Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La 'ndrangheta è politica



Caselli_ndrangheta.jpg

Voglio Gian Carlo Caselli prossimo ministro della Giustizia!
" 'Ndrangheta in Piemonte, Caselli: “Le cosche operano in modo quasi autonomo”.
Grazie di cuore Procuratore Caselli. Grazie nonostante il ministro Maroni che non vi dà i mezzi e nemmeno la benzina. Grazie nonostante il ministro Alfano che è impegnato a fare leggi su misura per tessera 1816 depotenziando il lavoro della magistratura e che lascia i Tribunali e le Procure senza personale amministrativo. Grazie nonostante la Lega Nord che appoggia 1816 e tutte le sue leggi vergogna. Grazie nonostante tessera 1816 vi insulta tutti i giorni (mai sentito le stesse offese verso la mafia, la camorra e la 'Ndrangheta) e fa approvare leggi che depotenziano l'ordine giudiziario. Grazie a tutti quei magistrati che lavorano e non archiviano appena vedono il nome di un politico o potente di turno. GRAZIE MAGISTRATURA. Au revoir". Francois Marie Arouet, Roma

9 Giu 2011, 23:59 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A Desio (Monza/Brianza) dove abito, il comune è stato commissariato per 'ndrangheta nel 2010. Votai m5s. Al ballottaggio vinse Corti, l'attuale Sindaco PD. Abito in questo comune da 20 anni: tra Comunione e Fatturazione e mafia/'ndrangheta, sembrava proprio di vivere nel Medioevo. L'ex sindaco coinvolto, Mariani, è morto qualche settimana fa. Che brutta storia!

Brunilde Benetazzo 11.03.13 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Vanno soprattutto ringraziate le Forze dell'Ordine, ovvero la Polizia Giudiziaria che in silenzio, senza alcun clamore, dietro a qualsiasi tipo di riflettore, con grade ed inimmaginabile sacrificio conducono "sulla strada" le indagini: ore ed ore di intercettazioni, pedinamenti, osservazioni, accertamenti, controlli, perquisizioni, sequestri, sino alla refertazione delle fonti di prova, poi consegnata al magistrato che sulla base di ciò esercita l'azione penale. Chissà perché tutti dimenticano ciò. Ecco, il lavoro del magistrato (che spesso ricorre alle televisioni) va si ricordato, tenendo tuttavia sempre conto di ciò che ruota dietro ad ogni successo investigativo.
Occorre anche aggiungere che successivamente la Polizia Giudiziaria va anche nelle aule dei Tribunali a rendere testimonianza.

Giambattista Di Martino, Roma Commentatore certificato 11.03.13 18:07| 
 |
Rispondi al commento

brrr

giuliana todaro 11.03.13 17:55| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno a tutti e innanzi a tutto buon lavoro a tutti; io sono una guardia particolare giurata insieme ai colleghi abbiamo scritto e-mail a Maroni
e ad altri esponenti politici che ci hanno rappresentato fino ad oggi noi siamo veramente stufi di essere trattati come carne da macello con tutto quello che facciamo in campo tutti i giorni cioe'rischiare la vita minuto per minuto siamo l'unico corpo ancora senza un contratto,senza una qualifica,senza tutela nonostante la comunita' europea abbia fatto anche delle multe salatissime al nostro stato,ma ancora a nessuno interessa nulla; la mafia che c'e'nel sistema e'ancora piu' forte io spero che qualcuno si metta una mano sulla coscienza e pensi che anche noi siamo uomini e non animali da macello; quello che ci da piu' fastidio e' che tutti sanno ma nessuno dice nulla allora ci chiediamo ma se noi dobbiamo rappresentare la legalita' in Italia la legalita' e' fatta in questa maniera? grazie a nome di tutte le "G.P.G." d'ITALIA.

andrea boco 11.03.13 16:29| 
 |
Rispondi al commento


In breve la vera storia della spogliazione - illecita - dei diritti economici e
sindacali della FEDERBANCARI, perpetrata
utilizzando l'illegittimo comportamento, come giuridicamente accertato, della
CONFSAL - Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori di Roma e della FASIB -
Federazione Autonoma Sindacati Italiani Bancari attraverso plurime
azioni, tutte, che nel corso di quasi trenta
lunghi anni - dal 1984 ad oggi - hanno prodotto l'impossibilità per l'OCCRE e per la
Federbancari di contribuire nel modo migliore ad un effettivo progresso
economico-sociale del nostro del paese e della difesa della dignità e delle
condizioni di lavoro dei bancari italiani.


*************


Se ce lo avessero raccontato, non ci avremmo creduto!


I diritti contrattuali e sindacali dei lavoratori, - trecentomila i bancari italiani - decine di dirigenti sindacali aziendali,
provinciali, nazionali presenti ed operanti nelle maggiori banche del Paese,
svaniti,

dalla sera alla mattina, in piena notte.

Era il 4 Ottobre 1984.

La notte, si sa, è dei ladri.


Per "rapinare" l'O.C.CRE. - Organizzazione Cristiana Credito - e la FEDERBANCARI di tutti i loro tesori, i tesori dei lavoratori bancari conquistati con anni - dal 1979 al 1984 - di lotte nei Tribunali italiani!!

Tutti.
Sparita addirittura un'intera federazione nazionale di sindacati di lavoratori
di ogni ordine e grado, dai commessi ai funzionari.

E spariti i sindacati ad essa aderenti: OCCRE e SIAB (Sindacato Italiano Autonomo Bancari, di Napoli).


Arroganti e spavaldi i "leoni" che sbranarono la FEDERBANCARI, firmando

- ASSICREDITO - CONFSAL E FASIB, in sede Assicredito su carta intestata della Confsal -

la lettera allegata come documento n. 15 al ricorso inoltrato in Tribunale a Torino
per il seguito: http://www.occre-organizzazionecristianacredito-croce.com/

Ignazio B., Pessinetto Commentatore certificato 11.03.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento

io penso che basti attivare la costituzione IItaliana e tutto funzionerà per il verso giusto non contro il ..tempo.............

pasquale gravante 11.03.13 02:32| 
 |
Rispondi al commento

Le organizzazioni a delinquere di stampo mafioso e i politici, da tempo immemorabile, vivono in simbiosi.
Mi piacerebbe tanto che un vento nuovo e impetuoso spazzasse via questa insana tresca che ha ammorbato la vita delle persone e la democrazia.
La nostra, da sempre, è stata una democrazia appestata dal malaffare e dalla tresca politico-mafiosa.
Il voto dei cittadini non è mai stato personale, né uguale, né libero, né segreto, come vuole la Carta costituzionale.
Gli elettori sono stati sempre manovrati e plagiati con la promessa di un qualcosa che (quasi sempre) non è mai arrivato. In passato, gli uomini che sono scesi in politica hanno fatto questa scelta per risolvere i loro problemi personali e dei loro amici, e per l’arricchimento personale in combutta con le organizzazioni a delinquere di stampo mafioso.
La insana politica ha inevitabilmente portato allo sfascio e al declino questo Paese.
Adesso, per il bene di tutti, è necessario salvare l’Italia costringendo i politici, che hanno causato lo sfascio e il disastro, a fare le Riforme necessarie allo sviluppo e alla crescita dei posti di lavoro. Questo compito è stato affidato dai cittadini ai Deputati e Senatori del M5S. I rappresentanti del M5S devono, pertanto, costringere il governo, se vuole il loro voto di fiducia, a stilare un programma di lavoro che si sovrapponga (perfettamente) al loro programma elettorale. La gravissima situazione economica e sociale in cui versa l’Italia, non consente altra oluzione, che non sia la fiducia al governo guidato dalla personalità (chiunque essa sia) che indicherà il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. I cittadini che hanno dato al M5S oltre il 25% dei consensi, ne saranno contenti, se il Movimento darà governabilità all’Italia. Anch’io, che ho voato Pd, ne sarò contento.

Aldo Rabbiati 10.03.13 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Quando parliamo di finanziamento pubblico, e quindi dei soldi che le sanguisughe dei partiti ci hanno spillato in questi anni, non dobbiamo dimenticare che oltre ai detti finanziamenti (assolutamente da abrogare) a dicembre 2011 si sono regalati, con la ”LEGGE MANCIA”, in un momento di grande difficoltà economica della Nazione, la bellezza di 150 milioni di euro.
La legge è stata proposta dalla lega e votata all’unanimità. Perché non se ne parla mai?.. Non dimentichiamocela visto che è stata una vera VERGOGNA.

vittorio ferrari, aosta Commentatore certificato 10.03.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Dot. Caselli Io credo e ho tutti i presupposti per averne. I grandi lavori servono solo ad attività criminose,La TAV non serve agli Italiani ne ai val'Susini, ma solo agli interessi occulti,di qualche politico colluso. Sarebbe bene chi ha potere di verificare,faccia il proprio dovere,riportando l'egalità in questo paese,martoriato dalla corruzione

Alfonso Testa, Zelo Buon Persico Commentatore certificato 10.03.13 22:11| 
 |
Rispondi al commento

E' il solito schifo.
Chi arriva a mettere il sederino sulle poltrone dei bottoni o si adegua al sistema corrotto o e' fuori.
Ricordate Falcone e Borsellino saltati in aria perche' arrivati troppo vicino alla verita' di stato.
LA MAFIA E IL NOSTRO STATO AD OGGI SONO LA STESSA COSA.
Questo movimento puo' fare veramente qualcosa per cambiare le sorti del paese.
Mica faranno fuori 8 milioni di elettori....

Giacomo Pellegrini , Pesaro Commentatore certificato 10.03.13 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io nn so quale personana è piu adatta come ministro ma so che chiunque esso ha l obbligo di bloccare la prescrizione o per lo meno farla come in francia dove la prescrizione l adottano ma solo fino a quando nn inizia un procedimento cosi finira questo schifo dove i potenti e ricchi fanno allungare sti processi

silvio bonacci, decollatura Commentatore certificato 10.03.13 20:33| 
 |
Rispondi al commento

non so se Caselli è adatto allo giustizia, prima però bisogna avere un mandato, io mi chiedo perchè Bersani non è Grillo, dico per dire forse è perchè Caselli non è Mastella, però sul serio bisogna chiedere perchè Bersani non è Grillo, e io dico se è facile smascherare quel delinquente di Berlusconi sarà difficile smarcherare un sinistroide come Bersani, ecco perchè Bersani non è Grillo uno viene da questo mondo creato e l'altro viene dal mondo vissuto, uno vive nell'economia di Monti e il suo universo e l'altro è come Ghandi ha a cuore mio figlio che è dovuto emigrare per vivere.

hesham almolla, cosenza Commentatore certificato 10.03.13 19:44| 
 |
Rispondi al commento

C'E' POCO DA SPERARE IN QUESTA GIUSTIZIA! QUANDO LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE DENUNCE VENGONO ARCHIVIATE, LA VITTIMA DIVENTA VITTIMA DUE VOLTE E PER SEMPRE ! E quelle pochissime denunce che vanno avanti proprio perchè sono documentatissime, ebbene...si riesce molte volte a... farle andare in prescrizione!
Il GIUDICI dovrebbero rispondere come tutti per il lavoro che NON FANNO BENE: chi li controlla? IL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA? NE SIETE CONVINTI ? sembra proprio CHE NON CI SIA NESSUNO a far pagare chi sbaglia. NON RISULTA CHE CI SIA MAI STATO - SALVO ERRORE - NEMMENO UN GIUDICE CONDANNATO A PAGERE PER I SUOI DICIAMO ERRORI ! Altro che indipendenza della magistratura: ogni giudice è IMPERATORE del suo fascicolo ed è pressochè impossibile ottenere giustizia vera in questo nostro paese.

Ignazio B., Pessinetto Commentatore certificato 10.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bonjour,una delle prime cose che dovrebbero fare i deputati e i senatori del Movimento è di chiedere l'abolizione del segreto di stato.

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 10.03.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bpnjour, anche io vorrei Gian Carlo Caselli Ministro della Giustizia. Grazie

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 10.03.13 15:59| 
 |
Rispondi al commento

G R A Z I E !!

Stefano 10.03.13 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Ad integrazione delle indagini della Procura,
volevo segnalare che molti dipendenti del Comune di Torino sono originarii delle 2 Regioni schife
d'Italia(Calabria e Sicilia)e che molti di questi
risultano essere legati in qualche modo alle
rispettive organizzazioni criminali.
Quello che pero' è curioso è che la stragrande
maggioranza di questi sono iscritti Cisl-Uil ed ai
partiti derivati dall'ex pentapartito di Mani Pulite memoria !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

luca strambini 11.06.11 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

ma CASELLI non è quello che "insegna" alla SCUOLA POLITICA del PD????

Marco Rosso 10.06.11 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si suol dire:IL PIù PULITO HA LA ROGNA!!!!!Grande detto......!Nell'inchiesta di torino,mai avrei pensato ad una persona,fosse dentro le n'andrine.Che schifo!!!!ITALIANMAFIASTYLE,non cambiamo proprio!SPAGHETTI-MAFIA-BUNGABUNGA;è proprio la VERITà.Quando ce lo dicono non facciamo gli OFFESI e i PIANGINA;ahimè l'Italia è così!!!!!LIBERTàààààà

alberto pepe, torino Commentatore certificato 10.06.11 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io a 45 anni sto per emigrare in Australia, mi sono stufato di vedere i criminali non al Parlamento ma al governo.
Fortuna che ormai pure gli elettori della Lega si sono accorti che Bossi dopo l'ictus è finito nelle mani di un gruppo di faccendieri capeggiato dalla moglie sicula, che come dimostrano le attenzioni per il Trota, "tiene Famiglia"...

Mario Genovesi 10.06.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Caselli bisognerebbe fare un monumento.
Invece abbiamo al governo una banda di delinquenti mafiosi.
Lurida Italia mi fai schifo per aver delegato questi criminali a distruggerti.

Paolo Hidalgo Commentatore certificato 10.06.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,con tutto il rispetto, ma Ministro io ci voglio un giovane..
Lui potrebbe lavorare per FORMULARE UNA VERA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA
Altrimenti siamo alle solite..

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 10.06.11 09:44| 
 |
Rispondi al commento

grazie.

al casula, cagliari Commentatore certificato 10.06.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Grazie sig. Castelli.....e grazie anche da parte di un coraggioso ragazzo di nome Gattì, scomparso in circostanze a dir poco misteriose......

tina ghigliot 10.06.11 06:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guarda che la magistratura non è solo quella minoranza che, come Caselli, fa lustro alla patria. La maggioranza dei giudici sono mele marce che prima mangiavano bustarelle insieme al sistema legale (consulenti, avvocati, ecc..), ed oggi indagano e perseguitano chiunque per imporre la legge dell'anm contro la Costituzione.
Per loro disapplicare le norme in udienza è giochetto da ragazzi, interpretando contro l'etica e la morale, e contro gli interessi della popolazione. Non fanno (e molti non sanno fare) il propiro lavoro, e non meritano fiducia: se sono puliti, si facciano processare con gli stessi teoremi demenziali che applicano agli sventurati che capitano nelle loro mani.
(ndr.: nei tribunali dei minori le magistrate si vendono i figli degli stessi italiani con giochetti cartacei ... chi vuole capire .. sennò è duro di testa)

giosinoi 10.06.11 02:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori