Un tunnel inutile di 22 miliardi - Marco Ponti

Un tunnel inutile di 22 miliardi
(06:00)
valle-contro-potere


business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Al minimo dubbio non c'è alcun dubbio, come disse Robert De Niro in un suo celebre film. E allora, se non esiste UN SOLO motivo per realizzare la TAV in val di Susa, non economico - costerà 22 miliardi a fronte di benefici inesistenti, non ambientale - distruggerà una valle, non per il traffico merci - in continua discesa da 10 anni sulla tratta attuale, ALLORA a cosa serve? Perché le procure non indagano sullo sperpero di soldi pubblici? E' ammissibile che mentre siamo sull'abisso del default e Tremorti vara una manovra da 47 miliardi di tagli e tasse vengano divorati 22 miliardi di euro (NOSTRI cari pennitavvendoli, non della UE) ? Questa mostruosa e improbabile opera dovrebbe finire tra vent'anni, ma cos'è ci state prendendo per il culo e pretendete pure che vi crediamo?
Oggi il professor Marco Ponti, uno dei pochi che si è esposto per i valsusini, ci spiega perché la Tav è inutile. Aspettiamo con ansia la voce dei totem del Paese, da Mario Monti, a Luca Cordero di Montezemolo, a Mario Draghi, sempre assenti, sempre silenti.

Intervista a Marco Ponti, professore Politecnico di Milano

Marco Ponti - Mi chiamo Marco Ponti e sono Professore ordinario di economia dei trasporti al Politecnico di Milano.
Blog - La TAV in Val di Susa è necessaria per i trasporti tra Italia Francia ?
Marco Ponti - Quella linea sembrerebbe non indispensabile, sicuramente avrebbe una priorità molto bassa rispetto a altri interventi perché i costi sono elevatissimi e il traffico, sempre stando alle cifre ufficiali, molto modesto, tra i traffici più modesti di tutti i valichi italiani delle Alpi.
Blog - Quali i costi e quali i benifici di questa opera?
Marco Ponti - I costi previsti ufficialmente sono per tutta la linea, non solo il tunnel di base 22 miliardi di Euro, ma di solito queste previsioni si dimostrano inferiori ai costi reali, il caso dell’alta velocità italiana è costata tre volte tanto quello previsto, i benefici per i passeggeri sono rilevanti, ma in questo caso i passeggeri previsti sono pochissimi, la linea quindi dovrebbe essere essenzialmente per il traffico merci, ma il traffico merci attualmente è di tre milioni di tonnellate all’anno e stava declinando già nei 10 anni passati, è una relazione che sembra avere scarse prospettive di crescita, perché poi avrà anche la concorrenza del nuovo tunnel del Gottardo svizzero che va grossomodo nella stessa direzione, sembra difficile che il traffico saturi la linea esistente, che può portare fino a 20 milioni di tonnellate senza spendere un Euro, è difficile che superi questa soglia.
Blog - Perchè i partiti si sono accaniti su questa opera che molti sostengono sia inutile?
Marco Ponti - C’è una strana storia che tutto quello che è ferrovia merita un sacco di soldi pubblici, invece la strada che porta il 90% delle merci e dei passeggeri e anche dei pendolari, bisogna ricordarsi, sembra vista come il demonio per ragioni di inquinamento ma non ha nessun senso tecnico, neanche dal punto di vista ambientale.
Blog - E' giustificabile questo enorme impatto ambientale?
Marco Ponti - L’impatto ambientale di qualsiasi nuova costruzione è piuttosto elevato, l’opera è molto utile può darsi che i benefici anche ambientali superino le emissioni di cantiere, ma in questo caso, dati i dubbi fortissimi che ci sono sull’utilità dell’opera, c’è anche il rischio che dal punto di vista ambientale lo spostamento di traffico dalla strada alla ferrovia sia molto modesto e quindi i benefici di riduzione di impatto ambientale siano molto modesti. Sono previsti 14 treni al giorno su 250 di nuova capacità, il traffico merci ferroviario è in declino in tutta Europa con poche eccezioni, anche in Francia è in forte declino il traffico ferroviario perché le cose che produciamo non sono beni primari, mattoni o legname o carbone, quelle cose che andavano in treno due secoli fa, oggi produciamo vestiti di Armani e microchips che mettere sul treno è pressoché impossibile, se si vuole aumentare la capacità del sistema ferroviario, ma non ce n'è bisogno, è molto meglio intervenire sulle tecnologie che costano molto meno e riescono a far fronte assai bene a eventuali aumenti di domanda, se gli aumenti di domanda ci saranno, ma finora sono stati quasi da encefalogramma piatto. Devo ricordare che il nodo stradale è supertassato in tutta Europa, mentre il nodo ferroviario è supersussidiato e ciò nonostante il nodo stradale vince, ma perché? Perché la gente è stupida e cattiva? No, perché probabilmente ci sono le ragioni strutturali, per questo, abbiamo stili di vita e tipi di produzioni che non vanno più molto d’accordo con il nodo ferroviario.
Blog - A chi interessa la realizzazione della TAV?
Marco Ponti - Ovviamente gli interessi dei costruttori, ma quelli ci sono sempre e comunque, il problema vero è la disattenzione che c’è per rapporto tra costi e benefici delle opere, soprattutto la priorità, non ne è fatta una ragionevole prioritizzazione delle opere in funzione del rapporto costi – benefici che è l’unico modo con cui si può ragionare seriamente in questi casi.
Blog - Esistono alternative all' Alta Velocità ?
Marco Ponti - Certo, intervenire dove c’è tanta domanda, cioè nelle aree dense, nelle aree metropolitane e nelle aree urbane dove la domanda è tantissima e intervenire con tecnologia e manutenzione per esempio che sono molto più urgenti e molto meno costose. Modernizzare e mettere in sicurezza soprattutto la rete stradale, è il 90% del traffico e continuerà a viaggiare il 90% o l’85 % del traffico nella migliore dei casi, è un mito quello dell’intervento in ferrovia, è costosissimo e porta pochissima merce e in proporzione ai costi ovviamente, che pagano i contribuenti poi, mentre i costi della strada li pagano bene o male chi viaggia. A me dei valsusini non fregherebbe assolutamente niente se l’opera fosse utile, ma siccome l’opera probabilmente è inutile, in questo caso hanno ragione, se l’opera fosse utile dovrebbero starsene zitti e vendere le loro compensazioni se fosse utile al Paese, ma ci sono fortissimi dubbi che questa opera sia utile al Paese e questi dubbi sono molto generalizzati, molto di più di quanto si pensa.

Tutte le indicazioni per la marcia No Tav di domenica 3 luglio su FB.

Grillo e i 3 giorni che sconvolsero l'Italia

Grillo e i 3 giorni che sconvolsero l'Italia (3 DVD + Libro)
Una voce nel deserto del conformismo italiano.

Acquista oggi la tua copia.

Postato il 30 Giugno 2011 alle 17:54 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (564) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: alta velocità, marco ponti, no tav, Tav, tremonti, tremorti, val di Susa

Commenti piu' votati


Assassinio in Val Susa

"Ieri pomeriggio 29 giugno un mezzo blindato antisommossa dei Carabinieri diretto a Chiomonte ha investito e ucciso una pensionata a Venaria. Ci sentiamo di sottolineare da queste pagine quanto accaduto. E’ un’operazione militare a tutti gli effetti per la quantità di numeri e mazzi impiegata e nelle operazioni militari si sa ci stanno anche i morti. Dalle prime notizie l’autista dichiara di essersi fermato a fare rifornimento e poi essere ripartito per fermarsi dopo decine di metri al semaforo. Solo lì dice di essersi accorto di un corpo accasciato a terra dagli specchi retrovisori. Questi mezzi corazzati usati a Chiomonte sono mezzi da guerra dati in mano a dei criminali. Come a Genova ancora una volta l’arroganza e la guerra uccidono sotto gli pneumatici dei mezzi dei carabinieri. Fino a quando ancora? Questa morte è responsabilità della lobby si tav.

La donna assassinata si chiamava Anna Recchia, aveva 65 anni. E nessuna pagina su Facebook, credo."

http://kelebeklerblog.com/2011/06/30/assassinio-in-val-susa/

come sempre i MAIALI sono disposti a tutto pur di passare all'incasso.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 30.06.11 19:11| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 43)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La manovra di Tremonti (2 miliardi di euro quest’anno, 5 l’anno prossimo e 40 nel 2013)mi ha ricordato un film di Massimo Troisi in cui lui e la sorella volevano regalare il televisore alla madre , coinvolgendo anche l'ignaro fratello maggiore che aveva più possibilità economiche di loro due.

Allora noi avevamo pensato di fare così: 10 mila lire le mette Assuntina, 20 mila le metto io e…un milione e duecentomila lo metti tu.

Francesco F. Commentatore certificato 30.06.11 19:25| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quel Buco, in quel Parco Naturalistico Alpino, equivarrebbe ad infilare un Trenino della Rivarossi nel Culo di Valeria Marini e dir che la si sta Valorizzando.
Pornografia Politica...

enrico w., novara Commentatore certificato 30.06.11 18:44| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO TAV E NO CASTA
DOBBIAMO ESSERCI DOMENICA 3 LUGLIO A CHIOMONTE...
CHI NON CI SARA' PERDERA' LA SUA OCCASIONE DI LOTTA
ESSERCI E' UN DOVERE CIVICO !
ATTENZIONE IMPORTANTE QUI TUTTE LE INFO PER LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE NO TAV DI DOMENICA 3 LUGLIO

ATTENZIONE QUI' IMPORTANTI INFORMAZIONI LOGISTICHE
per qualunque info questo è il mio cell 3392244257

http://informazionedalbasso.myblog.it/archive/2011/06/30/tutte-le-info-sulla-situazione-logistica-della-manifestazion.html

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.06.11 18:47| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha chiesto ai cittadini della Val di Susa se erano d'accordo a quest'opera prima di avviare il progetto ?Qualcuno ha spiegato ai cittadini gli impatti ambientali , i benefici , i costi di quest'opera?Qualcuno ha raccolto , valutato, risposto alle loro opinioni?Ma i cittadini contano? Ma i cittadini sono lo Stato ?Questo è uno Stato ?"Ero veramente un uomo troppo onesto per vivere ed essere un politico"......Socrate.

IDIDIMARZO 30.06.11 18:24| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ogni volta che la gente prova a contestare l'operato del governo immediatamente ai contestatori viene affibbiato l'appellativo di violenti.
Sarebbe ora di smetterla di stravolgere il senso delle parole e tornare a dargli il vero significato. La parola violenza definisce un'azione violenta e non può essere usata per definire una resistenza, perché si tratta di resistenza appunto. Quel che sta accadendo in Val di Susa va spiegato così: Lo Stato sta usando violenza contro una popolazione che manifesta pacificamente il proprio dissenso, affinché la propria valle non venga devastata da un opera, che gli abitanti ritengono dannosa e inutile, punto.
Inoltre se la violenza è da condannare DEVE essere condannato chiunque ne faccia uso. Non esiste che qualcuno se ne possa avvalere (lo Stato) mentre tutti gli altri non ne possono far uso. La violenza è violenza appunto e non può essere a senso unico. E se una persona subisce una violenza è sacrosantamente giusto difendersi usando gli stessi metodi. Non esiste arrendersi alla violenza, questa è una logica tremendamente sbagliata di cui si avvalgono i forti contro i deboli. Chi non vuole venga fatto uso di violenza non DEVE FARNE USO altrimenti dovremmo chiamarla "istigazione o meglio, legittima difesa".
Gli Stati devono rispettare le regole se vogliono che la popolazione faccia altrettanto, altrimenti devono rassegnarsi ad una continua e costante guerra civile. E nessun tribunale può condannare un popolo oppresso che si ribella alla violenza esercitata dal proprio governo. Far caricare dalle forze dell'ordine una popolazione a mani alzate che protesta contro leggi che ritiene ingiuste, non si può che chiamare "violenza di Stato" e definire violenti chi non si piega, chi non vuole sottomettersi, chi pretende di essere rispettato e trattato con la dovuta dignità, è un falso ideologico. Un governo deve governare in sintonia con la popolazione, non schierarsi contro o sottometterlo, altrimenti la conseguenza naturale è l'inimic


Ci ho pensato molto...
Credo che il buco sia meglio farlo.
Piccola riflessione:abbiamo un sacco di gentaglia di merda che vive alle nostre spalle.
Fra pochissimo sta gente sara' cacciata.
Dove la mettiamo ?
In galera ?
Troppo comodo !
Prendiamo i seicento milioni europei,compriamo pale carriole e picconi,portiamo sta merda e li portiamo a fare il buco.
Portiamo anche i loro familiari fino alla quinta generazione,scaveranno a cottimo anche loro.
12 orette al giorno!
I seicento milioni basteranno anche per il vitto:
ci sara' bertolaso a capo dei vivandieri minestrone tutti i giorni con gallette.

Qualcuno rifiutera'?
Nessun problema:la corda di canapa legale e' da tanto che e' insaponata.

Vogliono il buchetto...facciamoglielo fare.

Charles Bukowski


HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 30.06.11 18:20| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me siamo ormai in guerra dichiarata!!!!
O noi o loro!!!
Vinceremo noiiiii!!!!!! Vinceremo noiii!!!! Leghisti del cazzo mettevelo su dal culo il tunnel capitooooo!!!! Il Potere dei palazzi di Roma ha firmato la sua condanna a morte! Ripeto ha firmato la sua condanna a morte!! Viva il popolo Italiano!!

fulgy f., torino Commentatore certificato 30.06.11 18:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ancora il tunnel?
ac du maro
.
p.s.
è stato linciato il titolare dell ditta che sta facendo la recinzione al cantiere
è un imprenditore locale con dei dipendenti locali

p.s.2
se tutta questa attenzione fosse stata rivolta al delinquente al governo a quest'ora lui sarebbe come minimo in galera!
.

cimbro mancino Commentatore certificato 30.06.11 18:27| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rifiuti: via libera dal Cdm, ma Lega vota contro.


Leggendo le continue cazzate razziste e demagogiche della sega nord, non posso neanche augurarmi che il Po tracimi.

Innanzitutto perché ci andrebbe di mezzo gente innocente e poi perché gli stronzi come Bossoli & Co non correrebbero alcun pericolo.

E’ noto a tutti che quelli riescono a rimanere sempre a galla…

Franco F. Commentatore certificato 30.06.11 18:33| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE Botta, ragazzi!
-2 SCHIAFFI alla Lega in Piemonte!

1°-Condanna in appello per le Quote latte e riconosciuta l'Associazione a delinquere per 22 splafonatori.
La pena più elevata è stata inflitta a Giovanni Robusti, ex europarlamentare della Lega Nord: quattro anni e sei mesi di carcere. Il pm Ennio Tomaselli, considerando anche il fatto che molti degli episodi erano caduti in prescrizione, aveva chiesto ventidue condanne. Al processo di primo grado, celebrato dal tribunale di Saluzzo (Cuneo), l’associazione per delinquere non era stata applicata.

http://www.conipiediperterra.com/quote-latte-a-torino-riconosciuta-associazione-a-delinquere-22-condanne-0630.html


2°-Firme false, Giovine condannato. Caos nella politica piemontese
Attraverso la Lista Pensionati per Cota, Giovine aveva portato 27mila voti (decisivi per l'elezione) al governatore. Ma le firme erano irregolari secondo il tribunale.E' bagarre

C'è chi chiede l'annullamento del risultato delle elezioni e chi invece minimizza la condanna a 2 anni e 8 mesi di reclusione per Michele Giovine. Giovine è stato anche sospeso per due anni dai pubblici uffici e per cinque dai diritti elettorali: attraverso la sua Lista Pensionati per Cota aveva portato ben 27mila voti(decisivi per l'elezione)al governatore leghista.Ma le firme presentate per l'accettazione delle candidature erano irregolari,secondo la sentenza pronunciata oggi dal Tribunale di Torino.

http://www.torinotoday.it/politica/firme-false-pensionati-per-cota.html

*E’ stata riconosciuta l’*associazione per delinquere al processo d’appello, che si è chiuso oggi a Torino, per i cosiddetti Cobas del latte: la causa, a carico di 54 imputati, riguardava un meccanismo che, secondo l’accusa, permetteva di eludere in maniera irregolare il prelievo sulla produzione fuori quota.

PS
Ecco chi difende la Lega!
Questa è la Lega che ha agito ed agisce in Piemonte:Veri e propri Famelici politicanti e sostenitori di ASSOCIAZIONI a Delinquere.

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.06.11 20:17| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani!!!!!!!!!!

siete malati!!!

non ve ne fottete un cazzo e fate passare una finanziaria dove i tagli sulla politica scivolano come la vaselina che usano per incularvi.

La Rai TV di stato e di servizio diffonde notizie false o incomplete facendo intendere che il giro di vite ci sia anche per la politica.

NON E' VERO NIENTE!!!!!!!

MALEDETTI ITALIANI!!!!
MALEDETTO ME!!!

nauseato 01.07.11 14:00| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVVISO AI NAVIGANTI:

Da Liberazione:

CENSURA CONTRO LE VOCI DELLA LOTTA NO TAV
di Infoaut.org

“IERI MATTINA DURANTE LA SEDUTA ALLA CAMERA, IL DEPUTATO DEL PDL AGOSTINO GHIGLIA HA RICHIESTO CHE INFOAUT, RADIO BLACK OUT ED ALTRI SITI CHE IN QUESTE SETTIMANE STANNO DANDO VOCE ALLA LOTTA DELLA VALSUSA VENGANO OSCURATI”.

Viene da pensare che il ministero dell'Interno abbia prontamente accolto le lagnanze dell'esponente del popolo delle libertà, se già ieri sera il profilo Facebook di Infoaut era stato temporaneamente sospeso. Motivo? “L'utente è registrato sotto falso nome”.

Questa improvvisa attenzione di Facebook per il rispetto delle policy in coincidenza con la mobilitazione NoTav puzza di gioco sporco. LA VERITÀ È CHE I MOVIMENTI, QUANDO METTONO LE MANI SULLA RETE E NE FANNO UNO STRUMENTO DI CONFLITTO, FANNO PAURA. Ed esattamente come in Tunisia, in Egitto o in Siria i governi li temono e giocano la carta della repressione e della censura sul web. Magari con l'accondiscendenza e la collaborazione di multinazionali come Facebook, sempre pronte a sbandierare il vessillo della libertà d'espressione per motivi di marketing e d'immagine, sempre prone alle richieste liberticide dei governi pur di conservare il loro pezzettino di mercato.

Tutto questo proprio a pochi giorni dall'entrata in vigore della normativa AGCOM, che darà il potere all'autorità garante della comunicazioni di rimuovere dal web qualsiasi sito italiano in cui siano presenti contenuti coperti da diritto d'autore o di inibirne l'accesso per i siti esteri. Verranno così annullate le già minime garanzie giurisdizionali che tutelano la libertà d'informazione in rete in Italia permettendo al potere di far piazza pulita delle voci scomode dell'infosfera italiana.

Paolo R. Commentatore certificato 30.06.11 19:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quanto mi rubi? (Sprechi di Stato)
Uno Stato che si fa rubare più di 565 miliardi di euro all’anno non è in crisi: è una nazione di deficienti! Con un improbo sforzo aritmetico, ho cercato di mettere insieme il dato complessivo di quanto ci costa il malgoverno della Casta. 
Ho cercato anche di separare in modo razionale le voci di questo bilancio della vergogna. 
Ecco i risultati dello spreco di Stato:

Evasione fiscale: 120 miliardi di euro l’anno; 
3 milioni di lavoratori in nero: più di 50 miliardi.
La corruzione di politici e funzionari pubblici ci costa 60 miliardi.

C’è poi la voce sprechi: se accorpiamo i Comuni con meno di 5.000 abitanti, sciogliamo province e Comunità Montane, razionalizziamo i consumi energetici, rendiamo più efficiente l’amministrazione pubblica (ad esempio, con l’adozione di software open source e con prezzari unificati per gli acquisti e gli appalti), semplifichiamo la burocrazia, dimezziamo il numero dei parlamentari, abbassiamo i loro stipendi e vitalizi, diminuiamo del 90% le auto blu, aboliamo il finanziamento ai partiti e ai giornali, riduciamo le regalie alla Chiesa Cattolica, smettiamo di andare a sparare all’estero, non compriamo altri cacciabombardieri e annulliamo le grandi opere inutili, possiamo ipotizzare di mettere insieme almeno altri 50 miliardi (stima molto prudenziale).
E siamo a più di 280 miliardi sperperati dallo Stato italiano ogni anno.

Il non funzionamento dello Stato Italiano è però causa della perdita di un altro fiume di denaro (nostro).
Le mafie fatturano circa 135 miliardi di euro.
Gli incidenti sul lavoro ci costano 43 miliardi all’anno.
Estorsioni e usura 24 miliardi.
La contraffazione delle merci 18 miliardi.
I crac finanziari più di 5 miliardi all’anno (media degli ultimi 10 anni)

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/30/ma-quanto-mi-rubi-sprechi-di-stato/132821/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 30.06.11 18:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

65ENNE UCCISA IN VAL DI SUSA! GLI EFFETTI (COLLATERALI) DEL GOVERNO PRO-VITA!

CHIOMONTE - Anna Reccia di 65 anni è morta sul colpo dopo essere stata investita da un blindato dei Carabinieri. Quasi nessuno dei grandi media ha riportato questo tragico episodio accaduto mercoledì 29 giugno alle ore 13, precisamente in Corso Garibaldi.
L'anziana donna, infatti, stava attraversando la strada quando è sopraggiunto il blindato, appena uscito da un distributore di carburante. Secondo una prima ricostruzione della Polizia Municipale, il mezzo blindato dei carabinieri, che si stava recando in Val di Susa per prestare servizio nell'ambito delle operazioni di sicurezza per il cantiere della Tav, avrebbe effettuato una inversione di marcia dopo aver fatto rifornimento ad un distributore dei benzina. La donna è morto sul colpo e probabilmente l'autista del mezzo si è neppure accorto di aver investito una persona, tant'è che solo dopo essersi fermato al semaforo ha realizzato dagli specchietti retrovisori che c'era un corpo sull'asfalto.
I NoTav hanno denunciato l'accaduto puntando il dito sull'ingiustificato dispiegamento di forze usate in Val di Susa per bloccare i manifestanti contrari alla realizzazione della linea Alta velocità Torino Lione.

http://www.dazebaonews.it/dazebao-news/cronaca/item/4303-no-tav-blindato-dei-carabinieri-investe-e-uccide-pensionata-ma-nessuno-ne-parla

Giancarlo Gv, Messina NO PONTE 30.06.11 18:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

NON SOLO "NO TAV"

La TAV è l’ennesimo atto di prepotenza della casta partitica-affarista e sindacal-imprenditoriale,

a parte la FIOM nessun altra forza sindacale ha speso una sola parola sull’argomento

i media sono TUTTI con la casta chi non lo è nicchia e fa il moderato…e quando si tratta di diritti di libertà della vita delle persone essere moderati vuole dire ESSERE COMPLICI di chi opprime e sfrutta.

Non è in gioco solo il destino della popolazione di una valle, è in gioco la possibilità di riscatto da parte di chi da troppo tempo ha subito tutto e di più….per la prima volta da anni soffia un vento di cambiamento che non è quello che artificiosamente viene fatto spirare dai “NUOVI-VECCHI” politicanti ,quello che potrai respirare domenica in Val Susa sarà un vento di libertà che nasce dalla voglia di migliaia di persone che si troveranno lì per dire BASTA non deleghiamo più…non ci rappresentate più…padroni del nostro destino del nostro futuro…nei confronti della casta l’unica soluzione è QUE SE VAYAN TODOS

la TAV è voluta da TUTTA cricca politica , la greppia fà gola a GOVERNO e finta-OPPOSIZIONE mobilitiamoci e solidarizziamo con chi non CEDE alla prepotenza della CASTA partitica.
i responsabili di ciò che sta succedendo alla Maddalena li conosciamo TUTTI e si chiamano LEGA-PD-PDL non hanno scusanti se non quello di volere abbuffarsi a spese dell'eroico popolo della VAL SUSA E DEL CONTRIBUENTE ITALIANO
IMPEDIAMOLO !

PERCHE’ ;
siamo stanchi di subire , precarietà nel lavoro nella vita , dell'ambiente in cui viviamo

siamo stanchi di essere sudditi servi di questa casta putrefacente al potere

siamo stanchi di chinare la testa e rinunciare ai diritti

siamo stanchi di subire l'affronto più grande la rinuncia alla dignità

al decidere

al scegliere il nostro futuro

siamo stanchi di essere irrisi vilipesi da 4 politicanti da strapazzo spesso anche gretti ed ignoranti ma sempre affaristi spregiudicati e gozzoviglianti

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.06.11 18:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Decreto rifiuti, De Magistris: "Pilatesco e indecente, non risolve nulla"

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/30/bossi-boccia-il-decreto-sulla-monnezza-rifiuti-al-nord-non-credo-i-napoletani-non-imparano-mai/132791/

Luther Blisset * (**movimento**) Commentatore certificato 30.06.11 20:41| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori