altri lidi, più ambiti e soprattutto meglio retribuiti.

L’elenco dei delusi è lungo e ingloba un po’ di tutto: ex assessori non confermati, assessori mancati, consiglieri di lungo corso, eletti per un soffio o esclusi,
fino a chi sperava almeno in una presidenza di commissione e non l’avrà. La lista di chi ha chiesto compensazioni lontane da Palazzo di Città è nutrita.
Fino a due giorni fa sarebbe stato difficile accontentare tutti. Adesso no: tra le norme abrogate dai referendum c’è anche quella che vieta ai candidati al Consiglio
di assumere ruoli nelle società partecipate dal Comune che gestiscono servizi pubblici per almeno tre anni.

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/politica/articolo/lstp/407363/

MAGNA, MAGNA!!! VIA AD INGOZZARSI NEI BUONI POSTI DELLE PARTECIPATE CHE TANTO IL DEBITO PUBBLICO LO PAGANO I LAVOARTORI AUTONOMI EVASORI. LORO CHE RUBANO
GLI STIPENDI NELLE PARTECIPATE INVECE SONO PERSONE PER BENE!
BRAVO GRILLOOOOO!!!!!AHAHAHAHAAH!!!!

MAGNATE,MAGNATE,FIERI DI ESSERE COMUNISTI E ATTENTI A NON STROZZARVI!! 16.06.11 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La rete non ha pietà: i politici vengono smascherati alla prima cazzata che dicono o fanno, senza "se" e senza "ma". In rete non possono nascondere le propie malefatte dietro alle manipolazioni di questo pennivendolo o quel conduttore televisivo. Basta mettere a confronto il video degli insulti di Brunetta ai precari e la sua falsa ricostruzione, postata subito dopo, per esempio ed il gioco è fatto. Si scopre che sta mentendo. E dato che anche loro hanno cominciato a capire, cercano di demonizzare il popolo di internet, lo insultano, addirittura lo criminalizzano (Brunetta parla di "squadrismo" in rete, Stracquadanio parla di "fancazzisti"). La risposta è quella dei referendum: una marea che spazzerà via queste strutture politiche d'altri tempi, questa "democrazia rappresentativa" che in realtà è solo il gioco di una casta che punta solo all'autoconservazione. Ma il vento cambia.


Il neoliberismo,per alcuni,è un esercizio di pura retorica..i due maggiori teorici e propagandisti di questa dottrina a livello internazionale,Stati Uniti e Gran Bretagna ,si guardano infatti bene dal dire che furono proprio loro ad adottare misure protezionistiche senza precedenti rispettivamente con l'amministrazione Reagan e con il primo ministro Tatcher(mentre veniva sbandierato il "laissez faire")e di aver fatto degli aiuti e delle sovvenzioni di stato a multinazionali e industrie private il loro maggiore punto di forza.Una specie di capitalismo di Stato (attualmente "finanziarismo" di stato)..con tanto di formula magica "privatizzare i profitti,socializzare i rischi".

Diciamo che la ricetta neoliberista a FASULLI di questa risma piace molto..a condizione che sia imposta prima agli altri,che il tavolo da gioco sia truccato e che vi siano strutture sovranazionali "non elette" a fare da garante..tuttavia quando fai terra bruciata ovunque non puoi reggere un'ideologia fallimentare di questa portata in cui si accentrano capitali sottraendoli alla reale economia,si massimizzano gli utili con politiche di decentramento,neomercantilismo,sfruttamento della manodopera..e poggiata oggi sopra una montagna di scommesse in un sistema completamente "cartolarizzato",fuori controllo,che mostra il vero volto anche all'"interno" ed a chi fino a poco tempo fa ne ha potuto beneficiare.

Ma il dominio è cosa dura da cedere,specialmente se si possiede un cospicuo arsenale bellico e l'appoggio incondizionato di mezza politica mondiale asservita..ed è per questo che diventa un massacro,con milioni di vittime,con paesi del terzo mondo da sfruttare e depredare delle proprie risorse umane e materiali,con nazioni da mettere sul lastrico a colpi di speculazioni e declassamneti,con toxic assets da vendere a mezzo pianeta per scaricare la propria "spazzatura" attraverso la complicità di Stati non più sovrani e venduti alla finanza stracciostellastrisciata ed ai suoi complici.

filippo* l. Commentatore certificato 16.06.11 14:00| 
 |
Rispondi al commento

*****
[...]

Il capitalismo non fa prigionieri, sopprime!

boradin .
*****
----------------------------------------------

Certo, come no, la Siberia e' una zona centrale Nord Americana e le purghe Staliniane sono state un'eccesso di consumo della dolce Euchessina.

Pero' guardando bene al tuo esempio hai ragione, il leone E' comunista:

1) Non fa niente da mattina a sera.
2) Quando ha fame ne prende una dal POPOLO delle gazzelle e se la mangia.
3) Con la pancia piena ritorna a fare niente da mattina a sera

Il comunismo e' morto, e' fallito ed e' stato sconfitto perche' va contro la natura umana.

Ti piaccia oppure no.


ooh, ragassi, cosa ha in programma domani b, no, perche' e' venerdi 17....

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.06.11 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Calderoli, Pontida e gli stipendi dei ministri

“Se fosse per me lo stipendio del ministero lo eliminerei del tutto e il ministro dovrebbe vivere con l’indennità da parlamentare”. Parole del ministro leghista Roberto Calderoli, pronunciate appena ieri nell’aula della Camera. Si stava discutendo un disegno di legge costituzionale per la soppressione delle province che il Carroccio vede come fumo negli occhi e che, secondo alcuni stime citate in aula, farebbe risparmiare allo Stato circa 2 miliardi di euro. Il ministro, intervenendo contro il provvedimento, ha voluto anche ricordare quello che finora ha fatto il governo per ridurre i costi della politica, citando il taglio dei consiglieri comunali e circoscrizionali (25 mila in tutto) e degli assessori (7 mila in meno). Non ha ricordato però che nel 2011 è prevista una crescita della spesa per gli stipendi del presidente del Consiglio, dei ministri senza portafoglio e dei sottosegretari da 1,6 a 2,1 milioni. E soprattutto non ha spiegato perchè finora il governo di cui fa parte non ha messo in cantiere la proposta di ridurre il numero dei nostri parlamentari (tra i più alti d’Europa), nonostante sia stata sbandierata più volte da autorevoli esponenti dell’esecutivo, compreso Silvio Berlusconi. Ora sembra che Bossi al raduno di Pontida detterà al premier alcune condizioni per continuare a tenere in piedi la maggioranza e tra queste anche il dimezzamento degli onorevoli, con l’istituzione del Senato federale. A questo punto, visto che Calderoli è già pronto, si potrebbe suggerire al Carroccio di aggiungere un’altra condizione: l’abolizione del doppio stipendio per i ministri-parlamentari

http://rivara.blogautore.repubblica.it/2011/06/16/calderoli-pontida-e-gli-stipendi-dei-ministri/?ref=HRER1-1

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 16.06.11 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Il MARXISMO ? Tornerà, non c'è ombra di dubbio e
sarà proprio la sete insaziabile di denaro di chi è già ricco a determinarne le condizioni di successo.
Quel gioco, abilmente glorificato da interessati
così detti "esperti", prezzolati da chi aveva convenienza nelle sue regole ed al quale, grazie alle complicità di caste politiche e dirigenziali,
di destra e di sinistra,
che hanno preferito mettersi al servizio della speculazione,piano piano tutti gli Stati hanno deciso di sedersi al tavolo sta arrivando alla sua
autodistruzione.
Capitalismo,Liberismo globalizzato, un infernale serpente che si stà divorando la coda e presto
comincerà a divorarsi organi vitali.
Una spirale che da un lato impoverisce masse sempre più vaste di esseri umani, di intere società, intere nazioni e dall'altro và concentrando ricchezze nelle mani sempre più di pochi rendendoli padroni ed arbitri dei destini
dell'intera umanità.
Un gioco dalle regole feroci ed intoccabbili, immodificabili perchè oraMAI INCARDINATE IN UN SISTEMA CHE SFUGGE ad ogni possibile controllo per cui la strada che resta è quella di cambiare il gioco, radicalmente, senza mezze misure.
Solo così sarà possibile ripristinare la dignità umana ed un vero senso di giustizia sociale.

garofano 16.06.11 13:46| 
 |
Rispondi al commento

OT

"GIULIANO PISAPIA è IL MIO CANDIDATO PRESIDENTE del CONSIGLIO"

Scusate,

solo una breve parentesi su una cosa che mi é accaduta qualche tempo fa,

e su quanto,gira che ti ririra,sia "piccolo" il mondo,

anche quello della rete.

Qualche tempo fa venni aggiunto da un´amica ad un gruppo nato,almeno a dire,a sostegno di una nota organizzazione umanitaria non govenativa.

Fin qui tutto bene,scambi di opinioni,idee,proposte,complimenti reciproci,tutto bello "zuccherato" dalla ragion di causa,

visto che tra ľaltro il periodo coincideva anche con la sfortunata morte di VIK Arrigoni.

Un bel giorno peró mi viene in mente,mentre partecipavo ad una discussione,

di dire di essere iscritto al M5* e di quanto la cosa mi avesse riempito di buoni propositi ecc...

Scrissi un post nel gruppo che venne quasi immediatamente cancellato.

Al che,abbastanza esterefatto,chiedo spiegazioni convintissimo della bontá delle persone che col tempo mi pareva aver conosciuto almeno un po,

e ne é seguita,dapprima una serie di commenti di stupore degli admin,poi sono cominciate le piú o meno velate prese per il culo.

Finche uno in particolare degli admin chiude la discussione dicendo con tono abbastanza"superiore"che si pregava di non perdere tempo con certe discussioni inutili e di andare avanti col lavoro,aggiungendoci anche un bel sorrisetto con ľocchilino.
Bene,
chiudo la discussione,saluto cordialmente e abbandono il gruppo.

Caxxo peró,
oggi scorrendo le notizie in bacheca su FB leggo sto titoletto col link scritto in grassetto,e guarda un po,chi lo ha postato?

Proprio ľadmin del gruppo.

Piccolo il mondo é?

Almeno mi si sono chiarite un po meglio le idee riguardo molti gruppi di "amiconi" che si nascondono dietro nomi di organizzazioni che con la politica non divrebbero aver niente a che fare.

Scusate ľ OT,
ma mi vien poi da ridere quando qualcuno viene a lamentarsi qua che almeno é uno spazio esplicitamente dedicato alla politica.

Donato S., Vienna Commentatore certificato 16.06.11 13:43| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendiamo anche Travaglio, che da travet è passato ad essere giornalista di fama nazionale perchè ha scritto e detto tanto su Berlusconi.

Non so della sua dichiarazione dei redditi: immagino che avrà dichiarato sino all'ultimo euro, altrimenti sai che figura.

Però...
Magari pensare ai PRECARI del giornalismo, no?

Perchè anche da quelle parti entri se hai raccomandazioni, e magari una borsa di studio attivata da un super milionario potrebbe essere utile.

Certi atteggiamenti dovrebbero essere confermati dalle azioni.

Se non lo sono, viene qualche sospetto.


Margie 16.06.11 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
[...]

e)La teoria Nord e Sud del mondo è ANCORA VALIDA, non come ho letto che la questione è scomparsa grazie alla rete visto che gli africani continuano a morir di fame perchè noi dobbiamo girare in SUV

R00B Z4R4THUSTR4
*****
-------------------------------------------------

Io mi sono strarotto gli zebedei di sentirmi dire che affamiamo gli Africani per poter girare in SUV.

Sono almeno 40 anni che me la rimenano con la storia del povero Africano morto di fame che nonostante i miliardi di dollari spesi per migliorarne le condizioni, continuano ad essere nella stessa situazione DI SEMPRE.

Perche' il povero Africano denutrito lo e' sempre stato dalla notte dei tempi, non certo per l'avvento delle multinazionali, ma per un miscuglio di ignoranza, tabu', eterna rivalita' tra tribu', e chi piu' ne ha piu' ne metta.

Il Zimbabwe era il paniere dell'Africa fino a pochi anni fa. Giustamente i bianchi discendenti dei colonizzatori sono stati esproriati dalle terre e fattorie che sono state poi ridistribuite alla maggioranza di colore. Bene, oggi nello Zimbabwe grazie a Mugabe si muore di fame, l'inflazione e' stratosferica e non e' certo colpa delle multinazionali e di coloro che girano in SUV.

Volete vedere una banconota da 100 miliardi di dollari?

http://www.southafrica.to/transport/Airlines/cheapest-flight-survey/2009/Zimbabwe-currency.jpg

Cosa ne dite di una da 5 trilioni?

http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcT_02HNt0HOI4of4TGW8RqBE-iQlk6YMzXHD8gkQ3UN91R3HxlaRw&t=1

Lo Zimbabwe e' solo un esempio, cosa ne dite del fatto che la Polio era stata quasi debellata, niente piu' poliomelitici da nessuna parte al mondo e invece ora ci sono nuovi episodi in Africa perche' alcuni in quel continente hanno paura che il vaccino sia invece un'espediente per poterli eliminare?

Non e' la fame che va eliminata, ma l'ignoranza e la superstizione, solo allora gli Africani non saranno piu' affamati.


Caro Beppe Grillo, ma non hai detto che bisogna essere non di destra o di sinistra, nè di centrodestra nè di centrosinistra o di un altro angolo del goniometro geopolitico, ma che bisogna stare al di sopra? Ma di cosa stiamo parlando? Di un NOVANTAQUATTRENNE MARXISTA? Ma cosa vuol dire!!! Basta, abbiamo già visto cosa hanno fatto i marxisti, i leninisti, i fascisti, i nazisti.
E' ORA DI FINIRLA! Parliamo di Onesta', di Etica, di fare le scelte politiche che danno un vantaggio per gli onesti e che hanno voglia di costruire un futuro migliore. Di questo abbiamo bisogno al di là, al di sopra di tutte le ideologie!
Cordiali saluti.

Fabio Cossettini 16.06.11 13:22| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi è Bisignani, l'uomo-ombra del governo di Redazione Contropiano

L'arresto di Luigi Bisignani rischia di aprire una falla gigantesca nel “cerchio stretto” dei collaboratori di Berlusconi. Un uomo che – senza ricoprire alcun incarico istituzionale ufficiale – avrebbe disposto di un ufficio a palazzo Chigi, sullo stesso piano e molto vicino allo studio di Gianni Letta. Ovvero dell'unico membro del governo abbia buona educazione e la delega ai servizi segreti. La seconda presuppone la prima, perché tra gente che gira armata (magari anche solo di registratori o telecamere nascoste) non è bene sproloquiare come un Brunetta o uno Stracquadanio qualsiasi.
Riportiamo qui sotto una serie di articoli importanti per inquadrare il personaggio e la sua “utilità sociale” dentro il sistema di potere attualmente al governo. Quel che ci interessa però sottolineare è il fatto che in ballo c'è esattamente il controllo politico sui servizi segreti. Un'inchiesta giudiziaria che entra in questo incrocio può subire molte sorti perché tocca nervi scoperti e movimenti indicibili. Non è la prima, non sarà l'ultima. Certo, che alcuni uomini-chiave in quell'incrocio siano imputati di maneggiare “atti coperti da segreto” mentre si occupano anche di “ricettazione di orologi Rolex”, sembra una fotografia tanto esatta quanto impietosa dell'attuale classe dirigente

ippolita zecca, genova Commentatore certificato 16.06.11 13:21| 
 |
Rispondi al commento

...purtroppo non ho potuto fare studi alti, anche se era la mia aspirazione...per cui so poco...
ma, quello che vedo da parecchi anni, comunque, è che NESSUNO dei politici che hanno transitato(ad eccezione di Berlinguer) e transitano in questo Paese...mi sembrano dei seguaci, dei cultori di questa o quella filosofia politica sociale, non dimostrano nessun credo, concetto, aspirazione che abbia minimamente a che fare con un ideale politico utile e giusto per far credere che hanno a cuore la società civile.
Al contrario, è invece evidente, chiarissimo, limpido ormai...quello che PERSEGUONO TUTTI...IN ASSOCIAZIONE...
Non faccio la LISTA degli "ideali che perseguono" perchè è troppo lunga e ormai credo che non esistano neanche TUTTI gli... AGGETTIVI APPROPRIATI!!!!!

...pur con la mia scarsa cultura e dal profondo del cuore...sento in pieno e rivendico...
LA CONOSCENZA E LA CONSAPEVOLEZZA DI SCHIFARLI E DI MALEDIRLI PER COME HANNO DISSANGUATO IL NOSTRO PAESE, IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI E DELLE GENERAZIONI FUTURE!!!

!!!VERGOGNATEVI!!!

anib roma Commentatore certificato 16.06.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brunetta ha suggerito un lavoro a chi lo cerca.
Andare a scaricare le cassette di frutta al mercato, bene cominciasse ad esrcitarsi perchè è tagliato proprio per quel lavoro e presto sarà obbligato a farlo.

garofano 16.06.11 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sentite questa:
Oggi a Roma si tiene una manifestazione nazionale contro l'usura e l'estorsione di Equitalia... giusto? SBAGLIATO!!!
Ci ha ha contattati la FederCons http://federcons.it/ (l'associazione che ha organizzato questa manifestazione) per chiederci a NOI del blog di "Pensare Liberi" di poter utilizzare il nostro materiale per diffondere la notizia visto che sia in TV che sulla rete non ne parla quasi NESSUNO.

Hanno chiamato NOI, così come quando chiamano Grillo all'estero per rispondere della mafia dell'Enel perchè i politici se ne sbattono! La cosa ci onora, ma non ci consola PER NIENTE!

La FederCons ci ha spiegato che la manifestazione NON E' CONTRO EQUITALIA... E' ANCHE CONTRO EQUITALIA, MA SOPRATTUTTO E' CONTRO IL SISTEMA BANCARIO INTERNAZIONALE!

E' una delle manifestazioni più coraggiose che si possano immaginare!

E voi qui a parlare di Brunetta e postate articoli sul debito pubblico BLA BLA BLA BLA! Questi cittadini oggi andranno in piazza anche per noi! E se la manifestazione non avrà l'esito che avrebbe dovuto avere (e che avrebbe avuto in Spagna, in Islanda e in Grecia) perchè anche la rete non ne parla e quindi il numero di partecipanti sarà troppo basso, non avremo più scuse in futuro, soprattutto voi grillini (capire il perchè del vezzeggiativo, grillucci sarebbe)

Guardate che anche il potersi lamentare è una conquista. Bisogna MERITARSELO!

CHE CAZZO VOLETE VOI DEL M5S, CHE CAZZO VUOLE GRILLO?! IL WIFI LIBERO? INTERNET PIU' VELOCE?!

CAZZO DITECELO, FACCIAMO UNA COLLETTA E VE LO DIAMO, MA VOI IN CAMBIO DI QUESTI GIOCATTOLI CI DATE UNA CAZZO DI MANO A DIVULGARE LE INFORMAZIONI E LE CONOSCENZE PER SUPPORTARE QUESTA CAZZO DI RIVOLUZIONE CHE STA ACCADENDO NEL MONDO???

DOPO OGNI GUERRA VIENE SEMPRE DISTRIBUITO AL POPOLO DEL TERRENO DA COLTIVARE... A VOI VI DIAMO IL WIMAX, COSI' VI POTETE AMMAZZARE DI PIPPE SU YOUTUBE!!!

NON AGGIUNGO ALTRO.... VADO A PRENDERE 3 MOMENT CHE HO UN MAL DI TESTA DELLA MADONNA...

Gianluca C., Savona Commentatore certificato 16.06.11 13:06| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ieri luigi ha postato un sottocommento:
Dissento dal tuo giudizio su Marx. Secondo me invece Marx oggi è attuale più che mai. Intanto tutti parlano di di C. Marx ma nessuno lo ha letto veramente, in poche parole, diceva che il capitalismo quando arriva alla saturazione distrugge tutto per ricominciare di nuovo la sua politica. Tu pensi che la crisi mondiale sia avvenuta per caso? Da dove è iniziata? DAgli USA.
Non è forse negli USA l'emblema del capitalismo?

°°°°°°°°°
Premetto di nuovo che sfido chiunque a dirmi che di C. Max ha letto tutto ed interpretato il suo pensiero.
E' come la Bibbia scritta da tanti ed interpretata solo per le proprie convenienze.
Se fosse vero quello che asserisci per il "Comunismo" non ci sarebbe speranza visto che il capitale si autodistrugge per poi ricominciare.
Penso che in Russia ,in Cina,Cuba e in Brasile il Comunismo vigente si stia avvicinando al Capitalismo piuttosto che a Max.
Infatti molti di loro si stanno già lamentando del nuovo che avanza: mafia,Capitali,Droga, ecc.. ecc.
Con questo non voglio dire di essere nella verità ma ritengo che in questo Blog si possa esprime e dibattere democraticamente senza prima doversi "lavare la bocca"

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 16.06.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento

caneliberonline.blogspot.com

giovedì 16 giugno 2011
E’ un killer uruguayano e si chiama Troccoli

mariano orrù 16.06.11 12:58| 
 |
Rispondi al commento

@Marcos Presti

"Scusa ma (Gelli) ....non vive a Villa Wanda in quel d'Arezzo ? Mica Svizzera!"

...

Bravo marcos...vedi che ci sei arrivato? Infatti SO BENISSIMO che vive TRANQUILLO a Villa Wanda proprio GRAZIE A QUELL'ESTRADIZIONE CHE LA SVIZZERA NON HA MAI CONCESSO...E DA LI HA CONTINUATO PER TUTTI QUESTI ANNI A TRAMARE...TRAMARE...TRAMARE...

Ti risulta che qualcuno abbia fatto la voce grossa con la SVIZZERA dall'Italia?? Sia da Destra che da Sinistra?

D'altrone a un PROTETTO COSI' IN ALTO e pure INSIGNITO DI ALTE ONORIFICENZE DAL VATICANO CHE COSA GLI SI PUO' FARE?

MICA E' UN TERRORISTA QUALUNQUE COME BATTISTI.
GELLI E' UN SUPERTERRORISTA...E MOLTI 'SUPER DELINQUENTI IN iTALIA SONO ANCORA INTOCCABILI.


Dino Colombo Commentatore certificato 16.06.11 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

seppur lentamente ci stiamo avvicinando in un mondo in cui nessuno potrà primeggiare sull'altro o sugli altri, in cui nessuno per nessuno se non per se stesso avrà poteri esclusivi di visibilità, di gestione, di programmazione, di meriti....
nessuno per nessuno se non per se stesso sarà più autore, personaggio, rappresentante
nessuno per nessuno se non per se stesso sarà più rilevante, decisivo, eroico
nessuno per nessuno se non per se stesso sarà più responsabile, ricattabile, imputabile
il lavoro individuale non sarà più un dovere o un diritto ma un'ispirazione collettiva
i reali bisogni comuni saranno soddisfatti senza soffrire e verranno rispettati.



Premesso che Hobsbawm ha capito il marxismo solo grossolanamente e confusamente, lo ha capito tuttavia immensamente meglio di chi ha posto la domanda iniziale : 'il marxismo è un FENOMENO POST IDEOLOGICO? ' (?!)
'fenomeno post ideologico' non significa un cazzo, tanto è vero che il buon Hobsbawm, che ha un livello di ignoranza del marxismo decisamente inferiore,
per educazione, si limita a rispondere (gentilmente): ''Veramente io non uso la parola "fenomeno post ideologico" per descrivere il marxismo''...


Ma vediamo l'affermazione principale del filosofo:

''Il maggior vantaggio del marxismo è che vede il capitalismo come un sistema che genera periodicamente in sé stesso delle vere e proprie contraddizioni interne che portano a vari tipi di crisi. Queste crisi devono comunque essere superate tramite una trasformazione di base o qualche altro minore sistema di modifica. Ed è proprio per questa discontinuità, per questo presupposto, che il capitalismo opera non come un sistema che è tendenzialmente auto stabilizzante ma come uno che è invece costantemente instabile e che quindi infine richiede una trasformazione più importante. Ciò è l’elemento principale del marxismo che sopravvive comunque.''


Ma questo fatto, che è certamente vero, non può essere veramente afferrato senza afferrare l'OGGETTO della discussione. PERCHE' il capitalismo è instabile? Perchè Marx afferma questo? Marx lo afferma perchè mostra due fatti 1) la caduta tendenziale del saggio di profitto
2) la contraddizione fra proprietà privata dei mezzi di produzione e sviluppo (ulteriore) delle forze produttive.

Se non fosse vero 1) e 2) allora l'affermazione iniziale rimarrebbe appesa nel vuoto...
Non si può credere nella prima senza aver prima compreso 1) e 2).
Ma se si comprende 1) e 2), allora la 'trasformazione' NON E' una trasformazione qualsiasi, è una certa ben precisa e determinata trasformazione (cosiddetto: 'socialismo').

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 16.06.11 12:44| 
 
  • Currently 2.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=Eacf3Lep3O8&NR=1&feature=fvwp

R00B Z4R4THUSTR4 Commentatore certificato 16.06.11 12:43| 
 |
Rispondi al commento

IL MARXISMO OGGI.

Manca sempre un unico e basilare dettaglio.

L'ONESTA'.

Qualunque cosa,qualunque pensiero,qualunque ideologia,anche la migliore,non va da nessuna parte senza l'onestà!

Chiacchiere,chiacchiere e solo chiacchiere!

Tutti fenomeni del teorico,nessuno che sia in grado di mettere per iscritto qualcosa di puramente "pratico",fattibile e realizzabile all'istante!

POCHE COSE E PIU' CONRETE,PER ME QUESTA E' L'UNICA RICETTA PER UN BUON INIZIO.

Privilegiare e sostenere l'onestà delle persone,unico ed indispensabile requisito per una vita migliore!

A chiacchiere anche i nostri partiti promettono mari e monti ed un benessere per tutti,quello che manca è l'onestà di fare ciò che si dice.

Pure mi nonno diceva che er monno stava a annà a scatafascio!

E prima de lui 'na cifra de gente!!!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

ONESTA'!!!

Onestamente dovrebbero esse tutti carcerati,con la restituzione der malloppo,fino ai parenti!

VOGLIO INDIETRO IL MALTOLTO,NUN ME BASTA CHE VADANO A CASA,ARIVOJO LI SORDI!!!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 12:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualsiasi scelta, o decisione, o azione che ogni singolo individuo, ogni famiglia, ogni popolo assume nasce da dei principi ben radicati nella psiche umana che poi chiamiamo nei modi più svariati : fratellanza, uguaglianza, bene comune, stato pubblico, ecc.
Principi che ci accumunano tutti e che ci sfiorano tutti, nessuno escluso, anche il soggetto più spietato e più crudele di questo mondo ha manifestato in alcuni momenti ragionevolezza e buonsenso in contrapposizione alle sue malefatte di una vita.

io credo che oggi in qualsiasi nostro "vivere popolare" dietro ci sia un pricipio che ci accumuna tutti e dell'unico principio, l'unica ideologia comune che ci può salvaguardare e ci può mantenere sereni e pacifici.

..anche berlusconi inconsciamente con la parola libertà ha estirpato una di quelle parole per richiamare quell'unica ideologia popolare possibile che ci appartiene tutti, forse berlusconi ha scelto la parola più brutta perchè la libertà non esiste, esistono invece i limiti che dovremmo tutti rispettare, il problema è che poi dopo tutto ciò non si applica nei fatti perchè le leggi a favore di pochi vanno contro il pricipio stesso.,.

,...inevitabilmete chi prende potere si fa portavoce di quell'unica ideologia possibile, ciò non significa che quell'ideologia venga posta in primo piano...

...noi popolo pur con poche risorse ci stiamo già
autogovernando giorno per giorno incosciamente o meno, i tempi li stabisce il rapporto tra chi dice di rappresentare e chi non si sente rappresentato....
ma la direzione è quella: verso la democrazia popolare diretta
...ovviamente ognuno dentro i suoi limiti

un disoccupato qualunque


Riprenderemo la nostra dignità di cittadini
Riavremo la nostra sovranità nazionale
Sconfiggeremo la mafia
Usciremo dalla crisi economica
quando:
1-Manderemo via Letta
2-Aboliremo il concordato
3-Usciremo dalla NATO
4-Aboliremo tutte le logge segrete o meno.

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 16.06.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

FANCULO ai finti verdi che si oppongono alle pale eoliche...
FANCULO ai finti verdi che si oppongono alla creazione di pannelli solari...
...Dicendo che deturpano il paesaggio!

Vorrei che se qualcuno di questi "verdi" leggesse questo commento mi rispondesse sinceramente..:
è meglio avere un po di pale eoliche (che personalmente trovo rilassanti) e dei pannelli solari...
O è meglio avere una bella centrale nucleare/a carbone con le sue alte ciminiere fumanti? che inquina, causa cancri, leucemie, tumori e alla minima scossetta possono verificarsi falle?
vogliamo anche discutere del bersaglio terroristico che una centrale nucleare rappresenterebbe?
Niente non si può scegliere. Ci serve energia.

PS: Beppe, tornando a Max... io credo che ormai certi concetti politici sono superati al pari della nostra casta politica.
Il potere va al cittadino, e il cittadino farà il suo bene.
L'hai detto te, anzi ce l'hai ricordato: il popolo è sovrano! il popolo è l'unico legittimato a decidere per il suo futuro e per il suo territorio!

Beppe trova il modo, anche chiedendo contributi (per questa cosa io parteciperei volentierissimo) e porta il voto on-line con un sistema criptato in maniera che nessuno possa metterci le mani sopra e sbalzare i risultati!
Dobbiamo adattarci all'italiano che non ha voglia di uscire di casa, inoltre il voto informatico sarebbe un GRANDISSIMO PASSO AVANTI per la terra del Digitale Terrestre (Ahahaha).
Beppe pensaci... devi dirle te queste cose sennò per i nostri """"""onorevoli""""" (da notare il n. di ") politici saremmo ancora tutti con macchine da scrivere con carta a carbone!

Bonati Alessandro (), Albenga Commentatore certificato 16.06.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Marx ?
Una persona che definire grande pensatore significa avere seri problemi morali.
Marx è uno che dopo la sua morte si è dovuto confrontare con il termine ARDERE !!!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

ENERGIA RINNOVABILE

Volevo solo divulgare una cosa: da molti (se non tutti) ingegneri del settore, il miglior sistema per l'energia pulita/rinnovabile è quello eolico.
Molto meglio del solare.
Anch'io non pensavo.
Molti però parlano di estetica.
A parte che a me non dispiacciono.
Cmq si tratta di fare delle scelte sul futuro.

Io appoggio l'eolico.

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.06.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fischer...smettila di riportarci gli articoli di Libero...non sei altro buono che copiare la merda!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 16.06.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ma invece di parlarci di quel cadavere di Marx perché non parli un po' di cosa fare ora che abbiamo vinto il referendum?
Organizza manifestazioni per portare la gente a urlare al governo di investire sulla creazione di pale eoliche/pannelli solari etc! perché sennò restiamo col carbone che INQUINA MOLTO DI PIU' del nucleare!
Per Marx dovevi fare un minipost. Ci sono problemi ben più urgenti ora che te e quelli del M5S (anche) dovete spronarci ad affrontare!
Beppe io non sono di quelli che ti accusano di essere miliardario, ed è giusto che tu sfrutti il LIBERO MERCATO per finanziarti e portare il pane in tavola. Ma devo dire la verità... ti stai commercializzando un po troppo...
Il blog non ha più lo spirito combattivo e ribelle che aveva nei primi giorni di vita (come avevi detto in tuo spettacolo di aver fatto un blog vi ero corso SUBITO a iscrivermi).

Beppe se ora non lottiamo per le rinnovabili saremo punto e a capo! abbiamo fermato il nucleare per ripicca contro lo psiconano... o magari anche per avere energia più pulita?
Comunicaci una data, chiama quelli dei Meetup, del M5S e organizzate LA PIU' GRANDE MANIFESTAZIONE PRO RINNOVABILI della nostra dannata storia di italiani (dis)uniti!
Confidiamo in te Beppe perché sei un comico. A te ti diamo retta! sei l'unico in grado di smuovere 350.000 persone in un giorno con il solo potere della rete! ora è di nuovo il momento di dimostrare al *MONDO* questa tua facoltà!

Bonati Alessandro (), Albenga Commentatore certificato 16.06.11 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di ricollegarmi al post di Gianluca. Savona e al suo commento su Equitalia.
Giusto farlo girare.

a locale a nazionale, la protesta anti-Equitalia comincia a fare la voce grossa.
Dopo gli assalti alle sedi avvenute il 16 maggio scorso (e non solo) in alcune città italiane nella giornata dello sciopero generale e dopo le mobilitazioni in terra di Sardegna convogliate nell’appuntamento regionale di Cagliari il 12 maggio scorso, oggi per la prima volta imprese e cittadini sfileranno insieme a Roma per protestare contro gli abusi e le illegittimità compiute dalla società di riscossione.
L’appuntamento è fissato per le ore16 a Piazza della Repubblica per un corteo che terminerà in Piazza del Popolo.
Un protesta montata sul web
“No al pignoramento degli stipendi”

Non solo mal di pancia però, visto che oltre alla denuncia dell’azione vessatoria di Equitalia la protesta di domani si prefigge un preciso obiettivo politico, con una richiesta da recapitare alla persona del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti.
La piazza chiede, infatti, al governo e al Parlamento il ritiro dell’art. 29 del decreto Legge 78, con il quale dal 1° luglio “Equitalia potrà pignorarci stipendio, casa e risparmi entro 60 giorni da una semplice notifica, senza nemmeno avvisarci”.
Un basta dunque che non chiede né condoni né moratorie, ma arriva con delle proposte di modifica in particolare sul calcolo delle sanzioni e del meccanismo di aggi e interessi.


Ce' anche un video interessante:

http://pensareliberi.com/2011/06/16/no-agli-usurai-oggi-a-roma-contro-equitalia-spa-e-le-banche/

Link precedentemente postato da Gianluca.Savona

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 16.06.11 11:45| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

GIANNI LETTA:
-Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Piano (Città del Vaticano).
-Papa Benedetto XVI lo ha insignito della alta carica di GETILUOMO DI SUA SANTITA' nel 2008.

Come volevasi dimostrare:Tutta la feccia politica conduce SEMPRE e SOLO in Vaticano, il VERO centro del CRIMINE dell'Italia!

Gherardo M 16.06.11 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori