Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il Paese delle ecomafie


Gianni_Lannes.jpg
"Il business delle ecomafie in Italia vale 20 miliardi di euro all'anno. Il business dei rifiuti si muove in tutta la nazione e tocca ogni regione. Le indagini risalgono agli anni 90. La Campania è stata la pattumiera degli scarti industriali del settentrione ma non è solo questo. Anche Piemonte e Lombardia sono vittime delle ecomafie,l a Toscana, l'Emilia Romagna, le Marche, la Puglia. Milioni di tonnellate di rifiuti viaggiano da nord a sud e viceversa:ci sono siti specializzati in false bolle, specialmente al centro; i camion vengono ricaricati delle stesse schifezze che dovrebbero essere smaltite, il percolato è disperso nelle campagne e si contaminano migliaia di ettari di terre che vengono adibite a discariche, ma che in realtà non lo sono. Un esempio: le ceneri di Acerra vengono smaltite al nord, gli stessi camion non vengono ripuliti e caricati di mangime per animali che vanno al sud. Il risultato? Nessuno lo sa. Solo in questi giorni si sta facendo un'indagine dei Nas per l'incidenza dei tumori in Campania che, guarda caso, è uguale a quella in Lombardia e in Puglia anche se si tratta di cancri diversi, ma comunque i valori distaccano di gran lunga quelli delle altre regioni. Lo studio è partito 20 anni fa ma gli Italiani non si accorgono di niente. Dov'erano gli organi preposti al controllo? Nas, Carabinieri, Polizia, Arpac, le associazioni mediche, gli enti e i milioni di dipendenti pubblici che dovevano vegliare sul loro popolo mentre industriali e faccendieri mafiosi con una politica assente o collusa si spartivano enormi proventi sulla pelle degli Italiani? Si accusa Gheddafi o Assad perchè bombardano i loro popoli e non la catena delle ecomafie che ha fatto più morti delle guerre. Propongo una legge che equipari questa gente ai criminali di guerra." bruno pirozzi, napoli

7 Giu 2011, 19:11 | Scrivi | Commenti (13) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

hai scritto bene !!!milioni di italici tra forestali,vigili,polizia,esercito,carabinieri,pubblici,ufficiali,sindaci,assessori,segretari,ministri, che non vedono non sentono non parlano , ma riscuotoni lo stipendio a fine mese !!!!!!! TTUTTTI COMPLICI DI QUESTO STATO DI COSE, E CON IL LORO VOTO DETERMINANO IL DESTINO DEL PAESE !!!!
IO AGLI STATALI GLI TAGLIEREI LE PALLE !!!!!

tina ghigliot 09.06.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento

dove erano?? a togliere il ristorante a zio tom,xkè una volta qualche topo si era intrufolato in cucina, a fare arrestare uno infondo alla strada che vendeva cassette di fragole(che lui stesso si era coltivato in giardino) per 2 euro.. dove era chi doveva controllare?? a controllare chi meno aveva da perdere.. perchè almeno quelli non li ammazzano!! loro chi deve controllare.. che controllano si!! ma stranamente tutti quelli che sono stati controllati che erano dei poveracci spesso non avevano altro che quello.. sono stati arrestati e denunciati per mafia.. perchè poi dovevano andare da alessio vinci a dire: abbiamo arrestato i mafiosi!! e tutto il pubblico compiaciuto ad applaudire.. mentre i veri mafiosi stavano versando in mare migliaia di tonnellate di rifiuti (in campania)lo prova il fatto che qui non c'è 1m di costa aperto ai bagnanti.. disperdendo nelle campagne dove vengono coltivate le fragole che finiscono sugli scaffali delle grandi multinazionali.. a scaricare i loro camino pieni di schifezze sul vesuvio.. dove erano??? erano!! o forse non lo sono mai stati..

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 08.06.11 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Condivido!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/07/ecomafie-serve-una-normativa-urgente-nei-dati-ufficiali-i-veleni-nemmeno-esistono/116538/

anib roma Commentatore certificato 08.06.11 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Condivido!


Ecomafie, “Serve una normativa urgente
Nei dati ufficiali i veleni nemmeno esistono”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/07/ecomafie-serve-una-normativa-urgente-nei-dati-ufficiali-i-veleni-nemmeno-esistono/116538/

anib roma Commentatore certificato 08.06.11 15:23| 
 |
Rispondi al commento

CI VUOLE UNA LEGGE CHE STABILISCA IL REATO DI DEVASTAZIONE AMBIENTALE E DI STRAGE QUANDO PER ACCUMULARE PROFITTI ILLECITI SI PROVOCANO MORTI E MALATTIE

laura l. 08.06.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

chi inquina uccide. perchè non vengono perseguiti penalmente? facciamo una proposta di legge?

nicola fallacara 08.06.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento

propongo di togliere il diritto al voto.un nativo italiano riserva veneta.

enomiss 08.06.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento

anchio sono d'accordo su una legge così,anzi io proporrei come pena minima per chi traffica illecitamente in rifiuti(come ha fatto il biomassaro scotti)30 anni di carcere e l'esproprio dei beni suoi e anche dei suoi familiari a titolo di risarcimento e per le spese di bonifica.

la cosa + schifosa è che il ministero dell'ambiente,attraverso l'ispra,certifica che non c'è nessun traffico illecito di rifiuti;non hanno neanche la faccia di ammettere che esiste -(come si faceva per la mafia).li dobbiamo cacciare tutti al calci in culo.

marco 08.06.11 10:18| 
 |
Rispondi al commento

4 commenti e con questo 5... ecco la vera pasta di cui son fatti gli italiani.
NON
GLIENE
FREGA
NIENTE
A
NESSUNO
Ed ecco perche' anche' al referendum NON raggiungeremo il Quorum...
tanto da qua se ne vanno tutti, da qua se ne vanno tutti, non te ne accorgi ma da qua qua se ne va vanno tutti...

ale g 08.06.11 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Il disprezzo della natura e delle vite umane fa si che le leggi sia durissime. Questi reati iustamente dovrebbero essere equiparabili ai crimini contro l'umanità. Lasciare che migliaia di ettari di ambiente e milioni di cittadini siano violentati è senza senso.

saverio pontonio 08.06.11 00:32| 
 |
Rispondi al commento

che cosa c'è di ECO nella mafia qualcuno me lo deve spiegare, chiamiamo questi schifosi con il loro nome: MAFIA DEI RIFIUTI

cristiano 08.06.11 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo anch'io su questa proposta di legge. Purtroppo non trovo le parole per commentare questi disastri ecologici che provocheranno la distruzione della flora, della fauna e della specie umana. Mi rattrista molto doverlo dire, ma credo che l'uomo abbia già cominciato la sua autoestinzione.

maria c., perugia Commentatore certificato 07.06.11 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo su questa legge, e spaventata dalla incapacità della nostra classe dirigente.

Laura Litti, Arezzo Commentatore certificato 07.06.11 19:20| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori