Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'inceneritore incenerito di Reggio Emila


Reggio_Emilia_inceneritore.jpg
A Reggio Emilia hanno vinto i cittadini, che hanno incenerito l'inceneritore. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?), Noi neppure.
"Mentre in Regione Emilia Romagna il Pdmenoelle vota compatto pro inceneritore di Parma e contro le alternative del Movimento 5 Stelle, a Reggio Emilia si raggiunge un risultato storico: cancellata la costruzione del nuovo inceneritore e chiuso il vecchio. Inizierà il porta a porta per metà della popolazione. Obiettivo 67,1% di riciclo nel 2014. Si costruirà un impianto di Trattamento meccanico biologico a “freddo”. Le stesse proposte avanzate dai primi anni 2000 dai Comitati e dai Meet Up e portate nelle istituzioni da Beppe Grillo, che venne a Reggio nel 2006 e nel 2007 con in mano (anzi nei bidoncini della raccolta della carta) 15.000 firme. Occorre ora pensare ad obiettivi più ambiziosi. L'inceneritore di Parma è fermo per abuso edilizio, il Tar ha respinto la sospensiva dell’atto avanzata da IREN e su questo appalto è aperta una procedura d’infrazione europea . Inoltre c’è una richiesta di referendum avanzata dal Comitato Corretta Gestione Rifiuti ed il prossimo anno si vota a Parma per il Comune. Dopo Reggio, bisogna cambiare strada e aria anche nella vicina Parma." Movimento 5 Stelle - Reggio Emilia

30 Lug 2011, 20:42 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non si tratta di "correggere" i rifiuti, bensì tutto il sistema dalla produzione alla distribuzione. Beppe lo sa... Produzione e distribuzione sono il nodo della questione che unisce PDL e PD meno L. Parliamoci chiaro: e lì che occorrono le correzioni.

almagemme 03.09.13 05:55| 
 |
Rispondi al commento

gli inceneritori non sono assolutamente ad emissioni zero

Massimo Taramasco (lovecoach), torino Commentatore certificato 18.09.11 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Spero ardentemente che la cosa funzioni a meraviglia perchè questa esperianza potrebbe fungere da apripista per altre città.

valeria tasselli 13.08.11 18:41| 
 |
Rispondi al commento

A Modena abbiamo bisogno di aiuto per diffondere ció che sta accadendo: 50 milioni di euro sprecati per rifare la terza linea dell'inceneritore per bruciare rifiuti di altre province, il PD se ne guarda bene di pubblicizzare questa notizia.

vainer m., modena Commentatore certificato 05.08.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Una volta che si fanno fuori gli inceneritori si pare la strada per l'industria del riciclo.

Matteo Olivieri Reggio 5 Stelle, reggio emilia Commentatore certificato 03.08.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento

ciao, a tutti mi risulta dalla rivista "wired italia" la notizia che in quel di Vedelago(Centro riciclo Vedelago) c'è una possibile soluzione, che risulta essere già conosciuta da Beppe(cesena, Woodstock 5 stelle). Magari ero l'ultimo a saperlo, di sicuro sembra una delle tante meraviglie da far emergere.

Giovanni Lamporesi, Firenze Commentatore certificato 03.08.11 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Ok! Avanti così...condivido commento, obbligo di imballaggi riciclabili e mettere fuorilegge le "vecchie pile"!!!

Ivano Dotto 01.08.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento

credo che nessuno meglio di me possa parlare, per il livello a cui ho spinto la mia personale raccolta differenziata (arrivo a separare la plastica dai tappi a corona delle birre).. immodestia e scherzi a parte, il segnale deve giungere dall'alto. Qualche esempio ? vietare i rifiuti misti (es.scatole di saponette plastificate, bottiglie con etichette in plastica autoadesiva), introduzione del vuoto a perdere anche per lattine di alluminio e bottiglie in PET, rendere obbligatorie le pile ricaribili (e fuorilegge le non ric.), far pagare la TARSU non in base ai metriquadri delle case ma in base al n° di componenti della famiglia e al coefficiente di raccolta differenziata del quartiere etc. etc.
Infine: se un tipo di plastica non è differenziabile, va' semplicemente vietata ! es i piatti di plastica: esistono bicchieri di plastica riciclabili (quelli morbidi e trasparenti), che venga usata lo stesso tipo di plastica per tutti le stoviglie usa e getta! x le posate di plastica si potrebbe imitare un'aziedna indiana, che le produce con cereali compressi (in pratica sono dei biscotti a forma di cucchiaio o forchetta), biodegradabili se gettati, ma addirittura commestibili ! largo alle idee... credetemi, i rifiuti (intesi com eproblema) potrebbero non esistere affatto.

paolo zonno 01.08.11 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e adesso aspettiamo i risultati dell'introduzione di raccolta differenziata in cinema, centri commerciali, risotoranti e bar. Si può chiudere il cerchio ancora di più, si può fare ancora di più, si possono dare più posti di lavoro

Matteo Olivieri Reggio 5 Stelle, reggio emilia Commentatore certificato 01.08.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Questa è davvero una bella notizia... mi piacerebbe essere più informata su che cosa sono gli impianti di Trattamento meccanico biologico a “freddo”... non vorrei solo cercarlo su google ma vorrei avere una spiegazione dal blog... magari diventerebbe chiaro per tutti che le alternative agli inceneritori sono reali e non sono solo utopie da grillini.. perchè la domanda che nasce spontanea è dove finisce con questo nuovo trattamento l'indifferenziata? Io che faccio raccolta differenziata penso intanto che su ogni oggetto bisognerebbe che comparisse la scritta da riciclare in questa categoria (capita che plastiche che sembrano plastiche non sono plastiche.. che cosa sono allora?? Chi ce lo dice? Noi dove ce la infiliamo la spazzatura?) e che si limitassero i tipi di materiali quando si fa un oggetto per farlo andare in una categoria senza doverlo decomporre..cosa che a volte è praticamente impossibile senza essere uno scassinatore professionista.. provate voi a staccare la pallina di plastica dal deodorante roll-on in vetro...

Anna Pazzaglia Commentatore certificato 01.08.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

comunqui io provi a smontarla, credo questa sia la via giusta. la via indicata da un comico. un comico che fa meno ridere dei politici. un comico che anche se penso di avere levate tutte, continua ogni giorno a levarmi una fetta di prosciutto dagli occhi...

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 01.08.11 08:47| 
 |
Rispondi al commento

E a pochi km di distanza, a Modena, l'inceneritore c'è ed è stato anche recentemente potenziato... ed in agosto, complice l'esodo estivo, l'impianto lavorerà a doppio regime per bruciare, oltre ai rifiuti locali, parte di quelli provenienti da Napoli. E i cittadini respirano, respirano questi succulenti "aromi innovativi". Poi saltano fuori le allergie, i problemi respiratori e il resto lo si imparerà con il tempo... purtroppo.

Celsino Patarozzi 31.07.11 22:23| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sta finendo!!!
Per chi è interessato a Panama per investire o trasferirsi, è sul blog di vivereapanama una utilissima guida, pratica e semplice che si può scaricare nel proprio pc o telefonino

www.vivereapanama.com

leomar g. Commentatore certificato 31.07.11 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto contenta di questo passo anche perchè abito vicino all' inceneritore.
Spero che si riesca a fare tutto il possibile anche per impedire la costruzione del parcheggio sotterraneo in centro a Reggio E.,tra l' altro Telereggio nel TG ha fatto un servizio in cui si spiega molto bene i perché a parte che non servirebbe ci sono speculazioni che andrebbero a discapito del comune e a favore della società che lo gestirebbe. FERMIAMOLI !!!

Gabriella Soliani 31.07.11 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Per chi è interessato a Panama per investire o trasferirsi, è sul blog di vivereapanama una utilissima guida, pratica e semplice che si può scaricare nel proprio pc o telefonino.

www.vivereapanama.com

leomar g. Commentatore certificato 31.07.11 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Quando fai l'interesse dei cittadini, li ascolti, proponi alternative come ha sempre fatto il meetup e, ora, il Movimento 5 Stelle, i risultati si ottengono!
Ma non possiamo abbassare la guardia: bisogna estendere il porta a porta anche in Comuni dove ancora non si fa, bisogna prevedere il compostaggio e il trattamento dell'umido. Speriamo che l'amministrazione comunale non continui a ignorarci, avviando il solito disco "populisti, demagoghi" e via dicendo...

Davide V., Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.07.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Copia Incolla per tutta Italia? La salvezza!

1 inceneritore costa 4.000 mln.
1 impianto di riciclo a freddo (Vedelago) 4 mln. (adatto a riciclare i rifiuti di circa 100.000 persone)

Con il costo di un inceneritore (quello famoso che vogliono fare a Napoli est) si copre il fabbisogno di impianti a riciclo a freddo PER TUTTA L'ITALIA!

Con il costo di un inceneritore si possono costruire 1000 impianti del tipo Vedelago che significa 100.000 (persone) x 1000 (impianti) = 100.000.000 di persone. L'Italia ha circa 65 mln di abitanti!!

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.07.11 14:00| 
 |
Rispondi al commento

sono perfettamente d'accordo..ed in linea con il mio Sindaco De Magistris,differenziare con il porta a porta,compostaggio e quant'altro ma basta con termovalorizzatori o similari..

enrica saviano 31.07.11 13:54| 
 |
Rispondi al commento

A RE siamo i migliori ehehehe :-D

Michele Vioni (dr.viossy), Fabbrico (RE) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.07.11 13:52| 
 |
Rispondi al commento

bella notizia

Acul utopiA Commentatore certificato 31.07.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Una grande vittoria dei cittadini !!!!!!

Marilisa Gemmi 31.07.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Spero tanto che tutti questi inceneritori andranno chiusi e non piu costruiti e che si risolva il problema dei rifiuti semplicemente con il riciclo spero che l'inceneritore del gerbido qui a Torino sia chiuso e trasformato in un grosso smistamento di riciclaggio grazie a tutti ragazzi del Movimento Siamo Grandi

claudio coletti, clark_72@hotmail.it Commentatore certificato 31.07.11 12:00| 
 |
Rispondi al commento

IL METODO AUTOCLAVE CHE SEPARA IL 100% DEI RIFIUTI, PERCHE' NESSUNO NE PARLA?
BEPPE COSA NE PENSI?

giuseppe bianco 31.07.11 11:30| 
 |
Rispondi al commento

che meraviglia

Andrea S. Commentatore certificato 31.07.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono felicissimo di questa vittoria sulla via della riduzione dell'inquinamento che ci sta uccidendo. Spero che per i cittadini di Reggio Emilia la soluzione porta a porta sia studiata bene. Io vivo in un piccolo comune Veneto molto virtuoso per la raccolta differenziata, ma purtroppo se nom viene fatta spesso chi ha una casa piccola senza spazi esterni rischia di trasformare il miniappartamento in una minidiscarica. Ad esempio li bottiglie una volta al
Mese diventano una montagna e la plastica ogni 15 giorni (fra l'altro non avendo acquedotto e bevendo solo bottiglie) altrettanto. Se poi parliamo dell'umido 2 volte la settimana puó andare bene ma bisogna stare attenti a cosa e a quando si mangia o comprassi un frigo per l'umido... Io sono pienamente d'accordo con voi ma bisogna studiare dei sistemi di raccolta utili per tutti e non solo per chi ha un giardino o un balcone da adibire a immondezzaio...

andrea pasetto 31.07.11 10:49| 
 |
Rispondi al commento

perche non green island
aldo frulla

aldo frulla 31.07.11 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la strada. I cittadini devono alzare la testa e far sentire la propria voce. Spero che se ne vadano prima di essere....toccati.

maria barberio 31.07.11 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Lettera Giorgio Napolitano: sottoscrivo.

Sciopero consumi: sottoscrivo ( è unica arma di difesa al cieco sfruttamento del mercato). Tornare alla qualità durevole, sconfiggendo la quantità fasulla che distrugge risorse ed ambiente. E' sulle quantità che loro guadagnano...

Politica: ogni candidato deve presentare il suo curriculum vitae.


alma gemme 31.07.11 05:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori