Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

2 agosto, Armageddon in USA


Barack_Obama.jpg
Il 2 agosto può essere il giorno di Armageddon degli Stati Uniti. Rimane poco tempo per evitare il default. Nessuno crede che possa avvenire, per questo potrebbe succedere. Se il Congresso non troverà una soluzione al debito pubblico, che ha superato il tetto massimo stabilito per legge di 14.300 miliardi di dollari, gli Stati Uniti dovranno tagliare la spesa pubblica corrente. Pensioni, scuola, ospedali. Obama è sempre più teso. Vede lo spettro del default sul debito e l'abbassamento del rating con effetti a cascata su tutta l'economia mondiale. Le soluzioni discusse a Washington? Ridurre la spesa sociale, introdurre nuove tasse, alzare l'asticella del debito o emettere dollari di carta straccia. Al rimedio più ovvio, tagliare le spese militari che valgono quasi 700 miliardi di dollari all'anno, non ci pensa nessuno. Gli armamenti sono la causa dell'aumento vertiginoso del debito, iniziato con la guerra in Iraq. Bombardare a debito, che passione!

25 Lug 2011, 19:57 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Forse c'è l'accordo...così le rotative inizieranno a stampre dollari in quantità industriali...al motto: in god we Trust....(confidiamo in dio)..sopra l'euro dovrebbero scriverci: che dio ce la mandi bona!...
Carta-ecco cosa sarà l'accordo, se ci sarà...è tutto da vedere..
A meno che.... visto e considerato che inostri politici hanno fatto scuola in tutto il mondo, potrebbe anche darsi che una volta tanto gli americani ci copiono....mai dire mai!
Comunque, vediamo come reagiranno i loro creditori..altrimenti mi sa che qualcuno, dovrà ritornare nelle piantagioni di cotone a lavorare..ehhhhhh

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.07.11 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Il governo Obama é chiamato non a torto governo Goldman Sachs e lo stesso era vero di Bush Jr che aveva come ministro del tesoro Paulson ex Presidente della medesima banca che si era fatto dare quasi un miliardo di dollari in stipendio e bonus in 6 anni prima di arrivare alla Casa Bianca. Larry Summers, Paulson, Geithner ecc e altri farabutti di Wall Street erano/sono incaricati di risolvere uno tsunami finanziario planetario che avevano contribuito a creare come documentato da "Capitalism a Love Story" di Michael Moore. R. Fuld capo della Lehman Brothers fallita con 30000 dipendenti si é regalato 600 milioni di dollari tra stipendio e bonus in 6 anni sulla base di utili che si sono rivelati fasulli.

La speculazione finanziaria che attacca a ripetizione monete e alla fina economie e lo stato sociale di interi paesi per arrichire i soliti oligarchi dovrebbe essere fermata e i suoi autori processati come veri criminali perché altrimenti la situazione potrebbe degenerare in un conflitto armato planetario.

Anthony J., Firenze Commentatore certificato 30.07.11 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Gli americani hanno più carattere di noi, e se tanto mi da tanto, prima o poi esploderanno anche loro....
Se pensate che l'equilibrio sociale possa durare all'infinito, auguri...ripeto qunado sentono parlare di tasse mettano mano alla pistola..ma loro lo fanno per davvero, altro che noi!!!
Vedrete metteranno mano sui conti correnti..è solo un fattore di tempo....
Portate via i v/s risparmi finchè siete in tempo...date retta...

roby f., Livorno Commentatore certificato 29.07.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

hitler ha insegnato una cosa molto importante ai futuri leader: se fai una guerra rilanci l'economia, poi se la vede chi viene dopo di te.

non sto equiparando bush a hitler, lungi da me l'idea ma credo di notare una similitudine nelle due situazioni. entrambe le nazioni con l'economia in crisi, scatta la macchina della guerra, corsa agli armamenti e fatturati allucinanti per le case produttrici di materiale bellico assortito ed ecco che l'economia si riprende.

La germania ha passato un bel periodaccio dopo la guerra.... ora toccherá agli stati uniti. Di sicuro peró la macchina della solidarietá tra potenti si metterá in funzione ed ecco che oggi ad esempio l'IMF (fondo monetario internazionale) ha suggerito "chiesto" di alzare l'asticella del debito. Anche perché signori quello che vale per la grecia (investimenti esteri nel debito greco) vale anche per gli USA quindi conviene a tutti non far fallire!

Ubaldo Ulghi Commentatore certificato 27.07.11 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Rimango dell'idea che gli americani non abbiano intenzione di pagare "L'interessi" sul loro debito..Del resto gente, quante volte abbiamo detto:...facciamo festa e non paghiamo più il debito!!!un bel default e via!.
Perchè continuare a pagare interessi, quando non riusciremo mai ne a "estinguerlo" e neppure a "pagare interessi impossibili da sostenere".
Un bel Reset non guasterebbe,non vedo perchè devo pagare interessi a qualcuno che stampa banconote...me le stampo da me e v'affanculo!!riappropriamoci del diritto di batter moneta sovrana.
Vedete l'americani hanno una moneta unica..però è sovrana..per cui possano fare quello che li pare...noi invece,abbiamo ceduto la n/s sovranità monetaria e ci siamo fatti impestare dalle banche private....sia a livello nazionale che europeo..
Vogliamo continuare a pagare interessi a dei signori che stampano carta, sotto forma di tasse? oppure ci riprendiamo ciò che è un nostro diritto!.
Gente come Prodi ,Amato,Draghi,Monti..ci hanno tolto la n/s sovranità..basta poco,ce la riprendiamo,altrimenti non finirà mai questo "incubo".
Non vedo perchè siamo andati 150 anni avanti con la lira e questi nel giro di 10 anni ci stanno facendo "aggaire"....
Fuori dall'euro e ripristono delle frontiere..andava meglio quando andava peggio..!!hanno raccontato un mare di falsità!.

roby f., Livorno Commentatore certificato 27.07.11 08:26| 
 |
Rispondi al commento

se a qualcuno venisse voglia di capirci qualche cosa su cosa è successo, cosa sta succedendo e cosa accadrà, vi consiglio la visione di 1)zeitgeist the movie e 2)zeitgeist addendum...
mi sono divertito ad attingere ad altre fonti i fatti di alcuni degli sconvolgenti punti che argomenta... corrispondenze? 100%. le conclusioni sono sconvolgenti
ciao greg

gregorio moglia 27.07.11 03:27| 
 |
Rispondi al commento

chi crede ancora che questa economia possa salvarsi da se stessa? non è il caso di cominciare a pensare a qualcosa di veramente alternativo? i nostri politici ci succhiano il sangue, non è ora di farli smettere chiudendo i rubinetti? Una società nuova, con basi solide e cittadini che fanno della democrazia e libertà le loro fondamenta. Possiamo farlo. Gli islandesi ci sono riusciti.

maria barberio 26.07.11 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Le spese americane fanno lievitare il debito pubblico ma lo stesso discorso vale anche per l'Italia. Se nell'immediato dopoguerra Giappone e Germania sono diventate potenze industriali lo si deve al fatto che era stato loro interdetto la formazione dell'esercito.
Pensate a quante cose si potrebbero ottenere con i soldi destinati alla cosiddetta difesa, come ad esempio lo stipendio alle casalinghe, creando posti di lavoro per gli uomini e a tutto vantaggio della cura dei figli. Oppure al risanamento dell'edilizia pubblica....ecc.

E' evidente però, che come in america democratici e repubblicani sono facce della stessa medaglia, così lo sono anche centrodestra e centrosinistra in Italia.
Saluti

Piero Nigra 26.07.11 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Che bello!

Un premio Nobel per la pace che taglia tutto (pensioni, stato sociale, ecc..) tranne le spese militari.

Che figata! Che coerenza!

Saluti

Visiera Verde 26.07.11 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fs dissi che quando gli americani sento parlare di tasse...mettano mano alla pistola...
Obama insiste, ma gli anglosassoni quando decido decido o bianco o nero..non ci sono vie di mezzo.
Economisti americani sotengono che se approvassero, l'aumento del tetto per il debito pubblico.."il tetto poi li cadrebbe adosso" e finirebebro per pagare anche il 70% di tasse...la vedo dura.!
Ormai sono schiacciati da un debito che in confronto al n/s sono briciole..per cui l'unica cosa è far diventare carta straccia il dollaro..
Così ai Cinesi non li resterà che farci i "coriandoli" o usarli come carta da parati....
Gli states possano permettersi di fare questo, perchè hanno tutto e di più petrolio,materie prime,gas,infrastrutture,ricerca avanzata,comparto alimentare indipendente.
Con questa manovra azzerano il debito..e a nessuno li verrà in mente di "pignorare" la statua della libertà...quindi default!!!chi a dato a dato..scorammoce 'o passato.

roby f., Livorno Commentatore certificato 26.07.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Se le spese militari non sono la causa almeno possono essere la soluzione, come le spese per la politica in Italia, non sono sicuramente la causa della nostra situazione economica ma possono eccome essere una soluzione. O no?!?

Giulio Guerriero 26.07.11 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Sì le spese belliche devono essere stoppate: fanno parte del Medioevo, dell'epoca colonialista...ma se devo dar retta ai tg, mi chiedo: "ma non siamo ancora in pieno medioevo?"
Continuano ad elemosinarci soldi(a noi che ci facciamo il culo x uno stipendio da fame, grazie all'euro voluto da prodi) x mille beneficenze, dal telethon, a tutto il resto, ma io non partecipo: sono quelli che fanno miliardi fabbricando e vendendo armi, sulla pelle della gente, che devono fare beneficenza, loro e sono loro, io eticamente sono in pace...Ma prima ancora non ho mai capito le frasi fatte e i discorsi insulsi: ma che kazzo è sto "debito pubblico"? Io debiti non ne ho con nessuno: se ho i soldi acquisto, sennò pazienza. Se il debito lo fa un Ministro o cento politici, è a carico loro e se lo pagano di tasca loro: non gli bastano i loro stipendi d'oro? Vanno a lavare i piatti, o passano, come noi comuni mortali, dall'ufficio di collocamento. Non vedo dove stia il problema, è talmente ovvio. il professor prodi avrebbe detto(l'utima kazzata rivolta forse ai soli suoi seguaci) che x non fallire è necessario aumentare le tasse a tutti i cittadini; no, basta sospendere da oggi e per sempre gli stipendi d'oro di tutti i deputati e senatori: con tutti i soldi che si sono messi via fino ad oggi...e poi tanto se dovessero morire, hanno goduto fino ad ora...sempre sulla pelle della gente.
E non credano che tutta la gente dorma!
Mi stupisce e delude che anche Obama, che è stato la speranza di mezzo mondo, cada nel solito "gioco di potere" della C.I.A. e di coloro che gestiscono il vero Power: dai sù, Osama è morto, ritira l'esercito U.S.A. da tutto il mondo e finiamola con sta balla del "debito pubblico".
A proposito lo sanno gli assertori dell'elemosina a tutti i costi che mandare soldi al Terzo Mondo viene tradotto con l'aumentare "il debito pubblico" di tali Paesi? Pazzesco io faccio beneficenza, cioè regalo di cuore, e qualcuno trasforma il mio regalo in un debito??? SVEGLIAMOCI!

Simone Riberto 26.07.11 15:51| 
 |
Rispondi al commento

E i "poverini loro" di Finmeccanica e Fincantieri dove li mettiamo? Assieme agli eugual-raccomandati delle Provincie? Ma chi li tocca sti figli di mammà e di papppà....
La guerra ingrassa pochi intoccabili e fa crepare molti uomini qualunque.
Le bandiere della Pace per la Libia nessuno più le sventola sotto il naso di Napolitano della Primavera di Praga?...

Ovviamente per "loro" c'è sempre una scusa buona... 26.07.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento

E non ci prendono vecchie balle
(quelle alla t.v dei politici)
nemmeno nuove nostalgie
ci hanno promesso un grande futuro
e poi ce l'han tolto c'han detto "scusate"... e così sia
(Bravo presidente Obama continua così)
E non ci prendono sul serio
d'altronde non l'han fatto mai
siam sempre stati il pesce d'aprile
anche quando l'aspetti anche quando lo sai
E non ci prendono comodamente
né con il loro dai e dai
né con il loro chi tace acconsente
noi non abbiamo taciuto mai
(anzi, forse parliamo troppo)
E non ci mettono il costume
(la dittatura mascherata da democrazia)
e non ci prendono l'energia
(con il nucleare,il pesce d'aprile l'han preso loro)
abbiamo deciso che crederci ancora
non sia una brutta malattia
(credere ancora nella vera democrazia,e nella libertà di parola,di pensiero,e d'espressione..che sia pubblica o in un contesto privato)
E non ci cambiano il biglietto
(quello dei treni sempre stranamente in ritardo)
e non ci cambiano l'idea
(noi siamo coerenti,loro non sanno nemmeno cos'è,ma gli conviene?)
siam sempre stati quelli che loro dicevano
sono già andati via
(quando ti rechi nel comune della tua città a parlare o a lamentarti con il sindaco dei disservizi e lui scappa dalla porta posteriore)


Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 26.07.11 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Non salterà mai un cazzo. Ne l'Europa, ne l'America ne niente. Saremo sempre in una situazione di "border line" per poter spremere il popolaccio. Punto.

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.07.11 12:26| 
 |
Rispondi al commento

ORMAI E' CERTO VIVIAMO IN UN MONDO IL CUI IMPAZZIMENTO E' CONCLAMATO.

ED ANCHE IO NON E' CHE STIA PROPRIO BENE ORMAI:

ODO ALLEGRA LA MELODIA DEL SIRTAKI, VEDO UN DONNONE ENORME AVVICINARSI INARRESTABILE, E' IL DEBITO GRECO,

ALLORA ACCENDO LA TV MENTRE "LA DONZELLETTA VIEN DALLA CAMPAGNA E RECA IN MANO UN MITRA KALASNIKOV, NE FA FUORI UN CENTINAIO"

GUARDO FUORI DALLA FINESTRA E PIU' IN LA' "SEMPRE CARO MI FU QUELL'ERMO COLLE DI MONNEZZA E AMIANTO IN FIAMME"

IL MONDO E' IMPAZZITO, E' IMPAZZITO, ED ANCHE IO NON E' CHE STIA PROPRIO BENE ORMAI.

C'E' UN POSTO LIBERO PER MARTEEEEEEEEEEE??? :)

Francesco Onorati, Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.07.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Gli armamenti sono gestiti comunque dalle lobby che il piu delle volte finanzia i vari partiti politici, in un istituzione non malata ci si penserebbe eccome, ma in una politica fatta di soldi (troppi) questo non puo avvenire, il default ci deve essere ma non solo negli usa. Ci deve essere in Tutte le societa e stati, dobbiamo riprendere il controllo di una situazione impazzita.

Stefano 26.07.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Stati uniti : Bombardamenti a carico dei poveri e utili a vantaggio dei ricchi

carlo de luca 26.07.11 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Mi occupo di sistemi informatici per aziende, l'altro giorno uno dei miei clienti che opera nel settore degli investimenti alternativi mi ha nuovamente ribadito che quando si sente dire che la borsa di quel tale paese ha perso tot punti in realtà bisognerebbe aggiungere anche che quei tot punti li hanno guadagnati gli speculatori.

In buona sostanza non esistono perdite in assoluto anzi direi che le perdite non esistono affatto ma esistono i ricavi degli speculatori nei confronti dei titoli di un determinato mercato.

Inoltre ti faccio presente che esistono società di investimento di capitali (i cosiddetti squali bianchi) che guadagnano indipendentemente dal fatto che l'andamento della borsa sia al rialzo o al ribasso, questo avviene perchè gestiscono contratti per migliaia di clienti ed ogni contratto contempla decine di operazioni giornaliere, una parte di queste operazioni scommette al rialzo ed un altra al ribasso, ciascuna operazione poi nel momento in cui viene gestita costa al loro cliente all'incirca 20 euro per l'apertura di posizione + il capitale investito (tutto questo essendo assoggettati ad un regime fiscale praticamente inconsistente),
a rimetterci sono sempre e solo i clienti che comunque pagano 20 euro circa ad operazione verso suddette società rischiando spesso (direi nel 50% dei casi) di trovarsi con il conto azzerato.

Questo sistema non è nient'altro che un acceleratore di crisi in quanto mentre ingrassa gli speculatori (fino a quando?) svuota di significato, depaupera e destabilizza i mercati con ricadute immediate sull'intera collettività.

Cordiali saluti

Francesco Onorati, Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.07.11 10:12| 
 |
Rispondi al commento

d'altra parte è stato eletto obama proprio per "chiedere sacrifici" agli americani.
hanno persino presentato contro obama un vecchio calvo per essere certi. (e per gli americani conta moltissimo l'immagine: basti pensare alle chiome fluenti di kennedy, carter, clinton).
e quasi quasi vinceva pure, il vecchio, perchè ci si mette in mezzo una donna che fa saltare le previsioni. provvidenziale la gaffe degli ultimi giorni.
vabbè...c'è un momento per spendere, ed uno per tagliare, ed in quel caso, come da noi prodi, va al governo un uomo giusto, dal quale "il popolo" può accettare tutto.
se riesce a rimettere in piedi i conti, fra qualche anno potranno tornare al saccheggio, a favore delle slite lobby.

antonio troise 26.07.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento

...Buoniddio!
...se ARMAGEDDON sarà...
...che sia!
...devono pur sempre pagare
...ancora lo scotto/vergogna di
...70.000.000 di AFRICANI
..."esportati" nelle AMERICAS
...nel tempo che fu!
...La verità è figlia del tempo
...che il tempo è padre della/e VERITA'.
...LOL/lol, AGGJJ
Anna GANGA Gregorutti JERMANN


Anna GANGA Gregorutti JERMANN 26.07.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Le spese militari non saranno mai toccate dagli USA: sono il simbolo di un potere nei confronti di tutto il pianeta. Se mancasse la forza militare gli USA sarebbero come Grecia piuttosto che Italia o Russia. Non sto a fare teorie sul perchè o percome del debito USA, (se gli analisti lo sapessero, sarebbero già intervenuti), certo è che l'europa paga le transazioni internazionali con l'euro e non con il dollaro. Con grave difficoltà per la moneta statunitense. Chi ha memoria ricorda che pochi mesi precedenti l'avvio dell'euro (1 gennaio 2002), gli americani (e tutta la Nato quindi), si sono accorti che in Jugoslavia si ammazzavano, e quindi hanno incominciato a bombardare su quel territorio: proprio dentro l'Europa. Ma chissà come mai. L'europa paga il petrolio agli arabi con l'euro: perchè la guerra in Iraq? Per l'oleodotto? per l'esportazione della democrazia? Per mettere le mani sull'oro nero? Per avvisare che il petrolio è degli USA e che chi lo vuole lo dovrà pagare in dollari? mah...

Gian A 26.07.11 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E l'Europa dovrebbe vergognarsi perché manda la gente in pensione con 35 anni di lavoro ?????
Orgogliosi di farlo !!!!!!!!!!

basilio grabotti 26.07.11 06:02| 
 |
Rispondi al commento

cazzata! nn sono gli armamenti il motivo del debito Usa, sono il vivere al di sopra delle proprie possibilita', cioe' vivere a debito.
cazzo, e' un anno che scrivo su questo blog ma sembra che nessuno ascolti...il problema nasce dal 1971, anno in cui Nixon decise (in autonomia in barba al pensiero del Mondo) di eliminare il sistema aureo. da allora la moneta di riferimento del Mondo fu il dollaro americano. tutto il Mondo possiede miliardi di dollari americani che nn hanno alcuna garanzia di controvalore se nn la garanzia del paese americano. se, come sta accadendo, gli Usa nn hanno piu' soldi per pagare il debiti contratti, saltano e con loro salta il mondo economico cosi' come lo conosciamo e si tornera' al baratto. se vuoi saperne ancora vai su dadriani.it, ciao

danilo adriani 26.07.11 00:15| 
 |
Rispondi al commento

adesso gli armamenti americani sono la causa del loro debito,anni fa sono stati la ricchezza;nella 1 guerra mondiale gli stati uniti hanno fatto soldi a palate,nella seconda ancora di più,poi però hanno cominciato a perdere le varie guerre(corea,vietnam,)e allora i soldi li hanno dovuti tirar fuori di tasca loro,oggi con l'esercito più grande del mondo se decidessero di tagliare le spese militari chi pagherebbe gli stipendi di tutta quella gente?

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 26.07.11 00:12| 
 |
Rispondi al commento

chiaro che se non cambieranno il sistema monetario introdicendo l'unità oraria lavorativa e impedendo che venga battuta piu moneta delle ore realente lavorate il meccanismo crollerà.

Chiaro che ci sarebbero tentativi di truffa con ore lavoative falsamente lavorate ed è chiaro che andrebbemesso un coefficieente di compensazione per l'ora lavorativa di un chirurgo che ti trapianta un cuore rispetto all'ora di un ciabattino ( senza offesa per il ciabattino che è un lavoro comunque dignitoso).

Ma la sostanza è che il denaro deve essere legato all'attività lavorativa realmente svolta sopratutto in una italia che è repubblica fondata sul lavoro.

Questo sisema è marcio perché non si basa più nepure sulla legge della domanda e dell'offerta!

bruno bassi 25.07.11 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Ron Paul lo dice da anni, come mai non lo conoscete?

http://www.youtube.com/watch?v=FqAF-Alc7CM

Gennaro di Napoli 25.07.11 23:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

continuo a ripetere che per pagare un debito bissogna conoscere i creditori mentre qui sutto si dice meno chi sono i creditori di questo debito.

Chiaro che c'è sotto una bella truffa.

bruno bassi 25.07.11 23:39| 
 |
Rispondi al commento

americani degli USA , da cui scrive il fifty piotte tutto baldanzoso perchè invasero l'Europa per sconfiggere il nazi-fascismo da loro STESSI CREATO?

ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !!!!!
ma che facciano la fine degli haitiani ...
ma solo i "fifty-piotte" e quelli come lui !!!

tanto per una panoramica...

http://www.youtube.com/watch?v=FxLfogl8xW0
http://www.youtube.com/watch?v=_MiNytrVi4w
http://www.youtube.com/watch?v=u4fpvttPT0g

da vomito!


Siamo sicuri che dispiaccia davvero questa crisi ai "governanti"?
Intendo guardiamo anche in casa nostra. Chi viene colpito di + dalla crisi? Il ceto medio. I poveri restano poveri ma vengono salvati + o meno, i ricchi sembrano sempre + ricchi. Il ceto medio è l'agnello sacrificale. Ma se cade quello si è nel terzo mondo. Dove si fa la fame e si accetta il regime di turno o si muore. Lo stato è distante dai cittadini anni luce, l'unico dialogo possibile sono le pietre e i manganelli. Una situazione di crisi totale può fare comodo a chi comanda. Una massa di disperati è mooolto + governabile di una massa di benestanti non trovate?

Andrea P. Commentatore certificato 25.07.11 22:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che la sintesi di tutto sia la persona stessa è che il comunismo e il capitalismo nel loro parossismo abbiano fallito perchè non abbiano considerato l'essere umano quale persona.

(correzione periodo post che precede)


Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 25.07.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Glo USA sono già falliti... il debito serve solo a riinviarlo.

Putroppo il concetto liberistico espresso nell'ultimo mezzo secolo da questo paese è che l'essere umano non è altro che un oggetto da usare e gettar via.

Non è questione ideologica, ma umana... gli uomini non sono tutti uguali in quanto ciascun essere umano è unico e con l'estremismo comunista si è determinato un grave scompenso alla società medesima, ma è anche vero che nessun uomo può arrogarsi privielegi a danno di altri avvalendosi della propria condizione specifica esalatata nell'alienzaione dell'individualismo.

Allora dov'è la sintesi tra i due estremi?

Ciascun essere umano è diverso per capacità, storia personale, elementi esteriori, ma è uguale in dignità e nei diritti.

Io penso che la sintesi di tutto sia la persona stessa è che il comunismo e il capitalismo nel loro parossismo abbiano fallito perchè non abbiano considera l'essere umano quel persona.

Il liberismo ha distrutto i valori affettivi e sociali della persona, il comunismo ha distrutto la sua dimensione singolare...

dividersi tra i due mali? preferisco la saggezza della ragione, il fanatismo gratifica chi per orgoglio non intende altro che imporre se stesso agli altri.

Io spero che un giorno manager, operai, ingegneri, economisti, nella consapevolezza di essere prima di tutto persone, operino per un fine sociale nella propria diversità generando utilità per tutti, senza che taluni speculino sui sacrifici altrui come accade attualmente.

La crisi non è un evento superiore, ma conseguenza dell'avidità umana, quell'avidità che ha permesso a pochi di accumulare a danno di tutti...

La libertà è avere padronanza di sè e della materia... accumularne significa esserne schiavi.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 25.07.11 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellisimo vivere la caduta del impero yanki.

Tommaso Pancaldi 25.07.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

è interessante leggere gli articoli di Ugo Bardi sulla caduta dell'Impero Romano ( http://www.aspoitalia.it/attachments/258_traduzioneimperoromano_ugobardi_jul2009.pdf ) ed il libro di Joseph Tainter "The Collapse of Complex Societies". Non credo che sia però questione semplice capire se il modello americano sia al declino, sicuramente lo è l'Europa, è chiaro che l'Europa è ben piccola cosa rispetto a quello che era un secolo fa e due guerre mondiali sono state fatali per il vecchio continente. Gli Stati Uniti hanno ereditato vantaggi dal declino dell'Europa ma se debbano o meno condividere il declino della civiltà europea mi pare ancora incerto, certo il momento è di quelli topici, ma noi, come occidentali, siamo sicuri di preferire un governo del mondo gestito dai cinesi?!?

Tiziano T., Bologna Commentatore certificato 25.07.11 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Il "grande reset" dell'economia mondiale è più vicino. E' come per i computer quando su di essi girano programmi fatti male: primo o poi vanno resettati. Con il Reset perdono la memoria, i job in corso si cancellano e molti utenti si disperano, ma poi almeno riprendono a funzionare. Con una economia che non va più qualcuno si convincerà che è il momento di premere il tasto rosso. In fondo niente è duraturo in natura: dal posto fisso ai diritti acquisiti. Tutto ciò che vediamo periodicamente si ferma e si riavvia.

Peter Amico 25.07.11 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Noi saremo stupidi a rivotare ogni anno i soliti politici che ci prendono per il culo e ci rubano il futuro, ma anche in america creare un debiti per sostenere le guerre nel mondo e le lobby delle armi, anche gli americano non scherzano ... in pratica ci stiamo auto distruggendo le guerre e le epidemie sono superate basta spettare e ci mangeremo a vicenda

Matteo Pietri Commentatore certificato 25.07.11 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Io faccio il tifo per il default,almeno finiranno di ammazzare vecchi, donne e bambini per il petrolio; ad occupare e tortura, di lanciare scie chimiche, ampliare basi militari, tranciare funivie e destabilizzare paesi piazzando al comando dittatori sanguinari. Basta con la retorica dell'americano buono! E' sufficiente giudicare quello che ha combinato quel nazista di "giorgdabliu", in combutta col nostro pupazzo pagnotta e quel cagnetto ammaestrato di blair per capire che sono solo dei guerrafondai che pensano solo alla grana e alle loro comodità.

Indocojo cojo 25.07.11 20:48| 
 |
Rispondi al commento

chi l'avrebbe mai detto che Obama Bin Laden avrebbe fatto rimpiangere quel bastardo di BUSH???
al peggio non c'è mai fine.

non esiste nessun default.
è solo che BANKENSTEIN sta accelerando i tempi per impadronirsi di tutti i beni dei popoli.
e il suo cameriere OBAMA sta zelantemente ottemperando...

davide lak (davlak) Commentatore certificato 25.07.11 20:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Beppe hai ragione al 100%. Parecchio tempo fa indirizzai la tua stessa obiezzione alla casa bianca, ovviamente senza ricevere risposta. La stessa email la inviai ai rappresentanti politici della Florida, con lo stesso risultato. Niente risposte ai reclami e alle verita'. Come vedi gli stati uniti non sono diversi dall'Italia. I politici fanno schifo ovunque. Con il culo in faccia si fanno sentire e vedere solo quando hanno bisogno di voti, poi puoi andare afanculo che tanto a loro non gliene frega niente. Gli Italiani che seguitano a voler paragonare gli USA con l'Italia a me fanno ridere e fanno pena, in quanto farebbero piu' bella figura se stessero zitti, e, invece di andare al mare, che prendessero le pale e i forconi come fecero i Francesi nel 1700. I Francesi sono gente che ha le PALLE.

sandro carlucci 25.07.11 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Il 2 agosto può essere il giorno di Armageddon degli Stati Uniti.
.....
No ;, ho saputo ora in via riservatissima che la fondazione 50 star , holding inc con sede in panama... , coprirà il buco con 100 miliardi di dollari freschissimi.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.07.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi di debito ferisce, di debito perisce.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 25.07.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Lo ripeterò SEMPRE.

Obama deve RESTITUIRE il Premio Nobel al suo legittimo proprietario: INTERNET.

Renato I., Napoli Commentatore certificato 25.07.11 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori